Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 154 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 6, 7, 8, 9, 10, 11  Prossimo
  Stampa pagina

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 06/05/2016, 21:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Bentornati a questa puntata di Friday Night Indoor War! la telecamera ci porta subito al centro del ring, per prepararsi al prossimo match in programma.

The Following contest is for the TWC Tag Team Championship!




Introducing first, the challengers, they are Max and Maximilian Powell!


Immagine Immagine


La musica dei fratelli Powell risuona nell'arena, e questi si presentano pochi secondi dopo sullo stage. Max si incammina rapidamente verso il ring con aria aggressiva, mentre Maximilian percorre la rampa con aria più tranquilla, quasi divertita. I due arrivano sul quadrato ed attendono l'arrivo dei campioni.



And their opponents. At a combined weight of 185 Kg. They are the TWC Tag Team Champions. Shawn Gates, Travis Miller, NO MORE HEROES!


Immagine Immagine

Your Heroes are Dead risuona nell'arena! I No More Heroes si presentano sullo stage e salutano il pubblico mostrando i propri titoli. Dopo diversi secondi i due percorrono la rampa ed arrivano in zona ring. Gates salta sull'apron mentre Miller si sposta verso i gradoni ed appoggia il piede destro sul primo gradino, per poi salire sul ring. I due consegnano le cinture all'arbitro e si preparano per il match.

Tag Team Match for the TWC Tag Team Championship
Max&Maximilian Powell VS No More Heroes


La campanella suona ed i due team rimangono ai propri angoli per decidere chi inizierà la contesa. Gates e Maximilian escono dal ring lasciando spazio a Travis Miller e Max Powell, che si aggirano per il ring studiandosi. Travis si ferma ed allunga il braccio chiamando una prova di forza, dopo qualche secondo Max afferra la mano del rivale, ma successivamente lo sorprende con una ginocchiata allo stomaco. Miller accusa il colpo mentre Max rimbalza alle corde, ma questi viene gettato a terra da una shoulder block dello scozzese. Miller osserva l'avversario divertito per poi correre alle corde a sua volta, e questa volta è Max ad atterrare il rivale con uno shoulder block, per poi correre alle corde e tentare una clothesline...evitata da Travis che poi raggiunge il rivale alle corde colpendolo con un violento forearm e bloccando la sua corsa! Max avanza stordito e viene atterrato dal Child of Ice con una Falcon Arrow!

Immagine


Travis si rialza senza troppa fatica e spinge con il piede Max verso il suo angolo, per poi spostarsi dalla parte opposta del ring e dare il cambio a Gates. Shawn e Maximilian entrano nel ring e si squadrano per qualche secondo...tentativo di clothesline improvvisa da parte di Powell... schivata dal Ribelle, che scatta alle spalle del rivale ed appena voltatosi lo accoglie con una serie di Chop portandolo al paletto. Maximilian rimane stordito mentre Shawn sale sulla seconda corda e comincia ad attaccarlo con una serie di pugni diretti al volto...1...2...3...4...5...6...No! Powell lo afferra per le gambe e lo prepara alla Powerbomb! il wrestler di Warner Robins avanza di qualche passo...ma la presa viene ribaltata da Gates in una Hurricanrana! Il Texano si rialza ed aspetta il rivale stordito per poi connettere con la Texas Piledriver!


Maximilian rimane a terra mentre Gates osserva divertito il pubblico per qualche secondo per poi andare verso il turnbuckle più vicino e scalarlo. La San Antonio Icon prende le misure e si prepara al salto, ma nota Max Powell che interviene dall'apron tentando di farlo cadere...Shawn riesce a neutralizzare il rivale colpendolo con un calcio e facendolo cadere fuori dal quadrato, e successivamente si volta verso il fratello a centro ring che si sta rialzando...ma poco prima che il texano spicchi il volo Powell afferra l'arbitro e lo spinge contro le corde facendo perdere l'equilibrio a Gates! Il Rebel cade malamente sul ring per poi rialzarsi stordito, mentre Maximilian si accorge dell'arbitro fuori gioco ed attende il rivale al varco per poi connettere un violento Low Blow! Gates cade a terra dolorante, mentre Miller vedendo questo entra nel ring e si fionda sul rivale colpendolo con una serie di pugni e portandolo al turnbuckle. Maximilian continua a subire i colpi di Travis, ma dietro a questi compare Max Powell armato di sedia! il georgiano prepara il colpo e fa per lanciarsi alla carica...


NO! Gus Anderson compare alle sue spalle e gli ruba di mano la sedia per poi colpirlo allo stomaco! Anderson la getta a terra di fronte al rivale per poi scansarsi e lasciare spazio a "The Brain" Gary Smith, che da fuori ring sale in cima alle corde e si prepara a lanciarsi...Flying DDT sulla sedia!

Immagine


Max è fuori gioco e viene spinto fuori ring da Smith e Anderson, che successivamente si dileguano tra la folla. Miller nel frattempo afferra il rivale e si volta dando le spalle al turnbuckle... Regret a segno! Maximilian rotola al centro del ring mentre Miller esce lasciando spazio al suo compagno di tag ancora leggermente dolorante. Il texano da il cambio al compagno e si prepara al paletto preparando il colpo. Miller entra sul ring e scatta alle spalle di Maximilian per poi chiuderlo in una Full Nelson... Gates manda a segno il Gatykick... Gates of Ice!

Immagine


L'arbitro torna nel ring e Travis si appresta a chiudere l'incontro....1.....2....3! I No More Heroes difendono i titoli!

Spoiler:
The winners of this Match: Travis Miller and Shawn Gates, NO MORE HEROES!


I Campioni di coppia si fanno passare i loro titoli e non perdono tempo per festeggiare, mentre Maximilian Powell raggiunge suo fratello fuori dal ring. Travis sale sulla seconda corda mostrando al pubblico il titolo, mentre Gates scende dal ring e va a festeggiare con i fans in prima fila.

TITANTRON ha scritto:
??: Congratulazioni!! Bravi!!


... la festa dei No More Heroes viene bruscamente interrotta quando una voce irrompe improvvisamente all'interno dell'arena; Shawn Gates si guarda attorno, poi lancia un'occhiata verso Travis Miller, che, attonito, scuote la testa con lo sguardo è fisso sullo schermo...

TITANTRON ha scritto:
ImmagineImmagine

... collegati via satellite, ecco comparire "The German Superman" Fred e "The Unstoppable Machine" Sean Morgan, il Dawn of the Empire! Sul volto del tedesco, che indossa un paio di jeans malmessi e una t-shirt azzurra con scritto sopra "King Reigns Supreme", c'è un sorriso arcigno, soddisfatto, mentre lo sguardo del lottatore di Kansas City, che indossa uno spartano giubbotto color grigio, è freddo, lucido, impassibile, a tratti avvelenato; entrambi, l'uno affianco all'altro, sono seduti su due seggiole rustiche, pieghevoli, di colore grigio. Il pubblico rumoreggia, moltissimi ora sono i fischi, mentre Travis Miller continua a scuotere la testa, al suo fianco c'è Shawn Gates, che pochi istanti fa stava festeggiando l'ennesimo successo dei No More Heroes, rientra sul ring rapidamente, ora il suo sorriso si è d'un tratto tramutato in un'espressione seria.

TITANTRON ha scritto:
FF: Complimenti, ancora una volta avete dimostrato cosa significhi essere campioni in questa fottuta federazione, sconfiggendo due insormontabili avversari, il banchiere più sfigato del mondo e un pazzoide affetto da disturbo schizoide della personalità, bravi!


Fred mostra un sorriso beffardo, mentre i No More Heroes, tenendo entrambi le cinture con la mano destra, lo ascoltano, fermi, seriosi.

TITANTRON ha scritto:
FF: Avremmo voluto raggiungervi, scambiare quattro chiacchiere nello stile che piace a noi, faccia a faccia, purtroppo, lo sapete, Virgil Brown, Jr., la persona che tanto stimate e che avete il fegato di chiamare capo, per qualche motivo a noi poco chiaro ci ha cacciato da quello che crede essere il suo show, impedendoci di esibirci all'interno del ring, il nostro ring; perciò, cari No More Heroes, è inutile che ve la prendiate con noi, è inutile che cominciate ad etichettarci con aggettivi che non ci appartengono, piuttosto, fra una leccatina e un'altra al suo fondoschiena, prendetevela col responsabile di tutto ciò, prendetevela con il vostro general manager... ah, quasi dimenticavo: Jimmy? Kawalsky? Avanti, diteci come stanno? Tutto bene? Anche noi siamo sinceramente preoccupati delle loro condizioni; riferite ai due poveri malati anche gli auguri di pronta guarigione da parte nostra, mi raccomando...


Il tedesco scoppia ora in una tenue risata, sul volto di Sean Morgan ad un tratto compare quello che sembrerebbe essere un sorriso; sul quadrato Travis Miller respira profondamente, mentre rivolge sguardi carichi d'odio verso lo schermo, mentre al suo fianco Shawn Gates digrigna i denti, serrati ora ben strettamente entrambi i pugni.

TITANTRON ha scritto:
SM: Oh, guarda Fred come i campioni hanno immediatamente cambiato umore. In queste settimane, pur non apparendo ad IW in segmenti parlati, io ed il mio compare abbiamo mandato un segnale a questa federazione, un segnale alla categoria tag team ed un segnale ai No More Heroes. I Dawn of The Empire sono gli esseri più spietati e spregevoli che questa federazione abbia mai visto e i risultati si vedono forti ed evidenti sui volti dei vostri campioni. Guardateli!


"The German Superman" ora si fa serio, tenendo entrambe le mani sopra le ginocchia, mentre lungo le braccia vediamo pulsare due lunghe vene.

TITANTRON ha scritto:
FF: La scorsa volta, a Indoor War, avete avuto la faccia tosta di piazzarci in un match senza nemmeno informarci: infatti, il vostro capo ha sancito che a War of Change voi due affronterete i Dawn of the Empire... ammetto che la cosa è molto allettante, davvero; del resto questo è quello in cui siamo esperti, picchiare, rompere qualche ossa, sradicare denti, creare danni, danni permanenti, in particolare siamo affezionati a voi due, che più e più volte abbiamo avuto occasione di annichilire, distruggere, umiliare... però, col massimo rispetto, decliniamo l'offerta...


Fischi, tantissimi fischi da parte del pubblico, mentre sul ring Travis Miller lancia degli insulti agli avversari, al suo fianco invece Shawn Gates è immobile, lo sguardo è fisso sui suoi due nemici: "The German Superman", serrate le labbra, annuisce, Sean Morgan si mostra impassibile.

TITANTRON ha scritto:
FF: C'è chi lotta per la vita, chi per il riscatto, l'onore, altri ancora per denaro, noi, invece, siamo mercenari, uomini d'azione prezzolati: combattiamo, sudiamo, soffriamo, sputiamo sangue solo e solamente per la gloria, per il riconoscimento, per qualcosa di tangibile, vero, materiale, che attesti a noi e soprattutto al mondo intero che siamo i migliori, insuperabili, coraggiosi, spietati, eroici... In questi ultimi mesi abbiamo dimenticato ciò per cui siamo qui e anziché fissarci sui nostri obiettivi, abbiamo preferito divertirci un po', e vendicare chi doveva essere vendicato e punire chi doveva essere punito, essendosi macchiato di tradimento; è stato bello, stimolante, a tratti persino istruttivo, ma adesso, adesso, dopo aver fatto tanto per gli altri, è arrivato il momento di pensare un po' a noi, alle nostre prerogative, ai nostri bisogni. Noi non combattiamo gratis, mai, voi, feriti nell'orgoglio, forse cercate vendetta o chissà quale altro vano tesoro, noi no; il prossimo 3 giugno, a Seattle, saliremo sul ring con voi a patto che in palio ci sia qualcosa che piaccia anche a noi, a patto che voi difendiate le cinture di campioni del mondo di coppia della TWC!


I No More Heroes spalancano gli occhi, mentre è Sean Morgan ora a prendere la parola.

TITATRON ha scritto:
SM: Come ho detto prima, siamo gli esseri più spregevoli che abbiano mai calcato quel ring. Tutto ciò che abbiamo fatto è stato fatto per un motivo soltanto: i TWC Tag Team Titles. Sapevamo che bisognava colpirvi nel privato , che dovevamo colpirvi nel profondo attaccando le persone più vicine a voi per farvi arrivare a questa situazione in cui vi ritrovate oggi. Guardatevi, siete due uomini che non aspettano altro che metterci le mani addosso, ed è ciò che vogliamo noi! Perché sappiamo che in uno scontro ad armi pari, noi siamo più forti e più cattivi di voi e sappiamo anche che se ci imponiamo un obiettivo, niente e nessuno è in grado di impedire il raggiungimento di esso. Abbiamo già vinto, cari No More Heroes..


Il Titantron chiude il collegamento mentre i No More Heroes si osservano per qualche secondo. Travis poi si avvicina alle corde e chiede al timekeeper due microfoni, passandone uno a Gates una volta ottenuti. I due discutono per qualche secondo e successivamente Miller si prepara a prendere la parola.

TM: State seriamente tirando la corda a questo punto. Siete già andati oltre il limite ricattandoci per un match, ora volete pure scavalcare tutti gli altri team di questa federazione per una shot ai nostri titoli? Beh, sappiate che per strappare queste cinture non vi basteranno i metodi insulsi che avete usato fin ora. Se volete proprio costringerci ad un match, allora ci assicureremo di ricavare anche noi il più possibile dal pestaggio che vi rifileremo.

SG: Esatto. Volete un match per il titolo? Ce l'avete, ma si gioca con le nostre regole. No More Heroes contro Dawn of Empire. War of Change. Steel Cage match. Se uscite vivi da quella gabbia, tenetevi pure i titoli.

Shawn e Travis buttano i microfoni a terra, dal titantron i DotE sorridono, e sulla decisione di questo intrigante incontro, andiamo in pubblicità.

Up Next: Brunild Wagner


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 21:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
E dopo i consigli per gli acquisti siamo di nuovo in diretta con Friday Night Indoor War, live dalla Van Andel Arena di Grand Rapids, la seconda città più grande dello stato del Michigan.

Immagine


Ed ecco che le luci si abbassano e diventano intermittenti, mentre per qualche istante sul titantron compare un corvo solitario in mezzo alla neve e al freddo dell’inverno. E’ il momento di una delle beniamine del pubblico, la Valkyria della TWC, Brunild Wagner.

Immagine


Subito dopo ecco comparire il logo della Bruderschaft Der Krahe Incorporated, mentre una nebbia grigiastra si diffonde sullo stage.



Dopo alcuni secondi, mentre The Mission dei Puscifer risuona nell’aria, ecco emergere dalla nebbia lo Smiling Crow, accolta con calore dai fan TWC del Michigan.

Immagine


L’Armbreaker, in tuta, felpa col cappuccio alzato, cuffie abbassate sul collo e WFSS Woman World Championship appoggiato sulla spalla, si ferma qualche secondo sullo stage, guardandosi intorno distrattamente. Dopo di che eccola calare lungo la rampa, dirigendosi con sicurezza verso il ring.

JR: Ladies and gentlemen. Please welcome Brunild, The Armbreaker... Wagneeeeer!!!!!

Una volta arrivata ai piedi del ring, la tedesca si gira e va a salire i gradoni d’acciaio. Eccola passare poi tra la seconda e la terza corda, irrompendo nel quadrato. Qui, la Valkyria della TWC si ferma a centro ring, poi si abbassa il cappuccio della felpa e alza al cielo il suo titolo mondiale col braccio destro, mentre con la mano sinistra fa la taunt della Bruderschaft Der Krahe Incorporated, ricevendo l’applauso di buona parte dei fan.

Immagine


Infine l’International Sensation si rimette il titolo in spalla e tornata fredda come il ghiaccio, si fa dare un microfono e una volta sfumata The Mission, inizia a parlare.

BND: Dopo un anno e tre mesi di militanza in TWC, credo che ormai voi tutti mi conosciate più che bene. Io sono una donna d’azione, che tende a parlare poco e a prediligere i fatti piuttosto. Questa è sempre stata una delle prerogative della mia vita, fin da quando ero solo una bambina e venni gettata precocemente su un tatami. Tuttavia, quando decido di parlare, le persone a cui mi rivolgo sono sempre costrette a prestare bene attenzione, perché dopo può veramente succedere di tutto.

Lo Smiling Crow stringe e mostra in camera il pugno destro facendo uno sguardo pericoloso. Poi continua.

BND: Un mese fa, come sapete, preoccupata per la piega che stava prendendo la situazione riguardante il neonato TWC Women’s Championship, ovvero sull’immobilismo andante, ho deciso di prendere l'iniziativa unilateralmente. Mi sono presentata direttamente nell’ufficio del General Manager di questa federazione, Junior, e l’affrontato come sempre faccio, chiedendogli a bruciapelo di rendere conto delle sue pessime scelte riguardanti quella che dovrebbe essere la cintura femminile più importante della federazione. Il vecchio e stanco GM, alla fine, ha svicolato parandosi dietro alle solite scuse e soprattutto si è rivelato molto, troppo titubante, riguardo il destino del neonato titolo femminile della TWC per l’imminente War of Change II.

La Valkyria sospira.

BND: Ebbene, dopo quello che è accaduto due settimane fa a Terre Haute, con Lucy Fisher, Elektra Kellis, Ayumi Haibara e la sottoscritta, tutte sul ring a fronteggiarci coi nostri titoli alzati, alla fine Junior è stato costretto a darsi una svegliata e a fare la sua scelta.

Ora invece annuisce.

BND: E che scelta è stata, infatti. Tra un mese, a War of Change II, di fronte a uno stadio gremito, quattro campionesse metteranno in palio i titoli di quattro federazioni diverse, affrontandosi nel primo Four Way Massacre Ladder Match femminile della storia della TWC. Quattro titoli per una sola vincitrice, che potrà essere considerata né più, né meno, come la regina del wrestling mondiale.

Il pubblico applaude. Brunild accenna un freddo sorriso, poi piega leggermente la testa e sospira ancora una volta.

BND: Ora, immagino penserete che la cosa possa un pò scocciarmi, visto che invece della sola Ayumi Haibara per il TWC Women’s Championship, come giustamente pretendevo e mi aspettavo, mi ritroverò invece a battagliare anche contro due vecchie e pericolose conoscenze quali Lucy ed Elektra. Oltretutto in un Ladder Match, stipulazione dalle notevoli insidie, visto che oltre a rischiare la propria incolumità, basta una minima distrazione o una fortuita perdita di tempo per ritrovarsi con un’altra persona in cima alla scala a staccare i titoli e festeggiare. Dovrei essere preoccupata? Ovvio. Dovrei essere spaventata?

La Valkyria scuote il capo con vigore.

BND: No. Niente di più sbagliato, e chi mi conosce lo sa. Io sono Brunild Wagner, la Valkyria di Ravensburg, detentrice del WFSS Woman World Championship e dello UFC Women’s Bantamweight Championship, e non ho paura di nessuno, né di cimentarmi in qualunque sfida. Io vivo per affrontare le sfide. E più queste sono difficili, più mi sento motivata a superarle. Da quando milito in TWC, ho combattuto contro alcune delle lottatrici più forti del panorama mondiale, e non solo, visto che mi sono misurata anche contro lottatori maschi del calibro di Travis Miller, Jack Keenan e Chris Drake. Inoltre, è bene ricordare come da quando è nata la Total Wrestling Corporation, nessuna donna sia mai riuscita a schienarmi e perciò a battermi su questo ring.

Mentre il pubblico rumoreggia, Brunild guarda dritto in camera.

BND: Perciò, se ci fosse bisogno di dirlo, questo match ha una sola favorita d’obbligo, ovvero la sottoscritta. Now, you kn...



La theme della Spartana risuona nell'arena e questa si presenta sullo stage, Ring attire coperto da una giacca di pelle sopra la quale troneggia la cintura da campionessa FWP sulla spalla

Immagine


Con sguardo serio si dirige velocemente verso il ring prendendo un microfono ed andando faccia a faccia con la Valkyria

ELK:Brunild... Sei una lottatrice incredibile e io lo so fin troppo bene. Detesto però quando tenti di incentrare tutto su di te perché questo non riguarda solo te. Questa divisione femminile è iniziata grazie a me a Lucy, e quella cintura...

Elektra con un dito va a battere sulla cintura WFSS di Brunild.

ELK:Te l'ho detto anche prima ed ora lo ribadisco di fronte a tutti loro: ancora non riesco a superare la perdita di quel titolo e farò di TUTTO per riaverlo indietro. Ricorda che su una scala la tua Valkyrie's Rage non avrà alcun effetto.

La Valkyria si scosta sbuffando.

BND: La tua sta diventando un ossessione, Elektra. E ciò non è affatto salutare. L'ultima volta che hai provato a riprenderti il WFSS Woman World Championship, ti ho cambiato i connotati. E sono pronta a farlo di nuovo, anywhere and anytime, Spartana.

Poi la Valkyria alza un dito.

BND: Tralasciando il tuo revisionismo spiccio sulla divisione femminile, vorrei farti notare che la mia finisher potrebbe anche risultare inefficace o addirittura inutile nel contesto di un Ladder Match, ma ti consiglio di tenere a mente che salire una scala e staccare quattro cinture con un braccio fuori uso non sia una vera e propria passeggiata di salute. Il mio comunque è solo un mero avvertimento. Attenta a quello che dici e a come ti comporti a War of Change, perché potresti essere tu la prima a ritrovarsi fuori gioco con un arto spezzato...

Le due si avvicinano, andando faccia a faccia.



La theme song di Lucy Fisher risuona nell'arena, accolta da un buon tifo da parte del pubblico.

Immagine


La TDPW Women's Champion compare sullo stage, titolo in spalla e tenuta da ring. La ragazza sorride al pubblico, poi si avvia verso il ring, lanciando una occhiata alle due europee. La rossa si ferma a dare il cinque a qualche membro del pubblico. Poi sale sull'apron e passa sotto la terza corda. Lucy fa un sorriso a Brunild e uno ad Elektra, poi si fa passare un microfono da Jessica Rose, con cui si scambia un freddo sorriso. Infine passa in mezzo alle due altre lottatrici, allontanandole.

LF: Il mio nome è Lucy Fisher, e questo ring è la mia casa.

La Fisher allontana il microfono dalla bocca un istante, annuendo.

LF: Salve ragazze. Non sono qui per interrompervi, davvero. So che è inutile. È solo che ho bisogno di liberarmi di un peso che porta da un po'. Sapete, in TWC ci sono arrivata in maniera un po' atipica. Ero campionessa WFSS. Quella cintura che ora porta Brunild, lì, in spalla, era mia. Ero qui non per il wrestling, ammetto. Questa federazione non aveva assolutamente piani per il wrestling femminile. C'era Brunild, certo, ed abbiamo fatto un bel match. Ma era qualcosa per divertimento. Nulla di serio. Poi è arrivata Elektra. Ed ho iniziato a lottare seriamente. Eppure non ho mai potuto dimostrare chi ero.

Lucy fa un paio di passi in avanti.

LF: Se andiamo a leggere il mio ruolino, possiamo vedere come abbia vinto un match, ne abbia pareggiato uno e persi due. Non sembra qualcosa di così disastroso, vero? Eppure io sono la veterana di questa federazione. Io sono la più duratura campionessa della TWC. Sono una otto volte campionessa mondiale. Ho vinto il titolo del mondo maschile di una federazione. Ho combattuto ovunque. America del nord, America del sud, Europa, Asia, Africa, Oceania. Ovunque. Io sono considerata una leggenda del wrestling da molti. Eppure, in TWC, per il match andremo ad affrontare, sono considerata l'underdog. Lucy Fisher è quella che ha meno possibilità di vincere. La quarta, la meno talentuosa.

La rossa respira profondamente per un istante.

LF: Ma la verità è che io sono la favorita di questo match. Io sono l'unica ad aver lottato contro tutte le mie avversarie. Ho lottato due volte contro Brunild, ho lottato due volte contro Elektra, ho lottato una volta contro Ayumi. Nessun'altra può dirlo. Solo io so di cosa sono capaci, quali saranno le loro strategie, quali saranno le loro manovre. Brunild Wagner può essere la più pericolosa lottatrice del mondo. La è, di sicuro, ma io ho dimostrato di poter lottare alla pari con lei. Elektra Kellis è la giovane di maggior talento e con il più grande cuore che io abbia mai visto. È quasi impossibile da tenere giù. Ma ho dimostrato di essere alla pari anche in quel campo. E Ayumi Haibara è la migliore lottatrice hardcore del mondo. Ma questo titolo, che porto sulla spalla, dimostra che anche io non sono da meno. Io sono il total package di questa federazione. E per questo vincerò quel match.



Immagine


Le luci diventano rosse, Ayumi Haibara appare sullo stage con il TWC World Women's Championship alla vita. La Killer allarga le braccia, poi alza la cintura e percorre la rampa tenendola in alto. Ayumi arriva a bordo ring ma non sale sul quadrato, bensì arriva nell'area del time keeper, si fa passare un microfono e infine sale su uno dei tavoli di commento.

AH: Mi dispiace, signore, ma pare vi stiate tutte dimenticando di un elemento nell'equazione. Quell'elemento è rappresentato dal mio nome: Ayumi Haibara. E niente preoccupazioni, so benissimo che non vi siete scordate della mia presenza nel match. Sapete bene che ci sarò anche io. Ma state sottovalutando quello che la mia presenza COMPORTA.

Ayumi indica Lucy con l'indice della mano libera dal microfono.

AH: Hai ragione, Lucy, dicendo che sono la miglior lottatrice hardcore del mondo. Ma dicendo così, mi sottovaluti. Errore, mia amica. Noi abbiamo già combattuto una volta, molto tempo fa, è vero. Ma ciò non gioca a tuo vantaggio, affatto. In effetti, sei al pari delle tue compagne sul ring. Ed è per questo che io non sono entrata sul quadrato.

Ora la Red Hunter indica Elektra e Brunild.

AH: Voi perdete fiato a parlare di chi ha iniziato la categoria femminile in TWC, di chi ha portato il wrestling femminile in questo posto. Non è importante. E non è importante perchè la campionessa TWC, fino a prova contraria, sono io. Ed è vero che non ho ancora avuto modo di dimostrare il mio potenziale, ma lasciate che vi dica una cosa. Ayumi Haibara non è solo la miglior lottatrice hardcore del mondo. Ayumi Haibara, sul ring, è una macchina senza sentimenti. E mentre voi tre sapete tutte le contromosse delle contromosse delle altre, nessuna di voi sa cosa significhi salire oggi sul ring con Ayumi Haibara.

L'asiatica si sistema la cintura sulla spalla.

AH: Io non combatto, io distruggo. In ogni posto dove sono stata, ho lasciato una traccia di morte e desolazione alle mie spalle. Perchè questo è quello che faccio. Io distruggo il presente e lo sostituisco con il MIO futuro. C'è un motivo se mi chiamano la Killer, e c'è un motivo se Samantha Hart non ha più il coraggio di mostrare la sua faccia e far correre la bocca quando ci sono delle vere lottatrici come noi sul ring. E non sarà un Armbar, ne un Suplex, ne una DDT a fermare Ayumi Haibara nel suo habitat naturale, con a disposizione tutti gli strumenti che vuole. Non si può evitare la morte. E potete aver ragione, voi tre avete creato la divisione femminile qui in TWC. Siete la Golden Age di questa categoria. Ma la Golden Age è finita a The End Is Near, lo scorso Dicembre, quando Ayumi Haibara è apparsa per la prima volta su un ring TWC. E che vi piaccia o meno, lo capirete quando osserverete dal basso la mia ombra in cima alla scala, segnando la vostra eclissi e il vero inizio del mio Impero.

A questo punto però Brunild Wagner sbotta, rivolgendosi direttamente alla TWC Women's Champion.

BND: Ma cosa diavolo stai dicendo, tu! Credi che presentandoti qui blaterando di morte, imperi del futuro e sciocchezze varie tu possa in qualche modo impressionarmi? Niente affatto!

Lo Smiling Crow guarda Haibara duramente.

BND: Nella mia carriera ho già avuto a che fare con gente della tua risma, Ayumi. Sei ritenuta la migliore wrestler hardcore al mondo? Beh, io ho lottato per oltre un anno in una federazione dove non esistono regole; una federazione dove puoi essere aggredito ovunque e da chiunque; una federazione dove non esistono punizioni, ma riconoscimenti se ti comporti in modo efferato; una federazione dove gli addetti alla sicurezza per "calmare gli animi", massacrano di botte i lottatori che reagiscono; una federazione dove se ti ferisci ti conviene andartene in ospedale a farti suturare, visto che l'alternativa è Necro Butcher che ti sistema con una spillatrice.

Brunild alza due dita.

BND: Una federazione dove puoi arrivare a dominare solamente in due modi. O come il peggiore degli infami, oppure come il più grande degli eroi, contro tutto e tutti.

La Valkyria punta il dito verso la cintura che vediamo sulla spalla di Lucy Fisher, il TDPW Women's Championship.

BND: Lei detiene il titolo di quella federazione. Io quella cintura l'ho vinta e detenuta per mesi, tre anni fa. Per cui, occhio a chi minacci, leggenda del Wrestling Hardcore, perchè potresti avere qualche brutta sorpresa a War of Change, e scoprire nel peggiore dei modi, di come da queste parti, più precisamente su questo ring, ci siano avversarie che non hanno alcuna paura di te, pronte a rispondere colpo su colpo a ogni tuo attacco, anche il più violento.

L'International Sensation sorride gelidamente guardando negli occhi Ayumi Haibara. Elektra osserva le sue avversarie con occhi di fuoco e prende la parola

ELK:Vedervi qui, tutte insieme, quasi mi spaventa. Non ho l'esperienza di Lucy, non ho la tecnica di Brunild, non ho la violenza di Ayumi.. Io ho però qualcosa che nessun'altra di voi potrà mai avere, ed è qui dentro.

La spartana si batte una mano sopra al cuore

ELK:Io ho un cuore che va in fiamme, un fuoco che brucia come mille soli. Dentro di me ho una rabbia incontenibile che nessuno di voi potrà mai avere. Una rabbia che mi porta a colpire sempre più forte ed a rialzarmi sempre più tenace. Il ring è l'unico posto dove riesca a sfogarmi ed, a War of Change, la mia rabbia non avrà alcun freno.

La spartana si avvicina alla Valkyria

ELK:Brunild, spezzami pure tutti gli arti che vuoi. Niente riuscirà a fermarmi dal raggiungere quelle cinture in cima alla scala. Graffierò, morderò ed urlerò. Lotterò con le unghia e con i denti, come uno sporca bestia, perché questo sono!

La campionessa FWP ringhia in faccia alla Valkyria che le va sotto il muso. Elektra le rivolge un ultimo sguardo di fuoco per poi volgersi verso Ayumi ed indicarla col dito attirando la sua attenzione

ELK:Tu... Queste due donne che sono sul ring nonostante tutto hanno il mio rispetto. Tu invece non hai nulla. Io e tutti loro hanno provato il valore di queste ragazze. Tu invece? Vieni qui come se questo fosse il tuo parco giochi, come se tutto ti spettasse di diritto. Complimenti, hai battuto Samantha...

Elektra alza la propria cintura verso la giapponese, sporgendosi dalle corde appoggiando un piede sulla prima corda

ELK:Indovina però chi l'ha fatto ben prima di te, guadagnandosi questa cintura? So di non essere affatto una bella persona, so che giudico le persone troppo facilmente ma il fatto è che non ti rispetto. Non ti rispetto affatto, io ti odio. Odio che non appena sei arrivata qui hai avuto la strada spianata verso il titolo TWC quando nessuna di noi è stata presa in considerazione. Porta pure tutte le armi che vuoi a War of Change, non saranno mai abbastanza per spegnere questo fuoco.

La campionessa FWP ringhia contro Haibara che la osserva con sguardo glaciale. Dopo ciò si ripone la cintura in spalla e rivolge lo sguardo verso Lucy per poi abbassarlo poco dopo. Rimane un paio di secondi ferma ed in silenzio per poi guardarla di nuovo, con occhi lucidi. Fa qualche passo per avvicinarsi all'amica ma poi si rifa indietro

ELK:Lucy... Sei la persona più bella del mondo. Sei la migliore amica che qualsiasi persona desideri, la migliore avversaria che una wrestler possa sperare... Se ci ripenso a volte non riesco ancora a crederci di essere riuscita a battere una leggenda come te.

Elektra ridacchia asciugandosi le lacrime che iniziano a rigarle il volto

ELK:L'ultima volta che ci siamo scontrate in questo ring però la nostra amicizia ne ha risentito parecchio. Per mia fortuna sei una creatura divina ed hai continuato a sopportarmi. Ora basta però... Lucy, ti voglio davvero un bene dell'anima. Molte cose mi sono accadute di recente ed ho capito che io non ti merito affatto come amica. Sappi quindi che non mi farò problemi a passare su di te per scalare quella scala.

La greca guarda la Fisher per l'ultima volta per poi abbassare lo sguardo e mettersi una mano sul volto. La americana cammina per qualche istante per il ring.

LF: Vedi Elektra. A me non piace l'ipocrisia. E non voglio essere ipocrita. Io, a War of Change farò qualsiasi cosa il mio corpo mi permetta di fare per vincere quel match. Se tu sarai sul gradino più alto di quella scale ed io avrò ancora un soffio di fiato, ti tirerò giù. Con l'ultimo battito del mio cuore, mi aggrapperò alla tua gamba per fermarti. Perché voglio vincere. E mi aspetto che tu faccia lo stesso. Sarei estremamente delusa se tu non lo facessi. Mi sentirei come se tu mi stessi mancando di rispetto. Io non me ne farei nulla di una vittoria con qualcuno che non combatte al suo massimo. Quindi se davvero ti ritieni mia amica, preparati a spezzarmela sulla schiena la scala, perché è quello che voglio.

Lucy fa un mezzo sorriso a Elektra, poi si volta verso Brunild.

LF: Ovviamente lo stesso vale per te Brunild. Ma credo tu lo sappia. Quello che però voglio che tu sappia è che Ayumi ha ragione. Davvero quella ragazza giapponese si è lasciata dietro una scia di distruzione e morte. Ed è esattamente questo...

La rossa si gira verso la giapponese.

LF: Che rende impossibile ad Ayumi Haibara di vincere il suo match. Cosa può fare un killer quando le sue vittime non stanno a terra? Perché è questo che succederà Ayumi. Quando userai le tue manovre migliori e noi ci rialzeremo di nuovo, cosa penserai? Quando il tuo piano di vittoria si sarà infranto, riuscirai a pensarne un altro? Quando avrai sparato ogni singola cartuccia che hai e saremo ancora in piedi, cosa ti rimarrà da fare? Tu sei come Hulk, non hai mai avuto un singolo avversario che potesse davvero metterti in difficoltà.

Lucy sorride, appoggiandosi alle corde e guardando Ayumi.

LF: Benvenuta su Planet Hulk.

La ragazza di colore si allontana dalle corde e fa un secondo una pausa.

LF: Ma sono l'unica ad aver notata che sono l'unica statunitense in questo match? Non mi merito nemmeno un coro "U.S.A.! U.S.A.!"?

Il pubblico risponde iniziando a cantare in coro quanto suggerito dalla lottatrice. Lucy aspetta una decina di secondi, poi annuisce, facendo un gesto con la mano come per fermare i cori.

LF: Grazie ragazzi. Ecco, questo è un buon punto che mi ero dimenticata di sottolineare. Non solo nessuna di voi giocherà in casa a War of Change, me si da il caso che lotteremo a Seattle, la mia amata città natale. Questo è il mio più grande vantaggio. Io non sarò da sola. Saremo in decine di migliaia contro tre.

Ayumi riprende la parola, accigliata.

AH: Sono contenta per te, perchè il MIO pubblico di casa non tiferà certo per me in questo match, e non l'ha mai fatto. E indovina? Non è cambiato nulla. Sono lo stesso la miglior wrestler del mondo. E ti ripeto, Lucy Fisher, non esiste nessuna persona che possa rialzarsi davanti a me. Eventualmente, sanguinerai così tanto che dovranno portarti via dal ring. Come anche voi due.

La Killer si rivolge ora a Brunild ed Elektra.

AH: Tu, Wagner, dovresti smetterla di girare con Sigfried Jaeger. Ormai parli esattamente come lui. E non me ne frega niente di cosa hai fatto in TDPW, non è una gara a chi ha mangiato più neon in carriera. Non ho bisogno di incutervi paura. Basterà pestarvi, come ho fatto con chiunque si sia mai messo fra me e quello che voglio. E cadrai. Sai perchè? Perchè sei molto, molto più egoista e presuntuosa di quello che vuoi far pensare. Parlate come se io vi stessi sottovalutando, nient'affatto. Io so benissimo chi siete voi, come combattete, che stile adottate, come lo mutate a seconda delle situazioni. Ma te, Brunild Wagner, pensi di essere pronta a chi sono IO. E credimi, è la presunzione più grossa che tu possa aver mai fatto. Quanto a te, Elektra...

Ayumi alza le spalle, mentre scende dal tavolo ed inizia a camminare di nuovo verso lo stage, tenendo però gli occhi puntati sul ring.

AH: Vivrò anche con il tuo odio. Non hai idea di quanta gente più importante di te mi odii al mondo. Io non ti odio, Elektra Kellis, ti compiango. Mi ricordi la me degli esordi, di qualche anno fa. Credi che basti il cuore per superare le avversità. Eppure dovresti sapere che il cuore può portarti in alto, come può affondarti. E affonderai finchè non imparerai che il "cuore" va eliminato prima di entrare sul quadrato. Chieditelo, perchè io sono qui, con la "strada spianata" come dici tu. Forse forse, qualcosa in più di te l'ho imparata in questi anni.

Ayumi sospira, arrivata sullo stage.

AH: Speravo in un confronto più interessante. Alla fin fine, avevo ragione. Non siete diverse da ogni altra mia avversaria. Parlate tanto, sprecate fiato sul vostro coraggio e cuore. Ma poi, arrivate sul ring, vi spezzerete tutte. Una dopo l'altra. Dopotutto, il cuore prima o poi smette sempre di battere.

Haibara si sistema il suo titolo in spalla sinistra, lascia cadere il microfono e saluta con la mano destra appena liberata, per poi tornare nel backstage.

Up Next: Kowalczyck... Kowalsky... Kawalsky!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 21:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting

Immagine

All'interno della Van Andel Arena, Grand Rapids, dove si sta svolgendo il ventinovesimo episodio di Friday Night Indoor War, la penultima tappa prima della seconda edizione di War of Change, il primo PPV nella storia della TWC, ecco che risuona l'Inno Ufficiale delle Olimpiadi, preannunciando l'ingresso di Black Adam, che fa ora la sua comparsa sullo stage, tenendo in alto con entrambe le mani un telo raffigurante la bandiera della sua patria, l'amata Grecia; il pubblico lo accoglie abbastanza positivamente, mentre le immagini ci mostrano quanto successo quattro settimane fa, quando venne letteralmente rifiutato dall'ex marine Jonathan Kawalsky. "The Veteran" sta attraversando la rampa d'accesso che conduce al ring, all'interno del quale a breve sarà coinvolto in un match, mentre energicamente e con entusiasmo sventola la bandiera della Grecia, stringendo nel frattempo le mani dei tifosi presenti lungo le primissime file...

Immagine

... ATTENZIONE!! ALLE SPALLE QUALCUNO LO ATTACCA... JONATHAN KAWALSKY!! L'ex marine, apparso all'improvviso, colpisce il lottatore greco con una tremenda gomitata! Black Adam è a terra, steso, avvolto fra le pieghe di quella bandiera tanto amata e rispettata, che ora giace lì, come una straccio qualsiasi; il fuciliere del pro wrestling, che indossa una maglietta blu raffigurante il volto di Matthew J. Truman, colpisce ripetutamente il nemico con violenti calci all'addome, poi rabbiosamente afferra il telo e lo getta via, dunque riprende il brutale attacco: "The Veteran" è schiacciato presso la balaustra, qui viene ripetutamente colpito con calci e pugni dal nemico, che ora lo sistema in piedi, gli afferra la testa e gliela sbatte proprio contro la barriera, una, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove volte!! Black Adam pare stordito, forse privo di sensi, quando Kawalsky, tenendolo per i capelli con una mano, afferrata la bandiera con l'altra, comincia ad assestargli con questa una serie di pugni in pieno volto, dunque lo butta all'interno del ring, su cui getta poi anche il telo azzurro e bianco. "The Veteran" è a terra, al centro del quadrato, stramazzando per il dolore, l'ex marine, lo sguardo assatanato, afferra una sedia d'acciaio, la butta sul ring, poi fa lo stesso coi gradoni d'acciaio, quando ecco che viene raggiunto da quattro arbitri che lo invitano ad allontanarsi; il fuciliere del pro wrestling annuisce, alzando entrambe le braccia, arretra di qualche passo, dunque afferra per la testa un arbitro e lo scaraventa contro le balaustre e ne stende altri due con un doppio braccio teso!! Ne rimane solo uno, che inizialmente prova ad invitare il lottatore a desistere dalle sue intenzioni, ma, preso dal terrore, fulminato dal suo sguardo, si allontana su ordine dello stesso Kawalsky, che dunque torna sul ring... Black Adam, ripresosi, gli va addosso...

Immagine

... ma viene subito messo a terra con un tremendo braccio teso!! "The Veteran" giace nuovamente al centro del ring, steso, l'ex marine nel frattempo si è impossessato della sedia d'acciaio, la brandisce minacciosamente E LO COLPISCE ALLA SCHIENA!! Il colpo viene ripetuto altre tre volte fino a lasciare sul corpo del nemico vistosi segni rossi; Kawalsky si libera ora dell'arma, buttandola fuori dal quadrato, stessa cosa fa coi gradoni d'acciaio, dunque lascia il ring e da sotto di esso recupera... UN BLOCCO DI CEMENTO!! L'ex marine lo solleva in aria, attirandosi i fischi del pubblico, gran parte del quale, però, si è ammutolito, dopodiché lo sistema sul ring, poi va a recuperarsi un microfono, infine sale lui stesso sul quadrato, dove lo attende un Black Adam ormai esanime. L'ex marine si toglie la t-shirt, mostrando un fisico scultorio, dunque, beffardo, afferra la testa del nemico, la solleva e lo umilia, appiccicando sui suoi capelli il chewing gum che stava masticando, poi sistema la testa sul blocco di calcestruzzo... Tenendo lo stivale nero premuto sulla testa del nemico, comincia a parlare, mentre fuori dal ring arrivano altri arbitri, che lo invitano a gran voce a lasciare il quadrato, inviti a cui però il lottatore non presta attenzione.

JK: Matthew J. Truman, il nostro generale, ha dichiarato guerra contro Bernie Cruz, contro Virgil Brown, Jr., contro tutti gli utili idioti; il caporale Jonathan Kawalsky non è un codardo, non ha mai rifiutato una chiamata di guerra e non lo farà di certo ora, no! IO sono un veterano, non Black Adam, IO al mattino assaporo il profumo del delizioso bacon cotto con la canna del mio AK-47, IO come filo interdentale uso il filo spinato, IO sparo ai ratti con la mia SIG-Sauer P220, IO!! Dicono che siamo arroganti, xenofobi, fascisti, loro, ipocriti buonisti, solo perché NOI siamo uomini veri, gli unici rimasti qui, gli unici che possono fare piazza pulita, radere al suolo con la ruspa quelle cariatidi... NOI siamo la cura a tutti i problemi della TWC, noi le daremo fuoco, noi la ANNIENTEREMO e, quando sarà cenere, quando i suoi veri carnefici saranno stati eliminati, allora voi sarete finalmente liberi e insieme, rimboccandoci le maniche, ricominceremo da capo, costruiremo una nuova TWC, libera da quei bastardi, libera da quei flatulenti politicanti, libera dai corrotti, libera dagli ipocriti, libera anche da quegli stramaledetti musi gialli, neri o color marrone, che stanno insozzando la nostra patria... L'ora è giunto, è l'ora di dire... BASTA!!

L'arena è infuocata, moltissimi sono i fischi contro l'ex marine, che si bea di questa reazione, sorride, un sorriso strafottente, incurante di quanto gli stanno gridando disperatamente gli arbitri appostati al di fuori del ring.

JK: Questo non è un messaggio, questo è un attacco, una dichiarazione di guerra! Noi, l'Esercito di Truman, non parliamo, noi AGIAMO, NOI siamo uomini d'azione, la TWC non ha bisogno di parole, ha bisogno di un uomo FORTE...

Detto ciò, Jonathan Kawalsky getta a terra il microfono, lascia andare il nemico, poi gli afferra entrambe le braccia, gli preme la schiena col piede...

Immagine

... E CON UNO SCATTO LO SCHIANTA CONTRO IL BLOCCO DI CEMENTO!! La testa di Black Adam è avvolta coi frammenti del blocco, il pubblico è ammutolito, ecco che sul ring arrivano gli arbitri, mentre l'ex marine, sorridente, di dilegua, fa per uscire dal ring, ma improvvisamente si blocca; afferra il telo raffigurante la bandiera greca, sputa su di esso e lo getta contro il nemico, dunque si allontana e, sfilando come su una passerella, percorre la rampa d'accesso, raggiungendo infine lo stage: qui, rivolgendosi verso il pubblico, solleva entrambe le braccia al cielo.

JK: GUERRA!!

Dopodiché si allontana, mentre sul ring gli arbitri e alcuni membri dello staff medico stanno preoccupantemente prestando soccorso a Black Adam, che, immobile, giace al centro del ring.

Up Next: Rossen for Everybody


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 22:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Siamo nel backstage, dove notiamo una grande confusione, c'è un gruppo della security che cerca di scortare con forza qualcuno... E' Richard Rossen, il fratello di Vincent Cross!

Immagine


RR: E' inaccetabile, è inaccetabile! COME OSATE!?

Rossen si dimena per liberarsi dalla securitym che non smette di trattenerlo e portarlo via...

RR: Tutto ciò è un insulto alla famiglia Rossen, ecco cosa è: arrivo all'arena e vengo separato dalle mie guardie del corpo, mi viene detto che non posso più entrare, qualcuno mi dica cosa sta succedendo e alla svelta!

Ecco che accanto al signor Rossen si palesa la A&A Security della TWC, Jones e Wilson!

Immagine


AJ: Si contenga, signor Rossen, si contenga!

AW: Eseguiamo solo gli ordini.

Rossen cerca ancora di ribellarsi alla salda presa degli uomini della sicurezza.

RR: E voi chi cazzo siete, gli Abbott e Costello dei poveri!?

AJ&AW: siamo la A&A Security, signore.

RR: Ma che cazzo...

Rossen viene portato sino alla sua lussuosa limousine nel parcheggio dell'arena, ormai sembra essersi rassegnato. Viene rilasciato davanti al sedile posteriore della limo, e guarda quindi con sprezzo Jones e Wilson...

RR: Voi due, tizi scartati ai provini di Brazzers, dite al signor Virgil Brown che questa volta non la passerà tanto liscia! Che dopo questa serata la famiglia Rossen sporger-

AW: Actually Sir, il signor Brown ci ha chiesto di riferirle che l'ordine di non falra entrare oggi nell'arena non veniva direttamente da lui ma da un'altra persona.

Il naso di Richard si dilata improvvisamente, prende per il colletto Wilson!

RR: E chi!?

La security li separa immediatamente, Jones accorre dal compagno.

AJ: Uhm signore, è stato su ordine diretto del signor Raymond Rossen, così ci è stato detto.

RR: Che cosa!?

L'imprenditore è ancora più furioso di prima!

RR: NON E' POSSIBILE, STATE MENTENDO! MIO PADRE NON PERMETTEREBBE MAI UNA COSA DEL GENERE!

Ecco che quindi apre la porta della limousine con rabbia e si fionda dentro essa, sporgendosi dal finestrino aperto in fretta e furia.

RR: TORNEREMO E VI DENUNCEREMO PER AVER DETTO IL FALSO! MALEDETTI BUGIARDI FIGLI DI PUTTANA!

La limousine parte spedita, lasciando la sceurity, Jones e Wilson interdetti... Pubblicità.

Up Next: Ehwie


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 22:09 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Siamo di nuovo in diretta con le trasmissioni da Friday Night Indoor War. Le immagini ci portano nel bel mezzo del backstage, mostrandoci Jack Keenan e Quill. I due sono fermi dinnanzi ad una porta, alla quale ora il Pain Deliverer si è appoggiato con la schiena, per guardare in faccia il suo mentore.

Immagine Immagine


Quill: Tra tutti i posti, pensavo che Drake sarebbe venuto a cercarti proprio qui.

Keenan annuisce, ridacchiando: poi batte una pacca sulla spalla al vecchio.

Keenan: E' meglio che io entri da solo qui dentro. Sai dove aspettarmi, dopo.

Quill annuisce a sua volta, per poi voltarsi e sparire dall'inquadratura. JK allora si rivolge verso la porta, bussa e, attesi un paio di secondi, entra. La telecamera fa appena in tempo a zoomare sulla targa presente sopra la porta, che specifica che quello è lo studio di Virgil Brown jr., prima che ci ritroviamo nella stanza, al cospetto proprio del General Manager.

Immagine


Virgil Brown jr. aggrotta un sopracciglio, ma non ha l'aria di essere particolarmente sorpreso.

Brown: Eccoti, Jack. Sai, speravo proprio che cambiassi idea e decidessi di passare...

Keenan: Temo di doverti deludere, allora.

Il volto del General Manager, interrotto nel mezzo della sua frase, si contrae.

Keenan: Vorrei che questa chiacchierata fosse il più breve possibile, spero non ti spiaccia se non mi siedo.

JK pianta le mani sul tavolo di Brown, avvicinandoglisi ancora un po'.

Keenan: C'è una sola domanda a cui gradirei ricevere una risposta: cosa era esattamente quel teatrino, prima, Brown? Cosa significa che il titolo di Drake non può essere messo in palio qui in TWC, dopo Path of Legends?

Brown: Significa esattamente quello che hai appena detto. La TWC ha un contratto di non esclusiva con Drake e con altri atleti, ma non possiede alcun diritto su quello che era l'FWP Championship. I diritti d'immagine su quella cintura sono di proprietà di Rachel Fortuna e di nessun altro, pertanto la decisione che lei ha preso dopo Path of Legends è pienamente legittima. Tu più di chiunque altro dovresti saperlo, Jack.

Keenan: Infatti lo so, Virgil. Tipico di Drake avere alla vita un titolo che si chiama "Interpromotional" Championship e non poterlo difendere in TWC, peraltro. Quello di cui non mi capacito è che una federazione quale questa possa permettersi di ostentare una cintura non propria in diretta televisiva per poi farsi fregare da un cavillo sulla possibilità di avere un match per quella stessa cintura. E' una mossa ridicola. E' pessima pubblicità. Qualcosa di cui un General Manager dovrebbe occuparsi.

Brown: Primo: non provocarmi, ragazzo. Soprattutto quando è ben visibile che la provocazione è fine a sè stessa. Il titolo non è stato creato da noi, ma da Rachel Fortuna; ora è sulle spalle di un atleta che è sotto contratto con noi e per questo lo porta con sè, così come tu puoi portare una camicia. Per il resto, l'Interpromotional Championship non ha rilevanza qui in TWC. Non mi sembra il caso di farne un dramma.

Il General Manager sospira.

Brown: Secondo: a tal proposito, quella che ti ho fatto prima era una proposta seria ed è ancora valida. E' vero, Jack Keenan vs Chris Drake non può essere un match titolato: beh, questo incontro non ha bisogno di esserlo. Al momento sei senza un match per il prossimo Special e quello contro Chris Drake, specialmente dopo quel che è successo nelle ultime settimane, si vende piuttosto bene da solo. Non mi piace portare all'esasperazione l'immagine del veterano che cerca di consigliare i giovani, ma mi sento comunque di poterti dire che è una buona opportunità.

Keenan: E' un match che si vende bene da solo? Sì, certo, non ne ho dubbi. Rappresenta una buona opportunità? No, non per me. Non ho nulla da guadagnarci. Io avevo posto una semplice condizione, unica, ma insindacabile, per entrare su un ring con Chris Drake - una persona altamente schizofrenica e con qualche lieve sfumatura di sadismo, non dimentichiamolo. Quell'unica condizione mi è stata negata. Bene, la conseguenza è piuttosto evidente. E' vero, non ho un match per War of Change: chi dice che io lo debba avere?

Keenan si ferma per un istante, grattandosi il mento.

Keenan: Ti dirò di più, sto seriamente considerando l'idea di sfruttare uno dei giorni di ferie che ho da contratto proprio per il giorno dello Special Event, in modo da poterlo guardare comodamente dal divano di casa mia.

Brown: Nessuno può impedirtelo, ma non illuderti che qualcuno potrebbe non tenerlo in conto.

Keenan: Mi si minaccia perchè sto pensando di esercitare un mio diritto? Democratico, boss.

Jack Keenan fissa per alcuni secondi il suo sguardo negli occhi del GM di Indoor War, per poi staccare le mani dal tavolo e fare un passo indietro.

Keenan: Tieni pure in conto quello che vuoi. Io non ti devo nulla, Virgil.

Detto ciò, JK si gira ed esce dall'ufficio a grandi falcate. Le immagini lo seguono mentre chiude la porta della stanza, scuote la testa e poi si mette in cammino lungo il corridoio. Dopo aver percorso alcuni metri Jack gira un angolo e si blocca mostrando un sorriso beffardo. L'inquadratura si allarga mostrando una sorridente Alisa Drake che tiene in mano l'Interpromotional World Wrestling Championship...

Immagine


Alisa: Ciao Jack, lui è l'Interpromotional World Wrestling Championship, ma già lo conosci, mentre lei è Evie ed è felicissima di fare la tua conoscenza...

Ed ecco che un urlo alle spalle di Keenan cattura la sua attenzione, permettendogli di abbassarsi e schivare un fendente di Evie indirizzato alla sua nuca!!! La letale mazza impatta contro uno scatolone della produzione creando un buco in esso, ed ora Jack guarda il solco con gli occhi sbarrati per poi girarsi verso Chris Drake che lo osserva con un sorriso sadico...

Immagine


Il Pain Deliverer deglutisce e fa un passo indietro mentre Chris si avvicina a passo lento ed inquietante verso di lui...

C.Drake: Jack Keenan, Jack Keenan, Jack Keenan... Tu non puoi immaginare che serata ho avuto, tu non puoi immaginare con che gentaglia ho dovuto avere a che fare pur di trovarti, ma adesso siamo qui... SIAMO FINALMENTE QUI JACK!!!

Uno sguardo folle si dipinge negli occhi a palla di Chris mentre apostrofa Jack con voce rauca e rumorosa.

C.Drake: Hai due possibilità Jack, due sole possibilità... O ti decidi ad accettare il match per War Of Change o banchetterò con le tue cervella seduta stante. Due possibilità Jack, a te la scelta.

Chris inizia a far roteare Evie tra le sue dita mentre Jack fa un altro passo indietro.

Keenan: La numero tre.

C.Drake: Accetto la tua scelta.

Ed ecco che Chris fa vibrare un nuovo colpo con Evie che viene schivato da Jack che fa un balzo all'indietro, ma The Predator è lesto a vibrare un altro fendente che sfiora il Pain Deliverer strappandogli parte della camicia! JK sbarra nuovamente gli occhi e Chris Drake va con una nuova, potente, mazzata con Evie, ma Jack rotola a terra e...

Spoiler:
... L'AFFONDO ABBATTE ALISA DRAKE CHE ERA ALLE SPALLE DI JACK COLPENDOLA IN PIENO PETTO!!! Dall'arena si solleva un potente boato di sgomento mentre Miss TWD crolla a terra tenendosi il petto ed iniziando ad urlare ed a battere i piedi a terra dal dolore! Chris sbianca totalmente e resta immobile, con uno sguardo vuoto fisso sulla sorella che rantola a terra dolorante. Jack Keenan ne approfitta per andarsene verso la direzione da cui era arrivato mentre degli arbitri accorrono immediatamente al capezzale di Alisa che continua ad emettere urla strazianti.

C.Drake: A-A-A... A-A-Ali... I-Io... No... No. No! No!!! NOOOOOOOOOOOOOO!!!

Chris Drake emette un fragoroso urlo per poi colpire con un potente colpo di Evie un monitor lì presente fracassandolo!!! Mr. TWD ha gli occhi spalancati, pieni di rabbia e di follia, ed ora inizia a distruggere con la sua letale mazza qualsiasi cosa gli capiti sotto mano mentre si allontana verso la direzione opposta. Intanto arrivano anche dei paramedici che subito strappano la parte superiore della maglietta di Alisa mostrando diversi tagli aperti dai quali sta uscendo del sangue. La giovane non smette di urlare dal dolore mentre altri paramedici sopraggiungono con una barella, e su queste strazianti immagini noi andiamo in pubblicità.

Up Next:


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 22:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Bentornati live da Indoor War! E' il momento di un doppio debutto direttamente dalla FWP, tra poco Infernus e Thomas Beckett rinnoveranno la loro rivalità in un match che promette scintille!



La theme song di Infernus risuona tra il gelo del pubblico.

Immagine


Il wrestler compare sullo stage e si dirige a passo svelto verso il ring dove ad attenderlo c'è già il suo acerrimo rivale Thomas Beckett.

Immagine


Infernus entra nel quadrato e va faccia a faccia con il rivale, e dopo essere stati divisi dall'arbitro il match può iniziare...

Immagine VS Immagine
Infernus vs Thomas Beckett
Singles Match


L'arbitro fa suonare la campanella ed i due si abbrancano in un clinch che viene vinto da Thomas Beckett con la sua poderosa stazza. Beckett intrappola Infernus in una headlock per poi lanciarlo alle corde ed andare con un braccio teso... No! Infernus si abbassa e correndo alle corde connette lui di rimbalzo con un braccio teso! Infernus va per il pin... 1...2... No! Kick-out di Thomas Beckett...



Ma attenzione! Risuona la theme song di Chris Drake! I due wrestler nel ring si girano verso lo stage...

Immagine


Ed ecco che fa la sua comparsa un inviperito Chris Drake armato di Evie! The Predator senza nemmeno fermarsi sullo stage si avvia a passo svelto verso il ring per poi scivolarvi dentro passando sotto la corda più bassa e venire immediatamente ammonito dall'arbitro. Mr. TWD ha gli occhi spalancati, ricolmi di follia, ed ora senza pensarci due volte colpisce con un calcio alle palle l'arbitro che si piega dal dolore!!! Infernus tenta di attaccare Chris, ma quest'ultimo schiva il pugno e colpisce il wrestler con un violento colpo con Evie in pieno stomaco!!! Infernus crolla a terra ed inizia ad urlare dal dolore mentre Thomas Beckett cerca di disarmare Chris Drake alle spalle, ma The Undisputed Legend alza il tacco colpendo anche Thomas con un Low Blow! Il wrestler si piega dal dolore tenendosi le parti intime e Chris gli stampa un violento colpo con Evie in piena fronte! Thomas inizia a sanguinare copiosamente ed il Woodbury Made lo inizia a colpire con violente mazzate alla schiena, ognuna accompagnata con urla strazianti di dolore del malcapitato wrestler. Parte del pubblico applaude lo spettacolo violento messo in scena dal God Of Violence, altri iniziano a fischiare un attacco fondamentalmente immotivato, ed ora Chris dopo aver finito con un Thomas Beckett sanguinante e privo di sensi, si concentra su Infernus che, tenendosi dolorante la pancia, si sta rialzando con l'ausilio delle corde. The Predator mostra un sorriso sadico ed ora colpisce con un violento fendente di Evie la gamba destra del wrestler che crolla sulle ginocchia per poi beccarsi una tremenda scudisciata con la letale mazza in piena faccia!!! La guancia di Infernus si apre al contatto con Evie, ed ora il wrestler barcolla pesantemente su se stesso mentre è ancora sulle proprie ginocchia, e The King Of Extreme, dopo avergli assestato un colpo al petto per farlo piegare in avanti, lascia cadere Evie a terra, prende la rincorsa e...

Immagine

Wild Stomp! La testa di Infernus rimbalza sul ring e Chris Drake la prende per poi mettersela in mezzo le gambe e...

Immagine


... TWISTED PILEDRIVER!!! THE WILD DRAGON RAGE CONNESSA!!! Il collo di Infernus subisce una torsione innaturale mentre un totalmente fuori controllo Mr. TWD va a riprendere Evie e la alza al cielo guardandosi intorno con sguardo folle. Diversi applausi e diversi fischi inondano il ring, ma Chris Drake pare non curarsene ed ora fa cenno con Evie verso Jessica Rose che, spaventata, fa scivolare un microfono nel ring e Chris ne prende possesso con fare smanioso...

C.Drake: JAAAAAAAACK!!!

Il violento urlo rauco di Chris riecheggia in tutta l'arena.

C.Drake: E' colpa tua... E' COLPA TUA!!!

The God Of Violence cammina in cerchio nel ring a passo svelto e smanioso.

C.Drake: Tu le hai fatto del male, SOLO TU!!! PORTA IL CULO QUI E FACCIAMOLA FINITA!!!

The King Of Extreme inizia a colpire con violenti colpi di Evie il ring, lanciando occhiate allo stage dove non compare nessuno. I secondi passano, ma di Jack Keenan non c'è traccia ed intanto i commentatori ci comunicano che bisogna andare in pubblicità. Restate con noi.

Up Next : txeN pU


Spoiler:
DISCLAIMER!

I fatti raccontati in questo box spoiler sono intesi per essere fruiti live solo dai lettori, dal pubblico nell'arena e dai presenti nel ring ed a bordo ring visto che si svolgono durante una pausa pubblicitaria. Pertanto ciò che accadrà in questo box spoiler potrà essere citato da chi non è presente solo dopo la fine della diretta di Indoor War.


Chris Drake continua a colpire con foga il ring ed a lanciare occhiate furiose verso lo stage.

C.Drake: JAAAAAAAAAAAAAAACK!!! FIGLIO DI PUTTANA!!!

Ancora violenti colpi sul ring da parte di un inviperito Chris che non riesce a placarsi, ma anzi si agita di più ogni secondo che passa. The Predator urla ancora tutta la sua frustrazione, ma ecco che il titantron si illumina...

Titantron ha scritto:
Immagine


Le immagini, che a causa della bassa qualità sembrano provenire da un telefono, inquadrano il parcheggio della Van Andel Arena...

Immagine


Dopo una breve panoramica sul parcheggio la telecamera zooma inquadrando un automobile, motore acceso, nella quale vediamo, abbastanza sfocato, Quill seduto al posto del conducente...

Immagine


Le immagini si interrompono.


Il pubblico emette un boato di sgomento mentre un sorriso folle compare sul viso di Chris che ora scende dal ring ed a passo svelto si dirige verso il backstage.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 22:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Le telecamere ci portano nel backstage di Friday Night Indoor War, nuovamente sulle tracce di Jack Keenan, che si sta aggirando per i corridoi dell'arena.

Immagine


Il Pain Deliverer, ogni tanto, lancia qualche sguardo circospetto intorno a sè. Per il resto, prosegue a passo deciso verso la sua meta, qualunque essa sia. Arrivato ad un incrocio, JK svolta in un nuovo corridoio, dopo aver spiato per qualche secondo la direzione opposta... e per questo motivo quasi finisce addosso ad una figura. Keenan si volta di scatto e, istintivamente, fa un passo indietro: la persona che si trova davanti è, però, la minuta quanto graziosa Ally Sullivan.

Immagine


Ally: Scusa, Jack, non era mia intenzione coglierti di sorpresa. Comunque, mi stavo chiedendo se hai qualche commento su quello che sta succedendo tra te e Chris Drake...

Per tutta risposta, Jack Keenan solleva un lembo della sua camicia, strappata precedentemente da Drake con la sua mazza Evie.

Keenan: Penso che questa sia una risposta più che adeguata. Non prenderla a male, Ally, ma penso di aver già detto abbastanza sulla situazione e su Chris Drake, stasera. Perciò, se vuoi scusarmi...

Detto ciò, JK distoglie subito lo sguardo e torna per la sua strada, sempre a passo sostenuto. In fondo al corridoio, seguito dalla telecamera, si trova davanti ad una porta doppia: la apre con una spinta e si ritrova nel bel mezzo del parcheggio dell'arena.

Immagine


Jack Keenan, con le mani sui fianchi, si ferma per un istante e sospira, guardandosi intorno; poi torna a mettersi in marcia verso un'auto in cui vediamo seduto al posto guidatore Quill.

Immagine


Jack procede a passo svelto verso l'auto del suo mentore ma non si avvede di qualcosa che sta succedendo in lontananza...

Spoiler:
Immagine


Chris Drake esce dal bagagliaio di un auto armato di Evie per poi correre a gran velocità verso Jack! Quill nota la cosa dallo specchietto retrovisore ed inizia a suonare il clacson permettendo a Jack Keenan di accorgersi all'ultimo istante dello psicopatico nemico e ad abbassarsi evitando una violenta mazzata di Evie destinata alla sua nuca! I due ora sono faccia a faccia e Mr. TWD lancia uno sguardo folle verso il Pain Deliverer per poi far vibrare un nuovo colpo laterale che viene schivato da Jack con un balzo all'indietro! The Predator è una furia e senza fermarsi va con un altro colpo dall'alto che sfiora JK, che si scansa lateralmente, e che distrugge il finestrino del conducente di un'altra auto! Evie resta mezza incastrata tra i vetri dell'auto colpita e Jack ne approfitta per colpire con un potente Low Blow da dietro Chris Drake!!!

Immagine


The Predator accusa il colpo e si piega su un ginocchio mentre Jack Keenan fugge verso l'auto di Quill e vi entra per poi sgommare via!

C.Drake: AAAAAAAAAAAAAH!!!

Chris estrae Evie dall'auto che ha colpito per poi aprirla, iniziare a trafficare con i fili sotto al volante, metterla in moto e partire all'inseguimento di Jack Keenan e Quill. E sulle immagini dell'auto rubata da Chris Drake che esce dal parcheggio dell'arena noi andiamo in pubblicità.

Up Next: We Want Bernie!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 22:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Immagine

Al termine di una sosta pubblicitaria, eccoci nuovamente in diretta dalla Van Andel Arena, Grand Rapids, dove si sta svolgendo il ventinovesimo episodio di Friday Night Indoor War, il penultimo appuntamento prima dell'attesissimo War of Change, il primo PPV nella storia della TWC, che avrà luogo presso lo Husky Stadium, Seattle, il prossimo 3 giugno. Le immagini ci conducono all'interno della Van Andel Arena, dove dietro le quinte troviamo la giovane intervistatrice della TWC Ally Sullivan, che, il volto illuminato da un raggiante sorriso, tiene fra le mani un microfono, pronta per una nuova intervista in occasione di questa serata per lei molto impegnativa.

AS: Signore e signori, ecco a voi i miei nuovi ospiti, l'ex membro del Consiglio d'Amministrazione della TWC, Bernie Cruz, e "The Star" Samuel Nolan!

ImmagineImmagine

... ed ecco che, accanto alla giovane intervistatrice, fanno la loro comparsa un sorridente Bernie Cruz e Samuel Nolan, il quale ha uno sguardo deciso, serioso.

BC: Buonasera, Ally!

L'intervistatrice sorride e fa un cenno col capo, dopodiché prende la parola.

AS: Signor Cruz, stanotte ha fatto il suo debutto a Friday Night Indoor War, rivolgendosi al TWC Universe con un ispirato discorso; ha ricevuto il pieno appoggio dei fan, ma anche il disappunto di un collega, un ex collega, Matthew J. Truman; qual è il suo parere sulle sue minacciose parole?

L'anziano signore, chiudendo le labbra in una smorfia, annuisce, serioso.

BC: Truman lo conosco da diverso tempo ormai, quasi due anni, ho sempre detestato il suo atteggiamento arrogante, intollerante, xenofobo, non è certo il tipo di persona che vorrei vedere a capo di una nazione o di una città, dunque nemmeno al comando della TWC; se non lo conoscessi, riderei talmente siano deliranti le sue parole, purtroppo, però, crede in quello che dice, e così devo dunque fare anch'io; vuole una TWC chiusa, senza stranieri? Folle! Io sono la vera alternativa al sistema Brown, perché non voglio tornare indietro, guardo avanti, guarda ad una TWC senza confini, dove il talento conti, non il passaporto o il permesso di soggiorno, dove ogni cosa che venga proposta là fuori, su quel sacro ring, sia la migliore possibile che il panorama del pro wrestling possa offrire; noi dobbiamo essere leader nel mondo, importando il meglio e esportando il peggio... a proposito, colgo l'occasione per sponsorizzare una mia nuova iniziativa: insieme, compagne e compagni, regaliamo al camerata Truman un biglietto di solo andata per la Corea Del Nord, chissà, magari trarrà qualche importante punto di ispirazione per le sue aspirazioni politiche...

L'ex membro del Consiglio d'Amministrazione della TWC sorride, lo stesso fa Ally Sullivan.

AS: Qual è il suo rapporto con Samuel Nolan?

BC: Samuel Nolan rappresenta semplicemente la mia idea di TWC: un ragazzo nato fra varie problematiche, in un paese povero, che emigra in un paese straniero, una realtà opposta a quella in cui era cresciuto, spinto da un sogno, per cui spende se stesso e, alla fine, lo realizza; ma non solo, perché, lo vedete, sul ring è fenomenale, insomma un ragazzo straordinario, un combattente eccezionale! Matthew J. Truman ha scelto il suo Nolan, io ho scelto il mio, quello giusto, quello migliore; e, a War of Change, sarò al suo fianco per far sì che il verdetto sia limpido e che alla fine vinca il migliore!

Bernie Cruz dà un'affettuosa pacca sulla spalla sinistra di Samuel Nolan, che annuisce, serioso.

AS: Samuel, qual è invece il tuo parere su quest'inattesa alleanza?

"The Star" sospira.

SN: Bernie Cruz è un brav'uomo: vuole il meglio per la TWC, per i suoi fan e per noi, che ci spendiamo per il pubblico; sono felice che una persona così mi appoggi. Molto felice. E poi terrà sotto controllo Truman cosicché i miei occhi possano avere un solo obiettivo, Tyler.

Samuel Nolan abbassa lo sguardo, d'un tratto chiude i pugni.

SN: Tyler ormai ha perso ogni briciolo di credibilità come uomo e non perde occasione per dimostrarlo. Voglio sconfiggerlo. Dopo, forse, ci sarà tempo per parlare, adesso però è guerra e le guerre si vincono solo con la forza... Nessun rimorso... Nessuna pietà...

Cala il silenzio, finché Bernie Cruz, fattosi precedentemente serioso, prende la parola, il volto illuminato d'un tratto dal suo sorriso raggiante.

BC: Samuel Nolan vs. Tyler Nolan sarà una guerra fratricida, senza esclusione di colpi, ma sarà anche lo scontro fra due visioni differenti della TWC: quella padronale, intollerante, senza futuro, che vuole Truman, e la mia, quella delle donne, degli uomini, di tutte le persone di buona volontà che credono che la TWC meriti di avere un futuro, un futuro in cui credere, e ideali in cui identificarsi.

Sulle immagini di un Cruz deciso e determinato, termina il collegamento.

Up Next: Leon Black & Lucy Fisher


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 22:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
E siamo di nuovo in diretta da Indoor War. Siamo nei camerini, e la prima immagine che possiamo vedere è la schiena di Lucy Fisher, coperta da una camicetta bianca e dai lunghi capelli rossi.

Immagine


La ragazza sta aiutando Leon Black a prepararsi per il match. Il gigante ha già i pantaloncini addosso, le ginocchiere e gli stivali.

Immagine


Il gigante ha le mani tese, e Lucy le sta cospargendo di talco.

LF: Come stai?

LB: Bene, perché me lo chiedi?

Lucy arriccia il naso.

LF: Sai com'è. Sei in un match, contro uno dei lottatori più pericolosi della TWC ed un ottimo gregario. E in coppia con qualcuno di cui non puoi fidarti.

Black annuisce.

LB: E i miei avversari saranno disposti a tutti. Anche a... piegare le regole a loro vantaggio. Ed è proprio questo su cui conto. Sigfried deve ricordarsi cosa vuol dire essere da questa parte della barricate.

Lucy si ferma un secondo, poi riprende a massaggiare le mani del gigante.

LF: Non è un caso che vi abbia messo contro di loro?

