Chris Jericho parla di Undertaker, ritorno ed altro

Chris Jericho ha recentemente sostenuto un'intervista con Digital Spy, di seguito potete leggerne alcuni spezzoni.

L'interruzione della Streak di Undertaker: “L'ho adorato, credo sia stato grandioso. È stato uno shock vero e proprio, ha fatto parlare tutti. Inoltre penso che ce l'abbia fatta l'uomo giusto, dal punto di vista della credibilità. Per quanto la gente, i fan e i giornalisti credano che sia il caso, io non sono certo che ad Undertaker rimangano molti match da fare. Forse non vuole lottare più, forse sa che non potrebbe più sopportarlo. Ci vuole un grande sforzo fisico per lottare una volta all'anno, io non lo farei. È ancora più dura che lottare 200 volte all'anno, perché il tuo corpo non è abituato. E più diventi vecchio, più diventa dura, più arrivano acciacchi e dolori.
Forse Undertaker ha deciso che non vuole più farlo. Con grande dispiacere dei fan, che vorrebbero vederci lottare fino al giorno in cui moriremo a 90 anni, ed esplodere in una nuvola di polvere sul ring. Ma prima o poi bisogna prendere quella decisione. Se era arrivato il momento, Brock è stato l'uomo giusto e credo sia stato fantastico. E avrei detestato se Undertaker si fosse ritirato senza perdere. Credo che sarebbe stato un modo orribile di andarsene, sono davvero felice che la Streak sia stata interrotta.”

Se CM Punk tornerà in WWE: “Non lo so, amico, chi può saperlo? È una domanda a cui potrebbe rispondere solo lui. Io lasciai la WWE per due anni e mezzo nel 2005. L'unica differenza è che lasciai quando il mio contratto era terminato, ma anch'io sono scomparso. Non ne potevo più, non mi interessava stare lì, ero depresso, quindi so come ci si sente. Non avevo alcuna intenzione di tornare, due anni e mezzo dopo guardai Shawn Michaels vs. John Cena a WrestleMania 23 e quello mi fece tornare la voglia, ma mi ci vollero due anni e mezzo per arrivarci.
Quindi la mia risposta è 'non lo so', so solo come stavo io quando feci la stessa cosa. Mi ci è voluto molto tempo per riuscire a tornare, e più o meno avevo la stessa età di Punk adesso, quindi forse sta passando le stesse cose e tra un paio d'anni tornerà anche lui.”

Se ha intenzione di tornare in WWE: “Ho parlato con loro a Novembre per tornare a Gennaio, ma non siamo riusciti a trovare un accordo su ciò che avrei potuto fare. 'Se torno, cosa farò a WrestleMania? Vediamo, abbiamo Batista che ritorna, Brock Lesnar che ritorna, Hulk Hogan che ritorna, l'ascesa di Bray Wyatt, l'ascesa dello Shield, Cesaro e Daniel Bryan sono pronti per il lancio. Io dove mi inserisco?'
Non sarei mai tornato per la Andre the Giant Battle Royal. Assolutamente no. Non perché ci sia qualcosa di male, ma perché Chris Jericho, sei volte campione del mondo, dovrebbe tornare solo per partecipare ad una battle royal? Non ha alcun senso, dovrebbe essere qualcosa che mi interessi davvero, qualcosa di meritevole. Insomma, qualcosa per cui ne valga la pena. E ciò non significa tornare solo per il Titolo del Mondo, potrei tornare per lavorare con chiunque, ma devono esserci una storia e un motivo serio alle spalle. Se non c'è questo, non ho alcun motivo di tornare e non sono interessato a farlo.
Con la WWE abbiamo un ottimo rapporto, ma se una cosa non funziona per entrambi, allora non accadrà. Quando arriverà il momento in cui saremo d'accordo, allora accadrà. Più semplice di così.”

Jericho ha anche parlato del regno di Bryan, di Sting in WWE, di WCW, Paul Heyman ed altro. Per leggere l'intervista completa cliccate qui

15,941FansLike
2,610FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati