TW Risponde #752

Amiche ed amici di TuttoWrestling, benvenuti ad una nuova edizione della rubrica più antica, più letta ed amata d’Italia! Eccoci giunti ad uno dei nuovi appuntamenti annuali dedicati alle vostre domande di carattere storico… ma, bando alle ciance, partiamo subito!

Ciao Myth, sono Mario da Roma ed ho una sola domanda per te. Quando lo Shield debuttó sembrava che Dean Ambrose fosse il leader, poi quando Seth Rollins tradì sembró che la WWE considerasse lui come il wrestler più dotato del trio. Infine, é stato pushato in modo enorme Roman Reigns, che ha disputato quattro main event di fila di Wrestlemania. Vorrei sapere se secondo te la stessa WWE non fosse andata in confusione, non avendo le idee chiare su chi fosse il più dotato tra i tre componenti quando fu creata la nuova stable.

Quando lanci una nuova stable con tre giovani promesse del ring è chiaro che non puoi sapere chi più degli altri rispecchierà le alternative. Non so se avessero pensato ad Ambrose come leader del gruppo, di certo all’inizio era quello che ci sapeva fare un po’ di più al microfono. Il tradimento di Rollins fu orchestrato in quel modo perché effettivamente era un plot twist, visto che fino ad allora Seth era stato trattato come anello debole del trio. Infine, sugli altri due è emerso Reigns che, con il senno di poi, ha fatto un lavoro veramente egregio. Nel complesso la WWE ha fatto un buon lavoro si con lo Shield che con i suoi tre componenti ed almeno stavolta non ci sono particolari colpe da addebitarle.

Ciao Myth, sono Corrado, ho 20 anni e ti scrivo da Milano. Sono un fan della Aew e di Le Champion Chris Jericho e vorrei chiederti se sai come venne presa la decisione di indicare proprio lui come primo Undisputed Champion della WWE dopo la fusione della WCW anche se tra i quattro contendenti sembrava essere quello meno quotato.

In un primo momento Vince McMahon aveva deciso di puntare su Kurt Angle, al quale la decisione fu anche comunicata in modo informale. Pochi giorni prima dello show, invece, Stone Cold avvisó Jericho della sua vittoria. Chris fu subito scettico e presunse che la decisione sarebbe cambiata ulteriormente ma subito Austin chiarí di aver saputo che ormai era definitiva. Quando Jericho incontró McMahon questi gli fece anche una battuta maligna, ridendo: “Siamo messi proprio male visto che abbiamo dovuto scegliere proprio te come campione”. Il resto è storia: Jericho vinse in modo sporco il titolo indiscusso ed avviò un regno di quattro mesi gestito malissimo a causa di pessime scelte di booking.

Per oggi è tutto! Appuntamento tra quattordici giorni, sempre su queste colonne.

Michele M. Ippolito

I am the Myth… deal with it!

Scrivete le vostre domande a [email protected]

Michele M. Ippolitohttp://www.tuttowrestling.com
Ha cominciato a scrivere su TuttoWrestling nel 1998, dove, negli anni, si è occupato di un po' di tutto. Dal 2009, ininterrottamente, è autore del TW Risponde, la rubrica più antica, più letta ed amata del wrestling web italiano. Quando fu creata la prima newsboard di wrestling in Italia, lui era lì, a tradurre e scrivere notizie per gli internauti del nostro Paese.
15,941FansLike
2,596FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati