Biografia di Big Vito - TUTTOWRESTLING.COM -=Tutto Sul Mondo Del Pro Wrestling=-
 
TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
 
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
 
 26.7 WWE Smackdown Report
 25.7 WWE Raw Report
 24.7 BATTLEGROUND 2017 REPORT
 26.7 TW Web Radio
 23.7 Wrestling Cafe
 25.7 TW Web Radio
 24.7 WWE Main Event Report
 
 





 
 
 


BIG VITO


Vito Lo grasso nasce a Staten Island, New York, il 18 giugno 1969, da una famiglia di origini italiane. La sua carriera inizia nel 1990 nelle indies degli Stati Uniti dove si subito si mette in mostra per le sue dote di lottatore massiccio e resistente, dopo un periodo di allenamento da parte dell’Hall of Famer della WWE, Johnny Rodz. La platea delle indies americane sembra andargli stretta tanto che non disdegna esibizioni a Puerto Rico e addirittura in Giappone dove riesce anche a sconfiggere la leggenda locale Mitsuhara Misawa.

Queste sue prime ma importantissime esperienze saranno poi determinanti, al suo rientro negli Stati Uniti a far sì che Lograsso riesca seppure a fatica a ricavarsi una nicchia di interesse all'interno della ECW dove sembra poter scalare le gerarchie in breve tempo. Il personaggio che interpreta al suo debutto nella federazione di Heyman è quello di un nobile tedesco, Skull Von Crush. Sebbene riesca ad impressionare il pubblico con la sua micidiale mossa risolutiva finale, la Spike DDT, Vito trova delle difficoltà incredibili ad effettuare la scalata al ranking ECW come invece si era prefissato.

Nel tentativo di dare una svolta ad una carriera apparentemente in stallo, Vito ha l'opportunità di avere un cambio di gimmick. Ora si fa chiamare con il suo vero nome, Vito Lograsso, associando il nick di “The Skull” con il quale fra l'altro aveva esordito nelle indies. Si unisce al folto gruppo di wrestler newyorkesi presenti nella ECW, tra cui PN News, The Spanish Angel e Tony De Vito formando i Da Baldies. Come parte di questo quartetto Lograsso riesce a crearsi una propria identità e personalità nella Extreme Championship Wrestling. Il suo ultimo feud nella ECW lo vede contrapposto ad Axl Rotten, Balls Mahoney e New Jack, poco prima che gli venga dato il benservito da Heyman per presunti difficoltà di convivenza nel backstage.

Fortunatamente, proprio in quel periodo, un altro paisà, un certo Vincenzo Russo, alias Vince Russo, suo amico di vecchia data diventa capo booker alla WCW. Lograsso viene subito messo sotto contratto e debutta nella federazione di Atlanta come uno dei 'picciotti' di Tony Marinara, pronto a punire le malefatte di Disco Inferno. Tony Marinara, in perfetto stile siciliano, lo accoglie come uno della "famiglia". Nel gennaio del 2000, Vito insieme al suo compagno d'avventura Johnny The Bull conquista i titoli di coppia WCW sconfiggendo David Flair e Crowbar sotto il nome dei Mamalukes. Titoli che perdono e poi rivincono in un tour in Germania in febbraio.

In aprile c'è l'azzeramento di tutti i titoli per l'avvento della nuova era Russo-Bischoff ed i Mamalukes non sono più i campioni di coppia. I due diventano, però, incredibilmente, entrambi campioni hardcore quando, nel giugno 2000, sconfiggono The Wall in un handicap match dopo che Eric Bischoff, diventato campione hardcore proprio grazie a loro due, si rende conto di non poter difendere la cintura e la rende vacante.

E' il preludio al divorzio dei Mamalukes. Big Vito si prende il diritto di difendere da solo la cintura hardcore. Il suo compare Johnny The Bull si fa male e resta fuori per alcuni mesi, quando tornerà per diventare uno degli avversari maggiori per Vito. Vito è poi impegnato nelle storylines concernenti sempre il titolo hardcore, insieme ad altri wrestler come Reno o Crowbar. Nella primavera del 2001 la WCW chiude i battenti ed il wrestler non viene scelto per passare alla WWE.

Big Vito resta fuori dalle scene fino a novembre 2001, cioè fino a quando Jimmy Hart lo contatta per entrare a far parte della neonata XWF. Vito impressiona i dirigenti di questa federazione disputando tre ottimi match. La XWF tarda a decollare cosi Vito sceglie di fare qualche apparizione in alcune federazioni indipendenti come la AKW, NWA, MPW e EWP. In quest'ultima federazione Big Vito vince anche il titolo Iron Man del 2002 trionfando in un torneo disputatosi in Germania. Nel 2003 Big Vito decide di trasferirsi in Giappone, piu' precisamente in una nuova federazione come la World Japan. In questa federazione disputa però solo un tour di 5 match vincendone 2. Nell'estate del 2004, Big Vito debutta nella NWA TNA, dove però resta solo per cinque shows, dando vita ad un breve feud contro "The Irish" Pat Kenney. Dopodichè, vola in Germania per lottare in alcune federazioni locali.

La WWE sembra finalmente interessarsi a lui nel febbraio 2005, quando lo chiama per fargli disputare due match di prova. Il 24 febbraio, a Smackdown!, nel corso di un dark match, in coppia con Nunzio, perde contro la coppia formata da Shannon Moore e Frankie Kazarian. Dopo poco gli viene offerto un contratto, ma Vito, che ormai ha perso il “big” davanti al nome, entra a far parte in maniera fissa del roster della federazione solo nell’estate del 2005, quando interpreta prima il guardaspalle di Nunzio e poi il suo tag team partner.

Il duo ha, però, scarsa fortuna, restando nel lowcarding di Smackdown! e perdendo la maggior parte dei match disputati. Nel mese di settembre hanno la peggio in un breve feud contro i Mexicools, mentre tra ottobre e novembre vengono distrutti più volte da Bobby Lashley. Vito esce dall’anonimato nel maggio del 2006, quando la WWE gli assegna una gimmick veramente stravagante. Il 12 maggio, a Smackdown!, Orlando Jordan ferma Nunzio nel backstage e gli dice di aver visto Vito vestito da donna, ma Nunzio non gli crede. La settimana successiva, stessa storia con Paul Burchill, finchè il 2 giugno Matt Hardy batte Nunzio e, a fine match, Vito arriva a bordoring… vestito da donna. Il 9 giugno 2006 Big Vito vuole dimostrare a Nunzio di essere un vero uomo anche vestito da donna e lo batte in un match on-on-one.

Nelle settimane successive Big Vito continua a lottare a Smackdown! e a battere avversari più deboli di lui (Simon Dean, Psicosis, Brooklyn Brawler, Sylvan, oltre a diversi jobber) sempre con un vestito addosso. A settembre ha un breve feud contro William Regal, che però non lo porta da nessuna parte ed alla fine la WWE, non sapendo esattamente cosa fare con lui, lo trasferisce alla Deep South Wrestling, una federazione satellite dove, il 25 gennaio 2007 vince il titolo assoluto della compagnia, battendo in un round robin match Bradley Jay e Ryan O'Reilly. Nelle settimane successive Vito mantiene il titolo battendo Bradley Jay e Sonny Siaki, ma lo perde il 22 febbraio a causa di una sconfitta contro Jay. Vito passa poi alla OVW, dove lotta solo in match non destinati alla trasmissione in tv. Il 15 maggio 2007 Vito viene licenziato dalla WWE e prosegue la sua carriera lottando in alcune federazioni indipendenti statunitensi ed in giro per il mondo.

Realizzazione a cura di Michele M.Ippolito e Federico Triulzi

   

Questo sito non è in alcun modo affiliato con alcuna organizzazione professionistica.
I nomi dei programmi, dei lottatori e dei marchi WWE e TNA sono proprietà delle rispettive federazioni.
Copyright © 2017 - Tuttowrestling.Com - P. IVA n° 08331011000

TUTTOWRESTLING HOMEPAGE