Biografia di Brooklyn Brawler - TUTTOWRESTLING.COM -=Tutto Sul Mondo Del Pro Wrestling=-
 
TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
 
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
 
 26.5 EPW Live In Cinecittà World
 26.5 The Other Side
 25.5 Stamford Report
 25.5 WWE 205 Live Report
 25.5 TW Risponde
 24.5 WWE Smackdown Report
 23.5 WWE Raw Report
 
 



 
 
 


BROOKLYN BRAWLER


Per molti fans, il nome di Brooklyn Brawler è solo quello di un wrestler abituato a perdere match su match nei tv shows. In realtà, Brooklyn Brawler rappresenta molto di più. Il suo nome è diventato simbolo del più famoso jobber della storia del wrestling, uno dei quegli atleti che non vincono mai, ma sono costretti dai bookers a perdere sempre per lanciare la carriera delle grandi "superstars" delle federazioni di wrestling. Chi è stato abituato a guardare la WWF degli anni '80 ricorderà sicuramente, Brooklyn Brawler, un wrestler che si trova a fare il jobber tra wrestlers della vecchia guardia, come Iron Mike Sharpe o Pete Dougherty e nuove leve, come Barry Horowitz e Reno Riggins.

Nel 1989, dopo parecchi mesi passati solamente a perdere, con il suo vero nome, cioè Steve Lombardi, il lottatore viene "promosso" e riesce ad avere un push di media importanza. Non è certo un main eventer, ma almeno dalla posizione di jobber si innalza a quella di midcarder. Il suo carachter è pensato direttamente dal suo grandissimo amico Pat Patterson, e diventa quello che si porta sempre appresso quasi come un'altra identità. Non esiste più Steve Lombardi: nasce Brooklyn Brawler.

Per le storylines, la ragione della trasformazione è che Bobby Heenan era stato oltraggiato dal suo ex protetto, "The Red Rooster" Terry Taylor, ingrato con il suo manager, nonostante questi lo abbia guidato ed abbia provveduto per lui per un lungo periodo. Per provare che Taylor non è nulla senza di lui, Heenan decide di prendere un jobber qualunque, dargli una gimmick e condurlo alla vittoria: “sceglie” Lombardi e gli da la nuova gimmick. The Brawler vince qualche match, giusto per costruire il suo nuovo feud, ed affronta, perdendo, Terry Taylor, addirittura nel corso di Wrestlemania V, il più importante avvenimento dell'anno per i circuiti di wrestling. The Brawler perde quel match e subito dopo ritorna nell'anonimato.

Altre volte la WWF tenta, negli anni successivi, di dargli qualche altra gimmick, ma Lombardi, wrestler dal bagaglio tecnico molto limitato, non riesce mai a fare breccia nel cuore del pubblico. Negli anni successivi Lombardi viene chiamato ad interpretare i personaggi di Abe Knuckleball Schwartz, “the Most Valuable Player”, un giocatore di baseball cattivo, Doink The Clown, indossando il costume appartenuto in precedenza a Matt Borne e Steve Keirn, Kim Chee, l'allenatore violento del gigante ugandese Kamala, con cui disputa anche un feud in giro per il mondo. Per il resto , però, Lombardi jobba , per decine di match, ad altri wrestlers, aiutandoli così a lanciarsi nell'olimpo del wrestling, mentre lui, accettando questa situazione, rimane sempre "quello che perde contro tutti.". Proprio per questo era Lombardi è amatissimo da tutti nel backstage, un cui tutti gli sono amici.

Dietro le scene, il motivo per cui a Lombardi è sempre e comunque stato riservato un posto nella WWF è il fatto di essere un grande amico di Pat Patterson, uno dei dirigenti più influenti della federazione. E’ lui, nel 1997 a decidere che i sacrifici fatti in tanti anni da Lombardi vanno premiati. Infatti, The Brooklyn Brawler riesce a vincere, in autunno, una battle royal al Madison Square Garden di New York City, proprio vicino il quartiere in cui lui era nato e vissuto. La battle royal, disputata nella più importante arena statunitense per il wrestling, da la possibilità di affrontare, più tardi nella serata, il campione mondiale della federazione, Shawn Michaels. The Brooklyn Brawler vince questa possibilità, ma viene sconfitto nel giro di pochi secondi da Michaels.

Dopodiché Lombardi si ritira dal wrestling, pur apparendo sporadicamente nelle federazioni indipendenti di New York e del New Jersey. La WWF non si dimentica di lui e gli offre un lavoro “dietro le quinte”. Tuttavia, Lombardi viene chiamato, di tanto in tanto , da Vince McMahon per interpretare dei ruoli nelle storylines della WWF. Il più importante è quello riguardante Fully Loaded 1998, quando viene chiamato ad affiancare Stone Cold Steve Austin contro Mankind e Kane, visto che Undertaker, compagno di coppia previsto di Austin, non si era ancora presentato all'arena. Alla fine, ovviamente, il match non ha luogo, ma molti ricordano quel momento come uno dei più esilaranti della WWF degli ultimi anni. Nel 1999 Brooklyn Brawler fa un'apparizione a Raw, venendo sconfitto in pochissimi secondi da The Rock, in un match deciso da Triple H che voleva che Rock ricominciasse proprio da zero la sua carriera nel wrestling, secondo la storyline.

Nell'autunno 2000, Brooklyn Brawler viene chiamato a disputare, nel corso di Smackdown! un handicap match, in coppia con Taka Michinoku e Sho Funaki, contro il campione mondiale della WWF, Triple H, e tocca proprio a Lombardi effettuare il pin vincente per una vittoria per molti aspetti "storica" per lui, effettuando un conto di tre su uno dei maggiori campioni della storia della WWF.

Il 15 gennaio 2003 Lombardi conquista il titolo assoluto della BCW nel corso dello show New Year Revolution, battendo Johnny Swinger. Alla fine del match, però, arrivano gli “avvocati” di Swinger che affermano che, visto che The Brooklyn Brawler non ha alcun contratto firmato con la BCW non poteva lottare per il titolo e Lombardi viene subito privato della cintura.

Il 9 maggio 2003 Steve Lombardi subisce un intervento chirurgico alla schiena da parte del dottor Dr. Hae-Dong Jho. Il giorno dopo l’intervento è già in grado di sollevare pesanti pesi. Il 24 luglio 2003, a Smackdown! Brooklyn Brawler fa un’apparizione per attaccare Faarooq e Brasdhaw con una sedia di acciaio. Tre sere dopo, a Vengeance 2003, partecipa alla “APA Bar Room Brawl”, un gimmick match che si svolge in nella ricostruzione di un bar, in cui Lombardi si accanisce contro Doink the Clown, interpretato, per l’occasione, da un giovane wrestler sotto contratto di sviluppo con la WWE.

Nel corso della puntata di Smackdown! del 23 aprile 2005, nuova apparizione per Lombardi: Brooklyn Brawler viene presentato al pubblico del Madison Square Garden come nuovo amico di Heidenreich, che legge una poesia in suo onore. Brooklyn Brawler, però afferma che la poesia non gli piace, ed inaspettatamente comincia ad insultare gli abitanti di New York, togliendosi la sua maglietta caratteristica e sfoggiando una dei Boston Red Sox: “da ora in poi – afferma – non sono più Brooklyn Brawler ma Boston Brawler”. Il pubblico fischia ed Heidenreich, visibilmente arrabbiato, lo atterra e lo colpisce ripetutamente, procurandosi gli applausi della platea.

Lombardi torna poi a lottare ancora una volta a Raw il 10 ottobre 2005: travestito da Doink the Clown, perde contro Rob Conway. Lombardi torna sul ring il primo agosto 2006 nel corso dello show settimanale della ECW, ma viene facilmente sconfitto da Kurt Angle. Altro match, altra sconfitta, il 4 agosto a Smackdown!, stavolta per mano di Big Vito. Il 18 dicembre, Brooklyn Brawler prende parte ad una battaglia reale, ma viene gettato fuori dal ring molto prima della fine del match. Il 2 giugno 2007, nel corso di una edizione di Saturday Night's Main Event, Lombardi prende parte ad un match tra wrestlers con le gimmick più strane della WWE: vestito da Doink the Clown ed insieme a Kane e Eugene, batte Umaga, Kevin Thorne e Viscera. Il 10 dicembre 2007, durante lo show "RAW 15th Anniversary" Steve Lombardi fa un'apparizione a sorpresa nel corso dello show ma stavolta con la gimmick di Abe "Knuckleball" Schwartz.

La successiva apparizione in tv ha luogo due anni dopo, il 2 ottobre 2009 in occasione delle celebrazioni del decennale di Smackdown. Il 12 luglio 2010 è invece a Raw per prenere parte ad un comedy match: con la gimmick di Doink the Clown lotta insieme a William Regal, Primo Colon e Zack Ryder ed il suo team perde contro quello di Santino Marella, Vladimir Kozlov, Goldust e Great Khali. Il 2 luglio 2012 torna ad impersonare Doink the Clown a Raw e viene sconfitto da Heath Slater.

Realizzazione a cura di Michele M. Ippolito

   

Questo sito non è in alcun modo affiliato con alcuna organizzazione professionistica.
I nomi dei programmi, dei lottatori e dei marchi WWE e TNA sono proprietà delle rispettive federazioni.
Copyright © 2017 - Tuttowrestling.Com - P. IVA n° 08331011000

TUTTOWRESTLING HOMEPAGE