TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
blank
blank
blank
 
blank blank
blank
 bulletblank23.2 WWE Planet
blank
 bulletblank23.2 Impact Wrestling Report
blank
 bulletblank22.2 WWE Smackdown Report
blank
 bulletblank23.2 WWE Main Event Report
blank
 bulletblank23.2 WWE NXT UK Report
blank
 bulletblank3.2 We Want You!
blank
 bulletblank21.2 Pro Wrestling Culture
blank
blank
 
blank
blank blank blank
 






 
 
 

La WWE blinda Tampa contro le indy per WM 36


30/03/2019 11:18:21 by Daniele La Spina
 
[Indietro]

Wrestlemania
Continuano a susseguirsi le voci sui tentativi della WWE di bloccare il wrestling indipendente durante i weekend di WrestleMania. Non è un mistero infatti che le federazioni minori organizzino i propri eventi a ridosso di WM e nella stessa città o nei pressi, per catturare il pubblico presente nei giorni dell’evento.

La WWE vorrebbe da tempo arginare il fenomeno e punta a farlo quasi totalmente l’anno prossimo in occasione di WM 36. L’evento si terrà a Tampa, Florida, per la precisione al Raymond James Stadium, ed è probabile che invece NXT TakeOver, Raw, SmackDown se non anche la cerimonia dell’Hall Of Fame, si terranno invece alla vicina Amalie Arena. L’unica altra arena vicina e lo Youengling Center all’interno del campus della University of South Florida (l’ex Sun Dome, sede tra l’altro della Royal Rumble 1995), che ha una capienza massima circa 10.500 posti. Pur essendo virtualmente libero, lo Youengling Center è gestito dalla Vinik Enterprises, che gestisce anche l’Amalie Arena, cosa che renderebbe più facile alla WWE spostare qualche evento minore al Center per occuparlo oppure trovare un accordo con la Vinik Enterprises per non organizzarci nulla nel week-end di WM.

Oltre a queste due strutture, i posti dove poter organizzare bene degli eventi scarseggiano nell’area di Tampa, specie considerando che ormai alcune federazione come la ROH organizzano d’abitudine un evento congiunto ad altri (la NJPW) in questo caso, troppo piccoli da ospitare in piccoli palazzetti da meno di 5000 posti. Per esempio la ROH organizzò un evento all’RP Foundung Center di Lakeland in occasione di WM 33 a Orlando (edizione in cui, di nuovo, la WWE cercò di occupare il maggior numero di strutture con la facilità di avere diversi accordi sul posto) ma il palazzetto, oltre a fermarsi poco sotto i 4000 posto di capienza, è a 35 miglia da Tampa. Resterebbe anche disponibile la University Arena CDC Gym a North Tampa – usata spesso proprio dalla WWE per NXT – ma pur essendo un funzionale centro con molteplici spazi che ben si adatterebbe alla convivenza di convention, attività ed eventi, lascia appena 600 posti all’arena vera e propria, cosa che attirerebbe al massimo promotion minori del panorama indy.

Insomma, forte della situazione la federazione di Stamford sta cercando di fare quello che in parte era riuscita a fare a WrestleMania 31, a San Jose, quando il weekend fu pieno di attività e convention esterne ma gli eventi di wrestling furono limitati all’osso dal momento che il Civic Auditorium e gli altri palazzetti della zona non erano in grado di ospitare grandi eventi di wrestling. Ad esempio quell’anno la ROH organizzò un evento a Redwood City, a 24 miglia di distanza lungo la costa da San Jose.

L’unico evento ad oggi sicuro di riuscire a trovare un posto è il tradizionale Spring Break della Game Changer Wrestling di Joey Janela, il quale in merito – in un’intervista rilasciata a Fightful – si è detto sicuro del proprio posto in loco nel 2020 e che nessuno può “cacciarlo”.