Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 154 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11  Prossimo
  Stampa pagina

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 06/05/2016, 20:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Bentornati live da Indoor War. Le immagini ci portano nel backstage dove troviamo Alisa Drake spalle ad un muro.

Immagine


La giovane sta smanettando con il suo telefono, ed ecco che una porta lì vicino si apre e ne esce il fratello, Chris Drake.

Immagine


Chris, Interpromotional World Wrestling Championship in spalla, si sgranchisce il collo e raggiunge la sorella.

Alisa: Passata l'incazzatura?

C.Drake: Diciamo di sì. Sfogarmi contro un sacco d'allenamento mi calma abbastanza.

Alisa: Quell'abbastanza mi preoccupa.

La ragazza sospira.

Alisa: Ma davvero eri serio quando hai detto che saresti disposto ad uccidere Jack Keenan? Quel discorso che gli hai fatto è stato decisamente inquietante.

C.Drake: Se sarà necessario non esiterò a farlo fuori. Nessuno può più permettersi di farti del male.

Alisa: A volte fai paura Chris... Ma ora cosa vogliamo fare visto che Jack ha rifiutato il match per War Of Change?

C.Drake: Semplice Ali. Lo cercheremo, lo troveremo e gli darò due possibilità... O accetta il match e conseguente pestaggio per War Of Change o lo pesterò e spezzerò la sua carriera seduta stante per poi virare su altro a War Of Change. Potrei gettarmi nella mischia per la Medal Of Honor vista la gentaglia che c'è in quel Ladder Match. In fondo c'è Andy Moon che è sempre un piacere da pestare, Big Black Boom che non ha pagato del tutto il tradimento di Glorious Revolution, Christophorus Schmidt con cui ho ancora un conto aperto, Kevin Manson che deve imparare a stare al suo posto e Michael Edwards che... che... ehm... che ha un soprannome simile al mio.

I Drake Siblings si scambiano uno sguardo d'intesa per poi incamminarsi per il backstage alla ricerca di Jack Keenan.

C.Drake: Evie è nel mio spogliatoio giusto?

Alisa: Sì sì, l'ho nascosta per bene in caso di evenienza.

Chris mostra un sorriso compiaciuto per poi continuare a camminare per i corridoi dell'arena insieme alla sorella, ma non appena i due girano un angolo si bloccano improvvisamente. Alisa resta impassibile mentre Chris alza lo sguardo, prende un respiro e gonfia il petto. L'inquadratura si allarga mostrando Leon Black e Lucy Fisher.

ImmagineImmagine


Il gigante, in camicia blu elettrico e jeans grigi, è appoggiato al muro, e sta sorseggiando quello che rimane di un caffé da un bicchiere di plastica, mentre la rossa, in una semplice camicetta bianca e minigonna nera, è seduta su una cassa della produzione. Black alza lo sguardo su i due fratelli Drake e dopo un istante fa un sorriso sbilenco.

LB: Salve Drake. Cosa è quella cosa sbrilluccicante che ti porti sulla spalla? Sembra ti piaccia parecchio? Plastica?

Chris mostra un sorriso sarcastico.

C.Drake: Niente di che Black, è solo il massimo a cui un wrestler possa ambire. Tu invece dove hai lasciato il tuo titolo provinciale?

Black scoppia a ridere di gusto, battendo una mano sul muro. Dopo diverse decine di secondi cerca di ricomporsi, per poi riprendere a ridere. Passano altri secondi, in cui il gigante ride ad intermittenza, cercando di controllarsi. Finalmente, dopo quasi un minuto, riesce a tornare serio, e guarda negli occhi Drake.

LB: È per questo che...

Black scoppia a ridere di nuovo, ma questa volta la crisi è più breve.

LB: Dicevo, è per questo che nessuno ti prende sul serio. Cioé, comprendi. È stupendo che tu sia fiero del tuo titolo del mondo, ma perché devi dire queste stupidaggini? Abbi un po' di rispetto per te stesso.

The Knight si asciuga una lacrima con un dito.

LB: Finché continuerai a dire queste cose, non potrai mai sperare che qualcuno ti prenda sul serio.

C.Drake: Oh, ma io ho rispetto per me stesso Black, e chi non mi prende sul serio poi sperimenta sulla sua pelle cosa vuol dire entrare in un ring con il Best In The Business. Prova a chiedere al tuo amico Andy Moon, a Devil Antonius, ai Guardians Of Truth... Tutti pensavano di essere al sicuro, ma poi il Predatore li ha resi le sue Prede lasciandoli con un pugno di mosche in mano. In particolare il tuo amichetto, che tanto si vanta di avermi schienato nella Chamber Of Annihilation dopo aver ricevuto un assist da Sigfried Jaeger, dovrebbe ricordarsi che nell'unico match uno contro uno che abbiamo avuto è stato sconfitto consegnandomi di fatto la title shot che mi ha reso The Reigning, Defending, Undisputed, Interpromotional Wrestling Champion of the World!

Chris sorride compiaciuto e si sistema il suo titolo in spalla.

C.Drake: Comunque non sono qui per fare una gara a chi ce l'ha più lungo, il fatto che io abbia battuto colui che per anni ti ha umiliato in TWNA è abbastanza emblematico, ma sono qui per cercare quel figlio di puttana di Jack Keenan, altro individuo che presto sperimenterà ciò di cui stavo parlando prima. Ora, visto che hai l'abitudine d'intrattenerti con la gran parte delle pecore che formano questo roster voglio chiederti... Hai per caso visto il suddetto figlio di puttana?

Black scrolla le spalle.

LB: No, non ho visto Keenan. Ma dimmi, davvero hai battuto Akuma Fujihara? Anche se umiliato per anni credo sia una esagerazione. Non credevo potesse rompere il ritiro per affrontarti? Quando ci hai combattuto contro?

The Predator inizia a battere le mani, entusiasta.

C.Drake: Ed eccolo qui, finalmente! Yeeeeeeee!

Chris continua ad applaudire Leon.

C.Drake: Mi stavo quasi spazientendo all'idea che nessuno avesse ancora screditato Kid The Wizard al solo scopo di sminuire la mia vittoria su di lui. Tu che numero sei nella sua Streak? Il sette? L'otto? Meh, poca importanza Leon, in fondo ciò che conta è che lui ti abbia battuto e che mentre lui dominava in lungo e in largo tu facevi l'Unglorified Failure, riadattandoti poi in TWC come Unglorified Legend, tanto con il roster di boccaloni che c'è qui è naturale che ti abbiano creduto. Che poi ci sarà anche un motivo se eri Unglorified, o sbaglio?

Black sospira.

LB: Caro Chris, sono semplicemente assolutamente all'oscuro di quello che hai fatto. Quindi hai battuto KTW? Complimenti. Se mi mandi un Blu Ray magari mi guardo anche il match. Dove lo hai fatto? In FWP? Scommetto che è in FWP. Di quella si occupa Thomas. Di solito quando succede qualcosa di rilevante mi avvisa.

Black finisce il suo caffè.

LB: E fidati, non ho alcun bisogno di sminuirti. Ci pensi da solo, ogni volta che entri in una arena TWC. Vedi, a me piacerebbe davvero rispettarti, e vederti come un wrestler importante. Ma non posso. Non finché ritieni che sconfiggere qualcuno che l'unico modo che ha avuto per essere importante è stato andare al potere e barare per mantenere la sua posizione sia più importante di quello che fai. Non mi sono scelto io questo soprannome. Non vado in giro dicendo a tutti che sono una leggenda non glorificata. Me lo hanno dato. Non perché ho vinto un match, ma perché qualsiasi cosa succeda sono sinonimo di qualità. Perché sanno che quando vado là fuori faccio il mio meglio. E puoi continuare a nasconderti dietro a quei pezzi di plastica, alle grandi vittorie che non interessano a nessuno, ai soprannomi pomposi, alle faccette buffe e a mille scuse. Devi cambiare se vuoi ottenere qualcosa. Devi migliorare, ma da quando sei qui non hai fatto un passo avanti.

Il gigante accartoccia il bicchiere e lo lancia al volo in un cestino.

LB: Perché puoi pensare quanto vuoi di essere un grande di questo sport, ma non lo sei.

Chris fa un passo avanti, andando faccia a faccia con Leon.

C.Drake: I'm the Best In The Business jerk.

The Predator prende una pausa, non staccando il suo sguardo da quello del campione TWC, ed ora inizia a parlare in maniera fitta...

C.Drake: Io non ho bisogno di dimostrare nulla a nessuno poiché è sotto gli occhi di tutti la mia grandezza, ed in particolar modo è sotto gli occhi di una montagna di due metri e mezzo piena solo di scuse per il fallimento che la sua carriera e la sua vita sono state fino ad un anno fa. Tu ti riempi la bocca di paroloni Leonard, molto di più rispetto a me in certi casi, fa parte del gioco in fondo, ma queste tue frasi al veleno verso Kid The Wizard mostrano per l'ennesima volta che proprio non riesci a digerire il parallelismo tra le vostre carriere. Siete partiti che tu eri la minaccia numero uno con la tua Row Despair e lui era quello che perdeva in otto secondi, e siete finiti che lui ha chiuso trionfante l'ultimo evento TWNA come The Legend Of Legends e tu facevi da semplice scudo per non far fuggire Randy Parks. Lui era l'evento principale degli show, tu un simpatico riempitivo, e questa tuo correlare i suoi successi alla sua posizione di potere è un'arma a doppio taglio per te.

Un leggero sorriso beffardo compare sul viso di Chris.

C.Drake: E' un'arma a doppio taglio poiché tu occupi la sua stessa posizione, con la differenza che lui nel nome della trasparenza gestiva gli show davanti gli occhi di tutti e tu invece muovi le fila nell'oscurità manovrando quel burattino di Virgil Brown junior.

Boato di sgomento dall'arena mentre Alisa alza un sopracciglio.

Alisa: Chris, non pensi che...

C.Drake: Shut The Fuck Up Ali.

Sentiamo dei fischi provenire dall'arena mentre Alisa abbassa la testa. Chris mostra un nuovo, leggero sorriso beffardo mentre fissa Leon.

C.Drake: Deve essere orribile vero Leonard, deve essere davvero orribile lavorare per più di un anno per costruire un qualcosa d'importante per poi vedere quel qualcosa passare inesorabilmente in secondo piano.

Chris allarga un braccio mostrando un sorriso beffardo e parlando con tono sarcastico.

C.Drake: Leon Black contro Sigfried Jaeger! Le due nemesi finalmente uno contro l'altro per il TWC World Heavyweight Championship nel main event di War Of Change! Questo sì che metterà culi sulle sedie e farà aumentare gli acquisti. Sedie personalizzate, t-shirts, cappellini, poster promozionali e tutto il resto faranno da contorno a questo epico showdown tra le due facce della TWC che battaglieranno per il premio maggiore che la compagnia stessa possa offrire!

The Predator torna serio e punta lo sguardo su Leon.

C.Drake: Ma cosa succederebbe se uno stronzo lunatico vincesse un titolo che sotterra il suddetto premio maggiore in TWC per poi difenderlo con successo contro The Invicible One e ribadendo continuamente la superiorità sua e del suo titolo rispetto agli altri venendo supportato dalle proprie imprese?

Un sorriso beffardo si fa largo nuovamente sul viso di Chris.

C.Drake: Beh lì un accordo tra la diabolica sorella del suddetto stronzo lunatico e tra la marionetta del Master Of Puppets Leonard Arthur Black porterebbe alla soluzione perfetta, ovvero impedire la difesa dell'Undisputed Interpromotional World Wrestling Championship in TWC in modo da non affossare ulteriormente il TWC Heavyweight Championship.

Chris fa un passo indietro e si rilassa.

C.Drake: Contrariamente a quanto credi la gente non è stupida, e magari non se ne accorgerà oggi o non se ne accorgerà domani, ma stai pur certo che prima o poi tutti capiranno che ciò che vedono è solo una maschera, un personaggio finto ed artificioso creato dal suo stesso attore per nascondere la sua vera natura di viscido e manipolatore pezzo di merda! E quando questo succederà io sarò lì, ancora come The One and Only World Wrestling Champion, e ti ricorderò che sei tu quello che l'unico modo che hai avuto per essere importante è stato andare al potere e barare per mantenere la tua posizione.

Black sorride, poi fa un gesto a Lucy, che annuisce.

LF: Leonard ha vinto il titolo contro Fred quando Virgil Brown non era al potere.

Black annuisce.

LB: Vero, ma non era quello che speravo dicessi.

Lucy si gratta la testa per un istante, poi annuisce.

LF: Giusto. I nomi hanno un grande potere, Chris. Evita di chiamarmi Leonard Arthur.

LB: Ecco qua. Davvero, non chiamarmi così. Non sei mio fratello.

Black si ferma un secondo.

LB: Forse. Chissà quando lo scopriremo, vero Drake? Chissà cosa succederà nella tua eccitante vita. Sarà in grado Drake di superare l'ennesimo shock nella sua vita? Riuscirà a scoprire se Jack Keenan è davvero alleato del suo peggior nemico, che guarda caso è anche suo padre che credeva morto da tempo? Riuscirà Drake a liberarsi dalle corde prima che il treno lo colpisca? Riuscirà Drake ad essere interessante? Tu sei soltanto un brutto personaggio da operetta, un cartonato di una persona, l'imitazione di un wrestler di successo. Non venirmi a parlare di risultati, Chris Drake. Non venirmi a parlare di fatti che dimostrano le tue qualità. Hai fatto di tutto in questa federazione. Devo ancora vedere qualcosa di veramente decente da parte tua.

Il gigante fa un gesto vago con le mani.

LB: E puoi tapparti le orecchie. Dire che tutte le critiche che ricevi sono solo da me, da Nick Carroll, da Kevin Manson o da qualche cattivone, ma la realtà è che non piaci a nessuno. E non perché tu sia una pomposa testa di cazzo, ma perché sei una pomposa testa di cazzo incapace di accettare di essere come gli altri.

Ed ecco che Chris sbadiglia platealmente in faccia a Leon.

C.Drake: Yawn! Sei noioso quando inizi a ripetere gli stessi concetti facendoti anche supportare da tuo marito. Ci si vede Leonard Arthur.

The Predator si allontana con sguardo compiaciuto mentre Alisa resta davanti a Leon e Lucy.

Alisa: Lucy, scusalo per quest'insulto gratuito.

LF: Non ti preoccupare, ho smesso di calcolarlo almeno un anno fa.

Alisa: Per quanto riguarda te Leon, sappi che sono in totale disaccordo con ciò che dici, e se vuoi dimostrare il tuo punto contro mio fratello potresti tranquillamente sfidarlo uno di questi giorni e smentirlo nel ring.

LB: Fra due settimane sono libero. Se vuole favorire, si presenti in completo da ring e mi sfidi.

Black si interrompe e fa un mezzo sorriso, mentre Lucy è scesa dalla cassa e si sta mettendo a posto la minigonna.

LF: Credo che possiamo andare.

LB: Ok.

Alisa: Lucy... Vorrei scambiare due parole con te.

LF: Va bene. Leonard?

Il gigante alza un sopracciglio.

LF: Puoi andare, ti raggiungo subito.

LB: Credo resterò qui in un angolo, in silenzio. Non mi fido della famiglia Drake. A ragione, vorrei aggiungere.

C'è un attimo di silenzio fra Lucy e Leon, che si guardano negli occhi per qualche istante, poi la rossa sospira.

LF: Fai finta che non ci sia, per favore.

Alisa: Tranquilla Lucy, non ha tutti i torti a non fidarsi di un Drake. Mio fratello quando vuole sa essere uno stronzo e mia sorella... beh, lei è una stronza totale.

Miss TWD sospira.

Alisa: Allora, vorrei cogliere l'occasione per annunciarti che quando sarò guarita dagli infortuni di Path Of Legends mi inserirò nelle competizioni femminili qui in TWC. Ormai la guerra tra me e Samantha e finita, così come quella con mia sorella che ne muoveva le fila e quindi posso concentrarmi finalmente a farmi un nome nel mondo del wrestling lottato. Tu potresti uscire da War Of Change come detentrice di ben quattro titoli, e se succederà sappi che avrai un altro paio di occhi puntati su di te, e ti dico questa cosa con il massimo rispetto e nella maniera più sportiva possibile.

La Fisher rimane un secondo in silenzio, poi annuisce.

LF: Non ho nessun problema con questa cosa. Lotterò con te con grande piacere, come ho fatto con tutte le sfide che ho affrontato. E lo farò sia che io vinco a War of Change, sia che io non lo faccia. E questa è una promessa.

Alisa: Sarà un onore condividere il ring con un'atleta del tuo calibro Lucy.

Miss TWD allunga la mano verso Lucy. La ragazza di colore la osserva per un istante, poi si scambia una stretta.

LF: Spero di non pentirmene.

Alisa: Non te ne pentirai. Beh, io ora raggiungo quel testone di mio fratello. Leon, Lucy... Ci si vede.

Miss Drake saluta con un cenno della mano e si incammina verso la direzione presa dal fratello poco fa, e su queste immagini noi andiamo in pubblicità.

Up Next: Michael Edwards


Ultima modifica di Il capitano il 09/05/2016, 17:35, modificato 2 volte in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 20:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Van Andel Arena, Grand Rapids, puntata numero ventinove di Indoor War. Pubblico caldo dopo le prime cartucce della serata. Ma ora tocca a un pover uomo prendere il posto sul ring.



Sometimes I wish that I could be your mind unscarred
I envy that you don't know what its like to be destroyed

I've made the chains undone
but I don't feel complete
a puzzle with a missing piece
I hate what I've become


Il ragazzo d'oro fa il suo ingresso nell'arena. Il pubblico lo acclama a gran voce e lui fa capolino dallo stage.

Immagine


Giacca nera, sopra una camicia rossa, pantaloni neri e scarpe in pelle nera. Micheal "non so fare lo stilista" Edwards signori e signore. Il ragazzo di New York si concede un piccolo bagno di folla andando ad abbracciare i suoi fan e facendosi qualche selfie con loro. Dopo di che sale sul ring, bacia la mano della splendida Jessica Rose e le sfila il microfono.

ME: Signori e signore, benvenuti a Friday Night Indoor War! Come ve la passate? Bene dite? Mi fa piacere!

Il pubblico intono un how are you al Dragon Kid.

ME: Non così bene come sembra, ma non voglio tediarvi sulla mia vita personale. Non mi chiamo Chris Drake alla fin fine.

Risate dal parte del pubblico.

ME: Sono qui per intrattenervi e lo voglio fare in compagnia. Quindi...

Ma il newyorkese non riesce a finire la frase prima che il pubblico inizia ad intonare il nome di Leon Black.

ME: Piacerebbe anche a me avere lui qui stasera, ma, diciamo così avete azzeccato una parte del nome. Big Black Boom, gentilmente, mostra la tua maschera alla gente.



E forse per la prima volta in TWC, Big Black Boom non si fa ripetere due volte l’invito.

Immagine


Il mascherato è sullo stage già armato di microfono, prende subito parola interrompendo la sua theme.

BBB: Non potete proprio esimervi dal rompermi il cazzo mentre sono nel backstage, vero?

Boom si avvicina al ring.

BBB: Quindi, Michael. Cosa ti fa sentire il bisogno impellente di vedermi? Devo riconoscere che la mia non è la maschera più bella del business e che il mio fisico non è esattamente quello del David di Michelangelo, quindi desumo che non è per rifarti gli occhi. O forse ti piaccio proprio per questo, per i miei difetti, o la maschera nera ti ricorda quella che indossi tu quando giochi insieme al paparino Black.

Il pubblico è ammutolito, il perfidy in a mask è entrato nel quadrato.

BBB: Dimmi, Mike: cosa-cazzo-vuoi.

Michael sorride.

ME: Sei troppo basso, quella maschera potrebbe nascondere un faccia sfigurata in chissà quale modo, la tua voce sembra un trombone strozzato in mezzo a un concerto di musica classica, mi ricordi vagamente un ragazzino che incontrai anni fa. Ero piuttosto piccolo e mio padre mi disse che ci assomigliavamo. Mio dio assomigliassi a te mi nasconderei veramente dietro una maschera.

Risate da parte del pubblico.

ME: Comunque, tornando seri, ti ho chiamato qui per un motivo semplice. Hai presente quell'oggetto che appeso al momento sopra di noi? Ecco, non mi è piaciuto molto come settimana scorsa tu abbia quasi tentato di farmi credere che vincerai a WOC II.

BBB interrompe Edwards.

BBB: Prima di tutto: sono felice di non piacerti. Nonostante adori rovinare i rapporti degli altri, tu e Blackie formate una bellissima coppia, non volevo scoppiasse sul più bello.

Il pubblico continua a ridere.

BBB: Secondo: davvero mi hai chiamato solo per questo? Solo perché la tua testa ti vuol convincere che io sarò in cima alla scala alla fine del match di War of Change? Cosa, troppi spoiler forse?

Ora però, inizia a fischiare il mascherato.

BBB: Fossi in te gli darei ascolto. Sai benissimo di non avere una chance, il tuo cervello sta solo tentando di difendere il tuo corpo. Cosa che non farò io, né nessun altro in quel ring.

Michael guarda intensamente BBB.

ME: Non posso sicuramente nascondermi dietro un dito come faresti tu. Dopo due settimane fa molti conoscono le mie debolezze e "conoscendoti" sapevo che sarebbe uscito fuori. Quindi ti anticipo. Non sei tu il problema. Il problema è come ti poni.

Edwards gira intorno all'uomo mascherato.

ME: Pensi di avere già la vittoria in mano. Tutto ti è dovuto, tutto ti è dato, il match con Black, il match con Carroll. La conquista del tuo 15 champion. Tu Boom sei solo un artefatto, sparirai nel momento in cui qualcuno ti insegnerà cos'è la vera violenza. Quando qualcuno strapperà le mille maschere che indossi sarai nudo e ricorda un uomo scuoiato non ha segreti!

Boom si mette a ridere, il Golden Boy si ferma e lo guarda basito per qualche secondo. Michael prova a parlare, ma BBB continua a ridere. Dopo qualche secondo è lui a prendere la parola.

BBB: Hai paura!

Continua la fragorosa risata.

BBB: Tu hai paura Mike! Non so io il problema, sei tu! Vuoi insegnarmi la violenza? Forza, fammi vedere! Dai!

Il mascherato apre le braccia, Michael stringe forte il pugno libero dal microfono.

BBB: Non ti spieghi come mai io sia in questo match, vero? Sai bene quanto sia temibile. Sai che in un modo o nell’altro, quell’anello lo prenderò io. E allora pensi di giocaterla così, con il “ma chi ti ha messo lì?”.

Triple B fa il gesto delle virgolette con la mano libera.

BBB: Forse c’è riuscito il fatto che fino a qualche settimana fa avevo in pugno il titolo massimo. O che fino a poco prima possedevo il TWC fifteen championship. O ancora, la mia presenza costante in tutto ciò che di più importante è successo in questa federazione fin dall’inizio della sua vita. E non per ultimo, forse perché ho avuto due palle abbastanza grosse da bruciare un uomo in diretta televisiva nel primo match importante della mia vita.

Pausa del perfidy in a mask.

BBB: Cosa hai fatto tu? Cos’hai fatto per meritarti questo match? Hai battuto Leon Black, vero, quando ancora non era campione, e comunque è successo un anno fa. Quali sono stati i tuoi miglioramenti da allora? I tuoi titoli? Potrei mettermi a contare tutte le volte che ti hanno messo spalle al tappeto, ma di cinture non ne ricordo neanche una. Eppure sei stato coinvolto in match importanti. Come il fatal four way a The End is Near. O il match con Murdock ad Alpha Horizon. Come sono finite, Mike? Per la cronaca: ho battuto Murdock in un single match, lo ricorderai. Poco prima che ti prendesse a calci in culo.

Altra pausa, Michael è rosso in viso.

BBB: Cos’altro hai fatto d’importante, vediamo… Ah già, ti sei appena fatto prendere a pugni in faccia da Kevin Manson. Un altro di quelli che, rischio di essere ripetitivo, ho battuto. Ti ha colpito in pieno, dopo il tuo tenero abbraccio. C’è solo un modo per cadere ancora più in basso: dovrai essere su quella scala. Quando starai allungando il braccio, quando avrai toccato l’anello… Puff!

BBB apre di colpo il pugno della mano libera.

BBB: Metafora perfetta della tua carriera.

Michael si passa una mano nervosamente tra i capelli.

ME: Io...

I suoi occhi sono puntati verso Boom, ma sono vitrei, come la volta in cui colpi Murdock repetutamente con una sedia.

ME: IO!

Un passo verso Triple.

ME: NON!

Un altro ancora, Micheal stringe il pugno fino a far diventare le nocche bianche.

ME: FANCULO!

Il Golden Boy è oramai faccia a faccia con BBB, che continua a ridere, ma Micheal Edwards lo passa. Senza dire nulla, senza fare nulla. Sbatte violentemente a terra il microfono. A testa bassa e a grandi passi si avvia verso il backstage. Non si volta a guardare nessuno. Il Perfidy in a Mask lo guarda allontanarsi.

BBB: Sei solo un perdente Mike!

Ma Edwards è sordo ed è già scomparso senza lasciare traccia della sua uscita.

Up Next: ma$$oni


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 20:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Bentornati in diretta qui a Friday Night Indoor War, lo show di wrestling più bello e copiato nel mondo.

Spoiler:
Immagine


Attenzione. All'interno del quadrato, disposte su un podio esteso, troviamo tre file di bambini e bambine, un coro! Il pubblico rumoreggia, mentre i giovanissimi coristi ridacchiano fra di loro, alcuni sfogliano freneticamente il loro libro appoggiato sul leggio, altri ancora si esercitano a tono basso, finché tutti d'un tratto alzano lo sguardo davanti a sé, richiamati dal loro maestro, un uomo alto, incredibilmente alto, coi capelli folti che corrono lungo ambedue le spalle...

Immagine


... Adil Abhra! The Pillar of Light troneggia in piedi davanti al podio dove si trovano i giovani coristi, tenendo fra le mani due bacchette; Adil Abhra s'aggrotta le ciglia, dunque si volta all'indietro, invitando il pubblico a tacere e una volta che il silenzio è calato all'interno dell'arena, ecco che il lottatore di origini indiane, dopo aver tossito, comincia a dirigere il coro...

ADL: अफवाह से बाहर, बौने!

Misericordes sicut Pater! Misericordes sicut Pater!


???: Rendiamo grazie al Padre, perché è buono...

In aeternum misericordia eius...


???: Ha creato il mondo con sapienza...

In aeternum misericordia eius...


???: Conduce il Suo popolo nella storia...

In aeternum misericordia eius...


???: Perdona e accoglie i Suoi figli...

In aeternum misericordia eius...


...tenendo fra le mani un microfono, ecco che fa il suo ingresso SimonLight, il nuovo membro di "The Enlightenend of Pro Wrestling", che ha donato l'intera fortuna di famiglia una volta accolto nel movimento capeggiato da Jove OM.

Immagine


Mentre, a passo lento, Simon Light percorre la rampa d'accesso, ecco che alle sue spalle compare altro araldo, Esagon Jr., l'ingovernabile wrestler messicano!

Immagine


Il Titubante Lestofante procede umilmente, tenendo le mani congiunte e rivolte verso l'alto, mentre il suo volto è chino sul pavimento...

SML: Rendiamo grazie al Figlio, luce delle genti

In aeternum misericordia eius...


SML: Ci ha amati con un cuore di carne...

In aeternum misericordia eius...


SML: Da Lui riceviamo, a Lui ci doniamo...

In aeternum misericordia eius...


SML: Il cuore si apra a chi ha fame e sete...

In aeternum misericordia eius...


Misericordes sicut Pater! Misericordes sicut Pater!


Mentre i giovani coristi intonano il ritornello del Sacro Inno degli Illuminati del Pro Wrestling, fanno ora il loro ingresso Zeus "testa d'oro" e Mars "muso tosto"!

ImmagineImmagine


Questi brandisce minaccioso la sua famigerata mazza da baseball, gli occhi celati sotto le spesse e scure lenti degli occhiali da sole, mentre alle loro spalle, il capo chino, Bright Rabbit cosparge il pavimento di petali colorati, contenuti all'interno di un grazioso cestello in legno, che tiene infilato lungo il braccio sinistro appoggiato sull'anca...

Immagine


SML: Chiediamo allo Spirito i sette santi doni...

In aeternum misericordia eius...


SML: Fonte di ogni bene, dolcissimo sollievo...

In aeternum misericordia eius...


SML: Da Lui confortati, offriamo conforto...

In aeternum misericordia eius...


SML: L’amore spera e tutto sopporta

In aeternum misericordia eius...


Improvvisamente tutto tace, tutto si ferma, Adil Abhra, il coro, gli altri membri degli Illuminati del Pro Wrestling, tutti abbassano il capo.

Spoiler:
Immagine


Ed ecco che, calpestando un tappeto di petali variopinti, attraversando un profumo celestiale, Jove O.M., il leader della Santissima e Splendente Setta degli Splendenti e dei Benedetti dalla Luce, fa il suo ingresso all'interno dell'arena!!

SML: Chiediamo la pace al Dio di ogni pace...

In aeternum misericordia eius...


SML: La terra aspetta il vangelo del Regno...

In aeternum misericordia eius...


SML: Grazia e gioia a chi ama e perdona...

In aeternum misericordia eius...


SML: Saranno nuovi i cieli e la terra...

In aeternum misericordia eius...


Tutti i membri di "The Enlightenend of Pro Wrestling" salgono via via i gradoni d'acciaio e irrompono nel quadrato, anche Jove O.M., che ha appena attraversato un po' goffamente le corde del ring, aiutato dai suoi due fedeli araldi, Zeus e Mars...

Misericordes sicut Pater! Misericordes sicut Pater!


Gran parte del TWC Universe si alza in piedi, applaudendo i giovani coristi, che, sorridenti, ringraziano, finché Adil Abhra, l'inflessibile maestro indiano, li scaccia malamente e, una volta che tutti i bambini si sono allontanati dal ring, ecco che al centro di esso si posiziona Jove O.M., microfono alla mano, pronto per una delle sue feroci arringhe.

Jove O. M.: Combattenti di terra, di mare e delle stelle! Camice bianche della rivolvzione termonvcleare globale! Vomini, donne e bambini dei ventisette Vniversi! Ascoltate! L'ora segnata dal Destino e dalla LVCE, anelando fra raffiche di venti e spire di nvvole color smeraldo, è givnta! L'ora delle divine decisioni! Qvattordici giorni e qvaratancinqve minvti fa, la dichiarazione di GVERRA è stata consegnata fra le torbide mani dei membri della Setta delle Ombre e delle Tenebre! Nella seconda edizione di War of Change, all'interno dello stadio degli Hvsky, avrà lvogo la Dvecentesima Gverra Termonvcleare Vniversale, qvando la Santissima Setta degli Splendenti e Benedetti dalla LVCE, affronterà in singolar tenzone le Legioni delle Tenebre... GVERRA!! GVERRA!!

Alcuni spettatori applaudono, altri fischiano, mentre Jove O.M. continua nel suo enfatizzante e "illvminato" discorso.

Jove O.M.: In ogni città di qvesto mondo e degli altri dvecento miliardi di pianeti che ci guarderanno, le strade s'illvmineranno coi volti dei nostri combattenti, le cvi effigi saranno eternamente impresse sv statve di marmo: colvi che brandisce il Sacra Scettro della LVCE, Mars "muso tosto". Zevs, il cvi volto splende come la LVCE. Adil Abhra, il Pilastro della Lvce, membro della stirpe di giganti discendente da Krono, creatore dei titani. Esagon Jr., l'indomabile sentinella della Lvce. E il reverendo Simon Light, portavoce della maestà degli Enlightened of Pro Wrestling. Essi, benedetti, santi, e osannati, sfodereranno i loro pvgni fotonici contro tre impostori: lo stregone Thomas Bell, il canide Gvnther Schmidt e il barbaro, infingardo Vomo che è oltre l'vomo, The Vltraman! I nostri eroi saranno illvminati dalla LVCE, nostra misericordiosa Signora, che tvtto pvò e tvtto fa, e dal Signore degli Illvminati del Pro Wrestling, che, mentre i svoi araldi prenderanno parte allo scontro, si gioverà della compagnia della sua creatvra preferita, Bright Rabbit, la cvi pelle è così candida che è cosa bvona e givsta preservare dalle polveri inqvinanti dei nostri nemici!

Jove O.M. rivolge un'occhiata ora verso il pubblico, ora verso lo stage.

Jove O.M.: I dvellanti che ci affronteranno nell'ora del Destino, hanno inqvuinato voi e tvtti gli abitanti di qvesta galassia. Hanno commesso dei crimini indicibili, ma LVCE significa Misericorda e la Misericordia di Lvi è eterna, infinita. Chivnqve ha vna seconda occasione, chivnqve pvò chiedere il perdono, chivnqve può ricevere il di Lvi perdono, anche loro, anche gli agenti delle Tenebre. Orsù, venite, accorrete, spalancate la porta dell'odio e dell'invidia, giungete a noi, inginocchiatevi, stringete le nostre mani, abbracciate i vostri nvovi fratelli, pentitevi, pentitevi, perché il Giudizio della LVCE vi attende!

Una volta che ha terminato il suo discorso, Jove O.M. resta in religioso silenzio, circondato dai suoi fedeli servitori, mentre il pubblico rumoreggia.



Ma attenzione! Pubblico in delirio! E' la theme di Ultraman!

ImmagineImmagineImmagine


Ed ecco farsi avanti sullo stage il Difensore della Natura, armato di microfono, che vediamo in compagnia dei suoi potenti alleati, i Pink Unicorn United, Thomas Bell e Gunther "The Hound" Schmidt! Mentre il gasato Ultraman inizia il solito spettacolo al grido "One more chance", Il Mastino, di pessimo umore, discute con Thomas Bell, che cerca di convincerlo a non andarsene via nonostante le follie del loro alleato. Improvvisamente Ultraman viene strattonato da Schmidt, che gli indica i nemici sul quadrato. Il Difensore della Natura annuisce, fa una smorfia rabbiosa, e poi punta il suo dito accusatore verso gli Enlightened of Pro Wrestling.

Immagine


UTM: FERMATE SUBITO LA MIA ULTRAMUSICA! QUI E' ULTRAMAN CHE VI PARLA!

Applausi per Ultraman.

UTM: ILLUMINATI!!! DUE SETTIMANE FA, AVETE COMMESSO L'ENNESIMA ULTRANEFANDEZZA DELLA VOSTRA CARRIERA CRIMINALE! IL MIO ULTRAMICO BELL, STAVA DOMINANDO QUELLA SPECIE DI PRETE MASCHERATO SUL RING, QUANDO TUTTI VOI CI AVETE AGGREDITO IN MASSA, APPROFITTANDO DELLA VOSTRA SUPERIORITA' NUMERICA! QUESTO E' ULTRAMOSTRUOSO!!!!!

Ultraman digrigna i denti.

UTM: MA STASERA, VI RENDEREMO PAN PER ULTRAFOCACCIA!

Il Difensore della Natura indica Gunther Schmidt, che immediatamente volge lo sguardo altrove.

UTM: IL MIO PODEROSO AMICO SCHMIDT, UN TEMPO ULTRARIVALE DI ULTRAMAN, HA CONTATTATO UN SUO CONOSCENTE. UN ALLEATO ULTRAPOTENTE, CHE HA ACCETTATO DI UNIRSI ALLA BATTAGLIA PER SPAZZARE VIA DALLA TWC VOI COMPLOTTARI ULTRADEFICIENTI!

Dopo di che Ultraman si gira verso l'uscita del backstage.

UTM: FATTI AVANTI, NUOVO ALLEATO DI ULTRAMAN! MOSTRATI!!!

Il pubblico è curiosissimo di vedere chi si unirà al dinamico trio nella lotta contro gli Illvminati...

Spoiler:


Attenzione! Nell'arena risuona la musica di un notissimo serial televisivo tedesco! Ma non si vede nessuno! Il Mastino scuote il capo, fa segno a Ultraman di aspettare e va nel backstage. Poco dopo eccolo sbucare spingendo in avanti qualcuno...

Immagine


Fritz Paglia! Fritz Paglia! Il misterioso quarto uomo del team delle meraviglie è Fritz "Paglia" Mayer! Come vediamo, il tedesco si guarda intorno stranito, anzi, piuttosto impaurito, mentre si fa avanti e raggiunge Ultraman e Thomas, che gli fanno segno di avvicinarsi. Mentre il wrestler di Philadelphia ridacchia, il Difensore della Natura rompe subito gli indugi e gli dà una fraterna pacca sulle spalle, mandandolo quasi a ruzzolare sulla rampa. Una volta che la musica è finita, il pubblico inneggia a Fritz Paglia, che si guarda intorno stupito.


Ciò fa indignare Jove O.M., che replica malamente.

Jove O. M.: No! Lvce, no! L'avtoproclamatosi Fritz Mayer è vn impostore! Vn vomo di paglia, vn povero contadino, tirato sv dalla sva amica del cvore, la povertà, e da sva sorella, la terra. Forgiato attraverso inganni disonesti dai Dvellanti delle Tenebre, che hanno vsato la tecnica nota come... lavaggio del cervello, per assicvrarsi il svo appoggio in qvesta gverra che non gli appartiene; tuttavia, anche per lvi c'è la Misericordia, anche per Fritz, Lvi ha grandi piani: convertiti, vomo di paglia, fai presto! Convertitevi tvtti, perché l'ora del Giudizio di Lvi arriverà, presto... MISERICORDES SICVT PATER... IN ETERNVM MISERICORDIA EIVS!

Il furioso Ultraman, a questo punto, si rivolge un'ultima volta agli Illvminati.

UTM: NON OSATE SOTTOVALUTARE L'ULTRAPOTENZA DI FRITZ PAGLIA!

Il Difensore della Natura prende per il colletto lo spaventato Fritz.

UTM: AVANTI ULTRALLEATO FRITZ! E' ARRIVATO IL MOMENTO DI DARE UNA LEZIONE A QUESTA LOSCA COMPAGINE DI ULTRACRIMINALI! ONE MORE CHANCE!!!!!

Dopo di che Ultraman getta via il microfono e trascinandosi dietro Fritz Paglia cala giù dalla rampa, seguito da Gunther Schmidt e Thomas Bell! Jove O.M. fa una risata metallica e con un cenno sguinzaglia la prima ondata di servitori. Zeus "testa dorata", Mars "muso tosto", Simon Light, ed Esagon Jr. balzano giù dal ring, facendosi incontro ai quattro eroici assalitori. Ecco che Ultraman carica Simon Light ed Esagon Jr. per una Double Clothesline. I due si abbassano, schivandolo. Si girano scuotendo il capo, venendo così stesi dalla Double Clothesline di Gunther Schmidt!

Immagine


Nel frattempo Zeus e Mars iniziano a cercare di colpire lo sfuggente Thomas Bell, mentre Fritz Paglia si fa strada fino a bordoring, tenendosi discretamente alla larga dallo scontro. A un certo punto, Gunther afferra Zeus da dietro e lo manda a schiantarsi sui gradoni d'acciaio, nei pressi di Fritz, che si guarda intorno... E rifila un calcio a "testa dorata"! Poi non appena questi accenna a rialzarsi se la dà a gambe. Thomas Bell nel frattempo tira fuori dalla Giacca dalle Mille Tasche un fioretto da scherma, e inizia a incrociare le lame con "muso tosto", che però non riesce mai a colpirlo con la sua pericolosa mazza e finisce per essere ripetutamente pungolato. Intanto Ultraman sta iniziando a malmenare Simon Light, quando l'ingovernabile Esagon Jr. torna alla carica munito di Kendo Stick.

Immagine


Mucho Rudo inizia a colpire alla schiena Ultraman, che si rigira come una furia e gliela strappa di mano, dopo di che abbatte il messicano con un'UltraSpinebuster. A questo punto, Jove O.M. fa segno alla sua arma di distruzione di massa di scendere in campo. E vediamo Adil Abhra scavalcare la terza corda e balzare giù dal ring. Il Pillar of Light afferra Gunther Schmidt, sorprendendolo alle spalle e lo schianta addosso al paletto d'acciaio, poi è la volta di Ultraman, i cui attacchi vengono respinti con una poderosa Adil Chop, seguita da una Two Handed Chokeslam!

Immagine


La situazione si fa difficile, con Gunther e Ultraman a terra che si difendono dai calci di Zeus e Simon Light, mentre Esagon jr. si arma di sedia e va ad affrontare Thomas Bell dando manforte a Mars. Ma attenzione, Fritz Paglia prende coraggio vedendo Adil Abhra che si avvicina per calpestare il Mastino, raccoglie la Kendo Stick e rifila un colpo alla schiena del gigante! Il Pillar of Light si gira e grida qualcosa al tedesco, poi lo insegue attorno al ring, mentre Jove O.M. fa una risata metallica...

Spoiler:
Fermi tutti! Un gruppo di energumeni armati di bastoni scavalca le transenne e aggredisce Abhra!

ImmagineImmagineImmagine


Sono Piccolo Ullrich, il Mancino e il Piagnone, gli amici fraterni di Gunther Schmidt e Fritz Paglia! Mentre il pubblico è in delirio, i tre riempiono di bastonate il colosso indiano, che si trascina dentro il ring per evitare il peggio. Dopo di che eccoli gettarsi nella mischia.


Esagon Jr., vedendo la mala parata, getta la sedia contro i tre e se la dà a gambe scavalcando le transenne. Simon Light cerca di ragionare coi tre, ma da dietro ecco rinvenire Gunther Schmidt, che lo abbatte con una Brutality!

Immagine


Anche Zeus si ritrova a mal partito, e viene inseguito da Ultraman, che assieme a Thomas Bell ricaccia "testa dorata" e "muso tosto" sullo stage. A questo punto, il pubblico grida contro Jove O.M., che vediamo fare ripetutamente segno al Pillar of Light di alzarsi. Gunther e Ultraman si tuffano sul ring! I due assalgono il gigante, mentre Jove O.M. e Bright Rabbit arretrano a un angolo. Pugni violenti, Deutsche Chop e Ultrachop su Adil Abhra, dopo di che i due lo sollevano insieme... E lo schiantano addosso al palco del coro, distruggendolo sotto il peso dell'indiano!

Immagine


Mentre i Piccolo Ullrich, Il Mancino e il Piagnone tengono alla larga Zeus e Mars, ecco che Thomas Bell sale sul ring assieme a Fritz Paglia. L'erede di Houdinì richiama Gunther e tira fuori dalla giacca due fenicotteri rosa di plastica! E' l'arma più potente dei Pink Unicorn United! I due compagni di team iniziano a prendere l'inerme Adil Abhra a colpi di fenicottero di plastica! Ultraman intanto prova ad avvicinarsi a Jove O.M., ma quest'ultimo si fa scudo con Bright Rabbit. Il Difensore della Natura non riesce a mettere le mani addosso al tenero animaletto. Eccolo che arretra mentre questi gli si avvicina saltellando... Calcio nelle palle del coniglio da parte di Fritz Paglia!!!

Immagine


Bright Rabbit cade a terra contorcendosi! Ultraman sembra stupito per quanto accaduto, poi fa un sorriso a trentadue denti verso il suo nuovo possente amico Fritz. Tuttavia, Jove O.M. approfitta della distrazione di Ultraman per rotolare fuori dal ring e darsela a gambe. Eccolo oltrepassare le transenne e correre come un ladro nella notte in mezzo al pubblico che si scosta. Poco dopo il capo degli Illvminati raggiunge i suoi fedelissimi Zeus e Mars, mettendosi al sicuro. Con Simon Light distrutto da una parte, Esagon jr. alla macchia, Bright Rabbit caduto giù dal ring che si tiene i gioielli di famiglia e Adil Abhra distrutto tra le macerie del palco, ecco che il Mastino raccoglie il microfono abbandonato da Jove e si rivolge ai tre sullo stage, puntando verso di loro il fenicottero rosa di plastica.

Immagine


GNT: Luminosi!!! Noi accetta sfida di voi! Guerra di Cambio. Zero, Marzo, Alì Babà, Moccio Rutto und Simon Luccio, contro di Mastino, Thomas Bello, UltraDumm, Fritz Paglia und membro di mistero!

Boato del pubblico di Grand Rapids! La sfida è stata accettata! Un altro match memorabile si aggiunge alla card di War of Change II!

GNT: Juve di M! In Guerra di Cambio, noi picchia servi Luminosi! Poi Mastino prende Bianconiglio und infila esso in culo di te!!!!!

Dopo di che Gunther Schmidt butta via il microfono, mentre parte la sua theme.



Mentre Jove O.M. mostra il pugno giurando vendetta, Piccolo Ullrich, il Mancino e il Piagnone raggiungono sul ring i propri amici. E con le immagini di Gunther Schmidt che lancia minacce in tedesco verso gli Enlightened of Pro Wrestling, mentre Thomas Bell continua a prendere a colpi di fenicottero a caso il povero Adil Abhra, Ultraman grida la sua catchphrase facendo pose da culturista e Fritz Paglia si guarda intorno in cerca di una via di fuga, noi andiamo in pubblicità!





Up Next: Leon Black e Lucy Fisher


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 20:47 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Bentornati live da Grand Rapids, Michigan per questa puntata di Indoor War. Le immagini ci portano nel backstage dove troviamo Chris ed Alisa Drake ancora alla ricerca di Jack Keenan.

ImmagineImmagine


I Drake Siblings procedono a passo svelto guardandosi intorno ed interrogando chiunque incontrino ricevendo solo risposte negative. I due non demordono e continuano a vagare nel backstage, ma la loro attenzione viene catturata da una porta che si apre e dalla quale esce una ragazza mai vista prima...

Immagine


I due lanciano un'occhiata alla ragazza che non appena nota i Drake Siblings scatta di soprassalto e fa un balzo all'indietro iniziando a respirare affannosamente. Chris ed Alisa si scambiano uno sguardo mentre la giovane arrossisce e li osserva con gli occhi spalancati.

C.Drake: Ehi ragazzina...

La biondina aumenta la velocità del respiro.

Alisa: Cavolo, ma stai bene?

???: S-Sì... Tranquilli... Oddio...

La giovane inizia a ventilarsi con una mano.

C.Drake: Non sta bene per niente Ali, dovremmo chiamare qualcuno.

???: No, no... Non è necessario.. E che sono troppo emozionata...

Chris sorride leggermente ed alza un sopracciglio.

C.Drake: Sei nuova da queste parti eh?

Alisa: Che intuito Chris...

C.Drake: Hm. Comunque tornando a noi ragazzina, qual è il tuo nome?

???: Ellie.

C.Drake: Bel nome, mi piace. Allora Ellie, hai mica visto Jack Keenan da queste parti?

Ellie: No Chris, mi dispiace. Oddio! Non dovevo chiamarti per nome visto che non ti sei ancora formalmente presentato. Mi scusi signor Drake.

Chris sorride compiaciuto.

C.Drake: Signor Drake, che figata! Ali, da oggi devi chiamarmi così.

Miss TWD mostra una smorfia stizzita al fratello per poi rivolgersi ad Ellie.

Alisa: Tranquilla Ellie, lui puoi chiamarlo Chris e me puoi chiamarmi Alisa e nonostante tu sia emozionata per essere arrivata qui in TWC non devi lasciare che queste emozioni prendano il sopravvento altrimenti verrai sbranata viva. Questo è un roster molto competitivo.

Ellie: Lo so, ma sono una vostra grande fan e non mi sembra vero d'incontrarvi.

C.Drake: Tranquilla, successe la stessa cosa a me con Kid The Wizard tre anni fa, poi gli ho rotto il culo divenendo The Undisputed Legend, quindi occhio Ali che tra un po' la nostra Ellie potrebbe sconfiggerti.

Chris sorride verso la sorella mentre Ellie li osserva rapita.

C.Drake: Beh Ellie, è stato un piacere. Ora noi torniamo a cercare Jack Keenan, ed a proposito di nomi non farti problemi a chiamare chiunque con il nome di battesimo, in particolare il TWC Hevyweight Champion che adora essere chiamato Leonard Arthur.

La Legit Queen tira una gomitata al fratello che sorride.

Ellie: Ok! E lasciatemi dire che è stato un piacere anche per me conoscervi, Chris, Alisa... Ci vediamo presto, buona fortuna con la vostra ricerca.

Alisa: Buona fortuna a te con la tua carriera, forse un giorno ci affronteremo ma non farti illusioni Ellie, sarò io la vincitrice.

Le due ragazze si scambiano un sorriso e poi Chris ed Alisa si allontanano mentre Ellie, visibilmente emozionata, prende un profondo respiro. Intanto le telecamere seguono i Drake Siblings che continuano a parlare tra di loro...

Alisa: Che strana tipa...

C.Drake: Mi è simpatica, ha un non so che di particolare.

Alisa: Secondo me ha una cotta per te, non ti staccava gli occhi di dosso.

C.Drake: Beh sono pur sempre un figo, però a me sembrava solo eccitata per aver incontrato i suoi idoli.

Alisa: Chris Drake e la modestia, capitolo 870.

I due si scambiano un'occhiata ironica.

Alisa: Comunque conviene separarci... In due copriremo più superficie e trovare Jack sarà più semplice.

Chris si blocca guardando la sorella con sguardo preoccupato.

C.Drake: Sei sicura?

Alisa: Certo Chris, so badare a me stessa.

The Predator mostra una smorfia contrariata.

C.Drake: E va bene, ma teniamoci in contatto con i cellulari e se senti di essere in pericolo avvisami subito.

Alisa: Ok paparino.

La ragazza sorride al fratello che scuote la testa, ed ora Alisa si incammina verso la direzione opposta.

C.Drake: Ali...

La Legit Queen si gira.

C.Drake: Sta attenta.

La giovane lancia un sorriso rassicurante al fratello per poi avviarsi per i corridoi dell'arena. Chris sospira per poi avviarsi anche lui verso l'altra direzione, e dopo qualche metro nota la presenza di Roland Ernest Turner che, di spalle, sta cercando qualcosa dentro un armadietto.

C.Drake: Turner, hai visto Jack Keenan?

Il wrestler fa cenno di no con un dito e Chris mostra un'espressione ancora più contrariata. L'Interpromotional World Champion si avvia nuovamente per il backstage, e girando un angolo nota la presenza di Kevin Manson in lontananza.

Immagine


Chris sbuffa, ma poi si avvia verso The Animal che se ne sta appoggiando ad un muro con gli occhi alzati al cielo.

C.Drake: Ehi lardo! Hai mica visto Jack Keenan da qualche parte?

Kevin gira lentamente la testa, accorgendosi della presenza di Drake. Fa una smorfia.

KM: No, ma speravo di non vedere mai più nemmeno te. Quindi, se Dio esiste te ne andrai a cercare chiunque altro e non avremo una conversazione.

C.Drake: Beh mi dispiace per te ma sarai costretto a vedermi ancora per un bel po'. Nonostante sia stato pesantemente boicottato da quella clausola inventata da Rachel ed approvata da Virgil Brown junior, sono pur sempre l'Interpromotional World Wrestling Champion ed Undisputed Legend.

Chris da una pacca sul suo titolo.

C.Drake: Beh ci vediamo.

The Undisputed Legend si allontana e le immagini restano su un impassibile Kevin Manson. Passa qualche istante e Chris torna indietro.

C.Drake: Stavo pensando...

Kevin gira gli occhi e sbuffa.

C.Drake: Tu non sei una persona molto stabile mentalmente, e magari hai visto Keenan solo che non ricordi bene. Prova a sforzarti e cerca di ricordare...

Il Painmaker scuote la testa.

KM: Sai, una qualsiasi altra persona forse mi manderebbe in bestia dandomi dell'instabile. Per anni, chiunque lo ha fatto. Mi è stata cucita addosso questa cazzo di immagine, e non nego di essermi fatto trasportare ed averci creduto io stesso alla lunga. Ma tutto il tempo passato qui mi ha fatto aprire gli occhi. Solo io posso stabilire chi sono, non qualcun altro, non un collega, non di certo Leon Black. E poi ci sei tu. Che mi accusi di essere un folle quando sei il primo imbecille che tradisce gente a cazzo di cane e non sa decidersi se essere una persona normale o una specie di mostro. Immagino abbia senso solo se fosse un'allusione al tuo aspetto estetico, nel caso sono più che d'accordo. Dovresti provare un pettine per quello schifo che hai in testa.

Kevin abbozza un sorriso, che si trasforma subito in una smorfia.

KM: Dicevo, se fosse stato chiunque altro sarei andato in bestia. Ma tu, no. Tu mi fai soltanto ridere. Il buffone della TWC, Chris Whatever Drake. L'uomo dagli innumerevoli soprannomi. L'uomo che considera come apice della carriera di un wrestler l'abbattimento di un vecchiaccio che senza effetti speciali, fulmini dal culo aggiunti in post-produzione e abusi di potere avrebbe costruito la sua carriera sulle sconfitte in otto secondi. Ma, ehi, cerchi Keenan no? Mi pare d'aver visto di sfuggita il vostro match due settimane fa. Come ti senti, Drake? E' strano che non sia stato tu il doppiogiochista stavolta.

Chris, che ha ascoltato tutto il discorso di Kevin con espressione seria, fa un passo avanti fissando con sguardo duro il rivale. Attimi di silenzio intercorrono tra i due, ma ecco che Chris sbotta in una fragorosa risata iniziando a battere con una mano sul muro.

C.Drake: Ah ah ah, tutto ciò è davvero fantastico!

The Predator continua a ridere causando una smorfia contrariata in Kevin Manson.

C.Drake: No Kev, davvero! E' fantastico!

The Undisputed Legend non riesce a smettere di ridere e dopo un bel po' di secondi si ricompone parzialmente, mantenendo comunque un sorriso che è sul punto di esplodere in un'altra risata. Chris prende un profondo respiro per placarsi...

C.Drake: Calma Chris, calma.

Altro profondo respiro mentre Kevin lo osserva con sguardo gelido.

C.Drake: Magari eri a mangiare una dozzina di hamburger al catering e non hai visto, ma hai provato a fare esattamente ciò che ha fatto prima Leonard Arthur. Entrambi avete provato a screditare Kid The Wizard, e di conseguenza la mia vittoria su di lui. Si potrebbe quasi dire che infondo Leonard Arthur ha stabilito chi tu sia, ovvero una sbiadita copia di ciò che è lui, e lui è una merda quindi pensa come sei messo male Kev!

KM: NON MI PARAGON -

C.Drake: Shut The Fuck Up fatty, The Undisputed Legend is talking!

Chris diventa serio e si scambia uno sguardo duro con Kevin.

C.Drake: Mi hai definito il buffone della TWC? Bene, quando ci incroceremo nel ring sarà ancor più piacevole umiliarti. Mi hai definito un doppiogiochista? Sì lo sono, e questa cosa mi ha portato ad essere The Reigning, Defending, Undisputed, Interpromotional Wrestling Champion of the World. Mi hai definito un imbecille che non sa decidersi se essere una persona normale o un mostro? No, sono un Predatore che sa essere sia una persona normale e sia un mostro, a seconda delle evenienze. Mi hai definito l'uomo dai mille soprannomi? Giusto, e sono tutti derivati da imprese epiche che tu e la stragrande maggioranza di pezzenti che popola questa promotion non riuscirebbe a fare nemmeno in un videogioco. Di persone come me ce ne sono solo One In A Million... Uh guarda, ho trovato un nuovo soprannome.

L'One In A Million sorride in maniera furba sistemandosi il titolo sulla spalla.

C.Drake: Ah, i miei capelli sono fantastici by the way.

Manson ringhia, poi espira e si ricompone.

KM: Sì, fantastici tanto quanto il tuo titolo di cartone. Continua a far finta che sia importante, ma finchè nessuno sfidante di rilievo busserà alla tua porta, rimarrà inutile e superfluo. E, per la cronaca, finchè lo avrai sulle spalle non ci incroceremo mai sul ring. Non voglio avere nulla a che fare con la mediocrità, Chris.

Il Tear Suppressor si sgranchisce il collo.

KM: E ora che hai reso ancora più esplicita la faziosità di ogni tuo discorso osando sostenere di avere dei bei capelli, hai finito? Keenan ti aspetta, ha bisogno della sua preda facile per fare bella figura a War of Change.

C.Drake: Leonard Arthur lo ha definito di plastica, tu di cartone, ma il principio è lo stesso. Ci si vede Hijo de Leonardo Arturo, ho cose ben più importanti di cui occuparmi.

Chris fa un occhiolino verso Kevin per poi allontanarsi.

KM: Dovrei imparare lo spagnolo, suonava come qualcosa che mi avrebbe dovuto dare fastidio.

Il Painmaker torna ad osservare il soffitto e le telecamere riprendono Chris Drake in lontananza che sta continuando la sua ricerca, e su queste immagini noi andiamo in pubblicità.

Up Next: Nick Carroll


Ultima modifica di Il capitano il 09/05/2016, 8:17, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 20:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Bentornati in onda con TWC Indoor War #29! Le immagini ci portano direttamente all'interno dell'arena.



La musica di ingresso di Nick Carroll viene diffusa dagli altoparlanti della Van Ansen Arena, provocando una reazione positiva del pubblico di Grand Rapids.

Immagine


Il ragazzo di Boston arriva sullo stage, TWC 15 Championship alla vita e microfono in mano. Carroll percorre la rampa dando il cinque a qualche bambino, poi sale sul ring. La theme song viene tagliata e si innalzano dei i cori per l'Ironman Champion. Nick sorride di rimando ed aspetta che il pubblico si quieti, poi inizia a parlare.

NC: In queste due settimane si è parlato molto del finale dello scorso episodio di Indoor War. Da quello che ho letto, sembra che la maggior parte delle persone credano che io non avessi dovuto colpire Lance Murdock alla fine del nostro tag team match. Certo, non potevo sapere esattamente come erano andate le cose, quindi la mia reazione era in parte giustificata. Ma a quanto pare, secondo il parere generale, dovrei comunque delle scuse al nostro pseudo-salvatore.

Nick riprende fiato, scuotendo leggermente la testa.

NC: Io ho ascoltato la vostra opinione a riguardo, adesso sta a voi ascoltare la mia.

Lo sguardo del TWC 15 Champion è diretto verso la telecamera.

NC: Ho sbagliato a credere che Murdock mi abbia colpito intenzionalmente? È chiaro, le immagini non lasciano dubbi. Ho sbagliato a colpirlo? Assolutamente no.

Il pubblico sembra abbastanza sorpreso dall'ultima affermazione del bostoniano.

NC: Murdock è chiaramente stata la causa della nostra sconfitta due settimane fa. Si è preso stupidamente il cambio in un momento cruciale del match, quando avremmo potuto agevolmente avere la meglio su Manson lottando con un minimo di intelligenza. Moon era a terrra fuori ring ed io avevo appena preso il sopravvento su Kevin, quando il nostro re degli egocentrici ha ben pensato di entrare sul ring, mettendo Manson in condizione di avere la meglio su entrambi con una sola semplice spinta. Bel lavoro Lance!



Immagine


Il Salvatore non si fa attendere e si presenta sullo stage, camicia e pantaloni neri. Microfono in mano e sguardo serio. Con un cenno della mano fa segno di interrompere la theme e velocemente percorre la rampa in silenzio per poi entrare nel ring ed andare addosso a Carroll a muso duro. Si gira poi verso il pubblico, indicando il 15 champion

LM:Ladies and gentleman, the champ is here! Guardatelo che esemplare: l'uomo perfetto, colui che ha tutto, colui che non sbaglia mai.

Lance applaude sarcasticamente verso Nick con una smorfia sul volto

LM:Finiscila di appuntare quanto sbagliato come un moccioso. L'ho fatto perché altrimenti saresti finito a terra ben presto, e anche tu lo sai. Stai percorrendo la strada sbagliata, Carroll, un'autostrada che ti porta dritta dritta tra le fiamme dell'inferno. E non ti conviene sfidare il diavolo, non se ci tieni a quei bei dentini.

Carroll sbuffa e alza gli occhi al cielo.

NC: Vedo che non hai perso il vizio di interrompere i discorsi altrui. Non sono venuto sul ring per parlare con te. Non ancora, perlomeno. Perciò adesso mettiti lì buono in un angolo e lasciami finire.

Nick indica al Preacher l'angolo del ring più lontano a lui e si gira verso la telecamera ignorando completamente Murdock.

NC: Stavo appunto dicendo che come conseguenza dell'errore di Murdock, sono rimasto escluso dal Ladder Match di War of Change. Ma come ha annunciato Virgil Brown nei giorni scorsi, ci sono novità che mi riguardano in vista del nostro primo PPV. Novità che riguardano che questa.

Carroll dà una pacca al TWC 15 Championship.

NC: Infatti, a War of Change il TWC 15 Championship verrà difeso in un 30-Minutes Ironman Match.

L'ingegnere, sorridente, ammicca verso il pubblico, che ha accolto l'annuncio con un boato.

NC: Il mio avversario? Sta a me sceglierlo.

Lance ridacchia

LM:Oh, scusami per aver interrotto il tuo sontuoso discorso, mi sentivo giusto un po' tirato in ballo. Ma credo di aver capito che a te non piace gestire le cose faccia a faccia.

Il diavolo custode indica la cintura attorno alla vita di Carroll

LM:Se tu fossi uomo non ci dovrebbe essere alcun dubbio sulla scelta. L'occasione adatta per sistemare i nostri diverbi, uno contro uno. Il tempo per la redenzione è giunto al termine, è l'ora che si spalanchino i cancelli dell'apocalisse... su di te.

Nick, che ha ascoltato le parole del Savior girando solo parzialmente la testa verso di lui, storce il naso.

NC: Mi hai interrotto di nuovo. E mi hai deluso, anche. Nessun discorso su ossessioni e paranoie? Non sei per niente incisivo stasera.

Carroll ruota e va finalmente a rivolgersi direttamente al rivale.

NC: Comunque, se mi avessi lasciato finire, avrei detto che aspettavo ansiosamente il momento in cui ti saresti presentato sul ring a richiedere questa possibilità. Era palese che sarebbe successo, fin dal primo momento in cui mi hai avvicinato. E ad essere onesti sono stufo di questa storia, mettere finalmente la parola fine a questo teatrino con un bel match sul ring non sarebbe affatto una cattiva idea.

Nick inclina la testa e fa una smorfia, mentre fa un cenno di diniego con un dito.

NC: Ma non voglio renderti la vita così facile. Ho già fatto l'errore di concedere un'oppurtunità a Keenan senza che facesse nulla per meritarla se non starmi il più possibile tra i piedi. Non commetterò per la seconda volta lo stesso sbaglio regalandoti una title shot.

Il Preacher scuote la testa ridendo

LM:Pensi di avermi compreso ma di me non hai ancora capito niente. Io ho una missione, sempre, se poi posso trarne profitto tanto meglio. Voglio vederti crollare dal piedistallo dove sei salito. Voglio toglierti quell'arroganza dalla tua faccia a suon di calci. Mandami contro chi vuoi, granduomo, non ho paura.

L'ingegnere sbuffa.

NC: Interrotto per la terza volta. Non ne posso veramente più di sentirti parlare a vanvera, giuro. È faticoso perfino ignorarti. Fortunatamente, questa volta riuscirò a concludere, visto che mi resta da dire semplicemente una cosa. Più precisamente, farò una domanda a tutti voi nel backstage. C'è qualcuno oltre al qui presente Mister Arroganza che si ritiene meritevole di un assalto al titolo degli Ironman?



NC: Oh no.

La theme di Vincent Cross risuona nell'arena! Carroll e Murdock si guardano sorpresi, e poi si girano verso lo stage per assistere all'arrivo del Biker della TWC!

Immagine


Cross non perde tempo e si dirige a passo spedito verso il quadrato, ha un livido sulla guancia destra causata dai pugni di prima, e non ha una espressione affatto felice. Si fa passare un micrifono prima di salire sul quadrato, e squadra il campione fifteen e il suo sfidante... Sale dunque sul ring, guardato in modo interrogativo dagli altri due.

NC: Tu, Vincen-

VC: Sì, io!

Carroll è interrotto in modo brusco dal motociclista, mentre Murdock incrocia le braccia e rimane muto.

VC: Come al solito stringerò il tutto il più possibile, Nick: ho dato un match controvoglia a Simon B. a War of Change II, no? Beh, voglio rendere quella serata decisamente più divertente da combattere per il sottoscritto, voglio dare una ancora maggiore svolta alla mia carriera, cerca di capire... E quindi voglio il tuo titolo, Nick, visto che lo metti così gentilmente!

Carrol sbatte le palpebre...

VC: Sì Carroll, sono serio. Se necessario a War of Change II sono disposto a lottare due match se necessario, non ho paura! E poi io e te abbiamo un vecchio conto in sospeso da saldare dal primo War of Change, pensaci, sarebbe lo scenario ideale: Vincent Cross vs Nick Carroll II, questa volta con un titolo in palio! E poi non sarei uno sfidante decisamente migliore del signorino irlandese che abbiamo qui davanti!? Andiamo, buddy!

Lance guarda storto il biker

LM:Cross, hai chiaramente un problema con l'alcool visto che non sono irlandese se non di lontane origini. Fa quel che vuoi, non mi interessa, sei soltanto un sassolino sul mio cammino. Ti affronterò quando e dove vuoi, se il signore qui presente è d'accordo.

Carroll sospira guardando alternativamente Murdock e Cross.

NC: E così sia. Lance Murdock contro Vincent Cross, title shot on the line. Stasera. Fatemi vedere chi è più deteminato ad affrontarmi.

Nick lascia cadere a terra il microfono e abbandona il ring, lasciando il Savior ed il Biker a squadrarsi in cagnesco al centro del quadrato. Sugli sguardi duri dei due, andiamo in pubblicità!

Up Next: We want Bernie!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 20:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Immagine

Al termine di una breve sosta pubblicitaria, le immagini ci conducono nuovamente all'interno della Van Andel Arena, Grand Rapids, dove si sta svolgendo il ventinovesimo episodio di Friday Night Indoor War, il penultimo prima della seconda edizione di War of Change, il primo PPV nella storia della TWC; le telecamere indugiano ora all'interno del quadrato, al centro del quale, armata di microfono, troviamo l'annunciatrice della federazione newyorchese, Jessica Rose, che mostra un raggiante sorriso verso il pubblico, il quale le rivolge applausi e apprezzamenti ammiccanti, in seguito ai quali il volto della ragazza si tinge di un leggero colorito rosso, dopodiché Jessica Rose prende finalmente la parola col bene placito di mogli e fidanzate.

JR: Signore e signori, damas y caballeros, ecco a voi uno dei membri del Consiglio d'Amministrazione della TWC, Bernie Cruz!


"A Future to Believe In", la musica d'ingresso di Bernie Cruz, risuona all'interno dell'arena, accolta da molti applausi d'approvazione da parte del TWC Universe...

Immagine

... indossando un elegante completo munito di giacca e cravatta, rigorosamente di colore scuro, sotto cui intravediamo una camicia blu chiaro, ecco che fa l'ingresso sullo stage Bernie Cruz! Il membro del Consiglio d'Amministrazione della TWC mostra sul volto un sorriso a trecentosessanta gradi, gli occhi s'illuminano sotto le lenti degli occhiali, le braccia sono rivolte verso l'alto, mentre con le entrambe le mani fa il gesto della vittoria, agitandole continuamente; il pubblico applaude, c'è chi intona il suo nome con un festoso coro, mentre Bernie Cruz, la bocca spalancata, i denti splendenti bene in vista, ora applaude, percorrendo a passo lento, ma determinato, la lunga rampa d'accesso; lungo il percorso le sue mani incontrano quelle dei tifosi presenti nelle prime file, c'è anche il tempo per scambiare quattro parole con l'anziano signore o scattare un autoscatto in sua compagnia, immortalando per le future generazioni questo grande momento; dopo aver stretto mani, dopo aver salutato e aver posato per improvvisati fotografi, Bernie Cruz lentamente e un po' goffamente si arrampica sulle gradinate d'acciaio sotto lo sguardo vigile e preoccupato di alcuni addetti, dopodiché, ultimata con straordinario successo questa piccola, ma grande impresa, s'imbatte nelle difficoltose corde del ring: Bernard le osserva, si gratta la tempia destra coperta dai folti capelli bianchi, dopodiché, fra il festoso entusiasmo del pubblico, supera con successo anche questo ostacolo, dopo aver rischiato di rimanere impigliato più di una volta; raggiunge dunque il ring, qui fa nuovamente il gesto della vittoria, si sbraccia, salutando il suo pubblico, infine si fa passare il microfono e dopo aver scambiato cordialmente quattro parole anche con Jessica Rose, finalmente prende la parola.

BC: Alla fine, un po' faticosamente, ce l'ho fatta... MA non sono certo venuto qui, in questa bella nottata, per rendermi ridicolo di fronte a centinaia di migliaia di persone, sono qui, perché anch'io, compagne e compagni, sogno e ho avuto una visione: 2025, Kim Jong-un è stato catturato, processato e condannato al carcere a vita per crimini contro l'umana decenza e contro l'associazione internazionale barbieri e parrucchieri, i popoli di Libia e Siria sono finalmente liberi, Vladimir Vladimirovič Putin, l'ex dittatore rosso e nero, condivide un'angusta cella col suo amico Recep Tayyip Erdoğan e la TWC ha ancora davanti a sé un futuro roseo e brillante, un futuro in cui credere di nuovo!

Numerosissimi sono gli applausi e i cori d'apprezzamento verso l'anziano amministratore della TWC, che, col volto raggiato da un sorriso, annuisce, dopodiché riprende la parola.

BC: C'è chi descrive noi, noi amministratori, come gente grigia, burocrati a cui interessano i bilanci più delle persone, ed effettivamente è così, ma la cosa non vale per tutti, non vale per me; infatti ho sempre cercato di non farmi travolgere da questa cattiva abitudine, ho sempre cercato di mantenere il contatto con quella che è la realtà delle cose, con la gente, e in queste settimane ho ascoltato, ascoltato e ascoltato, e continuo ancora ad ascoltare; sento persone, pagliacci, che vogliono che la TWC torni ad essere forte, grande, sicura come un tempo... No, io non voglio questo, voglio invece che la TWC diventi più grande che mai!

Ancora applausi scroscianti accolgono le parole di Bernard Cruz, che, chinando ripetutamente il capo, ringrazia, il volto illuminato ancora da quel sorriso che sembra ormai sia parte integrante della faccia quanto gli occhi e il naso.

BC: Nel Consiglio d'Amministrazione della nostra federazione ci sono molti problemi, parecchi, ci sono persone che non pensano a voi, lo dico francamente, persone che speculano su di voi, chi per denaro, chi invece perché vuole che il suo parrucchino e il suo volto plastificato compaiano sulle copertine delle riviste di tutto il mondo; siamo in pochi a credere nel potenziale di questa comunità, a volerla vedere crescere, fra questi c'è il sottoscritto e c'era anche il nostro capo, Virgil Brown, Jr., un tempo, sì, perché comincio a dubitare, ormai ne ho la certezza, che le sue prospettive siano purtroppo cambiate, che abbia perso quella passione, che ormai, sprofondate le terga sulla sua comoda ed elegante poltrona, appoggiati i piedi sulla lussuosa scrivania, non creda più nella TWC, non creda più nei suoi talenti, non creda più nel pubblico, e mi dispiace, perché Virgil è un caro amico, era un caro amico...

... il pubblico rumoreggia, c'è chi applaude, sentiamo anche qualche timido fischio, mentre sul ring quel sorriso apparentemente irriducibile è stato rimpiazzato da un'espressione colma di amarezza.

BC: E' così, purtroppo, perciò sono qui, perciò ho voluto scrollarmi di dosso le inutili scartoffie, perché l'ultima cosa che voglio è vedere affondare la nave che con tanto impegno ed entusiasmo ho orgogliosamente e umilmente contribuito a costruire, versando sudore, energie e tempo, tantissimo tempo; in un mondo in cui quelle torce, quegli ideali, che un tempo ci illuminavano e ci tenevano lontano dalle tenebre dell'oscurità, stanno esalando gli ultimi lampi di luce, comunità simili alla nostra hanno un valore aggiunto, sono baluardi contro il prepotente avanzare dei tempi più bui, e così deve essere, ora e per sempre! Sì, perché la TWC ha bisogno di un futuro in cui credere, di ideali in cui immedesimarsi, la TWC ha bisogno di diventare il palcoscenico più importante e prestigioso per i migliori talenti di questo pianeta, ma non soltanto; infatti voglio che il nostro ring sia anche l'arena, il campo di battaglia in cui giovani promesse, future stelle del firmamento del pro wrestling, possano muovere i loro primi incerti passi, combattere, sprofondare nella polvere, rialzarsi e, infine, diventare leggenda!

Il tono dell'anziano Cruz ecco farsi improvvisamente deciso tanto da coinvolgere gran parte del pubblico, che nuovamente lo ricopre di applausi e apprezzamenti.

BC: La nostra TWC, compagne e compagni, è il posto in cui ogni superstar, sia esso donna o uomo, desideri esibirsi, è la terra delle opportunità per quei giovani che, disgustati dalla realtà, amareggiati dalla crescente perdita di ideali, necessitano di riscattarsi, vogliono prendere a calci in faccia chiunque dica loro di essere un fallimento, è l'opportunità per ogni superstar di ogni parte degli Stati Uniti d'America, di ogni paese del mondo... sì, perché una TWC più forte e più grande significa una TWC dove non ci siano barriere, in cui americani, messicani, europei, cinesi, giapponesi, australiani, vietnamiti, TUTTI, abbiano la loro opportunità, in cui TUTTI, indipendentemente da tutto, possano competere, a patto che soddisfino voi, il pubblico, l'unico giudice di questa comunità, a patto che sappiano incantarci coi loro voli, farci rimanere a bocca aperta con le loro mosse di potenza, terrorizzarci dopo un salto mortale, stupirci ed esaltarci con la loro tecnica... La TWC sarà grande, se i suoi talenti saranno i migliori, la TWC sarà forte, se ogni combattimento sarà un grande spettacolo in grado di coinvolgerci tutti, se ogni incontro sarà un match a cinque stelle!

Per l'ennesima volta l'energica voce dell'anziano Cruz viene travolta dall'entusiasmo contagioso del pubblico, tant'è che l'amministratore è costretto ad interrompersi e, dopo aver concesso del tempo ai "compagni", riprende immediatamente la parola, sulla scia travolgente del suo energico discorso.

BC: Ragazzi alti, bassi, belli, brutti, biondi o castani, viscidi figli di buona donna o persone dal cuore d'oro... TUTTI possono avere la loro opportunità, perché la mia TWC è la vostra TWC, la mia TWC è una comunità moderna e aperta... Là, dietro le quinte, c'è tantissimo talento inespresso: poco fa ho avuto il piacere di incontrare Gus Anderson e Gary Smith, due persone squisite, che non hanno avuto la possibilità di fare quello che sanno fare; poi c'è Black Adam, che ha già dato tanto a questa nobile disciplina, ma che può restituire ancora di più... Nei miei sogni possibili c'è una TWC in cui niente viene sprecato e in cui viene accolto ogni valore aggiunto: ho un desiderio, che un giorno nel main event di War of Change si affrontino i due migliori lottatori al mondo, che possano avere a disposizione questo ring per incantare noi e il resto del globo...

Questa volta sua sponte, Bernie Cruz si interrompe, afferra rapidamente un fazzoletto azzurro chiaro dal taschino della sua giacca e con gesti svelti e precisi, come se non volesse farsi vedere, si asciuga il sudore che sgorga ormai abbondantemente dalla fronte, mentre il pubblico, approfittando di questa sosta, ne approfitta per manifestarli ancora una volta il proprio appoggio. Risistemato il fazzoletto nel taschino, ecco che riprende immediatamente la parola.

BC: Perciò, dopo aver consegnato direttamente fra le mani di Philips Brian le mie dimissioni dal Consiglio d'Amministrazione della TWC, senza rimpianti, ma con tanto entusiasmo, ringraziando cordialmente e rispettosamente Virgil Brown, Jr. per tutto quello che ha fatto a favore della nostra comunità, nonostante i suoi molti, troppi errori, annuncio ufficialmente l'intenzione di candidarmi...

... la voce si fa roca, comincia a cedergli, gli applausi sono scroscianti, ma Bernie Cruz continua...

BC: ... per il ruolo di nuovo general manager di Friday Night Indoor War!

Il pubblico rumoreggia, gran parte dell'arena è dalla sua parte, lo applaude, lo incita, urla il suo nome a squarciagola.

BC: Perché la TWC diventi più grande che mai, perché un futuro in cui credere e ideali in cui identificarsi, sono sogni possibili... BELIEVE THAT, A FUTURE TO BELIEVE IN!!


... ATTENZIONE!! Risuona la musica d'ingresso di Matthew J. Truman, accolta molto negativamente da parte del pubblico, mentre sul ring l'ormai ex amministratore della TWC, risistemato nuovamente il suo candido fazzoletto, la bocca semiaperta, lancia un'occhiata confusa e disorientata verso lo stage, dove, nonostante siano ormai trascorsi diversi istanti, non compare ancora nessuno...

ImmagineImmagine

... accompagnato dall'affascinante e sensuale moglie, "The Flame-Haired Femme Fatale" Melania Truman, fa il suo ingresso all'interno dello stage uno dei membri attivi del Consiglio d'Amministrazione della TWC, Matthew J. Truman: la cravatta rossa sgargiante pende inaspettatamente disordinata lungo la camicia bianca, le cui maniche in modo scompigliato escono fuori dalla giacca nera, il volto è segnato da una dura espressione, avvelenata, mentre la moglie Melania, seriosa, il capo chino, devotamente sistema al marito la bionda chioma finché questi, con un freddo gesto della mano destra, le ordina di interrompersi; attorno la festa si è trasformata in una bolgia ininterrotta di fischi, a cui però il magnate sembra non dare alcun credito, mentre fra le mani tiene un microfono, immobile, impassibile sullo stage. Bernie Cruz lo osserva, ora compiaciuto, apparentemente divertito dalla sua presenza o forse dai suoi scompigliati capelli, che svolazzano di qua e di là, come si fosse appena imbattuto in una tromba d'aria. Ora è lo stesso Matthew J. Truman che rigidamente prova a sistemare la sua folta chioma, forse peggiorando la già precaria situazione.

BC: Big J! Non pensavo di vederti, ti immaginavo rannicchiato in un angolo a leccarti le ferite dopo l'ennesimo insuccesso dei tuoi Powell...

Il pubblico ride, lo stesso Cruz mostra ora una compiaciuta smorfia sul volto, mentre l'espressione del magnate è di tutt'altro tipo; Melania squadra l'anziano signore con occhi avvelenati, volgendo di tanto in tanto uno sguardo pieno di risentimento sul marito, che sbuffa, respira profondamente, mentre lentamente solleva il microfono e, esalato un lungo respiro, parla.

MJT: Forte. Sicura. Grande. Questa è la MIA TWC. Così sarà la MIA TWC. Muri. Filo spinato. Nessun messicano passerà qui, nessun mussulmano, nessun vietnamita, nessun muso giallo. Quando il gioco si fa duro, è allora che i duri che si mettono a giocare. Tu sei un debole, un insignificante, viscido pesciolino rosso, che nuota in un oceano. IO sono lo squalo, che non permetterà a te di intralciare il proprio cammino, a te né a nessun altro.

Matthew J. Truman si sistema i capelli, ancora.

MJT: E, ora, adesso, proprio in quel ring, ti schianterai contro un muro. Prima, però, permettimi di presentarti il nuovo membro dell'Esercito di Truman...

Il magnate d'un tratto abbassa il microfono, passano alcuni secondi, dunque solleva il braccio destro e lo rivolge verso l'ingresso, mentre tutt'attorno cala il silenzio, un silenzio angosciante, che perdura per diversi interminabili istanti...


...

Immagine

... TYLER NOLAN!! Fra il clamore del pubblico, gran parte del quale è ancora ammutolito, ecco che fa il suo ingresso all'interno dello stage "The Destroyer" Tyler Nolan! L'ex campione del mondo di Arti Marziali Miste con pochi passi raggiunge Matthew J. Truman, si ferma: lo sguardo, uno sguardo infuocato, determinato, è rivolto direttamente verso il volto disorientato dell'anziano ex amministratore della TWC, mentre alla sua destra Matthew J. Truman lo osserva in atteggiamento quasi di adorazione, chiuso in un'espressione seria; ora sono gli occhi di Nolan a posarsi su quelli del magnate, che tende dunque la mano verso il lottatore di Washington, che, dopo un po' di esitazione, gliela stringe! Liberatasi, ecco che ora la mano dell'amministratore della TWC si alza nuovamente in aria, con l'indice questa volta puntato verso Bernie Cruz... Tyler Nolan, senza esitare, a gran passo percorre la rampa d'accesso, raggiunge il ring, dunque con un balzo arriva sull'apron e fa il suo temuto ingresso all'interno del quadrato, dirigendosi immediatamente verso l'anziano signore, i cuoi occhi per la prima volta sembrano tradire le emozioni che sta provando, la paura di un imminente pericolo; sono quasi faccia a faccia quando Bernie Cruz prova a sollevare il microfono, ma con uno scatto "The Destroyer" glielo scaglia a terra! L'ex amministratore della TWC, sotto lo sguardo vigile del magnate che osserva la scena dallo stage, accanto alla moglie imperturbabile, lancia prima un'occhiata verso il microfono, poi, aggrottando le ciglia, squadra Tyler Nolan e con un lungo e per nulla tremante passo gli si avvicina, andandogli faccia a faccia! Tyler Nolan respira profondamente, con un altro scatto gli afferra la cravatta fra i sospiri del pubblico...


... lentamente Tyler Nolan ruota il volto all'indietro, verso lo stage...

Immagine

... SAMUEL NOLAN!! Dopo essere passato affianco ad un incosciente Matthew J. Truman, che solo ora si accorge di quanto successo, a passo svelto "The Star" raggiunge il quadrato, mettendo in fuga Tyler Nolan!

BC: Vigliacco! VIGLIACCO!

Tyler Nolan, ai piedi del ring, viene raggiunto da un furente Matthew J. Truman, che con la mano destra lo fa desistere dall'intenzione di andare a combattere, mentre sul quadrato, dopo aver lanciato sguardi furenti verso il fratellastro, Samuel Nolan raggiunge Bernie Cruz, si sincera delle sue condizioni e dopo essere stato rincuorato, insieme festeggiano, fra l'entusiasmo e gli applausi di tutto il pubblico, sotto il freddo sguardo del magnate e di "The Destroyer", che, con un misto di disgusto e rabbia, osservano l'anziano signore fare con le mani il gesto della vittoria.

Up Next: Brunild Wagner


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 21:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Ci troviamo tra i corridoi dell'arena. Giacca di pelle sopra al costume da combattimento vediamo Elektra Kellis aggirarsi con aria cupa, cintura FWP portata sulla spalla.

Immagine


Continua a camminare fin quando non si ferma di fronte ad uno spogliatoio dove campeggia la scritta House of Heroes.

Immagine


Rimane dei secondi a fissare la porta, immobile. Si decide e bussa alla porta attendendo risposta. Dall'interno si sente un forte brusio di parole in tedesco. Improvvisamente la porta si apre, ed Elektra si ritrova di fronte il gigantesco "The Hound", Gunther Schmidt, armato di sledgehammer.

Immagine


La spartana indietreggia un attimo, sorpresa dalla visione del Mastino che guarda la ragazza e dice qualcosa, sbuffando.

GNT: Mastino ha conoscenza di te. Tu Piccola Elettrika, donna di Marduk. Perchè tu bussa in Casa di Held? Qui copri di fuoco. Luminosi e gente grande di antipatia, come Plappermaul e Fetzig, avvistati in corridoi.

Elektra alza un sopracciglio confusa.

ELK:Senti, ho capito la metà di quello che hai detto. Voglio solo parlare un attimo con Brunild e girare i tacchi, posso?

Dall'interno si sente la voce di Brunild Wagner.

BND: Mastino, lascia fare. Esco fuori a fare due chiacchiere con lei, almeno prendo una boccata d'aria.

Gunther si gira e si fa da parte. E lo Smiling Crow compare accanto al Mastino.

Immagine


La Valkyria, in tuta e felpa, dà una pacca sulla spalla al Brutal Crow, che le porge lo sledgehammer.

GNT: Tu vuole martello?

Brunild guarda Elektra, poi scuote il capo.

BND: No. Non penso che finirà così male.

Poi però accenna un gelido sorriso.

BND: Però per sicurezza il WFSS Woman World Championship lo lascio qua dentro al sicuro. Non si sa mai.

ELK:Detto da quella che mi rubò quella stessa cintura mentre ero stesa sul ring è abbastanza divertente. Stai tranquilla però, se riavrò il possesso di quel titolo sarà esclusivamente perché l'avrò vinto.

La Valkyria sospira ed esce nel corridoio, poi fa un cenno a Elektra di camminare insieme a lei mentre si avvia verso la zona del catering. Intanto alle loro spalle la porta della House of Heroes si chiude bruscamente.

BND: Allora? Come te la passi?

Elektra abbassa lo sguardo passandosi una mano tra i capelli.

ELK:Male. Malissimo... Ultimamente è come se fossi stata travolta da una valanga di merda. Quando ti ritrovi nella merda però a volte riesci a capire cose che in mezzo ai fiori non capiresti.

La Valkyria la guarda stranita e la Spartana sospira.

ELK:Insomma, quello che volevo dire è che questo periodo mi ha fatto capire alcuni errori commessi in passato e volevo scusarmi per il mio comportamento da immatura nei mesi passati. Non avrei dovuto morderti. Non lo meritavi e mi sono comportata come una lurida bestia. Forse è quello che sono davvero e per questo ti chiedo scusa.

Brunild si ferma e guarda Elektra.

BND: Non devi scusarti di nulla con me, quello è ormai acqua passata. In TDPW succedeva di peggio, credimi.

Poi lo Smiling Crow si tocca il collo, là dove ha una piccola cicatrice.

BND: E poi, hai mai sentito il detto "per un guerriero ogni cicatrice è come una medaglia"? Beh, questa medaglia me la sono guadagnata in tutti i sensi.

ELK:Già, peccato io ne sia uscita con cicatrici ma senza medaglie...

Brunild ed Elektra riprendono a camminare.

BND: Comunque ti darò un consiglio. Lascia perdere ogni problema emotivo. Questo non è proprio il momento di piangersi addosso. Manca un mese a War of Change, e quella che sta per arrivare sarà una guerra. Rimarrei delusa se dovessi trovarti fuori condizione sul ring. Mi costringeresti a focalizzarmi principalmente su Haibara e Lucy per prime, e non te.

La Valkyria fa accenna un sorriso pericoloso e così tenta di fare la Spartana

ELK:Per me non funzionerebbe affatto, le mie emozioni sono il carburante che alimenta questa fiamma. Stai tranquilla però che farò tutto il possibile ed oltre per tenerti bada su quel ring. Non c'è giorno o notte in cui io non pensi alla tua cintura e a riconquistarla. Finalmente ne ho l'occasione e non intendo sprecarla nuovamente.

La spartana si attorciglia i capelli in una mano mantenendo lo sguardo basso.

ELK:Credo di essere l'unica tra le quattro a non aver mai affrontato un ladder match. Donne toste come voi tre immagino abbiano avuto a che fare con ben di peggio che qualche scala. Eppure non posso fare a meno di sentirmi spaventata.

La tedesca si ferma di nuovo e mette una mano sulla spalla della greca.

BND: La tua è la classica ansia da esordiente in qualcosa che non hai mai fatto. Queste paure le abbiamo avute tutte noi. Anche quella specie di terminator di Haibara, credo. Il fatto è che sei giovane e quello che sta arrivando è una pericolosa novità. Stà tranquilla, ti ci abituerai col tempo.

Poi Brunild toglie la mano dalla spalla di Elektra.

BND: Dominare le proprie paure e usarle a proprio vantaggio è una delle chiavi del successo, ricordalo.

Elektra annuisce

ELK:Haibara... Mi fa indiavolare il fatto che abbia avuto tutto al suo servizio da quando è arrivata qui. Però mi intimorisce un po'... Contro te e Lucy so cosa andrò incontro, con lei no. E la sua fama non aiuta di certo.

Brunild fa spallucce.

BND: Prendila così. Tu non sai a cosa andrai incontro con lei. Anche io se è per questo. Però, nemmeno lei sa a cosa andrà incontro con me. E con te. Quanto alla fama, quando uno sale sul ring questa non conta nulla. Altrimenti uno partirebbe in difficoltà, se non sconfitto in partenza. Prima di tutto io sono una che preferisce toccare con mano e verificare a fondo se la fama di una persona è meritata o no.

La spartana alza lo sguardo e guarda la bionda negli occhi

ELK:Grazie per i consiglii. Li terrò a mente, sempre. Non so però quanto ti convenga aiutare così tanto un'avversaria. Fiduciosa in te stessa o nascondi qualche asso nella manica?

L'Armbreaker sbuffa.

BND: Se non fossi estremamente fiduciosa nei miei mezzi, non avrei vinto i titoli WFSS e UFC, non avrei battuto Lucy ad Alpha Horizon. E non avrei battuto te.

Lo Smiling Crow alza due dita della mano destra e accenna un sorriso.

BND: Due volte...

Elektra scuote la testa con una risata isterica.

ELK:E ancora continuo a credere di potere avere delle relazioni normali con gli altri...

La Black Widow si passa una mano sul volto azzittendosi di colpo. Si aggiusta i capelli e guarda la Valkyiria con sguardo duro e determinato.

ELK:Fai attenzione però ai detti, spesso si rivelano stronzate. C'è il due senza tre, e farò tutto il possibile perché rimanga tale.

Brunild ricambia lo sguardo.

BND: Vedremo, Spartana. Tanto la nostra lotta non si fermerà certo dopo War of Change, qualunque sia il risultato. Te lo dissi già una volta: noi due siamo destinate a combatterci per sempre...

ELK:Se manteniamo questo ritmo non sono sicura di arrivarci all'eternità ma di certo non mi tirerò indietro per prima.

La spartana cambia direzione guardando di traverso la tedesca

ELK:Sarà meglio che vada, ho già rubato troppo del tuo tempo. Ci rincontreremo molto presto, Valkyria.

La spartana saluta con un cenno del capo e si allontana. La Valkyria fa spallucce e prosegue a camminare verso la zona del catering. Poi però si ferma, quando scorge i lontananza Shawn Gates, che se ne sta appoggiato al davanzale di una finestra aperta a fumarsi con calma una delle sue Lucky Strike. La Valkyria lo fissa un paio di secondi, fa per andare verso di lui, poi sospira e svolta a sinistra, arrivando finalmente al catering. Qui si versa un bicchiere di succo di frutta, ne bene un sorso, e si gira, ritrovandosi di fronte nientemeno che Alisa Drake!

Immagine


Le due si guardano in silenzio. Poi la Valkyria sbuffa.

BND: Beh? Che hai da guardare? Vuoi qualcosa da me?

Miss TWD mostra un mezzo sorriso.

Alisa: Noto con piacere che non è solo mio fratello Chris a comportarsi in maniera irrispettosa qui dentro.

La Valkyria osserva con sguardo gelido la Legit Queen che tuttavia non smette di sorridere.

Alisa: Beh, io non sono così e quindi permettimi di presentarmi formalmente.

La ragazza allunga una mano verso la tedesca.

Alisa: Piacere, Alisa Drake.

Brunild alza un sopracciglio e annuisce brevemente, ma non stringe la mano della ragazza.

BND: Senti, è la terza volta che ci incrociamo ultimamente, e io sono una che non ama troppo i convenevoli. Per cui non c'è bisogno di presentazioni amichevoli e sorrisini, sò già tutto quello che m'interessa su di te. Quindi...

La tedesca beve un altro sorso di succo di frutta, continuando a fissare gelidamente Alisa che ritrae la mano.

Alisa: Già, ma le altre volte i protagonisti erano Chris e Sigfried, quindi non abbiamo avuto propriamente modo di presentarci. Comunque va bene, capisco la tua riluttanza e non ti giudico per questo. Tuttavia devi sapere un'altra cosa su di me Brunild... Tra poco sarò guarita dall'infortunio patito a Path Of Legends e sono seriamente intenzionata ad inserirmi nelle competizioni femminili, quindi se uscirai vincitrice da War Of Change tieni bene a mente di avere un nuovo, grande bersaglio dietro la schiena. Stessa cosa vale per le altre tre campionesse, e Lucy è già al corrente di ciò.

Le due si scambiano uno sguardo di sfida, poi Alisa sorride.

Alisa: Ma tutto ciò è tra un mese, pensiamo ad ora... Hai per caso visto Jack Keenan?

La tedesca fa spallucce.

BND: No, e non m'interessa. Ma fossi in te starei alla larga da lui se non vuoi essere pestata come è successo a tuo fratello due settimane fa.

Poi finisce la sua bevanda e butta il bicchiere di plastica nel cestino.

BND: Quanto al tuo "avvertimento", sappi che sono anni che ho un grande bersaglio disegnato sulla schiena, e finora nessuna è mai riuscita a centrarlo. Molte ci abbiano provato, tutte hanno fallito. E non credo proprio come la cosa possa essere differente con te.

Alisa: Mio fratello due settimane fa è stato pestato in tre contro uno da voi e successivamente a tradimento da Jack Keenan. E non ci scordiamo che veniva da un brutale Hell In A Cell che avrebbe dovuto tenerlo fuori dal ring almeno per un paio di settimane affinché recuperasse appieno. Magari sarà stato stupido ed irresponsabile a voler gettarsi di nuovo in un match nonostante gli acciacchi, ma questa è la sua natura ed è ciò che lo rende il Best In The Business.

Miss Drake sorride leggermente.

Alisa: Di conseguenza io sono The Best's Sister, e magari sarà proprio questa la differenza tra me e le altre che hai affrontato.

La Legit Queen fa un occhiolino verso la Valkyria.

Alisa: Ci vediamo Nildy.

Nuovo sorriso di Alisa ricambiato da lo sguardo gelido di Brunild. Poi Miss TWD si allontana. L’International Sensation la osserva finchè non gira l’angolo, sparendo dall’inquadratura. Poi incrocia le braccia e scuote il capo, parlando tra sé e sé.

BND: Tale fratello, tale sorella. Fetzig lui, Fetzig lei...

Infine Brunild sospira e se ne torna indietro, dirigendosi verso la House of Heroes. Pubblicità!





Up Next: Samantha on action!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 21:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Bentornati live dalla Van Andel Arena, Grand Rapids, Michigan! Il pubblico è elettrizzato ed ora dopo una panoramica su esso le telecamere indugiano sullo stage...



Bad Girl risuona prepotentemente nell'arena venendo accolta da una bordata immane di fischi.

Immagine


Ed ecco che Samantha Hart compare sullo stage vestita con il suo ring gear. La ragazza ha un'espressione seria e stranamente non sorride come suo solito. Dopo aver lanciato un'occhiata ai fan inviperiti per la sua stessa presenza annuisce leggermente per poi dirigersi di gran carriera verso il ring mentre i fischi continuano a piovere su di lei. Una volta ai piedi del quadrato la Hart Princess vi entra salendo sui gradoni e passando tra la corda centrale e quella più bassa per poi farsi dare un microfono da Jessica Rose ed attendere che la sua theme si interrompa. I fischi continuano imperterriti ma Samantha, stranamente, pare non curarsene, ed ora dopo aver guardato il microfono prende la parola...

Samantha: Ladies and gentleman, my name is Samantha Hart and I am a proud member of the Hart family and I am the most important person on this fucking roster!

Fischi assordanti per la ragazza che resta impassibile.

Samantha: Fischi, solo fischi da parte vostra. Eppure quando mi sono presentata qui poco più di un anno fa mi avete accolta bene, si può dire che eravate felici di avere nuovamente Samantha Hart in giro. Beh ma d'altronde essendo stata il sinonimo di qualità in TWNA non potevo aspettarmi una reazione diversa.

Altri fischi per Samantha che accenna un leggero sorriso.

Samantha: Scommetto che mi fischiereste anche se vi dicessi che sto passando una bella serata qui a Grand Rapids, vero?

Nuovi fischi per la ragazza che mostra un sorriso amaro e scuote la testa.

Samantha: Non vi biasimo, d'altronde sono quasi due anni che mi sto comportando da autentica stronza, e se nella Road To Wrestlemania IV in TWNA qualcuno poteva anche supportarmi per via delle mie argomentazioni, in TWC e in FWP proprio non ve ne ho dato motivo. Come si può supportare una bastarda che manovrata da quella strega di Rachel Drake Fortuna impianta un chip per il controllo mentale in un povero stronzo? Come si può supportare una puttana che insulta continuamente tutti e tutto? Come si può supportare una cafona che per ogni tre parole che dice due sono volgarità?

Le domande di Samantha vengono scandite dai "What?!" del pubblico, ed ora che finisce di parlare altri fischi piovono su di lei.

Samantha: Non c'è assolutamente modo di supportare una tipa del genere, ma ciò non importa alla suddetta tipa poiché il vostro odio e il vostro disappunto sono ciò di cui lei nutre il suo ego spingendola ad andare avanti per la sua strada, una strada lunga e faticosa che l'ha finalmente portata al raggiungimento del suo scopo primario...

La Hart Princess mostra un lieve sorriso compiaciuto.

Samantha: Mettere finalmente le mani addosso a Kid The Wizard e vederlo sconfitto una volta per tutte!

Assordanti fischi per la ragazza che intanto gongola.

Samantha: Fischiate quanto volete, non me ne frega un cazzi, e ciò non cambierà il fatto che grazie a me Chris Drake ha battuto Kid The Wizard consegnandomi la mia vendetta! Erano tre anni che aspettavo questo momento, erano tre anni che aspettavo di umanizzare quello stronzo davanti al mondo intero e finalmente ce l'ho fatta! Ed ora che la pratica Kid The Wizard è stata archiviata, così come quella con Alisa Drake, ed ora che non ho più alcun vincolo con Rachel Fortuna posso finalmente dare inizio alla mia seconda vita, e penso proprio che comincerò da dove mi ero fermata...

The Angel Of Violence lancia un'occhiata alla telecamera.

Samantha: Midnight Hunters!

Buona reazione per il gruppo capitanato da Andy Moon.

Samantha: Quando sono tornata in TWC lo scorso gennaio sono stata presa di mira da questi tre deviati mentali, in particolar modo da quel cazzo moscio di Andy Moon che voleva vendetta per ciò che gli avevo fatto a Night Of Samy. Io fui ben disposta a combattere con lui, ma poi la sua natura di cagasotto si è palesata davanti al mondo intero è rifiutato di affrontarmi poiché sono una donna. Secondo me aveva paura di fare una figura di merda ancora più grande di quella che aveva già fatto, ed alla fine della fiera mi venne mandata contro quel muso giallo che si porta dietro. La stronza dalla figa a mandorla dopo un solo match in TWC, peraltro contro Luisa Mirada, ricevette subito una title shot al TWC World Women's Championship contro di me, titolo che poi vinse anche visto che in quel momento più che pensare a dei fastidiosi ragazzini ero impegnata a pensare a Kid The Wizard ed i costanti ricatti che ricevevo da Rachel Fortuna.

The Goddess mostra un leggero sorriso.

Samantha: Ma come ho detto prima la questione con Kid The Wizard e Rachel Fortuna è chiusa, quindi sono finalmente pronta a stabilire la mia dominanza su questa divisione femminile formata da stronze che come unico merito hanno quello di succhiare il cazzo giusto. Perciò 'sti cazzi di aver perso quel match ad Alpha Horizon, tanto chiunque uscirà vincitrice dall'orgia di War Of Change se la dovrà vedere con me, e sarà ancora più bello vincere quattro titoli contemporaneamente ed ergermi come The Undisputed Legend e Legit Queen of TWC!

La ragazza sorride verso la telecamera e saluta con la mano.

Samantha: Ehi Drake Siblings, how is it going?

Fischi per Samantha che sorride divertita.

Samantha: Tornando ai Midnight Hookers, c'è ancora qualcuno che non ho nominato ed è quella stalker ossessiva con gravi disturbi della personalità che corrisponde al nome di Alice Angel.

Buona reazione al nome di Alice.

Samantha: La mia intenzione è chiudere i conti con gli Hookers definitivamente, e voglio iniziare proprio con quella ragazzina spastica!

Fischi per Samantha che se la ride.

Samantha: Perciò Alice Angel, ti sfido ufficialmente ad un match a War Of Change, un match che ti darà la possibilità di avere la più grande attenzione mediatica della tua carriera vista la leggendaria avversaria e che darà a me la possibilità di far continuare la mia inesorabile scalata verso la vetta della women's division!

Reazione non propriamente negativa vista la proposta del match. Samantha sorride.

Samantha: E comunque ho detto continuare la mia inesorabile scalata poiché essa avrà inizio questa sera! Perciò qualsiasi stronza in quel backstage che abbia voglia di capire cosa significhi entrare nel ring con The Angel Of Violence si faccia avanti che ho voglia di prendere a calci un bel paio di chiappe!

La ragazza abbassa il microfono ed inizia ad osservare lo stage. Passano diversi secondi e le luci si abbassano leggermente...



Una nuova, fragorosa, theme song risuona nell'arena venendo accolta da un quiete e confusa reazione del pubblico.

Immagine


Ed ecco che sullo stage fa la comparsa Ellie, la ragazza interrogata poco fa nel backstage da Chris ed Alisa Drake. La giovane esce dalla Gorilla Position correndo ed inizia a saltellare eccitata sullo stage salutando il pubblico di Michigan. Samantha intanto nel ring la osserva con sguardo sarcastico, ed ora la biondina si avvia con una leggera corsa verso il ring scambiando il cinque con dei fan in prima fila. Una volta ai piedi del quadrato la ragazza vi scivola dentro passando sotto la corda più bassa per poi salire su un paletto ed alzare un dito al cielo mentre continua a sorridere. Ellie scende dal paletto e raggiunge Samantha che è la sta ancora guardando con sguardo sarcastico. La theme di Ellie si interrompe, ed ora la ragazza inizia ad iperventilare per l'eccitazione, e Samantha le si avvicina.

Samantha: Ma che cazzo ti prende?!

Ellie: E che... sono... troppo... eccitata... di essere... qui! Per la cronaca... sono Ellie!

Timido applauso per la ragazza che prende un respiro.

Ellie: Che poi per me... è un onore... debuttare contro una leggenda... come te Samantha!

Dei fischi si levano nell'arena mentre Samantha alza un sopracciglio.

Samantha: Wow, qualcuno che finalmente se ne accorge. Ma bada bene Eliza...

Ellie: Ellie...

Samantha: Va be' Ellie, è uguale. Ti dicevo, bada bene che leccandomi il culo non ti servirà per salvarti dal pestaggio che ti aspetta.

La Hart Princess getta il microfono a terra ed il match può avere inizio.

Immagine VS Immagine
Samantha Hart vs Ellie
Singles Match


L'arbitro fa suonare la campanella e le due si avvicinano. Ellie allunga una mano verso Samantha sorridendole, e la Hart Princess dopo aver lanciato un'occhiata alla mano della giovane mostra un sorriso beffardo per poi tirarle un violento schiaffo in faccia! Ellie accusa il colpo ed arretra di un passo mentre Samantha la inizia a colpire con dei pugni che fanno arretrare la biondina all'angolo. Una volta che l'avversaria è spalle al turnbuckle, Samantha inizia a colpirla con dei calci alla pancia per poi prenderla per un braccio e spedirla con un violento Irish Whip all'angolo opposto facendola impattare malamente a tal punto che crolla a terra! Il pubblico fischia The Angel Of Violence che sorride compiaciuta, ed ora prende la rincorsa per poi connettere con un Legdrop su Ellie! 1...2... No! Kick-out della debuttante. Samantha sorride nuovamente, ed ora alza l'avversaria per i capelli per poi schiantarla a terra con una Throw...ia!

Immagine


La Hart Princess schiena... 1...2... No! Ellie c'è! The Goddess dedica un applauso sarcastico all'avversaria per poi salire su un paletto e mettersi in attesa che la giovane si rialzi. Ellie è in piedi e Samantha va con un Flying Crossbody! Conness... No! Ellie abbranca al volo Samantha poi poi posarla a terra, in piedi. La Hart Princess osserva interdetta l'avversaria che ora va con un goffo pugno che viene prontamente parato da Samantha con un braccio, ed ora la canadese connette con un altro, violento, schiaffo sul viso di Ellie che si piega su un ginocchio permettendo a Samantha di connettere con il Sashot!!!

Immagine


La giovane Ellie stramazza a terra e Samantha schiena... 1...2...3! E' finita, Samantha Hart ha vinto!

Spoiler:
Jessica: The winner of this match... SAAAMAAAAAAAANTHAAAAAAA HAAAAAAAAARTTTTT!!!


Il pubblico fischia questa facile vittoria di Samantha che ora alza un braccio al cielo in segno di trionfo. Ellie rotola fuori dal ring e Samantha prende possesso di un microfono.

Samantha: Ok, questa è stata una sfida facile, lo ammetto. Ma ciò non toglie che anche con avversarie più ostiche il risultato sarà sempre lo stesso! Il dominio della Goddess è iniziato, e nessuna potrà fermarmi! Tra un mese a War Of Change quello sgorbio di Alice Angel capirà senza ombra di dubbio il motivo per cui la famiglia Hart sia la migliore in questo business ed il motivo per cui la famiglia Williams non conti assolutamente un cazzo! War Of Change sarà una nuova TWNA Wrestlemania IV con Alice che sparirà nell'oblio come quel fallito di suo fratello Manuel! And that's what you deserve, words creates lies Samy can be trus...



Immagine


Buona reazione del pubblico all'attacco della theme di Alice Angel, che ora appare sullo stage, in abiti civili. La ragazza ha un microfono in mano e inizia a percorrere la rampa.

AA: Hai scelto il periodo sbagliato per farmi incazzare, Samantha Hart.

Alice stringe il pugno libero e se lo porta alla fronte, chiude gli occhi, fa un respiro profondo e li riapre.

AA: Non starò a parlare del perchè non abbia alcuna voglia di avere contatti con te, non ce n'è bisogno.

La Angel sale sul quadrato e inizia a parlare piuttosto velocemente, come in preda all'agitazione.

AA: Non pensavo avresti avuto il coraggio di ripresentarti su un ring dopo l'umiliazione che ti ha dato Yumi, tentando addirittura di giustificarti, ma evidentemente non c'è un limite al peggio. Vedi, Samantha Hart, il punto è che riconosco di essere un tantino agitata, quindi in genere ci sono tre regole che la gente tende a seguire quando mi ha intorno. Regola numero uno: non parlare della mia famiglia. Numero due: non insultare i miei amici. Numero tre: non pretendere di conoscermi. È incredibile come in cinque minuti sei riuscito a romperle tutte e tre.

Alice fa un altro respiro profondo, alzando un po' la testa, poi riprende a parlare.

AA: Ho una voglia irrefrenabile di spaccarti la faccia, come credo chiunque in questo roster. Come osi parlare della mia famiglia, tu che sei lo spreco di una vita umana? Mio padre, mia madre e mio fratello hanno dato la vita per quello che amavano fare. Tu invece non sai fare nient'altro che parlare, parlare, parlare. E hai ragione, Manuel Angel ha perso a WrestleMania IV. Proprio come te.

Piccolo boato del pubblico.

AA: E non ti do il diritto di parlare dei miei problemi. Le mie cicatrici sono reali, bruciano, consumano molto di più di quanto tu possa pensare. Andy ha ragione, non me ne importa di cosa TU DICI ti sia successo, evidentemente non hai imparato nulla dalla tua vita: sei sempre la solita ragazzina che si atteggia a boss, e che finirà a terra per l'ennesima volta il 3 Giugno. This because I ACCEPT YOUR CHALLENGE!

Applausi, mentre Samantha ghigna soddisfatta. Alice, al contrario, digrigna i denti.

AA: Proverò che le tue finte emozioni di plastica non sono niente in confronto alla mia umanità. Io SO di essere migliore di te, e come Ayumi ti ha già battuta una volta, lo farò anche io. But this time, you're not coming back.

La Hart Princess sorride soddisfatta.

Samantha: E brava la ragazzina, hai cacciato le palle alla fine. Ma stai pur tranquilla che la cosa non basterà per sconfiggermi Alice. Tu hai citato la mia sconfitta di Wrestlemania IV, ma hai trascurato il fatto che quella sconfitta l'ho finalmente vendicata a Path Of Legends trasformandola in una vittoria, e questo dovrebbe essere l'emblema universale del detto Samy always wins!

The Angel Of Violence va faccia a faccia con la rivale.

Samantha: E stai pur certa che a War Of Change sperimenterai sulla tua pelle quanto possa bruciare.

The Goddess fa un passo indietro e, sempre con un sorriso irrisorio in viso, allunga una mano verso Alice Angel per suggellare il match appena annunciato. La giovanissima lottatrice alza un sopracciglio ed osserva sospetta la mano di Samantha, e dopo qualche secondo gliela scansa con una manata. Il pubblico applaude il gesto di Alice mentre Samantha fa le spallucce e...

Spoiler:
... ALICE ANGEL VIENE INVESTITA ALLE SPALLE DA ELLIE!!! Alice crolla a terra mentre il pubblico fischia fortemente Ellie che torreggia prepotentemente su di lei con sguardo duro. Samantha mostra un'espressione sorpresa alzando entrambe le sopracciglia, ed ora va ad appoggiarsi ad una corda mentre Ellie rialza per i capelli Alice per poi schiantarla a terra con un Belly-To-Belly Suplex!

Immagine


Il pubblico fischia la giovane Ellie che ora lancia un'occhiata a Samantha, che la sta applaudendo con fare ironico, per poi uscire dal ring e tornarsene nel backstage sotto i fischi del pubblico. La Hart Princess intanto cammina in circolo intorno ad Alice che si sta lentamente rialzando.

Samantha: Samy...

Alice si solleva con le braccia.

Samantha: ...always...

La Angel si mette in ginocchio.

Samantha: ...wins!

Immagine


Sashot connesso! Alice stramazza nuovamente a terra mentre il pubblico fischia fortemente Samantha che ora, con un sorriso beffardo in viso, alza un braccio al cielo in segno di vittoria amplificando i fischi del pubblico. E su queste immagini noi andiamo in pubblicità.

Up Next: Kevin Manson


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 21:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Signore e signori, sapete già dove ci troviamo e che show state guardando. Bando alle ciance e buoni typo. Le immagini ci mostrano il backstage, dove Kevin Manson cammina nervosamente per un corridoio.

Immagine


The Animal continua a muovere nervosamente le mani annuendo, poi prende l'iniziativa e va di fronte ad una porta. Dalla targhetta, possiamo capire che è lo spogliatoio di Michael Edwards.

KM: E si torna a non bussare, prima che non bussare andasse di moda.

Il Painmaker spalanca la porta.

ME: Non rubarmi tutti i lavori del mondo ragazzo!

Immagine


Michael è in piedi accanto a uno specchio e dal riflesso guarda il suo amico.

ME: Ciao ragazzone, come va la vita?

Manson abbassa per un istante lo sguardo.

KM: Immagino sia una specie di domanda retorica, o qualcosa di cui comunque dovresti già sapere la risposta. Tu, piuttosto, mi fa piacere vederti di buonumore, non capisco come tu faccia.

Spallucce da parte del Golden boy.

ME: Sai Kev alcune volte ti abitui talmente al dolore e alla sofferenza da non dover mostrare nulla. Nella mia vita ho visto cose assurde, ho perso parenti di cui non conoscevo il nome e volevano che io piangessi al loro funerale, ho perso i miei genitori. Quindi nulla mi interessa più.

Micheal volge lo sguardo altrove, poi si va a sedere.

ME: Ora senza fare gli Andy Moon fatti fare i complimenti per la vittoria nel tag team match di due settimane fa. Avrai un'altra possibilità di arrivare a Leon.

Manson scuote la testa.

KM: No. Non potrò avere nessun match per il titolo fin quando Black sarà campione. Era nell'accordo per l'inclusione nella Chamber of Annhilation. E io... Io non riesco a sopportarlo, cazzo.

Kevin molla un pugno al muro.

KM: CAZZO! IO HO BISOGNO DI TOGLIERE QUEL TITOLO A LEON BLACK! NON POSSO PERMETTERE CHE SIA NESSUN ALTRO A FARLO, NO! SPIEGAMI COSA CRISTO ME NE DOVREI FARE DI QUELL'ANELLO DI MERDA!

The Animal diviene rosso in volto, abbassando lo sguardo e osservandosi le mani.

KM: Io... Io non posso fare nulla... Solo sperare che nessuno riesca a sconfiggerlo e Brown si convinca a rescindere la clausola, ma... Se non dovesse succedere...

Il Painmaker si appoggia ad una parete e si lascia scivolare giù, finendo seduto.

KM: Io non ce la faccio. Mi divora. Due settimane fa, poi. Le sue parole... IO NON SONO UNA RESPONSABILITA' DI NESSUNO! E FA MALE A SOTTOVALUTARMI DANDO LA PRIORITA' A JAEGER, GLIELA FARO' PAGARE! Appena potrò mettergli le mani addosso, io... Io... S-se potrò mettergli le mani addosso...

Manson ha gli occhi lucidi e la voce leggermente rotta.

KM: I-io non sono... Joker... Io non sono pazzo... Io non sono debole... Io...

Il Dragon Kid si alza e si avvicina al suo amico.

ME: Ricordo quali erano i "patti" per la Chamber... Ma tu Kevin...

Il Golden Boy poggia una mano sulla spalla dell'animale

ME: Hai bisogno di distrarti. E poi è possibile che tu vinca questo match e che alla fine tu possa affrontare lo stesso Black. Ma se ti riduci in fin di vita prima o ti fai rinchiudere in una cella per infermità mentale, le cose saranno ancora più difficili. Io te l'avevo detto, e odio utilizzare questa frase, non dovevi farti ossessionare da lui, avresti potuto avere altro qui in TWC.

Eddie abbraccia Kevin.

ME: Va tutto bene, possiamo risolverlo. Non preoccuparti, sfogati, le cose andranno meglio, ma capire che devi voltare pagina! Non puoi ridurti così. Kevin, non abbandona l'idea Black, abbandona te stesso e cambia obiettivo.

Il Painmaker spalanca le palpebre, lanciando un'occhiata furiosa verso Michael.

KM: Io... Io non ti capisco, Mike. Che cazzo ti passa in testa! Come fai a rimanere così calmo quando una persona a cui vuoi bene è morta? Soffrendo, poi! Torturata! E tutto quello a cui riesci a pensare è distrarti! Cazzo, Mike, ti sta sfuggendo tutto di mano!

Il Painmaker comincia a gesticolare in modo convulso, cercando le parole e passandosi le mani sui capelli di tanto in tanto.

KM: Cazzo, Mike, vogliamo rimanere sull'argomento Leon Black? Due settimane fa hai visto come cazzo ti ha trattato? Cos'è, vuoi lasciarti scivolare addosso anche questo? Vuoi fare finta che non sia successo nulla?! Ti ha palesemente snobbato, cristo, come se tu non fossi nessuno! Cioè, mio Dio, se io... Se io fossi stato nei tuoi panni, sarei andato in bestia! All'improvviso, Andy Moon diventa il suo nuovo allievo, il suo erede come eroe, e tu vieni messo in secondo piano. E tu, tu, Black..

The Animal va a spingere il Golden Boy, mettendolo al muro.

KM: SVEGLIATI, MIKE! TI STA RIMPIAZZANDO! SPIEGAMI COME CAZZO FAI A NON PROVARE RABBIA, E' COSI' INGIUSTO! ANDY MOON PER UN SEMPLICE BUON MATCH SI E' PRESO TUTTI QUESTI ELOGI E TU, L'UNICO AD AVERLO MAI SCONFITTO UNO CONTRO UNO SU UN RING TWC, PER DI PIU' PULITO... CRISTO! MIKE! GUARDAMI, E DIMMI COME CAZZO FARANNO LE TUE DISTRAZIONI A MIGLIORARE LA SITUAZIONE!

Kevin alza il pugno destro al cielo, ansimando.

KM: Perchè non ti stai opponendo, Mike? Sei diventato così arrendevole? EH?! O forse, forse è perchè anche tu sai che qualcuno ti deve aprire gli occhi.. Ed è mio dovere, in quanto tuo amico, dare l'input perchè tu ti svegli.. E' IL MIO FOTTUTO DOVERE, EDDIE!

L'animale impulsivamente colpisce il suo amico al volto.

???: Ehm-Ehm.

Una voce ben nota si schiarisce, proveniente dalla soglia della stanza.

Immagine


Andy Moon è appoggiato con l'avambraccio allo stipite della porta, con le sopracciglia alzate e un'espressione a metà fra il sorpreso e lo scocciato.

AM: Mi sembra che il mio nome ultimamente venga invocato troppe volte in mia assenza.

Il ragazzo entra nella stanza mettendo una mano nella tasca della giacca e alzando l'altra in saluto.

AM: Buonasera, Michael. Kevin.

Andy mette anche l'altra mano in tasca, poi lancia uno sguardo a Manson.

AM: Capita che io passassi di qui, e qualcuno abbia la sfortunata abitudine di lasciare le porte aperte.

Moon sospira.

AM: A quanto pare a qualcuno non è andata giù la conversazione che ho avuto con Black qualche tempo fa. Mi dispiace, ma Kev, non ho certo fatto a gara con voi per diventare il preferito di Leon. Sai, sarò anche il più piccolo qui in mezzo, ma la maggiore età l'ho già passata da un po'.

Lo Skull Kid schiocca la lingua.

AM: È vero, io guardo Leon Black come una figura d'ispirazione. Ma credetemi quando vi dico che non voglio essere il nuovo Leon Black, io voglio essere il primo Andy Moon. E se per farlo c'è da passare sopra qualcuno...

Andy alza le spalle.

AM: Mi dispiace, ma immagino che voi al mio posto non vi fareste troppi scrupoli. Soprattutto, tu, vero?

Andy guarda di nuovo Manson.

KM: I-io non... Ascolta, hai frainteso tutto.

The Animal fa una smorfia, evitando lo sguardo dell'amico.

KM: A me non interessa, già, a me non interessa affatto se Leon Black ti ha nominato come suo erede. Non é un problema mio, non sono mai voluto essere il suo allievo e a differenza delle persone con cui sto condividendo la stanza sembra sia l'unico abbastanza furbo da capire quanto sia un cancro.

Sia Edwards che Moon regalano a Manson un'occhiataccia.

KM: Io non ho mai chiesto di essere un eroe, Andy...

Il Tear Suppressor deglutisce, continuando a spostare lo sguardo ma tenendolo sempre basso.

KM: Io non... Dannazione Andy, io non so nemmeno perché tu sei qui! Lasciatelo dire da amico: non sei tu il centro dell'attenzione, in questo momento. Ci sono ben altri problemi più importanti, e riguardano me e Michael. E da come parli di passare sopra ogni ostacolo, ho già capito l'andazzo. Tutti a pensare al loro stupido anello, tutti a cercare di prendersi un vantaggio. Dovrebbe preoccuparmi? Io non ho paura di nessuno di voi due, e nel mio giorno migliore so di poter battervi entrambi al vostro centodieci percento.

Michael si frappone tra i due.

ME: Calmi entrambi.

Edwards si massaggia la guancia, mentre Moon squadra Manson con occhi di fuoco.

ME: Kevin, ritornando al discorso di prima, non mi serve nessuno che mi apra gli occhi. So cosa devo fare, ma grazie per il pugno, starà a me ridartelo quando meno te lo aspetti.

Il Golden Boy volge lo sguardo allo Skull Kid.

ME: Ciao, Andy! Che bello vederti! Sono così contento di sentirmi fare una predica da te che non vedevo loro di incontrarti. Lo so, Kevin avrà anche sbagliato a nominarti, ma su una cosa ha ragione, quello a cui dovrebbe bruciare sono io. Ma, sai so riconoscere quando qualcuno mi supera, quindi complimenti, sei il nuovo cocco di Black.

Il Dragon Kid accenna una risata.

ME: Ma dimmi una cosa, la medaglia dov'è? Perché io non ricordo di averne mai ricevuta. Né tanto meno ho avuto un titolo in omaggio o un viaggio in Giappone. Sai Andy, tieni il tuo fardello. L'ho portato io per un po' di tempo, è scomodo, ti sfottono se non raggiungi subito risultati, ma soprattutto verrai considerato solo un'ombra.

Spallucce da parte di Michael.

ME: Ora questo posto sembra il congresso internazionale sul pene più lungo. Ma sapete cosa? Mi avete stancato voi due. State litigando da più di un mese per un qualcosa avvenuto in un main event. Il passato è passato. Mettetelo da parte. O risolvete i vostri problemi, perché io non voglio far più parte di liti tra sedicenni.

Edwards sospira.

ME: Kevin, sei entrato qua come amico, ne stai uscendo come avversario, stanne certo. E tu Andy, non venirmi a far prediche, ti faccio i complimenti e spero che tu possa diventare davvero il PRIMO Andy Moon! Ma per favore esci la fuori e dimostralo.

Andy aggrotta le sopracciglia, voltando la testa verso Michael.

AM: Non ho fatto nessuna predica, Edwards, anzi, le mie parole erano rivolte decisamente più a Kevin che a te. Tuttavia, mi sembra che tu stia cercando di farla a me, la predica, o sbaglio?

Moon sorride alzando un solo angolo della bocca.

AM: Dimostrare qualcosa? Mi sembra di averlo fatto molto più di te nell'ultimo periodo. Inizia a rompermi il cazzo l'aria da maestri vissuti che prendete tutti quando sono in giro. Tu dovresti saperne qualcosa.

Andy si avvicina ad Edwards.

AM: Non è certo colpa mia se non hai saputo giocare le tue carte. Puoi anche smetterla di gongolarti per la tua vittoria, è passato un anno. E dove sei andato da lì? Assolutamente da nessuna parte. Hai detto bene, sei diventato un'ombra, ma non è certo colpa del "fardello". Forse è colpa dell'interprete.

Il ragazzo scuote la testa e fa due passi indietro.

AM: Comunque, scusate se ho interrotto la riunione del club delle vedove di Black, mi assicurerò di non rifarlo. Quanto a te, Kevin, non ho niente da dirti, se non che tu pensi di potermi battere, mentre io so di poter battere te. Ricorda chi è arrivato più avanti dei due alla Chamber pur subendo un attacco alle spalle.

Kevin sbotta, sbattendo un pugno contro al muro.

KM: Oh, piccolino, ha subito un attacco alle spalle! Sai perchè tutti ti trattano sempre come un cazzo di ragazzino? Perchè continui ad ammucchiare scuse, su scuse, su scuse. E' l'unico modo in cui riesci a giustificare i tuoi fallimenti, in fondo! Sei riuscito a portare avanti per sei mesi una rivalità con Simon B, che prende cazzi in faccia anche da White Rabbit, sei stato il 15 Champion meno rilevante della storia... Ma soprattutto, sei stato un egoista. Sì, un egoista, non mi guardare così [ed impara a non mettere l'apostrofo con l'articolo indeterminativo maschile], hai capito benissimo. Fallisci per l'ennesima volta e per un tuo simpatico capriccio infantile decidi di prendere armi e bagagli e volartene via in Giappone! L'ennesima genialata del nostro Andy! Piantando in asso senza preavviso praticamente chiunque avesse bisogno di te. Tipo, non so, la tua famigliola in quello schifo di città dimenticata da Dio che hai reso famosa nominandola a sproposito sin dal primo giorno? Oppure il TWC Universe, che per l'ennesima volta dimostra di essere una massa di imbecilli dalla memoria corta, perdonando il loro figliol prodigo. E sai chi altro hai abbandonato? Me, nel match più importante della mia carriera. Cazzo, che amico, Moon. Ma immagino che non ti sia nemmeno venuto in mente.

Il Painmaker, rosso in volto e inferocito, punta ora il dito contro il Golden Boy.

KM: E tu, Eddie, puoi ridarmi il pugno quando cazzo vuoi. Anche qui e ora. Puoi fare letteralmente quel cazzo che vuoi, se servirà a svegliarti da questa tua parentesi di autismo! Sono qui, guardami! Non mi importa se non capirai il motivo delle mie azioni, io non torno indietro, di sicuro non mi pento e lo rifarei altre mille volte. E' il mio dovere di amico. Vuoi dimostrarmi che mi sbaglio? Distruggi tutti gli altri quattro partecipanti al Ladder Match, me compreso, e non sentirai più nessuna predica o presunta tale. Pestami più forte che puoi, prendimi a calci in faccia, rompimi il naso e fatti il bagno nel mio sangue se vuoi. Ma apri i cazzo di occhi, perchè ora sei tu quello che sembra avere due perline colorate nelle orbite.

Manson si indica con entrambe le mani.

KM: Per quanto riguarda me, forse dovrei ringraziarvi: adesso ho una buona ragione per voler vincere quell'anello. Lo staccherò, tornerò qui e lo sbatterò in faccia ad ognuno di voi due. E voglio vedere con che coraggio continuerete a dirmi che io sono una creazione di Leon Black, che vivo in funzione di Leon Black, che non ho più senso di esistere senza Leon Black! IO SONO UN NORMALISSIMO ESSERE UMANO! VOI TUTTI PENSATE CHE IO MI RITROVI IN QUESTO ABISSO DI DISPERAZIONE PERCHE' L'HO SCELTO, NO, SONO SEMPLICEMENTE GIUNTO AL LIMITE! E POTREBBE SUCCEDERE ANCHE A VOI, DANNAZIONE! E SARA' QUESTO A MOTIVARMI A SCALARE QUEI CAZZO DI GRADINI ANCHE SE AVRO' BRACCIA E GAMBE SPEZZATE E DOVRO' FARLO CON I DENTI!

Il Tear Suppressor ansima, appoggiandosi ad un muro.

KM: Io... Non sono... Mentalmente instabile... E voi, voi non siete altro che le ennesime delusioni. E non ho intenzione di ascoltarvi un minuto di più.

Il Painmaker esce dalla stanza, sbattendosi la porta alle spalle con ferocia.

ME: Dannazione santissima! Bravo Andy, hai fatto bene. Hai ragione da vedere, sono stato io a non giocare le carte giuste. Scusa se non ho più affrontato Black in match per il titolo da solo!

Michael si avvicina alla porta!

ME: Ci rivedremo nel ladder. E tranquillo, le avrò anche per te!

Edwards prova a rincorrere Manson, ed Andy rimane da solo nella stanza. Il ragazzo incrocia le braccia e ghigna.

AM: Mhp. Sarà un match interessante.

Il collegamento si interrompe.

Up Next: Alisa Drake


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 21:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Bentornati da Grand Rapids per questa puntata di Indoor War! Le immagini ci portano nel backstage dove troviamo Alisa Drake che sta parlando con un fonico.

Immagine


Alisa: Grazie mille della disponibilità.

Fonico: Di nulla signorina Drake, se qualcuno avvisterà il signor Keenan cercherò di farle sapere.

La ragazza sorride e si allontana continuando la sua ricerca nel backstage. Dopo diversi metri Alisa scorge qualcuno e dopo aver leggermente annuito si incammina verso di lui. L'inquadratura si allarga mostrando Infernus che sta facendo stretching.

Immagine


Alisa: Scusami Infernus, hai per caso visto Jack Keenan?

Il wrestler blocca il suo riscaldamento ed assume un'espressione seccata.

Infernus: No, non l'ho visto e gradirei di non essere disturbato mentre mi preparo per il mio debutto qui in TWC!

Alisa: Aah, le care vecchie buone maniere, cosa rara qui dentro eh?

Infernus: Detto dalla sorella di Chris Drake mi suona tanto come una presa in giro. Ricordati che con tuo fratello ho un conto aperto, e dopo aver sistemato per sempre Thomas Beckett toccherà a lui.

Miss Drake sorride leggermente.

Alisa: L'importante è crederci.

La giovane fa l'occhiolino verso Infernus per poi allontanarsi. Dopo aver percorso qualche metro la sua attenzione viene catturata nuovamente da qualcuno. Alisa sorride leggermente per poi raggiungere la persona che ha notato, ed altri non è che la FWP World Women's Championship Elektra Kellis.

Immagine


In giacca di pelle sopra al ring attire si sta dirigendo verso il suo spogliatoio dopo l'incontro con Brunild quando si imbatte in Alisa. In silenzio la fissa, squadrandola con un sopracciglio alzato

Alisa: Ehi champ, how is it going?

ELK:Ti direi bene ma non sarebbe vero.

Elektra sospira

ELK:Senti, non per essere scortese, ma in questo periodo non sono in vena di fare molte conversazioni. O meglio, ancora meno del solito. Hai bisogno di qualcosa o posso andare?

Alisa: Mmh, non capisco se sono io che risulto antipatica per via dei comportamenti di mio fratello o se è proprio un'abitudine in TWC essere freddi. Comunque volevo sapere se avevi visto Jack Keenan da qualche parte.

La spartana abbassa lo sguardo con una mano sulla fronte

ELK:Scusami... Non è colpa tua. E' che farsi nuove amicizie è inutile, tanto poi finirà tutto in merda in ogni caso.

La greca si passa una mano tra i capelli

ELK:Spiacente ma non ho visto Keenan da queste parti.

Miss TWD mostra un'espressione amara, ma poi un nuovo, lieve, sorriso compare sul suo viso.

Alisa: Grazie per la disponibilità, e comunque riguardo al tuo pensiero sulle amicizie potrei anche trovarmi d'accordo visto ciò che è successo due settimane con Jack, ma se posso darti un consiglio lasciami dire che non bisogna mai arrendersi con il prossimo.

La spartana osserva interessata Alisa.

Alisa: Con questa mentalità l'unica cosa a cui andrai incontro sarà la solitudine, e la cosa finirà per logorarti ancora di più rispetto a delle frizioni con persone di cui ti fidi. Ogni essere vivente ha bisogno di compagnia, dalle formiche agli elefanti, e nonostante la razionalità anche gli esseri umani hanno questo bisogno. Ora non ti sto dicendo di diventare amiche io e te, non ne avremmo motivo d'altronde visto che ci conosciamo a malapena, ma non smettere mai di riporre la fiducia nelle persone che ritieni davvero importanti. Lance Murdock, Lucy Fisher, loro sono persone che hanno investito in te così come tu hai investito in loro, e non devi farti scoraggiare da un semplice errore ma devi aver la forza di capire che errare è umano ed il perdono è una virtù. Poi che sia chiaro che il perdono non può essere concesso a tutti, ma solo a chi è realmente pentito per averti inferto una ferita, esempio lampante Chris e Franklin. Entrambi mi hanno aggredita ad Indoor War dodici, solo mio fratello si è redento da quel gesto e di conseguenza ha avuto il mio perdono e la mia incondizionata fiducia.

Miss Drake sorride dolcemente.

Alisa: Sei una brava ragazza Elektra, riesco a vederlo e fidati di me quando dico che ne ho incontrate di persone di merda, mio padre e mia sorella su tutti, e tu non sei assolutamente di quella risma. Inoltre sei colei che ha strappato il FWP World Women's Championship da Samantha Hart rompendole un braccio, e ciò dovrebbe già essere indice di stima incondizionata da parte di tutto il globo terracqueo!

La Legit Queen ridacchia ed anche Elektra accenna un leggero sorriso.

Alisa: Come ho già detto a Lucy Fisher, a Brunild Wagner e ad Alice Angel che riferirà alla sua amica Ayumi, io sono intenzionata ad inserirmi nelle competizioni femminili una volta guarita totalmente dagli infortuni di Path Of Legends. Lo stesso monito voglio darlo a te Elektra, ma anche se saremo rivali non dovremo essere per forza nemiche. Io credo ancora nel genere umano, e spero che un giorno possa farlo anche tu.

The Wolf Dame allunga una mano verso Elektra, sorridendole. Dopo attimi di esitazione la spartana gliela stringe per ritirarla poco dopo

ELK:Mi sembra di sentire le parole di Lancelot...

Elektra accenna un sorriso

ELK:Sei la benvenuta sul ring, quando vuoi. Non posso assicurarti che darò retta alle tue parole, probabilmente non lo farò, ma ti ringrazio comunque per la tua bontà.

Alisa: Non c'è di che, contrariamente da ciò che si possa pensare vedendo Chris e Rachel, non tutti i Drake sono degli stronzi.

Miss TWD accenna un nuovo sorriso.

Alisa: Beh io torno a cercare Jack, non esiste al mondo che se la sfanghi dal pestaggio che merita. E' stato un piacere Elektra, ci vediamo.

Elektra fa un cenno con la testa

ELK:Ci si vede.

Alza la mano per salutare e si allontana. Le immagini sfumano portandoci da un'altra parte del backstage dove troviamo Chris Drake, Interpromotional World Wrestling Championship in spalla, che cammina a passo svelto e nervoso.

Immagine


The Predator dopo qualche metro raggiunge un paio di addetti che stanno controllando dei cavi.

C.Drake: Ehi! Avete visto Jack Keenan?

Addetto: No, mi spiace.

C.Drake: Fanculo.

Chris mostra un'espressione amara per poi incamminarsi nuovamente per il backstage. Arrivato nei pressi di una porta la sfonda con un calcio, trovando davanti a se uno sgabuzzino delle scope. Il Woodbury Made scuote la testa per poi riprendere la sua ricerca. Dopo altri metri di cammino si trova davanti un cameraman che sta sistemando l'inquadratura in area interviste.

C.Drake: Hai per caso visto Jack Keenan?

Cameraman: No, non l'ho visto.

Mr. TWD scuote nuovamente la testa ed accenna un'espressione contrariata per poi avviarsi nuovamente nel backstage della Van Handel Arena. Dopo altri metri Chris nota un'altra porta e, come precedentemente, la apre con un calcio trovandosi nello spogliatoio del TWC 15 Champion, Nick Carroll.

Immagine


Il bostoniano è seduto su una panca, telefono cellulare in mano e cuffiette alle orecchie. Nonostante ciò, la rumorosa intrusione viene udita da Nick, che si gira a guardare l'intruso alzando un sopracciglio.

C.Drake: E infatti mi pareva di aver sentito puzza di merda...

The Predator mostra un sorriso beffardo per poi fare un passo dentro la stanza.

C.Drake: Visto che ultimamente vi siete fatti le trecce, hai per caso visto quel demente di Jack Keenan? Una tua risposta affermativa potrebbe renderti finalmente utile dopo più di un anno Nick, quindi non sprecare questa importante occasione.

Carroll sfila lentamente le cuffie dalle orecchie, le scollega dal cellulare e poi comincia ad armeggiare col dispositivo puntandolo verso Drake. Dopo qualche istante, Nick annuisce e agita il pugno in un gesto di esultanza.

NC: Perfetto! Registrato nel Pokédex!

Nick si stiracchia, poi torna a guardare il cellulare.

NC: Molto gentile da parte tua, ora ho quasi finito il gioco. Puoi andare adesso.

L'ingegnere riprende in manco le cuffie e fa per rimettersele, poi si rende conto che l'ex Guardian of Truth è rimasto immobile nella stanza.

NC: Ah, scusa. Avevi detto qualcosa?

C.Drake: Ah già, tu eri il nerd chiuso con i Pokémon.

Un sorriso beffardo compare sul viso di Chris.

C.Drake: Comunque TWC 15 PeopleCaresAboutYour Championship, sai dov'è Jack Keenan? Niente giri di parole o cazzate varie, non ho tempo da perdere con un pezzente come te visto che già ne ho perso abbastanza con quegli altri due dementi.

Carroll si porta una mano alla fronte e comincia a ridacchiare scuotendo la testa.

NC: Non stai dicendo seriamente, vero? Non hai veramente detto che a nessuno frega un cazzo del mio titolo, giusto? Non quando tessi continuamente le lodi di quel pezzo di plasticaccia che porti sulla spalla.

Nick si alza in piedi e si avvicina a Drake. Quando i due sono a distanza ravvicinata, Carroll saggia la consistenza del titolo indossato da Chris.

NC: Materiale scadente. Però possiamo sempre ricavarci un centinaio di provini per le prove a trazione. Avrebbe finalmente la sua utilità.

Chris inizia a ridere divertito.

C.Drake: Eh eh eh, probabilmente stavi guardando i video shemale su YouPorn al telefono e magari non hai visto nei monitor i miei incontri con Leonard Arthur e l'Hijo de Leonardo Arturo Negro, ma avete praticamente detto le stesse cose. Ora, od ho ragione io quando dico che siete solo delle pecore comandate da un unico pastore o ha ragione il suddetto pastore Leonard Arthur che dice che non piaccio a nessuno poiché sono una pomposa testa di cazzo incapace di accettare di essere come gli altri.

The Predator si gratta il mento per poi diventare serio.

C.Drake: Beh entrambe le versioni sono valide, e se sono una pomposa testa di cazzo incapace di accettare di essere come gli altri è perché io non sono come gli altri, io sono superiore, io sono il Best In The Business! Perciò amico meno alto e con un titolo più scadente di Leonard Arthur, rispetta le gerarchie, smettila di dire cazzate e dimmi dove cazzo si trova Jack Keenan prima che sfoghi il nervosismo che sto accumulando sulla tua faccia di merda!

Carroll sospira e allarga le braccia.

NC: So già che non capirai, ma a quanto pare dovrò tentare di spiegarti come stanno veramente le cose. Tu non sei superiore a nessuno. Puoi continuare a strepitare in giro per il backstage in cerca di attenzioni all'infinito, puoi ripetere milioni e milioni di volte i tuoi sermoni autocelebrativi, ma non farai un singolo passo avanti se non ti decidi ad accettare la realtà. Non esiste un fronte contro di te. Se ogni persona che incontri ti dice le stesse cose è perché la situazione è chiara davanti agli occhi di tutti, tranne che ai tuoi. Tu non sei minimamente interessante. Per quanto tu possa cercare di portarti sotto la luce dei riflettori, non riuscirai ad importi come il migliore semplicemente dicendo di esserlo, così come non potrai far passare per importante il tuo titolo solo perché tua sorella Rachel ha detto che lo è. L'importanza del titolo non è data dai proclami fatti a riguardo, è data dall'impegno e dai sacrifici che vengono fatti per ottenerlo e per mantenerlo e da come il pubblico li percepisce. Black ha reso importante il suo titolo. E sì, il mio titolo non è mondiale come il suo, ma ho saputo comunque dargli lustro, cosa che tu non hai assolutamente saputo fare. E non venirmi a parlare di gerarchie, se le seguissimo veramente tu dovresti stare a fare il cameraman, l'addetto al montaggio del ring o l'inserviente in questo momento.

Chris sospira pesantemente.

C.Drake: Vai, ora scredita Kid The Wizard dicendo che le dieci vittorie della sua Streak ed il suo status leggendario derivino da abusi di potere e che l'impresa titanica che ho fatto non vale nulla e sarai proprio un'altra, ennesima, copia sbiadita di Leonard Arthur. Confermo l'opzione uno, pecora indirizzata da un pastore.

The Predator scuote la testa.

C.Drake: Sai, mia sorella Alisa ha proposto a Leonard Arthur di sfidarmi per dimostrare che ciò che dico sono solo cazzate, ma il tuo pastore ha ben pensato di dirle che lui è libero la prossima puntata e che io debba sfidarlo. Naturalmente The Undisputed Legend non si abbassa al livello di sfidare The Unglorified Failure, la sfida deve venire da lui, e magari potresti adeguarti alla corrente, cosa che un pecorone come te fa di continuo, e lanciarmi una sfida per dimostrare le tue ragioni Dick Carroll. D'altronde se non vi sono superiore non trovo un motivo per non sfidarmi visto che, parole di El Hijo de Leonardo Arturo, sono un avversario facile.

The Undisputed Legend lancia un sorriso beffardo a Nick Carroll, ma poi torna serio.

C.Drake: Ma prima che tu dica qualsiasi cosa, mi dici se hai visto Jack Keenan brutta testa di cazzo?!

Nick sospira di nuovo, stavolta molto più pesantemente e tenendo gli occhi chiusi.

NC: Esattamente come previsto, non ci hai capito un cazzo. Io ci ho provato.

Carroll indica Drake.

NC: Sappi comunque che non me ne frega un cazzo di Kid The Wizard, della TWNA e soprattutto della FWP, così come non me ne frega un cazzo di tutto quello che racconti per provare ad elevarti ad una posizione che non ti compete.

Nick si gira e va a rimettersi seduto sulla panca.

NC: E inoltre non me ne frega un cazzo di sfidarti. Non ho motivo per farlo, non sei affatto una sfida stimolante. Anzi, mi hai fatto perdere fin troppo tempo. Quindi, se vuoi scusarmi...

L'ingegnere riprende in mano le cuffiette e le ricollega al telefono.

C.Drake: VUOI DIRMI DOVE CAZZO E' JACK KEENAN?!

Carroll si gira verso Chris, un sorriso sereno sul volto.

NC: Per quale motivo dovrei saperlo? Non ne ho la più pallida idea!

Il volto del Brain Damager si fa di nuovo serio.

NC: Sai cosa devi fare se vuoi trovarlo? Andartene da qui!

Carroll indica la porta a Drake che mostra una smorfia contrariata per poi uscire dallo spogliatoio. The Predator cammina per qualche metro nel backstage per poi gettare a terra l'Interpromotional World Wrestling Championship, per poi tirare un pugno contro un muro!

C.Drake: Maledetto Jack Keenan!

Ed ecco che Chris Drake inizia a prendere a pugni il muro in preda ad una crisi di nervi, e su queste immagini noi andiamo in pubblicità.

Up Next: Sigfried Jager


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 21:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Welcome back to Friday Night Indoor War, live dalla Van Andel Arena di Grand Rapids, Michigan.

Immagine


Le immagini ci portano direttamente all’interno della House of Heroes, il locker room esclusivo della Bruderschaft Der Krahe Incorporated.

Immagine


Qui vediamo i membri della BDK Inc. assieme ai loro amici di Ravensburg, tornati a sorpresa in TWC questa sera per dare una mano a Gunther Schmidt nel contrastare la minaccia crescente degli Enlightened of Pro Wrestling.

ImmagineImmagineImmagine

ImmagineImmagineImmagineImmagine


Mentre The Hound è seduto al tavolo intento a giocare una partita Doppelkopf assieme “Piccolo” Ullrich Muller, a Dieter Hoss “il Mancino” e a Ludwig Weber “il Piagnone”, come al solito “The Armbreaker” Brunild Wagner se ne sta in silenzio ad ascoltare musica sul divano, WFSS Woman Wolrd Championship appoggiato accanto a lei, e sguardo che ogni tanto si volge al monitor su cui viene trasmessa la puntata. “Superstar” Sigfried Jaeger, invece, è intento a giocare a freccette assieme a Fritz “Paglia” Mayer per cercare di distrarsi un pò. Ma dallo sguardo, il suo nervosismo sembra palese.

SGF: Centro.

Fritz sospira e va a togliere le freccette lanciate dal Corvo.

FTZ: Mai una volta che vinca che vinca una partita con te...

Improvvisamente qualcuno bussa alla porta. Nella stanza l’atmosfera si fa gelida. Fritz, il più vicino, si ferma, come paralizzato.

FTZ: E ora?

Jaeger scrolla le spalle.

SGF: Apri tu, sei il più vicino no?

FTZ: E se fosse qualche malvivente, tipo quel lestofante titubante messicano?

GNT: Se lui, noi picchia.

FTZ: Sì, ma prima lui picchia me.

GNT: Tu usa martello.

Sigfried e gli altri annuiscono, mentre Brunild guarda verso Fritz. Quest’ultimo prende coraggio, imbraccia lo Sledgehammer e poi va ad aprire, ma solo uno spiraglio. Subito dopo eccolo fare un balzo all’indietro dallo spavento. La porta si apre del tutto, e nella stanza entra Christophorus Schmidt!

Immagine


FTZ: S-sei il cugino del Mastino. Mi hai fatto prendere un colpo.

Il Mastino accenna un sorriso e alza una mano, in segno di saluto, così come Ullrich, Dieter e Ludwig. Mentre Brunild si toglie le cuffie, e accenna un breve saluto, ecco che Chris si fa avanti, mentre alle sue spalle un timoroso Fritz Paglia chiude di nuovo la porta. Il Berlin Brawler e il Corvo si ritrovano faccia a faccia e si scrutano qualche secondo, prima di salutarsi.

CS: Sig...

SGF: Chris...

Poi Jaeger sospira.

SGF: Immagino che tu ti sia presentato qui per via dell’incontro di stasera. O sbaglio?

Schmidt annuisce brevemente.

CS: Perspicace come al solito. Hai ragione, sono qui per questo, ma prima lascia che mi rivolga ai ragazzi presenti in questa stanza.

Chris si volta verso Gunther e gli altri che stavano giocando a carte.

CS: Vorrei congratularmi vivamente con voi per aver per aver dato una sonora lezione a quei dementi degli Illuminati. Sono le persone come voi che aiutano questa federazione a essere un minimo vivibile.

Ullrich, Ludwig e Dieter sorridono, mentre Fritz gonfia il petto e si volta verso Brunild, che però lo fulmina con lo sguardo e scuote il capo. Poi il Decayed si gira di nuovo verso Sigfried.

CS: Prima di parlare del match di questa sera, devo dirti un paio di cose sul mio incontro di War of Change, visto che potrebbe riguardarti da vicino in caso tu diventassi campione mondiale al termine di quella serata, come auspico. Sai bene che sono il wrestler più assetato di sangue nel lotto dei partecipanti al Ladder. Dopo aver massacrato i miei avversari, strapperò quel maledetto anello dal gancio che lo terrà appeso, alla faccia di Big Black Boom, Michael Edwards, Andy Moon, Kevin Manson e di chiunque altro, compreso quel bastardo di Virgil Brown. Dimostrerò a tutti che io non sono neanche lontanamente lo Schmidt visto finora. Peggio, a War of Change tutti vedranno il lato più oscuro, folle e decadente della mia personalità. Per vincere quell'incontro, infatti, porterò la parola War, in War of Change.

Poi Chris rincara la dose, guardando dritto negli occhi il Best from the West.

CS: Io vincerò l'anello, ma tu vedi di vincere il titolo, Sig. Perchè a fine luglio ci sarà un grande special event in Germania, il nostro grande paese natale. E in quell'occasione, quale miglior Main Event possibile sarebbe se non Christophorus Schmidt vs. Sigfried Jaeger per il TWC World Heavyweight Championship in quel di Berlino, la mia città natale.

Sigfried annuisce e fa un mezzo sorriso. Che muore all'istante di fronte allo sguardo cupo di Schmidt.

CS: Ora però è tempo di passare all'immediato presente. Stasera io e te saremo impegnati in un tag team match, ma a differenza delle altre volte saremo avversari, e non uno al fianco dell'altro. Tu ormai mi conosci e sai che quando salgo sul quel ring non guardo in faccia nessuno. Perciò sono venuto a dirti che tu lì sarai solo un avversario come tanti. Niente amicizia o quant'altro.

Il Corvo sospira mentre Schmidt continua a parlare.

CS: Io devo dimostrare assolutamente il mio valore. Devo dimostrare alla gente, che si sbaglia sul mio conto, che si sbaglia a sottovalutare la mia minaccia, che si sbaglia a sottovalutare me. E per farlo, è necessaria solo una cosa, vincere.

Sigfried fa per rispondere, ma Chris alza una mano e conclude.

CS: Quando devo centrare un obiettivo non ci sono legami che tengano, tengo a ribadirtelo. Ci sono solo avversari da massacrare e stasera la mia preda è rappresentata da Leon Black. Quando saliremo su quel ring ti consiglio di farti da parte o al limite di pensare unicamente a BBB. Non me ne frega nulla di quante botte darai al mio partner. Sarebbe saggio da parte tua, Sig.

Il Best from the West aggrotta lo sguardo, poi risponde.

SGF: Non nego di essere piuttosto schifato dal comportamento di Junior. Mettermi contro una delle poche persone con cui finora sono riuscito a coesistere, Big Black Boom, e contro di te, che per sei mesi sei stato compagno in mille battaglie. Nonchè un membro della BDK Inc., cosa che ha, e avrà sempre un peso enorme nei nostri rapporti.

Jaeger annuisce.

SGF: Tuttavia, mi conosci, Chris. In quanto eroe, essere pestato non fa parte del mio vocabolario. Perciò, il mio consiglio è che voi vi concentriate su Black e stiate alla larga da me, sia BBB, che te. Perchè non esiterò a rispondere e a combattere contro Big Black Boom se sarà necessario farlo. E anche contro di te.

Christophorus alza un sopracciglio.

SGF: Quanto a Black, c'è il suo zampino in tutta questa situazione. Ebbene, visto che gli piace mettersi costantemente nei guai, peggio per lui. Per me lo potete massacrare come e quanto vi pare.

Il Berlin Brawler annuisce, sorridendo stavolta. Poi però Sigfried alza un dito.

SGF: Tuttavia, non sarò così vigliacco come Keenan da abbandonarlo al suo destino. Sarebbe un comportamento fin troppo poco eroico. E io sono un vero eroe. Oltretutto non amo perdere, nemmeno quando si tratta di una farsa come quella di stasera. Per cui rimarrò là fino alla fine. E vi consiglio di stare attenti, perchè non appena si manifesterà la chance di vincere il match, beh, tu sai bene come va a finire di solito nei miei incontri...

Il Berlin Brawler piega la testa e sbuffa.

CS: So che tipo di wrestler sei, d'altronde come hai detto prima, siamo stati in team insieme per mesi. Ma anche tu sai che tipo di wrestler sia io, e quindi sai benissimo che non ho paura di te o delle tue parole. Parlandoci chiaro, tu non hai bisogno di vincere questo incontro, almeno non quanto ne ho bisogno io. Tu non devi dimostrare niente a nessuno, mentre io invece si. Agli altri, e in primis a me stesso.

Christophorus si toglie gli occhiali da sole e fissa negli occhi il 34th Street Hero.

CS: So che sei un uomo intelligente, e molto anche, perciò bada bene a non commettere l'errore di affrontarmi sul ring. Non solo non ci guadagneresti nulla, ma sprecheresti energie preziose per War of Change II. Il consiglio che ti posso dare è di startene al tuo angolo e gustarti in primissima fila la distruzione di Leon Black. Se invece non lo farai, Sig, te la sarai cercata da solo, e saranno cazzi acidi.

Schmidt si rimette gli occhiali da sole e abbozza un sorriso.

CS: Ah, Sig. Dopo che avrò ottenuto la mia vittoria su Leon Black, mi aspetto un qualche ringraziamento da parte tua, dopotutto massacrarlo per bene potrebbe essere un favore indiretto a te in vista di War of Change. O no?

Mentre il Corvo resta impassibile, Christophorus Schmidt fa per andarsene, apre la porta dello spogliatoio ma si ferma e si volta, guardando in direzione di Sigfried.

CS: Te lo ripeto Sig, non ti conviene metterti contro di me. Sai benissimo che non mi fermo davanti a nessuno.

Il Berlin Brawler esce dalla stanza e chiude la porta. Nella House of Heroes cala il silenzio. Sigffired guarda nervosamente verso la porta, mentre Brunild scuote il capo e sospira. Fritz Paglia rompe il silenzio.

FTZ: Quell'uomo è inquietante. Mastino, ma è davvero un tuo cugino alla lontana, quello?

Gunther sbuffa.

GNT: Ja. Lui problemi quando piccolo. Voi no parla male di lui o Mastino picchia.

FTZ: N-no no, vai tranquillo.

Mentre gli altri tornano a giocare a carte, Sigfried si rigira nelle mani una freccetta. Dopo averla stretta a lungo, il Corvo la lancia sul bersaglio, senza neanche guardare, imprecando.

SGF: Maledizione!

Fritz Paglia sgrana gli occhi.

FTZ: C-centro... Sigfried, sei un cyborg per caso?

Il Corvo fa spallucce e va a sedersi sul divano accanto a Brunild Wagner. E con i due che iniziano un fitto scambio di idee dopo quanto appena accaduto con Christophorus Schmidt, noi andiamo in pubblicità! Spot per noi, non andate via.





Up Next: Cross in action


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 21:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting


Immagine


E' tempo per il n1 contenders match per il TWC 15 Championship! Il primo a fare la sua entrata è Cross che si presenta a bordo della sua motocicletta. Arriva a bordoring dove derapa con la sua motocicletta facendo un gran fumo. Scende da essa e sale al centro del ring dove si toglie la giacchetta e la lascia a terra.



Immagine


E' il turno del Savior che si presenta tra le gloriose note di Mozart. Gira su sé stesso con le braccia aperte urlando "Witness me!" e percorre la rampa a testa alta. Con un balzo salta sull'apron e si da lo slancio entrando nel ring con una capriola. Si slaccia il mantello lanciandolo verso il pubblico e tutto è pronto per questo match.

MATCH FOR THE TWC 15 CHAMPIONSHIP #1 CONTENDER:
VINCENT CROSS VS LANCE MURDOCK


I due si incontrano in una fase di clinch che viene vinta dal biker che fa ruzzolare Murdock a terra. Il Salvatore guarda il suo avversario e rapidamente lo manda in terra con un drop toe hold. Corre alle corde ma Cross si riporta in piedi e lo abbranca per... No. Lance sgattaiola via ed i due si ritrovano faccia a faccia. Lance chiude l'avversario in una headlock ma viene facilmente sollevato e portato a terra con un back suplex.

Immagine


Schiena ma ottiene a malapena un conto di due. Lo rialza e lo manda contro le corde. Al rebound tenta la Street Speed ma Murdock si abbassa e corre di nuovo alle corde per poi schiantarlo con una tilt-a-whirl DevilRana. Cross si riporta in piedi e Murdock corre di nuovo alle corde per cingerlo in una DevilRana ma Vincent lo blocca in aria. Lance si dimena prendendo a gomitate la testa di Cross ma questi lo solleva in aria, pronto per la Deadly Bomb. Lance riesce a scampare ed atterra alle spalle del nemico e lo manda contro le corde con un Dropkick. Cross finisce con la testa a cavalcioni tra la seconda e terza corda. Lance si dirige sull'apron, prende Cross per la testa sporgendolo fuori ed inizia a riempirlo di Spartan Elbows omaggiando la sua ragazza.

Immagine


Cross crolla a terra ed il pubblico intona cori per la spartana mentre Lance si dirige sul paletto. Aspetta che Cross torni in piedi e spicca il volo ma viene intercettato da un montante all'addome. Lance si piega a terra e Vince lo manda addosso alle corde ed al rebound lo schianta con una spinebuster. Schienamento e conto di 2. Lo rialza e lo manda nuovamente addosso alle corde ed ancora Spinebuster. Nuovo conto di due e Cross ripete il procedimento: irish whip, rebound, spinebuster. Questa volta aggiunge un legdrop e schiena nuovamente ma il risultato non cambia. Ora lo manda contro l'angolo ma Murdock si rotola in aria ed atterra sull'apron. Cross gli va contro ma viene stordito da un Enziguiri. Cross barcolla e Lance spicca il volo con una springboard DevilRana

Immagine


Uncina le gambe per il pin: 1, 2, no! Cross si riporta in piedi e Murdock va con il Far from Any road per riportarlo a terra.... ma Cross non cade! Il Preacher va con un enziguiri su Cross, che barcolla ma rimane stoicamente in piedi, a questo punto Murdock decide di correre alle corde e tenta una clothesline ma viene stoppato da un'altra spinebuster del motocicilista!

Immagine


Cross stende il rivale con questa mossa, ed ora procede allo schienamento, 1, 2 e nulla da fare, Lance esce alzando la sapalla destra! Cross non perde tempo e stringe Murdock in una headlock, inizia a rialzarlo continuando a mentenere ben saldo il lucchetto al cranio, guardandosi attorno con aria divertita, di chi è convinto di avere la vittoria in tasca... Gomitate dell'avversario al costato del careless, che è costretto dopo alcuni colpi a lasciare la presa, subite Lance cerca di correre alle corde ma Cross lo afferra prontamente da dietro e lo solleva sopral a propria spalla destra, ARGENTINE BACKBREAKER!

Immagine


La schiena di Lance Murdock ricorderà con molta chiarezza questa giornata! Cross tiene nuovamente a terra il rivale per lo status di Number One Contender al titolo Fifteen di Carroll, in una nuova headlock, ma Cross subisce questa volta colpi alle gambe da parte di Murdock che ancora non si vuole arrendere! Il biker intensifica la presa ma non serve a placare i bollenti spiriti del più recente rivale di Nick Carroll, che ora lo colpisce cono stomp al piede destro! Il biker è costretto ad allontanarsi, ed ora il suo avvesario lo colpisce con un Leg Sweep! Il biker finisce in ginocchio, ed ora è facile preda di Lance... Che lo colpisce con uno Shning Wizard! Vincent finisce nuovamente a terra, ma per essere sicuro che ci rimanga il suo rivale lo colpisce con un Theatrical Knee Drop!

Immagine


Murdock prova un nuovo veloce schienamento: 1, 2 e niente da fare, Cross alza ancora la spalla destra! Il lottatore di origini irlandesi sbuffa rialzandosi, vuole chiudere questo incontro una volta per tutte, e alla svelta! Allarga le braccia e si mette in poso, si vede che vuole tentare la Kiss of The Devil! Ed ora che Cross è quasi in piedi la tenta subito, Kiss of the d- NOOO, Cross lo afferra al volo e lo chiude in una Torture Rack! La presa di Cross e salda le schiena di Murdock ne soffre, gira per il Ring per cercare di non dargli respiro, ed ora Cross fa un piccolo salto che rende la mossa un Torture Rack Backbreaker! Ancora brutta botta per la schiena di Murdock, che viene schienato dal biker... 1, 2 e ancora una volta Murdock esce dallo schienamento! Vincent si rialza, è divertito da questa contesa, va a prendere il rivale per la testa ed inizia a sollevarlo, guardandolo in faccia

VC: Un Bog-Trotter rimane sempre un Bog-Trotter, Lance...

Slang quasi razzisti del fearless nei confronti dell'avversario, che per tutta risposta gli tira un rabbioso schiaffo! Cross indietreggia e subisce altri rabbiosi pugni e calci, finisce alle corde dove riesce a liberarsi di Lance rispondendogli a tono con altri pugni! I due iniziano una nuova rissa, il fearless riesce ad allonare di poco l'avversario e prova la Street Speed, NO! Lance riesce ad abbassarsi e ad evitare la mossa, e nel farlo si butta contro le corde, e questa riesce a prendere un sorpreso Cross per una velocissima Kiss of The Devil outthanowhere!

Immagine


Kiss of the Devil connesa, connessa! Cross è a terra, e Lance prova lo schineamento!! 1, 2, 3!! NOOOO, CROSS ALZA LA SPALLA IN TEMPO! Murdock si rialza mettendosi le mani nei capelli, la rabbia lo coglie, è vicinissimo ad ottenere il titolo di Number One Contender! Fissa Cross a terra e poi l'angolo... Ci sale sopra, è per lui il momento di tentare la Requiem! Murdock allarga le braccia, è tempo di chiudere l'incontro... REQUIEM! REQIUEM PERFETTAMENTE CONNESSA SU VINCENT CROSS!

Immagine


Ed ora c'è lo schienamento: 1, 2, 3!! C'è il 3!! DIN DIN DIN!

Spoiler:
Here's your winner: LAAANCE MURDOOOOOCK


Murdock sale sul paletto, esultando per l'importante vittoria, mentre Cross scivola fuori dal ring.

Immagine


Attenzione! Nick Carroll si presenta sullo stage, ancora in abiti civili. Il Brain Damager sorride in direzione di Murdock, applaudendolo. Poi il bostoniano si avvia lungo la rampa, mente il Savior scende dall'angolo. Carroll sale sul quadrato ed i due vanno faccia a faccia scambiandosi qualche parola. Poi Nick si slaccia la cintura dalla vita e la alza davanti al volto di Murdock. Il Preacher abbassa la testa, sorridendo ironicamente...

Immagine


Last Call! Calcione improvviso di Murdock, che ripaga Carroll con la sua stessa moneta! Il bostoniano crolla a terra, mentre il TWC Championship gli sfugge di mano e va a cadere davanti al Preacher. Il diavolo custode lo osserva, e dopo qualche attimo di esitazione si china a raccoglierlo... ed ora sembra volerlo usare per colpire Carroll! Lance fa segno all'ingegnere di rialzarsi... ma Cross arpiona le gambe di Nick trasportandolo fuori ring e portandolo fuori pericolo! Murdock lancia la cintura fuori ring e indica sia Cross che Carroll, urlandogli contro qualcosa. Sulle immagini del Biker che sorregge Nick, mentre Murdock è l'unico rimasto in piedi al centro del ring, diamo la linea ai consigli per gli acquisti! A tra poco!

Up Next: Ayumi Haibara


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 21:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Tornati dalla pubblicità, siamo nel backstage con Daniel Carson.

Immagine


DC: Signore e signori, la mia ospite di stasera: Ayumi Haibara!

Immagine


La campionessa TWC entra nell'inquadratura, tenendo la cintura fieramente sulla spalla.

DC: Ayumi, quali sono le tue impressioni su quanto successo due settimane fa?

AH: Si è creata una situazione molto interessante. Anche se...

L'inquadratura si allarga e compare Lucy Fisher, sorridente.

Immagine


LF: Daniel, se non ti spiace ti prenderò il microfono.

Lucy arriccia il naso.

LF: C'è Silvya che ti cerca disperatamente.

DC: Vado.

L'intervistatore si allenta il nodo della cravatta e si allontana, uscendo dalla inquadratura.

LF: Salve Ayumi. Facciamo così. Le domande te le faccio io. Dimmi Ayumi. Qual è la più grande differenza che hai notato fra il Giappone e la TWC?

Ayumi osserva Lucy e strizza gli occhi, sorridendo.

AH: In giappone combattevo tutti i giorni, contro gente disposta ad aprirmi la testa pur di vincere. Mentre qui, dopo quattro mesi, non ho ancora avuto un match soddisfacente.

L'americana annuisce.

LF: E perché non lo hai cercato? Probabilmente sei nella federazione con la migliore divisione femminile. Lo avresti trovato.

AH: Attendevo il palcoscenico giusto. E pare io l'abbia trovato.

LF: Questa è una ottima risposta. Però ammettiamo che ha un effetto collaterale, questa strategia. Ayumi Haibara non ha riscosso l'assoluto successo che poteva avere. Cosa ne pensi?

AH: Penso che, forse, potrebbe arrivare tutto in un colpo solo.

LF: E se perdessi? Non rischieresti di diventare una meteora?

AH: Non esistono meteore, se non quelle che si schiantano sulla Terra e distruggono tutto quello che c'è sotto.

Lucy si scosta i capelli da un orecchio.

LF: Quelli sono meteoriti, Ayumi. Cosa ne pensi di Brunild Wagner?

AH: Il mio inglese non è ancora perfetto. Brunild Wagner è una grandissima lottatrice. La donna più pericolosa al mondo? Mai.

LF: E di Elektra Kellis cosa pensi?

AH: Una ragazza da non sottovalutare.

LF: E di Lucy Fisher?

AH: Una persona con molto tempo libero. Abbiamo finito?

Lucy sbuffa.

LF: No, direi di no. Vedi Ayumi, è importante che tu capisca che qui non sei più in Giappone. Per quanto tu ritenga questo un ambiente più semplice, ti assicuro che è immensamente più complicato. Questa è una savana, in cui chi non preda è predato. E fino ad ora hai cacciato una preda semplice, senza denti. Ma non è più così. Ora devi affrontare veri predatori. E predatori che sono completamente diversi fra di loro.

AH: Mai pensato, invece, di star leggendo tu male la situazione? Io so cosa faccio. Forse meglio di tutte voi. Voi tre avete girato in cerchio fin'ora, rincorrendo le vostre code. È ora che qualcuno fermi il ciclo.

Ayumi sorride di nuovo, e si allontana. La Fisher osserva nella direzione della giapponese per un istante, poi scrolla le spalle.

LF: E anche oggi, da Lucy Fisher è tutto. A voi la linea.

Up Next: Michael Edwards


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 21:34 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Le immagini ci portano immediatamente nel backstage dell'arena, dove sembra esser passato un tornado. Tavoli capovoliti, spazzatura per terra, tracce di torte contro i muri. Alla fine troviamo la fonte di tutto questo.

Immagine


Michael Edwards, appena giunto difronte il suo spogliatoio. Sembra più simile a un toro che a una persona al momento. Il ragazzo di New York però, non riesce ad aprire la porta, non contenendo la rabbia inizia a tirare pugni che lasciano dei segni marcati contro il legno. Non contento e incapace di calmarsi il Golden Boy la sfonda a calci.

ME: Mi sono seccato di tutto questo! DANNAZIONE UNA SERATA DI MERDA.

La furia del newyorkese non si placa, nemmeno mentre rimette in ordine il suo borsone lasciato sopra una panca.

ME: Che cazzo ho che non va? Perché devo essere la marionetta a cui Black ficca la mano sù per il culo e la fa parlare. ANDY MOON E' MEGLIO DI TE. MURDOCK TI HA BATTUTO. PERCHE' CORRI DIETRO MANSON? ANDADE A FARVI FOTTERE! TUTTI QUANTI.

???: Michael...

ME: CHI E' ORA?!

Il dragon kid si gira e si trova davanti Michelle Diamond, la sua ragazza.

Immagine


MD: Amore, calmati. Sono io.

La calda voce della ragazza distende un minimo i nervi del drago adirato.

ME: Miky... Scusami... Non è stata una grande serata...

La donna gli si avvicina con calma.

MD: Tranquillo amore. Me ne sono accorta, hai preso solo un po' di pesci in faccia. Può capitare a tutti, anche ai migliori no?

ME: Io non sono migliore a nessuno qua dentro.

Mike abbassa lo sguardo.

MD: Ancora questa storia?! Quante volte la devo sentire ancora.

Il golden boy si siede sulla panca, ma non risponde.

MD: Eccolo che parte con il mutismo. Ehi... Sveglia, questo non è un incubo, è la realtà. Nuda e cruda, può succedere. Non sei un supereroe, anche se io penso il contrario, e non sei l'automa che tuo padre ha progettato. Sei Michael Edwards, il giovane e forte Michael Edwards, il futuro campione di questa federazione. Ma tu? A queste cose ci credi?

La ragazza si va a sedere sulle gambe del ragazzo.

MD: Musone, la smetti di tenere il broncio?

La ragazza bacia appena sulle labbra il nativo di New York.

MD: Ti hanno tagliato la lingua? Sono brutta e cattiva perché ti dico che ce la puoi fare? Vuoi stare nell'angolo ad autocommiserarti ancora un po'? Sveglia bimbo, la colazione è pronta, vieni a mangiare.

La Diamond sorride e stringe forte a sé il ragazzo, facendolo finire con la faccia nel suo abbondante decoltè.

MD: Se non parli ti soffocco. Vediamo se così almeno reag... Ahia!

Michael si libera dalla "presa" mortale e sorride alla ragazza dagli occhi di ghiaccio.

ME: Ti amo amore, grazie.

La Diamond sorride ancora.

MD: Ti amo anche io, brutto idiota che non sei altro. E se continui a maltrattarti così giuro che non te la faccio vedere per i prossimi 6 mesi! E poi non voglio scuse di nessun grande match o nessuna cosa super mega importante. Sai benissimo che se dico no è no. Intesi?!

Eddie bacia Michelle.

ME: Intesi!

E sulle immagini dei due che sorridono le telecamere staccano.

Up Next: Back in Drake


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 06/05/2016, 21:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Continua il Kick Off di Indoor War! Le immagini ci portano nuovamente nel backstage dove troviamo Chris Drake che sta prendendo a pugni un muro!

Immagine


C.Drake: Figlio di puttana!

Le nocche di entrambe le mani del wrestler sanguinano, e lui senza nemmeno farci caso continua a prendere a pugni la parete mentre a terra, affianco a se, è posato l'Interpromotional World Wrestling Championship.

Immagine


Passa qualche secondo ed il titolo viene raccolto da qualcuno. Chris nota ciò con la coda dell'occhio e si gira, trovandosi davanti Shawn Gates che con un'espressione seria osserva The Predator.

Immagine


I due si scambiano uno sguardo e poi il Ribelle posa il titolo sulla spalla di Chris.

C.Drake: L'ultimo che mi ha consegnato amichevolmente il titolo ha poi finito per incularmi. Che c'è Gates, vuoi per caso anche tu seguire le orme di Jack Keenan?

SG: Numero uno: ricorda che io sono quello che ha preso a calci il tizio che ti stava terminando la carriera, quindi sarebbe meglio che tu non ti rivolgessi mai più a me con questo tono, specialmente quando ti sto facendo una cortesia. Numero due: se proprio vuoi sapere ciò che voglio: è un accendino, e sembra proprio che mi sia scelto il giorno migliore per perderlo. Numero tre: ehi Travis.

Dietro il Predatore vediamo il Child Of Ice con un mezzo sorriso sulla bocca.

Immagine


TM: Ehi Shawn, mi pareva di aver sentito dei rumori dal fondo del corridoio, ed in effetti erano il Predator ed il suo cuore spezzato. Tranquillo Drake, Shawn è sempre così quando non trova il suo accendino.

Travis da una pacca sulla spalla al proprio compagno di team.

TM: Non abbiamo alcun interesse nel crearti più problemi di quanti tu già ne abbia ora, ti converrebbe calmarti indirizzare quella rabbia verso chi effettivamente se lo meriterebbe piuttosto che con noi o... quel muro, non credi?

C.Drake: Hai ragione Travis, scusatemi entrambi ma non me la sto passando particolarmente bene questa sera.

Chris estrae l'accendino da una tasca e lo passa a Shawn che si accende una sigaretta.

SG: Ne vuoi una? Sembri proprio averne bisogno.

C.Drake: Per questa volta passo Shawn, ma grazie.

The Predator sospira.

C.Drake: E' tutta la sera che vado cercando quell'infame di Jack Keenan e nessuno ha saputo dirmi dove sia, e la stessa cosa per Alisa che mi sta aggiornando tramite messaggi. Voi per caso sapete dove sia?

SG: No, purtroppo non l'ho visto. Comunque, fatti dare un consiglio da chi ha un po' più di anni di te: gli scatti di rabbia ti fanno solo male. E io ne so qualcosa. So che sembra strano, ma distruggerti le nocche contro un muro non porterà a nient'altro che ad avere delle nocche sanguinanti.

Travis va ad osservare il muro che Chris stava colpendo fino a pochi istanti prima.

TM: Potremmo stare qui a rinfacciarti come ti avessimo avvertito l'ultima volta di non essere troppo sicuro del vostro team così prematuramente, ma sinceramente l'idea di una nuova sfida si prospettava interessante, tutta questa parentesi degli Wolfpack è stata abbastanza deludente. Devi stare più attento nello scegliere i tuoi alleati Drake, potrà anche sembrarti un consiglio scontato, ma è forse uno dei consigli migliori che ti possa dare per sopravvivere in questa categoria. Nel momento in cui prendi sottogamba la faccenda spalanchi la porta a qualcuno che approfitterà dell'alleanza per raggiungere scopi individuali, spalanchi la porta a Jack Keenan.

C.Drake: Forse hai ragione Travis, ma sono tre volte su tre che ripongo la mia fiducia in qualcuno per poi prenderla irrimediabilmente nel culo. E' successo con Dave Jackson in Giappone, è successo la scorsa estate con Franklin Dixon ed è successo due settimane fa con Jack Keenan. Il punto è che sia Dave e sia Frank hanno subito le conseguenze delle loro azioni ritrovandosi con la testa spiaccicata a terra e la carriera probabilmente terminata dopo una The Wild Dragon Rage, perciò che stia attento Jack poiché what goes around comes around, ed in questo caso gli scatti di rabbia sono molto utili Shawn.

Gates accenna un mezzo sorriso mentre butta il fumo.

SG: Di certo la rabbia aiuta in certe situazioni, sarei un ipocrita a negarlo. Ma devi distinguere tra la rabbia buona, quella che accende il fuoco che hai dentro dandoti la forza di superare i tuoi limiti, e la rabbia cattiva, che ti porta a prendertela con un povero muro, che, vuoi o non vuoi, fa più male a te di quando tu ne faccia a lui.

Tiro di sigaretta di Gates.

TM: Quando ti ritroverai su un ring contro di lui la rabbia ti tornerà molto utile, ma questa che provi ora, quella che ti porta a prendere a pugni il muro ed a voler aggredire chiunque ti passi attorno, questa rabbia porterà solo alla tua autodistruzione ed alla vittoria di Keenan. Devi cercare di controllarti, per ora.

SG: Mi trovi d'accordo Travis. E comunque, Chris, trovo interessante il fatto che due dei tuoi ex partner fossero in una relazione con tua sorella ed il terzo, anche volendo togliere di mezzo ogni malizia, teneva così tanto a lei da prestarle quattromila dollari. Non che io voglia fare quello che mette la pulce nell'orecchio, sia chiaro. Ma la trovo una strana coincidenza.

C.Drake: Beh, adesso l'accetto la sigaretta che mi avevi offerto prima.

Shawn mostra un leggero sorriso e passa una sigaretta a Chris che la accende per poi appoggiarsi sul muro, alzare la testa verso il soffitto, fare un tiro profondo e sputare fuori il fumo.

C.Drake: Non stai mettendo alcuna pulce in alcun orecchio Shawn, anche io ho notato questa cosa. Ma cosa dovrei fare, dare la colpa di tutto ciò ad Alisa?

Chris fa un altro tiro.

C.Drake: Io so che non è colpa sua e che lei è una vittima come me, o meglio anche più di me poiché in quelle persone ci aveva investito importanti segmenti. Ma non riesco proprio a capire come sia possibile che tre volte su tre sia andata allo stesso modo...

SG: Qualcuno diceva che una coincidenza è una coincidenza, due sono un indizio, tre sono una prova.

TM: Non sono esattamente il più grande sostenitore del "Caso", ma anche se avesse tutto il potere che alcuni pensano abbia, tre volte di fila sono molte. La tua è una situazione delicata Drake, senz'altro, però se ci fosse realmente una correlazione tra Alisa e questi tradimenti sarebbe la tua carriera a rimetterci, devi seriamente riflettere cosa saresti disposto a sacrificare se la situazione lo richiedesse.

C.Drake: Sacrificherei la mia stessa vita per mia sorella Alisa.

Ma ecco Shawn indica un un dito un punto alle spalle di Chris. The Predator si gira, così come l'inquadratura, notando Alisa Drake che si sta dirigendo verso i tre.

Immagine


SG: Certo che ultimamente piove sempre, pur'essendo a maggio. Non esistono proprio più le mezze stagioni.

C.Drake: Tranquilli, con lei parlo di tutto ed abbiamo già affrontato l'argomento.

Miss Drake raggiunge i tre wrestler.

Alisa: Niente da fare, si è volatilizzato.

C.Drake: E' ancora qui, è solo nascosto da qualche parte quell'infame.

La Legit Queen posa il suo sguardo sui No More Heroes.

Alisa: Comunque piacere di conoscervi ragazzi, Chris mi ha parlato molto bene di voi.

La ragazza stringe la mano sia a Shawn e sia a Travis.

SG: Shawn Gates. Incantato.

TM: Travis Miller, molto piacere.

C.Drake: Ali però fammi un favore, non ti invaghire di nessuno di loro due.

La ragazza sbuffa.

Alisa: Ancora con quella storia?

C.Drake: Stavamo parlando proprio di quello.

Alisa: Stronzi... Beh Chris, continuiamo a cercare insieme. Come hai detto tu deve pur essere da qualche parte...

C.Drake: Ok Ali. Shawn, Travis, è stato un piacere e grazie per la chiacchierata.

SG: Sempre disponibile quando si tratta di scroccare un accendino. E' stato un piacere, Alisa.

TM: Drake cerca di non farti beccare di nuovo mentre prendi a pugni un edificio pubblico, la produzione perderebbe le staffe. Buona fortuna con la vostra ricerca.

Chris sorride verso i due per poi fare un cenno di saluto con la testa prontamente imitato dalla sorella. I Drake Siblings si allontanano e le telecamere seguono loro che si incamminano nuovamente alla ricerca di Jack Keenan.

Alisa: Ti sanguinano le nocche.

C.Drake: Capita.

Alisa: Stupido.

La giovane sorride verso il fratello che ricambia.

C.Drake: Dove cerchiamo ora?

Alisa: Non ne ho la più pallida idea, magari potremm...

Miss TWD si blocca e lancia un'occhiataccia fugace verso un punto per poi sbuffare ed accelerare il passo. Chris guarda anche lui verso quel determinato punto e scuote la testa per poi continuare a camminare con la sorella, ed una volta che i due passano davanti al punto scopriamo che proprio lì c'è Samantha Hart appoggiata di spalle ad un muro con le braccia incrociate ed un sorriso compiaciuto in viso.

Immagine


I Drake Siblings passano oltre la ragazza con Alisa che la ignora e Chris che si scambia un fugace sguardo con lei. I due vanno avanti ma Samantha, come al solito, non perde occasione di parlare...

Samantha: Ammazza che fretta, Alisa deve avere una gran voglia...

La telecamera inquadra frontalmente i Drake che continuano a camminare, con la Hart Princess in lontananza sullo sfondo, ed una smorfia contrariata compare sul viso di Alisa che comunque non si ferma così come Chris che però si gira verso Samantha fulminandola con lo sguardo.

Samantha: Che poi siete davvero stupidi, avete passato tutta la serata a rompere il cazzo ad un roster intero per trovare Jack Keenan ed ignorate l'unica che possa dirvi dove sia.

I Drake Siblings si bloccano. Alisa resta di spalle mentre Chris si gira verso Samantha che sorride compiaciuta.

Samantha: Eh eh eh, direi che ho la vostra attenzione.

The Predator raggiunge Samantha.

C.Drake: Dimmi dove si trova.

Samantha: Una volta si usava una certa parolina magica.

The Undisputed Legend sospira.

C.Drake: Per favore...

Samantha: Così va meglio.

La ragazza si stiracchia contro il muro.

Samantha: Ho visto Quill che si aggirava attorno all'ufficio di Virgil Brown junior, probabilmente stava verificando che tu ed il tuo porta-cazzo non foste nei paraggi. Se fossi in voi cercherei lì.

C.Drake: Dici sul serio? Non ci starai mica prendendo per il culo?

La Hart Princess mostra un leggero sorriso.

Samantha: Forse.

Chris scuote la testa per poi raggiungere Alisa che è ancora di spalle ed incamminarsi con lei verso l'ufficio del General Manager mentre Samantha li osserva allontanarsi.

Samantha: Prego, non c'è di che.

La ragazza si stacca dal muro per poi dirigersi verso la direzione opposta, e su queste immagini noi andiamo in pubblicità.

Up Next: No More Heroes in action


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 154 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: NotOnlyWWE


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it