TNA iMPACT! REPORT – (16.11.06)

Siamo davanti ad uno dei momenti più importanti della storia della TNA, e forse anche ad una possibile breakline di tutta la storia del wrestling: Impact è su Spike Tv in prima serata, e lo fa con uno speciale di due ore che promette uno spettacolo degno di un pay per view. C’è solo l’imbarazzo della scelta… basti pensare al debutto di Angle che affronterà il gigantesco e mostruoso Abyss, o alla battaglia all’interno della gabbia con filo spinato che vedrà opposti Rhino e Christian Cage… premesse di lusso per una serata che potrebbe davvero essere memorabile.

E dunque benvenuti a questa puntata speciale di Impact! GP nuovamente alla postazione di comando dopo la forzata assenza della settimana scorsa (un saluto a tutti i compagni di avventura e gli appassionati incontrati in quel di Torino!), e partiamo con una nuovissima sigla, che si accompagna anche ad un più che eloquente slogan della federazione di Orlando: “TNA: We are wrestling”.. difficile, davvero difficile, dar loro torto.. e non leggo o sento da nessuna parte la parola “entertainment”.. chissà perché ma non credo sia un semplice caso…

Eric Young vestito in maniera alquanto bizzarra guida all’esterno dell’arena i canti “T-N-A” dei tifosi, conducendo poi gli stessi all’interno dell’arena, mentre i fuochi artificiali ed una pioggia di coriandoli danno il via allo show.. Mike Tenay e Don West ci ricordano cosa vedremo questa sera, ed arriva anche lo stesso Young, che sale sul tavolo di commento perché ha un grande annuncio da fare.. ma ad interromperlo suona la musica dei LAX! E sono proprio loro a guadagnare la Impact Zone, mentre i commentatori ci ricordano i loro recenti attacchi ai danni degli American Most Wanted e di Gail Kim.. ricordiamo anche che Konnan esattamente sette giorni fa ha promesso di dar fuoco alla bandiera americana nel corso di questa puntata speciale..
E proprio Konnan si impossessa del microfono, e ci dice che gli Stati Uniti hanno voltato le spalle ai Latinos per troppo tempo, ed è proprio per questa discriminazione che ha promesso di bruciare una bandiera americana.. ma mentre si accinge a preparare la bandiera da bruciare arrivano gli AMW! E ovviamente è subito rissa.. gli AMW cercano di accanirsi su Konnan, ma sembrano avere la peggio.. arriva anche Gail Kim sul ring, huracanrana su Homicide, huracanrana su Hernandez. .anzi no, Hernandez la abbranca in volo ed è pronto a reagire, ma interviene in extremis Harris, poi superkick di Storm a concludere di fatto il segmento.. ulteriori scintille per la sfida fra le due coppie che vedremo a Genesis.. e per il momento la bandiera americana è salva!

Vediamo ora un video dedicato a Samoa Joe, o meglio alle vittime che il samoano (imbattuto da ben 17 mesi, come ci ricorderà a breve Mike Tenay) ha già lasciato sul proprio cammino.. preludio del primo match della serata, che lo vede opposto a Jay Lethal, enfatizzato come il più giovane atleta del roster, che però ha già destato più di una impressione favorevole.
Joe non perde assolutamente tempo e attacca l’avversario non appena questi guadagna l’esagono.. serie di calci di Joe, che poi mette a segno anche una ginocchiata; Lethal prova una timida reazione e riesce anche a mandare al tappeto l’avversario, poi però tenta una valanga all’angolo, venendo abbrancato in volo e schiacciato senza troppi complimenti. Il pubblico vuole Angle e lo fa chiaramente sentire, mentre Joe rifila uno schiaffone all’avversario, poi lo sistema su un sostegno e mette a segno una muscle buster! E’ praticamente finita per Lethal.. Joe applica la sua presa di sottomissione ed è decisamente intenzionato a soffocarlo.. e Lethal non ha altra scelta che cedere!
Vittoria decisamente veloce per Samoa Joe, che però non ha alcuna intenzione di mollare la presa.. Sonjay Dutt accorre nel ring e cerca di attaccare Joe, ma ben presto viene abbrancato anche lui e schiacciato.. Joe ora cambia il suo bersaglio e applica ancora la Kokina Clutch, questa volta a Dutt.. Sabin entra anche lui nel ring, ma incredibilmente decide di non aiutare Dutt! E’ forse il turn definitivo di Chris Sabin.. mentre Joe finalmente molla la presa, permettendo a Jerry Lynn di trascinare Dutt fuori dal ring.. il Samoano nel frattempo ha preso un microfono, e dichiara di volere accontentare i tifosi, e dunque vuole il sangue di Kurt Angle!! Joe butta via il microfono e torna nel backstage.. ma il messaggio è stato più che lanciato!

Passiamo ora all’esterno dell’arena, dove troviamo nuovamente i LAX e Christy Hemme.. Konnan ritorna sul discorso della bandiera da bruciare, ed invita Christy a svestire i panni della patriota ed indossare quelli della giornalista, per seguirli nel luogo dove bruceranno la bandiera ed ottenere quindi lo scoop della vita Anche Petey Williams si trova a passare da quelle parti, e Konnan chiede anche a lui di unirsi a loro..

Dopo la pausa pubblicitaria vediamo uno dei migliori promo possibili per Genesis, ovvero la tremenda testata che Angle ha rifilato a Joe durante il loro primo incontro-scontro.. la voce ci promette il match del decennio.. io mi accontenterei del match dell’anno, e le potenzialità ci sono davvero tutte!

Vediamo ora le immagini di una telecamera nascosta, che inquadra Austin Starr ed Alex Shelley in bagno che parlano fra di loro.. Starr accusa Shelley di essere la causa della sconfitta patita la settimana scorsa, mentre Shelley sostiene che dovrebbe essere Kevin Nash a stabilire chi ha ragione e chi torno.. Nash promette di occuparsi del caso, e che entro la fine della serata sapremo chi deve essere considerato colpevole e chi innocente..

Jeremy Borash intervista il team 3D, che ovviamente parla di quanto accaduto la settimana scorsa, dove Devon è caduto vittima dell’agguato dei Naturals.. Brother Ray sarcasticamente applaude alle loro azioni, dicendo che ora sono finalmente riusciti a far qualcosa nel mondo del wrestling.. per poi promettere che questa sera le ultime parole che sentiranno saranno “Devon, get the tables!”. Anche Devon prende la parola.. indovinate per dirci cosa… “Oh brother, testify!!!”

E dunque dalle parole si passa ai fatti: tables match, di fronte i Naturals ed il Team 3D!
E l’inizio è decisamente a favore di questi ultimi, che attaccano gli avversari sin dall’esterno dell’esagono, per poi buttarli nel ring e mettere a segno la classica testata di Devon dal paletto, che distrugge gli addominali del malcapitato Andy Douglas. Rey chiama immediatamente il tavolo, e mentre Devon ne posiziona uno anche Ray ne prende un altro.. Shane Douglas è costretto immediatamente ad intervenire e salvare Andy, ma paga a carissimo prezzo il suo intervento..3D contro il tavolo su Shane Douglas!! Shane è decisamente ko e viene portato via dalla security.. ma Andy e Chase Stevens ne approfittano, e mettono a segno a loro volta la 3D! I naturals hanno scippato agli avversari la loro mossa finale..dopodichè sistemano un tavolo e ci fanno finire contro Devon, portandosi a casa la vittoria! Match breve ma sicuramente molto intenso, e anche questa settimana sono i Naturals ad avere l’ultima parola…

E’ il momento di un video dedicato ad Abyss, dipinto esattamente per quello che è, ovvero un mostro assetato di sangue e distruzione che solo James Mitchell può controllare.. ricordiamo che sarà proprio lui ad affrontare Sting a Genesis con in palio la cintura di campione.

Ritroviamo Eric Young in versione capotifoso.. Young riprova a dare il suo importante annuncio, ma anche stavolta viene interrotto, stavolta da “Maverick” Matt Bentley, Frankie Kazarian e Johnny Devine. Kazarian prende il microfono e dice che stiamo assistendo alla genesi di un nuovo movimento nella TNA, grazie al lavoro del redentore che ha aperto loro gli occhi.. ma arrivano BG e Kip James, che prima ripuliscono a suon di botte il ring, poi prendono a loro volta la parola..
BG urla “We’re back!”, e ci dice che ora loro hanno il controllo creativo dei loro personaggi, e che da questo momento si chiameranno i Voodoo Kin Mafia, ovvero i VKM (che guarda caso coincide con le iniziali di tal Vincent Kennedy McMahon… i fan più accaniti riconosceranno sicuramente la mano di Vince Russo, non nuovo a lanciare velati messaggi a suon di acronimi), e potranno fare ciò che vogliono. Tenay si chiede chi abbia mai permesso tutto questo, ma nel frattempo i due parlano apertamente di voler dichiarare guerra a Paul Levesque e Michael Hickenbottom (e non c’è bisogno che vi dica a chi corrispondono questi due veri nomi..) ma soprattutto proprio a Vinnie Mac! Kip prende ora il microfono, e dice che visto che si parla di Triple Hollywood e Michael Kissmybottom, perché non accennare anche a “quella compagnia”, che sta affondando più velocemente del Titanic? E la ragione è semplice… loro non sono capaci, noi si! Il pubblico intona il coro “DX sucks”, mentre Kip continua dicento che HBK e Hunter sono due grandissimi pezzi di.. interviene la censura, a BG si arrabbia, dicendo che possono benissimo spegnere i microfoni, ma non possono impedire che i VKM (loro) portino la guerra proprio davanti la porta di VKM (McMahon).. che dire, se dieci anni fa era la DX a scherzare col fuoco degli altri, oggi sarà il contrario.. in ogni caso la cosa è decisamente interessante!

E dopo ulteriori promo del match di stasera fra Rhino e Cage e dell’imminente Angle-Joe torniamo al “processo”, e vediamo che Shelley sta parlando in sua difesa, ma viene interrotto da Nash che dice di aver sentito abbastanza, e si ritira per deliberare (no non è Forum, anche quello è bookato ma non avete sbagliato programma!).

Jeremy Borash intervista Rhino, che promette al suo avversario di fargli sentire un dolore mai provato prima e che lo spezzerà in due con la sua Gore!

E ci siamo dunque.. Christian Cage contro Rhino, gabbia di acciaio con tanto di filo spinato! L’uomo bestia si presenta con la sua camicia di forza, che però consegna all’arbitro prima di iniziare il match, mentre West ci spiega che i due atleti dovranno chiedere un’arma per poterla usare.. Tenay invece ci ricorda che per vincere è necessario scalare la gabbia oppure passare attraverso la porta, chiedendo la chiave per aprire il lucchetto. Inizio decisamente a favore di Rhino che attacca a testa bassa, mentre il canadese cerca di difendersi a suon di pugni, prontamente ricambiati. Back body drop di Rhino che poi va per una serie di chop, anche queste però restituite fra i due. Rhino tenta una press slam, ma Christian non solo neutralizza la mossa, ma mette a segno una inverted DDT. Il canadese chiede una sedia, ma viene subito bloccato da Rhino, che poi colpisce con una devastante sphear all’angolo. Il pubblico sembra essere piuttosto diviso, mentre Christian cerca di scalare la gabbia, ma ovviamente deve fare i conti con l’ostacolo in più rappresentato dal filo spinato, fino ad essere tirato giù dall’avversario, che poi sbatte ripetutamente la fronte proprio contro la gabbia. Press slam di Rhino, che conclude la mossa lanciando l’avversario contro la gabbia! Rhino chiede la chiave, ma prevale la sua mentalità più malata, e dunque invece di essere usata per aprire la porta la chiave diventa un oggetto contundente nelle mani di Rhino.. Christian cerca di rubarla, ma per tutta risposta Rhino la getta oltre la gabbia, e dunque ora l’unico modo per vincere è scalare la struttura, ovvero passare per il filo spinato!

Rientriamo dalla pausa pubblicitaria con Chirstian che cerca di scalare la gabbia.. Rhino sale anche lui per contrastarlo ma viene rimandato per terra, ed il canadese mette a segno una frogsplash. Rivediamo quanto è successo nella pausa, con Christian che ha chiesto una sorta di attrezzo con il quale ha tagliato parte del filo spinato della gabbia. Vediamo ora che il canadese cerca di scalare la gabbia proprio nella zona dove ha tolto il filo spinato, ma anche questa volta Rhino rinviene, e la faccia del canadese viene strisciata più volte proprio contro il filo spinato, con il sangue che scorre copiosamente! Rhino completa l’opera con un devastante back suplex, e dunque entrambi gli atleti finiscono rovinosamente sul tappeto! Il pubblico è letteralmente in delirio, mentre Rhino chiede la sua camicia di forza e cerca di imprigionare il canadese, che però riesce ad uscirne e rimanda l’avversario al tappeto. Cage tenta di nuovo di scalare la parte senza il filo spinato, ma nuovamente Rhino lo raggiunge.. il canadese cerca di rispedirlo giù con dei pugni… e mette a segno una sorta di unprettier dal paletto!!! Grandissimo colpo messo a segno a Christian, che ora è lui ad imprigionare l’avversario nella camicia di forza, aiutandosi anche con le corde. Rhino è praticamente immobilizzato, almeno per quanto riguarda le braccia, ma Christian invece di uscire e vincere chiede una sedia, ma mentre si avvicina satanicamente all’avversario viene preso in pieno da un calcio basso! Rhino riesce a liberarsi, poi mette a segno due bracci tesi ed una spinebuster. L’uomo bestia prende due sedie e posiziona l’avversario per il con-chair-to, ma Christian la evita e lancia una sedia contro il volto dell’avversario! Il canadese cerca l’unprettier sulle sedie, ma Rhino lo abbranca, lo alza e fa ricadere a gambe aperte, facendo finire le sue parti basse contro il bordo di una sedia!! Tutto sembra pronto per la gore… Rhino parte, Christian con una mossa disperata la evita lanciandogli contro una sedia, ma neanche fosse un pallone Rhino la afferra al volo e la rilancia a sua volta contro l’avversario!! Christian è stordito.. gore!!!! E che gore.. il canadese finisce contro la gabbia che crolla, facendolo finire fuori dal ring, però di fatto vincendo il match!! E’ dunque nuovamente Christian ad uscire vittorioso dallo scontro, ma a che caro, carissimo prezzo.. il volo che ha fatto è impressionante (è terminato ad almeno quattro-cinque metri di distanza dal ring), come impressionante è stato tutto l’incontro!!

E dopo un video dedicato a tutta la X division, Jim Cornette di presenta un’intervista con David Eckstein, eletto MVP delle ultime world series di baseball, dal Louisville Slugger Museum. Eckstein dichiara che il suo wrestler preferito è Rhino, ma anche Angle è fra i suoi favoriti.. mentre non si sbilancia più di tanto su di un pronostico per il match fra lo stesso Angle e Joe..

