BET ON HER #101 – BET ON… ANNA JAY

Ciao a tutti amici e soprattutto amiche di Tuttowrestling.com e benvenuti ad un nuovo appuntamento con la rubrica dedicata al futuro del business. Numero 101 di questa rubrica che arriva a ridosso del Natale. Siamo dunque in un periodo certamente tranquillo per quel che riguarda il mondo del wrestling, nonostante le varie federazioni provino ad attirare interesse anche in un momento solitamente tranquillo, ancora di più condizionato dal covid e dalle tante restrizioni. Gli show non mancheranno anche in questo periodo, specie con la AEW e con NXT che continuano la loro battaglia, seppur al momento la AEW sta letteralmente asfaltando lo show gallonero. Parlando di AEW, il numero di oggi è dedicato ad un talento giovanissimo (uno dei tanti) della promotion di Tony Khan.

The Star of the Show in AEW

Anna Jay è certamente uno dei prospetti più interessanti per quel che riguarda la AEW. La ragazza ha solo 22 anni ed ha iniziato a lottare da pochissimo. Il suo debutto su un ring (fonte Cagematch) risale al novembre dello scorso anno per la Georgia Premiere Wrestling. Proprio in questa promotion del suo stato, questa ragazza, muove i suoi primi passi prima di debuttare anche per la Empowered Wrestling. Nonostante i pochi match e la relativa poca esperienza, Jay viene selezionata dalla AEW come avversaria di Hikaru Shida. In un momento in cui la concorrenza licenziava molti performer, la AEW dava spazio a molti talenti delle indies e Jay è tra le fortunate a godere di questo beneficio in piena pandemia. Jay perde il match ma fa una buonissima figura, impressionando anche per la personalità che dimostra a dispetto della scarsa esperienza. La bella presenza l’aiuta a spiccare e rimanere impressa nei fan. Cinque giorni dopo il debutto, Anna Jay viene messa sotto contratto dalla promotion di Tony Khan, andando a rinforzare il roster femminile.

Anna Jay torna in AEW in un match singolo contro il demone Abadon, perdendo anche qui ma nuovamente ben figurando nonostante il quasi squash. Subito dopo la sconfitta il Dark Order accorre a prendersi cura della ragazza. Successivamente partecipa alla AEW Women’s Tag League Tournament in coppia con l’ex NXT Tay Conti. Le due non sfigurano superando i quarti di finale contro Nyla Rose e Ariane Andrew ma perdendo la semifinale contro Ivelisse e Diamante. L’associazione tra Jay ed il Dark Order viene ufficializzata dopo il torneo, accompagnando anche Brodie Lee ed il resto del gruppo nell’assalto a Cody Rhodes e dell’intera Nightmare Family. Jay ha diversi match vittoriosi a Dark e combatte anche contro Brandi Rhodes in quel di Dynamite. La serie di vittorie le procura un’opportunità titolata, ancora contro Hikaru Shida. La ragazza si impegna e mostra enormi miglioramenti ma non riesce a strappare la cintura alla campionessa giapponese.

A bright future…

La AEW ha dimostrato nella sua breve storia di saper non solo investire sui grandi nomi che ha a disposizione ma anche porre le basi per il futuro. Anna Jay è un esempio lampante in questo senso. Ragazza dotata di ottime doti atletiche e di una bella presenza scenica, “The Star Of The Show” ha le carte in regola per diventare una delle maggiori esponenti del business nella categoria femminile. I suoi progressi sono davvero importanti considerando questa ragazza ha debuttato su un ring poco più di un anno fa. Certo, la AEW non ha un Performance Center a là WWE che permetta ad un talento come lei di allenarsi sui “fondamentali”, dall’altro lato però questa ragazza ha la possibilità di cimentarsi e confrontarsi con wrestler di assoluta grandezza, su tutti Kenny Omega oggi a capo della divisione femminile. Inoltre c’è la piattaforma di Dark che permette alla ragazza di lottare, farsi le ossa ed abituarsi alle telecamere senza la pressione dello show televisivo principale.

Bet on her?

Ne abbiamo parlato ampiamente in molte circostanze. La divisione femminile della AEW è un work in progress. Kenny Omega se ne sta prendendo cura, al pari con i suoi nuovi extra impegni da neo-campione AEW. Anna Jay è uno dei work in progress dal maggior potenziale e fa bene la AEW a “coltivarla” e darle spazio senza però sovraesporla, in virtù specialmente della sua poca esperienza. Abbiamo visto in molteplici occasioni in WWE quanto questo non paghi alla distanza. La ragazza ha soli 22 anni e moltissimi anni davanti a sé per esplodere e diventare una delle top non solo in AEW ma nel mondo del wrestling in generale. La scommessa su di lei è a lungo termine così come per la categoria femminile della AEW. C’è molto potenziale ma tanto lavoro da fare. Il tempo c’è? Credo di si. La AEW al momento può permettersi una divisione femminile “green”. Il futuro, però, è tutto dalla loro parte. Anna Jay, in questo, è in pole position.

Bet on her? YES!

Al sottoscritto non resta che augurarvi un sereno Natale. Sperando che questo anno maledetto finisca presto e che il nuovo davvero possa rappresentare una rinascita per tutti. L’appuntamento con il Bet On Him è tra due settimane. Buon Natale a tutti!

Adriano Paduano
Appassionato di wrestling dagli inizi del 2000, negli ultimi anni ho vissuto a Londra dove ho coltivato la passione per il wrestling indipendente e la scena UK. Collaboro con Tuttowrestling da oltre dieci anni dove ho ricoperto il ruolo di Raw Reporter (occasionalmente anche ppv), redattore del WWE Planet ed attualmente scrivo il bi-settimanale Bet On Him con qualche comparsata nei vari podcast del sito.
14,920FansLike
2,617FollowersFollow

Ultime Notizie

Articoli Correlati