Biografia di Texas Tornado - TUTTOWRESTLING.COM -=Tutto Sul Mondo Del Pro Wrestling=-
 
TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
 
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
 
 28.5 WWE Planet
 27.5 5 Star Frog Splash
 27.5 Impact Wrestling Report
 27.5 WWE NXT Report
 26.5 EPW Live In Cinecittà World
 26.5 The Other Side
 25.5 Stamford Report
 
 



 
 
 


TEXAS TORNADO


Kerry Von Erich (vero nome Kerry Gene Adkisson) nasce il 3 febbraio 1960 a Denton, in Texas, ed in assoluto è stato il più forte e talentuoso di tutta la famiglia Von Erich, che comprendeva il padre Fritz, e i suoi fratelli Mike, Chris, Kevin e David.

Prima di parlare della carriera di Kerry, è giusto e doveroso fare un piccolo excursus sulla dinastia dei Von Erich, sicuramente la più sfortunata dell’intero mondo del wrestling, con tutte le sciagure che l’hanno praticamente sterminata.

Il fondatore della dinastia è Fritz Von Erich, che nasce in Texas nel 1931. Fritz (vero nome Jack Adkisson) mette al mondo 6 figli, il primo dei quali, Jack jr., muore all’età di 7 anni, nel 1959, a causa di una scarica elettrica. In tutta la sua carriera Fritz è in grado di vincere, tra le cinture più importanti conquistate, un titolo assoluto AWA e 13 NWA American heavyweight titles, ed inoltre riesce anche a fondare una propria federazione, la WCCW (World Class Championship Wrestling), con base a Dallas. Fritz combatte fino a 60 anni, e muore il 19 settembre 1997.

Kevin Von Erich è stato il primo figlio di Fritz a diventare un wrestler professionista. E’ l’unico sopravvissuto della dinastia dei Von Erich, anche se pure lui ha rischiato la vita. L’11 maggio 1987, durante un match 4 vs. 4, Kevin collassa a centro ring a causa di un arresto cardiocircolatorio, e viene salvato solo da un pronto intervento di Tommy Rogers, che lottava nel suo team. Kevin, dopo Kerry, è stato il miglior wrestler dei Von Erich, ed in carriera è riuscito a vincere anche un titolo assoluto di coppia NWA.

David Von Erich era considerato un astro nascente del ring. Debutta nel 1978, ed anche lui in carriera si porta a casa, tra le altre cose, un titolo mondiale di tag NWA. Il 10 febbraio 1984, durante un tour in Giappone, David viene trovato morto nella sua stanza d’albergo, ufficialmente a causa di una infiammazione intestinale. In realtà, pare che David sia morto per un’overdose di droga, e dunque l’infiammazione intestinale potrebbe essere solo una copertura. Aveva 25 anni.

Mike Von Erich nasce nel 1964, e nel 1984 viene già votato come rookie of the year. Purtroppo per lui, una rara malattia lo costringe a lasciare il wrestling, ed il 12 aprile 1987, a 23 anni, Mike si suicida assumendo una dose incredibile di tranquillanti.

Chris Von Erich è il più piccolo di tutti i figli di Fritz, sia d’età (classe 1970), che fisicamente (era alto appena 165 cm). Il sogno di Chris era quello di emulare tutti i suoi fratelli, diventando un wrestler come loro, ma per lui la strada sarebbe stata molto più dura, a causa del suo fisico minuto, e del suo soffrire d’asma. Chris non diventa un vero wrestler, ma ogni tanto viene coinvolto negli angle che vedono protagonisti i suoi fratelli, tant’è che una volta colpisce con una sedia Michael Hayes, e si permette addirittura un piccolo feud con l’allora sconosciuto Steve Austin, nell’USWA. Diventare un wrestler professionista è il suo chiodo fisso, e per riuscirci Chris inizia ad assumere dosi massicce di steroidi, con il solo risultato che le sue ossa diventano così deboli, al punto che una volta si rompe un braccio semplicemente salendo sul ring. Il 12 settembre 1991 Chris capisce che non realizzerà mai il suo sogno e decide di porre fine alla sua vita con un colpo di pistola. Aveva appena 21 anni.

Questa breve biografia della dinastia Von Erich era più che giusta per introdurre la carriera di Kerry Von Erich, come detto il più forte della famiglia, anche se per questo, non certo più fortunato degli altri. Ricominciando da capo, Kerry Von Erich nasce a Denton, in Texas, il 3 febbraio 1960, ed alla high school si fa subito notare per aver infranto il record di vittorie del padre Fritz. La lotta libera è la sua prima passione, tant’è che nel 1980 viene convocato dalla nazionale USA per i Giochi Olimpici di Mosca. Kerry è al settimo cielo, ma la prima doccia fredda è in arrivo: il presidente degli States Jimmy Carter ordina a tutte le nazionali del paese di boicottare le Olimpiadi.

Il debutto su un ring di wrestling comunque, era già avvenuto l’anno prima, nel 1979, e Kerry con quel fisico che mischia alla perfezione potenza ed agilità (1,88 x 115 kg), promette benissimo. Si divide tra NWA, WCCW, e USWA, e riesce a lasciare il segno dappertutto. Nella federazione di famiglia, la WCCW, vince quattro volte i titoli di coppia, tre con il fratello Kevin ed uno con Jeff Jarret. Le quattro vittorie arrivano tra il novembre dell’87 ed il marzo del 1989, e Kerry, con Kevin e Jeff, si batte con atleti quali Terry Taylor, Iceman King Parsons, Michael Hayes, Robert Fuller, ed Eric Embry. Invece, il titolo mondiale lo vince tre volte, battendo Black Bart, Iceman King Parsons, e Jerry Lawler. Il 13 dicembre 1988 perde definitivamente la cintura, quando viene sconfitto da Jerry Lawler in un match per l’unificazione del titolo World Class con quello AWA. La fine di quel match fu molto controversa, perché l’arbitro chiamò la fine dell’incontro e la sconfitta di Kerry per eccessiva perdita di sangue mentre questi stava sottomettendo Lawler con la sua Iron Claw. Infine, vince ben 8 volte il titolo six-man tag della WCCW, sempre con componenti della famiglia quali Kevin, David, Mike, e a volte con Michael Hayes e Brian Adias.

Parallelamente alla WCCW, Kerry si misura nella NWA, dove fa incetta di titoli, come tre titoli assoluti di coppia (due con Al Madril ed uno con Paul Orndorff), un titolo assoluto del Missouri, 6 American tag team titles, ed addirittura un titolo mondiale assoluto. La vittoria della cintura mondiale arriva il 6 maggio 1984, quando ad Irving, in Texas, in uno show della NWA in memoria di David Von Erich, Kerry batte Ric Flair, laureandosi campione del mondo! Il suo regno di campione dura però appena 18 giorni, perché il 24 maggio, a Yokosuka in Giappone, in un 2 Out Of 3 Falls Match, Flair torna campione.

Verso la fine del 1989, Kerry lascia l’NWA e la WCCW, e si accasa alla USWA, dove vince tre volte il titolo del Texas, tra l’ottobre ’89 ed il luglio ’90. Il primo titolo lo vince contro The Punisher (l’attuale Undertaker), poi lo perde contro Jerry Lawler due mesi dopo, lo rivince il 5 gennaio ’90, e lo tiene per più di 4 mesi, quando lo perde contro Matt Borne (Doink alla WWF). Il primo giugno lo vince per la terza volta, ma quando a luglio arriva la chiamata della WWF, Kerry lascia il titolo vacante.

Fino ad ora, tranne le disgrazie dei suoi fratelli (ad oggi sono già morti Mike e David), sembrano tutte rose e fiori per Kerry, ma non è così. Scendiamo dal ring e vediamo cosa successe a metà del 1986: il 4 giugno Kerry sta guidando la sua moto ad Argyle, in Texas, quando sulla highway tenta un sorpasso sulla sua sinistra ad un furgoncino. La moto di Kerry slitta e va a sbattere sul retro di una macchina della polizia che, davanti al furgoncino, stava svoltando a sinistra; in seguito all’impatto, Kerry fa un volo di quasi cento metri, e frana sulla strada, accusando una slogatura all’anca e vari danni, in termini di fratture, al ginocchio destro ed alla caviglia destra. Con un’operazione, a Kerry viene impiantata una protesi alla gamba amputata da sotto il ginocchio, e miracolosamente, dopo pochissimi mesi, Kerry torna sul ring senza che nessuno si sia accorto di nulla. La protesi rimase un segreto fino a quando Col. Debeers, in un match, la sfila via accidentalmente. La protesi non è stata l’unica cosa regalata a Kerry dall’incidente: verso la fine del 1986, il più forte dei Von Erich diventa assuefatto ai pain killers ed alla cocaina, che lo accompagneranno per tutta la sua vita.

Detto questo torniamo alla metà del 1990, quando Kerry Von Erich lascia l’USWA, ed approda alla federazione-sogno di tutti i wrestlers: la World Wrestling Federation.

In piena era gimmick, Kerry Von Erich, veloce e potente lottatore texano, diventa Texas Tornado. Il debutto avviene il 28 luglio ’90 ad Omaha, nel Nebraska, quando a Saturday Nights Main Event batte in poco più di tre minuti Buddy Rose. Il 27 agosto è il giorno del ppv Summerslam, che nel 1990 si tiene a Philadelphia; è la notte del famoso cage match tra Ultimate Warrior e Rick Rude per il titolo mondiale, ma è anche la notte in cui “Texas Tornado” Kerry Von Erich, appena un mese dopo il suo arrivo a Stamford, diventa campione intercontinentale! Ad uscire sconfitto da quell’incontro è Mr Perfect, che nulla può contro la forza del tornado texano, nuovo intercontinental champion della federazione.

Texas Tornado inizia a difendere l’alloro intercontinentale, capace di aggiungere ancora più importanza ad una carriera apparentemente in crescendo, parallela ad una vita privata minata continuamente dalle disgrazie. Tuttavia, Kerry non ha molte occasioni per mostrare quanto è capace di onorare la sua cintura, e tranne una vittoria facile su Haku a Saturday Nights Main Event, la difende sporadicamente negli house shows, dagli assalti di Mr Perfect. In poche parole, Texas Tornado come campione intercontinentale non funziona, e meno di tre mesi (19 novembre) dopo Summerslam, dove si era consacrato campione, Texas Tornado viene battuto da Mr Perfect.

Senza cintura, ma non senza la voglia di riconquistarla. Infatti soli tre giorni dopo, il 22 novembre, alle Survivor Series, Texas Tornado (ancora annunciato come campione Intercontinentale poichè l'incontro con Mr. Perfect viene trasmesso in televisione solo il 15 Dicembre) combatte nella squadra del campione del mondo Ultimate Warrior, con i Legion Of Doom, proprio contro il rivale Mr Perfect ed i Demolition (Ax, Smash, e Crush), e a sopravvivere è solo il “guerriero”. Il 19 gennaio 1991 Texas partecipa alla Royal Rumble, ma viene eliminato per settimo da Undertaker. Il 24 marzo partecipa alla sua prima Wrestlemania, nella settima edizione, e sconfigge agevolmente Dino Bravo. Il 15 aprile partecipa ad una 20 men battle royal in cui lottano wrestlers del calibro di Jake Roberts, Shawn Michaels, Earthquake, Big Bossman, Greg Valentine, British Bulldog, Hulk Hogan, Jimmy Snuka, e nella quale incrocia nuovamente il suo acerrimo rivale Mr Perfect: il tornado texano non fa una grande figura, e la beffa finale è proprio la vittoria di Mr Perfect, che elimina per ultimo Greg Valentine.

Ad aprile e ad agosto partecipa a due eventi svoltisi in Inghilterra, UK Rampage e WWF At Royal Albert Hall: entrambi si svolgono a Londra, e in entrambe le occasioni raccoglie solo sconfitte, contro Ted Dibiase via count-out, e contro The Mountie. Il 26 agosto 1991, a Summerslam, lotta in un 6-man tag team match, e con British Bulldog e Ricky Steamboat batte Warlord, Paul Roma, e Hercules. Il 27 novembre 1991 è tempo di Survivor Series, e Texas Tornado, insieme a Sgt. Slaughter, Jim Duggan, e Tito Santana, batte Hercules, Skinner, Berzerker, e Col. Mustafa, ed è tutto il suo team a restare sul ring.

Il 19 gennaio 1992 prende parte alla storica edizione della Rumble, in cui viene assegnato il vacante titolo mondiale: entra con il nove, ma il futuro campione Flair lo elimina per ottavo. Fino ad allora, praticamente da quando ha perso il titolo intercontinentale, Texas Tornado non ha più lottato per qualcosa di importante, ma qualcosa sta per cambiare. Da tempo combatte negli house shows con Ultimate Warrior, con cui forma un devastante tag team, ma purtroppo per lui negli spettacoli televisivi non viene mai proposto.

Il perché di questo è storia nota, e segna il declino di Texas Tornado. Dopo la morte del fratello più piccolo Chris (avvenuta il 12 settembre 1991), la dipendenza dalla cocaina aumenta sempre di più, al punto che Kerry inizia addirittura a perdere eventi a cui doveva partecipare. Il viale del tramonto è ormai imboccato, e a fine gennaio ’92, viene rilasciato dalla WWF.

Qui finisce la carriera di “Texas Tornado” Kerry Von Erich, il tornado capace di vincere un mondiale NWA a 24 anni, ed un titolo intercontinentale appena un mese dopo il suo arrivo alla WWF, ed inizia il calvario di Kerry Gene Adkisson, un uomo che già da anni lotta con cocaina e pain killers.

Il suddetto calvario di Kerry dura un anno intero, né più né meno. L’otto febbraio ’92 viene arrestato per avere falsificato delle prescrizioni mediche, con il tentativo di ottenere droghe e medicinali. Pochi giorni dopo viene rilasciato su cauzione, e spinto dal padre Fritz, entra in un programma di disintossicazione. Tutto ciò purtroppo serve a poco perché un recidivo Kerry, il primo ottobre, viene incriminato di aver nuovamente contraffatto delle prescrizioni mediche, e stavolta viene punito con l’interdizione dal combattere per dieci anni, con la libertà vigilata, e con una multa di 6000 $. Il 17 febbraio 1993 Kerry viene trovato in possesso di cocaina, e sta per essere condotto nuovamente in prigione, ma non fanno in tempo: il giorno dopo, 18 febbraio, Kerry Von Erich si suicida con un colpo di pistola al petto, a 33 anni.

E’ il quarto Von Erich a morire, il più forte e il più talentuoso

Realizzazione a cura di Niccolò Bagnoli

   

Questo sito non è in alcun modo affiliato con alcuna organizzazione professionistica.
I nomi dei programmi, dei lottatori e dei marchi WWE e TNA sono proprietà delle rispettive federazioni.
Copyright © 2017 - Tuttowrestling.Com - P. IVA n° 08331011000

TUTTOWRESTLING HOMEPAGE