LB: Io non gli ho detto niente, ma credo abbia pensato la stessa cosa che ho pensato io. È una delle menti più affilate di questa federazione. Ok, bende.

Lucy appoggia la borsa del talco e prende delle bende, poi inizia ad arrotolarle intorno alle mani di Black, passando fra le dita e poi intorno al polso, per poi portarlo qualche centimetro sotto.

LF: È una grande mente, sì. Non hai paura?

Black rimane un secondo in silenzio, a contemplarsi le mani.

LB: Certo che sì. Ma non posso lasciare che prenda il sopravvento. Se oggi devo essere massacrato da tre persone perché domani possa fare quello che è giusto, mi farò massacrare.

Lucy ha finalmente completato il lavoro alle bende, ed ora applica del cerotto per fermarle.

LF: In ginocchio.

Black si inginocchia di fronte alla ragazza, che prende una bottiglietta d'acqua, la apre e poi ne rovescia parte sui capelli del gigante. Lucy gli passa una mano fra i capelli, sistemandoli, poi fa un mezzo sorriso e lo bacia.

LF: Ma tu speri non succeda, giusto?

LB: Non so cosa spero. Spero sia utile. Olio.

La rossa annuisce e prende dell'olio per il corpo ed inizia a versarlo sulle spalle del gigante. The Knight lascia che la ragazza inizi a spalmarglielo sul corpo, in silenzio.

LF: Come fai a fidarti così?

LB: Tu ti sei fidata di me?

LF: Sì, ma...

LB: Perché ti sei fidata?

LF: Non lo so.

LB: Nemmeno io. Non sono certo che quello che il Sigfried Jager che conosco sia mai esistito. Ma lui è la mia unica speranza. Sarà egoista, ma questa armatura mi soffoca. Mi trascino per sentieri oscuri portando una lanterna che fa da guida a quelli dietro di me. Ma quella luce mi acceca. Non vedo la strada davanti a me. Se Jager prenderà quella lanterna allora potrò rimanere nel buio. E potrò riprendere a vedere.

Lucy continua a massaggiare Black con l'olio.

LF: E io cosa sono in tutto questo?

LB: La stella polare. La tua luce non ferisce i miei occhi, ma li guida. Sì. Tu sei il mio nord.

The Witch bacia the Knight sulla nuca.

LF: In piedi.

Black si rialza e Lucy gli gira attorno, recuperando una gomitiera. Black tende il braccio destro e Lucy gliela infila.

LF: Quasi pronto.

LB: Manca quella.

Black indica il TWC World Heavyweight Championship. La Fisher si avvicina, la solleva e la porta a Black. Il gigante osserva per un secondo la cintura, poi se la mette in spalla.

LB: Come sto?

Lucy sorride.

LF: L'armatura ha un sacco di graffi, ma stai uno schianto.

Anche Leon sorride, poi si volta ed esce dalla porta, mentre noi andiamo in pubblicità.

Up Next: LisaLisa


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 22:29 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Di nuovo in onda con il ventinovesimo episodio di Friday Night Indoor War! Le telecamere ci stanno offrendo una carrellata di immagini dal pubblico, quando improvvisamente le luci dell'arena si abbassano e successivamente diventano di una tonalità scura di verde.



Una theme song già risentita si diffonde, mentre un'esile figura fa la sua comparsa sullo stage.

Immagine


Jane Murphy! La ragazza torna a sorpresa a Indoor War dopo un assenza di circa quattro mesi. Il pubblico, dapprima sorpreso, la accoglie con una prevalenza di fischi. La leonessa si guarda intorno per qualche secondo, poi chiude gli occhi, prende un respiro e si incammina lungo la rampa. Jane circumnaviga il ring e va a prendere un microfono da Jessica Rose, ringraziandola con un cenno del capo. Infine, la Murphy sale sul quadrato e avvicina il microfono alla bocca. Dal pubblico si leva nuovamente qualche fischio e la ragazza si blocca, mentre sorride sarcasticamente.

JM: Ne è passato di tempo dal nostro ultimo incontro. Sinceramente, mi aspettavo un'accoglienza del genere. Dopo tutto, nel periodo che ho passato qui non ho fatto nulla che potesse portarvi a rimpiangere la mia assenza.

Jane si scosta dal viso una ciocca di capelli.

JM: Sarò onesta con voi e con me stessa. Ho commesso degli errori. Mi sono fidata delle persone sbagliate, ho fatto delle scelte stupide.

Le sopracciglia di Jane si abbassano, mentre il suo sguardo diventa duro.

JM: Ma ora sono tornata e sono pronta per voltare pagina. E sono tornata come lottatrice.

Qualche timido applauso si leva dagli spettatori e le labbra di Jane si incurvano leggermente verso l'alto.

JM: Ed è un grande momento per essere una lottatrice. Il wrestling femminile è sulla bocca di tutti gli appassionati e sta assumendo un'importanza sempre maggiore, specialmente qui in TWC.

La leonessa alza una mano e guarda verso l'orizzonte.

JM: Quattro grandi campionesse, nel match femminile più importante del secolo, nel palcoscenico più adatto per un incontro del genere. Ayumi Haibara, Lucy Fisher, Brunild Wagner...

La Murphy sospira.

JM: Ed Elektra Kellis.

Il pubblico comincia ad intonare dei cori per le quattro partecipanti al Ladder Match di War of Change.

JM: Parliamo di Elektra. So che quello che sto per dire su di lei non vi piacerà. So che la adorate e tifate per lei. Ma è lei l'ultima persona in cui ho stupidamente riposto la mia fiducia.

Puntualmente dei fischi ritornano a piovere sulla leonessa, che comincia ad agitarsi.

JM: Sembra incredibile, ma è così. Dietro il suo viso da angelo ed i suoi modi carini c'è nascosto qualcosa di malvagio. Io l'ho scoperto a mie spese, come avete saputo da Nicholas due settimane fa.

Jane si volta verso la rampa.

JM: Vuoi negare nuovamente, Elektra?

La rossa indica il pubblico.

JM: Hai il coraggio di mentire davanti a tutte queste persone?

La Murphy rimane qualche secondo in attesa, poi fa per parlare ancora quando...



Attenzione, risuona una theme mai sentita prima negli show della TWC! Subito Jane si volta verso il titantron, confusa, ed ecco che dopo alcuni secondi... Appare LisaLisa!

Immagine


La lottatrice nipponica arriva sulla rampa, guardandosi in giro e godendosi il duo debutto in un segmento in Ring della TWC, mentre Jane appare decisamente confusa da quanto le si para dinanzi agli occhi. Lisa arriva vicino al quadrato e ci sale sopra, guardando fissa negli occhi la Murphy. Si fa passare un microfono da un addetto a bordo ring, e poi va faccia a faccia con la ragazza...

LA: Rabbia.

Jane non sembra capire perché la lottatrice le abbia detto questa parola, o perché sia qui al posto di Elektra...

LA: Jane... Murphy, giusto? Non ho ancora molta dimestichezza con la pronuncia inglese, scusami quindi se sbaglierò qualcosa... Ecco, ti ho vista dallo spogliatoio, ti ho ascoltata parlare, e sì... C'era rabbia nelle tue parole. Non una rabbia buona però.

Jane continua ad avere uno sguardo interrogativo.

LA: Una rabbia che ha bisogno di essere sfogata, intendo. Non agonistica, semplicemente rabbia. So benissimo che tipo di sentimento è quello che provi, credimi, e come ho detto la tua rabbia ha bisogno di essere sfogata... Su questo Ring!

Si sente il pubblico rumoreggiare, mentre Lisa continua ad avere un atteggiamento deciso e sicuro.

LA: Sì, Jane, prendila come una richiesta ufficiale: io, LisaLisa, voglio lottare il mio primo match qui negli Stati uniti contro di te, a War of Change II! Così potrai sfogarti e lottare meglio in futuro, che ne dici!?

Jane rimane per qualche secondo immobile a fissare Lisa, poi porta il microfono alla bocca.

JM: Piacere di conoscerti, Lisa. Anche io ti ho seguita in queste settimane. E mi sei sembrata...

La ragazza di Boston volge lo sguardo verso l'alto, pensierosa.

JM: Diversa. Non nell'accezione negativa del termine. Interessante, possiamo dire. E sembri anche una tipa tosta.

La rossa si avvicina di qualche passo alla giapponese.

JM: Perciò, accetto la tua sfida.

Il pubblico sembra gradire questo annuncio, ma nel frattempo Jane ha alzato un dito, assumendo un'espressione più cupa.

JM: Ma ti avverto. Non continuare a parlare di me come se tu conoscessi i miei sentimenti o sapessi cosa fare per aiutarmi. Non saresti la prima persona a farlo, ma potresti essere l'ultima. Abbiamo un accordo?

La leonessa allunga la mano verso la sua prossima avversaria... Che gliela stringe prontamente!

LA: Ci vediamo a War of Change II, Jane. Preparati.

La Giapponese lascia dunqeu il Ring mentre risuona la sua theme nell'arena, scambiandosi occhiate con Jane. E' stata sancita una sfida decisamente interessante, chi delle due otterrà la sua prima vittoria in TWC? Con questi interrogativi andiamo in pubblicità.

Up Next: Kevin Manson


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 22:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Immagine


Kevin Manson è nel suo spogliatoio, seduto su una sedia di plastica posizionata al centro di esso. Sospira, con lo sguardo fisso su un punto indefinito del pavimento.

???: Si può?

Il Painmaker trasale, dopodichè si alza pigramente calciando via la sedia e va ad aprire la porta con circospezione.

Immagine


Paul Myers, vestito con una t-shirt dedicata a The Animal e dei jeans, saluta Kevin abbozzando un sorriso.

PM: Ce ne hai messo di tempo, diamine.

KM: Potrei dirti la stessa cosa.

PM: Non fare la drama queen e fammi entrare, ho semplicemente trovato traffico.

Manson fa cenno di entrare a Myers, che varca l'uscio, poi si sbatte la porta alle spalle.

PM: Dio santissimo Kev, alla prossima rischi di spaccarla quella porta.

KM: E' così che funziona, da queste parti. Per esempio, potrei darti della fighetta solamente perchè hai chiesto il permesso prima di entrare.

Il Painmaker si scrocchia le dita mentre Paul si guarda intorno.

KM: Ah, pessima paraculata la maglia. Non fa parte del mio merchandise. E' falsa, e fa pure cagare.

Paul Myers scoppia in una risata.

PM: Beh, devi ammettere che è maledettamente credibile. "The craziest animal in the game", che fantas-

Kevin molla un calcio al proprio armadietto, producendo un rumore sordo.

KM: Non. Sono. Pazzo. Sbaglia ancora una sola parola e finirò il lavoro che ho cominciato due puntate fa.

Il sorriso di Paul si tramuta in un'espressione seria. L'uomo misterioso alza gli occhi al cielo e sospira, dopodichè si china per prendere la sedia di metallo rimasta aperta a terra.

PM: Chiaro... Immaginavo tu fossi disordinato, ma le condizioni in cui è sto schifo di stanza sono troppo persino per te.

Myers posiziona la sedia al centro della stanza e si siede, accavallando la gamba destra sulla sinistra.

PM: Allora, cosa mi sono perso?

Kevin abbozza una risatina isterica.

KM: Cosa ti sei perso, beh, vediamo... Ti sei perso Chris Drake. Meglio per te, almeno non hai dovuto prendere parte ad un dialogo con lui. E' incredibile come qualcuno così patetico possa darmi così tanto fastidio. I vermi fanno di tutto, per avere visibilità. Ma non è finita! Rimanendo in tema vermi, è arrivato Big Black Boom. Lo so, il festival dei tizi a caso, no? Ed è partito con uno dei suoi soliti discorsi intimidatori su quanto lui sia furbo, come mi abbia già fatto svenire una volta, la sua futura vittoria nel Ladder Match di War of Change.. E potrei fare lo stesso discorso di Drake, ma sai qual è la differenza? Che lui mi ha fatto svenire. Ecco perchè immagino che il momento in cui lo demolirò in mezzo all'acciaio ed al sangue sarà così appagante. E succederà.

Manson serra le mani a pugno.

KM: Ed in mezzo a tutto questo, ho avuto un simpatico incontro con Michael Edwards. Ed è stato tutto così strano, vederlo sorridere nonostante fosse stato messo da parte come un vecchio giocattolo da Black... Io devo aprirgli gli occhi. Non è una cosa che mi piace fare, non è una cosa che voglio fare, ma è una cosa che devo fare. Mi ringrazierà, prima o poi. Mi sto soltando comportando da vero amico, ma immagino che non lo capisca. Immagino che gli sia più facile puntarmi il dito contro e darmi del mentalmente instabile... Mentalmente... Instabile...

The Animal lancia un urlo rabbioso.

KM: E poi è arrivato Moon, e.. Ha cominciato a f-farmi un discorso moralizzante... E... Io.. Non capiscono... NON CAPISCONO! Se solo provassero quello c-che... Io... Io non sono pazzo, Myers. Io sono una persona normalissima... Io... IO NON SONO-

Paul Myers si alza e molla uno schiaffo a Kevin Manson, che si zittisce toccandosi la guancia e lanciando uno sguardo carico d'odio all'uomo calvo.

PM: Smettila. Tutta questa scenata non ti porterà da nessuna parte, anzi. E poi, odio le persone che urlano.

Il Tear Suppressor distoglie lo sguardo, una smorfia dipinta sul volto, poi scatta verso Paul e lo afferra per il colletto della maglia.

PM: Forza, Kevin. Chiudimi in un angolo. Alza il pugno.

Kevin ringhia.

PM: Il tuo problema è che non sai accettare la verità. Per esempio, il fatto che io non abbia paura di te. Il che può essere inteso in due modi, ti chiedo di pensarci un momento. Certo, immagino che in questo momento il vedermi perfettamente calmo ti dia sui nervi, d'altronde tu vuoi essere considerato un individuo pericoloso e temibile, no? Oppure, Kevin, puoi guardare la cosa in un altro modo: io non ho paura di te perchè sono perfettamente consapevole che tu non sei pazzo, folle, mentalmente instabile o in qualsiasi modo tu voglia dirlo. Non è quello che vuoi?

La presa del Painmaker sembra allentarsi leggermente.

PM: Kevin, sei diviso in metà. Da un lato vuoi essere temuto, dall'altro vuoi essere amato. Da un lato vuoi vendetta per tutto quello che hai subito per mano dei tuoi colleghi e della gente là fuori, dall'altro vuoi perdonare tutti e toglierti questo fardello che hai sulle spalle. Da un lato pensi che sia tutta colpa loro, dall'altro che sia tutta colpa tua.

The Animal sembra calmarsi lentamente, finendo per liberare Paul.

PM: E' un peccato che per ottenere la tua attenzione si debba sempre cercare di mettere a nudo i tuoi punti deboli. E permettimi di rimarcare una cosa, senza arroganza o malizia: questa conversazione è la dimostrazione che tu hai bisogno di me. Che ti piaccia, o no.

Il Tear Suppressor abbassa lo sguardo, mordendosi il labbro inferiore.

PM: Ti dirò esattamente cosa faremo: nelle condizioni in cui sei ora, nulla. Ti lascerò del tempo per te stesso. E spero che, in questo tempo, tu rifletta ancora su quello che ti ho appena detto. Forse non riuscirai ad assimilare tutto, sicuramente non sarai in grado di prendere una decisione, ma sono convinto che quando ci incontreremo di nuovo darai più attenzione alla cosa. E, fidati di me, avverrà a breve. Anzi, ho un'idea: conosco una piccola palestra dove nessuno ci darebbe fastidio. Parleremo di strategia, mi mostrerai come ti alleni e magari riprenderemo il discorso a mente fredda. Non so, potremmo vederci il Venerdì 13.

The Animal sospira.

KM: Il Venerdì 13. Uno dei miei giorni preferiti.

Myers sorride.

PM: Toh! Le coincidenze della vita, eh? Dovrei avere carta e penna in tasca, lascia che ti scriva l'indirizzo. Lo dimenticheresti.

Paul si mette una mano nelle tasche dei pantaloni e dopo qualche secondo di ricerca estra un foglio piegato ed una penna nera. Scrive qualcosa sul pezzo di carta, poi lo passa a Kevin.

PM: Allora?

Manson afferra finalmente il foglietto, non senza mostrare titubanze.

PM: Non te ne pentirai. Immagino sia il momento di andarmene.

Paul Myers alza la mano destra in cenno di saluto, avvicinandosi alla porta.

PM: Pensaci su, Kev.

L'uomo misterioso lascia la porta socchiusa alle sue spalle. Kevin, rimasto fino ad ora praticamente muto, si osserva le mani, poi si avvicina alla porta. La spalanca e la richiude subito dopo, sbattendola con veemenza. Fatto ciò, dà un nuovo calcio alla sedia, facendola sbattere contro alla parete, e si siede per terra mettendosi le mani nei capelli.

Up Next: Leon Black & Sigfried Jager


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 22:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
E dopo i consigli per gli acquisti, torniamo in diretta dalla Van Andel Arena.

Immagine


Siamo a pochissimi minuti dal Main Event di stasera, che chiuderà questa splendida ventinovesima puntata di Friday Night Indoor War e le immagini ci mostrano Leon Black e Sigfried Jaeger che camminano fianco a fianco mentre si dirigono verso la Gorillla Position in vista del Tag team Match che li vedrà opposti a Big Black Boom e Christophorus Schmidt.

ImmagineImmagine


Come possiamo vedere, il Corvo non sembra molto contento di essere là in questo momento. E da come sta parlando al TWC World Heavyweight Champion, la situazione è abbastanza esplosiva.

SGF: ...Perciò, quando Big Black Boom e Chris ti riempiranno di botte e striscerai implorando il mio aiuto, secondo te cosa dovrei fare io, eh? E’ colpa tua come al solito se mi trovo in queste situazioni assurde. Vincere, ma aiutando il mio avversario. O lasciarlo al suo destino, ma perdendo così l’incontro.

LB: Allora possiamo cooperare fin dall'inizio e vincere. Senza che nessuno dei due debba strisciare per chiedere aiuto all'altro. O adesso vuoi convincermi che singolarmente non siamo meglio dei nostri avversari?

Black sospira.

