WWE Planet #672

La strada per Money in the Bank si sta pian piano delineando anche se non abbiamo avuto in questa settimana alcuna modifica della card. Sembra che la WWE abbia infatti deciso di proseguire con i sei già qualificati per il Money in the Bank e di non aggiungerne un settimo. Abbiamo avuto inoltre il tanto atteso ritorno di John Cena, protagonista di un ottimo segmento, al contrario di Seth Rollins, il cui altrettanto atteso ritorno continua ad essere sempre più rovinato per esaltare le qualità di qualcun altro. Parleremo di questo e altro, sempre con il nostro WWE Planet. Let's go!


WWE VS WORLD PT. 2.
Dopo lo scontro di WrestleMania 31 tra la WWE e la WCW rappresentate rispettivamente da Triple H e Sting, dove si è mostrata l'egemonia della WWE nei confronti delle federazioni nemiche, avremo un ennesimo confronto tra la federazione di Stamford e, per questa volta, la TNA, con John Cena che ha intrapreso la faida con AJ Styles. Il ritorno di Cena è stata una buona novella: alla fine lo si può criticare quanto si vuole, ma Cena resta una figura fondamentale per la WWE e lo sarà ancora per molto tempo. Giusto attribuirgli il promo per il Memorial Day – se l'avessero dato a Reigns, la gente sarebbe forse riuscita a fischiare pure un discorso sugli americani caduti in guerra – e davvero d'effetto il segmento in cui è stato coinvolto. Vedere Cena e AJ Styles sullo stesso ring fa davvero un certo effetto. Due volti del wrestling mondiale, uno diventato famoso per la sua popolarità anche al di fuori del lottato e l'altro uno dei migliori performer mai esistiti in questa disciplina. Uno che ha nel suo palmarès ben 15 titoli mondiali e 3 main event di WrestleMania e l'altro che ha vinto tutto dovunque nel mondo. Al momento dell'ingresso di Anderson e Gallows lo scontro tra le due fazioni era già impresso nel nostro immaginario, ma AJ ha sconvolto tutti turnando heel e attaccando alle spalle il leader della Cenation. Come segmento mi ha ricordato molto il tradimento di Rollins ai danni dello Shield: Anderson e Gallows come Triple H e Orton fuori dal ring, già consapevoli di quello che stava per succedere, e il fattaccio nel ring mentre Cena preparava la sua controffensiva, come stavano per fare Reigns e Ambrose. E poi il massacro. Con un AJ Styles crudele fino al midollo, ai limiti dell'incontenibile, tanto che che i compagni del Club, dopo l'ennesimo attacco di Styles ad un Cena ormai KO, hanno dovuto portare via a forza il Phenomenal. Sul web sono uscite molte previsioni, secondo le quali questa faida avrà lo stesso andamento di quella dello scorso anno tra Cena e Kevin Owens, con la prima manche andata a quest'ultimo, mentre Cena ha concluso la faida come vincitore. Il rischio qui c'è ed è davvero concreto: probabilmente AJ porterà a casa il primo game della faida, per far pareggiare Cena a Battleground e avere lo scontro finale a SummerSlam. Sarà comunque un dream match sognato da tutti, che nessuno si sarebbe mai immaginato 7 mesi fa. AJ Styles vs John Cena, il mondo contro la WWE. O semplicemente il Phenomenal One contro il volto della WWE.

BAD TREATMENT. Mamma mia come stanno gestendo male Seth Rollins. Come già detto da Lorenzo nel suo editoriale, se prima stavamo parlando di un ottimo segmento, ora citiamo un segmento evitabilissimo e davvero osceno. Roman Reigns sale sul ring e prende il microfono. Un punto a sfavore. Comincia a parlare e ci annoia con la sua solita catchphrase. Altro punto a sfavore. Per salvare la situazione viene chiamato in causa Seth Rollins, il quale, prima indeciso ma poi convinto, prende la via del ring per attaccare il campione, ma dopo una serie interminabile di finte, esce di scena rientrando nel backstage. Ma stiamo scherzando? Questo segmento dovrebbe essere uno dei punti focalizzanti della puntata e invece viene proposto questo scempio? Stiamo sempre parlando del titolo WWE, diamine. La WWE per farci acclamare Roman Reigns ha cercato di rendere Rollins un heel subdolo che ha bruciato tutti i messaggi dei fan, ma è stato acclamato nonostante questo. Per due volte, tra la scorsa e questa settimana, viene mostrato come un codardo, come lo era prima dell'infortunio, ma con risultati pessimi. Ci sono due obiezioni da fare alla compagnia per questo trattamento: prima di tutto, è stata proprio la WWE a presentare Rollins come colui “che vuole riconquistare quel titolo che non ha mai perso”. E allora che senso ha proporlo come un codardo se è lui che vuole la cintura e non un altro che vuole sconfiggerlo per averla? E secondo, noi non siamo fessi: questa storia va avanti da troppo tempo ormai. Non c'è condizione alcuna per la quale l'avversario di Reigns venga fischiato dal pubblico e quest'ultimo acclamato. La gente sarebbe disposta a tifare tutti piuttosto di Reigns. E questo dispiace, perché tutti vedevano in lui il futuro, pure i fan. Ma come è stato, come viene e come verrà ancora proposto, questo non ci va giù. Ancora peggio, Rollins perderà di certo il primo scontro, l'unico momento in cui potremo vedere una sconfitta di Reigns sarà a SummerSlam. E chissà contro chi. Sarà colui che certamente propizierà il quarto regno di campione di Roman Reigns. Quindi uno vale l'altro.

NIENTE DI NUOVO SUL FRONTE OCCIDENTALE. Cito il celeberrimo romanzo per parlare della situazione in WWE che non riguardi le due citate precedentemente. L'unico passo in avanti di questa settimana in termini di titoli minori e di Money in the Bank Ladder Match, l'abbiamo avuto con il Club, proclamatosi ormai primo sfidante ai titoli del New Day. Anderson e Gallows sono entrati prepotentemente nel giro dei titoli di coppia, proprio quando sembrava che, dal loro debutto in WWE, non ne avessero il men che minimo interesse e, soprattutto, sembrava dovessero intraprendere una faida con AJ Styles. Un fulmine a ciel sereno quindi. Il Club dunque vero protagonista di questa settimana in WWE.
Protagonista è stata anche Stephanie McMahon, autrice di un vero e proprio cazziatone nei confronti di Charlotte per quello che ha fatto la scorsa settimana, con insulti annessi. Abbiamo già detto come l'estromissione del padre fosse una buonissima idea, anzi la migliore da prendere, ma il mettere Dana Brooke al fianco della campionessa può solo e soltanto limitarla (di nuovo). Le sue vittorie saranno macchiate ancora da interferenze esterne e, soprattutto, l'immagine di Dana Brooke e già fondamentalmente rovinata, dato che la si vedrà solamente come la controfigura di Charlotte e non come un'atleta capace di camminare con le sue gambe. E poi, chi sarà l'avversaria di Charlotte? Ancora Becky? Perché farle perdere di nuovo una faida con Charlotte? Quella di gennaio a quanto pare non è bastata.
Per The Miz non si vede neanche in lontananza un possibile avversario. Tutti coloro che erano in faida per il titolo intercontinentale saranno nel Money in the Bank, dunque non si avrà un prosieguo di faida, ma un nuovo sfidante. Ma di chi, non si ha la più pallida idea. Di questo passo finiremo con la solita 20-men Over the tope Battle Royal nella puntata di Raw precedente al pay-per-view per decretare lo sfidante. Anche no.
Rusev ha ormai sulle sue tracce Titus O'Neil, improvvisamente patriota e immischiato in una faida titolata senza motivi dichiarati. E' chiaro che Vince aveva bisogno di un jobber per tirare Rusev fino a SummerSlam, e chi di meglio se non colui che ha sospeso 60 giorni qualche mese fa? Capita proprio a fagiolo.
Money in the Bank che, come anticipato, sembra che sarà conteso tra sei membri, ovvero quelli già qualificati. Nessun settimo atleta, nessun inserimento a sorpresa o ultima qualifica. Peccato, non avrei sputato sopra ad un Bray Wyatt a sorpresa.

THIS IS WRESTLING. Il match della settimana è il main event di Monday Night Raw, il 3vs3 tra i partecipanti del Money in the Bank: Sami Zayn, Cesaro e Dean Ambrose contro Chris Jericho, Kevin Owens e Alberto Del Rio. Il match è stato buono, molto intenso e non senza emozioni. L'incontro, dopo un finale confuso ma molto bello, è stato vinto dal team dei face grazie alla Dirty Deeds di Dean Ambrose su Kevin Owens.

Le classifiche Top 5 e Flop 5 sono basate su un personale giudizio della settimana appena trascorsa in WWE. La classifica è da interpretare in chiave mark.

TOP 5

5. Sami Zayn
4. Dean Ambrose
3. Enzo e Cass
2. Rusev
1. The Club

FLOP 5

5. Becky Lynch
4. John Cena
3. Kevin Owens
2. Alberto Del Rio
1. The Vaudevillains

Alla settimana prossima con il Planet, sempre su tuttowrestling.com!

15,040FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati