Biografia di Cody Rhodes - TUTTOWRESTLING.COM -=Tutto Sul Mondo Del Pro Wrestling=-
 
TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
 
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
 
 26.5 EPW Live In Cinecittà World
 26.5 The Other Side
 25.5 Stamford Report
 25.5 WWE 205 Live Report
 25.5 TW Risponde
 24.5 WWE Smackdown Report
 23.5 WWE Raw Report
 
 



 
 
 


CODY RHODES


Cody Garrett Runnels nasce il 30 giugno 1985 a Marietta, in Georgia. E' figlio dell'Hall of Famer WWE 'The American Dream' Dusty Rhodes e fratello di Goldust (Dustin Rhodes), ex campione intercontinentale, hardcore e di coppia WWE. Cody ha una carriera scolastica nel wrestling molto buona, avendo frequentato la Lassiter High School a Marietta, in Georgia. Ha la possibilità di affermarsi nel wrestling scolastico nella Pennsylvania State University, ma decide di lanciarsi nel pro wrestling. Sempre nel suo periodo scolastico, Cody lavora anche da arbitro nella federazione indipendente di suo padre, la Turnbuckle Championship Wrestling (TCW). Dopo il diploma, frequenta anche una scuola di recitazione.

Comincia ad allenarsi nel pro wrestling nel giugno del 2006, utilizzando il suo vero nome, nella Ohio Valley Wrestling (OVW), federazione di sviluppo della WWE, dove debutta in tag team con Shawn Sperars, cominciando un feud con i campioni di coppia OVW, The Untoucheables. Cody e Shawn sconfiggono The Untouchables, conquistano i servizi della loro manager Cherry. Shawn si innamora di Cherry, la quale comincia ad aiutarli durante i loro match. Il 29 novembre i titoli di coppia OVW vengono resi vacanti dopo un match terminato in pareggio tra il team Cody/Shawn e gli Untouchables. Nel rematch per i titoli, Cherry tradisce Cody e Shawn, costandogli la possibilità di diventare campioni di coppia OVW.

Due settimane dopo, Cody e Shawn Spears cominciano una rivalità tra di loro, dopo che Spears diventa geloso del successo da singolo di Cody. Ciò deriva dalla vittoria del titolo assoluto OVW da parte di Cody, conquistato sconfiggendo Paul Burchill il 17 febbraio 2007 in un house show, ma perso sempre contro Burchill il giorno successivo. Spears, da parte sua, conquista il titolo televisivo OVW. Cody affronta così il suo acerrimo rivale il 6 luglio 2007, sconfiggendolo e conquistando il titolo televisivo OVW. Esattamente una settimana dopo Cody perde il titolo, sempre contro Spears.

Il 2 luglio 2007 Cody debutta nella WWE, utilizzando il nome di Cody Rhodes. Nell'occasione del suo debutto, Cody viene coinvolto in un segmento nel backstage con suo padre (Dusty Rhodes) e Randy Orton, con quest'ultimo che manca di rispetto a Dusty dandogli uno schiaffo. Il 9 luglio Rhodes ricambia lo schiaffo e la settimana successiva Cody ha il suo primo match televisivo in WWE contro Randy Orton, che vince. appare così a The Great American Bash 2007, difendendo il padre da un altro possibile attacco da parte di Orton. La sera successiva, a Raw, Cody sfida nuovamente Randy Orton, perdendo. In seguito a quest'ultimo match, Randy Orton esegue il letale Punt-kick su Dusty Rhodes.

La successiva storyline di Cody lo vede impegnato contro Daivari, il quale viene sconfitto il 30 luglio a Raw. Se Cody non avesse vinto il match, Jonathan Coachman lo avrebbe licenziato. Durante la storyline con Daivari, Cody ha anche una rivalità con il World's Greatest Tag Team (Charlie Haas e Shelton Benjamin), contro i quali combatte in match singoli, sconfiggendo entrambi. Le rivalità di Cody terminano in un six-man tag team match, in cui Cody, Brian Kendrick e Paul London sconfiggono Daivari, Charlie Haas e Shelton Benjamin. La settimana successiva, Rhodes affianca Mickie James sconfiggendo Daivari e Jillian Hall. Tre settimane dopo, Cody comincia una rivalità con Hardcore Holly, contro il quale perde per tre volte di seguito. Rhodes comincia così a rispettare Holly, il quale viene impressionato dalle abilità di Rhodes durante i loro match, decidendo così di formare un tag team. I due ottengono una possibilità per i titoli di coppia sconfiggendo Paul London e Brian Kendrick e gli Highlanders in un match esclusivo per WWE.com.

A Survivor Series avviene il debutto lottato in PPV di Cody Rhodes, dove perde un match valido per i titoli di coppia contro i campioni Lance Cade e Trevor Murdoch. Il 19 novembre 2007 Cody affronta Hardcore Holly per la quarta volta, sconfiggendolo, ma dopo il match entrambi vengono attaccati da Randy Orton. Il 10 dicembre 2007 Cody e Holly conquistano il World Tag Team Championship sconfiggendo Lance Cade e Trevor Murdoch nella puntata di celebrazione del quindicesimo anniversario di Raw: è il primo titolo conquistato da Rhodes in WWE. I due difendono con successo i titoli contro i team formati da Santino Marella e Carlito, e da Paul London e Brian Kendrick.

Nel maggio 2008, Ted DiBiase Jr comincia una rivalità con i due ed il 29 giugno 2008 va in onda un match tra Ted ed un partner sconosciuto ed il duo Rhodes & Holly. Nel corso dell’incontro, Rhodes tradisce Hardcore Holly e si allea con il loro avversario, rivelando di essere il tag team partner di DiBiase, e vincendo i titoli insieme a lui. Rhodes e DiBiase mantengono i titoli per più di un mese, venendo successivamente sconfitti da John Cena e Batista il 4 agosto, a Raw. Nel rematch per i titoli della settimana successiva, Rhodes e DiBiase vengono accompagnati al ring da Manu, figlio della leggenda WWE Afa, e riconquistano i titoli di coppia sconfiggendo Cena e Batista. Il 27 ottobre 2008, a Raw, perdono i titoli contro Kofi Kingston e CM Punk. In questo periodo, Rhodes, DiBiase e Manu cominciano una storyline con Randy Orton, con quest'ultimo che li critica ed insulta di continuo. A Survivor Series 2008, Cody Rhodes e Randy Orton rimangono gli ultimi sopravvissuti di un Survivor Series Elimination Match.

Rhodes e Manu accettano così l'offerta di Randy Orton di entrare a far parte di una alleanza, confermata le settimane successive, chiamata Legacy (Ted DiBiase si allontana per infortunio): tutti e quattro, infatti, sono figli di leggende del wrestling. La Legacy debutta in un 3 on 2 handicap match contro Batista e Triple H, avversari di Orton. Orton comincia a programmare delle prove per i membri della Legacy, ma Manu e Sim Snuka (anch’egli aggiuntosi al gruppo) vengono mandati via dalla Legacy. Manu e Snuka decidono di richiamare DiBiase per iniziare un feud contro Rhodes e Orton, ma vengono traditi e Ted si schiera dalla parte della Legacy. La Legacy al completo entra a far parte così della Royal Rumble 2009, dove Randy Orton vince proprio grazie all'aiuto di Cody Rhodes e Ted DiBiase Jr, a loro volta eliminati per terzultimo e quartultimo da Triple H.

La Legacy viene così coinvolta nella storyline di Randy Orton contro la famiglia McMahon, aiutandolo ad attaccare Shane e Stephanie McMahon, oltre al marito di quest’ultima, Triple H. Rhodes comincia così ad entrare nella zona main event, combattendo in six-man tag team match o handicap match con la sua Legacy. Il 26 aprile, a Backlash 2009, Rhodes, DiBiase e Orton sconfiggono Triple H, Batista e Shane McMahon in un six-man tag team match, che, per stipulazione, consegna il titolo WWE nelle mani di Randy Orton. Rhodes e DiBiase cercano di conquistare i titoli di coppia, e a The Bash 2009 i due perdono l’occasione venendo sconfitti in un triple threat tag team match che vede coinvolti anche Primo & Carlito e il team di Edge e Chris Jericho, con questi ultimi due emersi vittoriosi. A Night of Champions la Legacy viene sconfitta dal team di Jericho e Big Show (che sostituisce l’infortunato Edge), perdendo nuovamente l’occasione di conquistare i titoli.

Nel 2009 la Legacy continua ad affrontare rivali di Randy Orton, soprattutto Triple H. Ciò porta Triple H a riformare la D-Generation X (DX) con Shawn Michaels, con il quale sconfigge Rhodes e DiBiase a Summerslam 2009. Il PPV successivo, Breaking Point 2009, Rhodes e DiBiase sconfiggono la DX in un Submission Count Anywhere match. A Hell in a Cell 2009, la Legacy viene sconfitta dalla DX in un Hell in a Cell match, con Rhodes che viene schienato dopo un colpo di martello in testa da parte di Triple H.

Cominciano così alcune incomprensioni nella Legacy: nel corso della Royal Rumble 2010 Rhodes cerca di interferire nel match di Orton per il titolo WWE, causandone la squalifica. Randy non apprezza ed attacca Cody e Ted. Il 15 febbraio, a Raw, Orton sfida il campione WWE Sheamus in un non-title rematch, ma perde di nuovo per squalifica dopo l'intervento di Rhodes e DiBiase. Accade lo stesso al PPV Elimination Chamber 2010, dove DiBiase elimina Randy Orton dall'Elimination Chamber match dopo averlo colpito con un oggetto di ferro consegnatogli da Cody Rhodes. La sera successiva, a Raw, Orton attacca Rhodes e DiBiase durante un loro match, e questi ultimi si vendicano attaccando Orton la settimana successiva. Viene sancito dunque un triple threat match tra i tre a Wrestlemania 26, il primo di Rhodes nell'evento più importante dell'anno. Nell'occasione, Orton sconfigge Rhodes e DiBiase.

Nelle settimane seguenti Cody viene spostato nel roster di Smackdown. Compie il suo debutto il 30 aprile, sconfiggendo John Morrison. La settimana successiva Cody viene inserito nel torneo per determinare il nuovo campione intercontinentale, ma perde contro Christian nelle semifinali. Il primo giugno 2010 viene annunciato che Rhodes sarà il mentore (Pro) di Husky Harris, un altro wrestler di terza generazione, nella seconda stagione di WWE NXT. Il 25 giugno, a Smackdown, Rhodes cambia gimmick e comincia ad atteggiarsi come il wrestler più bello della WWE, pretendendo di farsi chiamare "Dashing" Cody Rhodes. Comincia così a far mandare in onda alcuni segmenti durante Smackdown, in cui da 'consigli per la cura di sè stessi'. Sempre per la sua gimmick, Cody diventa estremamente sensibile ai colpi subiti in faccia durante i suoi match, controllandosi costantemente allo specchio nel bel mezzo degli incontri.

Nel settembre 2010, insieme a Drew McIntyre, Cody attacca Christian e, successivamente, Matt Hardy. I due formano un tag team e vincono i titoli di coppia WWE a Night of Champions 2010, in un Tag Team Turmoil match che vede coinvolti anche The Hart Dynasty (Tyson Kidd e Davey Hart Smith), The Usos (Jimmy e Jay Uso), Santino Marella & Vladimir Kozlov, e Evan Bourne & Mark Henry. E' il quarto titolo di coppia vinto da Cody. A Bragging Rights, Rhodes e McIntyre perdono i titoli contro i Nexus (John Cena e David Otunga). Il 29 ottobre, a Smackdown, dopo aver perso in un tag team match, Cody e Drew sciolgono il loro team.

Nel gennaio 2011 Rhodes affronta Rey Mysterio in un match durante il quale il lottatore mascherato colpisce Rhodes con il ginocchio sul naso, provocandogli la frattura del setto nasale. Rhodes dichiara, quindi, di non essere più "Dashing" per via dell'intervento chirurgico al naso al quale è costretto a sottoporsi e rimane fuori dagli show WWE per qualche settimana, saltando Royal Rumble e Elimination Chamber 2011. Il 25 febbraio, al suo ritorno a Smackdown, Rhodes indossa una maschera protettiva e attacca Rey Mysterio insieme a suo padre (tornato per l'occasione per una sola serata confrontandosi con il wrestler di San Diego), togliendo la maschera a Mysterio. Rhodes indossa la maschera protettiva con regolarità, utilizzandola anche come oggetto contundente durante i match.

Rhodes e Mysterio si affrontano a Wrestlemania 27, con un match che vede Cody Rhodes battere l'esperto atleta mascherato. I due si affrontano nuovamente in un Falls Count Anywhere match ad Extreme Rules 2011, con una vittoria di Rey Mysterio. Dall'episodio di Smackdown successivo a Wrestlemania 27 in poi, Rhodes comincia a farsi accompagnare sul ring da alcuni assistenti per mettere delle buste di carta in testa ai fan, al fine di coprire le loro bruttezze e imperfezioni, offensive secondo Rhodes. Il figlio di Dusty Rhodes posiziona delle buste di carta anche sulla testa dei suoi avversari sconfitti. Rhodes riforma un'alleanzacon Ted DiBiase il 20 maggio a Smackdown, affrontando Sin Cara e Daniel Bryan. A Money in the Bank 2011, Rhodes partecipa al MITB Ladder match, ma è Daniel Bryan a vincere la contesa.

Il 12 agosto, a Smackdown, Rhodes sconfigge Ezekiel Jackson diventando per la prima volta campione intercontinentale WWE. Difende il titolo con successo contro Jackson la settimana successiva, sempre a Smackdown. La stessa sera, Rhodes e DiBiase hanno un confronto verbale con Randy Orton. La puntata successiva, Rhodes attacca DiBiase dopo che quest'ultimo aveva perso contro Randy Orton, terminando così nuovamente la loro alleanza. Cody Rhodes e Ted DiBiase si affrontano a Night of Champions 2011 con il titolo intercontinentale in palio ed è Cody Rhodes a spuntarla da vincitore.

Nel frattempo, Cody comincia una rivalità con Randy Orton, con quest'ultimo che lo sconfigge il 9 settembre a Smackdown. Il 12 settembre, a Raw, Rhodes si prende la rivincita sconfiggendo Orton con l'aiuto di Mark Henry. Il 23 settembre, a Smackdown, Rhodes batte Orton per squalifica dopo che quest'ultimo toglie la maschera a Cody e lo colpisce ripetutamente con essa. In seguito al match, Orton continua ad attaccare Cody con la campanella d'inizio match, causandogli una grossa ferita in testa e una conseguente fuoriuscita di sangue. Nelle settimane seguenti Cody difende con successo la sua cintura da campione intercontinentale in una 10-man Battle Royal e in un match singolo contro Sheamus.

Ad Hell in a Cell 2011 Rhodes porta sul ring una nuova cintura da campione intercontinentale, simile a quella degli anni '80 e la difende con successo contro John Morrison. Ad ottobre Cody continua ad affrontare Randy Orton, attaccandolo in più occasuioni. A Vengeance 2011, Rhodes viene sconfitto da Orton in un non-title match. Il 4 novembre, a Smackdown, Orton sconfigge nuovamente Cody Rhodes terminando la rivalità tra i due. Nel frattempo, Orton rompe anche la maschera di plastica di Rhodes, che non viene più indossata. Il 14 novembre, a Raw, Rhodes ringrazia Orton per avergli rotto la maschera, dichiarando di sentirsi libero e ponendo fine al periodo della gimmick mascherata.

Rhodes partecipa a Survivor Series 2011 come parte del Team Barrett in un classico Survivor Series Elimination match contro il Team Orton, che termina con Barrett e Rhodes come vincitori e unici sopravvissuti. Cody comincia quindi una rivalità con Booker T, commentatore di Smackdown, attaccandolo in diverse occasioni e difendendo il titolo intercontinentale contro di lui al PPV TLC 2011 e il 6 gennaio 2012 a Smackdown. Nel Royal Rumble match dell'omonimo PPV del 2012, Cody rimane in gara per oltre 40 minuti, eliminando sei wrestler, più di chiunque altro, per poi venire eliminato da Big Show. All'Elimination Chamber match dell'omonimo PPV, Rhodes elimina il gigante, venendo poi eliminato da Santino Marella. Rhodes comincia così ad umiliare di continuo Big Show, mostrando alcuni video delle pessime prestazioni di Big Show nelle edizioni passate di Wrestlemania e costandogli spesso alcuni match.

A Wrestlemania 28, Rhodes perde il titolo intercontinentale contro Big Show dopo un regno di 236 giorni. Dopo Wrestlemania, Rhodes comincia a perdere alcuni match per colpa di Big Show, e ad Extreme Rules 2012 i due si affrontano in un Tables match con il titolo in palio. Big Show scivola su un tavolo, rompendolo, e da la vittoria a Cody Rhodes, il quale conquista per la seconda volta nella sua carriera il titolo intercontinentale. Il 7 maggio, a Raw, Rhodes difende il suo titolo contro Big Show vincendo per Count-out. Due settimane dopo, ad Over the Limit 2012, Rhodes perde il titolo intercontinentale contro il rientrante Christian. A No Way Out 2012 Rhodes affronta nuovamente Christian per il titolo, ma viene sconfitto.

Il 29 giugno, a Smackdown, Rhodes e David Otunga vengono sconfitti da Christian e il campione degli Stati Uniti WWE Santino Marella, mancando la qualificazione al Money in the Bank ladder match. Rhodes ottiene però una seconda possibilità, dato che Otunga era stato schienato, sconfiggendo Christian e garantendosi la partecipazione al Money in the Bank ladder match. Al PPV, è Dolph Ziggler però a spuntarla vincitore. Ad agosto Rhodes comincia una rivalità con Sin Cara, in cui Cody è ossessionato dallo smascherare il messicano. Sin Cara batte però Rhodes per due volte, in un match singolo e in un tag team match. Il 16 settembre, Rhodes fallisce la possibilità di conquistare il titolo intercontinentale venendo sconfitto da The Miz a Night of Champions 2012, in un fatal-4-way match che vedeva coinvolti anche Rey Mysterio e Sin Cara.

Rhodes comincia così un'alleanza con Damien Sandow, attaccando i campioni di coppia WWE del Team Hell No (Daniel Bryan e Kane) il 24 settembre a Raw. Il team, conosciuto come Team Rhodes Scholars, entra in un torneo per determinare i prossimi sfidanti ai titoli di coppia WWE. I Rhodes Scholars sconfiggono The Usos, Zack Ryder & Santino Marella, arrivando in finale contro Rey Mysterio e Sin Cara. Il 22 ottobre, a Raw, la finale è vinta dal Team Rhodes Scholars, che si guadagna così una possibilità per i titoli di coppia WWE. Ad Hell in a Cell i due sfidano i campioni di coppia WWE del Team Hell No e vincono per squalifica, non conquistando perciò i titoli. I due team si riaffrontano il 14 dicembre a Main Event, ma ad uscirne vittoriosi sono Kane e Daniel Bryan. Durante il match Cody riporta una commozione cerebrale e uno stiramento alla spalla, per il quale è costretto a saltare il 5 vs 5 Elimination Tag Team match a Survivor Series 2012.

Ritorna dall'infortunio il 10 dicembre, a Raw, esibendo un nuovo look. Lui e Sandow sconfiggono Epico & Primo, i Prime Time Players (Darren Young e Titus O'Neil) e gli Usos (Jimmy e Jay Uso) in un Fatal 4-way tag team match, potendo così affrontare Sin Cara e Rey Mysterio per una possibilità ai titoli di coppia WWE. Sei giorni dopo il PPV TLC (il quale hanno dovuto saltare per via di un infortunio a Rey Mysterio), il Team Rhodes Scholars batte i due lottatori mascherati e conquista la possibilità di affrontare il Team Hell No a Main Event. Nell'occasione, i due hanno la peggio e il Team Hell No conserva i titoli. Il Team Rhodes Scholars conquista nuovamente un altro match titolato battendo il Team Hell No in un match senza titoli in palio.

Il match titolato avviene il 27 gennaio al PPV Royal Rumble, dove il Team Rhodes Scholars fallisce nuovamente la conquista dei titoli. Sempre a Royal Rumble 2013, Rhodes partecipa nell'omonimo match, rimanendo nel match per ventisette minuti, eliminando quattro uomini, incluso suo fratello Goldust (ritornato per un'apparizione one-night-only), per poi venire eliminato dal futuro vincitore John Cena. Nell'episodio successivo di Smackdown, Rhodes e Sandow decidono di dissolvere la loro alleanza, rimanendo però migliori amici. Tuttavia i due ritornano a combattere insieme nel pre-show di Elimination Chamber 2013, venendo sconfitti da Brodus Clay e Tensai.

Il Team Rhodes Scholars comincia così ad allearsi con le gemelle Bella, in una rivalità che li vede contrapposti ai Tons of Funk (Brodus Clay e Tensai) e alle Funkadactyls (Cameron e Naomi). I due team si sarebbero dovuti scontrare a Wrestlemania 29 in un 8-man tag team match, ma il loro match viene rimosso per motivi di tempo. Il match ha luogo la sera successiva a Raw, dove ad avere la meglio sono i Tons of Funk e le Funkadactyls. Il 19 maggio, nel pre-show di Extreme Rules 2013, Rhodes viene sconfitto da The Miz. Rhodes comincia così ad aiutare Damien Sandow nella sua rivalità con Sheamus, venendo però più volte sconfitto da quest'ultimo. L'unica vittoria che il Team Rhodes Scholars riesce ad ottenere ai danni dell'irlandese avviene il 17 giugno, a Raw.

Realizzazione a cura di Tiziano Contessa

   

Questo sito non è in alcun modo affiliato con alcuna organizzazione professionistica.
I nomi dei programmi, dei lottatori e dei marchi WWE e TNA sono proprietà delle rispettive federazioni.
Copyright © 2017 - Tuttowrestling.Com - P. IVA n° 08331011000

TUTTOWRESTLING HOMEPAGE