Tommy Dreamer “Non subirò più chokeslam”

Lo scorso 12 luglio, Tommy Dreamer ha lottato in un match contro Lance Hoyt, per la Loe Star Championship Wrestling. Durante la contesa, Dreamer ha subito una chokeslam, cadendo malamente. Alcuni giorni dopo, “The Innovator of Violence” ha scritto un post su Facebook in merito, spiegando che non subirà più questa mossa nei suoi match:

“Nella vita di tutti noi arriva un momento in cui ci accorgiamo di stare invecchiando. Possiamo combatterlo quanto vogliamo, ma succede. E' molto difficile far capire agli atleti che stanno perdendo il loro smalto. Per ironia della sorte, ho visto un documentario su Earl Campbell, famoso giocatore degli Houston Oilers, il cui stile rude lo ha reso celebre. Ha un sacco di problemi alla schiena, e cammina con un bastone fin da quando è stato realizzato il documentario. Campbell dice che dopo essersi curato, era arrivato il momento di prendere una decisione, e così ha radunato la sua famiglia e ha detto loro di aver capito di stare invecchiando e ha deciso di ritirarsi. Beh, in Texas ho subito la mia ultima chokeslam. La mossa è stata inventata da Paul Heyman. Lui l'ha immaginata e l'ha data ad un lottatore chiamato 911. Ne ho prese molte da lui e da Brian Lee, le sue in particolar modo mi hanno reso famoso per il mio lato hardcore. In realtà mi divertiva riceverle. Ne ho subite alcune su sedie, blocchi di cemento, concrete (il pavimento delle arene senza protezioni, ndr.), bidoni della spazzatura, cassonetti, dalla cima di gabbie e della ECW Arena, dovunque. Ebbene, dopo aver subito questa, ho sentito qualcosa di strano. Dolore. E uno scricchiolio. Non è stata colpa di Lance Hoyt, lui ha fatto tutto perfettamente. Semplicemente, ho 44 anni e dopo un match hardcore di 20 minuti il mio livello di sopportazione dei bump da chokeslam è scaduto. Sento dolore dopo gli show della mia stessa compagnia (House of Hardcore, ndr.). Sono arrabbiato con me stesso perchè quando combatto sul ring mi sento ancora di avere anni, ma il mio corpo mi ricorda che di anni ne ho 44, con collo e schiena fratturati. Quindi, grazie Chokeslam, abbiamo avuto un bellissimo rapporto. Ne ho prese da 91, Brian Lee, The Undertaker, Kane, Test, Big Show ed altri che probabilmente ho dimenticato. Guarirò, supererò il dolore, ma la parte più difficile è sapere che la mia carriera da wrestler è sul viale del tramomonto. Nessun rimpianto, mi restano ancora un po' di buoni match. Grazie per la lettura”.

Dario Rondanini
Grandissimo appassionato di wrestling che segue dal 2003, grazie a Tuttowrestling ha avuto la possibilità di vedere dal vivo diversi show WWE e non. Si occupa dei report di Impact Wrestling, ma dà una mano un po' ovunque, anche con editoriali, podcast e news.
15,941FansLike
2,603FollowersFollow

Articoli più letti

Articoli Correlati