Biografia di Tajiri - TUTTOWRESTLING.COM -=Tutto Sul Mondo Del Pro Wrestling=-
 
TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
 
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
 
 26.7 WWE Smackdown Report
 25.7 WWE Raw Report
 24.7 BATTLEGROUND 2017 REPORT
 26.7 TW Web Radio
 23.7 Wrestling Cafe
 25.7 TW Web Radio
 24.7 WWE Main Event Report
 
 





 
 
 


TAJIRI


Yoshihiro Tajiri nasce a Yokohama il 29 settembre 1970. Fin da giovane si appassiona al wrestling e riceve un allenamento che concilia lo stile di lotta del suo paese a quello della lucha libre messicana, un mix particolare che si rivelerà molto spettacolare. Nel 1994, poco più che ventenne quindi, si fa notare nel suo paese conquistandosi la possibilità di esordire nel mondo del pro wrestling nella IWA Japan. Tajiri continua a lottare per la federazione per un anno, accrescendo la sua credibilità ed arrivando, nel giugno 1995 a conquistarsi addirittura una possibilità di sfidare il campione NWA Dan Severn negli Stati Uniti.

Avendo dalla sua l’esperienza nello stile dei luchadores messicani, Yoshihiro decide di tentare la fortuna nel paese centroamericano, entrando a far parte della EMLL (in seguito CMLL), vestendo una maschera come da tradizione e assumendo l’appellativo di Aquarius. La collaborazione fra la CMLL e il paese asiatico è però molto attiva e Tajiri ha quindi la possibilità di combattere spesso nel suo paese, ed è proprio a Tokyo che il 19 luglio 1996 riesce a vincere il Light Heavyweight Title contro Dr. Wagner. Di fronte al suo pubblico poi, Aquarius toglierà la maschera rivelando la sua vera identità.

Tajiri è una vera e propria celebrità nel mondo del wrestling giapponese, e lo testimoniano i 50.000 spettatori che assistono al suo match contro Shinjiro Otani al Tokyo Dome, nel gennaio 1997. Arriva anche la chiamata della prestigiosa NJPW per partecipare al Super Junior tournament contro atleti del calibro di Jushin Liger, Chris Jericho e Chavo Guerrero Jr.. Tajiri si avvicina poi al mondo hardcore. Combatte anche per la Big Japan riuscendo a conquistare i titoli di coppia al fianco di Ryuji Yamakawa, sconfiggendo Takashi Ishikawa e Kishin Kawabata. Di quel mese anche l’inizio di un breve stint in WWF, dove sosterrà per l’appunto a luglio un match contro Taka Michinoku, e in ottobre altri due incontri contro Brian Christopher e ancora Michinoku.

Il 1998 di Tajiri comincia ancora sotto il segno della Big Japan. In gennaio riconquista i titoli di coppia sempre al fianco di Yamakawa, mentre in febbraio, sconfiggendo Gedo si fregia per la prima volta del prestigioso titolo di Junior Heavyweight Champion. La sua fama è ormai mondiale e Paul Heyman, mente della ECW, sceglie Yoshihiro per la sua federazione sempre pronta a stravolgere i limiti del pro wrestling. Nel dicembre 1998, Tajiri fa il suo esordio in ECW, sconfiggendo Antifaz Del Norte.

Il primo feud che lo vede protagonista nella federazione di Philadelphia, è contro l’”insane luchador”, Super Crazy. Tajiri lo sconfigge nella prima edizione di Guilty as Charged, ma poi subisce, da gennaio a marzo, una serie di tre sconfitte dall’atleta messicano. Messa da parte la rivalità con super Crazy, nella primavera del 1999 Tajiri sfida prima Jerry Lynn, accusando un’altra sconfitta, poi Little Guido, conquistando finalmente una vittoria. Il Lavoro di Yoshihiro è apprezzato al punto che, da giugno ad agosto, avrà la possibilità di sfidare per ben tre volte il campione ECW Taz, perdendo però tutti e tre gli incontri, anche se il suo status di superstar è ormai innegabile.

Le strade di Tajiri e del vecchio nemico Super Crazy si incrociano nuovamente nel novembre 1999; i due infatti sono impegnati a Novembre to Remember in un three way dance che viene però vinto dal terzo incomodo Jerry Lynn. Accantonata parzialmente la rivalità, Tajiri e Crazy lottano in coppia a Guilty as Charged per avere la meglio su Little Guido e Jerry Lynn. Il momento della gloria per Yoshihiro è però vicino: L’8 aprile infatti conquista il suo primo titolo ECW. Battendo i suoi nemici storici Little Guido e Super Crazy, infatti, Tajiri porta a casa il Television Title. La gioia è però effimera, poiché già il 22 aprile, a Cyberslam, il “man beast” Rhino riesce ad avere la meglio su di lui, privandolo del titolo.

Si apre quindi un periodo di parziale stallo per Yoshihiri, il quale lotterà fra maggio giugno con avversari del calibro di Steve Corino, Little Guido, Jerry Lynn e Psicosis, senza però alcun titolo in palio. E’ al Massacre Tour del 2000 però, che la stella di Tajiri torna in auge. Il team formato da lui e Mikey Whipwreck non è il più quotato per la vittoria dei titoli di coppia, ma sconfiggendo man mano tutti gli avversari (FBI al primo turno, Julio Dinero e EZ Money in semifinale e in un avvincente finale a tre coppie quella formata da Tommy Dreamer e Jerry Lynn e quella di Simon Diamond e Johnny Swinger), riescono a portare a casa un meritatissimo alloro.

La gioia, questa volta, è ancora più breve rispetto al regno di Tajiri col Television Title: il Massacre Tour, lo dice il nome stesso, è una competizione senza pause e si lotta tutti i giorni. Il 26 agosto 2000, solo un giorno dopo che Yoshihiro e Whipwreck hanno conquistato i titoli, gli FBI (Little Guido e Mamaluke), li sconfiggono per diventare i nuovi campioni. I due continuano a fare coppia, e prestano il loro servizio al Sinister Minister, già James Vanderburg in WCW. Grazie a lui saranno ancora tre le occasioni di sfidare gli FBI per i titoli, l’ultima delle quali in un 2 out of 3 match, ma purtroppo Yoshihiro e Mickey non riusciranno nel loro intento. L’aria alla ECW si sta facendo, nel frattempo, sempre più pesante. I debiti sono molti e la bancarotta è dietro l’angolo. A gennaio, three way tag team match non titolato nel quale Tajiri e Whipwreck battono sia gli FBi, sia Kid Kash con Super Crazy, Yoshihiro decide di abbandonare la compagnia che da lì a qualche mese chiude i battenti.

Per lui c’è subito la possibilità di un breve stint alla CZW: il 20 gennaio va subito per il titolo della federazione, ma viene sconfitto da Justice Pain. Il 10 febbraio ritrova il suo vecchio nemico Super Crazy, ma il loro match finisce in un no contest. Breve gloria, infine, in quella che è l’ultima apparizione di Tajiri alla CZW: il 28 febbraio sconfigge Nick Berk e vince il CZW title, ma non fa a tempo a girarsi che il malvagio John Zandig lo atterra, lo schiena e lo priva del titolo.

Già dal gennaio 2001 però, Yoshihiro ha raggiunto un accordo che l’ha portato alla firma di un contratto con la WWF. Lo stint alla CZW è quindi soltanto una parentesi, in attesa del debutto in WWF che avviene il 24 maggio, quando Tajiri si presenta in maniera inconfondibile: di fronte a un attonito commissioner William Regal, comincia un accorato discorso in giapponese che il wrestler di origine britannica ovviamente non capisce affatto. La prima rivalità è contro una sua vecchia conoscenza, e cioè l’ex campione ECW Tazz. Prima lo sconfigge in un 3 vs 3 tag team match, unendosi ai “fratelli” Kane e Undertaker per affrontare appunto Tazz e i Dudley Boyz, poi a Invasion PPV di luglio, lo sconfigge grazie alla sua celebre Green Mist, il marchio che porta oramai da anni con sè.

Il 6 agosto è la volta di un altro degli ormai caratteristici “mini-regni” di Tajiri. A inizio serata infatti batte X-pac per il light-heavyweight title, per poi perderlo la sera stessa per mano dello stesso X-Pac. In settembre, benché Tajiri sia un membro della WWF nel corso della storyline dell’invasion, stringe un rapporto con la rappresentante dell’alliance, Torrie Wilson. L’alleanza da subito i suoi frutti: il 10 settembre Tajiri sconfigge Chris Kanyon, conquistando così il WCW United States Title. Ad Unforgiven però lo perde contro una sua vecchia conoscenza, il “Man Beast” Rhino.

E’ un ottimo periodo però per Yoshihiro che il 22 ottobre sconfigge Billy Kidman e aggiunge un altro alloro al suo ormai consistente carniere di trofei: il WCW Cruiserweight title. A seguito di questa vittoria, Tajiri muterà il suo comportamento nei confronti di Torrie, maltrattandola e arrivando a costringerla a vestire secondo i dettami giapponesi per accompagnarlo sul ring. Ciò non sembra giocare a suo favore: il 4 aprile infatti Billy Kidman riconquista il titolo battendolo, e Yoshihiro sfoga tutta la sua rabbia sull’incolpevole Torrie. Dura poco però la gioia di Kidman, già a fine mese a Backlash è ancora una volta Tajiri a conquistare la cintura.

Dopo averla persa nuovamente contro Jamie Noble, però, l’utilizzo di Tajiri diventa piuttosto estemporaneo: dopo una serie di Tag Team match a fianco del campione, riesce ad ottenere a No Mercy e durante una puntata di Smackdown! Due shot per il titolo, ma sfumano entrambe contro Noble e Kidman. Da novembre a gennaio Tajiri non compare più a Smackdown!, vi farà ritorno solo il 9 gennaio per sconfiggere Jamie Noble con un potente calcio alla testa dei suoi. Noble si vendicherà la settimana seguente quando, con l’aiuto di Nidia, lo distrae in un match contro Nunzio, costandogli la sconfitta.

Di particolare pregio l’house show di Raw svoltosi a Tokyo il 25 gennaio. Tajiri è ospite d’onore del roster rosso e gli viene data la possibilità di sfidare l’heavyweight champion Triple H. Il comportamento di Yoshihiro sul ring è esemplare, ma arriva inesorabile la sconfitta contro un’avversario troppo superiore fisicamente. Troppo superiore sarebbe anche Big Show, che affronta in aprile, ma un aiuto estemporaneo arriva da Rey Misteryo, il quale distrae il gigante costandogli il count out. Sembra un nuovo inizio per la carriera di Tajiri, che nell’ultimo periodo ha un po’ stentato. Il 18 maggio a Judgment Day infatti, sfruttando l’assenza di Chavo Guerrero, viene inserito in tag con Eddie Guerrero; i due a sorpresa sconfiggono il Team Angle in un Ladder Match, conquistando così i titoli di coppia.

Tajiri è un degno sostituto di Chavo, ed eredita da lui il “lie cheat and steal” di famiglia. Grazie a trucchi simpatici, infatti, al fianco di Eddie sconfigge per altre due volte il Team Angle, entrambe per squalifica, lasciando Haas e Benjamin frustrati e con un palmo di naso. In giugno i due difendono le cinture dagli attacchi di Basham Brothers e della coppia formata da Sean O’Haire e Roddy Piper, ma il 3 luglio devono soccombere al ritorno del Team Angle che questa volta non si fa irretire dai trucchi del duo e riconquista i titoli. Alla fine del match la frustrazione di Eddie è tanta, e la sfoga sull’incolpevole Tajiri, lanciandolo addirittura attraverso il vetro di un’automobile.

Inizia quindi una rivalità fra i due, che li porterà a scontrarsi addirittura per il titolo US, detenuto da Eddie; il 31 luglio Guerrero lo sconfigge in una puntata di Smackdown, poi a Summerslam ha la meglio su Yoshihiro, Rhino e Chris Benoit in un 4 way match. Tajiri torna a concentrarsi sulla categoria dei cruiser dove può farla da padrone. Il campione in quel momento è Rey Mysterio, ed è quindi su di lui che si focalizzano i suoi sforzi. Dopo alcuni assalti andati a vuoto, il 25 settembre finalmente riesce a far sua la cintura, questa volta con una sorpresa; è infatti….rossa la mist che Tajiri utilizza per avere la meglio su Rey Rey.

Il mese di ottobre è importante sia per il fatto che Yoshihiro riesce a mantenere la cintura nonostante i ripetuti attacchi di Billy Kidman, Ultimo Dragon e Jamie Noble, sia perché il suo status di campione fa si che attorno a lui si raccolgano alcuni accoliti. Sono Akio e Sakoda, i quali si uniscono a Tajiri in una stable tutta giapponese. I tre fanno si che il titolo venga mantenuto per i mesi di novembre e dicembre, nonostante Jamie Noble e Nidia cerchino più volte di venire a capo dei nipponici, ma durante il primo match ufficiale della WWE nel 2004, svoltosi proprio il primo gennaio, Rey Mysterio schiena Yoshihiro e fa sua la cintura.

Torna quindi a dedicarsi ai suoi sodali, coi quali vince alcuni match 3 vs 3, fino ad arrivare a Wrestlemania 20, dove partecipa a una 10 men cruiserweight battle per il titolo, vinta da Chavo Guerrero che mantiene il titolo rubato in precedenza a Rey Mysterio. Il 24 marzo ha luogo la prima storica draft lottery WWE, e Tajiri è fra i sorteggiati che dovranno cambiare roster. Arriva quindi a Raw abbandonando i suoi due protetti Akio e Sakoda a Smackdown! Non è un buon inizio, in fatto di alleanze, quello di Yoshihiro nello show del lunedì. Si fa infatti subito nemico Jonathan Coachman a causa di una delle sue green mist, e lo scudiero di Eric Bischoff lo fa inserire in un match contro Kane la settimana seguente. Incredibile ma vero, Tajiri vincerà il match per count out. L’attrito fra lui e Coach però continua, e vincendo un match contro un “Five Star Ninja” (in realtà Al Snow), Yoshihiro si guadagna la possibilità di confrontarsi con lui in un match a Backlash. Poca fortuna per Tajiri in PPV, però, perché The Coach riuscirà a far suo il match grazie all’aiuto di Garrison Cade. Non paga, la coppia si ripeterà anche la sera successiva a Raw. Stavolta è Cade ad essere sul ring, e porta a casa la vittoria grazie all’aiuto di Coachman.

Per Tajiri, fra aprile e maggio, è la volta di un minifeud personale contro l’Evolution: prima viene sconfitto da Triple H, poi in coppia con Shelton Benjamin ed Edge sconfigge lo stesso Triple H, Batista e Randy Orton in un 3 vs 3 match, infine viene squashato da Batista in un match davvero a senso unico. Da luglio, Yoshihiro inizia a far coppia con una sua vecchia conoscenza in ECW, Rhino, per dare l’assalto ai tag team titles. I due iniziano una fittissima serie di scontri contro i campioni in carica, La Resistance. Le due coppie si sfidano in match non titolati praticamente tutte le settimane e, finalmente, il 16 agosto si conquistano una shot al titolo ad Unforgiven. I canadesi tentano in tutti i modi, nelle settimane seguenti, di minare il loro cammino al PPV e ci riescono alla perfezione, dato che escono dal match con le cinture ancora alla loro vita.

Un’altra occasione viene data loro in novembre in un 3 way match che, oltre alla Resistance vede coinvolta la “strana coppia” formata da William Regal e Eugene. Sono proprio gli ultimi due, a sorpresa, a vincere i titoli sancendo così la fine della coppia formata da Tajiri e Rhino. Per Yoshihiro si prospetta un altro periodo di stallo, dove si fa notare solo per un dark match valido come “provino” per testare Psicosis in WWE.

A febbraio però la federazione torna in Giappone, e Tajiri non può che essere fra i protagonisti. La Resistance ha riconquistato i titoli, e William Regal è senza compagno dopo l’infortunio occorso a Eugene. Non ci vuole molto quindi per la creazione di un nuovo tag team che questa volta risulta vittorioso nell’assalto alle cinture, Tajiri è campione di coppia! Non è un gran momento per la categoria però a Raw, e quindi i due sono spesso confinati ad Heat per match che li vedono coinvolti, oltre che con i canadesi, con coppie improvvisate come Christian e Tomko o Simon Dean e Maven. Le uniche apparizioni del lunedì sera sono per lanciare gli Heart Throbs e la coppia formata da Muhammad Hassan e Koshrow Daivari. Una vittoria e una sconfitta per i campioni, in due match non titolati.

La resa dei conti per il loro regno arriva a maggio: a Backlash partecipano a un gauntlet match contro Heart Throbs, Dean e Maven, La Resistance e Superheroes. Sono questi ultimi, favoriti dall’ordine di entrata, a portare a casa i titoli. Il 16 maggio Yoshihiro ricomincia a respirare aria di ECW, in vista dell’imminente PPV dedicato alla federazione hardcore; è pronto a un match stile ECW contro Chris Benoit, ma questo viene fermato dall’intervento del GM Eric Bischoff. Il match si svolge però la settimana seguente, per volere di Vince McMahon: è Benoit a vincere grazie a una delle sue letali manovre di sottomissione.

Si arriva quindi al 12 giugno; occasione storica per rivedere all’opera i talenti ECW. Super Crazy sconfigge Little Guido e Tajiri in un 3 way international dance che vede le incursioni degli originali FBI (JT SMith, Tracy Smothers, Tony Mamaluke e Big Guido) e di Sinister Minister con Mikey Whipwreck. Terminata la parentesi hardcore, Tajiri è fra le vittime della Masterlock challenge. Per ben due volte è costretto a cedere alla morsa d’acciaio di Chris Masters, ma nella prima occasione riesce perlomeno a vendicarsi con la sua Green Mist. E’ la volta di un minifeud, della durata di due incontri svoltisi a Heat, contro Kerwin White, la nuova Gimmick di americano della middle class assunta da Chavo Guerrero. In entrambe le occasioni è White ad avere la meglio. Ed è Heat la dimensione che la WWE sembra aver scelto per lui, dato che fino ad ottobre resterà confinato lì, se si eccettua un match di coppia al fianco di Eugene contro i campioni Lance Cade e Trevor Murdoch.

Yoshihiro riappare a Raw nel corso del feud fra John Cena e Kurt Angle perdendo dal campione olimpico un match che si concluderà con l’intervento di Cena a far piazza pulita sul ring. Il 18 novembre, in un momento di grandissima commozione per tutti i fan di wrestling, partecipa ad una 10 men battle royal vinta da Juventud nello show in onore di Eddie Guerrero, morto soltanto poche ore prima. Qualche settimana prima erano circolate voci di un possibile divorzio di Tajiri dalla WWE, a causa di problemi d’inserimento riscontrati dalla moglie, incapace di integrarsi negli Usa, che però vengono smentite dall’annuncio del rinnovo del contratto con la WWE per 3 anni. Il 5 dicembre Tajiri viene sconfitto in maniera pesante da Triple H nella puntata del “processo” ad Eric Bischoff. Solo 3 giorni dopo WWE.com da notizia della rescissione consensuale del contratto che legava la federazione e Tajiri. Domenica 18 dicembre Tajiri appare per l’ultima volta in uno show della WWE, perdendo contro Gregory Helms a Heat. Il wrestler torna così nel suo paese per scrivere un libro e dedicarsi all’attività di giornalista.

Il 10 febbraio 2006 torna sul quadrato, debuttando nella federazione giapponese Hustle. Nei mesi successivi lotta diversi show per la compagnia, poi l'11 giugno 2006 torna "one night only" alla WWE per partecipare alla seconda edizione di ECW One Night Stand, dove la coppia formata da lui e Super Crazy perde contro gli FBI, Little Guido e Tony Mamaluke. Il 17 giugno 2006 Tajiri prende parte all'evento HustleAID, battendo Toshiaki Kawada e New-Ling Sama in coppia con Shinjiro Ohtani e poi affrontando nel main event Nobuhiko Takada, che però o sconfigge. Tajiri dà un'altra grande prova del suo valore il 27 agosto 2006 durante l'Hiroshi Hase Retirement Show, perdendo contro il leggendario Great Muta dopo una battaglia durata mezz'ora. Nei mesi successivi Tajiri continua a lottare sporadicamente per la Hustle.

Nel 2007 Tajiri si sposta nella All Japan Pro Wrestling dove ha un feud per l'AJPW Triple Crown Heavyweight contro il campione Minoru Suzuki. Il feud inizia il 30 marzo 2007 al Champion Carnival 2007, quando Tajiri viene sconfitto da Suzuki via count out e poi ruba la cintura di campione. Tajiri è opposto a Suzuki il 22 aprile 2007 nel corso di un tag team match e batte il campione. Pochi giorni dopo Tajiri accetta di restituire la cintura in cambio di un title match, che ha luogo il 30 aprile, ma lo vede uscire sconfitto. Successivamente Tajiri fa coppia con Great Muta in alcuni match. Nel febbraio 2008 Tajiri fa una apparizione nel corso del tour della WWE in Giappone. La compagnia di Stamford gli offre di ritornare a tempo pieno, ma lui rifiuta, non disdegnando delle apparizioni a sorpresa nel WWE WrestleMania Revenge Tours che si tiene nel mese di aprile in Inghilterra.

Nel dicembre del 2009 Tajiri diventa manager della Smash, una nuova compagnia giapponese di wrestling nata dalle ceneri della HUSTLE che si basa su tre linee di spettacolo: pro-wrestling, mixed martial arts and kickboxing. La compagnia ha un suo pubblico di nicchia, ma è costretta a chiudere nel marzo 2012 dopo un disaccordo tra Tajiri ed il finanziatore principale della Smash, Masakazu Sakai. Il 14 marzo 2012 Tajiri lotta nell'ultimo match della compagnia: in coppia con AKIRA batte Hajime Ohara e StarBuck. Subito dopo il match, l'ex stella della WWE annuncia la fondazione di una nuova compagnia.

Il 26 aprile 2012 Tajiri lancia la Wrestling New Classic (WNC): nel primo show lotta nel main event e viene sconfitto da AKIRA. Nei mesi seguenti Tajiri fa coppia con il suo vecchio compagno della ECW Mikey Whipwreck e viene tradito dal suo storico partner AKIRA. La compagnia continua, poi, a svolgere periodicamente degli show sul suolo nipponico e Tajiri è la sua attrazione principale. La WNC viene chiusa a fine giugno 2014 e Tajiri, insieme ad altri wrestler, passa alla Wrestle-1. La compagnia ha un accordo di scambio di talenti con la TNA e Tajiri torna a lottare negli Usa: ad agosto è a Impact Wrestling per partecipare ad alcuni tapings, in cui sconfigge Robbie E e perde contro James Storm e Sanada (in coppia con Austin Aries) e poi contro lo stesso Aries.

Realizzazione a cura di Francesco Velludo e Michele M. Ippolito

   

Questo sito non è in alcun modo affiliato con alcuna organizzazione professionistica.
I nomi dei programmi, dei lottatori e dei marchi WWE e TNA sono proprietà delle rispettive federazioni.
Copyright © 2017 - Tuttowrestling.Com - P. IVA n° 08331011000

TUTTOWRESTLING HOMEPAGE