TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
blank
blank
blank
 
blank blank
blank
 bulletblank3.4 Pro Wrestling Culture
blank
 bulletblank3.4 The Other Side
blank
 bulletblank3.4 WWE NXT Report
blank
 bulletblank3.4 WWE NXT UK Report
blank
 bulletblank2.4 Bet on her - BET ON... SHOTZI BLACKHEART?
blank
 bulletblank1.4 TW Risponde
blank
 bulletblank31.3 WWE Raw Report
blank
blank
 
blank
blank blank blank
 






 
 
 

WWE PLANET #808

by Gioacchino Cimino
 


Ciao a tutti amici di Tuttowrestling, benvenuti! Questo è il WWE Planet, Gioacchino Cimino per voi, nella seconda edizione dell'anno del nostro editoriale! L'anno in WWE è iniziato assolutamente con il piede giusto: show godibilissimi, match annunciati e preparati in maniera giusta finora.




Ma.. fattore primario, la scesa in campo di qualcuno che ha saputo dare una spinta a uno show che stava cadendo in disgrazia: parlo di Triple H, chi sennò?

It has been a while, Seth
Son bastati 6 minuti di promo a capovolgere completamente uno show? Se nel promo metti Triple H e due microfoni, si! Triple H ha messo in campo quello che intorno a un tavolo si sarà detto con i suoi collaboratori, con team booking e wrestler migliori. Raw aveva ed ha bisogno di un “fresh start”, di tornare a puntare su quello che lo ha reso grande: aggressività, intensità. Ebbene, gli ultimi due show (ultimo del 2018 e primo del 2019) hanno portato in scena proprio uno spettacolo basato su queste caratteristiche. Le parole di HHH a Seth Rollins hanno espresso perfettamente lo stato d'animo che forse ogni fan WWE aveva in questo momento verso la compagnia; parto dal fatto che se la WWE ha tutti quei fan sparsi in giro per il mondo è per qualche motivo, per uno spettacolo di altissimo livello, per superstar che tirano fuori di sé il meglio e lo fanno perché hanno gusto per quello che fanno ed amano il proprio lavoro. Non è di certo perché le TV le danno attenzioni “non meritate” rispetto ad altre compagnie o perchè Vince McMahon ha ammazzato il mercato a fine anni '90.



Il veicolo è stato proprio Seth Rollins. Triple H ha parlato a lui riferendosi all'intero roster, parlando come un fan idealmente parla alla WWE. Non aspettarti regali, se c'è qualcuno o qualcosa di migliore, io preferirò questo qualcuno o qualcosa.
A tal proposito, condivido e riprendo il discorso fatto da Daniele scorsa settimana su queste righe: la WWE non può e non deve cullarsi e direi che se ne sono resi conto anche a Stamford.

Ho rivisto quel promo una decina di volte, non è solo quello che HHH dice ad aver tirato fuori il meglio da Seth, ma anche il come lo dice. Non c'è nessuno al mondo capace di tenere un promo come lo tiene lui e di agire senza eclissare nessuno, come fa lui. Seth è una superstar eccezionale, ha tenuto alla grande nel promo con Hunter, ha ribaltato la situazione ed ha trascinato Raw anche questo lunedì.
Seth può e deve secondo me trascinare lo show, sempre! Penso sia la superstar più completa in quel di Raw e probabilmente nell'intero roster WWE e lo ha mostrato proprio nelle due settimane che precedono questo Planet. Ora, dopo la sconfitta contro Dean Ambrose, per mano dell'intervento di Bobby Lashley, vedremo se proseguirà nel tentativo di riprendersi il titolo IC, se si iscriverà alla Rumble per avere davvero Brock Lesnar o se la sua strada sarà diversa. Ad ogni modo, indipendentemente da avversari e titoli in palio, se Seth funziona, il main event non può prescindere da lui. E se Seth è a questi livelli, Raw è in una botte di ferro.

Ma l'intervento del Cerebral Assassin ha aiutato solo Seth? Assolutamente no, tutto lo show ha avuto, per me, un'impennata assurda in termini di interesse. Parlo di un Bobby Lashley rimesso, anche se indirettamente, al centro delle attenzioni; parlo di un livello medio generale che mi sembra più alto.

Altra novità del 2019?
***Breaking News*** Cori per John Cena



John torna a farsi vedere, prima a Smackdown e poi a Raw; quindi si iscrive alla Royal Rumble. Ovvio che non mi aspettavo boo per lui, però mi ha fatto sorridere sentire i cori “Cena Cena”.
Di una cosa mi sono però dispiaciuto: sostanziale incapacità di Drew McIntyre di mettere del suo nel promo con John nell'ultimo Raw. Ha inciso zero, ha raccontato davvero qualcosa che tutti sapevamo avrebbe raccontato ed ha, a mio parere, perso una grande occasione per essere molto incisivo. È ovvio che se fosse forte al microfono tanto quanto lo è nel ring avrebbe già quattro o cinque titoli mondiali alle spalle; sappiamo che la sua arma principale non è quella, però in quel momento avrebbe potuto fare un salto di qualità. Se paragono i momenti che lui questo lunedì ed Elias un anno fa hanno avuto contro John Cena, il chitarrista vince 12-0!

Intanto prende forma la Royal Rumble. Abbiamo i primi iscritti ufficiali. Abbiamo l'ufficializzazione anche dei quattro match per i titoli maggiori, maschili e femminili, dopo che Becky Lynch e Sasha Banks si sono guadagnate la palma di first contender. Rispetto ai titoli mondiali, completando il discorso su Raw, mi soffermerei su Brock-Braun.
Feud che stenta a decollare, ancora una volta. Il promo dell'ultima puntata di Raw è stato bello. Apprezzo il fatto che i due non si tocchino (i rumors dicono per preservare Braun) e che provino a dirsi qualcosa al microfono, a raccontare qualcosa che possa far alzare il livello della loro faida. Ora, se settimana prossima riavremo l'onore di avere Brock Lesnar a Raw, si potrà continuare su questa strada, ma se saremo costretti ad avere un'altra pausa, allora difficilmente ci sarà questo salto di qualità. Sento che un po' tutti, WWE compresa, non diano alla sfida la rilevanza che il titolo massimo, con due stelle così in gioco, meriterebbe di avere. Non è di certo colpa nostra se manca quel qualcosa che creerebbe hype intorno al match; ma il semplice fatto di non tenere i due né nel main event, né in apertura di show, continua a sottolineare il tentativo di “screditare”, da parte del team booking stesso, Brock Lesnar. Questo nell'ottica di renderlo ancor più odiato dal WWE Universe, favorendo indirettamente a costruire un campione credibile ed inattaccabile. Vedremo come evolverà lo show nelle prossime settimane verso la Rumble, ma mi auguro che anche fra i due si possa alzare la qualità, come per il resto dello show.

Ci siamo concentrati su Raw in questa edizione del WWE Planet, per capire come lo show rosso abbia reagito al momento che ha rappresentato forse uno dei più magri dei suoi 26 anni di storia. Pollice decisamente in alto per la costruzione delle ultime due settimane, a mio avviso, per i motivi analizzati. È necessario continuare su questa strada e dare una decisa spinta a cosa accade intorno al titolo mondiale. È una risorsa troppo importante; è imprescindibile per costruire uno show di alto livello.
Detto questo, è tutto per oggi, cari lettori di Tuttowrestling. Grazie per l'attenzione e l'appuntamento è come sempre per settimana prossima, sempre qui, su queste righe! A presto!





Tutte le news sul tuo account Facebook con un LIKE! CLICCA QUI
Segui Tuttowrestling.Com sulla nostra pagina Twitter: @Tuttowrestling