Biografia di Stephanie McMahon - TUTTOWRESTLING.COM -=Tutto Sul Mondo Del Pro Wrestling=-
 
TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
 
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
 
 28.7 Cero Miedo
 27.7 Stamford Report
 27.7 5 Star Frog Splash
 26.7 WWE Smackdown Report
 25.7 WWE Raw Report
 24.7 BATTLEGROUND 2017 REPORT
 26.7 TW Web Radio
 
 





 
 
 


STEPHANIE MCMAHON


Stephanie Marie McMahon nasce il 20 settembre 1976, figlia del proprietario della WWF Vince McMahon e della moglie Linda. Sin da bambina, e andando contro la volontà della stessa Linda, manifesta l’intenzione di proseguire la tradizione di una famiglia che da ben tre generazioni (quattro con lei ed il fratello Shane, e, spera Vince, cinque con il figlio di Shane) si dedica al wrestling: da bambina emula nella sua casa ad Hartford, nel Connecticut, le mosse dei più grandi campioni dell’epoca insieme al fratello Shane. Sempre da bambina segue spesso il padre nel backstage degli show, conoscendo personalmente i lottatori della compagnia. Il suo primo impatto certo non è piacevolissimo, quando George “The Animal” Steel la spaventa da dietro con le sue movenze animalesche, tanto che la piccola Steph si rifugia di corsa dietro al padre; la scenetta si conclude con una risata dello stesso George e di Vince.

La sua prima apparizione in video nella WWF avviene intorno alla fine degli anni 80: Stephanie partecipa all’Halloween party organizzato all’interno del Piper’s pit, leggendario spazio per le interviste gestito da “Rowdy” Roddy Piper. A 13 anni posa per il catalogo del merchandise della stessa WWF, indossando magliette di Hulk Hogan, Roddy Piper e dei Rockers. Contemporaneamente prosegue brillantemente gli studi, e si laurea a Boston nel 1998, ad appena 22 anni. Terminati gli studi si trasferisce a New York per lavorare all’interno della Titan Sports, ovvero la compagnia dello stesso Vince McMahon che gestiva tutta l’attività della WWF prima della creazione della WWF inc. Il suo lavoro dietro le quinte si affianca a delle brevi apparizioni in video, apparizioni brevi e non legate allo sviluppo di storyline o rivalità particolari.

Il suo primo vero coinvolgimento in un feud arriva il 16 febbraio 1999 a Raw: Undertaker, versione “ministry of darkness”, brucia un orsacchiotto, causando il pianto di Vince McMahon: più tardi si viene a sapere che l’orsacchiotto è proprio di Stephanie. In pratica, Stephania viene minacciata più volte dall’intera stable di Taker, con il solo scopo di colpire il padre Vince; a Backlash (aprile 1999) viene addirittura rapita dal malvagio gruppo. Nello stesso periodo lei e Linda sono coinvolte anche nell’altra grandissima rivalità che vede coinvolto Vince McMahon, ovvero il feud con Steve Austin, probabilmente il miglior feud mai portato avanti all’interno della WWF: entrambe vendono ad Austin il loro pacchetto azionario, permettendo al rattlesnake di diventare CEO della federazione, con le conseguenze che si possono facilmente immaginare.

Terminato il feud Austin-McMahon, Stephanie ricompare in una nuova storyline nell’estate del 99. L’affettuoso rapporto che si instaura tra lei e Test manda su tutte le furie la famiglia McMahon, ed in particolare Shane, che sia personalmente che tramite i suoi amici Mean Street Posse cerca in tutti i modi di farla pagare al gigante canadese. Le cose precipitano decisamente il 12 luglio a Raw, quando in uno sleale assalto quattro contro uno Stephanie accorre sul ring per cercare di aiutare Test, venendo accidentalmente colpita da Shane O Mac.

Le resa dei conti è fissata per Summerslam (22 agosto 1999), dove Test e Shane si sfidano in un “love her or leave her match”, ovvero un match in cui è in futuro il futuro della relazione con Stephanie. Test cerca in tutti i modi di far sì che la contesa possa disputarsi lealmente, infortunando gravemente i Mean Street Posse negli show televisivi precedenti il pay per view. Questo però non basta, in quando l’intero trio, benché con vistose ingessature, si presenta in prima fila fra il pubblico, ed ovviamente fa di tutto per favorire la vittoria di Shane. C’è bisogno dell’aiuto di Gerald Brisco e Pat Patterson, alla parte di Stephanie, per permettere a Test di vincere l’incontro e continuare a vedere Stephanie, fino addirittura alla fatidica richiesta di matrimonio.

Insieme a Test arriva anche il suo debutto come lottatrice, quando il 20 settembre a Rw i due sconfiggono Jeff Jarrett e Chyna. Il matrimonio è fissato per il 29 novembre, e durante la cerimonia tutto sembra andare per il meglio: tuttavia, alla fatidica frase “se c’è qualcuno che è contrario a queste nozze parli adesso o taccia per sempre” interviene Triple H, e mostra come lui abbia già sposato Stephanie a Las Vegas qualche giorno prima, dopo averla evidentemente drogata. Il matrimonio, dunque, è completamente rovinato: è un’onta troppo grossa per la famiglia McMahon, un’onta che Vince non può tollerare, tanto da sfidare personalmente The Game ad un match ad Armageddon.

Il match si disputa il 12 dicembre, e vede la vittoria di HHH quando proprio Stephanie tradisce il padre, alleandosi con Triple H e di conseguenza diventando heel. La daddy’s little girl diventa quindi, questa volta sì per sua volontà, Stephanie McMahon-Helmsley, dando inizio all’omonima “McMahon-Helmsley” era. In pratica i due si uniscono in un’alleanza sia sentimentale che all’interno della federazione, e si può facilmente immaginare cosa significhi il potere unito di un componente della famiglia McMahon e di uno dei più forti wrestler del panorama mondiale.

Pur essendo un work, la storyline si rivela in realtà un’anticipazione di come si evolveranno gli eventi anche nella vita reale: tra i due, mentre ancora Paul Levesque (Triple H) è fidanzato con Joanie Laurer (Chyna), nasce una vera storia d’amore, che culmina in matrimonio, il 25 ottobre del 2003. Sono tantissime le domande legate a questa relazione, molte delle quali destinate a non avere una risposta certa: quanto abbia influito il lavorare come una coppia nella nascita di un sentimento reale, fino a che punto questa relazione abbia comportato il licenziamento della stessa Chyna e lo sviluppo della carriera di Levesque, e non per ultimo quanto potere dispone attualmente la coppia nelle decisioni del booking e nell’intera politica della federazione.

L’inizio del 2000 segna, dunque, anche l’inizio della McMahon Helmsley era. I due hanno un potere tale che chi prova a opporsi spesso finisce addirittura licenziato (nelle storyline, naturalmente): accade a Mick Foley, impegnato alla Royal Rumble ed a No Way Out in due incredibili match contro Triple H, che dopo essere stato licenziato dai due viene riassunto per la protesta di tutti gli altri lottatori face della federazione, protesta che vede in The Rock il suo leader.Contemporaneamente Stephanie assume un ruolo sempre più importante all’interno del booking team, fino a diventare head writer.

Il 30 marzo 2000 Stephanie, assolutamente non in grado di competere né per forza né per tecnica con le altre lottatrici, riesce a vincere addirittura la cintura femminile, strappandola (naturalmente in modo sporco per l’interferenza di Tori) da Jacqueline. Il 2 Aprile a Wrestlemania XVI accompagna il marito nel main event, un fatal four tra HHH, The Rock, Big Show e Mick Foley, con un componente della famiglia McMahon in ogni angolo (Vince per The Rock, Shane per Big Show, Linda per Mick Foley, ed appunto Stephanie per il marito): il match lo vince proprio The Game, quando Vince tradisce The Rock e si allea con la figlia. Il people’s champion non la prende certo bene, ed è proprio Steph a subire un people’s elbow al termine dell’incontro. Il 6 giugno a Smackdown! difende con successo in appena quattro secondi il suo titolo femminile contro Lita: naturalmente anche questa volta c’è l’aiuto di Tori, che prima dell’incontro mette ko la sfidante. Il risultato è analogo il 12 giugno a Raw, ma questa volta è Kurt Angle ad intervenire con la sua angle slam , Il suo regno terminerà oltre due mesi dopo, ovvero il 21 agosto per mano della stessa Lita.

Stephanie ha l’opportunità di rendere il favore ad Angle il 25 giugno a King of The Ring: nei quarti di finale l’eroe olimpico è impegnato contro Chris Jericho, che lo imprigiona nella walls of jericho. Angle cede, ma l’interferenza di Steph provoca la distrazione dell’arbitro Teddy Long; il biondo canadese reagisce a modo suo, trascinando Steph sul ring e baciandola, permettendo però ad Angle di riprendersi e mettere a segno l’angle slam decisiva. Da questo incontro, quindi, nasce per lei sia un’accesissima rivalità con Jericho sia un’amicizia con Angle. Non sono episodi casuali, quindi, quelli che avvengono ad esempio il 4 luglio a Smackdown!, quando si presenta nell’angolo di Angle in un match contro Jericho, permettendo con un low blow all’eroe olimpico di vincere.

Il suo rapporto con Angle provoca una certa gelosia da parte di Triple H: del resto gli atteggiamenti dei due spesso lasciano pensare a qualcosa che vada anche oltre la semplice amicizia. Il punto più ambiguo si raggiunge nella puntata di Smackdown! che precede Summerslam, dove Stephanie viene accidentalmente colpita e portata nel backstage da Angle, che nell’occasione ne approfitta e la bacia. Stephanie dapprima muove le braccia in segno di sorpresa, ma poi con le stesse lo abbraccia e dimostra di non aver affatto disdegnato. Ulteriore benzina sul fuoco per il match di Summerslam, un incontro a tre fra The Game, Angle e The Rock.

Nelle prime fasi dell’incontro (27 agosto 2000) un pedigree sul tavolo dei commentatori provoca ad Angle una commozione celebrale (reale), che di fatto obbliga The Rock e HHH a proseguire l’incontro da soli fino al finale, quando con estrema professionalità e coraggio l’eroe olimpico ritorna sul quadrato per combattere il finale dell’incontro come da copione, impedendo a The Game di vincere e favorendo la vittoria finale di The Rock. Al termine del match Stephanie, scontratasi accidentalmente con il marito, viene portata nel backstage proprio da Angle.

La rivalità fra i due,quindi, va avanti anche dopo Summerslam, e Stephanie si trova fra due fuochi, continuando ad accompagnare il marito ma non disdegnando le attenzioni dell’eroe olimpico. Il 19 settembre a Smackdown! ci scappa un altro bacio, ma questa volta le resistenze di lei sono marcate, ed Angle è costretto ad ottenerlo con la forza.

Il 24 settembre ad Unforgiven, durante un match tra HHH ed Angle, è proprio il marito ad obbligarla a fare una scelta definitiva, scelta che si rivela con un calcio che lei stessa sferra ad Angle. Alla fine del match un arrabbiatissimo The Game letteralmente si “prende” un bacio. Il triangolo va avanti fino alla fine del 2000, periodo che coincide con il primo titolo WWF per Angle, e con l’inizio di una accesa rivalità fra Stephanie e Trish Status, rivalità legata in particolare all’ambiguo rapporto fra la bionda canadese e Vince McMahon. L’ambiguità viene decisamente meno quando i due si baciano davanti alle telecamere di Smackdown! e davanti a Linda McMahon, in stato di semi-infermità mentale e ridotta ad una vita da vegetale su una sedia a rotelle.

La stessa Trish viene scelta da Angle come accompagnatrice nel suo match per il titolo contro Triple H, fissato per la Royal Rumble. Il match, che sancisce di fatto la definitiva riappacificazione fra The Game e la moglie, viene vinto dall’eroe olimpico grazie alla decisiva interferenza di Steve Austin. Durante il match le due accompagnatrici vengono alle mani, ed è lo stesso Vince ad intervenire per separarle, caricandosi Trish sulle spalle e portandola via nel backstage. Il 25 febbraio a No Way Out le due si affrontano in un match, ed è proprio Stephanie a vincere, a causa della decisiva interferenza di William Regal.

Nel mese di marzo è coinvolta suo malgrado nella rivalità fra il marito ed Undertaker: per evitare guai con il becchino Stephanie riesce ad ottenere una diffida legale che obbliga il deadman a non avvicinarsi a meno di 25 piedi da lei, ma il badass si avvale dell’aiuto del fratello Kane, per “acciuffarla”: vedendo la scena della figlia del boss sollevata dalla big red machine e pronta a finire al piano di sotto, il commissioner William Regal non può far altro che esaudire le richieste di Taker e sancire un match con HHH a Wrestlemania, match che viene vinto proprio dal badass.

Proprio durante Wrestlemania XVII (1 aprile 2001) la stessa Stephanie è nell’angolo del padre Vince nello streetfight fra lui ed il figlio Shane, da poco proprietario della WCW. E’ l’inizio dell’angle della invasion ,che durerà per tutta la seconda metà del 2001. Il 21 maggio un grave infortunio subito da Triple H lo obbliga ad una lunghissima assenza dal ring, assenza che di fatto priva Stephanie di un ruolo televisivo fino al 9 Luglio, quando rientra prepotentemente nell’angle della invasion , venendo annunciata come nuova proprietaria della defunta ECW, che con la WCW forma un’alleanza per fronteggiare la WWF.

Durante la rivalità tra le federazioni nascono anche divertenti siparietti con Chris Jericho, che immagini alla mano dimostra un evidente ingrossamento del seno della cosiddetta “billion dollar princess”, ingrossamento frutto con ogni probabilità di un intervento di chirurgia estetica. Il 18 novembre 2001 alle Survivor Series è fissata la resa dei conti in un "winners take all match": The Rock, Kane, Undertaker,Jericho e Big Show contro Austin,Angle,Shane O Mac,Booker T e Rob Van Dam. Il tradimento di Angle porta alla vittoria di The Rock per la WWF, e come da accordi la ECW e WCW devono sparire dalle scene, mandando in rovina sia Shane che Stephanie.

La sera successiva a Raw Vince si prende tutte le sue rivincite sui figli: se però Shane ammette la sconfitta e lascia l’arena a testa alta, Stephanie implora il padre di perdonarla, addossando tutte le colpe al fratello. Vince non abbocca e chiama le security per accompagnare fuori la “daddy’s. little girl”. L’aver investito e perso tutti i suoi soldi nella ECW la costringe a provare per la prima volta nella sua vita dei lavori da lei considerati umili, come ad esempio vendere cibo e bevande all’interno delle arene. Proprio in questa occasione ne nasce un divertente siparietto con Stone Cold Steve Austin, che per tirarle via il contenitore della merce finisce per strapparle il vestito e lasciarla vestita solo dal reggiseno: scena divertente, ed indubbiamente anche un gran bel vedere.

Già con l’inizio del 2002, tuttavia, Stephanie trova il lasciapassare per tornare nuovamente nella federazione, e questo lasciapassare si chiama Triple H. Più volte, infatti, cerca di superare la security della WWF annunciando l’imminente rientro di suo marito, rientro che puntualmente avviene, salutato da un boato di approvazione dei tifosi. Il rientrante The Game però non è più lo stesso di prima: ottiene un grande coinvolgimento dei tifosi, e soprattutto fa capire chiaramente di non poterne più degli atteggiamenti della moglie. The Game impone, venendo spesso inascoltato, alla moglie di non accompagnarlo a bordo ring, ed in una occasione addirittura raduna le sue cose e la caccia fuori dal suo spogliatoio.

Al momento dell’annuncio decisivo della rottura, tuttavia, Stephanie spiazza il marito annunciando di essere incinta. Naturalmente questo cambia completamente le cose, tanto che The Game accetta di rinnovare pubblicamente la promessa di matrimonio, cosa che prima aveva categoricamente rifiutando bollando l’idea come patetica. L’idillio, però, dura ben poco, poiché proprio la sera stessa della cerimonia Helmsley riceve da Linda McMahon una videocassetta che testimonia come la moglie si sia inventata tutto con l’aiuto di un falso medico; è ovviamente la rottura definitiva: Triple H si presenta alla cerimonia come se niente fosse, per poi però improvvisamente urlare tutta la sua rabbia alla a questo punto ex moglie, sfasciare tutta la scenografia e rifilare un pedigree anche a Vince, che aveva preso le difese della figlia al degenerare della situazione.

