Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 154 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 11  Prossimo
  Stampa pagina

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 25/03/2016, 20:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8563
Ci troviamo all'interno del backstage dell'arena. Due figure sono vincine a un muro e stanno dialogando.

Immagine Immagine


I due non sono altro che Manson ed Edwards, due degli uomini usciti sconfitti da Alpha Horizon.

ME: Lo so. Ti pesa aver perso questa ennesima opportunità di andare ad affrontare Leon, ma te l'ho detto molte volte, lascialo stare, evolvi, va avanti. Nemmeno io mi sono più concentrato su di lui dopo la sconfitta di The End Is Near, tu che fai invece? Continui a cercarlo, in ogni promo, in ogni azione sul ring, in ogni istante in questa federazione.

Michael sta ancora discutendo con Kevin delle sue vicende con Black.

ME: Ti stai comportando come un ragazzino. Inghiotti sto rospo e va avanti, non puoi puntare i piedi per qualcosa che non può avvenire. Non hai tre anni Kev. Non puoi pretendere da persona matura uno scontro con Leonard se non riesci ad essere tranquillo.

Manson, molto taciturno, lascia cadere le parole dell'amico.

ME: Anche io ho perso ad A.H., ma non per questo mi sto disperando, anzi sto pensando al mio futuro in questa federazione. Più passa il tempo, più le cose non vanno bene. Da quando sono qui ho solo perso, non è molto divertente sai? Passo i miei mesi a proclarmi il futuro di questa federazione e cosa faccio? Perdo, costantemente, ma ogni volta sono pronto ad alzarmi. Mentre tu ti stai buttando in una nuova spirale di depressione. Cosa vuoi fare Kev?

Kevin prova a cercare il contatto visivo con il Golden Boy per un attimo.

KM: ...

Per poi riabbassare lo sguardo vacuo subito dopo ed appoggiarsi debolmente al muro.

ME: Kevin...

Edwards rimane attonito.

ME: Pensi di rimanere in queste condizioni per quanto tempo? Sei qui? Fai il bambolotto? Ragazzone, svegliati! Non puoi sperare che la manna ti cali dal cielo. Devi fare qualcosa della tua vita.

Michael dà uno strattone al suo amico.

ME: Sei una delle poche persone che posso considerare mia amica. Non posso vederti vegetare in queste condizioni. Riprendi il controllo di te stesso prima che gli eventi ti distruggano, altrimenti non resterà nulla della tua vita e ti vedrai morto solo perché non hai ottenuto un match con Leon Black.

Kevin osserva il Golden Boy, che ha ancora la mano appoggiata sul braccio di Kevin dopo lo strattone. Chiude gli occhi, stringendoli come se dovesse trattenere una lacrima. Li riapre.

KM: ...

The Animal contrae le labbra come se stesse per parlare, ma così non è. Scuote la testa, sostenendo lo sguardo dell'amico per qualche secondo.

ME: Va bene Kevin, se non hai nulla da dire io non capisco cosa fare qui.

Michael tira uno schiaffo al suo amico.

ME: Pensaci sù K.

Detto questo il ragazzo di New York se ne va. Il Tear Suppressor si tocca la guancia, poi abbassa di nuovo lo sguardo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 25/03/2016, 20:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8563
Ben tornati ad Indoor War, TWC Maniacs! Siamo live, ed una musica piuttosto conosciuta si diffonde per l'arena.



Il pubblico inizia a fare cori per il campione del mondo, che compare sullo stage, in camicia rossa e jeans, sorridendo.

Immagine


La cintura saldamente su una spalla e l'andatura accennatamente zoppicante, Leon Black annuisce al pubblico, poi si dirige verso il ring, salendo sui gradoni d'acciaio e poi scavalcando la terza corda. Lì saluta Jessica Rose con un bacio sulla guancia, poi si fa consegnare un microfono. Il gigante avvicina il microfono alla bocca, poi lo abbassa e annuisce nuovamente. Cori per lui dal pubblico.

LB: Salve Philadelphia. È sempre un piacere.

Boato dal pubblico.

LB: Sapete, è sempre bello tornare a casa dopo un po' che si gira per il mondo, ma è altrettanto bello riprendere a girare il mondo dopo che si è stati a lungo in casa. E quale modo migliore di riprendere a girare il mondo se non partire da Philadelphia? Ci voleva proprio, non pensate.

Approvazione dagli spettatori.

LB: Immaginavo. Ma lasciamo un secondo il presente e parliamo del passato. Parliamo di Alpha Horizon. Vi è piaciuto Alpha Horizon?

Risposta affermativa.

LB: Qual è stato il vostro momento preferito? Vincent Cross che sconfigge Simon B.? I No More Heroes che riescono a sconfiggere la BDK Inc. e i Dawn of the Empire per ottenere i TWC World Tag Team Titles? Oppure Ayumi Haibara diventare la prima TWC World Woman Champion? Nick Carroll mantenere meritatamente il suo 15 Title contro Jack Keenan? Magari Leon Black vincere contro Big Black Boom e mantenere questo titolo?

Il gigante tocca il TWC World Heavyweight Championship.

LB: Oppure il momento in cui Leon Black e Sigfried Jager sono andati faccia a faccia?

Altro boato del pubblico.

LB: Come immaginavo. Leon Black contro Sigfried Jager, il main event di War of Change, cosa altro si può volere?



Immagine


Per la seconda volta nel corso della serata, Jack Keenan fa la sua comparsa sullo stage, sempre in abiti civili e microfono alla mano.

Keenan: Ladies and Gentlemen... non penso di dovermi presentare di nuovo. Wow, a quanto pare stasera sono destinato ad interrompere gli uomini di casa.

Sotto lo sguardo del TWC Champion, Jack Keenan si dirige verso il quadrato, salendo sull'apron.

Keenan: Non prendete tutto questo come un atto di presunzione, non stavo rispondendo alla domanda di Black. Non penso di essere qualcosa di "altro" che questo pubblico possa volere. Ciò non toglie, però, che credo di poter fornire a questo pubblico, come ho detto ad inizio puntata, qualcosa di più "imprevedibile".

JK entra definitivamente sul ring, passando fra la terza e la seconda corda.

Keenan: Scusa per l'interruzione, Leon. Ho già rubato abbastanza tempo a questa arena, poco fa, quindi cercherò di non perdermi in giri di parole e di andare dritto al punto: Leon, non so se tu stessi per annunciare, per stasera, una nuova Open Challenge per il tuo titolo. Ebbene, la mia domanda è questa: se io ti sfidassi, stasera, su questo ring, saresti pronto ad accettare?

Black fa un mezzo sorriso.

LB: Salve Jack Keenan Jack Keenan Jack Keenan Jack Keenan.

Il pubblico inizia a seguire Black iniziando a scandire il nome più e più volte. Dopo qualche decina di secondi i cori si interrompono.

LB: Io non faccio Open Challenges. Non permetto a chiunque di sfidarmi, semplicemente se la sfida mi interessa, la accetto. E vedi, Jack.

Riprendono i cori dal pubblico.

LB: Sono interessato ad una sfida con te, ammetto. Per quanto la TWC pulluli di wrestler... particolari, tu sei uno di quelli che mi ha interessato fin da subito. Tempo fa tu mi dicesti che l'adulazione è un'arma potente. Quindi non prendere come adulazione quello che ti sto per dire. Nonostante i tuoi ultimi risultati, sei uno dei migliori lottatori qui dentro. E il fatto che io non ti abbia ancora affrontato è, in effetti, un peccato. Quindi, vuoi una opportunità per il titolo?

Keenan: Considerando la presa che hai sul pubblico in queste cose, Leon, credo che dovrò fare l'abitudine a questi cori.

Di nuovo, il pubblico non si fa pregare e ricomincia a scandire il nome del Pain Deliverer: questa volta, comunque, si ferma più rapidamente, ad un cenno di JK.

Keenan: Vedi, Leon, mi hai posto una delle domande apparentemente più facili possibili. Siamo realisti, ben poche persone potrebbero dire di no a cuor leggero ad una opportunità come questa: e, difatti, finora nessuno lo ha fatto. Tuttavia, non mi pare tu sia una persona a cui può bastare una sola sillaba di risposta. Non a questa domanda, in particolare. Quindi, ti ruberò qualche altro secondo.

Jack Keenan si schiarisce la voce, prima di continuare.

Keenan: Quel che hai detto poco fa, il fatto che io sono uno dei migliori lottatori qui dentro, è un attestato di stima davvero importante: soprattutto se, come nel mio caso, arriva da due persone diverse nella stessa serata. E' una cosa di cui non dubito, nè ho mai dubitato, sin dal primo secondo in cui ho messo piede qui. Eppure, come hai evidenziato, a livello di risultati la cosa è tutt'altro che evidente. Drake. Schmidt. Murdock. Cross. Carroll. Ecco, Carroll ha rappresentato l'ultimo passo di questa strada, e poco importa che, se il tempo "regolare" del match fosse durato qualche manciata di secondi in più, magari non avrebbe saputo resistere ulteriormente alla Pain Injection ed ora potremmo essere qui per un Champ vs Champ. Quello che conta è che quando si arriva al punto in cui sono arrivato io, ci si trova davanti ad una specie di bivio: ricominciare da capo, oppure mettersi alla prova definitivamente. Io voglio fare entrambi.

Il wrestler di Atlanta alza lo sguardo e indica il TWC Champion con un cenno della testa.

Keenan: Leon Black, in questo momento, rappresenta la sfida più grande che la TWC è in grado di offrire, credo che nessuno possa negarlo. Non ti avevo ancora sfidato, Leon, perchè non mi piaceva l'idea di essere visto come una delle "Challenges settimanali" di Black - definiamole così, anche se so che è riduttivo, ma hai capito il concetto; avrei voluto arrivare da te dopo aver davvero dimostrato quello che tu e Drake avete detto di me stasera. Ora, però, non è più rilevante il come. Sei semplicemente la sfida perfetta.

Il pubblico sembra assentire alle parole del Pain Deliverer.

Keenan: Voglio quel match, Leon. Questa è la mia risposta.

Jack Keenan allunga poi il dorso della mano verso la cintura del TWC Championship, andandolo a toccare.

Keenan: Non fraintendermi, però. Se davvero questo match si farà, non entrerò nel ring solo per il gusto della sfida. Non entrerò nel ring solo per dimostrare qualcosa. Porta il meglio che hai, Leon, perchè ho tutta l'intenzione di giocarmi le possibilità che so di avere e di scrivere il mio nome nell'albo d'oro della TWC.

Black annuisce.

LB: Queste sono buone parole, parole di un guerriero. Non superbia, ma nemmeno falsa modestia. E fidati, porto sempre il meglio che ho sul ring. Perché sarà una sfida fra la tua concezione del dolore e la mia. Quando uscirai da questo match, Jack, forse capirai cosa intendo. Signori, Leon Black contro Jack Keenan, World Heavyweight Championship in palio. Cosa ne pensate?

Boato del pubblico.

LB: Direi che sei impegnato.

Keenan si scrocchia le nocche, sul suo volto va a dipingersi un sorriso.

Keenan: Direi che lo sei anche tu.

Detto ciò, il Pain Deliverer rivolge un cenno all'indirizzo di Black e si avvicina alle corde.

Keenan: Ci vediamo dopo, Champ.

JK lascia cadere a terra il microfono, per poi uscire rapidamente dal quadrato. Jack Keenan si gira per un'ultima volta verso il ring: qui Leon Black, che non ha distolto per un attimo lo sguardo dallo sfidante, alza al cielo la cintura, accompagnato dal boato del pubblico. Camminando all'indietro, a passo lento, senza spostare gli occhi dal TWC Champion, Keenan si dirige verso il backstage. Su questa immagine andiamo in pubblicità... serve dirlo, anche dopo un segmento del genere? Non-toccate-il-telecomando!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 25/03/2016, 20:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8563
Siamo di nuovo in diretta dal Wells Fargo Center per questa indimenticabile ventiseiesima puntata di TWC Friday Night Indoor War!

Immagine


Dopo una breve panoramica del Center, torniamo all'interno del Center per il proseguo di questa stupenda puntata.

Immagine


Attenzione, all’improvviso le luci dell’arena di Philadelphia si spengono simultaneamente!



Una luce soffusa inizia a illvminare lo stage quando, accompagnati da una nuova musica d'ingresso, ecco fare la loro comparsa Mars, Zeus e Jove O.M., "The Enlightenend of Pro Wrestling"!!

ImmagineImmagineImmagine


La potentissima stable che sta rivoluzionando la TWC scende con metodica lentezza lungo la rampa, ignorando la reazione negativa del pubblico di Philly. Una volta ai piedi del ring, Mars e Zeus balzano sull’apron e si siedono sulla seconda corda, alzando la terza per far passare il loro sovrano. Jove OM sale i gradoni, dopo di che entra con calma sul ring, piazzandosi al centro, mentre Zeus va a procurare al suo onnipotente signore un microfono, Mars si tiene in disparte, reggendo in mano con cura un misterioso grimorio.

Spoiler:
Immagine


Una volta ricevuto il mic, Jove OM alza lentamente una mano, e le lvci dell’arena tornano alla normalità, fugando le tenebre. Il capo supremo degli Enlightened of Pro Wrestling si guarda intorno, poi, non appena la theme sfuma, eccolo iniziare a parlare con la sua voce fredda e meccanica.

O.M. Jove: Misericordes sicvt Pater... Qvesto, abitanti del TWC Vniverse, è il motto del Solenne Anno della Misericordia Vniversale, che insieme ai miei fratelli del mondo di sopra e insieme alle mie sorelle del mondo di sotto, abbiamo vfficialmente indetto la settimana scorsa dvrante vna straordinaria Sacra Cerimonia all'interno del Tempio della LVCE, posto svlle dorate e sempre-splendenti colline della Valle della LVCE, là dove il Sole non tramonta mai... Vn anno Sacro per noi membri della Sacra Setta dei Benedetti della LVCE. Vn anno maledetto per loro, le legioni delle Tenebre, i Maledetti della LVCE, che operano contro la civiltà che stiamo costruendo, e che stiamo proteggendo col fondamentale ausilio dei mvri... Siano benedetti i mvri della LVCE, benedetti gli operatori di pace. Maledetti, maledetti tutti gli operatori di guerra, MALEDETTI!! Ma oggi, oggi, abitanti del TWC Vniverse, libiamo, libiamo, perché vn membro di quelle orde meschine di barbari che cospirano contro i nostri bambini, ha visto la... LVCE!! Gioite, gioite, figli del Sole, abbracciamo questo nvovo nostro fratello, perché grande è la Misericordia dell'Vnico Dio, di cui sono vn vmile servitore, che passa le giornate prendendosi cvra della sva Sacra Vigna...

Jove OM punta il braccio verso il pubblico, facendo segno chiaramente a qualcuno di farsi avanti. Attenzione! Ecco che qualcuno inizia a fendere la folla spintonando i fan a destra e a manca!

Immagine


Ma è Esagon Jr., l’ingovernabile lottatore mascherato proveniente dal Messico! Dopo aver raggiunto le transenne, Mucho Rudo le scavalca, dopo di che eccolo scivolare sotto la prima corda e alzarsi in piedi davanti agli Enlightened of Pro Wrestling! Improvvisamente Jove O.M. sussurra qualcosa attraverso la maschera, a voce bassissima. Il pubblico rumoreggia, mentre sul ring notiamo che Mars "muso tosto" passa fra le mani di Zeus "testa splendete" quel libro che aveva precedentemente portato con sé durante l'ingresso; una volta ricevuto, il lottatore mascherato a sua volta lo passa fra le mani di Jove O.M., che solennemente lo afferra, poi lo solleva verso l'alto...

Jove O.M.: Abitanti del TWC Vniverse, dite Ave alla Magna Carta dei Detti della LVCE!! Col potere conferitomi dalle divine pergamene cvstodite all'interno di questo Sacro Libro, contenente la voce dell'Vnico Dio, vno e trino, dinnanzi agl occhi miscredenti di cotanta folla di infedeli, compirò vn miracolo, il mvracolo... Avanti, fratello, vieni, vieni verso la... LVCE!!

Il titubante lestofante uscito dalle più pericolose scuole di wrestling messicane, lentamente si avvicina a Jove OM, guardandolo in modo sospettoso.

Jove O.M.: In ginocchio, figlio del Sole!

Esangon Jr. stranamente obbedisce e s’inginocchia immediatamente...

Jove O.M.: Bene, bene, ora col solo tocco della mia mano estirperò il cancro che si cela dentro la tva anima infetta e, finalmente, ti renderò libero, libero da tvtti i tvoi peccaminosi peccati...

Ed ecco che, solennemente, Jove O.M. appoggia la mano destra sulla fronte di Mucho Rudo, dopodiché violentemente ritrae il capo all'indietro...

Jove O.M.: AH, AH, AH, AH!! LA FORZA... LA FORZA E' POTENTE IN TE... AH, AH, AH, AH!!

Mentre con la mano sinistra tiene in alto la Magna Carta dei Detti della Luce, con la destra preme sempre più fortemente contro la fronte di Esagon Jr., sul cui volto notiamo un'espressione di insofferenza, mentre attorno a lui, estasiati, "muso tosto" e "testa dorata" assistono al prodigio...



Attenzione! Risuona improvvisamente la theme d’ingresso di Gunther Schmidt! Il Mastino vuole entrare prepotentemente in scena! Jove OM si ferma di botto e si guarda malamente intorno assieme ai suoi discepoli, mentre Esagon Jr. resta in ginocchio, ancora in fase mistica.

Immagine


Ed ecco il Brutal Crow fare la propria comparsa sullo stage, sguardo cupo e sbarra di metallo appoggiata sulla spalla. Gunther si fermain cima alla rampa e punta il dito verso gli Enlightened of Pro Wrestling. Mentre la theme del tedesco sfuma, Jove OM alza il suo Sacro Libro e inizia a minacciare il Mastino.

Jove O.M.: NO, NO, NO, NO!! NON VINCERAI, TV NON PVOI VINCERE!! VADE RETRO, O MALEDETTO SCIACALLO, RETRO!!

Ma Gunther, per nulla impressionato, parte di corsa verso il ring e irrompe tuffandosi sotto la prima corda. Zeus e Mars, spronati dal loro padrone, cercano di colpire con pugni e calci il Brutal Crow impedendogli di alzarsi. Il Mastino scaccia Mars temporaneamente con un pugno allo stomaco, ma Zeus prova a strozzarlo alle spalle. Jove OM incita i suoi sgherri, quando all’improvviso ecco sbucare da sotto la telecamera Thomas Bell!

Immagine


Il co-fondatore dei Pink Unicorn United falo sgambetto a Jove OM, che finisce gambe all’aria, dopo di che aggredisce Zeus. Una volta libero, Gunther si alza in piedi, prende la mira e rifila un colpo di sbarra su Mars, che ruzzola fuori dal quadrato. Dopo una New Age Mark, anche Zeus finisce col mangiare la polvere ai piedi del ring. A questo punto, vista la mala parata, Jove OM si ritira scivolando fuori dal quadrato e fuggendo fin sullo stage, seguito a fatica dai suoi due servitori. Nel frattempo, Gunther e Thomas li minacciano a distanza, poi i due si accorgono di Esagon Jr., che se ne sta ancora in ginocchio a centro ring. I Pink Unicorn United osservano Mucho Rudo tenendo un breve conciliabolo. Poi Gunther prova a toccare Esagon con la sbarra di ferro, ma questi resta immobile, a occhi chiusi. A questo punto, Bell accende un petardo e lo fa scoppiare vicino a Mucho Rudo! L’effetto è immediato. Il wrestler messicano balza in piedi come risvegliatosi da un lungo sonno e si guarda intorno ferocemente. Finchè Gunther Schmidt non lo spazza via con una Brutality!

Immagine


Mucho Rudo resta intontito, poi ci pensa Bell a liquidarlo definitivamente con una Modified Memories che lo manda nel mondo dei sogni.

Immagine


Mentre il pubblico si scatena e inneggia ai Pink Unicorn United, ecco che Gunther si accorge del Sacro Libro di Jove OM e lo raccoglie incuriosito. Dallo stage gli Enlightened of Pro Wrestling la prendono molto a male, e Jove ordina ai suoi fedelissimi di tornare alla carica.



Per tutta risposta ecco risuonare una famosissima musica! E’ la theme di Ultraman! E’ la theme di Ultraman! Pubblico di Philadelphia in visibilio, ed ecco l’eroico Difensore della Natura sbucare di corsa dal backstage e aggredire alle spalle i suoi nuovi Ultranemici!

Immagine


UltraBig Boot su Zeus!!! UltraSpear su Mars!!! Ultraman domina! Jove OM, nuovamente in pericolo, si guarda intorno sconcertato, dopo di che scavalca le transenne e si dà alla fuga sgusciando tra il pubblico come un fantasma nella notte! Mentre vediamo Zeus e Mars, distrutti, lamentarsi a terra per i colpi ricevuti, Ultraman inizia a girare a sinistra e a destra sullo stage, facendo quello che gli riesce meglio, urlare la sua catchphrase!

UTM: ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!...

Sul ring, Thomas Bell scoppia a ridere e fa un’imitazione di Ultraman, iniziando a girare in tondo sul ring. Gunther Schmidt, invece, scuote il capo e inizia a dare un’occhiata al Sacro Libro degli Illvminati. E con le immagini dei prodi Pink Unicorn United e Ultraman che dominano la scena, noi ora andiamo in pubblicità. Ma non andate via, Indoor War, continua!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 25/03/2016, 20:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8563
Di ritorno dalla pubblicità, siamo nel backstage.

Immagine


Vediamo Kevin Manson seduto su una panca nel locker room.

???: Ehi.

L'inquadratura si allarga.

Immagine


Andy Moon è in piedi accanto a The Animal, vestito con la solita giacchetta di pelle, il cappuccio tirato sopra la testa. Lo sguardo del ragazzo è glaciale, il volto serio.

AM: Penso di aver finalmente capito qual'è il tuo problema.

Kevin alza lo sguardo su Moon.

AM: Avevamo una Chamber da vincere. Uno di noi due. E invece eccoci qui. E la causa, o una delle cause, sei tu.

Kevin fa una leggera smorfia, sembra sul punto di parlare.

KM: ...

Ma poi riabbassa lo sguardo.

AM: Potevamo fare fuori facilmente Sigfried e giocarcela fra noi due. Siamo andati entrambi così vicini all'avere il match in mano. Poi hai deciso di fare il protagonista.

Kevin rimane con lo sguardo basso.

AM: Oh, lo capisco, non pensare il contrario. Anche io voglio essere il protagonista, in ogni singolo momento della mia vita. Ma un vero protagonista capisce quando arriva il suo ruolo. Nel momento in cui hai deciso di attaccarmi alle spalle, hai firmato la tua eliminazione. E te la meriti.

KM...

Uno scatto di The Animal, che alza il busto e cerca il contatto visivo con Moon, serrando le mani a pugno. E rimanendo in silenzio.

AM: La meriti. Sono sempre io il ragazzino a cui viene detto di crescere. Ma se fossi nella condizione di avere un solo alleato in tutto il roster, mi guarderei bene dal tradirlo. Soprattutto nel momento in cui potresti arrivare al tuo scopo grazie a quell'alleanza. E invece no. Hai preferito metterti contro anche me. E ti ringrazio per l'Allahu Akbomb post-eliminazione, ne sentivo effettivamente il bisogno dopo mezz'ora dentro al match, ad una sola eliminazione di distanza dal vincerlo.

KM: ...

Kevin sembra sbollire, abbassa di nuovo lo sguardo e si sorregge la testa appoggiando i gomiti sulle cosce

AM: Quindi, ho capito qual'è il tuo problema. Te sei disposto a tutto per distruggere Leon Black. Per entrare nella Chamber hai pure scelto di rinunciare a sfidarlo ancora, nel caso tu l'avessi persa. E l'hai persa. In definitiva, sei un piccolo egoista con poco senso della realtà. E hai provato a trascinare anche me nel tuo baratro, ma io non ho nessuna clausola anti-Black nel contratto. Lo sai cosa significa?

Kevin lascia cadere la domanda.

AM: Non sarà Sigfried il prossimo campione del mondo. Sarò io. Divertiti nella tua solitudine.

Moon se ne va mentre The Animal alza lo sguardo di scatto, osservando l'amico che si allontana. Abbozza un debole ringhio, con le labbra serrate, poi colpisce la panca con un pugno. Neanche il dolore gli caccia fuori un'imprecazione che possa rompere il suo silenzio. Pubblicità.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 25/03/2016, 20:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8563
Eccoci tornati nel Backstage dell'arena, più precisamente nella zona vicino al Ring, dove troviamo Richard Rossen e il suo fido bodyguard Benjamin!

ImmagineImmagine


L'industriale questa sera ha già dimostrato il suo essere assolutamente viscido ed inaffidabile con l'assalto a tradimento compiuto ai danni del fratello Reginald, cioè Vincent Cross, ed ora sta parlando tranquillamente al telefono.

RR: Sì, sì, è andato tutto come avevo pianificato.

???: ...

RR: Sono felice di sentirlo.

???: ...

RR: Non me sono andato semplicemente perché volevo godermi ancora un po' lo show, ma non ti preoccupare, adesso me ne vado p-

VB: ROSSEN!!!

Immagine


Virgil Brown, Virgil Brown ha interrotto la chiacchierata di Richard e si dirige verso di lui come una furia! Benjamin si frappone fra il General Manager di Indoor War e il suo capo, che nel frattempo vede di chiudere la chiamata, ma Brown non arretra.

VB: Fatti da parte tu, pachiderma! Dovrei cacciare te e il tuo capo fuori dall'arena a calci!

La colossale guardia del corpo di Rossen ringhia quasi in risposta alle parole dell'anziano GM, la situazione non promette bene... Ma ecco che l'industriale mette una mano sulla spalla sinistra del gigante, facendogli cenno di spostarsi. Rossen sorride, viscidamente.

RR: Su su, non c'è bisogno di essere così aggressivi, vecchiaccio...

Il GM e l'industriale si guardano negli occhi, il primo con rabbia, l'altro quasi con disgusto.

RR: Che cosa vuoi da me? Il mio povero fratello non sarà in condizioni di lottare, ed io a questo punto dovrei lasciare l'arena perché ho importanti affari da sbri-

VB: Lei non va da nessuna parte, mi ha capito bene!?

Il General Manager è una furia, non modera il linguaggio con Rossen, che da quanto si è visto non gli piace neanche un po'.

VB: Lei e la sua guardia del corpo avete aggredito uno dei lottatori del mio show, per di più nel garage e con delle armi! Già solo per questo meritereste di non avere più accesso a nessuna arena della TWC!

RR: Oh, dice sul serio!?

Anche il terzogenito della famiglia Rossen si sta alterando, la rabbia nella sua voce è forte e chiara.

RR: Ma come si permette lei!? Ma chi si crede di essere!? Lei non è nessuno paragonato alla grande e potente famiglia Rossen, se lo ficchi in quel suo cervello da vecchiaccio! Lei non ha alcun potere su di me!

VB: Io potrò non averlo, ma il contratto che lei ha stipulato personalmente sì! E la obbliga a lottare questa sera contro Vincent Cross!

L'industriale ride leggermente, quasi tra i denti.

RR: Come se potesse lottare...

VB: Certo che può!

Richard spalanca gli occhi!

RR: COSA!?

VB: Crede che un misero assalto come quello possa mandare giù un bestione come Cross? Lei non ha proprio idea di chi sia suo fratello, vero? Gli ho parlato nell'infermeria, può lottare e le assicuro che ha una voglia enorme di farlo. Questo la obbliga ad andare su quel Ring quando sarà il momento, signor Rossen! E se oserà rifiutare sa benissimo che poi non potrà più interferire in alcun modo con la vita di suo fratello, anche questo era scritto nel contratto. Quindi adesso lei resta e va lì fuori a lottare quando la chiameranno!

Un giorno di questi Brown avrà un infarto, ma probabilmente neanche quello gli impedirebbe di rimanere solido come una roccia dinanzi a chiunque gli si pari davanti! Rossen è furioso in volto, si vede chiaramente che vorrebbe strozzare il GM...

RR: D'accordo, vecchio figlio di puttana. D'accordo, faremo come dici tu. Ma ricordati anche dell'altra clausola di quel contratto.

VB: Certo, certo che me la ricordo, anche il signor Cross la conosce bene. Se vuole uscire da questa situazione dovrà inventarsi qualcosa in... Diciamo mezz'ora, forse tre quarti d'ora. Arrivederci, signor Rossen.

Il General Manager si allontana dai due. Rossen si porta le mani nei capelli, poi appoggia la destra alla bocca...

RR: Benjamin.

BJ: Sì, signore?

RR: Piano L.

Il gigante fa un cenno di assenso e si allontana rapidamente. Sulle immagini di Rossen con le mani sui fianchi le immagini staccano. Cosa intendeva con "piano L"? Lo scopriremo solo continuando a guardare Indoor War!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 25/03/2016, 20:58 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8563
Tornati dalla pausa pubblicitaria, le telecamere ci riportano nel backstage.

Immagine


Kevin Manson è in piedi, appoggiato ad un muro e con lo sguardo vacuo. Rimane fermo per qualche secondo, poi gira l'angolo e si affaccia, puntando gli occhi verso uno spogliatoio. Zoom veloce della telecamera, e dalla targhetta sulla porta possiamo vedere che è lo spogliatoio di Leon Black.

KM: ...

Kevin rimane nascosto per una manciata di secondi, perfettamente immobile. Le telecamere lo inquadrano di schiena, mentre si vede qualcosa di non chiaramente visibile cadere in terra. Zoom rapido sul pavimento, che è bagnato. Cadono un altro paio di gocce al suolo, poi Kevin Manson si gira e si allontana a passi veloci, coprendosi il volto.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 25/03/2016, 21:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8563

... ATTENZIONE!! "SAY IT TO MY FACE" RISUONA PER L'ARENA!! Il pubblico rumoreggia, l'attenzione si rivolge improvvisamente verso lo stage...

Immagine

... ed ecco che, accompagnato dagli applausi di gran parte del pubblico, fa il suo ingresso "Mr. OMG!", "The Real Athlete" Samuel Nolan! Il lottatore africano fa il suo ingresso sullo stage, mostrando uno sguardo incerto, serioso, che, alla vista del pubblico, si tramuta in un raggiante sorriso; il diciannovenne risponde alla calorosa accoglienza riservatagli dal TWC Universe, stringendo le mani dei fortunati presenti in prima fila, dunque con passo celere raggiunge il ring e sale all'interno del quadrato, dove s'accentra e, fra il tifo del TWC Universe, dopo essersi fatto passare un microfono, comincia a parlare.

SN: Amici, sono ancora confuso: da dov'è uscito questo Maximilian Powell?

Samuel Nolan sorride, poi riprende la parola.

SN: So che quella sera non è andata come doveva andare, ancora una volta mio fratello è riuscito a sorprendermi, in negativo; lo scorso dicembre pensavo che quello che voleva, fosse provare nuove esperienze, distaccarsi dal suo passato, ci sta... ma poi il Tyler che conoscevo e che, nel giusto e nello sbagliato, amavo, è scomparso...

"Mr. OMG!" si gratta la testa, chinando poi il capo, chiuso in un'espressione seriosa.

SN: Gli sciamani del mio villaggio direbbero che un demone si è impossessato del suo corpo... non ci credo, ovviamente, però non so che cosa pensare... sono confuso, voi lo siete, potete immaginare quanto lo sia io, che me lo sono ritrovato davanti dopo mesi passati senza vederlo, senza sentirlo... dopo aver trascorso le festività natalizie separati... penso che non ci siano parole giuste per descrivere ciò che sto provando, una cosa però voglio dirla: io voglio bene a Tyler e continuerò a volergli bene, perché, qualunque cosa faccia, lui sarà sempre mio...


... ATTENZIONE!! RISUONA LA MUSICA D'INGRESSO DI VIRGIL BROWN, JR.!! Il pubblico rumoreggia, Samuel Nolan, interrotto, si volta verso lo stage, tenendo la bocca leggermente aperta...

Immagine

... ed ecco che il general manager di Friday Night Indoor War, Virgil Brown, Jr., fa il suo ingresso sullo stage, accolto molto positivamente da parte del TWC Universe; mentre l'ex lottatore si sistema la giacca e le maniche della camicia, a gran passo si avvia verso il ring, dove lo attende Samuel Nolan, il cui volto è fisso su Brown, che ora fa il suo ingresso all'interno del quadrato, armato di microfono... "Mr. OMG!" gli tende la mano, lui la guarda, poi alza il volto verso Samuel Nolan, mostrandogli un'espressione per nulla rassicurante, quindi comincia a parlare.

VB: Sarò diretto e chiaro: Samuel, siamo a Indoor War, non a "Una vita da vivere", questo è il mondo del wrestling, non siamo al liceo, sveglia!

Il pubblico reagisce con un sobbalzo, "Mr. OMG!" tiene la bocca spalancata, mentre Virgil Brown lo osserva severamente.

VB: Figlio mio, la gente è stufa di vederti ogni volta col culo a terra e sentirti dire che tutto va bene, che tu vuoi bene a tuo fratello... ma ci sei o ci fai, caro mio?!

Samuel prova ad intervenire, ma il general manager glielo impedisce...

VB: Ma non lo capisci che quello che hai davanti a te non è tuo fratello? Non capisci che quello è una macchina da guerra, uno che vuole distruggerti, annientarti, farti a pezzi, come se fossi l'ultimo essere su questo mondo, come se fossi un verme da schiacciare, spremere con un solo piede... ma lo capisci che Tyler Nolan non è tuo fratello... non quell'amorevole fratello con cui sei cresciuto, che ti ha protetto... non capisci che Tyler Nolan è tuo NEMICO?!

"The Real Athlete", a capo chino, scuote la testa...

VB: Sì, sì, Samuel... e guardami quando ti parlo, guardami!!

Samuel Nolan alza improvvisamente la testa, stringe i pugni, arrossisce...

VB: Tyler Nolan ti odia, sia che tu gli voglia bene o no, non gliene frega, vuole umiliarti, distruggere tutto ciò per cui ti sei impegnato, i tuoi sacrifici, rovinare la tua carriera... e prima tu lo capirai, meglio sarà per te, altrimenti sarai destinato a perdere, altrimenti vincerà lui... figlio mio, devi capire che questa è la realtà e nella vita reale non si può avere tutto, qui l'unico obiettivo è sopravvivere...

Il lottatore di origini africane rimane immobile, chiuso in un cupo silenzio, Virgil Brown sospira, dopodiché riprende la parola.

VB: Devi sapere che Tyler mi ha contattato... e mi ha chiesto di permettergli di partecipare al prossimo episodio di Indoor War. Ho detto sì.

Il general manager sospira, di nuovo, Samuel rimane fermo, in silenzio.

VB: Fra due settimane Tyler sarà qui e vorrà avere un confronto con te. Spero che prima di allora tu capisca la realtà, altrimenti, se non ti è ancora chiaro, sarà lui stesso a farti ricredere... con le cattive maniere...

... Samuel Nolan avanza di un passo verso Virgil Brown, Jr., andandogli faccia a faccia! "Mr. OMG!" respira profondamente, i pugni sono serrati, la vena sul collo si gonfia, Brown deglutisce, rimanendo immobile, il pubblico è in silenzio, alcuni rumoreggiano... dopodiché, lanciato un ultimo sguardo verso il general manager, si avvicina verso le corde, scende dal ring e con passo svelto si avvia verso le quinte, lasciando un Virgil Brown solo e perplesso.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 25/03/2016, 21:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8563


La theme song di Vincent Cross risuona nell'arena, come starà il Biker dopo il brutale assalto ad inizio serata? Sarà in condizione di affrontare suo fratello?


Immagine


Ecco il Biker, per la contentezza del TWC Universe! Cross è sullo stage con una vistosa fasciatura attorno alla vita che arriva quasi fin sotto i pettorali, sorride e cerca di apparire sicuro di sé. Il biker raggiunge il Ring, nonostante un po' di dolore nel salirci sopra, e si porta al centro di esso, attendendo il fratello...

RR: Mi credi davvero così stupido, Reginald!?

ImmagineImmagine


Ed eccoli arrivare, Richard e Benjamin, tra i fischi del TWC Universe. Il fratello di Cross ha già un microfono in mano, ed ha un'aria tranquilla, sin troppo tranquilla...

RR: Avevo previsto ogni possibile eventualità, sai? Anche che alla fine noi due dovessimo lottare per davvero. Non mi dilungherò troppo... Ma sai benissimo quale clausola c'era nel contratto che hai firmato prima di Alpha Horizon: io potevo scegliere la stipulazione del Match, a patto che non fosse evidentemente e completamente favorevole nei miei confronti!

WHAT!? Fischi pesanti del TWC Universe contro l'industriale, che non si scompone. Cross è nervoso, teso come una corda di violino.

RR: Ed è per questo che ho scelto una stipulazione assolutamente "neutrale", un Lumberjack Match! I Lumberjacks potrebbero attaccare sia me che te dopotutto, nulla lo vieta... Ma sai come sono questi lottatori di wrestling, a volte agiscono in modo bizzarro, a volte sviluppano forti simpatie che gli impediscono di attaccare qualcuno nello specifico...

Rossen inizia a passeggiare per lo Stage, tenendo fisso lo sguardo sul fratello, il sorrisetto stampato sul volto.

RR: Quindi, Reggie, non sto infrangendo alcun punto del nostro contratto, dopotutto. Detto ciò...

Rossen sorride, alza l'indice della mano destra in alto, in maniera quasi trionfalistica.

RR: BRING THE LUMBERJACKS!

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine


Oh mio Dio! Sono Wrestler dalla TWC e da le federazioni collegate ad essa in qualche modo! Ecco Infernus, Thomas Becket, Orgullo, Bort e Ben dalla FWP! Per la WFSS abbiamo Frank Castle, Morgan Lambert e Nick Jones! Dalla TWC itself abbiamo Luke Stones, Black Adam e il gigantesco Adil Abrha! Tutto il gruppo si dirige verso il Ring scortando Rossen tra i fischi del pubblico, devono essere tutti stati pagati dall'industriale per assisterlo! Rossen si porta sul ring, questa contesa potrà avere inizio... Ma sembra sia già destinata ad essere una farsa!

Lumberjack Match
Richard Rossen vs Vincent Cross



Ed ecco che subito Rossen si rifugia, dopo il suono della campanella, tra i suoi Lumberjacks! Cross è nervoso, sa che questa cosa può solo finire malissimo... Ma ecco che coraggiosamente si fionda fuori dal Ring come una furia contro tutti i nemici! Il più colossale di tutti, Ahbra, cerca ditrattenerlo e di strangolarlo, ma ecco che Cross riesce a spingerlo contro Benjamin che stava cercando di intervenire, per poi stendere entrambi con una Street Speed alla disperata!

Immagine


Però non può sfuggire all'assalto degli altri lottatori, che iniziano a soverchiarlo! L'arbitro cerca di intervenire, però finisce buttato giù da Orgullo! A questo punto bisogna dichiarare solo il No Contest! Cross cerca di rifugiarsi nel Ring, ma viene subito seguito dai suoi nemici che continuano a pestarlo furiosamente! E' una vergogna! Davvero una vergogna quanto sta accadendo questa sera ad Indoor War! Il pubblico fischia sonoramente, non ha per nulla apprezzato questa scelta di Richard Rossen, e Vincent Cross, per quanto grosso, forte e possente, non può tenere testa a tutti questi avversari...




Welcome to the end of everything that haunts me
Somehow I pretend all was meant to be
I am not the saint here, never the good son
Hell has taken over and I know

When I say go...run away, run away
When I say go...run away, run away
When I say go...run away, run away
When I say go...run away, run away, run away



Cosa??? Il pubblico non sa come reagire nè come comportarsi dopo questo arrivo di Simon B, che una volta sullo stage corre a più non posso verso il quadrato!

Immagine


B sembra furioso... e a quanto pare anche ben armato! Infatti nella mano destra stringe una bella mazza da kendo! Che gliel'abbia prestata lo storico Akuma Fujihara? Sul ring Luke Stones già esulta, pensando di aver trovato un altro alleato in questo match-farsa... ma incredibilmente è il primo a fare le spese del'ira funesta del Danilide Simon B! Il Who You Want To B infatti gli sferra un calcione che lo fa cadere al tappeto, per poi infliggergli dei violenti colpi con il Kendo Stick!

Immagine


Le urla di Luke Stones rimbombano per tutta l'arena e richiamano l'attenzione degli altri wrestler presenti sul ring che ora non sanno da che parte stare e chi picchiare. Mentre i "jobbers" discutono tra di loro Simon B, come ultimamente spesso succede, non perde tempo in chiacchiere ma passa direttamente ai fatti! E vai di Kendo Stick su Infernus! E quindi colpisce Orgullo con un Big Boot! E quindi, altro colpo su Infernus che stava cercando di rialzarsi!

Immagine


Simon B indemoniato, non lo ferma più nessuno! Il ragazzo di Miami ora cambia obiettivo e si dirige verso Frank Castle, riempendolo di pugni! Poi lo abbranca... e giù di botta nei coglioni per lui, che ora si accascia a terra quasi piangendo!

Immagine


Low Blow con l'utilizzo della Kendo Stick, che genialata di Simon! Il Who You Want to B non ha finito qui però, infatti ora si accanisce su Bort dei Noname con delle uppercut per poi rifilargli una violentissima bastonata sulla faccia! Il fratello Ben cerca di colpire B alle spalle, ma Simon lo colpisce con un colpo di mazza da kendo alla gola, che lo manda giù! Questo è un messaggio anche per tutti i wrestlers della FWP! Quindi B vede che Bort sta cercando di rialzarsi... E lo colpisce alla schiena con violenza quasi inaudita!

Immagine


Simon sta facendo piazza pulita, sta colpendo gli avversari come se fossero delle pignatte e lui fosse la mazza! Nessuno è riuscito a fermarlo, nemmeno Black Adam che si prende una mazzata dritta dritta sul muso! Stesso fatto sbisce anche Morgan Lambert! E quindi anche Nick Jones! Simon B is on fire, sta facendo piazza pulita di tutto ciò che si para sulla sua strada!

Immagine


Ed anche il lottatore mascherato della FWP crolla a terra distrutto! Simon B è inarrestabile, ma quando si accorge che il suo obiettivo principale se l'è già data a gambe è troppo tardi! Richard Rossen è infatti scappato e ora si trova nei pressi della zona del titantron e saluta con la mano Simon, per poi scappare nel backstage! Simon scuote la testa contrariato, tutte le botte appena date non sono servite a niente! Vincent Cross nel frattempo si era rifugiato dietro al tavolo di commento per evitare la furia di B, che ora lascia cadere la Kendo Stick girovagando per il ring con le mani a brocca.

SB: Prima o poi... prima o poi gli spacco la faccia!

Simon tira un calcione a Black Adam che provava a rialzarsi dolorante, e poi, dopo aver scosso la testa in direzione di Vincent Cross, corre verso il backstage nel tentativo di riprendere Richard Rossen!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 25/03/2016, 21:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8563
Ladies and gentlemen, siamo nuovamente in diretta con TWC Friday Night Indoor War, qui da Philadelphia, Pennsylvania.

Immagine


Le immagini si spostano subito nel backstage del Wells Fargo Center, dove vediamo tre quarti della Bruderschaft Der Krahe Incorporated sciamare attraverso i corridoi.

ImmagineImmagineImmagine


Sembra proprio che “Superstar” Sigfried Jaeger e i suoi compagni abbiano intenzioni poco piacevoli, visto che il Corvo regge in mano uno Sledgehammer.

Immagine


Il trio continua a camminare tenendo d’occhio le porte dei vari locker e uffici, intimorendo e mettendo in fuga solo con lo sguardo i malcapitati passanti di turno, come Roland Ernest Turner, il cui volto non viene nemmeno inquadrato dalla telecamera mentre se la dà a gambe. A un certo punto, Jaeger si ferma, annuisce, e apre una porta. Il gruppo entra in uno spogliatoio, dove vediamo seduto, solo e perso nei suoi pensieri, Kevin Manson.

Immagine


Manson alza gli occhi, aggrottando la fronte per un paio di secondi, poi abbassa di nuovo il capo ed ignora la BDK. Il Best from the West fissa a lungo Kevin, dopo di che eccolo andare a prendere una sedia, piazzarla girata davanti all’Animal e sedervisi, appoggiando a terra bruscamente la testa dello Sledgehammer, che emette un suono sinistro. The Animal distoglie di nuovo gli occhi dal pavimento ed osserva il martello, poi Sig. Mentre Brunild “The Armbreaker” Wagner e Gunther “The Hound” Schmidt vanno a posizionarsi alle spalle del Corvo, questi inizia a parlare.

SGF: Finalmente ci rivediamo, Kevin.

Jaeger batte un colpetto a terra col martello, poi sorride.

SGF: Non ti preoccupare, non sono venuto a pestarti come meriteresti. Ho solamente portato questo oggettino per la nostra sicurezza personale, in caso tu decidessi di dare di matto come sempre. E anche per la tua, visto che in quel tuo cervello pieno di pensieri che si accavallano in continuo conflitto tra loro, forse la parola deterrenza potrebbe indurti a restartene buono e calmo mentre ti parlo. Allora, accetti ascoltarmi con le buone, oppure con le cattive?

KM: ...

Il Deadly Crow alza un sopracciglio.

SGF: Lo prendo per un sì alla prima opzione. Ogni tanto anche tu sei ragionevole, allora.

Il 34th Street Hero sospira.

SGF: Ricordi un mese fa, quando ci incontrammo in giro al Manhattan Center? Tu mi dicesti che non ero al tuo livello. Che era meglio se mi tenessi alla larga da te. Perchè tu avresti vinto la Chamber senza discussioni. Beh, molti giorni dopo le tue parole, e due Blitzkrieg dopo ad Alpha Horizon, rieccoci qua. Io e te. Sigfried Jaeger, il vincitore della Chamber of Annihilation di Alpha Horizon e First Contender al TWC World Heavyweight Championship. E Kevin Manson, colui che non potrà più lottare per il titolo mondiale finchè sarà in mano a Leon Black. Uno ha tutto. L’altro niente. Io sulla strada per la gloria, tu solo soletto in uno stanzino con in mano soltanto un pugno di mosche.

Kevin incrocia lo sguardo di Jaeger, lanciandogli un'occhiata dura. Sig aggrotta la fronte per un attimo, poi continua a parlare.

