TNA iMPACT! (10.11.05)

Vigilia di Genesis e nuova puntata di Impact!, ottimi match nella card che la rendono il giusto antipasto al pay per view di questa notte.
Dopo un recap dei principali avvenimenti dello speciale di due ore di settimana scorsa assistiamo all’ingresso di Monty Brown.
Solito discorso per l’Alpha Male, che sottolinea di aver ampiamente dimostrato di meritare la shot per il titolo distruggendo chiunque si sia posto sulla sua strada, quindi se qualcuno pensa di meritare il titolo più di lui si faccia avanti. Pochi secondi e risuona la musica di Abyss, che fa il suo ingresso accompagnato da Mitchell. Il manager di Abyss non lesina complimenti a Monty Brown, ma mette bene in chiaro che solo una persona è più meritevole di lui di ottenere un match per il titolo: the weapon of mass destruction, the monster Abyss.
Dal momento però che l’altro sfidante nel match di Genesis non è Abyss bensì Jeff Hardy tocca ora al Charismatic Enigma arrivare sul ring.
Neanche il tempo di dire una parola che si scatena la rissa, sedata dalle security in pochi minuti.

Primo match della serata, Samoa Joe vs Austin Aries.
I due wrestlers hanno dato vita a tante sfide alla Ring of Honor, e da questo match mi aspettavo qualcosa di significativo.
E invece, tre minuti di match. In fondo si è trattato di uno squash, con Aries in grado di mettere a segno solo una Crucifix, prima subisce qualche calcio in faccia, poi Muscle Buster, sottomissione e stop.
Peccato davvero, perchè da questo match ci si poteva aspettare molto di più, e peccato anche per Aries che si sta comportando davvero bene ed è molto apprezzato dal pubblico. Quindi non vedo un motivo valido per farlo massacrare da Joe, che tanto è lanciatissimo lo stesso, e se anche avesse subito un po’ da Aries dando vita a un bel match non penso proprio che ne sarebbe uscito ridimensionato in alcun modo.
Durante il match Daniels era al tavolo dei commentatori, e appena concluso l’incontro i due si sono scambiati occhiataccie, saranno compagni a Genesis, ma il feud tra i due è praticamente già iniziato. Facile pensare a Daniels come l’ultima e prestigiosa vittima di Joe per lanciarlo definitivamente all’assalto del titolo di Styles.

Segmento backstage nell’ufficio di Zbyszko, che parla con D’Amore del match di questa sera tra Williams e Styles (finisher vs finisher) e del match di Genesis tra Team Canada e 3 Live Kru.
Il manager dei canadesi riesce a convincere Zbyszko a mettere una mazza da hockey a ogni angolo del ring, in modo da “canadizzare” l’incontro e renderlo più violento.
Zbyszko acconsente, e aggiunge che Kip James sarà special guest referee, in quello che dovrebbe essere l’atto finale di un feud in corso da una vita e che sembra non finire mai, visto anche lo scarso interesse suscitato.

Torniamo con la telecamera puntata sul ring, dove ha già fatto suo ingresso Lex Lovett.
Il suo sfidante è Kip James, che vediamo in azione dopo un bel po’ di tempo. Secondo squash della serata ovviamente, Lovett connette solo un paio di dropkick prima di venire schienato da Kip James. Che prima di eseguire la finisher urla “i’m Kip James, bitch!”, stessa frase che porta scritta sulla maglietta da un po’ di tempo a questa parte.
Appena concluso l’incontro arrivano tre componenti del Team Canada (Roode, A1 e Young) immediatamente spazzati via dalla 3 Live Kru, che poi sale sul ring per festeggiare con Kip James priva di Konnan che si rifiuta. Solito scenario già visto più e più volte, c’è solo da sperare che il tanto atteso split avvenga a Genesis e non si decida di prolungare oltre, perchè tutti abbiamo capito che al 90% BG James tornerà con Kip per ri-formare i New Age Outlaws, quindi tirarla troppo per le lunghe è solo dannoso.
Anche perchè lo scenario è sempre lo stesso, l’unica cosa che è cambiata questo sabato è che è stata la 3LK a intervenire in favore di Kip James e non viceversa.

