Perchè il ritorno di Edge alla Royal Rumble non è stato tenuto segreto?

Nel corso della puntata di Raw di ieri, Edge è apparso in video per annunciare il suo rientro e soprattutto la sua partecipazione alla Royal Rumble di domenica. Edge non era al Thindermome per effettuare l’annuncio, bensì si trovava in North Carolina, dove si sta preparando utilizzando il ring di sua proprietà; ring che abbiamo già visto in occasione del documentario dedicato al suo clamoroso rientro l’anno scorso, dopo nove anni di ritiro per l’infortunio al collo.

Lo stesso Edge ha voluto ricordare il suddetto rientro con un messaggio sui social network:

Un anno fa. Sembra sia passato un decennio, vero? Quello che è accaduto l’anno scorso accade una sola volta nella vita. Non ha senso provare a ricrearlo. Impossibile. Non ho voi lì attorno a me. Quest’anno il mio percorso è differente. Non sono solo contento di poter tornare. Voglio indietro ciò che non ho mai perso, a cominciare da questa domenica

Come mai annunciare il suo rientro?

Diversi fan della WWE hanno criticato fortemente la scelta di annunciare la partecipazione di Edge alla Royal Rumble piuttosto che tenerla segreta. In effetti il suo ritorno a sorpresa, seppur magari non come l’anno scorso, avrebbe effettivamente costituito un momento importante per la Royal Rumble. Nè la presenza di Edge ha dato alcun tipo di beneficio agli ascolti di Raw, non essendo stata annunciata preventivamente.

Ebbene, secondo Fightful, la WWE avrebbe scelto di non mantenere segreta la sua partecipazione per effetto della mancanza di pubblico in occasione della Rumble stessa. Secondo il sito, infatti, qualora ci fosse stato fisicamente il pubblico, la partecipazione di Edge alla Royal Rumble sarebbe stata sicuramente mantenuta segreta. Dovendo invece “accontentarsi” del pubblico virtuale del Thunderdome, la WWE ha preferito effettuare questo annuncio preventivo, provare ad attirare più spettatori alla Rumble stessa.

Redazione Tuttowrestling
La redazione di Tuttowrestling ha ospitato in oltre venti anni di storia tutte le principali firme italiane del settore, inclusi i commentatori televisivi prima su Sky e poi su Discovery.
15,041FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati