La WWE sta pensando alla Royal Rumble in Arabia Saudita?

Analogamente a quanto è successo alcuni mesi fa per Summerslam, la WWE sarebbe alla ricerca di una location dove effettuare la Royal Rumble con il pubblico; tra le idee in considerazione ci sarebbe anche l’Arabia Saudita.

La Federazione, infatti, vorrebbe a tutti i costi che l’evento si disputasse con il pubblico. Si era cercato di ottenere la stessa cosa in estate per Summerlam, senza successo; nè al momento la situazione degli Stati Uniti sembra particolarmente migliorata rispetto ad allora, anzi.

L’ipotesi iniziale

Le indiscrezioni sulla sede originaria della Royal Rumble 2021 parlavano di Seattle, per la precisione il T-Mobile Park di Seattle. Come detto, però, il Covid potrebbe costringere ad una soluzione alternativa. Difficile fare previsioni a così lungo termine, però è parso chiaro che solo un deciso miglioramento potrebbe portare ad avere il pubblico in quel di Seattle.

Le indiscrezioni sulla Royal Rumble in Arabia Saudita

A lanciare l’indiscrezione sul fatto che la WWE stia considerando una clamorosa Royal Rumble in Arabia Saudita è stato il podcast The Dirty Sheets. Secondo loro, la WWE vorrebbe tornare in Arabia nel 2021 per disputare degli eventi; inoltre la situazione legata al Covid sarebbe meno problematica rispetto all’America. Un fattore che la WWE starebbe considerando.

Tra i possibili fattori negativi, invece, ciò che è successo nell’ultima trasferta Araba; diversi problemi mai davvero chiariti, infatti, portarono ad un ritardo del volo di rientro ed un certo malumore tra i wrestler.

La Royal Rumble in Arabia Saudita sarebbe ovviamente un grosso inedito, sebbene ci sia già stato in passato qualcosa di leggermente simile. Per la precisione nell’Aprile 2018 si è già disputato un Royal Rumble match: non dunque il pay per view, bensì solo il tipico incontro che caratterizza lo stesso. L’evento Arabo fu infatti chiamato Greatest Royal Rumble, con il numero record di cinquanta partecipanti all’incontro. Chiaramente il prestigio dell’evento sarebbe ben diverso; basti considerare la differente posta in palio, ovvero il main event di Wrestlemania.

E’ in ogni caso opportuno specificare come al momento si tratti di semplici voci di corridoi. Mai come in questo periodo, infatti, l’evoluzione della situazione è talmente imprevedibile da rendere necessario considerare diverse alternative ed accettare una certa incertezza, specialmente per eventi così a lungo termine.

Redazione Tuttowrestling
La redazione di Tuttowrestling ha ospitato in oltre venti anni di storia tutte le principali firme italiane del settore, inclusi i commentatori televisivi prima su Sky e poi su Discovery.
14,815FansLike
2,615FollowersFollow

Ultime Notizie

Josh Barnett parla delle similitudini tra Raw Underground e Bloodsport

Josh Barnett ha parlato di come Raw Underground si possa essere ispirato al suo show che mischia wrestling e MMA: Bloodsport.

Risultati della quindicesima giornata del G1 Climax 30

Penultima giornata del Blocco A con tre wrestler in testa a pari punti che si giocheranno la vittoria del girone nell'ultimo atto del girone.

Finn Balor è stato operato oggi alla mandibola fratturata

Finn Balor si è sottoposto ad un'operazione alla mandibola, recentemente fratturata nel match contro Kyle O'Reilly a NXT Takeover 31.

Recap completo di tutti gli scambi effettuati a RAW

Tutte le pick della seconda serata dedicata al WWE Draft annuale, con le scelte operate dai due brand durante Monday Night Raw.

Articoli Correlati