Eli Drake parla di Drew McIntyre e un approdo a NXT

Eli Drake ha recentemente parlato con Hidden Remote di vari argomenti. Ecco cosa ha detto il wrestler GFW:

Sul successo di Drew McIntyre:

“È difficile ridurlo solo a questo. Conoscendolo personalmente, so che lottava in una città diversa ogni notte se non ogni settimana. È stato davvero folle vedere quali fossero i suoi impegni perché sarebbe stato in Europa, poi in Australia, poi da qualche altra parte. Penso che questo gli abbia permesso di continuare a rimanere visibile ma, ovviamente, lui era anche in TV da noi ogni settimana facendo un ottimo lavoro, quindi penso che anche questo lo abbia aiutato ad ottenere il rispetto di molti, ma ovviamente hanno contribuito anche le sue date nelle indy, è una cosa che non gli si può togliere. Questo dopo quel periodo nei 3MB, e io non ne ho visto molto, ma da quello che ho visto era una cosa ridicola. Ora, almeno due dei tre sembrano essere arrivati a qualcosa. Jinder è il WWE Champion e Drew sta combattendo per l'NXT Championship. Quindi si, il suo lavoro ad Impact e il suo lavoro nelle indies l'hanno fatto migliorare, l'hanno reso uno serio a differenza di quelle idiozie che stava facendo nei 3MB.”

Se ritornerebbe ad NXT:

“Direi che è un opzione, un opzione di cui si è parlato. Questo non è il momento giusto e l'offerta non è quella giusta. Mi piace stare dove sono e la libertà che ho. Vengo pagato decentemente dove sono, mi piace anche questo. Ci sono state delle opzioni per passare a far altro. Senza dire troppo, nessuna di queste opzioni mi è piaciuta abbastanza da convincermi ad andarmene. Fortunatamente, ho formato delle relazioni forti all'interno della compagnia in cui sto, quindi chissà cosa ci sarà nel mio futuro. A questo punto, il mio obiettivo è rendere la GFW il più grande possibile, insieme alle 30 o 40 persone che saranno al mio fianco. Non sono tanto concentrato sul competere in WWE, ma piuttosto iniziare ad arrivare a quel livello e ad avere più occhi su di noi. Non mi preoccupo sull'arrivare lì o niente del genere. Per me, un successo persino più grande dell'andare in WWE sarebbe raddoppiare il pubblico della compagnia in cui mi trovo ora, triplicarlo, quadruplicarlo. Questo per me sarebbe un successo più grande dell'andare da qualunque altra parte. Passare dal fondo in cui eravamo qualche anno fa, con persone che ci dicevano che saremmo falliti, ad arrivare a riprenderci e a risollevarci sarebbe più incredibile di qualunque altra cosa potrei fare lì.”

Davide Palmieri
Aprile del 2005, Italia 1, Fatal-4 Way Match tra JBL, Kurt Angle, Booker T e Big Show. Quest'ultimo colosso mi impressiona da subito, ed ancora di più mi impressiona che i tre nemici debbano allearsi per metterlo fuori gioco, scaraventando su un tavolo. L'inizio di un amore travagliato col wrestling che dura ancora oggi. Sono un newsboard di TuttoWrestling ed in precedenza editorialista riguardo Impact Wrestling.
15,654FansLike
2,632FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati