Biografia di Edge - TUTTOWRESTLING.COM -=Tutto Sul Mondo Del Pro Wrestling=-
 
TUTTOWRESTLING HOMEPAGE
 
USERNAME PASSWORD     RICORDAMI REGISTRATI
 
 26.5 EPW Live In Cinecittà World
 26.5 The Other Side
 25.5 Stamford Report
 25.5 WWE 205 Live Report
 25.5 TW Risponde
 24.5 WWE Smackdown Report
 23.5 WWE Raw Report
 
 



 
 
 


EDGE


Adam Joseph Copeland nasce a Orangeville, nell’Ontario, in Canada il 30 ottobre 1973. Adam fin da bambino sogna di diventare un wrestler, coltiva questo sogno insieme ad un amico di nome Jason Reso, oggi conosciuto come Christian. L’ 1 aprile 1990, Adam che ha 17 anni è fra gli oltre 67.000 spettatori che assediano gli spalti dello SkyDome per assistere alla mitica sfida fra Ultimate Warrior e Hulk Hogan.

Nel 1992 dopo aver vinto il "Why I wanted to be a pro-wrestler" riesce ad entrare gratis (infatti l’ iscrizione costava ben 6.000 dollari) alla Sully's Gym di Toronto, Canada. Alla Sully's Gym, Adam può finalmente apprendere l’ arte del wrestling venendo allenato da Ron Hutchinson e Sweet Daddy Siki, e qualche volta anche da Bret Hart. Dopo più di un’ anno di allenamento l’ 1 giugno 1993 debutta su di un ring, infatti in coppia con El Fuego Kid affronta Joe E. Legend (Just Joe alla WWE) e Zakk Wylde. Lasciata la Sully's Gym, inizia a lottare (con il nome di Sexton Hardcastle) in diverse federazioni indipendenti come la OCW (Outlaw Championship Wrestling) la CWF (Canadian Wrestling Federation) e la WWA (World Wrestling Association).

I primi titoli arrivano quando inizia a lottare nel circuito delle indipendenti del Michigan, infatti in coppia Joe E. Legend (altro wrestler uscito dal Sully’s Gym) forma i "Sex and Violence" che conquistano i titoli di coppia della ICW (Insane Championship Wrestling) e della MWCW (Mid-West Championship Wrestling), che erano stati unificati. Copeland inizia a fare coppia con il grande amico di infanzia, Jason Reso(che si fa chiamare Christian Cage). I due prima si fanno chiamare High Impact, per poi cambiare il nome in the Suicide Blondz. I Suicide Blondz diventano campioni di coppia della SSW(Southern States Wrestling). Il 10 maggio 1996 la WWF, disputa un House Show (show non ripresi dalle telecamere) ad Hamilton, Ontario, a questo show prende parte anche Sexton Hardcastle, che viene sconfitto da Bob Holly. A dicembre lui e Christian conquistano gli Streetfight Tag-Team Title alla ICW.

L’11 novembre 1997 i due compagni di coppia si affrontano in house show della WWF, che rimane molto colpita dalla prestazione dei due, tanto che nei primi mesi del 1998 decide di invitarli al training camp "Funking Dojo". Copeland impressiona favorevolmente i due istruttori, Tom Prichard e Dory Funk Jr., che decidono di metterlo ancora alla prova facendogli disputare qualche dark-match (match non ripresi dalle telecamere) contro il cognato Sean Morley (Val Venis), prima degli show televisivi della WWF. La WWF si convince che il ragazzo ci sa fare e decide di metterlo sottocontratto, con lui viene ingaggiato anche Christian, ma la WWF non sembra volerli lanciare come coppia.

Per diversi mesi la WWF non ha idee su come lanciare Copeland, fin quando nelle settimane seguenti a WrestleMania 14 iniziano a venire mandati in onda dei promo di Edge, che lo descrivono come un giovane uomo arrabbiato che ha percorso le strade di Toronto attraverso l’oscurità. Dopo diverse settimane in cui sono stati irradiati i suoi promo, il 22 giugno 1998 Adam Copeland, da ora Edge, debutta su un ring della WWF. Il debutto purtroppo non è dei più fortunati: Edge affronta Jose Estrada Jr. durante una puntata di Raw Is War e, dopo aver sbagliato un somersault leap dalla Top Rope, finisce per infortunare gravemente l’ avversario al collo, Edge vince il match per count out ma rimane molto provato per quanto successo. Il 30 Agosto 1998 al Madison Square Garden, Edge partecipa al suo primo ppv alla WWF: durante Summer Slam, in coppia con Sable sconfigge Marc Mero e Jacqueline in un incontro di coppia misto.

Nell’autunno del 1998 alla WWF arriva un nuovo wrestler: Gangrel, un personaggio quasi gotico, vampiresco, che ama bere il sangue. Gangrel inizia a stazionare a bordoring durante i match di Edge, dicendo che ha un segreto che lo riguarda e che presto lo svelerà. Durante WWF Breakdown - In Your House 24, Gangrel interferisce nel match fra Edge e Owen Hartsvelando a tutti il segreto: Edge ha un fratello minore di nome Christian. Distratto da quanto successo, Edge finisce per perdere il match. Nelle settimane seguenti Gangrel e Christian attaccano più volte Edge, fin quando questo non si convince ad allearsi con loro, i tre formano il Brood. I tre rappresentavano una specie di setta devota ai sacrifici che colpiva gli avversari con un bagno “di sangue”: Gangrel tira fuori un calice pieno di sangue e lo sputa addosso ai suoi avversari. A WWF Rock Bottom - In Your House 26, i 3 hanno il loro primo match in ppv (insieme): infatti sconfiggono The JOB Squad (Al Snow, Scorpio & Bob Holly). Il 1999 di Edge si apre con la sua prima partecipazione alla Royal Rumble: entrato per quinto viene eliminato per ottavo.

I Brood entrano a far parte dei Ministry of Darkness (Undertaker, Paul Bearer, Faarooq, Bradshaw, Mideon, Viscera, Gangrel, Edge, Christian), una sorta di setta satanica guidata da The Undertaker. Nella puntata di Raw is War post-WrestleMania 15, The Undertaker fa rapire Stephanie McMahon per poterla sacrificare, poco più tardi nel corso dello show, Gangrel accompagnato da Edge e Christian affronta Ken Shamrock, la vittoria va proprio allo shootfighter, nel post match Shamrock manda KO Edge e Gangrel e dopo aver bloccato Christian nella ankle lock si fa dire dove si nasconde Stephanie. The Undertaker infuriato per quanto successo inizia a maltrattare Christian. Visti i maltrattamenti i Brood lasciano i Ministry Of Darkness. Iniziano quindi un feud con 3 membri della setta, The Acolytes e Mideon. Le due fazioni si trovano contro a WWF Backlash, la vittoria fa ai MOD, grazie all’ interferenza di Viscera.

Edge e Christian iniziano quindi un feud con gli Hardy Boyz (Matt & Jeff Hardy). I due tag-team si trovano contro in un match a Sunday Night Heat pre-King of the Ring 1999, match che si chiude in no contest per l’ interferenza di Faarooq e Bradshaw. Le due coppie si affrontano nuovamente la sera stessa nel corso del ppv, questa volta a prevalere sono gli Hardy grazie ad un interferenza sbagliata di Gangrel che finisce per sputare il sangue in faccia ad Edge, a fine match Gangrel si scusa con Edge, che dopo un primo momento di rabbia decide di accettare le scuse. Il giorno dopo a Raw, Gangrel vede Edge in compagnia di una Ho's (le accompagnatrici di The Godfather) e non sembra gradire molto la cosa anzi si dimostra quasi geloso. La settimana seguente Edge e Christian vengono brutalmente attaccati da Big Boss Man ma nonostante possa, Gangrel non fa niente per aiutarli. I rapporti fra i tre si fanno sempre più tesi. Durante Sunday Night Heat dell’11 luglio, i Brood affrontano il trio formato da Viscera, Big Boss Man e Mideon e la vittoria va proprio a quest’ ultimi dopo che Gangrel colpisce Edge con un DDT. Un feud fra i due pare inevitabile. Il giorno dopo si trovano uno contro l’ altro durante Raw, in un match che finisce in no contest, dopo che Gangrel ha gettato il suo avversario in un foro circondato dal fuoco.

Il 24 luglio la WWF disputa un house show a Toronto, Edge (che sostituisce Ken Shamrock) affronta Jeff Jarrett, allora campione intercontinentale e incredibilmente riesce a sconfiggerlo facendo suo il titolo. Il giorno dopo, durante WWF Fully Loaded c’è il re-match fra i due. Questa volta a vincere è Jarrett, che fa suo match e titolo grazie all’ interferenza di Gangrel. Dopo questi fatti, Christian si trova nella posizione di che deve scegliere: stare dalla parte di Gangrel o dalla parte del fratello? Alla fine decide di scegliere la famiglia. Sentendosi tradito Gangrel decide di formare i New Brood: questa volta i suoi adepti sono gli Hardy Boyz.

Il 22 agosto Edge e Christian partecipano al Tag Team Turmoil Match, per il ruolo di N.1 contenders ai WWF Tag Team Titles, nonostante un ottima prestazione i due vengono eliminati dai futuri vincitori, Farooq e Bradshaw. Il 6 settembre, Edge e Christian si vendicano degli Acolytes, sconfiggendoli infatti conquistano una Title Shot per i titoli di coppia. A WWF Unforgiven i due wrestler canadesi hanno quindi l’ occasione di vincere i titoli, ma vengono sconfitti dai New Age Outlaws (Billy Gunn e Jesse James), che vincono il match grazie all’ interferenza del New Brood. Continua quindi il feud fra i due Tag Team. Durante SmackDown del 30 settembre, Terry Runnels divas della WWF, lancia il suo Invitational Tournament, il tutto prevede che un team deve sconfiggere quello avversario per tre volte prima di poter essere dichiarato il vincitore. Edge & Christian si portano sull’ 1 a 0 sconfiggendo gli Hardy nel corso di quella puntata. Cinque giorno dopo, durante Raw, i fratelli canadesi si portano sul 2 a 0. Durante SmackDown del 7 ottobre i membri del New Brood riescono ad accorciare le distanze, nel frattempo Terri Runnels, promotrice della sfida annuncia che il team vincitore avrà in premio 100.000 dollari e i suoi servigi da manager. Durante Raw del 11 ottobre, Edge e Christian anno l’ occasione di portare a casa la vittoria finale, ma il match con gli Hardy finisce in rissa fuori dal ring e l’arbitro è costretto a sanzionare il Double Count Out. Quattro giorni dopo a SmackDown gli Hardy portano la sfida in parità sconfiggendo i canadesi. Il 17 ottobre a WWF No Mercy, abbiamo la sfida decisiva fra le due coppie: questa volta non in un match normale ma in un Ladder Match, che servirà per raggiungere il sacco con i soldi e il contratto per avere i servigi di Terri, che sono in aria agganciati ad un gancio. Gli Hardy entrano accompagnati da Gangrel ma ben presto si uniscono ad Edge e Christian accanendosi su di lui, liberatosi di Gangrel, il match può iniziare, e dopo una bellissima contesa a prevalere sono gli Hardy, che vincono cosi i soldi e Terri.

La sera seguente, a Raw Edge e Christian chiamano gli Hardy sul ring per complimentarsi con loro e i due team iniziano un’alleanza. Alle Series i quattro lottano addirittura insieme: Edge & Christian e gli Hardyz affrontano in un Survivor Series match, i Too Cool (Brian Christopher e Scott Taylor) e The Hollys (Hardcore e Crash): alla fine l’ unico sopravvissuto è Hardcore Holly.

Nell’ ultimo PPV dell’anno, Armageddon, i due canadesi partecipano ad una Tag Team Battle Royal che prevede per i vincitori un match per i titoli di coppia da disputarsi alla Royal Rumble, alla fine a prevalere sono gli Acolytes. La sera seguente a Raw, Edge & Christian affrontano gli Hardy in un bellissimo Ladder Match, che vede la vittoria dei canadesi.

Il 2000 di Edge si apre con la partecipazione alla Rumble, che lo vede eliminato per quattordicesimo dopo essere entrato per tredicesimo. Il 27 febbraio durante WWF No Way Out, rivediamo contro Edge & Christian e Hardy, in un match che mette in pallio una Title Shot per WrestleMania 16, a vincere sono nuovamente i fratelli canadesi. Durante SmackDown del 16 marzo, Edge & Christian decidono di sfruttare in anticipo la title shot, ma non la sfruttano a dovere, venendo sconfitti dai Dudley Boyz. Cinque giorni dopo, a Raw Vince Mcmahon annuncia che a WrestleMania 16 ci sarà un triple threat triangle ladder match tra Dudley, Hardy e Edge & Christian. 2 aprile 2000, Anaheim, California, è il giorno di WrestleMania 16, dopo un match spettacolare Edge e Christian conquistano per la prima volta i titoli di campioni di coppia sconfiggendo Dudley e Hardy Boyz. I neo campioni affrontano e sconfiggono Jesse James e X-Pac a Backlash.

Nei giorni seguenti Edge e Christian tornano nuovamente dalla parte dei cattivi iniziando un feud con i Too Cool. Il 21 Maggio 2000, durante WWF Judgement Day, Edge & Christian con Kurt Angle vengono sconfitti da Rikishi & Too Cool (Brian Christopher e Scott Taylor). Otto giorni più tardi, Christopher e Taylor sconfiggono Edge & Christian conquistando i titoli di coppia. Il 19 giugno Edge viene sconfitto da Chris Jericho in un match di qualificazione per il torneo di King of the Ring, tutto questo durante una puntata di Raw. Il 25 giugno i fratelli canadesi partecipano a WWF King of The Ring 2000, in un Four Corner Tag Team Elimination Championship Match, che li vede uscire vincitori contro Too Cool, Hardy Boyz (con Lita) vs. T & A (Test e Albert con Trish Stratus), Edge e Christian tornano cosi in possesso dei titoli.

I nuovi sfidanti per i titoli sono gli Acolytes(Bradshaw e Faarooq). Le due coppie si trovano contro a WWF Fully Loaded, a vincere sono gli Acolytes, che però vincono solo per squalifica, i canadesi mantengono quindi i titoli.

A Summer Slam i campioni canadesi partecipano con Dudleyz e Hardyz al primo TLC(Tables, Ladders & Chairs) della storia della WWF. La vittoria finale, dopo un match pazzesco, va ad Edge e Christian che mantengono cosi i titoli. Il 24 settembre assistiamo a una nuova sfida fra Edge & Christian e Hardy Boyz: questa volta a prevalere dopo uno splendido steel cage match, sono gli Hardy che diventano così i nuovi campioni di coppia. Il giorno dopo, a Raw, abbiamo un re-match che vede vincitori ancora Matt e Jeff. Sprecato questo match il commissioner della WWF Mick Foley comunica ai due canadesi che non potranno avere più title shots dagli Hardyz. Alla WWF intanto arriva una coppia di wrestler mascherati: Los Conquistadores (Unos & Dos). Unos e Dos vincono una Battle Royal durante SmackDown del 19 ottobre e grazie a questa vittoria guadagnano una Title Shot per i titoli di coppia. Nel ppv di ottobre, No Mercy, gli Hardyz affrontano i due misteriosi wrestler mascherati, che incredibilmente riescono a portare a casa vittoria e i titoli. Più tardi nel corso dello show vediamo Edge & Christian festeggiare con i due neo campioni. Il giorno dopo a Raw, Edge cerca di smentire le voci che vogliono lui e Christian nelle vesti dei Los Conquistadores, e a sorpresa affronta proprio i due wrestler mascherati in un handicap match. Sono proprio Unos e Dos a portare a casa la vittoria, ma a fine match i due si rivelano essere gli Hardyz ! I due chiamano sul ring Mick Foley al quale mostrano un video nel corso del quale Edge e Christian vestiti da Conquistadores parlano della vittoria e di come hanno fregato Foley, il quale, visto il video decide di assegnare il titolo ai legittimi proprietari, gli Hardy Boyz.

Alle Survivor Series vediamo Edge & Christian, Val Venis e i campioni di coppia (dopo aver battuto gli Hardy) Bull Buchanan e The Goodfather, affrontare Hardyz e Dudleyz in un Survivor Series Elimination Match, che vede prevalere questi ultimi.

Il 10 dicembre a WWF Armageddon, Edge & Christian vincono un Fatal Four Way Tag Team Match, sconfiggendo(anche se in maniera sporca, Christian infatti non schiena l’uomo legale sul ring) Right to Censor, The Dudley Boyz e Road Dogg & K-Kwik. Con questa vittoria i due wrestler canadesi si laureano per la quarta volta campioni di coppia. Questo nuovo regno dura solo una settimana: durante Raw del 18 dicembre, la coppia formata da The Undertaker e The Rock sconfigge i fratelli canadesi, conquistando i titoli. Il giorno dopo a SmackDown, Edge e Christian hanno un re-match , e incredibilmente conquistano nuovamente le cinture questa volta grazie all’ aiuto dell’arbitro, che per l’ occasione è Kurt Angle.

Nel primo ppv del 2001, la Royal Rumble, Edge & Christian difendono le cinture dall’ attacco dei Dudley Boyz, ma sono proprio D-Von e Bubba Ray a portare a casa vittoria e titoli dopo aver eseguito la 3-D su Edge. Durante Raw del 5 febbraio, Edge & Christian permettono ai Dudley di mantenere i titoli interferendo nel loro match con Kane e The Undertaker.

Tre giorni dopo a SmackDown, Taker e Kane resituiscono il “favore” ai canadesi interferendo nel loro match sempre con i Dudleyz. A Raw del 12 febbraio le due coppie si sfidano per decidere chi affronterà i campioni a No Way Out e il match si conclude in no contest. Vince McMahon decide quindi che saranno entrambe le coppie ad affrontare i Dudley, in un Table Match. 25 febbraio, arriva il giorno di No Way Out dopo una strenua battaglia a vincere sono i Dudley che mantengono così i titoli.

Durante Raw del 5 marzo, Christian, interferendo, permette agli Hardy Boyz di sconfiggere i Dudley e Matt e Jeff conquistano i titoli. L’ incredibile però succede 14 giorni dopo a Raw, infatti Edge & Christian fanno perdere l’ aereo ai Dudleyz e si appropriano della loro title shot: incredibilmente, grazie all’ aiuto di un debuttante Rhyno, sconfiggono gli Hardy Boyz, diventando i nuovi campioni. Ma non è ancora finita: arrivati all’arena, i Dudleyz pretendono la loro title shot dal commissioner William Regal, che acconsente. Dopo un altro grande match la vittoria va ai Dudleyz, grazie all’ intervento del terzo Dudley, Spike, arrivato direttamente dalla ECW. A WrestleMania 17 assistiamo al secondo TLC (Tables, Ladders, Chairs) nella storia della WWF, e come nel primo dopo un match incredibile e pieno di emozioni, sono Edge & Christian a portare a casa vittoria e titoli. Questo nuovo regno dura però solo 18 giorni: infatti durante SmackDown del 19 aprile, Edge & Christian vengono sconfitti da Kane e The Undertaker. Otto giorni dopo sempre a SmackDown, i fratelli canadesi massacrano Kane nel corso di un Handicap Match. Il 30 aprile, a Raw Edge ha l’ occasione di conquistare il titolo Europeo in un match contro il campione Matt Hardy, ma per un interferenza sbagliata di Christian, viene sconfitto.

Il 20 maggio Edge & Christian partecipano al Tag Team Turmoil Match che si svolge a Judgment Day. I due fratelli canadesi arrivano ad un passo dalla vittoria ma vengono sconfitti da Chris Benoit e Chris Jericho, che conquistano cosi i titoli.

Edge & Christian iniziano quindi un mini-feud con Benoit e Jericho. Le due coppie si trovano contro durante SmackDown del 24 maggio con in palio i titoli : il match è il terzo TLC della storia della WWF, al quale partecipano anche Dudley e Hardy Boyz, ed anche questa volta il match è bellissimo. ;a in questo caso non assistiamo ad un cambio di titoli perché escono vincitori Jericho e Benoit.

Durante Raw del 4 giugno, Christian comunica ad Edge che lui sta per entrare nel tabellone di King of the Ring. Edge si domanda se questa sia una buona idea, visto che lui è già nel tabellone di King of the Ring. 3 giorni dopo a SmackDown, Edge avanza nel tabellone del torneo, sconfiggendo Test grazie a Christian.anche Christian avanza sconfiggendo Kane a Raw, l’ 11 giugno. I due sconfiggendo rispettivamente: Perry Saturn e Big Show si guadagnano l’ accesso alle semifinali del torneo.

Arriva il giorno di King of the Ring, nella prima semifinale, Christian viene sconfitto da Kurt Angle, mentre Edge sconfiggendo Rhyno accede alla finale, dove dopo un grande match riesce a sconfiggere Angle conquistando il titolo di King of The Ring 2001.

Nel frattempo alla WWF sbarcano i wrestler della WCW e della ECW che iniziano un invasione. Edge & Christian iniziano quindi un feud contro gli ex wrestler WCW e ECW, Mike Awesome e Lance Storm. Le due coppie si incontrano a WWF WCW InVasion 2001, e a prevalere sono i rappresentanti della WWF.

A Summer Slam Edge conquista un nuovo alloro da singolo: sconfiggendo Storm conquista il titolo Intercontinentale. Durante il match, però, un’interferenza di Christian sta per costare cara ad Edge. A fine match Christian sale sul ring e chiede scusa per l'accaduto, i due si abbracciano anche se lo sguardo di Edge resta perplesso. Christian intanto inizia ad inanellare una serie di sconfitte, e si dimostra molto attaccato al Trofeo di King of The Ring del fratello, e inizia ad essere quasi geloso dei successi di Edge. Il 23 agosto i due anno l’ occasione di conquistare nuovamente i titoli di coppia ma non la sfruttano venendo sconfitti da Kane e Undertaker. 4 giorni più tardi a Raw, Edge viene sfidato da Hugh Morrus ad un match per il titolo Ic, ma è Chrsitian a rispondere alla sfida dicendo che loro sono L'IC Champ e che Hugh non potrà mai vincere. Alla fine è Edge a prendere parte al match, incontro che perde per squalifica per colpa di Christian. Dopo il match Edge prende la cintura e si allontana guardando disgustato il fratello. Per scusarsi di quanto successo, Christian annuncia di voler affrontare The Rock, per il WCW Title la settimana successiva a Raw, in modo che loro due possano essere NBG, “Nothing But Gold”. Christian però viene sconfitto. Più tardi nel corso della serata, Edge sconfigge Lance Storm e mantiene il titolo intercontinentale. Dopo il match Storm colpisce Edge con un superkick e cerca di colpirlo con un sedia, ma Christian arriva per salvare il fratello, i due fratelli si abbracciano ma subito dopo Christian colpisce Edge con una sediata in pieno volto!!!!! Christian inveisce contro il fratello e continua a colpirlo sia con il trofeo KOTR che con sediate. Christian si allontana con il fratello esanime al suolo. Inizia quindi un feud fra i due fratelli. Il primo attesissimo match fra i due si svolge il 23 settembre 2001 a WWF Unforgiven: i due si affrontano in un match che vede in palio il titolo intercontinentale e la vittoria va a Christian anche se in modo sporco. Un mese più tardi a No Mercy, abbiamo la rivincita. Questa volta dopo un grandissimo ladder match, è Edge a prevalere riconquistando cosi il titolo intercontinentale.

Nella puntata di SmackDown dell’ 1 novembre, Edge viene sconfitto da Rob Van Dam grazie all’ intervento di Test. Quattro giorni dopo a Raw, i due canadesi si trovano uno contro l’ altro e a vincere (aiutandosi con le corde nello schienamento) è Test che si laurea nuovo campione intercontinentale. Sette giorni dopo, a SmackDown, Edge colpisce Test con una spear, nel post match di Test vs Matt Hardy. Il 12 novembre a Raw, Edge sconfigge Kurt Angle conquistando il WCW US Title. Il 18 novembre a WWF Survivor Series, assistiamo quindi ad un match di unificazione, del titolo Intercontinentale della WWF e del WCW United States Title, fra Test ed Edge. Dopo un buon match è Edge a vincere unificando i titoli.

Edge inizia quindi un feud con l’ inglese William Regal. I due si incontrano prima a Vengeance, dove a prevalere è Edge. Il 10 gennaio durante Raw dopo aver battuto Big Boss Man, Edge viene sfidato da William Regal per la Rumble, Edge accetta. Purtroppo per Edge alla Rumble è Regal a portare a casa vittoria e titolo Intercontinentale. Il giorno dopo a Raw, Edge ha l’occasione per riconquistare il titolo, ma viene squalificato per aver usato un tirapugni. Il 17 febbraio assistiamo alla terza sfida consecutiva in PPV fra i due, che si affrontano in un “Brass Knuckles on a Pole Match” e la vittoria anche in questo caso va a Regal che colpisce l’ avversario con un tirapugni che aveva nascosto nei pantaloni.

Verso fine febbraio, Edge viene sfidato da Booker T. per un match da disputarsi a WrestleMania X-8, che si disputa allo SkyDome di Toronto e vince l’incontro. Con la divisione dei roster, Edge va a SmackDown! ed inizia un feud con Kurt Angle. I due si scontrano in ben due ppv: prima a Backlash dove dopo un fantastico match è Angle a vincere, poi a Judgment Day, in un hair vs. hair match (il wrestler sconfitto dovrà tagliarsi a zero i capelli). Stavolta, dopo un altro fantastico match è Edge a portare a casa la vittoria, ed è sempre Edge a fine match a rasare l’ avversario.

Nel mese di giugno Edge si infortuna ed è quindi costretto a saltare le qualificazioni per il torneo di King of the Ring, abdicando dal trono di King of the Ring. Tornato dall’ infortunio, il 4 luglio Edge conquista l’ottavo titolo di campione di coppia WWE: in coppia con Hulk Hogan sconfigge Billy Gunn & Chuck Palumbo, durante SmackDown! del 4 luglio 2002. Una settimana dopo Vince McMahon annuncia che i neo campioni diffenderano i titoli contro il Team Canada (Lance Storm & Christian), a Vengeance. A vincere sono i canadesi, grazie alle interferenze di Test e Chris Jericho.

Edge inizia quindi un feud con il wrestler messicano Eddie Guerrero: i due si affrontano a Summer Slam 2002 ed a vincere è il wrestler canadese. I due si affrontano nuovamente un mese dopo ad Unforgiven: questa volta a prevalere è Guerrero. Quattro giorni dopo il ppv, durante SmackDown assistiamo alla sfida decisiva, la vittoria finale va ad Edge che si aggiudica un NO DQ Match dopo aver eseguito la Edgecution da una scala.

Il 13 ottobre la WWE disputa un house show a Calgary, nella città della mitica famiglia Hart e per l’ occasione, per una sera soltanto, si riunisce la coppia formata da Edge & Christian che sconfiggono Los Guerreros (Eddie e Chavo).

Edge inizia quindi a far coppia con Rey Mysterio. I due partecipano ad un torneo per i titoli di coppia della WWE, la cui finale si disputa a No Mercy. La coppia Edge – Mysterio in finale affronta Kurt Angle & Chris Benoit, ma dopo un grandissimo match Edge è costretto a cedere alla Ankle Lock di Angle. Durante SmackDown! del 7 novembre, assistiamo alla rivincita: Edge & Mysterio sconfiggono Benoit ed Angle dopo un 2 Out of 3 Falls Match, conquistando così i titoli. I campioni fanno coppia anche alle Survivor Series, in un triple threat match che li vede contro Los Guerreros e Kurt Angle & Chris Benoit, e proprio in questo match sono costretti a cedere le cinture ai Los Guerreros, dopo che Eddie fa cedere Mysterio.

Nell’ ultimo ppv dell’anno, Armageddon, Edge sconfigge A-Train per squalifica. Il 2003 di Edge si apre con la partecipazione alla Royal Rumble: entrato per quinto viene eliminato per nono. Il 23 febbraio a Montreal, Canada è in programma WWE No Way Out 2003: Edge dovrebbe affrontare, insieme a Brock Lesnar & Chris Benoit il Team Angle (Kurt Angle, Shelton Benjamin e Charlie Hass) in un Six Men Tag Team Match, ma poco prima del match, le immagini staccano improvvisamente sul backstage dove inquadrano Edge senza sensi, vittima di un attacco da parte di qualcuno. Intervengono sul posto numerosi infermieri e paramedici mentre anche Lesnar, Benoit e Stephanie McMahon sono sul posto. Edge viene quindi trasportato in ospedale.

Adam Copeland, in arte Edge viene operato nei giorni seguenti al collo, a causa di un grave infortunio. Edge resta fuori dalla WWE per oltre un anno, nel corso del quale cura una rubrica fissa sul sito ufficiale della federazione, in cui parla della sua rieducazione, della sua carriera e della sua vita.

Il 22 marzo 2004, una nuova draft lottery fa passare Edge da Smackdown! a Raw. Nella stessa sera Edge giunge inaspettatamente ad uno show, colpendo con una spear il general manager Eric Bischoff! La settimana successiva, nel corso di un match tra Kane e Tajiri, Edge interviene colpendo la Big Red Machine ed iniziando un feud con lui. I due si affrontano a Backlash, dove Edge riesce a battere Kane e la sera successiva, a Raw, Edge torna a indossare una cintura alla vita: in coppia con il campione del mondo Chris Benoit, batte Ric Flair & Batista, conquistando i World Tag Team titles. Dopo una settimana, il 26 aprile 2004, c’è il rematch ed ancora una volta sono Edge e Benoit a prevalere. Nelle settimane successive Edge affronta i diversi membri dell’Evolution, con alterne fortune. Edge e Benoit perdono i titoli di coppia il 31 marzo 2004, venendo sconfitti a Raw da La Resistance (Rob Conway & Sylvian Grenier). A Badd Blood 2004 si svolge un rematch, e Benoit ed Edge prevalgono, ma solo per squalifica, a causa di una interferenza di Kane.

Nel Raw successivo Edge, assieme agli altri due canadesi Chris Jericho e Chris Benoit, affronta l’Evolution in un Elimination Match, che viene vinto grazie a Benoit, capace di sottomettere Randy Orton con la Sharpshooter, e restando così l’unico sopravvissuto sul ring. Nelle restanti settimane di giugno e luglio che conducono al ppv Vengeance (11 luglio), Edge combatte più volte contro tutti i membri dell’Evolution, insieme con Jericho e Benoit, ottenendo una vittoria contro due sconfitte. A Vengeance Edge prosegue la sua crociata contro i membri dell’Evolution, battendosi contro il campione intercontinentale Randy Orton. Il match è molto lungo, ed alla fine della battaglia Edge riesce ad avere la meglio sul Legend Killer, strappandogli la cintura e mettendo così fine a ben 7 mesi di regno!

Nei due Raw post-Vengeance Edge riesce nell’impresa di battere prima Batista (non title match) e poi Randy Orton, mantenendo la cintura. Le vittorie sono prestigiose, tuttavia sono macchiate dal fatto che entrambe le volte Edge si regge alle corde per mantenere il pin vincente. Dopo queste due imprese Edge, esaltato dall’essere campione intercontinentale, inizia ad avere delle schermaglie con l’amico Chris Jericho, che portano ad un non title match tenutosi a Raw il 9 agosto, e vinto da Y2J. Al termine di questo incontro Batista attacca Edge, e Jericho non fa niente per aiutare il suo (ancora) amico! Questo episodio porta direttamente a Summerslam, dove i tre si sfidano in un triple threat match valido per l’IC championship. Edge si difende ottimamente dagli assalti dell’Animale e di Y2J, e resta campione. Il giorno successivo a Raw il suo regno è minacciato da Kane, che viene però sconfitto anche grazie all’aiuto di Lita e Matt Hardy. In quello stesso show Jericho batte Batista via dq, poi viene attaccato dall’Animale e da Ric Flair, Edge esce sulla rampa d’ingresso ma restituisce a Chris il favore di qualche settimana prima, restando immobile senza far nulla.

Il regno di Edge regge molto bene, tuttavia la sfortuna è dietro l’angolo, perché in un house show di fine agosto si infortuna ai muscoli adduttori e all’inguine in un match contro Chris Jericho. A causa di questo infortunio Edge è costretto lontano dal ring per più di 6 settimane, e così come da clausola, non difendendo la cintura per un determinato periodo, viene privato del titolo, dichiarato vacante da Eric Bischoff. Tuttavia, prima di curarsi, Edge fa in tempo a guardare Christian attaccare Jericho, ed anche stavolta non fa niente per aiutarlo.

Il rientro di Edge avviene solo ad ottobre, nella prima puntata di Raw del mese, dove fa appello ai tifosi perché lo votino come primo sfidante di Triple H per il ppv interattivo Taboo Tuesday. Nello show successivo si compie definitivamente il turn heel di Edge, dopo un match vinto da lui, con Benoit e Shawn Michaels (gli altri due contendenti da votare per Taboo Tuesday), contro Triple H, Batista, e Ric Flair: Edge esegue il pin vincente su Triple H, rubandolo letteralmente a HBK, e di questa cosa si bea con il pubblico, e poi colpisce con una spear sia Shawn che il tagliagole canadese. Nel Raw pre-ppv i tre contenders sono messi uno contro l’altro in un triple threat match, ed è proprio Edge ad aggiudicarsi l’incontro sui due ex campioni del mondo.

Il 19 ottobre è tempo di Taboo Tuesday, ed al momento dei risultati Edge è in trepidazione, sicuro di avercela fatta, ma viene presto disilluso dall’annuncio: Michaels 39%, Benoit 28%, lui 33%. Contro Triple H va HBK, Edge deve accontentarsi di una shot assieme a Benoit ai tag team titles detenuti dal combo La Resistance. Il match di coppia si svolge in una strana atmosfera, per la rabbia e la mancanza di impegno di Edge, che addirittura non termina neppure l’incontro, ma lascia Benoit solo sul ring contro Conway e Grenier; nonostante tutto però il Canadian Crippler, tutto solo, batte La Resistance, vincendo i tag team titles! Automaticamente dunque, pur quasi senza combattere, Edge è nuovo campione di coppia.

Nel Raw del primo novembre avviene sorprendentemente la stessa cosa avvenuta a Taboo Tuesday: Edge lascia solo Benoit, che stavolta non può nulla contro la superiorità numerica de La Resistance, che vince nuovamente i titoli. A fine match Edge si fa nuovamente vivo, per colpire Chris Benoit con una delle cinture. Tutto ciò porta ad un match tra i due che si tiene la settimana successiva, ma che termina in no contest a causa delle continue risse scoppiate contemporaneamente tra Orton, Maven, Jericho, HHH, e Batista. Successivamente ad Edge viene chiesto di entrare a far parte del team di Triple H per Survivor Series, con l’interesse di fronteggiare i quattro cavalieri (Orton, Benoit, Jericho, Maven) che guidano la rivolta del backstage contro lo strapotere di The Game. Edge accetta, data anche l’allettante stipulazione del match: chi vince controllerà Raw per un mese, una puntata per ciascun componente del vittorioso team. Edge è con Batista, Triple H, e Gene Snitsky, ed esce sconfitto dal match.

Il lunedì seguente Edge racimola un’altra sconfitta, da Benjamin e Benoit, in coppia con lo storico tag team partner Christian; a fine match l’ira di Edge per la sconfitta è tale che ne fa le spese lo stesso Capitan Charisma. Dopo l’ennesima battuta d’arresto a Raw subìta il 22 novembre in uno Steel Cage Match contro Benoit, finalmente Edge ha la possibilità di catturare ciò che ormai da mesi insegue senza successo: il Big Gold, il world heavyweight championship detenuto da Triple H.

L’occasione gli si presenta il 29 novembre, quando combatte un triple threat match contro il campione HHH e Chris Benoit, divenuto tale dal momento che sono proprio lui e Chris a vincere una battle royal nata per determinare il #1 contender. L’incontro è spettacolare, avvincente, e ben combattuto dai tre contendenti. Il finale ha dell’incredibile: Triple H è fuorigioco, Benoit ed Edge si giocano il world title; Benoit applica la Crossface, Edge riesce a rovesciarla in uno schienamento, ma proprio mentre l’arbitro sta per battere il 3 vincente, contemporaneamente Edge cede! La cintura per la prima volta viene consegnata nelle mani di Edge, ma è solo un errore, perché anche Benoit ha vinto il match! La soluzione all’arcano viene comunicata solo nel Raw del 13 dicembre (dove Edge perde un incontro con Randy Orton): Eric Bischoff annuncia che il world title è vacante, e sarà assegnato a gennaio, nel ppv portoricano New Year’s Revolution, in un Elimination Chamber!

Edge viene chiamato a far parte della contesa, assieme a Triple H, Chris Benoit, Randy Orton, Chris Jericho, e Batista, ed i 6 il 27 dicembre sfidano altri wrestlers per determinare chi sarà l’ultimo entrante nel match, il più fresco. In quell’occasione Edge batte Eugene in 8 minuti, ma non basta, non sarà lui ad entrare per ultimo. Così si chiude il 2004, ed il 2005 inizia con un’altra vittoria, il 3 gennaio contro Chris Jericho, sconfitto con l’inganno, tenendosi alle corde.

Il 9 gennaio, a San Juan di Puerto Rico, ha luogo New Year’s Revolution. Il suo main event: Triple H vs. Chris Benoit vs. Edge vs. Randy Orton vs. Batista vs. Chris Jericho, Shawn Michaels special guest referee, Elimination Chamber Match, world heavyweight championship on the line! L’incontro è palpitante, brutale, altamente spettacolare, e non potrebbe essere altrimenti viste le capacità dei contendenti. Tuttavia Edge viene eliminato dopo che HBK lo mette k.o. con una Sweet Chin Music, reazione alla Spear con cui Edge precedentemente lo aveva colpito, ed i sogni del biondo canadese vanno in fumo, col world title che a fine match è nuovamente ad avvolgere la vita di Triple H.

Edge non si perde comunque d’animo, perché a fine gennaio c’è un’altra occasione per poter ottenere una title shot: vincere la Royal Rumble. Tuttavia per prendere parte alla rissa bisogna qualificarsi, ed Edge ci riesce nel corso del Raw del 10 gennaio, dove batte Rhyno in un match di qualificazione. Prima di partecipare alla Rumble, Edge porta avanti il feud contro HBK, reo di averlo messo k.o. durante l’Elimination Chamber: il 17 gennaio Edge abbatte Shawn con una Spear dopo un match che Michaels vince contro Christian, e la settimana successiva, in un incontro 3 vs. 3, Edge è battuto, con Cristian e Tyson Tomko, dal trio HBK/Jericho/Benoit.

Fresno, in California, è lo scenario designato per ospitare la Royal Rumble (30 gennaio), ed Edge sembra designato a vivere una grande serata: prima sconfigge Shawn Michaels in un gran match, poi, dopo essere entrato col numero 7, arriva in fondo alla rissa con Batista e John Cena. Edge ha combattuto una grande Royal Rumble, ed alla fine sembra inarrestabile, ma la sua corsa si ferma sul più bello: Batista e Cena sono entrambi sulle corde, Edge carica una doppia clothesline che gli consegnerebbe la vittoria ed il main event di Wrestlemania XXI, ma Cena e Batista assieme lo sollevano un attimo prima dell’impatto e lo scaraventano fuori ring! La serata si conclude con l’amaro in bocca per il biondo canadese.

La sera successiva a Raw Edge è ancora frustratissimo per quanto accaduto la notte prima, ed addirittura se la prende con la povera Christy Hemme, salvata in extremis da Shawn Michaels. Nonostante tutto però, Edge riesce ad ottenere una title shot al Big Gold di Triple H, e ci riesce nel Raw del 7 febbraio, che si svolge in Giappone. L’esito del match purtroppo per lui non è felice, visto che Triple H riesce a mantenere la cintura grazie all’aiuto di Batista. La settimana dopo Edge ottiene la rivincita contro Batista, ma il match non finisce nemmeno, visto che Batista, accompagnato da Triple H e Ric Flair, lascia il ring per dirigersi verso la limousine di JBL, apparsa sul titan tron e presente fuori dall’arena.

Il 21 febbraio Edge riprende la sua faida con Shawn Michaels, terminata temporaneamente (e vittoriosamente per lui) alla Royal Rumble, assieme a Christian, ma senza fortuna: perde da HBK e da Randy Orton. Nel Raw della settimana seguente i due si scontrano in un massacrante Street Fight Match, che termina in favore di Shawn Michaels.

Nella prima puntata di Raw di marzo Edge riceve la notizia che sarà parte integrante del 6-Way Ladder Match di Wrestlemania XXI che assegnerà una shot per il world title, da consumarsi nel giro di un anno. Gli altri protagonisti dell’incontro saranno Jericho, Benjamin, Benoit, Kane, e Christian, e Bischoff quella stessa sera ordina che i componenti della contesa si sfidino l’uno con l’altro. Ad Edge tocca Chris Jericho, che viene battuto grazie ad un colpo irregolare infertogli alle parti basse con una scala.

La marcia di avvicinamento a Wrestlemania per Edge prosegue anche nel Raw del 14 marzo, ma con una sconfitta, visto che viene battuto dal campione intercontinentale Shelton Benjamin. La vittoria per il biondo capellone canadese torna la settimana successiva, assieme a Christian, in un tag team match contro Chris Jericho e Shelton Benjamin. In questo caso la vittoria arriva grazie anche alle interferenze di Tyson Tomko, ma è comunque Edge ad eseguire il pin vincente dopo aver colpito con la sua Spear Shelton Benjamin. Nell'ultimo Raw prima di Wrestlemania Edge perde un six-man tag match, in squadra con Christian e Tyson Tomko, contro il trio formato da Jericho, Benjamin e Benoit.

Edge porta a casa la vittoria in uno spettacolare match con poco merito e tantissimo opportunismo: proprio mentre Benoit è praticamente riuscito ad impossessarsi della valigetta, Edge lo colpisce con una sedia, facendolo rovinosamente cadere dalla scala; non ci sono più avversari in piedi per il canadese, che dunque può salire la scala ed impossessarsi della title shot in palio. Edge diventa dunque “mister money in the bank”. Non farà certo nulla per nasconderlo, portando sempre con se la valigetta guadagnata, contenente il suo contratto garantito per la title shot.

Sin dalla puntata di Raw successiva, decide di non spendere immediatamente la sua opportunità, e inizia un feud con Chris Benoit, desideroso di immediata rivincita. La rivalità culmina a Backlash, dove i due disputano un last standing match, vinto da Edge dopo quasi venti minuti di battaglia, grazie ad un colpo alla nuca sferrato con un mattone, mattone che il canadese aveva nascosto all’interno della sua valigetta.

A partire dalla puntata di Raw del due maggio viene sancito un gold rush tournament per determinare il nuovo primo sfidante per il titolo dello show del lunedì sera: Edge supera i quarti di finale sconfiggendo Chris Jericho, servendosi slealmente della sua valigetta. La semifinale è altrettanto ostica, ma Edge riesce ad avere la meglio anche di Shawn Michaels, ancora una volta utilizzando la sua preziosa borsa, colpendo al volto HBK mentre questi tentata uno spettacolare sunset flip.

In finale il canadese deve vedersela con il gigantesco Kane, e l’occasione è buona per minacciare la moglie della big red machine Lita. Kane non gradisce e certamente non fa nulla per nasconderlo, prospettando le pene dell’inferno per il suo avversario, ma clamorosamente durante la finale è proprio Lita l’ago della bilancia, che passa heel e si allea ad Edge consentendogli di portare a casa la vittoria ed una seconda title shot (che spenderà perdendo contro Batista).

La storyline cela in realtà un clamoroso (e reale) intrigo sentimentale consumato nel backstage: Amy Dumas (ovvero Lita), fidanzata da diversi anni e promessa sposa a Matt Hardy, nel corso della lunga assenza di quest’ultimo per infortunio, lo tradisce proprio con Adam, che tra l’altro è uno dei migliori amici dello stesso Matt. Per evitare problemi fra i due, la federazione decide di tagliare Hardy, che di colpo si ritrova senza fidanzata e senza lavoro. La vicenda non passa inosservata ai tifosi, che iniziano a fischiare la ragazza ed apostrofarla con epiteti poco gradevoli. Tutti sappiamo come per Vince McMahon “every pubblicity is a good pubblicity”, e pertanto Lita viene subito girata heel con un tradimento verso Kane, e coinvolta in una storia bollente proprio con Edge: moralità discutibile, ma storyline di sicuro successo, con i due letteralmente sommersi dai fischi.

Nelle puntata successive il carachter dei due viene ulteriormente “inasprito”, con Lita che butta nel water l’anello di matrimonio con Kane e decide di organizzare un nuovo matrimonio con Egde proprio a Raw. Tuttavia il pubblico conosce bene i fatti reali, e non perde occasione per intonare i cori “you screwed Matt” o “we want Matt”. Addirittura Paul Heyman, nel corso di ECW One Night Stand, non perde occasione nel corso del suo promo shoot per “dedicare” ad Edge tre semplici parole: Matt “Freaking” Hardy (con conseguente ovazione del pubblico e cori contro Edge).

La federazione non resta insensibile a queste sirene, ed addirittura durante il suddetto “matrimonio”, alla classica frase del prete “parli adesso o taccia per sempre” parte la musica di Matt Hardy, scatenando un boato della folla. In realtà il tutto si rivela uno scherzo dello stesso Edge, che ride di gusto, contento di aver preso in giro tutti per l’ennesima volta; la sua gioia durerà poco, poichè pochi minuti dopo dal pavimento apparirà lo stesso Kane che interromperà tutto alla sua maniera, ovvero sfasciando ogni suppellettile capiti a portata di mano.

Dopo una vittoria a sorpresa dello stesso Kane il 26 giugno a Vengeance, la WWE capisce che il modo migliore per garantirsi una storyline di successo ancora maggiore è richiamare Matt Hardy, anche a costo di rinnegare parte delle storyline precedenti, ovvero proprio il coinvolgimento della Big Red Machine. La mossa è a dir poco azzeccata, poichè di fatto crea una delle storyline più attese ed entusiasmanti dell’anno, con l’elemento chiave di una possibile rivalità vera, non creata artificialmente da un booker, e conseguentemente il “rischio” di vedere qualche colpo stiff di troppo. I bookers stessi giocano ad arte proprio su questa sensazione, creando a Summerslam (21 agosto) un match molto violento, che termina dopo appena cinque minuti per decisione dell’arbitro Chad Patton, che ferma il match e decreta Edge vincitore per il troppo sangue perso da Matt dopo una violenta testata su un sostegno del ring.

La sera successiva è ancora Edge ad avere l’ultima parola, quando dopo un match fra Matt Hardy e Conway letteralmente fracassa la testa del suo rivale incastrandola fra la scalinata ed uno dei sostegni. Il 29 agosto a Raw i due si affrontano in uno streefight che di fatto non finisce, poichè dopo una terribile caduta dallo stage nessuno dei due è in grado di portare a termine la contesa, protraendo e inasprendo ulteriormente una rivalità che sfocia in uno steel cage match ad Unforgiven (18 settembre); il match, uno dei migliori dell’intero 2005 con oltre 20 minuti di azione, vede finalmente la vittoria di Matt Hardy, che trova lo schienamento vincente dopo uno spettacolare legdrop dalla cima della gabbia. Nemmeno questa, tuttavia, è l’ultima pagina di questa accesissima rivalità: viene sancito, infatti, un ladder match per la puntata speciale di Raw denominata Raw Homecoming, ovvero il ritorno dello show del lunedì sera su USA Network. La posta in palio, questa volta, è ancora più alta: se vince Matt la title shot di mister money in the bank cambierà proprietario, se invece è Edge a vincere Matt Hardy sarà costretto ad abbandonare seduta stante il roster di Raw.

Il match (3 ottobre) è probabilmente soggetto ad un taglio, a causa dello sforamento dei tempi di alcuni incontri e promo precedenti, costringendo i due atleti a velocizzare gli spot previsti. Ne guadagna la spettacolarità dell’incontro, che infatti si rivela particolarmente gradevole. La vittoria va ad Edge, che incastra l’avversario nelle corde (con Lita che rende ulteriormente solida la morsa attorcigliandosi a sua volta con le braccia di Matt Hardy e le corde) e sale indisturbato sulla scala per riprendere la sua valigetta e costringere Matt Hardy ad abbandonare Raw.

Terminato questo entusiasmante feud, il canadese concentra nuovamente i suoi sforzi verso la conquista del titolo dei pesi massimi, chiedendo più volte una title shot, senza però mai sfruttare la sua opportunità garantita. In particolare il 17 ottobre a Raw perde un match di qualificazione contro Big Show, con in palio la possibilità di partecipare al voto dei fans per determinare, insieme a John Cena e Kurt Angle, il terzo partecipante di un triple threat match per il titolo a Taboo Tuesday. E’ fatale la rivalità in corso fra i due roster, ed in particolare quella fra Edge e JBL, con la musica di quest’ultimo che risuona nell’arena, distrae il canadese e di fatto consegna la vittoria al gigante. L’episodio ha ovviamente uno strascico anche a Smackdown!, dove sia lui che successivamente Chris Masters interferiscono durante e dopo la contesa fra JBl e Rey Mysterio.

Poco prima di Taboo Tuesday, tuttavia, la sfortuna di accanisce di nuovo su Edge, con un infortunio ad un muscolo pettorale che obbliga il canadese ad un nuovo periodo di stop, che nella storyline viene gestito con una sua apparizione nel pay-per-view prima del match fra i due brand che doveva vedere di fronte lui e Chris Masters contro Rey Mysterio e Matt Hardy: Edge si presenta insieme a Lita ed annuncia di non essere assolutamente interessato a difendere l’onore del roster di Raw e di preoccuparsi solamente di sè stesso, e che per questo lui non avrebbe partecipato al match, designando Snitsky come suo sostituto. Il suo atteggiamento (ed anche la vittoria da parte del team di Smackdown!) non viene decisamente gradito da Eric Bischoff, che nella puntata successiva di Raw (7 novembre) spedisce Edge nello show blu per affrontare in uno streetfight il World Heavyweight Champion Batista, match che in realtà si tramuta in un assalto all’animale da parte di Big Show e Kane.

Non potendo lottare a causa del suo infortunio, la federazione decide comunque di mantenere vivo l’interesse verso il suo personaggio creando il “Cutting Edge”, uno show al microfono condotto dal canadese, ovvero un’intervista ad un ospite con domande che a detta sua nessuno avrebbe il coraggio di porre. La prima edizione è il 27 novembre a Detroit alle Survivor Series, e l’ospite è la stella dei Detroit Tigers Dmitri Young: Edge cerca di ridicolizzare tutte le franchigie di Detroit, ma l’ultima parola è dello stesso Young, che nel ricordare tutti i successi conquistati dalle squadre della città chiude con un sarcastica osservazione su quante volte, invece, Edge abbia vinto il titolo del mondo, ovvero nessuna.

Dopo una pausa di una settimana, il Cutting Edge riprende il 5 dicembre focalizzando l’attenzione su Ric Flair, che però non può prendere parte allo show a causa di problemi personali, ovvero un arresto per una presunta aggressione ai danni di un automobilista. Dopo qualche minuto di feroci battute verso il nature boy (perdipiù nel South Carolina, ovvero quasi in piena “Flair Country”), arrivano sul ring Sgt.Slaughter e Michael Hayes ad interrompere lo show, per ordine di Vince McMahon in persona. Edge non la prende affatto bene, e si accanisce su Hayes ricordandogli la morte dell’altro Freebird e suo amico fraterno, Terry Gordy, fino a provocare la reazione dello stesso Hayes, che tuttavia alla fine ha la peggio insieme a Slaughter.

Dopo un'ennesima presa in giro ai danni di Ric Flair nel Cutting Edge del 26 dicembre, viene sancito un match fra Edge e il Nature Boy da svolgersi a New Year's Revolution che termina in favore di Flair per squalifica. Edge dunque non riesce a tornare in possesso della corona intercontinentale, ma si scopre subito dopo il match che poco gli importa della sconfitta col Nature Boy. Edge ha un altro piano da realizzare, e si scopre a fine PPV, il cui main event è un cruento e massacrante Elimination Chamber valido per il titolo WWE tra il campione John Cena, Kurt Angle, Kane, Shawn Michaels, Carlito, e “The Masterpiece” Chris Masters. Il main event viene vinto da Cena, entrato per secondo, che chiude i conti schienando per ultimo Carlito con un roll-up, poi però si scopre la sorpresa di Edge: a main event terminato Vince Mc Mahon esce sullo stage armato di microfono, ed annuncia che Edge ha deciso di incassare la sua title shot guadagnata nel Money In The Bank di Wrestlemania XXI in quel preciso istante. Cena non può opporsi al contratto di Edge, che entra a spron battuto sul ring ed attacca un Cena già allo stremo per l’Elimination Chamber.

Il biondo canadese spera di avere subito vita facile, ma Cena alza la spalla al 2 dopo la prima Spear. Immediatamente dopo però Edge gliene somministra un’altra, devastante, che manda k.o. il campione WWE; 1.. 2.. 3, ed in appena due minuti Edge si laurea campione WWE per la prima volta nella sua carriera! La notte successiva al PPV Edge apre Raw accompagnato dalla sua Lita, e annuncia che per festeggiare il suo primo titolo WWE metterà in scena con lei una sex celebration: in parole povere Edge annuncia che chiuderà la puntata facendo sesso con Lita. Il segmento va in scena negli ultimi minuti di Raw, ed Edge e Lita iniziano a darci dentro sul serio (un seno di Lita appare chiarissimo a tutti), finchè Ric Flair non interrompe il tutto attaccando il neo-campione; i due se le danno di santa ragione, ed è Edge ad avere la meglio grazie ad un Conchairto sul Nature Boy, ma per lui la festa non può riprendere, perché interviene anche John Cena! L’ex campione attacca colui che lo ha battuto a NYR fino a farlo scappare dal ring, dove però resta Lita, accucciata sotto le coperte. John Cena non si lascia addolcire dalle grazie di Lita, e manda un chiaro messaggio ad Edge facendole una FU. Per la cronaca la puntata fa registrare il più alto indice di ascolto da mesi a questa parte, facendo di Edge uno dei campioni più visti nella storia della WWE.

Il 16 gennaio a Raw Edge prima manda il suo messaggio a Cena colpendolo con la cintura mentre questi è impegnato nella Masterlock Challenge di Chris Masters, poi nel main event batte Ric Flair nella sua prima difesa del titolo, in un emozionante TLC Match. Sette giorni più tardi, dopo che viene annunciato che alla Royal Rumble Edge dovrà mettere in palio il suo titolo WWE contro John Cena, si svolge a Raw un tag team match, che vede il leader della Chain Gang e Ric Flair avere la meglio sul combo Edge/Masters. Il 29 gennaio a Miami, in Florida, si svolge quella che diventerà l’edizione più chiacchierata della Royal Rumble, per il posizionamento della Rissa nel PPV (in mezzo anziché come main event) e per la vittoria di Rey Mysterio; Edge vs. Cena si svolge giusto dopo la Rissa, ed Edge è costretto a cedere alla STFU, successiva alla FU, di John Cena, e ad abdicare dopo appena 21 giorni di regno.

La notte seguente a Raw Edge ha l’occasione di riprendersi la cintura, ma decide di seguire un suo piano e si fa squalificare, lasciandosi colpire da Lita con la cintura WWE. Il 6 febbraio nel main event Edge e Lita perdono da John Cena e Maria, ed il campione WWE decide che l’arbitro speciale del loro incontro titolato della prossima settimana sarà Mick Foley. La settimana successiva dunque Edge ha una nuova possibilità di riprendersi la cintura WWE, ma non ci riesce: Cena lo sconfigge, ed Edge se la prende con Foley abbattendolo con una Spear dopo che Lita lo colpisce con un low-blow.

Sette giorni dopo Edge batte agevolmente “Hacksaw” Jim Duggan, colpevole di aver fatto ripetuti commenti poco gentili nei confronti di Lita, dopo averlo colpito con il 2X4 dello stesso Jim, poi sfida Foley ad un match per Wrestlemania XXII. Il 27 febbraio Mick Foley torna a Raw per rispondere alla sfida di Edge, e la accetta, a patto che la contesa sia con regole hardcore. Dalla settimana successiva dunque inizia ufficialmente il feud tra Edge e Mick Foley, che nel frattempo si sfiorano: nella puntata del 6 marzo Edge non combatte, ma dopo la vittoria di Lita su Maria prova una Spear sulla Kannelis, che viene salvata dal provvidenziale arrivo di Foley. Sette giorni dopo Edge si sbarazza agevolmente di Goldust, poi provoca Foley dicendo che non ha mai avuto un match da ricordare nella storia di Wrestlemania. I due si danno allora appuntamento per Saturday Night’s Main Event (18 marzo), dove si tiene una puntata speciale del Cuttin’ Edge con ospite proprio Foley. La situazione degenera presto, visto che Edge manda in fiamme un tavolo mentre Foley si presenta con una sacca piena di puntine; alla fine ad avere la peggio è proprio la Rated R Superstar (nuovo soprannome di Edge da qualche settimana), che subisce da Foley un violentissimo Conchairto sullo stage, nonostante l’Hardcore Legend fosse già caduto in precedenza con la faccia sulle puntine.

Il 27 marzo ad Omaha, nel Nebraska, si tiene l’ultima puntata di Raw prima dello Showcase Of The Immortals, e nell’occasione Edge e Foley hanno l’ultimo confronto verbale. Foley si presenta con un mazzo di fiori per Lita ed un pacco regalo per Edge; la leggenda hardcore dice a Edge di aprire il regalo perché vi troverà qualcosa che gli può essere utile a Wrestlemania nel loro Hardcore Match, difatti nel pacco c’è una mazza da baseball. Edge impugna immediatamente la mazza e fa per dirigersi da Foley, che da ultimo però tira fuori Barbie, la sua mazza da baseball avvolta nel filo spinato, e si salva dall’attacco della Rated R Superstar.

Il 2 aprile in quel di Chicago, Illinois, si svolge la ventiduesima edizione di Wrestlemania, il Grand Daddy Of ‘Em All, e Edge e Mick Foley sono avversari in un Hardcore Match. La contesa si rivela tra le più violente mai viste in WWE, tra puntine, oggetti contundenti, e soprattutto Foley che si scopre essersi avvolto l’addome nel filo spinato, per mettere in difficoltà Edge e la sua Spear (infatti Edge la esegue, ma si taglia il braccia dopo averla portata a segno); alla fine per Edge si rivela provvidenziale l’aiuto di Lita, che cosparge un tavolo di liquido infiammabile e gli da fuoco. Edge è bravo ad approfittarne, e non appena ha Foley nel mirino lo abbatte con un’altra Spear e lo manda sul tavolo di fuoco, ottenendo poi lo schienamento vincente.

Archiviata con successo e fatica la pratica Wrestlemania, Edge imbocca nuovamente la strada del titolo WWE, diventando il terzo incomodo tra i due principali contendenti, Triple H ed il campione John Cena. Il mese di aprile a Raw passa attraverso una serie di incroci tra i tre lottatori, a suon di Handicap Match: il 3 Edge e Triple H battono Cena, il 10 Triple H e Cena battono Edge, il 17 Cena ed Edge battono Triple H, il 24 tutti e tre assieme lottano contro la Spirit Squad, in una contesa che termina in No Contest non appena Edge lascia soli The Game ed il rapper di Boston che iniziano poi a darsele a vicenda. Tutto ciò porta al PPV Backlash (30 aprile), dove Edge esce sconfitto ma non schienato da 3 Way Match titolato vinto da John Cena, che alla fine schiena Triple H e mantiene il titolo WWE.

La notte successiva a Raw, Edge nel suo talk show invita Mick Foley ad un re-match di Wrestlemania, e l’Hardcore Legend accetta. La sfida va in scena l’8 maggio, e prima che inizi la Rated R Superstar annuncia che è diventata un 3 Way Match che vedrà impegnato anche Tommy Dreamer, impegnato in quei giorni nella rinascita della ECW; Dreamer approccia la contesa confidando in un’intesa con Foley, che però gli volta clamorosamente le spalle e lo colpisce dopo pochi secondi con Barbie, lasciando tutti di stucco tranne guarda caso Edge e Lita. Foley schiena poi immediatamente Dreamer, e successivamente stringe la mano ad Edge: nasce in questo modo l’alleanza anti-ECW Edge/Foley, che addirittura due settimane dopo, sempre a Raw, si proclamano co-detentori del defunto titolo hardcore WWE. La cosa però non va giù al Messia della ECW, Paul Heyman, che interviene nel main show della WWE proporre a Edge e Foley una sfida per One Night Stand: loro due contro Tommy Dreamer e Terry Funk.

La settimana dopo Edge torna per un momento a pensare al titolo WWE, e lo fa con successo, visto che a Raw batte Big Show e diventa il #1 Contender alla corona di Cena per Vengeance. Il 7 giugno si svolge lo special WWE vs. ECW, ed Edge risulterà tra i combattenti più indaffarati: prima infatti partecipa senza gloria alla Battle Royal WWE/ECW, vinta da Big Show che rivelerà poi di essersi venduto al brand estremo, poi ottiene una vittoria in un match one on one su Tommy Dreamer.

E’ il preludio a ECW One Night Stand (11 giugno), dove Edge sarà il protagonista assoluto: con Mick Foley e Lita batte il trio Funk/Dreamer/Beulah, schienando proprio la signora Dreamer in maniera oscena dopo averla dilaniata con una Spear, che chiude una contesa violenta come poche; a fine PPV poi Edge diventa decisivo nel main event tra John Cena e Rob Van Dam, sbucando con un casco da sotto il ring e abbattendo Cena con la Spear, permettendo a RVD di vincere match e titolo WWE per la prima volta. In ECW è delirio per la vittoria di Van Dam, per Edge invece è un passo fondamentale verso la sua volontà di tornare sul tetto della WWE.

Nelle settimane successive infatti, tra Raw e la ECW, Edge incrocia più volte le armi con Cena e RVD, con risultati alterni: sconfitto per squalifica da Cena, sconfitto pulito da RVD e Kurt Angle in tag team con Randy Orton, vittorioso contro Ric Flair ma attaccato successivamente da un RVD infuriato per quanto accaduto in ECW (il 13 giugno nella prima puntata della show Edge arriva armato di buone intenzioni, ma poi lo attacca senza pietà). Tutto ciò porta a Vengeance, il 25 giugno, dove il main event è un Triple Threat: Edge vs. John Cena vs. Rob Van Dam, WWE Title on the line. Tutti nell’occasione si aspettano il colpaccio della Rated R Superstar o la rivincita del leader della Chain Gang, ma invece è The Whole F’n’ Show a stupire tutti e a mantenere la cintura.

Nonostante la sconfitta Edge non si perde d’animo, la sua ossessione per il WWE Championship è ai massimi storici, e non ha intenzione di piegarsi ne a Van Dam ne a Cena. Dopo aver attaccato ben due volte RVD in due differenti occasioni (Raw 26 giugno e ECW 27 giugno), il 3 luglio a Raw Edge ha una nuova possibilità della vita: altro Triple Threat Match, ancora Van Dam e Cena sulla strada, ancora WWE Title on the line. Stavolta Edge riesce nell’impresa: John Cena esegue la FU su Van Dam, Edge, fuori causa da alcuni istanti, ripiomba in scena colpendolo il rapper con la cintura, poi schiena Rob Van Dam. 1.. 2.. 3! Ancora una volta Edge sbuca dal nulla e si porta a casa il malloppo. Per la seconda volta è campione WWE.

Sette giorni dopo Edge vuole di nuovo festeggiare con la sua Lita, ma stavolta decide di farlo in privato, in hotel, anche se prima non disdegna una comparsata a Raw per attaccare Cena dopo che questi ha sconfitto Shelton Benjamin. Edge e Lita dunque raggiungono l’hotel per avere i loro attimi di gioia ed intimità, ma invece dopo un po’ di tranquillità la loro stanza è invasa dalla furia di Cena, che riesce a entrare spacciandosi per cameriere del servizio in camera e assale Edge colpendolo con tutto ciò che gli capita a tiro. Tra i due viene fissata una nuova resa dei conti, il 15 luglio a Saturday Night’s Main Event: Edge si fa squalificare, così Cena vince ma non può portarsi a casa il titolo. La guerra prosegue senza esclusione di colpi fino a Summerslam, attraverso attacchi di Edge (aiuta Umaga il 17 luglio a battere Cena, mentre il 14 agosto mostra un filmato di lui che invade la casa del padre di Cena nel Massachussetts e colpisce Cena Sr. con uno schiaffo, salvo poi essere attaccato violentemente da John durante la puntata) e vittorie di Cena (il 24 con Ric Flair batte Edge e Johnny Nitro). Al Big Four estivo poi, Edge si dimostra ancora una volta più forte e soprattutto più furbo e scorretto (in un match dove il titolo avrebbe cambiato padrone anche per squalifica Edge riesce a colpire Cena con un tirapugni nel momento decisivo), e batte il wrestler bostoniano mantenendo salda la cintura alla sua vita

Nel Raw post-PPV John Cena mantiene viva la rivalità attaccando Edge durante il suo match contro Jeff Hardy, e riesce addirittura a trascinarlo a suon di calci e pugni fino al porto Long Island di Bridgeport, dove si svolge lo show, ed a buttare il campione nelle gelide acque circostanti. La Rated R Superstar restituisce il favore attaccando Cena il 28 agosto mentre questi si sta battendo con Chris Masters, poi a settembre i due ottengono una vittoria a testa, prima di Unforgiven dove la WWE decide l’atto finale con un TLC Match, imposto dallo stesso Edge: il 4 settembre il champ assieme a Lita e Randy Orton batte Cena, Carlito, e Trish Stratus, mentre l’11 assieme al Legend Killer ed a Nitro perde dal trio Cena/Jeff Hardy/Carlito. Il 17 settembre a Toronto, in Canada, hometown di Edge, si svolge il Tables Ladders & Chairs in cui la Rated R Superstar è imbattuta: il match è pieno di tutti gli spot tipici della contesa, ed alla fine Edge perde la sua imbattibilità nei match TLC visto che Cena, vergine di questa particolare stipulazione, riesce a somministrargli la FU ed a schierarlo, tornando campione WWE. Nel modo peggiore dunque, a casa sua e nella sua contesa preferita, Edge abdica dal trono di Raw, dopo 76 giorni.

Il 18 settembre a Raw Edge si allea con Lance Cade e Trevor Murdoch, ed il trio seppure per squalifica riesce nell’impresa di battere John Cena e la D-Generation X, mentre la settimana seguente la Rated R Superstar manda Lita allo sbaraglio contro Cena, che pur privo dell’uso di un braccio (da stipulazione di Edge deve lottare con una mano legata dietro la schiena) mette a segno una semplice FU come unica mossa e vince l’incontro. Il 2 ottobre a Raw, che si tiene a Topeka, in Kansas, Edge ha la sua ultima possibilità: Steel Cage Match con in palio il titolo WWE. Edge pianifica di farsi aiutare da Lance Cade e Trevor Murdoch, che però vengono messi fuori gioco dalla DX. Solo contro Cena Edge non riesce nell’impresa, e perde dopo aver subito la FU. John Cena mantiene così il titolo, ed Edge perde match e feud, dopo una straziante battaglia durata 10 mesi.

Il 9 ottobre da Columbia, in South Carolina, va in onda un speciale puntata di Raw, chiamata Family Reunion, per celebrare il ritorno dello show rosso su USA Network. La puntata è dunque importante, ed Edge pur non combattendo la onora al meglio, col suo Cuttin’ Edge: il suo ospite è Randy Orton, ed Edge chiede al Legend Killer di formare un’alleanza per annientare la D-Generation X, formata secondo lui da due vecchi, Shawn Michaels e Triple H, per i quali è giunta l’ora di prendere la batosta della vita e lasciare finalmente il business. Orton accetta l’allettante e battagliera offerta di Edge, e nasce così una coppia d’oro che ha un solo obbiettivo: cancellare la DX.

La settimana successiva Edge e Randy Orton, conciati come Triple H e Shawn Michaels, aprono Raw, poi vengono interrotti proprio dall’arrivo della DX, e dal successivo battibecco nasce il main event della serata, Randy Orton vs. Triple H, vinto da The Game. Non solo, ma viene annunciato che a Cyber Sunday le due coppie si sfideranno, con i fans che dovranno scegliere lo special guest referee tra Vince Mc Mahon, Jonathan Coachman, ed Eric Bischoff. Sette giorni dopo è ancora Orton ad andare contro Triple H, lasciando a riposo Edge che però stavolta assiste alla vittoria del compare, che si porta a casa la vittoria grazie anche al prezioso ausilio di Eric Bischoff, presente a guardare il match così come The Coach e Vinnie Mac, invitati proprio dalla Rated R Superstar e dal Legend Killer.

A Cyber Sunday (5 novembre), non senza l’aiuto dell’arbitro Eric Bischoff votato dal pubblico, i Rated RKO riescono ad avere la meglio sulla DX. Due settimane dopo a Raw riescono anche a conquistare le cinture di coppie, togliendole a Ric Flair e Rowdy Roddy Piper, con quest’ultimo messo fuori combattimento prima del match, obbligando il nature boy a lottare di fatto da solo.

Già alle Survivor Series, tuttavia, arriva una pesante sconfitta, con il team Rated RKO (Orton,Edge, Mike Knox, Johnny Nitro e Gregory Helms) sconfitto con un eloquente “cappotto” dal team DX (HHH, Shawn Michaels, CM Punk e gli Hardys). La furia degli sconfitti si accanisce la sera successiva su Ric Flair, lasciato da Edge e Orton in un lago di sangue.

Il 25 dicembre nello show di tributo alle truppe irachene, viene sconfitto dal campione WWE John Cena in un match non valido per il titolo.

Il sette gennaio 2007 a New Year’s Revolution è nuovamente DX vs RKO, ma l’incontro termina in no contest; si tratta di un finale improvvisato, a causa di un infortunio di Triple H al ginocchio, infortunio che terrà il wrestler lontano dal ring fino a Summerslam.

Alla Royal Rumble è autore di una prestazione autorevole, entrando con il numero 5 e resistendo diversi minuti, prima di essere eliminato per terz’ultimo da Shawn Michaels.

Il 29 gennaio a Raw il regno di campioni di coppia dei Rated RKO volge al termine, per mano degli amici/rivali John Cena e Shawn Michaels. Due settimane dopo a Raw è in palio il titolo di number one contender, ed è proprio Michaels ad avere la meglio su di loro in un triple threat match

Persa dunque l’opportunità di lottare per il titolo, per tornare sulla vetta il canadese ha bisogno di conquistarsi una opportunità, e dunque il suo nuovo obiettivo è partecipare e vincere al money in the bank match da disputare a Wrestlemania. Il 29 febbraio a Raw stacca il suo biglietto di partecipazione, sconfiggendo Rob Van Dam grazie all’aiuto di Randy Orton. Un problema alla mascella tuttavia gli impedirà di prendere parte agli show a tempo pieno, proprio per consentirgli di non mancare l’appuntamento con il più importante pay per view dell’anno (1 aprile 2007); il money in the bank match viene vinto da Mister Kennedy.

Edge tuttavia non si dà per vinto, e circa un mese dopo a Raw (7 maggio) sconfigge lo stesso Kennedy in un match con in palio la valigetta del money in the bank e relativa title shot garantita. Si tratta in realtà di una nuova grossa occasione per la rated r superstar, a causa di un improvviso infortunio che obbliga Kennedy ad una sosta forzata, inizialmente ipotizzata di diversi mesi salvo poi ridursi a poco più di sei settimane. Contemporaneamente anche il World Champion Undertaker patisce un infortunio al braccio ed è costretto ad un periodo di stop di alcuni mesi, e dunque l’occasione è doppia, e viene sfruttata nella stessa settima a Smackdown, dove al termine di un match fra Undertaker e Batista nella gabbia terminato in pareggio, Mark Herny arriva ad attaccare il becchino lasciandolo esanime al tappeto, e subito dopo appare lo stesso Edge a reclamare la sua title shot e sconfiggere facilmente l’avversario, laureandosi nuovo campione. Si tratta, dunque, di un improvviso ritorno al vertice, seppur a Smackdown e non a Raw, che benché dettato dagli infortuni consente ad Edge di diventare il principale trascinatore dello show del venerdì sera.

A Judgment Day (20 maggio) conserva il suo titolo sconfiggendo Batista; l’animale con un goffo errore nel finale non riesce a capitalizzare un incontro spesso dominato.

L’11 giugno nella puntata speciale di Raw dedicata al draft sconfigge per count-out John Cena in un match champion vs champion, guadagnando in tal modo un pick per il brand di Smackdown.

Circa un mese dopo quella che sembra essere una maledizione per i possessori del World Title si abbatte anche su di lui: uno strappo al tendine fra il braccio ed il pettorale lo costringe ad un intervento chirurgico ed a ben cinque mesi di strop, pertanto il 20 luglio a Smackdown, poco prima di Great Amercan Bash, ppv nel quale era prevista una sua difesa del titolo contro Kane, è costretto a rendere vacante la cintura, che viene messa in palio in una battle royal e vinta da Great Khali.

Circa un mese dopo quella che sembra essere una maledizione per i possessori del World Title si abbatte anche su di lui: uno strappo al tendine fra il braccio ed il pettorale lo costringe ad un intervento chirurgico ed a ben cinque mesi di stop, pertanto il 20 luglio a Smackdown, poco prima di Great Amercan Bash, ppv nel quale era prevista una sua difesa del titolo contro Kane, è costretto a rendere vacante la cintura, che viene messa in palio in una battle royal e vinta da Great Khali.

Dopo l’operazione, avvenuta a Birmingham, in Alabama, sotto i ferri del Dr. James Andrews, Edge inizia la riabilitazione con l’obbiettivo di risalire sul ring il più presto possibile. Nell’attesa però i guai non finiscono perché a settembre il suo vero nome, Adam Copeland, salta fuori in un’indagine indipendente sull’acquisto di steroidi anabolizzanti e perciò la WWE, considerando ovviamente la debolezza di Edge un’infrazione al suo Wellness Program, lo sospende per 30 giorni, periodo che ovviamente la Rated R Superstar sconta durante il suo stop forzato.

Passano i mesi della riabilitazione, che procede nel migliore dei modi, ed il 18 novembre durante Survivor Series interviene mascherato da cameraman ai danni di Undertaker nell’Hell In A Cell valido per il titolo mondiale che il Phenom sta combattendo contro il campione Batista. L’interferenza della Rated R Superstar costa il match ad Undertaker, che nella seguente puntata di Smackdown cerca di vendetta ma non la trova, decidendo poi di sfogarsi sul General Manager dello show, Vickie Guerrero, che rimane vittima di una devastante Tombstone Piledriver. La settimana successiva (30 novembre) Edge torna anche ufficialmente sul ring contro Batista, ma la contesa termina senza vincitori per l’interferenza di Undertaker ai danni del rientrante wrestler canadese.

La rivalità a tre con il titolo mondiale dell’Animal in palio entra nel vivo il 7 dicembre a SD, quando Edge viene battuto per squalifica da Kane dopo aver usato una sedia: in aiuto della Big Red Machine accorre Batista, e successivamente dopo un black-out nell’arena arriva anche Undertaker; a questo punto Edge decide di darsela a gambe mentre l’Animal abbatte il Dead Man con una Spear. Il 10 Edge torna a Raw per la puntata del quindicennio dello show rosso, ma esce sconfitto per squalifica insieme a Randy Orton e Umaga dall’Evolution (Triple H, Batista e Ric Flair) riunitasi per l’occasione. Il 14 a SD squasha Funaki di fronte alla GM Vickie Guerrero, con la quale ha iniziato una relazione e che è temporaneamente in sedia a rotelle per la Piledriver subita da Undertaker alcune settimane prima. Due giorni dopo arriva il momento dell’ultimo PPV del 2007, Armageddon, nel quale si tiene un 3 Way Match tra il campione Batista, Undertaker ed ovviamente Edge. L’epilogo dell’incontro ha dell’incredibile: due fake Edge (i Major Brothers, assoldati per l’occasione dalla Rated R Superstar) si fanno mettere ko da Undertaker e da Batista spianando la strada al vero Edge che favorito dalla distrazione dei suoi neo adepti colpisce il Phenom, che nel frattempo ha steso Batista con una Tombstone Piledriver, con una sediata e poi lo schiena conquistando a sorpresa il suo quarto titolo mondiale.

Il 21 dicembre Vickie Guerrero concede a Batista un re-match, ma ad handicap contro Edge ed i Majors, ribattezzati The Edgeheads; l’incontro vale per il titolo mondiale ed inizialmente l’Animal lo vince. Vickie però fa uso dei suoi poteri di General Manager per revocare la sua vittoria e far ripartire il match, che viene comunque vinto da Batista ma solo per squalifica, cosi che la cintura resta alla vita del biondo canadese.

Il 2008 per Edge inizia con una nuova sconfitta, raccolta il 4 gennaio a SD per mano di Rey Mysterio che così facendo diventa il nuovo #1 Contender al titolo mondiale della Rated R Superstar, che la settimana seguente si prende un primo vantaggio sul nuovo avversario attaccandolo e massacrandolo con l’aiuto degli Edgeheads al termine dell’incontro vinto da Mr. 619 contro Chavo Guerrero. In questo modo Edge inizia un sodalizio anche con Chavito, che il 15 nella ECW, suo roster di appartenenza, batte il campione del brand CM Punk per conteggio fuori grazie all’aiuto del canadese. Successivamente Edge fa anche coppia a SD con Chavo Guerrero, perdendo per squalifica contro gli stessi Mysterio e Punk, ma poi permette a Chavito di impossessarsi del titolo ECW aiutandolo a sconfiggere lo Straight Edge nel match titolato tra i due che si tiene il 22 nello show hardcore. Le scaramucce di Edge con Rey Mysterio e CM Punk vanno avanti anche dopo la Royal Rumble (vittoria di Edge su Punk, sconfitta della Rated R Superstar e Chavo Guerrero per mano dello Straight Edge e Mysterio), dove batte una prima volta Mr. 619 confermandosi campione, fino a No Way Out, PPV che si tiene il 17 febbraio e nel quale Edge sconfigge per la seconda volta il piccolo messicano volante schienandolo dopo una bella Spear messa a segno quando questi si trovava a mezz’aria. Per Edge questa è una vittoria importantissima, da dedicare alla fidanzata Vickie Guerrero, cui ha chiesto la mano della puntata di SD del 15 febbraio ottenendo una risposta affermativa.

A questo punto, con Vickie Guerrero, Chavo e gli Edgeheads al suo fianco la Rated R Superstar sembra inarrestabile, e se ne rende conto anch’egli dal momento che dopo No Way Out dichiara di voler sfidare Undertaker a Wrestlemania XXIV per terminare la sua winning streak al Grand Daddy Of’em All. La Road To Wrestlemania di Edge procede apparentemente senza intoppi a parte la sconfitta di Zach Ryder degli Edgeheads a SD contro Taker il 28 febbraio: batte Undertaker in un Handicap Match assieme agli Edgeheads; batte CM Punk a Raw; batte Ric Flair e Shawn Michaels in uno Steel Cage Handicap Match assieme a Chavo Guerrero ed agli Edgeheads; batte Funaki nella puntata di SD del 21 marzo, al termine della quale attacca con violenza il becchino a sediate assieme ai fidi Hawkins e Ryder. L’intoppo però alla fine arriva, ed è grosso: il 28 nella puntata di SD pre-Wrestlemania Edge, con Vickie e gli Edgeheads al suo fianco, inscena un funerale della winning streak di Undertaker allo Showcase Of The Immortals, ma sul più bello dalla bara spunta il becchino stesso che ne ha per tutti visto che infligge la Chokeslam alla Rated R Superstar ed una Tombstone Piledriver a testa a Curt Hawkins e Zach Ryder, mentre Vickie riesce a correre nel backstage. E’ il preludio a Wrestlemania XXIV, in scena due giorni dopo (30 marzo) nello splendidi scenario del Citrus Bowl di Orlando, in Florida. Edge vs. Undertaker, World Title on the line, è il main event dello show e i due contendenti offrono uno spettacolo degno della scena concessa loro: Edge verso la fine dell’incontro riesce a somministrare due Spear al becchino, che però riesce a sfruttare la seconda per imprigionarlo nella Gogoplata, mossa di sottomissione che porta il canadese a cedere. Undertaker si laurea così campione del mondo portando la winning streak di Wrestlemania sul 16-0 mentre Edge abdica dopo appena tre mesi e mezzo di regno.

Nonostante la batosta di Wrestlemania XXIV Edge non si dà per vinto, e subito si mette in testa di fare il possibile per riaffrontare Undertaker e riprendersi la cintura. Il primo re-match di WM è fissato un mese dopo sempre in PPV, a Backalsh (27 aprile), show al quale la Rated R Superstar arriva con soli due match nelle gambe, entrambi condotti con successo: uno a Raw il 21 aprile insieme a Chavo Guerrero, JBL e Randy Orton contro Undertaker, Kane, John Cena e Triple H, l’altro a SD quattro giorni dopo contro CM Punk. In queste settimane inoltre Edge rafforza il suo legame con Vickie Guerrero, al punto che segmenti dei due in momenti teneri vanno spesso in onda a SD, ed anche con Chavo (e la sua bodyguard Bam Neely) e gli Edgeheads, con cui forma una stable denominata La Familia. A Backlash però tutto ciò non serve: la superiorità di Undertaker è straripante e la Rated R Superstar deve cedere ancora una volta alla terribile Gogoplata, addirittura accusando una perdita di sangue dalla bocca a causa della mossa di sottomissione citata sopra.

Edge dunque deve dire nuovamente addio ai suoi sogni di gloria, ma avendo la General Manager di Smackdown dalla sua tutto torna possibile; il 2 maggio infatti Vickie Guerrero decreta il World Title vacante, togliendolo dunque dalla vita del Dead Man perché quest’ultimo per mantenerlo nelle ultime occasioni ha utilizzato una mossa troppo pericolosa, la Gogoplata appunto, che da questo momento viene bandita a Smackdown. E non è tutto: nella stessa puntata gli Edgeheads riescono a prendere la cintura ad Undertaker, restio ovviamente a restituirla, mentre questi è impegnato a sedare Great Khali in una rissa sul ring. Successivamente viene annunciato che a Judgment Day il titolo sarà messo in palio tra Edge e Undertaker, che il 16 a SD per decisione del Board Of Directors della WWE dovrebbe affrontare la stessa Vickie che, terrorizzata, non può cancellare la contesa ma riesce almeno a coinvolgervi l’intera Familia: l’incontro è ovviamente molto caotico e alla fine termina in No Contest. Due giorni dopo va in scena Judgment Day, PPV nel quale Edge viene battuto da Undertaker per la terza volta consecutiva, stavolta per conteggio fuori; Taker dunque dovrebbe tornare campione, ma Vickie si appella alla regola, discutibile in questo caso, che vede il titolo restare dov’è in caso di Count Out, dunque lo decreta ancora vacante.

Il 23 a SD Vickie sancisce il quarto match di fila tra il suo Edge ed il becchino, stavolta per One Night Stand (1 giugno) e con ben due stipulazioni speciali. La prima: sarà un TLC Match, specialità della Rated R Superstar. La seconda: se Undertaker uscirà sconfitto dall’incontro sarà costretto a lasciare per sempre la WWE! Sette giorni dopo Edge riporta in scena il suo talk show, il “Cuttin’Edge”, nel quale invita il becchino per parlare del TLC che li vedrà opposti al PPV; Taker si presenta ma ovviamente è un’imboscata tesa da Edge ed alla fine la Familia al completo pesta il Phenom, che riesce comunque a difendersi nonostante l’inferiorità numerica. L’1 giugno arriva poi il momento di One Night Stand, PPV che sa di ultima chiamata per Edge come per Undertaker. Il match è mozzafiato, e l’epilogo è impressionante: Edge manda Undertaker a frantumare una pila di quattro tavoli uno sopra l’altro lanciandolo dalla cima di una scala, poi con le ultime forze rimaste si arrampica e abbranca il Big Gold, tornando finalmente campione del mondo e coronando una rincorsa durata mesi e mesi.

Dopo la nuova conquista del titolo e la messa al bando di Undertaker dagli show della WWE Edge sembra sentirsi tranquillo, ma deve subito rimettersi subito al lavoro dal momento che Batista vuole ancora una volta avere la cintura mondiale attorno alla sua vita. Il 6 giugno a SD infatti Batista ottiene da Vickie Guerrero la possibilità di conquistarsi una title shot in un match 4 vs. 4 contro Edge, Chavo e gli Edgeheads ma dovrà lottare insieme a tre dei lottatori meno vincenti del roster: Nunzio, Funaki e Colin Delaney. La situazione sembra favorire Edge, che però non mette in conto il grande cuore degli underdog; il siculo-americano, l’ex campione cruiser giapponese ed il rookie della ECW infatti si gettano anima e corpo alla ricerca dell’impresa in favore dell’Animal, ed incredibilmente riescono a fare la loro parte ed a permettere a quest’ultimo di vincere la contesa e diventare nuovo #1 Contender. Sbigottito dal risultato la Rated R Superstar decide addirittura di prendersi una settimana di stop, per poi tornare il 20 nelle vesti di Special Guest Referee per l’incontro tra Chavo Guerrero e Batista, vinto dal Mexican Warrior per Count Out favorito ovviamente dall’arbitro heel.

Tre giorni dopo Edge va a Raw, come l’intero roster della WWE, per partecipare al Draft, ed è protagonista in due differenti occasioni: prima viene battuto da John Cena per conteggio fuori, così che la prima scelta va allo show rosso (che ottiene proprio Batista da SD), e poi vince la 15 Man Tri-branded Battle Royal guadagnando le ultime due scelte per il suo roster (e Smackdown fa il pieno con Mr. Kennedy e Triple H). Nella successiva puntata di SD è di nuovo superlavoro per Edge: prima è costretto ad un confronto verbale con Triple H sul quadrato, poi batte Matt Hardy in un non-title match, ed infine assieme al resto della Familia e ad Umaga, altro nuovo acquisto di SD, esegue un pestaggio su Batista, salvato solo dall’accorrente The Game. Il 29 si tiene Night Of The Champions, PPV nel quale batte The Animal colpendolo con la cintura al volto ed anche grazie al contributo della Familia.

La notte seguente Edge si trova a Raw, ma commette un errore grosso perché Batista onora il suo nuovo roster e soprattutto si vendica di NOC attaccandolo con violenza fino a lasciarlo inerme sul ring ridotto ad uno straccio; è il danno, al quale poi si aggiunge la beffa: CM Punk, in quel momento Mr. Money In The Bank, è lesto come una lepre a sfruttare la sua title shot ed a schienare il devastato Edge dopo una Go To Sleep, conquistando in questa incredibile maniera il suo primo titolo mondiale (che passa a Raw, mentre il WWE Title andato a SD alla vita di Triple H lì rimane grazie alla vittoria di The Game su John Cena, avvenuta sempre a Night Of Champions).

Nelle settimane successive il momento non felice di Edge per la perdita del titolo si ripercuote anche sul suo futuro matrimonio con Vickie Guerrero: frequenti sono i litigi tra i due, e addirittura in un momento di rabbia la Rated R Superstar decide di annullare il matrimonio. Il caso però rientra subito, e Edge e Vickie si sposano a metà luglio, salvo poi avere la loro festa rovinata da Triple H. Nello SD del 18 infatti Triple H irrompe sulla scena di fronte all’intera Familia, intenta a festeggiare l’unione di Edge e Vickie, e rovina i festeggiamenti mostrando un video, fatto con una telecamera nascosta piazzata nel camerino della Rated R Superstar, nel quale il biondo canadese bacia l’organizzatrice del matrimonio, la bella Alicia Fox. Ovviamente scoppia un putiferio: Vickie urla a Edge tutto l’odio nei suoi confronti, poi dopo Great American Bash (20 luglio), PPV nel quale la Rated R Superstar viene battuta da The Game in un match valido per il WWE Title anche a causa delle interferenze di Alicia e Vickie (che poi si pestano vicendevolmente in un cat fight), la GM di SD comunica a Edge la riammissione di Undertaker al roster blu, con Hell In A Cell sancito tra i due per Summerslam.

Edge va letteralmente nel panico: prima chiede a Mick Foley consigli sul da farsi, memore dello storico HIAC di King Of The Ring ’98 tra lui ed il becchino, salvo poi colpirlo fino a metterlo ko, poi (SD dell’8 agosto) inscena un pestaggio nel backstage tra Undertaker e alcuni componenti della Familia (Hawkins, Ryder e Neely), tutti ritrovati nel backstage privi di sensi e con una rosa nera sul petto, per poi ammettere di essere stato lui a mettere in piedi il tutto e colpire Chavo Guerrero, in quel momento al suo fianco. Tutto ciò tuttavia non gli serve per avere la meglio su Undertaker, che il 18 agosto a Summerslam dopo un match tiratissimo e molto violento schiena Edge, tornando dunque alla vittoria. Per Edge però non termina qui: dopo il gong Taker fa per lasciare il ring, ma torna sui suoi passi e dalla cima di una scala scaraventa la Rated R Superstar attraverso il ring, che poi viene avvolto dalle fiamme.

La disfatta subita nel Big Four estivo costringe Edge ad uno stop di ben tre mesi, ma il rientro, come sempre nello stile della Rated R Superstar, è sorprendente. Per Survivor Series (23 novembre) il main event con in palio il WWE Title prevede un 3 Way Match tra Triple H, Jeff Hardy e Vladimir Kozlov, ma a poche ore dal PPV il Rainbow Hair Warrior viene attaccato nel suo hotel; più tardi si verrà a sapere che l’autore dell’assalto è proprio Edge, il quale all’ultimo minuto viene inserito dalla moglie, nonché General Manager di Smackdown, Vickie Guerrero, nella contesa. L’effetto sorpresa come sempre giova alla Rated R Superstar, che ha la meglio su The Game e sul Moscow Mauler, conquistando così il suo terzo titolo WWE.

Il primo match da nuovo WWE champion, pur non difendendo la cintura, Edge lo combatte il 5 dicembre a SD contro Kung Fu Naki, che viene agevolmente battuto, mentre tre giorni dopo a Raw prima vince lo Slammy Award nella categoria Best Couple insieme ovviamente a Vickie Guerrero, poi in una sfida tra campioni con il detentore del titolo mondiale John Cena non va oltre il no contest, che viene decretato in seguito alle interferenze di Chris Jericho, Triple H e Jeff Hardy. Il 12 a SD non combatte, ma interviene a sua volta nello Street Fight Match tra Jeff Hardy e Triple H (suoi #1 Contender per Armageddon), causando il no contest, mentre due giorni dopo arriva il momento di Armageddon, ultimo PPV WWE del 2008, che si conclude in maniera concitata e spettacolare: Edge è vittima del Pedigree di The Game, che poi subisce la Swanton Bomb di Hardy il quale a sua volta schiena immediatamente l’esanime Rated R Superstar, che è così contato fino al 3 e deve cedere la cintura al Rainbow Hair Warrior.

Il 19 dicembre a SD Edge chiude con grande rabbia il suo 2008, rovinato dalla perdita del titolo WWE dopo appena 20 giorni: prima batte il campione ECW Matt Hardy in un non-title match, e poi attacca Jeff Hardy nel suo match contro Vladimir Kozlov, che viene così vinto per squalifica dal neo-campione. Il 2009 si apre con una sconfitta (gli Hardyz battono lui e Big Show a SD il 2 gennaio), ma per Royal Rumble viene decretato #1 Contender al titolo WWE di Jeff Hardy, ed il 16 Edge invita proprio il campione al suo “Cuttin’Edge” per parlare del match, ma il Rainbow Hair Warrior resta vittima dei pyros al suo ingresso nell’arena. La settimana successiva (23 gennaio) Jeff accusa Edge per quanto accaduto, ma questi si proclama innocente, e poi batte Matt Hardy in un No-DQ Match grazie all’aiuto di Jack Swagger e Mark Henry.

Il 25 arriva il momento di Royal Rumble, dove Edge affronta Jeff Hardy con in palio il WWE Title; la Rated R Superstar, scortata al ring da Vickie e Chavo Guerrero, è in difficoltà contro Jeff, e alla fine si trova costretto a fronteggiare anche l’accorrere del fratello di quest’ultimo, Matt, che però tradisce a sorpresa il Rainbow Hair Warrior colpendolo con una sediata e spalancando le porte della vittoria a Edge, che conquista il 3 vincente tornando in possesso del WWE Title.

Tornato a fregiarsi del titolo WWE, Edge deve prepararsi a difenderlo nell’Elimination Chamber di No Way Out, dove non avrà vita facile visto che tra gli avversari ci sono, oltre ovviamente a Jeff Hardy, anche Triple H, Vladimir Kozlov, Big Show e Undertaker. La marcia di avvicinamento al PPV però non è delle migliori, dato che il 6 febbraio a SD viene battuto con Big Show da Triple H e Undertaker, subendo anche un colpo dal suo tag team partner. A No Way Out (15 febbraio), succede l’impronosticabile: Edge inizia con Jeff l’EC di SD, e viene eliminato dopo appena 3 minuti (il titolo WWE andrà poi a Triple H); prima del main event poi, ovvero l’EC di Raw per il titolo mondiale con protagonisti John Cena, Rey Mysterio, Mike Knox, Chris Jericho, Kofi Kingston e Kane, la Rated R Superstar attacca il giamaicano, ne prende il posto nella contesa e diventa ancor più protagonista, eliminando il campione Cena con una Spear e poi conquistando il World Title schienando per ultimo un esanime Rey Mysterio, che aveva iniziato l’incontro!

Il 20 a SD Edge conquista la sua prima vittoria da campione mondiale battendo Jeff Hardy in un non-title match senza squalifiche, poi il 2 marzo a Raw viene battuto da Cena nel re-match tra campione e ex campione, ma la cintura resta a lui dato che perde via DQ. Dopo questo match però Vickie Guerrero nomina Big Show nuovo #1 Contender al World Title di Edge per Wrestlemania 25, e la cosa lascia la Rated R Superstar abbastanza sorpresa, al punto da farlo sospettare della relazione tra la GM e il gigante. La conferma di ciò arriva da John Cena, che nel Raw del 9 marzo interrompe la firma del contratto per l’incontro di WM tra Edge e Big Show mostrando un filmato di Vickie e il gigante che si baciano appassionatamente. Alla fine per risolvere qualsiasi questione sul quadrato, Vickie sancisce per lo Showcase Of The Immortals un Triple Threat Match tra Edge, Big Show e John Cena.

Il 13 a SD Edge batte Kofi Kingston, e tre giorni dopo a Raw affronta John Cena; il match termina senza vincitori, ma dopo la contesa Edge e Big Show attaccano Cena in coppia, con la Rated R Superstar che poi non si fa scrupoli ad abbattere il gigante con la Spear. Il 23 a Raw Edge affronta Big Show, ed anche questo match termina in No Contest, dopo l’interferenza di Chavo Guerrero, e stavolta è Edge a concludere malconcio la serata in seguito ad un cazzotto di Show. Il 5 aprile arriva finalmente il momento della resa dei conti, Wrestlemania 25: la prestazione della Rated R Superstar è ottima, ma alla fine è Cena ad avere la meglio, e schienando Big Show sfila a Edge il World Title.

La notte successiva a Raw l’ex campione subisce un’altra batosta (con Big Show, Chris Jericho, Matt Hardy e Kane viene battuto da CM Punk, Rey Mysterio, John Cena, Jeff Hardy e Ricky “The Dragon” Steamboat, mentre la settimana dopo (13 aprile), puntata dedicata al Draft, vince la Tri-Branded Battle Royal per il secondo anno consecutivo, garantendo a SD due scelte (che si riveleranno essere Kane e Chris Jericho). Intanto viene deciso che a Backlash sarà Edge ad affrontare John Cena per il titolo mondiale, con stipulazione Last Man Standing Match, e proprio per questo motivo a Raw il 20 aprile la Rated R Superstar interferisce nell’incontro tra Cena e Chris Jericho, che finisce in no contest, e attacca il leader della Chain Gang con un Con-chair-to, dopo il quale esegue un simbolico conto di 10. Il 23 aprile, in riscaldamento pre-Backlash, batte Kofi Kingston a WWE Superstars, rinato show della federazione di Stamford, ed il 26 al PPV, grazie anche ad un assalto violentissimo di Big Show ai danni del suo avversario, batte John Cena nel Last Man Standing Match e torna ad indossare la cintura di campione del mondo.

Il primo maggio Edge torna a SD con la cintura, ma viene subito battuto da CM Punk, che per altro sembra anche desideroso di incassare subito il Money In The Bank conquistato a Wrestlemania 25, anche se a salvare la Rated R Superstar dal tracollo arriva l’attacco di Umaga ai danni dello Straight Edge. Il 7 a WWE Superstars, nel suo “Cuttin’Edge”, il campione ospita Jeff Hardy, suo avversario per il match titolato di Judgment Day, e questi dopo un battibecco assesta la Twist Of Fate a Edge, che la notte seguente a SD viene battuto ancora una volta da CM Punk, stavolta però per count-out. Il 15, nello SD pre-JD, Edge si batte contro Jericho: il match termina in no contest, poi Jeff Hardy assale Edge fino a lasciarlo quasi esanime, così che in scena arriva anche Punk, ancora una volta pronto ad incassare il MITB ma ancora una volta fermato ad un passo dal suo personale sogno da Umaga. Due giorni dopo arriva il momento di Judgment Day, dove Edge batte Jeff Hardy, conservando il World Title, grazie anche all’aiuto di Matt Hardy.

Il 22 a SD i due si trovano ancora una volta faccia a faccia in una contesa, con il vincitore chiamato a decidere la stipulazione per il rematch di Extreme Rules, prossimo PPV; a vincere stavolta è il Rainbow Hair Warrior, che per Extreme Rules sceglie la stipulazione Ladder Match.

Extreme Rules si tiene il 7 giugno, e al termine di una splendida contesa Edge viene battuto da Jeff Hardy, che vince così il World Title (gioia effimera perché subito dopo la proclamazione CM Punk irrompe in scena, sfrutta il contratto vinto a Wrestlemania 25 nel Money In The Bank e batte uno stremato Rainbow Hair Warrior, strappandogli così la cintura).

Il 12 giugno a Smackdown Edge è battuto nuovamente da Jeff Hardy per squalifica, mentre il 15 a Raw CM Punk batte sia lui che Hardy, mantenendo il titolo. Il 19 Edge torna a ottenere una vittoria, sconfiggendo John Morrison a SD, ma tre giorni dopo riassapora il gusto amaro della sconfitta venendo battuto, assieme a Dolph Ziggler e Chris Jericho, dal trio composto da Jeff Hardy, Rey Mysterio e Great Khali. Dopo aver sconfitto Jeff Hardy e Rey Mysterio in tag team con Chris Jericho a SD in uno Steel Cage Match con CM Punk arbitro speciale a SD il 26 , la Rated R Superstar il 28 giugno a The Bash in tag team con Y2J va all’assalto dei titoli di coppia unificati in un 3 Way Tag Team Match contro i Colons e la Legacy; nell’occasione Edge e Jericho fanno valere la loro maggior esperienza, e si portano a casa le cinture, mantenute poi la sera successiva a Raw in un re-match contro i soli Primo e Carlito.

In singolo Edge torna a combattere nella puntata di WWE Superstars del 2 luglio, quando batte il campione mondiale CM Punk per forfait, ma la notte successiva in un house show si infortuna gravemente al tendine d’achille lottando contro Jeff Hardy, e perciò sarà costretto ad operarsi dal Dr. James Andrews a Birmingham, in Alabama, e quindi prossimo ad un lungo stop. In puntate registrate precedentemente l’infortunio, il 3 luglio a Smackdown assieme a Jericho batte Punk e il Rainbow Hair Warrior, mentre il 6 a Raw i campioni unificati di coppia sconfiggono i fratelli Colon; il giorno dopo Edge va sotto i ferri, e sparisce dalle scene dopo un’intervista rilasciata a Jim Ross via satellite il 17 luglio a SD, dove dice che tornerà presto più forte di prima (nel frattempo Chris Jericho lo rimpiazza in tag team con Big Show).

Edge sta lontando dal ring e dalle scene in generale per sette lunghissimi mesi, ma il rientro è col botto: il 31 gennaio alla Royal Rumble entra a sorpresa con il #29, elimina subito l’ex tag team partner Chris Jericho, sopravvive alla battaglia con Shawn Michaels, Batista e John Cena, ed eliminando alla fine quest’ultimo si aggiudica la Rissa Reale e la consueta title shot per la successiva Wrestlemania. Nelle settimane seguenti la Rumble, Edge salta tra Raw e SD senza dire chi affronterà a Wrestlemania 26 tra il campione WWE e quello mondiale; il 21 febbraio a Extreme Rules annuncia che rivelerà la sua scelta la notte dopo a Raw, e così fa: verso la fine della puntata la Rated R Superstar irrompe in scena e abbatte il campione del mondo Jericho con una Spear, rendendo note a tutti le sue intenzioni.

In vista di Wrestlemania 26 Edge tra fine febbraio e marzo combatte solo due incontri, entrambi vinti a SD (il 26 febbraio contro The Miz ed il 5 marzo contro Big Show), per poi dedicarsi pur senza lottare mai al feud con Y2J, ricco di scaramucce tra lo show blu e Raw. Il 28 marzo arriva poi la notte di Wrestlemania 26, che Edge, purtroppo per lui, non dimenticherà facilmente: Jericho infatti resiste ai suoi folli assalti, e alla fine riesce a sconfiggerlo, mantenendo così il World Title.

Digerita la sfortunata partecipazione al Grand Daddy Of’em All, il 2 aprile a SD la Rated R Superstar si prende una bella rivincita, attaccando Y2J con una devastante Spear e facendone carne da macello per il neo-Mr. Money In The Bank, Jack Swagger, che subito incassa a sorpresa il suo contratto e schiena agevolmente Jericho, privandolo così del titolo mondiale. Per tutto il resto di aprile Edge prosegue nel feud con Chris Jericho, che porta ad uno Steel Cage Match a Extreme Rules (25 aprile), vinto proprio dalla Rated R Superstar; la notte successiva il PPV a Raw, Edge viene draftato proprio dallo show blu a quello rosso, dove torna a vestire i panni dell’heel.

Edge però fa la sua ultima apparizione a Smackdown dove tiene un discorso di addio allo show blu finendo però con l'essere interrotto da Christian che gli da del bugiardo e lo sfida a un match, Edge però rifiuta e abbandona così Smackdown in vista del suo ritorno a Raw.

Nella puntata di Raw del 3 maggio, Edge rispolvera il suo Cutting Edge dove partecipano Randy Orton e il guest host della serata, Wayne Brady, un Cutting Edge che però finisce presto per degenerare con Edge che subisce l'RKO dopo aver fallito il suo tentativo di colpire Orton con la Spear.

Sette giorni dopo Edge riallaccia i rapporti, oltre che i contatti, con Vickie Guerrero che diventa la nuova General Manager dello show del lunedì sera, e nel corso della serata Edge viene sconfitto, insieme a Ted DiBiase, da Randy Orton in un handicap match. Nasce così un feud contro "The Viper" che sfocia in una serie di "Pick Your Poison" match per la settimana successiva dove Edge sceglie il campione dei pesi massimi di Smackdown Jack Swagger come avversario di Orton, mentre Edge affronta e sconfigge Christian, ma per un beffardo tranello di Orton, è costretto a lottare contro The Undertaker. Edge non ne vuole sapere di affrontarlo e perde intenzionalmente il match per countout, salvo poi essere gettato sul ring da Christian e subire la Tombstone Piledriver di The Undertaker.

Il 23 maggio è il giorno di Over The Limit dove Edge affronta Randy Orton ma il match termina in un doppio countout dopo che Orton patisce un infortunio alla spalla. Archiviato per il momento il feud con "The Viper", Edge si qualifica per il successivo pay per view WWE, Fatal 4-Way, sconfiggendo Chris Jericho e il campione WWE John Cena in un triple threat match, venendo però sconfitto sette giorni dopo nel main event assieme a Sheamus dalla coppia John Cena - Evan Bourne.

Arriva così il 7 giugno, puntata speciale di Raw denominata "WWE Viewer's Choice" dove i fans decidono i match della serata, ed Edge è costretto suo malgrado a riaffrontare Randy Orton seppur quest'ultimo vinca solo per squalifica.

La settimana successiva Edge si unisce a diversi lottatori WWE nella battaglia contro i Nexus ma quest'ultimi riescono ugualmente a mettere piede nell'arena e il suo match insieme a Sheamus che li vedeva opposti a John Cena e Randy Orton finisce in No Contest.

Si arriva così a Fatal 4-Way con il WWE Championship in palio, ma sfortunatamente Edge non riesce a portarsi a casa match e titolo mondiale anche a causa dei Nexus che generano ancora una volta un gran caos mettendo KO Evan Bourne e l'Hart Dynasty nel backstage.

Nelle settimane seguenti Edge si qualifica come partecipante al Money In The Bank del roster di Raw per il pay per view omonimo, stendendo Randy Orton e The Miz incon una Spear e partecipando a un 8-man tag team match con tutti gli altri pretendenti all'ambita valigetta contenente una title shot da sfruttare in qualsiasi momento, finendo con l'essere sconfitto insieme a The Miz, Chris Jericho e Ted DiBiase.

Il 12 luglio nella puntata di Raw che precede Money In The Bank, Edge batte Randy Orton ma al pay per view non riesce a conquistare la valigetta contenente la title shot al WWE Championship, finendo poi con l'essere sconfitto la sera successiva a Raw da Randy Orton in un triple threat match per lo status di #1 contender al titolo WWE dove ha preso parte anche Chris Jericho. A fine match Edge va in cerca di Chris Jericho ma viene messo KO dai Nexus, cosa che successivamente induce Edge a unirsi a John Cena e altre superstars, Chris Jericho compreso, per fronteggiare gli ex rookies di NXT.

Passano sette giorni ed Edge è impegnato in un match contro il leader dei Nexus, Wade Barrett, ma la contesa termina in No Contest quando il resto della fazione giunge sul ring costringendo Edge alla fuga, e successivamente la Rated R Superstar decide di abbandonare il Team WWE assieme a Chris Jericho, e di comune accordo i due ex rivali ritengono che sia più importante mettere fuori causa John Cena piuttosto che Wade Barrett.

In vista di Summerslam Edge rientra nel Team WWE in modo da spazzare via una volta per tutte i Nexus dopo che quest'ultimi fanno da lumberjacks nel main event della puntata di Raw del 9 agosto dove Edge è in coppia con Chris Jericho opposti a John Cena e Bret Hart, e al pay per view più importante dell'estate, Edge contribuisce alla vittoria del Team WWE eliminando Skip Sheffield, ma a sua volta finisce con l'essere eliminato da Heath Slater dopo un diverbio con Chris Jericho.

Ventiquattro ore dopo Edge viene sconfitto da Heath Slater a Raw ma nelle settimane successive inizia già la marcia di avvicinamento a Night Of Champions, ed Edge nella puntata di Raw del 23 agosto sconfigge R-Truth consigliando vivamente al WWE Champion Sheamus di sceglierlo come suo avversario al pay per view.

Nelle settimane successive Edge torna a far parte del Team WWE che viene sconfitto dai Nexus a Raw, ma la Rated R Superstar difende con successo il suo posto nel main event di Night Of Champions con il WWE Championship in palio battendo The Great Khali, salvo poi essere sconfitto da Mark Henry in una bodyslam challenge dopo aver battuto in un primo momento Evan Bourne nella medesima sfida.

A Night Of Champions Edge non riesce a conquistare il WWE Title che finisce alla vita di Randy Orton, e da lì a poco inizia una diatriba con l'anonimo general manager di Raw che fa ripartire due match di Edge con quest'ultimo che era uscito vittorioso contro Daniel Bryan e John Cena, finendo poi con l'essere sconfitto successivamente da entrambi i lottatori.

Edge prova ad avere una sorta di mediazione con l'anonimo general manager dello show del lunedì sera, ma il risultato finale vede Edge distruggere il laptop dove il GM comunicava tramite e-mail e il mettere KO la mascotte di Jack Swagger a Smackdown, cosa che porta a un match per Hell in a Cell dove Edge batte l'ex campione dei pesi massimi.

Nella puntata di Raw del 4 ottobre, Edge viene chiamato sul ring dal general manager anonimo di Raw e gli viene comunicato che in seguito alle vicende che hanno visto i due scontrarsi più volte e con il laptop distrutto, Edge è ora un wrestler di Smackdown, cosa che tutto sommato fa felice il lottatore canadese che per salutare il suo odiato ex GM stende con una Spear sia The Miz che Alex Riley che erano sul ring per deriderlo.

Nella puntata di Smackdown del 18 ottobre Edge fa il suo ritorno a Smackdown e vince un match di qualificazione per il Team Smackdown in vista di Bragging Rights battendo Dolph Ziggler, e proprio in vista del pay per view che vedrà affrontare il Team Raw e il Team Smackdown, Edge ritorna per una sera a Raw partecipando a una battle royal dove i membri del Team Raw affrontano i componenti del Team Smackdown, dove quest'ultima fazione vince la battle royal con Edge e Big Show sono gli unici sopravissuti.

Con Bragging Rights alle porte, Edge sconfigge CM Punk a Smackdown ma solo per squalifica a causa delle interferenze di Alex Riley e del capitano del Team Raw, The Miz, che genera poi una rissa tra le due squadre che al pay per view si affrontano ed è il Team Smackdown a uscire vincitore anche grazie a Edge che non si fa eliminare insieme a Rey Mysterio.

Nella puntata del 29 ottobre di Smackdown, Edge vince un triple threat match contro Rey Mysterio e Alberto Del Rio diventando così il primo sfidante al World Heavyweight Championship detenuto da Kane, ma prima il lottatore canadese deve fare i conti con i Nexus che invadono anche lo show blu e fanno terminare in No Contest un suo match contro Alberto Del Rio, e sempre durante la serata viene sconfitto da David Otunga con il resto dei Nexus e del roster di Smackdown come lumberjacks. Tuttavia Edge ottiene una piccola rivincita personale facendo prigioniero Paul Bearer, padre e manager di Kane, causando così la distrazione del campione dei pesi massimi che viene battuto da Big Show in un non-title match.

Nelle settimane successive Edge continua a tormentare Paul Bearer aumentando così la furia e l'insofferenza di Kane che non riesce a liberare il suo mentore, ma a Survivor Series il match tra i due finisce con un doppio schienamento, e dunque Edge fallisce la conquista del suo decimo titolo mondiale dei pesi massimi.

Tuttavia i mind games di Edge continuano e Kane mostra una sofferenza sempre più grande in vista di TLC, prossimo appuntamento in pay per view, ed Edge sconfigge l'attuale campione dei pesi massimi in un non-title match a Smackdown, potendo così scegliere la stipulazione del match titolato, e il lottatore canadese sceglie una tipologia di match che in passato lo ha visto protagonista, ovvero un Tables, Ladders & Chairs. Nel frattempo Edge è presente alla puntata speciale di Raw del 13 dicembre dedicata agli Slammy Awards, e il lottatore canadese vince il "Oh Snap Meltdown Moment Of The Year" per aver distrutto il laptop dove l'anonimo general manager di Raw comunicava e dava istruzioni tramite e-mail. Nel corso della serata, Edge è impegnato in un match contro Jack Swagger, con quest'ultimo che viene sconfitto grazie alla Spear.

Nella puntata di Smackdown che precede di due giorni l'appuntamento con TLC, Edge trae in salvo Rey Mysterio dalle grinfie di Alberto Del Rio, avversari che Edge dovrà affrontare insieme a Kane al pay per view. Il match viene dunque trasformato in un TLC fatal 4-way match ma sempre nel corso della serata Edge poi stende Kane con una Spear durante una caotica rissa che ha visto protagonisti lo stesso Edge e Kane. Arriva così la serata di TLC, dove Edge riesce ad avere la meglio su Kane, Rey Mysterio e Alberto Del Rio diventando così il nuovo campione del mondo dei pesi massimi, il decimo titolo mondiale della sua carriera.

La prima difesa titolata di Edge avviene nella puntata di Smackdown del 7 gennaio dove sconfigge Kane in un Last Man Standing match, poi Edge ingaggia una rivalità con Dolph Ziggler e la sua ex manager nonchè fidanzata Vicki Guerrero che sfocia in un match titolato all'annuale edizione della Royal Rumble dove Edge ha la meglio e difende con successo il World Heavyweight Championship. Vince il match con la Spear, la sua finisher, che in questo match però era stata bandita seppur l'arbitro non era in grado di vedere le azioni di Edge in quel momento. Di conseguenza Vickie Guerrero, essendo anche l'assistente GM di Smackdown, sancisce un altro match titolato tra Edge e Dolph Ziggler nella puntata di Smackdown dell'11 febbraio. Vicki in questa occasione assiste al match da bordoring, ma in una circostanza viene fatta cadere ed Edge è lesto ad approfittarne usando la Spear, vietata anche in questo match, per mantenere ancora il titolo mondiale dei pesi massimi. In questo caso però Vicki ha notato che Edge ha usato ugualmente la sua finisher, perciò nella puntata di Raw successiva toglie via la cintura dalla vita di Edge e la assegna al suo compagno Dolph Ziggler. Si arriva così alla seguente puntata di Smackdown dove Theodore Long, GM di Smackdown, rientra al comando dello show e sancisce un ennesimo match titolato dove Edge sconfigge Dolph Ziggler e si riprende il World Heavyweight Championship che rimane attorno alla sua vita anche dopo l'Elimination Chamber nell'omonimo pay-per-view.

Edge ora si ritrova un avversario temibile come Alberto Del Rio, vincitore della Royal Rumble, e in questa faida vengono coinvolti anche Christian, in aiuto di Edge, e Brodus Clay, in aiuto di Alberto Del Rio: l'attesa per il match titolato di Wrestlemania sale di settimana in settimana e contro ogni pronostico, Edge sconfigge Alberto Del Rio in quel di Wrestlemania 27 e rimane ancora il World Heavyweight Champion con Christian che nell'occasione era al suo angolo. Dopo il trionfo di Wrestlemania però giunge una notizia shock come un fulmine a ciel sereno, ovvero il restringimento della spina dorsale di Edge diagnosticata dopo Wrestlemania 27, e di conseguenza il lottatore canadese è costretto suo malgrado a ritirarsi da campione, e di conseguenza il World Heavyweight Championship viene reso vacante.

Edge però non scompare ancora del tutto da Smackdown e dalla WWE perchè è dalla parte di un Christian, suo amico da molti anni, lanciatissimo verso il World Heavyweight Championship che riesce a conquistare a Extreme Rules e con Edge che nell'occasione non riesce a trattenere le lacrime dalla commozione. Nei mesi seguenti Edge appare di tanto in tanto a Smackdown finchè non scade il suo contratto con la WWE e si ritira a vita privata. Il 9 e il 13 settembre 2013 compare a Raw e a Smackdown per il suo "Cutting Edge" ospitando Daniel Bryan e Randy Orton. Nell'occasione, Edge ne approfitta per pubblicizzare l'imminente terza stagione di Haven su SyFy.

Realizzazione a cura di Michele M. Ippolito, Niccolò Bagnoli, Giovanni Pantalone e Lino Basso

   

Questo sito non è in alcun modo affiliato con alcuna organizzazione professionistica.
I nomi dei programmi, dei lottatori e dei marchi WWE e TNA sono proprietà delle rispettive federazioni.
Copyright © 2017 - Tuttowrestling.Com - P. IVA n° 08331011000

TUTTOWRESTLING HOMEPAGE