Biografia di Damien Sandow - TUTTOWRESTLING.COM -=Tutto Sul Mondo Del Pro Wrestling=-
 
TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
 
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
 
 27.5 5 Star Frog Splash
 26.5 EPW Live In Cinecittà World
 26.5 The Other Side
 25.5 Stamford Report
 25.5 WWE 205 Live Report
 25.5 TW Risponde
 24.5 WWE Smackdown Report
 
 



 
 
 


DAMIEN SANDOW


Aaron Steven Haddad nasce il 3 agosto 1981 a Worcester, in Massachusetts. Aaron viene allenato dal leggendario Killer Kowalski e dai trainer dalla Chaotic Wrestling, federazione nella quale compie il suo debutto il 23 giugno 2001 in un match che lo vede sconfitto contro Chris Harvey. Aaron diviene il terzo membro degli One Night Stand, stable della Chaotic Wrestling, composta anche da Ronnie D. Lishus e Edward G. Xtasy. Dopo due vani tentativi, Aaron Stevens (nome utilizzato nella Chaotic Wrestling) e Xtasy sconfiggono Little Guido Maritato (conosciuto successivamente come Nunzio) e Luis Ortiz, diventando i nuovi campioni di coppia della Chaotic Wrestling. I due perderanno i titoli due mesi dopo contro John Walters e Vince Vicallo. Negli anni successivi, prima di debuttare in WWE, Stevens tenta più volte di conquistare importanti titoli nella Chaotic Wrestling, ma fallisce. Sempre in questi anni lotta anche nella WWA (World Wrestling Alliance) vincendo anche il titolo della compagnia sconfiggendo Danny Davis, per poi perderlo contro Jonah Adelman.

Stevens firma un contratto con la WWE (World Wrestling Entertainment) dopo numerosi match di prova ad Heat contro Steven Richards, Team Angle (Benjamin & Haas), Johnny Nitro e Maven. E' protagonista anche di un segmento in cui Raven "spezza" un dito a Stevens a Heat. Viene così assegnato alla compagnia di sviluppo WWE, la OVW (Ohio Valley Wrestling), dove combatte con il nome di Aaron 'The Idol' Stevens. In un house show nel 2004, Stevens e Nova (conosciuto successivamente come Simon Dean) sconfiggono Chris Cage (conosciuto successivamente come Caylen Croft) e Tank Toland (conosciuto successivamente come James Dick) diventando i campioni di coppia OVW. Il 4 gennaio 2006 Stevens vince il titolo televisivo OVW dopo aver preso il posto di Ken Doane (conosciuto successivamente come Kenny Dykstra) in un triple threat match che vedeva coinvolti anche Brent Albright (conosciuto successivamente come Gunner Scott) e il campione CM Punk. L'8 marzo Stevens perde il titolo contro Seth Skyfire per colpa di un'interferenza di Paul Burchill.

Il 4 agosto 2006 debutta a Smackdown con il nome di Idol Stevens, introdotto (insieme a KC James) da Michelle McCool come uno dei suoi "studenti preferiti". Stevens e KC James nell'occasione sconfiggono Funaki e Scotty 2 Hotty con l'aiuto di Michelle McCool. La settimana successiva, Stevens e James sconfiggono i campioni di coppia WWE Paul London e Brian Kendrick in un non-title match. I due prendono così di mira i titoli di coppia WWE. I due team cominciano una rivalità, con Paul London e Brian Kendrick che portano Ashley Massaro per contrastare Michelle McCool. La rivalità vede anche Jamie Noble e Kid Kash coinvolti per poco tempo nello scontro per determinare i contendenti numero 1 al titolo. Stevens e James ottengono finalmente un match per il titolo del mondo ma l'8 ottobre a No Mercy 2006, ma i due falliscono perdendo contro i campioni London e Kendrick. Subito dopo i due vengono rispediti in OVW.

Dopo essere stato rimosso dal roster di Smackdown, Stevens ritorna così in OVW, dove perde il primo match contro Chris Evans. Il 14 marzo 2007 Stevens sconfigge Paul Burchill diventando il campione assoluto OVW. Stevens difende il titolo contro Cody Rhodes e Mike Mondo, ma il 9 maggio Paul Burchill lo sconfigge e si riprende il titolo OVW. Stevens fallisce i tentativi successivi di riconquistare il titolo. Il suo ultimo match nella OVW è un 2-ring steel flag match che vince insieme a Al Snow, Atlas DaBone, Chet The Jett e Colt Cabana contro Michael Kruel, Ramon, Raul, The Belgium Brawler e Vladimir Kozlov. Viene licenziato dalla WWE e torna a combattere nelle federazioni indipendenti americane. Appare allo show per il sessantesimo anniversario della NWA venendo sconfitto da Mike DiBiase II in un match valido per il titolo assoluto NWA. La WWE nota i suoi progressi sul ring e lo rimette sotto contratto.

Stevens torna così in OVW il 12 dicembre 2008, sconfiggendo a sorpresa il campione assoluto OVW Anthony Bravado in un non-title match e questa vittoria gli garantisce così un match titolato. Il 26 novembre Stevens vince il titolo assoluto OVW per la seconda volta nella sua carriera. Il 3 dicembre 2008 affianca Eugene nel torneo per determinare gli sfidanti numero uno ai titoli di coppia OVW. I due vengono però eliminati da Anthony Bravado e The Buck. Stevens perde il titolo assoluto OVW contro Vaughn Lilas il 14 gennaio 2009. Nel febbraio del 2009 perde anche la possibilità di conquistare il titolo televisivo OVW perdendo un triple threat match contro Mike Mondo e Johnny Punch. Il suo ultimo match per la OVW avviene l'11 febbraio in un re-match per il titolo televisivo, vinto da Mike Mondo. Nei giorni seguenti, Stevens viene nuovamente licenziato dalla WWE.

Idol comincia così a combattere per la World Wrestling Council (WWC), nella quale debutta il 28 febbraio sconfiggendo Angel. Stevens viene introdotto come il "protegido" di Jose Chaparro e membro della American Family. Stevens sconfigge BJ e diventa il campione assoluto WWC, titolo poi perso contro Shane Sewell. Il 15 agosto 2009 Stevens e Shawn Spears sconfiggono Thunder e Lightning diventando i nuovi campioni di coppia WWC. Il 31 ottobre i due perderanno i titoli proprio contro Thunder e Lightning. Il 20 febbraio 2010, Chicano nomina Stevens il suo nuovo tag team championship partner per rimpiazzare Bryan. Il 13 marzo Thunder e Lightning sconfiggono Stevens e Chicano vincendo i titoli. Stevens riconquista i titoli con King Tonga Jr ma li perde contro i Los Aerios (Carlitos e Hiram Tua) il 24 aprile 2010. Stevens riconquista i titoli di coppia WWC l'11 giugno 2010 sconfiggendo i Los Aerios insieme ad Abbad. I due perderanno i titoli contro Thunder e Lightning in un 3-way match che vedeva coinvolti anche BJ & Chicano. Il suo ultimo match in WWC avviene il 31 luglio e coincide con una sconfitta contro Joe Don Smith.

Il 14 luglio 2010 Stevens firma infatti un nuovo contratto con la WWE. Stevens debutta così con il nome di Damien Sandow (in tributo a Billy Sandow, promoter dell’era pionieristica del wrestling e al padre del culturismo moderno Eugen Sandow) con una nuova gimmick. Il 3 dicembre Sandow vince i vacanti titoli di coppia della Florida Championship Wrestlingcon Titus O'Neil, sconfiggendo Xavier Woods e Mason Ryan. I due perdono i titoli contro Richie Steamboat e Seth Rollins il 25 marzo 2011. Dopo aver perso i titoli, Sandow tradisce Titus O'Neil ed entra a far parte del gruppo di Lucky Cannon, Aksana e Maxine. Dopo la dissoluzione del gruppo, Sandow adotta la gimmick dell'intellettuale logorroico che lo porta al successo. L'11 settembre 2011, il "nuovo" Sandow sconfigge così Seth Rollins diventando il nuovo campione FCW 15. Perde la cintura il 13 gennaio 2012 contro Richie Steamboat.

Nella puntata di Smackdown del 6 aprile 2012, Damien Sandow appare in un'intervista registrata presentando la sua nuova gimmick da “salvatore intellettuale delle masse”, esaltando le sue virtù. Dopo alcune settimane di segmenti registrati, Sandow fa il suo debutto il 4 maggio a Smackdown, rifiutandosi di lottare contro Darrick Bateman, affermando che il pubblico non apprenderebbe nulla vedendolo affrontare un avversario inferiore. Il 18 maggio, sempre a Smackdown, Sandow si rifiuta nuovamente di affrontare Yoshi Tatsu, ma quest'ultimo, dopo averlo accusato di essere un codardo, viene attaccato alla sprovvista e assalito da Sandow. Il 25 marzo, a Smackdown, Sandow lotta e vince il suo match contro Yoshi Tatsu. La settimana successiva, Sandow si rifiuta di affrontare Ezekiel Jackson, ma quest'ultimo insiste affinché il match abbia inizio e perde contro Sandow. Comincia una rivalità con Tyson Kidd, dopo che quest'ultimo salva Hornswoggle da un attacco di Sandow. I due si affrontano più volte, ma a spuntarla è Sandow.

Il 29 giugno si qualifica per il World Heavyweight Championship Money in the Bank ladder match sconfiggendo Zack Ryder. Tuttavia, al PPV Money in the Bank, Sandow non riesce a vincere il ladder match, appannaggio di Dolph Ziggler. Nel corso della millesima puntata di Raw, Sandow interrompe la leggendaria stable della D-X (Triple H, Shawn Michaels, Road Dogg, Billy Gunn e X-Pac) dichiarando che i loro disgustosi comportamenti abbiano fatto il lavaggio del cervello a questa società. Sandow dichiara anche che ne uscirà da martire, nel caso la D-X volesse attaccarlo. Il segmento termina con Sandow distrutto dalla D-X. Comincia poi una breve rivalità con Brodus e il 31 agosto, a Smackdown, Sandow subisce la sua prima sconfitta per count-out volontario contro il campione del mondo dei pesi massimi Sheamus.

Sandow dà vita così un'alleanza con Cody Rhodes: i due attaccano i campioni di coppia del Team Hell No (Daniel Bryan e Kane), avendo l’aspirazione di strappar loro i titoli. I due si fanno chiamare Rhodes Scholars e vengono inseriti nel torneo per determinare i prossimi sfidanti ai titoli di coppia WWE. Il 28 settembre, a Smackdown, il Team Rhodes Scholars avanza nel torneo sconfiggendo i gemelli Usos (Jimmy e Jay Uso). Nel frattempo, nella puntata di Raw del 1 ottobre, Sandow subisce la sua prima sconfitta per schienamento in un match singolo contro Sheamus. La settimana successiva, a Raw, il Team Rhodes Scholars avanza nel torneo sconfiggendo il team di Zack Ryder e Santino Marella. Il 22 ottobre, a Raw, il Team Rhodes Scholars batte Rey Mysterio e Sin Cara nella finale del torneo, garantendosi l'opportunità di affrontare i campioni di coppia WWE con i titoli in palio.

Il Team Rhodes Scholars e il Team Hell No si affrontano al PPV Hell in a Cell, dove a vincere sono proprio i Rhodes Scholars, per squalifica, lasciando così i titoli in mano al Team Hell No. Il 14 novembre, a Main Event, avviene il re-match titolato, ma Cody Rhodes subisce un grave infortunio e il match viene vinto dal Team Hell No. Il 23 novembre, a Smackdown, Sandow sfida Kofi Kingston per il suo titolo intercontinentale WWE, ma viene sconfitto. Dal dicembre 2012, Sandow si mette alla ricerca di un allievo, ponendo domande a persone scelte dal pubblico. La ricerca è però vana. Il 10 dicembre, a Raw, Cody Rhodes fa il suo ritorno e il Team Rhodes Scholars si riunisce sconfiggendo Epico e Primo, i Prime Time Players (Darren Young e Titus O'Neil) e gli Usos (Jimmy e Jay Uso) in un fatal 4 way tag team elimination match, guadagnandosi l'opportunità di affrontare Rey Mysterio e Sin Cara in un match al PPV TLC 2012 per determinare gli sfidanti numero 1 ai titoli di coppia WWE. Al PPV TLC, il Team Rhodes Scholars sconfigge il Team di Mysterio e Sin Cara, garantendosi la possibilità di affrontare i campioni di coppia WWE. La puntata successiva di Main Event, i due sfruttano l'opportunità ma vengono sconfitti dal Team Hell No.

Il 7 gennaio 2013, a Raw, il Team Rhodes Scholars batte il Team Hell No in un match senza titoli in palio. I due team si affrontano nuovamente al PPV Royal Rumble 2013, ma il Team Hell No vince e mantiene i titoli. Durante l’episodio seguente di Smackdown, Cody Rhodes e Damien Sandow decidono di mettere fine alla loro alleanza, pur rimanendo sempre migliori amici. La rottura dura poco ed i due si riuniscono per un match nel pre-show del PPV Elimination Chamber 2013, dove vengono sconfitti dai Tons of Funk (Brodus Clay e Tensai). Proprio contro Brodus Clay e Tensai, il Team Rhodes Scholars comincia una rivalità, riportando in WWE le gemelle Bella (Brie e Nikki) per fronteggiare le ballerine dei Tons of Funk, Naomi e Cameron, le Funkadactyls. I due team si dovrebbero affrontare Wrestlemania 29 in un 4 men tag team match, che viene cancellato per problemi di tempo. Il match va in scena la sera successiva a Raw e a vincere sono i Tons of Funk e le Funkadactyls.

Il 15 maggio 2013, a NXT, Sandow sfida il campione NXT Big E Langston per il titolo, ma viene sconfitto. Sandow comincia così dei segmenti a Smackdown in cui propone sfide mentali al pubblico e Sheamus lo interrompe più volte, provando a risolvere le sfide e terminandole sempre con violenza. Il 16 giugno, nel "kick-off" del PPV Payback 2013, Sheamus sconfigge Damien Sandow. La sera successiva, a Raw, Il Team Rhodes Scholars sconfigge Sheamus in un Handicap match. La rivalità tra i due termina in un Dublin Street Fight match nella puntata di Smackdown del 28 giugno, vinto da Sheamus.

Il 14 luglio, Sandow partecipa e vince il World Heavyweight Championship Money in the Bank ladder match all'omonimo PPV. Sandow vince sconfiggendo Cody Rhodes, Antonio Cesaro, Jack Swagger, Dean Ambrose, Fandango e Wade Barrett, garantendosi l'opportunità di affrontare il campione del mondo dei pesi massimi quando e dove vuole. Durante il match, Sandow getta giù dalla scala proprio Cody Rhodes, il quale stava per vincere il match. Rhodes attacca così Sandow la puntata di Raw successiva al PPV, sciogliendo il Team dei Rhodes Scholars e cominciando una rivalità tra i due. Il 26 luglio, a Smackdown, Cody Rhodes ruba la valigetta a Sandow e la getta nel Golfo del Messico; Sandow prova a prenderla, ma si arrende non sapendo nuotare. Cody e Damien continuano la loro rivalità con una serie di attacchi reciproci el corso delle settimane successive.

Sandow introduce così una nuova valigetta del MITB che legherà con delle chiavi al paletto di sostegno del ring durante ogni suo match. Sandow e Cody Rhodes si affrontano a Summerslam 2013 per la resa dei conti, ma a spuntarla è Cody. Il 28 ottobre, a Raw, Sandow ha un faccia a faccia con il campione del mondo dei pesi massimi John Cena, il quale viene successivamente attaccato da Mr. Money in the Bank e sfidato ad un match valevole per il titolo. Sandow pensa di poter approfittare della situazione per incassare vittoriosamente la sua title shot, ma viene sconfitto da John Cena, diventando il secondo wrestler della storia a fallire l'incasso del Money in the Bank (il primo fu proprio John Cena).

Il 2 dicembre 2014, Sandow sconfigge Dolph Ziggler e diventa il contendente numero 1 al titolo intercontinentale di Big E Langston, il quale lo sconfigge senza problemi al PPV TLC 2013. Damien Sandow partecipa poi alla Royal Rumble 2014, venendo presto buttato già dal ring.

Realizzazione a cura di Tiziano Contessa e Michele M. Ippolito

   

Questo sito non è in alcun modo affiliato con alcuna organizzazione professionistica.
I nomi dei programmi, dei lottatori e dei marchi WWE e TNA sono proprietà delle rispettive federazioni.
Copyright © 2017 - Tuttowrestling.Com - P. IVA n° 08331011000

TUTTOWRESTLING HOMEPAGE