TW Risponde #379

Amici di Tuttowrestling benvenuti ad una nuova edizione “Superfast but not The SuperFurious” del TWR, la rubrica che da risposta alle vostre domande. Senza molti altri preamboli e data la calura estiva, via immediatamente alla lista delle domande indesiderate:

[RIQUADRO3]

E adesso via con le risposte alle vostre domande!


Carissimo A-Bomb,
innanzi tutto volevo fare i complimenti a te e a tutta la redazione di TW per la vostra professionalità e per aver creato un sito unico. Sono molti anni che seguo il wrestling,ma non sono mai arrivato al punto che mi sia venuto a noia. Ecco, quel momento è arrivato! Faccio un'analisi di quello che penso io: tutti, io compreso, abbiamo invocato a grande voce e a caratteri cubitali la riunificazione dei roster, in modo che gli show e i PPV diventassero di più alto livello e appetibili. Invece col passare del tempo mi sono accorto che alla fine non è che sia stata una bella manovra dell WWE, sia perchè giovani prospetti (vedi Swagger, MVP, lo stesso Kennedy che avrei visto bene nel main event, ma che poi è stato scaricato x mancanza di idee riguardanti il suo personaggio) sia lottatori che si fanno il mazzo da anni (vedi Kane, Mark Henry, Matt Hardy), sono tutti catapultati nel mid carding e spesso vengono addirittura messi da parte nei PPV. Oltre a quello vista la vicinanza dei PPV. Di media ce n'è uno ogni 20 giorni, non esiste tempo materiale per costruire feud interessanti. Cioè possibile che ci siano sempre i soliti campioni? Oppure quando si cerca di proporre qualche novità, e mi viene in mente CM Punk o Jeff Hardy, diventano campioni per un mese o poco più… come fanno a diventare campioni credibili? Possibile che bisogna sempre vedere le stesse cose? Ah un'altra cosa mi è venuta in mente: l'hardcore match tra Dreamer, Swagger e Christian… e quello sarebbe stato un match hardcore? Mi piacerebbe che rispondessi alla mia mail.
Cordiali saluti,
Tommaso da Siena

Un saluto a te Tommaso e buon debutto (almeno con me) nel TWR.
Non poteva essere altrimenti. L'attuale situazione di Raw non poteva che portare allo sfinimento anche dei fan più accaniti. E nella tua lettera/analisi ben hai centrato diversi punti. I PPV multibrand hanno avuto un buon effetto sul breve periodo, ridando un lieve rialzo ai buyrate, ma poi lentamente i soliti match riproposti all'infinito hanno finito con lo stancare tutti quanti lo stesso e ora siamo in un periodo di crisi nera e profonda per quel che riguarda gli acquisti dei PPV, con Backlash e The Bash che hanno raggiunto picchi negativi quasi assoluti. Ora non so se questa potrebbe essere la ricetta giusta, ma personalmente tenterei di tornare ai PPV monobrand (coi big 4 a roster riuniti) giusto per vedere come funziona e nel frattempo cercherei di proporre qualcosina di nuovo a Raw, dove non è possibile che l'unica novità effettiva degli ultimi cinque anni sia stata riproporre per ben due volte la D-X. Vero anche che i PPV sono troppi per un writer/booker. E non penso che cambiandogli nome uno PPV diventi più interessante o più degno d'essere acquistato. Poi ancora da un paio d'anni sostenevo che il creare PPV unici e distintivi era la chiave per mettere seri paletti alla scarsa fantasia dei writer e viceversa anche alla loro eccessiva voglia strafare e giocare alla cacchio di cane col prodotto made in WWE. Quindi un sistema in cui si sapeva da mesi/anni che il main event del PPV di ottobre sarebbe stato un Hell In A Cell era secondo me un'ottima idea. Ma adesso che è uscita una news a riguardo dico: cosa significa avere 3 Hell In A Cell in una sola serata? Ripeto: 3 Hell In A Cell? Ed in un PPV dalla fantasia immonda che si chiama Hell In A Cell per l'appunto? E il vedere qualcosa di diverso e possibilmente unico match dopo match, concetto copiato dal circo e che ha fatto la fortuna del wrestling, non serve proprio più a niente? Ci ritroveremo così ad avere le stesse 3-5 persone impegnati negli stessi match? Onestamente non solo non comprendo più questa direzione ma, se proprio vi interessa saperlo, per la prima volta mi sta passando la voglia di provarci. Non mi interessa proprio.

Ciao ragazzi, vi seguo e seguo il wrestling da ormai parecchi anni (soprattutto WWE, ma non disdegno un'occhiata ad altre federazioni come CCW, TNA, NWE, ICW e AAA). Putroppo però negli ultimi mesi mi è impossbile seguire la WWE. Direte voi: “problemi con il satellite?” No assolutamente, non riesco più a seguirla perchè fa palesemente schifo… La ECW? Inutile, inutile e basta, non c'è storia (oltretutto ha anche una cintura oscena che mi fa ridere ogni volta… Ma a chi hanno preso le misure? A King Kong? Quando la indossa Capitan Carisma è più grande di lui…) Poi scusate, perchè ancora non vengono riunificati i due roster principali? Ovviamente mi risponderete che più roster ci sono più minchiate di gadget si vendono, certo, ma è anche vero che il fan dopo un due/tre anni identici di show si stufa e molla il prodotto… John Cena, Triple H, Orton e adesso HBK… ma sempre loro? Non si riesce mai a lanciare definitivamente un Morrison, CM Punk (che da hell a me piace proprio) o a far fare un regno malvagio e indistruttibile a Edge? O anche ad un acciaccato Undertaker che non sfigura mai… Invece no, mille cinture, che così perdono sempre più prestigio, mille scontri ripetitivi con ottocentomila stipulazioni diverse ma che sempre ripetitivi sono e ppv uno più uguale dell'altro… Ma quello che mi fa veramente male è che si son fatti sfuggire poi Mr. Kennedy… Dico io, Mr. Kennedy? Quello che aspettavo come il Messia, quello che credevo finalmente avrebbe ribaltato l'intera WWE con il suo super carisma… e me lo mandano via? No, sinceramente quando ho saputo del suo addio il mio amore per il wrestling ha subito un durissimo colpo… Nelle mie fantasie me lo vedevo come il nuovo Steva Austin, pensate voi… Invece ci tocca sorbirci le solite puntate ripetitive e pallose… quindi sapete che vi dico? Io il venerdì sera esco… basta WWE… No je faas plui (non ce la faccio più) si dice dalle mie parti.
Mi farebbe piacere sapere che ne pensate del mio sfogo, siete grandi.
Mandi, Devid “El Fonta” da Udine

Un saluto a te El Fonta David e benvenuto nel TWR in quello che suppongo sia il tuo esordio.
Seconda lettera e secondo giro di lamentele con la WWE attuale. Stavolta però non sono completamente d'accordo con tutto quello che il lettore dice. Procediamo dunque punto per punto.
ECW: ma fa davvero così schifo? A me non pare. Chiaro è un laboratorio di sperimentiazione continua ma dire che fa schifo mi sembra eccessivo. Quantomeno ci provano, lì, a far vedere qualcosa di nuovo. A volte va molto bene (Swagger, Bourne) altre malissimo (Braden Walker). Ma almeno un tentativo lo si fa.
Riunificazione dei due roster: è l'unica cosa che al momento non DEVE essere fatta. Perché se vi ha stancato vedere la stessa combinazione di Cena-HHH-Orton ripetuta a valanga da cinque anni a questa parte ogni lunedì, pensate cosa dovrebbe essere vederla anche ogni venerdì.
Mr. Kennedy: Non mi sembra propriamente un santo perseguitato, anzi. Mi sembra uno di quelli che dopo i primi successi ed i primi complimenti ha iniziato a commettere l'errore che molti suoi colleghi hanno commesso in passato: pensare di essere più importante non solo della WWE, ma del wrestling stesso. Ecco così non si va da nessuna parte a meno che non ti chiami Triple H o Randy Orton. E lui si chiama Mr. Kennedy dunque avrebbe dovuto comprendere che non era il caso di tirare la corda. Non va inoltre dimenticata la sua tendenza ad infortunarsi di continuo. Senza dimenticare le figure di M fatte parlando di come la WWE fosse ormai un ambiente pulito dal doping una settimana prima di essere scoperto come acquirente di steroidi non prescritti medicamente. Insomma, la verità sul licenziamento di Kennedy è ben lungi dall'essere chiara e vicina a mio modo di vedere.

Ciao a voi di TW, sono Daniele da Caserta.
Vi scrivo per dire la mia, dopo aver letto la domanda di settimana scorsa di Luca da Gibilterra, il quale ha criticato la WWE e elogiato la TNA. Per carità, ognuno ha i suoi gusti ed il diritto di dire la propria opinione, però mi son sentito di riprendere l'argomento, perché sebbene in certi tratti, chi parla male della WWE, ha un po' ragione, sono un po' infastidito da come se ne parla. Non seguo la TNA, mi limito a leggere (molto di rado) i vostri report, seguo le notizie e l'idea che mi son fatto è che se la TNA ha raggiunto una popolarità incredibile, è solo grazie ad ex atleti WWE (senza togliere nulla ai 'nuovi prospetti', sia chiaro). In primis Kurt Angle, un'atleta che se non era per Vince McMahon, mai avrebbe raggiunto tale popolarità, è stato creato dalla WWE, poi si è ritrovato a sputare nel piatto dove ha mangiato per anni ed è approdato in una federazione dove sapeva che avrebbe avuto il ruolo di leader nel backstage, cosa che nella WWE per lui era cosa impossibile. Io non voglio assolutamente criticare la TNA, anzi spero che nel futuro diventi la nuova WCW, in modo da ricreare quella sorta di “sfida” tra due federazioni, e far tornare di nuovo una specie di “Monday Night War”. Per dare un po' di pepe, la sfida si sa, frutta sempre il meglio tra grandi aziende. Però mi sembra da ipocriti parlar bene della TNA e trattare una me**a la WWE, in quanto sono proprio atleti di quest'ultimi ad aver dato un nome alla TNA.
Detto questo, mi dan fastidio alcuni punti in particolare quando si parla male della WWE. Se c'è una cosa di cui parlare sono la scomparsa della categoria cruiserweight, o il main event di Raw, dominato dai soliti 3 nomi, ma oltre questo, cos'altro c'è da dire? La divisione di coppia è tornata alla ribalta, addirittura abbiamo un feud per Summer Slam (cosa che non accadeva da anni!), e non ritengo sia una stupidaggine affidare i titoli a due main eventer, anzi è una scelta più che giusta se questo porta più visibilità ad una categoria ormai maltrattata da anni. Credo che su questo puoi trovarti d'accordo con me. Non sopporto, tra l'altro, chi continua ad avercela con i siparietti WWE, e rimpiange l'Era Attitude, ma scusami…10 anni fa, qual'era la differenza? I siparietti idioti non c'erano lo stesso? Bah.. a me sembra un po' assurdo. È come se la gente debba trovare sempre qualcosa da criticare, anche se non c'è, solo per il gusto di farlo (e senza offesa per Luca da Gibilterra, le sue motivazioni per cui la WWE risultasse noiosa, mi sembravano solo buttate così). A me non sta bene che si debba trovare per forza qualcosa che non vada. Vorrei vedere ognuno di quelli che parlano male, nei panni di un dirigente WWE, o di un booker, alle prese con la difficoltà nel gestire uno show settimanale. La WWE a mio avviso, di questo periodo sta cercando di dare a tutti un prodotto piacevole, ma siccome non tutti hanno le stesse esigenze (e siccome la maggior parte son tutti nostalgici dell'NWO, Mick Foley e via discorrendo, che preferiscono guardare la TNA), non si riesce ad avere un prodotto che funzioni. Come se poi nell'Era Attitude a tutti andava bene quello che la WWE aveva da offrire. Non so se ciò che ho detto è stato chiaro, avrei tantissime altre cose da dire, ma forse dovrei aprire una rubrica tutta mia per dire tutto che c'è da dire. Vi lascio con la mia domanda…perché c'è tutta questa voglia di parlar male della WWE a sproposito? E soprattutto, perché uno non si guarda la TNA e basta, piuttosto che dire “lì gli atleti li trattano meglio” o “la Main Event Mafia è meglio della Legacy”? Spero in una vostra risposta. Ciao e complimenti sempre per la vostra rubrica!

Un saluto a te Daniele da Caserta e benvenuto nel TWR.
Parto come spesso capita dalla fine e ti dico che hai ragione quando dici: “Vorrei vedere ognuno di quelli che parlano male, nei panni di un dirigente WWE, o di un booker, alle prese con la difficoltà nel gestire uno show settimanale.”. E' anche vero però che questa gente pagata benissimo per sfoggiare la propria creatività ha come miglior idea rispolverare per l'ennesima volta la D-X. Insomma, il fatto che sia un lavoro difficilissimo, e sono il primo a dire che lì in mezzo io ed il 995 di chi critica non cic apirebbe nulla, non deve servire come giustificazione unica. Non va inoltre dimenticato che la gran parte delle idee sono del solito Brian Gewirtz (o Giwertz, o Gewertz, ogni tanto il suo nome viene storpiato in qualche maniera nuova) che poi vengono approvate dallo stesso Vince. Ecco, da quanti anni sono che Gewirtz è a capo? Tardo 2001 o inizio 2002? Comunque troppo direi. E allora dico, non converrebbe a tutti, a parte che a Triple H e Randy Orton of course, avere un nuovo head writer a Raw? Una persona anche con esperienza limitata ma che, con una testa nuova possa proporre idee nuove, ovviamente filtrate da Vince, in modo da avere qualcosa di diverso da quanto visto negli ultimi anni? E' tutto qui il discorso a mio modo di vedere. La crisi c'è ma non si fa nulla per combatterla. Inoltre: la TNA ha copiato la WWE prendendosi le sue ex superstar: non c'è nulla di male a farlo ed infatti la stessa WWE lo fece anni fa, prendendo quelli che la WCW considerava ormai come scarti inutili e trasformandoli in icone del wrestling. Ovviamente, finchè si rimane con toni civili come è stato con te e Luca da Gibilterra la scorsa settimana, ognuno può continuare a pensarla come vuole e a criticare come vuole. Penso che l'importante sia sempre avere un qualcosa di decente da dire facendo critiche ed obiezioni costruttive. Concludo con due precisazioni: le cinture di coppie hanno ora visibilità perché Jericho & Big Show dovranno, tempo il PPV Hell In A Cell, jobbare alla D-X. Terminata questa ennesima corsa della D-X stai pur tranquillo che le cinture di coppia torneranno in una sorta di dimenticatoio mediatico. Infine non penso proprio che i fan della WWE attuali vogliano vedere l'NWO e Mick Foley. Perché se questo è quello che i fan della WWE volevano, allora le ultime apparizioni di Foley in WWE da wrestler sarebbero state un successo mondiale. Invece niente. Io penso che sarà un luogo comune, ma i fan WWE e soprattutto il fan occasionale abbiano invece voglia di qualcosa di nuovo e di continuamente sorprendente a cui affezionarsi e per cui valga la pena sintonizzarsi ogni settimana. Non è facile, anzi è difficilissimo. Ma se non si ha voglia di cambiare chi le idee nuove non è capace di tirarle fuori allora rimane solo una parola da scrivere: buonanotte.


E terminata questa lunga lista di proteste e contro proteste contro la comatosa WWE è tempo di passare al concorso smista la lista! La settimana scorsa vi avevo chiesto: Quali sono stati i cinque migliori match di Stone Cold Steve Austin? Ecco le poche risposte giunte, figlie delle ferie e delle vacanze:

Sono sempre Fabio da Lanciano (CH).
I migliori 5 match di Stone Cold Steve Austin sono:
1) Steve Austin vs Bret “The Hitman” Hart (only submission match) – Wrestlemania XIII
2) Steve Austin vs The Rock (no dq match) – Wrestlemania XVII
3) Steve Austin vs Triple H (two out of three falls) – No Way Out 2001
4) Steve Austin vs The Undertaker – Summer Slam 1998
5) Steve Austin vs Kane (first blood match) – King Of The Ring 1998
Peccato aver lasciato fuori i due match contro HBK (King of the Ring 1997 e Wrestlemania XIV).
Saluti.Fabio.

Ciao sono di nuovo Raf dal cosentino è i migliori match di Steve Austin sono per me:
1- Stone Cold Steve Austin vs The Rock Wrestlemania X-7, il più bel main event della storia di wrestlemania a mani basse. Un match praticamente solo Browl , ma che intensità , con i due che eseguono le proprie finisher, si scanbiano le finisher, e sono li ancora in piedi fino all tradi tradimento di Austin al pubblico quando si allea con la sua nemesi Vince Mcmahon.
2- Stone Cold Steve Austin vs Kurt Angle Summer Slam 2001, per quanto riguarda le prestazioni sul ring il 2001 è stato un anno magico per Austin che è stato capace di tirare fuori dei capolavori, come questo, un altro match browl nello stile ,ma con un finale che però lascia l' amaro in bocca, ma è stato pur sempre un capolavoro.
3- Steve Austin vs Triple H No Way Out 2001, un altro match del periodo, un altro capolavoro, quasi 35 minuti senza sosta, il 3 stages of hell più bello della storia, a termine di una rivalità cominciata si a novembre del 2000 ma preparata addirittura un anno prima con lo storico investimento subito da Austin a Survivor Series 1999.
4- Steve Austin vs Bret Hart Wrestlemania 13, qui si è fatta la storia, perché non solo questi due anno fatto un signor match ma perché in quell' istante si può dire che è nata la attitude, Austin il personaggio più scorretto non cede alla presa del cecchino e diventa il più tifato nonostante non cambi atteggiamento o modo di fare, Bret diventa heel ed inizia la sua marcia contro gli stati uniti. Match che caratterizza quella wrestlemania ricordata praticamente solo per quell' evento.
5- Sting, Nikita Koloff, Steamboat, Windham, & Dustin Rhodes vs. Rude, Steve Austin, Anderson, Eaton, & Zbyszko WarGames;WrestleWar.1992, questo è uno dei migliori wargames della wcw nonché uno dei migliori match della federazione di atlanta. Austin ha l' onore di aprire il confronto contro Windham , e nonostante la prova di Austin si limita al minimo indispensabile ciò che ne esce è un capolavoro , un bagno di sangue mai visto all' epoca, che termina con la vittoria del team di Sting per la gioia del pubblico. Ps.: Austin con i capelli non se può vedé.

E confermando quanto precisato da Raf, e cioè che fa un certo effetto guardare ora Steve Austin coi capelli, è tempo di pensare alla prossima smista la lista la cui domanda è: Quali sono stati i migliori cinque match di Kurt Angle? Rispondete rispondete e rispondete.

Per questa settimana è tutto.

Saluti, buon ferragosto e più in generale… BUONE VACANZE A TUTTI!

[RIQUADRO2]

15,655FansLike
2,633FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati