Biografia di Steve Austin - TUTTOWRESTLING.COM -=Tutto Sul Mondo Del Pro Wrestling=-
 
TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
 
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
 
 24.9 Wrestling Cafe
 23.9 WWE Planet
 23.9 Impact Wrestling Report
 23.9 Impact Planet
 22.9 Cero Miedo
 22.9 Lucha Underground Report
 22.9 WWE NXT Report
 
 





 
 
 


STEVE AUSTIN


Steve Williams nasce a Victoria, Texas, l11 dicembre 1964. Inizia la sua carriera sportiva nel football alla North Texas State University, ma ben presto entra a far parte del mondo del wrestling, quando viene contattato dalla "Chris Adams wrestling school". Alla fine del 1989 avviene il suo debutto da wrestler professionista nella USWA, in un incontro che si svolge a Dallas con Austin che sconfigge Frogman LeBlanc. Molto presto Williams per costretto ad adottare un nome d'arte: "Steve Williams" era gi il nome di un lottatore famoso (il noto "Dr. Death" Steve Williams), e lui sarebbe diventato, per scelta di Dutch Mantel, "Steve Austin". Un anno dopo inizia una faida entrata nella storia del wrestling indipendente: Austin disputa contro Chris Adams uno "student Vs teacher match" (cio un match fra studente ed insegnante) nel quale Austin riesce ad ottenere la vittoria. Il primo match tra i due solo l'inizio di un feud che dura parecchi mesi, ed in cui vengono coinvolte anche le mogli di Austin e Adams.

Alla fine del 1990, Austin viene votato PWI Rookie of The Year superando di pochi punti El Gigante; nel 1991 passa alla WCW accompagnato da Lady Blossom, Jeanie Clarke, la ex moglie di Chris Adams, che poco dopo sarebbe diventata sua moglie, dandogli anche due figli. Austin si sposer una seconda volta con la diva di WCW e WWE Debra, dalla quale poi divorzier nel 2003.

Il suo debutto nella federazione di Atlanta, avviene il 30 Maggio 1991 e solo quattro giorni dopo Austin conquista gi il primo titolo nella nuova federazione, sconfiggendo Bobby Eaton e conquistando il WCW TV Title. Austin poco tempo dopo si avvicina anche al WCW U.S. Title, arrivando in finale contro Sting nel torneo per l'assegnazione del titolo. Dopo essere entrato a far parte della Dangerous Alliance (1991), nel 1992 perde il titolo Tv a favore di Ricky Steamboat, e dal 17 Ottobre dello stesso anno inizia a combattere in coppia con Brian Pillman con il quale forma il team degli "Hollywood Blondes". Il 2 Marzo del 1993 Austin e Pillman conquistano il titolo di coppia sconfiggendo Ricky Steamboat e Shane Douglas; nell'Agosto del '93 Brian Pillman si infortuna ad un'anca ed il suo posto nella coppia viene preso da Lord Steven Regal, ma lui e Austin non riescono a difendere per molto le cinture che infatti perdono da l a poco contro Paul Roma e Arn Anderson.

Da questo momento Austin sceglie la carriera da singolo e a Starrcade '93 conquista l'U.S. Title in un match in tre cadute sconfiggendo Dustin Rhodes. Questo suo regno dura la bellezza di nove mesi fino al 24 Agosto del 1994, quando Austin perde il titolo a favore ancora una volta di Ricky Steamboat, riuscendo, per, a riconquistarlo tre settimane dopo al Fall Brawl '94 per il forfait di Steamboat.

Perde il titolo, in modo definitivo, in un match per lui umiliante, in soli 27 secondi, a favore di Hacksaw Jim Duggan , per colpa di una decisione dei bookers per molti incomprensibile perch per poco non distrugge la fama di una giovane promessa per far fare buona impressione ad una "vecchia gloria", appena giunta nella federazione di Atlanta, ma pur sempre a fine carriera.

Nel 1995 Austin viene licenziato, via fax, dalla WCW, mentre si sta riprendendo da un infortunio. Austin non digerir mai la cosa e soprattutto ce l'avr sempre a morte con il firmatario della lettera di licenziamento: Eric Bischoff, che si riferiva ad Austin come ad un midcarder la cui carriera era giunta ad un binario morto.

Austin passa alla ECW. E' nella federazione di Philadelphia che iniziano a manifestarsi le grandi doti di parlatore al microfono di Steve Austin, che colpisce tutti impersonando "Stevester", una parodia di Hulk Hogan. Il punto pi alto della sua breve carriera alla Ecw la partecipazione, purtroppo non fruttuosa, ad un Three-Way Dance per il titolo Ecw contro il campione The Sandman e Mikey Whipwreck.

A met 1995, Steve Austin firma con la WWF.

La WWF sceglie di affiancargli Ted DiBiase come manager, lo chiama "Ringmaster" e gli d in mano la Million Dollar Belt. Il personaggio non funziona, e a questo si aggiungono una serie di errori di gestione della sua gimmick da parte dei bookers.

Notissimo il "Gun shot angle", in cui Austin viene coinvolto, insieme a Brian Pillman. Per creare hype ad un feud tra i due, viene fatto credere al pubblico di Raw che Austin si introdotto a casa di Pillman e gli ha sparato un colpo di fucile. Per le pressioni e l'indignazione degli spettatori, questo disgraziatissimo feud viene cancellato ed il personaggio di Austin , che poteva avere proprio contro Pillman un buon trampolino di lancio, ne viene danneggiato.

Il primo anno nella WWF di Austin gli porta solo un feud di basso profilo contro Savio Vega, nel corso del quale Austin abbandona il nome di "Ringmaster" ed il manager Ted DiBiase (che passa alla WCW), per prendere quello che lo porter nella leggenda: "Stone Cold Steve Austin".

Nella sua prima partecipazione a WrestleMania, nella dodicesima edizione, Austin si impone su Savio Vega e tre mesi dopo batte in sequenza Bob Holly, Savio Vega, Marc Mero e Jake "The Snake" Roberts, vincendo il torneo 1996 di King of the Ring.

"You sit there and you thump your Bible, and you say your prayers, and it didn't get you anywhere. Talk about your Psalms, talk about John 3:16... Austin 3:16 says I just whipped your a#$!" Con queste parole, nel corso della cerimonia di premiazione del torneo, Austin fa nascere "Austin 3:16" che diventer a breve un'icona per i suoi fans.

Pi tardi, nel 1996 alle Survivor Series Austin sfida Bret Hart, e ne esce un match bellissimo, tra I migliori della carriera di entrambi. La fine arriva quando Austin applica a Hart una Sleeper Hold e Bret riesce a girare a suo favore la mossa saltando su un angolo del ring. La scalata di Austin verso i vertici del ranking della WWE, per, non si ferma: alla Royal Rumble 1997, Austin entra come quinto concorrente e riesce a rimanere sul ring fino alla fine. Bret Hart riesce ad eliminarlo , ma gli arbitri non se accorgono: Austin risale sul ring, fa piazza pulita degli avversari rimasti e porta a casa, anche se in modo scorretto, la vittoria.

Il feud tra Austin e Bret prosegue a WrestleMania XIII in un Submission Match. Il match addirittura migliore di quello di sei mesi prima, con un livello di intensit ancora superiore. Austin sanguina per buona parte del match, ma quando Bret gli applica la Sharpshooter, Austin rifiuta di cedere e dopo alcuni minuti nella presa, sviene in mezzo al ring. Lo Special Referee Ken Shamrock ferma il match, dichiarando vincitore Bret Hart, ma il vincitore morale proprio Steve Austin che sul ring ha dato una grandissima prova di dedizione e di coraggio.

La sera successiva , a Raw, Bret Hart compie un heel turn, prendendosela con i fans americani che la sera precedente sono stati con Austin e non con lui. Austin si pone ancora come principale avversario di Bret, ed in questo modo, dopo una vita spesa da heel, compie un face turn importantissimo per la propria carriera. A IYH: Revenge of the Taker , riesce a battere, finalmente, Bret Hart, ma solo per squalifica, dovuta all'interferenza esterna di Owen Hart e British Bulldog, che lo puniscono duramente.

Austin diventato cos primo sfidante al titolo assoluto WWF, ed affronta il campioe mondiale Undertaker a IYH: A Cold Day in Hell. L'attacco al titolo per infruttuoso: ancora una volta la Hart Foundation interferisce dando la possibilit ad Undetaker di portare prima un Tombstone Piledriver e poi il conto di tre sull'avversario.

Nelle settimane successive, Austin vince il suo primo titolo nella WWE. Si tratta del Tag Team Title, vinto insieme a Shawn Michaels nel corso di una puntata di Raw, battendo Davey Boy Smith & Owen Hart. In realt, tra Austin e Michaels non corre affatto buon sangue e, pur essendo co-titolari di una cintura mondiale, si scontrano a King of The Ring, in un buon match che termina in un pareggio.

Poco dopo Shawn Michaels si reinfortuna ad un ginocchio ed Austin deve scegliersi un partner per affrontare i primi sfidanti al titolo di coppia, Bulldog e Owen, che avevano vinto un torneo opportunamente organizzato. Si offre come partner Mick "Dude Love" Foley, che aiuta Austin a riconquistare le cinture di coppia.

A Summer Slam 1997, Austin affronta Owen Hart, campione intercontinentale della WWF, in quello che rappresentava un importante gradino per la conquista del titolo assoluto WWF. Nel match, purtroppo, Owen Hart compie un grave errore, sbagliando ad eseguire un Piledriver. Questa manovra fa restare semiparalizzato Austin , che comunque, grazie alla bravura di Owen, riesce a vincere il titolo con un Rollup improvvisato. A causa di questo infortunio, che cambier il corso dell'intera carriera di Steve Austin , Steve Austin rende vacanti sia l'appena conquistato titolo intercontinentale, sia i titoli di coppia. Austin, seppure non in perfette condizioni fisiche, e contro il parere di alcuni medici , torna sul ring molto presto: a Survivor Series 1997, va ancora contro Owen Hart, che nel frattempo ha rivinto il titolo intercontinentale, e glielo strappa.

A IYH: D-generation X, batte The Rock, ma rifiuta di lottare contro di lui a Raw per il titolo intercontinentale, e Vince McMahon strappa il titolo a Austin dandolo all' avversario, che comunque si becca una bella Stone Cold Stunner. Alla Royal Rumble 1998, Steve Austin vince ancora una volta, eliminando per ultimo The Rock, e lanciandosi per il main event di Wrestlemania XIV, dove affronta il campione mondiale WWF Shawn Michaels. Austin vince con una Stunner contro uno Shawn Michaels con la schiena a pezzi, e nei mesi succesivi difende il titolo mondiale contro Mick Foley e Kane. Contro Kane perde il titolo mondiale a King of the Ring, in un First Blood Match, ma lo rivince la sera successiva a Raw.

Nel frattempo Austin rivince il titolo di coppia con The Undertaker, che perder presto contro Kane e Mankind poche settimane dopo. A Summer Slam Austin e Undertaker sono l'uno contro l'altro per il titolo e Austin riesce a vincere in modo assolutamente pulito grazie alla sua Stunner.

Il regno di campione di Austin si interrompe nel settembre 1998, nel corso di IYH: Breakdown, dove, nel corso di un Triple Threat Match, viene schienato contemporaneamente da The Undertaker e Kane. Vince McMahon scappa con la cintura di campione alla fine dell'evento, per poi annunciare, la sera successiva a Raw che Kane ed Undertaker avrebbero battagliato per la cintura a IYH: Judgement Day, in un match in cui Austin sarebbe stato l'arbitro. Secondo una speciale stipulazione aggiunta al match se Austin si fosse rifiutato di proclamare il vincitore del match sarebbe stato licenziato per sempre dalla WWF. Dopo un colpo di sedia portato a Kane da Undertaker ed una Stunner portato da Austin a Undertaker , Stone Cold conta il tre e dichiara se stesso vincitore, mentre lo show si chiude. La sera successiva a Raw, Vince annuncia il licenziamento del wrestler, che per afferma ben presto di essere stato reinserito nel roster della federazione da Shane McMahon. Nelle settimane seguenti sono parecchi gli scontri fisici tra Austin e McMahon, che viene mandato addirittura all'ospedale e costretto su una sedia a rotelle.

Per le Survivor Series 1998, Vince McMahon decreta lo svolgimento di un torneo per stabilire un nuovo campione mondiale WWF. Austin batte The Big Bossman per squalifica al primo turno, ma viene infortunato nel postmatch dallo stesso BossMan, che la guardia del corpo di Vince McMahon. Austin riesce a saltare un turno del torneo grazie al pareggio nel match tra Steven Regal e X-pac ed arriva pi o meno in forma per le semifinali, contro Mankind. In questo match, l'arbitro subisce un bump e Austin, dopo aver colpito Mankind con una Stunner pronto per il pin, nonostante nessuno fosse l per contare lo schienamento. Shane McMahon corre ancora sul ring per eseguire il conteggio, ma si ferma al due, tradisce Austin e non termina, mostrando invece ad Asutin il suo dito medio. Mankind si riprende colpisce Austin con una DDT e vince il match grazie ad un fast count di Shane, andandp in finale e Austin viene eliminato dal torneo.

Il torneo viene vinto da The Rock, che diventa il Corporate Champion, e il giorno successivo a Raw, Austin rivela che il suo contratto gli garantisce una title shot. Il match si svolge quella sera stessa e Austin vince per squalifica dovuta ad interferenza esterna.

McMahon poi decide che, se Austin avesse vinto la Royal Rumble 1999, avrebbe avuto un'altra title shot, ma per avere garantito uno spot nel match avrebbe dovuto battere The Undertaker a IYH: Rock Bottom in un Buried Alive Match. Austin vince, con l'aiuto di Kane, e Vince McMahon stabilisce che Austin enter nella Royal Rumble come numero 1, mentre lui stesso entrer come numero trenta. Tuttavia il Commissioner della WWF, Shawn Michaels, cambia questa decisione, stabilendo che Vince McMahon entrer come numero 2. Austin per poco non vince la Royal Rumble, in quanto viene eliminato per ultimo dallo stesso Vince McMahon dopo essere stato distratto da The Rock, che nei minuti precedenti al match era tornato ad essere campione mondiale WWF.

La sera successiva a Raw, Vince McMahon lascia cadere la sua title shot a Wrestlemania, ma interviene di nuovo Shawn Michaels dicendo che nel caso il detentore della title shot a Wrestlemania rinunci a questa opzione, la title shot viene assegnata di diritto all'ultimo eliminato nella Royal Rumble, che nell'occasione proprio Steve Austin!.

Viene stabilito che si svolga uno Steel Cage Match tra Austin e Vince McMahon a IYH: St. Valentine's Day Massacre. Austin vince il match quando Paul Wight emerge da sotto il ring e lancia Austin contro la gabbia, facendola rompere, ma comunque facendolo uscire per primo! A WrestleMania XV, Austin riesce a rivincere il titolo contro The Rock, che viene sconfitto anche in un rematch a Backlash, in cui Austin ottiene che la sua cintura di campione torni ad essere la sua custom belt, la famosa "Smoking Skull Belt". A maggio 1999, The Undertaker batte Austin, che perde il titolo, a Over the Edge '99, grazie ad un conto veloce di Shane McMahon.

Si scopre che Undertaker e Vince McMahon avevano fatto un patto di ferro gi da alcuni mesi, ma non avevano fatto i conti con la moglie di Vince, Linda e con la loro figlia, Stephanie, che decidono , grazie al loro possesso del 50% delle quote della WWF, di nominare Steve Austin CEO della WWF al loro posto. Vince e Shane chiedono ad Austin ed ottengono un match per riconquistare il cinquanta per cento della compagnia a King of the Ring in un Ladder Match. I due vincono l'Handicap Match in modo molto discutibile, ma Austin si rif la sera successiva a Raw strappando il WWF Title a The Undertaker. Austin e Undertaker si scontrano di nuovo in un First Blood Match a Fully Loaded, con un match a stipulazione speciale che prevede che Vince deve lasciare il wrestling se Austin vince il match , e Austin riesce a vincere.

Austin perde poi il match in un Triple Threat Match contro Mankind , che effettua lo schienamento, e Triple H a Summer Slam, con Triple H che attacca Austin con una sedia alla fine del match mettendolo fuori gioco per alcune settimane. Austin ritorna nella WWE giusto in tempo per aiutare Vince McMahon a battere Triple H per il titolo mondiale e per arbitrare ad Unforgiven un Six Pack Challenge per la cintura, che era stata resa vacante.

La sera successive ad Unforgiven, Austin dice a Vince che gli avrebbe permesso di ritornare in pianta stabile nel mondo del wrestling, se lui gli avesse garantito una title shot a No Mercy. Vince dice di s, ma Austin perde la sua occasione al Pay-Per-View.

Nel mese di novembre 1999, Austin deve affrontare in un Triple Threat Match The Rock e Triple H alle Survivor Series, ma viene attaccato ad inizio show e investito da una automobile. In realt l'angle un pretesto per tenere Austin lontano dal ring per tutto il tempo che gli serve per recuperare dai suoi infortuni al collo, alla schiena e alle ginocchia.

Di Austin non c' pi traccia nella WWF fino al mese di aprile, quando ricopre il ruolo di Special Enforcer nel match Triple H vs. Rock title match a Backlash, dove aiuta the Rock a mantenere il titolo.

Quando le condizioni fisiche di Austin migliorano , in autunno, il wrestler ritorna nella WWF e comincia a cercare la persona che lo aveva investito l'anno prima. Mick Foley , commissioner della WWF fa le sue indagini e scopre che il colpevole Rikishi. Rikishi ammette di aver investito Austin per fare fuori un wrestler bianco che era stato aiutato dalla dirigenza della WWF a danno dei wrestlers samoani della federazione, e dice che ha investito Austin per conto di The Rock.. Austin affronta Rikishi in un No Holds Barred Match a No Mercy, che termina in un No-Contest quando Austin tenta di investire il suo avversario con un truck. La polizia lo ferma e lo porta in prigione! Nelle settimane successive, Triple H rivela di essere stato lui a complottare contro Austin e a farlo investire! Austin incontra Triple H alle Survivor Series e il match finisce ancora in No-Contest quando Triple H si rifugia nel parcheggio dell'arena in una automobile, Austin la aggancia con una gru portandola a diversi metri d'altezza in aria e poi facendola piombare al suolo. Austin tenta allora l'assalto al titolo mondiale in un Six-Man Hell in a Cell Match a Armageddon contro Kurt Angle, The Rock, HHH, Rikishi, e The Undertaker, ma il suo tentativo non va a buon fine.

Ad inizio 2001, Triple H ancora alla ricerca di vendetta contro Austin, che interferisce nel title match di Triple H contro Kurt Angle alla Royal Rumble, facendolo perdere. Nel corso della stessa serata Austin vince il Royal Rumble match, ma, prima di WrestleMania viene deciso che Austin e Triple H regolino i propri conti in sospeso a No Way Out. Il match tra i due il pi bello nella WWF dell'intero 2001: un Two Out of Three Falls,con la prima caduta ottenuta in un match semplice, la seconda in uno Streetfight e la terza in un Cage Match. Triple H vince il match, ma ad Austin resta sempre la title shot a WrestleMania.

Wrestlemania XVII una notte storica per il wrestling e per Steve Austin, che vince il titolo contro the Rock grazie all'aiuto del suo arcinemico, Vince McMahon. La sera successiva, a Raw, ai due si aggiunge Triple H (Austin annuncia alla folla, basita, di aver fatto un patto con l'uomo che aveva tentato di ammazzarlo solo pochi mesi prima perch un simile pazzo sempre meglio averlo al proprio fianco che dietro le proprie spalle). Austin e Triple H regnano incontrastati nella WWF nei mesi successivi, sbaragliando tutti gli avversari , compresi i pi ostici, come Undertaker e Kane , contro i quali vincono le tag belts Backlash 2001. A Judgment Day 2001 Austin batte Undertaker per il titolo mondiale, ma la sera dopo lui e Triple H perdono le cinture di campioni di coppia contro Chris Jericho e Chris Benoit, in un match in cui Triple H si infortuna gravemente al ginocchio. A King of the Ring 2001 Austin impegnato in un Triple Threat Match contro Jericho e Benoit e riesce a batterli in modo abbastanza fortunoso.

Nell'estate 2001 la WCW e la ECW invadono la WWF e formano l'Alliance. Ad Invasion 2001, Booker T, DDP, Rhyno e i Dudley Boyz affrontano Austin, Angle, Undertaker, Kane e Jericho. Alla fine del match Austin tradisce la WWF per protestare contro Vince McMahon che negli ultimi tempi aveva rivolto eccessive attenzioni al suo nuovo pupillo Kurt Angle e d la vittoria all'Alliance. Angle furioso con lui: i due si scontrano a Summer Slam e Austin riesce a mantenere il suo titolo mondiale. Angle riesce a vincere la cintura il mese dopo, ad Unforgiven, in un match dal clima epico ( disputato pochi giorni dopo l'attacco alle Torri Gemelle), ma lo perde a distanza di pochi giorni di nuovo contro Austin, grazie ad una interferenza di William Regal. A No Mercy, Austin mantiene il titolo battendo Kurt Angle e Rob Van Dam, ma il mese dopo l' Alliance perde il Winner-Take-All Match alle Survivor Series, venendo cacciata in modo definitivo dalla WWF. Il periodo della Invasion forse il migliore della intera carriera di Austin, che si rilancia come grande entertainer e riesce a mantenere la cintura di campione mondiale per un lungo periodo.

Vince McMahon tenta allora di privare Austin del titolo, ma il suo nuovo comproprietario della WWF, Ric Flair interviene ed insieme i due organizzano un minitorneo a Vengeance 2001 per assegnare il primo WWF Undisputed Title della storia. Austin affronta Kurt Angle nel primo match e lo batte, mantenendo il WWF title, ma perde il secondo match , quello di unificazione con il World Title (l'ex WCW World title) contro Chris Jericho, che grazie ad una scorrettezza porta a casa l'ambita nuova cintura.

Nel 2002 Steve Austin prova di nuovo l'assalto alla cintura pi ambita della WWF. I suoi tentativi vanno per a vuoto sia alla Royal Rumble 2002, quando Austin il terzultimo eliminato nel Rumble match che vede prevalere Triple H, sia a No Way Out, quando perde il match per il titolo contro Chris Jericho a causa di una interferenza di tre cavalli di ritorno nella WWF: Hulk Hogan, Kevin Nash e Scott Hall, tutti sotto l'egida del rinato New World Order. Inizia un feud tra i due maggiori face della federazione, Austin e The Rock, ed i tre membri dell'nWo che si concretizza nella doppia sfida di Wrestlemania : The Rock contro Hulk Hogan e Steve Austin contro Scott Hall, con Kevin Nash al suo angolo. Austin vince facilmente un match bruttino, in cui Nash non riesce a imporre la forza del due contro uno.

In realt Austin non affatto contento: ritiene che la sua uscita dal main eventing sia dannosa per la sua immagine e che il match contro Hall non abbia alcuno sbocco positivo per lui. Arrabbiato con Vince McMahon, non si presenta quindi la notte successiva a Raw. Il suo "esilio" dalla WWF dura due settimane, alla fine McMahon lo convince a rientrare e nel corso di una edizione di Raw Austin posto davanti ad una scelta: lottare nello show assegnato a Ric Flair, Raw, o in quello di Vince McMahon, Smackdown! ? Austin colpisce con una poderosa Stunner Vince McMahon ed effettua la sua scelta per Raw, colpendo, alla fine, anche Ric Flair, per poi festeggiare tra fiumi di birra.

In realt i malumori di Austin sono solo sopiti e ben presto tornano alla ribalta. Austin partecipa senza eccessiva convinzione alle storyline propostegli, che lo vedono opposto a Booker T e a Big Show, e comincia a lamentarsi dello scarso livello degli avversari che gli possono essere opposti, in quanto quelli di maggior grido lottano tutti per Smackdown!. Il 10 giugno 2002, Austin , arrivando nell'arena dove la sera si sarebbe svolta la puntata di Raw, scopre che l'Head Booker dello show, Brian Gerwitz ha previsto una sua sconfitta contro un astro nascente della WWF (che nel frattempo ha cambiato nome diventando WWE), Brock Lesnar. Austin non ci sta: accusa i dirigenti della WWE di voler rovinare la sua carriera, ed insieme a sua moglie Debra lascia l'arena poche ore prima dello show. A nulla servono i tentativi per farlo ragionare effettuati da Shane McMahon: Austin torna a casa, tra lo stupore generale del backstage e le difficolt dei bookers, costretti a riscrivere lo show in pochissimo tempo.

E' la goccia che fa traboccare il vaso. Vince McMahon, infuriato per il comportamento per nulla esemplare di Austin lo sospende a tempo indeterminato dalla WWE. Alcuni giorni dopo Austin viene arrestato dalla polizia di Victoria, Texas, perch nel corso di un litigio domestico ha picchiato sua moglie Debra. Dopo poche ore Austin viene liberato e nei giorni successivi Debra presenta domanda di divorzio, salvo poi riappacificarsi con suo marito e ritirarla.

A fine novembre 2002 Austin viene ritenuto colpevole nel corso del processo e condannato ad una multa ed a prestare servizio presso i servizi sociali. Steve Austin resta lontano dal mondo del wrestling fino alle battute finali del 2002, nonostante le molte voci che lo vorrebbero di ritorno alla WWE per combattere il crollo dei ratings degli shows della federazione di Vince McMahon.

Il 14 Gennaio 2003, nel corso dello show celebrativo del decennale di Raw, Steve Austin vince il premio come Superstar del decennio e come protagonista del "Raw Moment" del decennio, che risulta essere il bagno di birra che Vince McMahon e la Corporation hanno dovuto subire ad opera sua. A ritirare i due premi si presenta Vince McMahon, precisando che Austin non presente perch "non invitato".

All'inizio del 2003 Vince McMahon pone un ultimatum a Bischoff: 30 giorni di tempo per "ribaltare" Raw come un calzino. Il General Manager individua in Stone Cold Steve Austin colui che pu dare allo show del luned sera quanto chiesto da McMahon e, facendo leva proprio sul mancato invito di Vince McMahon ad Austin per il decennale di Raw, invita, nel corso della puntata del 21 Gennaio, Stone Cold a presentarsi a Raw per dare la sua versione dei fatti sui problemi avuti con la dirigenza WWE nei mesi precedenti. Nelle settimane seguenti Bischoff si mostra fiducioso sulla possibilit di riportarlo alla WWE, annuncia un'intervista verit ad Austin realizzata dal Raw Magazine e decide addirittura di recarsi in Texas per convincerlo a tornare a Raw.

Nel Raw del 10 Febbraio Bischoff si presenta visibilmente preoccupato, i 30 giorni concessi da McMahon sono scaduti e ancora non ha nessuna certezza sul ritorno di Austin. L'atmosfera a Los Angeles, dove si svolge questa edizione, elettrica in quanto si attende l'arrivo di Vince McMahon che dovr pronunciarsi sulla sorte di Eric Bischoff. Eric decide allora di mettere in atto un ultimo disperato tentativo minacciando Jim Ross, amico di lunga data di Austin, di licenziamento se non fosse riuscito a portare al pi presto Stone Cold a Raw. Nel frattempo Vince McMahon arriva all'arena, sale sul ring, invita Eric Bischoff sul quadrato e pronuncia le fatidiche parole "You are fired!!!!!". Sembra che per Bischoff sia finita ma proprio quando McMahon sta per annunciare il nome del nuovo General Manager Jim Ross sale sul ring e annuncia a Vince di essere riuscito a convincere Austin...Stone Cold sar a No Way Out!!!! Vince chiude l'edizione di Raw annunciando a Bischoff che se rivuole il posto da General Manager anche lui dovr essere a No Way Out, ma non come manager...come wrestler!!! E il suo avversario sar proprio Stone Cold Steve Austin!!! Quando la puntata gi finita Austin infiamma l'arena di Los Angeles salendo sul ring e compiendo il suo ritorno "non ufficiale" (in quanto non ripreso dalla televisione) in uno show WWE.

Il ritorno ufficiale avviene due settimane dopo, a No Way Out, dove il match contro Bischoff si risolve in uno squash della durata di pochi minuti che gli consente di tornare trionfalmente nella WWE.

La sera successiva Austin non a Raw, poich Bischoff l'ha bandito dall'arena per evitare i suoi festeggiamenti dopo la vittoria a No Way Out. Ma proprio in questa occasione che prende il via il feud che lo porr di fronte a The Rock a Wrestlemania XIX. Infatti a Raw The Rock prende la parola, lamentandosi della scelta del pubblico che ha premiato Austin come Superstar del decennio nel decennale di Raw e sostenendo che lui meritava quel premio molto di pi.

Austin fa il suo ritorno a Raw nella puntata del 3 Marzo, dove annuncia di essere tornato per prendere a calci nel sedere uno per uno tutti i wrestlers del roster di Raw. Mentre Austin nel bel mezzo del suo discorso viene interrotto da The Rock. The Rock dice che lui ha avuto tutto dal wrestling ma gli manca una sola cosa...battere Stone Cold a Wrestlemania. La sfida lanciata e nel corso delle settimane seguenti la rivalit si accende sempre pi. Il 10 Marzo Stone Cold interferisce nel match di The Rock causandogli un'umiliante sconfitta contro The Hurricane. Sempre nel corso della puntata Eric Bischoff invita Austin sul ring per scusarsi e sotterrare l'ascia di guerra, Austin risponde a modo suo colpendo il General Manager con una serie di calci e pugni. Bischoff, letteralmente imbufalito, decide di sfidare Austin nell'edizione successiva di Raw in un Lumberjack Match. Prima del match The Rock convince Bischoff a cambiare la stipulazione in "No Disqualification Match". Nonostante le interferenze di Chief Morley e The Rock, Austin riesce a portare a casa il match, ma al termine della contesa viene messo k.o. da una Stunner di The Rock e deve subire l'umiliazione del festeggiamento con birre da parte del People's Champion.

Sette giorni dopo Austin si presenta a Raw con l'intenzione di vendicarsi dell'offesa subita, ma Bischoff non dello stesso parere e con l'aiuto di diversi poliziotti lo allontana dall'arena. La serata dedicata a un concerto di The Rock, che si presenta sul ring munito di chitarra per cantare alcune canzoni, ma Austin non ci sta e riesce a tornare nell'arena a bordo del suo Truck e ad interrompere il concerto, che era infarcito di allusioni e prese in giro nei suoi confronti, riuscendo a colpire The Rock e concludendo l'azione distruggendo la sua preziosa chitarra. La rivalit ormai al culmine e tutto pronto per la resa dei conti in programma solo sei giorni dopo, a Wrestlemania XIX.

Il 30 Marzo a Seattle va in scena Wrestlemania, The Rock riesce nell'intento di battere finalmente Austin nell'evento principale della WWE al terzo tentativo, ma la prestazione di Austin tutt'altro che negativa. The Rock riesce ad avere la meglio solamente dopo aver eseguito ben tre Rock Bottom sul rivale. Austin lascia il ring osannato dal pubblico e saluta come se fosse il suo ultimo match. Ed in effetti nei giorni precedenti al PPV i problemi alla schiena e al collo di Austin erano tornati a farsi sentire e Steve sapeva che avrebbe dovuto prendersi un'ulteriore pausa dal wrestling attivo, forse una pausa definitiva.

I problemi di Austin vengono utilizzati all'interno della storyline. Eric Bischoff nell'edizione di Raw post-Wrestlemania annuncia di essere in possesso di un certificato medico che evidenzia i grossi problemi di Austin alla colonna vertebrale e rende noto che i medici consigliano di evitare il suo impiego come wrestler attivo. Austin risponde a Bischoff invitandolo a non immischiarsi nei suoi problemi personali ma ormai il General Manager ha preso la sua decisione, nemmeno due mesi dopo averlo scongiurato di far parte del roster di Raw Eric Bischoff licenzia Stone Cold!!!

Con Austin fuori dai giochi Eric Bischoff prende il controllo di Raw abusando in lungo e in largo del suo potere, arrivando anche a licenziare Jim Ross, fino alla puntata del 28 Aprile 2003, nella quale Linda McMahon si presenta a Raw con l'intenzione di mettere fine alle azioni del General Manager. Linda informa Eric Bischoff che il consiglio direttivo della WWE ha convenuto che lui non in grado di fare il GM di Raw, ma a seguito di pareri contrastanti all'interno del direttivo si arrivati alla conclusione che Eric potr essere il co-General Manager al 50%, dividendo i poteri con...Stone Cold Steve Austin!!! Il Rattlesnake torna cos a Raw questa volta nelle vesti di co-General Manager, e da questo momento inizia una lunga coabitazione al potere fra Austin e Bischoff che caratterizza Raw per circa un anno. Austin, approfittando del fatto che il suo ruolo diviene attivo solo il giorno seguente, ne approfitta per concludere l'edizione di Raw colpendo Bischoff con una Stunner, cosa che gli sar proibita per contratto da quel momento in poi.

L'esordio come co-GM avviene la settimana seguente, ed un esordio col botto. Austin riporta in vita il titolo Intercontinentale sanzionando una battaglia reale per l'assegnazione del titolo vacante da svolgersi nel PPV seguente, Judgment Day. Il primo obiettivo per Stone Cold quello di far tornare Jim Ross, e riesce a trovare un accordo con Bischoff per sanzionare un match che vede Jerry Lawler affrontare Chief Morley con in palio il posto di lavoro di Jim Ross. Lawler ha la meglio e Jim Ross pu tornare al suo posto di commentatore, che era stato nel frattempo occupato da Jonathan Coachman. A questo punto Austin si rende conto che tre commentatori sono troppi,invita Ross, Lawler e Coachman sul ring e decide di compiere una scrematura colpendo con una Stunner Coachman! Ma la festa non ancora finita e al termine della puntata Austin sale sul ring, al termine del match Goldberg Vs Christian, per brindare insieme a Bill e dare il via allo "Stone Cold Beer Bash". La birra scorre a fiumi e il momento storico, perch per la prima volta si ritrovano sullo stesso ring Steve Austin e Bill Goldberg, le due icone della guerra fra WWF e WCW alla fine degli anni novanta. Inoltre questa la prima occasione dal suo ritorno nella quale Austin torna a brindare con le birre, nelle puntate precedenti era ancora in vigore la decisione del giudice, presa a seguito della sua rissa con Debra, che gli vietava l'assunzione di bevande alcooliche.

A Judgment Day 2003 Austin passa l'intero show all'interno di uno Sky Box riservato a lui e ad Eric Bischoff, invitando Eric a rilassarsi e a bere insieme a lui. Il risultato finale vede un Bischoff completamente ubriaco e in condizioni pietose a fine show.

Nel Raw successivo Austin continua a tormentare il povero Bischoff, ancora non ripresosi dalla bevuta del giorno precedente. Ma oltre a fare ci sancisce il main event per Bad Blood, un Hell In a Cell che vedr affrontarsi il campione Triple H e lo sfidante Kevin Nash.

La coabitazione al potere con Bischoff non delle pi semplici, e questo porta a una sfida fra i due a Bad Blood. Ma non sar un vero e proprio match di wrestling bens un "Redneck Triathlon". Questa particolare stipulazione prevede che vengano effettuate tre prove scelte a caso tramite l'utilizzo della Raw Roulette, chi ne vince due si aggiudica la sfida. Nel frattempo Austin prende un'altra importante decisione in merito all' Hell In a Cell, l'arbitro speciale sar niente meno che Mick Foley!

Nella puntata di Raw precedente al PPV viene scelta la prima delle tre prove del "Redneck Triathlon", una "Pie's Eating", dove per Pie non si intende la torta, bens la "torta" nel gergo di The Rock...

il 15 Giugno 2003 va in scena Bad Blood. Nell'edizione di Heat precedente al PPV viene decisa la prova con la quale viene dato il via al "Redneck Triathlon", ed un "Burp Contest", ovvero una gara di rutti. Dopo due rutti pi o meno equivalenti Austin ad aggiudicarsi la prima prova con un rutto impressionante. La seconda prova il "Pie's Eating" e i due si trovano di fronte quattro splendide ragazze, Austin offre a Bischoff la possibilit di scegliere per primo la ragazza e la proposta viene accettata volentieri. Jerry Lawler l'arbitro della contesa e invita sul ring i due, ma Stone Cold prende la parola e annuncia che la scelta non sar fra le quattro ragazze ma fra Fabulous Moolah e Mae Young. Eric si rifiuta di scegliere ma Austin gli ricorda che se d forfait il punto va ad Austin e allora Bischoff si fa forza e bacia Mae Young. Mae Young esaltata al massimo esegue anche una Bronco Buster su Bischoff in una scena a dir poco raccapricciante. Quando tocca ad Austin il Rattlesnake colpisce Mae Young con una Stunner e decide di lasciare il punto all'avversario, tutto si decide perci nella terza prova. Bischoff trucca la Raw Roulette e prova a far s che la terza prova sia un "Sing Off", una gara di canto che lo vedrebbe favorito, ma Austin scopre il trucco e costringe Bischoff a cambiare la terza prova in una "Pig Pen Fun", ovvero una rissa che vede vincente chi getta l'avversario nel recinto dei maiali. Austin ne esce ovviamente vincitore e festeggia con il solito bagno di birra.

Dopo Bad Blood Austin si ritrova ad affrontare il problema Kane. La Big Red Machine attraversa un momento di crisi motivazionale e Stone Cold prova a scuoterlo in ogni modo, arrivando a sancire un match per il titolo del mondo fra Triple H e Kane, ma decidendo che se Kane perde sar costretto a togliersi la maschera. Kane perde il match e deve cos rivelare la sua faccia al mondo, questa azione lo porta a diventare incontrollabile e a malmenare qualsiasi wrestler o cameraman gli si avvicini. Austin decide di risolvere la situazione invitando Kane sul ring e tentando di fargli capire che nessuno ride del suo volto, ma Kane non gli crede e attacca pure lui. Si scatena una rissa che sembra vedere Austin prevalere dopo aver eseguito una Stunner, ma Kane si rialza e lo mette fuori combattimento con una Chokeslam.

Nella puntata del 14 Luglio un Kane sempre pi fuori controllo d fuoco a Jim Ross al termine di un'intervista. Eric Bischoff scarica tutta la colpa delle azioni di Kane su Austin, inoltre protesta ufficialmente con Linda McMahon, in quanto non trova corretto che Austin faccia valere la sua legge interferendo nei match e colpendo con delle Stunner i wrestlers che secondo lui non agiscono nella maniera corretta.

Il 21 Luglio Linda McMahon si presenta a Raw, Bischoff convinto che sia l per licenziare Austin ma Linda ha un'altra proposta. Lei molto contenta del lavoro che Austin svolge ma non pu pi accettare che lui colpisca i wrestlers in quanto un GM non deve agire in quel modo, perci propone ad Austin di rimanere GM ma a condizione di non aggredire pi nessuno se non fisicamente provocato. Austin si prende una settimana di tempo per rifletterci e la settimana successiva accetta suo malgrado la nuova situazione.

Il 4 Agosto Austin decide il main event di SummerSlam annunciando un Elimination Chamber per il titolo del mondo che vedr di fronte Triple H, Goldberg, Shawn Michaels, Randy Orton, Chris Jericho e Kevin Nash.

Nelle settimane successive continuano gli sgarbi fra i due GM e Austin riesce con l'inganno a far firmare ad Eric Bischoff un contratto che lo costringe prima ad andare contro Kane a Raw e poi contro Shane McMahon a SummerSlam.

L'8 Settembre Austin si presenta a Raw per il "Discorso sullo stato di Raw" (parafrasando l'annuale discorso sullo stato dell'Unione del presidente degli Stati Uniti), nel corso del quale cambia la stipulazione del main event di Unforgiven, Triple H Vs Goldberg per il titolo del mondo, aggiungendo alle stipulazioni la possibilit per Goldberg di vincere il titolo anche per squalifica o Count Out.

Il 15 Settembre Christian e Chris Jericho inscenano una protesta al centro del ring contro il modo di comportarsi di Austin, che nelle settimane precedenti si era trovato pi volte ad avere scontri con loro. Austin non si fa intimidire e sale sul ring invitandoli a provocarlo fisicamente in modo da poter scatenare una rissa, i due per non ci cascano.

La settimana seguente Austin interviene nel main event di Raw, Goldberg Vs Chris Jericho per il titolo del mondo, per impedire a Eric Bischoff di intervenire in favore di Jericho. Nel fare ci colpisce Bischoff con un pugno e per questa sua azione viene punito la settimana successiva, quando gli viene impedito di presenziare a Raw. All'esterno dell'arena Stone Cold incontra John Heidenreich, che gli si presenta come un suo fan che ha come sogno quello di combattere nella WWE. Heidenreich in possesso di un biglietto per lo show e Austin non ci pensa due volte e gli propone di venderglielo. Cos riesce a tornare a bordo ring appena in tempo per assistere alla vittoria di Jim Ross e Jerry Lawler su Jonathan Coachman e Al Snow che permette ai primi di tornare al commento di Raw.

Il 13 Ottobre Austin interviene per evitare che Scott Steiner colpisca la sua manager Stacy Kiebler, Stacy raggiante e Austin la invita a bere insieme a lui. Ma Stacy non gradisce la birra e Austin come ricompensa le infligge una Stunner.

Il 20 ottobre si pongono le basi per Survivor Series. Nelle settimane precedenti Austin ha pi volte invitato il pubblico a sostenerlo nella richiesta al direttivo WWE di eliminazione della clausola che non gli permette di toccare nessuno. Ed proprio Eric Bischoff che gli offre questa opportunit, sfidandolo a cercare 5 wrestlers che andranno a comporre il Team Austin che sar contrapposto a 5 wrestlers del Team Bischoff a Survivor Series in un classico "Survivor Series Match". Se il Team Austin ne uscir vincitore Austin potr colpire chi vuole senza subire conseguenze, altrimenti dovr lasciare il suo posto di co-General Manager.

Il 27 Ottobre Jonathan Coachman presenta a Raw la biografia di Austin, "The Stone Cold Truth". Coach non la presenta in modo molto positivo e riceve le minacce di Austin per il post Survivor Series, se la sua squadr vincer sar Coach il primo a essere colpito. Austin sceglie per il suo team Booker T, Rob Van Dam, i Dudley Boyz e per ultimo Shawn Michaels, che si fa quasi pregare ma alla fine decide di mettere da parte tutti i passati attriti e di far parte del Team Austin.

Il 16 Novembre 2003 a Survivor Series il Team Austin viene sconfitto dal Team Bischoff (composto da Randy Orton, Christian, Chris Jericho, Scott Steiner e Mark Henry) nonostante una grandissima prestazione di Shawn Michaels che riesce a portare in parit una situazione che lo vedeva soccombere per 3 Vs 1, ma che alla fine lo vede schienato da Randy Orton grazie all'intervento di Batista. La sconfitta di HBK significa il licenziamento di Austin, Shawn al centro del ring in ginocchio chiede scusa a Stone Cold il quale accetta le scuse di buon grado, anche se molto dispiaciuto, perch sa che Shawn ha dato il massimo. Alla fine del match Austin torna sul quadrato, prende il microfono per ringraziare e salutare il pubblico di Dallas, Texas, citt che ospita il PPV ma anche citt che lo ha visto compiere i primi passi nel wrestling professionistico. Coach lo interrompe salendo sul ring per prenderlo in giro e Austin lo atterra con una Stunner prima di salutare con il consueto brindisi il pubblico e di dare l'addio, momentaneo, alla WWE.

Austin resta fuori dalla WWE per pi di un mese, torna il 25 Dicembre per un'apparizione speciale nelle vesti di Babbo Natale nella puntata natalizia di SmackDown! in onda dall'Iraq. Austin sotto la maschera di Babbo Natale distribuisce regali a tutti meno che a Vince McMahon, il quale infuriato per la cosa spintona Babbo Natale e gli chiede spiegazioni, Austin si leva cos barba finta e cappello prima di colpire McMahon con una Stunner mandando in delirio i militari che assistono allo show.

Nel frattempo il nuovo co-GM di Raw, Mick Foley, d il via ad una petizione per riportare Austin a Raw, petizione che ottiene un grande successo e viene presentata al Direttivo WWE, che la esamina nel corso della puntata del 29 Dicembre. Austin nel parcheggio dell'arena sul suo Truck in attesa della telefonata che gli permetta di tornare, quando la riceve gli viene comunicato che pu tornare a Raw come co-GM ma Austin rifiuta sdegnato e afferma di voler tornare solo alle sue condizioni, mette gi il telefono e va via dall'arena. Il main event della puntata un match per il titolo del mondo fra HBK e HHH con arbitro speciale Eric Bischoff, il match si conclude con un pareggio piuttosto controverso ed Eric Bischoff licenzia HBK a fine match per aver subito un suo attacco in precedenza. Ma a questo punto risuona la musica di Austin e il Rattlesnake torna e riassume immediatamente HBK, e lo pu fare non in qualit di GM ma in qualit di nuovo sceriffo di Raw! E per suggellare il suo ritorno colpisce Bischoff con una Stunner.

Il 5 Gennaio Austin entra in scena come sceriffo di Raw in sella ad un Quad e sancisce il match per il titolo del mondo alla Royal Rumble, sar Triple H contro Shawn Michaels in un Last Man Standing Match. Nella puntata successiva riporta Goldberg alla WWE dopo aver scoperto che Bischoff non aveva firmato tutte le carte per la sua sospensione, avvenuta qualche settimana prima.

Il 19 Gennaio si prende cura del feud fra Orton e Foley. Sembra che Foley non voglia aver niente a che fare con Orton e che sia un codardo, ma Austin sicuro che non sia cos e gli ordina di essere presente alla Royal Rumble.

Il 25 Gennaio 2004,alla Royal Rumble Austin ha un doppio compito, prima interviene a sedare un diverbio fra il GM di Raw, Eric Bischoff, e il GM di SmackDown!, Paul Heyman, a suon di Stunner, poi costretto a scegliere un sostituto per Test nel corso del Royal Rumble Match e manda sul ring niente meno che Mick Foley!

Nel corso della rissa reale Goldberg ha subito l'attacco inaspettato di Brock Lesnar, e Austin pensa di far cosa gradita al wrestler del suo roster regalandogli il 2 Febbraio un biglietto di prima fila per il PPV No Way Out, esclusiva del roster di SmackDown! Nell'edizione successiva di Raw Goldberg, nel tentativo di colpire Paul Heyman, atterra accidentalmente Austin con una Spear, Bill prova a scusarsi ma ormai il danno fatto. Il 15 Febbraio a No Way Out Goldberg interferisce nel match per il titolo WWE fra Lesnar ed Eddie Guerrero provocando la sconfitta di Lesnar. Brock imputa la sconfitta anche ad Austin, reo di aver regalato a Goldberg il biglietto per assistere al PPV e si prende la sua rivincita nell'edizione di Raw del 23 Febbraio. In questa occasione Vince McMahon sale sul ring di Raw per annunciare la sua decisione sulla possibilit o meno di far incontrare Brock Lesnar e Bill Goldberg a Wrestlemania. Vince si mostra perplesso vista la pericolosit dei due wrestlers, ma Austin sale sul ring e si offre come arbitro speciale. McMahon accetta e inoltre decide che Austin sia l'arbitro anche del main event di quella sera, Vince McMahon Vs Eric Bischoff. Il match finisce in un No Contest quando Lesnar appare alle spalle di Austin e lo atterra con una devastante F-5.

L' 1 Marzo 2004 Vince McMahon si presenta nuovamente a Raw per inveire contro Austin, a suo dire pessimo arbitro nel match della settimana prima, Austin non accetta le critiche di buon grado e parte all'inseguimento di McMahon a bordo del suo Quad braccandolo per tutta l'arena. Alla fine della puntata Austin scopre che qualcuno ha rubato il suo Quad. Il 4 Marzo a SmackDown! si scopre che il ladro Lesnar, che si presenta nell'arena a bordo del mezzo. L'8 Marzo a Raw Austin annuncia che tre giorni dopo sar a SmackDown! a riprendersi il Quad. Heyman tenta di convincere tutti i wrestlers di SmackDown! ad opporsi al nemico proveniente da Raw, ma subisce un clamoroso voltafaccia di tutto il roster che non interviene quando Austin si avvia sul ring a caccia di lui e di Lesnar. Heyman subisce una Stunner mentre Lesnar e Austin si scambiano colpi fino a quando Austin riesce a tornare in possesso del suo Quad.

Il 14 Marzo finalmente Wrestlemania XX. Austin si ritrova arbitro di un match svolto in una situazione a dir poco inquietante. Il pubblico del MSG di New York sa che Lesnar lascer la WWE subito dopo il match per provare una carriera nell'NFL e sa che probabilmente sar l'ultimo match anche per Goldberg, e non perdona ai due la situazione fischiandoli dall'inizio alla fine. L'unico vero protagonista positivo del match proprio Austin, sempre osannato dal pubblico, che risolleva le sorti del match dopo la sua conclusione, che vede Goldberg vincente fra i fischi. Alla fine dell'incontro Lesnar alza il dito medio verso il pubblico e verso Austin, il quale risponde con una Stunner. Goldberg torna sul ring per festeggiare insieme ad Austin con le birre ma viene colpito con una Stunner anche lui, azione che scatena l'ovazione del pubblico.

Nel Raw successivo a Wrestlemania Austin deve affrontare le proteste di Ren Dupree che lo accusa a nome de La Resistance di attuare una politica discriminatoria verso di loro in quanto francesi. Austin risponde a modo suo con una Stunner che replica nella puntata successiva, quella del 22 marzo. Il 27 marzo Austin protagonista di una violenta discussione nella propria abitazione con la sua compagna Tess Broussard. Tess chiama la polizia e accusa Austin di averla spintonata a terra e di averle procurato cos ferite alle mani e alle ginocchia. I due finiscono in causa, ed addirittura Tess, nel corso di un incontro con lavvocato di Austin, lo ferir con un coltello.

Il 29 marzo a seguito di questo episodio e di divergenze contrattuali nelle trattative per il rinnovo con la WWE, Austin non si presenta a Raw. Nelle settimane seguenti si susseguono gli incontri fra Vince McMahon e Steve Austin che per non vanno a buon fine. Austin chiede pi soldi di quelli offerti da McMahon, pi tempo libero per dedicarsi al cinema o alla televisione e il diritto di sfruttamento del soprannome "Stone Cold", McMahon non cede e i due decidono di terminare la collaborazione il 16 aprile. Nei giorni seguenti Austin sembra interessato a disputare alcuni match in Giappone, probabilmente contro Bill Goldberg, ma l'ipotesi sfuma nell'arco di qualche settimana.

Il 24 settembre 2004, Steve Austin partecipa alla puntata del quinto anniversario della nascita di Smackdown! in video, ricordando i suoi momenti preferiti dello show blu. Il 3 aprile 2005 Austin a Wrestlemania 21, ospite speciale del Piper's Pit: al termine del suo segmento colpisce con delle stunner prima Carlito Caribbean Cool, che era intervenuto per dire la sua, sia Piper. Nel corso delledizione di Raw della sera successiva, Stone Cold assale Simon Dean e Maven, attirandosi gli applausi del pubblico.

Il 12 giugno 2005, Austin protagonista di ECW One Night Stand, lo show con cui la WWE celebra la piccola federazione di Philadelphia. Dopo il main event Austin arriva per una festa a abse di birra in onore ai wrestlers della ECW. Poi sfida i wrestlers di Raw e Smackdown! a salire sul ring: inizia una rissa brutale, ma i wrestlers della ECW vincono la battaglia. Subito dopo Austin chiede a Mick Foley, seduto alla posizione di commento, di portare sul ring in general manager di Raw, Eric Bischoff. Foley esegue e Bischoff viene fatto oggetto di una 3D da parte dei Dudleyz, di un flying headbutt di Benoit e di una 619 da parte di Rey Mysterio! Steve Austin chiede poi a Bischoff cosa pensi della ECW ed il general manager di Raw grida Fuck Ecw con le ultime forze che gli sono rimaste. Allora, Austin fa alzare Bischoff, lo colpisce con una poderosa stunner e poi lo fa portare fuori dallarena dai Dudley Boyz prima di cominciare un festeggiamento a base di birra con gli altri talenti della ECW, in particolare The Sandman.

Il 13 giugno 2005, Austin torna a Raw per confrontare Muhammad Hassan. Da tempo Hassan afferma di essere discriminato in quanto arabo-americano e la WWE vuole che sia Austin a valutare se le sue richieste di avere maggiori opportunit per lottare in match con in palio il titolo siano o no giustificate. Austin decide che Hassan avr la sera stessa un match per il titolo intercontinentale contro il campione Shelton Benjamin, poi, nel corso del match, Austin colpisce Hassan con una stunner, facendolo comunque vincere per squalifica. Nella seconda met del mese di giugno 2005, Austin vola nel Regno Unito con il roster di Smackdown! per interpretare il ruolo di arbitro speciale nei main event di diversi show. Il 3 ottobre 2005, nuovo ritorno per Austin alla WWE, nel corso di Raw Homecoming, una puntata speciale di tre ore dello show rosso. Austin assalta l'intera famiglia McMahon, Vince, Shane, Stephanie e Linda, colpendo tutti e quattro con delle stunner tra il tripudio della folla. La settimana successiva la famiglia McMahon decide di vendicarsi di Austin licenziando uno dei suoi amici pi cari, Jim Ross.

Il 17 ottobre Austin, a Raw, chiama Vince McMahon sul ring per chiedergli spiegazioni sul licenziamento di Ross, ma invece comprare Stephanie McMahon, che indice un match tra il Texas Rattlesnake e Jonathan Coachman per il PPV Taboo Tuesday, con in palio il contratto di JR. Tuttavia il match non ha mai luogo: Austin ha un incidente domestico e deve chiamarsi fuori. Il 18 marzo 2006 Austin di nuovo nella WWE: nel corso di Saturday's Night Main Event, affronta JBL in una gara a chi beve pi birra, ma JBL tenta di imbrogliare ed Austin lo colpisce con uno stunner. Il primo aprile 2006 Austin introduce Bret "Hitman" Hart nella WWE Hall of Fame. Poco dopo Austin inizia a filmare in Australia una pellicola per conto della WWE Films, dal titolo "The Condemned", che si riveler essere un fiasco di dimensioni colossali ai botteghini, anche a causa di una pessima promozione.

Austin torna nella WWE a Wrestlemania 23, quando arbitra il match della "Battle of the Billionaires" tra Bobby Lashley ed Umaga, vinto dal primo. Austin ancora nella WWE il 18 agosto 2007 in occasione di Saturday Night's Main Event per tormentare Vince McMahon e prenderlo in giro durante la storyline del figlio illegittimo di quest'ultimo: il siparietto finisce con la solita sequenza low-blo, stunner e beer bash. Il 26 agosto a Summerslam sosituisce Matt Hardy in una gara tra bevitori di birra contro MVP: alla fine Austin colpisce Porter bevendo da solo una grande quantit di birra.

Tra ottobre e novembre 2007 Austin a Raw ed ha un breve feud con Santino Marella. Il 27 ottobre 2007 Austin arbitra, a Cyber Sunday, un match valido per il titolo mondiale in cui Batista batte Undertaker. Il 10 dicembre 2007, in occasione del quindicesimo anniversario della nascita di Raw Austin attacca Vince McMahon, poi prende il microfono ed annuncia che il pubblico della WWE stato scelto come la pi grande superstar della storia di Raw e poi da vita ad un nuovo beer bath che coinvolge tutto il roster della compagnia. Il 26 ottobre 2008 Austin di nuovo nella WWE come arbitro speciale del match tra Batista e Chris Jericho valido il World Heavyweight title. Il 4 aprile 2009 "Stone Cold" Steve Austin viene introdotto nella WWE Hall of Fame. La sera successiva a Wrestlemania per prendersi il giusto tributo da parte del pubblico dello "Showcase of Immortals".

Il 15 marzo 2010 a Raw "Stone Cold" il Raw guest host ed aiuta Bret Hart nel suo feud contro Vince McMahon. L'anno successivo accetta l'offerta della WWE di condurre il rinato reality show Tough Enough ed a Wrestlemania 27 come arbitro speciale del match tra Michael Cole e Jerry Lawler. E' a Raw il 6 giugno 2011, di nuovo come arbitro speciale, per un match tra John Cena e Alex Riley contro The Miz e R-Truth. Qualche mese dopo, Austin torna a Raw come "special guest GM" dell'edizione speciale di Raw denominata "WWE All-Star", durante la quale distrugge il pc attraverso il quale l'Anonymous Raw General Manager invia i suoi messaggi al WWE Universe. Austin presente a Wrestlemania XXX, aprendo lo show insieme a Hulk Hogan e The Rock in un momento che entra subito nella storia del wrestling.

Realizzazione a cura di Michele M. Ippolito e Marco De Santis

   

Questo sito non in alcun modo affiliato con alcuna organizzazione professionistica.
I nomi dei programmi, dei lottatori e dei marchi WWE e TNA sono propriet delle rispettive federazioni.
Copyright 2017 - Tuttowrestling.Com - P. IVA n 08331011000

TUTTOWRESTLING HOMEPAGE