E siamo ora ad un match valido per l’X division title, che vede opposti Chris Sabin, AJ Styles e Christopher Daniels! Inizialmente i due compagni lavorano piuttosto bene su Sabin ,ma le recenti incomprensioni emergono dopo un colpo involontario di Daniels su Styles. Durante il match arriva però Christian, che microfono alla mano si vanta sull’apron ring di aver vinto e di essere lui il giusto number one contender.. Styles lo colpisce alle spalle con un calcio volante alla testa, e mentre i due continuano a combattere, Daniels nel ring evita la cradle shock e schiena Sabin conquistando dunque il titolo della X division!! Styles ovviamente non ci sta ed interrompe i festeggiamenti dell’amico, che però ribatte dicendo che l’aver colpito Christian è stato esclusivamente un suo errore.. di amicizia fra i due ne resta davvero poca ormai.

Il giudice Nash è pronto ad emettere la sua sentenza.. “tutti in piedi”, ordina, e quando Shelley e Starr gli fanno notare di essere già in piedi lui ribatte di alzarsi più in alto allora.. Nash cita come casistica un match del 1995 al Madison Square Garden con Shawn Michaels ed i Blue Brothers.. ed il verdetto è favorevole a Starr! Shelley è condannato ad una penale di cento bigliettoni e non la prende bene, chiedendo anche l’eventuale possibilità di fare appello, mentre la telecamera ci fa notare il fondoschiena scoperto dell’ex Diesel dietro la tenuta da giudice.. ed il commento di Shelley è un eloquente “Wow, he must work out!”.. in ogni caso ancora una volta Nash si è schierato dalla parte di Starr.

I LAX sono giunti a destinazione e sono pronti per il loro gesto.. Christy Hemme cerca disperatamente di fermarli ma viene subito zittita. Konnan ribadisce di voler bruciare la bandiera come risposta a tutti i soprusi da loro subiti, e inonda la bandiera con la benzina.. dopodiché offre a Petey Williams l’onore di appiccare il fuoco.. Williams dice che questa bandiera rappresenta un sacco di cose negative, ma anche una opportunità (e qui è grandioso un corale “what?” dei LAX..) , la stessa opportunità che lui ha avuto ed ha saputo cogliere venendo qui, e dunque se vorranno bruciarla dovranno passare sul suo corpo! E detto questo fa partire un eloquente destro, ma ovviamente nulla può contro l’intera compagine dei LAX, che infatti ha la meglio sul sottofondo sonoro delle grida di aiuto della Hemme.. Konnan dice che se proprio dovranno passare su di lui, allora lo bruceranno insieme alla bandiera, e gli versano addosso della benzina, per poi però desistere e scappar via al suono di alcune sirene..
Mike Tenay subito dopo condanna aspramente il tutto, sostenendo che questo ultimo atto di codardia ha distrutto il rispetto che aveva prima per i LAX…

E dopo un nuovo promo di Genesis siamo pronti per il main event! Kurt Angle debutta sull’esagono della TNA, e lo fa contro un avversario gigantesco e cattivissimo come Abyss! Proprio il mostro entra per primo accompagnato da James Mitchell, e subito dopo il palco è tutto per l’eroe olimpico e la sua grandissima entrata.. il pubblico è tutto per lui! Il match inizia con le telecamere che “pescano” James Mitchell a cercare qualcosa sotto il ring, mentre nell’esagono i due sostanzialmente si studiano, con una serie di lanci verso l’angolo e prese statiche. Angle cerca ovviamente di lavorare sulla tecnica, mandando a terra l’avversario e applicando una presa ad una gamba. Nel frattempo Mike Tenay ci annuncia che a Genesis vedremo anche Aj Styles affrontare Christian e Chris Sabin vedersela con Daniels, ovvero altri due potenziali ottimi match per il pay per view.. ma torniamo al nostro main event, dove la tattica di Angle sembra dare i suoi frutti, con Abyss che finisce nuovamente al tappeto e vittima di una presa a terra. Dopo una serie di tentativi più timidi Abyss reagisce, e mette a segno la shosk treatment torture rack slam. E prima della pausa pubblicitaria vediamo che James Mitchell letteralmente inonda una parte dell’area a bordoring con centinaia di puntine.. chi ci finirà sopra?

Rientriamo dalla pausa e vediamo che durante la stessa Abyss ha lanciato fuori ring l’eroe olimpico. Il mostro prova a schiacciare Angle sulle puntine, ma lo stesso Angle riesce a scappare e manda l’avversario contro la scala di accesso al ring. Angle cerca un colpo con l’avambraccio, in pratica un uppercut, ma Abyss lo sbatte contro la recinzione. Si rientra nell’esagono, dove Abyss mette a segno un ottimo suplex, che vale solo un conto di due. Riverse chinlock di Abyss, Angle dapprima subisce poi però reagisce alla grande.. Olympic slam! Entrambi gli atleti sono a terra e si rialzano di lì a breve, ma adesso l’inerzia è tutta per l’eroe olimpico, che mette a segno tre german suplex consecutivi, per l’assoluto delirio del pubblico! Angle cerca nuovamente l’Olympic Slam..ma stavolta Abyss reagisce..Black Hole Slam!!! Angle rischia di macchiare il suo esordio con una clamorosa sconfitta…1…2… niente da fare, all’ultimo istante la wrestling machine si salva!!! Abyss cerca il colpo di grazia con una chokeslam, ma Angle la evita rotolando sul tappeto ed applica la ankle lock! Il pubblico è impazzito, Abyss anche, ma il primo dalla gioia, il secondo dal dolore! Con uno sforzo pazzesco Abyss riesce a raggiungere ed afferrare la corda, ma Angle non molla la presa e ritrascina l’avversario al centro del ring! Angle si avvinghia ulteriormente all’avversario e si butta a terra per aumentare il dolore..e Abyss cede!!
Esordio con vittoria per l’eroe olimpico che celebra la sua vittoria con il pubblico..ma arriva Samoa Joe!!! Angle si avvede dell’avversario alle spalle ed evita un braccio teso.. belly to belly suplex di Angle! L’eroe olimpico va per l’Olympic slam, ma Joe evita e mette a segno un tremendo calcio al volto. Ora è Joe a tentare la Kokina Clutch, ma Angle rovescia la mossa e parte con la ankle lock! Joe ne esce lanciando via l’avversario contro le corde facendolo finire fuori dal ring, per poi accanirsi su di lui prima con dei calci e successivamente con una violenta sediata! I due rientrano nel ring dove anche Abyss si è rialzato…e dopo uno sguardo intenso con Joe i due si alleano contro l’eroe olimpico! Il pubblico invoca Sting, ed infatti un breve tremolio delle luci introduce il campione della TNA, che arriva sul tavolo di commento direttamente dal soffitto!! Parità numerica ristabilita..Abyss prima finisce contro le puntine, poi assaggia in pieno stomaco la mazza da baseball del campione.. ed infine viene ributtato fuori ring dal suo avversario a Genesis, con i due che continuano a darsele fino alla rampa di accesso… mentre nel ring Joe applica la ankle lock ad Angle! Intervengono gli arbitri che cercano di rompere la presa del samoano…mentre nel backastage Abyss incoraggiato da James Mitchell sta letteralmente massacrando Sting.. e di nuovo nel ring, dove Samoa Joe finisce il lavoro, prima demolendo a suon di testate la fronte di Angle che sanguina copiosamente, poi applicando la sua presa di sottomissione!!

E la puntata si chiude con doveroso filmato di tributo che mostra quanto ha fatto la federazione di Orlando negli ultimi quattro anni, incluso il famoso attacco di Jeff Jarrett (ancora assente nonostante l’occasione più che speciale.. grande coraggio suo e del booking team, devo ammettere) ad Hulk Hogan. Abbiamo insomma assistito ad un grande show ed un grandissimo pubblico, ottimo antipasto del potenziale match dell’anno che speriamo di poter ammirare a Genesis, con un Joe decisamente più delineato come Heel ed un Angle che sarà a dir poco acclamatissimo dai tifosi!
Con Impact e con il sottoscritto l’appuntamento è fra una settimana..ciao a tutti!

15,941FansLike
2,607FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati