TNA Victory Road
Orlando, FL - 16 Luglio 2006
by Michele Ippolito

Nel pre-show “Hotshot” Johnny Devine (accompagnati al ring da Alex Shelley insieme alla sua inseparabile Paparazzi-cam, batte Shark Boy via Moneymaker, ma l’interferenza di Shelley è fondamentale per far vincere il suo nuovo compagno.

Viene inquadrato Rhino che minaccia il suo avversario di questa sera, Monty Brown!!!

Inizia il pay-per-view: il primo match vede opposti The Naturals (Chase Stevens ed Andy Douglas), accompagnati da “the Franchise” Shane Douglas e The Diamonds in the Rough (“Primetime” Elix Skipper e David Young), accompagnati da Simon Diamond. Prima che il match abbia inizio Shane Douglas prende il microfono e spiega che ha reso I Naturals simili a lui, facendogli tagliare i capelli ed indossare nuove divise. Il match viene dominato dai Naturals, finchè Stevens posiziona Skipper per una powerbomn, poi Douglas sale sull’angolo e salta, gettando Skipper a tappeto. Uno, due e tre, i Naturals vincono!!! Tuttavia, dopo il match Shane Douglas sale sul ring e se la prende con i suoi due protetti, perchè non è affatto contento di quello che ha visto…

Dopo una intervista di Jeremy Borash a Christian Cage, che però sembra aver perso buona parte del suo appeal press il pubblico, è il momento di vedere l’uno contro l’altro “Alpha Male” Monty Brown e “the War Machine” Rhino. Il match inizia sulla rampa di accesso al ring, si sposta poi nei pressi del quadrato, ed è subito molto violento. Brown sbaglia una pounce e colpisce, invece, l’arbitro Andrew Thomas, I due continuano a scambarsi colpi, con Brown che esegue un double underhook suplex sull’avversario, che si riprende e mette a segno un poderoso belly to belly suplex. Thomas cerca di riprendersi, ma Rhino sbaglia la mira e lo manda al tappeto con una potentissima gore. I due wrestlers non se ne curano e continuano a lottare tra il pubblico, finchè non arriva l’arbitro Rudy Charles che fa suonare il gong: il match termina così in una doppia squalifica!!!

The Latin American Exchange sono con Borash ed affermano che presto diventeranno NWA World Tag Team champions!

Latin American Exchange (Hotstuff Hernandez e “Notorious 187” Homicide), accompagnati da Konnan, affrontano Ron “the Truth” Killings e Sonjay Dutt, una coppia veramente anomala. I LAX vengono introdotti in spagnolo, ed entrano da un ingresso vicino al tavolo dei commentatori spagnoli. Il match comincia con un tutti contro tutti, Killings cade male, ma si riprende subito e ben presto lui e Dutt prendono il pieno controllo del match. Konnan interferisce, però, spesso a favour dei suoi protetti, riuscendo ad evitare che Dutt schieni Hernandez. Alla fine Konnan colpisce Dutt facendolo cadere dalla top rope, poi Hernandez esegue una powerbomb, per poi schienare Sonjay. LAX is the winner!!!

Nel backstage Jeremy Borash è con Scott Steiner che annuncia che vincerà il main event della serata.

I membri dell’ex Team Canada arrivano sul ring, vestiti “in borghese” e senza costume per lottare. Coach Scott D’Amore prende il microfono e dice che questa è l’ultima notte che il Team Canada è insieme sul ring. D’Amore attacca Jim Cornette, chiamandolo “Kentucky Fried Idiot” ed accusandolo della dissoluzione del loro gruppo. D’Amore poi procede a tessere le lodi di tutti i membri del Team, tranne che di “Showtime” Eric Young, a cui nemmeno i suoi vecchi compagni prestano molta attenzione. La folla grida il nome di Eric, ma D’Amore lo offende accusandolo di non essere stato all’altezza dei suoi colleghi. D’Amore chiede a Young di togliersi la giacca ed i pantaloni del Team Canada perché non merita di portarli e lui resta in mutande, come un uomo distrutto, ma tutto il pubblico è con lui. Eric chiede ai fans se loro vogliono vederlo fuori dalla TNA e tutti gridano di NO!!!! Eric è contento e lascia il ring passando poi attraverso il pubblico, che lo festeggia.

Jeremy Borash è con Senshi, che dice che non gli interessa chi sarà il suo avversario stasera… in ogni caso resterà X Division champion!

L’NWA World X Division champion Senshi scopre finalmente il suo avversario. Si tratta dell’ex X Division Campion ed ex wrestler di TNA e WWE Frankie “the Future” Kazarian. Il match è molto fisico, come tutti quelli con l’ex Low Ki, e vede il campione stiffare di brutto contro Kazarian. Senshi ha il pieno controllo del match e lo vince agevolmente grazie alla sua double boot stomp sul petto di Kazarian.

Borash è con Larry Zbyszko, con cui parla del suo “haircut match” contro Raven ed arriva Slick Mark Johnson, che afferma che sarà lui l’arbitro della contesa, imparziale come sempre…

In un Hair vs. Hair match Raven affronta, dopo un’attesa durata molti mesi, nientedimeno che la “Living Legend” Larry Zbyszko, che arriva al ring scortato dalla TNA security. Zbyszko fa un buon match nonostante l’età avanzata, ma deve comunque subire l’irruenza del più giovane avversario. Raven potrebbe vincere via Raven Effect, ma Johnson è a terra incosciente per un colpo subito in precedenza e non può contare la vittoria dell’ex campione ECW. Zbyszko si rialza, ma ben presto arriva un’altra Raven Effect, che chiude definitivamente l’incontro. Subito dopo, Zbyskzo viene portato sulla sedia di un barbiere, dove gli vengono tagliati tutti i capelli!!! Anche Don West e Slick Johnson partecipano alla “festa” tagliando capelli a Zbyszko.

Jeremy Borash intervista Kevin Nash, Alex Shelley e Johnny Devine. Il loro match… is next!!!

Jay Lethal e “The future” Chris Sabin hanno la loro resa dei conti contro Kevin Nash ed Alex Shelley, accompagnati da Johnny Devine e da una videocamera. E’ Shelley a lottare per la maggior parte del match contro gli altri due pesi leggeri e Nash, quando entra, mette a segno alcune delle sue power moves. Tuttavia, l’ex Diesel non riesce ad intervenire quando Sabin esegue un rollup su Sabin, schierandolo a tappeto!!! Dopo il match, Nash cerca di colpire Sabin con una powebomb, ma accorre sul ring in suo sostegno Jerry Lynn, con una sedia in mano. Nash esegue la mossa, poi fugge via, mentre lo staff della TNA lo difende.

Jeremy Borash è nel backstage con il Team 3D. E’ il loro turno!!!

Abbiamo quindi il “NO DQ grudge match”, tra il team composto da the James Gang (Kip e BG James) ed Abyss, accompagnato da Father James Mitchell), ed il Team 3D al gran complete con Brother Ray, Brother Devon e Brother Runt. Scambi veloci tra I tre, con Abyss che sembra veramente una forza devastante sui propri avversari. La James Gang è la prima a portare sul ring delle armi, e ben presto la lotta si sposta fuori dal ring. Il team heel comincia ad essere in difficoltà, Ray prende una spillatrice e spilla un cartello con la scritta “ECW Fears TNA” sulla maschera di Abyss. Il Team 3D esegue su Abyss una Wassup Nutshot e poi cercano di posizionarlo sul tavolo. Tornano sul ring BG e Kip, ma non hanno fortuna, perché sia loro che Abyss continuano a prenderle di brutto. Spunta sul ring anche un bidone, con cui Abyss viene colpito due volte in testa. Abyss si riprende subito e colpisce Runt con una Black Hole Slam su un tavolo, facendo vincere il match al suo team, mentre la James Gang ed il Team 3D continuano a lottare fuori dal ring.

Borash è con gli America ’s Most Wanted , Tennessee Cowboy” James Storm e “Wildcat” Chris Harris, insieme a Gail Kim: stasera il duo andrà all’assalto dei titoli di campione di coppia, che hanno avuto più volte alla loro vita.

NWA World Tag Team title on the line!!! I campioni, “Phenomenal” AJ Styles e “Fallen Angel” Christopher Daniels, arrivano sul quadrato insieme a Sirelda per il loro intergender match ontro gli America ’s Most Wanted e Kim. Tutta la prima parte del match vede questi ultimi in vantaggio nei primi minuti, con le due donne che sono poco impegnate. Storm ha paura di lottare contro Sirelda, e ben presto sono gli uomini a fare propria la contessa. Styles resta sul ring per un lungo periodo, vittima dei tre membri dell’altro team, poi Daniels riesce a dargli il tag e questi fa piazza pulita dei propri avversari, ma subito dopo scatta una megarissa al centro del ring!!! Harris cerca di colpire Daniels con un paio di manette, ma invece subisce una Angel Wings! Sirelda esegue una chokeslam su Kim, ma Storm la colpisce poi con un superkick. Storm colpisce Styles con una spinning slam, poi cerca di usare una bottiglia di birra… ma Harris glielo impedisce!!! Poco dopo Styles colpisce con una sedia entrambi gli AMW ed esegue un rollup su Harris… I campioni restano tali!!!

Come annunciato ad Impact!, l’NWA World Heavyweight champion Jeff Jarrett lotterà contro il vincitore del main event di Victory Road il mese prossimo ad Hard Justice. E’ il momento del match per stabilire il primo sfidante!!!

E’ il momento del four way match, tra Sting, Christian Cage, Scott Steiner e Samoa Joe: il primo che eseguirà un pin su un avversario sarà il vincitore dell’incontro. Sting inizia subito attaccando Joe, mentre Scott e Christian lottano fuori dal ring, Sting chiude Joe in una Scorpion Deathlock, ma Steiner blocca la mossa. I quattro lottano sia dentro che fuori dal ring, Sting e Steiner se le danno di santa ragione… ma un cameraman butta qualcosa negli occhi di Sting!!! Ma è Jeff Jarrett!!! Sting viene portato nel backstage a spalla, mentre gli altri tre continuano a lottare per vincere il match. Joe prende controllo della contesa colpendo con diverse power moves i suoi avversari. Cage sbaglia un frogsplash su Joe, e Steiner ne approfitta per tentare di schienarlo. Steiner blocca Cage in una Steiner Recliner, ma Joe, invece rompe la mossa e blocca Steiner in una Kokina Clutch. Dal backstage torna Sting con un occhio fasciato e riprende a lottare. Steiner getta Joe e Cage fuori dal ring, poi si gira e… Sting esegue su di lui una Scorpion Death Drop!!! 1, 2, 3… Sting vince il match ed il prossimo 13 agosto affronterà Jarrett a Hard Justice. Dopo il match Cage sale sul ring, sta per iniziare una rissa… Poi lui e Sting si stringono la mano e Cage va via, mentre Steven Borden resta sul ring a festeggiare!!!