WWE RAW  (25.12.06) – Baghdad , Iraq Speciale Tribute To The Troops

Per il quarto anno consecutivo la WWE ha deciso di portare sostegno alle truppe americane attualmente impegnate nella battaglia contro il terrorismo in Afghanistan e in Iraq. Per la seconda volta siamo a Baghdad e wrestler da tutti e 3 i brand (Raw, SmackDown! e ECW) sono qui per dare un paio d’ore di spensieratezza e divertimento ai soldati che non possono essere a casa durante le feste natalizie. Da Camp Victory, Baghdad, io sono Erik “Dead Weight” Ganzerli, benvenuti al WWE Tribute to the Troops report!!!

Sulle note di “The Great Divide” di Scott Sapp apriamo lo show con il WWE Champion John Cena che arriva a bordoring per il primo match della serata che lo mette di fronte alla “Rated R” Superstar Edge!!! I soldati presenti sono tutti per John Cena e si parte…clinch tra i due, side headlock takeover poi di Cena che porta a terra l’avversario…tenta di uscire dalla situazione Edge ma Cena mantiene il controllo della situazione e modifica la sua presa in una headlock. Edge riesce finalmente a uscire dalla presa e a riprendere il controllo del match, ma Cena lo stende con un hiptoss…1…2…no!!! Serie di destri di John Cena, tentativo di blocco stile football all’angolo ma Edge con un gran DDT rovescia ancora le sorti della contesa…Cena all’angolo, chop da parte di Edge che poi prosegue con dei pugni nei confronti del campione WWE…all’angolo ora, 10 pugni tentati da Edge ma Cena sguscia via e lo fa sbattere con il volto contro il paletto!!! Irish whip di Cena su Edge, blocco stile football e tentativo di schienamento…1…2…no!!! Scambio di colpi ora tra i due ma Edge ha il sopravvento per il dispiacere dei soldati presenti allo show…alle corde ora John Cena, di nuovo scambio di pugni con Cena che è sull’apron ora…Cena sul paletto ora ma Edge lo afferra e lo spinge fuori ring con il campione WWE che atterra malamente sui tappetini…baseball slide poi di Edge su Cena che tentava di rientrare nel ring…Cena in difficoltà mentre andiamo in pubblicità!!! Torniamo in onda con Cena bloccato in una body scissors da Edge, col campione WWE che dopo lunga fatica riesce a uscire e a stendere l’avversario credo con un side suplex…entrambi a terra poi Edge stende Cena con una gran clothesline e esce a prendere una sedia…rollup di Cena!!! 1…2…no!!! Half nelson slam da parte di Edge…1…2…no!!! Edge ancora…spinning heel kick!!! 1…2…no!!! Edge comincia a spazientirsi e blocca Cena nella Camel Clutch, appropriata come giustamente fa notare Jim Ross al commento visto che siamo in Iraq…Cena tenta la reazione e si rialza per poi cadere all’indietro portando il suo peso su Edge…scambio di pugni tra i due, Cena prende poi il sopravvento e parte al contrattacco…clothesline, running shoulder block e protobomb!!! “You can’t see me”, Five knuckle shuffle e ora tutto è pronto per la F-U…Edge evita però, Edgecution o Implant DDT!!! 1…2…no!!! Edge sale sul paletto, Cena lo raggiunge e se lo carica in posizione di F-U ma Edge evita ancora con una variante dell’Electric Chair!!! Edge chiama la Spear…a vuoto all’angolo e Cena se lo carica sulle spalle…F-U!!! 1…2…3!!! John Cena si aggiudica il match d’apertura del “Tribute to the Troops”!!!

Vediamo un filmato in cui Lilian Garcia presenta George W.Casey Jr., ovvero il comandante generale della missione multi-nazionale in Iraq che si complimenta e ringrazia la WWE ancora una volta per esser venuta dai soldati, ringraziando poi ancora una volta questi ultimi per il loro impegno senza sosta in questa difficile zona.

Dopo i saluti del reggimento n.410 vediamo un breve filmato che ricapitola parte del tour delle superstar WWE nelle varie basi americane dislocate in Iraq sulle note di “Happy Christmas (war is over)” di John Lennon, seguito dai saluti alle famiglie e ai fans di tutto il mondo di CM Punk e Shelton Benjamin che si affronteranno nel prossimo match, al rientro dalla pubblicità!!!

E torniamo in onda con il match annunciato poco fa: C.M. Punk affronta Shelton Benjamin, già sul ring…Punk mette subito a malpartito l’avversario, nuovo clinch e nuovi scambi veloci tra i due con Benjamin che tenta di prendersi un time out fuori ring…Benjamin tenta la fuga ma Punk lo va a prendere riportandolo sul quadrato…pugni all’angolo di Punk su Benjamin che evita all’angolo uno splash con Punk che incoccia malamente con la spalla contro il sostegno…Hammerlock slam da parte di Benjamin che poi applica una presa di sottomissione al braccio e alla spalla sinistra di C.M. Punk…tenta di rialzarsi Punk ma Benjamin mantiene ben salda la presa…Punk riesce finalmente a rialzarsi e tenta di riprendere il controllo della contesa…pugni e ginocchiate da parte di C.M. Punk, splash all’angolo e running bulldog!!! 1…2…no!!! Punk sale sul paletto ma Benjamin lo raggiunge con grande agilità stendendolo con uno snap superplex!!! Punk lanciato all’angolo…Benjamin manca lo Stinger Splash, rollup di Punk!!! 1…2…3!!! C.M. Punk si aggiudica la vittoria!!!

UP NEXT: Undertaker vs Johnny Nitro!!!

Il gruppo diCamp Scania da Ali Ansalem in Iraq ci saluta e ci fa gli auguri di buon Natale inscenando poi un match…”Don’t try this at home”, kids!!!

E come detto Johnny Nitro, accompagnato al solito da Melina, affronta Undertaker!!! Scambio di pugni subito tra i due con Nitro che poi blocca l’avversario all’angolo…che però abbranca al collo Nitro e lo porta a sua volta all’angolo stendendolo con dei gran destri…Taker ancora porta Nitro all’angolo poi gli torce il braccio sinistro e va “old school” con la camminata sulla terza corda…Undertaker chiama la Last Ride Powerbomb ma Nitro evita finendo poi fuori ring…guillotine di Nitro su Taker che però reagisce a un assalto dell’avversario con una gran clothesline!!! Snake Eyes da parte di Undertaker che chiama la sua chokeslam…che va a segno!!! Manca solo una cosa ora…TOMBSTONE PILEDRIVER!!! 1…2…3!!! Undertaker dominante come al solito…la vittoria è sua!!!

Torniamo con le immagini a prima dell’inizio dello show quando Lilian Garcia ha eseguito l’inno nazionale americano di fronte ai soldati rigorosamente sull’attenti…

Nuovamente da Camp Victory coi saluti di Carlito, Torrie Wilson, Lilian Garcia e un altro gruppo di soldati, seguito da un filmato che ci mostra le attività dei soldati, incluso lo sminamento della zona. Passiamo poi a vedere un incredibile filmato di quanto avvenuto alle 13.30 del 7 dicembre, il giorno prima della registrazione dello show…un attacco di mortaio con una esplosione a circa 200 metri dal luogo dello show…14 soldati sono rimasti feriti e ciò ancora una volta dimostra quanto questa sia tuttora una zona di guerra e con tutta la sicurezza che puoi avere l’imprevisto, a volte purtroppo anche tragico, è sempre in agguato.

Bobby Lashley e Hardcore Holly si stanno preparando…saranno di fronte tra poco, al rientro dalla pubblicità!!!

Altri auguri da parte del gruppo di Camp Delta, da Al Kut, ma andiamo a bordoring per il match tra il campione ECW Bobby Lashley e Hardcore Holly!!! Collar-elbow tie-up e break all’angolo chiamato dall’arbitro…nuovo clinch poi Military Press da parte di Lashley con Holly che atterra malamente a terra. Nuovo clinch, prova di forza anzi tra Lashley e Holly con quest’ultimo che colpisce l’avversario con dei calci all’addome…niente da fare però con Lashley che riprende il sopravvento…delayed vertical suplex che va a segno…1…2…no!!! Holly fuori ring ora, Lashley lo raggiunge ma Holly ne sbatte il capo contro gli scalini tentando di rovesciare le sorti della contesa…Holly ora, pestoni sull’avversario che viene bloccato poi in una presa al collo e al braccio sinistro…Holly interrompe poi la presa e modifica la sua offensiva nei confronti dell’avversario…di nuovo presa di sottomissione ora al braccio sinistro di Lashley che però spinge via l’avversario e lo stende con un belly to belly suplex!!! Reverse elbow di Bobby Lashley che poi stende più volte l’avversario e chiama il sostegno del pubblico…Torture Rack di Lashley seguito da un kneedrop…1…2…no!!! Holly tenta la reazione, chop all’angolo su Lashley…Holly va per l’Alabama Slam ma Lashley evita e connette con il Dominator!!! 1…2…3!!! Bobby Lashley si aggiudica questo match!!!

Vediamo un filmato in cui viene intervistato un capitano del nuovo esercito che sta tentando di prendere il controllo delle operazioni in Iraq con l’ausilio dell’esercito americano in attesa di essere pienamente autonomi e essere in grado di mantenere il controllo della situazione autonomamente.

Dopo un messaggio da parte di Chris Masters che offrirà più tardi la possibilità a un soldato di rompere la sua Masterlock vediamo un altro recap del tour delle superstar WWE nelle basi americane in Iraq, inclusi ospedali dove sono ricoverati soldati feriti in battaglia.

UP NEXT: Umaga vs Jeff Hardy!!!

Altri soldati ci portano i loro auguri (stavolta è il 447 AEG dalla base aerwa Sather) ma andiamo a bordoring per l’annunciato match tra Umaga e Jeff Hardy…si parte, evita una clothesline Hardy, sunset flip di quest’ultimo ma Umaga resta in piedi…manca una sit-down splash Umaga e Hardy lo stende con un dropkick…Umaga ora fuori ring, Hardy si lancia su di lui ma viene abbrancato e sbattuto con violenza contro gli scalini…si torna nel ring, Umaga con un gran headbutt prosegue il suo assalto con Hardy che tenta la reazione ma subisce un gran Samoan Drop da parte della persona che affronterà John Cena a New Year’s Revolution per il titolo WWE…Umaga sale sul paletto, va per uno splash ma Hardy evita all’ultimo salvandosi…clothesline di Hardy che tenta con un dropkick di buttare a terra l’avversario…Whisper in the Wind e Umaga è al tappeto!!! 1…2…no!!! Umaga sembra però pronto alla Samoan Spike ma Hardy è più lesto…Twist of Fate!!! Jeff sale sul paletto, va per la Swanton Bomb…Umaga alza le ginocchia all’ultimo e si salva!!! Hardy viene posizionato all’angolo e Umaga lo colpisce con il running splash!!! Hardy è praticamente KO in piedi…Samoan Spike!!! 1…2…3!!! Umaga conserva l’imbattibilità anche nel “Tribute to the Troops”!!!

Art Myers, direttore di Armed Forces Entertainment, presenta il successo dell’iniziativa “A million thanks” finalizzata a portare 1 milione di lettere di saluti dagli americani ai soldati americani…l’iniziativa è proseguita per far arrivare una lettera per ogni soldato e oggi Myers presenta la 2.600.000esima lettera a un soldato in rappresentanza di tutti i soldati americani.

Carlito si intrattiene con un soldato donna porgendole la sua mela ma tra poco sarà in azione contro Randy Orton!!!

Di nuovo a Camp Victory per l’annunciato match tra Carlito e Randy Orton…si comincia, subito all’angolo con Carlito che colpisce Orton con 10 pugni e procede poi ad applicare un armbar al centro del ring…Orton con una ditata negli occhi e un gran standing dropkick!!! Serie di kneedrop da parte del “Legend Killer” che poi applica una reverse headlock da cui Carlito, con fatica, riesce a uscire con un backdrop…si rialzano i due, scambio di pugni e clothesline da parte dell’atleta caraibico…lancio alle corde ora…springboard back elbow da parte di Carlito!!! 1…2…no!!! Orton tenta la reazione con una backbreaker e poi si prepara per l’RKO…che però viene evitata!!! Back cracker…no!!! Orton si aggrappa alle corde e resiste tentando un pin coi piedi sulle corde…rollup a sua volta di Carlito che si aggrappa al costume di Orton…1…2…3!!! Carlito si aggiudica il match per la rabbia di un furioso Randy Orton che se la prende con l’arbitro…Carlito è il nostro vincitore!!!

Dopo un filmato in cui vediamo come è stata allestita la zona che ha ospitato lo show vediamo nientemeno che Babbo Natale che si dirige verso il ring!!! Babbo Natale ha un bel po’di regali per i soldati…sottoforma di Torrie Wilson, Maria e Krystal!!! Le 3, con l’aiuto di Babbo Natale (a.k.a. JBL) distribuiscono t-shirt e altri regali ai soldati presenti a Camp Victory ma Chris Masters decide di interrompere le procedure e salire sul ring per un’edizione speciale della Masterlock Challenge…Masters dice che odia il Natale e non crede a Babbo Natale e dopo aver irriso le truppe cambia idea e sfida Babbo Natale alla Masterlock Challenge!!! Una sedia arriva sul ring, Masters fa sedere il suo particolare avversario e inizia la Masterlock Challenge!!! Babbo Natale tenta la reazione ma ben presto deve soccombere…anche a Natale la Masterlock è inviolata, Chris Masters è il vincitore e irride il suo avversario al microfono chiedendo a qualche soldato di salire sul ring con lui…Masters chiede il soldato più grosso e cattivo che ci sia in zona e sceglie un soldato che sarà 20 centimetri più basso e almeno 40 kg più magro…Josè Avila si chiama e la Masterlock Challenge ha inizio…e in pochi secondi anche Avila è costretto a soccombere, o almeno così sembra destinato a essere se JBL non si togliesse gli abiti e colpisse con un big boot Masters con la presa che viene rotta dal soldato!!! La Masterlock è rotta, JBL finisce l’opera con una Clothesline from Hell!!! JBL festeggia con le Divas mentre noi andiamo a chiudere questo “Tribute to the Troops” con un filmato che ricapitola tutta la visita della WWE a Baghdad.

15,040FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati