BRITISH BULLDOG TRIBUTE

LO RICORDANO COSI'...

Il sito ufficiale della World Wrestling Entertainment (www.wwe.com) ha pubblicato nelle giornate immediatamente successive alla scomparsa di Davey Boy Smith British Bulldog una serie di dichiarazioni rilasciate da lottatori e da personaggi del mondo della WWE concernenti i loro ricordi sullo sfortunato atleta scomparso. Qui di seguito troverete la traduzione dei loro pensieri, un ulteriore modo per ricordare nella maniera migliore questo giovane atleta che ci ha lasciato

Luca Kiniluca Franchini

 

Stone Cold Steve Austin
Ho conosciuto Davey soltanto nel mio periodo alla WCW. Ho sentito un sacco di storie su di lui, su come gli piaceva divertirsi. Ho persino viaggiato insieme a lui nelle varie trasferte per un certo periodo. Era divertente 24 ore al giorno. Gli piaceva moltissimo ascoltare la musica di Ozzy Osbourne. Con quel suo ripico accento inglese era davvero ilare. Era ancora molto giovane. Ha iniziato a lottare quando era molto giovane, perciò sembrava che lui fosse nel wrestling da sempre. Negli ultimi anni non ho avuto occasione di parlare con lui. Sto davvero male. 39 anni o giù di lì è un età troppo giovane per andarsene. Speravo che un giorno potesse tornare con noi, ma purtroppo questo non si potrà mai verificare

Dean Malenko (Ex wrestler, road agent WWE)
Ho avuto l'opportunità di incontrare Davey Boy Smith nel 1985 se non ricordo male. L'ho incontrato quando lavoravo nella Alla Japan. Mi piaceva molto guardare Davey Boy Smith e Dynamite Kid esibirsi per la WWE ed ero un grande loro fan. Sono stato davvero felice la prima volta che loro sono venuti nella All Japan perchè avevo la possibilità di lavorare con loro. Ho trascorso tanti momenti felice con Davey e Dynamite. Mi piaceva molto parlare con loro del mondo del wrestling. Penso che fosse nel 1988 la prima volta che ci siamo incontrati in un ring. Era un incontro di coppia e se non ricordo male quel match fu nominato tag team match dell'anno. Sono sempre rimasto in contatto con Davey nel corso degli anni a seguire. Ho avuto di nuovo la possibilità di lavorare di nuovo insieme a lui nella WCW e successivamente qui nella WWE. E' un peccato che un altra tragedia abbia colpito il mondo del wrestling. Ognuno ha i suoi problemi e compie i propri sbagli fuori dal ring. Alcune persone riescono a superare questi problemi, altri no. Non voglio giudicare Davey per quello che è successo. Voglio ricordare le persone che sono scomparse ricordando i momenti felici che ho trascorso con loro e le cose belle che hanno riguardato loro nel mondo del wrestling. Davey era un grande lottatore. Era anni luce avanti nel tempo quando lui e Dynamite formarono quel micidiale tag team. Entrambi questi atleti sono stati fonte di ispirazione per persone come Chris Benoit, Eddie Guerrero e me. Davey ci mancherà, non mancherà soltanto a me ma anche a tutti i ragazzi che hanno avuto la possibilità di stare nel ring e sulla strada con lui

Goldust
Abbiamo trascorso dei bei momenti insieme viaggiando nelle varie trasferte. Lui aveva un animo gentile ed era un vero talento. E' un peccato che ora non ci sia più

William Regal
Davey Boy Smith ha iniziato a lottare in Inghilterra all'età di 15 anni. Divenne presto una star, un qualcuno da assurgere a modello, da ammirare. Si è rimboccato le maniche ed è uscito dall'Inghilterra per farsi un nome nel mondo. Era nella WWE quando non aeveva ancora 20 anni. Io l'ho conosciuto più tardi quando sono andato per la prima volta in America nella WCW, dove anche lui lavorava in quel periodo. Mi sono sempre trovato bene con lui. La sua scomparsa è una vero peccato. E' una cosa terribile che non dovrebbe accadere a nessuno della sua giovane età.

Jerry “The King” Lawler
La frase tipica di Davey Boy era "Non so niente. Non c'ero. Non l'ho visto. Non ero lì". Questo era tipico di lui. Era paragonabile a Owen nel modo in cui prendeva in giro le persone. Le uniche cose che mi ricordo di lui erano proprio questi scherzi o comunque cose del genere. Non mi ricordo di essermi mai seduto con lui a parlare di cose serie. Non era quel tipo di persone. A lui piaceva molto divertirsi ed anche a me piaceva molto. Era proprio un bravo ragazzo.

Faarooq
Lo conoscevo da molto tempo. Era proprio un bravo ragazzo. Mi piaceva molto lavorare con lui. E' davvero una perdita dolorosa per la sua famiglia e per il mondo del wrestling. Dopotutto era una brava persona. Sono davvero triste. Le mie condoglianze alla sua famiglia

Billy Gunn
Conoscevo Davey da quando ero qui alla WWE. Era sempre di buon umore, rideva sempre. Era sempre intento a fare scherzi a qualcuno. Era probabilmente uno dei più burloni in questo mondo. Niente di pesante, solo cose divertenti. E' un momento triste. Mi ricordo soltanto cose belle sul suo conto. Ho passato dei bei momenti insieme a lui

Justin Credible
Era uno dei più grandi burloni che abbia mai conosciuto. Mi aveva preso di mira quando ho inizato a lavorare qui. Ma dentro di sè era sicuramente un uomo dal cuore grande. Mi faceva degli scherzi micidiali e mi faceva fare brutte figure ma poi quando eravamo solo noi due mi chiedeva scusa. Era una persona corretta, era troppo forte

Dave Hebner (Ex arbitro e dirigente WWE)
Ho avuto la possibilità e l'onore di arbitrare molti incontri di Davey Boy e Dynamite. Era davvero divertente stare nel ring insieme a loro. Erano due grandissimi atleti. Sono diventati famosi entrambi qui negli Stati Uniti ed anche in Inghilterra. Mi mancherà molto quel ragazzo, era davvero forte. Auguro buona fortuna alla sua famiglia e che Dio benedica la sua anima

Howard Finkel (Ring announcer WWE)
Certamente Davey Boy insieme a Dynamite Kid impersonificava la coppia nel wrestling quando sono arrivati nella WWE a metà degli anni 80. Non c'era altra coppia come i British Bulldog in quel periodo. Era anche un talentuoso wrestler nei match di singolo e fuori dal ring era una persona cordiale e divertente. Era molto simile a Owen Hart sotto quel punto di vista, una persona sempre felice, sempre contenta. Ci mancherà davvero molto. Personalmente, uno dei momenti più belli che ricordo è stato annunciare la sua vittoria su Bret Hart a Summerslam 1992 davanti a 85.000 persone nello stadio di Wembley quando conquistò il titolo intercontinentale davanti al suo pubblico

Jimmy Korderas (Arbitro WWE)
Era un bravo ragazzo. Era molto semplice lavorare con lui. Naturalmente era anche uno che andava giù pesante con gli scherzi nel backstage. Faceva sempre qualcosa che ti faceva ridere. I suoi scherzi spesso facevano restare male le altre persone ma quando lo scherzo era finito tutto era a posto. Sicuramente uno dei più forti atleti mai avuti nel mondo del wrestling. E' tristissimo vederlo andarsene via in età ancora così giovane. Mi mancherà molto.

Harvey Wippleman (Ex Manager, Road Agent WWE)
Davey era un mio carissimo amico. Era una delle persone più divertenti che abbia mai conosciuto in vita mia. Lo conoscevo da tantissimi anni e per quanto mi riguarda posso dire senza problemi che era una bravissima persona

Brooklyn Brawler
Conoscevo Davey da probabilmente 20 anni. Ho lottato con lui almeno una cinquantina di volte. Mi divertivo a fare del wrestling con lui. Era facile e sicuro stare nel ring. Era uno degli atleti più forte che abbia mai calcato un ring della WWE secondo me. Era una brava persona dopotutto. Penso che mancherà molto a tutti noi.

Bradshaw
"Io non faccio scherzi e non mi piace che me ne vengano fatti". Questo era Davey Boy, uno dei più grandi autori di scherzi nella storia del wrestling. Lui ed Owen si sfidavano su questo campo. Si facevano scherzi a vicenda oppure facevano scherzi e davano la colpa all'altro. "E' stato Owen, deve essere stato per forza lui". Era sempre colpa di Owen secondo Davey. Owen poteva anche essere a lavorare in Giappone ma lui dava sempre la colpa a lui. Il suo credo era questo: "Io non faccio scherzi perchè non mi piace che mi facciano scherzi". Questo diceva ogni volta che qualcuno lo accusava di avere fatto uno scherzo. Amava talmente tanto fare gli scherzi che quella volta che durante il pay per view in North Carolina il temporale fece saltare la luce alcuni nel backstage pensavano che lui avesse qualcosa a che fare con quel black out. Appena andò via la luce alcuni ragazzi nel backstage dissero: "Dov'è Davey?". Mi piaceva molto quel ragazzo e mi dispiace che se ne sia andato. Era un piacere stare insieme a lui perchè ti faceva sempre divertire.

 

setstats 1