WWE Main Event Report 29-05-2013

Puntata canadese di Main Event, in onda infatti da Edmonton, in Alberta! Josh Matthews, Ricardo Rodriguez e The Miz al commento, e partiamo da un recap di Raw che riguarda proprio The Miz, arbitro speciale nel match fra Fandango e Wade Barrett.

Battaglia inglese nel primo incontro, che mette di fronte:

SHEAMUS VS WADE BARRETT

Inizio in sostanziale equilibrio fra due pesi massimi, prima di una prima folata di Sheamus, che dopo una serie di colpi messi a segno obbliga l'avversario a ritirarsi precipitosamente fuori ring, dove ovviamente non manca qualche ruggine, per ora solo verbale, con The Miz per quanto successo a Raw.

Tornati sul ring Sheamus prova un suplex, Barrett lo ferma ma al secondo tentativo la mossa va a segno, ma non vale lo schienamento decisivo. Pugni all'angolo di Sheamus, interviene l'arbitro, lrlandese prova una valanga ma Barrett alza un piede e ribalta la situazione. Braccio teso di Barrett che spedisce l'avversario fuori ring, prima della pubblicità.

Al rientro è ancora l'ex leader del Nexus in controllo, con una reverse chin lock. Rivediamo intanto che durante la pausa Sheamus è stato spedito contro i gradoni; Barrett colloca poi l'avversario sul paletto, facendolo poi cadere a suon di colpi con l'avambraccio. L'irlandese però riesce a reagire poco dopo, ma gli è di nuovo fatale il paletto, dove mancando una carica finisce col colpire il ring con il braccio già indolenzito.

Barrett è davvero pienamente in controllo, Sheamus viene ancora una volta spedito fuori ring senza tanti complimenti e colpito poi con un elbow drop sfruttando l'apron ring come “trampolino”. Barrett riposiziona l'avversario nel ring e prova lo schienamento, ma il conto si ferma a due. Altri colpi dell'inglese, che poi sale sul paletto per chiudere, ma Sheamus si scansa e finalmente reagisce, poi a sua volta sfrutta lui il paletto per uno shoulder block, ma anche in questo caso il successivo conto è solo di due. Poco dopo prova a cambiare strategia e puntare alla sottomissione con la cloverleaf, ma Barrett riesce a raggiungere le corde obbligandolo dunque a mollare la presa. Barrett reagisce con un violento calcione e successivo conto di due, poi va per la Wasteland ma Sheamus riesce a scappare, e mette a segno la white noise!

Tutto sembra pronto per il brougue kick.. Sheamus parte, ma Barrett evita, e mette a segno la Blackpool slam! 1…2.. solo due! Azione senza soste fra i due, che continuano a scambiarsi colpi: prima l'irlandese sembra avere la meglio, ma poi Barrett riiesce a sottrarsi e mettere a segno la Wasteland! Anche stavolta però il conto è solo di due. Barrett allora va per il bull hammer, Sheamus evita, posiziona l'avversario fuori ring e colpisce con le sue poderose e rumorose mazzate sul petto! Sheamus poi prova a caricarsi l'avversario, che però si libera con delle gomitate e sbatte l'irlandese contro il sostegno del ring! Barrett ripete subito dopo la mossa, ma letteralmente dal nulla Sheamus trova la forza per un'ultima reazione sottoforma di brogue kick, che vale lo schienamento decisivo.

WINNER: SHEAMUS

Gran bel match fra i due, e non manca qualche sfottò di The Miz verso l'inglese, addirittura salendo sul tavolo di commento.

Altro Raw Rebound, questa volta dedicato a Ryback e John Cena, al termine del quale Rodriguez dichiara che secondo lui sarà proprio Cena a vincere.

Dopo l'annuncio di Randy Orton vs Dean Ambrose a Smackdown ed un nuovo recap di Raw, con la sfida di Chris Jericho a CM Punk, veniamo al secondo match:

JUSTIN GABRIEL VS ANTONIO CESARO

Inizio tutto a favore di Gabriel, che grazie alla maggiore velocità riesce con un head scissor a spedire fuori l'avversario, per poi colpirlo con lodevole spettacolarità dall'apron ring e riportarlo nel quadrato.

Il suo momento però dura poco, Cesaro rientrando scappa verso il lato opposto ed esce di nuovo, salvo poi tirare con forza il braccio dell'avversario contro la corda più alta. Ora è lo svizzero (o tedesco?) ad avere il pieno controllo, provando anche uno schienamento prima di una presa più statica. Gabriel prova a reagire con una jawbreaker ed un crossbody, senza però ottenere il conto di tre. Altra speyttacolare manovra di Gabrie, ovverouno springboard moonsault che culmina in una inverted DDT, ma anche stavolta il conto è solo di due.

Gabriel prova ora la 450 splash, Cesaro reagisce e fa cadere al tappeto l'avversario, e dopo qualche ulteriore tentativo di fuga dello stesso mette a segno la Style Neutralizer che vale il conto di tre!

WINNER: ANTONIO CESARO

Ultimo match della serata, ovvero

3 MEN BAND VS R-TRUTH & TONS OF FUN

Iniziano Slater e Clay: il primo con agilità evita il clinch e si esalta, salvo però subire subito dopo un poderoso braccio teso. Entra Tensai, doppio back elbow, e superfly dell'ex Albert, che vale uno schienamento che però non arriva al tre. McIntyre prova a interferire con un calcio, Tensai prova a fargliela pagare ma si espone alla reazione di Slater, che riesce anche a dare il cambio. Rapida sequenza di tag fra i three man band, ma poi Mahal sbaglia un elbow drop, permettendo ad R-Truth di prendersi il tag. Truth è scatenato, Mahal è in difficoltà e viene salvato nello schienamento dall'interfenza di McIntyre e Slater, che però vengono spazzati via poco dopo dai Tons of Fun.

Terribile situazione per i tre heel, con Mahal praticamente da solo, che viene letteralmente schiacciato dai due pesi massimi per poi subire la Lie Detector di Truth che vale il contro di tre!

WINNERS: R-TRUTH, BRODUS CLAY & TENSAI

15,654FansLike
2,632FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati