Biografia di Sheamus - TUTTOWRESTLING.COM -=Tutto Sul Mondo Del Pro Wrestling=-
 
TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
 
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
 
 26.5 EPW Live In Cinecittà World
 26.5 The Other Side
 25.5 Stamford Report
 25.5 WWE 205 Live Report
 25.5 TW Risponde
 24.5 WWE Smackdown Report
 23.5 WWE Raw Report
 
 



 
 
 


SHEAMUS


Stephen Farrelly nasce il 28 gennaio 1978 in Irlanda, in una località vicina Dublino chiamata Cabra e vive la sua infanzia nella capitale. Suo padre era un bodybuilder e Stephen da ragazzo si diletta nel canto, nel football gaelico e nel rugby. Crescendo, per tirare su un pò di soldi lavora come bodyguard e come tecnico informatico. Grande appassionato di wrestling fin da bambino, per sfondare decide di allenarsi negli Usa, nella Larry Sharpe’s Monster Factory. Debutta molto giovane nella Irish Whip Wrestling, la principale federazione dell’Eire, appena sei giorni dopo aver concluso il suo periodo di allenamento, con il nome di Sheamus O’Shaunessy. Tuttavia, dopo poco subisce un serio infortunio alla schiena che lo tiene fermo per circa due anni.

Nel maggio del 2004 Sheamus torna al wrestling debuttando nella Irish Whip School di Dublino, lottando il luglio contro Mark Burns e vincendo per squash. Nei mesi di seguenti ottiene diverse vittorie di pregio per una federazione così piccola, contro Vid Vain, Mike Striker, Darren Burridge, Xavier, Mikey Batts. Nel marzo del 2005 diventa il primo International Champion della compagnia e viene presto sfidato da Burridge, che interferisce in suo match contro D’lo Brown, facendogli perdere la cintura. Quando O'Shaunessy e Burridge, per chiudere i conti, si trovano di fronte è Sheamus a vincere. Sfida allora il campione D’lo Brown e Assassin, nel mese di ottobre, riuscendo a vincere contro di loro in un three way match, riprendendosi il titolo, che difende vittoriosamente numerose volte nel 2005 e nel 2006, dando vita anche ad una interessante faida con Vampiro. Alla fine del 2006 Sheamus inizia a lottare anche nella All Star Wrestling e, dopo poco tempo, nella Real Quality Wrestling. Nel Regno Unito, tra la fine del 2006 e la primavera del 2007, dà vita ad un feud contro Drew Galloway, che avrebbe successivamente reicontrato nella WWE, dove il giovane lotterà come Drew McIntyre.

Nel novembre 2006 O'Shaunessy effettua un provino a Raw a Manchester, in Inghilterra, dove interpreta la parte di un membro della security che viene schiantata dalla D-Generation e subisce un pedigree da Triple H. Sheamus sostiene anche un provino vero e proprio a Dublino. Il 20 aprile 2007, a Milano, prima delle registrazioni di Smackdown, Sheamus O’Shaunessy lotta in un dark match che valeva da try-out contro Jimmy Wang Yang, perdendo. Tuttavia, i talent scout della WWE rimangono impressionati e la compagnia gli offre di sottoscrivere un contratto di sviluppo. Sheamus accetta ed il 9 giugno 2007 dà l’addio al pubblico britannico al termine di un match contro Drew Galloway nella Real Quality Wrestling. Poco dopo abbandona l’IWW International Title. Sheamus si trasferisce negli Usa, dove viene assegnato dalla WWE alla Florida Championship Wrestling. Il 19 febbraio 2008 Sheamus debutta in coppia con Kafu. Il duo ha come manager Dave Taylor e lotta nel torneo per decretare i primi campioni di coppia della compagnia. Vincono il primo match contro “The Superstar” Christopher Gray e “The Rascal” Tommy Taylor ma poi perdono contro Brad Allen e Nick Nemeth nel secondo round. Il 22 luglio Sheamus lotta in un dark match a Smackdown e perde contro Ron Killings.

Il 18 settembre 2008 Sheamus batte Jack Swagger e vince il titolo assoluto dello FCW, difendendolo vittoriosamente per tre mesi prima di cederlo ad Eric Escobar nel corso di un match a quattro che vede coinvolti anche Joe Hennig e Drew McIntyre. Nel maggio del 2009 Sheamus inizia ad essere presente, lottando, agli house show di Raw. Il 30 giugno, durante lo show della ECW, Farrelly debutta in uno dei brand principali della WWE con il nome di Sheamus “The Celtic Warrior”. Sheamus dà vita ad una rivalità con Goldust e poi ad una con Finlay. Il primo settembre Sheamus batte definitivamente Goldust in un match senza squalifiche, poi inizia una breve faida con Shelton Benjamin.

Il 26 ottobre Sheamus viene spostato a Raw e debutta distruggendo letteralmente Jamie Noble. La sera successiva è di nuovo alla ECW per chiudere, vittoriosamente, il suo feud con Shelton Benjamin. Nelle settimane seguenti Sheamus se la prende ancora con Jamie Noble, che viene portato via in barella e che, secondo la storyline, è costretto a ritirarsi. Sotto i suoi colpi cadono anche il timekeeper, Jerry Lawler e, più avanti, il “guest host” di Raw Mark Cuban. Il 16 novembre Sheamus debutta in pay-per-view. A Survivor Series 2009 è nel team di The Miz contro quello di John Morrison ed alla fine, insieme, allo stesso capitano e a Drew McIntyre, sopravvive. La sera seguente, a Raw, Sheamus vince, a grande sorpresa, una "break-through" battle royal eliminando Kofi Kingston per ultimo e diventando il primo sfidante al titolo mondiale detenuto da John Cena. Secondo i critici Sheamus, che è un rookie non ha alcuna possibilità di sconfiggere il ben più blasonato avversario ma l’irlandese intende giocarsela. Il 13 dicembre accade l’incredibile: a TLC, Tables, Ladders & Chairs Sheamus sconfigge Cena in un tables match diventando per la prima volta campione WWE. La sera successiva, a Raw, vince anche lo Slammy Award come “Breakout Superstar” dell’anno.

Il 21 dicembre a Raw Sheamus sconfigge MVP in un non-title match. Sette giorni dopo John Cena sconfigge Sheamus per squalifica. Il 2010 comincia con la scelta di un nuovo primo sfidante per il titolo di Sheamus: è Randy Orton, con il quale l’irlandese si scontra alla Royal Rumble 2010. Il match viene vinto da Sheamus ma solo per squalifica visto che interviene scorrettamente Cody Rhodes. Tuttavia dopo il match Sheamus esegue un violento bicycle kick contro Randy, prendendosi una meritata ed immediata rivincita.

Il primo febbraio a Raw Sheamus attacca il vincitore della Royal Rumble Edge ma viene colpito con una spear. Sette giorni dopo sconfigge Christian ed il 15 Randy Orton per squalifica. Sheamus perde, però, il titolo a WWE Elimination Chamber 2010, quando il match a sei wrestler viene vinto da John Cena, che gli strappa la cintura. Sheamus quindi sceglie come suo nuovo obiettivo Triple H: dopo alcune settimane di scontri sul quadrato i due si sfidano a Wrestlemania ed è The Game a vincere.

Il feud tra i due prosegue anche nelle settimane successive e, dopo averlo prima colpito a tradimento nel backstage, Sheamus batte Triple H in uno street fight a Extreme Rules, costringendo Triple H ad uscire dall’arena su una barella. Il 26 aprile 2010, nel corso dello speciale Raw dedicato al draft Sheamus non riesce a diventare il nuovo primo sfidante al titolo poiché viene battuto da Batista in un match a tre che vede impegnato anche Randy Orton. Il 10 maggio a Raw Sheamus e Batista attaccano il campione John Cena e sette giorni dopo viene organizzato un incontro tra Cena e Sheamus, che termina in squalifica quando interviene Batista per attaccare John. Il 23 maggio 2010 a WWE Over the Limit, John Cena sconfigge Batista in un I Quit match ma viene poi assalito da Sheamus.

Il 24 maggio 2010 a Raw Sheamus sconfigge Mark Henry e si qualifica per il WWE championship match a WWE Fatal 4-Way, che vede poi Sheamus tornare campione grazie ad una vittoria su John Cena, Randy Orton ed Edge grazie ad un intervento di The Nexus. Il 21 giugno 2010 un match tra John Cena e Sheamus termina in no contest per un nuovo assaluto di The Nexus. Il 28 giugno a Raw Sheamus batte Mark Henry in un non-title match. Sette giorni dopo John Cena ed alcuni face hanno intenzione di attaccare The Nexus ma vengono a loro volta colpiti alle spalle dagli heel della WWE, tra cui anche Sheamus. La settimana seguente, però, quando The Nexus dimostra di non aver rispetto neppure per gli altri heels per la compagnia, Sheamus si schiera al fianco di Cena per una notte per non farsi colpire dai nuovi comuni avversari. Il 18 luglio a WWE Money in the Bank Sheamus sconfigge Cena in uno steel cage match, mantenendo il WWE Championship grazie ad una nuova interferenza di The Nexus.

Sheamus ha, poi, un nuovo avversario che vuole la sua cintura: Randy Orton. I due si scontrano a Summerslam 2010, con Randy che riesce a vincere ma solo per squalifica e così Sheamus mantiene il titolo. Il 30 agosto a Raw The Nexus sconfigge un Team WWE in un Elimination Match che vede coinvolto anche Sheamus, che ben presto lascia i suoi compagni solo al loro destino, portandoli alla sconfitta. Il 13 settembre Sheamus sconfigge John Morrison in un Non-title Falls Count Anywhere Match. Il 19 settembre a WWE Night of Champions Sheamus perde a vantaggio di Randy Orton un Six Pack Challenge. Gli altri wrestler coinvolti nel match erano John Cena, Edge, Chris Jericho e Wade Barrett. Sheamus chiede la rivincita e la ottiene a WWE Hell in a Cell, ma perde la sua occasione.

In vista di WWE Bragging Rights, Sheamus entra nel Team Raw sconfiggendo in un match di qualificazione Daniel Bryan, tuttavia al PPV è il Team Smackdown a vincere. Il 25 ottobre Sheamus viene sconfitto a sorpresa da Santino Marella. La settimana successiva Sheamus vorrebbe la sua rivincita ma invece dell’italo-americano contro di lui lotta Vladimir Kozlov, sconfitto facilmente. Quando Sheamus cerca poi di attaccare Santino, in difesa di Marella interviene John Morrison. L’8 novembre a Raw, in onda dal Regno Unito, Santino e Kozlov invitano Sheamus a prendere (letteralmente) un tè ma il general manager anonimo di Raw decide che deve partire subito un match tra Santino e Sheamus, con quest’ultimo che vince per squalifica. A fine match arriva, di nuovo, Morrison per salvare Santino. Il 15 novembre a Raw Sheamus cerca ancora una volta di assalire Santino ma interviene di nuovo Morrison. Il 21 novembre a WWE Survivor Series Sheamus e Morrison si scontrano ed è John ad avere la meglio.

Il 22 novembre 2010 a Raw Sheamus sconfigge R-Truth e si qualifica al torneo King of the Ring, che la settimana seguente lo vede incoronato come vincitore grazie ad una vittoria contro Kofi Kingston, un “bye” ed una affermazione in finale contro John Morrison. Il 13 dicembre i due hanno uno scontro che termina in doppia squalifica, mentre il 19 dicembre, un #1 Contenders Ladder Match a WWE TLC termina con la vittoria di Morrison. Il 3 gennaio 2011 Randy Orton batte Wade Barrett e Sheamus (che ormai si fa chiamare King Sheamus) in un cage match a tre, conquistando una title shot per la Royal Rumble. Sette giorni dopo Sheamus viene sconfitto nuovamente da Morrison ma si prende la sua rivincita il 24 gennaio, quando, in coppia con Alberto Del Rio, batte Mark Henry e John Morrison. Il 30 gennaio King Sheamus entra come numero 28 nel Royal Rumble match ma viene eliminato verso la fine dell’incontro da Randy Orton.

Il 31 gennaio a Raw Sheamus partecipa ad un match per stabilire il nuovo primo sfidante al titolo che viene vinto, a sopresa da Jerry Lawler, abile a sovrastare campione del calibro di John Cena, Randy Orton, lo stesso Sheamus, CM Punk, John Morrison e R-Truth. Sheamus inizia poi un breve feud con Mark Henry e poi lotta nell’Elimination Chamber match di Raw all’omonimo PPV, che viene vinto da John Cena. Il 21 febbraio 2011 a Raw Henry sconfigge Sheamus, mentre sette giorni dopo cerca di interrompere Triple H, al suo ritorno sul ring dopo mesi in seguito all’infortunio procuratogli proprio da Sheamus, ma all’irlandese va male poiché prima subisce un Super Pedigree sul tavolo degli annunciatori, poi viene sconfitto da Even Bourne. Il 7 marzo 2011 il WWE United States champion Daniel Bryan batte King Sheamus per countout in un non-title match. Sette gioni dopo c’è un rematch e Sheamus sconfigge Bryan, vincendo il WWE United States title. Nelle settimane seguenti Sheamus difende vittoriosamente il suo titolo sia contro Bryan che contro altre Superstars come Kofi Kingston o Santino Marella. A Wrestlemania 27 Sheamus e Daniel Bryan lottano l’uno contro l’altro in un Lumberjack Match fuori dalla card dell’evento.

Il 25 aprile 2011 Sheamus viene trasferito da Raw a Smackdown. Il primo maggio 2011, a WWE Extreme Rules, Kofi Kingston batte Sheamus in un tables match e vince il WWE United States title. Nelle settimane seguenti Sheamus ottiene, nello show blu, un ruolo di primissimo piano, entrando nella faida tra Randy Orton e Christian. Nell’edizione di Smackdown del 3 giugno lotta contro Orton ma non riesce a vincere il World title perché lo special referee Christian si rifiuta di battere tre colpi al tappeto. Sette giorni dopo, però, Randy Orton viene sconfitto da Sheamus per interferenza di Christian. A WWE Money in the Bank Sheamus lotta in un ladder match con Sin Cara, Kane, Wade Barrett, Daniel Bryan (che uscirà un vincitore), Cody Rhodes, Heath Slater e Justin Gabriel. Sheamus inizia quindi un breve feud con Wade Barrett e poi il 29 luglio 2011 assale Mark Henry sfidandolo a un match a Summer Slam 2011.

Sheamus, diventa, quindi, un face ma il suo feud contro Henry lo vede perdente: viene, infatti, sconfitto per count-out a SummerSlam 2011. Sheamus è poi impegnato in un lungo feud contro Christian, contro il quale vince due volte in pay-per-view (a Hell in a Cell e Vengeance) nonchè in una edizione di Smackdown. Il 2012 inizia benissimo per lui: è, infatti, il vincitore del Royal Rumble match. Sheamus entra nel match come ventiduesima superstar ed elimina per ultimo Chris Jericho, guadagnandosi una title shot per uno dei titoli mondiali della WWE per Wrestlemania 28.

Sheamus compie la sua scelta, decidendo quale campione mondiale sfidare, attaccando il campione di Smackdown Daniel Bryan a WWE Elimination Chamber 2012. L’irlandese lotta nel primo match della card allo “Showcase of Immortals” e gli bastano solo diciotto secondi per sconfiggere Bryan e diventare campione. Il 6 aprile, a Smackdown, Sheamus viene sconfitto da Alberto Del Rio, che così conquista una title shot ma c’è prima da accontentare Daniel Bryan, che ha diritto ad un rematch. A WWE Extreme Rules 2012, Sheamus difende vittoriosamente il suo World Heavyweight Championship battendo Bryan in un two out of three falls match. A WWE Over the Limit, Sheamus batte Randy Orton, Chris Jericho ed Alberto Del Rio in un fatal-four-way match, mantenendo il titolo. A WWE No Way Out 2012, Sheamus dovrebbe, quindi, scontrarsi Alberto Del Rio, che deve dare forfait per infortunio. Lo sostituisce Dolph Ziggler, che però non riesce a strappare la cintura dalla vita dell’irlandese.

Nell'episodio di Smackdown del 29 giugno l'irlandese batte sia Dolph Ziggler che Alberto Del Rio difendendo il suo titolo del mondo dei pesi massimi. Il 15 luglio al PPV Money in the Bank, Sheamus sconfigge nuovamente Del Rio difendendo il suo titolo. Nell'episodio di Smackdown del 27 luglio Alberto Del Rio diventa nuovamente il contendente numero uno al titolo del mondo sconfiggendo Rey Mysterio, Kane e Daniel Bryan in un Fatal-4 Way match. Il nuovo match tra Del Rio e Sheamus è originariamente programmato per Summerslam, ma viene anticipato al 10 agosto, a Smackdown. L’incontro non inizia neppure perchè Del Rio attacca Sheamus prima del gong. Il GM di Smackdown Booker T decide quindi di strappare a Del Rio il ruolo di primo sfidante, che riottene, però, la settimana successiva, grazie al consenso di Sheamus, che non vede l'ora di poterlo picchiare. Al PPV Summerslam 2012, Sheamus batte per l'ennesima volta Del Rio e si conferma campione del mondo dei pesi massimi.

Il 7 settembre, Booker T, General Manager di Smackdown, è costretto da Del Rio e David Otunga (nel ruolo di avvocato) a vietare a Sheamus l'uso del Brogue Kick, la mossa finale dell'irlandese, per eccessiva pericolosità. Ricardo Rodriguez, annunciatore al ring di Del Rio, era stato infatti vittima del Brogue Kick con brutte conseguenze. Nella puntata successiva di Raw, Sheamus colpisce David Otunga con il Brogue Kick, e Booker T lo minaccia di togliergli il titolo del mondo dei pesi massimi nel caso in cui il Brogue Kick venisse nuovamente utilizzato. Al PPV Night of Champions 2012, Booker T annuncia di aver rimosso il divieto di utilizzo del Brogue Kick a Sheamus, il quale difende vittoriosamente la sera stessa il suo titolo contro Del Rio.

Il 28 ottobre, a Hell in a Cell 2012, Big Show sconfigge Sheamus diventando il nuovo campione del mondo dei pesi massimi e terminando il regno di Sheamus dopo 210 giorni. L'irlandese comincia così una rivalità con il gigante, che sconfigge per squalifica il 18 novembre a Survivor Series 2012, non riuscendo quindi a riconquistare il titolo. Dopo il match, Sheamus attacca brutalmente Big Show con una sedia d'acciaio. Si arriva dunque al PPV TLC 2012, in cui Sheamus e Big Show si affrontano in un Chairs match, che Sheamus perde. Durante l'episodio di Raw del 24 dicembre, Sheamus batte Big Show in un Lumberjack match senza titolo in palio.
Sheamus termina il 2012 con il maggior numero di match televisivi disputati in tutto il roster: ben 98, con 77 vittorie e 29 main event. Il 27 gennaio 2013, durante il Royal Rumble match nell'omonimo PPV, Sheamus entra come numero 11 ed elimina altri 5 wrestler, per poi essere il terzultimo eliminato ad opera di Ryback. Dopo una serie di attacchi di The Shield (Dean Ambrose, Seth Rollins e Roman Reigns) ai suoi danni, Sheamus affianca John Cena e Ryback, anche loro vittime di attacchi, e comincia ad assalirli a loro volta. Al PPV Elimination Chamber 2013, Sheamus, Ryback e John Cena vengono sconfitti da The Shield. La sera successiva, a Raw, Sheamus, affiancato da Ryback e Chris Jericho, perde nuovamente contro la stable.

In tardo febbraio, Sheamus comincia ad allearsi con Randy Orton per affrontare proprio The Shield. Nelle settimane successive, i due si aiutano a vicenda in caso di attacchi da parte dei tre giovani wrestler e di Big Show. Il 15 marzo, a Smackdown, Sheamus e Orton hanno l'occasione di scegliere un compagno e affrontare The Shield a Wrestlemania 29 in un six-man tag team match. I due scelgono inizialmente Ryback, ma quest'ultimo decide di affrontare Mark Henry a Wrestlemania 29 e Orton e Sheamus lo sostituiscono con Big Show, a sua volta furioso con The Shield. A Wrestlemania 29, The Shield sconfigge Sheamus, Randy Orton e Big Show, dopo che quest'ultimo mette KO i suoi compagni di squadra dopo un malinteso nel ring.

Nella puntata di Raw successiva, Orton e Sheamus litigano su chi dei due debba affrontare Big Show e i due vengono posti l'uno contro l'altro con in palio l'occasione di affrontare il gigante. Tuttavia il match termina in un no-contest dopo che Big Show interviene attaccando entrambi. Sheamus e Orton affrontano così Big Show in due Handicap match, il primo, a Smackdown, vinto per conteggio fuori ring, e il secondo, a Raw, per schienamento. Sheamus comincia quindi una rivalità con Mark Henry, con quest'ultimo che lo attacca ripetutamente durante alcune interviste nel backstage. I due si attaccano a vicenda più volte e, durante l'episodio di Smackdown del 19 aprile, Sheamus e Orton vengono sconfitti da Mark Henry e Big Show. Si arriva così a ripetuti sfide di forza tra Henry e Sheamus, vinte per la maggior parte delle volte dall'atleta di colore, 'The World's Strongest Man'. I due si affrontano in uno Strap Match al PPV Extreme Rules 2013 che termina con la vittoria di Sheamus.

Sheamus comincia, successivamente, ad interrompere segmenti televisivi di Damien Sandow, poco apprezzati dal pubblico. I due iniziano una rivalità e si affrontano nel pre-show di WWE Payback, nel mese di giugno: il match viene vinto da Sheamus. La sera seguente, a Raw, l’irlandese compete in un handicap match contro Sandow e Cody Rhodes, perdendo. La rivalità culmina in un Dublin Street Fight Match a Raw il 28 giugno, con Sheamus che si aggiudica l’incontro. Il 14 al PPV Money In The Bank, prende parte al Ladder Match valevole per il WWE Championship Money In The Bank Contract, ma non riesce a vincere l’incontro. Durante il combattimento si infortuna e deve restare fermo alcuni giorni. Torna in azione il 22 luglio a Raw, perdendo contro il campione dei pesi massimi Alberto Del Rio. Il 7 agosto, WWE.com riporta che Sheamus ha subito un infortunio alla spalla che richiede un’operazione.

Sheamus recupera dal suo infortunio giusto in tempo per la Royal Rumble, a cui prende parte entrando per diciasettesimo e riesce ad arrivare sino alle fasi finali della contesa, ma vede sfumare la vittoria finale quando viene eliminato per penultimo da Roman Reigns. La sera successiva, a Raw, Sheamus fa coppia con John Cena e Daniel Bryan lottando in un triple threat match contro lo Shield: Sheamus e i suoi tag team partners vincono il match seppur per squalifica in quanto viene attaccato dai membri della Wyatt Family, ma in questo modo si qualifica per l'Elimination Chamber match dell'omonimo PPV. Durante lo show, però, non riesce a far suo il titolo mondiale WWE in quanto viene estromesso dalla contesa da Christian. Sheamus inizia un breve feud contro Christian, che lo vede vincitore. Prende poi parte alla prestigiosa Andre The Giant Memorial Battle Royal a Wrestlemania 30: anche in questa circostanza arriva alle fasi finali sfiorando la vittoria finale, ma vede sfumare il trionfo finale a causa di Alberto Del Rio, che lo elimina. Nell'edizione di Raw del 14 aprile, Sheamus prende parte al torneo valevole per lo status di primo sfidante al titolo intercontinentale, sconfiggendo Jack Swagger nel primo match, ma viene poi battuto in semifinale da Bad News Barrett.

Passano circa due settimane, e per volere dell'Authority, viene sancita una 20-man battle royal a Raw nell'edizione del 5 maggio con il WWE United States Championship in palio: Sheamus è tra i partecipanti e arriva in fondo alla contesa rimanendo solo sul ring con il campione in carica Dean Ambrose, Sheamus riesce a eliminare Dean Ambrose e diventa così il nuovo WWE United States Champion, conquistando lo US Title per la seconda volta in carriera. Sheamus poi intraprende una faida con Cesaro, e il primo "round" si svolge a Payback, dove Sheamus ha la meglio e mantiene il titolo degli Stati Uniti.

Il lottatore irlandese poi sconfigge anche Bad News Barrett in un match di qualificazione per il ladder match valevole per il titolo mondiale WWE di Money In The Bank: Sheamus tuttavia non riesce a conquistare anche il WWE World Heavyweight Championship, e fallisce anche nella conquista del titolo intercontinentale in una battle royal che viene disputata a WWE Battleground. A Sheamus non rimane che difendere nuovamente il WWE United States Championship dal nuovo assalto di Cesaro: a Night Of Champions Sheamus vince nuovamente, rimanendo così campione degli Stati Uniti: nelle settimane precedenti a Hell in a Cell, Sheamus viene sconfitto da The Miz in due occasioni, ed è costretto così a difendere nuovamente il titolo degli Stati Uniti in pay-per-view.

A Hell In A Cell però, Sheamus sconfigge The Miz e mantiene la cintura: successivamente, nel corso della puntata di Smackdown, del 31 ottobre, Sheamus viene sfidato dall'imbattuto Rusev, e il WWE United States Championship accetta la sfida con in palio la sua cintura. Nell'edizione di Raw del 3 novembre, Sheamus perde prima in maniera controversa un match contro Tyson Kidd, poi viene sconfitto da Rusev in un match svolto al termine di Raw, perdendo così il titolo degli Stati Uniti dopo poco meno di sei mesi da campione. Subito dopo, si prende un periodo di pausa per riprendersi da alcuni infortuni.



Michele M. Ippolito e Tiziano Contessa

   

Questo sito non è in alcun modo affiliato con alcuna organizzazione professionistica.
I nomi dei programmi, dei lottatori e dei marchi WWE e TNA sono proprietà delle rispettive federazioni.
Copyright © 2017 - Tuttowrestling.Com - P. IVA n° 08331011000

TUTTOWRESTLING HOMEPAGE