Orlando Report #13 – TNA Turning Point

Amici appassionati di wrestling e in particolare di TNA benritrovati all'edizione dell'Orlando Report che valuta Turning Point, ultimo pay per view in ordine cronologico svoltosi a Orlando. L'attesa per questo evento era decisamente bassa, non ci resta che scoprire se siamo stati smentiti oppure no.

TNA X-DIVISION CHAMPIONSHIP: JAY LETHAL VS ROBBIE E

Mettiamola così: fino a quando hanno lottato non è stato un match totalmente da buttare, la vittoria di Robbie E era quasi certa così come era quasi certa che avvenisse in maniera sporca, ma se già abbiamo assistito a una contesa non certo entusiasmante, sicuramente le continue interferenze di Cookie fanno sì che questa contesa sia peggio di ciò che si pensava, dato il fatto che le vecchie caratteristiche della X-Division sono praticamente sparite e ciò va molto a sfavore della TNA, e con un Robbie E campione non credo che si proverà a reinvertire la tendenza.

Voto: 6

MICKIE JAMES VS TARA

Avevo auspicato un match tra queste due lottatrici per far sì che la divisione femminile della TNA cominciasse a risalire la china e ciò a cui si è assistito è stato un match davvero godibile e intenso, nulla di straordinario ovviamente, ma sicuramente molto più decente dei vari match tra knockouts visti nei mesi scorsi in pay per view. Tara nella puntata di ReAction di due settimane fa aveva annunciato una rissa e a tratti si è vista davvero una rissa dentro e soprattutto fuori dal ring, incredibile poi quella scoppiata a fine match con tanto di bidone e spazzolone se pensiamo che ad affrontarsi erano due donne e non due uomini, il che mi fa pensare che un probabile regno titolato di Mickie James si possa posticipare di qualche mese per proseguire il feud con Tara, un feud che potrebbe durare non poco.

Voto: 6.5

TNA WORLD TAG TEAM TITLES: MOTOR CITY MACHINE GUNS VS TEAM 3D

Alla vigilia di Turning Point non era difficile pensare che uno dei pochi motivi di interesse nel seguire il pay per view fosse proprio questo match valevole per i titoli di coppia, ci si aspettava un gran bel match e così è stato, e direi che si è aggiudicato a mani basse il titolo di match da pay per view. Veramente un ottimo tag team match, molto ben lottato e incerto nell'esito finale fino all'ultimo e Chris Sabin e Alex Shelley ottengono così una vittoria di prestigio che ormai li consacra a tag team dell'anno 2010.

Voto: 7.5

ROB VAN DAM VS TOMMY DREAMER

Una contesa leggermente lunga per essere un match che non aveva particolari spunti di interesse ad eccezione del fatto che ad affrontarsi erano due membri dell'EV 2.0 nonchè figure storiche ECW, ma ciò non significa che è stata inguardabile, nel complesso è stata sufficiente ma nulla più. RVD non si è impegnato troppo in questo match ma ormai non è una novità e la forma fisica di Tommy Dreamer si commenta da sola. La vittoria di Rob Van Dam non era in dubbio ma da uno come lui ci si aspetta sempre qualcosa in più, anche se il suo avversario si chiama Tommy Dreamer.

Voto: 6

FORTUNE VS EV 2.0

Match solido che ha visto l'EV 2.0 quasi subito privata di Brian Kendrick, di cui bisogna stabilire se l'infortunio sia un work o sia reale anche se personalmente opterei per la prima soluzione (se ci avete fatto caso si nota chiaramente che James Storm esce dalla kayfabe e si sincera delle condizioni di Kendrick). Credevo che il licenziato fosse Rhino ma in realtà a salutare la compagnia è Sabu, la speranza però è che questo ennesimo scontro tra le due fazioni sia l'ultimo, anche perchè c'è sempre chi ha ancora tanto da dare sul ring se utilizzato bene quando starà meglio (Desmond Wolfe? Sì!)

Voto: 6

LUMBERJACK MATCH: D'ANGELO DINERO VS ABYSS

Personalmente mi aspettavo di più da una faida partita con “The Pope” lasciato solo nella gabbia dei leoni, ovvero la Fortune e gli Immortal, culminata poi con Abyss che mena chiunque gli si pari davanti, fan compresi, e si usa addirittura una bara per poi spaccarla in due. Ci siamo salvati dall'idea originale di questo match che voleva un Last Ride match tra Abyss e “The Pope” ma il risultato non è stato comunque soddisfacente ma non è nemmeno un match da buttare, sono stati circa 13 minuti piatti dove probabilmente è venuta a mancare anche l'alchimia tra i due lottatori.

Voto: 6

SAMOA JOE VS JEFF JARRETT

Jeff Jarrett torna heel e puntualmente nei match dove è impegnato c'è dell'overbooking. Sembrava di essere tornati indietro nel tempo, a memoria direi circa sei anni fa, quando Jeff Jarrett era campione NWA e nei suoi match l'overbooking spadroneggiava, ma al di la di questo particolare è stato un match più che sufficiente e per essere stato il preludio al main event abbiamo assistito davvero a una buona contesa.

Voto: 6.5

TNA WORLD HEAVYWEIGHT CHAMPIONSHIP: JEFF HARDY VS MATT MORGAN

Se potevamo ritenerci soddisfatti del match precedente tra Jeff Jarrett e Samoa Joe, lo stesso si può dire per questo scontro valevole per il titolo mondiale: la vittoria di Jeff Hardy non è mai stata in dubbio ed è stata quasi pulita, il quasi si riferisce chiaramente nel momento dove l'arbitro Jackson James ha interrotto all'improvviso il conteggio dopo il Carbon Footprint con conseguente schienamento di Matt Morgan, ma questo scenario potrebbe anche far sì che Matt Morgan possa ottenere una seconda chance in futuro.

Voto: 6.5

PPV Voto: 6

L'attesa per questa edizione di Turning Point era decisamente bassa seppur fosse il primo pay per view TNA del nuovo regime imposto da Eric Bischoff e soci dopo i fatti di Bound For Glory. Nel TNA Planet del buon Luca Soligo avevo preannunciato una notte di gloria o meglio ancora un pay per view dove gli Immortal e la Fortune avrebbero avuto la meglio sui match dove erano protagonisti e così è stato, onestamente però un'idea per rendere più avvincente questa storyline ci sarebbe, magari è solo una pazzia però se la TNA decidesse di mettere insieme Matt Morgan, D'Angelo Dinero e Samoa Joe e unirne le forze, penso che le puntate di Impact sarebbero molto più entusiasmanti, e se i tre lottatori che ho citato fossero spalleggiati in qualche modo da Rob Van Dam e da un rientrante Kurt Angle, in modo da formare una fazione anti-Immortal, se ne vedrebbero davvero delle belle. Che altro dire, l'edizione 2009 di Turning Point fu dieci cento mille volte meglio rispetto a quella vista quest'anno, non che questo Turning Point sia stato orribile, per carità, ma è anche vero che finchè la TNA continua a cavalcare l'onda in cui si è indirizzata sin dall'approdo di Hulk Hogan ed Eric Bischoff in federazione, difficilmente vedremo un pay per view all'altezza di ciò che erano lo stesso Turning Point 2009 e perchè no anche Bound For Glory 2009.

Turning Point dunque viene definitivamente archiviato e l'appuntamento con l'Orlando Report termina qui, con me l'appuntamento è con il TNA Impact Report nella notte tra giovedì e venerdì e con l'house show di Raw questo sabato a Milano per scambiare due chiacchiere prima e dopo l'evento, mentre con l'Orlando Report ci rivediamo dopo il 5 dicembre per Final Resolution, ultimo pay per view TNA del 2010,
sempre sulle pagine di Tuttowrestling.com!!

Handshake!!

14,816FansLike
2,616FollowersFollow

Ultime Notizie

Damien Sandow: “I Wrestler andrebbero testati ogni settimana”

Intervista a Damien Sandow, che ha parlato delle sue precauzioni per il COVID e di come i lottatori dovrebbero essere testati periodicamente

Eva Marie è pronta al rientro in WWE?

Secondo alcune indiscrezioni, Eva Marie sarebbe prossima al rientro in WWE. Un rientro che potrebbe avvenire davvero molto presto

Nuovi problemi per Lars Sullivan?

Nuovi problemi per Lars Sullivan; questa volta l'atleta è accusato di commenti non appropriati con una donna sposata

Mike Bennett racconta del suo rilascio e le sue opinioni sulla WWE

Mike Bennett torna a parlare di quando chiese il rilascio alla WWE attraverso un tweet, situazione che fece infuriare Vince McMahon.

Articoli Correlati