SGF: A questo punto, avrei potuto anche evitare di venire qui a darti noia. Diciamo che infierire sugli sconfitti non è una cosa propriamente eroica. Dovrei vergognarmene sinceramente e un pò mi fai pure compassione. Tuttavia c’è un però, che fa di te la classica eccezione da bullizzare. Ricordi la Chamber, Kevin? Se il tuo cervello fosse ancora in tilt ti dò un aiutino. Sai, non mi è piaciuto affatto il tuo comportamento ad Alpha Horizon. Non solo per il modo selvaggio e mostruoso in cui hai lottato, ma soprattutto per quello che hai combinato dopo che il sottoscritto ti ha eroicamente fatto fuori dalla competizione, regolarmente, con uno schienamento chiaro e indiscutibile.

Kevin serra le mani a pugno.

KM: ...

Il Corvo resta in tensione per qualche istante, sul punto di balzare all'indietro. Poi però si rilassa dopo poco e prosegue.

SGF: Hai dato di matto come al solito, ecco cos'hai fatto. Mi hai colpito a tradimento con la tua finisher da terrorista, rischiando di farmi perdere l’incontro con Andy Moon. Un comportamento malvagio, vigliacco e soprattutto inaccettabile.

Il Painmaker torna ad osservare per terra, mostrando disinteresse.

SGF: Dopo la Chamber ho riflettuto seriamente su quanto accaduto. Ho riflettuto su di te e su quanto hai combinato finora in TWC. Tutto porta al nome di Leon Black.

Manson lancia un'occhiata al Best From West con la coda dell'occhio. Il Monster Hunter sospira.

SGF: Una volta ti dissi che la tua crociata contro il tiranno della federazione era da ritenersi perfino ammirevole. Ora che ho vinto la Chamber e sono io il principale avversario di Leon, le cose sono cambiate drasticamente. Tu ad oggi sei l’esempio lampante di quanto sia difficile battere quel mostro. Più volte hai tentato. Più volte hai fallito. Più volte ti sei rialzato e sei tornato alla carica. Ora basta. Io non voglio vederti in giro a ficcare il naso in cose che ormai non ti competono più. E visto che sei un animale, e non riesci a capire quando e come stare al tuo posto, ho deciso di darti una regolata personalmente.

Kevin alza il busto, cercando di nuovo di sostenere lo sguardo del tedesco, che annuisce.

SGF: Hai capito bene, Kevin. Tra due settimane, tu porterai il culo sul ring, e io ti affronterò in un match definitivo, uno contro uno. Senza se e senza ma. In modo da inculcare una volta per tutte in quella testa marcia che ti ritrovi quale sia la differenza tra noi che tanto cerchi d’ignorare, e soprattutto quale sia il posto in cui devi startene durante tutta questa Road to War of Change. Ovvero alla larga da Leon Black. Alla larga da me. E soprattutto alla larga dal TWC World Heavyweight Championship. Because this, is My World.

Kevin osserva fisso il suo interlocutore.

KM: ...

Sigfried torna in tensione, poi, vedendo Manson ancora immobile a fissarlo, sbatte nuovamente la testa dello Sledghammer sul pavimento.

SGF: Ehi, Dummkopfe! Hai capito quello che ti ho detto?!

KM: ...

Sigfried Jaeger fissa Manson, accigliato. Ma preferisce non toccarlo, né spintonarlo.

SGF: Tutto questo è piuttosto deludente. Mi sembra di avere a che fare con un completo imbecille. Sono stufo di perdere tempo con te, quando fai l’autistico della situazione.

Poi il Corvo si alza in piedi e se ne va alla porta con lo Sledgehammer in spalla, seguito da Gunther e Brunild. Prima di uscire, comunque mette in chiaro un’ultima cosa.

SGF: Vedi di farti trovare sul ring tra due settimane, Kevin. Altrimenti ti vengo a cercare e ti rompo il culo direttamente nello spogliatoio. Your choice, your life. A presto, “animale”.

Dopo di che Jaeger e Wagner escono dalla stanza, seguiti dal Mastino che inizia a parlottare con loro.

GNT: Io opinione saggia di Mastino: Animale è silenzioso und malato per triste motivo. Lui fame di pizza.

Infine Gunther sbatte violentemente la porta alle sue spalle, lasciando solo nel Locker un Manson perso nei suoi pensieri.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 25/03/2016, 21:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8563

Prancer risuona nell'arena dopo lo stacco pubblicitario. La theme di BBB annuncia il suo ingresso nel Wells Fargo Center di Philadelphia.

Immagine


Big Black Boom, rigorosamente in maglietta nera e pantaloncini neri, si avvia con il microfono in mano verso il ring, mentre il pubblico lo schernisce sonoramente.

Pubblico: Welcome, loser! Welcome, loser!

BBB: Se avessi avuto un dollaro per ogni cazzata che sento ogni volta che entro in questo ring, probabilmente non avrei più bisogno di lottare. Io sarei più felice, voi sareste più felici, il mondo sarebbe un posto migliore.

Il pubblico applaude ironicamente il discorso.

BBB: Ma sfortunatamente, nessuno è disposto a perdere soldi per voi, vista la vostra ignoranza in maniera di wrestling. Quello per cui mi date del perdente, è stato il primo e unico match in cui un lottatore in questa federazione ha veramente messo in difficoltà il campione dei pesi massimi, il vostro sultano Leon Black. Nessuno ci è andato così vicino, nessuno ha mai sfiorato quel titolo nel modo in cui l’ho fatto io due venerdì fa. Le ferite che lui ancora porta ne sono la prova, il fatto che si sia dovuto inventare una nuova strategia di sana pianta per battermi ne è la conferma.

Piccola pausa per il perfidy in a mask.

BBB: Non è bastato. Non per ora, almeno. So che le vostre mutandine saranno tutte bagnate all’idea di vedere Leon Black contro Sigfried Jaeger a War of Change…

Pubblico: YEAH!

L’interruzione fa sospirare rumorosamente BBB.

BBB: Ma io ho ancora qualche conto in sospeso. Leon Black, tu hai regalato shot a tutti quanti in questo roster. Io sono stato l’unico che se l’è dovuta guadagnare, sudando, combattendo e sconfiggendo i migliori. Battendo tutti, tranne te. E oggi lo farò. Vincere una volta può capitare a tutti, ripetersi e' difficile. Dimostra di esserne capace, sii uomo e vieni qui, vieni a lottare di nuovo. Voglio quel titolo, e non sarà la fortuna di una notte ad impedirmi di averlo.



Immagine


Ma non è Black a rispondere alla sfida di BBB. Con un boato proveniente dal pubblico Purity interrompe il discorso dell'uomo mascherato e Michael Edwards fa il suo ingresso sullo stage. Pantaloni color panna, camicia nera con le maniche alzate fino al gomito, una collana al collo e il microfono in mano.

ME: Buonasera signor Boom e da tanto che io le non ci vedevamo. La trovo in splendida forma, per quanto due settimane fa qualcuno l'ha presa a calci in culo talmente forte da aver chiuso anche quella fogna di bocca che si ritrova.

Il Dragon Kid, fermatosi sullo stage, ascolto con il sorriso sulle labbra il pubblico che prende in giro l'ex sfidante al titolo massimo.

ME: Buoni ragazzi, state buoni. Sai, mi chiedo perché le persone come te non la finiscano mai di spuntare fuori come funghi. Fred l'anno scorso, Murdock a settembre e ora tu, Big... Black... BOOM!

Con le dita il nativo di New York fa il gesto di una piccola palla di fuoco.

ME: Tutti qui, a chiedere match o rematch a Leon, quando in realtà l'unico che potrebbe veramente esigere quel match sono io! Ma non sono qui per parlare di questo, non oggi almeno.

Il pubblico resta attonito alle parole di Edwards.

ME: Sai che c'è Boom? Tu mi piacevi, avevi avuto lo stesso slancio che io avevo avuto con Black, avevo combattuto per ottenere un match e tanto avevi fatto tu. Ma oggi hai fatto il solito passo falso, che tutti fanno ogni volta, ti sei presentato a piagnucolare qua e hai chiesto: "Perfavore Blackie, dammi un'altra possiblità gnegnegne. Io non sono gli altri gnegnegne". Tutti voi vi siete dimenticati che l'unico a batterlo in match sono stato io!

Il pubblico rumoreggia un po' alle parole del golden boy.

ME: Quindi, uomo mascherato, perché non prendi la tua maschera e il tuo culo e te ne vai da un'altra parte?

Il mascherato sorride e, tra i cori del pubblico per Edwards, si porta il microfono alle labbra.

BBB: Dovresti sapere perché nascono i funghi, caro il mio raccomandato ignorante. Ci vuole un terreno adatto e le condizioni atmosferiche adatte. Nel mio caso ci sono tutte. Il terreno invece è stato sbriciolato proprio dopo quella vittoria, dopo la quale sei caduto nel nulla più assoluto, troppo lontano da chi, come me, può giocarsi il titolo. Le condizioni che mi hanno permesso di sfidare il tuo amato Blackie sono quelle che non sei mai riuscito a conquistare, un titolo mantenuto per quasi cento giorni, avversari come Manson e Murdock caduti sotto i miei colpi. Cosa hai fatto tu per pretendere un match? Lo hai battuto quasi un anno fa? Complimenti amico, la TWC non aveva neanche una cintura allora.

I due si guardano in silenzio, Boom si avvicina al viso del Golden Boy.

BBB: Sai che c’è, Michael? Tu non mi sei mai piaciuto. Predichi bene e razzoli male, molto male. Mi accusi di piagnucolare per un match, ma allora perché sei venuto qui? Sei solo un leccaculo del cazzo, stai ammorbidendo per bene le chiappe della maestra, così che siano più facili da prendere a calci. Ma ti assicuro che sarò io a prendere a calci il tuo culo se non esci subito da qui.

Edwards allora decide di dirigersi verso il ring e salirci. I due vanno faccia a faccia immediatamente.

ME: Bullshit!

ME sembra intenzionato a colpire BBB, ma si trattiene.

ME: Il tuo terreno ora è stato inaridito dal sole della sconfitta di Alpha Horizon. Fatti da parte BBB, io non sono venuto qui a leccare il culo a nessuno. Io sono qui perché sono l'unico a non aver ricevuto una cazzo di title shot a quel titolo da solo. Perché sai? Mentre tu ti facevi radere il culo da Carroll a The End Is Near, IO ero su quello stesso ring ad affrontare altre tre persone per titolo.

Il Golden Boy fa qualche passo intorno all'uomo mascherato.

ME: Io sono l'unico che qui dentro dovrebbe chiedere quella chance, invece sono bloccato in questo limbo in cui mi tocca affrontare e sentire gente come te. Parlate tutti troppo e lo fate senza cognizione di causa alcuna. Siete sempre lì a dire e fare cose che non vi appartengono!

Il Dragon Kid osserva negli occhi Triple B.

ME: Vuoi sapere la verità? Io non voglio quel titolo, io voglio dimostrare che Black è umano. Io voglio dimostrare che tutti voi vi sbagliate, che nessuno ha visto il vero Edwards. Io voglio...



Ma la theme song del General Manager di Indoor War, Virgil Brown, interrompe le parole di Edwards.

Immagine


VB: Hold on guys! Qui nessuno vuole niente se non sono io a decidere.

BBB: Uh guarda il panzone con il potere!

VB: Vorrei ricordarle signor Boom, che questo panzone è colui che le ha dato la possibilità di diventare il primo contendente al titolo di Leon Black. Non ci metterei una firma sopra su quello che ha detto.

ME: Senti nonno, visto che io stavo parlando con questo barbone mascherato, potresti accorciare i discorsi e venire al punto?

Brown si passa una mano sul mento ed osserva i due sul ring.

VB: Buonasera anche a lei signor Edwards, le vorrei ricordare che qui a comandare sono io, quindi faccio un po' quello che voglio. Allora voi due siete sul ring in questo momento. Vi proclamate pronti ad affrontare Leon Black, titolare del titolo mondiale di questa federazione. Ammette entrambi di essere pronti per combattere?

Boom ed Michael si scambiano degli sguardi perplessi e poi fanno cenno di sì con il capo.

VB: Quindi voi due mi state dicendo che se io sancissi un match per stasera voi due combattereste, anche su i possibili infortuni procurati durante l'ultimo Special Event?

Gli occhi dei due brillano alla richiesta del GM e scuotendo il capo animosamente fanno cenno di sì.

VB: Bene perché stasera, in quel ring Michael Edward e Big Black Boom combatteranno... L'uno contro l'altro! Buona serata ragazzi!

Mentre la theme song di Brown risuona nell'arena e il GM se ne va via fischiettando, il Perfidy in a Mask e il Golden Boy rimangono sbigottiti per l'annuncio fatto. Mentre il pubblico festeggia per un match che si appresta ad essere incandescente!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 25/03/2016, 21:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8563
Torniamo in diretta con Philadelphia e le telecamere ci portano nel bel mezzo di uno dei tanti spogliatoi dell'arena. Nel dettaglio, le immagini vanno subito a cercare, in un angolo dello spogliatoio in questione, una persona impegnata a fare stretching, con un piede piantato a terra e l'altra gamba distesa. Appena la risoluzione dell'immagine migliora, possiamo scoprire l'identità della suddetta persona.

Immagine


Keenan, assorto, sembra non fare nemmeno caso al fatto di essere ripreso. Non può, invece, non fare caso al fatto che, tutto ad un tratto, la porta del suo spogliatoio si spalanca con un botto.

Keenan: Vediamo un po'... Manson? Sarebbe da lui. Oppure Nick? Una volta io sono entrato nel suo spogliatoio senza bussare, magari ha voluto ricambiare il favore.

Dopo aver detto ciò senza girarsi, Keenan rotola all'indietro con una capriola, si rimette in piedi rapidamente e si trova davanti tre figure.

Immagine


Keenan: Gunther Schmidt.

JK lascia scorrere il suo sguardo sulle tre persone che si trova davanti, iniziando dal Mastino.

Immagine


Keenan: Brunild Wagner.

L'occhio del Pain Deliverer passa infine sul Best from the West, dove si ferma.

Immagine


Keenan: Sigfried Jaeger. Sapete, è curioso. Che io ricordi, dal mio arrivo in TWC, ogni volta che vi ho sentiti parlare di me era in termini negativi, eppure non c'è mai stata l'occasione di una chiacchierata a quattr'occhi.

Keenan sposta bruscamente il capo verso Gunther e Brunild.

Keenan: O meglio, a otto occhi. Dunque, immagino di non dover nemmeno chiedere a cosa devo il piacere, no?

Il Corvo si gira verso Gunther e Brunild, che fanno spallucce, poi guarda Keenan e accenna un sorriso.

SGF: Ottima osservazione, Jack. Chiariamo subito il passato, visto che in quanto avvocato, hai una memoria piuttosto lunga. La BDK Inc. ti ha apostrofato a suo tempo come "azzeccagarbugli" etc... solamente per via del tuo pessimo comportamento. Se ti fossi limitato a fare quello che dici, ovvero distribuire dolore, probabilmente ti avrei portato un minimo di rispetto. Invece hai preferito fare la comare del backstage, stile Murdock. Sempre a curiosare e a ficcare il naso a destra e a manca. Vedi ad esempio con quel tanghero di Drake e con The Artist Formerly Known As Paz. Poi però, quando Cross ha iniziato a tampinarti, hai scoperto a tue spese il lato opposto della medaglia.

Il Pain Deliverer fa per rispondere, ma Jaeger alza una mano.

SGF: Tu mi deludi ancora una volta, avvocato. Pensavo che essere stalkerato da un motociclista, diciamo eccentrico per non dire di peggio, ti avesse insegnato qualcosa. Credevo avessi capito come ci si sente quando qualcuno inizia a fare intrallazzi disturbando gli interessi degli altri senza permesso. Beh, Jack. Finché le nostre strade sono state ben lungi dall'incrociarsi non mi è mai passato per l'anticamera del cervello di perdere del tempo con te. Tuttavia, stasera hai fatto il cosiddetto passo più lungo della gamba. Perciò, in quanto eroe, ho ritenuto necessario farti una visita, visto che non mi piace quando la gente si intromette nei miei affari. E da Alpha Horizon in poi, il TWC World Heavyweight Championship è diventato un mio, esclusivo, business.

Keenan: In qualità di persona a cui hai appena invaso lo spogliatoio, lascia che ti dica che Cross non è il peggior soggetto da cui essere tampinato. Inoltre, già che ci sono, è abbastanza strano sentirsi accusare di "ficcare il naso a destra e a manca" da chi fino a un paio di settimane fa si teneva impegnato cercando il confronto con qualsiasi persona legata anche minimamente ai titoli di coppia o alla Chamber.

Jack accompagna alle sue parole una alzata di spalle ed un rapido occhiolino in direzione del suo interlocutore.

Keenan: Comunque, mi pare che il TWC Championship sia affare più di Black che tuo, ora come ora. Ne vuoi la dimostrazione? Sono io. Se lui ha deciso di accettare la mia - chiamiamola così, visto che stiamo usando questa metafora - "proposta di affari" c'è ben poco che tu puoi fare al riguardo, no?

Il Corvo fa un sorriso pericoloso.

SGF: Sbagli Jack. Potremmo massacrarti nel tuo stesso spogliatoio seduta stante, mandandoti all'ospedale in fin di vita in quattro e quattr'otto. E così niente Leon Black vs. Jack Keenan a Philadelphia. Ecco un piccolo esempio di cosa potrei fare in questo momento riguardo il MIO business.

Keenan aggrotta lo sguardo, mentre Gunther resta immobile come una statua di granito e Brunild si lascia sfuggire per un attimo un'espressione preoccupata, prima di tornare glaciale come sempre. Poi però Jaeger sospira e si rilassa.

SGF: Tranquillo Jack, non ho alcuna intenzione di pestarti a sangue. Innanzitutto perchè sono un eroe, e il mio codice morale m'impedisce di prendermela così con i babbani della situazione. E poi perchè ci sono modi più semplici e pacifici per farti ragionare e tornare indietro sui tuoi passi. Sempre se tu sei in grado di rapportarti e riuscire a percepire la saggezza insita nelle parole di un eroe in carne e ossa come me.

Keenan: Ti dirò, Sig, te la cavi meglio con le minacce che con gli insulti. "Babbani". Pungente, davvero. Tra parentesi, se vuoi saperlo, non ha neppure senso: secondo Pottermore sono un Corvonero.

Jack Keenan sbuffa, coprendo forse una risata, ed al contempo scuote la testa.

Keenan: Lasciamo stare, torniamo seri. Non so voi, ma io mi siederei volentieri: volete accomodarvi o preferisci rimanere sul tuo pulpito per lasciar fluire la saggezza dalle tue parole, Sig? Su, sono curioso, cerca di farmi ragionare.

Alle spalle di Sigfried, Gunther Schmidt si agita leggermente, dicendo qualcosa a denti stretti.

GNT: Tu no Corvo di Nero. Noi corvi!

Sigfried invece scuote il capo.

SGF: Mi spiace Jack, ma non posso perdere tutto lo show in diretta qui, per cui niente tè e pasticcini con te a questo giro. Sono sempre stato pieno d'impegni in serate come questa, figuriamoci ora che sono il First Contender al titolo mondiale per War of Change II. Oltretutto ultimamente mi sei sembrato piuttosto nervoso e in collera col prossimo. Vorrei evitare gesti inconsulti nel caso le mie parole ti feriscano nell'orgoglio. Perciò, è preferibile che me ne stia qui in piedi, a distanza di sicurezza. Meglio per me, ma soprattutto per te. Tu però se vuoi siediti in caso soffrissi di reumatismi o per qualche infortunio mal curato da quel macellaio del Dottor Brooks.

Il Best from the West restituisce l'occhiolino a Keenan. Il Pain Deliverer si limita ad alzare le spalle e rimane in piedi, immobile, davanti al tedesco.

SGF: Nonostante tutti i tuoi limiti, non si può certo dire che tu non sia una persona intelligente, Jack. Oltre a essere un wrestler, hai anche una seconda professione parallela. Visto che dubito che tu sia diventato avvocato comprandoti una laurea per corrispondenza in Albania come Nick Carroll, immagino tu sappia bene il significato di "causa persa". E il match che affronterai stasera contro Black calza proprio a pennello con questa definizione.

Il Monster Hunter fissa Jack negli occhi mentre gli parla.

SGF: Sì, hai capito bene. Non hai alcuna possibilità di battere Leon Black stasera. Primo, perchè un sacco di gente ci ha provato e nessuno c'è riuscito da quando ha vinto il titolo mondiale, e credimi, le statistiche contano. Secondo, perchè tra quelli che ci hanno provato, alcuni ti hanno ridotto a mal partito in passato, per cui non vedo come tu possa fare meglio di loro. Terzo, come puoi benissimo immaginare, perchè non hai mai avuto la stoffa dell'eroe, ammettilo, quanto piuttosto quella del classico lottatore frustrato da "vorrei ma non posso". E se vuoi chiedimi pure, eh. Posso elencarti a memoria tutti i tuoi insuccessi da quando sei in TWC.

Trascorre qualche attimo di silenzio. Gli occhi di Jack Keenan rimangono fissi nelle pupille del tedesco, anche quando inizia a rispondere.

Keenan: Tranquillo, Sig, li ho già elencati un paio di volte per conto mio stasera: se ci tieni tanto, posso anche ripeterli di nuovo.

Jack Keenan punta ora l'indice verso Jaeger, scuotendolo avanti e indietro.

Keenan: Vuoi parlare degli avversari che Black ha già avuto per il titolo? Bene, parliamone. E' vero, se il wrestling fosse pura matematica, in linea teorica avrei già perso: anche se, tutto sommato, quel Nick Carroll contro cui ho perso solo all'overtime ad Alpha Horizon, quello stesso Nick Carroll che forse non avrebbe resistito per molto altro tempo, in quel match, se avessi chiuso qualche secondo prima la Pain Injection, è riuscito a mettere molto in difficoltà Leon. D'altra parte, Leon Black ha battuto Travis Miller, che ti ha sconfitto nel Main Event del primo War of Change, quindi, in base al tuo ragionamento, anche tu saresti già spacciato.

Sigfried sembra voler rispondere subito, ma Keenan lo blocca alzando, di nuovo, l'indice.

Keenan: Non fraintendermi, Sig: ho visto tutti i match titolati di Black, so come è sempre andata finora. Qualcuno sfida Leon; lui accetta la sfida; il suo avversario arriva sul ring con un piano; Black arriva sul ring con un piano migliore; Black prende il largo sullo sfidante; Mark of the Veteran, o Mark of Light, e tutti a casa. So quale montagna proverò a scalare stasera, non c'è bisogno che venga tu a dirmelo. Tuttavia, come dicevo, il wrestling non è matematica. Qualsiasi cosa tu possa dire, Sig, io non parto sconfitto. Il match di stasera è un singolo incontro e tutto può succedere: per questo so di avere le mie possibilità, ed andrò a giocarmele. Sai, di recente ho visto Deadpool: non il film che può dare i migliori precetti morali, forse, ma un discorso che ricordo riguarda il fatto che un eroe non può essere tale ogni giorno, ventiquattro ore su ventiquattro; nella vita di un eroe ci sono circa 4/5 momenti che la definiscono come tale. Ora, non direi mai di essere un eroe - al contrario di qualcun altro - ma, se penso a quel discorso, uno di quei momenti, per me, è sicuramente stasera. E non ho intenzione di sprecarlo.

Keenan sospira, accarezzandosi il mento con il palmo della mano.

Keenan: Perciò, diciamo che stasera trovo la mossa determinante che può permettermi di chiudere quel match. Diciamo che stasera trovo il punto debole di Black e lo sfrutto fino a farlo impazzire dal dolore. Diciamo che stasera trovo la strategia perfetta. Scegli la versione che preferisci, Sig, il punto è questo: se davvero dovesse succedere, non dovresti preferire affrontare me a War of Change II, se davvero mi consideri tanto inferiore a Leon Black?

Tuttavia il 34th Street Hero scuote il capo e alza un dito.

SGF: Non ci siamo, Jack. I tuoi argomenti apparentemente sembrano molto convincenti, e non dubito che se la tua fosse un'arringa professionale, in tribunale molti membri della giuria annuirebbero dandoti ragione. Ma qui hai davanti un tribunale di eroi, e noi non ci beviamo facilmente quelle che alla fin fine sono solamente ciance ben pubblicizzate. Mi chiedi perchè non dovrei preferire affrontare te a War of Change II? Semplice, per due motivi. Primo, perchè se anche stasera le stelle si allineassero e tu riuscissi miracolosamente a vincere il TWC World Heavyweight Championship, mi ritroverei due avversari a War of Change II, non uno. Conosco bene il vecchio Virgilio, dò per certo che concederebbe immediatamente a Leon un rematch mondiale, guardacaso nello show più importante dell’anno. Così mi ritroverei due avversari contro, vedendo vanificato tutto il lavoro che ho fatto ad Alpha Horizon. E la cosa mi irriterebbe non poco. Anzi, mi farebbe incazzare a morte.

Poi il Corvo prosegue.

SGF: Secondo, perchè il compito di porre fine al mostruoso regno del terrore di Leon Black spetta a un eroe con la E maiuscola, come il sottoscritto. Non a un uomo qualunque che prende come metro d’ispirazione per le sue azioni un pagliaccio in tutina rossa di un film. Mi sono fatto il mazzo per arrivare a questo momento della mia carriera. Ho vinto il match più brutale della storia della TWC per essere qui. Non mi sono ridotto a mendicare un Title Match come te. Battere Leon Black a War of Change II, nel Main Event, rappresenterebbe la massima consacrazione della mia carriera. Perciò ti ribadisco, scansati Jack. Dedicati a qualcos’altro. C’è tanta altra gente con cui prendersela, tanti pezzenti da epurare, tanto lavoro in tribunale. Tieniti occupato, e soprattutto alla larga da me e da Leon. Intesi?

Il Pain Deliverer, con un sorriso beffardo dipinto in volto, fa un passo verso Sigfried.

Keenan: Perchè non aspetti il match di stasera per avere una risposta alla tua domanda?

Il Monster Hunter sospira, guarda negli occhi Jack Keenan, infine accenna un sorrisetto.

SGF: Sai che c'è, avvocato? Io il tuo match di stasera forse me lo vengo proprio a vedere. Mi piace sempre ricevere delle risposte dal vivo, idem godermi le figuracce dei falsi eroi.

Il Corvo si gira e fa un cenno a Gunther e Brunild, che lasciano la stanza impettiti. Sigfried li segue, poi si rivolge un'ultima volta al Pain Deliverer.

SGF: Ci vediamo nel Main Event, Jack. Mi raccomando, non farti distrarre dalla mia aura eroica se sarò a bordoring. Potrebbe essere questa la svolta fatale nel tuo match contro Leon Black, altro che episodi alla Deadpool...

Dopo di che il best from the West si chiude la porta della stanza alle spalle. Jack Keenan resta immobile per qualche secondo, dopo di che si mette a sedere, pensieroso. E le immagini sfumano. Pubblicità. Don't. Change. The Channel.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 25/03/2016, 21:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8563
Immagine

Eccoci tornati live dal Wells Fargo Center, Philadelphia, dove si sta svolgendo il ventiseiesimo episodio di Friday Night Indoor War, il primo dopo Alpha Horizon, lo scorso evento speciale della TWC, svoltosi all'interno del Madison Square Garden. Le immagini ci conducono all'interno del quadrato, dove, armata di microfono, troviamo la bellissima e affascinante Jessica Rose, che ci accoglie con un illuminante sorriso: il pubblico la accoglie molto positivamente, sentiamo alcuni fischi d'apprezzamento, a cui la ragazza risponde arrossendo e cercando di accentuare il suo sorriso, dunque prende finalmente la parola, nonostante il TWC Universe continui a rumoreggiare.

JR: Gentili signori, gentili signore, per cortesia date il benvenuto ad uno dei membri del Consiglio d'Amministrazione della TWC, Matthew J. Truman!


... ed ecco che immediatamente all'interno dell'arena risuona una squillante e trionfale musica d'ingresso, quella di Matthew J. Truman...

ImmagineImmagine

... ed ecco che "The Voice of True" Truman, accompagnato dalla bellissima e giovanissima moglie, "The Flame-haired Femme Fatale" Melania Truman, che indossa un elegantissimo abito, fa il suo trionfale ingresso all'interno dell'arena: il magnate newyorchese mostra prima uno sguardo deciso, poi sul suo volto compare un sorriso a trecentosessanta gradi; mentre insieme, mano nella mano, percorrono la rampa d'accesso, Matthew J. Truman saluta il TWC Universe, che sembra avere più attenzione nei confronti della moglie di questi, la quale tiene lo sguardo basso, mentre con passo incerto si preoccupa di non perdere l'equilibrio per colpa degli alti tacchi delle sue deliziose scarpette finemente decorate in oro; giunti dinnanzi al quadrato, per la prima volta Truman lascia la mano dell'adorata moglie, che dunque sale sui gradoni d'acciaio e, aiutata da un membro dello staff della TWC appositamente salito sul ring per alzare la seconda corda e facilitarle l'ingresso, entra all'interno del ring, seguita immediatamente dal marito, anch'esso aiutato dal dipendente della TWC, che, svolto il suo lavoro, abbandona il quadrato, al centro del quale troviamo ora la coppia più glamour del pianeta: il pubblico rumoreggia, tanti sono ancora gli apprezzamenti verso Melania, la quale si sforza di sorridere; il marito, che si trova alla sua sinistra, la guarda, le sorride, dunque, dopo aver salutato nuovamente il pubblico caloroso di Philadelphia, si impossessa di un microfono, dunque comincia a parlare in occasione della sua prima apparizione a Friday Night Indoor War.

MT: Lasciate che mi presenti: il mio nome è Matthew J. Truman, figlio di Matthew Truman Senior, e sono un membro del Consiglio d'Amministrazione della TWC. Due settimane fa ho annunciato la mia candidatura per il ruolo di nuovo general manager di Friday Night Indoor War, invitando Philips Brian e Virgil Brown, Jr. a fare un passo indietro.

Il pubblico rumoreggia, Truman si ferma per qualche secondo, poi riprende la parola.

MT: Sapete, nel Consiglio d'Amministrazione di questa compagnia c'è gente straordinaria: innanzitutto c'è lui, Alan Taylor, il cervellone, poi c'è Mike Kendrick, che è giovane, bello e anche abbronzato... adoro gli afroamericani, sono ragazzi fantastici! E poi c'è lei... Virginia Salinas... Virginia, di nome e non di fatto... che cosa posso dire sulla nostra Virginia? E' una scrofa! Malvagia come una cagna, insopportabile, inguardabile, un'asina, la faccia da scimpanzé, sembra un orango... alcuni dicono che le donne non sono fatte solo per stare in cucina o filare la lana... beh, nel caso di Virginia sono d'accordo: dovrebbe starsene su un'isola deserta, anzi, no, direttamente su Marte, così nessuno potrebbe guardare quel cesso ambulante! Virginia, Virginia...

Matthew J. Truman, sbuffando, scuote la testa, mentre fra il pubblico sentiamo alcune risate, ma anche moltissimi fischi.

MT: Purtroppo ci tocca tenercela per via delle quote rosa... vedete, questo è il problema della nostra società e della nostra compagnia, il politicamente corretto! Non si può dire, non si può fare, questa è la filosofia di certi burocrati, di Philips Brian e, soprattutto, di Virgil Brown, Jr., ed ecco perché le cose non vanno, ecco perché gli indici d'ascolto sono drasticamente in discesa e il merchandising non vende più... ho taciuto per fin troppo tempo, ora è arrivato il momento di dire basta! Con me a capo di questo show, non ci venderemo più a paesi come il Messico, l'Arabia Saudita, l'India... la CINA!! Con Matthew J. Truman come nuovo general manager di Indoor War, insieme creeremo un movimento di uomini forti, insieme ricostruiremo al TWC, che per colpa di altri è piombata a terra... insieme renderemo la TWC di nuovo FORTE... SICURA... GRANDE...


... ATTENZIONE!! RISUONA LA MUSICA D'INGRESSO DI GUS ANDERSON!!

ImmagineImmagine

... ed ecco che, accompagnato dal suo manager, "The Brain" Gary Smith, fa il suo ingresso sullo stage "The Essence of Power" Gary Smith! Questi, che al contrario della sua ultima apparizione a Friday Night Indoor War, indossa il suo costume da combattimento, lancia uno sguardo verso il ring, verso Matthew J. Truman, mentre si incammina lungo la rampa d'accesso insieme al pittoresco Gary Smith, che indossa la sua ormai famigeratamente nota giacca variopinta con annesso papillon attorno al collo, anch'esso vivacemente colorato. "The Beast" e "The Brain", attraverso i gradoni d'acciaio, raggiungono finalmente il quadrato: Gary Smith si precipita immediatamente verso Melania, le afferra elegantemente la mano destra e galantemente gliela bacia; il volto della donna si tinge improvvisamente di rosso, Smith sorride, poi va verso Matthew J. Truman, verso cui tende la mano, che, dopo un po' di titubanza, gli viene stretta; "The Brain" sorride, dopodiché si impossessa di un microfono e, con al fianco il vigile Gus Anderson, comincia a parlare.

GS: Signor Matthew J. Truman, salve. Il mio nome è Gary Smith e lui è Gus, Gus Anderson, soprannominato "The Essence of Power", il motivo lo potete capire benissimo. Veniamo da lontano, siamo giunti fin qui, in TWC, spinti dal messaggio dei Dawn of the Empire, che si proclamavano portavoce di un cambiamento, mentre invece non hanno saputo altro che perdere... che miserrima fine! Dopo esserci gustati comodamente da casa Alpha Horizon e aver assistito allo sgretolamento dei sogni di gloria di quei due uomini che volevano fondare un impero, pensavamo di doverci sobbarcare sulle nostre sole spalle la fatica del cambiamento, poi, però, abbiamo sentito le sue parole, la sua schiettezza, abbiamo visto in lei quella guida che tanto abbiamo cercato e siamo rimasti folgorati dal suo messaggio, dalla sua voglia di cambiamento... capitano, siamo a bordo!

Gary Smith, entusiasta, annuisce, sul viso di Truman compare un sorriso un po' smorzato.

MT: Belle parole, mi sei simpatico, Greg, davvero, ma... voi due chi sareste esattamente?

Fra le risate di parte del pubblico, Gary Smith spalanca gli occhi, prova a replicare, ma...

MT: Sì, insomma, lo voglio quel cambiamento, voglio che la TWC torni grande, ancora, mi serve perciò un esercito, ma devo scegliermi bene i soldati e voi due... non so, cioè, sì, sembrate simpatici, lui è spaventosamente grande, però...

GS: Però cosa?! Gus Anderson è il braccio, io la mente, insieme siamo una coppia formidabile, inscindibilmente unica...

??: Ehi!

Gary Smith viene interrotto...

??: Ehi, voi!

"The Brain", visibilmente irritato, si volta verso lo stage, da dove sembra provenire la voce, lo stesso fanno Gus Anderson, Matthew J. Truman e Melania, anche l'attenzione del pubblico si rivolge ora verso lo stage...

Immagine

...Maximilian Powell!! Il fratello di Max, che ha fatto il suo debutto durante Alpha Horizon, compare sullo stage, sorridente, indossando il suo capello da cowboy e tenendo fra le mani un computer portatile...

MP: Già, chi è Gary Smith? Beh, navigando sulla rete, si scopre che Gary Smith è un calciatore inglese, un giocatore di hockey su ghiaccio, un rugbista neozelandese...

... Maximilian Powell raggiunge il ring...

MP: ... un giornalista sportivo, un chitarrista inglese, un politico americano... chi è Gary Smith?

??: Chi è Gary Smith, mammina?!

... ecco che all'interno dell'arena sentiamo un'altra voce, questa volta fra il pubblico...

Immagine

... si tratta di Max Powell!! Il fratello di Maximilian, col capo chino e coperto fra i lunghi capelli scuri, che maniacalmente continua a stringere e, di tanto in tanto, anche strappare, compare in mezzo al TWC Universe, nei pressi delle balaustre, che ora, un po' goffamente supera, avvicinandosi minacciosamente verso il ring sotto lo sguardo perplesso di Smith, Anderson e Truman, mentre Max, sorridente, saluta il fratello.

MP: Chi è Gary Smith, mammina cara?! Chi è Gus Anderson, papi?! Sono loro gli uomini cattivi, che tenevate nascosti nell'armadio, sono loro?!

... anche Max Powell fa il suo ingresso sul ring, scivolando sotto la prima corda, dopodiché riprende subito la parola, ansimando.

MP: Due settimane fa quel brutto e brufoloso uomo nero lo abbiamo fatto cadere... L'UOMO NERO CADE, BRUCIA... la nostra azione di epurazione civile contro gli uomini neri che spaventano i nostri adorati bimbi continua, perché siamo circondati, sentiamo il loro fiato, odoriamo il loro fetore... sono ovunque! Mammina, papi, mammina, papi, chi sono quei due, chi è Gary Smith, chi è Gus Anderson?!

Minacciosamente Max Powell si fa avanti, raggiunge Gary Smith, con cui va ora faccia a faccia.

MP: Sono... STRANIERI!!

Gary Smith spalanca gli occhi, Maximilian annuisce, Max ruota la testa di qua e di là, ora scoppia a ridere, ora torna serio, mentre sul ring, di tanto in tanto, vediamo cadere alcune ciocche di capelli, le sue ciocche di capelli.

MP: Sì, perché non si sa niente sul loro conto? Perché non ci dicono da dove vengono? Hanno paura, hanno paura che la polizia li scopra e li arresti, sbattendoli in cella per l'eternità o, peggio ancora, li decapiti, dopo averli condannati a morte... sono stranieri... qui non passa lo straniero!

GS: Che tipo di pianta ti sei fumato tu?!

Gary Smith, col volto stranito, si rivolge direttamente verso Max Powell, che, tenendo il capo chino, ora si gratta freneticamente la testa.

GS: Voi da dove diamine siete usciti?!! Qui Matthew ed io stiamo discutendo di cose serie, perché non vi mettete a dare la caccia a The White Rabbit o a giocare con The Ultraman e lasciate che i grandi parlino di cose serie...

MP: Cose serie, sì, straniero!

Ora interviene Maximilian Powell, mentre Matthew J. Truman, appoggiato presso uno dei quattro angoli, si sta godendo la scena in compagnia di Melania, con cui scambia anche qualche battuta, facendola sorridere.

MP: Anche noi siamo qui per parlare di cose serie, perché noi abbiamo serie intenzioni, gentile straniero... Max e Maximilian Powell sono i prossimi campioni di coppia della Terra...

Gary Smith scoppia a ridere...

GSVoi due prossimi campioni di coppia... della Terra?!! A parte che si dice "campioni di coppia del mondo", ma va bé, comunque sia, mettetevi bene in quella testina che NOI siamo i prossimi TWC World Tag Team Champion, noi meritiamo una title shot, subito... quanto a voi, tornate a scorrazzare nel fango o a pulirvi le terga con le foglie marijuana...

MP: Parole piuttosto forti, straniero! Ma, fra tutto questo cianciare, che cosa avete combinato voi? I fratelli Powell hanno debuttato due settimane fa, asfaltando l'uomo nero, voi, invece, stando a quanto ci dice il sito TWC.com, siete qui ormai da un mese e... le avete prese, stop!

GS: Sai dove puoi mettertelo quel computer?!

Gary Smith va faccia a faccia con Maximilian Powell, sotto lo sguardo vigile di Gus Anderson, mentre Max, pressoché assente, si tiene in un angolo del ring...

MT: Ok, ok, ok, ho sentito parlare a sufficienza. Siete fantastici, ragazzi!

Matthew J. Truman s'accentra, attorno a lui ci sono i quattro combattenti, che lo ascoltano attentamente, tutti fuorché Max, che, grattandosi forsennatamente la testa, comincia ad emettere versi animaleschi, che Truman, dopo un attimo di perplessità, cerca di ignorare.

MT: Starei ad ascoltarvi per ore, davvero; vedo che tutti e quattro siete molto determinati, condividete i miei ideali, volete che la TWC torni di nuovo grande, forte, sicura... ma, non posso accettare la candidatura del primo che passo, devo valutare chi merita di far parte del mio esercito, perciò statemi bene a sentire, ecco cosa faremo: fra due settimane, a Indoor War, i fratelli Powell affronteranno Greg... scusa, Gary e Gus Anderson. Questa è anche la mia federazione, questo incontro perciò si farà, non devo chiederlo a Brown o a nessun altro, e chi vincerà farà parte del mio esercito. Con tutto quello che ciò comporta... e, quando vinceremo, anche chi ci critica sarà felice, perché, insieme, renderemo di nuovo la TWC FORTE... SICURA... GRANDE!! Grazie, grazie, TWC Universe, siete fantastici!! Ci vediamo fra due settimane, sarà meraviglioso!

Detto ciò, Matthew J. Truman getta a terra il microfono e, tenendole una mano sulle spalle, accompagna la moglie presso le corde del ring; sopraggiunge l'addetto, che ora aiuta la coppia più glamour del mondo ad uscire dal ring. Il magnate, sorridente, stringendo la mano della bellissima Melania, saluta il pubblico e, rivolta un'ultima occhiata verso il ring, esce di scena. Sul quadrato i fratelli Powell osservano Truman mentre se ne va... ATTENZIONE!! GUS ANDERSON COLPISCE ALLE SPALLE MAX POWELL!! Quest'ultimo cade al tappeto, Gus, incitato da un energico Gary Smith, comincia a prendere a calci Max Powell, colpendolo ripetutamente sul torace e alla testa, dunque lo scaglia fuori dal quadrato! Maximilian Powell, accortosi solo ora di quanto successo, si volta verso i due aggressori, gli occhi sono spalancati, la bocca aperta, Gary Smith, guardandolo, sorride, annuendo, Gus Anderson spalanca la bocca, mostrando i denti, gli occhi sono tenuti costantemente aperti...

Immagine

... RUNNING BYCICLE KICK!! Gus Anderson atterra Maximilian Powell con un solo colpo!! Gary Smith, entusiasta, afferra il computer portatile di Powell, caduto a terra, lo osserva, poi, con un po' di difficoltà, lo spacca e lancia entrambe le parti fuori dal quadrato! ATTENZIONE!! SOPRAGGIUNGE MAX POWELL...

Immagine

... THE ESSENCE OF POWER A SEGNO!! Gus Anderson stende Max Powell con la sua mossa risolutiva!! Ora, attorno a "The Brain" e "The Essence of Power" giacciono le carcasse esanime dei due fratelli Powell; Gary Smith si impossessa di un microfono.

GS: A settimana prossima, fumati!

Detto ciò, Gary Smith solleva in alto il braccio di Gus Anderson, dopodiché insieme scendono dal ring e, dopo aver dato un'ultima occhiata verso le conseguenze del loro operato, si avviano dietro le quinte, entrambi soddisfatti, pronti per il match che, durante il prossimo episodio di Friday Night Indoor War, li vedrà opposti ai fratelli Powell: chi vincerà potrà avere godere dell'appoggio di Matthew J. Truman, l'uomo che sogna di diventare nuova general manager e rende la TWC grande, ancora.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 25/03/2016, 21:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8563
Bentornati live da Philadelphia! Siamo giunti al momento di uno dei match più attesi della serata, il FWP World Wrestling Championship verrà messo in palio da Devil Antonius contro Franklin Dixon in un nuovo, eccitante, capitolo dell'eterna rivalità tra Samantha Hart ed il Criminal.



Ed ecco che la theme dei Guardians Of Truth risuona nell'arena venendo accolta da forti fischi da parte del pubblico.

ImmagineImmagineImmagine


Il trio compare sullo stage e dopo aver osservato i fan di Philadelphia si avvia verso il ring. Samantha sale sui gradoni mentre Franklin Dixon ed Aleki Maivia scivolano sotto l'ultima corda per poi allargare le stesse e facilitare l'ingresso di Samantha nel quadrato. Una volta all'interno del ring la ragazza prende possesso di un microfono ed inizia a parlare.

Samantha: Ebbene ci siamo, finalmente è arrivato il momento che tutto il mondo stava attendendo. Devil Antonius è a pochi istanti dalla fine del suo regno da campione mondiale ed è pronto a lasciare la cintura nelle mani del più grande wrestler attualmente in circolazione... Franklin Dixon!

Fischi del pubblico.

Samantha: L'infinita storia di umiliazioni subite da Devil Antonius da parte mia sta per arricchirsi di un nuovo, spettacolare capitolo. Perciò coglione vieni fuori e preparati a farti rompere il culo per l'ennesima volta nel primo, estremo e privo di regole Samy's Playground Match!

La Hart Princess getta via il microfono e scende dal ring per poi avvicinarsi nei pressi del tavolo dei commentatori dove troviamo seduta Rachel Fortuna su una poltrona.

Immagine


The Goddess saluta con un cenno della mano la Chairwoman della FWP, che ricambia annuendo con il suo classico sorriso dolce tatuato in viso, e poi insieme ad Aleki Maivia si posiziona a bordo ring mentre Franklin Dixon attende impaziente il suo avversario.



La theme song di Devil Antonius risuona nell'arena ricevendo una reazione mista.

Immagine


Ed ecco che il wrestler di Las Vegas compare sullo stage con il suo titolo in spalla. Antonius si ferma sullo stage e, guardando verso Samantha, inizia ad applaudire percorrendo la rampa d'accesso al ring. Una volta arrivato a bordo ring, il campione mondiale entra nel quadrato e va a muso duro con Dixon per qualche istante prima che l'arbitro li divida. Il Ring Man lancia un'occhiataccia anche a Samantha per poi consegnare il suo titolo all'arbitro e prepararsi per questa difesa titolata.

Immagine

Immagine VS Immagine
Devil Antonius vs Franklin Dixon
Samy's Playground Match for the FWP World Wrestling Championship


L'arbitro fa suonare la campanella sancendo l'inizio del match, e subito i due si gettano l'uno contro l'altro! Parte una scazzottata tra i due che non si risparmiano pugni a mano chiusa, ma la voglia di rivalsa di Antonius contro Samantha prende il sopravvento e spinge il campione mondiale ad avere la meglio sull'avversario che finisce spalle all'angolo ed ora subisce la furia di Antonius, che dopo aver preso una breve rincorsa, va con una Clothesline all'angolo seguita da un Bulldog che scaraventa The Phoenix a terra! 1...2... No! Franklin c'è! Samantha intanto scuote la testa ed ora va a battere le mani sull'apron ring per incitare il suo protetto, imitata da Aleki Maivia. Intanto nel ring Dixon lentamente si sta rialzando ma solo per venir schiantato nuovamente a terra dal FWP World Wrestling Champion con un altro braccio teso! Antonius osserva in modo cagnesco The Phoenix che si sta nuovamente rialzando per poi prendere la rincorsa e colpirlo con un violento braccio teso alle corde che lo manda direttamente fuori dal ring!

Immagine


Antonius esce dal quadrato per poi andare e prendere possesso di una sedia posata su un tavolo. Fatto ciò va con una sediata verso Franklin che si sta rialzando, ma The Phoenix si sposta ed il colpo va ad impattare contro un paletto! Il campione mondiale molla la presa per il contraccolpo e The 161 ne approfitta per prendere vantaggio con un calcio nelle palle! Fischi assordanti da parte del pubblico di Philadelphia che fanno sorridere The Smartest Man On The Place e che ora inizia a colpire l'avversario con violenti Stomps! Fatto ciò il Guardian Of Truth rialza per capelli il Ring Man per poi mandarlo a sbattere di testa contro un paletto! Fatto ciò lo prende per un braccio e con un violento Irish Whip lo manda contro le balaustre che separano il bordo ring con l'area del timekeeper! The World Champ resta appoggiato alle balaustre ed ora The Phoenix prende la rincorsa colpendo il nemico con un Running Dropkick che sfonda le barriere!!! Antonius cade malamente sbattendo la schiena contro lo spigolo di un monitor che era dietro la balaustra ed ora The Phoenix non curandosi di nulla va a rialzare nuovamente il rivale, ma Antonius abbozza una reazione ed infila le dita negli occhi del nemico per poi schiantarlo con un Belly To Belly Suplex!!!

Immagine


Il pubblico è esaltato per questo match ed ora Antonius torna in piedi, ma ecco che a lui si avvicinano Samantha ed Aleki. I due schieramenti iniziano a scambiarsi insulti reciproci, ma nonostante ciò non avviene alcun contatto fisico. Dopo altri scambi di insulti i Guardians retrocedono e la Hart Princess sorride in maniera perfida verso Antonius che si volta e... viene steso da un Chair Shot alla testa da parte di The Phoenix!

Immagine


Il campione mondiale accusa il colpo ed ora The Phoenix senza perdere tempo salta sull'apron per poi colpire immediatamente l'avversario con un Diving Foot Stomp! Samantha ora applaude soddisfatta mentre The Phoenix va a rialzare nuovamente l'avversario spedendolo con un Irish Whip contro il tavolo dei commentatori per poi prendere la rincorsa e colpirlo con un Enziguri Kick che tramortisce Antonius e lo fa stendere sul tavolo. The Phoenix capendo la situazione sale sull'apron ring per poi salire sul paletto e prepararsi ad una mossa volante... Ma attenzione! The World Champ rinviene e si scansa, The Phoenix quindi scende dal paletto e va a prendere nuovamente in consegna l'avversario prendendolo per i capelli e cercando di schiantarlo contro il paletto... No! Antonius si para con le mani ed ora, dopo aver tirato una gomitata in faccia a The Phoenix, lo fa sbattere di testa sul paletto! Il Ring Man va a staccare la parte superiore dei gradoni d'acciaio per poi colpire The Phoenix con un colpo in piena nuca!!! Fatto ciò Antonius continua a massacrare con colpi di gradoni il nemico per poi rialzarlo e lanciarlo contro le balaustre! Non contento Antonius va a rialzare l'avversario e lo stende con un Superkick!

Immagine


Antonius va a prendere possesso di una sedia mentre Franklin si rialza, ed ora il campione mondiale lo inizia a colpire alla schiena con violenza e potenza! The Phoenix crolla a terra ed ora il Ring Man comincia a massacrarlo di sediate sotto delle buone reazioni di approvazione del pubblico che inizia a scandire i colpi che The World Champ da a The 161! Fatto ciò Antonius rialza il nemico per poi lanciarlo con un violento Irish Whip contro i gradoni! L'impatto fa ribaltare i gradoni, ed ora Antonius prende la parte superiore di essi e li porta nel ring. Fatto ciò entra anche lui nel quadrato e ne prende possesso per poi attendere che il nemico si rialzi e...

Immagine


... LI LANCIA DA DENTRO A FUORI IL RING COLPENDO IN PIENO VOLTO THE PHOENIX!!! Antonius sorride soddisfatto ed ora esce dal ring andando a prendere in consegna il rivale per poi gettarlo nel ring e tentare lo schienamento... 1...2... No! Kick-out di Dixon! Antonius va a rialzare il rivale che di tutta risposta lo colpisce con un Low Blow! Il Ring Man si piega dal dolore ed ora The Phoenix prende slancio alle corde e connette con un Running Elbow Drop! 1...2... No! Kick-out di Antonius. Franklin fa cenno a Samantha di passargli qualcosa, e la ragazza esegue passandogli una mazza da baseball. The 161 sorride compiaciuto ed ora inizia a bastonare il rivale con potenti mazzate sulla schiena! Maivia intanto inserisce un tavolo sul ring e lo apre sistemandolo sotto un angolo. Dixon, finita la scarica di mazzate, rialza Antonius e lo mette sul tavolo per poi salire sul paletto ed andare con la sua The Phoenix Splash... No! Antonius si sposta e The Phoenix impatta sul tavolo sfondandolo! The World Champ striscia verso il rivale e tenta lo schienamento... 1...2...3! No! Dixon c'è! Il Ring Man si alza ed ora con sguardo duro osserva l'avversario che si sta rialzando. Antonius arretra e si prepara per la sua D.I.R.W.Y.! The 161 si rialza ed Antonius parte...

Immagine


... D.I.R.W.Y. CONNESSA!!! Antonius schiena... 1...2...3! No!!! Maivia interrompe il pin gettandosi sul campione mondiale! The Turtle inizia a pestare violentemente il nemico mentre il pubblico fischia fortemente il Guardian, che non se ne cura e che ora va a rialzare The World Champ e lo stende con un Lariat! Fatto ciò Maivia inizia a colpire il campione con degli Stomp per poi rialzarlo e stenderlo con la sua mossa migliore, la Turtle Shell!

Immagine


The Turtle prende Dixon e lo mette su Antonius mentre l'arbitro conta... 1...2...3! No!!! Kick-out insperato da parte di Antonius! Il samoano è incredulo, ed ora va a prendere nuovamente in consegna il campione del mondo colpendolo con altri Stomp. Nel frattempo Dixon si è rialzato ed ora va ad unirsi al pestaggio sul nemico che nel giro di pochi istanti è ridotto in pessime condizioni. The Phoenix schiena... 1...2...3! No!!! Altro kick-out di Antonius! I Guardians Of Truth sono increduli, ma ecco che vediamo Dixon dare indicazioni a Maivia. Il samoano annuisce ed esce dal ring andando a sistemare un tavolo sopra un altro. The World Champ intanto inizia a rialzarsi, ma The 161 se ne accorge e comincia a colpirlo con nuovi Stomp venendo rapidamente raggiunto da Maivia. I due pestano per qualche altro istante il campione per poi alzarlo e caricarlo per una Double Powerbomb! I due si voltano verso i due tavoli sistemati l'uno sopra l'altro da Maivia fuori dal ring per poi tentare di gettarci Antonius!!! No! The World Champ colpisce con dei pugni di disperazione Maivia sulla nuca e riesce a sgusciare via per poi andare con un violento calcio alle palle sul samoano seguito da un altro calcio nelle palle di Dixon! Fatto ciò Antonius crolla a terra. I tre ora sono stesi a terra e dopo qualche secondo vediamo Maivia accennare una reazione iniziando lentamente a rialzarsi. The Turtle una volta in piedi abbranca per i capelli Antonius per poi caricarlo sul paletto. Fatto ciò va sull'apron per poi tentare un Superplex sul Ring Man verso i tavoli!!! No! Antonius reagisce ed infila le dita negli occhi di Maivia per poi spingerlo e mandarlo ad impattare contro i tavoli!!!

Immagine


Il pubblico reagisce positivamente mentre Antonius riprende fiato ancora seduto sul Turnbuckle. Dixon intanto si sta rialzando, ed una volta in piedi va verso il paletto iniziando una nuova scazzottata con Antonius. Franklin ha la meglio ed ora mette la sua testa del rivale sotto il suo braccio e tenta un Superplex... No! Il campione fa resistenza e spinge via l'avversario per poi gettarsi su di lui con un Crossbody! 1...2...3! No! Dixon c'è! Antonius va a rialzare l'avversario, ed ora tenta un Suplex... No! The Phoenix resiste ed ora dopo aver mollato il nemico lo colpisce con violenti testate che lo intontiscono permettendo a Dixon di abbrancarlo nuovamente e schiantarlo con uno Snap Suplex! La base della schiena di Antonius impatta sulla mazza da baseball e possiamo sentire chiaramente il campione del mondo urlare di dolore! Dixon ora sorride per poi iniziare a scalare il paletto e...

Immagine


... The Phoenix Splash! Connessa! Potrebbe essere la fine del match... 1...2...2! No!!! Antonius alza una spalla all'ultimo istante! Franklin scuote la testa amareggiato, ed ora fa un cenno a Samantha, e la ragazza immediatamente va a prendere due tavoli e li inserisce nel ring. The Phoenix ne sistema uno in diagonale su un paletto ed un altro aperto al cento del ring. Nel frattempo Samantha lascia scivolare nel ring anche una scala che The 161 sistema adiacente al tavolo al centro del ring. Dixon finisce di sistemare il campo di battaglia, e non si avvede che il campione FWP è di nuovo in piedi, e non appena il Guardian si volta Antonius parte a tutta velocità travolgendolo con una devastante D.I.R.W.Y. contro il tavolo in diagonale sul paletto!!!

Immagine


Ci siamo, è finita!!! 1...2...3! No!!! Samantha tira fuori dal ring l'arbitro interrompendo il conteggio! Il pubblico inizia a fischiare sonoramente mentre Samantha ride compiaciuta. Antonius molla Franklin e mostra una smorfia contrariata per poi rotolare fuori dal ring ed andare incontro a Samantha. The Goddess inizia a scappare con Antonius che si getta all'inseguimento! La ragazza corre intorno a metà perimetro del ring per poi rintanarsi dentro esso venendo seguita da Antonius. Samantha supera Franklin che si sta rialzando lentamente e rotola nuovamente fuori dal ring, mentre Antonius nel momento in cui sta passando affianco a The Phoenix viene fatto vittima di un'improvvisa Divine Revenge #2 da parte del Guardian!!!

Immagine


Che impatto!!! Franklin Dixon schiena... 1...2...3! NOOOOOOOO!!! Incredibile kick-out da parte del campione! Il pubblico emette un forte boato di sgomento mentre Franklin si mette le mani nei capelli! Anche Samantha è sgomenta fuori dal ring, ma dopo un attimo di smarrimento indica a The Phoenix la scala. The 161 annuisce ed ora sistema Antonius sul tavolo per poi iniziare a risalire la scala spalle al tavolo... Attenzione! Dixon vuole tentare la The Phoenix Splash dalla scala!!! Il pubblico rumoreggia fortemente mentre The 161 raggiunge la cima della scala... Ma attenzione! Antonius rinviene ed inizia a salire anche lui sulla scala finendo alle spalle di Franklin che cerca di respingerlo a calci. Il FWP World Wrestling Champion resiste ai colpi e riesce ad abbrancare da dietro l'avversario per poi... SCHIANTARLO CON UN GERMAN SUPLEX DALLA SCALA SUL TAVOLO!!!

Pubblico: HOLY SHIT!... HOLY SHIT!... HOLY SHIT!... HOLY SHIT!... HOLY SHIT!... HOLY SHIT!...

Impatto mostruoso per i due che ora sono stesi a terra tra le rovine del tavolo, ed entrambi appaiono privi di sensi. L'arbitro va a sincerarsi delle condizioni dei due lottatori totalmente demoliti da questa atroce battaglia...

Spoiler:


Ma attenzione! Risuona la theme song di Chris Drake accolta da un potentissimo boato misto tra gioia e sgomento da parte del pubblico!

Immagine


Ed eccolo comparire sullo stage mentre corre a tutta velocità verso il ring tenendo in mano la cartellina con il contratto per una title shot al FWP World Wrestling Championship. Chris scivola nel ring e consegna con foga la cartellina all'arbitro battendo ripetutamente il dito sul contratto. L'arbitro annuisce, prende possesso del contratto e chiama a se Jessica Rose per poi sporsi tra la terza e la seconda corda, dirle qualcosa all'orecchio e consegnarle la cartellina. Il pubblico rumoreggia confuso...

Jessica: Ladies and gentleman Chris Drake is cashing in his anytime anywhere FWP World Wrestling Championship title shot...

Boato sovrumano del pubblico!

Jessica: ... therefore this will now be a Triple Threat Match!

Altro boato mostruoso del pubblico di Philadelphia! L'arbitro fa suonare nuovamente la campanella e Chris Drake, smanioso, va immediatamente a rialzare Devil Antonius per poi stenderlo con la TWD!!!

Immagine


CONNESSA!!! Nessuno ha mai fatto kick-out da questa mossa, ed ora Chris Drake schiena... 1...2...3!





















NOOOOOOOOOOOOO!!! Samantha Hart è entrata nel ring ed ha colpito con una violenta sediata la schiena di Chris Drake interrompendo di fatto il pin! Fischi assordanti piovono sul ring, ed ora la ragazza inizia a massacrare di sediate la schiena di Chris per poi voltarlo, aiutare Franklin Dixon, che si sta lentamente riprendendo, a strisciare su di lui per lo schienamento e lasciare il ring soddisfatta... 1...2...3! No!!! Chris Drake c'è!!! Il pubblico esplode in un boato di gioia mentre Samantha assume un'espressione contrariata. The Phoenix inizia a rialzarsi lentamente mentre Samantha gli da direttive... Ma attenzione! Una figura incappucciata scavalca le transenne ed abbranca per i capelli Samantha per poi voltarla verso di se e colpirla con un poderoso pugno in faccia che la spedisce contro Rachel Fortuna facendo ruzzolare sia la Hart Princess e sia la Chairwoman della FWP a terra!!! Il pubblico emette un boato di sgomento mentre la figura si solleva il cappuccio...


















Immagine


INCREDIBILE, ALISA DRAKE!!! Il pubblico emette un nuovo, fragoroso, boato mentre sia Samantha, sia Rachel e sia Franklin nel ring sgranano gli occhi nel vedere la ragazza. Alisa inizia a camminare lentamente verso Samantha e Rachel mentre sul suo viso si dipinge un sorrisetto folle...

Immagine


Miss Drake si avvicina sempre di più verso le due, ma ecco che l'ex fidanzato Franklin Dixon si sporge tra le terza e la seconda corda prendendola per i capelli, ma la ragazza non si fa prendere alla sprovvista e colpisce con un sonoro schiaffo The Phoenix! Il Guardian accusa il colpo e non si avvede che Chris Drake è in piedi ed ora lo abbranca per un braccio e lo tira a se per poi connettere con la TWD!!!

Immagine


Il pubblico emette un fragoroso boato mentre Chris Drake schiena Franklin Dixon... 1...2...3!



















SIIIIIIIIII'! E' FINITA, CHRIS DRAKE E' IL NUOVO FWP WORLD WRESTLING CHAMPION!!!

Jessica: The winner of this match and NEEEEEW FWP World Wrestling Champion... CHRIIIIIIIIIIIIS DRAAAAAAAAAAAAAAKEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!

Incredibile, Chris Drake ce l'ha fatta, Chris Drake ha realizzato il suo sogno ed ora è finalmente campione mondiale! Il Wells Fargo Center è una polveriera, i fan esultano come matti mentre No More Secrets risuona prepotentemente nell'arena. Alisa sorride compiaciuta verso Samantha e Rachel e si fa passare il FWP World Wrestling Championship per poi entrare nel ring e consegnare il tanto agognato titolo al fratello.

Immagine


Chris prende possesso del titolo e dopo aver esultato come un matto va ad abbracciare la sorella con foga per poi crollare sulle sue ginocchia e mettersi il titolo tra le mani, osservandolo con gli occhi lucidi. Rachel intanto si rialza ed osserva con sguardo spiritato i fratelli Drake all'interno del ring, ed Alisa non disdegna di lanciarle occhiate di sfida mentre Samantha è ancora seduta a terra, e scuote la testa amareggiata. The Predator intanto si rialza ed ora sale sul paletto ed alza il suo titolo al cielo mentre dei pyros esplodono sullo stage e dei coriandoli iniziano a piovere sul ring! Chris resta abbastanza stupito da questa cosa e punta il suo sguardo su Alisa e alza le sopracciglia e si indica da sola con i pollici. Mr. TWD sorride alla sorella per poi scendere dal paletto ed abbracciarla nuovamente. Dopo che i due si staccano, Alisa va ad alzare il braccio del fratello mentre il pubblico di Philadelphia applaude ed esulta festante. Altri coriandoli continuano a piovere sul nuovo FWP World Wrestling Champion, e sulle immagini di Chris Drake che raggiunge un altro paletto e continua a festeggiare con il pubblico noi andiamo in pubblicità.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 25/03/2016, 21:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8563
Ladies and gentlemen, welcome back to Friday Night Indoor, live dal Wells Fargo Center di Philadelphia, Pennsylvania!

Immagine


Le immagini si spostano nel backstage dell’arena, più precisamente all’interno della House of Heroes, il locker room esclusivo che ospita di puntata in puntata gli eroi della Bruderschaft Der Krahe Incorporated.

Immagine


Non manca molto al loro ingresso sul ring per la nuova puntata di Sigfried Jaeger’s Achtung di stasera e come vediamo, tutti e quattro i wrestler tedeschi sono presenti all’interno dello spogliatoio ad attendere il momento di entrare in scena. Mentre Gunther “The Hound” Schmidt, seduto al tavolo armato di vocabolario d’inglese se ne sta intento a cercare di decifrare senza successo il fantomatico “Vangelo della Lvce” sottratto a Jove OM in serata, la Valkyria della TWC, Brunild Wagner, come sempre, se ne sta seduta sul divano, cuffie alle orecchie e occhi chiusi, in piena concentrazione.

ImmagineImmagine


“Superstar” Sigfried Jaeger, invece, è intento a riguardaree commentare alcuni highlight della serata, non troppo contento. Infine, “The Hunter” Christophorus Schmidt se ne sta in piedi in un angolo, scuro in volto, in silenzio tombale.

ImmagineImmagine


A un certo punto, Sigfried Jaeger spenge lo schermo e si alza in piedi, sfregandosi le mani.

SGF: Ragazzi, manca poco ad Achtung. Pronti a dare spettacolo come al solito? Finalmente faccia a faccia con Leon. Sono carico a pallettoni, cazo!

Il Best from the West si volta verso Brunild, che annuisce e si toglie le cuffie. Alle sue spalle però rimbomba la voce del Mastino.

GNT: Voi aspetta di me! Mastino in difficoltà di traduzionamento libro di Juve di M. Lingua Lvminosa nulla di chiarezza, ma scura e anticapibile! Das ist Scheiße!

The Hound getta via il vocabolario. Jaeger si avvicina e prende il misterioso libro appartenente agli Enlightened of Pro Wrestling, dandogli un’occhiata. Poi sospira.

SGF: Eccerto, Mastino. E’ scritto in esperanto! Ma chi diavolo usa ancora l’esperanto nel 2016. Bah!

Il Corvo butta il libro sul tavolo e si avvia verso la porta, seguito da un Gunther estremamente pensieroso, quando Christophorus Schmidt si piazza di fronte ai compagni, lo sguardo teso.

CS: Ragazzi, prima di uscire sappiate che io non prenderò parte all'Achtung.

Sigfried si pietrifica.

SGF: Scusa, Chris, che hai detto?

Il Mastino è senza parole. La Valkyria invece sospira, quasi aspettandosi quello che sta arrivando.

CS: Hai capito bene, Sig. Niente Achtung per me. Inoltre, e non è affatto facile da dire, ma da stasera ho intenzione di lasciare la BDK Inc.

SGF: C-come?... Perchè, Chris?

Il Berling Brawler alza una mano.

CS: Ho riflettuto a lungo in queste due settimane e penso che questa sia la decisione giusta da prendere, Sig.

Christophorus indica via via i tre.

CS: Mio cugino Gunther ha molte cose da fare, visto che è impegnato a prendere a calci nel culo dei coglioni mascherati. Idem Brunild, visto che è la campionessa femminile della WFSS e si trova circondata da avversarie fameliche. Mentre tu, Sig, con la vittoria della Chamber of Annihilation di due settimane fa, hai visto spalancarsi per te le porte del Main Event di War of Change, dove conquisterai con certezza il TWC World Heavyweight Championship contro Black.

L’Hunter si batte una mano al petto con amarezza.

CS: Io invece in questo momento non ho nulla. Nè le cinture di coppia, nè una grande chance titolata. E' tempo per me di ricominciare a costruire la mia legacy. Ma sento che devo farlo da solo, con le mie mani. E non in una stable, oppure in un tag team.

Sigfried alza un sopracciglio.

SGF: Ma Chris, e i nostri titoli di coppia? Se lasci BDK Inc. non potremmo più incassare il rematch che ci spetta di diritto contro Gates e Miller. Sarebbe come darla vinta a quei due bastardi. Non sono affatto degni di detenere le nostre cinture.

L’Hunter sospira.

CS: Mi spiace veramente per come è finita ad Alpha Horizon, ma non possiamo star qui a perdere ancora tempo con i No More Heroes. Tu, Sig hai la possibilità di diventare TWC World Heavyweight Champion e non puoi certo perdere nuovamente energie per tornare alla carica contro di loro. E’ vero, i titoli di coppia perderebbero il valore che noi abbiamo dato loro con sangue, sudore e fatica, ma rimanere intrappolati nella categoria Tag non aiuterà la nostra situazione. Piuttosto, che siano Gates e Miller e i Dawn of the Empire, oppure qualche altro tag team a prendersi le colpe del disinteresse generale per i titoli di coppia che sta già montando. Io invece devo dimostrare a tutti gli idioti, ma anche a me stesso, che non sono la tua ombra e che posso benissimo farcela da solo a sfondare qui in TWC. Se poi quelle cinture ti stanno tanto a cuore, Sig, un giorno, quando entrambi ne avremo voglia e l’intenzione, ce le riprenderemo. Solo che per ora vedo quel giorno molto lontano.

Mentre il Corvo sbuffa e inizia a camminare nervosamente avanti e indietro, per la prima volta Brunild si rivolge a Schmidt.

BND: Chris. Sei davvero sicuro della tua scelta?

CS: Sì. Lo sono, Brunild. Ci tengo però a dirvi che l'esperienza con voi nella BDK Inc. mi ha aiutato sia nella carriera, coi TWC World Tag team Titles vinti, che nella vita in generale, facendomi capire non tutti sono miei nemici in partenza e che Gerald e Ernst non sono le uniche persone di cui posso fidarmi e dire di stimare in questo mondo pieno di merda. Io però sono un lupo solitario per natura, e questo non potevo rimanere a strettissimo contatto con voi ancora molto.

Un preoccupato Gunther Schmidt, prova a dire qualcosa.

GNT: Tu no piace più di noi?

CS: Non è per questo, Gunther. Avrete certamente notato, e non solo tu Brunild, che da un mesetto circa tendo a perdere il controllo di me stesso. Se prima riuscivo a far uscire la rabbia solo a mio piacimento, ora non ci riesco. Mi sento pericoloso, non solo per i miei avversari, ma anche per i miei alleati. E’ come se avessi due persone dentro di me, una pacata come adesso, e un'altra sadica e violenta, pronta a uscire quando meno me l’aspetto. Piuttosto che rimanere nel gruppo e rischiare di creare problemi, rovinando quanto abbiamo costruito insieme finora, preferisco starmene da solo e riversare la mia rabbia solo contro i miei rivali.

Sigfried, Brunild e Gunther restano a lungo in silenzio. Poi il Corvo e la Valkyria si guardano, facendo un breve segno d’intesa.

SGF: D’accordo Chris. Se questa è l’unica scelta che hai e la strada che vuoi intraprendere, non ci opporremo. Né ce la prenderemo con te. Sei stato un elemento prezioso. Non è facile integrarsi in un gruppo di amici affiatato come il nostro, eppure tu ci hai provato nonostante il tuo carattere solitario. Hai preso la tua decisione. Noi tre l’accettiamo.

Brunild Wagner e Gunther Schmidt annuiscono all’unisono. Christophorus Schmidt accenna un sorriso.

CS: Sapevo mi avreste capito e vi ringrazio. Per me è arrivato il momento di ritornare sul cammino indicatomi dai miei allenatori, ovvero far diventare questa federazione come il riformatorio in cui sono stato segregato anni fa. Per intenderci, una vera bolgia per i miei avversari. Gerald e suo fratello Ernst mi hanno insegnato a vedere nei wrestler che mi si parano contro, quegli stessi ragazzi dei miei anni di riformatorio. A vedere nei miei avversari le persone che un tempo resero la mia vita un inferno. Facendo provare loro quello che ho provato io sulla mia stessa pelle.

Infine il Berlin Brawler si rivolge singolarmente a ognuno dei suoi ormai ex-compagni.

CS: Gunther, fidati di tuo cugino se ti dico che il libro rubato a Juve di M, come lo chiami tu, non servirà a nulla, visto che ti libererai facilmente di quella banda di coglioni patentati.

I due si danno una vigorosa stretta di mano.

CS: Brunild, tu invece continua a seguire la tua strada, continua spaccare il culo a tutte le ragazze che osano sfidarti, e continua a tenerti stretta quella cintura. E’ l'unica che ti dona.

Christophorus si avvicna alla Valkyria, che annuisce e decide di abbracciarlo. Infine, Christophorus va faccia a faccia con Sigfried.

CS: Quanto a te, Sigfried. Io confido nelle tue capacità, perciò fai quello che per ora non posso fare io con le miei mani, anche se vorrei dannatamente. Salva questo posto da Leon Black.

L’Hunter dà una pacca sulla spalla al Corvo, che annuisce impercettibilemente e ricambia. Dopo di che Schmidt va ad aprire la porta, ma prima di uscire si rivolge un’ultima volta ai membri della BDK Inc.

CS: Prima di uscire da questa stanza, sappiate che se un domani vi servisse una mano, io ci sono. Non sarò più un membro effettivo della BDK Inc., ma potete sempre considerarmi un affiliato esterno. Ci si vede in giro. Auf Wiedersehen...

Dopo di che, Christophorus esce dalla House of Heroes e si chiude la porta alle spalle. Il locker room resta in silenzio per molti secondi. Sigfried Jaeger guarda a lungo la porta, poi Brunild, poi Gunther. Infine, sbotta.

SGF: Questa non ci voleva proprio. Scheiße!

Eccolo andare a sedersi sul divano, scuro in volto. Brunild va a piazzarsi al suo fianco, mentre Gunther inizia a imprecare in tedesco. E con le immagini dei membri della BDK Inc. che iniziano una fittissima conversazione nella loro lingua madre su quanto appena avvenuto, il collegamento si interrompe. Pubblicità per noi. Non andate via!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 25/03/2016, 21:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8563
Signore e signori, bentornati a TWC Indoor War!

Immagine


Ennesimo collegamento con Kevin Manson, sul tetto dell'arena. Il Painmaker, sdraiato e con le braccia dietro alla nuca, sta guardando il cielo stellato.

KM: ...

???: Kevin Manson..

Il Painmaker si gira di scatto, colto di sorpresa.

Immagine


Un uomo mai visto prima osserva The Animal, che sostiene lo sguardo continuando a non spiccicare una parola.

KM: ...

L'uomo calvo sospira.

???: So cosa stai vivendo. So che non vuoi nè parlare nè ascoltare nessuno. Non voglio mancarti di rispetto, avrei evitato di venire qui a parlarti se non l'avessi ritenuto necessario. Se la cosa ti dà così fastidio, puoi dirmi di andarmene e lo farò.

KM: ...

Il Tear Suppressor ignora il suo interlocutore, si sdraia di nuovo e ricomincia la contemplazione del cielo. L'uomo misterioso gli si avvicina a passi lenti, rimanendo in piedi ed ignorando le stelle per concentrarsi sul wrestler TWC.

???: Come pensavo. E' da quando hai perso la Chamber of Annhilation che non spiccichi parola?

Ignorato.

???: Ok, facciamo che lo prenderò per un sì. Avevo intuito tu fossi, come dire, poco collaborativo, ma devo dire che la situazione è peggio del previsto. Dannazione, se non sono riusciti a farti parlare lo schiaffo di Edwards, gli insulti di Moon o la sfida di Jaeger, non so cosa potrebbe. Non di sicuro un vecchio tizio sconosciuto che ti sta parlando senza alcuna motivazione apparentemente sensata.

Kevin non bada alle parole dell'uomo, che incrocia le braccia.

???: Ti sei mai chiesto chi sia Kevin Manson?

KM: ...

Kevin aggrotta la fronte, continuando ad osservare il cielo.

???: Cioè, chi sia stato. Ho sentito che hai un vuoto di memoria enorme che comprende il periodo che va dalla tua nascita a praticamente il tuo debutto in TWC. La TWC ti ha dato un'entità, ma tu prima ne avevi un'altra. Forse è questo che ti manca, sai? Cioè, tutti lì dentro hanno una storia. Le storie ti fortificano. Sono maestre di vita. E mi piacerebbe che tu mi ascoltassi per un istante.

The Animal non reagisce.

???: Ok Kev, va bene. Stando alle stesse voci nominate prima, sai chi è che qui dentro pare avere una storia durissima alle spalle? Un tizio di nome Leon Black. Non so se lo conosci. Sai, è forte. Molto.

Kevin alza la testa, incrociando lo sguardo dell'uomo calvo.

???: Sai cosa ti manca, Kevin, per sconfiggerlo? La tua storia. Delle esperienze all'infuori di questo posto, perchè in questo momento tutte le tue esperienze sono fallimenti per avvicinarti a lui. Se tu riacquistassi coscienza del tuo passato, con la tua determinazione lo sconfiggeresti. Ne sono certo.

KM: ...

Manson abbassa lo sguardo.

???: Ok, lo so cosa stai pensando. E' tardi. Ormai non potrai più togliere quella cintura dalle mani di Leon Black, per contratto. Ma si sa, le regole sono fatte per essere distrutte. Se tu dimostrassi di essere cambiato in meglio, per un puro fattore economico, Virgil Brown sarà costretto a darti la tua opportunità. Ed a proposito di opportunità, mi pare che tu poco fa ne abbia ricevuta una da un insospettabile. Sta a te coglierla. Tra due settimane. O almeno, questo è quello che spero.

Kevin rimane con lo sguardo basso. L'uomo misterioso sospira, gli dà le spalle e si allontana.

???: Uh, Kev, un'ultima cosa: la chiave di tutte quelle domande sul tuo passato... Beh, sono io. Non pretendo che tu dia peso alle mie parole ora, non sei nelle condizioni adatte. Ti sto dando un'opportunità anch'io, ritieniti fortunato. Ci si vede. Presto.

L'uomo gira i tacchi e se ne va dall'arena. Kevin si rialza, osservandolo allontanarsi nel buio della notte.

KM: Chi sei...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 154 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 11  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it