WWE Planet #479

Un saluto a tutti gli amici e le amiche di Tuttowrestling.com da parte di Adriano Paduano. Dopo una settimana di lontananza, complice un viaggio all'estero, il WWE Planet torna ad essere indegnamente gestito dal sottoscritto. Prima di cominciare questo numero ringrazio il buon Erik che si è occupato della rubrica la scorsa settimana ed anche Mark Druid ed il neo-arrivato Lorenzo Pierleoni per la collaborazione nei pronostici della scorsa settimana. Sì perché quella appena passata è la settimana successiva all'ultima fatica in ppv della federazione di Stamford ovvero No Way Out. Un ppv che, anche questa volta, ha rispettato le attese: ci si aspettava un evento brutto, un evento brutto è arrivato. Poche le cose da salvare in questo show, un po' come era successo ad Over The Limit e come si prospetta Money In The Bank salvato solo parzialmente dai match con le scale. Se comunque dovessimo riassumere l'ultima settimana ed il ppv in questione con una frase potremmo dire: la fine del People Power.

Grande sconfitto, oserei dire “per fortuna”, dell'evento in questione è ovviamente John Laurinaitis che, complice la stipulazione speciale del match tra Big Show e John Cena, è stato licenziato dal ruolo di GM di entrambi gli show della federazione. Personalmente la storyline che ha visto coinvolto Big Johnny è andato fin troppo per le lunghe e mi piace pensare che ai piani alti della WWE abbiano capito quello che noi abbiamo già detto ripetutamente fin dagli inizi: Laurinaitis non è capace. Un ruolo on-screen non è adatto a lui. Certo è riuscito nell'impresa che gli era stata chiesta, essere un heel odiato ma più che per quanto fatto nelle sue apparizioni, l'odio per Laurinaitis da parte del pubblico era dettato dalla consapevolezza dell'incapacità del personaggio in questione. Dunque niente più People Power Era anche se è decisamente possibile che l'ex GM non verrà del tutto estromesso da Raw e Smackdown. Non che ce ne sia bisogno ma non credo che la WWE si voglia privare di quello che, comunque vada, è stato un investimento fatto in questi mesi anche se, l'epilogo dell'ultima puntata dello show del lunedì sera, fa presagire ad un periodo di lontananza piuttosto lungo per lui. Dunque, per un po' di Laurinaitis non ne avremo traccia se tutto va bene. Adesso parte ovviamente il toto-nuovo GM.

La storyline ci dice che le prossime puntate dei Raw e Smackdown verranno gestite da coloro che in passato hanno ricoperto un ruolo di potere all'interno della federazione. Questa settimana è stato Mick Foley, la prossima (già annunciata) sarà Vickie Guerrero e si fanno altri nomi per le settimane seguenti. Alcuni piuttosto fantasiosi, altri plausibili. Io credo che alla fine la questione verrà definita nella puntata numero 1000 del 23 luglio sul quale credo la federazione sta concentrando tutte le sue attenzioni negli ultimi tempi (oltre che SummerSlam, leggi feud Triple H vs Lesnar). Io se posso permettermi di fare un nome propongo quello di JBL, un personaggio che ho sempre visto bene come GM degli show della WWE. I recenti accordi tra l'ex WWE Champion e la federazione potrebbero riportarlo on-screen in maniera costante e quale miglior modo se non quello di proporlo in un ruolo di questo tipo. Onestamente non vedo altri plausibili candidati all'orizzonte (l'altra idea suggestiva è quella di Paul Heyman ma dubito che Stephanie sarebbe d'accordo). Fermo restando che in quel di Stamford abbiano realmente intenzione di proporre una figura fissa per questo ruolo anche se le idee alternative in passato hanno lasciato il tempo che trovavano (leggi Guest Host, leggi GM anonimo). La cosa positiva dimostrata dalla presenza di John Laurinaitis è che gli show beneficiano notevolmente di una presenza fissa al comando secondo la mia opinione.

Che dire di No Way Out. Ppv deludente ma non credo nessuno si aspettasse molto di più. Stavolta non c'è stato nemmeno il match per il titolo WWE a salvare capre e cavoli. Il match è stato poco più che sufficiente. Era prevedibile che la presenza di Kane avrebbe influito sulla buona riuscita dell'incontro che, comunque, è risultato godibile anche se il finale, a mio avviso, non è stato molto convincente nell'esecuzione. Certo il sorriso di AJ verso CM Punk mentre la Big Red Machine la portava via con sé ed il successivo intervento della ragazza nel match di lunedì a Raw continuano ad aggiungere del pepe ad una situazione davvero molto intricata. Come ha detto Erik nella Stamford Report, AJ continua ad essere il vero MVP di questo periodo sfornando interpretazioni e segmenti davvero molto convincenti e che la stanno consolidando come una delle migliori Divas della federazione al momento. Per il resto è stato uno show con molti scuri e pochi chiari. La sempre inspiegabile presenza di Ryback (con l'incubo che è destinato a continuare con tre jobber invece di due), l'inspiegabile Tuxedo Match, l'inspiegabile match tra Sin Cara ed Hunico (roba che ormai neanche a Superstars…), l'impalpabile match femminile appartengono alla prima categoria. Poco hanno risollevato la situazione i match di coppia (comunque interessante rivedere una coppia con manager affacciarsi nella categoria), quello per il titolo Intercontinentale e quello per il World Heavyweight Championship.

Il main event è stato, a mio avviso, non è stato molto lontano dall'essere un segmento anche se ha avuto il merito di non danneggiare troppo Big Show nel suo ennesimo rilancio da heel. Alla fine John Cena ha avuto bisogno dei rinforzi di cinque persone per avere la meglio sul gigante. Al contrario il bostoniano non aggiunge né toglie niente al suo personaggio che sembra, ed è una rarità assoluta, essere in una situazione di stallo totale. Anche adesso non riesco ad immaginare contro quale avversario possa essere messo contro visto che Big Show sembra lanciato verso una sfida a Sheamus e il WWE resta sempre CM Punk ed al momento una sfida tra i due non avrebbe alcun senso logico. Proprio un periodo nero per il buon Cena sta vivendo uno dei periodi peggiori della sua carriera (oltre che della sua vita vista la disputa per il divorzio degli ultimi mesi). Speriamo per lui possa riprendersi presto e che questo periodo finisca presto alle spalle.

Con questa considerazione il sottoscritto vi saluta e vi rimanda alla prossima settimana per un nuovo numero del WWE Planet.

UN ANNO DI WWE A 24,90 EURO: CLICCA QUI E APPROFITTA DELL’IMPERDIBILE OFFERTA!

Adriano Paduano
Appassionato di wrestling dagli inizi del 2000, negli ultimi anni ho vissuto a Londra dove ho coltivato la passione per il wrestling indipendente e la scena UK. Collaboro con Tuttowrestling da oltre dieci anni dove ho ricoperto il ruolo di Raw Reporter (occasionalmente anche ppv), redattore del WWE Planet ed attualmente scrivo il bi-settimanale Bet On Him con qualche comparsata nei vari podcast del sito.
14,815FansLike
2,612FollowersFollow

Ultime Notizie

Matt Jackson fornisce un aggiornamento sul suo infortunio

Matt Jackson ha fornito un aggiornamento sul suo infortunio al ginocchio e ha rassicurato i fan in vista del PPV Full Gear di sabato

In ribasso i ratings di Dynamite ed NXT

Crollo netto per Dynamite ed NXT a causa delle elezioni.

Risultati della decima giornata di Road to Power Struggle

Agli archivi l'ultima giornata del tour di Power Struggle.

Matt Jackson sta lottando infortunato

Sembrerebbe esserci della verità sull'infortunio di Matt Jackson.

Articoli Correlati