Brock Lesnar ospite al podcast di Stone Cold

Ieri sera al consueto podcast di Steve Austin post raw, l'ospite è stato il former WWE Champion Brock Lesnar. Tra i vari argomenti trattati, Lesnar ha parlato molto di se come persona fuori dal personaggio, mostrando il lato umano della Beast incarnate.
Ecco un riassunto dell'intervista, che potete trovare per intero qui

Austin ha iniziato accogliendo Lesnar e dicendo che per lui Dallas è un ritorno a casa in quando ha iniziato qua. Ha ringraziato Lesnar di essere con lui in quanto sa che è pieno di impegni e ha pochi momenti liberi. Brock ha ricambiato i ringraziamenti e l'intervista è iniziata.
Il Rattlesnake ha detto che la prima volta che ha visto Lesnar ha subito pensato che sarebbe diventato qualcuno, un badass nello specifico; definisce Brock una persona che mette soggezione e timore. Brock dice che non lo fa di proposito, soprattutto il fatto di sembrare arrogante e superiore.

Brock continua dicendo che se non avesse fatto il wrestler, a quest'ora non sa cosa sarebbe diventato. Ha una passione per il sollevamento pesi e le palestre ed è per quello che oggi fisicamente è come lo si vede.
E' cresciuto in una fattoria nel South Dakota ma li non c'erano molti soldi. Girava tutto intorno alle loro mucche e i loro animali: se loro non producevano, la sua famiglia non guadagnava. Una volta che entri in quel mondo sei come se fossi sposato con loro: alle 4:45 di mattina, qualsiasi cosa succedeva, ti dovevi alzare e andare a mungere le mucche. Ecco perchè è diventato un pro wrestler.

Lesnar ha detto che dopo aver vinto il NCAA Title al college, per diversi mesi è rimasto depresso, ha lasciato la scuola e si è ritrovato senza sapere cosa fare e con pochi soldi in tasca.

Quando ha iniziato in OVW, ha conosciuto Shelton Benjamin ed è cresciuto con lui. E' stato allenato in seguito da Brad Rheighans che aveva tra le sue file anche Curt Hennig, Wayne Bloom e con il quale ha imparato come funzionava il business.

Austin ha detto che a parte Kurt Angle, non ha mai visto nessuno crescere così in fretta nel business come lui. The Beast ha detto di aver appreso molto da Ray Traylor (Big Bossman), Curt Hennig ed in particolare da Kane e Undertaker dai quali ha imparato la psicologia dei matches e come metterli assieme.

Sono passati a parlare di Wrestlemania XX e del match con Bill Goldberg; Lesnar ha detto che non gli rimangono in mente matches o eventi di solito, ma ricorda che né lui né Bill volevano essere li in quel momento. Riguardo al fatto che lui lasciò solo dopo due anni proprio dopo WM, lui si sentiva intrappolato e voleva uscire dal quel mondo: voleva essere nel ring ma apprezzava i viaggi da arena ad arena.
Ha detto che andare in NFL è stato per lui un caprio espiatorio, mentre stava cercando qualcosa a cui aggrapparsi per trovare una via di fuga.

Alla fine Austin gli ha chiesto di Hell in a Cell e del match con Undertaker. Lesnar è ritornato nel personaggio e ha detto che è pronto: la gabbia non è clemente e ci sarà una carneficina. La fine sta arrivando per Undertaker: lui è arrabbiato con il Deadman e gli è addosso.

15,657FansLike
2,631FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati