TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
 
 23.4 WWE Raw Report
 22.4 Wrestling Cafe
 21.4 WWE Planet
 21.4 Impact Wrestling Report
 21.4 WWE Main Event Report
 20.4 Bet on him - BET ON... THE FUTURE AFTER TAKEOVER: NY
 20.4 WWE NXT UK Report
 
 







 
 
 
IMPACT PLANET #403  
by Davide Palmieri
 


Bentornati in una nuova edizione dellImpact Planet! Dopo aver dedicato le ultime edizioni a questioni particolari, quali i migliori dieci momenti della storia della compagnia e la preview dellevento United We Stand fatta dal collega Aldo, che ha anche avuto la fortuna di assistervici, torniamo a parlare della programmazione regolare di Impact Wrestling, perch Rebellion si avvicina sempre di pi e le novit sono non poche!





World Championship
Come di consueto cominciamo parlando della situazione che concerne lImpact World Championship: Johnny Impact sempre il campione, ma alcune settimane fa abbiamo assistito ad un evento che probabilmente molti non solo si aspettavano, ma addirittura si auspicavano, e potete inserire anche me in quel gruppo.
Difatti ritengo che semplicemente Johnny Impact sia un babyface mediocre ad essere generosi, ma un ottimo heel. Purtroppo lex Morrison non ha una parlantina tale da riuscire a trascinare il pubblico ed a farsi amare. Certo, a compensare ci sono il suo ottimo look ed il suo stile nel ring che meglio si presta ad un ruolo da beniamino dei tifosi, ma a livello di personaggio non ho dubbi riguardo il fatto che renda molto di pi come heel, pertanto ritengo una fortuna il fatto che alla fine il turn si sia concretizzato, ovviamente ai danni di Brian Cage che rappresenta comunque ancora una minaccia nei confronti del Mayor of Slamtown, anche se, subito dopo un turn che ha il potenziale di far funzionare molto di pi il campione in carica, penso sia quasi scontato dover prevedere un ulteriore conferma del campione, anche se questo rappresenta un rischio non da poco per la gestione di The Machine, che per quanto possa venire preservato sta fallendo fin troppe volte e rischia pertanto di venirne penalizzato a lungo andare.
Malgrado ci penso proprio che a Rebellion vedremo la conferma del campione attuale, con nuovi sfidanti allorizzonte. Di uno in particolare nel parler dopo, ma uno che sicuramente non posso ignorare Killer Kross, che continua a far parte della storyline principale in quanto alleato ma non troppo di Johnny, con evidenti segnali riguardo la sua volont di avere il titolo per s, quindi non va escluso neanche che a deporre Johnny Impact sia proprio Kross, ma di certo non a breve.

X-Division
Sar onesto: non mi entusiasma affatto la situazione che riguarda il titolo della X-Division: come gi ho affermato pi volte in passato non ritengo Sami Callihan un atleta adatto alla X-Division, ed inoltre penso che questo feud tra i due si stia trascinando da fin troppo tempo. Certo, alzo le mani, con ci non voglio assolutamente affermare che un feud duraturo sia qualcosa da criticare, anzi, io ne vorrei di pi, tuttavia non penso che si sia riusciti a mantenerlo sufficientemente interessante, forse attendendo troppo prima di rivelare la back story tra Callihan e Swann, ma soprattutto riproponendo troppe volte le stesse situazioni, come ad esempio un Tommy Dreamer che arriva in soccorso di Swann e Willie Mack, una cosa che posso accettarti una volta in quanto sorpresa ma che, nel 2019, fin troppo anacronistica, e non basta lingresso nella storia e negli oVe di Madman Fulton per considerare il tutto qualcosa di fresco.
In definitiva: tutto mi sa troppo di gi visto e di poco interessante, per quanto mi faccia piacere che, perlomeno, tramite questa story ed il coinvolgimento in essa di un membro di spicco del roster di Impact come Callihan, siano distanti i periodi bui in cui anche solo vedere il campione X-Division e/o una storia che lo riguardasse di settimana in settimana era una cosa alquanto improbabile.



Riguardo lesito di questo feud, che penso e spero terminer, proprio come quello per il titolo mondiale (comunque pi interessante, anche grazie al turn del campione che ha rimescolato molto le carte) culminer in quel di Rebellion, in cui mi sento di pronosticare una vittoria di Callihan, riguardo la quale sarei combattuto proprio per i due fattori di cui ho gi parlato: da un lato avremmo un campione X-Division poco adatto alla divisione, ma dallaltro avremmo almeno la garanzia di vedere il titolo continuare ad avere un ruolo fisso nello show.
Riguardo futuri sfidanti al titolo, fino allultima puntata di Impact avrei proteso con sicurezza verso il nuovo arrivato Ace Austin, ma linaspettata vittoria di Petey Williams nel match a sei mi fa pensare che forse avremo un suo nuovo tentativo di vincere il titolo, e ci confermerebbe i miei sospetti riguardo la vittoria di Callihan a Rebellion.

Tag Team Division
Come mi immaginavo ed anche speravo, il feud tra gli LAX ed i Lucha Bros si tuttaltro che concluso in quello di Homecoming, ed anzi, quella stretta di mano stato solo linizio del tutto.
Non sono de tutto certo che ci sia stato un vero e proprio turn heel degli LAX, o quanto meno non definitivo, anche se chiaro che le loro azioni delle ultime settimane tutto siano state meno che da babyface.
Comunque sia penso che continuare il feud tra i due team fino a Rebellion, se non persino fino a Slammiversary, fosse non solo una scelta concreta ma quasi una necessit, data la penuria di team, specialmente di livello, in quel di Impact. Eli Drake ed Eddie Edwards? Pi una storyline che un vero e proprio team, ed inoltre.ne parleremo.
KM e Fallah Bahh? Ovviamente non erano neanche una scelta, ed inoltre anche KM lo abbiamo salutato.
Desi Hit Squad? Si, certo. I Rascalz? Forse tra qualche mese. Gli oVe? Mi sembrano molto marginalizzati, anche perch Jake sembra starsi dedicando maggiormente alla X-Division.
Poi abbiamo due nuovi team, i Deaners (quindi col ritorno di Cody Deaner ad Impact, lunico uomo che pu vantarsi di aver vinto il Knockouts Championship!) che almeno a breve termine non vedo come potenziali innesti nella zona titoli, ed il team composto da Ethan Page ed il nuovo e promettente acquisto di Impact, Walking Weapon Josh Alexander. Ecco, su di loro penso si possano avere grosse aspettative, ma chiaramente sono appena arrivati ed meglio non forzare le cose.



Quindi, alla luce di questa situazione, penso che fosse obbligatorio proseguire il feud tra i due team e, chiss, magari proseguirlo ulteriormente. Detto ci almeno per ora non vedo probabile una nuova vittoria dei titoli degli LAX, che hanno dominato per parecchio la categoria, alla quale quindi farebbe bene una bella boccata daria fresca. Quindi propenderei per una conferma dei Lucha Bros a Rebellion, ma in un eventuale proseguo a Slammiversary? Chiss.

Knockouts Division
In allegato al turn di Johnny Impact abbiamo avuto quello di sua moglie nonch Knockout Champion, Taya Valkyrie, e riguardo lei i miei pensieri sono molto simili a quelli sul marito, ovvero che renda maggiormente da heel, mentre da face mi risultava poco convincente.
Dopo che Taya lha ingiustamente privata della sua prima occasione titolata, sconfiggendo un osso duro come Tessa Blanchard, Jordynne Grace si conquistata una nuova title shot, stavolta sbarazzandosi della rientrante Madison Rayne.
In altri contesti riterrei molto probabile una vittoria di Jordynne, tuttavia penso che nel video di ritorno di Madison siano stati lanciati evidenti segnali riguardo un suo imminente feud con Taya, il che, unito al suo fresco turn heel che, come nel caso di Johnny mi fa pensare che sarebbe strano vederla subito dopo perdere il titolo, mi fa affermare con relativa certezza che a Rebellion la Wera Loca rimarr campionessa.
Tuttavia, non per mancare di rispetto alle atlete coinvolte, penso che di tutte le storie che stiamo assistendo nella divisione femminile, al momento quella che riguarda il titolo sia la meno interessante, dato che in contemporanea abbiamo visto concretizzarsi i sospetti che si potevano avere sin da prima di Homecoming, ovvero il fatto che Gail Kim uscir dal suo ritiro (per una sola notte o permanentemente? Chiss, nel momento del suo annuncio non stata chiarissima al riguardo) per combattere contro la Undeniable Tessa Blanchard.
Non ho dubbi riguardo il fatto che lesito del questo feud dovrebbe vedere Tessa trionfare, per il fatto che non sono certo di quanti incontri disputer Gail mi rende incerto: se si trattasse di un one night only ovviamente il futuro della compagnia dovrebbe avere la meglio per lanciarsi ancora di pi, ma se il ritorno della First Ever Knockouts Champion durasse di pi, chiaramente il feud non potrebbe concludersi a Rebellion, quindi una sua iniziale vittoria per poi lasciare il trionfo iniziale a Tessa a Slammiversary non sarebbe unidea da disdegnare.
Giungiamo infine al momento in cui parliamo della storia dellUndead Realm, in cui abbiamo assistito alla morte di Allie. Chiaramente si tratta di un segmento e di un momento che ha diviso i fan, un po come le vicende del Woken Universe qualche anno fa, ma ci che certo che abbiamo visto luscita di scena di Allie, una delle figure chiave della categoria femminile degli ultimi anni.
Ritengo sia un peccato perch Allie, pur non essendo la pi completa del roster femminile, ne era un membro importante e con un percorso tuttaltro che brutto, partendo come assistente di Maria con la voce odiosa, per poi venir bullizzata dalla stessa Maria, fino a diventare una wrestler, assumere maggior sicurezza, diventare campionessa fino alla trasformazione in Dark Allie, ed un suo ritorno alla luce e magari una redenzione con nuovo regno titolato non sarebbe stato niente male.
La situazione per questa, Allie diretta in AEW, ma per quanto riguarda il canon di Impact Allie morta, uccisa da Su Yung, che ha il sostegno non solo di James Mitchell ma del Diavolo, interpretato niente di meno che da Kevin Sullivan, nome che sicuramente i fan della WCW ricorderanno.
Pertanto abbiamo ora una Rosemary in cerca di vendetta, ma anche una Rosemary che si colpevolizza per non aver impedito la morte della sua Bunny.
Si tratta chiaramente di una storia molto sopra le righe, probabilmente troppo, ma non c dubbio sul fatto che se ne stia parlando.

Altro



La prima questione esterna alle varie divisioni di cui vorrei parlare sicuramente quella relativa ad Eli Drake.
Un Drake che negli ultimi tempi era stato non poco critico nei confronti di Impact, si pensava in storyline, criticando aspramente gli intergender match e rifiutandosi di partecipare al suo match previsto ad United We Stand contro Tessa Blanchard, e nel quale stato sostituito da Joey Ryan.
Come detto molti pensavano fosse tutta una storia, ma quello che successo qualche giorno fa ha risposto a questo dubbio lasciando ben pochi dubbi: Impact Wrestling ha licenziato Eli Drake.
Un Drake che, dalle voci che corrono, avrebbe comunque quasi certamente lasciato la compagnia in vista della scadenza del suo contratto a fine maggio. Per andare dove, in AEW, in WWE? Non lo sappiamo, e potremmo non saperlo ancora per molto, dato che addirittura Impact potrebbe citarlo per violazione dei termini contrattuali ed impedirgli di accettare booking fino a quando la questione non sar sistemata.
Alcuni diranno che forse la decisione presa da Impact stata troppo dura, ma io penso che questo sia sicuramente un atteggiamento pi serio rispetto a quello che aveva anni fa la compagnia, in cui regnava il caos e quasi mai veniva adottato il pugno di ferro. importante invece avere un backstage sano in cui vengono debellate le mele marce, per non avere un ambiente malsano e deleterio come la TNA di qualche anno fa o quello WCW degli ultimi anni.
Sicuramente sar una perdita che si far sentire dato che si tratta di un ex campione del mondo ed uno dei migliori promo man che la compagnia aveva a disposizione, ma se un ex campione se n andato, un altro tornato, ed ovviamente sto parlando di Rob Van Dam!
A sorpresa ma non troppo, infatti, la presenza di RVD ad United We Stand si rivelata essere non un one night only ma il preludio ad un nuovo rapporto lavorativo tra Rob e la compagnia per cui gi lavor dal 2010 al 2013. Certo, sono da tenere presenti diverse questioni, come il fatto che il primo stint di Rob in TNA non fu esattamente esaltante, sia per aver tolto spazio ad atleti che avrebbero dovuto essere la priorit (ricordiamo la fine ingloriosa del regno titolato di AJ Styles, ad esempio) che per delle prestazioni non proprio stellari del Whole FN Show. Ed ora, ricordiamo, sono passati ben 9 anni dallinizio di quel stint, quindi c il rischio che Van Dam renda anche di meno.
Il fattore positivo che RVD porta certamente quello relativo al star power: ci vuole qualche nome di richiamo per i fan occasionali, o comunque quelli che non seguono pi regolarmente la compagnia, importante che Impact faccia parlare di s e magari attiri numerosi fan nuovi e vecchi a dargli una nuova chance.
Il rischio principale per che la compagnia stessa si pieghi allaltare di questo grosso nome ritrovato, come gi fatto numerose volte in passato, anche proprio con lo stesso Rob. Per se per la TNA del passato questo lo avrei considerato un rischio molto concreto, per lImpact di oggi lo ritengo molto meno probabile, dato che la nuova gestione sembra molto pi matura e meno propensa ad erroracci del genere.
Tutto ci che possiamo fare continuare a guardare e sperare che non ricadano negli errori del passato.

E con ci il sottoscritto, Davide Palmieri, vi saluta e vi ricorda che la prossima edizione dellImpact Planet ci sar tra due settimane, ovviamente curata da Aldo Fiadone, di ritorno dalla sua indimenticabile esperienza del WrestleMania Weekend!




Tutte le news sul tuo account Facebook con un LIKE! CLICCA QUI
Segui Tuttowrestling.Com sulla nostra pagina Twitter: @Tuttowrestling



Al momento non ci sono commenti

   

Questo sito non in alcun modo affiliato con alcuna organizzazione professionistica.
I nomi dei programmi, dei lottatori e dei marchi WWE e TNA sono propriet delle rispettive federazioni.
Copyright 2018 - Tuttowrestling.Com - P. IVA n 08331011000

Cambia le Impostazioni Privacy

TUTTOWRESTLING HOMEPAGE