TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
 
 20.11 TW Risponde
 19.11 WWE Raw Report
 20.11 TW Web Radio
 19.11 Impact Wrestling Report
 18.11 A Gomiti Alti
 18.11 Wrestling Cafe
 18.11 WWE 205 Live Report
 
 







 
 
 

WWE SUPER SHOWDOWN 2019 REPORT

Jeddah, Saudi Arabia  07/06/2019
by Lorenzo Pierleoni
 


Seth Rollins vs Baron Corbin, Kofi Kingston vs Dolph Ziggler, Roman Reigns vs Shane McMahon, Goldberg vs The Undertaker, Triple H vs Randy Orton. Sono solo alcuni dei match che vedremo stasera. E se vi chiedete come mai non vedrete Becky Lynch o Bayley stasera è perché lo show in questione è WWE Super Showdown… e credo di aver detto tutto. Grazie per aver scelto ancora una volta Tuttowrestling.com, io sono Lorenzo “Best Hypocritical Show Ever” Pierleoni, che vi accompagnerà in questo show dalle fantastiche (yep, pun intended) terre dell’Arabia Saudita (e rimarchiamolo dato che la WWE pensa che i suoi fan siano tutti degli idioti).





Cominciamo con il Kickoff, a cura di Andrea Cenci, che ringrazio per l’aiuto!

Il pre-show di WWE Super ShowDown si apre dagli studi della WWE a Stamford, nel Connecticut, con Charly Caruso che ci dà il benvenuto. È affiancata da David Otunga e dalla WWE Hall of Famer Beth Phoenix. Charly ci manda un pacchetto video sul match per il WWE Universal Title e il ( fantomatico) cash-in di Brock Lesnar. Il panel discute sulla battaglia reale da 50 uomini. Riceviamo commenti pre-registrati nel backstage da Ricochet e Robert Roode che parlano del match. Riceviamo anche un pacchetto video sul campione intercontinentale WWE "Demon King" Finn Balor, che difenderà la cintura contro Andrade. Charly ci manda poi nel backstage con Byron Saxton e e il WWE Universal Champion Seth Rollins. Rollins ammette di non essere al 100% per via dell'attacco di Lesnar a RAW, affermando che la sua salute "è quello che è". Rollins dice però che continua a essere un campione ed è per questo che è venuto a Super ShowDown. Rollins dice che farà quello che fa sempre: stomp a Corbin in testa, vittoria e mantenere il suo titolo. Rollins afferma che se Lesnar e Paul Heyman mantengono la loro parola e questi incassa, Rollins dice che sarà pronto per The Beast.

Riceviamo un promo per lo speciale di Ronda Rousey, che verrà riprodotto sulla rete WWE dopo Super ShowDown. Successivamente, riceviamo un pacchetto video per Triple H vs Randy Orton, e poi uno per The Undertaker contro Bill Goldberg. Charly ci manda in Arabia Saudita per assistere, finalmente, al primo incontro. Siamo quindi al King Abdullah Sports City Stadium di Jeddah, in Arabia Saudita, mentre Michael Cole ci accoglie in prima fila. È raggiunto da Corey Graves e Renee Young, che è coperta (assurdo, ndr).

TAG TEAM MATCH:
THE USOS VS THE REVIVAL

Jey inizia con Dawson. Jey lancia Dawson nell'angolo di Jimmy. Dawson si libera e dà il tag. Veloci cambi di fronte, tutti a terra. Gli Usos si rialzano in piedi sul ring per un pop. Jimmy combatte entrambi gli avversari all'esterno, ma Dash fa cadere Jimmy per un conteggio di 2. The Revival prende in mano il match con tag rapidi. Dawson lavora su Jimmy mentre i fan cantano per gli Usos. Dawson manda fuori Jimmy e distrae l'arbitro, permettendo un attacco scorretto di Dash. Dawson fa cadere Jimmy con un suplex nel mezzo del ring per un conto di 2. Dawson mantiene Jimmy a terra ora. Jimmy finalmente ottiene un break e ribalta la situazione. Jey chiama il tag e va con un grande Samoan Drop su Dawson. Rikishisplash di Jey! 1...2...no. The Revival sembra poter ricorrere a un comeback ma Jey si fionda dal paletto con grande successo. Jey si carica all'angolo per un altro tuffo ma Dawson si sposta. Dash fornisce una distrazione dall'apron, permettendo a Dawson di tirare giù Jey. L'arbitro sta litigando con Dash, mancando il lungo conto di Dawson. Continuano e Dawson connette un potente Spinebuster su Jey per un 2. Dawson discute con l'arbitro, poi insulta Jimmy, che è ancora fuori. Jey blocca una doppia mossa di squadra. Jimmy con un calcio dall'apron, Revival colti di sorpresa, ricevono diversi superkick. Dash viene poi finito con un doppio superkick nel mezzo del ring per il pin finale.
VINCITORI PER SCHIENAMENTO: THE USOS

Torniamo al pannello per ulteriori discussioni sui match di stasera. Charly ci ringrazia e questo è tutto per il Kickoff di Super ShowDown.

E siamo dunque al main show. Si comincia con un video package che ci mostra tutti i match che vedremo stasera in questo “show al pari di Wrestlemania”. Pyros e Michael Cole che ci dà il benvenuto da Jeddah, ARABIA SAUDITA. Scriverlo lo si può scrivere, dirlo… a quanto pare no. E si comincia col botto e con il fuoco per accenderlo… BURN IT DOWN!!! E se lo Universal Champion Seth Rollins ha dato il via a Wrestlemania poteva esimersi dal farlo anche qui a WWE Suuuuuuuuuperslam? Ah no scusate, Super Showdown. Vabbè, basta cazzeggio, cominciamo seriamente.

WWE UNIVERSAL CHAMPIONSHIP MATCH:
SETH ROLLINS © VS BARON CORBIN

Mentre The Architect si dirige sul ring vediamo un filmato di quanto accaduto lunedì a Raw, con Brock Lesnar che ha brutalizzato Rollins attaccandolo con una serie infinita di colpi di sedia e di valigetta, promettendo l’incasso per stasera. E se c’è qualcuno che cercherà di approfittare di questa situazione eccolo, arriva in questo momento sul ring: Baron Corbin. Vediamo che intanto Rollins si è tolto la giacca e ha l’addome completamente fasciato, una fasciatura che durerà sicuramente moltissimo. Intanto Cole, Graves e la Young ci salutano dal tavolo di commento, accompagnati da tre uomini in pigiama che… ah no sono i commentatori sauditi. Intanto Greg Hamilton introduce i due partecipanti al match, poi l’arbitro John Cone alza la cintura… si va. I due si studiano al centro del ring, schermaglie con Corbin evidentemente interessato all’addome di Rollins. Intanto lo trascina all’angolo, richiamato dall’arbitro. Lo lascia, pugno all’addome. Rollins reagisce con una serie di pugni ma Corbin lo schianta a terra. Poi corre alle corde ma si prende un Dropkick e Rollins si tocca l’addome. Corre all’angolo ma viene lanciato sull’apron, prova una mossa in Springboard ma Corbin lo fa cadere sulle corde. E poi Front Suplex di Corbin ancora sulle corde, poi serie di pestoni a danneggiare ulteriormente l’addome di Rollins. E ora Rollins è all’angolo, pugno di Rollins seguito da Corbin che sale sull’addome di Rollins facendo leva sulle corde. Poi Corbin schianta Rollins con la schiena a terra, lo rimette in piedi e connette ancora una volta un Front Suplex contro le corde. 1…2…NO. Corbin chiede un conto di 3 all’arbitro ma Rollins è palesemente uscito al 2. Corbin attacca la schiena di Rollins, danneggiata tanto quanto l’addome, e ora cerca un pugno al volto ma Rollins reagisce. Serie di pugni del campione che viene spinto all’angolo, Corbin lo carica Rollins lo evita ma Corbin scivola fuori dal ring poi vi rientra, Clothesline. 1…2…NO. Rollins è in palese difficoltà per gli infortuni riportati lunedì, intanto Corbin inizia a prendersela con l’arbitro, reo di non contargli il 3. Corbin fa la cosa più banale e attacca l’addome di Rollins, Waistlock che porta a terra The Architect. Rollins fa fatica a respirare, Corbin non rilascia la presa. Rollins riesce a rimettersi in piedi ma per poco, Back Drop Suplex a segno. 1…2…NO, Corbin continua a prendersela con John Cone. E ora si prende il tempo per sbeffeggiare il pubblico e poi anche Rollins, che lo allontana con un calcio. Corbin però va a segno con un pestone, prova a schiantarlo di nuovo a terra con la schiena… NO, Rollins atterra in piedi e va con un Jumping Enziguri! Rollins è in preda al dolore ma ha un break. Corbin prova ad attaccarlo ma Rollins reagisce bloccando i colpi e rispondendo a dovere, chop e pugni di Rollins. Che ora va con un Irish Whip ribaltato da Rollins, Discus Elbow! E ora Corbin lo attacca all’angolo ma Rollins lo allontana con un calcio, poi evita un attacco con un salto dalla seconda corda… Sling Blade! Corbin scivola fuori dal ring e Rollins vede l’occasione… rincorsa, SUICIDE DIVE! E ora Rollins rilancia Corbin sul ring ma Corbin scivola di nuovo fuori! Ma Rollins non si scoraggia, DI NUOVO SUICIDE DIVE! Rollins prende Corbin e lo lancia sul quadrato, adesso sale su uno dei paletti, abbastanza lentamente… e infatti Corbin lo prende per la gola e lo trascina giù… Chokeslam… NO, Sunset Flip! Corbin ne esce, Low Superkick di Rollins! 1…2…NO! Corbin è a terra, Rollins vuole già farla finita… vuole il Curb Stomp! Corbin se ne accorge e scivola fuori dal ring e intercetta un altro Suicide Dive con un Forearm al volto di Rollins! E ora lo schianta a terra continuando a infierire sulla parte infortunata di Rollins! 1…2…NO! Corbin continua a litigare con l’arbitro, ora va con una serie di Corner Clothesline ma Rollins reagisce con una Clothesline e un Back Kick! E ora prova il Curb Stomp in corsa ma Corbin evita e colpisce con una Deep Six! 1…2…NO, Rollins c’è ancora! Corbin continua a farsi sempre più minaccioso nei confronti di John Cone, adesso prende le misure a Rollins e cerca la End of Days ma Rollins rotola via, Corbin prova la sua Clothesline da fuori ring ma Rollins lo allontana con una gomitata! Corbin scivola fuori dal ring… va a prendere una sedia! E sale sul ring cercando di colpire Rollins ma l’arbitro John Cone lo ferma! Cone prende la sedia e la butta fuori dal ring, Corbin lo aggredisce verbalmente facendosi sempre più minaccioso ma Cone stavolta reagisce spintonandolo via! SCHOOL BOY DI ROLLINS! 1…2…E 3! E ROLLINS VINCE APPROFITTANDO DEI LITIGI DI CORBIN CON L’ARBITRO!
VINCITORE PER SCHIENAMENTO E ANCORA UNIVERSAL CHAMPION: SETH ROLLINS

Ma Corbin non è d’accordo con quanto appena accaduto… END OF DAYS SU ROLLINS CHE STAVA FESTEGGIANDO! E ora, puntuale come un orologio svizzero… ARRIVA BROCK LESNAR! Lesnar arriva brandendo una sedia e con Paul Heyman al suo fianco con la valigetta! Heyman inciampa nelle corde facendo cadere la valigetta e Lesnar si distrae… LOW BLOW DI ROLLINS! ROLLINS APPROFITTA DELLA DISTRAZIONE! E ora prende la sedia brandita fino a poco fa da Lesnar e inizia a colpire Lesnar alla schiena! Quattro, cinque colpi di sedia! Lesnar prende la valigetta, forse per difenderla, e Rollins continua a colpirlo contro la valigetta! Serie di colpi, Rollins è folle dalla rabbia e continua a colpirlo! Lesnar cerca di rialzarsi… CURB STOMP SULLA VALIGETTA! Lesnar è KO! Rollins approfitta della situazione, riprende il suo titolo e si avvia sulla rampa… Seth Rollins l’ha scampata bella!

Promo di Stomping Grounds, prossimo PPV della WWE che andrà in scena domenica 23 giugno.

Torniamo dal break con Brock Lesnar che è ancora sul ring dolorante, mentre Heyman è fuori dal ring con la valigetta. La schiena di Lesnar non è conciata bene, anche le braccia sono messe male… ma Lesnar se l’è cercata per quanto fatto lunedì a Raw a Rollins. Lesnar prende la sua valigetta e si allontana sulla rampa tra i cori di scherno del pubblico.

I commentatori parlano di quanto appena visto tra Rollins, Corbin e Lesnar… ma non c’è molto tempo, è ora del secondo titlematch della serata!

INTERCONTINENTAL CHAMPIONSHIP MATCH:
FINN BÁLOR © VS ANDRADE

È giunto il momento del match per il titolo Intercontinentale! Arriva infatti Andrade, accompagnato da Zelina Ve… ah no giusto, siamo in ARABIA SAUDITA. Rivediamo quanto accaduto a SmackDown di questa settimana, con l’assalto di Andrade ai danni di Apollo Crews e il salvataggio di Finn Bálor che ha messo in fuga il messicano. Arrivato lo sfidante… è giunta l’ora del campione. Di un campione demoniaco… Arriva infatti il Demone! Bálor arriva insieme a un nugolo di suoi “replicanti” sullo stage e come al solito ogni volta che appare il Demone l’ingresso è spettacolare. Dopo circa una mezz’oretta, evidente payback di non essere apparso a SmackDown da circa ventordici puntate, Bálor sale finalmente sul ring, Andrade si sveglia dalla pennichella e il match può cominciare. Suona la campanella, si va, subito Waistlock Takedown di Bálor che cerca un pestone ma Andrade è sfuggente. Altra fase di studio, Bálor riprova la Waistlock ma Andrade lo colpisce al volto, si lancia alle corde ma viene colpito da uno Shoulderblock. Bálor schiena, 1…NO. Front Facelock di Bálor che ora cerca di stancare Andrade, Jawbreaker di Andrade che ora spinge Bálor all’angolo e va con un High Knee. Cerca l’Hammerlock DDT ma Bálor lo allontana, Basement Dropkick di Bálor che ora va con un Double Stomp al petto. Ora lo attacca all’angolo, Andrade si sposta e prova un altro High Knee ma lo manca e vola fuori dal ring. Dropkick da dentro a fuori ring di Bálor che però permane sull’apron troppo tempo e Andrade lo fa cadere. Springboard Missile Dropkick di Andrade, 1…2…NO. Andrade solleva Bálor e va con un Suplex, anzi no sono la sua versione dei Three Amigos. Bálor blocca il terzo e cerca la 1916 ma Andrade ribalta di nuovo e connette il terzo “Amigo”. 1…2…NO, Bálor ne esce. Backbreaker Hold di Andrade che ora mette in difficoltà il campione che cerca di rialzarsi. Andrade lo lancia all’angolo, Bálor ribalta e lo attacca, gomitata di Andrade. Che ora salta al paletto e schianta Bálor al tappeto. Andrade ora tiene Bálor al tappeto ma Bálor si rialza e va con dei pugni e una chop. Andrade reagisce, Bálor però riesce a lanciare Andrade alle corde e poi a colpire con un Dropkick. Andrade cerca di attaccare Bálor all’angolo, Bálor alza le gambe ma Andrade lo prende e va con una Clothesline. Ora Double Clothesline al centro del ring, Big Boot di Andrade ma Bálor riesce a farlo volare fuori dal ring. E ora Bálor vede l’occasione… Somersault Plancha del Demone! Che ora evita uno Shoulderblock di Andrade e prende a calci in faccia Andrade. Poi rientra sul ring e lo prende di mira all’angolo, chop in corsa di Bálor! Che ora lancia Andrade all’angolo opposto, altra chop. Andrade si tocca il petto dolorante, Bálor prova a replicare la manvora ma Andrade ribalta e lo lancia all’angolo, Floatover di Bálor che però si prende un calcio in faccia. E ora Andrade prova la manovra di poco fa ma Bálor connette una Inverted Facelock into a Clothesline. E ora 1916 a segno! 1…2…E NO, Andrade ne esce! Bálor attacca Andrade e cerca la Sling Blade ma Andrade evita e lo colpisce con una chop… Bálor non si arrende, Sling Blade! E ora il messicano si alza e va con un Big Boot ma Bálor non accusa il colpo, è furioso! Back Elbow di Andrade però che mette Bálor in difficoltà… Overhead Double Kick! E ora va a segno con il suo Double Knees! 1…2…NO! Il campione è ancora vivo. Bálor è a terra, Andrade cerca un Moonsault e Bálor si sposta, sullo slancio Andrade atterra in piedi e ne prova un altro ma Bálor alza le ginocchia! E ora Bálor si sposta sull’apron, Andrade lo attacca ma Bálor va con uno Shoulderblock e un Enziguri Kick! Andrade però reagisce con una serie di colpi che stordiscono Bálor! Cerca una Sunset Flip Bomb fuori dal ring ma Bálor si tiene alle corde… DOUBLE STOMP SULL’APRON! E ora rilancia Andrade sul ring che si tiene l’addome… ALTRO DOUBLE STOMP DI BÁLOR! Che schiena, 1…2…NO. E ora Bálor cerca un Sunset Flip ma Andrade non cade… Basement Dropkick a segno! E ORA CONNETTE L’HAMMERLOCK DDT! E SCHIENA, 1…2…E NO! NO! IL DEMONE NE ESCE! Bálor c’è ancora, in qualche modo, Andrade non ci crede. Andrade cerca una Powerbomb, Bálor ne esce e connette a sua volta con una Powerbomb! Andrade staziona pericolosamente davanti all’angolo… e arriva il Missile Dropkick di Bálor! Che va sul paletto a cercare il Coup de Grace ma Andrade blocca Bálor e cerca l’apron ring… vuole una mossa in Springboard! MA BÁLOR CONNETTE UN TOP ROPE DDT IN QUALCHE MANIERA! E CONNETTE IL COUP DE GRACE!!! E IL CONTO DI 3 È INEVITABILE! 1…2…E 3!
VINCITORE PER SCHIENAMENTO E ANCORA INTERCONTINENTAL CHAMPION: FINN BÁLOR




I commentatori ci parlano della più grande Battle Royal della storia della WWE e poi si spostano nel backstage, dove The Miz parla dei suoi traguardi, come vincere il WWE Title e essere nel main event di Wrestlemania, ma non ha mai vinto la più grande Battle Royal della storia della WWE. Lui butterà fuori altre 49 Superstar e farà la storia perché è The Miz ed è Awesome! Jinder Mahal parla invece della sua eredità e poi parla del 24/7 Title da lui perso sulla strada per Jeddah, dicendo che dopo aver vinto la Battle Royal andrà in cerca di R-Truth e si riprenderà anche quello.

I commentatori ringraziano i Godsmack per la theme song di Super Showdown che è “When Legends Rise”. Ci prepariamo intanto al prossimo match che è Roman Reigns vs Shane McMahon.

SINGLES MATCH:
ROMAN REIGNS VS SHANE MCMAHON

Dopo un lunghissimo videorecap arriva Shane McMahon! Il figlio del Chairman arriva stranamente da solo e fa eseguire a Greg Hamilton la sua introduzione speciale come sempre… ah no ecco, arriva Drew McIntyre con un’entrata a parte. Giustamente, come potrebbe essere altrimenti. Ma ecco che arriva l’avversario di Shane… ecco Roman Reigns! Un Reigns che giustamente non fa niente per mettere fuori gioco McIntyre tipo attaccandolo sulla rampa o entrando alle sue spalle e colpendolo con una Spear subito subito… nono, deve avere l’entrata con i fuochi d’artificio. Giusto. Reigns si prende i cori del pubblico saudita e finalmente, dopo altri fuochi d’artificio in cielo, giunge sul quadrato. Arbitra l’incontro “Little Naitch” Charles Robinson che allontana McIntyre e dà il via all’incontro con Shane che subito attacca Reigns e lo prende a pugni e ginocchiate. Back Kick di Shane che ora prende di mira l’addome di Reigns indebolito dalle sue potentissime Spear. Shane sfrega gli occhi di Reigns sulle corde e lo colpisce con i suoi formidabili pugni prima che Reigns reagisca con tre pugni che hanno praticamente già messo KO Shane. Reigns lancia Shane all’angolo e cerca un Running Corner Thrust che però va a vuoto e Reigns impatta in pieno il paletto. Serie di pestoni e poi di pugni di Shane che ora lancia di nuovo Reigns contro il paletto. Reigns cade fuori ring e McIntyre lo colpisce mentre Shane distrae l’arbitro. Shane poi riporta Reigns sul ring, prova a strozzarlo e lo colpisce con delle gomitate. Side Russian Legsweep, 1…2…NO. Shane pesta la mano di Reigns e poi va con dei pugni al volto, pugno di Reigns, poi un altro. E ora serie di Clothesline e Irish Whip, Shane ribalta e poi evita la Flying Clothesline di Reigns, Back Elbow a segno. Reigns è a terra e Shane lo colpisce con una serie di colpi al volto e al petto, poi lo chiude in una Chinlock Backbreaker Hold. Shane mette Reigns al tappeto e prova a schienare, 1…2…NO. Shane rimette Reigns in una sottomissione, stavolta una Side Headlock, e Reigns è in difficoltà McIntyre sostiene Shane da fuori ring, Reigns cerca di rialzarsi ma a fatica. Alla fine si rimette in piedi e trascina Shane all’angolo, serie di Corner Thrust ai suoi danni. E ora via con le 10 Short-arm Clothesline. Reigns si lancia alle corde, Big Boot. McIntyre incombe da fuori ring ma non può interferire. E ora Reigns vuole farla finita, carica il Superman Punch ma Shane va con un Chop Block! E ora Reigns è a terra… e Shane prova la sua Triangle Choke! Reigns è nella presa e sembra parecchio in difficoltà dato che è al centro del ring. Ma Reigns sfrutta tutta la sua potenza e solleva Shane, POWERBOMB A SEGNO! 1…2…NO! Shane ne esce. McMahon scivola fuori dal quadrato e Reigns va fuori a riprenderlo lanciandolo sul quadrato. Poi prova a rientrare anche lui ma McIntyre lo schianta contro le barriere. Poi prova a lanciarlo contro uno dei paletti ma Reigns evita e schianta McIntyre contro il paletto! E ora Superman Punch! Shane prova a volare su Reigns dal ring ma Reigns lo colpisce al volo! Reigns torna sul ring ma Shane è più rapido e calcia le corde! Poi si lancia alle corde… SPEAR DI SHANE! La mancanza di rispetto più totale! 1…2…E NO! Reigns esce! Elbow Drop di Shane che ora va con dei pestoni all’angolo e sale sul paletto… VUOLE IL COAST TO COAST! MA REIGNS LO SORPRENDE CON UN SUPERMAN PUNCH!!! 1…2…E NO, SHANE NE ESCE! Ma ora Reigns decide che è il suo momento… vuole la Spear! La prova ma la manca, calcio in faccia di Shane! Che ora distrae l’arbitro… E PERMETTE A MCINTYRE DI COLPIRE REIGNS CON UN CLAYMORE! E ora Shane schiena Reigns…1…2…E 3?!? Shane McMahon ha battuto Roman Reigns!
VINCITORE PER SCHIENAMENTO: SHANE MCMAHON

E questo penso sia il momento in cui finisce lo show, giusto? E in cui io smetto di guardare la WWE, giusto? E in cui tutti smettono di guardare la WWE, giusto?

I commentatori WWE scoprono che in Arabia Saudita fa caldo. E che ci sono 103° Fahrenheit. Curiosamente mentre inquadrano lo spogliatoio di Goldberg, dato che la sua età e quella di Undertaker sommate danno esattamente 103.

Kofi Kingston è ospite di Byron Saxton per un’intervista… insieme a Xavier Woods. Saxton chiede a Kingston di Dolph Ziggler, tornato apposta per lui, e gli chiede se può pareggiare la sua intensità. Kingston dice che quello di questa sera è più di un match per il WWE Title. Due settimane fa Ziggler lo ha ridotto su una barella, avrebbe potuto rimanere lì ma no, lui ha deciso di rimettersi in piedi e di affrontare Ziggler. Woods dice che Kingston è un eroe e che tutti in Ghana lo acclamavano come tale. Kingston dice che Ziggler può aver trovato una nuova intensità ma che lui farà tutto ciò che sarà necessario per battere Ziggler. Lui starà vivendo il suo sogno e vuole continuare a vivere in un mondo in cui lui batte Ziggler e rimane ancora W-W-E-World-Heavyweight-Champion!

E giusto per farci un attimo riprendere da quanto appena accaduto tra Roman Reigns e Shane McMahon… è tempo del FANTASTICO Handicap match tra Lars Sullivan e i Lucha House Party!

3-ON-1 HANDICAP MATCH:
LUCHA HOUSE PARTY (KALISTO, GRAN METALIK & LINCE DORADO) VS LARS SULLIVAN

Rivediamo le parole pronunciate da Sullivan a SmackDown, non interrogandoci su che senso abbiano perché sarebbe inutile. Arriva anche Sullivan e il match può purtroppo avere inizio. Comincia Kalisto contro Sullivan, Kalisto cerca di sfuggire a Sullivan che però lo prende e lo schianta all’angolo con dei Corner Thrust. Colpo alla schiena di Sullivan ai danni di Kalisto. Che ora viene sollevato senza troppi complimenti e schiantato a peso morto contro uno dei turnbuckle. Sullivan lancia Kalisto al suo angolo dato che vuole che dia il tag. Che bel match. Entra Lince Dorado, che inizia a prendere a pugni l’addome e poi il volto di Sullivan. Cerca un calcio, Sullivan blocca, Clothesline. E ora lo solleva… cerca una Inverted Powerslam ma Lince Dorado evita e inizia a tempestare di pugni Sullivan che però lo scaglia fuori dal ring senza troppi problemi. Sullivan va a riprendere Lince Dorado e lo lancia sul quadrato, si lancia alle corde, Running Shoulderblock. Kalisto e Gran Metalik cercano di incitare Lince Dorado, Sullivan porta Lince Dorado all’angolo dei Lucha House Party e spinge sia lui che Kalisto fuori dal ring. Gran Metalik va con un paio di Enziguri Kick e salta sul ring, Handspring Elbow. Back Kick, Front Kick. Arriva Kalisto che dà il tag a Gran Metalik e si lancia su Sullivan che lo prende al volo, Kalisto atterra in piedi e va con dei calci, poi salta sulla seconda corda per attaccare Sullivan in volo ma viene schiantato a terra con una Clothesline. Poi Sullivan cerca una seconda Clothesline alle corde ma Sullivan evita e vola fuori dal quadrato. Kalisto cerca il tag su Gran Metalik ma Sullivan risale sul quadrato e lo lancia fuori dal ring. Kalisto cerca di evitare Sullivan con un doppio calcio al volto ma Sullivan lo prende al volo e lo schianta a terra. Colpi al volto di Sullivan ai danni di Kalisto che ora è a terra. Sullivan sale sul paletto ma Gran Metalik e Lince Dorado lo fanno cadere e lo attaccano e l’arbitro chiaramente chiama la squalifica, che grande finale.
VINCITORE PER SQUALIFICA: LARS SULLIVAN

i Lucha House Party attacca Sullivan in tre, riescono a metterlo al tappeto e danno la possibilità a Lince Dorado di andare con una Frog Splash e a Gran Metalik di andare con il suo Ropewalk Elbow. I tre sembrano soddisfatti ma fanno l’errore di non fuggire via e vengono annichiliti sulla rampa da Sullivan uno dopo l’altro. Quindi i Lucha House Party perde per squalifica per continuare questa cosa ridicola ma non riesce a sfuggire incolume e viene comunque stroncato da Sullivan. Tutto chiaro.

I commentatori ci annunciano il prossimo match, che in attesa di Goldberg vs Undertaker vedrà in azione due giovincelli come Triple H e Randy Orton. Vediamo il video package che li riguarda e che segue quasi vent’anni di storia tra i due.

SINGLES MATCH:
TRIPLE H VS RANDY ORTON

“Voices” risuona nell’arena… arriva il “Viper” Randy Orton, accolto da un boato del pubblico saudita che era in silenzio da circa venti minuti. Chissà quante batterie di fuochi artificiali hanno a disposizione, stanno sparando tutti quelli che non possono/vogliono sparare in America. E arriva anche Triple H, con la classica motocicletta d’accompagnamento e la ventordicesima batteria di fuochi artificiali della serata. Suona la campanella, si va. Il pubblico urla notevoli cori per NXT e almeno questo ci fa piacere, almeno sanno cosa guardare tra il main roster e lo show giallo. Collar and Elbow Tie-up a centro ring, Orton porta Triple H all’angolo e l’arbitro lo conta. Triple H fa lo stesso con Orton, l’arbitro conta anche lui e i due si squadrano. Triple H è in forma, bisogna dirlo. Wristlock di Triple H che ora costringe Orton a mettersi in ginocchio. Il Viper ribalta la presa, Headlock Takedown, Triple H ne esce cercando di schienare Orton ma il Viper non glielo permette. Altro Staredown tra i due. Adesso confronto a centro ring e Hammerlock di Triple H che però viene ribaltata da Orton e poi trasformata in una Headlock. Triple H ne esce, prova di forza tra i due che ora è in una situazione di stallo, la vince Orton con una Side Headlock, Triple H ribalta, Irish Whip di Orton, Shoulderblock di Triple H. Che ora si lancia alle corde e cerca il Pedigree… TENTATIVO DI RKO! Ma Triple H ne esce e siamo al quindicesimo staredown tra i due. Altra presa di clinch, Wristlock e Armbreaker di Triple H che ora ha il controllo del match ma per poco, pugno al volto di Orton che stende The Game. Orton comincia il suo gioco di indebolimento dell’avversario con calci e pestoni, ora però carica Triple H all’angolo ma va a vuoto e impatta il paletto. Triple H continua a prendere di mira il braccio sinistro di The Viper, forse per impedirgli di connettere l’RKO, esce dal ring con l’avversario e schianta il suo braccio sull’apron, sulle barriere di protezione, sui gradoni. Orton cerca di guadagnare distanza da Triple H che però lo raggiunge, lo prende per il braccio e lo schianta contro uno dei paletti. Cerebral Assassin in full action, ancora braccio di Orton contro l’apron ring. Triple H torna sul ring, Orton ne esce. Triple H lo va a riprendere ma non si rende conto che Orton è vicino al tavolo di commento e quindi va con il suo nuovo giochino: Back Suplex contro il tavolo di commento! Orton torna sul ring e l’arbitro conta Triple H. Orton potrebbe vincere il match per count out ma sceglie di sua volontà di interrompere il conteggio dell’arbitro. Va a prendere Triple H e prova a schiantarlo con la testa contro i gradoni. Triple H blocca, poi prova a lanciare Orton contro i gradoni ma Orton ribalta e alla fine è Triple H ad avere la peggio. Orton riporta Triple H sul quadrato e schiena, 1…NO. Pestoni di Orton agli arti di Triple H, poi si prende un momento per posare per il pubblico che inizia a cantare RKO. Triple H ne approfitta e va con un colpo all’addome ma Orton ribalta rapidamente con uno European Uppercut. Poi serie di pestoni e un Knee Drop, 1…2…NO. Side Headlock di Orton che ora ricorre alla sua mossa preferita per stancare l’avversario. Triple H prova a uscirne, Orton lo rimette giù. Triple H sembra non averne più, è in difficoltà. Ora è in ginocchio, l’arbitro cerca di capire se possa continuare. Gomitate di Triple H che ora torna in piedi, ora pugni a Orton che però lo prende per la barba e lo stende con una Clothesline. È una specie di match revival tra questi due. Orton schiena, 1…2…NO. Altra Side Headlock del Viper, il pubblico silente di questo show si rianima per qualche secondo con un flebile battito di mani per incoraggiare Triple H a rialzarsi. Alla fine Triple H riesce a uscirne ma Orton lo colpisce al volto e continua la sua opera di indebolimento. Ma Triple H reagisce, i due si scambiano colpi e ora Orton va con un Irish Whip, no ribaltato da Triple H che connette con il suo High Knee. Corner Clothesline di Triple H che ora va con il suo Facebreaker on the knee. E ORA PROVA IL PEDIGREE! No, Orton va con un Double Leg Takedown e manda Triple H a schiantarsi all’angolo con un Rocket Launcher! Poi si lancia alle corde… e si prende una Clothesline in pieno volto! 1…2…NO, Orton c’è ancora. Orton ripara all’angolo e allontana Triple H con un calcio, Triple H prova di nuovo il Pedigree ma Orton lo lancia sull’apron. Colpo al volto di Orton che blocca l’offensiva di Triple H… e prova il Silver Spoon DDT ma Triple H fa resistenza! Orton viene colpito all’addome, poi mentre Triple H prova ad afferrarlo per una mossa lo calcia via con un Dropkick di rara bellezza. E ora Orton piazza Triple H sul paletto, lo colpisce con dei pugni e ora lo raggiunge salendo sulla seconda corda. Si prende un momento per il pubblico e poi va con i suoi dieci pugni. Triple H riesce però a scendere e sfugge anche a un tentativo di RKO colpendo Orton al retro della testa. Orton è a terra, Triple H si piazza all’angolo… “Suck It!” E si lancia su Orton che però va con la sua Scoop Powerslam! 1…2…NO, Triple H c’è ancora! Triple H ripara sull’apron… e Orton lo vede in posizione perfetta. Va per il Silver Spoon DDT… lo connette! E ORA ORTON VUOLE LA RKO! Orton attende che l’avversario si rimetta in piedi con l’ausilio delle corde, prova la RKO! Ma Triple H lo spinge via, Double A Spinebuster! 1…2…NO, Orton c’è ancora! Triple H ci riprova, 1…2…NO. Orton prova a sorprenderlo con un Crucifix Pin! 1…2…NO, Triple H ne esce e transiziona il tutto in una Crossface! Sottomissione inaspettata da The Game, che comunque ha eseguito questa mossa durante la sua carriera. Orton prova a sfuggire alla presa, cerca le corde ma non le trova. Alla fine riesce a trascinare Triple H dove vuole lui, trova infine le corde… e Triple H lascia la presa solo al conto di 3 dell’arbitro. Triple H va a riprendere il braccio di Orton e riprova la Crossface, Orton prima lo allontana e poi cerca la RKO, Triple H ribalta, prova il Pedigree, Orton lo allontana con un Pedigree, poi lo prende di sorpresa… RKO! R-K-O!!! ED È FINITA, 1…2…E NO!!! NO! Triple H ne esce! Incredibile! Orton si rialza… cosa si inventerà per provare a chiudere questo match? Si avvicina a Triple H che sembra KO ma che ha avuto abbastanza forza di volontà da uscire dall’RKO… Randy vuole il Punt Kick! Orton vuole la sua mossa definitiva! Prende le misure a Triple H che si rialza… Triple H blocca il Punt Kick! E ora guarda malissimo Orton… PEDIGREE A SEGNO! ED È 1…2…E NO!!! NO!!! Triple H esce dall’RKO, Orton esce dal Pedigree! Il pubblico canta “This is awesome” ed effettivamente questo match è una boccata d’aria fresca dopo le ultime due schifezze che abbiamo visto. Orton scivola fuori dal ring, Triple H lo va a prendere, di nuovo vicino al tavolo dei commentatori… Eye Poke di Orton! Che poi prova ancora il suo Back Suplex… ma Triple H stavolta lo legge bene, EVITA E CONNETTE IL BACK SUPLEX! E POI UN ALTRO! E POI UN TERZO! E POI ANCORA UN QUARTO… CONNESSO! E ora Triple H rilancia The Viper sul quadrato e si prende l’ovazione del pubblico di Jeddah. Poi torna sul quadrato, corre verso Orton… RKO! RKO! E Triple H prende ancora con leggerezza Orton e lo paga a caro prezzo! E infatti…1…2…E 3!
VINCITORE PER SCHIENAMENTO: RANDY ORTON

I commentatori parlano di quanto appena visto e di come Randy Orton possa essere considerato uno dei più grandi della storia. Poi parlano del 24/7 Title e di come questo sia difeso 24 ore al giorno, 7 giorni dalla settimana. Viene mostrato il video di quanto accaduto all’aeroporto di Francoforte, dove le Superstar WWE hanno fatto scalo da San Antonio, e dove Jinder Mahal ha approfittato di un momento di distrazione di R-Truth per schienarlo e vincere il titolo. Successivamente, nel volo da Francoforte a Jeddah, R-Truth trova Mahal addormentato e lo schiena, prima di dover fuggire via da tutte le Superstar che appena riconquistato il titolo ricominciano la rincorsa per schienarlo.

Saxton è nel backstage quando viene raggiunto da Corbin che urla contro l’arbitro John Cone e di come gli sia costato il match per lo Universal Title. Corbin vuole che qualcuno faccia qualcosa dato che l’arbitro gli è costato il match più importante della sua carriera nonché lo Universal Title. Corbin dice che voleranno delle teste e se ne va. Abbiamo paura.

SINGLES MATCH:
BRAUN STROWMAN VS BOBBY LASHLEY

Arriva Bobby Lashley, che sale su un podio e fa scoppiare gli ennesimi pyros della serata… è ora del suo match contro Braun Strowman. Rivediamo quanto accaduto lunedì a Raw durante il loro “match” a braccio di ferro, con Lashley che dopo la sconfitta ha accecato Strowman con il gesso e lo ha steso con una Running Powerslam. Ed ecco che arriva anche il suo avversario, accolto dal silenzio più totale. Ottimo. Forse ha avuto più reazione Lashley di lui. Strowman lancia via il podio su cui Lashley ha posato poco fa facendolo a pezzi, poi si avvia verso il ring. Poi sale e suona la campanella. Prove di forza tra i due che finiscono sostanzialmente in parità, poi Side Headlock di Strowman che lancia Lashley alle corde che prova uno Shoulderblock ma non fa nulla a Strowman. Lashley propone un’altra prova di forza, i due sono più o meno alla pari ma Lashley dà un calcio a Strowman e lo fa finire in ginocchio. Lashley ci riprova ma Strowman prende Lashley per un braccio, poi evita Lashley due volte e va con uno Shoulderblock che atterra Lashley. E ora Corner Clothesline di Strowman, che ci riprova ma Lashley si sposta! E ora riprova la Running Powerslam… LA CONNETTE! 1…2…NO! Strowman c’è ancora. Pugni alla testa di Lashley ai danni di Strowman, che ora viene soffocato alle corde. Colpo alla schiena di Lashley che schernisce Strowman. Altro colpo al volto. Poi ci riprova ma Strowman lo ferma e lo colpisce a sua volta. Lashley riparte però come una furia e atterra Strowman, chiudendolo poi in una Chinlock Backbreaker Hold. Lashley la trasforma poi in una Side Headlock e mette al tappeto Strowman che però in qualche modo si libera… Shoulderblock di Strowman! E poi un altro! E ora si lancia all’angolo, Corner Clothesline! Lashley rotola fuori dal quadrato, Strowman vede l’occasione… prende la rincorsa e lo stende con un Running Shoulderblock! E poi ripete la mossa! Lashley capisce che quella posizione è pericolosa e rotola di nuovo sul ring. Strowman non gli dà tregua e lo attacca all’angolo. Colpo al petto di Strowman che ora prende Lashley… Powerslam! 1…2…NO. Lashley è all’angolo, Strowman lo carica ma lo manca e prende in pieno il paletto. Strowman rotola fuori dal quadrato, Lashley ne esce… e prende la rincorsa come fatto prima da Strowman, scaraventando Lashley con tutta la sua forza contro le barriere di protezione! E ora cerca un Suplex contro la rampa… lo trova! Lashley riporta Strowman sul ring, prova a schienare, 1…2…NO. Lashley colpisce Strowman al petto, poi sale sul paletto… ma commette un errore perché Strowman lo prende e lo lancia via come se fosse una mosca da scacciare via. Poi lo riprende… Powerslam! E POI RUNNING POWERSLAM! E ora Strowman può schienare, 1…2…E 3! E Braun Strowman si prende la sua rivincita su Bobby Lashley!
VINCITORE PER SCHIENAMENTO: BRAUN STROWMAN

Ancora interviste per la Battle Royal di stasera. È il turno di Ali che dice che tutti combattono per ragioni diverse e la sua è quella di ispirare. Lui vuole vedere ragazzi e ragazze vedere uno come loro lottare nella più grande Battle Royal di sempre ed essere ispirati dalla sua vittoria. È il turno dello United States Champion Samoa Joe che dice che nonostante sia il campione nessuno si è fatto avanti e lo ha sfidato. Il suo obiettivo ora è quindi la Battle Royal e non se lo farà scappare, lanciando tutti oltre la terza corda e reclamando la vittoria.

I commentatori parlano del prossimo match della serata, che sarà il match per il WWE Championship. I commentatori parlano della rivalità scoppiata nelle ultime settimane tra Kingston e Ziggler e mandano in onda il videorecap che ci ricapitola questa faida.

WWE CHAMPIONSHIP MATCH:
KOFI KINGSTON © W/XAVIER WOODS VS DOLPH ZIGGLER

“I’m here to show the world, I’m here to show the world!” Ed è tempo del nostro main event… nah, magari. Ma sarà comunque un bel match dato che a competere in esso ci sono due dei talenti eccelsi e che sul ring danno sempre il 200% di quello che hanno. Arriva il primo, che nelle ultime settimane è stato protagonista di un ritorno quantomeno scottante nei confronti di Kingston. Che lo segue poco dopo, accompagnato da Xavier Woods. Nota a margine, il pubblico saudita è imbarazzante. Solite introduzioni di Greg Hamilton, Kingston alza al cielo la sua cintura e la consegna a Charles Robinson… Ziggler non smette di guardare la cintura. E si può andare. Presa di clinch tra i due, Ziggler mette Kingston all’angolo e lo colpisce al volto. Altro confronto a centro ring, Irish Whip di Kingston e Shoulderblock di Ziggler che però ora dopo un paio di Leap Frog si prende un Back Elbow di Kingston. Corner Splash di Kingston ora che colpisce Ziggler con dei pugni e lo lancia all’angolo opposto ma manca un secondo Corner Splash e si prende un Dropkick. 1…NO, Kingston non fa arrivare Ziggler nemmeno al 2. Ziggler prende di mira gli occhi di Kingston, Neckbreaker, 1…2…NO. Elbow Drop, 1…2…NO. Molti schienamenti da parte di Ziggler che ora chiude Kingston in una Side Headlock sul mat. Kingston riesce a rialzarsi ma Ziggler lo rispedisce diretto sul tappeto. E poi prova a schienarlo, 1…2…NO. Kingston va alle corde, Ziggler lo colpisce di nuovo agli occhi. Kingston prova ad allontanarlo con dei colpi all’addome ma Ziggler lo mette all’angolo e va con dei pestoni. Snapmare di Ziggler, Elbow Drop. Ennesimo tentativo di schienamento, 1…2…NO. Ziggler continua a indebolire Kingston e a tenerlo al tappeto, altra Side Headlock con annesse gomitate. Ziggler sta torturando letteralmente Kingston, non sta solo lottando un match contro di lui. Kingston prova a rialzarsi, un paio di fan sauditi tra il disinteresse generale urlano “Let’s go Kofi”. Kingston continua a provare a liberarsi ma Ziggler lo mette in ginocchio chiudendo una Armbar. Ora prova a lanciarlo contro l’angolo ma finalmente Kingston trova uno spiraglio e ribalta facendo schiantare Ziggler contro il turnbuckle. I due si scambiano colpi a centro ring, Ziggler prova una Zig-Zag ma Kingston lo allontana e va con un Dropkick e poi con una Jumping Clothesline. E ora si lancia alle corde… New Day Boom Drop! Kingston chiama il pubblico, vuole la Trouble in Paradise ma Ziggler si mette a cavallo delle corde per evitarlo… Kingston corre verso di lui ma Ziggler lo sorprende con il suo High Angle DDT! 1…2…NO, Kingston c’è ancora. Ziggler prende Kingston e lo lancia contro il paletto. Woods va ad accertarsi delle condizioni del suo amico e lo incita ma Ziggler continua a torturarlo accecandolo. Ora lo issa sul paletto, poi lo colpisce al volto e lo raggiunge sulla seconda corda. Ziggler vuole un Superplex ma Kingston riesce a uscirne con dei pugni e una testata che fa cadere Ziggler al tappeto… Crossbody ma Ziggler rotola in uno schienamento! 1…2…NO! Kingston cerca la Fameasser, Kingston blocca ma Roll Up di Ziggler! 1…2…NO, Roll Up di Kingston! 1…2…NO, S.O.S. di Kingston! 1…2…NO, Ziggler ne esce. Kingston si lancia su Ziggler che però è sull’apron e colpisce Kingston con una ginocchiata. Poi attacca Kingston che però si sposta e Ziggler vola fuori dal ring. Kingston sale sul paletto… Trust Fall di Kingston con Ziggler che lo prende in pieno ma anche Kingston non atterra bene. Si rialza comunque e va a riprendere Ziggler che però lo schianta prima nelle barriere a bordoring e poi nei gradoni. Woods va ad accertarsi delle condizioni di Kingston… Superkick di Ziggler ai danni di Woods! Totalmente gratuito! La cosa fa infuriare Kingston che riempie Ziggler di pugni e lo rilancia sul quadrato, sale sul paletto e si lancia su di lui, Ziggler evita, finisce alle corde ma Woods non visto dall’arbitro gli assesta un Enziguri Kick! Ziggler barcolla… TROUBLE IN PARADISE DI KINGSTON! ED È 1…2…E 3! E Kofi Kingston conserva il WWE Title e può festeggiare con Xavier Woods.
VINCITORE PER SCHIENAMENTO E ANCORA WWE CHAMPION: KOFI KINGSTON

Nel backstage Saxton chiede a Ziggler come si sente dopo questo match e Ziggler dice che tutti pensavano e anche lui lo pensava che Kingston fosse un eroe e fosse un fighting champion, ma ora tutti sanno che Kingston è un codardo. Saxton dice che molti pensano che si meriti quanto accaduto stasera dopo tutto quello che ha fatto a Kingston. Ziggler reagisce furiosamente dicendo che stanotte è stato l’uomo migliore e dovrebbe essere lui il WWE Champion. Lui vuole un rematch da Kingston e vuole un match senza interferenze e senza amici che possano interferire. Ziggler vuole Kingston in uno Steel Cage match!

Rivediamo quanto accaduto nell’opening match della serata, quando Seth Rollins ha approfittato di un Baron Corbin infuriato con l’arbitro per schienarlo e mantenere lo Universal Title. Dopo una vendetta di Corbin chiamata End of Days, Brock Lesnar è andato sul ring e ha provato a incassare la valigetta del Money in the Bank, ma Rollins ha approfittato della distrazione di Lesnar causata da una caduta di Heyman per sorprendere Lesnar con un Low Blow e delle sediate, prima di connettere un Curb Stomp sulla valigetta e andare via dall’arena ancora Universal Champion. Ma il pericolo non è scongiurato, solo rimandato, con un Lesnar che ora sarà probabilmente furibondo.

50-MAN BATTLE ROYAL
E siamo alla 50-man Battle Royal! Arriva praticamente uno stormo di gente tutta insieme, poi qualcuno è privilegiato e ha un ingresso personale come The Miz, Samoa Joe, Cesaro, Titus O’Neil (????????… ah giusto, devono fare la finta della sua caduta alla Greatest Royal Rumble), Elias. E quest’ultimo ci delizia, si fa per dire, con una sua canzone. Arriva The Miz che attacca Elias e lo lancia sul ring e il match può finalmente cominciare. EC3 è il primo eliminato (LOL), vanno fuori anche i Bollywood Boys, poi Karl Anderson ed Eric Young. Anche Humberto Carrillo e anche qualcun altro di calvo non identificato… ah è Mike Kanellis. Ci saluta anche Luke Gallows. E Heath Slater. Penso che per dieci minuti vi dirò solo chi viene eliminato, tanto non si capisce assolutamente nulla. Addio a Curtis Axel e a Bo Dallas. Brian Kendrick è sull’apron ma riesce a rientrare. Ciao No Way Jose, ciao Mojo Rawley e ciao anche a Brian Kendrick. Ci saluta anche il Cruiserweight Champion Tony Nese che evidentemente non poteva essere impiegato in modo più onorevole. Lotta senza quartiere con mille Superstar a rischio di eliminazione, c’è anche Xavier Woods che si salva. Staredown a centro ring tra Authors of Pain (che fanno il loro spettacolare ritorno in questo ritrovo per jobber), Heavy Machinery (LOL) e War Raiders. Ci saluta Tucker, poi poco dopo anche entrambi gli AOP. Intanto qualcuno si nasconde sotto il ring… è Titus! Che ora però giustamente decide che è tempo per salire sul ring! Finalmente si vede un po’ d’azione con Titus che stende i War Raiders e anche altre 3-4 Superstar. Ricochet nei guai, riesce a salvarsi… ma i War Raiders no, eliminati da Titus (AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH). Ali vola fuori dal ring… NO, si appende alle corde. E ora Titus che ha eliminato i War Raiders viene eliminato da Shelton Benjamin, tutto chiaro. Buddy Murphy e Woods sull’apron, il primo ci saluta dopo un Superkick del secondo. Addio anche a Benjamin eliminato con un Twist of Fate sulle corde di Matt Hardy. Hawkins finisce sull’apron e poi viene colto dalla Coquina Clutch di Samoa Joe. Ryder giunge in salvataggio ma raggiunge l’unico scopo di far eliminare entrambi i Raw Tag Team Champions. Sì, sono ancora i Raw Tag Team Champions. I The Revival cercano di vendicarsi degli Usos, Jinder Mahal è a rischio eliminazione. Chad Gable ci saluta mentre a centro ring Cesaro la fa da mattatore. Apollo Crews vola fuori dal ring ed è eliminato. C’è anche un redivivo Sin Cara, ciao! Ricochet finisce sull’apron per colpa di Mahal ma con una Body Scissors è l’indiano a essere eliminato, bella mossa di Ricochet. Elias e Bobby Roode cercano di eliminare The Miz che però riesce a salvarsi, adesso sono praticamente tutti a terra tranne Samoa Joe, Otis e Rusev e Nakamura. Questi ultimi due cercano di eliminare Otis ma non ci riescono, lo lanciano alle corde ma Otis va con un Double Shoulderblock e fa cadere entrambi. Double Caterpillar… giusto in tempo per essere eliminato da Rowan. E mi sa che Woods farà a breve la stessa fine… esattamente. Double Superkick degli Usos che eliminano Rowan! Dawson elimina gli Usos! Hardy elimina prima Dawson e poi anche Dash! Cesaro butta fuori Hardy che poi inizia una lotta senza quartiere con Cedric Alexander che è incredibilmente ancora in gioco. Alla fine Cesaro ha la meglio mettendolo nella Cesaro Swing e poi lanciandolo fuori dal quadrato con un Rocket Launcher. Intanto Head Scissors Takedown di Sin Cara su Cesaro, poi Sin Cara mette KO anche Nakamura e Rusev! Se la prende ancora con Cesaro, poi Nakamura lo spedisce sull’apron ma Sunset Flip di Nakamura… Kinshasa mentre Corey Graves quasi si strozza. Sin Cara elimina Nakamura, Rusev elimina SIn Cara, Miz elimina Rusev e poi inizia una lotta senza quartiere con Roode che prova a eliminarlo e quasi ci riesce ma finisce per essere eliminato. Cesaro prova ad eliminare Miz con una Gorilla Press Slam ma Miz si salva, fa cadere sia Cesaro che Elias in ginocchio e va con gli Yes Kicks. Manca però l’ultimo con Cesaro che riesce a spedirlo sull’apron ed Elias che lo elimina con un High Knee. E dopo questo casino sono rimasti in sei: Ali, Ricochet, Cesaro, Elias, Samoa Joe e… Mansoor. Ok. Cesaro manda Ricochet su Ali, Ali lo manda sull’apron e poi va con un Rolling Facebreaker. Springboard Dropkick su Cesaro! Ali viene steso da Joe che poi stende Cesaro e prova a eliminare Ali, Ali si tiene alla terza corda. Ricochet prova a fare fuori Joe che lo stende con una chop. Adesso anche lui finisce sull’apron, sia Ali che Ricochet provano ad aliminare Joe con un Double Suplex… CI RIESCONO! Joe è incredulo! E i due festeggiano ma sono fessi e rimangono sull’apron, eliminati da Cesaro. MANSOOR ELIMINA CESARO! E rimane da solo sul ring con Elias che lo attacca da dietro ma si prende un Superkick! Prova a eliminarlo, Mansoor riesce a tenersi alle corde, Elias lo attacca, Shoulderblock di Mansoor… BACK BODY DROP ED ELIAS È ELIMINATO!!! MANSOOR VINCE LA 50-MAN BATTLE ROYAL! Stretta di mano tra Mansoor e Ali che era rimasto tra il pubblico, incredibile vittoria di Mansoor che rende felici i sauditi, improvvisamente resuscitati solo per Mansoor.
VINCITORE: MANSOOR

Arriva Byron Saxton a intervistare Mansoor, che è ovviamente originario dell’Arabia Saudita, e gli chiede cosa si prova a vincere la più grande Battle Royal della storia della WWE. Mansoor dice che non ha parole per definire quanto sia importante questo momento per lui e per l’Arabia Saudita. Un anno fa lui era un WWE Prospect, era in questo stadio, era qui a Jeddah. Allora non sapeva cosa sarebbe diventato, era solo un principiante con il sogno di essere una WWE Superstar e di rappresentare la sua patria nel mondo. Il pubblico canta “You deserve it”. Mansoor continua dicendo che stanotte ha vinto la Battle Royal storica della WWE e il suo sogno è diventato realtà. Mansoor si rivolge poi al pubblico di Jeddah parlando nella sua lingua e festeggiando con loro.

I commentatori ricapitolano la card di Stomping Grounds, che vedremo tra poco più di due settimane. Poi ci anticipano che è il momento del main event. Undertaker vs Goldberg. Immancabile l’infinito video package tra i due nonostante i due non siano mai stati faccia a faccia prima se non per tre secondi a SmackDown di questa settimana.

SINGLES MATCH:
THE UNDERTAKER VS GOLDBERG

Beh, almeno bisogna dire che si fronteggiano due degli ingressi più iconici e rappresentativi di sempre. Il contro è che il match inizierà tra un quarto d’ora se tutto va bene. Arriva prima Goldberg, comunque. Che dopo un circuito di podismo percorso nel backstage arriva finalmente sullo stage per la sua classica entrata. Goldberg si porta sul ring tra i cori del pubblico… più rumoroso ora che nelle quattro ore di show precedente, cinque con il kickoff. Vabbè. E poi arriva lui: The Undertaker. Ingresso classico anche per lui, degno delle migliori occasioni. Introduzioni di Greg Hamilton… si può andare. Nonostante questo match andasse fatto circa venti anni fa e sul ring ora ci siano 103 anni è comunque un momento storico. Si comincia, Goldberg prende in giro la celebre taunt del Deadman. Pugno di Undertaker… SPEAR DI GOLDBERG! Undertaker si rialza… SECONDA SPEAR! E Goldberg schiena, 1…2…NO!!! Goldberg puntava a finirla subito, Undertaker non ci sta. Sit up di Undertaker! Che ora prova la Chokeslam ma non la connette, Roll Up di Goldberg che ora va con una Kneebar. Undertaker riesce a raggiungere le corde, l’arbitro dice a Goldberg di mollare la presa. Serie di pestoni di Goldberg ai danni di Taker che ora viene lanciato all’angolo, viene caricato da Goldberg ma si sposta e Goldberg prende in pieno il turnbuckle. Undertaker si prende un break, il ginocchio deve fargli male… intanto Goldberg si è aperto la ferita che già aveva sulla fronte dato che probabilmente avrà dato la testa nel muro come sempre. Serie di pugni e colpi di Undertaker ai danni di Goldberg che ora subisce un Armbar. Colpo alla spalla di Goldberg, che però viene steso da Undertaker. E ora Undertaker riprende Goldberg per il braccio… e sale sul paletto, Old School a segno! E ora Undertaker vuole la Chokeslam! Goldberg non riesce a stare in piedi e si appoggia alle corde… Chokeslam di Undertaker! Che ora vuole la Tombstone Piledriver… E LA CONNETTE! Mani giunte in petto, 1…2…NO!!! E come Undertaker è uscito da due Spear, Goldberg esce dalla Tombstone Piledriver! E ora si rimette in piedi! Undertaker lo prende a pugni e lo schianta con la testa all’angolo prima di colpirlo ancora in faccia e all’addome. irish Whip, Goldberg evita una Clothesline, Double Clothesline ed entrambi sono a terra. I due si rialzano e iniziano a prendersi a pugni al centro del quadrato, Undertaker sembra avere la meglio. Poi lancia Goldberg all’angolo e va con il suo Corner Splash. E ora solleva Goldberg… Snake Eyes! E si lancia alle corde per il Big Boot successivo… MA SI PRENDE LA TERZA SPEAR DELL’INCONTRO! E ora Goldberg imbraccia Undertaker… JACKHAMMER! Non la connette pienamente ma la connette! 1…2…E NO! Undertaker c’è ancora! Non riesce a rialzarsi… ma Goldberg è pronto a finire l’incontro! Vuole la Tombstone Piledriver! Prende Undertaker ma collassa sotto il peso dell’avversario! Goldberg barcolla, Undertaker ne approfitta… CHOKESLAM! E ora schiena, 1…2…E 3! E Undertaker vince questo first time ever tra due leggende del wrestling!
VINCITORE PER SCHIENAMENTO: THE UNDERTAKER

E sulle immagini di Undertaker che festeggia alla sua maniera, e con Goldberg che rimane mestamente a terra, si chiude questa edizione di WWE Super Showdown 2019 dalle floridissime terre dell'ARABIA SAUDITA.




Tutte le news sul tuo account Facebook con un LIKE! CLICCA QUI
Segui Tuttowrestling.Com sulla nostra pagina Twitter: @Tuttowrestling


   

Questo sito non è in alcun modo affiliato con alcuna organizzazione professionistica.
I nomi dei programmi, dei lottatori e dei marchi WWE e TNA sono proprietà delle rispettive federazioni.
Copyright © 2018 - Tuttowrestling.Com - P. IVA n° 08331011000

Cambia le Impostazioni Privacy

TUTTOWRESTLING HOMEPAGE