Sciolta una delle più longeve coppie del wrestling, l’intento di Stephanie è quella di vendicarsi a tutti i costi dell’ex marito, a qualunque costo. A No Way Out (17 febbraio 2002) si fa nominare arbitro speciale del match fra Kurt Angle e Triple H, con in palio il posto di number one contender per l’undisputed championship a Wrestlemania. Dopo pochi minuti però una clothesline di Angle la colpisce inavvertitamente mettendola fuori combattimento; al termine del match però Steph rientra, colpisce il suo sostituto Tim White e permette ad Angle di stendere HHH con una sedia e vincere l’incontro. Nello sviluppo della storyline Triple H riesce comunque a riconquistare la title shot, e pertanto Stephanie si allea con un suo vecchio nemico, ovvero l’undisputed champion Chris Jericho. A Wrestlemania XVIII (17 marzo 2002) è nel suo angolo, con un vestito azzurro molto scollato e l’aria di chi vuol dare battaglia. Poco però vale il suo aiuto, ed anzi lei stessa finisce vittima del pedigree.

La settimana successiva a Raw lotta un triple threat match contro HHH e Jericho, e venendo schienata dall’ex marito in base alle stipulazioni decise prima del match è costretta a lasciare la federazione. La sua assenza dagli schermi dura poco più di tre mesi, durante i quali continua ovviamente a lavorare nel booking team.

Il suo rientro avviene il 18 luglio, quando dopo lo split della federazione nei due roster, Vince McMahon la nomina general manager di Smackdown!. Il suo periodo come general manager coincide con ogni probabilità con il miglior periodo del brand di Smackdown! fino ad oggi: Stephanie riesce a rubare alla concorrenza di Eric Bishoff e di Raw diversi grandi campioni, come Brock Lesnar (che annuncia di il 22 luglio di aver firmato per Smackdown!), Chris Benoit ed Eddie Guerriero. Addirittura il 26 agosto viene annunciato che il campione della WWE Brock Lesnar, l’unico che per contratto doveva esibirsi in entrambi gli show, avrebbe combattuto solo ed esclusivamente per Smackdown!. Questo porterà alla creazione, da parte di Bischoff, del World Heavyweight Championship, ovvero la riesumazione della vecchia cintura WCW.

La guerra fra i due brand comporta una rivalità anche fra i due general managers, che spesso non li limita alle sole parole. Il 12 settembre a Smackdown! Stephanie partecipa al “matrimonio” fra Billy e Chuck, ma in realtà il prete si rivela essere Eric Bichoff travestito, che con l’aiuto dei Three Minutes Warning (Rosey e Jamal) mette ko lei, Billy,Chuck e Rico. La rivincita per loro arriva il 16 settembre a Raw, dove un gruppo di donne della “ International Organization for Women” protesta fuori dall’arena; Bichoff decide di invitare una di loro nel ring, e ovviamente si tratta di Stephanie travestita, che con l’aiuto di Billy e Chuck si prende la rivincita anche su Rosey e Jamal.

Il 22 settembre 2002 ad Unforgiven I Three Minutes Warning sconfiggono Billy e Chuck, e per effetto della stipulazione dell’incontro, più tardi nella serata Stephanie deve esibirsi sul ring in un “hot lesbian action”. Al momento dell’esibizione, tuttavia, la “ragazzona” si rivela essere Rikishi, che colpisce Bichoff ed esegui su di lui la stink face. Il 31 ottobre i due general manager si scambiano un bacio, ma all’episodio non fa seguito alcuna storyline particolare. Nel mese di dicembre l’arrivo a Stamford di Scott Steiner scatena nuovamente la rivalità fra Raw e Smackdown!. Pur di avere Steiner a Smackdown! Stephanie non esita ad offrire…se stessa! Scott apprezza l’offerta, ma alla fine (10 dicembre 2002) decide di firmare per Raw, in quanto, afferma, Stephanie alle parole non ha fatto seguire “i fatti”.

Nel primo semestre del 2003 Stephanie si schiera coraggiosamente in favore di Zach Gowen, wrestler con una sola gamba in cera di un contratto con la WWE. Questo provoca l’ira di Vince, furioso con la figlia sia per questa scelta sia per aver permesso l’arrivo a Smackdown! di Mister America (ovvero Hulk Hogan), che non esita a sancire dei match assolutamente impari, come quello di Smackdown! il 24 giugno tra Gowen e Stephanie contro Big Show in un handicap match. Grazie all’interferenza di Lesnar ed Angle i due sfavoriti riescono a vincere, e per effetto della stipulazione Gowen viene assunto nella WWE.

Dalla vicenda nasce anche un’accesa rivalità fra Stephanie e “l’accompagnatrice” di Vince, ovvero Sable. Le due vengono spesso a contatto, e si affrontano il 27 luglio a Vengeance: è Sable ad ottenete la vittoria, grazie all’interferenza di A-Train. Il 12 agosto in un altro match impari viene sconfitta da Albert in un no count-out match; Undertaker cerca di aiutarla, ma il suo tentativo viene vanificato dall’intervento di Big Show. Il 24 agosto a Summeslam subito dopo il match tra Undertaker ed Albert Stephanie e Sable si azzuffano ferocemente, venendo divise con molta fatica.

Il 9 settembre a Smackdown! viene sancito addirittura un match fra lei e Brock Lesnar, ma per sua fortuna l’interferenza di Angle provoca un no contest. Il 23 settembre a Smackdown! Vince presenta al pubblico il nuovo campione WWE, ovvero Brock Lesnar, ma viene interrotto da Undertaker, che afferma di essere il primo sfidante per la cintura. Vince chiede al badass quale titolo avesse per reclamare un incontro per il titolo, ed è proprio Stephanie a fare il suo ingresso ed a confermare di aver preso lei la decisione. Vince non la prende assolutamente bene, ed intima alla figlia di cambiare la decisione, cosa che però non avviene, tanto da spingerlo a decretare un I Quit Match familiare a No Mercy. Il match,disputato il 19 ottobre, viene vinto da Vince, che strangola la figlia con una sbarra di ferro fino a spingere la moglie Linda, nell’angolo di Stephanie, a lanciare l’asciugamano che spinge l’arbitro a fermare la contesa.

Al momento questa è l’ultima apparizione di Stephanie, che continua a lavorare dietro le quinte come head booker di Smackdown!. Sono in molti a storcere il naso di fronte al potere suo e del marito Triple H, ma in ogni caso sono in molti a credere che sarà proprio lei l’erede di Vince alle redini della federazioni di Stamford; l’impressione viene confermata nello scorso gennaio 2005, quando un infortunio subito alla Royal Rumble obbliga Vince ad una sosta forzata, ed è proprio Stephanie a prendere il suo posto come guida della federazione dietro le quinte degli show.

Il 3 ottobre 2005 Stephanie è a Raw Homecoming, dove, con il resto della sua famiglia, viene pubblicamente umiliata da Steve Austin, che lo colpisce con uno stunner. Sette giorni dopo è di nuovo a Raw, dove licenzia pubblicamente Jim Ross, insieme ai genitori. L'8 gennaio 2006 il sito ufficiale della WWE riporta che Stephanie McMahon e suo marito Triple H aspettano il loro primo bambino. Il 6 marzo a Raw Stephanie McMahon, con un pancione enorme, cerca di imbrogliare Shawn Michaels mettendo delle droghe nella sua borriglietta d'acqua e ci riesce, portando Shawn ad essere massacrato prima dal fratello Shane e poi dal padre. Il 24 luglio 2006 Stephanie dà alla luce una figlia, a cui viene dato il nome di Aurora Rose McMahon.

Dopo la nascita della piccola Aurora, Stephanie torna a lavorare dietro le quinte già a novembre, ma per rivederla sul ring occorre attendere Wrestlemania 23, il primo aprile 2007, quando compare per pochi attimi nel corso della Battle Of The Billionaires tra suo padre e Donald Trump, rappresentati sul ring rispettivamente da Umaga e Bobby Lashley, mentre dal punto di vista dirigenziale è di quei giorni la nomina a Vice-presidente Esecutivo addetto ai talenti ed ai booker della WWE.

Successivamente la Billionaire Princess torna sugli schermi della compagnia nel Raw del 13 agosto, quando nell’ambito della storyline che vede suo padre Vince avere un figlio illegittimo, rivela che questi è una stella della WWE. Il proseguimento dell’angle porta al coinvolgimento non solo di Stephanie ma anche a quello di sua madre Linda e del fratello Shane, mentre nelle settimane a venire viene rivelato che il figlio illegittimo di Vinnie Mac è Hornswoggle. Tale notizia sconvolge ulteriormente Stephanie, che il 10 dicembre nello speciale Raw Homecoming, show che celebra i quindici anni dello brand rosso, urla tutta la sua rabbia al padre dicendo di essere stanca di essere messa in imbarazzo dai suoi atteggiamenti sopra le righe, e conclude il segmento baciando Triple H, marito e padre dei suoi figli nella vita di tutti i giorni, dopo aver detto al padre che adesso sarebbe toccato a lei mettere in imbarazzo lui.

A questo punto Steph torna a lavorare nel backstage, per poi tornare in scena il 7 luglio a Raw, visibilmente incinta, dopo l’incidente occorso al padre sullo stage durante la Million Dollar Mania da lui promossa per risollevare gli ascolti; nell’occasione la figlia di Vince chiede unità all’interno degli impiegati della WWE per mandare avanti la compagnia anche in assenza del padre, ma il suo come back dura poche settimane, dal momento che poi la nuova maternità la costringe nuovamente a casa.

Murphy Claire Levesque, seconda figlia sua e di Triple H, nasce il 28 luglio, e occorre attendere il 24 novembre per trovarla nuovamente in scena a Raw, dove ha un alterco col fratello Shane, al quale intima di seguire la compagnia in generale mentre allo show rosso, al momento privo di un General Manager, penserà lei. Le settimane seguenti vedono Stephanie al timone di Raw, nelle cui storyline è coinvolta in prima linea per il feud tra Shane e Randy Orton, reo quest’ultimo di aver messo ko Vince con il suo Punt Kick.

La rivalità tra il Legend Killer e Shane O’Mac, che ha Stephanie dalla sua, va avanti attraverso un match in PPV a No Way Out (15 febbraio) ed uno nella puntata di Raw del giorno dopo, dove la Billionaire Princess subisce anche la RKO di Orton; è la goccia che fa traboccare il vaso, perché in soccorso di Stephanie arriva Triple H, prontamente chiamato nelle ore precedenti proprio per contrastare le prepotenze del Legend Killer e della sua Legacy. Il feud termina a vantaggio di Triple H, che sconfigge Orton a Wrestlemania. Stephanie torna, così, ad occuparsi dei suoi compiti nel backstage. Resta poi incinta per una terza volta ed il 24 agosto 2010 nasce Vaughn Evelyn Levesque. Il primo novembre 2010 va in onda, a Raw, un segmento che riporta un "sogno" di Stephanie McMahon, che vede il padre coinvolto in un siparietto che serve a prendere in giro Richard Blumenthal, avversario elettorale di Linda McMahon nella corsa ad un seggio senatoriale.

Negli anni seguenti le apparizioni di Stephanie sono sempre più sporadiche. E' la "guest speaker" alla conferenza stampa di presentazione di WrestleMania XXVII. A Summerslam 2011 e la sera successiva, a Raw, appare in due segmenti con CM Punk. Il 3 luglio 2012 Stephanie è presente al millesimo episodio di Raw, dove ha un confronto verbale con Paul Heyman e lo schiaffeggia per convincerlo ad accettare la sfida di suo marito Triple H contro il protetto di Heyman, Brock Lesnar, per Summerslam 2012. Il 6 aprile 2013, la McMahon introduce ufficialmente Trish Stratus nella WWE Hall of Fame.

Il 17 giugno litiga con la Divas Champion AJ Lee, mentre l’8 luglio, Steph licenzia Vickie Guerrero dalla sua posizione di Raw Managing Supervisor. Il 19 agosto, poi, passa tra le fila degli heel per la prima volta dal 2006, interrompendo Daniel Bryan e dimostrando di appoggiare lo scewwjob effettuato da suo marito contro di lui la sera prima a SummerSlam, in quanto Daniel non è adatto a rappresentare il volto della compagnia. Più tardi incorona il nuovo campione Randy Orton ed insieme a lui ed al marito Triple H forma un gruppo chiamato “The Authority”, che nei mesi seguenti diventa il centro delle storyline della compagnia.

Realizzazione a cura di Giovanni Pantalone e Niccolò Bagnoli

   

Questo sito non è in alcun modo affiliato con alcuna organizzazione professionistica.
I nomi dei programmi, dei lottatori e dei marchi WWE e TNA sono proprietà delle rispettive federazioni.
Copyright © 2017 - Tuttowrestling.Com - P. IVA n° 08331011000

TUTTOWRESTLING HOMEPAGE