LB: E poi ti ricordo che nessuno ti prenderebbe mai più sul serio se mi abbandonassi a metà match. Senza parlare di cosa succederebbe se vincessi il match comunque. Quindi rimani concentrato e ricordati che anche la tua reputazione è in palio.

Il Best from the West fa una smorfia.

SGF: Ma rimani concentrato tu, che ne avrai assolutamente bisogno. Chris e Triple B li avrai pure affrontati singolarmente e pure battuti. Ma i combattimenti di coppia in TWC, e io ne sò qualcosa, sono totalmente diversi dai match uno contro uno a cui sei abituato.

I due incrociano un apparentemente felice Roland Ernest Turner, che sembra esultare girato rispetto alla telecamera, dopo aver appena acquistato una bottiglietta d'acqua da un distributore automatico. Mentre gli passa accanto, il Corvo con nonchalance gli toglie di mano la bottiglietta, la apre e inizia a bersela, lasciando Turner di stucco, mentre Leon Black accenna un sorriso.

LB: Vorrei ricordarti che sono comunque un due volte campione di coppia.

Black rimane in silenzio per un istante.

LB: Una volta e mezzo campione di coppia. So come si lavora in team. Proprio per questo dico che basta restare uniti e tutto sarà a posto.

Il gigante si gira e lancia una moneta a Turner, che non riesce a prendere al volo. Poi si gira di nuovo, mentre REN cerca disperatamente di recuperare la moneta, finita sfortunatamente sotto il distributore automatico di bibite.

LB: E poi anche loro non sono esattamente un team collaudato.

Sigfried sospira e annuisce.

SGF: Beh, questo è vero. Il che potrebbe contribuire ulteriormente a rendere il tutto uno scontro da Far West, come temo che finirà.

LB: Proprio per questo dobbiamo collaborare. Nessuno di noi due può permettersi di arrivare infortunato a War of Change, no?

SGF: Diciamo che batterti a War of Change sapendoti ridotto a un rottame non è che sia proprio quel tipo di consacrazione che anelo da mes... Oh, ma poi che discorsi stai facendo?! Tu sei un mostro di oltre due metri per centocinquanta kili e parli di infortuni. Che, hai paura di farti male? Eppure un tempo si giravano strane storie su un tuo match mai trasmesso in TDPW. Devono essere false allora...

LB: Andiamo Sig, non parlavo di me. Mi dispiacerebbe vederti infortunato. E comunque ho combattuto più match in TDPW, mi stupisce che tu non li abbia visti. Ho lottato contro Violator almeno tre volte, e non sai lui come utilizza la forchette...

E mentre Black racconta i particolari di come utilizzi le forchette, Black e Jager svoltano dietro l'angolo e spariscono dalla inquadratura e noi andiamo in pubblicità.





Up Next: The Main Event


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 22:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Bentornati a Friday Night Indoor, live dalla Van Andel Arena di Grand Rapids, Michigan.

Immagine


E siamo finalmente arrivati al Main Event della serata! Leon Black, il primo e unico TWC World Heavyweight Champion farà coppia con “Superstar” Sigfried Jaeger, suo prossimo avversario nel match chiave che chiudera la prossima edizione di War of Change II, contro Big Black Boom e Christophorus Schmidt, in un inedito tag team match. Linea subito alla dolce Jessica Rose per le entrate dei quattro protagonisti.

Immagine


JR: Ladies and gentlemen. The following contest, scheduled for one fall is a Tag Team Match, and is the Main Event of the evening!!!



Nell’arena risuona subito il riff violento della theme di Big Black Boom. Fischi per il pericoloso wrestler mascherato non appena compare sullo stage.

Immagine


Il Perfidy in a Mask fa un sorrisetto ironico, dopo di che scende la rampa dirigendosi verso il ring a passo svelto.

JR: Introducing first. Making his way to the ring, weighting 199 pounds and standing 5-fee-9-inches tall. From South Park, Colorado. He is the Dirtiest Player in the Game... Big... Black... Boooooooooom!!!!!

Una volta arrivato ai piedi del ring, BBB sale sull’apron e una volta passate le corde irrompe nel quadrato. Dopo un paio di sguardi minacciosi rivolti al referee Thomas Kiley e a Jessica Rose, eccolo affacciarsi alle corde e far polemica, prendendo in giro e offendendo i fan nelle prime file, verso i quali fa il verso di infilarsi un anello al dito. Gesto che però può voler dire ben altro ad occhi meno innocenti. Dopo di che eccolo andare a piazzarsi a un angolo, in attesa dell’arrivo del suo partner di questa sera.



Ed ecco risuonare la sinistra theme appartenente al Decayed della TWC, Christophorus Schmidt! Dopo qualche secondo l’ex-membro della BDK Inc. fa il suo ingresso sullo stage, accolto anche lui da una tremenda salva di fischi da parte del caldissimo pubblico di Grand Rapids.

Immagine


Il Berlin Brawler si guarda intorno con uno sguardo cupo che è tutto un programma, poi scende la rampa guardando verso Big Black Boom, che ricordiamo tra un mese sarà suo avversario nel Five-Men Ladder Match che vedrà in palio l’anello delle grandi oppurtunità di Virgil Brown Junior.

JR: And his partner. Making his way to the ring, from Berlin, Germany. Weighting 224 pounds and standing 6-feet-3-inches tall. He is the Decayed... Christophoruuuuus... Schmiiiiidt!!!!!

Il tedesco procede subito verso i gradoni d’acciaio, li sale e cammina sull’apron con calcolata lentezza. Poi eccolo entrare nel ring passando tra la seconda e la terza corda. Qui, Schmidt si avvicina lentamente a Big Black Boom, che lo fronteggia per nulla intimorito. Poi eccolo girarsi e andare a dare a un official il suo famigerato bastone da passeggio, gli occhiali da sole e il cappotto nero, restando così in tenuta da combattimento.

Immagine


Ma ecco che le luci si abbassano e diventano intermittenti, mentre un gigantesco corvo compare sul titantron. E’ arrivato il momento di “Superstar” Sigfried Jaeger!

Immagine


Una nebbia grigiastra inizia a diffondersi sullo stage, mentre su tutti gli schermi campeggia ora il logo della Bruderschaft Der Krahe Incorporated.



E sulle note di Cry of the Blackbirds degli Amon Amarth, ecco sbucare dalla nebbia il Corvo di Ravensburg.

Immagine


Anche Sigfried viene accolto negativamente dal pubblico scatenato della Van Andel Arena. Il Best from the West sospira, poi si gira verso la telecamera e fa la taunt della Bruderschaft Der Krahe Incorporated con la mano destra. Infine eccolo scendere la rampa ignorando tutto e tutti, lo sguardo cupo puntato solamente verso il ring.

JR: And their opponents. First, making his way to the ring, weighting 216 pounds and standing 6-feet-3-inches tall. From Ravensburg, Germany, he is the Best from the West... Sigfrieeeeed... Jaegeeeeer!!!!!

Il Corvo procede con calma, sale i gradoni, poi entra nel ring tenendo d’occhio Big Black Boom e Christophorus Schmidt. Dopo di che eccolo andare nuovamente a favore di camera a fare la sua taunt. Una volta fatto ciò il tedesco si toglie la felpa adidas nera e la getta oltre le corde. Infine eccolo andare a scaldarsi all’angolo opposto a quello dove stazionano Big Black Boom e Christophorus Schmidt, scambiandosi ogni tanto qualche sguardo sospettoso con entrambi. Ma ora è arrivato il momento che tutto il pubblico di Grand Rapids attendeva. Sta per fare il suo ingresso il TWC World Heavyweight Champion, Leon Black!



Immagine


Ed cintura in spalla e sorriso da una parte sola come al suo solito. Il pubblico, come da tradizione piano piano diventa silenzioso, mentre il campione alza il titolo sopra la testa, tendendo il braccio. Dopo qualche istante poi lo lascia cadere, mentre, come al solito il pubblico è al reparto effetti sonori.

Booooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooom!


Il gigante sorride al pubblico e si avvia verso il ring, riposizionandosi il titolo sulla spalla. Un cameraman gli si avvicina, e, essendo ripreso da vicino, il gigante dice qualcosa.

LB: Let's have a little fun, shall we?

JR: And his partner. Making his way to the ring. Standing 7-feet-2-inches tall and weighting 392 pounds. From Chicago, Illinois, he is the current reigning and first ever TWC World Heavyweight Champion, the Unglorified Legend... Leooooon... Blaaaaack!!!!!

Black spinge via con una mano la telecamera e si arrampica sui gradoni, per poi salire sul paletto. In piedi il gigante alza il più possibile la cintura, annuendo alla telecamera. Il punto più alto che un uomo da solo potrà raggiungere con un titolo, come più volte ha ripetuto. Il gigante salta giù e si avvicina a Sigfried. I due si parlano per qualche istante, poi Black si allontana e si avvicina a Jessica Rose e la saluta con uno scambio di baci sulle guance. Infine osserva l’arbitro Thomas Kiley, che annuisce. Tutto è pronto per questo incontro inedito e tutto da scoprire. Da una parte Big Black Boom è pronto a combattere, dall’altra, dopo un fitto scambio di idee, è Leon Black a farsi avanti, con Sigfried Jaeger che sospira e va a posizionarsi sull’apron. Thomas Kiley guarda entrambi i wrestler sul ring e annuisce, dopo di che fa segno al timekeeper. Triplice rintocco della campanella. Here. We. Go!!!


**Tag Team Match**

Leon Black & Sigfried Jaeger vs. Big Black Boom & Christophorus Schmidt


Si parte subito con Leon che avanza verso BBB. Quest’ultimo inizia a girare sul quadrato, tenendosi alla larga dal gigantesco avversario, poi eccolo partire per il Clinch iniziale. No! Boom fa una finta e si avvinghia da dietro all’avversario stringendolo all’altezza della cintura. Gomitate di Black per liberarsi, evitate da BBB. Allora Leon si dà spinta e va alle corde di colpo, avvinghiandosi. Per il contraccolpo Boom perde la presa e rotola all’indietro. Tentativo di Lariat immediato da parte del campione del mondo. BBB si abbassa e si lancia alle corde. Big Boot evitato. Altro rimbalzo. In Memoriam improvvisa! A segno! Il Perfidy in a Mask barcolla tenendosi il volto. A questo punto il gigante lo afferra brutalmente e poi se lo lancia alle spalle con un perfetto Fisherman Suplex!

Immagine


Boom atterra malamente a terra. Schienamento di Leon Black. 1... No! Kickout da parte di BBB. Il campione si rialza, poi scuote il capo di fronte a qualcosa che gli sta dicendo Jaeger e rialza Triple B. Irish Whip a uno degli angoli liberi. BBB finisce per schiantarsi con le spalle al turnbuckle. Dopo di che Black fa un cenno verso il pubblico, che si scalda subito prevedendo quello che sta per arrivare. Running Clothesline a segno! Leon torna indietro velocemente, poi parte nuovamente di corsa. Discus Clothesline a segno su Triple B, che accusa il colpo e rimane senza fiato. Ecco Leon posizionarsi per la terza rincorsa, quando Christophorus Schmidt minaccia di entrare nel ring. Ma Thomas Kiley lo blocca subito. Il gigante arriccia il labbro in un mezzo sorriso, poi parte verso Big Black Boom. Flying Clothesline! No! Boom si sposta all’ultimo, interrompendo il G.O.L.I.A.T.H. Project e Leon sbatte all’angolo non trovando nessuno nella traiettoria. Eccolo girarsi barcollando. Big Black Stunner immediata da parte del Perfidy in a Mask!

Immagine


Leon pare in difficoltà, barcolla a centro ring. BBB si rialza e gli si fa incontro. Surprise! out of nowhere! A segno! Black e Boom finiscono entrambi a terra. Dopo un paio di secondi, Leon si tira, abbranca Triple B e lo lancia all’angolo dove si trova Jaeger. Dopo di che eccolo incalzare l’avversario con il Renzokuken! Uno, due, tre, quattro, cinque Uppercut consecutivi a segno sul Perfidy in a Mask. Ma attenzione tag di Jaeger sulla spalla di Black. Il tedesco entra nel ring, prende Boom in consegna e invita platealmente Leon a togliersi di mezzo. Il gigante scuote il capo e scavalca la terza corda. Sigfried rifila un Deutsche Uppercut a Triple B, che barcolla. Poi gli blocca il collo e lo atterra subito con una perfetta Loki’s Tie! Schienamento. 1... 2... No! Boom, pur in difficoltà, esce dallo schienamento sul due. Sigfried allora lo tira su. Reazione di BBB, che poi dà il via a un intenso scambio di pugni col tedesco. Ginocchiata di Boom allo stomaco di Sigfried. Irish Whip. Reverse di Sigfried. Il Perfidy in a Mask rimbalza alle corde. Achterban a segno da parte del Corvo!

Immagine


Nuovo schienamento da parte di Sigfried. 1... 2... No! Kickout di Big Black Boom. Il Best from the West si mette in ginocchio, si tira indietro i capelli e poi tira su l’avversario. Irish Whip alle corde. Tentativo di Gegen Monstrum da parte di Jaeger! Ma il Perfidy in a Mask si libera con una serie di gomitate, dopo di che rifila un Roundhouse Kick in pieno volto al tedesco! Sigfried barcolla via, dando così il tempo all’avversario di tirarsi su e arrivare al proprio angolo, dove dà il cambio a Christophorus Schmidt. Il Decayed entra nel ring, fissando Jaeger con sospetto. Pubblico che rumoreggia alla vista dei due ex-campioni tag che si fronteggiano per la prima volta da quando Chris ha lasciato la BDK. Schmidt invita Jaeger a farsi sotto, ma questi, dopo qualche secondo gira i tacchi e dà un’altra pacca sulla spalla a Leon. Il gigante fissa Sigfried, mentre questi esce sull’apron e indica a Black di entrare. Ma il campione non fa in tempo a oltrepassare le corde che Christophorus gli balza addosso e inizia a prenderlo a pugni nella testa. Black lo scansa, gettandolo via rabbiosamente. Discus Elbow Smash di Schmidt!

Immagine


Il campione barcolla all’indietro dopo il violento colpo alla testa. Chris prende le misure. Superkick! No! Black gli blocca la gamba al volo, gli dà una spinta laterale, facendo fare un piroetta al Decayed, poi lo abbranca stringendoloa sé e iniziando a stritolarlo per qualche secondo. Dopo di che completa la mossa, gettandosi Schmidt alle spalle. Bear Hug into Belly to Belly! Leon osserva il tedesco a terra, attende che inizia a rialzarsi, poi si getta alle corde. El Mago Reluciente a segno! E c’è lo schienamento. 1... 2... No! Schmidt si scuote ed effettua il Kickout! A questo punto Leon prende per il collo Christophorus e lo solleva di forza, tirandoselo su. In Memoriam! No! Schmidt si libera al volo e prova a chiudere Leon nella micidiale Bad Dreams! Il gigante prova a liberarsi, e ci riesce, bloccando un braccio del Berlin Brawler prima che chiudesse la mossa. Poi gli rifila una potente gomitata allo stomaco, e stende anche lui con una Surprise!

Immagine


Mentre Chris si contorce a terra tenendosi il volto colpito dall’enorme piede di The Knight, ecco che quest’ultimo si rialza, va da Sigfried e gli dà il cambio forzato, colpendolo a sua volta sulla spalla. Il tedesco guarda male il campione, poi passa sotto la terza corda e rienra nel quadrato. Dopo aver guardato a lungo Schmidt, si gira verso Black. I due cominciano a discutere, quando ecco che il Berlin Brawler si rialza. Jaeger si gira e gli dice qualcosa. Pugno di Chris a Sigfried! Il Corvo si tiene la bocca, dopo di che guarda Schmidt con rabbia e replica a sua volta con un pugno. I due cominciano così un fitto scambio di colpi. Ha la meglio Christophorus, che poi afferra Sigfried e lo atterra con uno Schmidt Plex. E lo schiena. 1... No! Sigfried alza una spalla quasi al due. Il Decayed prende una gamba dell’ex-compagno di squadra e lo chiude nel Berlin Wall. Ma Jaeger rotola su se stesso e si libera, dopo di che si rialza e lo atterra con un Hunter’s Kick!

Immagine


Il Corvo si mette a sedere, tira il fiato guardando Christophorus, poi si rialza e va all’angolo dove stazione Black, iniziando a salire le corde per il Twilight of the Thunder God. No! Colpo sul braccio del gigante e Jaeger che esce dal ring tra i fischi. Mentre il tedesco se ne va a passeggiare ai piedi del quadrato, le mani sui fianchi, Leon Black scuote nuovamente il capo e va a prendere Christophorus, sbattendolo all’angolo e iniziando la sua mitica sequenza di pugni. Uno, cinque, dieci, venti, trenta, quaranta, cinquanta pugni... Attenzione, Big Black Boom irrompe sul ring e carica Leon! Questi si gira e continua la sequenza su di lui! Uno, cinque, dieci, venti, trenta, quaranta, cinquanta pugni. Fury of the Hundred Punches completata divisa equamente tra i suoi avversari! BBB crolla a terra, con l’arbitro Kiley che lo incita a uscire dal ring. Ma attenzione! Low Blow di Christophorus Schmidt a Leon Black senza che l’arbitro lo veda! Il gigante accusa il colpo, e il Decayed ne approfitta. Neutralisator a segno!

Immagine


Subito dopo il Berlin Brawler schiena immediatamente Black! Kiley si gira e si tuffa a contare. 1... 2... e 3! No! Colpo di reni da parte del campione del mondo per gioia dei fan del Michigan! Schmidt scuote il capo, poi si alza e va a dare il cambio a Big Black Boom. I due iniziano insieme a prendere a calci il gigante, ancora a terra, poi il referee riesce a far uscire dal quadrato il Berlin Brawler. Tentativo di Snap Sulex da parte di Triple B. Black sfrutta la stazza e lo respinge. Roundhouse Kick del Perfidy in a Mask, seguito da un Russian Leg Sweep. E schienamento. 1... 2... No! Kickout di Leon. Tag di boom a Schmidt. I due trascinano Leon al proprio angolo, poi il tedesco si aggrappa alle corde e pianta un piede nella gola del campione del mondo, premendo più che può. Conto dell’arbitro. 1... 2... 3... 4... Schmidt molla il piede e alza le braccia. Poi abbranca il gigante e lo tira su. Ma Leon si ribella. Testata a Christophorus Schmidt! Gomitata a Big Black Boom, che rotola giù dall’apron ring! In Memoriam su Schmidt! No! Il tedesco schiva, e atterra Black con una Spinebuster!

Immagine


Ennesimo conteggio. 1... 2... No! Il campione alza una spalla. Schmidt batte un pugno a terra. Poi vede che Boom è ancora giù dall’apron, allora tira su Leon e lo chiude nella Bad Dreams! Il gigante, in ginocchio, riesce ad alzarsi in piedi, evitando il rischio mortifero di finire a terra nella presa di Schmidt. Quest’ultimo applica al massimo la pressione alla gola di Black e inizia a lanciare offese e parole di scherno in tedesco, il tutto mentre Sigfried Jaeger scuote il capo e resta impassibile sull’apron. Il pubblico inneggia a Black, mentre questi cerca di liberarsi senza successo per molti secondi. A un certo punto, però, eccolo darsi slancio all’indietro e schiantare Schmidt di schiena all’angolo. Una, due, tre volte. Poi Chris molla la presa, barcolla, e viene investito da un Lariat. A questo punto Leon si dirige verso Sigfried e chiede il cambio. Il Corvo lo fissa, poi alla fine porge la mano ed entra nel ring dopo il tag. Christophorus si rialza e gli grida di togliersi di torno. E gli rifila uno schiaffo! Al chè il Best from the West replica con una serie di pugni al volto, chiudendo poi il tutto con un Biss des Krahen!

Immagine


Il Berlin Brawler cade a terra e sbatte i piedi per la botta ricevuta. Sigfried lo guarda, sospira, e lo schiena. 1... 2... No! Kickout di Schmidt. Il Corvo allora lo rialza a forza e va per un’Irish Whip. Reverse disperata del Decayed. Sigfried va a rimbalzare sulle corde... Ma Big Black Boom lo colpisce alla nuca con un Enziguri direttamente dall’apron! Brutto colpo per il Best from the West, che cade a terra. Mentre l’arbitro Kiley minaccia di squalificare Boom, questi ride e torna al proprio angolo, verso il quale si sta dirigendo Christophorus Schmidt appoggiandosi alle corde. Cambio fra Boom e Schdmit, con il mascherato che fa a segno al suo alleato di tenere fermo Jager. Schmidt non sembra particolarmente convinto, poi accetta e va a bloccare la testa, BBB, ignorando i richiami dell’arbitro, sale sulla seconda corda. Poi indica Jager e connette con un Diving Knee Drop in pieno volto. Thomas Kiley riesce a riportare sull’apron Christophorus, ma BBB nel frattempo riempie di ginocchiate al fianco Jager, costringendolo a terra. Il mascherato fa un sorriso a Black, poi sembra voler schienare Jager. Improvvisamente si ferma, ed invece calpesta una mano al tedesco. Rimanendo sulla mano tende la sua ed ottiene il cambio da Schmidt, che entra sul ring e colpisce con un calcio il viso del Best From The West. Boom esce sull’apron, e Schmidt vi appoggia Jager. Il mascherato, da fuori, prende per il mento Sigfried, iperestendendogli il collo, e Schmidt connette con un pugno alla gola. Reverse Hot Shot di Boom. Jager cade a terra, e Schmidt inizia a tempestarlo di calci. Quando sembra soddisfatto del numero di colpi connessi the Decayed porta alle corde il suo avversario, iniziando a strangolarlo con queste. Thomas Kiley non può fare altro che contare. 1… 2… 3… 4… Schmidt lascia la presa e l’arbitro lo redarguisce. Ginocchiata in corsa di Boom su Sigfried! Il corvo barcolla all’indietro. German Suplex. Christophorus prova a schienare. 1… 2… No. Spalla alzata da Jager. Black applaude dal suo angolo e incita il suo compagno di squadra di stasera perché gli dia il cambio. Jager prova a rimettersi in ginocchio, ma viene trascinato a forza verso l’angolo opposto da Schmidt, che dice qualcosa in tedesco, che dal tono non sembra troppo carino. Tag fra BBB e il suo alleato, che poi procedono a connettere una doppia DDT. Altro schienamento. 1… 2… No. Jager rimane in vita, e anzi, scatta in piedi, correndo verso il suo angolo. BBB lo trattiene per i pantaloncini, ritirandolo a se. German Suplex che manda il tedesco a sbattere contro l’angolo. BBB da rapidamente il cambio a Schmidt, poi si butta in corsa nella direzione opposta. Il tedesco sembra capire al volo e parte di corsa anche lui. Legsweep di Schmidt e Jumping European Uppercut di BBB.

Immagine


Ottima manovra combinata, ed ora Schmidt schiena. 1… 2… No! Ancora una volta Jager ha alzato la spalla, mentre Black stava per entrare sul ring. BBB, dal canto è tornato nel suo angolo e ridacchia, imitando i cori a favore di Jager. Il membro della BDK cerca di rialzarsi nuovamente, ma viene accolto solo da una serie di pugni sulla nuca. Improvvisamente Jager reagisce e connette una gomitata allo stomaco di Schmidt, poi salta in piedi e lo stende con un Jawbreaker fulmineo. Jager riprende la posizione erette e si tuffa verso Black, che si sta sporgendo il più possibile dalle corde. Big Black Boom afferra al volo la gamba di Sigfried e lo riporta verso il suo angolo. L’arbitro lo richiama a gran voce, ma BBB non molla la presa, ed improvvisamente un redivivo Christophorus connette un Knee Drop in piena testa a Jager. Il duo formato da BBB e Schmidt si guarda un secondo, poi BBB esce dal ring e annuisce, riprendendo a ridacchiare. Serie di calci al tappetto da parte del Decayed, poi cambio. BBB entra nel ring e calpesta il volto di Jager, per poi dirigersi verso Black e prenderlo in giro. Il mascherato arriva a pochi centimetri dal volto di Black, poi si gira improvvisamente e corre verso il suo angolo, dove connette un Big Splash. Serie di spallate all’angolo da parte di BBB, che poi afferra la testa del Best From The West e parte per un Corner Bulldog. Ma Jager lo spinge via, facendolo atterrare male di schiena.

Immagine


Big Boot di Schmidt! Ed un replay ci mostra come Schmidt abbia preso il cambio mentre BBB stava iniziando a connettere il Big Boot. E mentre il mascherato rotola fuori dal ring tenendosi la schiena, Schmidt solleva Jager e gli rifila una Spinebuster. Schienamento. 1… 2… Sigfried alza una spalla, con grande disappunto del suo avversario e gioia del pubblico. Il Decayed si rialza e chiude Sigfried in una Crossface, urlandogli di cedere. E improvvisamente il wrestler di Ravensburg ribalta tutto in un pin. 1… 2… Schmidt lascia andare la presa e si salva dallo schienamento. Ma Jager sta strisciando rapidamente verso Black. TAG! NO! BBB DA FUORI RING AFFERRA JAGER E LO TRASCINA SULL’APRON! Europen Uppercut ai danni del tedesco, che poi viene ributtato dentro, nelle fauci di Schmidt.

Immagine


Neutralisator. 1… 2… 3! NO! Piede sulla corda più bassa da parte di Sigfried, mentre Black è entrato sul ring. Né BBB né Christophorus sembrano crederci, quindi Boom urla qualcosa al Decayed, ritornando al suo angolo e chiedendo il cambio. Schmidt annuisce e porta con se il cadavere del suo vecchio compagno di stable. Tag, e Christophorus rialza il Best from the West, lanciandolo alle corde. Rimbalzo, e Schmidt lo prende, ma il corvo con una agilissima capriola lo supera, poi evita un braccio teso del mascherato e si tuffa verso Black. Ma il Perfidy in a Mask lo prende per una gamba, trascinandolo a centro ring. Enziguri di Jager! Che poi corre ancora verso il suo alleato. Schmidt è sulla strada e lo afferra per una Spinebuster. Ma Jager riesce ad allungarsi. TAG! Spinebuster a segno, ma Jager è riuscito a dare il cambio. Boato del pubblico, mentre Black entra nel ring. Running Clothesline su Schmidt. Discus Clothesline su BBB. Black rimbalza alle corde e poi si abbassa, evitando un doppio braccio teso da parte dei suoi avversari. Altro rimbalzo. Jumping Clothesline! Leon lancia un urlo ed indica il paletto, mentre il pubblico è scatenato. Flying Clothesline su Schmidt, che poi viene rialzato e gettato all’angolo. Big Black Boom si scaraventa sul suo avversario, ma viene a sua volta lanciato all’angolo. Renzokuken su entrambi i suoi avversari in contemporanea. Cinque Uppercut di fila. Ma Black non ha finito qui, perché si afferra la gomitiera e la gira, rivelando l’interno bianco. Altri sette Uppercut, seguiti da un Running Corner Uppercut! Ma Schmidt ha spinto via BBB appena prima dell’impatto, risparmiandogli il colpo. E Banzai Enziguri Kick di BBB su Black, che rimbalza sulle corde e connette un Pendulum Lariat!

Immagine


WannaBe! Una delle manovra migliori di Simon B., che manda a terra Boom. Black si rialza ed alza un pugno, sostenuto da tutta l’arena. Il Perfidy in a Mask è l’uomo legale della contesa, e il campione del mondo sembra essere pronto per connettere con la sua Mark of the Veteran. BBB si sta rialzando e Black lo afferra. Lariat alla nuca di Schmidt, che manda in ginocchio il gigante. Schmidt cerca di connettere un German Suplex, ma Black è troppo pesante e riesce a scrollarselo di dosso, per poi investirlo con uno Shoulder Block. BBB si tuffa su Black con una gomitata, poi lo riempie di colpi al volto, fino a mandarlo alle corde. Rincorsa del mascherato e Clothesline! No! Back Body Drop fuori dal quadrato! Che volo per BBB, che si contorce dal dolore. Schmidt nel frattempo si è rialzato ed ha afferrato il suo bastone da passeggio e sta per colpire Black! Ma Sigfried Jager glielo prende da dietro e glielo strappa di mano! Black si volta, mentre Schdmit e Jager si squadrano per un istante, finche Jager non lancia via l’oggetto contundente. Schmidt inizia ad urlare in tedesco contro Jager. Passa qualche secondo, in cui il Best from the West non risponde. E Christophorus improvvisamente lo colpisce con uno schiaffo al volto, che lo fa arretrare di qualche passo. Nibelungen Nacht! E In Memoriam! Spinning Big Boot e Superkick in contemporanea su Schmidt, che indietreggia stordito. Double Clothesline, che lo manda fuori dal ring. Black e Sigfried si guardano a centro ring, immobili. Poi Black indica Schmidt che si sta rialzando. Sigfried lo guarda, guarda verso Schmidt e BBB, entrambi si stanno rialzando. Guarda nuovamente Black. Poi indica Boom. I due annuiscono, guardano le corde, guardano i loro avversari e si buttano alle corde! Rimbalzo, e RunAway Dive e Flug von Selbstmord!

ImmagineImmagine


Black precipita su Schmidt, Jager su BBB! Il pubblico è tutto in piedi. The Knight annuisce e incita il pubblico a fare più casino, mentre il corvo lo osserva. Dopo qualche istante Jager riceve una pacca sulla spalla dal gigante, che poi solleva BBB e lo ributta sul ring. Sigfried guarda la scena, mettendosi una mano nei capelli. Il gigante nel frattempo ha portato il Perfidy in a Mask vicino all’angolo, e sta iniziando ad arrampicarsi. Schmidt afferra Jager da dietro e lo manda a sbattere contro i gradoni! Black ferma la sua arrampicata e ritorna al terreno aspettando l’arrivo del tedesco. Schmidt è letteralmente infuriato, e i due collidono a tutta forza. Scambio di pugni, sempre più veloci. E finalmente ha la meglio proprio Schmidt, che inizia ad attaccare Black con una serie di spallate, fino a lanciarlo a terra, per poi chiude il suo avversario in una Sleeper Hold a terra. E improvvisamente, dall’angolo, BBB si butta su entrambi con un Knee Drop! Schmidt è KO! E Black si rialza barcollando Thomas Kiley si assicura delle condizioni del tedesco. THE LOWEST BLOW! The Knight crolla in ginocchio e Boom lo afferra per il Cut-to-Black.

Immagine


Blitzkrieg! Big Black Boom barcolla!

Immagine


Mark of the Veteran! Black copre BBB mentre Sigfried lo protegge. 1… 2… 3! Leon Black e Sigfried Jager portano a casa il risultato.

Spoiler:
The winners of this match: Leeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeon Blaaaaaaaaaaaaaaack and Sigfrieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeed Jageeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeer!


Black si rialza in piedi, festeggiando con il pubblico, mentre il tedesco annuisce. Thomas Kiley alza il braccio ad entrambi i contendenti, ma dopo poco Jager si allontana. Il gigante invece si avvicina al paletto e ci si arrampica sopra. Nel frattempo Sigfried ha recuperato il titolo del mondo e si sta dirigendo verso il centro del ring. La Unglorified Legend è scesa dal paletto e ora i due vanno faccia a faccia. Sigfried Jager indica la cintura e poi indica se stesso. Black annuisce, poi tende la mano, chiedendo la cintura. Il Best from the West osserva la mano, osserva la cintura, osserva Black, ed infine gli consegna il titolo. Black prende la cintura e se la mette in spalla. Sguardo a centro ring fra i due, e su questa immagine Indoor War si chiude. Buona notte e buone botte!

CM-Cena, Elban Rattlesnake, Dims, Il Capitano
KTW, NotOnlyWWE, Simon, Il ragazzo woo woo, Stevester, straight edge savior, hbkbestfan, Liontamer, The Hawk, woo woo woo man, Christian, simoAF


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 22:46 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Immagine


Ci troviamo nel backstage, dove vediamo camminare Jimmy Gates, smartphone allamano e cuffie nelle orecchie il giovane Gates sembra star parlando al telefono.

Immagine


JM: Tranquillo pà, sto solo andando a prendere una cola alla macchinetta. Lo so, lo so, ma tranquillo, gli abbiamo dato una bella lezione, per stasera non c'è pericolo. Senti, sì, okay, dammi dieci minuti, ci vediamo alla macchina. Dieci minuti, tranquillo.

Jimmy attacca la chiamata, il suo smartphone riprende a riprodurre musica.

Spoiler:


JM: Uh, amo questa canzone.

Jimmy gira l'angolo, trovandosi davanti la macchinetta delle bibite e, davanti a questa, Alice Angel.

Immagine


La ragazza sta guardando dentro il suo portafoglio, sospira e dice sottovoce:

AA: Vaffanculo, ho finito gli spiccioli...

Jimmy, osservata la scena, si toglie di fretta le cuffie infilandole alla buona in tasca, poi si passa una mano tra i capelli, prende un respiro profondo, raddrizza la postura e si avvicina ad Alice.

JM: Ehi.

La ragazza alza lo sguardo su Jimmy con aria interrogativa.

AA: Oh. Ciao.

Jimmy si appoggia con un braccio alla macchinetta.

JM: C-che fai di bello?

Alice assume un'espressione perplessa.

AA: Ehm... mi lamento dei soldi che non ho? In ogni caso, tu sei... ?

JM: Uh, già, è vero. Eh. Io? Io sono Jimmy!

Jimmy porge la mano ad Alice, cercando di tendere il bicipite il più possibile. Lei guarda la mano... poi infila le sue in tasca.

AA: Alice. Scusami, non stringo la mano a nessuno. Attento, potrebbe scoppiarti il braccio.

JM: Uh, intendi questo. Eh, stringo sempre la mano così alle persone, ecco. Comunque, gran bella puntata oggi eh?

La Angel alza le sopracciglia, scocciata.

AA: Davvero. È stato proprio divertente farmi attaccare alle spalle. Gran bella serata.

JM: O-oddio scusami, non intendevo quello. Deve aver fatto male, mi dispiace molto, cioè se vuoi gli faccio il culo a chi ti ha attaccato eh, se vuoi.

Alice si schiarisce la gola e poi indica il suo borsone, appoggiato accanto alla macchinetta. Jimmy si sbatta una mano sulla fronte. La One-Winged Angel riprende il suo borsone.

AA: Beh, ci vediamo... Jimmy.

JM: No, ehi, aspetta, non intendevo, ecco. Ehi! Non avevi bisogno di spicci? E-ecco, li ho trovati!

Gates estrae di fretta una banconota da venti dollari dalla tasca e la infila totalmente stropicciata nella macchinetta, ignorando totalmente la scritta "Non da resto".

JM: C-cosa preferisci?

Alice alza un sopracciglio.

AA: Una Redbull Cherry.

JM: Eh, buonissima! La-la bevo sempre pure io

Jimmy, preme due volte il pulsante corrispondente alla Redbull Cherry, facendone cadere altrettante.

JM: Mi avanza ancora credito, ti va anche qualcosa da mangiare?

AA: Uhm, credo che ti avanzerebbe credito anche se ordinassi quattro pacchetti di patatine ma... un pacchetto di patatine.

JM: Okay, ci sono quelle classiche, quelle alla paprika, quelle al pomodoro. Uh, ci sono anche quelle mongolate blu, chi mai mangerebbe patatine blu, giusto?

Jimmy accenna una risata nella speranza che contagi anche Alice. Risata da parte di Alice che però non arriva. La ragazza si schiarisce di nuovo la gola e chiude gli occhi, innervosita.

JM: Voglio dire, chi mai mangerebbe patatine blu senza averle provate! Eh, perché una volta che le provi non si torna più indietro eh, mangio solo quelle ormai!

Jimmy preme due volte il tasto corrispondente alle patatine blu. Poi si china per raccoglierle.

JM: Ecco, patatine blu. Come la canzone, giusto? I'm blue dabadeedabada...

Jimmy sorride e indica Alice nella speranza che questa continui la canzone. Questa però si limita a scuotere la testa, prende la sua bibita e le sue patatine, si infila queste sotto il braccio e stappa la lattina di Redbull.

AA: Grazie. Sei il figlio di Gates, giusto?

JM:Già, sia naturale che adottivo.

Alice sbuffa e beve un sorso.

AA: Beh, salutami Texas allora.

JM: Eh, sicuro. Già te ne vai?

AA: Il mio aereo per LA parte fra non molto. Ci si vede, Macho Man.

Alice volta le spalle e va per andarsene.

JM: Ci si vede, Alice. E' stato bello averti incontrata.

Jimmy abbassa la testa mentre Alice trattiene una risata e se ne va salutando con un cenno della mano.

JM: Stupido, stupido Jimmy.

Il telefono di Jimmy inizia a squillare.

JM: Sto arrivando per l'amor di Dio!

Jimmy attacca il telefono, poi prende le patatine e la Redbull ancora nella macchinetta, fa qualche passo e le butta in un cestino, per poi tirare un calcio al cestino.

JM: Fanculo!

Jimmy continua a camminare mentre si rimette le cuffiette.

JM: I'd rather dance with you than talk with you...

/--------------/


Backstage, subito dopo il main event. Siamo nel camerino di Leon Black che, cintura in spalla e ancora in tenuta da ring, tutto sudato, è in compagnia di Lucy Fisher, sempre in camicetta e minigonna nera.

ImmagineImmagine


Il gigante ha un asciugamano intorno al collo e sorride divertito.

LB: Fantastico, no?

LF: Certo, certo.

LB: Dai su, non vorrai dirmi che non ti sei divertita?

Lucy sbuffa, poi ridacchia.

LF: Sì, mi sono divertita.

Si sente improvvisamente bussare alla porta del camerino.

LB: Vai tu?

LF: Ok.

La ragazza si avvia alla porta.

LF: Chi è?

???: Oh, uhm, Lucy Fisher è qui dentro?

La ragazza apre la porta, trovandosi davanti... LisaLisa, la nuiova lottatrice della TWC!

[testocentrato]Immagine


La donna ha fatto un inchino di saluto, facendo sorridere la campionessa TDPW.

LA: Buona sera, Fisher-San.

Lucy rimane un secondo immobile, poi fa un inchino a sua volta.

LF: Tu devi essere Lisa. Lui è Leonard Black.

LB: Sup?

Lisa osserva per un attimo il campione del mondo, sbattendo le palpebre...

LA: Oh, non pensavo di avervi interrotto, se vuole posso tornare dopo, Fisher-San...

LF: Non è necessario, non preoccuparti. Possiamo parlare tranquillamente.

LA: E' che preferirei parlare da... lottatrici, ecco. Se non è un problema per Black-Sama.

LB: Per la seconda volta della serata. Quello che dici a me lo dici a Lucinda e viceversa. Parla senza problemi.

Lucy piega la testa di lato.

LF: Questo è vero.

LA: Oh, d'accordo... Allora, come dire...

LF: Non c'è bisogno di essere imbarazzata.

La Fisher conclude questa frase con un sorriso, dando una pacca sulla spalla della nipponica.

LA: No, no, non si preoccupi, Fisher-San, non è tanto imbarazzo, non sono qui in cerca di un autografo o cose simili... Non che non riconosca il suo immenso valore di lottarice ecco... Sembro stupida, non è vero? E dire che sono anche io una professionista consumata...

Lucy fa spallucce.

LF: Il modo migliore per non sembrare stupidi è pensare, prendere un respiro e poi parlare.

LA: I miei pensieri in questo momento sono molti, Fisher-San. Molti... Ma andrò dritta al punto: quando mi proposero di entrare in TWC e mi mostrarono il roster femminile, il suo nome risaltò per due ovvi motivi: la sua lunga esperienza e carriera, e, testuali parole, "la sua capacità di gestire i rapporti con le altre lottatrici". Credo di sapere di cosa parlano, considerando quanto è successo anche questa sera... Beh, voglio parlare di Jane Murphy.

Lucy si fa seria, incrocia le braccia.

LA: Ha visto anche lei quella ragazza, sa che cosa prova e la rabbia che emana... C'è molto potenziale in lei, ma è forse troppo passionale, ecco. Non padroneggio ancora ottimamente l'inglese, ma il punto è che ho paura di non poter scalfire la corazza di quella donna. Lei è riuscita a farsi amiche due guerriere nate come Elektra Kellis e Brunild Wagner, vorrei poter sentire un suo consiglio.

LF: Questa è una domanda interessante. Non lo so. Jane è una ragazza estremamente intelligente ed estremamente confusa. Se vuoi parlarle, ti consiglio di una estrema pazienza. Ha bisogno di qualcuno che le si sieda vicino e la ascolti e basta. Senza volerle parlare.

LisaLisa ha ascoltato con attenzine le parole di Lucy, Ora sorride fa un nuovo inchino.

LA: Grazie mille, Fisher-San. Farò tesoro di questo consiglio. Grazie della chiacchierata, e buona serata. Anche a lei, Black-Sama!

La donna quindi si allontana velocemente, salutando con la mano la campionesa TDPW, che ricambia il saluto.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 20/05/2016, 20:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8683
Località: Interesting
Immagine


Benvenuti al Kickoff di Indoor War! Tra pochi minuti la puntata odierna avrà inizio, ma ora le telecamere ci portano nel backstage dove troviamo Alisa Drake che è appena arrivata e, da sola, sta portando il suo borsone.

Immagine


La ragazza procede diretta per i corridoi dell'arena con un leggero sorriso dipinto in viso e si scambia educati saluti con gli addetti che incontra. Dopo diversi metri la ragazza viene raggiunta da Ally Sullivan.

Immagine


Ally: Alisa, scusami...

Miss Drake si ferma ed osserva sorridente l'intervistatrice.

Alisa: Dimmi tutto Ally.

Ally: Lo scorso lunedì Chris Drake è apparso in TDPW difendendo con successo il suo Interpromotional World Wrestling Championship, ma nel fare ciò si è presentato insieme a Samantha Hart, vostra nemica giurata. Potresti darci più dettagli su ciò che è successo?

Alisa: Samantha è una mia nemica giurata e non di Chris visto che ultimamente preferisce accompagnarsi a lei spesso e volentieri, arrivando a definirla la sua nuova migliore amica.

Ally: E da dove sarebbe scaturita questa loro amicizia vista la storia di disprezzo che c'è tra loro due?

Alisa: Qualche settimana fa Chris andò da Samantha per sbrigare una faccenda e tra una cosa e un'altra i due sono finiti al letto. Da lì hanno rincominciato ad avvicinarsi ed eccovi servito lo scempio visto in TDPW.

Ally: Dalle tue parole possiamo capire che non approvi questa scelta di tuo fratello, e il fatto che tu sia arrivata da sola qui ad Indoor War è anch'esso un fatto emblematico.

Alisa: Non lo approvo ma lo capisco. Devi sapere che dalla scorsa puntata di Indoor War Chris non è riuscito a stabilire alcun contatto fisico con me dopo il colpo accidentale che mi ha dato con Evie, e alcune persone mi hanno fatto notare che questo suo atteggiamento è dovuto alla paura che ha di farmi nuovamente del male poiché non mi vede come una persona forte. Con Samantha invece è diverso, lui la vede come una persona forte a cui non può far del male, e quindi in un certo senso si sente più sicuro ad accompagnarsi con lei invece che con me.

Ally: Parli con molta tranquillità di questo argomento.

The Wolf Dame ridacchia.

Alisa: Beh sì Ally, in fondo questa sera sarà mia premura dimostrare a mio fratello che io non sono affatto una debole, che non sono più la ragazzina di undici anni con cui scappò di casa ed a cui dovette badare, ma che sono una donna forte in grado di sopravvivere nel mondo del wrestling.

Ally: Sembrerebbe che tu abbia un piano.

Alisa: Sì, ma ne saprete di più durante la diretta. L'unica cosa che posso dire ora è che la forza di una donna non si valuta dalle parolacce che dice e dal numero degli uomini che si porta a letto, e ciò Chris lo capirà questa sera quando piegherò Jack Keenan al mio volere costringendolo ad accettare il match contro mio fratello a War Of Change.

La giovane sorride nuovamente.

Alisa: The Most Anticipated Rematch in TWC History is going to happen.

La Legit Queen fa l'occhiolino verso Ally per poi allontanarsi.

/-------------------/


]Ci troviamo nello spogliatoio dei No More Heroes dove vediamo Shawn e Jimmy Gates. Shawn è intento a fumare mentre si allaccia gli stivali, Jimmy messaggia col telefono.

ImmagineImmagine


JG: Pà.

SG: Che c'è?

JG: Stai attento con Morgan stasera, quello è pazzo.

SG: Credi che dovrei avere paura di lui?

JG: Credo che dovresti stare attento.

SG: Due parole. Akuma Fujihara.

JG: Non sai come può andare a finire con quello, ha un gruppo criminale dietro.

Tiro di sigaretta di Gates.

SG: Me la caverò. Proprio come ho sempre fatto.

Altro tiro di Gates.

JG: Un'altra cosa.

Shawn sospira.

SG: Dimmi figliolo.

JG: Se tu dovessi invitare a cena qualcuno cosa faresti?

Il texano si gratta il mento.

SG: Ma che domanda è?

JG: Voglio dire, se io volessi convincere qualcuno a venire a cena con me cosa dovrei fare?

Il texano sorride.

SG: Ah, di nuovo l'amica di Moon, chiaro.

Tiro di sigaretta.

SG: Prendile qualcosa che le piace. Alle donne piacciono i regali. Cosa le piace?

JG: RedBull e patatine?

SG: Perfetto allora, sei a cavallo figliolo.

Tiro di sigaretta.

SG: Ma dov'è finito Travis?

TM: Scusate il ritardo.

ImmagineImmagine


Nello spogliatoio fa il suo ingresso Travis Miller seguito dal suo maestro, Gorislav Kowalczyk. Miller una volta entrato va subito a depositare le sue cose e comincia a prepararsi per il match.

GK: привет, signori. Spero non stiate aspettando da troppo.

JG: Ciao Travis!

SG: Tranquillo Gorislav, finché non mi finiscono le sigarette l'attesa non mi pesa. Travis, tu sei pronto per il match?

Travis si limita ad un cenno con la testa senza interrompere gli allenamenti. Gorislav lo osserva stranito per qualche secondo.

GK: Travis, отвеча́й.

Travis ignora il maestro continuando ad allenarsi mentre questi scuote la testa e si volta verso i Gates.

GK: Scusatelo, è solo molto concentrato sul match che avrà più tardi, temo che fino a fine serata non sarà di grande compagnia. Ma tu piuttosto, Shawn, pronto per stasera?

SG: Vi ho già detto del mio secondo nome vero?

Gates ride leggermente, non assecondato dagli altri presenti.

SG: Sono nato pronto, Gorislav.

GK: Ottimo, questo è lo spirito.

Gorislav si ferma per qualche secondo.

GK: Cercate di fare attenzione contro quei due stasera. Sono molto più pericolosi di quello che sembrano.

SG: Ho già battuto Fred e ho combattuto con Morgan diverse volte. Non sono da sottovalutare, certo. Ma sia io che tu abbiamo visto gente molto più temibile, Gorislav. L'unico vantaggio che avevano su di noi era l'essere disposti a tutto, ma adesso che hanno ottenuto quello che volevano dovranno vedersela con due tizi molto arrabbiati e una spanna sopra di loro in tutto.

GK:Bene. Da parte mia vi assicuro che i Dawn of the Empire perderanno su tutta la linea stasera, non lascerò che finisca come l'ultima volta.

TM: Non gliene daremo la possibilità.

Travis prende la sua cintura ed esce rapidamente dallo spogliatoio. Gorislav scuote la testa e si siede sulla panchina.

SG: Adoro quel ragazzo quando fa così. Quando si mette qualcosa in testa non lo ferma nessuno. Hai fatto davvero un bel lavoro con lui.

Gorislav sorride a mezza bocca, poi Shawn si alza.

SG: Ehi, devo andare pure io, ti dispiace restare qui con lui?

GK: Certamente, nessun problema. In bocca al lupo per stasera.

SG: Grazie mille. E tu ragazzo vedi di non mandare tutto a puttane per l'ansia. E anche se dovesse andare male lei è una ragazzina come te, ce ne saranno altre. Ad ogni modo, a dopo.

Shawn esce dallo spogliatoio e il kickoff continua.

/-------------------/


Le immagini inquadrano il parcheggio della BMO Harris Bradley Center di Milwaukee, Wisconsin, dove vediamo un'auto che si è appena parcheggiata in maniera non propriamente adatta.

Immagine


Passa qualche istante e dal veicolo escono fuori Chris Drake, con l'immancabile Interpromotional World Wrestling Championship in spalla, e Samantha Hart che era alla guida.

ImmagineImmagine


The Predator osserva il modo in cui si è parcheggiata Samantha ed alza un sopracciglio.

C.Drake: Quanto sei bastarda...

Samantha: Chi io?

C.Drake: Dai, parcheggia bene.

Samantha: Col cazzo proprio, se proprio ci tieni parcheggia tu.

Chris sbuffa e Samantha gli lancia le chiavi. Mr. TWD parcheggia bene l'auto della ragazza, scende dal veicolo e la raggiunge nuovamente per poi incamminarsi con lei verso l'ingresso dell'arena.

Samantha: Allora mister senso civico, che hai in mente di fare per convincere quel frocetto di Keenan a concederti il rematch?

C.Drake: Penso che lo minaccerò di morte. Devo solo trovar il momento adatto per farlo inginocchiare e puntargli Evie alla testa, e poi vedrai che preso dalla paura accetterà il match... O meglio ritarderà di due settimane il pestaggio della sua vita.

Samantha: Mmh, può funzionare.

C.Drake: Tu invece che intenzioni hai con Alice Angel?

Samantha: Boh, me ne frega talmente poco di quella strappafiletti che quasi mi ero scordata di avere un match contro di lei a War Of Change. In fondo è solo carne da macello per far ripartire la mia ascesa verso il trono di Queen Of TWC, trono che mi spetta di diritto.

C.Drake: Stai attenta Samantha, Alice non è una sprovveduta e sono abbastanza sicuro che se volesse potrebbe rompere il culo anche al demente con cui si accompagna.

Samantha: Va be' cazzo ci vuole a rompere il culo ad Andy Moon, sia in senso figurato che in senso letterale... Eh eh eh...

C.Drake: Per una volta condivido le tue insinuazioni sessuali Samantha, anche per me Andy fa la parte della donna e Ayumi la parte dell'uomo.

Samantha: Magari senza sputo e con la sabbia.

Chris inizia a ridere divertito.

C.Drake: Che mente malata che hai...

Samantha: Senti chi parla...

I due se la ridono tra di loro mentre arrivano all'ingresso dell'arena. Chris si blocca e diventa serio mentre guarda il maniglione per aprire la porta e sospira. Samantha sbuffa e gli tira uno schiaffetto dietro al collo.

Samantha: Ehi coglione!

Chris alza lo sguardo puntandolo verso quello, severo, di Samantha.

Samantha: Non iniziare a cagarti sotto per Alisa.

C.Drake: No... E' che... Insomma... Non l'ho più sentita da lunedì e... Capito? Non so come comportarmi e ta-ta-ta...

Samantha: Ta-ta-ta... Ma che stai a spara'? Che stai al poligono di tiro? E caccia i coglioni, coglione!

Ed ecco che Samantha colpisce con un pugnetto le parti basse di Chris che si piega con il bacino all'indietro mostrando una leggera smorfia di dolore.

Samantha: Senti...

La Hart Princess sbuffa.

Samantha: Mi da un fastidio cane ammetterlo Chris, non puoi immaginare nemmeno quanto e perciò se non recepirai queste mie parole stai pur certo che ti stacco una palla a morsi!

The Predator deglutisce mentre Samantha lo fissa con sguardo duro per poi sospirare.

Samantha: Tua sorella Alisa non è una debole ragazzina.

Chris osserva interessato Samantha.

Samantha: Quella nana stronza ha la pellaccia dura, e quando vuole sa essere tosta tanto quanto me e folle tanto quanto te. Le cose che le ho detto al telefono lo scorso lunedì non le pensavo veramente, ma era uno sfogo a caldo poiché lei non capisce gli sforzi che sto facendo per instaurare un rapporto civile con te e farmi perdonare delle cattiverie che ti ho fatto, e la cosa mi fa girare altamente i coglioni visto che mi sto realmente impegnando per redimermi ai tuoi occhi Chris. Ora tu hai una paura fottuta che i tuoi scatti d'ira cieca possano farle del male, ma stai pur sicuro che ciò che è successo lo scorso Indoor War è stato un incidente, e in questo sport ne capitano d'incidenti... Non so se ricordi, ma lo scorso anno a War Of Change mi hai steso con un braccio teso destinato a Jack Keenan, ma nonostante ciò sei comunque riuscito a sconfiggerlo.

The Undisputed Legend annuisce leggermente.

Samantha: Chiunque salga su quel ring sa i rischi che si possono correre, e di sicuro non ha paura di subirne le conseguenze, perciò smettila di fare la checca isterica, tira fuori i coglioni e comincia a considerare quella demente di tua sorella come una vera donna e non come una ragazzina!

The Goddess prende un profondo respiro.

Samantha: E ora vai a farti fottere che mi sento decisamente sporca per aver minimamente elogiato quella fondina per cazzi senza aver fatto nemmeno un'allusione incestuosa.

C.Drake: Samanth...

Samantha: Ho detto che devi andare a farti fottere! Forza, entra nell'arena e preparati per ottenere quel cazzo di match contro quell'amante di cazzi stagionati. Io ora devo concentrarmi su quell'aborto di merda di Alice Angel che stasera ha un match con Ellen, quella ragazza strana...

C.Drake: Sì chiama Ellie.

Samantha: 'Sti cazzi, è uguale. Ora entra e non rompere il cazzo.

The Predator annuisce mentre Samantha incrocia le braccia e si appoggia ad un muro con espressione seccata. Chris apre la porta d'ingresso all'arena e si appresta ad entrare, ma poi si blocca e si gira verso Samantha...

C.Drake: Samantha...

Samantha: Che cazzo vuoi ancora?!

C.Drake: Grazie.

Samantha: Hm.

La ragazza si gira verso l'altro lato e Chris dopo aver annuito in maniera amara entra nell'arena e si chiude la porta alle spalle. Samantha intanto si accende una sigaretta ed accenna un leggero sorriso...

Samantha: Ci sono volute due settimane ma alla fine è riuscito a dirlo...

La giovane continua a fumare e le immagini si interrompono.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 154 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 6, 7, 8, 9, 10, 11  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Matt Thunder


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it