TW Risponde #746

Amiche ed amici di TuttoWrestling, bentornati ad una nuova edizione del TWR, la rubrica più antica, più amata e più letta dell’intero wrestling web italiano! Bando alle ciance, partiamo subito con la nostra consueta sessione di domande e risposte…

Ciao Myth,
volevo farvi i complimenti per il lavoro che fate col vostro sito e per le vostre rubriche. Vi seguo da quasi venti anni ormai e siete stati la mia fonte primaria di notizie sul mondo del wrestling.
Passando alle domande:
1) Premettendo che ho iniziato a seguire il wrestling nei primi anni 00 e sono rimasto fedele fino al 2015 circa, poi mi sono “preso una pausa”, nella quale leggevo i report ma vedevo raramente i match in tv. Da quando ho riprese a vedere i match con frequenza ho notato un enorme cambiamento nel lottato. Non so se tecnicamente è esatto, ma mi sembra ci sia spostato verso dei match con dei colpi diretti, più “giapponesi”, con meno proiezioni e acrobazie. Mi confermi questa mia impressione o sono solo invecchiato male io e ricordo in maniera sbagliata?
2) Capitolo AEW. Non riesco ad appassionarmi in pieno a questa federazione, che pur lavorando meglio della WWE in alcuni ambiti non mi sorprende come fece la prima TNA (quella pre Hogan-Bishoff). Soprattutto nel lottato, la TNA sfornava match bellissimi in ogni categoria e quasi con cadenza settimanale, questa qualità in AEW la trovo soprattutto nella categoria tag team, mentre fatico a vederla nelle altre. Anche qui, soffro della nostalgia tipica dei 30enni o effettivamente c’è qualcosa di diverso?
3) CM Punk. Volevo chiederti un paio di opinioni su questo wrestler, che ho adorato. Secondo te, che il suo periodo in WWE non coincida con questo roster? Mi spiego meglio, rispetto al suo periodo d’oro, attualmente credo ci siano i wrestler migliori con cui potesse incrociarsi su un ring, per qualità di lottato, penso ai vari Daniel Bryan, Cesaro, AJ Styles, Quelli che come lui si sono fatti tutta la gavetta delle indies.
4) Ultima domanda, quali sarebbero i tuoi Dream Match tra Punk, appunto, e gli attuali wrestler della WWE e della AEW?
Grazie mille per l’eventuale risposta.
Un saluto
Riccardo Nardi

1.Una volta Finn Balor mi disse che per lui non esistono particolari differente tra il wrestling statunitense, quello britannico e quello giapponese e che il wrestling è sostanzialmente uguale a tutte le latitudini. Questo mi stupì molto, in quanto per anni si è parlato dovunque di come, nei differenti stati, il wrestling fosse differente. Io credo che in WWE oggi ci sia spazio per tutti gli stili di wrestling, se così possiamo dire, ma che sia così dai tempi della Monday Night War. Abbiamo Rey Mysterio e Braun Strowman, i wrestler di 205 Live ed i Randy Orton. Tecnici, high flyer, brawler. C’è un po’ di tutto e la WWE è bella pure questo.
2.Anche io ammetto che la AEW non mi appassiona: mi piace di più Impact, che preferisco sia per il lottato che per le storyline più semplici. Impact ha però il problema che cambia i componenti del roster troppo spesso, mentre della AEW non tollero la pletora di stable che rende difficile seguire le alleanza. Poi odio le luci degli show della AEW, troppo scure. In ogni caso io resto “fedele” alla WWE.
3.In effetti CM Punk è stata la prima “indies sensation” ad avere successo nella WWE, che per anni si era cresciuta i talenti in casa. Dopo di lui la WWE ha capito che poteva sfruttare meglio lottatori che si erano formati altrove ed ha avuto ragione, anche se per la maggior parte di essi, negli ultimi anni, è stata comunque prevista la trafila di NXT: vedi i casi della Undisputed Era, di Tommaso Ciampa e Johnni Gargano.
4.Io vorrei vedere il CM Punk dei tempi d’oro in WWE contro Seth Rollins, Cesaro, Adam Cole, Tommaso Ciampa, Finn Balor…

Ciao Michele, oramai sono un tutto wrestling dipendente da tempo immemore e più che delle domande a te vorrei esprimere il mio parere sul mondo del wrestling odierno,. Allora io seguo il wrestling dal lontano 1983 e sinceramente non ho mai visto un caos simile in WWE da tempo, posso capire che il periodo non sia propizio per il problema del covid, ma distruggere la carriera di atleti è terrificante, non riesco neanche a contare i wrestlers andati via o licenziati dalla WWE, ma cosa è successo a Vince Mc Mahon? È completamente impazzito? Ma quello che più mi preoccupa è il futuro degli atleti di NXT, io praticamente seguo solo NXT….quale sarà il futuro di talenti come Damian Priest o della bravissima Rhea Ripley?…. basta vedere che fine stanno facendo Keith Lee, Riddle e il grandioso Alistair Black, a proposito dov’è finito Angel Garza? Se ti devo dire la verità, non la vedo bene la situazione, tu che ne pensi? Ti ringrazio anticipatamente e spero mi toglierai i dubbi che mi assillano… PS anche su Bray Wyatt comincio a essere preoccupato…. saluti e alla prossima
Paolo Corona

E’ un classico: a Vince McMahon piacciono alcuni wrestler e li pusha all’infinito anche se non piacciono al pubblico, mentre distrugge wrestler per cui il pubblico impazzisce. E’ così da quarant’anni, nessuna novità. Damien Priest al momento è un uppercarder, come dimostra anche il suo match di WrestleMania con uno degli artisti del momento a livello mondiale. Rhea Ripley è campionessa e proprio non si può lamentare. Keith Lee è nelle retrovie perché secondo Vince è troppo grasso, a quando si dice, ma la WWE continuerà senza dubbio a puntare su di lui. Riddle è attualmente impegnato in una storyline di grande importanza con uno dei wrestler di punta della compagnia, Randy Orton. Aleister Black dovrebbe rientrare a breve con una nuova gimmick che non promette nulla di buono… ma secondo me è un wrestler sopravvalutato e se lo licenziassero me ne farei una ragione. Angel Garza è un wrestler che meriterebbe di più e spero possa presto scalare la vetta. Bray Wyatt è un veterano ed un leader del backstage, vedrai che si riciclerà. Il wrestling è così, non sempre i nostri preferiti ricevono quello che merita. Pensa a me che sono fan di The Miz ed ho dovuto aspettare dieci anni per rivederlo campione.

Ciao! Sono Marco da Chieti, sono un fan della WWE dai tempi di Smackdown su Italia1… negli ultimi anni seguo saltuariamente, ti leggo spesso e volevo confrontarmi con te su alcune questioni.
1) Sulla divisione femminile, ho letto svariate opinioni che sostengono che non ci sia stato un cambio di passo, che il PPV solo femminile sia stato uno specchietto per le allodole. Però io ricordo perfettamente il livello dei “match” ai tempi di Trish, dove veramente le “divas” erano usate per mettere in mostra la bellezza delle ragazze e poco altro, mentre oggi devo dire che ci sono diverse lottatrici di livello. Cosa ne pensi?
2) Ronda Rousey tornerà a lottare presto secondo te? Il mancato match con Charlotte grida vendetta.
3) Ecco… un’altra cosa che non capisco è chi addita Charlotte come raccomandata, secondo te lo è? Per me è una lottatrice straordinaria ed eccelle anche in carisma, una fuoriclasse a tutto tondo. Posso capire chi sostiene che Triple H abbia più titoli mondiali di quelli che avrebbe avuto se non fosse stato il compagno di Stephanie, ma non capisco proprio chi punta il dito contro di lei, è superiore a tutte secondo me.
4)Passiamo alla divisione maschile… Ho notato che c’è un calo di attenzione nel wrestling dovuto a diverse cause, secondo te può dipendere dal “livello” dei wrestler? No che non siano bravi, per carità, però Reigns non è Lesnar, Bray Waytt non è Undertaker, Rollins non è Shawn Michaels… non hanno questo grande appeal. Per non parlare della mancanza di uno alla Cena, che, per quanto odioso (almeno per me ahah) comunque traina pubblico.
5) Perché un mostro come AJ Styles non sta venendo sfruttato come si deve?
6) Pensavo due cose, con il covid e le tourné assenti, la qualità del wrestling lottato (ma anche bookato…) non dovrebbe essere superiore? E le superstar non dovrebbero tornare paradossalmente più volentieri?
7) Infine, so che è una domanda che potrebbe essere cestinata… Ma Cm Punk potrebbe mai tornare in WWE?
Tanti saluti e complimenti per la rubrica

1.E’ talmente evidente che ci sia stato un cambio di passo nella sezione femminile WWE che non c’è manco da discutere. Tra l’altro ora siamo passati ad una “nuova era”: wrestler provenienti da NXT come Rhea Ripley o Bianca Belair sembrano ormai pronte a prendere il posto del gruppo delle “Four Horsewomen”, che però continueranno a dare filo da torcere ancora per qualche altro anno. I match femminili sono quasi sempre gradevoli ed anche se finora sono molto rari i “classici” da ricordare (forse uno o due all’anno in WWE, diciamoci la verità), io credo che il livello migliorerà negli anni.
2.Io non vorrei vedere tanto Rousey vs. Charlotte, quanto piuttosto Rousey vs. Lynch o Rousey vs. Ripley francamente. Dopodichè, il rientro di Ronda Rousey in WWE non è questione di “se” ma di “quando”: ormai non lotterà mai più nella UFC, dunque se vorrà tornare a lottare dovrà farlo per forza su un ring WWE.
3.Charlotte è una ottima lottatrice, credo che il cognome Flair abbia influito fino ad un certo punto. La Lynch, Bayley, la Banks non avevano cognomi altisonanti eppure hanno fatto carriere simili alla sua. Le critiche mi sembrano del tutto fuori luogo e lo dico anche se Charlotte non è la mia preferita.
4.Sì, l’attuale problema principale della WWE è proprio la mancanza di star power ed il passaggio ad heel di Reigns non ha aiutato. Vediamo se nei prossimi anni uscirà qualcuno da NXT che sarà in grado di conquistare il cuore dei fan, ma al momento non vedo nulla di buono all’orizzonte.
5.Perchè è “anziano”. Styles ormai non ha molti altri anni di carriera davanti a sé, dunque non è opportuno puntare su di lui nel lungo termine. In ogni caso non mi pare che la WWE lo stia trattando male. Come altri, semplicemente, alterna momenti nel main event a momenti nel midcarding per fare nuovi tentativi di lancio di main eventer. Se Styles, Orton, Rollins ed altri non avessero fatto dei passi indietro non avremmo avuto Bobby Lashley e Drew McIntyre nel main eventi di WrestleMania.
6.Non è detto. Lottare meno spesso potrebbe portare anche a maggiore rilassamento. In ogni caso credo che il Covid-19 abbia dimostrato che senza house show si possono fare addirittura più volte. Io credo che un modello stia finalmente cambiando e che i wrestler potrebbero anche non essere più costretti a lottare 250 giorni all’anno.
7.Forse un giorno per entrare nella WWE Hall of Fame. Il suo tempo come lottatore è ormai finito. Se fosse voluto tornare, avrebbe già dovuto farlo da tempo.

Veniamo ora al Three Medals. Vi avevo chiesto di indicarmi i tre migliori match di Chris Jericho, mettendole in ordine sul piedistallo. Ecco a voi la risposta che mi è piaciuta di più:
1.Chris Jericho vs. Shawn Michaels (WrestleMania 19)
2.Chris Jericho vs. Kenny Omega (Wrestle Kingdom 12)
3.Chris Jericho vs. Triple H (Fully Loaded 2000)

Per la prossima edizione smistatemi i vostri tre match preferiti della carriera di Brock Lesnar!

Anche per oggi è tutto! Ci vediamo tra altri quattordici giorni su queste pagine!
Michele M. Ippolito

I am the Myth… deal with it!
Inviate le vostre domande all’indirizzo e-mail [email protected]

Michele M. Ippolitohttp://www.tuttowrestling.com
Ha cominciato a scrivere su TuttoWrestling nel 1998, dove, negli anni, si è occupato di un po' di tutto. Dal 2009, ininterrottamente, è autore del TW Risponde, la rubrica più antica, più letta ed amata del wrestling web italiano. Quando fu creata la prima newsboard di wrestling in Italia, lui era lì, a tradurre e scrivere notizie per gli internauti del nostro Paese.
15,693FansLike
2,633FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati