TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
 
 17.10 WWE Smackdown Report
 16.10 WWE Raw Report
 16.10 BOUND FOR GLORY 2018 REPORT
 15.10 Wrestling Cafe
 14.10 WWE Planet
 15.10 Impact Wrestling Report
 15.10 Lucha Underground Report
 
 







 
 
 
WWE PLANET #778  
by Aldo Fiadone
 


Dopo l'accurata analisi di Gioacchino Cimino sulle superstars e pi in generale sulla gestione di Monday Night RAW fatta nel precedente numero del WWE Planet, rieccoci con il pi longevo ed importante editoriale di Tuttowresting.com, questa volta in compagnia del sottoscritto, Aldo Fiadone, per parlare dell'altro show della federazione di Stamford, SmackDown Live.





Come sempre, prima di entrare nel dettaglio, se avete dei consigli o delle critiche da muovermi, o se semplicemente volete scambiare qualche opinione, scrivetemi pure allindirizzo aldofiadone@gmail.com; sar mio piacere leggere ogni vostra parola.

Questi primi due mesi post WrestleMania non sono stati nulla di eccezionale in casa WWE, a RAW continuano ad esserci svariati buchi da tappezzare, SmackDown Live invece ancora un adolescente confuso che delle volte ci regala perle di episodi, altre volte cade in basso andando di pari passo con il compagno rosso.
Lo spettacolo del marted sera ha bisogno di trovare una strada fatta di gestione sana e di percorrerla in modo continuo, con la speranza che non si incappi in asfalti simil a quelli del comune romano (Chiedo perdono, ma la metafora-battuta in questione era d'obbligo).

Mettendo da parte il feud tra AJ Styles e Shinsuke Nakamura che forse il flop dell'anno, mi intriga parecchio la situazione con protagonista il titolo femminile.
Ora, per quanto Carmella sia poco brava sul ring e per quanto non sopporti il fatto che abbia dovuto sottrarre il titolo a Charlotte Flair dopo la straordinaria vittoria di quest'ultima su Asuka, non posso non ammettere che il lavoro svolto finora da The Princess of Staten Island una delle note maggiormente positive dello show.
I suoi promo con annesse frecciatine ad Asuka mi stanno divertendo e anche se consapevole di una sua sconfitta nel prossimo PPV, reputo positivo il suo stint da campionessa a differenza delle mie aspettative e rabbie iniziali. D'altronde questo che un heel fatto bene dovrebbe fare, farci arrabbiare tirandogli addosso le nostre peggiori offese.
Attenzione a Mandy Rose, la compagnia vuole proteggerla e renderla la Trish Stratus del nuovo millennio, il potenziale c' e credo che ci riusciranno sul serio e lo spazio concessole nelle ultime due settimane fa ben sperare.
Restando collegati alla divisione femminile, molto interessante il match tra Charlotte Flair e Becky Lynch dell'ultima settimana, in particolare la vittoria dell'irlandese in modo pulito mi ha spiazzato. Importante push in arrivo per Becky con successivo turn heel di Charlotte? Vedremo.

Continua a non convincermi la gestione di Rusev e del suo tifatissimo, purissimo, lievissimo, trashissimo Rusev Day.
La partecipazione di Lana e Aiden English, cos come il successivo six-man tag team match non ci hanno consegnato nulla tra le mani se non che la strada per tornare grandi ancora lunga.
Che poi bisogna capire se privatamente lui soffra questa gestione o se invece ne trae divertimento o cose simili, in molti citano la seconda, io non riesco a crederci considerando che lui stesso pens di fare le valigie andando a lottare altrove.
Resta una sola certezza, a differenza di Vladimir Kozlov dieci anni fa, Rusev funzionava bene quando era una personaggio SERIO.

La Tag Team division stata rafforzata grazie alla seconda edizione dello Shake Up e finalmente vediamo il Club lottare per ambizioni serie come appunti i titoli della categoria.
Seppur per apprezzare pienamente il tutto bisogna fornirsi di memoria corta, adesso questa categoria torna seriamente a respirare aria buona e non vedo l'ora di poter assistere ad un feud titolato tra Club e The Bar... C' parecchia carne da mettere sul fuoco.

Se c' un punto positivo, ve ne un altro negativo e la figura di Big Cass un altra dimostrazione di quanto siano negative le scelte fatte da Roadd Dog (Booker dello show ndr).
Come ho gi detto in precedenza, Cass non avrebbe mai dovuto affrontare Bryan bens doveva ricevere un mini push per consolidarlo prima nel mid-upper carding e successivamente concedergli match con personaggi importanti come il leader dello YES Movement!. Per fare questo c' bisogno di crescita e, come con Roman Reigns Ma con concetti totalmente diversi dato che l'intenzione della WWE non quella di rendere Cass un volto della compagnia hanno deciso di tagliare le tappe invece che gestire le cose con calma.

Gli ultimi due episodi di SmackDown Live sono stati nettamente superiori a quelli di RAW, ma secondo voi cosa serve davvero allo show blu per tornare o addirittura superare gli anni della Land of Opportunity? E di cosa ha bisogno RAW per tornare ad essere lo show di wrestling #1 al mondo?
A riguardo, sar un piacere leggere i vostri commenti con le eventuali risposte a questi due importanti quesiti.

Anche per questo numero tutto, l'appuntamento con il WWE Planet per la prossima settimana in compagnia di Gioacchino Cimino e tra due settimane con il sottoscritto.
Qualora vogliate restare in mia compagnia, vi segnalo l'Impact Planet della prossima settimana con tutti gli aggiornamenti inerenti le vicende e la gestione degli atleti di Impact Wrestling.
Concludo ringraziando voi lettori per la dedizione con la quale ci seguite quotidianamente.

Have A Nice Day :)




Tutte le news sul tuo account Facebook con un LIKE! CLICCA QUI
Segui Tuttowrestling.Com sulla nostra pagina Twitter: @Tuttowrestling



Al momento non ci sono commenti

   

Questo sito non in alcun modo affiliato con alcuna organizzazione professionistica.
I nomi dei programmi, dei lottatori e dei marchi WWE e TNA sono propriet delle rispettive federazioni.
Copyright 2018 - Tuttowrestling.Com - P. IVA n 08331011000

Cambia le Impostazioni Privacy

TUTTOWRESTLING HOMEPAGE