Orlando Report #28 – TNA Against All Odds

Seguaci della TNA benritrovati a questa edizione dell'Orlando Report che valuta gli otto match di Against All Odds: si potrà parlare di un pay per view che testimonia la parziale risalita della compagnia? Non ci resta che scoprirlo partendo con….

#1 CONTENDER'S MATCH: JESSE SORENSEN VS ZEMA ION

Una contesa che purtroppo è stata fortemente condizionata dall'infortunio di Sorensen: per quel che si era visto prima di quel momento, i due lottatori avevano disputato una buona contesa riuscendo a dare un ulteriore dimostrazione che la X-Division è risorta. Di certo non si possono paragonare al lavoro che sta facendo Austin Aries, ma è anche vero che se il match avesse potuto continuare prima dell'infortunio di Jesse Sorensen, sarebbe anche potuto risultare migliore, ciò non toglie che per quanto si è visto, si è partiti con il piede giusto, sfortuna di Sorensen a parte.

Voto: 6.5

TNA TELEVISION CHAMPIONSHIP: ROBBIE E VS SHANNON MOORE

Uno dei due match della card che personalmente non ho apprezzato granchè: i match di Robbie E sono tutto meno che entusiasmanti e probabilmente Shannon Moore non era nemmeno l'avversario giusto in quanto il pubblico presente non era nemmeno troppo interessato alla contesa. In quanto era un Open Invitational, mi auguro che si possa dare in pasto a Robbie E un degno avversario e perchè no sfilargli via la cintura, e di elementi da rispolverare o da ripresentare con una certa continuità nel roster TNA ce ne sono….

Voto: 5.5

TNA KNOCKOUTS CHAMPIONSHIP: GAIL KIM VS TARA

A mio avviso è stato un po' “tagliato” nel finale in quanto si è temuto per un attimo che Tara fosse andata incontro a un infortunio, ma ritengo ugualmente che sia stato davvero uno dei match migliori della divisione da molto tempo ad oggi anche grazie all'intesa sul ring tra le due knockouts. Vedremo adesso come si evolverà la situazione attorno alla cintura, a essere onesto non mi dispiacerebbe rivedere un altro match a Victory Road, magari dopo la perdita da parte di Gail Kim dei titoli di coppia femminili visto che l'alleanza con Madison Rayne comincia a scricchiolare.

Voto: 6.5

TNA WORLD TAG TEAM CHAMPIONSHIP: CRIMSON & MATT MORGAN VS SAMOA JOE & MAGNUS

Leggermente sorpreso dall'esito finale, ma soprattutto sorpreso dal match in se: se a Genesis complessivamente la contesa valevole per i titoli di coppia non era da buttare via nonostante un minutaggio ristretto, l'aggiunta di qualche minuto in più e di una buona prestazione dei nuovi campioni di coppia, che come tag team stanno convincendo e la vittoria ottenuta ai danni di Matt Morgan e Crimson è un atto di fiducia verso i due atleti. Nella più positiva delle ipotesi, questo match può essere l'atto iniziale della risalita di Samoa Joe ma sul suo futuro potrò parlarne meglio dopo, resta comunque da notare che la categoria tag team può cominciare la sua risalita.

Voto: 6.5

TNA X-DIVISION CHAMPIONSHIP: AUSTIN ARIES VS ALEX SHELLEY

Senza nulla togliere ai match precedenti, a parte Robbie E vs Shannon Moore, questo è il match da pay per view a mani bassissime, e mi sento di poter dire che è anche il match dell'anno, per il momento naturalmente, della TNA. Una contesa davvero molto divertente e combattuta dove Austin Aries e Alex Shelley hanno regalato circa quindici minuti di puro spettacolo. Se per Austin Aries ormai non bisogna stupirsi delle sue capacità, un grosso plauso va fatto ad Alex Shelley che nell'attesa del ritorno di Chris Sabin è riuscito a sfornare una prestazione davvero superba dopo pochi giorni dal suo rientro dopo l'infortunio. Pagherei di tasca mia per rivedere un secondo match di questo tipo tra AA ed Alex Shelley a Victory Road ma ahimè al posto di Shelley ci sarà Zema Ion, chissà se sarà un bene o un male….

Voto: 8

AJ STYLES VS KAZARIAN

Purtroppo all'inizio, usando un termine automobilistico, questa contesa era rimasta in folle ma fortunatamente si è ingranata la marcia giusta e il risultato finale è più che sufficiente, di certo dispiace che AJ Styles sia ancora bloccato in questo tipo di feud ma almeno ci ha regalato un altro buon match insieme a Kazarian. A questo punto mi aspetto che la faida continui dato che non sono ancora stati resi noti i motivi, nella storyline, per il quale Kazarian abbia voltato le spalle a AJ Styles, ma di positivo c'è che potremo assistere a un altra contesa del genere se non addirittura migliore a meno di cataclismi.

Voto: 7

GARETT BISCHOFF VS GUNNER

A me piacerebbe davvero sapere chi ha avuto la malsana idea di proporre un match del genere in un pay per view. Si poteva chiudere un occhio se fosse stato proposto in una delle prossime edizioni di Impact Wrestling, ma proporlo in un pay per view è stata decisamente una pessima idea. Non sarebbe poi male capire il perchè sia stato inserito a ridosso del main event, e seppur Garett Bischoff ce l'abbia messa tutta, questo è di sicuro il match peggiore uscito fuori dalla card di Against All Odds, e per quanto si è visto è durato decisamente troppo. Non che Gunner abbia fatto una figura migliore in confronto al figlio di Eric Bischoff, ma sempre in confronto a Garett è pur sempre un filo più apprezzabile di lui.

Voto: 5.5

TNA WORLD HEAVYWEIGHT CHAMPIONSHIP: BOBBY ROODE VS JAMES STORM VS JEFF HARDY VS BULLY RAY

In confronto ad altri main event titolati di un pay per view, questo 4-way si dimostra superiore anche alle attese della vigilia, resta però un pizzico di amaro in bocca per il caos degli schienamenti di Bully Ray e Jeff Hardy ma complessivamente si tratta di un main event che chiude bene la serata di Against All Odds e che lascia Bobby Roode ancora campione dei pesi massimi, e diciamocela tutta, senza avere nulla contro Jeff Hardy, ci siamo salvati dal trovarcelo con il titolo attorno alla sua vita.

Voto: 6.5

PPV VOTO: 6.5

Così come ho già avuto modo di scrivere, la TNA prosegue la sua risalita: se già si erano visti alcuni spiragli da Bound For Glory per poi passare a Turning Point, Final Resolution e Genesis, Against All Odds fa addirittura meglio dei suoi predecessori nonostante alcune pecche, su tutte non solo la decisione di inserire in un pay per view un match tra Gunner e Garett Bischoff, ma addirittura collocarlo prima del main event con il titolo mondiale in palio. Con il dovuto “in bocca al lupo” a Jesse Sorensen per quanto capitato a inizio serata, si è avuto un unico cambio di titolo e vorrei soffermarmi un attimo proprio su questo: ormai si è perso il conto di tutte le volte in cui molti hanno giustamente storto il naso, compreso il sottoscritto, sulla gestione di Samoa Joe, al punto da essere stato rinominato Samoa “Job” , poi però l'avvento del Wild Card Tag Team Tournament a Impact Wrestling lo ha riportato con una certa regolarità nello show settimanale e dopo una sconfitta a Genesis proprio con i titoli di coppia in palio, ce lo ritroviamo campione di tale categoria insieme a Magnus: per una volta voglio essere ottimista, se i booker della TNA gli han dato la cintura di coppia vorrà pur dire che un minimo di fiducia verso la Samoan Submission Machine c'è, quindi può essere un presagio verso una sua risalita e di un regno da campione quantomeno dignitoso prima di un probabile feud con i Motor City Machine Guns al completo. Autentico match della serata è senza dubbio la contesa valevole per il titolo X-Division: si va incontro al match tra Austin Aries e Zema Ion, e qui personalmente ho qualche perplessità in quanto sarà uno scontro tra due heel, potrà anche venir fuori un gran bel match ma se Alex Shelley, sempre in attesa del rientro di Chris Sabin, verrà coinvolto in modo da avere un 3-way a Victory Road, ci sarebbe un interesse maggiore verso questo scontro. Sul titolo mondiale, a meno di sconvolgimenti improvvisi, si va verso lo scenario che vedrà James Storm avere la sua resa dei conti con Bobby Roode a Lockdown, ma in vista di Victory Road resta il dubbio su chi affronterà l'attuale campione dei pesi massimi: ancora Jeff Hardy? Bully Ray? O addirittura Sting? Tutte ipotesi da non scartare per il momento, a meno che non vogliano proporre subito James Storm come primo sfidante di Roode. Ultimo capitolo sul titolo TV: al di la del fatto che Robbie E continua a non piacermi, sarebbe anche ora che la TNA dia la giusta importanza alla cintura, si tratta pur sempre della seconda cintura per importanza della TNA, e di conseguenza si può affidarla a chi attualmente è un po' tagliato fuori dal giro che conta o chi per strani motivi non appare più a Impact Wrestling: un nome su tutti? Mr.Anderson!! Si può discutere quanto si vuole che sarebbe una sorta di retrocessione per il wrestler di Greenbay entrare nella lotta per il TV Title, ma almeno la cintura stessa assumerebbe la giusta importanza e si assisterebbe a contese di ben altra caratura: personalmente trovo sempre meglio vedere gente come Mr.Anderson, Abyss, e perchè no anche AJ Styles e Doug Williams impegnati in faide con il TV Title di mezzo piuttosto che vedere per altre innumerevoli volte Robbie E impegnato con Shannon Moore.

Un buon Against All Odds viene messo definitivamente alle spalle ed ora si va verso Victory Road che si terrà il 18 marzo, l'Orlando Report invece tornerà qualche giorno più tardi per dare un giudizio su quanto sarà accaduto in vista di uno degli eventi in pay per view più importanti della compagnia, ovvero Lockdown. Non mi resta altro che salutarvi e darvi l'appuntamento con i report settimanali di Impact Wrestling oltre alla già citata nuova edizione dell'Orlando Report post Victory Road!! A presto!

Mir i lyubov!!!

15,941FansLike
2,603FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati