La WWE ha licenziato altri dipendenti

La WWE ha licenziato molti dipendenti negli ultimi mesi. Hanno licenziato oltre 60 persone, in una operazione di riorganizzazione aziendale che ha unito varie divisioni in un unico dipartimento supervisionato da Kevin Dunn. Oltre ai dipendenti, anche alcune superstar sono state licenziate, a partire dal 15 aprile. Alcuni di loro, ad esempio Aleister Black e Andrade, hanno già trovato una nuova collocazione in AEW; per altri invece, è ancora in vigore la clausola di non competizione per 90 giorni.

Tuttavia, secondo le ultime notizie, l’operazione di riduzione del personale non sarebbe ancora ultimata. Al contrario, proprio in queste ore la WWE ha licenziato una ulteriore serie di dipendenti.

Tagli amministrativi, forse temporanei

Secondo una notizia pubblicata da Fightful Select, infatti, la WWE ha effettuato diversi licenziamenti aziendali in alcuni dipartimenti. Si parla dell’area del marketing e del commerciale. Al momento non sono stati comunicati tagli riguardanti i lottatori, né è noto se questa nuova fase di licenziamenti prevedrà dei tagli in tal senso.

Secondo la suddetta fonte,a “diverse persone” licenziate è stato detto che “ci sono buone possibilità che possano essere riassunte”. La pratica di licenziare o mettere in aspettativa e poi riassumere, infatti, è già stata utilizzata diverse volte dalla WWE sia quest’anno che nel 2020.

La WWE sta per comunicate i dati finanziari relativi al secondo trimestre 2021. Un appuntamento come sempre importante, anche per la quotazione del titolo in borsa. Questi nuovi licenziamenti, dunque, potrebbero essere un modo anche per migliorare il quadro economico complessivo della Compagnia.

Andrea De Angelis
Appassionato di Wrestling da diversi anni, tra i suoi preferiti Undertaker, The Rock e Kurt Angle. Cura la sezione notizie del sito
15,941FansLike
2,596FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati