Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
  Stampa pagina

TWC - War of Change II
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 03/06/2016, 20:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Immagine


Le immagini ci mostrano l'interno del backstage dell'Husky Stadium di Seattle dove, tra addetti ai lavori che scherzano e ridono, fervono i preparativi per War of Change, il PPV targato TWC, giunto alla seconda edizione, che tra pochi istanti andrà in scena. Le immagini però cambiano è da un clima gioioso e festoso ci spostiamo a clima tetro e cupo visto che viene inquadrato una stanza quasi tutta buia, quasi per via di un po di luce che ci mostra una figura che si riesce a capire essere quella del tedesco Christophorus Schmidt.

Immagine


CS: Benvenuti nel Lato Oscuro. Il giorno del giudizio è finalmente arrivato, io e altri quattro uomini fra poco saliremo sul ring e daremo vita ad una vera e propria guerra. In palio c'è la chiave che aprirà le porte per il paradiso, mi sto riferendo al Medal of Honor, l'unico vero anello che conta possedere in questo mondo.

Schmidt ridacchia malignamente.

CS: Manson, Moon, Edwards e BBB sono sicuro che supereranno il loro limiti ma io farò anche oltre, pur di mettere l'anello al dito sono pronto a strapparmi il cuore dal petto e gettarlo oltre il fottuto ostacolo, come si suol dire in questi casi.
Vincerò l'anello e dallo stesso istante diventerò la spada di Damocle ma la domanda sarà sopra quale testa, quella di Leon Black o di Sigfried Jaeger?
Diventerò il loro incubo ricorrente, non potranno fare nulla in totale sicurezza visto che sarò come un'ombra costantemente appiccicata a loro e quando sarà il momento adatto strapperò dalle loro mani il TWC World Heavyweight Title.

Stavolta il ridacchiare si trasforma in risata maligna.

CS: Non sono uno sprovveduto e so che le cose possono andare male, ovviamente sarò io a vincere il Ladder Match ma se le cose malauguratamente non dovessero andare bene Indoor War avrà un tedesco in meno.
Ci tengo a precisare che questo non è un addio perchè vi terrò aggiornati su News from Indoor War, semplicemente per un periodo di tempo indeterminato non mi vedrete nel corso delle puntate del già incitato Indoor War, ritornerò solo quando i tempi saranno maturi.
Ora andate, è tempo di prepararsi alla guerra.

Le immagini sfumano qui.


/----------------------------------------------/



ImmagineImmagine

Introdotto dalla sua musica d'ingresso, le cui note trionfanti echeggiano all'interno dell'intera arena, fa il suo ingresso uno dei membri del Consiglio d'Amministrazione della TWC, Matthew J. Truman, accompagnato dalla moglie, Melania Truman: il magnate, che tiene stretta la mano destra "The Flame-haired Femme Fatale", indossa un elegante giacca nera, sotto la quale emerge una cravatta rosso brillante, adagiata sulla candida camicia bianca; il suo volto è segnato da un sorriso compiaciuto, mentre con la mano sinistra saluta festosamente il pubblico, che ricambia sommergendolo di fischi, rilasciando qualche apprezzamento verso l'affascinante Melania Truman, che, indossando un lussuoso abito nero e un paio di stivali dorati, il braccio sinistro tenuto rigido lungo il fianco, tiene il capo chino, mostrando un'espressione seria. La coppia più glamour del mondo percorre la rampa d'accesso come se fosse una passerella e dopo una lunga marcia trionfale, arrivano presso il ring e, con l'assistenza dell'arbitro che dirigerà il prossimo incontro, fanno il loro ingresso al centro del quadrato; Matthew J. Truman saluta ancora il "proprio" pubblico, riceve altri fischi, dunque, ancora sorridente, si sistema presso uno dei lati del ring in compagnia della moglie, mentre sull'arena torna nuovamente il silenzio.


Immagine

Accompagnato dalla sua ormai famigeratamente nota musica d'ingresso, ecco che sullo stage fa capitolino "The Destroyer" Tyler Nolan! L'ex campione di Arti Marziali Miste, immediatamente sommerso dai fischi del TWC Universe, compare attraverso svariati fasci di fumo, mostrando uno sguardo piuttosto rabbioso e tenendo le braccia conserte; sistematosi al centro dello stage, il capo chino, d'un tratto solleva le braccia e le allunga verso l'alto, entrambi i pugni serrati, mentre il cielo si dipinge di rosso e blu, e l'arena viene investita dal rumore assordante dei fuochi d'artificio! Matthew J. Truman applaude vigorosamente il proprio pupillo, gridandogli anche frasi d'incitamento, mentre questi, percorsa la lunga rampa d'accesso, raggiunge il ring, dopodiché fa finalmente il suo ingresso all'interno del quadrato: dopo un'energica stretta di mano e un abbraccio col suo protettore, Tyler Nolan, tenendo un'espressione dura sul viso, sale su uno dei quattro paletti e alza al cielo le braccia, venendo nuovamente sommerso dai fischi del pubblico, dunque s'accentra e, dopo aver tirato qualche devastante pugno contro l'aria, si ferma, lo sguardo dritto verso lo stage nell'attesa dell'arrivo del suo avversario.


Immagine

Accompagnato dalla celeberrima canzone "Power to the People" del compianto John Lennon, l'ex membro del Consiglio d'Amministrazione della TWC Bernie Cruz fa capitolino sullo stage, accolto festosamente dal pubblico; l'anziano signore saluta e ringrazia, mentre alcune lacrime gli sfuggono, rigandogli le guance paffute, scivolando lungo le verruche, testimonianza della sua età e della sua saggezza. Bernie Cruz fa qualche passo, sotto lo sguardo vigile e strafottente di Matthew J. Truman, che sul ring ridacchia con la permanentemente seria Melania, dunque si ferma e indica l'ingresso all'arena...


Immagine

"The Star" Samuel Nolan appare dunque sullo stage, accolto dall'entusiasmo degli appassionati che affollano lo stadio: il fratellastro di Tyler si guarda attorno, la bocca è leggermente aperta, lo sguardo perso, quando ecco che viene raggiunto dalla mano amica di Bernie Cruz, che gli dà un'affettuosa pacca sulla schiena, massaggiandogli poi le spalle; Samuel Nolan respira profondamente, si lascia sfuggire un sorriso, lo sguardo intercetta quello dell'avversario e subito l'atmosfera cambia, la tensione sale, la rabbia s'accresce, come testimoniano le mani, prima aperte, ora invece serrate. Seguito un po' goffamente dal suo manager, Samuel Nolan percorre la rampa d'accesso, incitato costantemente dal pubblico, dunque raggiunge il ring e sale all'interno di esso, andando poi subito faccia a faccia con Tyler: per la prima volta nella storia della TWC due fratelli, prima compagni d'avventura, ora nemici, si affronteranno all'interno di un ring di wrestling. L'atmosfera è incandescente, sia Bernie Cruz sia Matthe J. Truman si accostano ai loro protetti, quando ecco che i due cominciano a discutere, scambiandosi anche insulti tant'è che l'arbitro è costretto ad intervenire e dividere le due parti; in un angolo c'è ora Samuel, nell'altro Tyler, mentre Cruz e Matthew, insieme a Melania, si trovano sotto il ring, da dove continuamente parlano ai loro talenti, scambiandosi anche, di tanto in tanto, alcune frecciatine. Fra l'entusiasmo del pubblico, l'arbitro può finalmente dare il via alla contesa!

SINGLES MATCH:
Tyler Nolan vs. Samuel Nolan


Immagine


Samuel e Tyler sono faccia a faccia, gli occhi di ciascuno immersi in quelli dell'altro, gli sguardi fulminanti, l'atmosfera incandescente, mentre il pubblico è in larghissima parte a favore di "The Star". "The Destroyer" rivolge qualche parola contro il fratello, che rimane impassibile, entrambe le mani ben serrate, finché l'ex campione di Arti Marziali Miste gli sputa in faccia, dritto nell'occhio destro! Samuel Nolan scuote leggermente la testa, il respiro è profondo, dunque parte attacco con un potente pugno, che viene però parato dal fratello, il quale sorride, scuotendo a sua volta la testa; "The Star" risponde immediatamente e con l'altra mano, la sinistra, lo colpisce in pieno volto! Comincia dunque una raffica devastante di pugni contro il fratello, che un po' goffamente prova a ripararsi fino ad essere costretto a chiudersi in un angolo; nonostante le esortazioni del direttore di gara, Samuel non lascia andare la sua preda, continuando a colpirlo un po' al volto, un po' al torace, 1... 2... 3... 4... A questo punto l'arbitro afferra "The Star" e lo trascina lontano dall'angolo, ricevendo poi il disappunto da parte di questi, mentre Tyler, fra i fischi del TWC Universe, scende dal ring e si rifugia presso Matthew J. Truman sotto lo sguardo sconsolato di Bernie Cruz, che scuote la testa. "The Star", dopo un'accesa discussione con l'arbitro, scende dal ring, raggiunge il fratello, il quale afferra il magnate, frapponendolo fra sé e Samuel; Truman diventa d'un tratto rosso, alza le braccia in aria, implorando pietà, poi afferra la moglie Melania e la usa come scudo umano! "The Star" rabbiosamente afferra la ragazza, impietrita, e la sistema alla sua destra... Tyler lo sorprende e lo colpisce con un pugno in pieno volto!! Mentre il magnate, insieme alla moglie, si allontana, "The Destroyer" si abbatte come una furia contro il fratello, che faticosamente prova a rialzarsi, colpendolo ripetutamente alla schiena; lo afferra, lo solleva e lo schianta verso il tavolo dei commentatori!!

Immagine

Samuel Nolan vola oltre la postazione di commento, andando a sbattere violentemente contro la sedia di Jacob Price, che, capendo quanto sarebbe successo, si era allontanato qualche istante prima. "The Star" è immobile, a terra, il pubblico si è ammutolito, sopraggiunge anche il direttore di gara, che tempestivamente si appresta delle condizioni del lottatore di origini africane, quando ecco che qualcuno lo afferra per la spalla destra e lo spinge via: Tyler Nolan, incitato a gran voce e applaudito a distanza da Truman, afferra il fratello per la testa, lo solleva e ora lo sbatte contro le balaustre fra le grida dei fan! Arriva nuovamente l'arbitro, che strattona Tyler, ordinandogli di tornare sul ring; questi lo fulmina con lo sguardo, ma il direttore di gara non desiste tant'è che Matthew J. Truman è costretto ad intervenire, invitando in malo modo l'arbitro a tacere. Nel frattempo continua la distruzione da parte dell'ex MMA contro il fratello Samuel, che viene lanciato prima ancora una volta contro le balaustre, poi contro i gradoni d'acciaio, generando un tremendo e assordante boato che investe l'intera arena. Fatto ciò, Tyler getta il nemico all'interno del quadrato, dunque, fra lo stupore generale, si impossessa di un microfono, strappandolo violentemente dalle mani di una terrorizzata Jessica Rose.

TN: Queste cazzo di regole mi hanno rotto i coglioni, ne ho abbastanza, cazzo! Il mio nome è Tyler Nolan, "The Destroyer", "The Ultimate Fighter", "The Dominator", "The Massive Organism", il solo e unico vero uomo di quest'arena e di questo cazzo di mondo di checche e femmine inutili; voi e le vostre regole potete andare a fare in culo, d'ora in avanti si farà a modo mio, da questo momento in poi non ci saranno regole, da adesso questo match è No Disqualifications!

Il pubblico accoglie l'annuncio con un boato, l'ex campione di Arti Marziali Miste getta a terra il microfono e, fra le urla dell'arbitro, che costantemente scuote la testa, evidentemente contrario all'annuncio appena fatto, si impossessa di una sedia d'acciaio; interviene nuovamente Matthew J. Truman, che ha un'accesa discussione col direttore di gara, dicendogli, in qualità di membro del Consiglio d'Amministrazione della TWC, che questo match sarà senza squalifiche; arriva anche Bernie Cruz, comincia un battibecco fra i due ex colleghi, mentre Tyler Nolan alza al cielo la sedia d'acciaio e colpisce ripetutamente i gradoni d'acciaio, dunque, lentamente, sale sul ring, attende che l'avversario si rialzai e, una volta che questi si è quasi rimesso in piedi, va all'attacco, ma "The Star" lo anticipa, lo placca e lo porta all'angolo, dove con la spalla comincia a colpirlo al torace! Mentre Matthew J. Truman, Bernie Cruz e l'arbitro continuano a bisticciare animosamente all'esterno del quadrato sotto lo sguardo impassibile della moglie Melania, Tyler Nolan è intrappolato in uno dei quattro angoli del quadrato, dove sta subendo la manovra offensiva di Samuel, il quale colpisce il fratello senza pietà con una serie di pugni devastanti e con alcune micidiali testate, finché, in qualche modo, l'ex MMA riesce a bloccare un colpo del rivale e prima che questi possa reagire, gli sferra una manata dritto nell'occhio destro! "The Destroyer" ansima, si tocca la fronte, poi, digrignando i denti, si abbatte contro il fratello, che si trova dolorante al centro del ring, entrambe le mani poste sull'occhio ferito; gli va addosso con una ginocchiata, Samuel, però, si scansa, con una tremenda gomitata colpisce Tyler, lo afferra ed esegue una bellissima spin-out powerbomb!!

Immagine

"The Star", ansimante, osserva il nemico a terra, dunque lo copre; Bernie Cruz, accortosi di quanto successo, invita l'arbitro a tornare sul ring ed eseguire il conteggio, ma questi viene afferrato per il braccio da Truman; Bernie Cruz, scuro in volto, grida contro il magnate, che però mantiene la presa nonostante i tentativi di fuga da parte dell'arbitro, poi lo spinge in avanti!! Matthew J. Truman è su tutte le furie, minacciosamente va faccia a faccia col suo ex collega, poi però la sua attenzione si sposta su quanto sta accadendo all'interno del quadrato, 1... 2... NO!! Tyler Nolan ha afferrato con la mano sinistra la corda più bassa prima del fatidico conto di tre, quindi è salvo! Il magnate, improvvisamente dimenticatosi dell'affronto subito, alza la testa al cielo, mettendosi entrambe le mani sui capelli e tirando un lungo respiro di sollievo, mentre Bernie Cruz, allontanatosi, annuisce, applaudendo e spronando il suo pupillo. Tyler Nolan è a terra, Matthew J. Truman grida, ora batte il tappeto del ring con entrambe le mani, mentre Samuel Nolan sferra un calcio sulla carcassa pressoché immobile del fratello; dopodiché, mentre si prestava a studiare la prossima volta, il suo sguardo viene rapito da un oggetto, la sedia d'acciaio. "The Star" la osserva, immobile, si avvicina ad essa, poi si ferma... Truman gli grida contro, insultandolo, poi sula sull'apron-ring, inveendo a gesti contro di lui e anche contro l'arbitro; Samuel lo squadra minaccioso, poi con uno scatto gli si avvicina e prova ad acciuffarlo, ma il magnate riesce a sfuggirgli, saltando fuori dal ring e prendendosi poi beffe del lottatore di origini africane, che lo tiene ora costantemente sott'occhio...

Immagine

... TYLER NOLAN LO COLPISCE ALLE SPALLE CON LA SEDIA D'ACCIAIO!! Samuel Nolan digrigna i denti mentre lentamente cade, la testa ora adagiata sulla prima corda, privo di sensi; Tyler Nolan lo trascina al centro del ring, gli gira ora attorno brandendo minacciosamente quello strumento di tortura, quindi, fra le urla di giubilo di Truman e il silenzio di Cruz, comincia a colpirlo ripetutamente alla schiena, una, due, tre, quattro, cinque, sei volte!! Samuel Nolan stramazza al suolo, il pubblico è ammutolito, chi con lo sguardo perso, chi invece con le mani sugli occhi per non assistere a questa straziante scena, anche l'arbitro sembra sentirsi impotente, mentre Tyler Nolan alza al cielo la sedia d'acciaio: l'oggetto è ammaccato, irriconoscibile; l'ex MMA, tenendo l'arma in alto, fa il giro del quadrato, dunque violentemente la getta lontano sulla rampa d'accesso, si inginocchia dinnanzi alla carcassa di Samuel Nolan, solennemente lo copre, 1... 2... NO!! "The Star" alza il braccio destro prima del fatidico conto di tre! Matthew J. Truman con un pugno batte contro il tappeto, mentre Cruz assiste in silenzio; Tyler Nolan, lanciato uno sguardo minaccioso contro l'arbitro, scende dal ring, afferra una sedia e la lancia sul quadrato, ne prende una seconda e fa lo stesso, una terza, una quarta, una quinta... così finché il tappeto del ring è ricoperto da un cumulo di sedie; sul volto di Truman aleggia un sorriso compiaciuto, mentre il suo protetto torna sul quadrato, ammucchia le sedia al centro di esso, quindi va verso Samuel, che faticosamente prova a rialzarsi; "The Destroyer" scuote la testa, lasciandosi sfuggire un sorriso, invita il nemico ad alzarsi in piedi, lui si aggrappa al torace del fratello e prova a colpirlo a sorpresa con un pugno, ma Tyler agevolmente si scansa; dopodiché lo solleva e lo colpisce con un LOW BLOW, dopodiché connette con una SUNSET FLIP POWERBOMB SULLE SEDIE!!

Immagine

1... 2... NO!! SAMUEL NOLAN RESISTE! 1... 2... NO! Tyler Nolan lancia un'occhiata minacciosa all'arbitro, con un pugno sbatte violentemente contro il tappeto del ring, dunque per la terza volta consecutiva copre l'avversario, 1... 2... NO! Samuel Nolan resiste, ancora! Matthew J. Truman, che sta seguendo spasmodicamente queste fasi dell'incontro, rivolge qualche parola contro il direttore di gara, poi comincia a spronare "The Destroyer", il quale, preso un profondo respiro, prima si alza in piedi, poi, tiratogli contro un calcio al costato, si allontana da Samuel, posandosi presso uno dei quattro angoli, forse desiderosi di prendere riposo; "The Star" stramazza al suolo, quando ecco che d'un tratto, lentamente, faticosamente, comincia a rialzarsi: il pubblico è tutto dalla sua parte, Bernie Cruz, ricomparso il sorriso sul suo volto, applaude, battendo poi sul tappeto, Tyler Nolan scuote la testa, lanciando contro il fratello sguardi velenosi e prima che potesse rimettersi in piedi, lo afferra, lo solleva e lo lancia contro uno dei quattro angoli del quadrato; Samuel impatta dolorosamente con la schiena, su cui notiamo solo ora vistose ferite e alcuni lividi, viene poi immediatamente raggiunto da Tyler, che gli va addosso con un braccio teso! Dopodiché lo schiaffeggia, poi lo stringe alla gola con la mano destra!! L'arbitro, chiamato a gran voce da Bernie Cruz, interviene, ordina al lottatore di Washington affinché lascia la presa, ma questi continua imperterrito, anche quando il direttore di gara gli afferra il braccio, cercando di allontanarlo... Tyler rabbiosamente lascia la presa, spingendo via l'arbitro, poi tira un pugno contro Samuel, che riesce a pararglielo; sguardi di fuoco fra i due... Samuel gli sputa in faccia... LOW BLOW!! Colpo basso da parte di Samuel contro il fratello, che stramazza ora al tappeto, cade anche "The Star"; strisciando faticosamente, "The Star" si porta sull'apron-ring, afferra le corde, Tyerl faticosamente si sta rialzando... Springboard Flying Forearm Smash!!

Immagine

L'ex campione di Arti Marziali Miste è nuovamente a terra, al centro del quadrato, Samuel in ginocchia davanti alla carcassa del fratello ansima, il volto ormai divenuto una maschera di sudore, si guarda attorno, vede Bernie Cruz che lo applaude, dall'altra parte c'è Truman che agita nervosamente le mani, scuro in volto, tutt'attorno c'è il pubblico che lo sprona alla vittoria; dopo qualche attimo di disorientamento, quasi su incitamento dello stesso arbitro, che è rimasto lì a fissarlo anch'esso in tensione, copre finalmente l'odiato fratello, 1... Bernie Cruz è indeciso fra il guardare e il coprirsi gli occhi nell'attesa del verdetto da lui tanto bramato... 2... fra il pubblico cala improvvisamente il silenzio, un silenzio sovrumano che avvolge uno stadio in cui ci sono più di settantamila tifosi, chi con le mani fra i capelli, chi appiccicate sulla bocca, tutti muti, in attesa, un'estenuante attesa... 3!! NO!! Per un attimo c'è solo silenzio, confusione, quando poi ecco che un po' tutti, chi più, chi meno, realizzano quanto successo: Matthew J. Truman con un balzo ha raggiunto il ring scivolando difficoltosamente sotto la prima corda e, qualche istante prima che la mano dell'arbitro battesse il tappeto per la terza fatidica volta, si è scagliato contro di lui. Ora vediamo i due ammassati a terra, col magnate che, mordendosi le labbra, picchia il direttore di gara, tirandogli pugni sulla testa e raffiche di schiaffi, mentre questi si protegge avvolgendo la nuca fra le braccia; Matthew J. Truman, ansimando, si rimette in piedi, afferra l'arbitro per il colletto della camicia e lo scaraventa fuori dal quadrato quasi prima che questi potesse realizzare quanto stesso succedendo. Fra il disappunto del pubblico, il magnate, sorridendo, si sfrega le mani, poi si volta... e davanti a lui si trova Samuel Nolan! Truman ha ora la bocca spalancata e non fa in tempo ad alzare le braccia che il lottatore lo afferra per la cravatta, avvicinandolo a sé e fulminandolo con uno sguardo minaccioso tant'è che il magnate comincia a tremare... Melania sale sul quadrato, raggiunge un sorpreso Samuel e... gli tira un ceffone!! "The Star", la cui guancia è divenuta subito rossa, lascia andare il magnate, concentrandosi ora sulla donna, lo sguardo è ancora avvelenato, forse di più...

Immagine

... Tyler Nolan si scaglia contro il fratello, il quale, voltatosi, si scansa all'ultimo istante, e colpisce accidentalmente un'immobile Melania Truman con la sua mossa risolutiva!! Il pubblico s'ammutolisce, il volto di Matthew Truman diventa d'un tratto pallido, Tyler Nolan è in piedi, immobile dinnanzi alla carcassa di Melania, apparentemente priva di sensi; l'ex MMA tende lentamente la mano verso la giovane, poi la ritrae, si volta verso il magnate, che, le mani fra i capelli, osserva la scena, tenendosi lontano, anch'esso immobile. "The Destroyer", che si era precedentemente inginocchiato, ora si rimette in piedi arretra di qualche passo, tenendo il volto su Melania Truman, ecco che viene afferrato alle spalle...

Immagine

... Samuel Nolan esegue una Double Underhook Reverse Facebuster ai danni del fratello! Il pluricampione del mondo di Arti Marziali Miste è steso al centro del ring; Matthew J. Truman serra i pugni, digrigna i denti, mostrando un'espressione patetica, ora buffa ora spaventosa, e comincia a colpire il lottatore africano alla schiena! Samuel Nolan, per nulla indebolito dai pugni del magnate, sospira, quando ecco che interviene Bernie Cruz, che blocca il rivale; questi, stizzito, lo spinge e come risposta riceve uno schiaffo! Sotto lo sguardo perplesso di Samuel, Truman, rosso in volto, afferra Cruz per l'orecchio, stringendoglielo, questi allora lo prende per i capelli; urlando, il magnate lascia la presa, lo stesso fa Bernie Cruz, che poi gli si scaglia addosso e lo colpisce goffamente con una raffica di pugni!! I due ex colleghi, colpendosi reciprocamente, finiscono fuori dal ring, dove, fra il tifo del pubblico, continua la rissa, sotto lo sguardo di Samuel Nolan, che dal ring osserva la scena, un po' divertito, un po' incredulo...

Spoiler:
ImmagineImmagine

... ATTENZIONE!! I FRATELLI POWELL ATTACCANO ALLE SPALLE SAMUEL NOLAN!! Max sferra una devastante gomitata al capo contro "The Star", poi, una volta messo a terra l'avversario, insieme a Maximilian comincia a colpirlo ripetutamente con calci e pugni! Il pubblico fischi rumorosamente e incessantemente, mentre i due continuano questo brutale pestaggio; Maximilian appare, come al solito, sorridente, divertito nel prendere a calci l'"uomo nero", mentre Max farnetica, grida, inveisce contro Samuel Nolan, lanciandogli di tanto in tanto ciocche dei suoi capelli per poi sputargli addosso!

ImmagineImmagine

... ecco che sullo stage compaiono Gus Anderson e Gary Smith! I fratelli Powell, essendosi accorti del loro arrivano, interrompono il pestaggio, mentre i loro avversari riservano loro sguardi di fuoco; Max ha la bava alla bocca, Maximilian, sorridente, mostra ora il dito medio contro Smith e Anderson, che dunque si catapultano sul ring: scoppia la rissa! Con una spallata Gus Anderson mette immediatamente KO Maximilian, che scivola poi fuori dal quadrato; nel frattempo Max riesce ad avere la meglio su Gary Smith nonostante la tenacia da parte di questi, quindi si ritrova faccia a faccia col possente Anderson: sguardi di fuoco da parte di quest'ultimo, Max lo studia attentamente, poi va all'attacco; inizialmente ha la meglio, riuscendo a chiuderlo in un angolo, dove comincia a colpirlo con schiaffi, pugni, poi gli sputa addosso, bestemmiando e inveendo contro di lui, il quale finalmente reagisce e, dopo averlo sollevato in aria, lo getta in avanti; Powell si rialza immediatamente, ora gli va addosso, ma viene subito bloccato...

Immagine

... German Suplex! Max Powell è a terra! Gus Anderson spalanca minacciosamente la bocca, mostrando i denti, ricevendo la piena approvazione da parte del pubblico, che comincia ad applaudirlo, entusiasta; arriva Maximilian, che, ora rabbioso, gli va addosso con un braccio teso, Anderson evita e poi lo butta fuori dal ring, di nuovo!

Immagine

... JONATHAN KAWALSKY!! Il caporale compare alle spalle di Gus Anderson e lo asfalta, colpendolo ripetutamente con un manganello! Interviene Gary Smith, che però viene immediatamente colpito con l'arma alla testa!! L'uomo col papillon e a terra, KO, al suo fianco c'è Gus Anderson, mentre Kawalsky, brandendo il manganello, sale sulla terza corda, ricevendo i fischi di tutta l'arena, a cui reagisce sorridendo beffardamente...

Immagine

... ATTENZIONE!! LE LUCI SI SPENGONO!!



TITATRON ha scritto:
Immagine

O antico Spirito immortale, padre puro
della bellezza, della grandezza e della verità,
scendi, rivelati e abbagliaci come il lampo
con la tua gloria, sulla terra e il cielo che t'appartengono.


Immagine

Nel correre, nel lottare e nel lanciare,
risplendi nell'istante supremo in questi nobili spazi
e incorona con il ramo sempreverde
e rendi il corpo degno e d'acciaio,
e rendi il corpo degno e d'acciaio.


Immagine

Pianure, montagne e mari splendono con te
come un grande tempio bianco e rosato
e accorrono a questo tempio, i tuoi pellegrini,
e accorrono a questo tempio, i tuoi pellegrini,
sono tutte le Nazioni, oh antico Spirito immortale,
sono tutte le Nazioni, oh antico Spirito immortale.


Immagine



Il silenzio del pubblico viene rotto dalle trionfanti note dell' Ύμνος εις την Ελευθερίαν, l'Inno alla Libertà, ovvero l'inno nazionale della Repubblica Ellenica nonché dello Stato Cipriota.

Immagine

Tra sei fasce di scintille fa dunque il suo ingresso in scena "The Greek Magnificence", The Great Alexandre! Dinnanzi all'inatteso ritorno del lottatore proveniente dalla Grecia, il pubblico risponde molto positivamente, riservandogli cori d'approvazione e tanti, tantissimi applausi. The Great Alexandre è fermo sullo stage, si guarda intorno, poi volge la propria attenzione sul ring, dove un rabbioso Kawalsky gli sta lanciando sguardi di fuoco, invitandolo poi a raggiungerlo; "The Greek Magnificence" corre lungo la rampa d'accesso e scivola all'interno del quadrato, dove riceve immediatamente l'offensiva da parte del caporale, il quale gli si getta contro tentando di colpirlo col manganello, The Great Alexandre evita, lo abbranca attorno alla vita ed esegue uno straordinario German Suplex!

Immagine

Jonathan Kawalsky impatta violentemente al suolo, dopodiché scivola fuori dal quadrato, dove The Great Alexandre comincia a festeggiare, quando ecco risorgere Max Powell, che gli si fa avanti con atteggiamento minaccioso; "The Greek Magnificence" anticipa le mosse dell'avversario e lo stende con un potentissimo braccio teso!!

Immagine

Euforico, The Great Alexandre allarga le braccia, ricevendo gli applausi di gran parte dell'arena; lui sorride, annuendo e ringraziando la folla, che improvvisamente comincia a rumoreggiare, ora si volta...

Immagine

... THE ULTIMATE ACT!! Tyler Nolan sorprende il lottatore greco con una devastante spear!! Sull'arena cala immediatamente il silenzio, mentre "The Destroyer" col piede caccia via dal ring "The Greek Magnificence", lanciando poi sguardi avvelenati verso il pubblico, digrignando i denti, serrando i pugni, rosso in volto; ora c'è un sussulto fra il pubblico, l'ex MMA sbuffa, si volta, trovandosi faccia a faccia con Samuel Nolan: scuote nervosamente la testa, lo addita, urlandogli contro, lui, però, rimane impassibile, dunque Tyler parte all'attacco e tira un pugno contro il fratello, che lo evita...

Immagine

... PELE' KICK! Tyler Nolan barcolla, stordito, poi cade a terra; la carcassa del fratello si trova al centro del quadrato, Samuel è aggrappato alle corde, faticosamente si tira su e, fra le urla di Bernie Cruz, che si trova al suo angolo, sale sulla terza corda...

Immagine

... FROG SPLASH!! Samuel copre Tyler, Bernie Cruz trascina sul ring l'arbitro, 1... 2... 3!! SAMUEL NOLAN HA VINTO!! SAMUEL HA SCONFITTO TYLER!! BERNIE CRUZ HA AVUTO LA MEGLIO CONTRO MATTHEW TRUMAN!! Fra il clamore del pubblico, Bernie Cruz con uno scatto raggiunge il ring, ricongiungendosi col suo assistito e, dopo una stretta di mano, un abbraccio, insieme festeggiano; vengono poi raggiunti da Gus Anderson, che sorregge un dolorante Gary Smith; infine arriva The Great Alexandre e insieme, tutti e cinque, festeggiano, sotto lo sguardo confuso di Matthew J. Truman, che, seduto a bordo ring, sorregge la moglie Melania, ancora priva di sensi, mentre Tyler, seguito dai Powell e da Kawalsky, si allontanano fra gli insulti dell'arena. Sul ring invece è festa!


Ultima modifica di Il capitano il 04/06/2016, 13:15, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change II
MessaggioInviato: 03/06/2016, 20:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Immagine


Bentornati live dall'Husky Stadium di Seattle per questo War Of Change! Le immagini ci portano nel backstage dove troviamo Ally Sullivan pronta a ricevere la sua prossima ospite.

Immagine


Ally: Ladies and gentleman, please welcome my guest at this time: Samantha Hart!

Una salva impressionante di fischi si solleva dallo stadio mentre una sorridente e compiaciuta Samantha Hart compare nell'inquadratura.

Immagine


Samantha: Ehilà.

Ally: Samantha, tra poco affronterai Alice Angel in quello che è il vostro debutto in ring a War Of Change, e ieri nella prima puntata della seconda stagione di How I Met You Samy hai deciso di mettere in palio la tua title shot al FWP World Women's Championship. Cosa ti ha spinto a mettere a rischio questa tua title shot?

Samantha: Di quale rischio stai parlando?

Ally: Del rischio di mettere in palio una title shot che è già tua e che in caso di sconfitta verrebbe assegnata ad Alice Angel...

Samantha: Eh eh eh, ma allora non c'è alcun rischio visto che le possibilità che Alice Angel mi batta sono pressapoco zero! Vedi Ally, io sono The Best In The Twelve Universes, sono un qualcosa di assolutamente unico e quindi posso permettermi di cacciarmi in una situazione in cui ho tutto da perdere, poiché è assolutamente impossibile che poi, nei fatti, io perda.

La ragazza ridacchia.

Samantha: Alice Angel al contrario è caduta vittima dei miei mind games, e si è infilata in una situazione in cui ha tutto da vincere, e quando alla fine perderà la sua caduta sarà ancora più rumorosa, e per me, l'artefice della sua disfatta, sarà una goduria vederla fallire e annaspare nella sua mediocrità.

Ally: Non ti sembra che questa eccessiva sicurezza possa poi portarti a una sconfitta? D'altronde è già capitato a FWP Glorious Revolution con Elektra Kellis ed a TWC Alpha Horizon con Ayum...

Ma ecco che Samantha prende di forza per le bretelle del vestito Ally Sullivan e le si para faccia a faccia con espressione dura, scatenando i fischi del pubblico.

Samantha: Quelle due sconfitte sono state delle casualità, delle semplici e pure casualità derivate dal mio stato mentale all'epoca, stato che ne tu, ne quella stucca-cazzi di Alice Angel, ne i coglioni che pullulano in questo roster e ne quei cazzoni del pubblico possono conoscere e quindi giudicare.

Altri fischi arrivano dallo stadio.

Samantha: Nessuno di voi conosce la pressione psicologica a cui sono stata sottoposta in quel periodo da parte di quella stronza di Rachel Fortuna, nessuno di voi sa che peso sulle spalle mi portavo ogni volta che entravo in quel ring e nessuno di voi sa i ricatti e le minacce con cui ho dovuto convivere!

La Hart Princess lascia l'intervistatrice e, con un mezzo sorriso, le sistema il vestito.

Samantha: Ma adesso tutto ciò non c'è più. Rachel Fortuna è rintanata a succhiare cazzi chissà dove, la mia vendetta contro Kid The Wizard si è consumata a Path Of Legends quando l'ho castrato in mondovisione e l'ho condotto verso la sua più bruciante sconfitta, e tutti i vincoli che mi legavano a cazzate extra-wrestling ormai sono dissolti. Adesso ci sono solo io e quel ring, e stai pur certa Ally che questa sera distruggerò Alice Angel per poi concentrarmi su ciò che è mio di diritto, ovvero il trono di regina del pro-wrestling!

Un sorriso beffardo si dipinge sul viso di Samantha Hart.

Samantha: Questa sera quel trono verrà conteso da quattro usurpatrici, quattro topi che hanno ballato fin troppo quando il gatto non c'era! Ma adesso la pacchia è finita... A Berlino nel prossimo spacial della TWC io affronterò chiunque uscirà vincitrice da quel match, e se sarà Elektra Kellis allora potrò divertirmi a staccarle il braccio e vendicare l'affronto che mi fece lo scorso novembre, se sarà Lucy Fisher le tapperò la fica a furia di VagStomps solo per fare uno sfregio a quel coglione che se la scopa, se sarà Ayumi Haibara vendicherò la sconfitta di Alpha Horizon e la sevizierò con tutta la cattiverà che ho in corpo facendole capire chi è The Angel Of Violence, e se sarà Brunild Wagner allora mi divertirò a umiliarla davanti i coglioni nazisti del suo paese di origine!

Ally: Credevo che con la Brudershaft Der Krahe Incorporated e di conseguenza con Brunild Wagner conservassi un bel rapporto visto la partnership nei Friends Of The Guardians...

Samantha: I Guardians Of Truth sono una creazione di Rachel Fortuna, creazione che è stata dissolta a Path Of Legends dalla mia ribellione e dal massacro che Chris Drake ha riservato a quei due portaborse. Di conseguenza i Friends Of The Guardians ora non contano più un cazzo per me, o meglio non contano platealmente più un cazzo visto che li ho sempre e solo esclusivamente usati per i miei scopi. Contratto di non-esclusività con cui io e Chris Drake dominiamo il panorama del pro-wrestling a dimostrazione.

Ally: A proposito di Chris Drake, abbiamo saputo che questa sera sua sorella Alisa Drake non lo accompagnerà nel ring per l'Extreme Falls Count Anywhere contro Jack Keenan, e sui social media sono partite speculazioni secondo le quali il rapporto tra i Drake Siblings si sta allentando per via del tuo riavvicinamento con Chris. Cosa ne pensi di questa situazione?

Samantha: Ho sentito Chris in settimana e mi ha detto che Alisa non lo accompagnerà poiché non vuole essergli d'intralcio visti i fatti dello scorso Indoor War, cosa che condivido visto che è solo colpa sua se il fratello si è beccato quella Pain Delivery sullo stage. La ragazza può avere anche buone intenzioni Ally, ma fondamentalmente è un'inetta, e infatti Chris in questi mesi ha avuto la meglio solo quando l'ho aiutato io. Prendi Path Of Legends dove l'ho praticamente reso The Conquerer Of Kid The Wizard's Streak, o prendi la puntata di Indoor War in cui gli feci trovare Jack Keenan hackerando il titantron, o prendi la scorsa puntata quando distraendo il coglione ho permesso a Chris di prendere il sopravvento su di lui, sopravvento perso solo quando Alisa è comparsa e gli ha fatto perdere tempo e concentrazione.

Ally: Quindi c'è qualche possibilità che questa sera tu intervenga in suo favore?

Samantha: Chi lo sa? Non scordiamoci che Jack Keenan lo scorso War Of Change mi piantò a terra con una Pain Delivery, e quindi avrei tutti i motivi del mondo per prenderlo a calci nelle palle stasera, ma allo stesso tempo non sono la balia di Chris e non ho chissà quale interesse nell'aiutarlo.

Ally: In molti però sostengono che questo vostro riavvicinamento possa nascondere un qualche legame affettivo.

Samantha: Cazzate.

Non appena finisce la frase l'attenzione di Samantha viene catturata da qualcuno alle spalle di Ally. La ragazza accenna un sorriso e l'inquadratura si allarga mostrandoci Chris Drake, Interpromotional World Wrestling Championship in spalla, con un mezzo sorriso in viso.

Immagine


The Predator raggiunge le due ragazze e si rivolge all'intervistatrice.

C.Drake: Ally... Potresti lasciarci un attimo da soli?

L'intervistatrice annuisce e lascia il set interviste. Chris e Samantha intanto si scambiano uno sguardo.

C.Drake: Ti piace prenderti i meriti eh?

Samantha: Lo adoro, e lo sai.

I due ridacchiano.

C.Drake: Pronta per il tuo match?

Samantha: Non c'è nemmeno bisogno di chiederlo. Tu piuttosto, senza la sorellina a fare da cheerleader ti senti pronto per The Most Anticipated Rematch in TWC History?

C.Drake: Sì. Con Ali abbiamo parlato di questa sua scelta, e se non se la sente di stare a bordo ring la capisco e rispetto la sua scelta. Tu però evita di chiamarla inetta, non lo è.

Samantha: Ah no? Prendersi una mazzata con Evie per uno scorretto posizionamento e farti prendere una Pain Delivery sullo stage sono gli highlight di questa sua Road To War Of Change.

C.Drake: Dimentichi che è stata lei a strappare il match da Jack Keenan per poi prenderlo a calci nelle palle.

Samantha: Non basta per considerarla degna di stare al tuo fianco.

Chris alza un sopracciglio.

C.Drake: E scusami, chi secondo te è degna di stare al mio fianco?

Samantha: 'Sto cazzo!

L'Interpromotional World Champion scuote la testa e ridacchia, mentre Samantha sorride in maniera compiaciuta.

C.Drake: Buona fortuna per il tuo match Samy, ci vediamo dopo.

Samantha: Buona fortuna anche a te, anzi in bocca al branco di lupi...

La ragazza sorride in maniera beffarda mentre Chris scuote la testa.

C.Drake: Crepi... Stronza.

The Predator si incammina verso il lato opposto lasciando una sorridente Samantha Hart che lo guarda allontanarsi.

Samantha: Speriamo che non faccia qualche cazzata delle sue...

La ragazza sospira e noi ci prendiamo un attimo di pausa.

/----------------------------------------------/


Il Pre-Show di War of Change II continua, con le telecamere che ci portano nella zona del ring allestita all'interno dell'Husky Stadium di Seattle. Tutto è pronto per un nuovo match.



Le luci nell'arena si spengono, per poi riaccendersi quasi subito e diventare di una tonalità verde scuro.

Immagine


Jane Murphy fa il suo ingresso sullo stage, accolta dalla reazione mista del pubblico. La ragazza fa qualche passo, poi si ferma ad osservare ciò che la circonda. Un sorriso compare sul suo volto. Passano alcuni secondi poi la ragazza sospira, avanzando verso il ring.

JR: Making her way to the ring! From Boston, Massachussets, she stands five feet and five inches tall, weighing one hundred and twentysix pounds, she is the Lioness: Jane Murphy!

La Leonessa sale sul quadrato, prende un rebound alle corde e poi comincia a saltellare in attesa della sua avversaria, guardandosi attorno con espressione seria.... Attenzione, improvviso calo di tensione, le luci vanno via! Cosa succede!? Jane si guarda intorno confusa...



Ma ecco che risuona una familiarissima theme al TWC Universe!

Immagine


Ed eccola, dalla figura si riconosce, è chiaramente LisaLisa, la quale danza fino a che non compare dietro di lei una enorme scritta "LISALISA", e poi la luce torna nell'arena! La giapponese fa il debutto col botto nel suo primo Match one on one negli Stati Uniti, qui a Seattle, e riceve una buona reazione per questa sua spettacolare entrata! La Araki raggiunge dunque il quadrato, concentrata del tutto sul Match che sta per lottare, e subito va faccia a faccia con la sua avversaria... questo si preannuncia essere un bel match! L'arbitro Simon DeJano è pronto a dare il via a questa contesa!

Single Match
Jane Murphy vs LisaLisa


Immagine


Lisa propone una stretta di mano a Jane. La rossa la osserva un attimo, poi la stringe con forza, bel gesto di rispetto accolto positivamente dal pubblico! La giapponese annuisce e si stacca, cominciando a girare attorno all'avversaria. LisaLisa propone un clinch. Jane si avvicina, ma poi sguscia sotto il suo braccio e prende la rincorsa alle corde. La Reina Perlada la stende con uno Shoulder Block. La Murphy si rialza velocemente ma subito viene rispedita a terra da una Clothesline. Lisa raggiunge Jane e tenta di afferarle un braccio, ma la Leonessa la colpisce da terra con un calcio al volto. Jane si rialza e prova un secondo calcio. Lisa si abbassa e lo schiva, poi va a segno con una gomitata al viso dell'avversaria. Serie di pugni che stordiscono Jane, poi Lisa prende di nuovo la rincorsa. Drop Toe Hold della bostoniana, che velocemente chiude una FaceLock. LisaLisa usa i gomiti prima per far leva e portarsi in ginocchio e poi per colpire duramente l'addome della Murphy, che è costretta a lasciare la presa. La Sorrow Bringer ruota rapidamente e chiude l'avversaria in una Armbar. Jane soffre e tenta di rompere la presa della giapponese senza successo. Dopo alcuni secondi di difficoltà, la Murphy usa l'arto libero per colpire al volto la veterana, che subisce alcuni colpi senza battere ciglio, ma alla fine deve allentare la presa quanto basta per permettere alla Leonessa di sgusciare via ed andare a ripararsi all'angolo. Lisa si rialza e fa segno a Jane di farsi sotto. La rossa spicca una corsa e la Ring Magician la intercetta con una gomitata al volo... no! La Murphy si abbassa all'ultimo istante, prende il rebound e va a segno con un Crossbody. La Leonessa non si stacca dall'avversaria e la tempesta di pugni al volto, fino a quando Lisa non riesce a spingerla via. La giapponese si rialza in piedi solo per essere di nuovo gettata a terra da un bel Dropkick.

Immagine


Jane si carica e quando l'avversarsi è di nuovo in posizione eretta va a segno con una Headscissors. Uncina le gambe: 1... 2... no! Lisa si libera. La gran parte del pubblico applaude la manovra e Jane annuisce, per poi riportare la sua attenzione sulla giapponese che sta rifiatando a terra. Jane va con uno Knee Drop, ma Lisa è abile nel rotolare via all'ultimo istante. Jane rimane giù, toccandosi il ginocchio che ha appena impattato duramente contro il tappeto. LisaLisa la punisce con uno Knee Strike.

Immagine


Schienamento immediato. 1... 2... colpo di reni di Jane! Lisa però non perde tempo, subito va a stringere la testa dell'avversaria in una Facelock, che si tramuta velocemente in una Armbar quando la giapponese riesce ad applicare la presa al suo braccio sinistro... dunque inizia a rialzarsi insieme a lei, tenendo ben salda la presa sull'arto della avversaria... calci improvvisi della rossa alle gambe dell'avversaria, sta cercando di far lasciare la presa alla rivale, ma nulla, Lisa sopporta e mantiene la presa, portando poi Jane all'angolo, dove la colpisce con alcune chop al petto ben piazzate! Jane subisce l'offensiva dell'avversaria, la quale ora si allontana e prepara una offensiva in corsa... ecco, tentativo di gomitata in corsa all'angolo da parte della giapponese, che viene fermata dalla rivale che alza entrambi i piedi e li spalma in faccia alla rivale! LisaLisa arretra, ed ora la Murphy prova una offensiva, Lariat, no, Lisa riesce ad abbassarsi ed evita la mossa e attenzione, altro Lariat in rotazione da parte di Jane che reagisce prontamente e stende la rivale!

Immagine


Ottima mossa quella di Jane che ora procede con uno schienamento velocissimo, 1, 2 e nulla da fare, colpo di reni da parte della lottatrice giapponese che non è ancora stata messa al tappeto definitivamente! Jane si rialza abbastanza innervosita da quanto sta succedendo, di sicuro sente molto la pressione del suo primo incontro qui in TWC... Va dunque a riprendere l'avversaria per cercare di rimetterla in piedi... improvvisa contromossa della Reina Perlada! LisaLisa ha approfittato della presa che la Murphy ha cercato di applicare intorno alla sua testa per buttarla a terra con un improvviso Snapmare, ed ora le stringe di nuovo il braccio sinistro, prima con una Hammerlock e poi la gira, Juji Gatame! La lottatrice giapponese tiene fede al proprio nome di "Living Armbar" e mantiene salda la presa... Jane però riesce a portarsi con i piedi vicino alle corde ed ora con la gamba destra tocca quella più bassa! DeJano separa le due lottatrici e Lisa si rimette subito in piedi, si scrocchia il collo, ed aspetta che la rivale si metta in piedi, non sembra soffrire ancora la stanchezza della contesa... la rossa è in piedi, e sembra stia per subire la Silver Sword della lottatrice giapponese, no! Improvviso sgambetto della Murphy che evita la mossa della rivale e la butta giù! Si rimettono entrambe in piedi ed ora l'americana prova una nuova offensiva in corsa, no! subito Lisa riesce a prenderla per la vita e si porta dietro di lei, connettendo con un tanto veloce quanto meraviglioso German Suplex con ponte!

Immagine


1, 2... 3! NO, alzata di spalla destra repentina da parte della Murphy che è ancora nella contesa! Lisa non vuole lasciare respiro all'avversaria, quindi la rialza e la colpisce con un pugno. No, Jane lo blocca d'istinto e colpisce con un calcio al ginocchio della giapponese. Secondo calcio di Jane, e poi un terzo, sempre tenendo il braccio di LisaLisa. L'americana aumenta la frequenza dei colpi e finalmente la giapponese finisce in ginocchio. Allora Jane la colpisce con un calcio al volto dal basso verso l'alto. Lisa non accusa il colpo e prova a colpire col braccio libero. La Murphy schiva ancora, calcio all'addome e di nuovo al volto. Ancora una volta Lisa reagisce e stavolta va a segno col Forearm, facendo finire a terra l'avversaria. Subito Jane viene rialzata e messa in posizione di Powerbomb. La ragazza di Boston riesce però a puntare i piedi a terra e a spingere via la rivale. Dopo il rimbalzo alle corde Jane sguscia alle spalle di Lisa e tenta un Tiger Suplex. No! Lisa, la afferra per la testa e la porta di nuovo a terra con uno Snapmare. Rincorsa alle corde e calcione alla nuca... A vuoto, Jane si abbassa e intrappola la giapponese in un Roll Up: 1... 2... colpo di reni di Lisa! Le due si rialzano e subito Jane mette a segno uno Spinning Heel Kick!

Immagine


Lisa si sta però già rimettendo in piedi. Jane prova allora a ripetere la mossa... ma viene intercettata dalla Silver Sword! Lisa è carica, attende che la Leonessa sia di nuovo in piedi e comincia a farla arretrare verso l'angolo con una serie di schiaffi al volto: Checkmate! LisaLisa porta all'angolo l'avversaria e...

Immagine


Shi Ni! Jane è intrappolata nella letale submission della Araki, che si è ovviamente focalizzata sul braccio indebolito in precedenza! Jane non ha modo di arrivare alle corde e comincia ad urlare per il dolore. Lisa aumenta la presa e la Murphy allunga il braccio, pronta per cedere... No, Jane chiude la mano a pugno e colpisce ripetutamente la spalla di Lisa, senza però ottenere alcun risultato. La Leonessa chiude gli occhi e urla nuovamente, poi usa la mano libera per far presa sul terreno. Contemporaneamente, poggia bene a terra i piedi... e con un grande sforzo riesce a portare il peso in avanti, facendo finire Lisa con le spalle al tappeto... 1... 2... 3! C'è il tre!

JR: The winner of this match: Jane Murphy!

La ragazza di Boston riesce ad ottenere una vittoria prestigiosa al suo esordio con una mossa disperata! Al suono della campana, Lisa lascia immediatamente la presa e comincia a parlare con l'arbitro. Dopo avver annuito alle parole di DeJano, Lisa aiuta una dolorante Jane a rialzarsi e poi le alza il braccio al cielo. LisaLisa sorride e dice qualcosa alla Murphy, che pare annuire, poi scende dal quadrato, lasciando una raggiante Jane ai suoi festeggiamenti.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change II
MessaggioInviato: 03/06/2016, 20:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Immagine


Signore e signori, bentornati. War Of Change II. Ogni secondo è un nuovo tassello della storia della TWC.

Immagine


Panoramica sul tetto dell'arena, dove vediamo Kevin Manson. Il Painmaker è in ring attire e, supino, osserva le stelle tenendosi entrambe le mani dietro alla nuca. The Animal, è bene ricordarlo, che questa stessa sera avrà l'occasione di vincere il prestigioso Ring of Gold ed una conseguente title shot al TWC Championship. Il match è tra poche decine di minuti.

KM: Chi sei?

Kevin rimane impassibile. Non ottenendo risposta, si alza pigramente e volta il capo verso un punto fuori camera.

???: Chi vuoi che sia Kev? L'unica persona che ti raggiungerebbe sul tetto di un'arena.

La voce di Michael Edwards risponde alla domanda di Kevin Manson.

Immagine


Il ragazzo di New York veste il completo della sua ex squadra del college i Blue Devils di Duke.

ME: Sapevo di trovarti qui, prima di ogni match ti rinfreschi in qualche modo. Ma stavolta è davvero importante per te. Siamo a WoC! Stiamo per combattere in uno stramaledetto ladder match, per un fottutissimo anello. Ma tu sei qui a pensare, come sempre.

Kevin sospira.

KM: Sarò anche famoso per la mia imprevedibilità, ma in certe cose sono abitudinario anch'io.

Manson si sdraia di nuovo, tornando a rivolgere gli occhi al cielo.

KM: Piuttosto, mi chiedo cosa ci faccia tu qui. Sono sicuro che quell'anello sia importante per te. Davvero importante. Dovresti allenarti fino all'ultimo istante invece di perdere tempo a parlare con un avversario che ha come maggior passatempo la contemplazione degli astri su edifici pubblici.

Il Dragon Kid ridacchia.

ME: Sin da quando ero bambino non ho mai ripassato il giorno prima di un'interrogazione importante. Quando giocavo a basket il giorno prima della partita tendevo solo a memorizzare gli schemi, nella partitella finivo sempre con 0 punti.

Michael sbuffa.

ME: ... Non so perché sono qui. So solo che ho sentito l'irrefrenabile desiderio di salire qua sopra e mentre salivo quegli scalini, mentre sentivo la gente gridare per lo show, un'unica cosa mi martellava dentro il cervello: Kevin sarà qui sopra?

Edwards gira attorno al suo amico.

ME: Nell'ultimo mese le cose tra noi due non sono andate molto bene, soprattutto per quanto riguarda il nostro "amico" in comune. Forse sono qui per chiederti scusa? Forse sono qui solo perché voglio sentire la stessa solfa da te? O forse ti sto solo chiedendo se posso stendermi accanto a te e fare due chiacchiere?

Kevin si strascica una mano sul volto per un attimo.

KM: In quest'ordine: non dovresti, non dovresti, non dovresti chiederlo.

Manson indica a Mike di sedersi di fianco a sè.

KM: Sai, immagino di avere un sacco di cose da dirti anch'io, ma non so di preciso cosa.

Il Golden boy si siede.

ME: Parla, dimmi qualsiasi cosa e farò in modo di risponderti. Ma vorrei prima partire dai miei atteggiamenti nell'ultimo mese. Non avevo intenzione di darti fastidio con le mie frasi nell'ultimo Indoor War. Ritengo che ciò che ho fatto derivi dalla mia spossatezza. Sono la persona più felice di questo mondo ultimamente, ma molte cose oscurano questa mia calma.

Michael lascia cadere la testa all'indietro.

ME: Vorrei staccare, rilassarmi, godermi le mie gioie. Ma la morte del mio maestro ha riaperto una ferita troppo grande. Per questo ho iniziato ad agire da stronzo e fare l'acido con metà roster. Sono venuto a mancare a uno dei capi saldi della mia vita: essere sempre il più calmo possibile davanti agli altri. Non lo dico e non l'ho mai detto, ma Murdock ha fatto qualcosa che hai liberato in me il mostro, che ora passeggia nella mia mente.

Sospiro di Mike.

KM: No.

Kevin scuote la testa.

KM: Ciò che mi dà fastidio è proprio la tua calma. Nonostante tutto, sei così maledettamente sereno. E io non lo capisco. Dovresti avere l'orgoglio distrutto.

Manson ringhia debolmente.

KM: Immagino... Immagino che sia stato per questo che ti ho colpito. Non riuscivo e non riesco ad accettarlo. Ti invidio. Invidio la tua capacità di lasciarti scivolare tutto addosso e puntare avanti. Di rialzarti e ricominciare a percorrere il tuo sentiero, correndo ed inspirando l'aria a pieni polmoni. Più veloce delle nuvole. Più veloce delle stelle. Più veloce di me.

The Animal si stringe nelle spalle.

KM: Se tu vai avanti spedito lungo le praterie e io continuo ad incastrarmi nel pantano delle paludi in cui continuo ad impelagarmi, mi supererai. Presto. Chissà, forse già stasera. Tutto dipende da come andrà il Ladder Match. Cercherò di tirarti nella fanghiglia con me. Di rallentarti. Di farti affogare. Perchè te lo devo, in quanto amico. Devo dare il massimo. Ma soprattutto, lo devo a me stesso. Perchè una voce nella mia testa continua a dirmi che le amicizie in questo business sono solo un superfluo intralcio, che devo spargere più sangue possibile lungo il cammino della mia rinascita e che non dovrei nemmeno essere qui a parlarti. Mi sto rammollendo? Ti sto rammollendo? In entrambi i casi, non me lo perdonerei. Mai.

Kevin Manson si alza in piedi.

KM: Sono venuto nel punto più vicino alle stelle per cercare risposte. Non le ho trovate. Anzi, mi sono di nuovo imbattuto nel problema. Come ogni singola volta. Ogni volta dico che mi metterò tutto le spalle, lo prometto a me stesso e agli altri, ma ci ricasco. Con Leon BlAck non è diverso, e questo lo avevo messo in conto. Ma mi sto accorgendo che non riesco a risolvere nessuno dei miei problemi. Forse, perchè portano tutti alla stessa conclusione. Portano tutti a lui. Ed è il momento di dire basta. Se sarà una vittoria, troverò il modo di avere un nuovo scontro con lui e distruggerlo con le mie stesse mani. Se dovrò perdere, porterò le mie stupide ambizioni con me nella palude, e nessuno dei due uscirà mai più. In entrambi i casi, sarà una vittoria.

Il Painmaker abbraccia Michael, poi si stacca dopo appena un paio di secondi e si allontana a passi veloci.

KM: Scusami. Ricordati che siamo nemici. Prova ad uccidermi. Potrebbe rendere più felici entrambi.

Sulla faccia confusa e preoccupata di Michael Edwards, le immagini sfumano.
/------------------------------------/


E siamo arrivati al match più atteso in assoluto di questo fenomenale Kickoff di War of Change II, e per alcuni addirittura di tutto il PPV! Tra poco infatti, gli Ultra Pink Unicorn United & Friends, formati dai mitici Gunther Schmidt, Thomas Bell, Ultraman, Fritz Paglia, STENG! e con a bordoring come Enforcers i Black N White, daranno battaglia senza esclusione di colpi alla potentissima quanto misteriosa organizzazione capeggiata da Jove OM, gli Enlightened of Pro Wrestling! Il pubblico, che sta quasi finendo di riempire l’Husky Stadium, esulta non appena compaiono le grafiche del match, mentre la parola va a Jessica Rose.

Immagine


JR: Ladies and gentlemen. The following contest, scheduled for one fall, is a Ten Men Tag Team Match for the destiny of the Universe!!!

Intanto che la gente si riprende da questo annuncio “spaziale”, piccolo recap del feud che ha letteralmente illvminato la prima metà del 2016. Tutto inizia con l’Hudson River Tag Team Match tra i membri della BDK Inc., al tempo proprietari indiscussi dei titoli di coppia, e gli Enlightened of Pro Wrestling. Durante quel rocambolesco match combattuto lungo la 34ma Strada, Gunther Schmidt si è ritrovato per puro caso non solo a scontrarsi con Jove OM, ma anche quasi a scoprirne la vera identità. La vendetta degli Illvminati non si fa attendere, e ad Alpha Horizon, dopo aver battuto Ultraman, Gunther e il suo sodale di mille battaglie, Thomas Bell, vengono pestati a sangue da Zeus e Mars, gli apostoli della Lvce, sotto lo sguardo del loro leader. Da qua inizia una vera guerra, che vede inizialmente Ultraman, il prode Difensore della Natura, unirsi ai Pink Unicorn United, facendo pendere decisamente la bilancia dalla parte degli eroi. Per tutta risposta, Jove OM ha iniziato a reclutare un manipolo di nuovi e fedeli servitori, come Adil Abhra, detto il Pilastro della Lvce, l’ingovernabile wrestler messicano Esagon Jr., il fedele Simon Light, che ha rinunciato alla ricchezza di famiglia cedendola alla causa, e infine il simbolo stesso della Lvce, Bright Rabbit. Forti di questa superiorità numerica, gli Enlightened of Pro Wrestling sono tornati in vantaggio, e a fronte delle sconfitte sul ring, sono riusciti infine a mettere alle corde gli eroi, sfidandoli a un match di squadra per War of Change, dove in caso di sconfitta, tutti i loro nemici, a partire da Gunther, Thomas e Ultraman saranno costretti a unirsi agli Illvminati. E’ a questo punto che gli Ultra Pink Unicorn United hanno deciso di ricorrere alle loro armi segrete, aggiungendo alla fazione degli Ultra Pink Unicorn United uomini di chiara fama e rettitudine come Fritz “Paglia” Mayer e il leggendario STENG!, oh my ged. A coadiuvare la Grande Alleanza, in ultimo si sono aggregati anche i mitici Black N White, formati da Franklin Johnson e Terry Brooklin, il cui compito prevedibilmente sarà di impedire a Jove OM e Bright Rabbit di mettere lo zampino nell’incontro al momento opportuno. Chi vincerà questa Diciassettesima Guerra Termonucleare Intergalattica? Lo scopriremo tra pochissimo. Per cui gente, allacciate le cinture, prendete birra di qualità e patatine di marca scrausa, perchè ora si comincia a fare davvero sul serio!

Immagine


... ATTENZIONE!! IMPROVVISAMENTE LE LUCI SI SPENGONO!! CALA IL BUIO ALL'INTERNO DELL'ARENA!! Il pubblico rumoreggia, i secondi passano inesorabilmente, la tensione s'innalza, attimo dopo attimo...

Immagine


Illuminato da una fievole luce rossastra e da alcuni lumini blu improvvisamente comparsi lungo i bordi dello stage, ecco che fa il suo ingresso all'interno dell'arena uno dei membri di The Enlightenend of Pro Wrestling, il Pillar of Light, Adil Abhra! L'eroe della Repubblica Indiana avanza faticosamente di un paio di passi, poi improvvisamente si ferma, l'espressione sofferente, entrambe le braccia che trainano... un carro!!

ADL: Mujhe hamesha ke lie oopar in baaton ko kya karana hai. Is naslavaad hai! (Tocca sempre a me fare queste cose. Questo è razzismo!)

ImmagineImmagineImmagineImmagine


All'interno del carro siedono gli Araldi di Jove O. M., Zeus "testa d'oro", vestito completamente di bianco, Mars "muso tosto", che sfoggia per l’occasione una famigerata mazza anch’essa bianca, poi c'è Simon Light, anch’egli con una tunica bianca, infine, rannicchiato su se stesso, troviamo anche il puro e innocente White Rabbit.



... Improvvisamente il silenzio viene interrotto da "Misericordes Sicut Pater", la musica d'ingresso celestiale degli Illuminati del Pro Wrestling, che riecheggia in tutta l'arena, accompagnato dal brusio del pubblico.

Jove O. M. Fratelli e sorelle... Bvonasera!

Sulle note paradisiache e soporifere del canto, irrompe la voce metallica del leader della Setta degli Splendenti e dei Benedetti della Luce, il misterioso e subdolo Jove O. M.

Jove O. M. Voi sapete che il dovere della Santissima Assemblea Trapezoidale della LVCE, era di eleggere vn Leader; sembra che i miei fratelli e le mie sorelle siano andati a prenderlo qvasi alla fine del mondo, ma siamo qvi. "Convertitevi, il givdizio di Dio è alle porte!!", qvesto era stato tempo or sono il nostro invito, a cvi non avete risposto aprendo il vostro cvore e i vostri occhi. Ora alcvni di voi strisciano in ginocchio e svpplichevoli, altri gridano e piangono, disseminando lacrime e sporcizia, altri ancora, invece, permangono nella loro bieca indifferenza. Tvtti siete condannati: strilli di catene si vdiranno fra le fornaci delle bvie catacombe, lamenti e grida vluleranno inascoltate mentre le fiamme insozzeranno di cenere le vostre carni; fra l'ozio e il vino noi festeggeremo la Victoria, danzando, brindando e canticchiando tvtto il dì e tvtta la notte, noi, dèi immortali, custodi del Sacro Fvoco della LVCE, NOI, faccendieri affaccendati, NOI, gli ILLVMINATI!! La scacchiera è pronto, le pedine si muovono. La Gverra fra il Bene e il Male ha così inizio...

Improvvisamente un accecante fascio di luce illumina lo stage, talmente accecante che i membri degli Illuminati del Pro Wrestling sono costretti a coprirsi gli occhi con le mani...

Spoiler:
Immagine


... e fra il fascio di luce, in alto, eccolo, Jove Massimo! Adil Abhra, Zeus, Mars, Simon Light e White Rabbit contemporaneamente alzano lo sguardo al cielo, estasiati, tutto il pubblico ora ha il volto puntato su Jove O. M., che lentamente e solennemente viene calato dall'alto finché ecco che raggiunge lo stage, posizionandosi dinnanzi al carro.

Immagine


Fra il clamore del pubblico, Jove O. M. alza al cielo entrambe le braccia e improvvisamente le luci tornano ad illuminare l'intera arena, dunque con passo lento e cadenzato percorre la lunga rampa d'accesso, seguito da Adil Abhra, che faticosamente traina il carro contenente tutti i suoi compagni. La marcia giunge ora a destinazione, dinnanzi al quadrato, dove, ad uno ad uno, tutti Zeus, Mars, Simon Light e White Rabbit scendono dal carro, raggiungendo poi, insieme al gigantesco Adil Abhra, il ring, al centro del quale si è sistemato Jove O. M. Questi, accompagnato da White Rabbit si sistema ora fuori dal quadrato, sedendosi su un enorme trono dorato: sulle sue ginocchia siede White Rabbit, che viene accarezzato dolcemente e coccolato dal Leader degli Illuminati del Pro Wrestling, la cui attenzione è rivolta sul ring, dove i suoi discepoli si apprestano a dare l'inizio ad una nuova guerra globale termonucleare contro le Legioni delle Tenebre.



Ma attenzione! Una nuova theme risuona all’interno dell’Husky Stadium, mentre vediamo sullo stage spuntare del fumo da alcune botole, posizionate una accanto all’altra. E mentre la potenza della musica si intensifica, vediamo emergere lentamente dalle botole, tutti e sette contemporaneamente, gli implacabili avversari degli Enlightened of Pro Wrestling!

ImmagineImmagineImmagineImmagine

ImmagineImmagineImmagine


Mentre il boato del pubblico fa tremare lo stadio e gli edifici limitrofi, ecco che alla fine Fritz “Paglia” Mayer, Terry Brooklin, Gunther Schmidt, Franklin Johnson, Thomas Bell, Ultraman e STENG!, oh my ged, si ritrovano tutti e sette allineati in piedi sullo stage, gli sguardi fieri puntati direttamente verso il ring, pronti tutti quanti, a parte Fritz ovviamente, a dare battaglia fino alla morte agli Enlightened of Pro Wrestling. Ma ecco che FJ, che stringe un microfono in mano, taglia corto, rompendo immediatamente l’aura solenne dell’ingresso dei nostri eroi alla sua maniera.

FJ: Cut this fuckin' music!

Il Bad Motherfucker avanza fino alla rampa. Qui schiocca le dita e una base hip pop inizia a risuonare. Dopo di che poi fa segno ai suoi compagni di seguirlo, mentre inizia un dissing brutale contro gli Illvminati mentre cammina verso il ring.

Yo, FJ's In Da House, non ve lo sareste mai aspettati
Qui per dare calci in culo a sti cazzo di illuminati
Sono sincero e ve lo dico con amore
Black N White son qui dalla FWP con furore!
Con Gunther e Thomas prendiamo a calci sti coglioni
Call MC Complottista perché odio i Massoni!
E guarda Zeus, e Mars muso tosto
si senton dei leoni ma son solo polli arrosto
Adil, alto e grosso ma non lo cagan manco i cani
E stavolta non c'è Ghandi a salvare voi indiani!
Poi c'è Esagon, Titubante lestofante
Se ti senti ingovernabile meglio prendere un calmante.
C'è anche Bright Rabbit il coniglio
Ti senti negro ma sei White, e di una troia il figlio
Infine Simon Light, manco so chi cazzo sei
Ma tutti insieme canteremo "Simon Light è gay"
Resta solo Jove OM Il duce della luce
che con sguardo truce
Tutta sta setta di ritardati qui conduce
Noi guarda che team
Big money bling bling
Abbiamo preso pure Steng
Perché non c'era Sting
Abbiamo Ultraman, e fidati di chi lo dice
Lui è il vero Oltreuomo e vaffanculo a Nietzche
Sarò sincero belli, siete nella merda
Abbiamo l'orso di Pamir, un eroe di guerra!
E Thomas Bell il mio negro il King della magia
Basta una parola e PUFF, sarete andati via!
Sta sfida è la fine del mondo, altro che profezia maya
Fritz ha un cuore che brucia man! Fuoco di Paglia!
E prima di finire sto bordello manca Terry
Il mio negro Terry che con lo sguardo li sotterri
Spacchiamo Jove OM e tutti i suoi sgherri
E ringraziate Dio che non ho portato i ferri!
Altro che No More Heroes e Dawn Of The Empire
Questo è un cazzo di dream team e non ci fotterete mai!
Call us MC Partigiani perchè ammazziamo il DVCE
CALL ME MC INTERRUTTORE PERCHE' SPENGO LA LUCE!


Mentre il pubblico rumoreggia alle parole di FJ, vediamo alle sue spalle Gunther Schmidt seguirlo tappandosi le orecchie e sbuffando, mentre Thomas Bell ridacchiando, con un cellulare tirato fuori dalla sua celebre giacca dalle mille tasche, gli traduce con google in tedesco le parole del dissing. Imperturbabile, lo sguardo cupo fin dalla nascita come narra la leggenda, avanza anche STENG!, oh my ged, mentre Terry Brooklyn fa coraggio e carica Fritz “Paglia” Mayer, che si guarda intorno piuttosto spaventanto dall’enormità di pubblico che lo osserva e lo acclama. Infine, come sempre, Ultraman si sbraccia a destra e a manca gridando la sua catchphrase. Una volta arrivato ai piedi del ring, FJ termina il proprio dissing tra gli applausi, poi, assieme a Terry Brooklyn va a piazzarsi dall’altra parte rispetto al trono di Jove OM. Nel frattempo il resto degli Ultra Pink Unicorn United & Friends sale sul ring, passa le corde e va a piazzarsi davanti agli Enlightened of Pro Wrestling, ricreando una serie di scambi di sguardi degno della sfida all’OK Corral. Gunther Schmidt fronteggia Zeus, Thomas Bell è di fronte a Mars, Ultraman ringhia mentre guarda dal basso in alto Adil Abhra, STENG!, oh my ged, squadra Simon Light, mentre Fritz Paglia... Si guarda intorno e alza un dito, come a voler far notare che qualcosa non torna. Un momento. Manca qualcuno! Esagon Jr. non c’è! Il Titubante Lestofante non si vede da nessuna parte! Non è nemmeno entrato assieme ai compagni di team! Mentre Fritz Paglia tira un sospiro di sollievo, vediamo l’arbitro designato per l’incontro, Thomas Kiley affacciarsi dalle corde e far segno a Jove OM che manca un membro del suo team. Il Dvce della Lvce a questo punto scosta il tenero Bright Rabbit e si alza in piedi, avviandosi verso il ring...

Immagine


Ommioddio, Jove OM ha deciso di combattere in prima persona questa battaglia decisiva per il destino dell’Universo! Clamoroso all’Husky Stadium! Holy Shit! This is history! Il capo degli Illvminati passa le corde e va davanti a Gunther Schmidt, mentre Zeus si ritrova a fissare Fritz, che si guarda intorno facendo finta di niente... Jove OM indica il terreno al Mastino. Questi per tutta risposta grida qualcosa...

GNT: Tu genufesso!!!

Il Brutal Crow sferra un pugno al Dvce della Lvce!... E scatta subito la megarissa generale, mentre Kiley fa suonare la campanella dal timekeeper!!!!!


**XVII Intergalactic Nuclear War - Ten Men Tag Team Match**

Ultra Pink Unicorn United & Friends vs. The Enlightened of Pro Wrestling


Immagine


Vediamo subito Zeus rifilare un calcio allo stomaco del povero Fritz Paglia, che si accascia a terra, venendo tirato fuori dal ring per le gambe da Franklin Johnson e Terry Brooklyn. Nel frattempo Ultraman e Adil Abhra impazzano a centro ring, scambiandosi una serie infinita di pugni. Come al solito, Mars prova a colpire Thomas Bell, ma ancora una volta l’erede naturale di Houdinì e più sfuggente di un gatto, e schiva ogni pugno e calcio, arrivando però spalle alle corde. A questo punto Mars e l’accorrente Zeus provano a gettarlo fuori dal ring con un doppio braccio teso, ma Bell si butta a terra abbassando la prima corda e i due discepoli di Jove OM finiscono per ruzzolare malamente ai piedi del ring. Intanto STENG!, oh my ged, viene colpito a ripetizione da un Simon Light letteralmente scatenato! Roundhouse Kick! Roundhouse Kick! Superkick! Superkick! Disaster Kick!... Ma l’individuo misterioso resta in piedi, immobile, come se nulla fosse, a parte grattarsi un attimo la mascella. A questo punto Simon Light fa per lanciarsi per una Spear, quando STENG!, oh my ged, alza un dito facendo capire che tocca a lui, dopo di che rifila un pugno a Simon Light, che cade a terra letteralmente tramortito facendo una piroetta degna di Nureyev!

Immagine


E qui l’incontro potrebbe terminare, se non fosse che il simpatico Bright Rabbit riesce a tirar fuori dal quadrato l’intontito Light, impedendo a STENG!, oh my ged, di schienarlo. L’uomo in nero fa spallucce. Degli Illvminati restano sul ring solo il Pillar of Light, Adil Abhra, intento a pestarsi a un angolo con Ultraman, e Jove OM, che si sta difendendo dall’inferocito Gunther Schmidt. Vedendo che praticamente nn ha più alleati in zona, il Dvce della Lvce è lesto a buttarsi a terra e a scivolare giù dall’apron, con il Mastino che sbraita vedendolo fuggire. Gunther poi si gira e inizia a confabulare con Thomas. I due guardano Ultraman e Abhra che se le danno. Continuano a colpirsi. Seguitano a picchiarsi. Non smettono di pestarsi. Thomas tira fuori dalla giacca un orologio da taschino e controlla l’ora. Alla fine The Hound scuote il capo e lascia perdere con gesto. I due vanno così a raggiungere il proprio angolo, dove già si sono piazzati un pensieroso STENG!, oh my ged, e Fritz Paglia, che osserva stranito la battaglia tra Ultraman e il gigante indiano. Ma finalmente pare accadere qualcosa! Adil prova una Gorilla Press Slam sul Difensore della Natura, ma questi si libera, prende la rincorsa, e lo colpisce in pieno con la sua UltraSpear!

Immagine


E il Pillar of Light finalmente cade al tappeto! Applausi per Ultraman, che stanco morto dopo alcuni minuti infernali si mette in ginocchio col fiatone. Poi un urlo sale dalla gola del Difensore della Natura.

UTM: ONE MORE CHANCE!... ONE MORE CHANCE!... ONE MORE CHANCE!...

Eccolo alzarsi in piedi e tirarsi su scuotendo le braccia sull’onda della sua catchphrase. Nell’angolo degli Illvminati, ora allienati sull’apron, Jove OM grida delle minacce al gigante, che imperterrito non ascolta nè lui, nè i richiami del Mastino, che quasi lo implora di fare qualcosa. Ecco finalmente Ultraman rialzare Abhra. UltraHeadbutt! Adil barcolla ma non molla. Adil Chop in testa a Ultraman! UltraHeadbutt! Abhra resta in piedi a fatica. Adil Chop in testa a Ultraman! Stavolta il Difensore della Natura l’ha avvertita. UltraHeadButt! No! Adil Chop! Adil Chop! E ancora Adil Chop! Dopo questo Ultraman si muove come un ubriaco. Eccolo andare a dare il tag a un compagno. Ehm, ha dato il tag a Mars, che per tutta risposta gli rifila uno schiaffo. Questo risveglia la rabbia del Difensore della Natura, che in un ultimo attimo di lucidità, carica Abhra... Doppia Headbutt tra i due! Come il mese scorso! E crollano entrambi a terra!

Immagine


Dopo qualche secondo, vediamo Adil Abhra che pian piano si tira su, tenendosi la testa e guardandosi intorno con occhi spiritati. Jove OM grida al suo Pillar of Light di schienare Ultraman, e questi, dopo aver fatto una faccia strana, alla fine mette un braccio sul petto del Difensore della Natura! 1... 2... No!!! Kickout di Ultraman! Applausi del pubblico, mentre Gunther stava quasi per entrare nel ring per effettuare il salvataggio. Si vede proprio che non vuole diventare un membro degli Illvminati. A questo punto un deluso Jove OM manda dentro Zeus e Mars, che attaccano Ultraman, prendendolo a calci! Double Clothesline da parte di Gunther Schmidt! Mentre il Mastino fa piazza pulita, vediamo Thomas Bell fare aria a Ultraman con un ventilatorino elettrico tirato fuori dalla tasca. Alla fine l’arbitro Kiley non ne può più e scaccia tutti fuori, a parte Ultraman, che si sta riprendendo, e Adil Abhra. Il gigante indiano si tira su a fatica sfruttando le corde nei paraggi dei compagni di team. Tag di Zeus! Questi si avventa sul Difensore della Natura, che però si tuffa verso i compagni. E Thomas Bell si prende il tag! Eccolo scavalcare la terza corda, schivare un braccio teso e colpire con una sua gustosa specialità, il Fireman’s Carry DDT!

Immagine


Thomas si alza in piedi sorridendo, poi la sua attenzione è richiamata dal referee, che gli fa segno almeno di togliersi la giacca mentre combatte. Bell se ne accorge, annuisce e si toglie la giacca dalle mille tasche, passandola a un official. Poi si gira e si trova ammanettato al braccio da Zeus! Il membro degli Enlightened of Pro Wrestling ride da sotto la maschera, almeno lo interpretiamo così. Dopo di che fa segno a Bell che i giochetti da escapista per lui sono finiti. Pugno di Zeus a Thomas, ginocchiata del wrestler di Philadelphia, i due rotolano a terra uno addosso all’all’altro, poi wrestler di colore si rialza, abbranca l’avversario e si getta ancora avvinghiato a lui alle corde. Attenzione! Soltanto Bell rimbalza e torna a centro ring. Zeus è ammanettato alle corde! Cosa diavolo è successo?! Ma come ha fatto?! Misteri del wrestling. Fatto sta che il membro degli Illvminati è lesto a mettersi una mano in tasca per cercare la chiave delle manette... Ce l’ha Thomas Bell! Il membro dei Pink Unicorn United fa per ingoiare platealmente la chiave lanciandola in aria tra le grida dei fan, quando l’arbitro Kiley gliela sottrae al volo e dopo averlo minacciato di squalifica lo allontana e va a liberare Zeus.

Immagine


Bell, imbronciato per il numero di magia non chiuso come voleva lui, va a dare il tag a Gunther Schmidt, che entra in campo nel delirio dell’Husky Stadium. Eccolo subito andare a far polemica con Jove OM. Clothesline addosso al Dvce della Lvce! No! Jove OM salta in tempo giù dal ring. Dita negli occhi da parte di Mars! Ed ecco finalmente arrivare Zeus alle spalle del tedesco. Roll Up! 1... 2... No! Il Mastino effettua il kickout! Serie di calci al corpo da parte di Testa Dorata, che poi ricorda che un tempo faceva parte di un tag team con Mars. Muso Tosto va a rialzare il Mastino. Serie di pugni sul tedesco, che arretra lentamente ma non cade. Brutality! No! Mars schiva e si lancia alle corde. Back Body Drop! No! Muso Tosto atterra in piedi. Altra corsa alle corde. Deutsche Big Boot di Gunther! No! Mars schiva. Altro Deutsche Big Boot ma stavolta su Simon Light, che ha provato a entrare nel ring. Hurracanrana di Muso Tosto!

Immagine


Che mossa! Mars si sistema gli occhiali da sole e la bandana, poi fa un inchino in direzione di Jove OM, che annuisce, per poi bloccarsi quando una Brutality del Mastino manda a gambe all’aria il suo discepolo. Ecco lo schienamento! Attenzione! 1... 2... No!!! Illumination di Zeus sulla schiena di Gunther! Il gigante bavarese si tira su imprecando e tenendosi la schiena. Zeus si rialza in tempo per essere sbatacchiato fuori dal ring con una Mastiff Press Slam, finendo addosso al tenero Bright Rabbit! Poi Gunther rifila un Impetus Suplex a Simon Light, che come al solito sbaglia i tempi per intervenire. Attenzione! Tag di Mars a Jove OM! Il Dvce della Lvce entra lentamente nel ring. E finalmente il faccia a faccia più atteso della storia della TWC si concretizza in un match! Altro che Black vs. Jaeger! Il Mastino e il capo degli Enlightened of Pro Wrestling si squadrano, avvicinandosi fino a ritrovarsi l’uno di fronte all’altro. Lo scambio di sguardi è interminabile. Poi Jove OM dà uno schiaffo a Gunther Schmidt! Il Mastino ringhia come un orso, le braccia possenti e getta via il Dvce della Lvce come fosse un oggetto! Viking Suplex!

Immagine


Jove OM si rialza a fatica a un angolo. Brutality all’angolo! No! Il Dvce della Lvce si scansa in tempo! Lightning Neckbreaker sul Mastino! Pare che Jove sappia combattere dopo tutto. Eccolo schienare l’avversario. 1... No! Gunther si scuote. E si rialza in piedi con uno sguardo spiritato. Jove alza le mani. Poi dà il tag al redivivo Adil Abhra ed esce dal ring, mettendosi in salvo. Schmidt scuote il capo, poi inizia a malmenare il wrestler indiano. La scarica impressionante di pugni al volto manda a terra Abhra. Dopo una Sturm und Drang, il Mastino si mette in ginocchio e riprende a colpire come un fabbro il Pillar of Light, che sembra lamentarsi tra un pugno e l’altro di come debba essere sempre lui quello che ne prende di più ogni volta. Intanto Jove Om sembra aver escogitato uno stratagemma. Eccolo infatti puntare la mano in direzione del referee Kiley. L’arbitro lo guarda, immobile. LO STA IPNOTIZZANDO! Ah no, l’arbitro guarda in tralice il Dvce della Lvce, e va a chiedere spiegazioni. FERMI TUTTI! Qualcuno ne sta approfittando per arrampicarsi sulla terza corda all’angolo alle spalle del Mastino!

Spoiler:
Immagine


MA E’ ESAGON JR., L’INGOVERNABILE WRESTLER MESSICANO! Il Titubante Lestofante si era mimetizzato prima del match come opinionista al tavolo dei commentatori di lingua spagnola, e ora sta per commettere una delle sue efferate nefandezze! Ma non ha fatto i conti con gli Enforcer degli Ultra Pink Unicorn United! I Black N White intervengono, e Terry Brooklyn butta giù Mucho Rudo verso Franklin Johnson.

Immagine


CoastToCoast volante a terra da parte di FJ su Esagon Jr.! What a move!!!


Il wrestler messicano si contorce a terra. E’ una finta! Sta cercando di rifugiarsi sotto al ring! Ma appena alza il telo si ritrova faccia a faccia con STENG!, OH MY GED! Ma come cavolo è finito là sotto?! Esagon rimane attonito, poi urla di dolore mentre Terry Brooklyn lo chiude in una Boston Crab e Franklin Johnson si abbandona a un violento dissing nei suoi confronti. L’arbitro Kiley termina di discutere con Jove OM proprio nel momento in cui Simon Light sta per aggredire il Mastino. Altro intervento sbagliato di Light, che viene così fatto tornare all’angolo. Mars! Mars con la sua famigerata mazza da baseball Eccolo caricare il colpo alla nuca di Gunther! No! Il bastone sparisce dalle sue mani. E’ Thomas Bell che lo tiene in mano adesso. E colpisce Muso Tosto, mandandolo a rotolare fuori dal quadrato.

Immagine


Poi lo nasconde alle sue spalle non appena l’arbitro si gira. Jove OM fa notare la cosa a Kiley, che chiede a Bell di mostrare entrambe le mani. E’ sparito! Il bastone è scomparso per magia! Il referee intima a Bell di andarsene e poi va a redarguire il Dvce della Lvce, con Ultraman che si unisce dando il via a un’Ultraramanzina nei confronti del boss degli Illvminati. Kiley se ne accorge e manda via il Difensore della Natura. Intanto Gunther rimette in piedi Adil Abhra, ormai gonfio come una zampogna, e lo getta a un angolo, infine dà il cambio molto atteso dai fan di tutto il mondo. Fritz Paglia prende il tag! Il tedesco, che stava osservando i Black N White mentre stanno distruggendo Esagon Jr., sgrana gli occhi, poi entra timidamente nel ring. Gunther gli indica Adil Abhra. Fritz dice di no. Gunther insiste. Fritz insiste di no. Gunther prende Fritz... E lo getta addosso allo stordito Pillar of Light! Che Spear sull’ indiano! Mentre Fritz resta a terra tenendosi la spalla, vediamo il povero Adil, che non ce la fa più, andare a dare il tag a Simon Light, che si sporge prima di Zeus. Gasato perchè è arrivato il momento del riscatto Light entra nel ring. Brutality su Simon Light!

Immagine


Il Mastino fa spallucce non appena il referee gli intima di tornarsene al suo angolo. Nel frattempo Fritz Paglia si accorge della carcassa di un uomo a centro ring, alias Simon, e lo va a schienare! L’arbitro se ne accorge! 1... 2... e 3!!! NO!!!!! Jove OM interferisce all’ultimo istante! Il Dvce della Lvce strappa da sopra Light il mitico Fritz, poi lo chiude in una Full Light Nelson! Paglia si scuote per divincolarsi, ma ha la peggio. Questa clamorosa ingiustizia colpisce al cuore il prode Ultraman, che parte di corsa per il salvataggio... UltramanPunch su Zeus! Poi corsa alle corde e via addosso a Jove! Ma nella foga inciampa sul cadavere di Simon Light, atterrando per sbaglio sia Fritz che Jove OM con un’UltraSpear! Il referee Kiley si mette le mani nei capelli, poi ha il suo bel da fare per rispedire la gente di troppo al proprio angolo. Mentre Fritz striscia verso l’angolo Jove a fatica trascina via Simon Light, poi ordina a Zeus di dare il tag e di eliminare il non lottatore di Ravensburg! Testa Dorata si fa avanti, ma una caviglia resta impigliata in qualcosa che spunta improvvisamente da terra a centro ring... UNA MANO! UNA MANO SI AVVINGHIA AL PIEDE DI ZEUS!!! OH MY GED! IS STENG!, che ora emerge dal ring!

Immagine


La distrazione permette a Fritz di dare il cambio a Thomas Bell! Il mago degli Ultra Pink Unicorn United rifila una Modified Memories a Testa Dorata, che rotola via intontito. Poi parte di corsa. Corkscrew Suicide Dive su Mars “Muso Tosto”! Applausi per Bell mentre intanto vediamo i resti di Esagon Jr. nei paraggi dopo aver subito una combo NiggaSlam più Punch4Lunch sui gradoni dagli scatenati BlackN White che aizzano il pubblico. Bell torna sul ring, giusto per vedere entrare Adil Abhra che dà il cambio a Zeus. Tag a STENG!, oh my ged, Adil si avvicina. STENG!, oh my ged, carica il pugno. Adil si avvicina. Pugno di STENG!, oh my ged. Adil cade in ginocchio tramortito. Tag a Ultraman! Ultra Spinning Side Slam su Adil Abhra!

Immagine


Tag a Gunther Schmidt, che carica la Brutality! Jove OM non ne può davvero più e salta giù dall’apron. New Age Mark di Thoms Bell su Jove OM, che resta immobile a terra! Dopo di che il wrestler di colore si va a prendere la giacca dalle mille tasche, se la rimette e si siede comodamente sul trono del Dvce della Lvce, sorseggiando un Black Russian, spuntato fuori dal cappotto. Nel frattempo il Mastino sospira. Adil Abhra non riesce a rialzarsi. Poi ha un’idea. Tag a Fritz Paglia! Il non wrestler di Ravensburg sgrana gli occhi quando Schmidt gli intima di salire sul paletto. Eccolo che si tira su a fatica, in pessimo equilibrio... Ma quanto basta a Gunther per prenderlo e gettarlo al volo sul Pillar of Light!!!

Spoiler:
Immagine


E CI SIAMO, CI SIAMO! SCHIENAMENTO DI FRITZ SUL MASTODONTICO ABHRA!!! 1... 2... E... 3!!!!! E’ FINITA! E’ FINITA! GLI ULTRA PINK UNICORN UNITED & FRIENDS TRIONFANO SUGLI ENLIGHTENED OF PRO WRESTLING!!!!!

JR: The Winners of this mad match, by pinfall... THE ULTRA PINK UNICORN UNITED & FRIEEEEENDS!!!!!

Trionfo da parte degli eroici amici sulla truppe di Jove OM! Mentre Thomas Kiley a fatica spinge via Adil Abhra, vediamo Ultraman e Gunther Schmidt sollevare di peso sulle spalle Fritz Paglia e portarlo in trionfo, mentre il cupo STENG!, oh my ged, applaude, imitato dai Black N White e da Thomas Bell, che punta il dito e ride seduto sul Trono della Lvce.


Il proprietario del trono però non è affatto felice. Ecco che Jove OM si rialza a fatica imprecando. Poi nota la situazione, con Zeus e Mars spariti nel nulla, così come Bright Rabbit, mentre Esagon Jr. è nel mondo dei sogni a compiere tiri mancini onirici, Adil Abhra idem e Simon Light altrettanto. Il Dvce della Lvce, vista la mala parata, prova a fuggire... Ma i Black N White lo bloccano e lo gettano nel ring!!! Attenzione! Gunther Schmidt affida Fritz Paglia sulle spalle di Ultraman, prende Jove OM... E lo distrugge con la sua rara quanto pericolosa Rage of the Titans!!!

Immagine


I Black N White e Thomas Bell raggiungono gli altri sul ring. I sette torreggiano sopra il derelitto Jove OM, si guardano negli occhi, poi tutti guardano il Mastino, che annuisce e prende il Dvce della Lvce... LO VUOLE SMASCHERARE DI FRONTE A TUTTI!!!!! Il capo degli Enlightened of Pro Wrestling non riesce a reagire dopo la finisher subita! E The Hound gli strappa il casco d’acciaio!!!!!

Spoiler:
Immagine


ODDIO! MA CHI E'?! SILVERMAN?! JOVE OM E’ SILVERMAN?! MA CHE DIAVOLO! Sotto la maschera del misterioso personaggio si è nascosto uno dei wrestler della TDPW, forse il più scemo della federazione di Phoenix oltretutto! Ululati dal pubblico contro Silverman! Vediamo i sette eroici guerrieri guardare Silverman con delle facce assolutamente deluse. Dopo di che tutti fanno spallucce, e per la gioia dei fan, parte un’ ultima girandola di finisher ai danni del derelitto Silverman/SilverBlood/Reverend Silver! Low Blow Kick di Fritz Paglia! Pugno di STENG!, oh my ged! NiggaSlam di Terry Broolkyn! Bite from the White di Franklin Johnson! New Age Mark di Thomas Bell! UltraSpinning Side Slam di Ultraman! E per chiudere, Auf Wiedersehen di Gunther Schmidt direttamente nel buco nel ring e addio Jove OM/Silverman!!!

Immagine


E questa è simbolicamente la degna fine degli Enlightened of Pro Wrestling, con l’ex-Jove OM che sprofonda nelle tenebre una volta per tutte!!!


Dopo di che i Magnifici Sette si prendono un’immensa ovazione da parte dei fan dell’Husky Stadium di Seattle e se ne vanno via tra gli applausi, mentre risuona la theme epica con cui sono entrati all’inizio del match!



Gunther circonda con un braccio Fritz Paglia, che sorride confabulando col Mastino. Thomas Bell regala cartoline autografate al pubblico, pescando via via dalle sue tasche, STENG!, oh my ged, procede cupo come sempre, i Black N White seguono dando il cinque ai fan, infine Ultraman si sbraccia cantando la sua catchphrase sulle note della theme. E con queste immagini assolutamente epiche si chiude il favoloso Kickoff di War of Change II. Ci vediamo tra pochissimo per l’inizio del PPV più atteso del 2016. Stay Tuned!!!!!


Ultima modifica di Il capitano il 04/06/2016, 9:53, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change II
MessaggioInviato: 03/06/2016, 20:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Immagine



Una e una sola volta nella vita, un uomo entra in guerra. Una guerra contro un nemico, o contro se stesso.
Una e una sola volta nella vita, un uomo cambia. Cambia per qualcuno, cambia per se stesso.

Immagine


Tutti hanno un posto dove combattere. Un posto in cui sognare, sudare, sanguinare, perdere e dominare. Un posto in cui cambiare.

Immagine

Tutti hanno un momento. Un momento in cui si sentono in cima al mondo, e un momento in cui vorrebbero esserci al posto di altri. Un momento in cui cambiare.

Immagine

E quel momento è adesso, e quel posto è qui.

Immagine

Dove viene messa in discussione la definizione d'eroe, e uno decaduto si trascina per affrontarne un'altro che, un eroe, non è mai voluto esserlo.

Immagine
Immagine

Dove si combatte per l'onore, per il miraggio di poter trasformare polvere in oro.

Immagine

Dove quattro corone si scontrano, per decretare quale sia la migliore.

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Dove solo le volontà d'acciaio possono andare avanti.

Immagine
Immagine

Benvenuti al momento della verità.

Benvenuti a War Of Change.


Immagine


Siamo pronti al primo vero match della serata! It's Medal Of Honor time!

Immagine


JR: The following contest is a Medal Of Honor Perilious Climb Match! The first man to grab the Medal Of Honor above the ring will be the winner!



Basketball di Kurtis Blow si diffonde per tutto l'Husky Stadium di Seattle. Una figura distinta in giacca e pantaloni rosa, camicia e cravatta a colori arlecchini si avvicina al ring con un microfono in mano.

Immagine


PBL: Stay strong Craig! Stay strong Craig!

Visibilmente commosso il commentatore della NBA, porta il microfono alla bocca.

CS: Grazie mille signori e signore, è un piacere essere qui stasera. Sono stato invitato da un giovane ragazzo, tale Michael Edwards, per presentarlo qui stasera, per un match a cui lui dice di tenere molto.

Il pubblico acclama a gran voce il Golden Boy.

CS: Ma non sarà l'unico! Signori e signore la classe 2013 dei Blue Devils di Duke!



CS: The forward from Warsaw, Indiana. Number 5! He's Mason Plumlee!

Immagine


CS: The second forward from Raleigh, North Carolina. Number 34! He's Ryan Kelly!

Immagine


CS: The third forward from Huston, Texas. Number 14! He's Rasheed Sulaimon!

Immagine


CS: The guard from Bowie Maryland. The Captain of Blue Devils' Duke! Number 2! He's Quin Cook!

Immagine


CS: And now! Stand up and make some noise for the second guard, from New York. Number 13! Miiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiicheael Edwards!

La musica sfuma e un riff molto conosciuto a Seattle squarcia il piccolo silenzio creato.



Even Flow dei Pearl Jam risuona nell'arena e Michael Edwards fa il suo ingresso nello stadio. Il pubblico è in piedi ad applaudirlo.

Immagine


Canotta bianca e blu numero 13 dei Blue Devils, pantaloncini dello stesso colore, Nike blu e bianche. Micheal passa attraverso i suoi quattro ex-compagni di squadra, dando il cinque ad ognuno di loro. Nel mentre Sager e sceso dal ring e lo aspetta alla fine della rampa.

CS: Allora Michael come pensi di vincere questo match?

Edwards guarda stranito Craig.

ME: Facile Craig, prenderò quella fottuta scala, salirò gli scalini e staccherò l'anello.

CS: Non pensi di poter prendere una storta salendo?

ME: Sono queste le migliore domande che sai fare?

CS: E se ti cadesse l'anello?

Edwards guarda male l'intervistatore e fa per andarsene. Ma successivamente torna su i suoi passi e lo abbraccia.

ME: Craig Sager signori e signore fategli un grande applauso e un grosso in bocca al lupo!

Il pubblico incita Sager. Mentre i ragazzi di Duke si avvicina e lo prendono in spalla. Cook tira fuori il suo I-Phone e il selfie-stick e i sei tutti in posa si sparano un selfie. Michael li ringrazia ad uno ad uno e dopo di che sale sul ring ad aspettare gli altri contendenti del Medal of Honor, ma le luci si spengono di botto. Sullo schermo appare una strana creatura che mostra le spalle al pubblico.



Dallo stage entrano, con delle torce infuocate in mano, venti persone, dieci per lato, tutte vestite di un solo panno sulla vita e truccate come l’essere visto in video.



Le creature si sistemano ai lati della rampa di accesso al ring, illuminandola solo con le torce. Ma quando la musica raggiunge il momento topico, delle luci stroboscopiche iniziano a lampeggiare nell’arena, e al termine della composizione, le torce vengono spente, l’arena ritorna quietamente tesa. E buia.



Ed è Big Black Boom a fare il suo ingresso! Accolto dai sonori fischi dell’arena, il mascherato si incammina a passo lento verso il ring, dove i suoi avversari lo stanno aspettando.

Immagine


Solita inquadratura in primo piano una volta di fronte all’apron, la telecamera fa un close-up sulla sua t-shirt.

Immagine


Triple B esita un attimo prima di salire le scalette, una volta entrato nel ring squadra Edwards e ride guardandolo.



Le luci ritornano basse ancora una volta, si accende uno spotlight sull'entrata dello stage. Il violino risuona nell'arena mentre scorrono dei veloci flash.

Immagine


Andy Moon entra nel cerchio di luce, incappucciato e a testa bassa. Il ragazzo fa un passo e la luce lo segue. Altro passo.

Immagine


Una volta raggiunto il centro dello stage, Andy si toglie il cappuccio. Sul titantron e su tutti gli schermi dell'arena appare la scritta bianca su sfondo nero:

YOUR HUNTER IS AN HERO


La batteria parte, i flash si intensificano per forza e frequenza mentre il ragazzo di Savannah allarga le braccia e passa in mezzo ai raggi di luce.

JR: Introducing their opponent, weighing 171 pounds and standing 5-feet-7-inch tall, from...

I più di 70.000 spettatori dell'Husky Stadium gridano:

SAVANNAH


JR: ... Georgia, he is... AAAAAAANDY MOOOOOOON!

Il ragazzo passa sotto una scala posta davanti al ring, poi entra sul quadrato, togliendosi la giacca. Il giovane fa un cenno del capo ad Edwards, che annuisce.



Immagine


Christophorus Schmidt, l'ex campione di coppia e membro della BDK, arriva sullo stage con aria decisa. The Decayed si toglie gli occhialini da sole e li lancia via, poi si sveste dalla giacca, la lascia per terra e lancia un grido accompagnato da dei pyros prima di incamminarsi sulla rampa. Il pubblico lo fischia ma Schmidt non se ne cura e arriva sul ring con sicurezza.



Le luci dell'arena iniziano a lampeggiare a tempo con la chitarra, si fanno rosse e bianche. Ecco che sullo stage appare Kevin Manson!

Immagine


Il Pain Maker viene in parte fischiato e in parte acclamato dal pubblico presente nell'arena. Manson rivolge alla folla un dito medio, poi dallo stage punta l'anello e cammina continuando ad indicarlo. Una volta arrivato sul ring, Manson squadra i suoi quattro avversari, in particolare Michael Edwards ed Andy Moon. La campanella suona



MEDAL OF HONOR PERILIOUS CLIMB MATCH
Big Black Boom vs Kevin Manson vs Christophorus Schmidt vs Michael Edwards vs Andy Moon


Immagine


Inizia il match! Moon, Edwards e Manson escono subito dal quadrato e si precipitano a cercare una scalla, mentre sul ring Boom assalta Schmidt. BBB colpisce il tedesco con dei pugni, ma questo lo spintona via e poi lo atterra con una Clothesline. Kevin Manson lancia una scala sul ring, Schmidt la afferra ma lo fa anche BBB, i due se la contendono, ma Manson rientra sul quadrato e grida ai due di lasciare la sua scala, per poi effettuare un Dropkick su di essa che atterra sia Boom che Christophorus. II due rotolano fuori dal quadrato mentre Edwards e Moon entrano anche loro con delle scale, Kevin ha già posizionato la sua e ci sta salendo sopra quindi Andy posiziona quella che ha all'angolo e inizia la scalata dalla parte opposta di quella di Manson. I due arrivano in cima, ma Edwards, che intanto ha appoggiato una terza scala alle corde, spinge quella dove ci sono i due suoi avversari e li fa cadere! Moon atterra in piedi, Manson invece sbatte contro l'angolo e rotola fuori dal ring da sotto la prima corda. Michael Edwards ed Andy Moon sono rimasti i soli in piedi, il pubblico è caldo e applaude la scena... e i due iniziano a scambiarsi una serie di pugni! La scazzottata è velocissima, Irish Whip di Edwards su Moon, rebound, il nativo di Savannah evita una Clothesline del Golden Boy e corre sulla scala appoggiata alle corde del lato opposto del ring, buttandosi con una Senton sugli avversari fuori dal ring!

Immagine


Andy Moon si rialza e si gasa davanti alla folla, Edwards però ha già ripreso e posizionato una scala al centro del quadrato e si dirige verso la scatola. Moon corre di nuovo dentro al ring e Michael scende dalla scala per confrontarlo. Calcio dello Skull Kid sulla gamba sinistra del nativo di NY, altro calcio, Backfist, poi Irish Whip verso la scala all'angolo. Edwards salta e si aggrappa alla scala, poi si lancia all'indietro su Moon con un Handspring Back Elbow! Applausi per Edwards, ma ecco che anche Schmidt e Manson rientrano sul ring. Christophorus colpisce il Golden Boy con una Clothesline atterrandolo, Kevin si unisce al pestaggio con una serie di Stomp. The Animal tuttavia non abbassa la guardia, infatti riesce a vedere Moon sul paletto lanciarsi con un Tic Toc e si para spingendo Schmidt al suo posto. The Decayed è a terra, Andy si rialza subito e anche Edwards è di nuovo in piedi. Andy guarda Manson, poi Edwards, quest'ultimo ricambia lo sguardo di Moon... e poi i due si scagliano entrambi su Kevin! Quest'ultimo riesce a spintonare via l'Infinte Kid ma subisce l'offensiva del Golden Boy che lo colpisce con una serie di pugni, poi corre alle corde e al rebound colpisce con uno Sky Hook!

Immagine


Manson è a terra, ma nessuno ha notato Schmidt che butta addosso a Moon ed Edwards una scala! I due finiscono a terra, il tedesco è l'unico rimasto in piedi! The Decayed si precipita sulla scala... ma un redivivo Big Black Boom gli si aggrappa all'attire e lo tira giù. Christophorus non la prende bene e afferra BBB per il collo... ma il mascherato lo colpisce con un calcio nelle parti basse. Il Perfidy In A Mask poi butta per terra Schmidt per terra, lo trascina verso l'angolo e gli mette le gambe fra il paletto, per poi togliergli le protezioni dalla gamba destra. Triple B esce dal quadrato... ed usa una Leg Lock su Schmidt! Il tedesco urla dal dolore, Boom tiene la presa per almeno dieci secondi e poi la lascia mentre Christophorus si tiene la gamba dolorante. BBB torna sul quadrato, tira un pestone alla gamba di Schmidt, poi vede Andy Moon rimettersi in ginocchio e lo colpisce con un calcio alla testa ributtandolo giù. Anche Michael Edwards sta provando a rialzarsi, Boom prova un altro calcio anche su di lui ma il Golden Boy lo evita abbassando la testa, e poi abbranca l'avversario: Mark Of The Veteran!

Immagine


Edwards riprende una scala ma appena si gira viene colpito da un Superkick da parte di Kevin Manson! Che subisce un Heartbeat Overdrive da parte di Moon! No, Manson gli afferra la gamba. The Animal gli urla “YOU'RE A TRAITOR!”, poi lo tira a se e poi lo proietta con un Fisherman Suplex. Il Painmaker torna a concentrarsi su Edwards, lo rialza tirandolo per i capelli ma il Dragon Kid gli tira un ceffone! Manson incassa il colpo, dagli spalti si alza un “oooh” di stupore, poi una smorfia di rabbia si dipinge sul volto del Tear Suppressor che prova a colpire l'ex-compagno di stable con una gomitata. Edwards si abbassa e lo evita andando alle spalle di Manson, poi lo colpisce con un Pelé Kick! Michael Edwards is on fire! Il New Yorkese si gasa, ma ecco che torna Christophorus Schmidt, che zoppica leggermente. Il nativo di Berlino lancia l'avversario all'angolo con una violenta Irish Whip, poi lo carica con dei blocchi da football... e mentre lo fa Moon gli salta sulla schiena e lo usa come “rampa” per tirare una ginocchiata in faccia ad Edwards! Moon finisce poi sull'apron e si lancia in Springboard sul tedesco... che lo afferra al volo e lo schianta con la Berlin Bomb su una scala!

Immagine


Lo Skull Kid rimbalza letteralmente sulla scala e rimane a terra dolorante. Edwards, ancora appoggiato all'angolo, si riscuote e carica su Schmidt che però lo abbranca e lo lancia con un Belly To Belly Over The Head Suplex. Ecco che però viene colpito da dietro da Big Black Boom con un Low Dropkick sulla gamba messa male! The Decayed crolla a terra, Boom recupera una scala e la apre al centro del ring, poi inizia a salirci. Kevin Manson però solleva il lato opposto della scala e lo costringe a tornare a terra, poi lo lancia contro l'angolo e gli sbatte la scala contro. Il Painmaker prende un po' di rincorsa... Cannonball sulla scala e di conseguenza su BBB!

Immagine


Manson si rialza toccandosi la schiena dolorante, poi vede Schmidt, lo va a rialzare e se lo carica per un Northern Light Suplex, ma il tedesco la reversa in una Implant DDT. Christophorus si rimette a sedere, si tocca la gamba messa male ma ha un'espressione di pura rabbia sul volto. Schmidt si rialza, un po' a fatica, Micheal Edwards gli corre contro e il tedesco lo alza con un Back Body Drop... che finisce per diventare una Senton sul malcapitato Manson! Il Dragon Kid si rimette subito in piedi, Schmidt lo prova a colpire con un Rolling Elbow ma Edwards lo evita, gli tira un calcio alla gamba malandata per buttarlo a terra e poi applica una Cloverleaf! Brutta manovra di nuovo sulla gamba di Christophorus Schmidt, ma attenzione perchè Moon corre alle corde, rimbalza e poi colpisce Edwards con l'Afterglow! Ginocchiata tremenda in piena faccia per Edwards! Moon si guarda intorno, vede che Big Black Boom è fuori dal ring, lo punta e sembra volersi lanciare con un un People's Dive! Attenzione perchè il mascherato il mascherato si mette sotto l'apron... ma Moon rimbalza con una capriola alle corde, fa un Backflip e torna al centro del ring, per poi allargare le braccia sotto gli applausi del pubblico. Andy sorride, Boom scuote la testa e torna sul quadrato. I due si scambiano qualche insulto, poi Boom colpisce con un pugno, al quale Andy risponde con un altro pugno a sua volta. Pugno di BBB, pugno di Moon, pugno di BBB, pugno di Moon, pugno di BBB, pugno di Moon, pugno di BBB, pugno di Moon, pugno di BBB, pugno di Moon, pugno di BBB, pugno di Moon, pugno di BBB e intanto Manson dietro di loro sta sistemando una scala e si accinge a raggiungere la scatola sopra al ring! Moon se ne accorge, evita un pugno di Boom che quindi colpisce la scala. Il mascherato si tiene la mano dolorante ma si mette subito a salire, viene tirato già da Moon che prova a salire a sua volta, ma viene tirato anche lui giù da BBB, mentre dall'altra parte Manson si lamenta dato che i due stanno facendo ballare la scala. Andy e BBB cercano di salire la scala entrambi nonostante il poco spazio, arrivano in cima e iniziano a scazzottarsi anche con Manson. Attenzione perchè Edwards ha posizionato una seconda scala accanto a quella centrale e la sale. Il nativo di NY cerca di afferrare la scatola contenente il Ring Of Honor ma gli altri tre se ne accorgono e lo fermano. Attenzione perchè anche Schmidt sale, con una gamba sola, la scala posizionata da Edwards. Tutti e cinque i contendenti all'anello sono sotto di esso e provano ad afferrarlo. Andy è appoggiato con un piede ad una scala e con l'altro alla seconda, cerca di scalciare giù il tedesco che è dal suo lato... e alla fine lo butta giù con una Sunset Powerbomb!

Immagine


Edwards si mette a cavalcioni in cima alla sua scala, ma BBB e Kevin Manson riescono a buttarlo giù spingendolo con due calci! Brutta botta anche per Edwards. Scazzottata in vetta fra Big Black Boom e Kevin Manson, evidenziata da fischi piuttosto pesanti per entrambi. Attenzione però perchè Andy Moon prende la scala lasciata da Edwards, la appoggia lateralmente alla cima di quella centrale dove BBB e Manson stanno combattendo, poi corre alle corde, rimbalza, corre sulla scala e butta giù entrambi con una Double Clothesline in tuffo! Tutti a terra! Il pubblico applaude i cinque guerrieri sul ring. BBB e Schmidt cadono giù dal quadrato, dove rimangono distesi per terra solo i tre ex-componenti dello State Of Anarchy, che strisciano ognuno ad un angolo. Kevin Manson vede entrambi i suoi rivali a terra e aggrappandosi alle corde riesce a rimettersi in piedi, poi cammina lentamente fino al centro del ring, indica i due.

KM: YOU MADE ME DO THIS!

Manson si tira uno schiaffo, poi carica e si butta con una Cannonball su Michael Edwards! No! Il Golden Boy si sposta in tempo mentre il Tear Suppressor impatta violentemente contro l'angolo... e si becca un Diving Double Foot Stomp laterale da parte di Moon, e poi un altro frontale da parte di Edwards!

Immagine


I due ex-SoA riprendono un attimo il fiato, ma vengono attaccati alle spalle dai redivivi Big Black Boom e Christophorus Schmidt! Big Black Stunner su Moon! Schmidt Plex su Edwards!

ImmagineImmagine


Fischi pesanti mentre sia Moon che Edwards cadono fuori dal ring a lati opposti. Triple B si lancia sulla gamba di Christophorus che ha preso di mira fin dall'inizio del match, il tedesco di nuovo cade per terra, Calf Killer di BBB! Schmidt urla dal dolore, batte la mano per cedere ma è inutile e, pian piano, il dolore lo porta a chiudere gli occhi, le energie lo abbandonano. Boom lo lascia andare, poi si rialza e a calci lo spintona fuori dal quadrato. Triple B se la ride, si gira... e si ritrova davanti Kevin Manson, forse un po' stordito, che lo fissa. Manson abbassa gli occhi sulle gambe dell'avversario, BBB capisce e prova ad uscire dal ring ma The Animal lo afferra e lo sbatte violentemente a terra, poi inizia a riempirlo di Stomps, soprattutto alle gambe. Il Painmaker trascina le gambe di Boom dentro una scala avversaria... e poi inizia a schiacciarle con la scala, più volte! Boom grida di dolore, ma Manson non ha pietà e addirittura tira un pestone alla scala chiusa con dentro le gambe dell'avversario. BBB si contorce, esce dalla scala e viene soccorso da alcuni medici ed arbitri... ed uno fa segno di portare una barella! Manson allarga le braccia e viene applaudito da una parte di pubblico, poi afferra la scala che ha usato per martoriare BBB e prova ad alzarla, ma nella foga il wrestler l'ha rotta e quindi deve cercarne un altra fuori dal ring. Intanto Boom viene portato via sotto i fischi del pubblico. Manson ridacchia, poi tira fuori un'altra scala da sotto il ring e la porta sul quadrato, indisturbato. The Animal apre la scala al centro del ring ma viene attaccato da Andy Moon, che si è ripreso. Il ragazzo di Savannah sbatte la testa di Manson contro la scala che traballa, poi lo colpisce con una gomitata e un Backfist. Ancora pugni di Moon su Manson, la foga del ragazzo aumenta e anche la velocità dei colpi, Headbutt in faccia e Kevin finisce all'angolo. Moon urla, si strappa le fasciature dalle mani, Fury Of A Hundred Punches! Dopo la scarica di colpi, il Painmaker cade per terra, tenendosi il volto tumefatto. Incredibile ovazione da parte della folla per Andy che si soffia sulle nocche, poi inizia la sua scalata. Tuttavia, anche Michael Edwards si è ripreso e inizia a scalare dalla parte opposta. Moon mette le mani sulla scatola ma Edwards gli tira un pugno. Scambio di cazzotti sulla cima della scala, il vincitore di questo scontro potrebbe accaparrarsi l'anello! Nessuno dei due sembra voler mollare la presa nonostante i colpi ricevuti, tant'è che i due si fermano e rimangono per qualche secondo storditi... poi EDWARDS SOLLEVA MOON! DEATH OF THE DRAGON DALLA CIMA DELLA SCALA!

Immagine


Grandissima manovra da parte di Edwards che però potrebbe aver incapacitato anche il Dragon Kid stesso, che rimane a terra insieme a Moon che invece si tiene lo stomaco, dolorante. Attenzione perchè Christophorus Schmidt STRISCIA verso la scala! Il tedesco stringe i denti, si aggrappa alla scala e inizia a salirla praticamente con una gamba sola, arriva in cima, il pubblico fischia come non mai... Schmidt ha le mani sulla scatola...

Immagine


ALLAHU AKBOMB! Manson tira giù Schmidt dalla gamba messa male e lo schianta a terra con la Allahu Akbomb! L'Animal lancia un grido, si tira un altro ceffone in faccia, poi si avvicina alla scala... ma vede Andy Moon a terra... e lo va a rialzare! Package Piledriver... No! Edwards lo salva colpendo Manson con una Clothesline From Hell! Moon ricade in ginocchio. Michael Edwards si rialza, non senza fatica, prende Kevin e lo aggancia per la Dragon Bomb, ma Manson pare troppo pesante, o forse Edwards non è in forze. Il Painmaker si libera di Edwards con un Back Body Drop ma il Golden Boy cade in piedi, corre alle corde, rimbalza, Manson lo lancia in aria alle sue spalle... e Moon lo colpisce con un WinterShot! Il Calf Kick di Moon colpisce Edwards al volo. Manson si gira verso lo Skull Kid, i due si guardano mentre rifiatano. Kevin indica l'anello sopra di loro, poi se stesso.

KM: YOU ARE NOT GONNA STOP ME AGAIN!

AM: THAT'S MY RING!

Altro scambio di pugni fra i due, ceffone di Manson, sputo di Moon! Palmstrike di Andy sul naso di Kevin che si spezza, l'Animale sembra non sentirlo, Gut Kick e poi Pumphandle Neckbreacker su Moon. Edwards però colpisce con un Discus Roundhouse Kick l'Animal. Questo finisce alle corde, il Dragon Kid gli tira una Clothesline e lo butta oltre la terza corda... poi corre al lato opposto, passa sotto la scala e si butta con un Suicide Dive!

Immagine


I due rimangono fuori dal ring, vengono visti da Moon, in ginocchio. L'Hunter si tiene il collo e poi si rialza, avvicina la scala al bordo del ring, poi la sale, arriva in cima... e si butta su Edwards e Manson!

Immagine


Ma Manson si è spostato! Kevin Manson ha evitato il tuffo di Moon e torna sul ring. Il Painmaker fischietta, rimette la scala in posizione. Manson tira un'occhiata a Schmidt che si è appena messo in ginocchio, e gli tira un calcio sul constato facendolo cadere fuori dal ring. Kevin sorride e si prepara alla sua scalata verso il successo... MA ATTENZIONE! BIG BLACK BOOM TORNA ZOPPICANTE VERSO IL RING CON UNA STAMPELLA! Boom riesce a rientrare sul quadrato e colpisce Manson con la stampella. Il Tear Suppressor cade a terra, Boom continua il suo assalto finchè la stampella letteralmente non si piega a metà. Il mascherato getta via l'arma, ha una gamba fasciata ma decide comunque di scalare. Boom pare essere l'unico rimasto, il pubblico fischia fortissimo, ma non c'è nessuno per fermarlo. Ecco che si posiziona in cima alla scala... MA EDWARDS LO BUTTA GIU' CON UNO SPRINGBOARD DROPKICK! Incredibile manovra del nativo di New York, che si aggrappa alla seconda corda per rimettersi in piedi. Sick su BBB!

Immagine


Big Black Boom pare essere ormai fuori gioco definitivamente, e cade fuori dal quadrato. Ma ecco che rientra per l'ennesima volta uno stoico Christophorus Schmidt, anche lui praticamente zoppo! Edwards prova ad attaccare di nuovo la gamba malandata del tedesco, ma quest'ultimo ormai ha capito l'antifona ed evita un Dropkick basso, afferra Edwards...

Immagine


NEUTRALISATOR SU UNA GAMBA SOLA! Edwards rimane a terra, mentre Schmidt è in ginocchio... e viene abbrancato da Manson, F'N ASSASSIN DROP SU UNA SCALA!

Immagine


Ecco che Andy Moon rientra sul quadrato, guarda Manson. Sono gli ultimi due rimasti in piedi nella carneficina, entrambi stanchissimi. Clinch, Moon tenta un'Irish Whip ma Manson ritira a se il ragazzo e lo mette in posizione per la F'N Assassin Drop! Ma Andy colpisce l'avversario alla testa con delle gomitate, gli cade alle spalle, rimbalza alle corde, HEARTBEAT OVERDRIVE!

Immagine


Manson però cade solo in ginocchio. Batte il pugno sul tappeto una, due volte. Macchioline di sangue gli cadono dal volto e sporcano il tappeto. Ma non è solo sangue. Andy si posiziona ad un angolo e nota la cosa.

AM: … I'm sorry.

Immagine


Knife Party su Kevin Manson! Andy Moon unico in piedi, grida, posiziona la scala il più in fretta possibile. Ecco che sale, con fatica, ogni gradino, arriva in cima, le mani sulla scatola... E LA SGANCIA!

Spoiler:
Immagine


JR: Here's the winner of the Ring of Honor: AAAAAAAAAANDYYYYY MOOOOOOOOOOON!



Boato della folla, Moon esulta, si mette una mano nei capelli. Il ragazzo di Savannah si mette a cavalcioni sulla cima della scala, poi apre la scatola ed estrae l'anello. Andy Moon lo osserva per qualche secondo, poi lo infila all'anulare della mano destra e lo alza, mettendolo in mostra. Più in basso, alcuni come Schmidt e, ancora una volta, BBB vengono portati via dai medici, mentre Edwards si è appoggiato a sedere all'angolo, sconsolato. Manson è ancora disteso a terra, gli occhi fissi verso il cielo. Sulle immagini di Andy Moon festante la serata continua.


Ultima modifica di Il capitano il 04/06/2016, 14:06, modificato 4 volte in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change II
MessaggioInviato: 03/06/2016, 20:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Eccoci nuovamente in diretta con TWC War of Change II: le immagini ci portano nel backstage, più precisamente nel bel mezzo dell'area interviste, dove troviamo Ally Sullivan, la donna più importunata del continente nordamericano, splendida nel suo abito rosso.

Immagine


Ally: Date il benvenuto al mio ospite stasera, Jack Keenan.

L'immagine si sposta lateralmente verso sinistra ed ecco il Pain Deliverer. Keenan, che indossa una giacca di pelle ma, sotto a questa, pare già pronto in ring gear, saluta Ally con un occhiolino.

Immagine


Ally: ... e, con lui... Quill, immagino...

Immagine


Difatti, la telecamera si sposta ancora lateralmente, mostrandoci l'anziano mentore di Keenan. Quill, pur chiamato in causa, non fa la benchè minima mossa ed Ally, dopo qualche secondo, abbassa lo sguardo, per poi tornare a rivolgerlo a Keenan.

Ally: Allora, Jack, c'è qualcosa che vuoi dirci prima del tuo incontro con Chris Drake stasera?

Keenan: Beh... War of Change, Jack Keenan vs Chris Drake... suona come un deja-vu, no?

Jack Keenan sorride, un sorriso beffardo.

Keenan: Con due peculiarità, però: la prima è che, questa volta, l' incontro non era affatto necessario. Alisa e Chris Drake hanno voluto portare la questione sul personale tirando in mezzo la mia famiglia, non io: quindi, tutte le conseguenze di questa scelta saranno su di loro. La seconda peculiarità, naturalmente, è che stasera il risultato sarà ben diverso rispetto ad un anno fa.

Alle spalle di JK, Quill annuisce vigorosamente: è il primo movimento che gli vediamo fare.

Keenan: Tuttavia, tutto questo lo sapevate già, quindi lasciate che aggiunga qualcos'altro. Vedi, Ally, quando Virgil ha proposto per questo incontro una stipulazione senza squalifiche, un Falls Count Anywhere match, nello specifico, mi sono sentito soddisfatto. In una contesa del genere avrei potuto sfogarmi in qualsiasi modo, con qualsiasi oggetto, in qualsiasi luogo dell'arena, contro Chris e farlo pentire di quello che lui e la sorellina hanno fatto.

A queste parole, Jack Keenan si scrocchia minacciosamente le nocche.

Keenan: Poi, però, io e Quill abbiamo avuto due settimane per riflettere e la strategia migliore ci è sembrata un'altra. Ally, diciamocelo: Chris Drake è un individuo al confine della schizofrenia. Anzi, questo è persino un eufemismo. Dare ad un soggetto di questo tipo un modo per sfogare liberamente la sua - chiamiamola così - fantasia può essere controproducente. Non fraintendermi, so di poterlo battere anche nel "suo campo". Dall'altro lato, però, Chris Drake è solo un folle. Io sono il Pain Deliverer. Io non ho bisogno di una mazza coperta di filo spinato, o di sedie, bidoni, bastoni o ogni altro genere di arma: saprei usare qualsiasi parte del mio corpo in almeno quattro o cinque modi diversi per causare dolore al mio avversario.

Il volto di JK si piega in un sorriso sbieco.

Keenan: Esatto, ho detto qualsiasi.

Ally Sullivan spalanca gli occhi, mentre Keenan soffoca una risata.

Keenan: La stipulazione Falls Count Anywhere mi avvantaggia comunque: non devo preoccuparmi di squalifiche, posso inseguire Drake ovunque proverà a scappare e lanciarlo contro ogni angolo di questa arena. Semplicemente, mi basterà tenere me stesso e lui lontano da qualsiasi arma.

Sentiamo alcuni fischi giungere dallo stadio. Keenan ridacchia.

Keenan: Proprio così, caro TWC Universe. Se volete violenza gratuita ed insensata, guardate la TDPW. E, già che ci siamo, ho visto combattere dal vivo Michael Murphy e non è un granchè.

Altri fischi per Keenan, che fa spallucce e torna a rivolgersi ad Ally.

Keenan: Bene, Ally, direi che hai avuto il tuo scoop. Se vuoi andare a comunicarlo alla sala stampa, ora...

JK fa un gesto eloquente con la testa ed Ally Sullivan, con una smorfia sul viso, si allontana. Rimangono soli Keenan e Quill, il quale batte una mano sulla spalla del Pain Deliverer.

Quill: Fai quello che sai fare. Buona fortuna.

Keenan: Non ne avrò bisogno.

Quill annuisce seccamente e se ne va dalla scena. Jack Keenan, sgranchendosi le spalle, si dirige invece dalla parte opposta. Pubblicità.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change II
MessaggioInviato: 03/06/2016, 20:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Bentornati live da War Of Change dall'Husky Stadium di Seattle, Whashington! E' finalmente giunto il momento di uno dei match più attesi della serata, per la precisione The Most Anticipated Rematch in TWC History! Tra pochi istanti la rivalità tra Chris Drake e Jack Keenan, iniziata più di un anno fa, troverà il suo epilogo in un Extreme Falls Count Anywhere Match che è già storia! A causa di una clausola imposta da Rachel Fortuna e avallata dalla dirigenza TWC l'Interpromotional World Wrestling Championship non sarà in palio, ma le emozioni non mancheranno di certo visto l'odio che scorre tra i due protagonisti. Ma basta con le chiacchiere, The Most Anticipated Rematch in TWC History is now!!! Le luci si abbassano totalmente lasciando lo stadio al buio...



Una musica si diffonde nell'arena mentre il titantron si illumina mostrando una leggera fiammella che mano mano si alimenta sempre di più...

Immagine


Le fiamme si propagano anche nel minitron e successivamente sui led posti ai lati del titantron, illuminando parte dello stage con tonalità rosso-arancioni...

Immagine


Ed ecco che al centro del titantron tra le fiamme emerge la sagoma stilizzata di un drago mentre in sovrimpressione compaiono delle scritte...

How could a human challenge something he cannot fight?

How could a human think that he can destroy a Wild creature like this?

How could a human handle the fury of the Predator Dragon?


Il logo stilizzato del drago viene inghiottito nuovamente dalle fiamme, ed ora la panoramica su esse si alza mostrando un uomo in caduta libera verso le fiamme ed il Predator Dragon che lo insegue...

Immagine


Poco prima che l'uomo possa attraversare le fiamme il Predator Dragon lo divora con un solo boccone per poi immergersi nelle fiamme ed uscirne rinvigorito. Il drago vola via dalle fiamme iniziando a torreggiare nei cieli...

Immagine


Le fiamme spariscono e mentre sul titantron vediamo il Predator Dragon dominare i cieli, sul minitron vediamo montagne, pianure e città, tutte al di sotto del dragone che continua la sua marcia mentre nuove parole compaiono in sovrimpressione...

The Predator Dragon has a crown that makes him the Undisputed King of the World

Men and Gods tried to stole it from him, unsuccessfully

So now They pretend that this crown doesen't exist


Un'occhio di bue si accende sullo stage mostrandoci un piedistallo su cui è posato su l'Interpromotional World Wrestling Championship.

Immagine


Ladies and gentleman of Seattle...


Boato del pubblico.

How is it going?


Un sonoro "WELL" risuona nello stadio.

This is my crown, this is the symbol of my excellence and nobody can't take it away from me!


Un gioco di luci comincia a rimbalzare sullo stage mentre una coltre di fumo avvolge il piedistallo dove c'è l'Interpromotional World Wrestling Championship.

And now please welcome The Undisputed Legend, The Best In The Business, The God Of Violence...


Il Predator Dragon sul titantron vola via verso l'alto, ed ora dei riflettori illuminano la sommità dello stadio da cui sta calando la statua di un gigantesco dragone!

Immagine


Il pubblico emette un sonoro boato mentre il Predator Dragon viene fatto calare sullo stage, ed una volta posato a terra vediamo il collo piegarsi facendolo giungere con il mento a terra, davanti al piedistallo con l'Interpromotional World Wrestling Championship. Le luci si abbassano nuovamente lasciando lo stadio al buio e la Predator Dragon Theme si interrompe.

CHRIS DRAKE


Boato del pubblico.



Ed ecco che nello stadio risuona Out Of Control mentre luci stroboscopiche rimbalzano per tutto lo stadio fin quando il primo riff non si conclude con le luci che si abbassano totalmente lasciando lo stadio al buio. Secondo riff, luci stroboscopiche, fine del riff, luci spente. La theme riparte ed ora un solo occhio di bue color diamante si accende sullo stage illuminando Chris Drake che è immobile a testa bassa all'interno della bocca del Predator Dragon.

Immagine


Non appena iniziano le parole nella canzone Chris alza la testa puntando lo sguardo verso l'Interpromotional World Wrestling Championship. The Predator fa un passo avanti e prende il titolo tra le mani osservandolo per qualche secondo prima di puntare lo sguardo sul pubblico, accennare un sorriso ironico ed alzare il titolo al cielo mentre delle fiamme si alzano su tutto lo stage, titantron compreso. The Undisputed Legend si mette il titolo in spalla per poi incamminarsi verso il ring. Una volta giunto nei pressi del quadrato balza sull'apron facendo esplodere dei pyros su tutti e quattro gli angoli e sulla cima dello stadio! Fatto ciò entra nel ring e sale su un paletto alzando il proprio titolo al cielo con un braccio mentre tiene l'altro alto. Chris scende dal paletto e si posiziona al centro del ring per poi alzare il suo titolo nuovamente al cielo causando un nuovo boato del pubblico. Fatto ciò Chris Drake consegna il titolo all'arbitro e si mette in attesa di Jack Keenan.



La theme music di Jack Keenan non si fa attendere: sulle prime note della intro di Courtesy Call ecco spegnersi le luci dell'arena. Tutto ad un tratto, un riflettore bianco va ad illuminare l'angolo di stage più vicino al pubblico, all'estrema destra della rampa d'ingresso; subito dopo, eccone un altro, che va a toccare il punto opposto dello stage, poi un altro ancora, che illumina la parte finale della rampa. I riflettori iniziano di colpo a girare su sè stessi, in una complessa danza di luci: nel momento in cui, finalmente, si incontrano nel centro dello stage, ci mostrano la figura di Jack Keenan, in piedi, lo sguardo già puntato verso il ring.

Immagine


Il Pain Deliverer, in giacca di pelle e pantaloni da combattimento, si concede qualche secondo per guardarsi intorno; poi, con estrema calma, si dirige verso il quadrato, accompagnato dai fischi del pubblico. JK arriva a bordo ring, ma non sale: continua a camminare, facendo un intero giro del ring. Ne fa un altro. Un altro ancora. Per tutto questo tempo, i suoi occhi sono stati fissi in quelli di Chris Drake, che ricambia lo sguardo. Finalmente, con uno scatto Jack Keenan sale sul ring e va subito faccia a faccia con il rivale: l'arbitro si preoccupa allora subito di separare i due, ordinando loro di andare a prendere posto ciascuno al proprio angolo. Jack Keenan, sempre senza alcuna fretta, si toglie ora la giacca in pelle, mostrando la maglietta che indossa sotto di essa: una t-shirt bianca, su cui, a caratteri cubitali, è scritto "HOW IS IT GOING?". Non appena la vede, Chris Drake cerca subito di farsi avanti, ma viene bloccato ancora dall'arbitro e riportato al proprio angolo. Keenan si toglie ora anche la maglia e la lancia alle sue spalle, con noncuranza: ora si appende alle corde e fa un po' di stretching, mentre tutto è pronto per iniziare.


Chris Drake vs Jack Keenan
Extreme Falls Count Anywhere Match


Immagine


Suona la campanella e, senza aspettare nemmeno un istante di più, i due scattano dagli angoli opposti: si incontrano a centro ring ed iniziano a scambiarsi una serie di Forearms ravvicinati, senza dare l'impressione di volersi staccare l'uno dall'altro.

Immagine


Sembra avere la meglio Jack Keenan, che riesce a mettere a segno altri tre colpi con l'avambraccio prima di voltarsi e lanciarsi alle corde, ma di rimbalzo Chris Drake gli è addosso con una Lou Thesz Press che lo fa finire al tappeto: dalla posizione di vantaggio in cui si ritrova, Drake riesce a tempestare di pugni al volto il rivale. Ora è The Predator, rialzatosi, a lanciarsi verso le corde, ma con uno scatto fulmineo Jack Keenan riesce a seguirlo e a fargli uno sgambetto, scivolando sotto la prima corda. Chris Drake cade così di faccia al tappeto e rimane stordito: il Pain Deliverer ritorna immediatamente sul ring e si siede sopra l'avversario, ancora in posizione prona, per iniziare a tempestarlo di gomitate al collo, che già è stato oggetto di infortunio per Chris Drake. Il Woodbury Made, in quella posizione, non può fare altro che cercare di ripararsi la nuca con la mani, senza troppo successo. Keenan si rimette in piedi, calpesta un paio di volte, per buona misura, il collo di Drake, poi prende la rincorsa per un Knee Drop alla nuca... evitato da Drake, Keenan sbatte con la rotula contro il tappeto. The Real One può allora passare subito al contrattacco: prende il rivale alle spalle, Backstabber! Keenan, forse volontariamente, forse per inerzia, rimane in ginocchio dopo il colpo: Drake ne approfitta allora per mettere a segno una Snap DDT.

Immagine


Chris Drake, in fretta e furia, scende dal ring, solleva il telo che copre l'apron ring e prende, apparentemente senza alcun criterio, il primo oggetto che vi trova sotto: una Kendo Stick. E' stato così rapido in questa operazione da rientrare sul ring prima che Keenan si sia rialzato del tutto, ha quindi campo libero per colpirlo più volte all'addome ed alla schiena con il bastone. Il Pain Deliverer rovina a terra, Chris Drake prosegue nella sua offensiva ancora per un po'. Sulla schiena di Keenan si inizia già a vedere qualche segno rosso: ora Drake gli punta contro la Kendo Stick per poi, con un'espressione folle dipinta sul volto, andare verso l'angolo ed incastrare sopra l'ultimo turnbuckle l'arma, in modo che la sua punta sia diretta verso il quadrato. Chris Drake torna poi verso il rivale ma, prima che possa rialzarlo, riceve un calcione da terra in volto. Jack Keenan si rimette in piedi e, preso l'avversario per i capelli, gli indica la Kendo Stick e si prepara a lanciarlo in quella direzione: Drake, però, prima che JK possa fare qualsiasi cosa, reagisce con una ginocchiata all'addome. Keenan si piega a metà, ora è Drake a spingerlo verso la Kendo Stick incastrata nel turnbuckle e sembra averlo lanciato con troppa foga perchè ci si possa tirare indietro... ma Jack riesce ad evitare il peggio abbassandosi all'ultimo secondo e rotolando fuori ring sotto la prima corda. Chris Drake insegue fuori ring il suo rivale, che è lesto nel rientrare sul quadrato dal lato opposto: il Woodbury Made risale a sua volta, ma viene accolto da uno Standing Dropkick. Drake non cade, rimbalza invece tra la seconda e la terza corda, in arrivo un Pendulum... no, Keenan lo anticipa con una Michinoku Driver.

Immagine


Jack Keenan rotola ora verso l'angolo dove è ancora incastrata la Kendo Stick: si rialza, estrae l'arma dal turnbuckle più alto e la punta verso Drake, che è ancora dolorante per il colpo ricevuto direttamente sul collo. JK si avvicina al rivale, carica il colpo, ma all'ultimo momento scuote la testa e, con un sorriso beffardo, afferra la Kendo Stick con entrambe le mani e la spezza sul proprio ginocchio, per poi gettarla fuori ring. Torna poi all'attacco con una serie di pugni, che tengono a bada Chris Drake, per poi afferrarlo alle spalle, immobilizzandogli il torso con le proprie gambe: da questa posizione fa piovere sul collo del rivale una scarica di gomitate, è la Keenan Special. Chris Drake, di spalle, ancora una volta non riesce a reagire adeguatamente e a difendere il collo, che Jack Keenan sta continuando a martoriare. Apparentemente soddisfatto, JK si rialza, contemplando l'avversario a terra: ora gli striscia leggermente il piede sulla nuca, poi gli dà un buffetto sulla guancia... e di scatto Drake si rialza, urlando, e reagisce con una frenetica ed incontrollata serie di colpi, da cui Keenan non riesce in alcun modo a difendersi. Il Pain Deliverer è costretto ad arretrare alle corde, subendo la incontenibile furia di Drake: il Woodbury Made allora gli afferra un braccio e lo lancia con una Irish Whip, ma Keenan gira su sè stesso, tira a sè il rivale, se lo carica sulle spalle e mette a segno la Ushigoroshi.

Immagine


Nuovo duro colpo per il collo di Chris Drake, che finisce al tappeto. Jack Keenan prova il primo schienamento dell'incontro, ma ottiene solo un conto di uno. Il Pain Deliverer torna subito a prendere in consegna il rivale, che stava cercando di rialzarsi con l'aiuto della corda più alta, e lo colpisce subito con un paio di ginocchiate all'addome e poi un Forearm. Drake, stordito, rimane in quella posizione, con la testa a penzoloni ed il torace appoggiato alla seconda corda: Keenan, allora, inizia a sferrargli dei violenti pestoni alla tempia, in pieno atteggiamento Strong style. Il Pain Deliverer si sposta poi sull'apron ring e, con Drake nella stessa posizione di prima, gli afferra il collo e si prepara a lasciarsi cadere per un Neckbreaker contro l'apron... ma all'ultimo istante il Woodbury Made si salva, rotolando a sua volta sull'apron. Keenan lo costringe allora a rialzarsi, lo appoggia all'esterno delle corde e mette a segno una Chop che risuona per tutta l'arena. Il Pain Deliverer ripete il colpo, ma d'istinto questa volta Drake riesce a parare con un braccio e a rispondere con una violenta ginocchiata all'addome. Jk si piega in due, Chris Drake con improvvisa lucidità riesce ad afferrargli una gamba e il collo, Exploder Suplex sull'apron!!!

Immagine


Entrambi gli avversari rimangono a terra per qualche secondo. Il primo a riuscire a muoversi è Chris Drake, che, rotolando verso il rivale, prova il primo schienamento fuori ring del match: conto di 2. The Real One prende allora Keenan per le orecchie e, dopo avergli urlato addosso qualcosa, lo getta nuovamente sul quadrato. Drake solleva poi nuovamente il telo che copre l'area sotto il ring ed inizia a tirare fuori da lì una sedia dopo l'altra, lanciandole sul ring.

Immagine


Finalmente soddisfatto, Chris Drake si appresta infine a tornare sul ring, con un sorriso folle dipinto in volto: mentre sta passando tra la seconda e la terza corda, però, JK si rialza di scatto e mette a segno un improvviso Running Neckbreaker. Keenan si rialza e va subito a raccogliere una delle sedie lanciate sul ring da Drake: nuovamente, appena sembra pronto per colpire, getta l'arma fuori dal quadrato, suscitando anche più di qualche fischio dal pubblico. Noncurante, Keenan spinge fuori ring con il piede le sedie rimanenti: poi, per buona misura, prende le sedie e le sistema oltre le transenne, a pochi passi dal pubblico. Fatto ciò, regala un occhiolino alla telecamera di ripresa, poi si volta...

Immagine


C.Drake: AAAAAAAAAAAAH!!!

... e Drake, con un urlo disumano, gli vola addosso: Diving Elbow Drop verso l'area a bordo ring!! I due stramazzano a terra e immediatamente Chris inizia a bersagliare la testa del nemico con potenti pugni a mano chiusa! Il pubblico si esalta, così come Drake, che ora si rialza ed emette un urlo fomentato che gasa ancora di più il pubblico! The Predator mostra un sorrisetto malato mentre posa il suo sguardo sul Pain Deliverer, ed ora si gira rapidamente verso il tavolo di commento per poi iniziarlo a smantellare! Altro boato del pubblico di Seattle mentre Chris, finito di smantellare il tavolo, prende un monitor e stacca i fili a morsi. The God Of Violence sorride in maniera folle verso il monitor per poi attendere che Keenan si rialzi, ed una volta che il nemico è in piedi va con un violento colpo indirizzato sulla sua nuca... No! JK si abbassa mandando L'Interpromotional World Champion a vuoto, ed ora lo colpisce alle spalle con una ginocchiata alla base della spina dorsale, seguita da un'Headlock Backbreaker! The Predator accusa il colpo mentre Jack Keenan è lesto a rimettere a posto il monitor, per poi concentrarsi nuovamente sul nemico tornando a bersagliargli il collo con gomitate ben assestate! Chris emette urla strozzate di dolore ad ogni colpo del Pain Deliverer che ora, dopo aver mostrato un sorriso beffardo accolto dai fischi del pubblico, per poi intrappolarlo in una Koji Clutch all'esterno del ring!

Immagine


E attenzione! Oltre agli schienamenti anche le sottomissioni valgono ovunque, ed ora Chris Drake si ritrova intrappolato in una delle sue mosse più letali! The Predator urla dal dolore cercando di aggrapparsi a qualsiasi cosa per salvarsi la pelle, e dopo alcuni secondi in cui non trova nulla emette un urlo assordante per poi... AFFONDARE UN MORSO NEL POLPACCIO DI JACK KEENAN!!! Boato di sgomento del pubblico mentre il Pain Deliverer emette un sonoro urlo di dolore allentando immediatamente la presa, ma Chris non lo molla minimamente costringendolo a colpirlo con uno... due... tre calci in testa! Drake molla la presa e crolla di faccia ai piedi di Keenan che è seduto a terra con la schiena appoggiata al tavolo dei commentatori, e si massaggia il punto appena morso dal nemico... Ma attenzione! Chris si solleva rapidamente sulle braccia andando faccia a faccia con Jack ed iniziando a ridere in maniera perversa mentre tra i suoi denti notiamo macchie di sangue. JK si scansa lateralmente quasi intimorito, e The Predator torna in piedi, sempre con un sorriso sadico in viso, per poi allungare una mano verso il nemico e simulare un colpo di pistola...

Immagine


C.Drake: BANG!!!

E detto ciò Chris si getta all'assalto di Jack iniziandolo a tempestare di pugni alla testa per poi lanciarlo con un violento Irish Whip contro le transenne, che mandano il Pain Deliverer oltre esse! Mr. TWD sale sul tavolo dei commentatori, e dopo aver fomentato il pubblico si getta con un Flying Forearm su JK che si era appena rialzato! I due crollano a terra tra la folla di Seattle, e Chris è lesto a scaricare una nuova tempesta di pugni sulla testa nel rivale per poi rialzarlo e spingerlo tra i fan con calci dietro la schiena. I due procedono tra le fila di fan festanti, e Chris Drake prende JK per i capelli e lo lancia verso uno dei pilastri che sorreggono la struttura che regge la copertura del ring... No! Keenan ribalta l'Irish Whip facendo finire Drake contro la struttura! Brutto impatto con la testa per Chris, che ora si appoggia alla struttura metallica mentre un furioso Jack Keenan inizia a tempestarlo di calci sulle gambe! The Wild Dragon si piega su un ginocchio, ed ora il nemico inizia a colpirlo con potenti gomitate sulla nuca per poi rialzarlo e lanciarlo con forza contro il tavolo in vetro degli analisti dell'evento!!!

Immagine


Il tavolo si crepa all'impatto con la schiena di Chris mentre il pubblico emette un altro boato di sgomento! Jack mostra un'espressione dura per poi salire sul tavolo e schienare Chris Drake... 1...2... No! The Predator c'è! JK non si scompone ed ora scende dal tavolo e prende il rivale per i capelli, trascinandolo di peso a terra. Fatto ciò inizia a colpirlo con dei violenti Stomp ben assestati su collo e spalla, per poi rialzarlo e spedirlo con un Irish Whip contro una porta che si sfonda all'impatto catapultandolo nel backstage. Jack Keenan raggiunge il nemico ancora a terra, e lo rialza nuovamente per i capelli per poi fargli impattare la testa contro uno scatolone della produzione! Fatto ciò gli rifila un'altra gomitata alla base del collo per poi prendere le distanze e partire con una Kill Keenan Kill... No! Chris Drake si scansa e Keenan va a finire dritto contro uno dei set per le interviste, distruggendolo! The Undisputed Legend riprende fiato per qualche secondo appoggiato ad un muro, ed ora si avvicina al set interviste distrutto da JK dove vediamo quest'ultimo che si sta lentamente rialzando, e lo abbranca per i capelli trascinandolo con se nel backstage. Dopo qualche metro i due arrivano davanti ad una porta che viene aperta da Chris con un calcio portando i due nell'area catering. The Predator annuisce soddisfatto per poi prendere una bottiglia di birra in vetro, fare un sorso e schiantarla sulla schiena di Jack Keenan!!! Il Pain Deliverer crolla a terra mentre Chris prende un piatto con dentro della pasta e si appoggia comodamente su un muro iniziando a mangiare. Dopo qualche forchettata nota che Jack si sta rialzando, e con tutta calma posa il piatto e va a conficcargli la forchetta dritta nella fonte!!! Il pubblico dall'arena emette un boato di sgomento mentre Jack urla dal dolore ed una ferita gli si apre sulla fronte! Chris fa pressione per qualche secondo prima di mollare e lanciare la forchetta contro un dolorante JK. Fatto ciò va alla zona buffet e dopo aver osservato le pietanze prende una saliera ed annuisce soddisfatto, per poi raggiungere Jack, che ha in mano un contenitore di cui non riusciamo a riconoscere il contenuto, e... RIVERSARE IL SALE DIRETTAMENTE SULLA FRONTE FERITA!!! Jack Keenan emette delle urla strazianti di dolore che superano l'intensità del boato di stupore del pubblico! Dopo diversi secondi un soddisfatto Chris Drake finisce di svuotare la saliera sulla ferita di Keenan, ed ora con fare calmo lo rialza per i capelli e lo getta fuori dalla zona catering con un calcio. The Predator fa un cenno di scuse ai presenti nella stanza, decisamente interdetti dallo spettacolo a cui hanno appena assistito, e raggiunge Jack Keenan che... GLI LANCIA UNA FRUSTATA DI OLIO PICCANTE DRITTA NEGLI OCCHI!!! Chris Drake crolla a terra ed inizia a strofinarsi gli occhi con foga mentre urla dal dolore! JK intanto si asciuga il sangue con un asciugamano trovato lì vicino, ed ora con sguardo duro ed espressione furiosa va a rialzare per i capelli Chris per poi emettere un urlo di rabbia e scagliarlo contro una finestra di vetro...

Immagine


... CHE VA TOTALMENTE IN FRANTUMI!!! Il pubblico emette, l'ennesimo, boato di sgomento mentre Jack Keenan scavalca la finestra appena sfondata atterrando con un Double Foot Stomp su un dolorante Chris Drake. Il Pain Deliverer va a rialzare il nemico e lo lancia contro una porta, sfondandola, ed ora torna all'assalto del nemico con nuovi, rapidi, mirati e potenti Stomp alla base del collo e sulla spalla destra. The Undisputed Legend emette grida strozzate ai colpi spietati del rivale, che ora lo rialza per un orecchio e gli mette una mano sulla nuca facendogliela rimbalzare sul ginocchio! The Predator accusa il colpo e traballa, ed un lesto JK ne approfitta per connettere con una I Know It Hurts sul pavimento del backstage! Chris impatta malamente con il collo, e Jack schiena... 1...2... No! Kick-out di Chris Drake. Vediamo ora un sadico Jack Keenan che si rialza e torreggia impassibile su di lui. Passa qualche secondo in cui il Pain Deliverer non schioda la sguardo da un dolorante Chris Drake, ed ora va a rialzarlo per poi iniziare una nuova sequenza di pugni alla testa... Uno... due... tre... quat... No! Chris para e colpisce lui con un pugno il rivale! Nuovo pugno di Jack, pugno di Chris! Pugno di Jack, pugno di Chris! Altro pugno di Ja... No! Chris para e va con un pugno, poi una chop, pugno, chop, pugno, chop, pugno, chop, pugn... Parata di Keenan che ora va con un altro pugno subito ricambiato da Drake! Una nuova, violenta, scazzottata parte tra i due, sfociando nuovamente in una furiosa rissa che si protrae per tutto il corridoio, arrivando nei pressi di un ascensore che vediamo aprirsi... Degli addetti notano i due che stanno battagliando senza esclusioni di colpi e si scansano, favorendo l'ingresso di entrambi i wrestler all'interno dell'ascensore!



Le porte si chiudono e le telecamere di sicurezza ci portano all'interno dell'ascensore dove vediamo i due pestarsi selvaggiamente! Le porte si riaprono portando i due al piano superiore, con Jack Keenan che ha preso il sopravvento. Jack ha Chris intrappolato in una Headlock e lo trascina a forza per i corridoi facendogli impattare la testa contro ciò che capita, ed una volta che il dimenarsi di Chris Drake si fa troppo incontenibile, lo getta a terra con uno Snapmare per poi connettere con un Uppercut sulla base del collo del rivale che mostra una smorfia di dolore per poi crollare a terra. JK va per il pin... 1...2... No! Ancora niente da fare! Keenan mostra una smorfia contrariata ed ora va a rialzare Drake e si mette la sua testa sotto un braccio... Attenzione! Pain Delivery pronta... No! Chris colpisce il rivale con delle ginocchiate sgusciando via, ma Jack è lesto a fare un passo indietro e colpirlo con una Kill Keenan Kill che spedisce il nemico contro una porta che viene sfondata!!!

Immagine


The Predator crolla all'interno di uno spogliatoio e Jack lo schiena... 1...2...3! No! Questa volta JK è andato vicino alla vittoria! Jack fa una smorfia di disappunto che però si tramuta in sorriso beffardo quando alza lo sguardo e nota in che spogliatoio è capitato...

Spoiler:
Immagine


Jack Keenan si mette in piedi e lancia uno sguardo irrisorio ad una corrucciata Alisa Drake che si alza dal divano su cui stava seguendo il match da un monitor.

Keenan: Le nostre porte sono un tantino più resistenti, in Georgia.

JK distoglie lo sguardo dalle macerie della porta e si spazzola un po' di polvere dai pantaloni.

Keenan: 4400 dollari per riavere tuo fratello tutto intero dopo il match? Che ne dici, Ali?

Alisa: Zitto Jack!

JK sorride compiaciuto e fa un passo avanti...

C.Drake: JAAAAAAAAAAAACK!!!

Ed ecco che Chris Drake investe Jack Keenan con un Double Axe Handle dietro la nuca, stendendolo! Chris lancia un'occhiata ad Alisa che evita lo sguardo del fratello...

C.Drake: Non ti disturberemo oltre Ali.

Chris sorride alla sorella che ricambia con un leggero sorriso.

Alisa: Grazie.

I due si scambiano uno sguardo e poi Chris rialza per un orecchio Jack e lo getta fuori dallo spogliatoio. Una volta fuori anche lui, Chris si chiude la porta alle spalle non avvedendosi di JK che lo colpisce con un potente diretto in pieno viso, seguito da un montante e poi da una gomitata sulla fronte! The Predator si appoggia contro un muro, intontito, e Keenan lo colpisce con una ginocchiata alle costole seguita da un calcio in pancia che fa piegare il rivale che poi viene fatto vittima di un Electroshock Swinging Neckbreaker sul pavimento! JK schiena... 1...2...3! No!!! Chris Drake resiste ancora facendo un insperato kick-out! Jack Keenan mostra un'espressione contrariata e rialza nuovamente il rivale, e dopo aver percorso qualche metro mentre lo trascina con se, lo getta nuovamente contro una porta che si apre facendo uscire dalla stanza una coltre di fumo. Jack tossisce e si rende conto di essere capitato nella stanza fumatori dello stadio. Qui troviamo un monitor che sta mostrando il match in diretta ma soprattutto una figura femminile che sta fumando una sigaretta...

Spoiler:
Immagine


Jack Keenan lancia uno sguardo duro verso Samantha Hart che, appoggiata al davanzale di una finestra, gli sorride in maniera beffarda. Il Pain Deliverer scuote un dito verso la ragazza per poi rialzare Chris Drake ed evitare di essere distratto da Samantha proprio come allo scorso Indoor War, ed ora si incammina verso l'uscita della saletta fumatori trascinando con se il nemico... Ma attenzione! Chris Drake colpisce con un Eye Rake JK che accusa il colpo e si gira nuovamente verso l'interno della saletta fumatori divenendo facile bersaglio di un potente calcio alle parti basse da parte di Samantha Hart!!!

Immagine


Samantha: E' questo è per lo scorso War Of Change stronzo!

La ragazza sputa del fumo sul nemico, mentre uno zoppicante Chris Drake la raggiunge e si scambia un sorriso d'intesa con lei. Fatto ciò le sfila la sigaretta dalla bocca e le tira una pacca sul culo causando un sorrisetto ironico in lei, per poi fare un paio di tiri e spegnere la sigaretta sul braccio di Jack Keenan!!! JK urla dal dolore mentre un sadico Chris Drake lo rialza per i capelli e lo getta di violenza fuori dalla saletta fumatori chiudendosi la porta alle spalle. Fatto ciò arretra fino ai pressi dello spogliatoio suo e di Alisa, raggiungendo uno scatolone della produzione che una volta aperto rivela il suo contenuto...

Immagine


EVIE!!! Il pubblico emette un fragoroso boato d'approvazione mentre Jack Keenan, ancora dolorante alle parti basse, assume un'espressione spaventata ed inizia ad arretrare trascinandosi sul fondo schiena mentre un minaccioso Chris Drake gli si avvicina facendo roteare la letale mazza tra le dita. Una volta arrivato a meno di un metro, Chris alza Evie e Jack rotola lateralmente mettendosi in piedi e schivando un primo fendente, per poi schivarne un secondo con un balzo all'indietro e in seguito venir sfiorato da un terzo che viene evitato per miracolo e che va ad impattare contro uno scatolone della produzione! Visti i pochi secondi di vantaggio acquisiti con Chris intento nel rimuovere Evie dallo scatolone, Jack si allontana dal nemico dirigendosi verso la Gorilla Position con passo zoppicante e stanco, ma ecco che Chris, anch'egli zoppicante, torna al suo inseguimento costringendo JK ad aumentare il passo, ed una volta arrivato nella Gorilla Position ruzzola a terra ricomparendo nel frattempo sullo stage. Il pubblico emette un boato nel rivedere l'azione spostata nello stadio, boato intensificato a dismisura quando un sadico Chris Drake ricompare sullo stage. JK sta arretrando nuovamente sul suo fondo schiena mentre The God Of Violence si appresta finalmente a colpirlo con Evie... No! Jack evita con una rotolata in avanti che lo fa finire alle spalle del rivale che ora viene fatto vittima di un violento Low Blow!!!

Immagine


Il pubblico fischia sonoramente Jack Keenan, mentre Chris Drake perde il possesso di Evie. Il Pain Deliverer l'allontana con un calcio, ed ora prende per i capelli The Predator e gli urla qualcosa in faccia per poi prendergli la testa, incastonarla sotto il proprio braccio e...

Immagine


... PAIN DELIVERY SULLO STAGE!!! E' FINITA!!! 1...2...3!




















NOOOOOOOOOOO!!! INCREDIBILE, CHRIS DRAKE ESEGUE UNO DEI SUOI ENNESIMI, ALLUCINANTI ED ORMAI FAMOSI KICK-OUT DELLA DISPERAZIONE!!! Jack Keenan è incredulo, Chris Drake ha resistito alla sua mossa più letale direttamente sullo stage! Il Pain Deliverer arretra lentamente, gli occhi sbarrati, le mani nei capelli. Ad un tratto, rischia di inciampare su qualcosa: si volta, guarda per terra ed il suo sguardo si blocca sull'oggetto che quasi lo ha fatto cadere, la mazza Evie. JK, ansimante, la osserva per qualche istante, in silenzio: poi con studiata lentezza la solleva da terra e torna ad avvicinarsi a Drake, che è ancora a terra e non pare essersi mosso, nè essersi accorto della minaccia incombente. Jack Keenan guarda Drake, poi Evie, poi nuovamente Drake, ancora Evie, che ora viene sollevata più in alto... ma poi il Pain Deliverer scuote la testa, urlando che non ne ha bisogno, e si accontenta di calpestare il rivale con un pestone dritto alla nuca. Jack Keenan gira poi i tacchi e torna nel backstage, da cui riemerge poco dopo con una cassetta degli attrezzi in mano: Keenan la apre, prende un martello e lo getta via; prende un cacciavite e lo getta via; prende una chiave inglese e la getta via; fa lo stesso con qualche altro oggetto, per poi trovare quello che apparentemente stava cercando: si tratta un rotolo di scotch. Con lo scotch sotto braccio e Evie ancora saldamente in mano, Keenan si arrampica il più rapidamente possibile verso il titantron: raggiunto il primo palo orizzontale che trova, a circa 3 metri d'altezza, il Pain Incarnate srotola lo scotch da idraulico e lega al palo Evie, assicurandosi che sia abbastanza ben fissata. Apparentemente soddisfatto, Jack Keenan scende dall'impalcatura e torna subito a prendersi cura di Chris Drake, che stava cercando di rialzarsi, con una serie di pestoni e gomitate al collo ed alla testa. Ora il Pain Deliverer rialza a forza il rivale e, dopo averlo afferrato per il collo, lo costringe a muoversi verso il ring, passando nel "corridoio" fra il pubblico. Jack Keenan lancia di peso l'avversario sul quadrato, lo raggiunge e subito se lo carica in spalla...

Immagine


Fireman's Carry Neckbreaker a segno! O, meglio, Divine Revenge! La vecchia mossa finale di Chris Drake, che gli era valsa la vittoria su Jack Keenan esattamente un anno fa!! 1............... 2............. NO! Kick-out alla disperata da parte del Woodbury Made. Jack Keenan, con gli occhi sbarrati, scuote ripetutamente la testa. Il Pain Deliverer rimane immobile per alcuni secondi, intento a contemplare Chris Drake, sdraiato a terra ma ancora parte del match: poi, all'improvviso, si slancia contro di lui ed inizia a colpire ogni centimetro di pelle che riesce, in modo ossessivo e frenetico. Ora lo costringe a rimettersi in ginocchio, gli mette la testa fra le proprie gambe...

Immagine


... e mette a segno quella che è, in sostanza, la Neutralisator di Christophorus Schmidt! Immediatamente, Jack Keenan rialza Drake e lo getta fuori ring come un sacco di patate, dove rimane immobile a pochi centimetri dal paletto. Il Pain Deliverer esce anche lui dal quadrato, ma dal lato opposto: ora attende che il rivale si rialzi, con l'aiuto dell'apron ring, poi si lancia attraverso il paletto...

Immagine


SPECIAL 4DT A SEGNO!!! Esecuzione non pulitissima da parte di Keenan, ma efficace. Il Pain Deliverer, con la stessa frenesia di prima, getta nuovamente Chris sul ring e lo raggiunge immediatamente: ora lo vediamo rialzare a forza Drake, fare la taunt tipica di Vincent Cross, lanciarsi alle corde, Lariat!!

Immagine


Non è finita qui, Keenan ora si sposta all'angolo e, tra i fischi del pubblico, inizia a caricarsi, pestando ripetutamente il piede al tappeto. Drake si rimette lentamente in piedi, Keenan parte...

Immagine


Superkick!! E poi Jumping Reverse Neckbreaker!!! Un combinazione che abbiamo già visto usare a Nick Carroll! Dopo tutta questa serie d'attacchi, Keenan va finalmente per il pin: 1......... 2............ NO! NO! Non ancora! Chris Drake c'è ancora! Il Pain Deliverer, rosso in viso, i denti digrignati, si rimette di scatto in piedi e va faccia a faccia con l'arbitro, urlandogli che doveva essere un conto di 3. L'arbitro è irremovibile e questo non fa che aumentare la evidente frustrazione di Jack Keenan; quest'ultimo ora si rivolge al pubblico e, ridacchiando, fa il segno del tagliagole. Torna ora a prendere in consegna Drake, che stava cercando di rimettersi in piedi, e lo tira a sè per il costume, mettendolo in posizione per una Back Suplex. JACK KEENAN CHIAMA LA MARK OF THE VETERAN! Drake riesce però ad atterrare in piedi con una capriola e reagisce con un Superkick improvviso!! Keenan, però, non cade e dopo aver barcollato per qualche istante reagisce con una Killshot out of nowhere!

Immagine


... ma Chris Drake va di rebound alle corde, PENDULUM LARIAT!!! Il Woodbury Made si butta a pelle d'orso sul rivale, 1......... 2.......... kick-out! Drake ha però ora lo spazio per passare al contrattacco e ne approfitta, scaricando una serie impressionante di colpi su Jack Keenan, che ora sembra inerme e non può fare altro che subire l'azione dell'avversario. Adesso Drake rialza bruscamente il Pain Deliverer e lo tira a sè per la TWD... ma Keenan riesce ad anticiparlo, infilandogli le dita negli occhi! Chris Drake urla per il dolore e, accecato, subisce una potente ginocchiata alla bocca dello stomaco che lo costringe a piegarsi in due. Jack Keenan allora lo può trascinare all'angolo e, facendo leva sulla corde, inizia a strangolarlo al turnbuckle, facendo pressione con il piede contro il collo di Drake, preso di mira per tutto l'incontro. E' una presa palesemente irregolare, ma l'arbitro può farci ben poco in questo match. Non è abbastanza: ora JK scopre il turnbuckle più alto, esponendo l'anello di acciaio che ci sta sotto, prima di tornare ad applicare la pressione come qualche istante fa. Keenan, tra i fischi del pubblico, fa un piccolo inchino: poi afferra la testa di Drake e la sbatte una, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto volte contro il turnbuckle esposto. JK torna a voltarsi verso il pubblico MA ALLE SUE SPALLE CHRIS DRAKE CONTINUA A COLPIRE IL TURNBUCKLE CON LA TESTA!! Keenan, giratosi, se ne accorge e rimane a bocca aperta: Drake continua a dare testate contro l'anello di acciaio ancora per un po', prima di voltarsi di scatto e puntare Jack Keenan, con il volto ricoperto di sangue ed uno sguardo indemoniato.

Immagine


Jack Keenan, palesemente scioccato, si lancia verso Chris Drake... che lo afferra al volo!! TWD A SEGNO!!!

Immagine


1................ 2.............. 3!!



















C'è il 3? No!! Keenan esce dallo schienamento all'ultimo istante!!! Questa volta è Chris Drake a mettersi le mani nei capelli, la sua TWD non è bastata. Drake rimane in posizione seduta, appoggiato alla corda più bassa, passandosi una mano sul volto per levare un po' del sangue, gli occhi persi nel vuoto: tutto ad un tratto, però, si volta verso il titantron e ferma lo sguardo nel punto in cui è ancora fissata Evie. Ecco che allora scende dal ring e, zoppicante, torna a dirigersi verso lo stage. Una volta arrivato ai piedi del titantron inizia a scalarlo; JK, che si sta rialzando giusto in questo momento, dal ring gli lancia uno sguardo intimorito e rotola fuori dal quadrato. Keenan scavalca le barricate e si dirige verso il versante sinistro dello stage, stranamente non puntando Drake che intanto ha raggiunto la sua letale mazza spinata. Chris stacca Evie distruggendo il nastro adesivo a morsi per poi scendere dal titantron. Una volta raggiunto lo stage The Predator lancia un'occhiata ad Evie per poi cercare il nemico con lo sguardo...

Immagine

Immagine


OH MY GOD!!! JACK KEENAN HA APPENA BOMBARDATO CHRIS DRAKE CON I PYROS!!! Jack Keenan, infatti, si era spostato rapidamente verso il tavolo dei tecnici e da lì, premendo ogni pulsante che si è trovato davanti, è riuscito a far partire uno spettacolo pirotecnico impressionante, che ha colpito in pieno il suo rivale. Il pubblico emette un sonoro ed assordante boato di sgomento mentre Chris crolla a terra con alcuni pyros che affianco a lui continuano ancora a esplodere. JK lascia la postazione dei tecnici e raggiunge, zoppicante, l'avversario privo di sensi sullo stage e, con un sorriso beffardo in viso, gli si getta addosso schienandolo... 1...2...3! NOOOOOOOOOOO!!! IMPOSSIBILE KICK-OUT DA PARTE DI CHRIS DRAKE CHE HA RESISTITO ANCHE A QUESTO!!! Jack Keenan fa un balzo all'indietro finendo culo a terra e schiena contro il minitron, mettendosi le mani nei capelli e stropicciandosi gli occhi per l'incredulità. Passano diversi secondi in cui un esterrefatto JK fissa il vuoto mentre dei paramedici accorrono al capezzale di Chris Drake, privo di sensi. Passano ancora altri secondi: finalmente Jack torna in piedi e, con sguardo truce, torreggia sul nemico. JK si china per prenderlo, ma pare ripensarci: il Pain Deliverer gira lentamente la testa posando il suo sguardo su Evie! Dei fischi si sollevano dagli spalti mentre JK si incammina a passo lento verso la mazza spinata, ed una volta raggiunta si abbassa lentamente raccogliendola. Keenan inizia a fissare nuovamente la mazza, poi Drake a terra, di nuovo Evie, ancora Chris, ancora Evie... Jack annuisce in maniera vistosa per poi imbracciare con entrambe le mani la mazza spinata e guardare il rivale che lentamente sta tornando in piedi, ancora pesantemente stordito dall'esplosione di poco fa. Chris è in piedi e... MAZZATA ALLO STOMACO!!! Chris crolla sulle ginocchia... MAZZATA ALLA SCHIENA!!! Chris si rialza di riflesso urlando di dolore... MAZZATA IN PIENA FACCIA!!! Chris crolla a terra... HYPER ELBOW DROP CON EVIE!!!

Immagine


Chris Drake è steso a terra, occhi sbarrati e immerso nel proprio sangue, ma Jack Keenan non ha ancora finito, ed ora lo gira con un piede faccia in giù per poi colpirlo con una... due... tre... quattro... cinque... sei... sette... otto... nove... DIECI MAZZATE!!! Jack Keenan ha la furia negli occhi e si scatena sulle vertebre del rivale. Ogni colpo è accompagnato da un urlo straziante del Woodbury Made, ed ora il Pain Deliverer emette un urlo liberatorio per poi gettare via Evie verso l'ingresso dello stage e gettarsi sul povero Chris Drake, intrappolandolo nella Pain Injection!!!

Immagine


Chris Drake urla ancora in preda al dolore: Jack Keenan risponde torcendo sempre più all'indietro il collo dell'avversario, bersagliato in tutto l'incontro. The Predator tenta una stregua resistenza, ma la mano vibra pronta alla resa... No! Chris emette un urlo carico di adrenalina e tenta di divincolarsi, ma le forze iniziano ad abbandonarlo... Gli occhi si socchiudono... Il braccio si affloscia... L'arbitro va a controllare le sue condizioni... E UNA MAZZATA DI EVIE SI INFRANGE SULLA SCHIENA DI JACK KEENAN!!! Il wrestler di Atlanta molla la presa in preda ai dolori che solo Evie può dare e si gira verso il suo aggressore...

Immagine


ALISA DRAKE!!! ALISA DRAKE E' QUI ED HA EVIE TRA LE MANI!!! Jack Keenan mostra una smorfia contrariata, ma Alisa senza alcuna pietà gli stampa un altro colpo in mezzo le spalle! JK emette un sonoro urlo di dolore, ma ecco che un'altra mazzata lo colpisce sul braccio destro, poi un'altra ancora sulla spalla, una sulla schiena, un'altra sulla schiena, un'altra ancora, un'altra ancora, UN'ALTRA ANCORA!!! Alisa scarica tutta la sua frustrazione per aver dovuto assistere al massacro del fratello, ora prende un Jack Keenan privo di sensi e lo trascina un metro più a destra, nei pressi della fine dello stage dove al di sotto di esso vediamo due tavoli aperti. Alisa attende che Jack si rialzi mettendosi in posizione da battitore con Evie, pronta a dargli il colpo di grazia e spedirlo sui tavoli. Keenan si alza e Miss Drake va per la mazzata finale... No! JK si scansa e Miss TWD va a vuoto! Il Pain Incarnate ne approfitta e, sgusciando alle spalle di una sbilanciata Alisa, gli strappa Evie dalle mani! Miss Drake si gira verso Keenan trovandosi la letale mazza spinata puntata contro! Alisa deglutisce e fa un passo indietro, trovando solo il bordo dello stage. Jack mostra un'espressione seccata e dura mentre fissa dritto negli occhi Alisa, ma ecco che un sonoro e rauco urlo riecheggia alle sue spalle...

C.Drake: JAAAAAAAAAAAAAACK!!!

Chris, che si è ripreso, va all'assalto di Jack Keenan con un tubo di ferro appena staccato dalla struttura che sorregge il titantron, ma JK si scansa lateralmente ed il colpo va dritto verso Alisa... No! Chris Drake riesce a fermare la bastonata prima che colpisca la sorella! I due si scambiano uno sguardo e tirano un sospiro di sollievo...

Immagine


Ma Jack Keenan colpisce con una violenta mazzata la schiena di Chris Drake che accusa il colpo, traballa e...

Spoiler:
CROLLA SU ALISA VOLANDO GIU' DALLO STAGE CON LEI SUI TAVOLI!!! Il pubblico salta in piedi ed emette un sonoro boato di sgomento mentre la giovane Alisa impatta violentemente di schiena sui due tavoli sfondandoli! Chris gli atterra addosso ed ora insieme alla sorella è steso sotto lo stage privo di sensi. Dei paramedici accorrono immediatamente dall'ingresso laterale allo stage e vanno subito a verificare le condizioni dei Drake Siblings, mentre un soddisfatto Keenan getta a terra la letale mazza spinata e scende dallo stage andando a prendere in consegna Chris Drake. Il Pain Deliverer trascina il nemico nuovamente in cima alla rampa rampa per poi lasciarlo cadere su un ginocchio e indicare il pubblico, facendo cenno che è finita. Jack prende la testa di Chris e si prepara per la Pain Delivery sullo stage... No! The Predator si lascia cadere sulle ginocchia per poi rispondere con un devastante LOW BLOW!!! Keenan si piega dal dolore, ma Drake, con gli occhi iniettati di sangue, lo trattiene per il pantaloni... e va con un secondo Low Blow! E poi un terzo! Un quarto! Un quinto! Un sesto! Keenan crolla a terra, con un lamento strozzato. Passano una manciata di secondi e Mr. TWD si gira faccia in giù e inizia a strisciare verso lo stage: una volta raggiunto il minitron si solleva a fatica, appoggiandosi ad esso, per poi fissare il punto dove Alisa, priva di sensi, sta venendo caricata su una barella. The God Of Violence osserva a bocca aperta la scena, e piano piano i suoi occhi iniziano a farsi lucidi. Chris fa un passo avanti verso la sorella ma poi crolla sulle ginocchia. The Predator abbassa la testa e stringe i pugni, e dopo pochi secondi rialza la testa mostrando un'espressione di totale rabbia! Gli occhi ora sono spalancati, la bocca caccia bava! The King Of Extreme gira velocemente la testa verso Evie per poi alzarsi e prenderne possesso sotto il boato d'approvazione del pubblico! The Wild Dragon emette un sonoro urlo per poi fare un paio di passi verso JK e bloccarsi. Chris guarda Evie, poi Jack, di nuovo Evie, ancora Jack. Chris lascia cadere Evie, scuote la testa e se ne torna nel backstage scatenando i fischi del pubblico. Passano svariati secondi di assoluta confusione in cui vediamo JK che, nel lato opposto dello stage rispetto a dove è caduta Alisa, lentamente si sta rialzando, ma è questione di altri pochi secondi prima che un violento boato risuoni nell'arena, boato che accompagna il ritorno di Chris Drake che ha con se una tanica di benzina!!!

Immagine


The Predator apre la tanica e la riversa su Evie per poi estrarre un accendino e dar fuoco alla mazza spinata!!! Il pubblico emette l'ennesimo, sonoro, boato di sgomento mentre Chris Drake solleva al cielo Evie infuocata...

Immagine


... per poi COLPIRE JACK KEENAN CON UNA VIOLENTA MAZZATA INFUOCATA!!! I fan saltano dalle loro sedie emettendo un potente boato di sgomento mentre Jack Keenan crolla a terra e inizia a dimenarsi sofferente per il violento colpo ricevuto! Mr. TWD gli stampa un altro colpo dietro la schiena che lo fa rialzare di riflesso per poi dargliene un altro in pieno petto spedendolo giù dallo stage!!! JK impatta sopra degli scatoloni della produzione, ed ora Chris getta alle sue spalle Evie per poi lanciare uno sguardo inviperito a Jack. The Predator inizia a stropicciarsi gli occhi ed a tirarsi delle botte sulla testa per poi alzare lo sguardo ed accennare un mezzo sorriso folle. Chris annuisce ed inizia a scalare il titantron!!! Il pubblico emette un assordante boato d'approvazione mentre The Interpromotional World Champion continua a scalare, a fatica, la struttura arrivandone quasi all'apice a otto-nove metri d'altezza. Chris si gira verso Jack Keenan che è ancora steso sugli scatoloni della produzione per poi tirar fuori la lingua in maniera folle e...

Immagine











NO!!! NO!!! JACK KEENAN SI SPOSTA ALL'ULTIMO ISTANTE!!! CHRIS DRAKE E' APPENA VOLATO DA NOVE METRI SFRACELLANDOSI SUGLI SCATOLONI DELLA PRODUZIONE!!! Il pubblico salta in piedi ed emette un sonoro, violento, assordante, boato di sgomento mentre un Chris Drake giace tra le macerie privo di sensi! Arbitri e medici accorrono immediatamente a controllare le sue condizioni e sentiamo chiaramente un arbitro dire agli altri che Chris è ancora vivo. Jack Keenan, appoggiandosi alla struttura dello stage, sta intanto tentando di rialzarsi: barcolla, quasi gli cede un ginocchio, deve afferrare la struttura in metallo per non cadere, ma è di nuovo in piedi. Torna ora ad avvicinarsi a Drake: un paramedico gli ordina di stare indietro, ma JK si limita a spostarlo con il braccio, lo sguardo puntato su Chris Drake. Il Pain Deliverer allunga una mano, afferra per i capelli il rivale e lo costringe in ginocchio: appena molla la presa, però, il Woodbury Made crolla al tappeto. Jack Keenan ripete la operazione e questa volta, in qualche modo, Chris Drake rimane in ginocchio, pur evidentemente barcollante. Drake apre per metà un occhio, lo fissa nei due di Jack Keenan e riesce a rivolgergli il dito medio...

Immagine


... prima di essere investito da un devastante calcio alla tempia! 1........ 2........ 3!















3!!! Signore e signori, dopo 39 minuti di massacro questa guerra è finita.

Jessica: The winner of this match... JAAAAAAAACK KEEEEEEEENAAAAAAAAAAAAAAN!!!

Jack Keenan rimane a terra, sdraiato su Chris Drake, per qualche altro secondo, respirando a pieni polmoni. Dopo qualche secondo riesce a rialzarsi, sospinto anche dai vari paramedici che sono ancora al capezzale del suo rivale. Il Pain Deliverer, nuovamente in piedi, alza le braccia al cielo, sul viso stampato un sorriso beffardo: se ne va quindi sulle sue gambe, voltando le spalle a Chris Drake. Proprio il Woodbury Made, nello stesso momento, viene caricato su una barella, come sua sorella prima di lui, e portato nel backstage. Prima di rientrare, Chris Drake riesce però, lentamente, ad alzare il pollice, per la gioia del pubblico ed il sollievo dei paramedici che lo circondano. Su questa immagine noi stacchiamo per un po'.


Ultima modifica di Il capitano il 04/06/2016, 10:02, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change II
MessaggioInviato: 03/06/2016, 21:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
29/07/2016

From the O2 World Arena of Berlin

Immagine



TWC Proudly presents:

Homeland: Berlin

live on PPV


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change II
MessaggioInviato: 03/06/2016, 21:21 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Ci troviamo nel backstage, dove tre sordide figure mascherate, ma anche irriconoscibili, camminano con spavalderia per i corridoi.

ImmagineImmagineImmagine


I tre loschi menagrami sono armati di bottiglie, catene, ma anche martelli adibiti alla rottura delle piante. I tre stanno spargendo il pandemonio alle loro spalle, distruggendo porte, piante, quadri, scrivanie, addetti alla sicurezza, macchinette, piante, bottiglie, famiglie e piante. Le loro maschere, non fosse per la furia che distorce i loro lineamenti che noi non possiamo vedere, sembrano proprio quelle delle Flames of Destruction. E nonostante tutto, Nick Carroll, che lì vicino sta svolgendo riscaldamento, ma anche stretching, sta utilizzando il telefono da seduto. I tre, che sono sotto il fuoco delle pistole della polizia, stanno cercando di rubare le monete di una vecchietta, chiaramente non interessata al wrestling, ma anche una grande fan di Fred. Improvvisamente però i tre decidono di dirigersi verso l’arena.



I tre fratricidi sono odiati dal pubblico, ma anche rispettati, ma anche oliati, che li fischia costantemente. Codesti frastagliati cavalieri della apocalisse cioccolatosa si dirigono verso il ring, spaventando, ma anche rendendo spaventati, Jessica Rose. La intervistatrice consegna placidamente, ma anche in tensione, il microfono ai tre cacciatori di elefanti, che ringhiano, consegnando alla ragazza un mazzo di fiori e dei cioccolatini. Finalmente il capo dei tre prende la parola con tono imperioso.

???: Signori e signore. Io sono il capo di questa associazione, ma cosa dico associazione, capitolazione, ma cosa dico capitolazione, partizione, ma cosa dico partizione, federazione. Noi, ma cosa dico noi, io siamo le Flames of Destruction trattino Wolfpack. E sottolineo il trattino. Ed ora, grazie alle nostre impoverenti conquiste e alle tette da uomo di Kevin Manson, noi abbiamo deciso di rivlerarci.

ImmagineImmagineImmagine


KDK: Ebbene sì. Io Kodlak il Distruttore, Black Adams e Lebron Stones.

LS: Luke.

KDK: LoBrown Stones siamo qui per dominare l’irrequieta, poco tranquilla, agitata, irritata e complessa situazione della TWC. Noi, come i grandi conquistadores che siamo, mangeremo, ma che dico mangeremo, renderemo di pongo tutta la concorrenza.



Immagine


GLK: Ok, ok, ok.

Boato del pubblico alle parole di Galakticos. La leggenda TWNA è tornata a partecipare a un grande evento dopo quattro anni d'assenza!

GLK: Immagino che vi stiate chiedendo cosa stia facendo qui. In realtà me lo sto chiedendo anche io. Voi tre, là in fondo, lo sapete?

Galakticos annuisce rimanendo in silenzio.

KDK: NOI…

GLK: Ok, no, no, niente, non lo sapete. Forse qualcuno che potrebbe saperlo lo conosco.



Immagine


Altro boato del pubblico. The Zzop! The Zzop is here!!!!!

ZZ: Who are you?

Il pubblico recita con The Zzop la frase.

ZZ: Quanto cazzo mi mancava questa aria. E lasciatemi dire una cosa, complimenti Kodlak, tu si che hai capito perfettamente come funziona il gioco.

Risate dal pubblico.

ZZ: Siete davvero così convinti di poter rendere di pongo la concorrenza?

GLK: E vorrei ricordarvi che stasera la concorrenza siamo noi.
Momento di silenzio, ma anche di rumore.

KDK: Voi, traditori della tradizione del trading import export, vi sfido ad un fiammifero, o per meglio dire un match, tre contro tre, in questo momento, ma anche ora.

GLK: Ottima idea, non trovi Zzoppy?

ZZ: Non chiamarmi Zzoppy.

GLK: Va bene Zzoppie.

ZZ: Cooooooomunque, ottima idea davvero. Ma ci manca un compagno, non trovi Gala?

GLK: Forse qualcuno c’è

Spoiler:


Una nuova theme risuona nell'arena!

Dopo qualche secondo fa il suo ingresso il nuovissimo acquisto della Total Wrestling Corporation, Matt Thunder!

Immagine


Il talentuoso wrestler di Jacksonville, Florida, raggiunge The Zzop e Galactikos, i tre si guardano, annuiscono, dopo di che calano lungo la rampa, fino a raggiungere il ring.


L'Amazing Thing, il Best in The World e Thunder balzano sull'apron, poi entrano sul ring, fronteggiando Kodlak, Stone e Adam, mentre la tensione sale altissima.


**Six Men Tornado Tag Team Match**

Matt Thunder, The Zzop & Galactikos vs. Kodlak “Il Distruttore”, Black Adam & Luke Stones


E parte subito la classica scazzottata iniziale! Galactikos contro Black Adam, The Zzop contro Luke Stones e soprattutto Matt Thunder contro Kodlak il Distruttore. Il Best in the World respinge un paio di pugni da parte del lottatore greco, poi gli rifila una poderosa ginocchiata allo stomaco. Black Adam arretra, viene preso per la testa e mandato a sbattere a un angolo del ring. Lo stesso fa dall’altra parte l’Amazing Thing ai danni Luke Stones. Mentre le leggende malmenano i due sfortunatissimi avversari, A centro ring intanto Matt Thunder e Kodlak si scambiano una lunga serie di pugni. Ha la meglio Matt. Irish Whip alle corde! Reverse rabbiosa del Distruttore. Thunder però si blocca tenendosi alle corde. Rincorsa di Kodlak... Ma Matt lo solleva di forza sopra di se e lo manda ad atterrare sull’apron. Poi il nuovo prospetto della TWC schiva un braccio teso, e spara un Enziguri Kick dritto in faccia a Kodlak!

Immagine


Il Distruttore cade malamente a terra sull’apron e poi ruzzola giù ai piedi del ring. Mentre il pubblico esulta, vediamo che Galactikos e Zzop salgono rispettivamente sulla seconda corda e agli angoli iniziano a colpire con una scarica di pugni sulla testa, contati ad alta voce dai fan, i poveri Adam e Stones. Arrivati a dieci, vediamo Luke e Adam accasciarsi a terra, mentre le impalcabili leggende li prendono a calci. Fermi tutti! Kodlak si è imbizzarrito. Eccolo tirare fuori da sotto il ring una sedia e tornare sul quadrato, minacciando Matt Thunder! Ma Zzop e Galactikos gli gettano contro i suoi compari con una doppia Irish Whip! I due finiscono per sbattere addosso al Distruttore , che barcolla via perdendo la sedia nell’impatto. Helluva Kick da parte di Matt Thunder! E Kodlak finisce tramortito a terra ai piedi dell’angolo! Mentre l’arbitro è lesto nel buttare la sedia fuori dal ring, ecco che il grande esordiente si arrampica sulla terza corda, mettendosi in equilibrio e puntando Kodlak. Nel frattempo Galaktikos abbranca Luke Stones e Zzop solleva Black Adam... Thunder Shock, Symphony of Destruction e Impact of Destiny in contemporanea!!!

ImmagineImmagineImmagine


Pubblico in delirio per le leggende e Matt Thunder. E tutti in piedi non appena i tre schienano allo stesso tempo Kodlak, Stones e Adam! 1... 2... e 3!!! Vittoria nettissima da parte di Matt Thunder, The Zzop e Galactikos ai danni del gruppo di manigoldi guidato da Kodlak il Distruttore. Il nuovo prospetto della TWC stringe la mano alle leggende, poi i tre festeggiano col pubblico non prima di aver preso a calci e gettato fuori dal ring Kodlak il Distruttore, Luke Stones e Black Adam. E con le immagini dei sorridenti Matt Thunder, The Zzop e Galactikos, noi facciamo una breve pausa, prima del prossimo grande incontro di War of Change II. Don’t. Change. The Channel!


Ultima modifica di Il capitano il 04/06/2016, 10:04, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change II
MessaggioInviato: 03/06/2016, 21:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Immagine

Al termine di un rapido spot pubblicitario, le immagini ci conducono nuovamente all'interno dello Husky Stadium, Seattle, dove si sta svolgendo l'attesissima seconda edizione di War of Change, il primo PPV nella storia della TWC. Le telecamere ci offrono un'affascinante e stratosferica panoramica sullo stadio, all'interno del quale, provenienti da diverse parti degli Stati Uniti d'America e del mondo intero, sono radunati quasi settantamila di appassionati di wrestling e della TWC; lungo gli spalti si sentono parlare diverse lingue: inglese, spagnolo, italiano, tedesco, francese, persino cinese e giapponese. Molteplici sono le bandiere che orgogliosamente, chi più, chi meno, mostrano i tifosi, fra di essi c'è anche un tedesco che, come viene mostrato dalle immagini, alza al cielo uno stendardo coi colori della Germania, pronto ad assistere con particolare attenzione al prossimo incontro della serata.

Immagine

Ed ecco che, improvvisamente, cala il silenzio all'interno dello stadio, un silenzio sovrumano, mentre lentamente, illuminata da lunghi fasci di luce, la gabbia d'acciaio viene fatta scendere dal soffitto dell'imponente struttura costruita sopra il quadrato, fino ad adagiarsi lungo i quattro lati del ring: tutto è pronto, il campo da guerra attende ora i guerrieri, che si daranno battaglia all'interno di una delle strutture più temute e amate nel mondo del pro wrestling, la gabbia d'acciaio, che tante vittime ha seminato e tanti orrori ha rivelato durante la sua pluridecennale carriera. Dentro quelle quattro pareti d'acciaio abbiamo assistito a scontri leggendari, tanti eroi sono stati consacrati, altri invece ne sono usciti vinti, macchiati dal sangue del nemico e dal loro, tutti non sono stati più gli stessi, tutti hanno patito le medesime sofferenze. E stanotte ancora una volta la storia, giudice insensibile e implacabile, si ripeterà.

Immagine

Sopra lo stadio, abbagliato dagli ultimi raggi del giorno, rossi come il sangue, accecanti come la morte, vola un falco, che fende col suo becco acuminato le poche nuvole che cominciano a ricoprire il cielo che sta per abbracciare le ombre della notte.

Immagine

... ATTENZIONE!! CALA IL BUIO ALL'INTERNO DELL'ARENA!!





ImmagineImmagine

... Illuminati da due fasci di luce, ecco che fanno il loro ingresso The Unstoppable Machine Sean Morgan e The German Superman Fred, i Dawn of the Empire! The Orphan scruta il pubblico, lo sguardo glaciale, The Captain, il volto avvolto fra le pieghe di un asciugamano color grigio, mostra un'espressione determinata, ora rabbiosa, ora distaccata, mentre attorno allora il pubblica fischia rumorosamente, anche se non mancano nemmeno alcuni timidi cori favorevoli dai due membri di The Unstoppable Team. Questi, finora fermi nei pressi dello stage, si incamminano lungo l'interminabile rampa d'accesso, seguiti dai due fasci luminosi, unica sorgente di luce all'interno dell'arena insieme ai tantissimi flash delle macchine fotografiche dei settantamila fan; dopo una lunga e solenne passerella, i Dawn of the Empire giungono nei pressi del ring, si fermano: ora, d'un tratto, la loro attenzione è rapita dalla maestosità della gabbia d'acciaio; Sean Morgan osserva, fermo, Fred, gettato via l'asciugamano, fa un passo in avanti, con la mano destra afferra le grate, le stringe, le scuote, dopodiché procede in avanti, seguito dal partner, insieme, attraverso i gradoni d'acciaio, fanno il loro ingresso sul quadrato, ritrovandosi immediatamente all'interno della gabbia d'acciaio, inghiottiti d'un tratto dal suo terribile aspetto: osservano, la scrutano, ne esaminano ogni angolo, studiano il campo di battaglia, l'arena su cui presto continuerà la guerra fra i Dawn of the Empire e i No More Heroes, l'ennesimo atto di una lunga rivalità senza esclusione di colpi. Il ring è nuovamente avvolto dal silenzio, subito rimpiazzato dal rumoreggiare assordante dei fan e dai loro fischi, a cui, però, Fred e Morgan non danno attenzione; i loro sguardi sono fissi sullo stage, da dove a breve faranno il loro ingresso i loro avversari. I Dawn of The Empire attendono i loro avversari sul ring rivolti verso lo stage, ma dopo diversi secondi, non succede niente.

Spoiler:


Una theme mai sentita prima risuona nell'arena! Il pubblico è confuso, i Dawn sono confusi, la confusione la fa da padrona all'interno dell'arena, ma ecco che dallo stage vediamo uscire...

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine


UNA FLOTTA DI EROI?! Gli eroi sembrano di ottimo umore ed iniziano a saltare e ballare su e giù per lo stage, alcuni si avventurano nella rampa e si intrattengono con il pubblico delle prime file. Batman concede qualche selfie a delle ragazze in prima fila, Deadpool batte il cinque ai bambini, Spiderman prende un sorso di coca cola da un tizio con la maglia di Leon Black. Tutti gli eroi adesso si trovano sulla rampa in atteggiamento festoso, Captain America mette in mostra i muscoli, Hulk balla goffamente, il pubblico è a metà tra lo sbigottito ed il divertito, non ben conscio di quello che sta accadendo. Maaa.....

Immagine


LIGHT'S OUT!





LIGHT'S ON!

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine


Sotto il titantron compaiono dieci uomini ben vestiti mai visti prima! Gli uomini osservano gli eroi con le braccia conserte ed un sorriso in faccia, i Dawn Of Empire continuano ad essere confusi, la parte più adulta del pubblico inizia ad intonare cori "No More Heroes", mentre una più ampia fetta del pubblico non ha idea di cos-







LA THEME DEI NO MORE HEROES RISUONA NELL'ARENA CHE SALTA METAFORICAMENTE IN ARIA! Il pubblico è impazzito, gli eroi sulla rampa sono spaventati, i Dawn Of The Empire sul ring accennano un ghigno, ma ecco che la foresta di uomini ben vestiti si apre per far sbucare da dietro...

ImmagineImmagine


SHAWN GATES E TRAVIS MILLER CINTURE ALLA VITA E DEGLI AK-47 IN MANO! IL PUBBLICO E' COMPLE-

SG&TM: NO MORE!

GATES E MILLER SCARICANO I CARICATORI SUGLI EROI! Gli eroi cadono uno dopo l'altro sotto i colpi degli AK, l'unico a resistere un po' di più è Hulk, anche lui però dopo una coraggiosa resistenza, è costretto a terra dalla raffica di colpi. Una volta scaricati i caricatori Miller e Gates si avviano giù per la rampa, camminando sopra i corpi degli eroi e arrivano a bordoring, nel frattempo lì seguono gli uomini eleganti che, dopo il loro passaggio, iniziano a sollevare i corpi degli eroi e portarli dietro le quinte, caricandoli sulle spalle, fatta eccezione per Hulk, che richiede lo sforzo combinato di due uomini. I No More Heroes intanto salgono le scale a bordo ring ed entrano nella gabbia d'acciaio, prima Shawn, poi Travis, che si tira la porta al passaggio. I No More Heroes vanno adesso faccia a faccia con i Dawn Of Empire, passano istanti carichi di tensione, prima che l'arbitro li allontani e l'avvenente annunciatrice Jessica Rose dalla timekeeper area porta il microfono alla bocca.

JR: : Introducing first the Challengers! Making their way to the ring, for a combined weight of 461 pounds. From Gehlberg, Germany, and Kansas City, Missouri. They are The German Superman, Fred Franke, and The Orphan, Sean Morgan. Daaaaawn... Of the Empireeeee!!!!!


Reazione totalmente negativa da parte del pubblicoM, accolta da un sorriso dei Dawn Of Empire.

JR: And their opponents, from Inverness, Scotland, and San Antonio, Texas. For a combined weight of 408 pounds. They are the current reigning and defending TWC Tag Team Champions. The Child of Ice, Travis Miller, and The Ultimate Rebel, Shawn Gates. NO MORE HEROES!


I campioni si sfilano le cinture dalla vita per alzarle al cielo accolti da un incredibile boato d'approvazione del pubblico, poi consegnano le cinture all'arbitro Simon Dejano che fa in modo che arrivino alla timekeeper area. Tutto è pronto. I due team si guardano in cagnesco.




Immagine

Travis Miller si scaglia contro Fred, mentre Shawn Gates evita prima un braccio teso da parte di Sean Morgan, dunque lo atterra, cominciando a colpirlo con una raffica di pugni apparentemente interminabile; l'autoproclamatosi superuomo tedesco tenta di difendersi dall'offensiva dell'avversario, questi però ha la meglio, riuscendo successivamente a chiuderlo in un angolo, stessa cosa fa Shawn Gates dalla parte opposta: i due campioni di coppia del mondo, fra il clamore degli oltre settantamila fan presenti all'interno dell'arena, salgono sulla seconda corda e cominciano a colpire gli avversari con una serie sincronizzata di pugni, uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove... dieci! Fred e Morgan vengono lasciati cadere, il primo però viene immediatamente afferrato per la testa da The Ice Child, che lo lancia contro la gabbia... Il tedesco afferra le grate con entrambe le braccia, Travis Miller fa leva, ma poi lascia la presa, colpito al torace da una gomitata; Fred, preso un lungo respiro, afferra l'avversario per i capelli, poi, il volto rivolto verso l'alto, lo getta a terra e rapidamente sale prima sulla seconda corda, tenendosi attaccato alla gabbia, poi sulla seconda, il piede destro è ora appoggiato sulla terza... ma Shawn Gates con uno straordinario dropkick lo butta giù!

Immagine

Il membro dei Dawn of the Empire sbatte con la testa sulla terza corda, rimbalzando all'indietro e impattando con la schiena contro la gabbia d'acciaio; Gates scuote la testa, nel frattempo il suo partner si è rialzato, i due vengono assaliti da un inferocito Sean Morgan, che prima mette a terra The Ultimate Rebel con un colpo violento alla schiena, poi si lancia contro l'altro campione, che a stento riesce a difendersi, venendo chiuso in un angolo; qui Travis Miller reagisce e comincia a colpire il rivale con vari colpi alla schiena, successivamente viene raggiunto da Shawn Gates, che spinge via all'indietro The Unstoppable Machine, gettandolo a terra; l'ex TWNA si sincera delle condizioni del suo partner, quando gli viene addosso Sean Morgan, si scansa, Travis Miller colpisce The Orphan con un calcio in pieno volto; il membro dei Dawn of the Empire, stordito, rimane in piedi, viene poi afferrato e messo in spalla da Shawn Gates, mentre Travis Miller si posiziona celermente sulla seconda corda... Kryptonite!

Immagine

Sean Morgan è a terra, al centro del quadrato, i suoi avversari ne osservano la carcassa, l'arbitro è nei loro pressi, in attesa di cominciare il conteggio; Miller e Gates, sguardi seri, si guardano a vicenda, dopodiché, passati diversi intensi secondi, The Ultimate Rebel afferra Morgan, lo solleva, ma viene raggiunto da un redivivo Fred: il tedesco mette subito a terra Shawn Gates, liberando il suo partner; viene immediatamente fronteggiato dall'altro campione, che lo mette in difficoltà fino a quando ecco che lo stesso Sean Morgan accorre in suo aiuto: insieme colpiscono ripetutamente con calci e pugni il loro avversario, poi, raggiunti subito da Gates, si occupano di questi e dopo avergli sferrato diversi colpi, lo afferrano e lo lanciano contro la gabbia d'acciaio! The Ultimate Rebel è KO, i Dawn of the Empire volgono la loro attenzione immediatamente verso Travis Miller, che, un po' faticosamente, incitato costantemente dal pubblico, comincia a rialzarsi; Sean Morgan lo recupera, gli tira un potentissimo pugno alla schiena, tanto da farlo urla per il dolore, dunque lo lancia verso le corde... Death Drop!

Immagine

Fred va subito per il pin, 1... 2... NO! Travis Miller alza la spalla destra prima del fatidico conto di tre! Sean Morgan osserva la scena, impassibile, lanciando prima un'occhiataccia verso l'arbitro, mentre al suo fianco il tedesco sorride, un sorriso maligno; ora umilia l'avversario, sputandogli in faccia, attirandosi dunque le ire di gran parte della folla, dopodiché appoggia lo stivalone destro sulla sua testa: l'arbitro gli ordina di smetterla, Fred non lo ascolta, divertito, mentre Morgan minacciosamente va faccia a faccia col direttore di gara, che subito s'ammutolisce. Ora l'autoproclamatosi superuomo tedesco invita l'avversario a rialzarsi, questi, aggrappandosi al costume di Fred, lentamente si rimette in piedi, adesso è in ginocchio quando ecco che il nemico lo colpisce al costato con un tremendo calcio, dunque gli stringe le guance, beffandosi di lui, dopodiché lo passa a Morgan, che gli tira un pugno, consegnandolo poi nuovamente fra le braccio del tedesco, che lo colpisce con uno schiaffo, successivamente gli assesta una gomitata sulla fronte; ora lo solleva e gli tira un pugno, facendolo finire a terra! Fred dirige il traffico, invitando il compare a scalare la gabbia: Sean, dunque, esegue, mentre il tedesco si prende cura di Travis Miller, il quale, d'un tratto, ha un'improvvisa reazione: para un colpo del nemico, dunque lo colpisce con un pugno, a cui ne segue un altro e un altro ancora! The Orphan, che ormai ha quasi raggiunto la cima della gabbia, osserva dall'alto quanto sta succedendo, poi prosegue la scalata, ma Shawn Gates è lì, in piedi, entrambe le mani agguantate alla gamba destra del nemico, il quale si dimena prima di venire gettato giù: Sean Morgan squadra l'avversario, ora gli va addosso con un braccio teso, Gates evita, afferra l'avversario per la testa e gliela sbatte contro le grate della gabbia, una, due, tre, quattro volte! Dall'altra parte del ring uno scatenato Miller afferra un esausto Fred e lo lancia contro una delle quattro pareti!

Immagine

Ancora una volta entrambi i Dawn of the Empire sono a terra, il pubblico è in gran parte dalla parte dei campioni, l'arbitro è lì, davanti a loro, pronto per il conteggio; i No More Heroes si scambiano alcune perplesse occhiate, le mani appoggiate sui fianchi, poi Travis Miller sferra un duro calcio al costato contro il tedesco, rannicchiato nei pressi della parete d'acciaio, Gates invece si scaraventa contro l'altro membro di The Unstoppable Team e, dopo averlo scaraventato contro la gabbia, si toglie la cintura, la alza al cielo mostrandola al pubblico, che reagisce positivamente, dunque comincia a colpire la schiena dell'avversario steso al suolo, una, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove, dieci volte!! Sean Morgan urla, si strepita, bestemmia, sputa, sotto lo sguardo spaventosamente glaciale di The Ultimate Rebel, che solamente ora decide di lasciare cadere a terra la cintura in cuoio, tenendo lo sguardo fisso sull'avversario rannicchiatosi dolorante in un angolo del ring. Nel frattempo Travis Miller, dopo averlo torturato con le grate della gabbia, afferra il tedesco, poi chiama a gran voce il suo partner... GATES OF ICE!

Immagine

Ancora una volta The German Superman è a terra, al centro del quadrato, immobile, KO. Il direttore di gara invita con convinzione i due campioni a coprire l'avversario, i No More Heroes, però, sono lì, in piedi, fermi: sospirano, si scambiano sguardi reciproci, mentre il pubblico osserva pressoché in silenzio ogni loro, benché impercettibile, movimento, rumoreggiando. Passati diversi lunghi, lunghissimi secondi, ad un cenno di Miller, Gates annuisce, dunque l'ex membro degli State of Anarchy si inginocchia dinnanzi alla carcassa di quello che un tempo era il leader della FOX's Army... D'un tratto Sean Morgan, in piedi, le mani ben strette alle corde, chiama a gran voce Shawn Gates: ora lo insulta, ora gli sputa contro, attirando l'attenzione anche di Travis Miller; l'ex TWNA scuote il capo, dunque va verso il nemico, allunga le mani contro di lui, che lo sorprende con un colpo basso! Travis Miller apre la bocca, si rialza, decide di avviarsi verso il suo partner, ma qualcuno lo blocca... Fred! Il tedesco gli afferra la gamba destra, lo getta a terra e, benché l'avversario tenti di impedirglielo continuando a dimenarsi e a tirare pugni contro l'aria, riesce a chiuderlo nella Figure four leglock! Travis Miller si dimena, allunga le mani verso il tedesco, che subito si ritrae, digrigna i denti, mentre Fred, aiutandosi anche con le corde, fa leva sulle sue gambe, il volto tintosi di rosso; sopraggiunge Sean Morgan, che schiaffeggia Travis Miller, gli tira i capelli, ora comincia a ridere, una risata insolita, malvagia, terrificante; dopo avergli assestato un calcio in pieno volto, sale sulla seconda corda e con un balzo gli piomba addosso con una ginocchiata!

Immagine

Fred copre, 1... 2... NO! Ancora una volta Travis Miller si salva prima del fatidico conto di tre! Sean Morgan batte i piedi sul tappeto, afferra l'arbitro per la camicia, lo minaccia, spingendolo, mentre Fred si diverte ad inferire sul nemico, fra i fischi dei fan. Nel frattempo Shawn Gates, dolorante, si sta rialzando: The Unstoppable Machine, richiamato dal suo partner, lancia un'occhiata minacciosa verso l'ex TWNA, dunque, lasciato andare il direttore di gara, si dirige verso Shawn Gates, che si trova fra le corde del ring e la parte d'acciaio; lo afferra, ma The Ultimate Rebel si difende e lo colpisce con un pugno, dunque, un po' goffamente, raggiunge uno dei quattro angoli e comincia a salire sulla terza corda, incitato da decine di migliaia di persone, che lo applaudono, gridano il suo nome a gran voce, seguendo spasmodicamente quanto sta succedendo; quando ormai The Ultimate Rebel si è posizionato sulla terza corda, ecco che viene nuovamente raggiunto da Sean Morgan, che prova a colpirlo con un pugno, Shawn Gates lo para, dunque gli assesta una tremenda testata, a cui ne segue un'altra e un'altra ancora! Alla fine, stordito, The Orphan è costretto a cedere e cade al tappeto; il campione di coppia del mondo barcolla, afferra le grate della gabbia, cercando di trovare quell'equilibrio ora precaria, dunque lancia uno sguardo a terra, si appresta a sfrecciare dall'alto contro l'avversario...

Immagine

... Fred, con un balzo, lo raggiunge, lo afferra... THE EMPIRE!! Il tedesco, esausto, è a terra, Shawn Gates giace, KO, al centro del tappeto, Sean Morgan lo copre immediatamente, 1... 2... 3! NO!! NO!! Travis Miller si getta sopra e appena prima del fatidico conto di tre, salva il suo partner! Sean Morgan, che ha assistito alla scena e che all'ultimo si era precipitato in avanti per bloccare Travis Miller senza però riuscirci, ora colpisce quest'ultimo con una tremenda gomitata, stendendolo; dunque comincia a colpirlo con calci e pugni, l'avversario prova a reagire, tenta di rimettersi in piedi, ora è in ginocchia, ma The Unstoppable Machine è più forte e stronca quasi sul nascere lo scatto d'orgoglio del nemico, mettendolo nuovamente a terra, inferendo poi selvaggiamente, dopo avergli fatto assaggiare nuovamente le grate della gabbia d'acciaio, contro cui il campione viene nuovamente spinto. Dall'altra parte del quadrato The German Superman è immobile, il capo basso, appoggiato sul paletto; passati diversi secondi, si volta, il volto scuro, accigliato, mentre dinnanzi a lui Sean Morgan, dopo aver inferto l'ennesimo calcio contro uno stremato Travis Miller, afferra questi per i capelli, lo solleva, dunque, tenendolo ben stretto, lo porta dinnanzi a Fred: il tedesco lo esamina, lo scruta, ora lo schiaffeggia, ora inveisce verbalmente contro di lui, insultandolo, minacciandolo; segue un'altra schiaffo, tremendo, talmente forte che il volto del nemico si tinge immediatamente di rosso. Il membro dei Dawn of the Empire gli si avvicina, faccia a faccia, lo tocca, lo graffia, lo stringe, poi lo lascia, retrocede di qualche passo, mentre Morgan costantemente tiene la preda ben stretta, che ora comincia a dimenarsi; tutt'attorno il pubblico mostra il proprio dissenso, quando con uno scatto Fred si scaglia contro Travis Miller, eseguendo la sua mossa risolutiva...

Immagine

... Travis Miller tira una gomitata contro lo stomaco di Morgan, si libera, gettandosi poi di lato... The Knockout Kick!! Fred inavvertitamente colpisce Sean Morgan!! Fra il clamore del pubblico, The Orphan precipita al suolo, dove giace ora, KO, apparentemente privo di sensi. Il tedesco, entrambe le mani sul capo, la bocca spalanca, osserva il suo partner, d'un tratto congelato. Fred va a sincerarsi delle condizioni del compagno e Miller ne approfitta per recuperare le energie alle corde. Dopo qualche secondo si avvicina al rivale e lo attende al varco... Fred si volta e viene colpito dalla Sacrifice! Il tedesco cade in ginocchio mentre Travis barcolla leggermente, salvo poi riprendersi e prepararsi al sollevamento... Falcon Arrow a segno! Il Child of Ice si rialza a fatica e va al turnbuckle attendendo che il nemico si rialzi. Fred con molta fatica si mette in ginocchio e Miller gli scatta incontro tentando la Redemption...NO! Fred lo afferra al volo e lo solleva...per poi scaraventarlo contro la cella con una Powerbomb! Travis accusa il colpo e ricade nel ring, aggrappandosi alle corde per non finire a terra. Il tedesco prende le misure e comincia la corsa verso le corde opposte... il German Superman rimbalza ma viene intercettato poco dopo da una Spinebuster di Gates che torna nel match!

Immagine


Gates si rialza e si prende qualche secondo per recuperare le energie, venendo raggiunto poco dopo da Travis che accusa ancora il colpo di poco prima. I campioni di coppia tornano su Fred andando a rialzarlo e nel frattempo decidono la strategia d'attacco. Gates si allontana verso il turnbuckle e comincia a scalarlo, mentre Miller gli da le spalle e prepara il rivale per una Powerbomb. Lo scozzese esegue il sollevamento e Shawn si prepara al salto... Ma Morgan scatta verso di lui e gli fa perdere l'equilibrio smuovendo le corde! Gates cade sulla terza corda, ed il wrestler di Kansas subito dopo si volta verso l'altro avversario. Questi non accorgendosi dell'intervento da il tempo a Fred di riprendersi e per colpirlo, spezzando la presa e lasciando cadere Fred in piedi davanti a sè. Il German Superman fa un cenno al compagno che si trova alle spalle del rivale e poi indietreggia di qualche passo... scatto in avanti da parte di entrambi che atterrano Miller con la loro tipica combo di Spinning Kick e Leg Sweep! Travis è a terra, e mentre Fred rimane a recuperare le energie Morgan si indirizza verso Gates e sale sulla seconda corda. Il texano cerca di respingerlo con dei pugni, ma Sean lo afferra per la testa e lo sbatte violentemente contro la gabbia. Shawn rimane stordito mentre l'Orphan lo solleva e si prepara a lanciarlo. Fred sposta Miller dalla traiettoria e urla al compagno di procedere... FALLAWAY SLAM DAL PALETTO!

Immagine


Gates impatta sul ring e rotola per il dolore, mentre Morgan affaticato si rimette in piedi. Fred nel frattempo continua a lavorare su Miller spingendolo con un piede contro la gabbia. Sean va dal compagno e lo ferma, facendogli cenno di chiudere l'incontro. Il tedesco prende Travis e lo trascina di nuovo dentro al ring per poi rialzarlo. Una volta in piedi lo afferra per la testa lanciandogli degli insulti, per poi chiamare Morgan affinché si metta in posizione per la Rise of the Empire ed infine lancia il rivale alle corde... Miller evita Morgan... Cut down to size a segno su Fred! Morgan interviene subito andando ad attaccare Miller con una serie di pugni, per poi provare ad eseguire la Kansas Bomb...no! Miller ribalta la presa in un Back Body Drop. Morgan atterra malamente ma si rialza subito andando di nuovo contro il rivale... che lo solleva e lo lascia cadere sulle corde con la Failure!

Immagine


Morgan si aggrappa alle corde riuscendo a rimanere in piedi, mentre Miller prende la rincorsa dalla parte opposta del ring... No! L'Orphan si scansa e manda il rivale a sbattere contro la gabbia! Travis barcolla stordito a centro ring mentre Sean si prepara a tornare all'attacco... ma Gates nel frattempo si rimette in piedi lanciandosi alla carica contro il nemico... Sean lo intercetta sollevandolo e lanciandoselo alle spalle, ma il texano si aggrappa alla gabbia e comincia a scalarla! Morgan non se ne accorge e va a colpire Travis con una ginocchiata allo stomaco. Gates nel frattempo ha raggiunto la cima della gabbia ed osserva la scena. Morgan si accorge del Rebel e scatta sulla terza corda afferrando Shawn per un piede... ma Miller lo raggiunge pochi secondi dopo e lo chiude nella Katahajime! Morgan molla la presa su Gates e si aggrappa alla cella per non cadere, ma Travis mantiene salda la sottomissione.... dopo diversi secondi Morgan molla la presa esausto e viene gettato giù dalle corde dallo scozzese, che poi lentamente torna a sua volta a terra. Gates vede la scena e rimane con lo sguardo fisso su Morgan. Il texano si alza in piedi in cima alla gabbia ed osserva il pubblico che reagisce con entusiasmo.... GATES SI GETTA! STILL UNBROKEN DALLA CIMA DELLA GABBIA SU MORGAN!

Immagine


Sia Gates che Morgan rimangono fuori gioco dopo il colpo, mentre Miller va a controllare che il compagno stia bene. Alla sue spalle nel mentre ricompare Fred che si avvicina silenziosamente e poi chiude il rivale nella Fredlock! Miller si dimena cercando di liberarsi, ma il tedesco mantiene salda la presa scuotendo il rivale. Il Child of Ice si avvicina alle corde e comincia a scalarle con i piedi, per poi spingere ed atterrare il rivale ribaltando la presa in un pin....1....2...NO! Fred si libera dal pin e rompe la presa. Travis scatta in piedi e rimbalza alle corde mentre il rivale si sta rialzando...violento uppercut da parte di Fred che stordisce il nemico! Il German Superman lancia un urlo e poi prepara lo scozzese per la Knockout...NO! Miller si ancora al terreno e colpisce il rivale alla gamba facendolo cadere in ginocchio. Travis si rimette in piedi e scatta alle corde... REDEMPTION A SEGNO!

Immagine


Miller si rialza a fatica e poi si sposta sul rivale per il pin....1...2....NO! Miller interrompe lo schienamento! Lo scozzese osserva il rivale con uno sguardo pieno d'ira e poi lo rimette in piedi. Il Child of Ice solleva il tedesco....CATATONIC BACKBREAKER A SEGNO! Miller mantiene la presa dopo l'impatto sul ginocchio in modo da poter rimettere in piedi il rivale e spostarsi alle sue spalle... KATAHAJIME!

Immagine


Miller chiude la Katahajime e si getta a terra, costringendo il rivale a cedere pochi secondi dopo! I NO MORE HEROES MANTENGONO I TITOLI!

Spoiler:
THE WINNERS OF THIS MATCH, AND STILL TWC TAG TEAM CHAMPIONS... TRAVIS MILLER AND SHAWN GATES, NO MORE HEROES!


Miller getta via Fred dopo la conclusione dell'incontro ed a fatica si rialza, per poi andare a controllare il suo compagno, ormai rimessosi in piedi dopo il tuffo dalla cima della gabbia. Lo Steel Cage viene sollevato e le cinture vengono ridate ai campioni che non perdono tempo per festeggiare la difesa delle cinture sotto l'assordante voce dei fan che esulta a gran voce per la vittoria. Sulle immagini dei due campioni che festeggiano sotto le note di Your Heroes are dead questo capitolo di War of Change si chiude, rimanete sintonizzati!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change II
MessaggioInviato: 03/06/2016, 21:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Crowns will shine, queens will shine.


Immagine


TWC FRONTLINE: Coming This Friday

Only on SyFy


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change II
MessaggioInviato: 03/06/2016, 21:48 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting


Le note di una nuova canzone risuonano nell'arena con le luci che si spengono lasciando l'arena al buio.


Am I brave enough?
Am I strong enough?
To follow the desire
That burns from within
To push away my fear
To stand where I'm afraid
I am through with this
Cuz I am more than this
I promise to myself
Alone and no one else
My flame is rising higher...

I AM THE FIRE!


Immagine


Immagine

Un cerchio di fuoco si leva al centro dello stage e rischiara l'ambiente. Al centro di esso c'è Elektra, giacca di pelle rosso fuoco così come l'attire sotto di esso. Sta immobile, con sguardo determinato e leva in aria la sua cintura da campionessa FWP.

I am burning brighter
Roaring like a storm
And I am the one I've been waiting for
Screaming like a siren
Alive and burning brighter
I AM THE FIRE


Elektra si poggia il titolo in spalla e si porta in avanti facendo mutare il fuoco da un cerchio a due colonne che contornano la lunga rampa che percorre cavalcandola lateralmente come suo solito mentre solleva in aria il titolo verso il pubblico. Salta poi sull'apron ring e si sfila la giacca. La lancia in terra piegandosi all'indietro e sollevando la cintura. Caccia un grido poderoso e dai quattro paletti fuoriescono delle fiammate mentre le colonne sulla rampa aumentano d'intensità.

Immagine

Immagine

Entra nel ring e le fiamme si spengono mentre rimane in attesa delle sue avversarie




The Mission risuona nell'arena e Brunild fa la sua comparsa sullo stage con lo sguardo basso, ben nascosta nella sua solita tuta con il cappuccio ben calato sulla testa.

Immagine

What do you know?
What do you know?
what do you know?


La Valkyria si slaccia la felpa e si cala il cappuccio ma un'esplosione di pyros copre la visuale.

Immagine

La musica s'interrompe per riprendere subito, ma non è la stessa.



La Valkyria getta la felpa in terra ed i pyros smettono rivelando la sua figura. Cintura WFSS sulla spalla, sulla testa un elmo da Valkyria e l'attire da combattimento decorato per richiamare l'armatura da combattimento delle Valkyrie.

Immagine

Sulle gloriose note di Wagner intraprende la camminata sulla grande rampa con passo calmo e sguardo glaciale, alle sue spalle uno stormo di corvi si libra nell'aria mentre cammina.

Immagine

Percorsa la rampa sale i gradoni d'acciaio ed entra nel ring dove si toglie l'elmo che poggia in terra e sale sopra ad un angolo alzando in aria il titolo con il gracchio dei corvi e la cavalcata delle valchirie che riempiono l'aria. Scende dal paletto e rimane a centro ring guardando Elektra dritta negli occhi.




Una musica si diffonde per l'arena, mentre le luci si abbassano lentamente. E dal backstage arrivano quattro cacciatori di colore, che iniziano a guardarsi intorno e a cercare una preda. I quattro sono armati di lancia e scudo di pelle, e si muovono circospetti, quando improvvisamente una figura salta addosso al più indietro dei quattro, azzannandolo al collo.

Immagine


Lucy Fisher guarda gli altri tre, con il sangue che le cola dalla bocca, vestita da leonessa, fra il boato della gente. Gli altri tre la osservano, poi si danno alla fuga, mentre la ragazza recupera il TDPW Women's Championship.



La ragazza si dirige verso il ring, osservando le due rivali di stasera, ma a metà rampa si ferma e consegna il suo cappuccio da leonessa ad una ragazzina, che sorride felice. A questo punto Lucy si dirige verso il ring e rotola dentro, per poi posare con il titolo in centro ring. La campionessa si avvicina poi alle altre due campionesse, sorridendo e stringendo le mani ad entrambi.



Le luci si fanno rossastre, sul ring è stato portato un trono ma le luci non lo illuminano bene. Delle geishe sfilano ai due lati del trono sulla rampa.

Immagine


Le dame giapponese si inchinano ai lati della rampa. Ecco che viene acceso uno spotlight pure sul trono. Su di esso vi è Ayumi Haibara, mascherata e con indosso un suntuoso oro e rosso sangue su cui ci sono i kanji di Dolore (痛み) e Demone (鬼). La Killer si alza. In una mano ha una katana, nell'altra il TWC World Women's Championship.

Immagine


La ragazza si toglie la maschera e sorride.

Immagine




Ayumi alza la spada al cielo e poi si mette la cintura in spalla finchè non arriva sul ring. Una volta entrata sul quadrato, punta la spada contro le sue tre avversarie, una per una, poi alza la sua cintura. Infine, si toglie il kimono. Tutte e quattro si avvicinano all'arbitro della contesa, Simon DeJano, consegnando a turno le lure cinture. Prima Brunild, poi Elektra, poi Lucy, poi Ayumi. E DeJano appende alla placca apposita i titoli, uno dopo l'altro, per poi fare cenno agli addetti di tirare su tutto. Le cinture salgono lentamente sotto lo sguardo delle campionesse. Tutto è pronto.

Immagine


Le quattro campionesse sono tutte nel ring, scambiandosi rapidi sguardi di fuoco, pronte per saltare una al collo dell'altra. Haibara le provoca e le fa cenno di farsi sotto. Le altre tre si scambiano una rapida occhiata d'intesa e si avventano sulla giapponese, scaraventandola fuori ring. Elektra si avventa subito su Brunild e la coglie alle spalle con un German Suplex ma la tedesca non si lascia sballottare e risponde con delle gomitate. La greca però non molla la presa e tenta di nuovo il sollevamento quando sul mento di Brunild arriva un Superkick di Lucy e la spartana porta a segno il suplex. In piedi sul ring ora ci sono solo le due amiche, una di fronte all'altra, guardandosi negli occhi. Attendono che sia l'altra a fare la prima mossa mentre tastano la tensione quando Brunild e Haibara tornano sul ring e sorprendono rispettivamente Elektra e Lucy con un German Suplex! Ora sono loro due a trovarsi sole sul ring e di certo non perdono tempo e partono subito all'attacco riempiendosi a vicenda di Forearm Smash. Ginocchiata all'addome della Neon Princess che interrompe la sequenza e se la carica sulle spalle per la Dammit. La tedesca però riempie di gomitate la testa della jappa e riesce a tornare a terra. Ora è lei a caricarsi Haibara sulle spalle e tenta la Geheimnisnacht, subito! Viene però interrotta dalla lancia spartana di Elektra che la travolge.

Immagine


Haibara si rialza e va addosso alla greca con il Lucky Day. La Black Widow indietreggia tenendosi il labbro e la jappa connette un altro rolling elbow. Elektra indietreggia ancora ed Haibara tenta il Lucky Day per la terza volta, Elle blocca con le mani e la stoppa per poi partire alla carica e riempirla di gomitate sulla tempia urlando con furia. La manda all'angolo ed inizia con gli SPartan Elbow. Si porta all'angolo opposto e parte in rincorsa. Haibara alza le ginocchia ed Elektra indietreggia stordita. Haibara è pronta ad andare all'attacco quando Lucy balza sull'apron e la sorprende con un Remember Me da fuori a dentro!

Immagine


Haibara crolla a terra e rotola fuori ring lasciando di nuovo sole le due amiche. Brunild però arriva ad interrompere la festa e le stende con doppio braccio teso. Rialza Lucy e la fa vittima di un suplex e di un altro ancora, in sequenza. Si prepara a connettere il terzo amico tedesco e sbevazzone quando viene interrotta dallo Spartan Kick di Elektra. Lucy atterra in piedi e va con un calcio nell'addome della tedesca. Uno sguardo d'intesa con Ellie e le due abbrancano Brunild per piantarla a terra con un Doppio Suplex.

Immagine


Haibara torna però sul ring e da dietro si avventa su Lucy riempiendola di pugni. Non ha però fatto i conti con Elektra che la spintona via e la fa vittima di una serie di forearm Smash. Haibara però ne esce e la fa preda di una violenta testata. Lucy le batte sulla spalla e non appena questa si gira la fa vittima di un altro Remember Me ed Elektra la afferra per la Widow's Web, incredibile combo delle due amiche!

Immagine Immagine


Adesso le due sono ancora sole sul ring, e stavolta nessuno può interromperle. Lucy rivolge all'amica un sorriso facendole segno di farsi sotto. Elektra però sembra reminescente e Lucy la colpisce con un violento schiaffo. Le dice di colpirla e la prende con un altro schiaffo. Le urla di contrattaccare mentre fa calare un altro schiaffo ma il braccio di Lucy viene fermato. Con la mano libera la Black Widow dirige una chop a mano aperta sul petto di Lucy e le torce il braccio fermato dietro la schiena. La leonessa però si abbassa e ribalta la torsione, guizza dietro le spalle dell'amica e la travolge con una incredibile Armdrag!

Immagine


Elektra rotola fuori ring ma balza subito sull'apron, viene però tirata giù da Brunild che la manda ad impattare violentemente contro le barricate. La tedesca sale sul ring per fronteggiare la sua amica ma la leonessa la sorprende con una chop. Brunild si raccoglie un attimo e contrattacca con potenza con un Brunild's Kiss. La rossa evita abbassandosi ma la tedesca la sorprende con l'Hunter's Kick!

Immagine


Haibara torna sul ring e travolge Brunild con un braccio teso. Lucy si rialza e le va contro, Haibara schiva e la stende col suo Remember Me! Brunild le corre contro ma Haibara la interrompe col suo Brunild's Kiss! Brunild si rialza e le corre di nuovo contro ma la giapponese si abbassa e la fa scivolare sull'apron ring. Lucy si rialza ed in contemporanea con Brunild la sorprendono in contemporanea con un Enziguiri Kick! La campionessa TWC rimane stordita e la rossa la cinge alla vita per un German SUplex ma la Neon Princess si ancora alle corde. Brunild con un balzo scivola dentro il ring posizionandosi alle spalle di Lucy. Le cinge la vita e parte una catena di German Suplex!

Immagine


Brunild rimane sola sul ring mentre le due rotolano fuori dal ring. Rivolge uno sguardo verso l'alto, è tempo di portare l'artiglieria. La spartana però la precede e torna nel ring con una scala in mano. La usa come ariete contro Brunild che però sfrutta le corde e raccoglie le gambe al petto mentre la scala impatta contro l'angolo e Brunild eleva le gambe per sferrare un dropkick che scaraventa Elektra dall'altra parte. Questa si porta una mano sul labbro per controllare eventuali fuoriuscite di sangue e poi parte alla carica contro Brunild che la manda a schiantarsi con un Backbody Drop sulla scala!

Immagine


La campionessa FWP urla di dolore mentre Brunild la scansa via dalla scala per afferrarla. La posiziona a centro ring quando la greca si fa di nuovo sotto. Le dirige un paio di pugni sul volto e la manda alle corde con una Irish Whip, no, ribaltata, no ribaltata di nuovo. Brunild impatta alle corde ed al rebound Elektra la eleva per schiantarla contro la scala con un Flapjack!

Immagine


La scala crolla a terra e così fa Brunild. Elektra solleva la tedesca per schiantarla sulla scala con una Body Slam ma la vakyria riesce a dimenarsi e si rifugia nell'angolo. La spartana non perde tempo e le corre contro per un Facewash, a segno! Corre all'angolo opposto e va col secondo, no! Brunild riesce ad afferrarla per i pantaloncini del costume e manda la faccia di Elektra in un incontro ravvicinato contro l'angolo. Ora la solleva e la posiziona sopra al paletto. Cinge il braccio e si prepara per un Superplex sopra la scala ma no. Elektra non ci sta ed inizia a dirigere dei ganci sull'addome di Brunild seguiti da una testata. Si assesta un attimo, liberata dalla presa, e si eleva sul paletto cingendo la vita della tedesca. Compie una rotazione, incredibile, porta a segno il Requiem di Murdock, dalla terza corda. Attenzione! Brunild si aggrappa alle corde impedendo la riuscita della manovra. Elektra è a terra e tenta di staccare Brunild ma questa, con un colpo secco alle mani, riesce a liberarsi. Elektra indietreggia tenendosi la mano e la Valkyria si scaraventa portando a segno la Valkyrie DDT, sopra la scala!

Immagine


La spartana rimane immobile, con la testa dentro lo spazio tra i pioli. Brunild la prende e la fa scivolare fuori ring. Lucy si porta in piedi sull'apron ma con un big boot devastante la tedesca la riporta KO. Haibara anche si è riportata in piedi e sale sul paletto sorprendendo Brunild con un Double Axe Handle. La japponese afferra la scala a terra mentre il corvo si rialza e la manda ad impattare contro il suo addome. Brunild si piega per la botta presa ed Haibara prende la scala con entrambe le mani e gliela sbatte sulla faccia mandandola a terra. Apre la scala e posiziona la Valkyria con la testa sopra il primo gradino. Sale sul primo e poi sul secondo. Con le braccia fa leva sui gradini superiori per esercitare più peso sopra Brunild, con i piedi sopra al collo mandando ad impattare la sua gola contro il gradino. Brunild però afferra la gamba della Neon Princess che sta per iniziare la scalata e la riporta sul terreno. Atterra però in piedi e riempie di stomp la schiena della bionda. La strattona di qua e di là e la porta vicino all'angolo dove se la carica a mò di croce e parte con la Feel Good, pronta a scaraventare Brunild contro la scala in piedi in un impatto letale. La tedesca però riesce a scendere dal treno in corsa e manda la campionessa TWC di muso contro la scala che crolla. La jappa si tiene il muso mentre si volta stordita e la campionessa WFSS la fa preda della Valkyrie Takedown, sulla scala!

Immagine


Haibara ritrae la schiena per la botta subita e Brunild la afferra e la fa volare fuori ring. Quando si gira sul ring trova Lucy, pronta a combattere. Le due si scambiano una rapida stretta di mano per poi incontrarsi in un clinch, vinto dalla rossa, che chiude la valkyria in una headlock. Lentamente sposta le mani verso il basso e tenta il Mark of the Veteran ma Brunild atterra in piedi e la afferra per un German Suplex. No, Lucy taglia la presa attorno alla vita e secca la valkyria con un Enziguiri. La fa poi vittima del Soulmate Doppleganger, va a segno con la STO Backbreaker e si prepara per il Russian Legsweep ma la Valkyria riesce ad afferrargli la gamba e ribaltare con un altro Valkyrie Takedown! Ora prende il braccio ed applica la Valkyrie's Rage, attenzione! Lucy però è ben conscia del pericolo e giunge le braccia. Riesce a sollevarla ma il peso della tedesca la porta verso le corde dove sposta il peso all'indietro e la fa rovinare fuori ring. Brunild riesce a rimettersi in piedi sull'apron, Lucy si rialza stordita e la tedesca spicca il volo con una Valkyrie DDT dall'apron!

Immagine


Corre immediatamente dentro al ring e posiziona la scala iniziando la salita verso la vittoria, scalino dopo scalino. Allunga la mano e sfiora il gancio, troppo lontano. Sale un altro gradino ed il gancio si fa più vicino, allunga il braccio ma la sua gamba va giù, Elektra la riporta a terra e la manda di muso ad impattare violentemente contro la scala che crolla nuovamente. Con una bodyslam la posiziona sopra di essa per poi indietreggiare un po' e prendersi un attimo di concentrazione. Parte e spicca il volo con l'incredibile Poison of the Devil, altra manovra fuori dal cilindro di Murdock, sopra la scala!

Immagine


La valkyria accusa il colpo e rotola fuori ring mentre il pubblico riserva un'ovazione per il gran gesto atletico della spartana. A fatica rialza la scala e la apre, facendo ben attenzione alla posizione delle cinture. Trova la giusta posizione ma dentro il ring ecco che scivola Lucy. Le due si guardano e si fiondano entrambe sopra la scala. Si ritrovano in cima ed entrambe afferrano il gancio con una mano. Con quelle libere iniziano a rivolgersi violenti colpi l'un l'altra. Elektra stacca la mano dal gancio e rischia di perdere terreno ma sbatte la testa di Lucy contro il piatto della scala. Sembra quasi dispiaciuta del gesto fatto quando getta le braccia all'alto e riesce ad afferrare il gancio. Lucy però inizia a riempirla di colpi allo stomaco fin quando non è costretta a mollare di nuovo la presa. Schianta una testata a Lucy che barcolla. Afferra il gradino evitando la caduta e controbatte con una testata a sua volta. Elektra rischia seriamente di cadere ma all'ultimo riesce ad aggrapparsi al piolo. Le due ora si scambiano testate violentemente una con l'altra ma attenzione, la scala si inclina ed entrambe rovinano fuori dal ring!

Immagine


Haibara! Haibara è sul ring ed è lei ad aver ribaltato la scala. Si ritrova sola e rialza la scala. Inizia la scalata. Attenzione, Brunild è tornata in azione e dal paletto si getta in un dropkick che ribalta la scala. Haibara riesce a malapena in tempo a gettarsi per atterrare in piedi e rialza prontamente la scala. Inizia di nuovo la salita mentre Brunild deve rialzarsi. Giunta a metà scala la valkyria torna a farsi viva ed inizia a dirigere dei colpi sulla schiena della giapponese che però tenta di continuare la scalata e scaccia via la bionda con un calcio. Il corvo indietreggia ma poi con un guizzo si arrampica velocemente sulla scala fino a raggiungere la giapponese. La Neon Princess inizia a riempire di gomitate la testa della bionda. La campionessa WFSS però sembra non sentirli neanche i colpi, stringe i denti e se la carica sulle spalle per un incredibile Valkyrie Takedown! NO! La campionessa TWC si afferra ai pioli superiori ed inizia a scalciare liberandosi dalla presa. Adesso Ayumi prende la stordita Brunild alle spalle e, incredibile, si getta in una Teen Spirit dalla scala!

Immagine


Che botta! Il pubblico intona gli Holy shit mentre Brunild rovina fuori ring. Haibara con un po' di fatica si rialza dopo questo incredibile gesto. Inizia la scalata verso le cinture, nessuno può fermarla ora. Sfiora il gancio, no, lo afferra. Porta l'altra mano per sganciarle ma i sogni di vittoria vengono infranti da Lucy. Da sola inclina la scala ricambiando il favore. Ayumi riesce per un pelo ad atterrare sulle corde e gettarsi su di Elektra fuori ring che si stava rialzando, altra prodezza di Ayumi!

Immagine


Lucy Fisher, unica rimasta sul ring, si guarda intorno, poi indica le sue tre avversarie fuori dal ring, che si stanno lentamente avvicinando. Quando tutte e tre sono una a fianco dell’altra la ragazza si butta alle corde di corsa, Crorkscrew Plancha! La ragazza di colore scatta in piedi, fra i cori in suo favore del pubblico. The Witch poi si avvicina al ring, sollevando la copertura ed iniziando ad estrarre una scala, che sembra non finire più. Finalmente, toltala tutta la appoggia per il fondo sull’apron, per poi iniziare a farla scivolare nel ring. Ma improvvisamente Brunild la blocca, afferrando la sommità. La rossa osserva la bionda, poi la tedesca cerca di colpire la sua avversaria muovendo di lato la scala, ma la americana evita tutto eseguendo una capriola sulla scala ed atterrando dall’altra parte, per poi abbassarsi subito, evitando il colpo di ritorno. Brunild perde per un istante l’equilibrio. Lariat! NO! La valchiria blocca il colpo e tenta un Exploder Suplex. Ma Lucy reagisce e colpisce ripetutamente alla nuca con delle gomitate la sua avversaria, per poi afferrare la scala e alzarla di scatto, mandandola a schiantarsi contro la mascella della tedesca. Brunild indietreggia, ma Elektra prende il suo posto, impedendo a Lucy di rientrare sul ring afferrandola alla vita. La greca cerca un sollevamento, ma la sua amica si aggrappa alle corde, evitando la proiezione. La spartana allora la gira e tenta un Short Arm Lariat, che la rossa evita. Lucy però non è così fortunata la seconda volta, perché viene travolta da Brunild, che a sua volta ha tentato una Clothesline. La tedesca e la greca iniziano uno scambio di pugni, mentre Ayumi si è rialzata a sua volta e si dirige verso Lucy, che ha cercato riparo sotto la scala, ancora appoggiata all’apron. La giapponese la osserva e poi la trascina fino al fondo della scala, per poi farle impattare addosso un paio di volte l’oggetto. Conclusa l’operazione la posiziona in ginocchio, e le incastra la testa fra i gradini per poi salire sulla scala. La ragazza di colore lancia un urlo di dolore, mentre cerca di sostenere tutto il peso sulla spalle. Nel frattempo Brunild ha avuto la meglio su Elektra e la lancia proprio verso la scala. La greca però riesce a scivolare appena in tempo, evitando l’impatto, per poi rialzarsi in piedi, cercando di sgambettare Ayumi. La giapponese però salta, evitando il braccio di Elektra, atterrando nuovamente sulla scala, strappando un urlo di dolore alla americana, ancora adibita a cariatide. La manovra costa però alla giapponese, che ha bisogno di un istante per riprendere l’equilibrio, istante in cui anche Elektra si arrampica sulla scala, colpendola con una gomitata. Le due si guardano, saggiando il terreno, mentre Brunild le osserva. Scambio di pugni piuttosto equilibrato che dura qualche secondo, poi quando Elektra sembra avere la meglio e la giapponese inizia ad indietreggiare, la greca mette un piede in fallo, perdendo temporaneamente l’equilibrio. Uppercut di Ayumi, che trova anche il tempo di stendere con un calcio Brunild, che stava caricando per cercare di abbattere tutta la costruzione. La giapponese cerca di afferrare Elektra per un Suplex, ma al momento del sollevamento la greca reagisce e colpisce con una serie di gomitate la sua avversaria, respingendola verso l’apron. Le due, camminando lentamente si avvicinano al ring, dove riprendono a combattere a furia di pugni. Ancora una volta è Elektra a prendere il vantaggio, questa volta grazie ad un inaspettato Headbut. Ma ecco che Brunild, rientrata sul ring, tenta una Spear attraverso le corde, proprio sulla greca. Ma la spartana la blocca con una ginocchiata in fronte, rispedendola nel ring, poi si avvicina ad Haibara.

Immagine


Back Body Drop! Caduta rovinosa per Elektra, che ha perso il secondo fondamentale a causa della tedesca. La giapponese invece sembra piuttosto convinta e ritorna sulla scala, ancora appoggiata alle spalle di Lucy, e indica proprio Elektra, per poi tuffarsi con un Body Splash. Che va ad infrangersi sulla scala, visto che Lucy si sposta all’ultimo secondo, spostando con se la scala e proteggendo la greca. Poi la ragazza di colore riesce ad uscire dalla scala, lasciandola cadere a terra, crollando a sua volta. Per qualche istante nessuno si muove, poi Brunild, sul ring, inizia a rialzarsi, osservando le sue avversarie fuori dal ring. Poi recupera la scala sul ring, portandola perfettamente sotto i titoli ed iniziando a scalare. Quando è circa a metà, però, Elektra la ferma, affermandola per le caviglie. La tedesca cerca di scacciarla a calci, ma la greca la tira giù per qualche gradino, poi la afferra anche per la testa e la incastra nella scala prona, all’altezza perfetta per riempirla di ginocchiate allo stomaco. Spartan Knees! La Kellis si siede a terra, tirando un sospiro di sollievo, mentre Brunild rimane incastrata nella scala, momentaneamente fuori dai giochi. La greca poi si rialza, osservando la scala e prendendo atto del fatto di non riuscire a scalarla con Brunild lì in mezzo, quindi sposta l’oggetto da centro ring e si avvicina alla scala più lunga, ancora solo appoggiata sull’apron. Si china ed inizia a tirare, ma dal altro capo Lucy tira a sua volta, impedendole di spostare l’oggetto. E Ayumi è rientrata a sua volta sul ring, e come prima cosa afferra Elektra per i capelli, trascinandola a centro ring e mandandola a schiantarsi sulla scala in cui c’è ancora incastrata Brunild. Nel frattempo Lucy ha recuperato una scala a cinque gradini e cerca di utilizzarla come oggetto contundente su Haibara, che però si abbassa, evitando il colpo, per poi stenderla con un Big Boot. Tutte le sue avversarie sono a terra e Haibara recupera rapidamente la scala più lunga, piazzandola a centro ring e montandola per bene, per poi iniziare la scalata. La giapponese arriva a pochi centimetri dalla cintura, quando Elektra salta dal paletto, atterrando sulla scala dove è ancora incastrata Brunild. La greca cerca di fermare Ayumi, ma la distanza è tanta, e la giapponese reagisce con una serie di calci, quando all’improvviso Lucy lancia ad Elektra la scala a cinque gradini, che la spartana afferra al volo, usandola come oggetto contundente. Colpo al fianco, colpo alla gamba, colpo al fianco, colpo alla testa. Ayumi barcolla, scendendo di qualche gradino. German Suplex da parte di Lucy Fisher, che pianta a terra la sua avversaria definitivamente. Elektra scende dalla scala, barcollando leggermente, poi estrae Brunild dalla stessa e si avvicina al centro del ring. La greca e la americana si guardando, poi la spartana lancia la tedesca alle corde. Flapjack. E Cutter al volo di Lucy!

Immagine


Le due amiche connettono un’altra bella manovra di coppia, poi si guardano, mentre improvvisamente anche il pubblico si fa silenzioso. Lucy si sistema i capelli con una mano, per poi avvicinarsi alla sua avversaria in guardia. Elektra a sua volta annuisce, scostandosi dei capelli incollati alla fronte dal sudore, per recuperare il terreno perso. Le due si incontrano nel centro perfetto del ring, sempre con il pubblico in silenzio. Pugno della greca, che fa indietreggiare Lucy. La americana sorride ed annuisce, rispondendo con un pugno a sua volta. Cori per Elektra, che risponde con un pugno. Cori per Lucy e pugno. Elektra si tiene la mascella un secondo, poi risponde con un pugno. Lucy indietreggia ancora, poi risponde con un pugno. La greca barcolla, per poi scattare in avanti con un braccio teso. La americana si abbassa, trasformando tutto in un Neck Breaker. No, Elektra riesce a girare ancora tutto e tenta uno Short Arm Lariat. Ma anche Lucy tenta un braccio teso, ed entrambe finiscono a terra, k.o. Tutte e quattro le lottatrici sono a terra, sfinite. Lentamente Brunild, Elektra e Lucy iniziano a rialzarsi, guardandosi vicendevolmente. La tedesca sta guardando in cagnesco le altre due, e recupera la scala, caricando Lucy. La rossa però blocca il colpo, tenendo la scala. Le due lottatrici cercano di strapparsi l’oggetto a vicenda, ma improvvisamente anche Elektra si aggiunge alla contesa, cercando di prenderla a sua volta, dal fianco. Dropkick improvviso di Ayumi, che manda la scala a sbattere proprio sulla greca, strappandola dalle mani delle avversarie. Haibara carica la Fisher, colpendola con una spallata, poi osserva Brunild, ancora immobile. Le due si chiudono in un clinch, in cui ha la meglio la tedesca, ed improvvisamente Elektra colpisce Ayumi alla schiena con la scala da cinque gradini, mandandola in ginocchio. Ayumi prova a rialzarsi, ma la greca gli spezza in testa la scala. La spartana lancia via il pezzo che le rimane in mano, mentre la giapponese rotola all’angolo, tenendosi una mano sulla fronte. Quando finalmente la allontana possiamo vedere come stia sanguinando da un profondo taglio sulla fronte. Haibara osserva il sangue che ha sulla mano che aveva appoggiata alla fronte, poi lentamente si rialza, tirandosi su con le corde, ad occhi sgranati. La giapponese poi si avventa verso Elektra, conficcandole un piolo della scala rotta in fronte, aprendole un taglio a sua volta. La greca indietreggia, ed Ayumi la colpisce sul collo con il piolo, mandandola a terra. Haibara viene aggredita da Brunild, che però viene respinta con una testata, e poi mandata a terra con un pugno. La giapponese, poi, per buona misura, colpisce con un calcio in bocca l’avversaria, facendola rotolare via. Ma Lucy Fisher le si tuffa sulla schiena, cercando di applicare una Sleeper. Ayumi si lascia cadere, connettendo un Jawbreaker. Lariat della giapponese. No. Lucy si abbassa. Remember Me! No! Ayumi si abbassa, e quando si rialza ha il pezzo di scala usato come arma da Elektra. Direttamente in faccia a Lucy, che crolla a terra. Ma ecco che si fa di nuovo sotto Brunild Wagner, che colpisce con una ginocchiata la giapponese… e la chiude nella Valkyrie’s Rage! Ma Ayumi rotola subito, liberandosi dalla mortifera presa, e mentre Brunild cerca di rialzarsi…

Immagine


Curb Stomp! Perfettamente a segno! E poi la giapponese inizia a prendere a calci la testa di Brunild, spingendo lentamente la tedesca nell’angolo, per poi incastrarla sotto la prima corda e continuare la sua furia di calci. Soddisfatta del lavoro, mentre anche Brunild ha iniziato a sanguinare la giapponese si gira. Spartan Kick in piena faccia! Elektra colpisce Ayumi con il suo calcio migliore, mandandola alle corde, ma Haibara nel rimbalzo connette una ginocchiata allo stomaco dell’avversaria, piegandola a metà. Piledriver! Ayumi non sembra convinta di andare a terra, e si rialza. Improvvisamente però Lucy è ancora su di lei, e cerca di afferrarla per una DDT. Altra testata della giapponese, che fa indietreggiare la ragazza di colore, che poi viene afferrata per i capelli e mandata al tappeto. Haibara poi la colpisce con un Knee Drop alla gola. E poi di nuovo. E di nuovo. E di nuovo. E di nuovo. E di nuovo. Ayumi si ferma improvvisamente, osservando la scala più alta, ancora aperta dentro il ring, e le si avvicina, per poi afferrarla e spostarla verso il centro. Posizionatala inizia la scalata, gradino per gradino. Ma improvvisamente Brunild le è dietro, e la afferra per le gambe, tirandola giù e cercando di lanciarla per un German Suplex. Serie di gomitate da parte di Ayumi, che è quasi libera. Remember Me in pieno! Lucy Fisher colpisce Ayumi Haibara col suo calcio, facendole perdere il controllo quel tanto che basta a Brunild per lanciarla con il German Suplex. La giapponese impatta contro la scala in cui era incastrata Brunild, finendo appoggiata all’angolo con l’oggetto alle spalle. Spartan Spear! Elektra Kellis precipita addosso ad Ayumi, incastrandola nelle macerie della scala dietro di lei! La greca annuisce, rimanendo seduta un istante, poi si rialza e guarda le altre due. Improvvisamente Lucy si avvicina togliendo la giapponese dalla scala. Nel frattempo Elektra sposta la scala distrutta a centro ring, mentre Brunild le osserva. Le due poi afferrano Ayumi insieme, sollevandola. E BRUNILD SI AGGIUNGE!

Immagine


Triple Powerbomb! Sulla scala! L’impatto è assordante, è le tre si allontanano leggermente una dall’altra dopo la manovra. Ayumi non può fare altro che rotolare fuori ring, dolorante, mentre Brunild e Lucy iniziano a colpirsi a vicenda con dei pugni, ma improvvisamente Elektra le spedisce entrambe fuori dal ring con un Lariat. Poi si avvicina alla scala più alta ed inizia a scalarla, ma ecco che arriva Brunild. La spartana scende subito ed inizia a scambiarsi pugni con la tedesca. Fuori dal ring nel frattempo Lucy sta estraendo da sotto il ring delle scale di media lunghezza. Una, due, tre e poi inizia a lanciarle sul ring. Brunild ha recuperato il controllo su Elektra, ed ora la lancia alle corde. Rimbalzo alle corde, tentativo di Lariat di Brunild, Elektra si abbassa, rimbalza ancora, ma Lucy la colpisce con una scala alla schiena. Elektra barcolla e stavolta Brunild la travolge. Lucy nel frattempo ha fatto scivolare due scale sul ring, e Brunild ne ha raccolta una e la sta incastrando fra la seconda e la terza corda all’angolo. Lucy nel frattempo rotola dentro il ring con l’ultima scala. La tedesca poi rialza Elektra, cercando poi di lanciarla all’angolo. Elektra si ferma appena in tempo, e Brunild la carica. La greca però si sposta, e Brunild si ferma a sua volta ad un passo dalla scala. E arriva Lucy, con la scala, cercando di stendere Brunild, ma la tedesca fa una capriola, evitando il colpo, finendo però nelle fauci di Elektra, che la stende con uno Snap Suplex. Lucy nel frattempo ha incastrato la scala che aveva in mano sotto la prima, mettendola fra la prima e la seconda corda. Poi corre verso a Elektra e tenta una Irish Whip verso l’angolo con le scale. Elektra però lo ribalta, mandando la rossa verso l’angolo. Lucy però salta, rimbalzando sulla scala e connettendo un bellissimo Moonsault su Elektra. Lucy improvvisamente corre verso la scala in centro ring, con la strada spianata. Brunild però la blocca e la riporta a terra, incastrandole la testa nella terza scala che Lucy ha portato sul ring. Lucy prova a dimenarsi per liberarsi, ma la tedesca la prende e la lancia all’angolo opposto a quello dove ci sono le altre due scale incastrate.

Immagine


SHAZAM! Elektra solleva improvvisamente Brunild e la stende con la sua manovra migliore. E la greca ha la strada libera. Inizia a salire lentamente sulla scala, gradino dopo gradino, lentamente. Ma quando si trova a pochi gradini dalla cima, Brunild la raggiunge, sollevandola sulle spalle. Ed improvvisamente si lancia con una Geheimnisnacht. Elektra va ad infrangersi proprio sulle due scale incastrate all’angolo. Brunild osserva la sua storica avversaria, riversa a terra, poi si butta verso la scala, iniziando la salita. Un gradino, due gradini, tre gradini, quattro gradini. AYUMI HAIBARA! La giapponese rientra sul ring e riempie di calci sulla schiena la tedesca, riportandola indietro, poi la appoggia proprio al quarto gradino, per poi connettere un DOUBLE FOOT STOMP SULLA TESTA! Brunild sfonda tutte e quattro i gradini, rimanendo svenuta a terra. Haibara guarda la scala rotta, gira dall’altra parta ed inizia a salire dall’altra parte. La giapponese sale fino alla parte più alta della scala. E Lucy Fisher la colpisce allo stomaco con la scala in cui è incastrata. La americana è riuscita a liberarsi dall’angolo, ed è riuscita ad usarla come arma per fermare temporaneamente la sua avversaria, passando fra i gradini della scala principale. La ragazza poi appoggia l’altro capo della scala sulla terza corda, e poi, sollevandosi con gli addominali, si gira, arrivandoci sopra. Lucy Fisher è libera, e raggiunge la parte più alta della scala. Scambio di pugni fra la giapponese e americana. Pugno di Lucy. Pugno di Ayumi. Pugno di Lucy. Pugno di Ayumi. Pugno di Lucy. Pugno di Ayumi. Pugno di Lucy. Pugno di Ayumi. Pugno di Ayumi. Pugno di Lucy. Pugno di Ayumi. Pugno di Ayumi. Pugno di Ayumi. Pugno di Ayumi. La giapponese prende il controllo ed inizia a tempestare di colpi la sua avversaria. Gomitata, pugno, pugno, Forearm Smash, pugno, pugno, gomitata. Lucy inizia a sanguinare a sua volta, e Ayumi inizia a sbattergli la testa sulla parte più alta della scala. Una, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove, dieci, undici volte. Lucy rimane stesa sulla parte più alta, ed Ayumi ha strada libera, afferra la placca con tutte le cinture. Poi si allunga verso il moschettone che la tiene sospesa, lo apre.

Immagine


BACK BODY DROP! DALLA SCALA! Ayumi precipita e la scala su cui si schianta si spezza a metà! Lucy Fisher è da sola, sulla parte più alta della scala, ma barcolla, avendo usato le sue ultime energie per il Back Body Drop. Il pubblico di casa è tutto per lei, ma lei perde l’equilibrio e cade all’indietro! NO! LUCY SI APPENDE ALLE CINTURE! E si tira su, sedendosi sulla scala. La rossa alza le braccia, prende il moschettone, lo apre… E STACCA LE PLACCA, OTTENENDO LA VITTORIA DEL MATCH! Il pubblico è in delirio, e canta tutto per la ragazza che è appena diventata tetracampionessa. Lucy alza le cinture sopra la testa, poi lentamente inizia a scendere dalla scala, passo dopo passo. La ragazza poi si avvicina ad Elektra, a terra, si inginocchia e le offre una mano per rialzarsi. Le due si osservano per un istante e poi la spartana le prende la mano. Le due si rialzano e poi si abbracciano. Nel frattempo anche Brunild si rialza e, a sua volta, si avvicina a Lucy. Le due si osservano per qualche istante, poi si stringono la mano annuendo. L’ultima a rialzarsi è Ayumi, che si mette a sedere. Lentamente la giapponese si avvicina alla vincitrice del match, ignorando sia Elektra che Brunild. Le due si squadrano per un secondo, poi Ayumi tende la mano, e le due se la stringono. Poi la giapponese si allontana, scendendo dal ring. A sua volta anche Brunild si sta allontanando, non prima di dare una pacca a Lucy e aver annuito verso Elektra. Anche la greca a questo punto si allontana, non prima di aver abbracciato ancora Lucy. E piccola pausa per noi, mentre Lucy Fisher festeggia con le quattro cinture.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change II
MessaggioInviato: 03/06/2016, 22:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Bentornati live dall'Husky Stadium di Seattle per seguire ancora una volta insieme War Of Change II, la seconda edizione del PPV più importante della Total Wrestling Corporation. Il pubblico è bello carico e tutti sono pronti ad assistere ad un match molto atteso: Simon B vs Vincent Cross!



Can't you see? I'm easily bothered by persistence

One step from lashing out at you

You want in to get under my skin and call yourself a friend

I've got more friends like you, what do I do?



...

Is there no standard anymore?

What it takes, who I am, where I've been, belong

You can't be something you're not

Be yourself by yourself, stay away from me


Immagine


Sto parlando proprio di Simon B vs Vincent Cross! "Walk", dei Pantera, la musica d'ingresso di Vincent Cross risuona nell'arena e l'Hell Biker compie la sua apparizione sullo stage, suscitando una reazione mista tra il pubblico. Cross si avvicina lentamente al ring, scalda i polsi e si gode qualche applauso del pubblico per poi raggiungere il quadrato e mettersi in attesa del suo avversario.




Welcome to the end of everything that haunts me
Somehow I pretend all was meant to be
I am not the saint here, never the good son
Hell has taken over and I know

When I say go...run away, run away
When I say go...run away, run away
When I say go...run away, run away
When I say go...run away, run away, run away



Immagine



Che non si fa attendere! Anche per lui reazione mista da parte del pubblico, c'è chi ovviamente lo fischia, da sempre, e anche qualche fan che comunque canta la sua theme song a squarciagola e lo tifa. Simon va verso il ring sorridendo e mostrando i muscoli alle donne nelle prime file ma poi torna serio e concentrato salendo sul quadrato e sfidando già con gli occhi Cross.



One on One Match
Simon B vs Vincent Cross


Immagine


DIN DIN DIN! Inizia finalmente il match. Fasi di studio per i due, che si conoscono già molto molto bene. Vincent Cross fa scrocchiare le dita e poi scioglie le spalle con dei piccoli movimenti circolari mentre Simon B, saltellando, cerca di scrollarsi di dosso tutta la tensione che ha in corpo. Match importante per entrambi. I due si avvicinano, quasi vanno faccia a faccia ma in modo pacifico, rispettoso. Non c'è più quell'odio che contraddistingueva questa faida. Clinch al centro del quadrato! Cross fa valere subito la sua stazza fisica, e costringe all'angolo Simon B. Subito serie di colpi a mano chiusa da parte del Biker, con l'arbitro che è costretto ad intervenire subito per dividere i due. Si riparte dunque, Simon sputa fuori dal ring e continua girare intorno all'avversario... che riparte all'attacco! Altra presa di Clinch, adesso è Simon che prova a chiudere in una Headlock Vincent Cross. Tentativo di soffocamento, ma Cross si libera con un paio di gomitate e riesce a lanciare verso le corde Simon B. Back Body Drop da parte di Vincent Cross!

Immagine


B si rimette subito in piedi toccandosi dolorante la schiena, ma comunque si lascia sfuggire un sorriso che trasmette solo nervosismo. Simon si lancia sul titanico Vincent Cross che ancora una volta ha la meglio nella prova di forza e spinge il rivale all'angolo. Cross colpisce con una Chop violenta dritta al petto Simon, che però evita il secondo tentativo di Chop e passa sotto al braccio dell'avversario capovolgendo la situazione. Un paio di European Uppercut ben assestate direttamente sul mento del Biker che però rigira ancora una volta la frittata, rimettendo Simon all'angolo e colpendolo in modo violento con un paio di ganci potenti. Successivamente Cross afferra per il braccio Simon B e lo lancia con un'altra Irish Whip all'angolo opposto, tentando immediatamente di mettere a segno un Corner Splash.. ma con l'aiuto delle corde tira su le gambe e spalma la pianta dello stivaletto dritta in faccia al rivale. Poi si spinge verso le corde, evita un tentativo di Clothesline dell'avversario e mette a segno una Float Over DDT!!!

Immagine


Vincent Cross sbatte violentemente la testa contro il tappeto e Simon si precipita a schienarlo... 1... Ottenendo solamente un misero conto di uno. Cross spinge via l'avversario e si rialza tenendosi la testa. Simon prova a sferrargli qualche calcio e anche un paio di gomitate sulla schiena, poi si spinge ancora una volta alle corde e colpisce Vincent Cross con una ginocchiata alla tempia! Cross striscia verso l'angolo e si tira sul con l'aiuto delle corde, viene raggiunto da Simon B che si mette sulla seconda corda ed inizia a colpirlo con dei pugni al volto, mentre il pubblico scandisce ogni colpo! 1... 2... 3... 4... 5... 6... ma Cross non sta qui a farsi prendere in giro, infatti reagisce sferrando un forte pugno al ventre di Simon B che è costretto ad allontanarsi.. e prova a sfruttare l'effetto sorpresa spingendosi alle corde, ma Vincent Cross lo abbranca e lo schiaccia a terra con una violenta Spinebuster!

Immagine


Uuuh! Questa l'ho sentita anche io, la schiena di Simon B ha fatto crack! Vincent Cross si sdraia sopra Simon B e va per lo schienamento... 1... 2... che si ferma al conto di due, troppo presto per battere un osso duro come il ragazzo di Miami! Cross si rialza e con cattiveria tira su anche il suo rivale solamente per stenderlo ancora una volta grazie ad una Swinging Neckbreaker. Simon B si tiene la testa per la botta subita mentre Cross gli si accascia addosso e lo schiena... 1... 2... e altro conto di due. Cross scuote la testa e rialza per l'ennesima volta Simon, lo colpisce con una ginocchiata al ventre e lo costringe ad allontanarsi un attimo per riprendere fiato. Simon però sfrutta questo momento in cui Cross abbassa la guarda e mette a segno un velocissimo Spinning Wheel Kick!!

Immagine


Che tega! Cross viene colpito dritto in testa e cade a terra come una pera cotta! Dopo aver abbattuto il temibile Biker con un bel calcione, il Who You Want To B lo schiena... 1... 2... No! Vincent Cross si scuote in tempo... Simon B si rialza scuotendo il capo, dopo di che lo vediamo salire alle corde per tentare una mossa volante, certamente non nel suo repertorio, ma Cross anticipa la manovra colpendolo al volo con un Dropkick, che agilità!!! Dopo di che Vincent Cross si rialza, solleva Simon B in piedi e gli rifila una violenta Chop al petto... Il ragazzo di Miami replica con un pugno al viso di Cross, che restituisce il colpo con rabbia, inizia così uno scambio di colpi al termine del quale Simon B è mezzo stordito e viene gettato alle corde. Simon rimbalza e poi finisce a terra dopo essersi beccato un Big Boot in pieno volto! E il titanico Biker lo copre... 1... 2... No! Simon alza una spalla! Cross allora prova a rialzarlo e a caricarlo per la Deadly Bomb, ma B riesce ottimamente a contrattaccare e a divincolarsi cadendo alle spalle del Biker.. Led Drop Bulldog!!! Wow!

Immagine


Vincent Cross finisce ancora a terra colpito alla testa, allora Simon B tenta l'ennesimo schienamento... 1... 2... No!!! Il Biker ha ancora una notevole riserva di forze... L'uomo delle 1006 donne si alza, si appoggia alle corde e poi va per un Knee Drop in corsa, infierendo sulla testa dell’avversario! Dopo di che Simon, indeciso sul da farsi, si avvia ancora una volta verso l'angolo, vuole tentare ancora un volo dalla terza corda. Simon sale in cima al turnbuckle, prende bene le distanze, Vincent Cross torna in piedi... Diving Crossbody!!! Nooo!! Vincent Cross con un grande sforzo riesce a bloccare al volo Simon B, che ora è in balia del rivale che lo tiene come fosse un sacco di patate! Vincent Cross prende per il culo Simon B portandolo in giro per il quadrato e poi lo scaraventa dall'altra parte del ring con una spettacolare Fallaway Slam!

Immagine


Simon B viene lanciato via come se pesasse come una piuma e urla dal dolore! Che botta! Vincent Cross urla di rabbia contro i pochi fan di Simon B, poi si china e schiena il nativo di Miami con un sorriso stampato sul volto... 1... 2... e niente da fare! Simon non ci sta a perdere così e alza la spalla un soffio priam dello schienamento decisivo. Vincent Cross scuote il capo e si rialza confuso, allora decide di prendere per i capelli Simon B tirandolo su. Cross rifila al rivale un paio di colpi ben assestati al volto, e poi prova a caricarselo per un Suplex... ma Simon pianta i piedi a terra e prova a non farsi sollevare! Cross ci riprova, ma ancora una volta Simon oppone resistenza! Altro tentativo di Vincent Cross, che questa volta riesce a sollevare Simon B... ma il Who You Want To B gli scivola, e con un balzo arriva sull'apron ring! Exellence Kick!!!

Immagine


Connesso alla perfezione! Dritto alla nuca! Il Biker rovina a terra immobile e Simon B non si lascia sfuggire questa ghiotta occasione per schienarlo più velocemente possibile! L'arbitro si tuffa a terra... 1... 2... e niente da fare! Solo conto di due, kick-out da parte di Vincent Cross. Simon si passa una mano tra i capelli, poi si asciuga il sudore dalla fronte e riparte all'attacco, chiudendo il rivale in una Sleeper Hold provando a soffocare Cross. Vincent però è molto, molto più grosso del ragazzo di Miami e infatti senza troppi problemi riesce a liberarsi tirandogli anche delle capocciate! Big Boot da parte di Vincent Cross che abbatte B! Finalmente Vincent riesce a mettere a segno un paio di mosse che gli consentono di riprendere le redini del match. Adesso con la mano pizzica l'aria come direbbero Luca Franchini e Michele Posa, Simon B si rimette in piedi con l'aiuto delle corde... e viene abbrancato al collo! Crash!

Immagine


Chokeslam!!! Con una mano Cross ha alzato al cielo Simon B e lo ha schiacciato a terra con una mossa devastante! Simon B sbatte a terra e Vincent Cross lo gira per schienarlo... 1... 2... e 3! No!!! Kick-out! Grande Simon B! Cross sembra nervoso e si gira verso l’arbitro mostrandogli tre dita e invitandolo a contare più velocemente! Dopo di che eccolo prendere Simon B e chiuderlo... Nella Dragon Sleeper!!

Immagine


Il Who You Want To B urla dal dolore mentre l’avversario chiude la presa soporifera... Il ragazzo di Miami muove le braccia tentando di liberarsi e cerca di rimettersi in piedi, ma poi crolla... Al che l’arbitro gli prende un braccio e lo alza... Ma cade giù!... Il referee ripete l’operazione, ma per la seconda volta nulla da fare... Vincent Cross prova ad applicare maggior pressione possibile mentre l’arbitro alza per l’ultima volta il braccio di Simon B... Che resta su! Il ragazzo di Miami tenta di nuovo di liberarsi... e ce la fa! Simon B rifila un paio di gomitate al rivale e si libera, poi corre verso le corde.. Running High Knee!!!

Immagine


Ad altezza SI-DE-RA-LE! Grande manovra messa a segno da Simon B compie un enorme balzo per arrivare a colpire la faccia di Vincent Cross che crolla a terra devastato! Questa potrebbe essere decisiva, il pubblico schizza in piedi... 1... 2... Arrrgghhhh!!! Solo conto di due!!! Vincent Cross si scuote in tempo! Ginocchiata dritta in faccia che però ha prodotto solo un conto di due, che non basta a Simon B per guadagnarsi la vittoria! Il pubblico rumoreggia mentre uno stanco Simon B mette le mani a brocca indeciso su cosa fare. Vincent Cross inizia a rimettersi in piedi mezzo stordito per la bella botta presa pochi secondi fa, Simon B gli si avvicina forse per sferrargli il colpo decisivo! Infatti gli tira un calcione che lo fa piegare in due, gli aggancia un braccio... ecco che prova ad uncinare anche l'altro per andare alla Whisper In The Grudge che sarebbe fatale.. ma Vincent Cross si libera e mette a segno un infernale EAT IT!

Immagine


E questo Simon B l'ha sentito, l'ha sentito veramente bene! Finisce K.O. Simon B, mentre Vincent Cross adesso ha la vittoria in pugno! Il Biker sembra sicuro di sè, si tocca la testa dolorante ma è tutto ok, ci siamo! Vincent si avvicina ad un Simon ormai esausto, stremato. Lo prende per la testa, lo tira su.. Adesso è lui che vuole provare la sua finisher per mettere fine a questo bellissimo match che ci stiamo gustando. Vincent prende Simon e se lo mette tra le gambe, ora lo tira su.. Deadly Bomb in dirittura d'arrivo!!! NOOO!! Simon B riesce ancora una volta ad evitare la letale manovra risolutiva finale di Vincent Cross... e ora è lui a mandarlo al tappeto con la classica Simon Says messa a segno con una certa verve!!!

Immagine


Che impatto, che mossa! Simon B e Vincent Cross sono esausti, sfiniti, stanno dando tutto in questa contesa, nessuno dei due vuole perdere e non ci sarebbe da stupirsi se questo match finisse in un pareggio. Sia il Who You Want To B che il Biker di Colorado sono stremati e distesi al centro del quadrato, uno di fianco all'altro e l'arbitro non può far altro che iniziare un doppio conteggio. 1... 2... 3... 4... Simon B è il primo a dare segni di vita strisciando verso le corde, mentre Vincent Cross si è limitato a portare le mani sulla testa colpita dalla Simon Says pochi attimi fa... 5... 6... 7... B è in ginocchio, ormai quasi in piedi... 8... E anche Vincent Cross si tira su! B però corre verso l'angolo dove si trova Cross e lo colpisce con un Discus Punch... evitato! Ginocchiata da parte di Vincent Cross che non perde tempo adesso e va a segno con un Fisherman Suplex!!!

Immagine


Vincent Cross mantiene lo schienamento... 1... 2... Niente da fare! Simon B alza una spalla ed interrompe lo schienamento proprio all'ultimo. Vincent Cross si sposta i capelli da davanti agli occhi, sorride amaramente e poi rialza Simon B con le ultime forze rimaste. Simon però prova a reagire, serie di pugni al volto di Vincent Cross al quale successivamente sferra un violentissimo calcio al limite del regolamento! Vincent si piega a metà dolorante al ventre, il Who You Want To B allora si spinge alle corde.. ma i due, lo sappiamo, si conoscono troppo bene ed infatti Vincent Cross riesce ad anticiparlo.. mettendo a segno un Bicycle Kick!!! Simon viene quasi ribaltato dalla potenza del calcio connesso da Cross!

Immagine


Che botta per Simon! Vincent Cross sembra soddisfatto e va per lo schienamento, attenzione... 1... 2... e no! Non c'è il tre! Non c'è il tre ma Simon B ha rischiato ragazzi! Vincent sbatte i pugni a terra per la disperazione, ma poi torna concentrato sul match. Il nativo del Colorado prende per il braccio Simon B, lo afferra con violenza e lo scaraventa verso l'angolo opposto, che raggiunge anche lui con un potente Corner Splash che quasi lascia senza fiato Simon B! Cross infierisce su Simon con un paio di calci, poi lo rimette all'angolo e prova ancora una volta un Corner Splash come se uno solo non bastasse... Ma Simon si aiuta con le corde e tira su le gambe mandando a sbattere Cross contro la suola dei suoi stivaletti da wrestling!!! Cross si accascia a terra per il dolore, e Simon capisce che è un momento propizio per mettere a segno una delle sue mosse migliori! Al ragazzo di Miami basta tirarsi su sulla seconda corda... per mettere a segno una mossa che potremmo definire.. da orgasmo! B-ORGASM!!!

Immagine


Rolling Neckbreaker direttamente dalla seconda corda! Che invenzione da parte di Simon B!!! L'uomo che tutti noi vorremo essere appoggia un braccio sul corpo di Vincent Cross e va per lo schienamento che potrebbe essere decisivo... 1... 2... Nooo!! Cross alza una spalla, solamente conto di due! Kick out che fa schizzare in piedi i tifosi! Ma che bel match che stanno tirando su questi due. Simon si sdraia accanto al rivale e si mette le mani tra i capelli, mentre Cross scivola fuori dal quadrato per riprendere fiato. Simon sospira e si rimette in piedi grazie ad una capriola all'indietro degna delle miglior ginnaste, poi dice all'arbitro di contare più veloce. B si accorge che Cross è fuori dal quadrato... e che fa, non rischia? Si lancia per un Suicide Dive!

Immagine


..Che non va a segno!!! Il Careless si sposta all’ultimo istante e Simon B finisce con lo sbattere di schiena sul tavolo di commento! B si contorce a terra sofferente mentre il pubblico rumoreggia e Vincent Cross ne approfitta per ritornare velocemente sul ring. L’arbitro conta fuori Simon... 1... 2... 3... 4... Vediamo Simon che si aggrappa al tavolo dei telecronisti provando a rimettersi in posizione eretta... 5... 6... 7... Simon B a fatica torna in piedi e barcolla tenendosi la schiena... 8... 9... E con un ultimo sforzo l'All You Want To B riesce a scivolare sotto la prima corda e a rientrare sul ring! Ring sul quale però lo aspetta al varco Vincent Cross che lo assale colpendolo con calci e pugni! Vera e propria rissa da strada nella quale viene messo in risalto lo stile più brawler di Vincent Cross che ha vita facile contro uno stanco Simon B. Adesso i due si ritrovano in piedi, all'angolo, con Vincent che continua a marotriare di colpi il corpo del rivale.. Simon B però evita un pugno e passa dietro a Cross.. Whisper In The Grudge!!! NOOO!!! Simon viene spinto via da Vincent CrSTREET SPEED!!! IMPROVVISA!!! Simon viene fatto roteare come un Beyblade! E qui amici siamo ai titoli di coda!

Immagine



Spoiler:
Vincent Cross alza al cielo un braccio in segno di vittoria mentre si appropinquia a schienare un Simon B ormai senza forze, sfinito, che ha dato tutto ma forse non è bastato. L'arbitro si tuffa e fa partire lo schienamento, il pubblico è in delirio... 1... 2... e 3!!! Finisce qui!! NO! NO! NO! L'arbitro si è accorto che Simon B ha poggiato un piede sulla corda più bassa e quindi è costretto ad interrompere lo schienamento tra la disperazione di Vincent Cross!!! Vincent Cross si mette le mani sul viso e chiede spiegazioni all'arbitro che però non può cambiare la sua decisione. Simon B striscia verso le corde, ormai senza forze, con la bava alla bocca e il sudore che gli cola dalla fronte. Vincent Cross lo prende per i pantaloncini e lo tira su, ma si becca una gomitata che lo fa indietreggiare... e poi una WANNABE!!!

Immagine


What what what a moveee!! Simon B mette a segno la sua mossa finale alternativa e abbatte letteralmente Vincent Cross con tutta la forza che aveva in corpo! Colpito ed affondato. Simon B non deve far altro che appoggiarsi sopra a Vincent Cross, ecco lo schienamento! L'arbitro è costretto a contare per l'ennesima volta... 1... 2... KICK OUT!!!! Vincent Cross kicks out!!! Simon B esplode di rabbia, sbraita al centro del quadrato e sbatte con violenza i pugni contro il tappeto rischiando anche di farsi male alla Randy Orton! Simon B si morde addirittura il braccio per la disperazione, mentre Vincent Cross inizia a rialzarsi. I due non ce la fanno più. Che match. Adesso vanno faccia a faccia, al centro del quadrato. L'arbitro rimane a distanza, mentre il pubblico sfodera un grande applauso per i contendenti. Pugno di Simon B. Pugno di Vincent Cross. Backhand Chop da parte di Simon B, ma Vincent non sta qui a schiacciare i punti neri alle coccinelle.. e mette a segno una bella testata sulla faccia di Simon che è costretto ad indietreggiare. Vincent Cross sembra intenzionato a provare ancora una volta la Deadly Bomb, ma Simon B gli rifila un Uppercut... E gli tira un calcione! Ma Cross reagisce con una Spinebuster!!!

Immagine


Altra brutta botta per Simon B che ormai sta finendo le energie! Vincent Cross però non schiena, ma vuole andare per la Street Speed che metterebbe fine a sogni e speranze di Simon B! Il Who You Want To B si mette in piedi a fatica, gli servono le corde e anche una manciata di secondi per tornare a reggersi stabilmete sulle sue gambe... Vincent Cross parte... Ma B si abbassa! B si abbassa e Vincent va a sbattere contro il Turnbuckle! Simon ne approfitta, Whisper in the Grudge!!!

Immagine


Vincent Cross sbatte violentemente la testa contro il quadrato, e questa volta è finita. Anche il pubblico lo capisce, sono tutti in piedi i pochi fan di Simon B mentre il resto dei tifosi nemmeno fischia, aspetta. Aspetta quel conto di tre che finalmente rilancerebbe Simon B, un personaggio tra virgolette morto, sperduto, non più quello di un tempo, che avrebbe bisogno di una scossa. E questa vittoria potrebbe essere la scossa giusta, ciò che serve per farlo tornare il wrestler perfetto e vincente che era tanto tempo fa. Simon B con le ultime forze rimaste si sdraia letteralmente su Vincent Cross, l'arbitro conta... 1... 2.. e.. 3!!!

THE WINNER OF THIS MATCH: SSSSSSIIIIMOOOOOOOOOOOOONNNNNNNNNNN BBBBBB!!!!

"Runaway!, la theme song di Simon B, riecheggia nell'arena! Simon B ha vinto, ce l'ha fatta, ha finalmente sconfitto Vincent Cross che ha venduto non cara, ma carissima la pelle riuscendo più volte a sfiorare la vittoria! Ma oggi ha prevalso l'esperienza, l'orgoglio, la voglia di rifarsi e di dimostrare a tutti che non è ancora morto. Simon B si rimette in piedi, esausto ma felicissimo, alza le braccia al cielo e si gode gli applausi che sta ricevendo, una cosa quasi inedita per lui che oggi ha sfornato davvero una grande prestazione. Vincent Cross nel frattempo rotola verso l'angolo dolorante, Simon B lo guarda, gli sorride e fa le spallucce. "Che vinca il migliore", spesso si dice. Simon B è fortunato, spesso "il migliore" è lui.


Ultima modifica di Il capitano il 04/06/2016, 10:08, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change II
MessaggioInviato: 03/06/2016, 22:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Tutto è pronto nella zona del ring per uno degli incontri più attesi di questa serata! Nick Carroll vs Lance Murdock, TWC 15 Championship on the line!



Un canto gregoriano riempie l'arena mentre l'illuminazione svanisce lasciando solo della luce violacea. Del fumo inizia a sollevarsi dallo stage e dei druidi incappucciati iniziano a sfilare sullo stage a due a due.

Immagine

I druidi si fermano all'entrata dell'ultimo, da solo. Le coppie si separano e si avvicinano ai bordi della rampa formando un corridoio che illuminano con le torce.

Immagine

Uno scoppio di Pyros che rischiara l'ambiente ed il canto si ferma.

Immagine

La Dies Irae che tutti conosciamo ed amiamo rintocca ora mentre l'ultimo druido getta via la veste e si rileva essere Lance Murdock, un lungo mantello dorato con le incisioni in nero sulle spalle ed il costume da combattimento dello stesso colore.



Immagine

Con un ghigno sul volto e le braccia in aria percorre il corridoio dei druidi che occupa l'intera rampa. Giunto in prossimità del ring i druidi lo raggiungono ed insieme lo sollevano portandolo sull'apron ring. Con una capriola entra nel ring ed atterra su un ginocchio avvolto dal mantello. Così rimane per alcuni secondi fin quando non si alza di scatto aprendo le braccia.

WITNESS ME!

Urla il Savior affacciandosi alle corde mentre un'altra scarica di pyros percuote l'arena.


Immagine


Le luci dell'arena si spengono completamente. Passano alcuni secondi e nell'arena risuonano le prime note di Fireproof.



Le note dell'intro si ripetono in continuazione, mentre sulla rampa e sul Titantron cominciano a pulsare a tempo di musica delle scariche elettriche di colore bluastro.

Immagine


Delle alte fiammate blu divampano ai lati della rampa, mentre le scariche elettriche si fanno sempre più fitte e luminose. Finalmente la musica cambia, proseguendo con la prima strofa. Un'occhio di bue illumina una figura che sta uscendo dal backstage.

Immagine


Nick Carroll entra in scena, vestito con una tunica grigia e con il TWC 15 Championship allacciato alla vita. Un secondo occhio di bue illumina una la figura di una ragazza vestita alla stessa maniera del campione. L'ancella tiene una corona nella mano destra ed uno scettro nella mano sinistra. Carroll si inginocchia e la ragazza lo incorona con la corona di ferro, poi Nick si rialza e l'ancella gli porge anche lo scettro. Il campione allarga la braccia e nell'arena ritorna la luce. Lungo la rampa sono schierate due file di cavalieri armati di spada. Carroll inizia ad avanzare verso il ring ed i cavalieri si inginocchiano e portano la mano al cuore quando il bostoniano si avvicina a loro.

Immagine


Carroll sale sull'apron e allarga di nuovo le braccia. I cavalieri si girano tutti nella sua direzione e si inchinano al suo cospetto. Nick annuisce ed entra sul ring, per poi consegnare corona e scettro agli addetti nella zona del timekeeper. Carroll slaccia il titolo alla sua vita, si libera della tunica e la lancia via. Nel frattempo Jessica Rose e l'arbitro Jonathan Lopez sono saliti sul quadrato.

ImmagineImmagine


Mentre l'ufficiale riceve la cintura da Carroll, Jessica Rose comincia con le presentazioni.

JR: The following contest is a thirty minutes Ironman Match for the TWC Fifteen Championship!

Buona reazione del pubblico.

JR: Introducing first, the challenger! From Hell's Kitchen, New York, he stands five feet and eight inches tall, weighing one hundred and ninety-eight pounds, he is the Savior, the DareDevil, Lance Murdock!

Murdock annuisce mentre indica il TWC 15 Championship nelle mani dell'arbitro.

JR: And his opponent! From Boston, Massachussets, he stands six feet tall, weighing one hundred and eighty-three pounds, he is the TWC Fifteen Champion: the Engineer, the Brain Damager, Nick Carroll!

Carroll sale sul paletto, causando l'ennesimo boato del pubblico della serata. Lopez alza la cintura al cielo, poi la consegna alla Rose fuori ring. Tutto è pronto, il match può partire!

30 Minutes Iron Man Match - Nick Carroll (c) vs Lance Murdock


Immagine


I due si girano attorno squadrandosi e lentamente si avvicinano scontrandosi in un clinch, vinto dal bostoniano che lo tramuta in una headlock. Stringe la presa e porta Murdock al tappeto, lì mantiene la presa. Agita il braccio per saldare la presa e lascia scorrere il tempo ma Lance riesce a porre un braccio tra lui e quelle del campione e si apre un varco, sguscia fuori e con una rotolata si porta in piedi. Con velocità corre addosso alle corde e al rebound va col DDKneekick. Carroll però si scansa e Murdock attutisce la caduta con un'altra capriola. Si riporta in piedi e sorride malizioso verso Nick che rimane serio. Si riavvicinano cautamente uno all'altro quando Lance rotola velocemente dietro le spalle del campione e lo porta a terra per un roll-up: 1, 2, no! Carroll si libera e sembra quasi frustrato. Non perde però la calma e si avvicina di nuovo lentamente verso l'avversario. Altro clinch ed altra headlock di Carroll che con un calcio sul ginocchio porta Murdock a terra. Nick stringe la presa e tira il DD all'indietro, torcendogli la schiena. Il diavolo però allunga le gambe e si da la spinta contro l'angolo riuscendo a ribaltarsi all'indietro portandosi Nick con lui. Libero secca velocemente il bostoniano con il Poison of the Devil.

Immagine


Boato da parte del pubblico mentre Murdock esegue il pin: 1... 2... no! Lance però non perde tempo e sfrutta ogni secondo al massimo, rialza Nick e lo manda all'angolo rovinandogli subito addosso con un forearm. Con un Monkey Flip manda il campione a terra e si arrampica velocemente sopra l'angolo. Lancia un rapido sguardo verso il pubblico che si gasa e spicca il volo: Excelsior in arrivo! Carroll però rotola via e Lance riesce a malapena ad atterrare in piedi senza sbilanciarsi. Nick ne approfitta e da dietro lo coglie con un Inverted Bulldog!

Immagine


Nick prende un attimo fiato ed invece di tentare il pin intrappola Murdock in una Fujiwara Armbar tenendolo ancora al tappeto. Lance stringe i denti mentre agita il braccio tentando di raggiungere le corde. Nick assesta una gomitata sul braccio chiuso e Lance si fa scappare un rantolo di dolore mentre tenta di trascinare le gambe verso le corde. Lance allora si porta seduto sulle ginocchia e come una molla scatta in avanti finendo davanti a Nick e col braccio intrappolato lo porta a terra con una Armdrag!

Immagine


Lance si scuote il braccio con una smorfia e si porta sull'apron mentre Nick si rialza. Spicca il volo per una DevilRana ma Carroll lo ferma in volo prima che compia la rotazione. Lo schianta con una powerbomb e poi la tramuta in una Boston Crab. Prima che completi la presa il Preacher tenta di sgattaiolare verso le corde ma il campione lo trascina a centro ring e completa la presa. Lance non demorde e poggia gli avambracci a terra mentre tenta di ribaltarsi. Nick però lo precede ed ora lo chiude in una STF. Lance tenta di mettere un braccio tra se e la morsa del rivale quando il bostoniano tramuta ancora una volta la presa ed ora applica la Crossface!

Immagine


Il Daredevil però sfrutta il momentum e prima che l'avversario uncini il braccio e completare la sottomissione si da la spinta contro le corde e ribalta la presa in un roll-up: 1, 2, niente da fare! Carroll si passa le mani tra i capelli lasciando trasparire la sua rabbia nel non riuscire a tenere a terra Murdock che, di risposta, mostra un ghigno irritante. I due si rincontrano in un clinch e Nick prende di mira il braccio danneggiato in precedenza e lo torce portandosi dietro all'avversario. Il bostoniano avvolge poi il braccio libero attorno alla gola di Murdock in una sorta di Sleeper Hold. Carroll tenta di trascinarlo a terra ma Murdock si dimena col braccio libero ed assesta varie gomitate sul volto dell'ingegnere fino a stordirlo. Lo afferra per il collo ed inizia ad arrampicarsi sull'angolo: Poetry in Motion a segno!

Immagine


Il Preacher uncina la gamba per il pin: 1, 2, no! Lance va a recuperare all'angolo opposto mentre attende che l'avversario si rialzi. Nick si porta in piedi e il diavolo parte alla carica ma l'ingegnere si sposta all'ultimo e Murdock impatta contro l'angolo per poi essere mandato a terra dal campione per un roll-up: 1, 2, no! Lance si fa in piedi e Nick va con un Roundhouse Kick, no! Murdock si abbassa finendogli alle spalle e non appena si gira prenderlo col Far Away from any road, no! Carroll indietreggia evitando il colpo e il diavolo va a terra. Si rialza e viene preso da un Enziguiri del campione, no! Altra schivata e Murdock va col Superkick, a vuoto! Superkick di Carroll, a vuoto! Doppio Superkick ed entrambi crollano a terra!

Immagine


L'arbitro inizia il conteggio con entrambi i contendenti a terra: 1... 2... 3... 4... 5... Nick ora si riporta in piedi con l'aiuto delle corde. 6... Così fa Murdock. I due si rifanno vicini e Carroll sferra una violenta chop al petto di Murdock. "WOOO!" del pubblico ed il Diavolo indietreggia accusando il colpo per rispondere con un forearm sullo zigomo dell'avversario. Carroll rincara con una serie di chop e Murdock lo percuote con una serie di forearm smash. Carroll lo stordisce con un Superkick e lo manda contro le corde. Il diavolo custode riesce a rigirarsi in volo e sfrutta il rebound con le gambe. Nick si avvicina per colpirlo ma Murdock lo sorprende e va a segno col Kiss of the Devil!

Immagine


Il pubblico si ammutolisce mentre Carroll è steso a terra immobile e Lance capitalizza col pin: 1... 2... 3!

Spoiler:
JR: THE WINNER OF THE FIRST FALL: LANCE MURDOCK!


Incredibile, lo sfidante a soli otto minuti dall'inizio della contesa riesce a portarsi in vantaggio lasciando di stucco tutti quanti. L'arbitro va a sincerarsi delle condizioni di Carroll. Il bostoniano si riprende dopo qualche secondo e sbatte il pugno contro il tappeto, poi si rimette in piedi con l'aiuto delle corde, Nick fa segno a Murdock di farsi avanti ed il Savior risponde allargando le braccia con un sorriso. L'arbitro fa ripartire l'incontro e subito il campione si lancia contro lo sfidante tentando una Clothesline, che Murdock evita passando sotto il braccio di Carroll. Lo sfidante si gira, mentre il DareDevil rimbalza contro le corde e lo colpisce con una DevilRana.

Immagine


Murdock uncina le gambe per il pin: 1... 2... no! Nick si rialza velocemente, ma viene immediatamente investito da un DDDropkick, che questa volta va pienamente a segno. Carroll viene sbalzato via e sfrutta l'inerzia per rotolare fuori ring. Il campione si tiene la testa, mentre respira pesantemente. Nel frattempo Murdock non sembra voler perdere tempo: Lance prende infatti la rincorsa e si lancia col DareDevil Dive! No! Carroll si accorge della mossa del rivale e si sposta all'ultimo istante, facendolo schiantare rovinosamente a terra! Ora il Brain Damager tenta di sfruttare la situazione e lancia Murdock contro le barricate! E ora contro i gradoni d'acciaio! Di nuovo contro le barricate! Ed infine contro il paletto di sostegno del ring! Il conteggio dell'arbitro è arrivato al sei, mentre Carroll scivola all'interno del quadrato... Sette... Otto... Murdock comincia a muoversi... Nove... Il Preacher riesce a scivolare dentro il ring con uno scatto disperato! Murdock rimane a rifiatare pancia a terra, ma Carroll si è rialzato ed è pronto a prenderlo in consegna. Serie di pestoni alla nuca ed al braccio dello sfidante, che tenta inutilmente di riportarsi in piedi. Veloce rincorsa di Carroll e...

Immagine


Curb Stomp del Brain Damager, che tenta subito il pin! 1... 2... Colpo di reni dello sfidante! Nick rimane fermo per qualche secondo, guardando verso il basso, poi si scansa i capelli dal viso e intrappola di nuovo Murdock in una Fujihara Armbar. Una smorfia si dipinge sul volto dello sfidante, che cerca una via di uscita. Carroll si frappone tra Murdock e le corde più vicine, quindi il Savior usa il braccio libero per far presa sul terreno e portarsi in ginocchio. Nick gli porta allora il braccio dietro la schiena e per la seconda volta cerca di stringere l'altro braccio attorno al collo del rivale per portarlo a terra. Murdock prova ancora a fermarlo con l'altro braccio, allora Carroll lo colpisce ripetutamente alla nuca con delle testata fino a quando Lance smette di resistere. Nick pianta un ginocchio nella schiena del DareDevil e spinge il più possibile all'indietro la sua testa. Lance soffre, agitando il braccio nel tentativo di sfuggire all'elaborata presa. L'arbitro chiede a Murdock se voglia cedere, ma lo sfidante fa segno di no con il dito, poi stringe la mano a pugno e prova con tutte le sue forze a risollevarsi. Centimetro dopo centimetro, il Preacher riesce nel suo intento, per poi provare ad allentare la presa intorno al suo collo. Dopo alcuni tentativi vani, Murdock cambia strategia e prova a rimettersi in piedi, riuscendoci a fatica. Lance si protende in avanti più che può, tentando di arrivare alle corde davanti a lui. Carroll se ne avvede ed indietreggia, allontanandolo. Ma proprio in quel momento Murdock sposta il peso del suo corpo all'indietro, facendo sbilanciare il bostoniano, che arretra mantenendo la presa fino a quando non si scontra violentemente con l'angolo del ring ed è costretto a mollare il lottatore di Hell's Kitchen. Il Preacher si trascina fino all'angolo opposto, dove riprende fiato e si controlla il braccio dolorante, per poi attaccarsi alle corde più basse e rimettersi in piedi. No! Carroll arriva a tutta velocità e tempesta l'avversario di calci e pestoni, colpendo ogni parte del corpo che gli capita sotto tiro. L'arbitro tenta inutilmente di calmare il bostoniano, che lo scansa via senza tante cerimonie e va a rialzare Murdock per un braccio. Irish Whip dell'ingegnere, Lance impatta di schiena contro il tenditore. Nick prende la rincorsa per il Jumping Forearm... Murdock si scansa all'ultimo istante, finendo sull'apron con una capriola. Carroll va a vuoto e sbatte, rimanendo barcollante nei pressi delle corde. Il Savior ne approfitta e va a segno con una sorta di Far From Any Road! Il campione cade a terra, ma solo per qualche istante. Per quanto stordito, Nick riesce infatti a mettersi in piedi. Murdock vola e lo stende di nuovo con una Springboard Clothesline! Conteggio immediato: 1... 2... no! Nemmeno il tempo di rifiatare e lo sfidante si getta verso le corde!

Immagine


Springboar DevilSault! E di nuovo Murdock uncina le gambe del rivale: 1... 2... NO! Altro kickout di Carroll! Lance digrigna i denti, poi sbatte un paio di volte la testa dell'ingegnere al tappeto. Il Savior si alza, punta il dito contro il campione e aspetta che si rialzi, per prendere poi una nuova rincorsa. DDKneekick! No! Carroll riesce a spostarsi lateralmente e ad afferrare al volo Murdock! Nick tenta di modificare la posizione di Cradle DDT in quella di Fisherman Suplex per impostare la Shutdown, ma quando inizia il sollevamento Lance riesce a darsi la spinta con le gambe e ad atterrare alle spalle di Carroll. Prima che il Brain Damager si giri il DareDevil gli uncina la testa per una Neckbreaker, ma Nick lotta e dopo diverse gomitate alle costole del diavolo custode riesce a liberarsi. Entrambi i lottatori si girano, ma Carroll è il più lesto. Calcio all'addome e Snap Suplex. Il campione non perde tempo e chiude Lance nell'Anaconda Vise.

Immagine


La proiezione ha però portato Murdock molto vicino alle corde. Dopo qualche secondo di sofferenza, il newyorchese se ne rende conto ed allunga un piede per toccarle. Carroll mantiene la presa fino al conto di quattro del referee, ma poi deve rinunciare anche a questa offensiva con un gesto di stizza. Il bostoniano dà uno sguardo al Titantron, che ci segnala che siamo quasi a metà match, poi va a prendere in consegna Murdock. Serie di pugni al volto dello sfidante, che reagisce improvvisamente con un Forearm che prende Nick in pieno naso. Gomitata di Murdock, pugno di Carroll, gomitata di Murdock, un pugno di Carroll viene intercettato, terza gomitata di Murdock, ma Carroll reagisce con una ginocchiata all'addome. Lance si piega in avanti e Nick va a segno con una devastante serie di ginocchiate al volto. Il pubblico si scalda, memore del finale del match con Keenan, ma Murdock prova a sfuggire arretrando, poi va con una Clothesline alla cieca che viene evitata dal rivale. Nick si trova ora alle spalle di Lance e lo mette in posizione per la Last Thought. Murdock sguscia via velocemente sotto il braccio di Carroll e si allaccia con le braccia alla vita dell'avversario. Il bostoniano si libera piazzando due precise gomitate alle tempie dello sfidante, poi lo afferra per un braccio e lo lancia alle corde, piegandosi poi in avanti.

Immagine


Requiem! Totalmente outtanowhere! Murdock, gli occhi sbarrati, riesce a trascinarsi sul corpo di Carroll: 1... 2... 3!

Spoiler:
JR: THE WINNER OF THE SECOND FALL: LANCE MURDOCK!


Incredibile, il campione subisce un'altra decisione a suo sfavore! Murdock se la ride, mentre l'ufficiale va di nuovo a fermare la contesa per far rimettere Carroll in condizioni di lottare. Carroll fa segno che è tutto apposto e vuole ricominciare la contesa più in fretta possibile. L'arbitro da il via e Murdock lo manda immediatamente all'angolo con una irish whip per poi andargli addosso con uno splash. Con uno snapmare lo porta seduto e lo stende con un rapido dropkick sulla nuca dalla seconda corda. Va per lo schienamento: 1, 2, no! Lance si porta sull'apron ring e spicca il volo con una Springboard 450 splash, incredibile! Il diavolo non si risparmia minimamente e da il massimo.

Immagine


Murdock uncina immediatamente la gamba per capitalizzare questo momento di vantaggio: 1, 2, niente da fare! Rialza nuovamente l'avversario e lo manda addosso alle corde per poi stenderlo con un heel kick al rebound. Nick però si rialza quasi prontamente e, con una mano al volto, tenta di ricavare un attimo di pausa rifugiandosi all'angolo. Il diavolo custode arriva però come un treno in corsa e lo secca con un Running Dropkick. Lo manda all'angolo opposto e ripete la manovra. Nick crolla a terra e Lance si slancia dalle corde per uno split-legged DevilSault!

Immagine


Altro tentativo di pin e altro conteggio di due. Il diavolo si passa una mano sulla fronte per asciugarsi il sudore, col respiro pesante, sembrerebbe accusare anche lui lo scorrere del tempo, specialmente con il ritmo che ha avuto per tutta la contesa. Prende fiato appoggiato all'angolo ed attende che l'avversario si rialzi. L'ingegnere si porta in ginocchio e Murdock parte, rincorre l'avversario per stenderlo con un braccio teso, no! Il braccio infortunato precedentemente viene catturato al volo dal campione che lo porta a terra. Intrappola il braccio e lo piega tra le sue gambe e serra le sue braccia attorno alla gola: Crossface applicata!

Immagine


Questa volta per Murdock non c'è via di fuga. Tenta di resistere e cerca disperatamente le corde ma senza riuscirci. Il dolore al braccio è troppo grande ed il tempo rimanente fin troppo e quindi... cede! Lance Murdock cede e Nick accorcia le distanze.

Spoiler:
JR: THE WINNER OF THE THIRD FALL: NICK CARROLL!


Siamo ora sul punteggio del 2-1 per lo sfidante. Entrambi i contendenti vanno a prendere fiato, seduti sull'angolo della corda più bassa, uno di fronte all'altro. L'orologio segna 20 minuti trascorsi, ne rimangono ancora dieci. L'ufficiale va a controllare le condizioni dei due lottatori e da ancora il via alla contesa. Murdock si tira su con un solo braccio, tenendosi stretto quello infortunato al petto. Nick invece si porta in piedi senza problemi. I due si riavvicinano ed il campione prende subito di mira il braccio di Murdock, il ce lo fa sgusciare fuori ring. Il bostoniano gli fa segno di tornare sul ring ma Lance perde tempo fuori ring. Nick non vuole sprecare alcun secondo e si precipita fuori ring. Nello stesso istante Lance ritorna dentro il ring. I suoi movimenti si sono però fatti troppo lenti a causa della stanchezza e Carroll riesce ad afferrarlo per un piede e riportarlo fuori dove lo fa andare a sbattere contro i gradoni. Prende il braccio infortunato e poi sale sui gradoni, si lascia cadere vicino ad essi e travolge Murdock con una tremenda Arm DDT sopra i gradoni d'acciaio!

Immagine


Lo trascina poi dentro il ring e tenta lo schienamento: 1... 2.... NO! Murdock alza la spalla. Nick lo tiene ancora al tappeto ed applica un'altra Fujiwara armbar. Murdock però scivola velocemente verso l'esterno ring prima che la morsa venga chiusa e riesce a posizionare un piede sull'ultima corda. L'arbitro inizia il conteggio per il rope break e Nick è costretto a lasciarlo andare. Si rifa vicino a Murdock, ancora accoccolato sulle corde, e l'arbitro lo allontana. Nick si spazientisce e tenta di nuovo di afferrare Murdock che sfrutta il momento ed afferra il costume di Nick e lo fa cadere fuori ring attraverso le corde. Raccoglie le sue ultime energie e tenendosi il braccio al petto corre alle corde e prende il volo con il DDD!

Immagine


Carroll impatta contro le barricate ma Murdock non si accontenta e rischia tutto. Scivola dentro il ring e prende di nuovo il volo per un altro DDD, Carroll però si scansa e Lance si schianta malamente contro le barricate. Nick riprende un attimo fiato e lo stende con una terribile Shining Wizard, la testa di Murdock rimbalza malamente contro le barricate e ricade. Nick lo trascina dentro il ring e lo schiena di nuovo: 1... 2.... 3, no! All'ultimo Murdock riesce a riprendersi. Carroll rialza l'avversario e lo butta contro le corde. Lance, su una mano sola, riesce a rigirarsi in volo e va con una nuova Kiss of the Devil! No! Troppo lento e Carroll lo abbranca in volo, in posizione perfetta per la Last Tought. Murdock si accorge del pericolo e riesce a connettere col Far From any road. Carroll indietreggia stordito e Lance gli corre addosso. Il bostoniano si abbassa e fa leva facendo finire Murdock sull'apron. Questi immediatamente tenta di prendere il volo ma Nick è lesto a stenderlo con un Superkick e farlo rovinare a terra fuori ring. Ora si dirige sull'apron ring e non appena Murdock si rialza lo stende con un'incredibile ginocchiata in corsa.

Immagine


La testa di Lance impatta malamente sul terreno e Nick con fatica riesce a farlo rotolare dentro il ring. Vi risale il più velocemente possibile e prova l'ennesimo schienamento: 1... 2... NO! Lance ancora esce dal pin e, nonostante il dominio di Carroll, questi rimane in svantaggio mentre il tempo continua a scorrere. Nick fa segno all'avversario di rialzarsi, mentre Murdock si rimette lentamente in ginocchio con uno sguardo vacuo. Il campione carica un Roundhouse Kick, ma in qualche modo il DareDevil riesce ad evitarlo anche stavolta! Di nuovo Roll Up di Lance. No, Carroll continua la capriola e mette finalmente a segno il Roundhouse Kick! Schienamento: 1... 2... NO! Ennesimo colpo di reni di Murdock. Carroll è di nuovo in piedi e sbatte i piedi a terra, posizionasi alle spalle dell'avversario. Il Savior sta strisciando lentamente verso le corde in moda da usarle come sostegno per rialzarsi. Ma quando si rimette in piedi, lo sfidante trova il Brain Damager pronto a colpire con la Last Thought! No! Gomitate disperate del diavolo custode, che riesce ad invertire la presa al collo ed usare le corde a suo favore!

Immagine


Standing Shiranui! Il Savior rimane a terra boccheggiante, non è in grado nemmeno di provare il pin sul suo avversario! I due si stanno rialzando quasi contemporaneamente, ma Carroll volta le spalle all'avversario, che riesce a prende l'iniziativa. Rincorsa e 4DT!

Immagine


E invece no! Carroll afferra di nuovo al volo lo sfidante e stavolta è velocissimo a metterlo in posizione per la Shutdown, andando a segno! Il pubblico incita il bostoniano, che uncina la gamba di Murdock per il pin! 1... 2... 3!

Spoiler:
JR: THE WINNER OF THE FOURTH FALL: NICK CARROLL!


Carroll ha completato l'ennesima rimonta! Tutto da rifare per Murdock quando mancano poco più di cinque minuti alla fine! Lance tenta di rimettersi in piedi il più velocemente possibile, ma barcolla vistosamente e non cade solo grazie all'aiuto dell'arbitro. Lopez lo tiene all'angolo fino a quando non riesce a reggersi bene in piedi, poi dà di nuovo il via allo scontro. Murdock tenta la Last Call outtanowhere, ma Carroll evita e chiude subito il rivale in una Sleeper Hold salendogli sulla schiena. Il newyorchese riesce in qualche modo a tenersi in piedi nonostante il peso di Carroll sulle spalle. Il suo volto si fa però rapidamente rosso sotto l'effetto della presa di Nick. Il Pracher agita le braccia come se stesse brancolando nel buio, in cerca delle corde. Murdock fa qualche passo in avanti, avvicinandosi alla meta... ma Nick non glielo permette. L'ingegnere sposta il peso del corpo all'indietro e punta le ginocchia sulla schiena del rivale: Backstabber! Sfruttando lo slancio Carroll si trova nella situazione perfetta per chiudere la Crossface. Nick riesce ad afferrare l'arto infortunato del rivale, lo ha quasi intrappolato tra le sue gambe... ma Murdock sfugge, usando le gambe ed il braccio libero per portarsi a bordo ring e poi giù dall'apron. Lo sfidante va a rimettersi in piedi con l'aiuto del tavolo di commento, tentando di recuperare il fiato per qualche secondo. Carroll non è della stessa idea e si arrampica con due balzi sul paletto più alto. Murdock si gira e...

Immagine


Missile Dropkick da dentro a fuori ring! Grosso rischio per il campione, che è però riuscito a stendere il rivale! I due contendenti giacciono inermi a terra per qualche secondo, poi Carroll riesce a rimettersi in piedi. Il bostoniano fa rotolare l'avversario sul ring e lo segue.

Immagine


Con un movimento fulmineo Murdock intrappola le gambe del rivale e lo mette spalle a terra! 1... 2.... NO! Carroll si libera all'ultimo e scatta in piedi, ma viene preceduto dal Savior, che lo piega con un calcio all'addome. Murdock va per la Requiem! No, Back Body Drop di Carroll! Murdock si rimette in ginocchio tenendosi la schiena. Rincorsa del campione e Shining Wizard! Evitata! Carroll si gira e viene colpito ancora da un calcio allo stomaco. Murdock sorride e si mette in posizione per la sua scarica di calci! Nick si sposta all'ultimo istante e con una giravolta si porta alle spalle del rivale!

Immagine


LAST THOUGHT CONNESSA! 1... 2... 3! NOOO! MURDOCK RIESCE A LIBERARSI IN TEMPO! Carroll si mette le mani nei capelli, incredulo! Lance sta già strisciando verso le corde con le ultime energie. Per l'ennesima volta, Nick si posiziona alle sue spalle caricando un Superkick. Murdock si rimette in piedi con grandi difficoltà. Lopez gli si avvicina, chiedendogli se può continuare. Nessuna risposta dal Savior, che dopo qualche istante lascia la protezione delle corde, girandosi...

Spoiler:
Carroll va per il Superkick, ma Murdock afferra l'arbitro e lo pone tra sè ed il rivale, costringendo il bostoniano a fermarsi! Lance spinge a lato il suo scudo umano e mette ora a segno la Last Call!

Immagine


Carroll stramazza a terra, Murdock guarda il paletto... e decide di scararlo! Lance si porta in cima alla massima velocità consentitagli dalle sue condizioni... e poi si lancia!

Immagine


EXCELSIOR A SEGNO! Ma mancano pochi secondi alla fine! Dieci... nove... otto... Murdock si trascina verso il corpo di Carroll, mentre i secondi scorrono ancora! Murdock schiena! 1... 2... 3! Lo schienamento è valido! Il match finisce ora!

JR: THE WINNER OF THIS MATCH AND THE NEW TWC 15 CHAMPION: LANCE MURDOCK!

Murdock rimane a terra esausto, ma riesce ad alzare un braccio in segno di esultanza. Qualche secondo ed il nuovo campione scoppia in una risata osservando Carroll che rotola mestamente fuori ring. Lance si rimette in piedi e l'arbitro gli alza il braccio al cielo in segno di vittoria! Murdock chiede che gli venga consegnata la cintura, ma quando questo viene fatto continua a sbracciarsi verso gli addetti. Ecco che a Lance vengono portati anche lo scettro e la corona che Carroll ha utilizzato durante l'entrata. Il Savior si posiziona la corona sulla testa, impugna lo scettro con la mano sinistra e finalmente alza al cielo la sua nuova cintura con la destra. Nel frattempo Carroll osserva la scena dallo stage, scuotendo la testa. Quando Murdock si gira nella sua direzione, Nick si gira e cammina verso il backstage, lasciando il ring alla festa del nuovo campione. Lance Murdock continua ad esultare a centro ring, mentre le immagini sfumano.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change II
MessaggioInviato: 03/06/2016, 22:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Bentornati live dall'Husky Stadium per questa seconda edizione di War Of Change! Adesso è arrivato il momento del match tra "The Wrestling Goddess" Samantha Hart e "L'One-Winged Angel" Alice Angel! Le immagini ci portano a bordo ring mostrandoci a bordo ring una guest star di eccezione...

ImmagineImmagine


E non appena Kid The Wizard viene inquadrato e mostrato negli schermi sparsi in tutto lo stadio, un sonoro e potente boato si solleva in tutto l'Husky Stadium. Cori in suo favore si sollevano immediatamente e Wiz si alza salutando i fan con una mano. Affianco a lui vediamo una ragazza vagamente somigliante a Samantha Hart, e una volta che KTW torna a sedersi scambia un paio di parole proprio con lei, entrambi pronti ad assistere al match che ci attende.



Bad Girl, storica theme song di Samantha Hart, risuona nello stadio venendo accolta da una bordata di fischi assurda.

Immagine


Ed ecco che Samantha Hart compare sullo stage vestita con il suo ring gear. La ragazza ha tatuato in viso il suo classico sorrisetto beffardo, ed ora si dirige di gran carriera verso il ring mentre i fischi continuano a piovere su di lei. Passando sulla rampa diversi pyros esplodono per la lunghezza della stessa, accompagnando la ragazza nella suo cammino verso il ring. Una volta ai piedi del quadrato la Hart Princess gira verso la zona in cui ci sono Kid The Wizard e la giovane ragazza con cui si accompagna, e non appena arrivata ignora Wiz e va immediatamente ad abbracciare la giovane. L'abbraccio tra le due dura diversi secondi, e una volta che le due si staccano Samantha le da un bacio sulla guancia per poi puntare il suo sguardo su Kid The Wizard. The Legendary Legend apre le braccia come a volere anche lui un abbraccio, e Samantha gli mostra un sonoro dito medio mentre sorride divertita, sorriso ricambiato da Wiz. La ragazza arretra mantenendo il gestaccio verso Kid The Wizard per poi raggiungere il quadrato entrandovi passando dai gradoni e tra la seconda corda e quella più bassa. Una volta dentro si posiziona al centro del ring allargando le braccia e iniziando a girare lentamente su se stessa mentre dei pyros esplodono sulla sommità dello stadio, percorrendo il perimetro dello stesso di pari passo al giro di Samantha. La theme song della ragazza si interrompe e altri sonori fischi piovono sul ring...



Le luci si fanno azzurrine, le immagini sullo stage diventano quelle di un paesaggio nel pieno di una tempesta di neve.

???: A silent storm is on its way...

Immagine


Da sotto lo stage si alza un pianoforte. A suonarlo vi è Alice Angel, vestita con una mantella azzurra, un diadema di zaffiri, dei guanti color turchese. Una volta finita la canzone, la ragazza si alza dal suo sgabello.

Immagine


Alice accarezza il pianoforte, poi si toglie il cappuccio.



Immagine


Parte la chitarra elettrica, il pubblico esplode in un boato. La scritta "Queen of the Winters" appare sul titantron e sui vari megaschermi dell'arena, Alice si guarda intorno, gli occhi spalancati, poi allarga le braccia. La Angel chiude gli occhi, tira indietro la testa, fa un respiro profondo, poi si dirige verso il ring.


Samantha Hart vs Alice Angel
Singles Match for a Women's Championship Title Shot


Immagine


Il match ha inizio e vediamo subito i due stati emotivi contrastanti dipinti sui visi delle protagoniste. Samantha Hart è appoggiata con un braccio alle corde e sorride in maniera beffarda, mentre Alice Angel è con la guardia alta ed espressione gelida in viso. Il pubblico inizia a rumoreggiare mentre Samantha si stacca dalle corde e inizia ad avvicinarsi alla rivale, incontrandola al centro del ring. Le due iniziano a fissarsi con Samantha che non disdegna un po' di trashtalking che spinge Alice ad andare con un pugno... No! La Hart Princess si abbassa e passa alle spalle della giovane Angel schivando il suo colpo, per poi colpirla con un violento calcio su una gamba, seguito da un Double Axe-Handle in mezzo le spalle e poi da un Uppercut sulla base della nuca! Alice crolla su un ginocchio e Samantha le passa avanti per poi andare con un Sashot... No! L'One-Winged Angel si abbassa e schiva il letale calcio per poi andare con uno Schoolgirl Roll-Up... 1...2... No! Samantha esegue un kick-out tenendosi arpionata ad un braccio di Alice per poi farla rotolare faccia a terra ed intrappolarla nella sua Goddess Clutch!!!

Immagine


E attenzione! Alice Angel è intrappolata in una delle mosse più letali di Samantha già nelle fasi preliminari di questo match, match che potrebbe già essere giunto alla sua conclusione! L'One-Winged Angel grida dal dolore mentre una spietata Hart Princess applica una pressione notevole ridendo di gusto nel percepire il dolore della giovane. Alice cerca di trascinarsi con un braccio verso le corde, e dopo un notevole colpo di reni riesce a raggiungerle ottenendo la salvezza. Samantha tuttavia non molla la presa costringendo l'arbitro ad intervenire... 1...2...3...4... Samantha molla la presa mentre mostra un sorriso compiaciuto che le fa piovere addosso altri fischi del pubblico. The Angel Of Violence allarga le braccia ed inizia a saltellare mentre in circolo per il perimetro nel ring attirandosi ancora più fischi del pubblico di Seattle. Alice intanto si rialza e, spazientita dall'atteggiamento dell'avversaria, va con un pugno evitato nuovamente da Samantha che connette con un Bitch Kick!

Immagine


Alice stramazza a terra mentre una compiaciuta Samantha torreggia su di lei con fare beffardo...

Samantha: AND THAT'S WHY I'M THE BEST!!!

Altri fischi piovono sulla ragazza che allarga nuovamente le braccia e si nutre del disprezzo della gente per poi puntare un dito contro Kid The Wizard che, al contrario, l'applaude. Alice Angel intanto si sta rialzando sulle proprie ginocchia, e Samantha vista l'occasione tenta nuovamente un Sashot... No! La giovanissima lottatrice blocca il calcio con un braccio e si rialza tenendo la gamba di Samantha. Alice lancia un'occhiata furiosa alla canadese che tenta di liberare la gamba, e poi la schianta con un potente Exploder Suplex!

Immagine


La Hart Princess accusa il colpo e The Broken Angel va per il pin... 1...2... No! Samantha c'è! Alice si rialza tenendosi il braccio destro e lancia un'occhiata al pubblico, accolta da una buona reazione, per poi iniziare a colpire la rivale con potenti Stomp ben assestati. Fatto ciò invita Samantha a rialzarsi, e non appena la canadese si mette sulle braccio, Alice prende slancio alle corde e la colpisce con un Low Dropkick in piena faccia! Alice schiena nuovamente... 1...2... No! Kick-out di Samantha. La Crying Princess va ad afferrare Samantha per la testa, ed ora la lancia contro le corde con un Irish Whip per poi andare con un braccio teso... No! Samantha evita abbassandosi, e prendendo slancio al lato opposto delle corde va all'assalto anche lei con un braccio teso... No! Alice alza una gamba colpendo il mento di Samantha che arretra intontita verso un angolo. L'One-Winged Angel prende la rincorsa e va con una valanga all'angolo, ma The Wrestling Goddess riesce ad evitare saltando con l'ausilio delle corde, e allo stesso tempo e prendere con i piedi la testa della rivale e schiantarla sul secondo tirante del turnbuckle, connettendo con il Vicious Assault Great Irresistible Necessary Attack!

Immagine


V.A.G.I.N.A. a segno! Samantha schiena... 1...2... No! Alice Angel alza una spalla! La Hart Princess mostra una leggera smorfia contrariata, ma non si scoraggia e inizia a scalare il paletto spalle al ring. Una volta sulla terza corda fa cenno a Kid The Wizard di prestare attenzione, per poi andare con un Samsault... A vuoto! Alice si è spostata all'ultimo istante scatenando l'approvazione del pubblico dell'Husky Stadium! The Broken Angel si rialza e lancia un'occhiata fredda a Samantha, per poi salire lei stessa su un paletto e connettere con una spettacolare Dawn!

Immagine


Il pubblico applaude la fantastica manovra di Alice Angel, che ora va per il pin... 1...2... No! Samantha Hart c'è! Il pubblico fischia questo kick-out, mentre Alice va a rialzare Samantha e la inizia a colpire con dei pugni ben assestati sulla testa. The Goddess arretra fino al paletto dove Alice Angel la continua a colpire con dei pugni che la fanno rintanare culo a terra. La Crying Princess inizia a colpire la rivale con dei calci e l'arbitro va a richiamarla visto che Samantha è attaccata alle corde, ma Alice dopo aver mollato per qualche secondo l'avversaria, torna all'attacco con un nuovo calcio che colpisce Samantha in piena faccia! Fatto ciò la trascina al centro del ring e va per lo schienamento... 1...2... No! Samantha alza una spalla. Alice sbuffa ma non demorde, ed ora va a rialzare nuovamente Samantha per poi mettere la sua testa sotto il proprio braccio e tentare la Twist Of Light... No! La canadese si divincola a suon di ginocchiate sullo stomaco alla rivale, per poi prendere slancio alle corde e tentare la sua letale Double S... No! Alice salta oltre Samantha evitando la Samy Spear facendo ruzzolare la rivale a terra. Samantha si rialza quasi subito, ma Alice sta già correndo verso di lei pronta per l'Half-Light... No! La Hart Princess blocca al volo il piede della rivale facendola finire schiena a terra, e tenendo ancora la sua gamba arpionata, le afferra l'altra e gliele allarga per poi colpirla con uno Stomp sulla vagina e tentare la Hart Princess' Revenge! Alice si divincola affinché Samantha non chiuda la presa, e allora la canadese le allarga nuovamente le gambe e la tempesta di VagStomp! Alice Angel emette urla di dolore mentre l'arbitro va fortemente ad ammonire Samantha, che non si cura dei richiami, e finalmente riesce a chiudere la Hart Princess' Revenge!

Immagine


Alice urla dal dolore e tenta di raggiungere disperatamente le corde, ma Samantha la tiene ferma a fissa al centro del ring con la sua mossa migliore, ed ora con un sorriso compiaciuto in viso le urla contro di cedere, farcendo il tutto con improperi vari. L'One-Winged Angel grida più e più volte risposte negative intrise dal dolore per la violenta pressione che sta subendo, ed ora con la forza delle braccia inizia a trascinarsi disperatamente verso le corde avvicinandosi notevolmente. Samantha intensifica la presa ed Alice continua a gridare con tutta la voce che ha in corpo, e con uno sforzo notevole riesce a raggiungere le corde! La Hart Princess tuttavia non molla la presa costringendo nuovamente l'arbitro ad intervenire... 1...2...3... Attenzione! Samantha trascina nuovamente Alice al centro del ring, ma le gambe della rookie le scivolano finendo a terra, così una reattiva Samantha mantiene la posizione e trasforma la Hart Princess' Revenge nella Hart Of Michelle!!!

Immagine


L'One-Winged Angel torna ad urlare dal dolore mentre le telecamere ci mostrano la ragazza che sta accompagnando Kid The Wizard che salta in piedi ed inizia ad applaudire fortemente questa manovra appena connessa da Samantha, manovra che sta rischiando di chiudere questo match visto che Alice Angel sta facendo vibrare pericolosamente la mano. La Hart Princess continua ad urlare insulti e minacce alla giovane californiana che proprio non vuole arrendersi per mano della tanto odiata Samantha, ed ora torna a strisciare verso le corde che comunque sono lontanissime. Il braccio di Alice comincia ad afflosciarsi, sta per perdere i sensi... L'arbitro va a controllarla mentre gli occhi le si socchiudono... La mano si avvicina sempre più verso terra... Alice chiude gli occhi... NO!!! Alice Angel emette un sonoro urlo carico di adrenalina per poi darsi una spinta laterale e gettare Samantha faccia a terra, scavalcandola immediatamente e chiudendola in una Crossface!!!

Immagine


Il pubblico emette una sonora reazione d'approvazione mentre la schiena di Samantha si inarca prepotentemente all'indietro per via della forte pressione applicata da Alice Angel! L'One-Winged Angel urla alla rivale di cedere, ma quest'ultima grida risposte negative condite da insulti di vario tipo. Alice aumenta ancora di più l'angolo della sottomissione permettendo a Samantha di avvicinarsi alla corda più bassa e prenderla! Il pubblico fischia mentre Alice molla Samantha e la trascina subito al centro del ring con un braccio per poi alzarla e metterla in posizione per la Twist Of Light...

Immagine


Connessa!!! Alice si alza ed emette un forte grido fomentato mentre stringe i pugni e raggiunge il paletto. Una volta su la ragazza si prepara alla sua spettacolare See You In Heaven...

Immagine


SYH CONNESSA!!! Alice striscia su Samantha per lo schienamento vincente, ma il conteggio non avviene... Alice guarda l'arbitro che è impegnato a far scendere qualcuno dall'apron ring...

Immagine


Ellie! La ragazza è arrivata dal pubblico e sta cercando di entrare nel ring! Alice resta stesa su Samantha mentre il pubblico inizia a contare...

Pubblico: ONE!... TWO!... THREE!... FOUR!... FIVE!... SIX!...

L'arbitro, incitato dalle grida di Alice che lo sta chiamando, lascia perdere Ellie e procede al conteggio... 1...2...3! No!!! Samantha alza una spalla sotto i fischi del pubblico e davanti al sorriso soddisfatto di Ellie. Alice Angel batte un pugno sul tappeto per poi lanciare un'occhiataccia ad Ellie, rotolare fuori dal ring e gettarsi all'inseguimento della misteriosa biondina. Alice si tiene la schiena mentre insegue Ellie che ora, dopo mezzo giro di ring, vi entra venendo seguita da Alice Angel che concentrata sula fangirl di Samantha, che intanto rotola nuovamente fuori dal ring, non si avvede che proprio Samantha Hart è in piedi e viene asfaltata dalla Double S!!!

Immagine


Alice crolla a terra e Samantha la schiena... 1...2...3! NO! Alice Angel c'è!!! Il pubblico esulta per questo kick-out mentre un'incredula Samantha osserva a bocca aperta la rivale. Ben presto lo stupore si tramuta in rabbia, ed ora vediamo Samantha mettersi in piedi e attendere che Alice si metta sulle ginocchia pronta per un Sashot... No! Alice schiva nuovamente l'attacco abbassandosi e, approfittando del poco equilibrio che ha Samantha che è ancora su un piede solo, la sgambetta con un braccio facendola finire naso a terra! Alice si rialza tenendosi la schiena martoriata dalle precedenti mosse di sottomissione e dalla Double S, ed ora prende un leggero slancio alle corde e va alla carica su un'intontita Samantha che si è rimessa in piedi...

Immagine


HALF-LIGHT CONNESSA!!! Alice Angel schiena... 1...2...3! NO! Samantha Hart alza una spalla all'ultimo istante salvandosi da una sconfitta certa! Il pubblico rumoreggia eccitato per questa contesa spettacolare che le due lottatrici stanno tirando fuori, ed ora vediamo un'incredula Alice parlare con l'arbitro mentre fa cenno di tre con le dita. Dopo una breve discussione Alice Angel torna da Samantha trascinandola sotto il paletto, per poi salirci su e mettersi in piedi sulla terza corda pronta per la sua mossa più devastante, la Broken Wings! Alice allarga le braccia e si lancia... No! Samantha si scansa facendo impattare malamente di faccia a terra la giovane Alice! La rookie si tiene il naso che vediamo perdere un po' di sangue, mentre Samantha torna in piedi e, dopo aver lanciato uno sguardo furioso verso Alice che si sta rialzando sulle ginocchia, connette con un violentissimo Sashot!!!

Immagine


Alice Angel stramazza a terra priva di sensi, ma Samantha non la schiena e decide di trascinarla al centro del ring per poi allargarle le gambe, connettere il classico VagStomp e poi intrappolarla nella sua Hart Princess' Revenge! NO! Alice spinge via l'avversaria con un calcio e questa impatta con la testa contro la protezione dell'angolo. Samantha si tocca la fronte, colpita E SUBISCE L'HALF-LIGHT A SORPRESA!

Immagine


Boato della folla che si risveglia. Alice si rimette in piedi, stringe i pugni e caccia un urlo liberatorio, poi sale di nuovo sul paletto. La rookie alza le braccia, gli occhi spalancati... BROKEN WINGS!

Immagine


BROKEN WINGS A SEGNO, LA ANGEL SCHIENA: 1... 2... 3!

Spoiler:
JR: Here's your winner... AAAAAAAAALICEEE AAAAAAAANGEEEEEEEL


Alice Angel vince il match! La ragazza batte i pugni sul tappeto e urla di nuovo dalla gioia. La One-Winged Angel sale su un paletto e alza un braccio, commossa, e si inchina al pubblico, passando da paletto a paletto. Una volta finito il giro del ring, la ragazza si fa passare un microfono, mentre la sua theme sfuma. La ragazza si asciuga una lacrima e riprende fiato prima di iniziare a parlare.

Immagine


AA: Notte stellata... notte di sangue...

Alice tira su con il naso.

AA: Sono state delle settimane complesse, io ho avuto... diversi problemi personali ultimamente. Ma questa è una sera particolare... ed è una sera importante.

Alice riprende fiato e si asciuga di nuovo le lacrime.

AA: Vedete, non solo stasera si tiene l'evento più grande dell'annata di wrestling, non solo si tiene l'evento più importante della mia breve carriera... questa è la sera del 3 Giugno. Ed è il ventisettesimo compleanno di mio fratello, Manuel Angel.

Applauso da parte del pubblico.

AA: Tutti questi giorni l'idea di non poter festeggiare questo compleanno con lui mi ha tormentato. Non so se mi sta sentendo in questo momento, se è fra il pubblico, se sta seguendo in TV l'evento... ma, ecco, c'era solo una cosa che potessi regalargli stasera. Ed era vincere contro qualcosa che simboleggiasse il suo passato. E l'ho fatto.

Altro applauso.

AA: L'ho fatto. Buon compleanno, Cody.

Alice poggia il microfono a terra e si inchina verso le telecamere. Samantha Hart, che fin'ora era rimasta seduta fuori dal ring, torna in piedi sul quadrato e senza troppi fronzoli le punta un dito contro per poi alzare un pollice in alto ed applaudirla. Il pubblico emette un boato di sgomento a questa reazione sportiva di Samantha, mentre a bordo ring vediamo Ellie che sta applaudendo fortemente il suo idolo che invece non la degna di uno sguardo, ma piuttosto punta nuovamente il dito contro Kid The Wizard per poi mandare un bacio alla giovane che è con Wiz. Ellie notando ciò raggiunge KTW e la ragazza e li invita a scavalcare le transenne, cosa che solo la giovane fa. Gli occhi di Samantha si fanno lucidi ed ora va ad abbracciare forte la giovane a lei somigliante ricevendo prima l'applauso di Ellie, poi quello di Kid The Wizard e infine un applauso sempre più crescente da parte dell'Husky Stadium. Alice Angel pare confusa e si appoggia ad un angolo. Intanto vediamo Wiz scavalcare le transenne, salire i gradoni ed entrare per la prima volta in assoluto in un ring della TWC.

Immagine


Kid The Wizard si scambia un fist bump con Ellie per poi iniziare a guardare Samantha e la giovane a lei abbracciata. KTW raggunge Alice e gli stringe la mano, la rookie annuisce, poi esce dal ring e si dirige verso la rampa, applaudita dalla folla. La vincitrice alza il braccio una volta arrivata sullo stage, poi se ne torna nel backstage. Samantha e quella che pare essere una sua parente si staccano, ed ora la Hart Princess si rende effettivamente conto di essere finita nuovamente nello stesso ring con Kid The Wizard. Ellie e la giovane parente di Samantha lasciano il quadrato mettendosi a bordo ring, osservando il primo face to face in TWC tra questi due acerrimi nemici. Il pubblico rumoreggia entusiasta per questo momento mentre vediamo i due che si avvicinano lentamente l'uno all'altra. Wiz ha un sorriso soddisfatto in viso, e guarda Samantha a testa alta mentre lei, ancora con gli occhi lucidi, gli lancia un sorriso beffardo. I due arrivano a pochi centimetri di distanza, e dopo qualche secondo in cui si scambiano qualche battuta vediamo Kid The Wizard allungare una mano verso Samantha. Il pubblico si divide in una reazione mista ma sonora, ed ora la ragazza lancia un'occhiata alla mano di Wiz alzando un sopracciglio. Passano diversi secondi in cui Samantha osserva la mano di Kid The Wizard per poi colpirla con uno schiaffo sul dorso, scostandogliela. Il pubblico fischia Samantha che però avvinghia Wiz e lo abbraccia!!! Un potente boato di sgomento si leva nell'arena nel vedere Samantha Hart abbracciare l'uomo che più odia al mondo! Passa qualche secondo e un applauso si leva nell'Husky Stadium mentre le telecamere riescono a catturare gli occhi di Samantha ricolmi di lacrime, occhi che cerca di nascondere affondando con la faccia nel petto di Kid The Wizard che la tiene stretta a se. Un forte applauso si leva nell'arena per festeggiare la reunion di queste due figure leggendarie ormai separate da tre anni, e su queste splendide immagini noi ci prendiamo una brev...MA ATTENZIONE! SAMANTHA HART COLPISCE CON UNA GINOCCHIATA ALLE PALLE KID THE WIZARD!!! Una marea di fischi si abbatte sul ring mentre Wiz crolla su un ginocchio e Samantha torreggia su di lui ridendo divertita. La ragazza si fa passare un microfono e prende la parola...

Samantha: Ehi Wiz... THIS IS WHAT YOU DESERVE!!!

Altri fischi per Samantha che lascia cadere il microfono e sale su un paletto a festeggiare sotto i fischi scroscianti dello stadio. Kid The Wizard rotola fuori dal ring e raggiunge le due ragazze, visibilmente interdette, per poi lanciare uno sguardo a Samantha ed iniziare a ridere mentre scuote la testa. Ellie alza un sopracciglio nel vedere Wiz che ha preso il colpo di Samantha con tanta filosofia, ed ora i tre si incamminano verso la rampa lasciando le luci della ribalta a The Wrestling Goddess, Samantha Hart che continua a festeggiare nonostante la sconfitta con Alice Angel. E su queste immagini noi ci prendiamo una breve pausa.


Ultima modifica di Il capitano il 04/06/2016, 10:09, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - War of Change II
MessaggioInviato: 03/06/2016, 22:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
E finalmente è arrivato il momento cruciale che tutti i fan della Total Wrestling Corporation stavano aspettando da almeno un anno a questa parte. Dopo una strepitosa serata di wrestling ricca di grandi match e colpi di scena, siamo arrivati all’incontro più importante di questo 2016 , se non della storia stessa della nostra amata federazione. Stiamo parlando infatti dell’attesissimo No Holds Barred Match che vedrà Leon Black, l’Unglorified Legend, nonché imbattibile TWC World Heavyweight Champion, difendere la cintura dall’assalto del First Contender “Superstar” Sigfried Jaeger, il Best from the West della Bruderschaft Der Krahe Incorporated. Dopo una breve carrellata che ci mostra dall’alto prima il gigantesco impianto dell’Husky Stadium di Seattle, e poi la nutritissima folla di fan che ha riempito ogni centimetro disponibile dell’arena per assistere a War of Change II, la linea passa immediatamente a Jessica Rose, elegante come sempre.

Immagine


JR: Ladies and gentlemen. The following contest, scheduled for one fall, is a No Holds Barred Match for the TWC World Heavyweight Championship, and is the Main Event of the evening!!!!!

Il pubblico risponde all’annuncio letteralmente con un ruggito, scatenandosi prima ancora dell’ingresso di Black e Jaeger. Mentre la deliziosa annunciatrice spiega le regole dell’incontro, noi come di consueto siamo pronti a gustarci un breve promo che riassume la rivalità più importante della storia della Total Wrestling Corporation.

Leon Black vs. Sigfried Jaeger Recap Promo ha scritto:


«In TWC esistono due scelte. Condividere quello che fa Leon Black e non condividere quello che fa Sigfried Jaeger, o viceversa.» Leon Black

«In questa federazione esistono solo tre grandi potenze a dettare legge. La dirigenza, Leon Black, e la Bruderschaft Der Krahe Incorporated.» Sigfried Jaeger


Fin dal loro esordio in TWC, Leon Black e Sigfried Jaeger hanno monopolizzato l’attenzione di fan, media e addetti ai lavori della disciplina. E’ bastato veramente un attimo perchè i due diventassero i pilastri della federazione, e come in tutte le grandi rivalità che si rispettino, il cammino di Leon e Sigfried per oltre un anno non è stato altro che un lento avvicinamento allo scontro epocale di questa sera. Un cammino raramente parallelo comunque, quanto ora lontano, ora vicino, ora in fase di allontanamento, ora in rotta di collisione, passo dopo passo.

Il primo grande avversario di Leon, è Michael Edwards, con il quale dà vita a una semplice, quanto amichevole e intensa sfida, basata sul grande veterano che affronta la nuova star emergente, aiutandola a crescere e prendere piena consapevolezza di se, e conclusa con una sconfitta onorevole dell'Unglorified Legend, un anno fa nel primo War of Change. Sigfried Jaeger, invece, fin da subito fa capire che non ha intenzione di crearsi amicizie o di rispettare avversari come Travis Miller. I due infatti danno vita a una vera e propria guerra senza esclusione di colpi, durata mesi e mesi, fino all’epilogo del Main Event di War of Change, dove a prevalere è la tenacia dell’ottimo wrestler scozzese.

La visione e la carriera diametralmente opposta di entrambi risalta ancor di più quando Sigfried opta per accettare l’offerta di Mr. Fox Olon, diventando un membro dell’Army, un gruppo di lottatori il cui scopo è dominare incontrastata la federazione forti dell’appoggio del nuovo General Manager. Per contrastare questo disegno nasce conseguentemente lo State of Anarchy, capeggiato proprio da Leon, sempre in prima linea contro le angherie e le trame del dirigente corrotto. Tutto ciò porta Jaeger e Black a incrociarsi due volte in match a più uomini, il primo dei quali vede vincere la fazione del tedesco, mentre nel secondo trionfano definitivamente i ribelli, alle porte dello Special Event Night of Gold.

E a Night of Gold il cammino di entrambi, mai così vicino a incrociarsi, prende nuovamente due direzioni opposte. Nello show fondamentale in cui è in palio per la prima volta nella storia il TWC World Heavyweight Championship, il tradimento di Olon e Fred Franke taglia le gambe a Sigfried Jaeger, che vede sfumare la possibilità di giocarsi il titolo contro Leon Black nel Main Event della serata. Così, mentre l'Unglorified Legend trionfa diventando il campione assoluto della federazione, per contro Sigfried si deve accontentare dei titoli di coppia, assegnati alla BDK Inc. come tacita riparazione di Olon al danno subito dal tedesco.

Nei mesi successivi, mentre Leon Black fa il bello e cattivo tempo come campione, demolendo a mano a mano il roster con una serie ineguagliabile di successi, Sigfried Jaeger in coppia con Christophorus Schmidt dà battaglia nella divisione tag della TWC. La svolta decisiva arriva nel primo Special Event del 2016, Alpha Horizon. Mentre Leon ha ragione anche di Big Black Boom, confermandosi il campione, Sigfried riassume letteralmente la propria carriera fino a quel momento, perdendo i titoli di coppia a favore dei No More Heroes dopo un folle incontro combattuto in tutta l’arena, ma riuscendo infine a trionfare nella Chamber of Annihilation che chiude la serata, diventando ufficialmente il First Contender al World Heavyweight Championship per War of Change II del 3 giugno 2016. Giorno in cui il percorso di entrambi si incrocerà inevitabilmente per lo showdown definitivo.



«Io sono quello che tu dovevi essere. Io ho preso il tuo posto. Io sono Gandalf il bianco, tu sei Saruman.» Leon Black

«I fan non se ne fanno niente di un eroe ideale. Quello che gli sto dando io da oltre un anno è un eroe reale, che non esita a sporcarsi le mani se necessario, restando al passo coi tempi in cui ci troviamo.» Sigfried Jaeger


Se fino ad Alpha Horizon i grandi rivali si sono soltanto visti poche volte, preferendo lanciarsi piuttosto una lunga serie di frecciate a distanza, dallo Special Event di marzo in poi i due non hanno più smesso di incontrarsi e confrontarsi faccia a faccia, sia nelle puntate di Friday Night Indoor War che in privato. Ed è in questi mesi che emergono maggiormente i lati interiori di entrambi i wrestler e le loro forti differenze caratteriali, portando la rivalità su un piano letteralmente filosofico, legato a un’unica, decisiva domanda: che cos’è un eroe?

Questa domanda e la sua risposta hanno scandito l’intera Road to War of Change di Black e Jaeger. Leon, leggendario wrestler e uomo che in questi anni ha sconfitto i suoi demoni del passato, si è ritrovato praticamente costretto a indossare i panni dell’eroe in TWC, e dare il giusto esempio alla gente, a causa della mancanza o della defezione di persone degne o in grado di esserlo. Sigfried Jaeger, lottatore straordinario da un passato irreprensibile, invece, in TWC ha dismesso i panni dell’eroe, con cui era conosciuto e ammirato nel mondo, impegnandosi con tutte le sue forze a ridefinire l’intero concetto di eroismo, piegandolo ai propri fini.

Indoor War dopo Indoor War, i due si sono scornati verbalmente, tra uffici, locker room, corridoi, e sul ring, col campione che in ogni modo ha cercato di dimostrare al suo avversario la futilità della sua tesi, mentre quest’ultimo ha ribattuto colpo su colpo, resistendo come non mai alle continue pressioni di un Leon Black voglioso di ridare al mondo il vero Sigfried Jaeger. Tuttavia questo alla fine non è bastato per lenire le ferite interiori del tedesco, e stasera resta un’unica, ultima, opzione a disposizione di Leon. La stessa unica chance che può sfruttare Sigfried per consolidare definitivamente la sua teoria e consacrare una nuova era per la TWC. Combattere faccia a faccia sul ring, dando tutto quello che hanno.

Uomo contro uomo, gladiatore contro gladiatore, eroe contro eroe. Due giganti del wrestling, un match, un solo vincitore. Leon Black avrà ragione di Sigfried Jaeger, entrando definitivamente in una dimensione di manifesta superiorità rispetto al resto del roster della TWC, oppure sarà il tedesco a prevalere, entrando di diritto nell’olimpo dei campioni mondiali da leggenda, là dove si trova già il suo avversario. E inoltre, riuscirà Leon Black, a recuperare il vero Sigfried Jaeger, l’eroe dei due mondi, oppure sarà il Corvo a inaugurare la sua tanto decantata Age of Heroes? Lo scopriremo tra qualche minuto, perciò incollatevi allo schermo, e godetevi lo spettacolo, amici. Perchè stasera si scriverà un nuovo indimenticabile capitolo della grande storia della Total Wrestling Corporation...


E dopo questo intenso filmato, la linea torna in diretta all’interno dell’Husky Stadium di Seattle. E’ arrivato il momento dell’ingresso dei lottatori, e come da prassi, toccherà per primo allo sfidante, “Superstar” Sigfried Jaeger.

Immagine


Ecco infatti che le luci dello stadio si abbassano, diventando intermittenti, mentre sul titantron compare la figura di Oden, divinità principale del pantheon nordico, circondato da un nugolo di corvi famelici che volano in cerchio.

Immagine


Improvvisamente uno di questi plana in primo piano, smembrandosi in centinaia di corvi più piccoli, mentre una densa coltre di fumo fuoriesce dall’ingresso sullo stage di War of Change.

Immagine


Dopo di che il logo della BDK Inc., come sempre compare su tutti gli schermi dell’arena, mentre le immagini si spostano alla destra dello stage, dove la band degli Amon Amarth improvvisamente il via in live a Cry of the Blackbirds, la theme di “Superstar” Sigfried Jaeger.



E dopo alcuni secondi ecco finalmente sbucare dalla foschia e fare il proprio ingresso Sigfried Jaeger, accolto da un nugolo di fischi da parte dei fan ammassati sulle gradinate dello stadio.

Immagine


Al suo fianco, immancabili nelle occasioni più importanti, ecco nuovamente in scena “The Hound” Gunther Schmidt e “The Armbreaker” Brunild Wagner!

ImmagineImmagine


Come vediamo, la Valkyria ha una leggera fasciatura alla testa, che nasconde i danni riportati nel Ladder Match combattuto in serata, inoltre zoppica leggermente. Tuttavia non poteva esimersi dallo stare al fianco del suo migliore amico nel momento più importante della sua carriera. Dopo essersi guardato intorno a lungo, rimirando la folla dell’Husky Stadium con un’espressione imperscrutabile, il Corvo fa un cenno di saluto verso gli Amon Amarth, dopo di che inizia a calare lungo la rampa, seguito dai suoi compagni. Il trio di Ravensburg percorre i molti metri che li separano dal ring con gelida e metodica decisione, ignorando completamente le grida del pubblico assiepato nelle prime file. Una volta arrivati a bordo ring, Jaeger si volta e abbraccia prima Brunild e poi Gunther, dopo di che va a salire i gradoni d’acciaio, mentre i compagni si dirigono verso l’area di commento.

Immagine


Una volta dentro il ring, il Best from the West si porta via via ad ognuno dei quattro lati del ring, rivolgendo la taunt della BDK Inc. in direzione del pubblico che lo fischia, infine la fa anche dritta verso la telecamera. Infine eccolo togliersi la felpa e andare ad appoggiarsi uno dei due angoli opposti allo stage. Una volta che sfuma la theme song, il Corvo si gira in camera, dicendo alcune parole mentre fa un due con le dita della mano destra.

SGF: Two War of Change Main Events in a row. That’s Sigfried Jaeger style.

Dopo di che eccolo scuotere il capo mentre si guarda intorno fissando cupamente la folla che lo fischia.



Le luci si spengono, con un solo occhio di bue sullo stage, concentrato su una figura gigantesca, in ginocchio, coperta da un mantello. La figura sta battendo a tempo la mano sul terreno, con il pubblico che lentamente inizia a battere a tempo a sua volta.

Love your hate, your faith lost
You are now one of us
Love your hate, your faith lost
You are now one of us


La figura inizia a cantare, insieme ad una sparuta minoranza del pubblico.

Nothing from nowhere, I'm no one at all
Radiate, recognize one silent call
As we all form one dark flame... Incinerate


Il pubblico viene preso sempre di più dalla canzone, iniziando a cantare sempre più unito.

Nothing from nowhere, I'm no one at all
Radiate, recognize one silent call
As we all form one dark flame
As we all form one dark flame
As we all...

Love your hate, your faith lost
You are now one of us
Love your hate, your faith lost
You are now one, one of us


Tutto il pubblico, battendo a tempo le mani, i piedi, tutto il possibile, finisce di cantare. E la figura si alza in piedi, mantello in spalla.



Immagine


Leon Black alza il titolo sopra la testa, tendendo il braccio più possibile, ed i membri del pubblico, lentamente, fanno come lui. Tutto il pubblico è in piedi, con il pugno destro alzato. Leon annuisce, e poi lo abbassa all'improvviso.

Boooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooom!


L'esplosione creata dal pubblico è così forte che il mantello di Black vola via, e i capelli gli si scompigliano. Il gigante sorride storto, poi si avvia verso il ring accompagnato dai cori del pubblico. Vicino al ring un cameraman si avvicina, e vediamo la inquadratura in primo piano del campione del mondo.

LB: This is it.

Black spinge via la telecamera, poi scala i gradoni e sale sul paletto, in piedi, alzando il titolo, nel punto più alto in cui un uomo potrà portarlo. Poi salta giù e annuisce, guardando Sigfried. Ed ecco che Jessica Rose e l’arbitro Vincent Good si portano a centro ring, con l’annunciatrice che prende la parola guardandosi intorno.

JR: Introducing first, the Challenger. Weighting 215 pounds and standing 6-feet-3-inch tall. From Ravensburg, Germany, representing the Bruderschaft Der Krahe Incorporated. He is the First Ever TWC World Tag Team Champion and Chamber of Annihilation Winner, the Best from the West... Sigfriiiiieeeeed Jaeeeeegeeeeer!!!!!

Sigfried Jaeger viene subissato nuovamente di fischi, mentre lo vediamo fare nervosamente alcuni passi verso Leon Black, rivolgendo anche direttamente a lui la sua taunt. Dopo di che è il turno del campione dei campioni.

JR: And introducing the Champion. Standing 7-feet-2-inches tall and weighting 392 pounds. From Chicago, Illinois, he is the Reigning, Defending, Undisputed and First Ever TWC World Heavyweight Champion, the Unglorified Legend... Leooooon... Blaaaaack!!!!!

Leon Black alza il titolo, con il pubblico tutto per lui. Poi Black cede il titolo a Vincent Good, che lo mostra allo sfidante. Jaeger vi appoggia sopra la mano e annuisce, poi osserva l’arbitro mentre alza la cintura al cielo girandosi via via in quattro direzioni. Ci siamo, Jessica Rose lascia il ring, mentre un official prende in custodia la cintura. Il pubblico rumoreggia gasatissimo, per poi esultare non appena il referee dà il segnale al timekeeper per il triplice rintocco della campanella. E così, il Main Event di War of Change II ha ufficialmente inizio!!!




**TWC World Heavyweight Championship - No Holds Barred Match**

“The Knight” Leon Black vs. “The Hero” Sigfried Jaeger


Immagine


Leon e Sigfried si avvicinano lentamente, mentre il delirio del pubblico dell’Husky Stadium raggiunge il suo picco. Il tedesco si guarda intorno, facendo una smorfia. Leon Black gli dice qualcosa e i due iniziano quasi a discutere, dopo di che il tedesco scuote il capo e va a stirarsi le braccia alle corde tra i fischi dei fan. Poi inizia finalmente la danza mortale. Il Best from the West e l’Unglorified Legend girano intorno, fino a chiudersi nel Clinch iniziale. Ha la meglio il gigante, che di potenza chiude il Corvo in un’Headlock. Leon stringe violentemente la testa di Sigfried, che tenta di reagire con un paio di gomitate al corpo. Per tutta risposta il gigante rovescia la mossa a terra, atterrando il tedesco, sempre chiuso nell’Headlock, che finisce spalle a terra. Conto dell’arbitro! 1... No! Kickout di Jaeger, che reversa poi lo schienamento con le gambe. 1... No! Kickout di Black, che torna a coprire Sigfried. 1... No! Altro Kickout di Jaeger, e altra reverse. 1... No! Leon si libera immediatamente e per la terza volta prova a copire il tedesco. 1... No! Sigfried rotola via e i due si rialzano in piedi a distanza, studiandosi, mentre l’arena continua ad applaudire totalmente l’Unglorified Legend, che arriccia il labbro in un mezzo sorriso e annuisce guardando il Corvo.

Immagine


Sigfried sospira, poi inizia a girare intorno al campione. Nuovo Clinch tra i due. No! Jeager evita di essere chiuso nella stretta, rifilando un paio di calci a una gamba dell’avversario. Per tutta risposta Black prova una Clothesline! Schivata dal Corvo, che si lancia alle corde. Black è pronto ad accoglierlo, e va ad atterrarlo con una poderosa spallata. Eccolo poi caricare il gomito e tentare un Elbow Drop sul tedesco a terra. No! Sigfried rotola via e si rialza. Serie di calci alla schiena di Black, dopo di che il Best from the West rialza il gigante e prova un Irish Whip alle corde. Reverse da parte dell’Unglorified Legend. Sigfried rimbalza alle corde. Big Boot a vuoto da parte di Black! Altro rimbalzo del Corvo, con Leon che si abbassa per il Back Body Drop. Ma Jaeger salta e rotola di schiena sull’avversario, atterrando in piedi alle sue spalle. Per tutta risposta, però, il wrestler di Chicago carica il colpo e scarica sul 34th Street Hero una poderosa Surprise! E stavolta centra in pieno il bersaglio!

Immagine


Sigfried cade a terra e rotola via, fino a uscire dal ring. Qui lo vediamo imprecare mentre si tiene la mascella e controlla che il labbro non si sia spaccato. Dopo di che eccolo replicare ai fischi insistenti dei fan apostrofando male alcuni tifosi di Leon nella prime file, il tutto sotto gli occhi del gigante, che lo fissa appoggiandosi alle corde e facendogli platealmente segno di tornare sul ring. Ma attenzione! All’improvviso Gunther Schmidt aggredisce l’Unglorified Legend caricandolo alle spalle tra il clamore generale! The Hound rifila al gigante una pesante serie di pugni al volto e al corpo, stringendolo verso un angolo, mentre Jaeger intanto fa spallucce, irridendo i fan. Improvvisamente però, Black blocca Gunther e lo getta a sua volta all’angolo, cominciando a replicare violentemente. A questo punto il Corvo si tuffa sul ring e va a fermare il campione. Gomitata di Black al tedesco, che cade a terra. Contrattacco di Schmidt, interrotto da una poderosa ginocchiata del campione. Ecco poi Leon prendere per il collo il bavarese e gettarlo fuori dal ring. Ma così non si accorge della mazza da Kendo passata a Sigfried da Brunild Wagner. Leon si gira, e viene centrato in pieno volto da un colpo di bastone!

Immagine


Black arretra subito tenendosi il volto, incalzato dal Corvo assetato di sangue che lo colpisce ripetuttamente al corpo con il bastone. A un certo punto The Knight riesce a strappare di mano la Kendo Stick a Sigfried, che per tutta risposta lo colpisce in testa con un Hunter’s Kick! Il gigante si piega, appoggiando un ginocchio a terra. Il Corvo ne approfitta allora per prenderlo per la testa e connettere un Biss des Krahen! E Leon cade a terra! Sigfried tenta un altro schienamento. 1... 2. No! Black alza una spalla. Il Best from the West lo guarda un attimo, poi si rialza e va a prendere la mazza da Kendo. Dopo di che eccolo colpire ripetutamente il gigante, per poi girarsi e alzare al cielo il bastone gridando verso il pubblico la sua catchphrase.

SGF: This, is My World!!!

Enorme salva di fischi da parte del pubblico che improvvisamente si trasforma un’esultanza. Sigfried accenna un sorriso, poi si gira, ritrovandosi faccia a faccia con Leon Black! Clothesline del gigante, seguita da una seconda Clothesline e da una terza! Dopo di che Black abbranca e connette un perfetto Fisherman Suplex!

Immagine


Subito dopo Leon rialza il tedesco e inizia a tempestarlo di pugni, quando ecco tornare alla carica come un bufalo Gunther Schmidt! Il bavarese tenta di bloccare da dietro Black per consentire a Sigfried di replicare ai pugni subiti. Ma Leon è una volpe. Calcio al 34th Street Hero, gomitate a Gunther, che perde la presa e subisce a sua volta una brutta Surprise! Il campione si rialza subito, ma interviene a sua volta Brunild Wagner, che lo colpisce in piena schiena con una sedia! Black barcolla, poi fulmina con lo sguardo la tedesca, che arretra sostenendo lo sguardo del gigante, poi dal nulla gli lancia addosso la sedia! Il proiettile diretto al volto viene respinto con un pugno da The Knight, che ormai si ritrova impelagato in un match contro l’intera BDK. Eccolo infatti ritrovarsi addosso nuovamente il Mastino, mentre la Valkyria rotola fuori dal ring. Tentativo di Brutality schivato da Black, che poi prende per il collo Gunther. Requiem! No! Jaeger lo prende per il collo alle spalle e lo colpisce con un’Oden’s Blade!

Immagine


Sigfried e Gunther si guardano, poi insieme afferrano l’Unglorified Legend. Vogliono tentare un Double Suplex! Eccolo caricare Leon. No! Il gigante riesce a ribaltare la mossa, atterrando entrambi tra il giubilo dell’intera arena! Ennesima dimostrazione di potenza da parte di Leon Black. Eccolo mettersi a sedere e guardare male Jaeger. Poi si rialza e si appropria della mazza da Kendo. E inizia a colpire sia lui che Gunther Schmidt! Dopo una serie di colpi, Black getta via il bastone, ormai rotto e si china a prendere la sedia. Quando Brunild Wagner spunta nuovamente alle sue spalle. Leon, che se l’aspetta va per usare la sedia come ariete, ma la tedesca si abbassa in tempo e poi gli salta alle spalle, chiudendolo in una Rear Neck Choke. Il campione molla la sedia e tenta subito di liberarsi dalla prese ferrea della tedesca. Dopo alcuni tentativi a vuoto, eccolo riuscire a far presa e a ribaltare la MMA Artist davanti a lui. Brunild atterra male con la gamba destra e fa una smorfia. Black con nonchalance le corre incontro e la colpisce con una Running Clothesline!

Immagine


Mentre la Valkyria cade a terra rotolando via, il gigante passa poi a Gunther Schmidt, gettato all'angolo e travolto con una Discus Clothesline! Dopo di che Black si butta alle corde e colpisce anche Sigfried con una potente Jumping Clothesline! Il tedesco finisce a terra a centro ring, contorcendosi. A questo punto tra le acclamazioni del pubblico, Leon scala le corde e si apposta all’angolo per la Flyng Clothesline con cui chiudere il G.O.L.I.A.T.H. Project ai danni dell’intera Bruderschaft Der Krahe Incorporated. Vediamo il Corvo rialzarsi a fatica, e una volta in piedi ecco che l’Unglorified Legend spicca il salto! No! Dropkick volante di Sigfried Jaeger su Leon Black! Entrambi i wrestler finiscono a terra dopo la spettacolare contromossa del Best from the West. Mentre più volte passa il replay dell’azione, vediamo Jaeger rifiatare e poi alzarsi. Eccolo tirare su il campione, per poi rifilargli un paio di schiaffi. Replica di Black con un pugno. Deutsche Uppercut di Sigfried. Pugno di Black. Uppercut. Pugno. Uppercut. Pugno. Uppercut. Pugno. Uppercut. Pugno. Uppercut. Pugno. Il Corvo pare barcollare, con Leon che lo invita a proseguire. Backfist improvviso da parte del tedesco!

Immagine


Black è preso di sorpresa dalla mossa inedita di Sigfried Jaeger e finisce in ginocchio tenendosi la tempia destra. Sigfried allora ne approfitta per gettarsi alle corde. Stay Down! No! Leon la evita improvvisamente. Roll Up! 1... 2... No! Il Corvo riesce a liberarsi in tempo, poi si rialza e tenta un Brudershaft Kick, imitato però da Leon con la In Meomoriam! E il tedesco viene colpito dal calcio al viso, vista la superiore apertura di gamba del campione! Il Corvo finisce a terra, e Leon lo schiena di nuovo. 1... Valkyrie’s Flight di Brunild Wagner su Leon Black a interrompere lo schienamento! L’ex-WFSS Woman World Champion rotola via dopo l’impatto, mentre il TWC World Heavyweight Champion si gira a sedere tenendosi la schiena. Eccolo rialzarsi giusto in tempo per schivare un Deutsche Big Boot da parte di Gunther Schmidt, che viene poi atterrato con un violento Lariat. Ma ecco che la Valkyria torna in azione, rifilando un Bruderschaft Kick allo stomaco di Black. E poi tenta la Geheimnisnacht! Ma il peso di Black è troppo anche per la donna più coraggiosa del mondo. La gamba destra dello Smiling Crow cede, e Brunild si accascia. A questo punto l’Unglorified Legend la prende di forza e la getta fuori dal ring, sbarazzandosene. Poi si gira... Blitzkrieg di Sigfried Jaeger a segno!!!

Immagine


E Leon Black cade al tappetto! Schienamento immediato del tedesco! 1... 2... No!! Colpo di reni di Leon Black sul due e mezzo! Il pubblico tira un enorme sospiro di sollievo ed esulta. Sigfried si guarda intorno, poi dà un’occhiataccia all’arbitro Good. Eccolo rifiatare un paio di secondi, dopo di che batte un pugno a terra e si tira su. Il Deadly Crow guarda Black, poi va alle corde, passa sull’apron e inizia ad arrampicarsi sul paletto. Mentre il pubblico rumoreggia, il tedesco inizia a mettersi in equilibrio. Ma Leon Black rinviene e corre a colpirlo con un pugno, facendolo cadere a sedere sul turnbuckle. Urlo di dolore da parte di Sigfried Jaeger. Dopo di che The Knight sale sulla seconda corda e abbranca Sigfried. Vuole tentare un Superplex! Ma attenzione, Gunther Schmidt abbranca il campione da dietro e tenta un Super Bruderschaft Suplex! Ma il gigante resta agganciato a Sigfried. Testata di Jaeger su Black! Bruderschaft Suplex del Mastino! No! Leon si dà una spinta prodigiosa andando ad atterrare in piedi! Poi spinge di forza Schmidt addosso a Sigfried, che per la seconda volta cade seduto sul paletto, e poi sul ring contorcendosi. Il Mastino, mezzo intontito, ritorna verso Black. Bear Hug into Belly to Belly Suplex!

Immagine


A questo punto, Leon Black pare averne proprio abbastanza delle continue interferenze di Gunther Schmidt. Dopo aver rifiatato per un pò, il TWC World Heavyweight Champion si rialza e lo va ad abbrancare. Irish Whip all’angolo e Mastino che vi si schianta di schiena. Infine Leon Black avanza e inizia a sferrare una serie interminabile di pugni addosso al malcapitato Brutal Crow, scanditi dal pubblico presissimo dal match. Dieci pugni. Venti pugni. Trenta pugni. Cinquanta pugni. Settanta pugni. Novanta pugni. Novantanove pugni. Improvvisamente The Hound grida una feroce imprecazione digrignando i denti. Leon carica il colpo. E cento! Fury of a Hundred Punches completata! Gunther barcolla in avanti, e sorridendo crolla al tappeto! Leon Black sbuffa, girandosi. Whisper of the Hero out of nowhere di Sigfried Jaeger su The Knight! Black barcolla a centro ring, allora il Best from the West lo prende per un braccio e prova un Irish Whip alle corde. Reverse improvvisa di Leon. Lariat schivato da Sigfried, che blocca un braccio da dietro all’Unglorified Legend, lo gira, e poi lo atterra violentemente con la Gegen Monstrum!!!

Immagine


The Knight finisce a faccia in giù a terra e resta immobile, per lo sconcerto dei fan! Il 34th Street Hero, si tira su e a fatica rovescia il campione, alzando un braccio in segno di vittoria mentre lo schiena. 1... No!!! Kickout incredibile da parte di Leon Black, che si scuote quasi immediatamente! Wow! Mentre il pubblico esplode, la faccia di Sigfried Jaeger è tutta un programma. Il tedesco sembra quasi non crederci. Eccolo scuotere il capo e rialzarsi. Poi va a prendere la sedia d’acciaio e la sbatte rabbiosamente a terra un paio di volte, in attesa che il gigante dalla forza inesauribile si rialzi. Ecco Leon alzarsi in piedi. Parte Sigfried con la sedia! No! Preso per la gola dal World Heavyweight Champion! Il Corvo molla la sedia e si attacca al braccio di Black, cercando di liberarsi. Requiem sulla sedia! No! Sigfried si libera per un soffio! Brudershaft Kick! No! E Leon risponde con un Backfist, lo stesso subito a sorpresa in precedenza e replicato alla perfezione sul tedesco! Sigfried Jaeger crolla a terra e rotola fuori dal ring. Il gigante fa per seguirlo, quando Gunther Schmidt tenta disperatamente un nuovo attacco. E viene steso con una sediata dal campione!!!

Immagine


Dopo un’occhiataccia al Mastino tramortito, vediamo Leon buttare a terra la sedia e andare a vedere dove si trova il suo avversario. Sigfried è ai piedi del ring, proprio dove termina la rampa, che pian piano cerca di rialzarsi, fino a mettersi in ginocchio. Vediamo Brunild Wagner avvicinarsi zoppicando al Corvo per sincerarsi delle sue condizioni. Black dà un’occhiata al Best from the West, poi eccolo andare a tirare su Gunther Schmidt, caricandoselo sulle spalle. Ma che vuole fare? Oh oh, l’Unglorified Legend arretra fino a centro ring, poi punta in direzione di Jaeger, e prende la rincorsa nella sua direzione! Attenzione, vuole provare un impossibile RunAway Dive col Mastino sulle spalle! Brunild Wagner se ne accorge e spinge via Sigfried... VENENDO TRAVOLTA LEI STESSA DA LEON BLACK E GUNTHER SCHMIDT!!! Pubblico in piedi col fiato sospeso dopo la proiezione incredibile di Black! La telecamera si avvicina, ma mentre Leon e perfino Gunther si muovono, Brunild Wagner è rimasta immobile a terra!

Immagine


La Valkyria è incosciente e sta sanguinando dalla bocca! Mentre passa il replay dell’impatto terribile subito da Brunild, col pubblico che resta in silenzio, scioccato, ecco che assistiamo all’arrivo trafelato di un nugolo di persone, tra medici e official, accorsi dallo stage con una barella al seguito. Vediamo ora Sigfried Jaeger andare a sincerarsi delle condizioni dell’amica, che si è praticamente immolata per salvarlo dalla mossa di Leon Black. Il Corvo assiste con occhi sbarrati ai primi soccorsi, tenendo una mano della Valkyria mentre questa è immobilizzata con estrema cautela e messa sulla barella dai paramedici. Mentre Gunther inizia lentamente a riprendersi, Leon Black si mette in ginocchio e guarda verso la scena accigliato. Ma ecco che Sigfried si gira verso il campione, cupo in volto. Dopo di che eccolo correre verso di lui, gettandoglisi rabbiosamente addosso! Il tedesco prende a pugni e uppercut il wrestler di Chicago, presto raggiunto da Schmidt, che rifila dei calci a Leon. Dopo di che entrambi lo rialzano a forza e lo gettano addosso ai gradoni d’acciaio a tutta forza!

Immagine


L’impatto manda i gradoni a rovesciarsi. Mentre il Mastino continua a prendere selvaggiamente a pugni il campione, vediamo Brunild Wagner trasportata via lungo la rampa sulla barella. Sigfried guarda a lungo in quella direzione, poi osserva Black e va ad alzare il telo a bordoring, andando a cercare un arma contundente. Ma ecco che Leon reagisce. Serie di pugni e gomitate allo stomaco di Gunther, poi il gigante si tira su, afferra il Mastino e dopo una violenta testata lo manda a sbattere addosso al paletto d’acciaio, mettendolo temporaneamente fuori gioco. Nel frattempo Sigfried tira fuori un tubo di ferro da sotto il ring e si rialza. Tuttavia Black non si tira indietro. Eccolo raccogliere la parte superiore dei gradoni d’acciaio, sollevarla sopra di se e lanciarla addosso al tedesco, travolgendolo!!!

Immagine


Mentre Sigfried si contorce a terra, vediamo Leon andare a prendere Gunther e a gettarlo prima addosso alle transenne e poi direttamente lungo la rampa. Il Mastino reagisce dando fondo alle proprie energie, e tra i due giganti scatta uno scambio violento di colpi mentre via via risalgono la rampa, arrivando sullo stage di War of Change. Qui, Schmidt a un certo punto colpisce Black allo stomaco e chiama l’Auf Wiedersehen! Se ce la fa è davvero l’uomo più forte del mondo. No! The Knight lo ribalta dietro di se con un Back Body Drop, mandandolo ad atterrare sul pavimento dello stage! Dopo di che Black lo rialza e con tutta la sua forza esplosiva, manda Schmidt a schiantarsi di testa addosso grande alla parete digitale posta sotto al titantron! E LA SFONDA!!! Holy Shit! Mentre il pubblico resta a bocca aperta, Leon si gira, sospira, e inizia a scendere di nuovo lungo la rampa, dirigendosi verso il ring tra due ali di folla che inneggia il suo nome. Alle sue spalle intanto iniziano ad arrivare i soccorsi per il povero Mastino.

Immagine


Una volta arrivato ai piedi del ring, Leon raccoglie il tubo di ferro, balza sull’apron e scavalca la terza corda. All’interno ad aspettarlo c’è Sigfried Jaeger, un rivolo di sangue che scende dalla fronte, e la sedia stretta nella mano destra. I due si guardano a lungo, mentre il pubblico è scatenato. Black fa chiaramente segno al tedesco che ora sono rimasti solo loro due. Poi getta il tubo fuori dal ring. Jaeger lo fissa a lungo, guarda la sedia, poi un’ultima volta Leon. Infine getta la sedia a terra e con una spinta del piede la butta fuori dal ring, accettando lo scontro ad armi pari! I due si avvicinano, faccia a faccia, e si chiudono in un clinch. Prova di forza notevole di Jaeger che resiste per per qualche secondo alla forza bruta del suo avversario, poi viene chiuso in una Side Headlock. Sigfried cerca di liberarsi per qualche istante, poi inizia a spingere, spostando Black fino alle corde ed usandole per liberarsi, spingendo via il suo avversario. Black rimbalza dall’altro lato, poi evita un braccio teso con una capriola, salta in piedi, rimbalza di nuovo e si abbatte sul suo avversario con un braccio teso. Jaeger rotola lontano e Black si batte un pugno sul petto, poi prende la rincorsa e salta per un Big Splash su Jaeger, che si sta rialzando all’angolo. Il tedesco si sposta, ma il campione del mondo si ferma appena prima di impattare contro il paletto. Sigfried però coglie di sorpresa il suo avversario con un Enziguri, facendolo appoggiare all’angolo. Il tedesco prova subito a sollevare il gigante per metterlo sulla terza corda, ma questo si dimena, spingendolo via. I due si osservano di nuovo, concentrati, e si chiudono in un Clinch, che questa volta dura ancora di più, prima che Black prenda il vantaggio. Side Headlock, trasformato in una proiezione di Judo. Headlock a terra del campione, che poi sfrutta il suo peso per appoggiare le spalle del suo avversario a terra. 1… Jaeger si libera, ma Black lo riporta in posizione. 1… Il tedesco si libera di nuovo, ma Black fa un giro completo con il corpo, trascinando con sé il suo avversario. Il gigante aumenta la pressione, ma Jaeger fa ponte, impedendo alle spalle di andare a terra, e con una prodezza riesce a girarsi, coprendo Black. 1… Black si mette a sedere, tenendo Sigfried con sé. Poi inizia ad alzarsi sollevandolo. Jaeger prova a liberarsi con una serie di gomitate, ma viene scaraventato via, dal campione del mondo. Black poi corre in verso il suo avversario e tenta uno Standing Moonsault prima che si rialzi. Jaeger però rotola via, e la Unglorified Legend è obbligata ad atterrare in piedi. Ma non c’è tempo di apprezzare la prodezza del gigante, mentre il tedesco si rialza e si butta all’assalto del suo avversario con una serie di Deutche Uppercut, che lo spostano lentamente verso le corde. Sigfried si butta al lato opposto e poi connette una Clothesline sul suo avversario. No. Black riesce a ribaltare tutto, lanciando in aria il suo avversario, che riesce a malapena a tenersi alle corde ed atterrare sull’apron. Salvataggio incredibile per il corvo, che prova a rientrare subito sul ring, ma viene intercettato da una gomitata.

Immagine


Deadlift Superplex! Black rispolvera qualche vecchio classico dal suo repertorio, connettendo una manovra impressionante, poi si mette a sedere e chiude Sigfried in una Headlock. La presa è ben stretta, e Vincent Good si avvicina per chiedere a Jaeger se vuole arrendersi, ma quest’ultimo gli risponde di no e cerca di liberarsi di forza. Non riuscendoci afferra le braccia del suo avversario e prova a torcerle, ma non ci riesce. Dopo l’ennesimo tentativo allora inizia a battere il piede per terra, ritmicamente, come per darsi la carica. E il pubblico inizia a seguirlo, battendo le mani. Lentamente Jaeger inizia a rialzarsi, portando con se il suo avversario. Un ginocchio a terra, due, un piede a terra, due. Sigfried è in piedi, e colpisce il suo avversario con una gomitata allo stomaco, poi un'altra, poi un'altra, ed un'altra ancora. Black molla la presa e il suo avversario lo spinge alle corde. Blitzkrieg! No. Black sguscia sotto la gomitata. Corre ancora alle corde, salta sulla seconda. Sky Hook! NO! Jaeger lo ha afferrato al volo e tramuta tutto in un German Suplex con schienamento a ponte. 1… 2… Black si libera, cercando di rimettersi subito in piedi. Calcio alla tempia di Sigfried, che blocca il tentativo del campione. Jaeger si butta alle corde e connette una Projectile Hurricanrana. Redemption a segno! Direttamente dal libro di Travis Miller. Schienamento per lo sfidante. 1… 2… Black alza la spalla. Jaeger chiede spiegazioni a Vincent Good, che fa segno che è solo un due, al che lo sfidante annuisce e rialza il suo avversario, solo per essere preda di un Back Body Drop. Sigfried si rialza subito, ma viene sollevato dal suo avversario, che se lo carica sulle spalle. Forward Fireman’s Carry Slam. Insanity Injection! Altra manovra vintage da parte del campione, che per buona misura si butta alle corde e connette con un Lionsault!

Immagine


Altra manovra che ha recentemente rimosso dalle manovre tipiche. Il gigante schiena. 1… 2… Jaeger alza una spalla all’ultimo istante, salvandosi. Black annuisce, mentre l’arbitro gli fa segno che era un conto di due. Black si rimette in piedi, facendo segno al suo avversario di rialzarsi a sua volta. Lentamente anche Sigfried recupera la posizione eretta, e il gigante lo accoglie con una serie di spallate in corsa. Una spallata, due spallate, tre spallate. Il tedesco è costretto a cercare rifugio fuori dal ring. Jaeger si massaggia la spalla, colpita più volte dai colpi dell’avversario. Nel frattempo sul ring Black indica il suo avversario e si butta alle corde e corre per il RunAway Dive. E Jaeger si sposta. Ma Black è rimbalzato ancora sulle corde, e dal ring guarda il suo avversario. Attimi di silenzio, con i due che si osservano, quando finalmente Jaeger ritorna sul ring. Ancora una volta i due si guardano, pronti per un clinch, ma iniziano a girare in tondo, non abbassando mai la guardia. Lentamente il giro si fa più veloce, finché il tedesco scatta, cercando di afferrare la gamba del suo avversario Black però lo ferma con delle gomitate e lo afferra per un Suplex. Tentativo di sollevamento di Black, ma Jaeger lo blocca mettendo una gamba in mezzo a quelle dell’avversario. È Jaeger a tentare il sollevamento, questa volta, ma Black è troppo pesante. Pugno del campione. Pugno del campione. Pugno del campione. E Jaeger improvvisamente proietta il suo avversario con un Suplex. Black prova a rialzarsi subito, ma viene spinto alle corde.

Immagine


Allahu Akbomb! Schienamento! 1… 2… NO! Black alza la spalla. Jaeger si gratta la barba, deluso, poi non si perde d’animo e, rialzatosi, si butta alle corde per poi connettere un Running Knee Drop. Atterraggio perfetto e Jaeger schiena di nuovo. 1… 2… No. Ancora una volta il campione si mantiene tale alzando la spalla all’ultimo istante. Sigfried annuisce e si rialza, andando verso il paletto. Forse vuole provare qualche tipo di manovra aerea. Ma non lo scopriremo mai, visto che Black è già in piedi e lo afferra da dietro. Deadlift German Suplex in arrivo! NO! La proiezione è perfetta, ma Jaeger riesce ad atterrare in piedi, e corre verso l’altro paletto. Black si rialza. KNIFE PARTY! Jaeger assume una espressione disgustata, ma va comunque a schienare. 1… 2… NO! Ancora una volta Black si salva all’ultimo, e Jaeger non la prende bene e rialza il suo avversario lanciandolo alle corde. Ma Black reversa tutto e lancia lui alle corde. Allahu Akbomb. Impatto devastante per Sigfried, che si rialza tenendosi la schiena. Black lo afferra.

Immagine


Mark of the Animal! Schienamento. 1… 2… 3! NO! Jaeger alza la spalla all’ultimo istante. Black annuisce, poi si avvicina alle corde per usarle per rialzarsi. Quando è in piedi fa segno anche al suo avversario di rialzarsi, ed il tedesco, lentamente, si rialza. Black si avvicina e cerca di afferrarlo per la Mark of the Veteran, ma il Best from the West lo colpisce con svariate gomitate al volto, allontanandolo. Black accusa la cosa, poi cerca di afferrarlo di nuovo, ma Jaeger è lesto a colpirlo con un pugno. Black barcolla all’indietro, rimbalza alle corde e poi colpisce il suo avversario con un pugno a sua volta. I due si squadrano per un istante. Pugno di Sigfried. Pugno di Black. Pugno di Sigfried. 291114 di Black! Leon Black chiude rapidamente lo sfidante nella migliore manovra di sottomissione di Michael Edwards. Il tedesco lancia un urlo soffocato e ancora una volta Vincent Good gli chiede se vuole arrendersi. Imprecazioni in tedesco di risposta, e Sigfried con una magia riesce a girarsi, liberandosi. Jaeger scatta in piedi, seguito da Black. Blitzkrieg! No, Black evita la gomitata.

Immagine


Mark of Light! Schienamento a ponte. 1… 2… 3! NO! Sigfried si libera all’ultimo, evitando la sconfitta. Black annuisce, poi prova a rialzare il suo avversario, ma questi lo spinge via.

Immagine


Blitzkrieg! SCHIENAMENTO! 1… 2… 3! NO! Black alza la spalla! Il Best From the West si mette a sedere, con le mani nei capelli. Altro tentativo di schienamento. 1… 2… NO! Black alza ancora la spalla. Schienamento. 1… 2… NO! Pin. 1… 2… NO! Jaeger sbatte i pugni a terra, disperato, poi si rialza e rialza il suo avversario. Elbow Smash. Sigfried indietreggia. Pugno. Black indietreggia. European Uppercut di Black. YES! Deutche Uppercut di Sigfried. YES! European Uppercut di Black. YES! Deutche Uppercut di Sigfried. YES! European Uppercut di Black. YES! Deutche Uppercut di Sigfried. YES! European Uppercut di Black. YES! Deutche Uppercut di Sigfried. YES! European Uppercut di Black. YES! Deutche Uppercut di Sigfried. YES! Pugno di Black. YES! Pugno di Sigfried. YES! Pugno di Black. YES! Pugno di Sigfried. YES! Pugno di Black. YES! Pugno di Sigfried. YES! Pugno di Black. YES! Pugno di Sigfried. YES! Pugno di Black. YES! Pugno di Sigfried. YES! I due iniziano a riempirsi di pugni sempre più rapidamente, con il pubblico in visibilio. Lentamente il ritmo dei pugni rallenta sempre di più, finché i due si colpiscono lentamente. Pugno di Black. Pugno di Sigfried. Forearm Smash di Black. Forearm Smash di Sigfried. Forearm Smash di Black. Forearm Smash di Sigfried. Forearm Smash di Black. Forearm Smash di Sigfried. Forearm Smash di Black. Forearm Smash di Sigfried. I colpi diventano sempre più veloci di nuovo, e il pubblico si carica sempre di più. I due oramai sono appoggiati uno contro l’altro, e stanno solo colpendo, sostenendosi a vicenda. Ancora una volta il ritmo rallenta sempre più, finché i due rimangono fermi a centro ring, distrutti. E Black colpisce con una gomitata Sigfried. E Sigfried colpisce con una gomitata Black. Gomitata di Black. Gomitata di Sigfried. Gomitata di Black. Gomitata di Sigfried. Gomitata di Black. Gomitata di Sigfried. Il ritmo si velocizza sempre di più e riprendono i colpi forsennati. Entrambi danno tutto quello che hanno, finché non si staccano, barcollando. Headbutt di Black. Sigfried si tiene il naso, poi risponde con un Headbutt. Headbutt di Black. Headbutt di Sigfried. Headbutt di Black. Headbutt di Sigfried. E i colpi si fanno sempre più veloci e violenti, concludendosi coi due appoggiati fronte contro fronte, sanguinanti. Ed improvvisamente Black afferra Jaeger per il collo. Requiem! No! Jaeger atterra alle sue spalle. Black si gira e Jaeger lo solleva sulle spalle. Divine Revenge!

Immagine


Jaeger stende Leon Black, e va per lo schienamento. 1… 2… NO! Black alza la spalla! Sigfried non ci crede, ma è troppo stanco per protestare con Vincent Good. Il tedesco prova a rialzarsi, ma barcolla leggermente, e Black, dietro di lui, inizia a rialzarsi a sua volta. I due si rimettono in piedi, appoggiandosi ai relativi angoli. Il pubblico è indiavolato, e parecchi cori per il Best from the West si sentono dall’arena. Il gigante indica il pubblico, facendo un sorriso storto mentre il sangue gli cola da un piccolo taglio in fronte. Jaeger dall’altra parte scuote la testa, poi fa a sua volta un mezzo sorriso e si butta verso Black. Altro clinch a centro ring, questa volta lunghissimo. Entrambi i contendenti stanno usando tutta la loro forza per sopraffare l’altro. E dopo quasi un minuto, i due si staccano, in parità. I due iniziano a girare in tondo intorno al centro del ring, sotto i cori del pubblico. Clinch di nuovo, no, Sigfried sguscia alle spalle della Unglorified Legend, cercando di sollevarlo. Serie di gomitate del campione, che poi si gira e solleva il suo avversario per un Suplex. Il tedesco si dimena e riesce a rimanere a terra, per poi cercare di connettere con una gomitata. Exploder Suplex di Black, che manda lontano il suo avversario, poi il gigante alza il pugno, tenendo sollevato indice, anulare e medio. Sigfried è in ginocchio.

Immagine


El Mago Reluciente! Ma Black non ha finito. Infatti si arrampica sul paletto ed alza nuovamente il pugno con le tre dita alzate.

Immagine


3-Stars Press! Tributo completo a Sagramore II e schienamento. 1… 2… 3! 3! 3! 3! Leon Black è ancora campione del mondo. NO! L’arbitro indica la gamba di Sigfried Jaeger, appoggiata sulla corda. È solo conto di due. Black non può crederci, e nemmeno il pubblico. Il gigante lentamente allora si rialza e rialza Jaeger, portandolo verso l’angolo. Lo fa sedere sopra, poi gli si arrampica alle spalle e lo afferra, pronto per un Super Back Suplex verso l’esterno del ring. Ma Jaeger reagisce con una serie di gomitate e riesce a liberarsi, girandosi ed afferrando il suo rivale. Il Best from the West sembra volere andare per un Superplex a sua volta, ma poi scuote la testa ed assume un’altra espressione disgustata, poi annuisce e solleva il suo avversario IN POSIZIONE DI PILEDRIVER! GOTTERDAMMERUNG PRONTA! Il tedesco con uno sforzo enorme ha portato Black nella posizione giusta… e salta. GOTTERDAMMERUNG A SEGNO! L’IMPATTO È DEVASTANTE, E IL CAMPIONE DEL MONDO È A TERRA, SENZA SENSI. Ma Jaeger non schiena, ed anzi si dirige nuovamente verso il paletto, si arrampica e…

Immagine


KAMIKAZE SPLASH! Jaeger schiena. 1… 2… 3! NO! Black alza la spalla all’ultimo momento. Sigfried salta in piedi, senza parole e tenendosi le mani nei capelli, mentre anche Vincent Good sembra stupito. Tutto il TWC Universe è ammutolito, e nel silenzio assoluto si sente una sola cosa. Black ha iniziato a ridere, e si è messo a sedere. Jaeger prova a caricarlo, ma The Knight lo afferra al collo e si rialza. Requiem connessa. Jaeger subisce una Jumping Chokeslam, mentre Black continua a ridere all’impazzata, mentre lentamente i cori del pubblico riprendono, perfettamente divisi in due. Black, sempre ridendo, si arrampica sul paletto, schiena al ring e poi salta.

Immagine


PHOENIX SPLASH! Connesso! Schienamento. 1… 2… 3! NO! Jaeger alza la spalla! Black continua a ridere all’impazzata, mentre Sigfried cerca di guadagnare spazio rotolando lontano. Ma il gigante non lascia tempo al suo avversario e lo rialza, per poi lanciarlo alle corde. Tentativo di Back Body Drop, ma Jaeger atterra in piedi e riprende a correre verso alle corde, seguito a ruota da Black, che lo travolge con una Clothesline, mandandolo sull’apron. Il gigante indietreggia, ridendo, ma viene investito da uno Springboard Elbow Drop da parte del suo avversario, che lo manda in ginocchio. Sigfried si butta alle corde.

Immagine


Blitzkrieg di Leon Black! Sigfried crolla a terra, ed il gigante gli cade sopra. 1… 2… 3! Spalla alzata! Black ride, rialzando Sigfried, che gli sguscia dietro.

Immagine


Mark of the Veteran di Sigfried Jaeger. Pin. 1… 2… 3! NO! Black alza la spalla. Jaeger striscia fino all’angolo osservando Black che si sta rialzando, ancora ridente. Si mette le mani nei capelli, poi si rialza anche lui. Il tedesco si avvicina al gigante, colpendolo con un pugno. Black ridacchia e risponde con una gomitata. Jaeger indietreggia, poi si butta alla disperata sul suo rivale, usando le sue ultime energie. Black indietreggia alle corde, poi carica con un Lariat, ma Sigfried lo blocca, girandogli il braccio dietro la schiena.

Immagine


Gegen Monstrum! Schienamento. 1… 2… 3! NO! Black mette un piede sulle corde, interrompendo lo schienamento. Sigfried Jaeger batte coi pugni per terra, incredulo, poi si rialza, tenendosi le mani nei capelli. Black sta iniziando a rialzarsi, lentamente. Jaeger lo osserva, poi gli si avvicina, ma viene investito da una improvvisa Clothesline. Black ride, poi sputa un grumo di sangue e si butta alle corde. Discus Clothesline! Il gigante crolla in ginocchio dopo il colpo, sempre ridendo e sputando sangue, lentamente si rialza, buttandosi ancora alle corde. Rimbalzo. Jumping Clothesline. Connessa! Tre quarti del G.O.L.I.A.T.H. Protocol sono stati eseguiti, ma sia Black che Sigfried rimangono a terra, immobili. Black, strisciando arriva fino al paletto ed inizia ad arrampicarcisi sopra. Finalmente si siede sopra il paletto, chiedendo a Sigfried di avvicinarsi. E il tedesco si avvicina, colpendolo con un Forearm Smash. Black sputa sangue giù dal ring, poi riprende a ridere, mentre Jaeger inizia ad arrampicarsi a sua volta. I due ora si guardano negli occhi. Pugno di Sigfried. Testata di Black. Pugno di Sigfried. Testata di Black. Pugno di Sigfried. Testata di Black. Testata di Black. Testata di Black. Black lancia una risata ancora più forte. Testata di Black. Sigfried cade giù, in piedi, e Black si tuffa.

Immagine


BLITZKRIEG AL VOLO! BLACK ROTOLA LONTANO PRIVO DI SENSI! MA LA SPALLA DI SIGFRIED SI PIEGA IN MANIERA INNATURALE, STRAPPANDOGLI UN URLO DI DOLORE! Entrambi sono a terra, Leon Black completamente immobile, che non ride più, Sigfried Jaeger che rotola per terra, tenendosi la spalla. Possiamo osservare un replay, che ci mostra come la spalla di Sigfried per la manovra si sia chiaramente disarticolata, ed ora il tedesco si sta tenendo la spalla. Passano i secondi e nessuno dei due si muove. E poi, lentamente, Sigfried inizia a strisciare verso Black, trascinandosi con il braccio sinistro. Metro dopo metro, colmando in quelle che sembrano ore la distanza. Il tedesco appoggia il braccio sano sul petto del suo avversario. 1… 2… 3! 3! 3! NO! BLACK ALZA LA SPALLA! MA L’ARBITRO FA SEGNO CHE È TRE! SIGFRIED JAEGER HA SCONFITTO LEON BLACK ED È IL NUOVO TWC WORLD HEAVYWEIGHT CHAMPION!

Spoiler:
The Winner of this match: Sigfrieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeed Jaaaaaaaaaaaaaaaeeeeeeeeeeeeeeeeegeeeeeeeeer!


Ci viene fatto vedere il replay del momento dello schienamento, e Leon Black alza chiaramente la spalla. Lentamente viene mostrata un’altra inquadratura, che comprende l’arbitro. Da questa ripresa vediamo che Black ha alzato la spalla circa un decimo di secondo dopo al conteggio di tre. Sì. Sigfried Jaeger ha vinto il titolo del mondo. Jessica Rose consegna il titolo a Vincent Good, che a sua volta lo consegna al tedesco, che lo afferra e se lo stringe al petto, strisciando verso l’angolo. Il Best from the West guarda il titolo ed annuisce, le lacrime agli occhi, mentre, lentamente, anche Black si sta riprendendo. Il gigante ha gli occhi vitrei, e sta seduto, immobile. Vincent Good gli si avvicina e gli parla e il gigante annuisce. Black cerca di rialzarsi, ma crolla di nuovo a terra, quindi Vincent Good gli offre la mano, e con l’aiuto dell’arbitro e quello delle corde, l’oramai ex campione del mondo si rialza. Il pubblico, in visibilio per quanto accaduto, rimane in silenzio improvvisamente, mentre Black si dirige, barcollando, verso il suo avversario, ancora seduto nell’angolo. Arrivato lì si inginocchia vicino al nuovo campione del mondo. Scambio di sguardi fra i due, poi Black gira un braccio intorno a Jaeger e si tira su, sempre aiutato da Vincent Good. Rialzato Sigfried, Leon si allontana ed i due si guardano di nuovo, a qualche passo di distanza. Poi, lentamente, Sigfried Jaeger annuisce. E, di risposta, Leon Black annuisce. Poi l’ex campione mondiale si dirige verso le corde, dove, raggiunto da Simon DeJano, viene aiutato a scendere dal ring e accompagnato nel Backstage. E War of Change si chiude sulle immagini di Sigfried Jaeger con gli occhi lucidi e il titolo sulla spalla, bagnato dai cori del pubblico, sia in suo favore che in favore dello sconfitto, mentre i coriandoli e i fuochi d’artificio iniziano a partire, per festeggiare il nuovo regno e la nascita della Age of Heroes. Noi vi salutiamo. Buona notte, e buone botte!

Il Capitano, CM-Cena, Elban Rattlesnake, Dims,
KTW, NotOnlyWWE, Il ragazzo woo woo, Stevester, straight edge savior, hbkbestfan, Liontamer, The Hawk, woo woo woo man, Christian, Phil is Wrestling


Ultima modifica di Il capitano il 04/06/2016, 10:19, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 16 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it