Terzo match della serata e il Finisher vs Finisher tra Petey Williams e AJ Styles, il primo dei due che riuscirà a connettere la propria finisher vincerà l’incontro senza dover effettuare il conto di tre.
L’incontro infatti si caratterizza da continui tentativi di applicare la Canadian Destroyer o la Styles Clash. Nessuno dei due riesce però a prevalere sull’avversario, Styles colpisce Williams prima col suplex rovesciato in neckbreaker, e poi con il moonsault inverted ddt. Ma anche queste manovre non riescono a fiaccare abbastanza il canadese da permettergli di eseguire la sua finisher.
La situazione rimane stabile finchè non ci va di mezzo l’arbitro, che viene accidentalmente colpito e finiisce a terra. Ne approfitta D’Amore per entrare con la cintura in mano e cercare di colpire Styles, che schiva e prova a eseguire la Styles Clash sul manager del Team Canada, prima di riuscirci però viene colpito da Williams con la cintura, che mentre si rialza l’arbitro esegue la Canadian Destroyer vincendo l’incontro.
Interessante quello che ha detto Don West parlando di questa mossa di Williams, e cioè che ha parlato con molta gente che anche dopo aver visto Williams farla decine di volte ancora non ha capito esattamente come la esegue. Bene, vale anche per me…
La vittoria sporca di Williams nel pre-ppv non fa che confermare la probabilissima vittoria di Styles a Genesis, da notare che i due proprio un anno fa si erano confrontati a Victory Road dando vita a un bellissimo match, visto il talento di entrambi (anche se Williams ultimamente è un po’ in ombra) penso che avremo da divertirci.

Nel backstage intanto discutono Raven e Zbyszko, come sempre circondato da una ingente security. Larry Z spiega a Raven come abbia il potere di decidere ogni cosa riguardo a lui, e che può bookare per lui ogni match gli passi per la testa e contro chiunque, e questo a partire da Genesis, solo così potrà dimostrargli di meritare una title shot.
Raven non prende bene l'”abuso di potere” e gli si scaglia contro mandandolo su tutte le furie mentre la security allontana Raven.

Ultimo match della giornata: Jeff Jarret e gli AMW vs Lance Hoyt, Jeff Hardy e Chris Sabin.
Match abbastanza breve anche in questo caso, ma ben costruito e senza pause. Jeff Jarret da quando ha deciso di unirsi agli AMW è comunque più convincente, e anche i suoi match sono diventati molto migliori. Non per merito suo, ma grazie al fatto che sono sempre match che coinvolgono più persone e questo ovviamente li rende più movimentati.
Nelle fasi finali del match Hardy esegue un crossbody da dentro a fuori ring sugli AMW, seguito a ruota da Hoyt. Sabin si prepara per imitarli ma viene interrotto da Jarret.
Scambio di colpi tra i due, Sabin prova a salire sul terzo paletto ma viene colpito da Gail Kim, Jarret ne approfitta e colpisce Sabin con una Stroke dalla seconda corda chiudendo l’incontro.
Parte poi il classico pestaggio a danno dei face, interrotto dall’ingresso di Rhino e subito dopo del Team 3D che danno vita alla solita rissa con cui da un bel po’ si concludono le puntate di Impact!.

Questo è forse il problema di questa nuova serie di Impact!, alla lunga rischia di stancare, se ogni volta vediamo la rissa tra Raven e la security di Zbyszko, la rissa tra i 3 Live Kru e il Team Canada con di mezzo Kip James, e per finire la rissa tra la cricca di Jarret e il Team 3D.
Se nel corso di una puntata mancano ottimi incontri, e in questa non ce n’è stato nessuno, i limiti del booking di D’Amore vengono a galla.
Sta per essere sostituito infatti, ma pare che sia Jarret a prenderne il posto. Non mi sembra una buona scelta, anche perchè JJ non è tipo da anteporre gli interessi della federazione al suo ego. Spero proprio che possa smentirmi.
Non si è minimamente fatto cenno alla Major Aquisition che debutterà stanotte a Genesis, e che dovrebbe essere Christian, anche se le ultime voci hanno un po’ smontato questa tesi.
Si vocifera anche di Paul Heyman (che però è ancora per poco sotto contratto con la WWE), nome che sicuramente risoverebbe ogni problema di Booking, ma non penso che questa voce sia molto fondata.
Si è accennato qualcosa riguardo a Test, ma dal momento che in TNA hanno parlato di questo acquisto come del loro singolo acquisto più importante… beh, non mi sembra che Test sia un nome così grosso.
Comunque tra poche ore sarà svelato l’arcano, e spero proprio che Cap Charisma appaia nella Impact! zone, dove potrebbe finalmente mostrare di avere quelle qualità che in WWE non ha mai potuto sfoggiare seriamente.

Daniele Signorelli
 

15,941FansLike
2,607FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati