Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 154 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11  Prossimo
  Stampa pagina

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 26/02/2016, 21:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Bentornati ad Indoor War!



Another Way To Die risuona prepotentemente nell'arena!! Questo vuol dire solo una cosa, Devil Antonius, il FWP World Wrestling Champion è qui!

Immagine


Sguardo serio per il Ring Man che, rispetto a due settimane fa, non perde molto tempo e si indirizza velocemente a bordo ring, ora va dalla postazione del timekeeper dove strappa un microfono dalle mani di Jessica Rose per poi entrare nel ring.

ANT: Due settimane fa, sono arrivato qui solo per voi, dandovi l'occasione di vedere all'opera un vero maestro di questo ring, un veterano di questa disciplina, un campione assoluto, come dimostra la cintura che porto sulla spalla.

Devil lucida la cintura con la mano.

ANT: Tuttavia, un insulso essere chiamato Lance Murdock, ha voluto rovinare tutto levando a voi la possibilità di vedere un match titolato, levando a voi l'onore di assistere alla prima edizione della Devil Antonius' Open Challenge. Ehi Lance, so che sei là dietro in questo momento, ma ti consiglio di rimanerci perchè non sono dell'umore giusto questa sera.

Fischi del pubblico.

ANT: Come mai direte voi? Beh vedete, settimana scorsa non è stata solo la serata in cui Lance Murdock ha osato interrompere il vostro salvatore, ma c'è stato pure un match tra Andy Moon e Chris Drake valevole per una shot al mio titolo. Punto primo, essendo io il campione mi spettava di diritto la possibilità di rifiutare una pagliacciata del genere. Punto secondo, il modo in cui Chris Drake ha ottenuto la vittoria è un qualcosa di ridicolo e offensivo per questa disciplina. Punto terzo, due settimane fa è tornata Samantha Hart.

Bordata di fischi del pubblico appena Antonius pronuncia il nome.

ANT: Lo so, sta sul cazzo a tutti noi e speravamo si fosse data al porno una volta per tutte, ma dobbiamo ancora vederla in uno show di wrestling. Insieme a lei, son tornati pure i Guardians of Truth al completo, o meglio, è stato così per qualche secondo, visto che poi Drake ha mostrato ancora di più la sua vigliaccheria non ringraziando coloro che gli hanno permesso di vincere quel match. Chris, non so se davvero tu pensi di avere delle speranze contro di me, ma levati subito quell'idea dalla testa perchè nessuno può mai avvicinarsi alla mia grandezza. Beacuse I'm Da Men!

Il Devil Criminal alza un braccio al cielo, continuando a ricevere una forte disapprovazione del pubblico.

ANT: Non è finita qui, ragazzi. Perchè durante Breaking Point, show di cui io sono il campione e la punta di diamante, i dimezzati Guardians of Truth hanno pensato bene di rovinare il mio main event interferendo in maniera vile alle mie spalle causando la squalifica e l'interruzione del match. Come se non bastasse, a fine match Samantha ha fatto il suo ritorno pure in FWP ed ha dichiarato di avere nel mirino il mio titolo.

Antonius diventa improvvisamente serio.

ANT: Se pensi davvero di potermi togliere di nuovo tutto ciò che mi appartiene, sbagli di grosso. Io non ho paura di te Samantha, non ho paura dei tuoi Guardians of Truth o di nessuno della tua stupida famiglia. Questo è ciò per cui ho sempre lottato nella mia vita e non sarà una troia come te a togliermelo.

Primi applausi del pubblico per il campione.

ANT: Perciò ho deciso una cosa.. Non ci sarà nessuna Devil Antonius' Open Challenge questa sera, bensì vedrete la prima e forse unica edizione della... DEVIL ANTONIUS' OPEN FIGHT! Coraggio Samantha, manda tutti gli uomini che riesci a trovare perchè ho voglia di lottare questa sera!

Devil butta il microfono a terra e si appoggia alle corde che danno verso la rampa in attesa di una risposta.



Attenzione! Risuona la theme di Franklin Dixon!

Immagine


Le luci si abbassano assumendo sfumature rosso fuoco mentre sul titantron compare l'immagine di una fenice infuocata. Ed ecco che The Phoenix fa la sua comparsa sullo stage andandosi a posizionare a testa bassa sotto un'occhio di bue con tonalità arancioni. The 161 alza la testa mostrando un sorriso compiaciuto e con uno sguardo di superiorità fissa il FWP World Wrestling Champion. La sua theme si interrompe ed ora Dixon si avvicina alla bocca il microfono che porta con se.

Dixon: Parole forti Antonius, parole di un uomo spaventato dai demoni del suo passato. Demoni che hanno una la forma di una ragazza, una bella quanto diabolica ragazza che nel corso della tua carriera ti ha consegnato le più cocenti sconfitte e le più amare delusioni che tu abbia mai provato. Vederla nuovamente in TWC due settimane fa e vederla dominarti la scorsa settimana in FWP ha inevitabilmente scatenato in te un senso di preservazione per il tuo più grande successo in carriera... Il FWP World Wrestling Championship.

Antonius stringe a se il titolo mentre Franklin sorride compiaciuto.

Dixon: Devo ammetterlo, la vostra rivalità è un qualcosa di davvero strabiliante che trascende le compagnie di wrestling in cui si è svolta. TWNA, FWP, TWC... Una storia infinita iniziata da quando lei divenne General Manager di Violence e tu, forse per invidia, hai iniziato ad attaccarla verbalmente per via della tua evidente e patetica misoginia. Nel corso degli anni non avete perso occasione per beccarvi ed insultarvi fino ad arrivare alla resa dei conti definitiva... Febbraio 2013, Time For Annihilation, Kid The Wizard e Randy Parks accompagnati da Samantha Hart contro Akuma "Pain" Fujihara e Devil Antonius in un Winner Takes All Match con in palio la proprietà della TWNA, l'esistenza delle due fazioni dominanti del periodo ovvero i Guardians Of The World ed i Criminals, ed infine il tuo possedimento più prezioso, il Criminals Championship!

The 161 sorride mentre Antonius lo fissa con sguardo duro.

Dixon: Inutile dire che il team vincitore fu quello di Samantha che in un colpo solo ti privò della tua cara alleanza di pezzenti ed il Criminals Championship. Ora, una persona intelligente avrebbe capito che non valeva la pena continuare a combattere contro un nemico insormontabile come Samantha Hart, ma tu non appena arrivato in FWP hai subito diffamato il nome della Goddess riaprendo una guerra che ormai sembrava conclusa. All'epoca eri uno che aveva tutto da vincere, ma ora Antonius sei uno che ha raggiunto l'apice della sua carriera ed ha tutto da perdere, e chi altri se non la donna che già una volta ti ha privato di tutto può ripetere la storia portandoti via il FWP World Wrestling Championship?

Antonius accenna un sorriso ironico e scuote la testa mentre Franklin alza un dito.

Dixon: Nonostante sono ben conscio di star parlando con una mente inferiore, so che hai capito che Samantha rappresenterà il wrestler che ti porterà via quel titolo, e quel wrestler ce l'hai davanti proprio in questo momento.

Il sorriso del campione si trasforma in una risata.

ANT: Seriamente? Il meglio che Samantha è riuscita a tirare fuori per stasera sei tu? Il suo grande piano per conquistare il FWP World Wrestling Champion è un wrestler che non ha mai ottenuto una singola vittoria importante, probabilmente il più aninomo di un gruppo che, esattamente come te, non ha mai lasciato un segno forte in tutti i mesi in cui scorazzava in giro.

Antonius applaude.

ANT: Pensavo che la tua Goddess si facesse vedere, in modo che tu evitassi di aprire bocca visto che è un brutto momento ogni volta che lo fai, per fortuna hai un buon senso di farlo raramente. In compenso puoi ancora rispondere alla Devil Antonius' Open Fight, che ne pensi?

Dixon: Come ho già detto le tue sono solo parole forti provenienti da un uomo spaventato. Riesco a leggertelo in faccia Antonius, tu hai paura di Samantha, tu hai paura di me, tu hai paura che il tuo più grande successo in carriera ti possa venir portato via da qualcuno che ha già dimostrato di poterti togliere tutto. I tuoi insulti e le tue diffamazioni mi rimbalzano, basta andare a vedere il mio debutto in TWC dove ho sconfitto Chris Drake, il primo a farlo per schienamento qui, per capire di cosa posso essere capace in un ring.

The 161 sorride.

Dixon: Riguardo la tua piccola Devil Antonius' Open Fight mi vedo costretto a rifiutare poiché se non c'è un premio od un motivo valido non ha senso combattere. La mia idea è un'altra... Alpha Horizon, Madison Square Garden, io e te al centro di quel ring con in palio il FWP World Wrestling Championship.

ANT: Che idea di merda.

Antonius si sistema la cintura sulla spalla.

ANT: Prima cosa, io sono il campione qui e sono io che decido dove, quando e con chi difendere la mia cintura. Sono già stato fregato con Chris Drake, ciò non succederà di nuovo. Seconda cosa, tu non sei championship material, andavi giusto bene per l'Open Fight che ti ho proposto, visto che la gente vuole solo vederti preso a calci nel culo, ma combattere per un titolo proprio non ti si addice.

L'ex membro dei Criminals scuote la testa.

ANT: Se non si è capito, la mia risposta è no. Perciò vedi di levarti di mezzo, prima che ti metta le mani addosso, mister 161.

The Phoenix sorride e scuote la testa.

Dixon: Ribadisco per la terza volta il concetto... Tu hai paura Antonius. Hai così paura che nemmeno ti stai rendendo conto che con la mano destra stai stringendo talmente forte il titolo che quasi stai affondando le unghie in esso. Inoltre se davvero mi reputi inadatto a competere per l'unico, vero, indiscusso titolo mondiale non dovresti avere problemi ad accettare la mia sfida, d'altronde mi sei superiore in tutto e per tutto no?

Il Ring Man si toglie la cintura dalla spalla e la poggia per terra.

ANT: Oh guarda, le mie unghie non si stanno più affossando nella cintura, perché allora non vieni a prendertela se è ciò che vuoi?

Antonius fa segno al rivale di farsi sotto, Dixon rimane però impassibile e allora il campione riprende a parlare.

ANT: Sicuro che sono io ad aver paura qui? A me invece sembra che tu non voglia uno scontro ad armi pari tra noi due, vedo infatti la tua sfida tra due settimane come un piano già ben architettato da Samantha e son sicuro che quel piano non prevede uno scontro senza interferenze tra me e te. La conoscono bene ormai, purtroppo.

Devil ora riprendere la cintura e la ripone nuovamente sulla sua spalla.

ANT: E questo ci porta alla motivazione dietro l mia scelta: voglio che il mio regno venga ricordato dalle generazioni future, voglio epici scontri tra grandi lottatori della FWP, tra gente che merita davvero una title shot e che può assicurare un grande match. Te non hai nessuna delle credenziali che un mio sfidante dovrebbe avere visto che non sei un grande lottatore della FWP, che non meriti una title shot e che non puoi assolutamente competere con me. Io lo faccio per loro, Dixon, loro non vogliono uno scontro a senso unico, vogliono una sana competizione, cosa che te non puoi assolutamente garantire.

Dixon: In sintesi... Hai paura di me!



Risuona la theme song di Rachel Fortuna accolta da una reazione mista.

Immagine


La Chairwoman della FWP compare sullo stage microfono alla mano, e va a posizionarsi ad un paio di metri di distanza da Dixon.

Rachel: E' chiaro come il sole che non troverete mai un punto di accordo. Alla luce di ciò bisognerà risolvere tutto nella maniera in cui si fa nel wrestling, ovvero nel ring! Perciò a Breaking Point Franklin Dixon affronterà nel main event Simon B. Se The Phoenix vincerà avrà dimostrato di essere in grado di offrire una sana competizione per un match titolato e per tanto otterrà una title shot per Alpha Horizon togliendola di fatto al suo avversario, mentre se sarà The Perfect One a vincere allora potrà scegliere quando ottenere il suo rematch contro Antonius e la stipulazione del suddetto rematch.

Buona reazione del pubblico all'annuncio di Rachel Fortuna.

Rachel: Buona Fortuna.

La ragazza sorride in maniera soddisfatta per poi tornarsene nel backstage. Intanto Antonius scuote la testa contrariato mentre Franklin sorride compiaciuto.

Dixon: Considerami già come tuo prossimo avversario Antonius. Ad Alpha Horizon io sarò campione del mondo, and that's the Truth!

La theme song dello Smartest Man On The Place risuona nell'arena mentre i due si scambiano sguardi di fuoco. E su queste immagini noi andiamo in pubblicità.

UP NEXT: BBB VS LANCE MURDOCK


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 21:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Al ritorno dallo stacco pubblicitario, troviamo Jessica Rose che regge un microfono al centro ring, pronta ad annunciarci qualcosa

JR: Ladies and Gentlemen, please welcome the special commentator for the next match: the TWC World Heavyweight Champion, Leooon Black!



Il campione dei pesi massimi TWC si presenta sullo stage con la cintura in spalla, giacca-pantaloni grigio, camicia bianca: completo particolarmente sobrio per lui adesso, che saluta i fan e si siede accanto a Price e Campbell.

JP: Salve Leonard. È sempre un piacere averti fra noi.

LB: Salve Jacob. Piacere mi. E salve Michael.

MC: Dicci Leonard. Cosa ti aspetti da questo match?

LB: Di divertirmi.

Immagine


La chiacchierata fra i tre si interrompe quando Dies Irae parte, reclamando il boato del pubblico.



JR: The following contest is scheduled for one fall! Introducing first: from Hell’s Kitchen, New York, weighting one hundred and ninety-eight pounds… He is the DaaaareDevil: Lance Murdock!

Immagine


The Savior si incammina trionfalmente sulla rampa, dispensando strette di mani al pubblico, e una volta salito sul ring, lancia via il mantello, raccolto da un bambino in prima fila. Il Savior sale su di un paletto e guarda Leon Black, rendendo omaggio con un cenno del capo.

JP: Rimane ancora del rispetto fra voi.

LB: Già.



JR: And his opponent: from South Park, Colorado, weighting one hundred and ninety-seven pounds… He is Triple B: Big-Black-Boom!

Immagine


Il mascherato esce dallo stage con il solito asciugamano avvolto portato sul collo, tra i soliti fischi del pubblico, con la sua solita aplomb nel raggiungere il quadrato. La musica si ferma quando, una volta sul ring, poggia l’asciugamano sotto un turnbuckle e si sfila la maglietta, lasciandola cadere appena oltre l’apron. Sguardo fisso sul suo avversario, l’arbitro decide che è tutto pronto: si cominica.

SINGLES MATCH
LANCE MURDOCK vs BIG BLACK BOOM


I due si incontrano in una fase di clinch che il mascherato tramuta in una presa alla vita sgusciandogli dietro le spalle. Lo manda addosso alle corde per poi gettarsi indietro in un roll-up ma Murdock rimane aggrappato alle corde e BBB viene sbalzato. Gli corre immediatamente addosso ma viene freddato da un calcio all'addome. Murdock si da lo slancio e salta sulla seconda corda gettandosi in volo per uno Springboard Devilsault, va però a vuoto dato che BBB si abbassa evitando il colpo e non appena il diavolo atterra sui suoi piedi lo fredda con un Roundhouse Kick!

Immagine


LB: Buona manovra. Riuscire a neutralizzare gli attacchi aerei di Murdock è fondamentale.

JP: È un vantaggio notevole, in effetti.

MC: Ed è sufficiente?

LB: No.

Murdock crolla a terra e BBB va per lo schienamento: 1,2, no! Lance alza la spalla. L'ex 15 champion ora lo tiene a terra chiudendolo in una headlock. Stringe la morsa mentre Murdock lentamente si porta sulle ginocchia e poi in piedi. Si sposta all'indietro per andare contro le corde e sfrutta il rebound per liberarsi della presa. BBB rimbalza di nuovo contro le corde e tornato a centro ring il Preacher lo scavalca con una cavallina e BBB va di nuovo verso le corde. Lance si getta per stenderlo con un dropkick ma il Perfidy in a mask gli afferra una gamba e gliela torce con un dragonscrew

Immagine


JP: Posso dire che adoro il Dragonscrew?

LB: È un ottima manovra. Colpisce sia le gambe che il collo.

MC: Il collo?

LB: Per il colpo di frusta.

Murdock ruzzola a terra tenendosi la gamba ma il mascherato gliela afferra alzandola in aria e sbattendola al tappeto. Ancora. E ancora. Murdock si rialza su una gamba sola con l'aiuto delle corde poggiandosi all'angolo ma l'avversario gli corre contro con uno splash. No, Murdock tira su le ginocchia ma BBB le afferra e le sbatte contro l'angolo. Il diavolo finisce in una posizione scomoda a cavallo delle corde e viene travolto da una violenta doppia ginocchiata di Boom che lo manda a terra

Immagine


Boom lo trascina a centro ring e gli afferra di nuovo la gamba, la torce per una figura a 4 ma Murdock lo tira giù in un cradle pin: 1, 2, no! BBB ribalta: 1, 2, ora chiude la manovra ed intrappola Murdock a terra. Murdock urla dal dolore mentre BBB continua a rifilare pugni sulla gamba presa di mira. Si sposta con il busto ed i gomiti all'indietro a fatica, è ad un passo dalle corde e... le raggiunge! L'arbitro inizia a contare mentre BBB si rifiuta di mollare la presa. Arrivato al 4 si stacca ma si rifa sotto immediatamente. Solleva Murdock per le gambe mentre si regge alle corde con le mani per sbatterlo a terra ma il Daredevil riesce a rifilargli un calcio e sfruttare la spinta per proiettarsi sull'apron. Stringe i denti e schizza in volo ma viene abbrancato sulle spalle dall'ex 15 Champion che lo schianta sul suo ginocchio per un backbreaker e poi infilarlo in una Single leg Boston Crab!

Immagine


LB: Single Leg Boston Crab. Ottima idea.

MC: Da scacchista.

LB: Non è così particolare Michael.

JP: Prova a fare l'esperto.

La presa di sottomissione dura qualche secondo, nel quale BBB torce anche la caviglia del DD. Lance riesce a sollevarsi facendo leva sugli avambracci, raggiungendo in uno slancio le corde. Altro conteggio, altri quattro secondi prima che Boom lasci la presa, ma solo per trascinarlo di nuovo al centro del ring, dove Lance fa un giro su se stesso al tappeto e con un colpo di reni allontana l’avversario. Murdock fa fatica ad alzarsi, è costretto ad appoggiare una mano sulla gamba sinistra, quella ripetutamente colpita da BBB, ma il processo del Savior è lento, tale da consentire a Triple B di continuare la sua offensiva a suon di calcioni all’arto infortunato. Lance si rifugia all’angolo, BBB lo aggredisce con pugni e colpi di gomito. DareDevil sembra in completa balia del suo avversario, che un’irish whip lo lancia all’angolo opposto del ring e si prepara ad uno splash… Evitato da Murdock! Running Bulldog di rimbalzo da parte di DD, che con l’avversario a terra si lancia ancora alle corde e lo colpisce con una gomitata da tergo! Murdock prova il pin: uno, no! Solo uno, Lance si rialza faticando ad appoggiare la gamba, rialza BBB che da inginocchiato rifila una gomitata al ginocchio di Murdock! Si rialza in fretta: Big Black Stunner!

Immagine


Il mascherato si prende qualche secondo per rifiatare, poi ritorna a riempire di stomp la gamba di Murdock. Triple B prova ad afferrare la gamba, ma Lance riesce a rotolare fino a poggiare la schiena sulle corde, permettendo all’arbitro di fermare l’attacco del suo avversario. Si rialza con l’aiuto delle stesse, sempre zoppicando, Boom si lamenta con l’arbitro per averlo fermato. Quando vede Lance sulle sue gambe, Boom lascia perdere il ref e si fionda verso il suo avversario, ricevendo un pugno in faccia di tutta risposta. Murdock prova anche qualche calcio con la gamba destra, almeno finché questa non viene fermata da BBB che con un calcione colpisce ancora la gamba sinistra! Lance grida dal dolore… Ma con un grande cuore la usa per colpirlo in pieno volto con uno spettacolare enzeguri!

Immagine


JP: Questo è un gran calcio.

LB: Che però ha un prezzo.

MC: Rischia di non capitalizzare?

LB: Esatto. Bravo Michael, stiamo migliorando.

Tremendo colpo al viso per Big Black Boom, dal replay si vede l’impatto, ma Lance non può sfruttare il momento visto che anche lui è a terra dolorante. Passano i secondi, sei per l’esattezza, dato che l’arbitro sta contando entrambi i contendenti a terra, fino a quando il DareDevil non riesce a poggiare prima un ginocchio, poi un piede a terra, fermando il conteggio del ref quando anche l’altro piede tocca il tappeto. Boom invece è più lento a rimettersi in piedi, Murdock lo afferra dalla maschera… Ma viene catapultato in una culla: uno, due, no! Poco al tre, ma Lance si libera! Boom però non lo libera, si gira e lo intrappola in una Calf Killer! Calf Killer, la mossa che ha messo KO Kevin Manson!

Immagine


Lance resiste nel dolore, le sue urla echeggiano per tutta l’arena! Ma mentre i secondi passano, sembrano mancargli le forze, i secondi diventano minuti e Murdock china piano piano la testa verso il tappeto, non si muove più! BBB non molla la presa, e anzi chiede al ref di avvicinarsi al suo avversario.

Spoiler:
L’invito è subito accolto: l’arbitro alza il braccio la prima volta, cade. Seconda volta, il braccio cade di nuovo. Terza, ultima volta... IL BRACCIO RIMANE SU! IL BRACCIO RIMANE SU! Lance Murdock non cede, Boom si lamenta! L’arbitro viene praticamente chiuso ad un angolo per un minuto, nel quale gesticola verso un sempre più contrariato Big Black Boom, che si sentiva ormai sicuro della vittoria.. .E che invece viene attaccato alle spalle da Murdock!

Immagine


Spettacolare Reverse DevilRana, con le poche forze rimastagli! Il pubblico esulta, il Savior lo incita, e poi colpisce il suo avversario con una combo: Poison of the Devil…

Immagine


…e Eyes Wide Shut!

Immagine


JP: Siamo vicini alla fine.

LB: Sicuramente. Un Superkick con la gamba dolorante potrebbe essere più costoso di tutto il resto del match messo assieme.

Incredibile reazione di Murdock! Il DareDevil si lascia cadere su Boom: uno, due, TRE! ANZI, NO! L’arbitro alza solo due dita, fra lo stupore generale! I cori sono tutti per Lance, tutti battono le mani a ritmo… E lui indica l’angolo! Il pubblico esplode in un tripudio di felicità! Ultima chiamata per Triple B: Lance Murdock vuole finire il match con il suo Excelsior! Il dolore alla gamba si fa sentire, ma BBB è steso a terra e DD ha tutto il tempo per dirigersi verso l’angolo e arrampicarsi, passando per l’apron. Lance fa fatica a tirare su la gamba destra facendo leva sulla sinistra, già poggiata sulla prima corda, più facile scalare la seconda, stesso problema sulla terza corda. Il savior si tocca la coscia e prova ad aiutarsi poggiando le mani sull’arto, staccandole quindi dalle corde… Ed è qui che BBB lo attacca! Il mascherato si rialza e si fionda velocemente verso Murdock colpendogli la gamba sinistra con brutto colpo, anche a causa del turnbuckle in mezzo alle gambe! Due testate da parte del perfidy in a mask, poi sale sulla terza corda anche lui… Super Arm Drag di Big Black Boom! Lance è a terra, al centro del ring, BBB è in piedi…

ImmagineImmagineImmagine


Uno, due, TRE BOOMSAULT DI FILA! COME CONTRO MANSON! Dopo il terzo Boom fa un occhiolino alla telecamera e uncina la gamba del suo avversario: uno, due, TRE!

JR: Here’s your winner… BIIIIIG BLAAAACK BOOOOOOM!

LB: Come immaginavo.

Nell’arena risuona subito Prancer, il referee alza il braccio al lottatore mascherato in segno di vittoria. I fischi del pubblico sono assordanti, Triple B ha messo segno l’ennesima vittoria importante. Uno sguardo fugace tra lui e Black, che si è alzato in piedi e sta applaudendo, un sorriso sulle labbra di Boom. Il perfidy in a mask si incammina nel backstage e noi su questa immagine andiamo in pubblicità


STILL TO COME: BLACK VS GATES


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 21:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Immagine

Al termine di una sosta pubblicitaria, eccoci di nuovo LIVE dal Manhattan Center di New York City, New York, dove si sta svolgendo il venticinquesimo episodio di Friday Night Indoor War, l'ultimo prima di Alpha Horizon, il primo special event della TWC del 2016. Le immagini ci conducono dietro le quinte, dove troviamo una raggiante Ally Sullivan, che, armata di microfono, è pronta per una nuova intervista.

AS: Signore e signori, ecco a voi i miei ospiti, Gary Smith e Gus Anderson!

ImmagineImmagine

Ed ecco che, alla sinistra della Sullivan, fanno la loro comparsa Gary Smith e Gus Anderson, entrambi scuri in volto.

AS: Smith, Anderson, stanotte avete debuttato in TWC, confrontandovi coi primi sfidanti ai titoli di coppia del mondo, i "Dawn of the Empire": quali sono le vostre sensazioni dopo quanto successo? Ci saranno delle conseguenze?

Gus Anderson ha il capo chino, respira profondamente, al suo fianco Smith rimane in silenzio, serioso, poi decide di prendere la parola, rispondendo alle domande postegli dall'intervistatrice.

GS: Ci saranno delle conseguenze? Ovvio, bella mia! Anzi, avverti pure il tuo amico e il suo compare spennato, perché né io né di sicuro il mio cliente, "The Great" Gus Anderson, dimenticheremo gli spiacevolissimi fatti di questa nottataccia, nossignore, no! Vedi, cara, noi non siamo fenomeni da baraccone come quei clown mascherati e non siamo nemmeno due tizi anonimi messi sotto contratto tanto per fare numero, nossignore; noi siamo una nuova forza e sappiamo cosa state pensando adesso, per il momento possiamo solamente dirvi che presto capirete tutto, sissignore: conosco bene la storia di Gus, ho visto che cosa è in grado di fare e voi non potete giudicarlo per quello che è successo, perché sapete cosa è successo là fuori, poco fa? Due si sono coalizzati contro uno solo, è così! Al contrario di loro due, che, dopo aver promesso mari e monti, dopo aver fatto proclami, non hanno ancora ottenuto niente, noi rimarremo ben saldi al terreno e, passo dopo passo, ci prenderemo tutto, con calma: la prima missione sarà sconfiggere, spodestare i "Dawn of the Empire", sissignore!

AS: Dopo quel che è successo stanotte, siete perciò rimasti offesi? Del resto era vostra intenzione collaborare con Fred e Morgan...

Gus Anderson si agita, sbuffa...

GS: No, no, aspetta, cara; so che al solo suono del nome di quella zucca pelata ti ecciti, però raccontiamo le cose come stanno: né io né di certo il mio cliente abbiamo detto di voler collaborare coi "Dawn of the Empire"...

Ally Sullivan prova ad intervenire...

GS: Mai, nossignore! Ora, fra due settimane, a "Alpha Horizon", Fred e Morgan saranno impegnati nel match della vita; io e il mio amico ci gusteremo l'incontro da casa, comodi, facendo un tifo da stadio per i due, ovvio, ma dopo, comunque vada al Garden, i "Dawn of the Empire" dovranno vedersela con me e con Gus, chiaro?!

Gary Smith fissa intensamente Ally Sullivan.

GS: Sulla via del loro insuccesso, Fred e Morgan si sono fatti molti nemici, alcuni alquanto potenti; stanotte a quella lista si sono aggiunti altri due nomi e saranno questi due nomi che saranno fatali per loro, non la BDK, non i "No More Heroes", né nessun altro, nossignore. E adesso Gus ed io ce ne andiamo, permetti, cara?

Gary Smith, dopo aver minacciato la Sullivan con lo sguardo, si volta di scatto e si allontana, seguito da Gus Anderson, che, prima di andarsene, squadra anch'esso la giovane intervistatrice.

UP NEXT: ANDY MOON IN THE RING


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 22:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Torniamo dalla pubblicità, ecco che risuona New Dawn Fades, la theme di Andy Moon!



Immagine


Ecco che il ragazzo appare incappucciato e solo sullo stage, accolto positivamente dal pubblico. Il giovane è reduce da una vittoria contro The Turtle Maivia. Arrivato sul quadrato, Andy domanda un microfono, che gli viene consegnato dopo qualche secondo. Moon si guarda intorno prima di parlare.

AM: Di nuovo qui.

Andy annuisce.

AM: Di nuovo qui, alle porte di un match che potrebbe cambiarmi la carriera. E ancora una volta sento quel piccolo solletico di chi non ha voglia di aspettare. Non è ansia, è voglia di competizione.

Il nativo di Savannah sorride appena.

AM: E adesso sono sicuro che io sono diverso. Che forse ho qualcosa che non va. Fra due settimane, da sopra la mia testa verrà calata una gabbia di sedici tonnellate, formata da due migliaia di catene, creata appositamente per arrecare dolore a chi vi entra dentro. E nonostante questo, io non ho paura. Anzi, non vedo l'ora di poterci metter piede. È come una voce nella mia testa che ripete "combatti, combatti, combatti, combatti". Mi guardo intorno e noto che non tutti ce l'hanno. Sono differente.

Applausi per l'Infinite Kid.

AM: Aspettate ad applaudire, non ho finito. Sono differente. Non mi hanno mai favorito in niente. Mai stato il bambino più brillante in classe, mai stato l'adolescente modello dopo. Al liceo l'idea di trovarmi a fare un lavoro comune, diventare l'ennesimo impiegato con la solita giacca e cravatta che hanno tutti, mi ossessionava. Anche il solo pensare di appartenere ad una norma mi faceva ribollire, non lo sopportavo. Non lo sopporto nemmeno ora. Viviamo in un mondo di merda, dove stai sotto al boss più incapace di te per via di tecnicismi, ma rimani zitto. Non io. Viviamo in un mondo di merda, dove per andare in alto devi sacrificare te stesso, e rimani zitto. Non io, non il mio stile, non la mia vita. Quindi quando ho deciso di fare il wrestler, senza nemmeno capirlo mi sono imposto due regole.

Moon chiude la mano libera a pugno e alza l'indice. Il ragazzo parla con determinazione e forza.

AM: Prima regola: mai, mai stare zitto. E non importa quanto il Sigfried di turno mi dirà che sono un ragazzino, non me ne frega un cazzo di quanto il Drake di turno imposterà le sue uniche offensive sulla sua data di nascita. Sarò sempre fiero di quello che sono e no, non starò zitto, e no, non saranno loro a chiudermi la bocca con la forza.

Boato dalla folla. Andy alza anche il medio.

AM: Regola numero due: carica avanti. Me ne accorgo solo ora ma è sempre stato il mio mantra. Vai avanti, niente paura, non ti fermare, non ti fermare, non ti fermare. Ci sono due, quattro, dieci persone sul ring, chi se ne frega?! Buttati nella mischia, imponiti, fatti vedere. Ti spezzano un braccio, chi se ne frega, ne hai un altro, ti tirano una gomitata in faccia, rialzati, picchia finchè puoi. Niente paura e carica avanti. Due settimane fa mi sono ritrovato davanti tutti i Guardians Of The Truth insieme, mi hanno pestato. Avete visto tutti la mia schiena battere al suolo con una potenza stratosferica, ma comunque oggi sono qui da solo a dire queste cose, e oggi da solo ho battuto Maivia respingendo Dixon. Prevedi l'imprevedibile, occhi anche dietro la testa e vai avanti. Fra due settimane, stessa cosa. Entra, distruggi, esci. E non ci sarà un Sigfried, non ci sarà un Drake, non ci sarà uno Schmidt, non ci sarà un Manson e non ci sarà un Miller che potrà fermarmi!

Andy stringe i denti mentre il pubblico esplode in un secondo boato più forte.

AM: Andrò a War Of Change e farò quello che nessuno è ancora riuscito a fare. Sarò io a battere Leon Black e a diventare TWC World Heavyweight Champion. La Chamber decreterà che sono pronto, perchè quandò sarò li dentro, nella gabbia del demonio, mi prenderò gioco della morte. E saprò di essere diventato forte quanto, se non più forte della morte stessa. Leon Black. L'uomo che nessuno riesce a battere. Ho tantissimo rispetto per lui, ma non mi fermerà. Il nostro match dell'anno scorso non è mai finito, e Leon Black non mi ha mai sconfitto. E vi posso giurare che il 3 Giugno 2016, il mio match contro Leon Black non finirà come quello con Fred, non finirà come quello con Murdock, Manson ed Edwards, e nemmeno come quello con BBB fra due domeniche. E quando davanti a più di settantatremila persone, in mezzo a coriandoli e pyros, alzerò al cielo il TWC World Heavyweight Title, allora la gente saprà che The Prodigy non è mai stato solo un soprannome.

Andy sospira in mezzo agli applausi.

AM: Torniamo al presente ora. Prima che io chiami fuori Samantha Hart, ho ancora qualcosa da dire. E riguarda voi. Sì, voi che mi state applaudendo in questo momento. Voglio ringraziarvi.

Altri applausi.

AM: Voglio ringraziarvi perchè per tutto il mio periodo qui in TWC ho dichiarato di voler essere il vostro eroe, ma da quando sono tornato a dicembre questa cosa si è un po' persa. C'è gente che ha dubitato della bontà delle mie azioni. Ma per tutti gli altri, grazie. Grazie per aver creduto in me. Grazie, mi date forza ogni volta che fate sentire la vostra voce. Succeda quel che succeda, so che per voi ad Alpha Horizon sarò ancora un eroe. E questo mi spinge ancora di più ad andare avanti. Ora, passiamo alla parte fastidiosa. È comunque business...

Moon si gira verso lo stage e si appoggia con gli avambracci alle corde.

AM: Saaaaaaaaaaaaamyyy? Draaaaaaakee? Uscite a giocare con me?

Passano alcuni secondi ma di Samantha non c'è alcuna traccia. Andy si stacca dalle corde e mostra un sorriso ironico mentre l'inquadratura si riporta sullo stage dove non compare ancora nessuno. The Prodigy scuote la testa e si avvicina il microfono alla bocca...



Ed ecco che la theme song di Samantha Hart risuona nell'arena venendo accolta da copiosi fischi da parte del pubblico.

Immagine


La Hart Princess compare finalmente sullo stage con il suo classico sorrisetto in viso ed un microfono in mano. La ragazza osserva il pubblico del Manhattan Center per poi puntare lo sguardo su Andy Moon. La sua theme si interrompe e Samantha prende la parola.

Samantha: Ladies and gentleman, my name is Samantha Hart and I am the most important man of my family!

Fischi copiosi da parte del pubblico.

Samantha: Andy Moon. Andy "Stupid" Moon. Andy "Faggot" Moon. Eh eh eh...

Altri fischi piovono su Samantha che sorride in maniera beffarda verso Andy.

Samantha: E' incredibile la quantità di cazzate che sei riuscito a dire questa sera, cazzo Andy penso proprio che hai appena settato un nuovo Guinness World Record! Sono talmente tante che non so nemmeno da dove iniziare, perciò direi di passare oltre ed arrivare all'argomento principale... Io e te!

La ragazza sorride ancora mentre Andy annuisce.

Samantha: Dopo l'esilio forzato di Night Of Samy, tu sei tornato in TWC due mesi fa ormai, e te la sei andata a prendere con quell'altro demente spara cazzate di Chris Drake pensando che lui fosse ancora alleato con me. Bravo Andy, ti sei andato a mettere contro uno che non solo non c'entrava più nulla con me, ma che ti ha anche umiliato su quel ring due settimane fa strappandoti la possibilità di divenire primo sfidante al FWP World Wrestling Championship! Insomma come al solito Andy Moon ha fallito l'occasione di una vita, ma alla fine a lui cosa gli importa? Ha ottenuto ciò che voleva, Samantha Hart è tornata e lui può finalmente vendicarsi. Giusto?

The Tiger prende una piccola pausa.

Samantha: Sbagliato! Tu non sai nemmeno in che guaio ti sei cacciato. Tu hai deciso di sfidare la persona più pericolosa qui dentro, e adesso ne pagherai le conseguenze! Prima parlavi della Chamber Of Annihilation e di come la vincerai per andare nel main event di War Of Change... Mmh, interessante, ma non vorrei che dopo l'eliminazione di Chris Drake e conseguente apertura della porta della struttura, Dixon e Maivia possano entrare nella gabbia, pestarti come il cane che sei per poi lasciare la tua carcassa in balia dei veri eroi di questa compagnia, Sigfried Jaeger e Christophorus Schmidt!

Andy scuote la testa e tenta di rispondere, venendo bloccato da Samantha.

Samantha: Zitto merda! The Goddess non ha ancora finito di parlare!

Una salva di fischi impressionante piove su Samantha.

Samantha: Inoltre le tue azioni si rifletteranno anche sulle due troie che ti porti dietro, poiché il muso giallo dopo una vita di sacrifici si vedrà sconfitta, umiliata e pestata dalla più grande lottatrice di questa compagnia che dopo aver aperto l'albo d'oro del FWP World Women's Championship, aprirà anche quello del TWC Women's Championship divenendo la vera e principale main eventer di War Of Change! Poi toccherà anche alla bambina sorella del perdente, che magari potrebbe vedere sfumare le sue possibilità di vittoria per via di un'intereferenza contro quell'altra strappa filetti di Elektra Kellis!

I fischi continuano imperterriti.

Samantha: Morale della favola Andy, come vada vada I always win!

Andy sorride.

AM: Scusami un attimo...

Andy si volta verso la folla e platealmente escalama:

AM: Cazzomerdafigaculotette!

Moon si gira di nuovo verso la Hart.

AM: Bene, ora ho abbassato abbastanza il mio vocabolario da essere comprensibile anche alle cocainomani iscritte a tumblr come te. Passiamo al dunque, ti va? Voglio chiarire fin da subito una cosa: non me ne frega più niente se Drake è il tuo schiavetto sessuale o se adesso vi friendzonate a vicenda, e lo sai perchè? Perchè mi state sul cazzo, tutti e due.

Applausi per Andy.

AM: Ho due teorie su quel che è successo due settimane fa. La prima, e la più divertente, è che tu sia tornata, convinta che Chris sarebbe stato il tuo campione di carta, e invece quest'ultimo ti ha dato un bel due di picche e si è fottuto la shot al titolino che avete in FWP. Samy vince sempre, right?

L'Infinite Kid ghigna in faccia a Samantha che lo guarda stizzita.

AM: La seconda teoria è ben più interessante. E cioè, che sotto la FWP c'è qualcosa che puzza. Non è strano te e i tuoi primati che chiami wrestler siate sempre in orbita titoli, solo e soltato in quella federazione? Posso vedere benissimo la recita: fate finta di avere tutti questi conflitti, poi interferirai di nuovo nel suo match per l'FWP World Heavyweight Championship e puf! Di nuovo scopamici come prima! Dimmi, non sarebbe coerente con tutte le vostre azioni passate e presenti?

Lo Skull Kid fa spallucce.

AM: Ma prima che tu mi risponda, lasciami dire che non mi frega niente nemmeno di quello. Non ci tengo a vincere un titolo di plastica con il "World" scritto a pennarello sopra. Tenetevelo pure. Passiamo alle parti interessanti: Samy vince sempre, giusto? Sbagliato! Prego, manda pure Minus 161 e Tartaruga dentro la Chamber. Spoiler: ne usciranno esattamente come ne sono usciti stasera: MORTI!

Boato d'approvazione.

AM: Per quanto riguarda Haibara...

Andy scoppia di una fragorosa risata.

AM: ... Scusami, ma non hai nemmeno idea di in che cazzo di guaio tu ti sia infilata, "divinità". Chiedi alla tua tirapiedi, Luisa, cosa significa combattere con Ayumi Haibara. Posso giurare che io ed Alice teniamo un certo livello di moderatezza nei match, invece Yumi no. Quando sarai sola sul ring contro di lei, perderai la voglia di scherzare. C'è un Sakakibara Treatment già pronto per te. Non parlerò invece per Alice, scommetto che quando avrà voglia di uscire a giocare lo farà da sola.

Andy scuote la testa.

AM: Allora, pensi ancora che Samantha vinca sempre? Se sì, mi dispiace, ma fra due settimane io e le mie Hunters ti daremo una iniezione letale di realtà, proprio come tu hai fatto con me a Settembre. Così potremo finalmente dirci pari. Non è magnifico? Te l'ho detto la sera in cui sono tornato... I'm your own best friend, and your own. Worst. Nightmare.

Applausi per il ragazzo di Savannah mentre Samantha si mette una mano in faccia e scuote la testa.

Samantha: Come direbbe Aureos: ma porco Io, certo che sei davvero un coglione!

Fischi per Samantha che osserva con sguardo serio Andy.

Samantha: Io sapevo che tu eri un coglione, anzi un gran coglione, ma non pensavo che fosse umanamente possibile arrivare a questi livelli! Cioè sei partito con una battutina alla Leon Black giusto per fare lo splendido proprio come quel demente, poi continui a nominare Drake che per quanto mi stia sul cazzo ti ha comunque umiliato togliendoti una title shot ad un "titolino" che se avessi avuto tu la shot sarebbe The Greatest Championship Of All Time! In mezzo ci hai buttato teorie complottiste varie sulla FWP, roba che dovrei chiamarti Andy Kadmon, condendo il tutto con proclami insulsi su cosa farai ai miei Monsters e su cosa faranno quelle due succhia cazzi delle tue amiche a me.

La Hart Princess alza un dito per poi far segno di "no".

Samantha: Non ci siamo Kadmon, non ci siamo per niente. Ma hai almeno capito con chi cazzo stai parlando?! Pensi davvero che paroline buttate all'aria possano intimorire me, Samantha Hart?! Io ho visto cose ed ho affrontato demoni che tu non puoi nemmeno immaginare! Io sono scesa all'inferno e ne sono uscita ancora più forte, io ho dominato in lungo ed in largo ovunque sia stata, quindi se vuoi impressionarmi devi fare molto, ma molto meglio rispetto ad ora.

Andy, che ha sorriso per quasi tutto il tempo, scuote la testa e si fa serio.

AM: Pensi davvero di impressionarmi con un po' di trash talk? Non sei riuscita a contrastare nemmeno uno dei fatti che ho portato in gioco, come per esempio il fatto che abbia già battuto i tuoi "Mostri". Pensavo di trovarmi qualcuno con cui parlare fosse almeno divertente, ma starò al tuo gioco, Samantha Hart, oh si! Ladies and gentlemen, The Hart Princess! The Tiger! The Hartcker! The Motherfuckin' Princess! The Baddest Bitch In Town! Oh certo, so chi sei, Samantha Hart! Manager di Kid The Wizard e successivamente GM di Violence in TWNA, la mente dietro l'unico match di relativo conto nell'intera carriera di Bosiko a WrestleMania IV, la arrampicatrice sociale della TWC, la prima campionessa femminile del mondo FWP... e che cosa ne rimane? Una bimba piagnucolosa, che ha venticinque anni ha meno dignità di quanta ne avessi io a quindici. E ti proclami comunque come una che è "stata all'inferno". Certo, Samantha. Lascia che ti dica un po' cosa sei veramente: una viziata, spocchiosa bambina che nasconde la sua insicurezza dietro valanghe di parolacce di cui sa a stento il significato. E news flash, se non te ne fossi accorta in tutti questi anni di declamati abusi, il wrestling non è posto per le persone come te. Tu sei un cancro.

Alla parola "cancro" partono altri applausi. Moon indica Samantha con l'indice.

AM: Ma non preoccuparti. Fra due settimane non ci sarà più nessun cancro in TWC. Ad Alpha Horizon, Samantha Hart e i suoi "mostri", Chris Drake compreso, sono finiti. Per sempre.

The Goddess assume un'espressione corrucciata ed ora senza replicare si toglie la felpa. Fatto ciò si incammina verso il ring a passo deciso mentre Andy sorride compiaciuto verso di lei. Una volta ai piedi del quadrato vi scivola dentro passando sotto l'ultima corda ed a passo svelto va a muso duro con Andy Moon ponendosi a pochi millimetri da lui e scatenando una reazione sorpresa da parte del pubblico. I due si scambiano sguardi di fuoco, ed ora Samantha si avvicina lentamente il microfono alla bocca non allontanandosi minimamente da Andy tuttavia.

Samantha: Andy Moon... Pensi davvero di poterti rivolgere così a me?! Ma sai almeno con chi stai parlando?! Sai effettivamente cosa ho dovuto passare nella mia vita?! Sai perché sono diventata così stronza?! Penso proprio di no. Tu, così come la maggior parte delle persone che si permettono di giudicarmi, non sai un cazzo di chi sono, di cosa voglio e del perché agisco in un determinato modo. Perciò dal momento che ti sei permesso di giudicarmi direi che le chiacchiere sono finite...

Detto ciò Samantha spintona fortemente Andy facendolo arretrare di un passo. Il pubblico emette un boato di sgomento mentre la ragazza, per nulla intimorita, fissa con sguardo di sfida il rivale. Moon sorride, e fa segno di no con l'indice.

AM: Mi dispiace, cucciola, ma non alzo le mani sulle donne, a meno che non si tratti di un regolare match.

Andy si infila la mano libera in tasca.

AM: Ehi, su una cosa hai ragione, non lo so perchè sei diventata così stronza, e francamente non me ne frega un cazzo. Però so perchè IO sono diventato così stronzo, e quella ragione sei TU. E non fraintendermi, i mesi che ho trascorso in Giappone sono stati importantissimi per la mia vita e non rimpiango quel che sono ora. Ma prima che tu giocassi a fare la burattinaia con me, sentivo qualcosa di diverso a fare wrestling. Era più... divertente. Più spensierato. Nessuno mi darà più quella sensazione indietro. E che tu lo voglia o no, la pagherai.

La Hart Princess abbozza un sorriso per poi sbottare in una rumorosa quanto fastidiosa risata.

Immagine


Samantha: Ah ah ah! Sei davvero patetico mannaggia quella donna!

The Tiger si ricompone e scuote la testa.

Samantha: Mi accusi di essere la causa delle tue sofferenze e conseguente cambiamento, e la cosa dovrebbe lusingarmi ma purtroppo non è così poiché se fossi davvero cambiato non avresti esitato a colpirmi. Cioè, nascondersi dietro la scusa che non picchieresti una donna è l'esempio lampante di come tu sia rimasto lo stesso, stupido ed insulso ragazzini che ho cacciato a calci in culo dalla TWC lo scorso anno!

Andy assume un'espressione contrariata e scuote la testa.

Samantha: Coraggio coglionazzo, mostrami che sei cambiato. Io sono qui ad offrirti la tua vendetta su un piatto d'argento, ciò che devi fare è tirarmi un pugno in faccia. Mostra al mondo che hai le palle. Coraggio! Ce l'hai le palle?! Sì? No? Eh Andy?! Allora?! Ce l'hai le palle?!

Il ragazzo di Savannah tentenna e Samantha con un movimento rapido allunga una mano e va a strizzare le palle di Andy!!! Il pubblico emette un boato di sgomento mentre The Prodigy arretra quasi schifato dal gesto di Samantha che ora si pulisce la mano sui pantaloni e fissa Andy con un sorriso compiaciuto. Moon sospira e si mette una mano sul volto.

AM: Guarda, ci penserà Haibara a farti rimangiare questa simpatica buffonata, squallida ragazzina.

Andy supera Samantha e si sporge verso il titantron.

AM: Ehi! Qualcuno mi mandi fuori Drake, perfavore! Tanto può solo risollevare la conversazione...

The Goddess, restando di spalle ad Andy, abbassa la testa ed accenna un sorriso.

Samantha: Lo vedi che ho sempre ragione? Tu sei solo parole e niente fatti. Hai millantato una fantomatica vendetta contro di me per mesi ed ora che hai l'opportunità di concretizzarla ti tiri indietro, inoltre ho fatto bene a definirti un frocio vista questa ossessione per Chris Drake. Ma non è che zitto zitto lo stavi e lo stai tutt'ora stalkerando solo per avere il suo cazzo? No perché la storia dell'usarlo per arrivare a me non regge più visto che io sono qui e tu hai esplicitamente rifiutato di farmela pagare per ciò che ti ho fatto. Oh che poi non ti biasimo, Chris non è affatto messo male a cazz...



Ma ecco che la theme song di Chris Drake risuona venendo accolta da una reazione molto forte e positiva del pubblico.

Immagine


The Predator, con espressione divertita, compare sullo stage con microfono alla mano. No More Secrets si interrompe e Chris osserva i due nemici nel ring mentre il pubblico inneggia a lui.

C.Drake: New York CIIIIITY!!!

Boato del pubblico.

C.Drake: How it's going?

Pubblico: WELL!!!

C.Drake: Hmpf, strano che vada bene visti i due individui presenti sul ring ed il livello della discussione. Cioè Andy mi ha perseguitato per far uscire allo scoperto Samantha e lei ha promesso di umiliarlo di nuovo, ed il massimo a cui siete arrivati in questo confronto è una presunta omosessualità di Andy e, soprattutto, a parlare del mio Chris D.?!

Chris scuote la testa divertito.

C.Drake: Non vi nascondo che dopo aver umiliato Christophorus Schmidt trovo molto divertente e rilassante vedere due bambini che litigano. Prego, continuate.

Samantha: Io preferisco scambiare due parole con te, tanto ormai cosa c'è più da dire con questo succhia cazzi?

Andy si mette entrambe le mani sul volto.

AM: Sapete una cosa?! Mi avete rotto il cazzo, tutti e due. Mi sembra di essere tornato alle medie.

Andy esce dal ring.

AM: Prego, parlate pure in pubblico dei vostri piccoli problemi di cuore, come se interessassero a qualcuno. Non che vi servirà a molto quando fra due settimane vi ritroverete entrambi con il cranio sfondato.

Lo Skull Kid butta il microfono per terra e si incammina sulla rampa.

C.Drake: Non potrei essere più d'accordo, credo proprio che me ne vado anch'io. Incredibile come Samantha ci abbia fatto essere concordi su una cosa, è proprio vero che è una Dea con poteri speciali allora.

Chris ride mentre Andy si ferma sulla rampa.

C.Drake: Riguardo alle tue stupide minacce Andy ormai non gli do più peso. Infondo ti ho battuto già, e se non te ne fossi accorto tu non sei più la mia priorità... Sigfried lo è!

Andy alza le sopracciglia, si avvicina a Drake e alza il suo microfono verso di se.

AM: Ricalcolerai le tue priorità molto presto.

Andy pare superare Chris, questo si gira a guardarlo tornare nel backstage...

Immagine


HEARTBEAT OVERDRIVE! Drake crolla disteso per terra, Moon ghigna, gli afferra la faccia e poi indica Samantha. Infine, recupera il microfono.

AM: Questo. Questo accade a chi si mette contro di me. Per quanto possiate cercare di buttarmi giù. Andy Moon... vince sempre.

Andy sorride e posa un piede sulla faccia di Chris per poi indicare Samantha, che intanto inizia a ridere nel ring.

Samantha: L'importante è crederci coglione. L'unica che vince sempre sono solo ed esclusivamente io. Sia tu e sia quel coglione che hai appena steso riceverete What you deserve... Words creates lies, Samy can be trusted!

La ragazza assume un'espressione seria nel dire la sua cathphrase ed ora si scambia sguardi di fuoco con Andy Moon, e su queste immagini noi andiamo in pubblicità.

UP NEXT: CROSS-B


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 22:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Welcome ba... No, no! Nemmeno il tempo di Welcome back che abbiamo un altro tipo di Welcome che fa esplodere il pubblico in un clamoroso boato di disapprovazione! Sto parlando del "welcome to the end"!



Welcome to the end of everything that haunts me
Somehow I pretend all was meant to be
I am not the saint here, never the good son
Hell has taken over and I know

When I say go...run away, run away
When I say go...run away, run away
When I say go...run away, run away
When I say go...run away, run away, run away


ImmagineImmagine


Eccoli qua più eleganti che mai! Accolti dai fischi del pubblico presente in arena, Simon B e Finn Wheelan fanno capolino sullo stage belli sorridenti. Simon allarga le braccia e quasi si gode questa reazione del pubblico, poi si gira di spalle e chaima ad ampi gesti qualcuno...

ImmagineImmagine


... ovvero Richard Rossen, accompagnato dal fido gigante Benjamin!!! Mo' siamo tutti! I quattro si schierano sullo stage come una difesa a 4, Simon B e Rossen centrali mentre sugli esterni i due guardaspalle. B, Rossen, Wheelan e Benjamin si avviano verso il quadrato e salgono sul ring uno dopo l'altro e si piazzano di fronte al pubblico che li fischia. Simon si aggira per il quadrato furtivamente, avanti e indietro, scrutando i compagni ed attendendo il momento giusto per iniziare a parlare.

SB: Meh..

"MEH" di risposta del pubblico che continua incessantemente a fischiare!

SB: Quattordici giorni, solamente quattordici giorni e finalmente potrò mettere le mani addosso a quel.. non so come descriverlo... Basterebbe dire solamente "Vincent Cross" per descrivere tutto il disprezzo che provo per quella persona. Una persona spregevole, una persona vile, una persona ignobile.

Rossen annuisce sentendo queste parole, e con lo sguardo intima Simon B a continuare su questa strada.

SB: ...una persona disprezzabile, un ceffo losco ed indegno, senza dubbio disonorevole. Se ne sanno così tante di Vincent Cross che ancora mi chiedo come possa avere ancora un posto fisso, un lavoro ben pagato... Ah, già, dimenticavo... Questa federazione è al limite del ridicolo.

Scuote la testa Simon B, guardando con disprezzo il pubblico che lo fischia.

SB: "Il miserabile" Vincent Cross mi è costato il titolo del mondo, il mio primo titolo del mondo. E per questo sarà punito. Mi ha definito un "fake champion", il campione dei poveri.. quel turpe malcreato ha osato mettere in dubbio le mie capacità, la mia intera carriera, tutte le mie vittorie! Non ha ancora capito che non basta essere grossi per farmi paura. Oltre che con le parole Simon B è capace di fare male anche con le mani... e con qualche oggetto contundente.. eh eh eh..

Occhiolino di Simon verso Rossen, mentre Benjamin e Finn Wheelan si scambiano un cenno d'intesa.

SB: Di questo ne parleremo dopo... Per ora lasciatemi presentare un grande uomo, una grande persona, un grande e sincero amico. Un bell'applauso per Richard Rossen!!!


Il fratello di Cross si guarda attorno, tra i fischi. Poi sorride, malevolo.

RR: Signore e signori, siamo giunti ad uno dei momenti più attesi della serata: io e mio fratello Reginald finalmente ci rincontreremo! Non credo abbia le palle di presentarsi, alla fine...

Altri fischi del pubblico, mentre il milionario passeggia per il Ring.

RR: Ma non ha molta scelta, dopotutto. Vedete, ho parlato con il General Manager dello Show, il signor Brown, e l'ho convinto molto gentilmente a favorire questa nostra piccola riunione di famiglia, ecco. Le condizioni del contratto per il Match che lo vedrà coinvolto contro il mio caro alleato, il signor Simon B...

Rossen indica il suddetto Simon, che fa un inchino con falsa modestia, sorridendo.

RR: Beh, sono molto precise e soprattutto, assolutamente non impari. Mai sia detto che Richard Samuel Rossen non rispetta le regole, mai!

Dal pubblico arriva, per reazione naturale, un'altra bordata di fischi. Rossen arriccia il naso, non sembra gradire tutto questo.

RR: Oh, vedo che il lavaggio del cervello che vi ha fatto il mio fratellone è stato pure più potente del previsto. Vi ha convinti che sono io il cattivo della faccenda, che sono uno stronzo invidioso, o qualsiasi altra deprecabile cosa pensiate di me, non mi interessa a dirla tutta. Ciò che mi interessa dirvi è che io non sarei di certo qui se mio fratello non fosse stato un bastardo che ha rinnegato la propria famiglia e ch-




Attenzione, ad interrompere il discorso di Richard ci pensa la theme di suo fratello! Boato del pubblico per l'ingresso del Biker Vincent Cross, che arriva sullo Stage... Accompagnato dal General Manager Virgil Brown!

ImmagineImmagine


Cosa succede!? B, Rossen e i loro aiutanti non riescono a capire cosa stia succedendo, mentre il GM anticipa il passo di Cross e raggiunge per primo il Ring, con il biker che lo segue a ruota. Ora i due sono sul quadrato assieme agli altri quattro, con Benjamin che si porta dietro il proprio capo come per proteggerlo da eventuali assalti fisici di Cross.

VB: Mettiamo le cose in chiaro, signor Rossen.

A parlare è Brown per primo. Cross si mette appoggiato all'angolo, con le braccia conserte. La sua espressione è impassibile.

VB: Lei non detta legge in alcun modo nel mio show, sono stato chiaro? Il contratto è stato personalmente visionato da me e l'ho giudicato valido, sì, ma sa bene per quale motivo, per quale condizione l'ho accettato.

Richard assume una espressione corrucciata.

VB: Lei non mi è simpatico, signor Rossen, e non mi interessa se lei è ricco e può rovinarmi, semplicemente perché nessuno, e dico nessuno, può rovinare Virgil Brown. Capisca questo. Mi fido del signor Cross e ho fiducia nelle sue capacità, per questo lui è qui e firmerà il suo contrattino. Ora lo faccia fare al suo schiavetto, così posso levarmi voi dai piedi.

RR: Badi a come parli.

Subito dopo la fine della frase del GM, l'industriale pronuncia queste parole che causano altri fischi nell'arena.

RR: L'ho capito che tipo di persona è lei, sa? Lei è uno di quei classici vecchi cresciuti a pane, acqua e frustrate. Lei odia quelli come me, che non fanno mistero di essere cresciuti nell'agiatezza, che ostentano la propria ricchezza, ma lascia che glielo dica: non ha capito un cazzo del sottoscritto.

La faccia del General Manager di Indoor War in questo momento è imperscrutabile, ma la sua espressione è seria, i suoi occhi piccoli fissano Rossen, che ora si rivolge a Cross, rimasto sempre all'angolo.

RR: Oh certi Reginald, guardami pure con quegli occhi di disprezzo, sai quanto me ne frega! Non sono io il cattivo qui, l'ho già detto, io almeno mi preoccupo per la mia famiglia! Tu, Rowena, Rodney, mi avete lasciato da solo perché volete "avere dei sogni", delle "aspirazioni"! Fottetevi!

Altri fischi, Rossen sembra incontenibile.

RR: Ad Alpha Horizon Simon non solo ti sconfiggerà, Reginald, ti annienterà, ti spaccherà il cranio, ti schiaccerà come la merda che s-

VB: ENOUGH!

Boato del pubblico all'interruzione di Virgil Brown! Rossen è molto contrariato, Benjamin vorrebbe intervenire ma viene prontamente fermato dal proprio boss.

VB: Rossen, le scenate risparmiatele per la tv spazzatura! Noi siamo qui per fare Wrestling, hai capito!? Wrestling!

Altro boato del pubblico, vengono inquadrati dei cartelli come "Virgil for President" e "Virgil>>>Trump" !

VB: Mi sono stufato di queste baggianate! Fai quello che devi fare Simon B. Così possiamo arrivare alla conclusione di tutto ciò.

SB: Meh.. così, di getto? Non preferiresti fermarti un attimo per parlare.. sai, quella cosa che le persone civili fanno? Non preferiresti soffermarti un attimo a parlare di quanto tu sia scandaloso, vergognoso, infame e scellerato? Non preferiresti discutere su quanto tu valga poco e quante siano poco importanti le minime qualità che hai?

Simon prende la penna in mano.

SB: Io, sinceramente, no.

Il Who You Want To B si fa scappare un sorriso e firma velocemente, lanciando la penna verso Virgli Brown.

SB: Ah, forse mi sono scordato di dirti una cosa discretamente importante. Ad Alpha Horizon sarà un Extreme Rules Match! Eh eh eh...

Simon fa le spallucce e sorride in direzione del rivale. Brown fa un cenno a Cross, il quale si avvicina al tavolo, Virgil gli porge la penna, ma Cross sembra dubbioso riguardo al firmare. Parlotta per un attimo col GM, quindi fa passare un microfono, andando faccia a faccia col fratello e B.

VC: Simon, Simon, continui a fare le scelte sbagliate. So benissimo perché hai scelto, anzi, perché voi due avete scelto l'Extreme Rules come stipulazione: giocate in casa. Armi, interferenze, è tutto permesso. E' perfetto per fregarmi, lo so. Ma voglio che tu sappia, Simon... Che quella è anche casa mia. E se per metterti un po' di sale in zucca devo pestarti a sangue, allora che sia!

Il Who you want to B non è minimante preoccupato, sorride con un ghigno che ha del beffardo. Cross sbuffa, poi guarda verso il proprio fratello.

VC: Quanto a te.

Il faccia a faccia ora riguarda solo i due fratelli.

VC: Devi ringraziare il signor Brown per tante cose, Richie.

Rossen mantiene una espressione strafottente nonostante il fratello sia più alto, grosso, minaccioso e soprattutto incazzato.

VC: Devi ringraziarlo perché se non fosse per la sua presenza qui io ti avrei già aperto in due.

Il pubblico incita il Biker della GWF, che si mantiene serio e concentrato.

VC: Devi ringraziarlo perché adesso possiamo discutere faccia a faccia, io, te e i tuoi lacchè.

Wheelan vorrebbe intervenire, ma B gli mette una mano sulla spalla come per calmarlo.

VC: Sai una cosa? Mi hai rotto, fratellino. Sin da piccolo eri quello ambizioso della famiglia. Quello con più aspirazioni, mettiamola così, quello più furbo. Tu volevi diventare il capo dell'azienda, il pezzo grosso, il grand'uomo. Da sempre Richie, da sempre. E ti rode il culo che ciò possa esserti negato. Ti riempi la bocca di parole come famiglia, onore, e altre cazzate varie, ma sei solo un falso. Tu pensi solo a Richard Rossen e nessun altro, sei una dannata faina, un bastardo senza scrupoli.

Anche Cross sembra aver perso ogni freno, l'atmosfera si fa sempre più teso.

VC: Ed ora, voglio che tu lo dica.

Rossen non sembra aver capito cosa intenda Cross.

VC: Sai bene cosa. Voglio che tu dica le condizioni del contratto qui, sulla TV Nazionale, così che tu non possa poi dire di essere stato fregato. Andiamo, Richie, mostra di essere uomo per una volta tanto. Fallo e firmo subito il contratto.

Cross si allontana dal fratello, il quale si scambia delle occhiate con i suoi alleati prima di tornare a guardare Cross.

RR: Ok, Smitty. Ok, hai avuto il tuo momento di gloria. E' tempo di porre fine a questa pagliacciata, per una volta nella tua vita hai ragione su qualcosa.

Rossen prende un bel respiro profondo, quindi guarda sia Brown che il pubblico.

RR: Signori e signore, le condizioni sono queste: se il mio alleato, Simon B, vincerà l'incontro... Vincent Cross, anzi, Reginald Smithsonian Rossen, dovrà rinunciare a qualsiasi diritto egli possa vantare sulla sua parte di eredità familiare!

Piovono copiosi fischi dal pubblico, B. e Wheelan sorridono biecamente. Cross però non sembra arrabbiato, anzi, sorride, e Rossen se ne accorge, sembra innervosirsi. Il biker gli fa segno di continuare.

RR: E, nel caso, improbabile, ma chissà mai che non accada, che Simon B. perda...

Rossen esita per un istante, poi guarda suo fratello e il suo volto si contrae in una smorfia rabbiosa.

RR: ... TU POTRAI AVERE UN MATCH CONTRO DI ME QUANDO VORRAI!!

Boato del pubblico, né B né Wheelan sembrano crederci, mentre Benjamin rimane in disparte, quasi preoccupato per il proprio capo.

RR: Sì, queste sono le condizioni di quel contratto! E so già che ti chiedi perché l'abbia fatto... Beh, era l'unico modo in cui potessi convincerti il più velocemente possibile ad accettare qualcosa proposto da me, Reggie. Ed ora che mi hai fatto dire quello che bisognava dire firma quel cazzo di contratto! Firmalo!

Cross osserva il fratello, poi Brown, poi tutti gli altri. Sorride, quindi firma il contratto, sotto gli occhi di fuoco dei suoi nemici. Quindi consegna il contratto a Virgil Brown.

VB: Molto bene, ed ora lasciate il Ring, tutti! Non voglio altre inutili risse qui! Prima tu, Cross!

Il Biker segue il consiglio del General Manager, scendendo dal Ring ed iniziando ad allontanarsi... Per poi girarsi verso il Ring, ove si trovano ancora i suoi avversari per Alpha Horizon...

VC: Un'ultima cosa, Richard. E anche per te, Simon. Non mi importa cosa pensiate di poter fare, non mi importa quali piani abbiate in mente, quali trucchetti abbiate escogitato, non me ne fotte assolutamente un cazzo. Io ad Alpha Horizon... Io vi distruggo, ragazzi. Vi anniento. Farò in modo che quel match non sia necessario, se avrai la faccia tosta di presentarti, Richie. Alpha Horizon... Sarà il vostro funerale!

Simon B. per tutta risposta si avvicina alle corde ed allarga le braccia, sbeffeggiando Cross, non ha paura di lui! Sulle immagini dei due che si scambiano insulti vari, andiamo in pubblicità!

UP NEXT: ANOTHER FACE OFF


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 22:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
E cari amici telespettatori, bentornati a Friday Night Indoor War, live dal Manhattan Center di New York City, la casa della Total Wrestling Corporation!

Immagine


Dopo la solita emozionante carrellata sul pubblico che affolla il Center, è giunta l’ora d’introdurre uno dei momenti più attesi della serata. Come vediamo, il ring è coperto da un tappeto nero e sul quadrato campeggiano un tavolo di legno e ben sei sedie messe quasi in circolo.



Come si può intuire dalla musica che sta suonando a manetta, oltre alla nostra cara Jessica Rose, sul ring è presente nientemeno che il General Manager della TWC, Virgil Brown Jr., in compagnia dei suoi fidi assistenti, Adam Jones e Alex Wilson, meglio noti come la A&A Security.

ImmagineImmagineImmagine


La parola passa subito a Jessica Rose e al nostro GM.

Immagine


JR: Ladies and gentlemen, please welcome the TWC General Manager, Virgil Brown Junior!!!

Virgil annuisce e sorride di fronte agli applause dei fan del Manhattan Center, dopo di che prende la parola.

VB: Amici della TWC vicini e lontani, buonasera. Mi trovo costretto a essere qui sul ring in questo momento per un unico, delicato motivo.

Il General Manager alza una cartellina con allegata una penna, mettendola bene in mostra.

VB: Tra pochi istanti assisterete tutti alla firma ufficiale del contratto che metterà in palio i TWC World Tag Team Titles ad Alpha Horizon, l’imminente Special Event che aprirà la corsa a War of Change, lo show dell’anno della nostra amatissima federazione.

Poi Virgil sospira.

VB: Come ben sapete, da molti mesi corrono notevoli ruggini e conti in sospeso tra gli attuali campioni di coppia della BDK Inc. e i due team sfidanti, i No More Heroes e i Dawn of the Empire. E non solo. Anche questi due team sfidanti non si amano particolarmente tra loro, tutt’altro. E’ per questo motivo che ho deciso di assistere personalmente a questo delicatissimo summit tra i tre Tag Team di punta della federazione, onde evitare che degeneri nell’ennesima inutile rissa a due sole settimane da Alpha Horizon.

Dopo di che il GM si gira verso lo stage, accigliato.

VB: E ora non perdiamo tempo. Per cominciare, invito formalmente a raggiungermi qui sul ring i TWC World Tag Team Champions, “Superstar” Sigfried Jaeger e “The Hunter” Christophorus Schmidt.

Immagine


Mentre il pubblico rumoreggia, ecco che dopo alcuni secondi le luci si abbassano diventando intermittenti, mentre l’immagine di gigantesco corvo compare sul titantron.

Immagine


Poi, come sempre, il logo della BDK Inc. sostituisce l’immagine del corvo, mentre una coltre di nebbia grigiastra si diffonde rapidamente sullo stage.



E mentre la theme ufficiale della Bruderschaft Der Krahe Incorporated risuona a manetta nel Manhattan Center, ecco sbucare dalla nebbia in contemporanea i membri della stable al gran completo.

ImmagineImmagineImmagineImmagine


Come vediamo, i quattro wrestler sono vestiti in borghese, dopo le fatiche di due settimane fa. Sigfried Jaeger e Christophorus Schmidt sfoggiano in spalla i loro TWC World Tag Team Titles, mentre Brunild Wagner, col consueto cappuccio della felpa alzato a coprire la testa, tiene in bella vista il suo WFSS Woman World Championship.

ImmagineImmagineImmagine


Gunther Schmidt invece, ha con se una cassetta di plastica e un pericoloso Sledgehammer appoggiato sulla spalla.

Immagine


Dopo alcuni secondi, la BDK Inc. inizia a calare verso il ring con decisione, ignorando totalmente le reazioni miste dei fan.

JR: Ladies and gentlemen, please welcome the First Ever and Undisputed TWC World Tag Team Champions. Superstar... Sigfrieeeeed... Jaeeeeegeeeeer!!! And The Hunter... Christophoruuuuus... Schmiiiiidt!!!

Una volta arrivati ai piedi della rampa, vediamo il gruppo di tedeschi invadere alla spicciolata il ring. Qui, Sigfried Jaeger e Christophorus Schmidt alzano al cielo le proprie cinture verso il pubblico, ribadendo ovviamente a gesti che loro sono i campioni. Brunild Wagner, invece, si avvicina subito a Jessica Rose, rea di non aver annunciato anche lei e The Hound. L'annunciatrice si vede così costretta a lasciare il ring senza che i prodi Jones e Wilson possano intervenire in tempo, stranamente. Gunther Schmidt, infine, su indicazione del Corvo, prima appoggia la cassa di plastica e lo Sledgehammer sul tavolo, vicino ai sei microfoni messi lì per l’occasione, dopo di che, con sobria brutalità, eccolo gettare via oltre la terza corda quattro delle sei sedie, mandandole a spaccarsi fuori dal quadrato, suscitando lo sbigottimento del GM della TWC, che interviene, mentre la theme sfuma.

VB: Hey, hey! Tu, bruto, che diavolo stai combinando?! Guarda che quelle sedie costano!

Il Mastino si gira verso Virgil Brown Jr., che resta stoicamente a fissarlo negli occhi, mentre la A&A Security tatticamente se ne sta riparata alle spalle del General Manager. Nel frattempo vediamo Sigfried e Christophorus accomodarsi nelle uniche due poltrone rimaste frapponendo tra loro e lo stage il tavolino, a mò di scrivania. Alla fine, il Brutal Crow prende lo Sledgehammer e va a piazzarsi di guardia alle spalle dei campioni di coppia, mentre l’Hunter apre la cassetta di plastica e si prende una birra. Brunild Wagner, infine, opta per appollaiarsi seduta su un angolo del ring vicino ai compagni, osservando la scena con lo sguardo gelido che la contraddistingue. Virgil Brown Jr., rosso in volto, apostrofa subito il Best from the West e il Berlin Brawler.

VB: Jaeger, Schmidt. Maledizione. Ascoltatemi bene. Non voglio assolutamente che con le vostre pagliacciate roviniate questo show per l’ennesima volta. Come inizio direi che è pessimo, se non disastroso. Rendetevi conto che Alpha Horizon è sì alle porte, ma c’è comunque tempo per affibbiarvi qualche nuova punizione, visto che vi piace tanto e il contratto non è stato ancora firmato. Ora, spiegatemi per bene che diavolo sarebbe questa messinscena.

Sigfried e Chris si guardano e ridacchiano. Poi è il Corvo a prendere un paio di mic, a passarne uno al compare che sorseggia la sua birra e a rispondere al General Manager.

SGF: Vedo che come al solito fraintendi, caro il mio Junior. Quello che hai appena visto è stato il nostro modo per dare una sistemata al ring in vista del colloquio di lavoro che si terrà a momenti. Ovviamente, in quanto datori di lavoro, campioni in carica, nonché eroi, qui siamo gli unici ad aver diritto di goderci la scena spaparanzati in poltrona e con le birre. Gli altri invitati eccellenti si dovranno arrangiare.

VB: Di che diavolo stai parlando, Jaeger?! Colloquio? Quale colloquio? Per caso ti ha dato di volta il cervello?!

Jaeger fa spallucce mentre guarda Brown e la A&A Security.

SGF: Come direbbe il maghetto, aspettate e vedrete. Aspettate. E vedrete...

VB: Cosa?

Christophorus sbotta.

CS: Basta domande, Brown. Mi sto innervosendo. Chiama quei quattro perdenti e facciamola finita. Non ho voglia di perdere tempo inutilmente qui. E di solito con te capita sempre.

SGF: Esatto. Avanti Virgilio, convoca gli zombie, và.

Mentre Virgil Brown Jr. scuote il capo disgustato, il 34th Street Hero si sfrega le mani. Christophorus, invece, è lesto a prendere la cassa di birre e ad appoggiarla a terra vicino a sè, onde evitare che qualcuno cominci a servirsi a scrocco tra poco. Il General Manager a malincuore riprende con le introduzioni.

VB: E va bene. Dopo questo ennesimo inconveniente provocato da quei simpaticoni dei nostri campioni di coppia, è arrivato il momento di far entrare la prima coppia di sfidanti ufficiali ai TWC World Tag Team Titles. Loro sono il team più amato in assoluto della Total Wrestling Corporation, e il loro nome è...

Il GM si gira verso Jaeger e Schmidt, sorridendo sarcasticamente.

VB: No. More. Her...

Immagine

...ATTENZIONE!! LE LUCI SI SPENGONO!! Sul Manhattan Center cala il buio e un silenzio assordante...



Trionfale, risuona all'interno dell'arena newyorchese "March to the Empire", la musica d'ingresso del "Dawn of the Empire", accolta da numerosissimi fischi da parte del TWC Universe, che attende l'arrivo sullo stage dei due membri di "The Unstoppable Team", che non si fanno attendere...

ImmagineImmagine

Ed ecco che "The Unstoppable Machine" Sean Morgan e "The German Superman" Fred fanno il loro trionfale ingresso all'interno dell'arena: il pubblico rumoreggia, molti sono i fischi, c'è anche qualche applauso di apprezzamento, alla chiassosa atmosfera che si è creata, Fred e Morgan non destano particolare attenzione mentre con passo lento e solenne si avvicinano verso il ring, percorrendo la lunga rampa d'accesso, tenendo entrambi lo sguardo rivolto in avanti e in alto. Virgil Brown Jr., sul quadrato, sbuffa, scuotendo la testa. Giunti presso il ring, i due membri di "Dawn of the Empire" si fermano, dopo alcuni secondi proseguono e fanno il loro ingresso all'interno del quadrato: Sean Morgan va faccia a faccia coi campioni di coppia del mondo, mentre Fred si ferma presso il general manager, minacciandolo con lo sguardo.

VB: Bene, Fred. Se vuoi dire qualcosa, fallo ora, non ho tempo...

...Fred strappa violentemente il microfono dalle mani di Virgil Brown sotto lo sguardo divertito di Sigfried Jaeger.

FF: Perché forse noi abbiamo tempo da perdere, Virgil?!

Il general manager sospira, mentre Sean Morgan si fa passare un microfono.

FF: Non so se loro se la bevono questa sceneggiata, di certo né io né mio fratello crediamo a questa farsa, perché sappiamo bene che tutti voi, tu, quei due e gli altri che fra poco ci dovranno raggiungere, siete tutti dei fottuti vigliacchi, siete tutti d'accordo e avete una e una sola missione: mettere fuori strada i "Dawn of the Empire", gli unici che hanno le palle per dire che le cose qui vanno male, gli unici che hanno le palle per nominare le parole "rivoluzione", "cambiamento" perché questo è ciò di cui ha bisogno la federazione, una federazione ammalata, che sta morendo e che necessita di una cura, immediatamente...e questa cura siamo noi! Noi, che abbiamo perso, sì, ma con l'inganno, noi, che vinceremo fra due settimane e conquisteremo i titoli di campioni di coppia del mondo, superando tutti gli ostacoli, avviando così una nuova era, l'era della Restaurazione; e nei nostri piani, perché siamo uomini d'azione, ma siamo anche persone lungimiranti che non fanno nulla a caso, non sono previsti né un general manager affetto da bulimia di potere, un capo corrotto, né campioni incapaci, illegittimi...

...Virgil Brown Jr. si riappropria del microfono, strappandolo dalle mani di Fred!

VB: Hai finito il tuo comizio?!

"The Captain", furioso, minaccia con lo sguardo il general manager, gli fa volare via il microfono con la mano destra, dunque, lentamente, gli si avvicina...ora sono faccia a faccia! Brown volge lo sguardo per un attimo verso Sigfried Jaeger, poi torna a guardare negli occhi il tedesco, mostrandogli un'espressione sicura, negando ogni segno di spavento, nessun sussulto. Ecco che la A&A Security si frappone fra i due, il tedesco scuote la testa e, dopo essersi fatto passare il microfono da Sean, continua a parlare.

FF: Ecco il nostro general manager, Virgil Brown Jr.

"The German Superman" scuote la testa.

FF: Arriverà il momento in cui dovrai rispondere a noi delle colpe commesse, arriverà, stanne certo; prima, però, abbiamo qualcos'altro da fare, prima c'è Alpha Horizon, prima dobbiamo riappropriarci di ciò che è nostri, i titoli di campioni di coppia del mondo!

Ed ecco che il tedesco volge la propria attenzione su Sigfried e Schmidt.

FF: Ormai ci siamo detti di tutto e di più in queste settimane, non ho più nulla da dirti, tanto quel che voglio fare ve lo mostrerò al Madison Square Garden; ciò che farò ora, però, sarà leggermi attentamente il contratto e dopo, solo dopo, firmarlo, perché so che, indipendentemente da ciò che c'è scritto su quel pezzo di carta, a Alpha Horizon, sarete tutti schierati contro noi due, ma vorrei evitare che le cose partissero già nel modo sbagliato...

Morgan si fa passare nuovamente il microfono.

SM: Il mio compagno ha ragione, questa federazione è bloccata da un gruppo di wrestler immeritevoli di stare nella posizione in cui si trovano, in possesso soprattutto delle cinture che dovrebbero rappresentare magnificenza, grandezza e importanza mentre addosso a loro perdano tutti questi valori. Valori che ad Alpha Horizon io e Fred ridaremo a quei titoli, iniziando ufficialmente il nostro Empire!

Morgan si posizione davanti a Sigfried.

SM: Buonasera, Jaeger. Ancora una volta ci incontriamo, sai ci ho fatto l'abitudine ormai. Non mi sono ancora abituato però a questi tuoi atteggiamenti da superiore, questa tua sicurezza che hai quando in realtà voi non ci avete mai schienati, anzi, mi pare di ricordare che l'ultima volta che noi due eravamo sul ring, sono stato io ad aver schienato te. O ricordo male?

Sean se la ride.

SM: Oh, ma guarda un po' chi c'è.. Christophorus! Ma che bella sorpresa, sai quasi mi dimentico che tu sei campione, il che non è proprio una bella cosa. Pensi di firmare anche tu il contratto o tra un po' abbandonerai il ring come ti è solito fare in questo periodo? Vuoi che sia Gunther lo Schmidt che parteciperà al match in PPV, forse Sigfried sarebbe persino più contento.

Lo sguardo di The Orphan si rivolge ora verso Virgil Brown.

SM: E passiamo a te, Virgil. Dovresti essere l'autorità qui, ma vedo che loro sono arrivati e abbiano fatto i loro comodi senza che tu lo impedissi. Ottimo lavoro! Sai, Virgil, non mi piaci...



There's something coming, and it's coming for you
The mob is restless looking for something new
You lead us here with an eternal promise
The gallows are colling you to pay for this!


I NO MORE HEROES ENTRANO NELL'ARENA!! IL PUBBLICO ESPLODE!

Travis Miller e Shawn Gates sbucano da sotto il titantron, indossando entrambi le magliette ufficiali dei No More Heroes, entrambi sono armati di microfono. I due antieroi si fermano sotto il titantron.

SG: E' qui la festa?

Reazione positiva del pubblico. I No More Heroes percorrono la rampa mentre Gates continua a parlare.

SG: Travis, hai notato che Fred ha così poca fantasia che ha praticamente copiato i discorsi dei No More Hereos.

I due salgono sul ring. Miller salta sopra la terza corda, Gates tra la seconda e la terza.

SG: Solo con molte più stronzate.

Gates guarda dritto Fred.

SG: Stai studiando storia per ora? Tra fascismo e restaurazione sembra che tu stia rivelando una passione nascosta per le vicende storiche europee.

Il texano sorride.

SG: Ma sia il fascismo che la restaurazione hanno fallito. Come fallirete anche voi. Con una differenza: la nostra rivoluzione sarà tutt'altro che Bloodless.

Il Ribelle sposta lo sguarda su Sean Morgan

SG: Ehi ehi, c'è anche Sean Morgan! Che dall'alto della sua lunga carriera ha il diritto di vantarsi delle sue numerose vittore, come quella su Sigfried... ehm...

Il texano si avvicina all'orecchio di Miller.

SG: Tu ne ricordi altre?

Lo scozzese scuote la testa.

SG: Io nemmeno, però ehi campione, sono sicuro che ci sono state. Cosa non c'è e non c'è mai stato invece è un minimo di coerenza nei vostri discorsi deliranti. Ma sono davvero stufo di ripetere le stesse cose ogni volta con voi due. E' come parlare ad un muro.

Gates porta la sua attenzione alla BDK.

SG: A proposito di muri, c'è anche la BDK! Travis, un tuo commento sui rumors che danno Christophorus scontento della sua posizione in federazione, pensi che settimana scorsa gliene abbiamo dette troppe?

TM:Ah, ma questa nemmeno la sapevo. Sei infelice, Schmidt? E' un peccato. E cos'è che ti infastidisce tanto della tua attuale posizione? il contratto che molti altri wrestler indipendenti si sognerebbero? l'essere campione senza bisogno di dover dimostrare mai nulla a nessuno? Deve far schifo essere te. Se proprio non c'è modo di convincerti per carità, vai pure, faremo il possibile per rimpiazzarti con qualcuno degno della carta su cui è stampato il contratto stavolta.

Miller si volta verso Sigfried e dopo qualche secondo riprende a parlare.

TM:Però dai, a qualcuno almeno mancherai, sono sicuro che Jaeger qui ci metterà molto tempo prima di recuperare da questa perdita. Dopo tutto quel tempo che ha impiegato a mollare la cintura di coppia al primo che accettasse, persona che oltretutto era abbastanza silenziosa da compensare per la sua eccessiva eloquenza, e soprattutto che non fosse in grado di oscurarlo. Perché è a Jaeger che si riduce la BDK no? Un tedesco che si professa eroe e tre persone che riescono pure a credergli. Jaeger, tu non hai alleati qui in TWC, hai solamente tirapiedi. Il mastino che vi fa da guardia lì dietro lo è, la ragazza là nell'angolo anche se mostra un minimo di indipendenza ogni tanto lo è, e per quanto tu finga di trattarlo come tuo pari anche l'altra metà degli attuali campioni di coppia si riduce a quello. Christophorus Schmidt non è altro che un tuo sgherro, Jaeger, non siete mai stati sullo stesso piano e mai lo sarete. Per questo se se ne andasse domani sarebbe rimpiazzabile con letteralmente qualsiasi altra persona, e per questo non sarete mai realmente un tag team come me e Shawn, o cavolo persino come Morgan e Fred.

Il Berlin Brawler sbuffa e replica duramente.

CS: Il solito ritornello senza nè capo, nè coda. Vi odio sempre di più, sappiatelo. Perchè mentite sapendo di farlo. Le vostre parole avrebbero avuto una qualche valenza se non fosse che io e Sigfried vi abbiamo distrutti e umiliati a End is Near. Questo non vi va affatto giù, specialmente a te, Miller, e a te, Gates. Poveri idioti, vi brucia davvero tanto che dopo la vergogna di Night of Gold io mi ritrovi a far parte di un gruppo vincente, protagonista di grandi incontri e campione di coppia in carica, mentre voialtri da settembre vi ritrovate a sguazzare nella merda, affondando sempre più, ogni puntata che passa. Non vedo l’ora di rompervi il cranio una volta per tutte ad Alpha Horizon, sia nel match di coppia, che nella Chamber, caro il mio Miller. Solo per vedere le vostre facce nel backstage dopo l’evento. Sappiate che molto probabilmente vi verrò a cercare. E quando mi vedrete, allora abbasserete lo sguardo, pieni di vergogna e rimorsi. Oh, eccome se abbasserete lo sguardo. E a quel punto, io riderò di voi.

Schmidt batte il suo bastone da passeggio sul ring, mentre un sorriso sadico si disegna sul suo volto. Miller e Gates sono sul punto di replicare, ma a questo punto Sigfried batte un pugno sul tavolo, abbastanza innervosito a sua volta.

SGF: Ehi, voi quattro. Ora basta dire stronzate! Qui non siamo solo a Indoor War in un’arena strapiena e con le telecamere puntate su di noi. Voi cialtroni non siete qui nemmeno per firmare e basta il contratto per il Triple Threat Tag Team Match di Alpha Horizon. Questo è un vero e proprio colloquio di lavoro. E da quando in qua i candidati si possono permettere di offendere i loro possibili datori di lavoro, eh?! Un pò di contegno, dannazione. Sono mesi che vi ripeto sempre questa cosa, ma voi siete duri a morire, proprio. Contegno!

Poi il Corvo fa un gesto verso Christophorus.

SGF: Ora, bando alle ciance. Chris, i curriculum, prego.

Jaeger tira fuori dalla tasca della felpa un paio di occhiali da vista non graduati e se li mette per darsi un'aria seria, poi si fa consegnare alcuni fogli prelevati dal Berlin Brawler dalla cassa di birra. Sigfried da un'occhiata e aggrotta lo sguardo, poi guarda i No More Heroes e i Dawn of the Empire.

SGF: Dunque, devo ammettere che non ho mai visto dei curriculum disastrosi quanto i vostri.

Il Best from the West indica Morgan.

SGF: Prendiamo ad esempio tu, Sean Morgan. Del tuo passato a Kansas City non si sa praticamente nulla, anche se da come ti atteggi e dal tuo caratteraccio si evince che hai avuto problemi familiari di qualche sorta. E questo spiegherebbe perchè non ci sei con la testa.

Jaeger annuisce e continua.

SGF: A ventitre anni non hai praticamente combinato un cazzo nella vita. Il che non è molto rassicurante per questo colloquio di lavoro, specie se perfino quel minchione di Fox Olon ti ha snobbato per tutto il 2015, pur potendo sfruttarti come ha sempre fatto con gli altri. Della serie affidabilità zero. L’unico tuo picco finora in TWC è stato il Triple Threat contro me e Shawn Gates, che hai vinto schienando il sottoscritto, ma solo perchè prima il tuo collega Gates aveva tentato di uccidermi, riuscendo solo a scalfire il mio eroico volto. Per il resto solo disfatte, chiacchiere e perdite di tempo. Come fare comunella con Fred Franke. Non ci siamo.

Prima che Sean dica qualcosa, il Corvo passa al suo compagno di team.

SGF: Il curriculum di Fred è un goccino meglio, diciamo. Figlio di prodi contadini tedeschi, leggo che almeno ha una specializzazione che va aldilà del wrestling. Lui sa guidare i trattori e coltivare i campi, mentre voialtri non sapete fare proprio niente, a parte darvi le botte su un ring e deprimervi per le sconfitte, ovviamente.

Sigfried continua.

SGF: Anni buttati via al soldo di Fox Olon, e poi eccolo qui a rompere i maroni in TWC, fin dalla fondazione della nostra federazione. Beh, da quello che leggo qui si evince che tu Fred sei stato il più grande raccomandato che si sia visto nella storia della Total Wrestling Corporation. Con l’aiuto del tuo padroncino Fox, sei riuscito ad arrivare, non si sa come, a un passo dal TWC World Heavyweight Championship. Anzi, si sa come, vedi il clamoroso furto perpetrato ai miei danni a Night of Gold. Per il resto non hai combinato alcunchè d’interessante. Senza il paparino a favorirti, hai subito un ridimensionamento totale, fallendo in primis l’assalto ai nostri TWC World Tag Team Titles, che per la cronaca, stasera la BDK Inc. detiene da ben centosessantotto giorni di fila.

Jaeger sorride e conclude la disamina su Fred.

SGF: I tuoi piani e progetti finora? Tutti naufragati, dalla Fox’s Army all’Unstppable Team, fino a questa roba inutile di nome Dawn of the Empire, che morirà tra due settimane. Insomma, se devo trovare un tuo picco in carriera, anche se è quello, trovo difficile dirti a cuor leggero che sarebbe l’avermi battuto nel torneo per il titolo, proprio per via del furto che hai commesso ai danni di un eroe. Una vergogna! Non ci siamo.

Il Best from the West si gira poi verso i No More Heroes.

SGF: Veniamo a te Shawn Gates, il più vecchio del lotto di aspiranti. Solita vita piena di problemi familiari, che ti ha rovinato il carattere. Uno stint di soli cinque mesi nella tanto osannata TWNA, nel ruolo del giullare di corte. Tra le centinaia di pagliacciate e scemenze commesse, l’unico bagliore di luce è stata la vittoria sul mio arcinemico, il Demone. Cosa che ad oggi ai miei occhi non conta assolutamente più nulla, visto che poi sei quasi finito in sedia a rotelle, dopo che quel mostruoso essere ti ha distrutto la stable e la carriera assieme ai suoi amichetti. Dopo di che, anni di buio totale a compiangerti, tra alcool e sigarette.

Sigfried guarda Shawn.

SGF: A proposito, non mi piacciono le persone che fumano, è un chiaro segno di debolezza interiore. Ricordalo in caso dovessi accettare il lavoro.

Poi il Corvo alza una mano.

SGF: By the Way. In soli sei mesi di Total Wrestling Corporation, hai già collezionato diverse figuracce immonde, tipo fare il Timekeeper, fallendo in una cosa così facile oltretutto, oppure venendotene fuori con proclami e smargiassate puntualmente smentiti dai fatti. L’unico tuo picco qui a New York, è stato avermi staccato due denti con un calcio. Beh, non nego che colpire un eroe sia un’impresa incredibile e da ricordare, tuttavia l’anagrafe non si smentisce mai. Trentasei anni buttati nel cesso, finora. Non ci siamo.

Infine Sigfried sorride verso Travis Miller e prende il foglio dedicato a lui.

SGF: Infine ecco qua il mio vecchio amicone, Travis Miller. Devo dire che tra tutti, saresti quello col curriculum meno peggiore. Non passa inosservato comunque il fatto che tu non abbia mai combinato un gran ché di utile fino all’arrivo in TWC. Mediocre da parte tua. Però, a differenza dei tuoi colleghi qui sul ring, sei stato l’unico a essere riuscito a tenere testa alla BDK Inc. e soprattutto a battermi in un match in modo pulito. Senza le cialtronerie alla Franke, diciamo.

Il 34th Street Hero fa spallucce verso Fred, poi continua.

SGF: La cosa ti renderebbe un candidato ideale, Travis, se non ché dopo War of Change mi sei crollato sul più bello. A oggi ti sei ridotto a una vera e propria macchietta che latita in puntata, perde i propri match, oppure non li conclude, vedi Night of Gold, e soprattutto le poche volte che apre bocca lo fa per dire stronzate. Non ci siamo proprio, Travis. Sei diventato l’ombra di quell’avversario indomabile che tanto ci aveva fatto sudare nella prima parte del 2015. Boh, sarà stata la cattiva influenza di Gates, unita a una malattia che in una piccola isola del Mediterraneo chiamano tecnicamente “canaia”. Fatto sta che ora come ora ti ritrovi nella stessa barca dei tuoi tre colleghi. Tutti quanti sull’orlo della disperazione. Non ci siamo.

Il Corvo si toglie gli occhiali e sospira.

SGF: Sì, cari miei, perchè quando perderete nuovamente ad Alpha Horizon, quello che vi resterà sarà soltanto rabbia, vergogna, delusione, disperazione e tante, ma tante lacrime. Un uragano di lacrime direi.

Come vediamo, i quattro wrestler sono prontissimi a rispondere a male parole alla disamina del tedesco, ma questi alza una mano.

SGF: Fermi là! Non voglio che mandiate subito in vacca quello che sto cercando di dirvi. La parte brutta è appena finita. Quello è il vostro orribile passato. Adesso si parla del futuro. Un futuro migliore. Ora, ascoltatemi bene, perchè arriva la parte interessante del discorso. Quella che potrebbe cambiarvi la vita una volta per tutte. Parola di eroe.

Jaeger riprende a parlare.

SGF: Un colloquio di lavoro non avrebbe alcun senso se non ci fosse un’offerta di lavoro. E si dà il caso che questa sia senza alcun dubbio la vostra serata fortunata. Perchè stasera, ufficialmente, vi annuncio che visto il grande successo conseguito in questi mesi, la Bruderschaft Der Krahe Incorporated punta ad allargarsi, mettendo in palio un nuovo posto all’interno della Company of Heroes. E questo posto può essere occupato solo e soltanto da uno di voi quattro.

Il Best from the West annuisce.

SGF: Avete sentito bene, uno di voialtri potrà entrare a far parte della stable più gloriosa e in voga del momento, un’occasione che non capita quasi mai nella vita. Anche se i vostri curriculum fanno schifo, chi se ne frega. Siamo persone buone e generose, a differenza di molti.

Sigfried butta via i fogli platealmente.

SGF: Ma ci pensate? Uno di voi sarà considerato a tutti gli effetti un eroe. Quando mai qualcuno vi ha offerto onori e amicizia come stiamo facendo noialtri in questo preciso istante?! Carta canta: nessuno.

Sigfried si rivolge a Fred Franke.

SGF: Tu, Fred. L’uomo in guerra col mondo. Per la prima volta nella tua misera vita potresti trovare dei veri fratelli tedeschi che saprebbero capirti e aiutarti a diventare una persona normale e non lo squilibrato che sei adesso, dandoti una vera chance di diventare qualcuno. E forse riusciremmo a trovarti pure una fidanzata, volendo. Niente è impossibile per noi eroi.

Poi a Sean Morgan.

SGF: Tu, Sean. Il combattente incattivito. Finalmente potresti buttarti alle spalle il tuo torbido passato e trovare una vera famiglia a cui affidarti e che avrebbe cura di te, aiutandoti a sfogare la tua rabbia nella giusta direzione, con grande profitto. In primis per te stesso.

Poi a Travis Miller.

SGF: Tu, Travis. Il grande scozzese di ferro. Dopo tanto astio, arriveresti ad aprire gli occhi, usciresti dal tuo sempiterno isolamento in tristi hotel da quattro soldi e finalmente cambieresti vita, tornando sulla retta via una volta per tutte. Pensa a come domineremmo la Chamber of Annihilation se ti unirai a me e Chris. Insieme faremmo la storia.

Infine si rivolge a Shawn Gates.

SGF: E tu, Shawn. Il veterano dal cuore acciaccato, ma dallo spirito indefesso. Oltre a ritrovare quella pace interiore che sanerebbe le lacerazioni lasciate dal passato, potresti finalmente arrivare a coronare il sogno di una vita. Dando finalmente un senso decente a quella vita.

Jaeger fa un sorriso sincero.

SGF: Sì, perchè colui che tra voi accetterà di entrare nella Bruderschaft Der Krahe Incorporated, diventerà automaticamente un TWC World Tag Team Champion, via Freebird Rule, ovviamente. E anche se qualche scemo si opponesse, non preoccupatevi, le scappatoie ci sono. Ho un avvocato coi controfiocchi.

VB: Scemo? Chi sarebbe lo scemo?!

SGF: Se non ci foste arrivati, praticamente uno di voi non avrà bisogno di farsi pestare a morte e fallire ad Alpha Horizon. Perchè sarà campione a prescindere. E qui si arriva alla condizione sine qua non di tutto questo bellissimo momento. Anche perchè sennò sarebbe troppo facile dire di sì, strette di mano e tutti contenti. C'è sempre qualcosa da sacrificare per essere felici. Nel vostro caso una cosetta da nulla, non vi preoccupate.

Sigfried si sporge in avanti.

SGF: Il posto nella BDK Inc. verrà assegnato a colui che durante il Triple Threat Tag Team Match favorirà la vittoria finale della Bruderschaft Der Krahe Incorporated.

Il Corvo fa un sorriso furbo.

SGF: Ergo, da stasera tutti quanti avrete due settimane per riflettere sulla nostra proposta e farci sapere qualcosa. Vale tutto, signori: farsi schienare di proposito, rinunciare a schienare un avversario lasciando il pinfall a Chris o me, andarsene via rinunciando al match di punto in bianco...

Sigfried si gratta la barba.

SGF: Ecco, pestare a tradimento il proprio compagno non sarebbe molto eroico. Però, forse, potrebbe anche essere visto come un’azione dettata dalla voglia disperata di entrare a far parte della Company of Heroes. Per cui le scappatoie legali ci sono, diciamo. Ah, e se vi ritrovaste a essere in due, tre o addirittura tutti quanti così vogliosi di entrare nella BDK, non vi preoccupate. Fate pure il vostro dovere. Dopo Alpha Horizon in caso faremo delle eliminatorie.

Il Corvo sospira.

SGF: Allora, avete capito bene cosa vi offriamo? Ci sono domande?

Improvvisamente prende la parola Virgil Brown Jr., furioso.

VB: Io ho una domanda, signor Jaeger. Ti rendi conto che stai tentando pubblicamente di falsare un match di punta di uno Special Event?! Di fronte a me per giunta! Hai preso delle droghe per caso? Stai bene? E così i tuoi compari.

SGF: La mia salute è ottima, Junior. Grazie delle preoccupazioni. Ehi, dovresti essermi riconoscente, in questi tempi di crisi voglio assumere gente a tempo pieno, senza dover ricorrere a stronzate come il Jobs Act. Oltretutto per la prima volta ti ritrovi di fronte a delle persone straordinarie che non si abbassano a complottare nell’ombra, ma che invece fanno tutto alla luce del giorno, senza remore o preoccupazioni di sorta. Eh sì, siamo proprio delle brave persone, noi della Bruderschaft Der Krahe Incorporated. E ora lascia che i diretti interessati espongano le loro impressioni di fronte a questa magnifica opportunità. Fai il bravo, Junior. Dai.

Virgil Brown, Jr. scuote la testa...

FF: Ehi!

Ed ecco che "The Captain" prende la parola, rivolgendosi direttamente verso Sigfried Jaeger, che, con sguardo attento, lo ascolta.

FF: Sai una cosa, Sigfried? Ci sto!

Il Corvo alza la testa, improvvisamente Schmidt, Gates, Miller, Brown, tutti si girano improvvisamente verso "The Captain", Sean, invece, rimane fermo, con lo sguardo assorto.

FF: Sì, anche Sean è d'accordo, vero?

Sean rimane immobile, in silenzio.

FF: Io, Fred, sarò il nuovo membro della Bruderschaft Der Krahe Incorporated, MA, ma voi due, voi, la bionda e l'energumeno, voi tutti vi levate dai coglioni, ora e per sempre!

Virgil Brown, Jr., scuote la testa, Sigfried Jaeger sorride, lo stesso fa Fred.

FF: Vedi, Sigfried, se fossi intelligenti, prenderesti sul serio quella tua proposta, perché, se fossi intelligente, se fossi saggio e lungimirante come un vero leader, capiresti che il tuo team non funziona e non funzionerà finché non vedrà al suo intero un uomo, indipendentemente dal fatto che costui sia tedesco d'origine o sia nato nel Missouri, fa lo stesso.

Sul volto si Sean compare un fugace sorriso.

FF: Purtroppo, Sigfried, non tutti siamo eroi, infatti ci sono alcuni per cui è più che sufficiente creare qualcosa di nuovo, forte, eterno, e che non sono in grado di prendersi cura dei cadaveri, ci manca il potere della resurrezione, purtroppo. Pazienza, ce ne faremo una ragione. Perciò, vedi Sigfried, a Alpha Horizon ti prometto che mi prenderò cura del tuo team, tranquillo: ne prenderò le redini, lo cavalcherò e poi, dopo essersi divertito a sufficienza, lo caccerò a calci in culo, perché è così che si trattano le puttane, è così che si tratta la BDK!

Sigfried scuote la testa, Sean ridacchia sotto i baffi.

FF: Tutti voi, a Alpha Horizon, sarete le mie puttane, le nostre puttane, tutti, nessuno escluso, anche te, bella bionda!

Brunild Wagner volta lo sguardo, con espressione disgustata.

FF: E ora, signori, signorine, possiamo firmarlo questo fottutissimo contratto?!

SG: Fermi tutti. Ho sentito abbastanza stronzate.

L'attenzione generale si sposta su Shawn Gates.

SG: Freddy, l'abbonamento a Brazzers ti è scaduto o cosa? Voglio dire, per quanto effettivamente Brunild non sia niente male i tuoi deliri da mistress bisessuale mi sembrano un po' inappropriati, specialmente davanti ad una signora, e a Christophorus, che sembra essere piuttosto impressionabile. Adesso, se qualcuno gentilmente da lì dietro mi passasse una sedia visto che questi idioti hanno distrutto quelle che erano qua mi farebbe un grande favore.

Dalla timekeeper area un arbitro porta una sedia sul ring, Gates la posiziona vicino al tavolo e si ci siede, mettendo poi le gambe sul tavolo dove si trovano i contratti, poi estrae un pacco di sigarette dal taschino, ne mette una in bocca e la accende, quindi si rivolge agli altri presenti sul ring.

SG: Qualcuno vuole favorire? Nessuno? Peggio per voi.

Il Ribelle fa un tiro di sigaretta, poi si rivolge a Jaeger.

SG: Sai Sigfried, ultimamente mi sono arrivati dei fascicoli, diciamo ottocento pagine, sul tuo conto. C'è tanta roba interessante su di te là dentro ma avendo, al contrario tuo, una dignità, cercherò di evitare di sputtanarti in diretta. Non tanto perché non te lo meriti, ma più che altro perché ti darei l'impressione che le tue parole mi abbiano minimamente scalfito, ma per ottenere questo risultato dovrai impegnarti un po' di più.

Il Ribelle dà un tiro alla sigaretta mostrandosi atarassico.

SG: Ora veniamo all'offerta di lavoro. Ipotizziamo per un momento che io dovessi accettare la tua offerta, mettiamo rifilando un bel Gatykick al nostro Johnny Sins più pelato qui presente e lasciando a te o a Miss Jaeger il piacere di schienarlo. A quel punto entrerei di diritto nella Bruderschaft Der Krucchen e sarei di diritto un campione di coppia, giusto?

Il 34th street hero guarda attentamente il texano annuendo leggermente.

SG: Un illegittimo, disonesto, senza alcuna dignità o ritegno, odiato da tutti, egocentrico, megalomane, disperato, infame campione di coppia. Insomma, sarei esattamente come un vero membro della BDK! Cazzo, suona emozionante.

Altro tiro di sigaretta di Gates mentre il pubblico ha una reazione positiva.

SG: Senza contare che oltre a perdere ogni voglia di guardarmi allo specchio la mattina, dovrei convivere con voi quattro. Per carità, Christophorus sembra un coinquilino modello: silenzioso, accondiscendente, sembra proprio il tipo che ti fa fare la doccia per primo anche se torna da una giornata in miniera. Poi ci sarebbe Gunther che invece sembra più rumoroso oltre ai problemi di comunicazione che inevitabilmente sorgeranno visto che il nostro Mastino qui si è fermato ai tempi quando ancora vi vestivate di orsi scuoiati, che non è neanche troppo tempo fa, e non ha un cervello abbastanza sviluppato per parlare bene una lingua, figuriamoci due. Poi ci sarebbe Brunild, ma sono in una relazione stabile, quindi lascio il sogno di piazzare le telecamere nella doccia per spiarla a gente che ne ha più bisogno. Diciamo Fred. Infine dovrei convivere con te, Sigfried.

Tiro di sigaretta dell'Ultimate Rebel, che toglie i piedi dal tavolo e si alza.

SG: Peccato che oltre a non essere disposto a vendermi, perdere la dignità, convivere con gente come voi e sentirmi una merda dentro per il resto della mia vita, non sono assolutamente disposto a smettere di fumare.

Gates tira la sigaretta addosso a Jaeger, che si pulisce dalla cenere e pesta la cicca sotto lo stivale guardando il texano in cagnesco, quest'ultimo poi si volta verso il resto dei presenti.

SG: Sotto a chi tocca.

Dal gruppo fa un passo in avanti Sean Morgan, armato di microfono.

SM: Penso sia il mio turno.

Fischi del pubblico.

SM: Sai, questa proposta è allettante. Dal primo giorno che ho messo piede in questo ring ho sempre affermato di essere entrato a fare parte della TWC per lasciare un segno, per ottenere gloria e titoli. E così ho iniziato a darmi da fare e dopo due settimane avevo già ottenuto una chance al World Title. Tempo un paio di mesi ed al primo mio PPV ero già nel match valevole per i titoli di coppia e tra due settimane ciò si ripeterà, con un finale diverso, ovviamente.

Morgan sorride, voltandosi poi verso Fred che fa lo stesso.

SM: Ma ecco il turning point di questa storia, la possibilità di vincere un titolo senza neanche faticare. Sarebbe facile, troppo facile. Sembra quasi il modo con cui quelle giunture sono giunte alla vostra vita.. Oh aspetta, ma è proprio ciò che è successo a voi! Io sono diverso però, non sono come te Sig, e voglio vincere quei titoli dopo averti schienato.. Un'altra volta!

Occhiataccia di Sigfried a Morgan.

SM: Questa è la differenza tra voi e noi, poco prima stasera abbiamo evidenziato come io e Fred possiamo essere gli unici degni rappresentanti dei Dawn Of The Empire rimandando al mittente due nostri ammiratori. Te, invece, ti sei accorto, probabilmente troppo tardi che l'unica persona degna dei BDK Inc. sia la quota femminile del gruppo, mentre i restanti membri siano solo inutili presenze e stai cercando di rimpiazzarli.

Morgan ora si rivolge a Schmidt.

SM: Mi aspettavo una tua reazione Chris. Davvero ritieni che, dopo che uno di noi quattro si sia unito al vostro gruppo, te non avresti fatto la fine del tuo compare tutto muscoli e niente cervello al tuo fianco andando a feudare con Ultraman? Davvero credi nella cazzata della Freebird Rule? Non pensi sia solo un metodo per farti accettare un nuovo membro per poi, lentamente ma non troppo, toglierti di mezzo dai discorsi importanti, lasciandoti morire in fondo alla card?

The Orphan scuote la testa.

SM: Tornando alla proposta, come ho detto è sicuramente allettante, ma passo. Complimenti eroe, per aver mostrato a tutti quanti le insicurezze che riponi nel tuo gruppo e la paura che hai di perdere quelle cinture ad Alpha Horizon cercando di salvare la situazione corrompendo un avversario. Peccato che fino ad ora ti sia andata male al cento per cento, non scoraggiarti, però, c'è ancora una possibilità!

The Unstoppable Machine si gira e si va a mettere faccia a faccia con Miller.

SM: Ciao Travis, vedo che ti sei ripreso dopo tutte le mazzate che ti ho rifilato due settimane fa. Mi fa piacere, perché al prossimo PPV te ne aspetteranno altre, ma intanto vediamo cosa hai intenzione di fare adesso. Coraggio Travis, manchi solo tu.

Travis fa un gesto di stizza verso Sean, poi alza il microfono sorridendo e comincia a parlare.

TM:Wow, sei stato rifiutato per quattro volte di fila, Jaeger. Con questo credo tu abbia battuto il record di Fred ai tempi del liceo, è stato brutale. E io sono quello con l'ultima parola, è una situazione delicata la mia, potrei danneggiare seriamente la tua autostima. Ma d'altronde a questo punto dubito ci sia qualcosa che possa anche solo scalfire il tuo ego mastodontico, quindi procedo senza troppi problemi.

Travis si ferma qualche secondo e poi riprende a parlare.

TM:Questa è seriamente la cosa più patetica che ti abbia mai visto fare da quando sei apparso tra il pubblico durante la prima puntata di Indoor War. Aldilà di tutte le belle parole e della magnificenza superficiale con cui hai coperto la tua campagna di reclutamento, questo è probabilmente il picco di debolezza della BDK e tu per primo lo stai rendendo evidente.

Travis si volta verso Schmidt, che lo fissa malamente.

TM: Tu, come il mastino e la ragazza, lo avete deluso. Non si sente più al sicuro ad avere voi come lacché, quindi cerca di reclutare uno di noi per eliminare un po' di competizione e costruire un nuovo muro dietro al quale proteggersi. State sicuri che se anche solo uno di noi avesse accettato probabilmente si sarebbe liberato di uno di voi, o forse persino di tutti voi, nel giro di un mese. Mai quanto ora avreste buone motivazioni per sbarazzarvi di Jaeger e cominciare ad avere un minimo di indipendenza nella vostra carriera, dovreste sbrigarvi a togliere di mezzo lui prima che lui tolga di mezzo voi.

Travis si sposta di nuovo di fronte a Sigfried.

TM:E tu dovresti prepararti al peggio, non manca molto ad Alpha Horizon.

Sigfried Jaeger e Christophorus Schmidt si guardano un attimo, poi scuotono entrambi il capo.

CS: Stupidi idioti...

Il Corvo si sgranchisce, dopo di che fissa seriamente tutti e quattro.

SGF: Adesso ascoltatemi bene per una volta nelle vostre poco eroiche e perciò squallide vite. Comincio leggermente a stancarmi di sentire sempre le stesse identiche sciocche risposte da ognuno di voi ogni volta che vi vedo. Sembrate delle macchinette coi nastri registrati. Ogni volta riavvolgete il nastro e ripetete le stesse cose. Sempre. Voi No More Humans prima ci avete dato dei nazisti ogni due per tre, ora sono mesi che ci date dei vigliacchi. Per non parlare di quanto vi piace perseguitare il fiero Christophorus attaccandovi a scuse infondate. Patetico. Fred poi è entrato ormai in modalità stalker sessuomane con manie di grandezza e pare che la notte si sogni i nostri eroici sederi. Schifo. Morgan invece non riesce mai a far sbollire la rabbia e dice cose a caso. Anzi a casissimo proprio. Triste. Tutte le vostre cialtronerie vi hanno offuscato così la mente da farvi perdere l'unica verità provata. A End is Near, noi due vi abbiamo sonoramente battuti! Smettete d’ignorare come sono andati i fatti, siate realisti una buona volta e sognate di meno. Punto.

Poi ancora una volta il Corvo punta il dito verso Travis.

SGF: Tu, Travis Miller, hai perso. Accettalo, bevi di meno, esci più di casa, e zitto.

Tocca a Shawn.

SGF: Tu, Shawn Gates, hai perso. Accettalo, fuma di meno, fai disintossicare tuo figlio, e zitto.

Poi verso Sean.

SGF: Tu, Sean Morgan, hai perso. Accettalo, vai da uno psichiatra, trovati qualche passatempo, e zitto.

Infine verso Fred.

SGF: Tu, Fred Franke, hai perso. Accettalo, trovati una donna, o un uomo, e zitto.

Mentre Christophorus, Gunther e Brunild mimano contemporaneamente il gesto del silenzio avvicinando il dito indice alla bocca, Sigfried schiocca le dita all'indirizzo di Virgil Brown Junior.

SGF: Junior, avanti il contratto.

Il General Manager della TWC porge di malavoglia la cartellina a Christophorus, che la apre e inizia a controllare che tutto sia a posto, sfogliando le pagine. Nel frattempo il Corvo continua a guardare stizzito i No More Heroes e i Dawn of the Empire. Poi li apostrofa ancora una volta.

SGF: Lasciatemi spiegare bene come stanno le cose, visto che mi sembrate ancora troppo confusi. Ad oggi in questa federazione esistono solo tre grandi potenze a dettare legge. La prima potenza è la dirigenza. Un organismo potente e corrotto, formato da uomini viscidi e senza scrupoli che si sono alternati nel tempo facendo soltanto danni in lungo e in largo. Tidus, Philips Brian, Fox Olon, Junior. Inaffidabili, dittatoriali, inconcludenti nonostante l’enorme potere che si ritrovano per le mani. Autori di piani diabolici puntalmente andati in vacca per colpa loro.

VB: Hey. Ma che diavolo blateri, Jaeger! Io non sono nè viscido, nè inconcludente. Modera i termini, la mia nipotina segue gli show!

Il Corvo ignora completamente Brown e continua.

SGF: La seconda potenza è rappresentata da Leon Black, il World Heavyweight Champion. Un essere mostruoso, che parla in modo mellifluo per ingannare e manovrare le persone, che si crede invincibile e adora rovinare l’ego altrui al fine di nutrire il suo e continuare a gonfiarlo in modo smisurato. Fred Franke ne sa qualcosa, è stato il primo a Night of Gold. Sean Morgan ne sa qualcosa. Anche Travis Miller ne sa qualcosa. Il prossimo a cadere nella trappola è Shawn Gates. Non riesco ancora a concepire come così tanta gente si sia fatta fregare dalle false promesse di quel mostro. Tutti triturati in un match a senso unico. E poi scartati come immondizia. Eh sì, slo un vero eroe può porre fine a questa minaccia.

Sigfried gonfia e il petto. Ma non sorride.

SGF: La terza grande potenza è la Bruderschaft Der Krahe Incorporated. Eroi. Protagonisti fin dal Day One della TWC. Autori di grandi match per tutto il 2015. Legittimi TWC World Tag Team Champions e WFSS Woman World Champion. Sempre al centro dell’attenzione. Amici per la pelle in lotta contro tutte le avversità. E ad Alpha Horizon pronti a fare la storia contro un autentico mare di nemici. Perchè BDK è sinonimo di grandi imprese. Questo siamo noi quattro. E voi stolti con la puzza sotto il naso vi permettete perfino di sputare sul sontuoso banchetto a cui vi ho invitato. Bah!

Jaeger sospira scuotendo il capo.

SGF: Lo ripeto. Non siete altro che zombie, destinati a trascinarvi in giro come insetti attirati dalla luce emanata dal fuoco delle tre potenze. Solo che invece di godere di quella luce, finite sempre per buttarvi nel fuoco e bruciare. Perchè? Ehi, siete zombie, il vostro cervello è marcio, no?

Il 34th Street Hero fa spallucce si gira verso l'Hunter.

SGF: Chris?

CS: E’ ok.

SGF: Timbro!

Il Berlin Brawler tira fuori un grosso timbro da notaio dalla cassa di plastica. Dopo di che lo apre e lo applica a forza sullo spazio per le firme, lasciandovi in calce il logo della BDK. Poi gira la cartellina verso i No More Heroes e i Dawn of the Empire. Infine lui e Sigfried si alzano in piedi.

SGF: Triple Threat Falls Count Anywhere Match. Volevate il divertimento? Volevate una vera e propria battaglia? Volevate sentirvi un poco importanti una volta nella vita? Ebbene, sarete accontentati. E massacrati. Because this, is Our World.

CS: Pezzi di merda! La nostra offerta è ancora valida fino ad Alpha Horizon. Non fate gli idioti e tenetene conto. E ora firmate e andatevene a fare in culo!

Dopo di che l’Hunter rimette il timbro nella cassa di birre, la raccoglie e esce dal ring assieme al Corvo che si è preso i titoli dal tavolo, al Mastino che guarda loro le spalle con lo Sledgehammer e alla silenziosa Valkyria. Mentre Virgil Brown Jr. scuote il capo, estremamente irritato, vediamo la BDK Inc. allontanarsi alla spicciolata, risalendo la rampa tra i fischi del popolo della TWC e fermandosi sullo stage, dove Jaeger si fa dare una birra e rimane con gli altri ad osservare la scena sul ring mentre beve.

FF: Possiamo concludere?

Fred alza gli occhi al cielo, scuotendo ripetutamente la testa, poi con la mano destra si impossessa di una penna, con l'altra afferra il contratto...

FF: Tutti parlano di Fred. Te l'avevo detto, fratello.

Fred firma il contratto.

FF: Fatto.

Fred si rivolge verso Sean Morgan.

FF: Te l'avevo detto, Sean. Il più grande problema di questa compagnia è l'essere politicamente corretti.

Sean annuisce.

FF: Sì, perché se non si indossa un'elegante giacca, una camicia candida e una cravatta garbata, se non si usa un linguaggio pacato, elegante, educato, beh, vali quanto può valere uno di quei grassi sozzoni che si stanno ingozzando, urlando contro o a favore di noi, come fossimo animali in un circo o stupidi pesci dentro una palla di vetro. Ma, l'ho già detto, questa compagnia potrà togliermi anni di vita, su questo ring potrò spaccarmi la schiena e forse, un giorno, rimanere paralizzato e trascorrere il resto della mia vita con un fottutissimo vegetale, ma non riuscirà mai a cambiare il mio stile di vita, sarò io, saremo noi, i Dawn of the Empire, a cambiare le cose qui dentro, cominciando con una bell'iniezione di una cura politicamente scorretta. E conquistando i TWC World Tag Team title a Alpha Horizon.

"The Captain" si rivolge ora verso Shawn Gates e Travis Miller.

FF: Comunque, carissimi No More, l'unico fascista che vedo su questo ring è il nostro Virgil Brown, Jr.

A questo punto Fred rivolge la propria attenzione verso il general manager, che, rimanendo impassibile, ascolta le pare del tedesco, divenuto improvvisamente serio.

FF: La tua ipocrisia mi disgusta. Sappi solo che puoi prenderti gioco di chiunque altro in quest'arena o in questo mondo, ma non potrai mai ingannare né me né mio fratello: questa farsa coi BDK finisce al Garden, chiaro? Sistemati loro, chi ci manderai contro? Assumerai tutti i tag team di tutte le federazione pur di vederci perdere? Ottimo, saremo pronti, siamo sempre pronti! Più saremo, meglio saremo, maggiori saranno le nostre vittime, maggiore sarà la nostra eredità, più a lungo perdurerà il nostro ricordo fino a diventare indelebile. Ma sappi un'ultima cosa, Virgil: ci prenderemo cura di quelle cinture, stanne certo; faremo ciò che non hanno fatto i tuoi campioni, ma poi, poi, passeremo ad un livello più alto, comincerà la seconda fase, perché il nostro impero sarà vasto, ma il nostro ego lo è di più. Estote parati.

Faccia a faccia fra Fred e Virgil Brown, Jr.

FF: Quanto a voi, campioni...

Il tedesco si volta, volgendo la propria attenzione verso lo stage, dove si trovano i campioni di coppia del mondo.

FF: Ora state là, al sicuro, passerete una notte serena, dormirete sogni tranquilli, ma, al Garden, potrete anche nascondervi dentro i bidoni dell'immondizia, potrete anche sgusciare nel posto più squallido e nascosto dell'arena, della città, io sarò lì, con voi, io vi seguirò, ovunque. Per prendervi a calci in culo!

Sigfried Jaeger alza la cielo la cintura, Fred lo osserva, poi volge la propria attenzione verso l'alloro, rimanendo fermo e in silenzio per qualche momento. Successivamente si volta, tirando un lungo respiro.

FF: Mi auguro che voi l'abbiate una ragazza, perché avrete bisogno di qualcuno che vi consolerà. Beh, potrete comunque ripiegare il vostro affetto su mammina o sul figlioletto, sempre se sia cosciente, vero Gates?

Fred, con la coda dell'occhio, osserva Gates, che, sorride, e scuote lentamente la testa, dunque passa il contratto e la penna fra le mani di Sean Morgan.

SM: Un'ultima cosa. Ad Alpha Horizon ci saranno Heroes e No More Heroes, ma non è questo che conta, perché noi vi faremo male, un male fisico che vi porterete dietro nelle vostre carriere e di cui sentirete sempre la sensazione di dolore. Tra due settimane non importa ciò di cui andate fieri di essere, perché ciò che conta sarà la nascita di un nuovo grande impero, quello dei Dawn OF The Empire. And That Will Be Just The Beginning!

Anche Morgan firma il contratto, poi si scosta stizzito, mentre Shawn Gates prende la cartellina e la penna.

SG: Wow, non credevo Fred sapesse scrivere.

Il texano appone la firma sul contratto, poi si gira verso la BDK Inc.

SG: BDK, il vostro ingiusto regno sta per finire.

Gates si volta verso Morgan e Fred.

SG: Dawn, il vostro impero non sorgerà mai.

Il Ribelle mette il braccio sull'alta spalla di Travis Miller.

SG: Adesso basta. Le chiacchiere stanno a zero. Because after Alpha Orizon, there will be No More Heroes

Gates dà il contratto a Miller, che scruta i campioni in carica, poi Franke e Morgan.

TM:Inutile vi dica altro, è da mesi ormai che ci minacciamo a vicenda. Solo una raccomandazione...

Miller prende la penna e firma il contratto.

TM:Non arrivate ad Alpha Horizon convinti di dover affrontare i No More Heroes di due mesi fa. Questo non sarà il Ladder Match di The End is Near. Se volete uscirne intatti vi conviene non commettere il minimo errore, perché io e Shawn non ne faremo.

Miller ripassa il contratto al nervosissimo Virgil Brown, che dopo aver controllato attentamente le firme per sicurezza, alza il documento e riprende il mano il microfono.

VB: E' ufficiale signore e signori, ad Alpha Horizon la BDK Inc. metterà in palio i TWC Tag Team Titles contro il Dawn of the Empire e i No More Heroes in un Triple Threat Falls Count Anywhere Tag Team Match!

La musica di Virgil Brown risuona nell'arena mentre questi tira un sospiro di sollievo, esce dal ring con il contratto e si dirige verso il backstage, scortato dalla prode A&A Security. La BDK Inc. rimane ad osservare in cupo silenzio i suoi avversari per qualche secondo, prima di sollevare un'ultima volta le cinture al cielo ed uscire di scena. E con le immagini dei No More Heroes e i Dawn of the Empire, rimasti soli sul ring, che si fronteggiano guardandosi in cagnesco, noi andiamo in pubblicità, Stay Tuned!


Up Next: MANSON MEETS MOON


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 22:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Tornati dalla pubblicità vediamo Andy Moon aggirarsi nel backstage.

Immagine


Il ragazzo sembra star cercando una persona in particolare...

Immagine


Ed ecco sbucar fuori Kevin Manson. Scambio di sguardi tra i due amici, nessuno abbassa gli occhi e rimane il silenzio per qualche secondo. Finalmente, Kevin parla.

KM: Ehi. Andy. Prima o poi sarebbe dovuto succedere, no?

AM: Già. Specialmente considerato che dovremo affrontarci fra due settimane. Il, che ovviamente, porta a questo confronto.

Kevin si sgranchisce il collo.

KM: Sai, sarò sincero. Sono felice che tu sia nel match. Non fraintendermi, non è che mi piaccia l'idea di pestarti a sangue in sè o di strapparti l'opportunità di una vita, però... Uff, chi stiamo prendendo in giro, noi wrestler siamo fatti così. Nel nome della disciplina siamo felici di pestare le persone a noi care, per quanto illogico possa sembrare ad un esterno questo ragionamento. Ti chiederei se sei pronto, ma poi mi ricordo che non ti vedo dal Giappone e immagino che ci siano altri argomenti che hanno la precedenza. Quindi, ehi, com'è mangiare con delle fottute bacchette di legno?

AM: Molto particolare.

Lo sguardo serio di Andy resiste per qualche altro secondo poi scoppia in una risata.

AM: Ti voglio bene, Kev. Sai, sono d'accordo con te sul fatto del match. Non ho mai avuto l'occasione di combattere contro di te. Si prospetta divertente.

Kevin ricambia il sorriso.

KM: Ti direi che ti voglio bene anche io, ma ho paura delle fanfiction che la gente potrebbe scrivere a riguardo. Ehi, ci tengo alla mia incolumità, non vorrei mai essere pestato selvaggiamente da Ayumi per una incomprensione.

Manson si fa leggermente più serio.

KM: Sempre a proposito della Chamber, pare che tu stia avendo problemi con quel coglione di Drake. Tralasciando che ancora mi stupisco sia in un match così importante, dimmi, è così scarso come sembra?

AM: O è molto stupido, o è molto furbo. All'inizio propendevo per la seconda, ma più passa il tempo e più mi sembra un semplice rincoglionito con molta, molta fortuna.

Manson annuisce.

KM: Già, proprio come pensavo. Cioè, almeno inventarsi una scusa credibile per i suoi ridicoli tentativi di mettersi in mostra.. Ero sotto il controllo di Samantha e non puoi dirmi nulla, specchio riflesso! Andiamo, chi cazzo se la beve. Che è, un robot? Mi piace credere di non essere della stessa specie di "cose" come lui, ma purtroppo è umano come tutti noi.

Kevin si morde il labbro.

KM: Penso che mi divertirò a vedere la sua faccia disperata quando io uscirò dalla Chamber come vincitore. Ehi, Andy, non fraintendermi, non ti sto sottovalutando. So benissimo che sei un wrestler di alto livello. Solo, non posso permetterti di raggiungere il mio livello. Penso che mi darebbe un sincero voltastomaco vederti affrontare Leon a War of Change II con voi che fino ad allora continuerete a fare il maestro e l'allievo che si vogliono tanto bene, tu parlerai di Black come se fosse un grande uomo e bla bla e io mi caccerò due dita in gola vomitando sangue. Voglio che chi strapperà il titolo a Leon glielo faccia pesare, gli ripeta quanto è un cancro, lo mandi sull'orlo di una crisi nervosa, gli insinui il tarlo del dubbio fino a ridimensionarlo in una nullità agli occhi del mondo. In poche parole, voglio essere io. Io e nessun altro.

Andy sorride e alza le sopracciglia.

AM: Onestamente? Non me ne fregherebbe un cazzo se Black ci rimanesse male dopo aver perso il titolo contro di me. Non la menerei nemmeno troppo sul fatto che ho imparato molto da lui, perchè non ce n'è bisogno. Ma farei ben sapere che Leon Black, la macchina, ha perso contro quello che tutti considerano un ragazzino e nessuno vuole ascoltare.

The Animal accenna un sorriso.

KM: Risposta sorprendentemente soddisfacente. Immagino di potermene anche andare sicuro ora... Mangiare con le bacchette t'ha fatto bene, sul serio. Allora, Andy... Vinca il migliore?

Manson allunga il pugno verso Moon.

AM: Sempre.

Andy picchia il suo pugno contro quello di Manson mentre le immagini vanno in pubblicità.

STILL TO COME: BLACK VS GATES


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 22:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Bentornati in onda col venticinquesimo episodio di TWC Indoor War. Le immagini ci portano nel backstage, dove vediamo Nick Carroll uscire dal suo spogliatoio, cintura in spalla.

Immagine


L'ingegnere si avvia lungo il corridoio e girato l'angolo si trova faccia a faccia col General Manager di Indoor War, Virgil Brown Jr.

Immagine


Virgil si blocca immediatamente e si rivolge al bostoniano.

VB: Nick Carroll. Cercavo proprio te.

NC: Buonasera capo.

Brown mette una mano sulla spalla libera di Carroll e con l'altra indica davanti a sé, chiedendo a Nick di camminare insieme a lui.

VB: È arrivato il momento che io ti faccia un discorsetto che forse ho rimandato per troppo tempo. Riguardo quella.

Il GM indica il TWC 15 Championship.

NC: Immaginavo.

Brown annuisce.

VB: So che non sei uno stupido, perciò taglierò corto. Portare un titolo è una gioia ed un onore, ma è anche una responsabilità. Una responsabilità nei confronti di te stesso, del pubblico ed anche della federazione per cui lavori. E come General Manager della TWC non posso ignorare quello che è successo due settimane fa.

Carroll tenta di intervenire, ma Virgil lo ferma.

VB: So cosa vorresti obiettare. Non ti aspettavi di dover combattere contro quel Murphy. Il suo arrivo ti ha scosso ed inoltre non eri preparato ad affrontare un avversario del genere, un avversario che ti conosce a menadito e sa quali sono i tuoi punti deboli.

Il GM alza un indice.

VB: Ma è proprio questo il rischio delle Open Challenge e per questo tu avresti dovuto essere preparato a tutto.

Nick prende di nuovo fiato per parlare, scuro in volto, ma Brown lo anticipa di nuovo.

VB: Come lottatore capisco perfettamente il tuo punto di vista. So benissimo quanto ci tieni a dimostrare di essere un vero campione. Ma nello scorso episodio hai seriamente rischiato di perdere il titolo in favore di un lottatore di un'altra compagnia e come General Manager non posso chiudere un occhio. Cosa deve pensare un nostro spettatore vedendo un wrestler della WFSS arrivare ad un passo dal sottomettere un campione TWC? Di certo non fa bene alla nostra immagine.

Virgil mette di nuovo una mano sulla spalla a Nick.

VB: Non prenderlo come un rimprovero Nick. Vedila più come un'esortazione a fare meglio. Apha Horizon è vicino ed è il palcoscenico ideale per mostrare al mondo quanto sia duro e resistente un vero campione della TWC. È la tua occasione, non mi deludere.

Carroll respira profondamente e osserva negli occhi Virgil.

NC: Va bene capo. Grazie del consiglio.

Nick si gira e si allontana dal General Manager e sulle immagini di Virgil Brown che storce la bocca, andiamo nuovamente in pubblicità.

UP NEXT: LUCY & BRUNY


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 22:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
E dopo una breve pausa pubblicitaria, Indoor War, lo show del venerdì sera più seguito dopo i Pokémon è tornato.



Immagine


Lucy Fisher compare sullo stage, accompagnata dalla sua musica di ingresso ed accolta affettuosamente dal pubblico, che la saluta con un coro.

You have made it! You have made it! You have made it!


La rossa sorride, poi si avvia verso il ring, rotolando sotto la prima corda. La ragazza si avvicina a Jessica Rose e le due si guardano per un istante, poi la annunciatrice le consegna un microfono ed esce dal quadrato, lasciando la Witch da sola.

LF: Salve New York, il mio nome è Lucy Fisher. Sono conosciuta in tanti modi e in tanti paesi, ma la mia terra è il ring. Sono la migliore lottatrice della mia generazione ed ho esportato il mio talento all'estero, dove sono divenuta Reina de Lucha. Sono una sette volte campionessa del mondo, ho detenuto il titolo massimo maschile della Ultimate Fight Championship, la prima donna a farlo. Sono la più longeva campionessa femminile della World Fighting Supreme Society. Sono colei che ha portato il wrestling femminile qui in TWC.

Lucy sorride.

LF: Eppure non sono soddisfatta. Davanti a me ritengo ci sia il match più importante della mia carriera. Una sola persona è ancora imbattuta in TWC, una sola donna, per essere precisi. Brunild Wagner, l'attuale campionessa WFSS. Una mia grandissima amica, ma anche la mia prossima rivale.

Immagine


Ma ecco che le luci si abbassano e diventano intermittenti, mentre un corvo solitario nella neve compare sul titantron! Lucy Fisher si gira verso la stage, abbozzando un sorriso.

Immagine


Il pubblico inizia subito a scatenarsi, mentre su tutti gli schermi campeggia l’inconfondibile logo della Bruderschaft Der Krahe Incorporated e una densa foschia si alza a coprire la zona da cui entrano di solito i wrestler della TWC.



Ed ecco risuonare The Mission, la theme della WFSS Woman World Champion, Brunild Wagner!

Immagine


Dopo qualche secondo, la Valkyria della TWC emerge dalla nebbia sullo stage, in jeans, maglietta e felpa BDK col cappuccio alzato sulla testa. Come sempre, il WFSS Woman World Championship è appoggiato bene in vista sulla sua spalla.

Immagine


La Valkyria resta ferma qualche secondo in cima alla rampa, dopo di che eccola scendere verso il ring. Una volta ai piedi del quadrato, Brunild alza lo sguardo verso Lucy, non tradendo alcuna emozione. Poi si gira e va a salire i gradoni d’acciaio, irrompendo infine sul ring. Qui la gelida Valkyria va subito a farsi dare un microfono, dopo di che, mentre la sua theme sfuma, eccola abbassarsi il cappuccio e andare a piazzarsi davanti a Lucy, alzando al cielo il suo titolo. Le due restano a fissarsi qualche secondo tra le grida dei fan in delirio. Poi finalmente Brunild si scioglie in un sorriso e fa qualche passo indietro, rimettendosi il titolo in spalla. Eccola prendere la parola.

BND: Ora che le pose di rito per i fotografi sono state fatte, noi due possiamo parlare tranquillamente, Lucy.

Brunild si schiarisce la voce e inizia il discorso.

BND: Sai Lucy, anche io ho un background non indifferente alle spalle. Ovunque sono andata ho vinto tutto quello che mi interessava vincere. E non solo nel wrestling, visto che pratico e ho praticato altre discipline sportive, come il Judo e il Brasilian Jiu Jitsu. Ho vinto tutto, o quasi. Infatti, tra gli obiettivi che ancora mi mancano per essere completamente soddisfatta di me stessa, oltre a mantenere un’antica promessa fatta alla mia migliore amica e sorella, c’è anche quello di battere te. Una volta per tutte.

La Valkyria fa spallucce, mentre il pubblico ruggisce. Lucy invece sorride.

BND: Durante la mia carriera pluriennale, ho affrontato ogni genere di sfida, ogni genere di match, ogni genere di avversaria. Ho avuto a che fare anche con diversi atleti uomini. Ho sputato sangue, ho fatto sputare sangue, mi hanno fatto male, ho fatto male io stessa ad altri. Ma senza alcun dubbio, non mi sono mai trovata così in difficoltà e al contempo così viva come quando ho combattuto con Elektra Kellis e te in questi mesi di TWC.

Lo Smiling Crow annuisce di fronte ad alcuni cori a favore della Spartana, oltre a quelli numerosi per Lucy.

BND: Elektra Kellis è stata un’avversaria tostissima. Ho dovuto dare tutta me stessa per batterla. E come sai bene, non è per niente facile mettere al tappeto quella ragazza. Figuriamoci farlo due volte. E devo dire che anche se non l’apprezzo molto come persona, ho imparato a nutrire del rispetto per il suo coraggio. Con te è diverso. Tu sei una veterana di questa meravigliosa disciplina. Sei rispettata da chiunque, a parte noi sappiamo chi, ma la cosa non ha alcuna valenza visto il tipo di persona con cui ho sfortunatamente avuto a che fare due settimane fa...

Brunild sospira.

BND: Ciò che mi preme dire è che sono fiera di ritenerti un’amica. E che mi ritengo onorata di averti affrontata nel primo incontro femminile in assoluto della storia della Total Wrestling Corporation. Solo che in quell’epica serata è mancato qualcosa. Io non ti ho battuta. Come tu non hai battuto me, d’altronde. Non sai quante volte ho ripensato a quell’incontro, sognando di ricominciarlo da capo, e finalmente, dopo mesi e mesi di attesa, ecco nuovamente la grande occasione. Lucy Fisher. Brunild Wagner. Un ring. Il WFSS Woman World Championship in palio.

Lo Smiling Crow guarda dritto negli occhi The Witch.

BND: Ti avverto in anticipo, amica mia. Ad Alpha Horizon la nostra amicizia resterà fuori da questo ring da quando la campanella suonerà, fino a quando i rintocchi conclusivi sanciranno la fine dell’incontro. Niente pietà, niente incertezze, niente rimorsi. Quello che voglio è una sfida che faccia storia. E credo che sia la stessa cosa anche per te.

Lucy annuisce.

LF: Sai, in realtà il nostro match sarà la grossa prova della nostra amicizia. Due vere amiche possono prendersi a pugni per mezz'ora e andare a prendere una birra subito dopo. Ed è esattamente quello che intendo fare. Portare su questo ring, qui a New York, nella Scala del Wrestling, il Madison Square Garden, la migliore Lucy Fisher di sempre. Dimostrerò al mondo perché sono considerata una leggenda. E, se mi è permesso dirlo, farò tutto il possibile per riprendermi quel titolo, che ha ancora la mia forma. Che ancora mi appartiene. Per dimostrare a tutto il mondo del wrestling femminile che non ho bisogno di mezzucci per essere la migliore.

La Fisher stringe il pugno per un istante.

LF: Che Lucy Fisher è una Leonessa, e in questo ring non c'è animale che possa superarlo. Né il corvo biondo.

La rossa annuisce a Brunild.

LF: Né il lupo bianco, né la tigre tinta, né la volpe verde. E per quanto riguarda la giovane colomba e la farfalla giapponese, dimostrerò anche a loro che questa è la mia Savana.

Brunild Wagner guarda negli occhi Lucy Fisher, poi replica.

BND: Non mi aspettavo risposta diversa da te, Lucy. Le tue parole non sono altro che la dimostrazione del perchè ti rispetto. Sei una degna avversaria. Tra due settimane, questo Corvo volerà alto nella Savana. Ci daremo la caccia a vicenda, Leonessa, e alla fine di uno scontro leale in cui daremo il meglio di noi stesse, una di noi si ritroverà sfinita, a terra, vittoriosa. Ma l'altra, pur sconfitta, non avrà nulla da recriminare.

La Valkyria porge la mano destra verso The Witch.

BND: Che vinca la migliore allora.

Lucy Fisher ricambia la stretta e sorride.

LF: Ricordati una cosa, però. La cosa più importante di tutte.

La rossa va faccia a faccia con la bionda e le due rimangono in silenzio per qualche secondo.

LF: Chi perde offre da bere.

Lucy ridacchia, offrendo un fist bump alla tedesca, che ricambia, poi esce dal ring, passando sotto la terza corda ed avviandosi nel backstage. E sulle immagini di una Brunild che non riesce a soffocare una risata sotto i baffi, noi andiamo in pubblicità.

Up Next: THE BEST SHOWDOWN IN HISTORY


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 22:29 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Ladies and gentlemen, welcome back to Friday Night Indoor War, live dal Manhattan Center di New York City! Siamo arrivati ora a un momento atteso allo spasmo dal TWC Universe.

Immagine


Come poteve vedere dalla grafica, la lotta suprema tra Ultraman, il prode difensore della natura, e Gunther Schmidt, il gigante sceso dai monti della Baviera, vivrà il suo primo capitolo stasera stessa, in un’inedita e appassionante Arm Wrestling Challenge!

Spoiler:
Immagine


Come vediamo, un tavolo professionale per il braccio di ferro è già pronto al centro del ring, dove si trova anche la nostra Jessica Rose, pronta ad annunciare i due maestosi protagonisti della competizione.

Immagine


JR: Ladies and gentlemen. The following contest is the first Arm Wrestling Challenge in TWC history!



Pubblico elettrizzato per l’annuncio. Ed ecco partire la roboante theme di Ultraman, il difensore della natura, che entrerà per primo!

Immagine


Ed eccolo qua l’ex-Animal che avanza a grandi passi sullo stage, carico a molla. L’unico wrestler al mondo che ha deciso di dedicare completamente la propria vita alla difesa del pianeta dall’inquinamento dell’uomo, si ferma in cima alla rampa e si guarda intorno, palesemente infuriato, tanto per cominciare. Eccolo poi iniziare a calare verso il ring, urlando a squarciagola la propria mitica catchphrase!

UTM: ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!...

JR: Introducing first, making his way to the ring. From Jacksonville, Florida. He is the Defender of Nature... ULTRAMAAAAAN!!!!!

Il gigante americano, una volta ai piedi del ring, balza sull’apron, irrompendo subito dopo nel quadrato. Eccolo poi puntare direttamente verso Jessica Rose, chiedendole ad alta voce di prestargli il microfono. La ragazza, spaventata, glielo cede subito. Una volta che la sua theme è sfumata, l’ex-Animal inizia la sua arringa.

UTM: SIGNORE E SIGNORI DEL PUBBLICO! CHI VI PARLA E' ULTRAMAN, IL DIFENSORE DELLA NATURA! E QUESTA SERA FARO’ PATIRE A GUNTHER SCHMIDT UNA PRIMA SONORA DISFATTA, IN ATTESA DI ALPHA HORIZON, L’ULTRASPECIAL EVENT NEL QUALE PORRO’ FINE ALLE ANGHERIE DI QUEL MOSTRUOSO ULTRAINQUINATORE!!!

Il mostruoso gigante annuisce fermamente, poi continua.

UTM: PRIMA PERO’, ULTRAMAN DEVE DIRVI CHE IL SUO UMORE E’ ULTRAPEGGIORATO NEGLI ULTIMI GIORNI! LA MIA BELLISSIMA ULTRAFIDANZATA MI HA DETTO CHIARAMENTE CHE QUANTO E’ SUCCESSO DUE SETTIMANE FA, DURANTE LA NOSTRA CENA ULTRAROMANTICA, HA TURBATO IL SUO ANIMO ULTRASENSIBILE. PERCIO’ SI E’ PRESA UNA PAUSA DI ULTRARIFLESSIONE DA ULTRAMAN!

L'ex-Animal scuote la testa, poi sbraita, rosso in volto.

UTM: TUTTO CIO’ E’ ULTRAINGIUSTO!!!!!!!!!!

Dopo di che l'incacchiato Ultraman procede nella sua arringa.

UTM: LA COLPA DI TUTTO CHIARAMENTE APPARTIENE SEMPRE A GUNTHER SCHMIDT, IL MIO MEFISTOFELICO ULTRANEMICO! NON GLI BASTAVA LANCIARE IN GIRO POVERA GENTE RINSECCHITA COME FOSSERO ULTRAPROIETTILI, NON GLI BASTAVA SPACCARE TUTTO SENZA RIPULIRE NEI RISTORANTI ULTRAPRESTIGIOSI DI NEW YORK, E SOPRATTUTTO NON GLI BASTAVA ATTENTARE ALLA VITA DI ULTRAMAN CON LA COMPLICITA’ DI UN PRESTIGIATORE DA QUATTRO SOLDI. RATTRISTARE LA MIA RAGAZZA E SPEZZARE UNA STORIA D'AMORE ULTRAGENUINA, ALTRO NON E’ CHE L’ENNESIMO CRIMINE TERRIBILE A CUI ULTRAMAN NON PUO’ PASSARE SOPRA! BASTA ULTRARAMANZINE! QUESTA STASERA ULTRAMAN COMINCERA’ LA SUA ULTRACROCIATA BATTENDO SCHMIDT A BRACCIO DI FERRO, E INTIMIDENDOLO GRAZIE ALL’ULTRAFORZA DONATAGLI DALLA MISERICORDIOSA MADRE NATURA!!!

Ultraman conclude puntando il dito verso lo stage.

UTM: GUNTHER SCHMIDT! PER LA SALVEZZA DELLA NATURA ULTRAMAN TI COMBATTERA’ CON LA SUA ULTRAFORZA! SE NON TEMI QUESTA ULTRAPOTENZA... FATTI AVANTI!!!!!!!!!!

Dopo di che Ultraman va di nuovo a cedere con rude gentilezza il mic a Jessica Rose e si piazza nei paraggi del tavolo da Arm Wrestling a braccia incrociate, puntando il suo sguardo fierissimo verso lo stage.

Immagine


Ma ecco che per tutta risposta le luci si abbassano e diventano intermittenti, mentre un enorme corvo compare sul titantron! Pubblico in delirio, Gunther Schmidt non si fa attendere a quanto pare.

Immagine


Sul titantron ora compare il trademark famosissimo della Bruderschaft Der Krahe Incorporated, mentre una densa nebbia grigiastra invade lo stage.



Ed ecco risuonare la barbaric theme del Mastino della BDK Inc., che vediamo sbucare sullo stage dalla nebbia, piuttosto accigliato.

Immagine


Il gigantesco wrestler tedesco sbuffa e si gira. Un attimo dopo vediamo la nebbia diradarsi in modo innaturale non appena Thomas Bell sbuca dal backstage con un ventilatore elettrico.

Immagine


The Hound scuote il capo e inizia a scendere la rampa, seguito da un Bell cfestante che saluta il pubblico.

JR: And his opponent. Making his way to the ring, accompained by Thomas Bell. From Ravensburg, Germany. He is the Brutal Crow... GUNTHEEEEER SCHMIIIIIDT!!!!!

Il Mastino si dirige rapidamente verso i gradoni d’acciaio, che sale con passo pesante. Una volta sull’apron, eccolo passare tra le corde e irrompere sul quadrato. Alle sue spalle, Thomas Bell spenge il ventilatore e lo appoggia a un angolo. Mentre la theme sfuma, vediamo subito Ultraman andare faccia a faccia con Gunther Schmidt, scatenando il pubblico di New York, in delirio di fronte alla scena dei due giganti che si scrutano. Dopo qualche secondo, però, un Bell divertito mette una mano in mezzo ai due, all’altezza della faccia, gesticolando manco fossero incantati. Lentamente, sia Ultraman che Gunther si girano verso il wrestler di colore lanciandogli un doppio sguardo omicida. Thomas alza le mani e indica il tavolo da braccio di ferro, dopo di che si apre la giacca e lo vediamo indossare una maglia da arbitro!

Immagine


Attenzione, sarà lui ad arbitrare, a casissimo, l’Arm Wrestling Challenge! Pare che la cosa non piaccia molto, nè a Ultraman e nemmeno a Gunther a dir la verità. Fatto sta che ci vogliono molti secondi e un paio di colpi schivati per permettere a Bell di focalizzare nuovamente i due bestioni sulla sfida a braccio di ferro. Alla fine, seppur di malavoglia, il Mastino e il Paladino della Natura si piazzano al tavolo, iniziando lentamente la preparazione. Mentre il pubblico resta con il fiato sospeso, ecco che Ultraman e Gunther iniziano a manovrare le braccia in cerca della posizione più favorevole. Alla fine i due bracci muscolosi finiscono per avvinghiarsi in una stretta d’acciaio.

Immagine


Nel frattempo, Thomas Bell mette una mano sulle loro. Appena la toglierà, la Challenge potrà iniziare ufficialmente. La toglie un millisecondo dopo averla appoggiata! E ci si gratta la schiena! Il Mastino ha i riflessi più pronti del Difensore della Natura, non ancora del tutto concentrato, e lo batte in meno un secondo netto!!! Colpo di scena! Gunther Schmidt ha sconfitto Ultraman in un tempo record! Il Mastino si guarda intorno e fa spallucce, mentre Thomas Bell e gran parte del pubblico lo applaude. Ultraman invece scuote il capo, si sbraccia e protesta. Eccolo andare a farsi dare un microfono!

UTM: NO!!!!! BASTA ESULTARE! QUESTA SFIDA DEVE ESSERE ULTRAINVALIDATA E RIPETUTA!!!

L'ex-Animal, fuori dai gangheri, punta il dito verso Thomas Bell.

UTM: TU, UOMO DEI GIOCHI DI PRESTIGIO! HAI TESO UN’ALTRA DELLE TUE SUBDOLE ULTRAIMBOSCATE A ULTRAMAN! NON SEI STATO ULTRALEALE, FACENDO VINCERE IL MIO ULTRANEMICO CON UN GIOCO D’ASTUZIA! ULTRAMAN NON ACCETTA QUESTO VERDETTO IGNOBILE, E CHIEDE A GRAN VOCE UNA RIPETIZIONE IMMEDIATA DI QUESTA ULTRASFIDA. ULTRAMAN HA DIRITTO A UNA NUOVA POSSIBILITA’!!!

Poi Ultraman inizia a sbraitare la sua leggendaria catchphrase.

UTM: ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!...

The Hound e Thomas guardano Ultraman girare come un pazzo per il ring gridando a squarciagola la sua catchphrase. Improvvisamente, con le sue doti speciali di prestidigitazione, Thomas sottrae al volo il mic di Ultraman, che continua a girare senza accorgersi che non ha il microfono, e passa quest’ultimo a Gunther Schmidt, che si schiarisce la voce e apostrofa l'ex-Animal.

GNT: Ehi UltraDumm! Io battuto di te con regolarità. Tu dice che Mastino vinto di astuzia. Mastino dice che tu è UltraDumm. Io no combutta o macchina di azione con Bello. Lui fatto così. Piace di disturbo di prossimo. Ma regalato biciciclo caro di Mastino. E io no picchia di lui perchè piace mio biciciclo.

Dopo di che il Brutal Crow dà una pacca sulla spalla a Thomas, che vola un metro più in là. Gunther punta il dito verso Ultraman, che fermo lo sta ascoltando.

GNT: Mastino invece no piace UltraDumm menzognero su Mastino. UltraDumm dire che Mastino fatto ladrazione. Das ist Scheiße!

Gunther gonfia il petto.

GNT: UltraDumm vuole di riperdita? Mastino dice ja. Tu riperdita!

Ultraman fa per rispondere, ma solo ora si accorge che non ha il microfono. Eccolo sbraitare e farsene dare un’altro da bordoring, per poi rivolgersi a Gunther.

UTM: SCHMIDT! ULTRAMAN NON CAPISCE MOLTO DEL TUO STRANO DIALETTO DEL SUD ULTRADIFFICILE. TUTTAVIA, SE LE MIE ULTRACONOSCENZE NON MI TRADISCONO, JA IN TEDESCO VUOL DIRE SI’. SONO CONTENTO CHE TU ABBIA ACCETTATO QUESTA GIUSTA ULTRARIVENDICAZIONE. MA TI AVVERTO, NON BASTERA’ A CALMARE IL MIO ANIMO. PREPARATI!!!

Il gigante consegna il microfono e va a piazzarsi di nuovo al tavolo da braccio di ferro, facendo segno a Gunther di farsi sotto. Il Mastino sbuffa, passa il mic a Thomas Bell e torna a piazzarsi di fronte a Ultraman, col pubblico che esulta per la ripetizione della sfida. Come prima, più di prima, i due impiegano molto tempo a piazzarsi nel modo giusto. Thomas Bell ci mette del suo a indicare come posizionarsi e a cambiare ogni due per tre, finché Gunther non minaccia di scalciarlo. Alla fine la presa d’acciaio tra i due viene ripristinata. Thomas Bell pone la mano sopra le loro. E stavolta non la toglie proprio per molti secondi. I due giganti, in tensione, aspettano, aspettano, aspettano. Alla fine iniziano a gridare e sbraitare entrambi verso Bell, troppo tesi e orgogliosi per sciogliere la presa e staccarsi. Di punto in bianco, Thomas, come risvegliatosi dal sonno, alza la mano e sbadiglia! Ultraman e Gunther, presi quasi alla sprovvista, reagiscono stavolta all’unisono, e la battaglia esplode sul tavolo da braccio di ferro!

Immagine


I due giganti si sforzano al massimo tra le grida del pubblico. Ultraman suda e sbuffa, mentre cerca di spostare il braccio del Mastino, che sembra fatto di granito. A un certo punto, The Hound passa alla controffensiva e inizia pian piano a prendere vantaggio.

UTM: NOOOOOOOOOO!!!!!

Ultraman dà fondo alle proprie energie, resistendo in modo impavido e riportando la situazione in equilibrio. Alla fine, Gunther, getta via gli occhiali da sole, stringe i denti e spinge al massimo delle forze. Ultraman, però, si accorge degli occhiali buttati in terra come spazzatura dal Mastino e perde la concentrazione per l’ennesima volta! Gunther prende vantaggio. Sta per vincere di nuovo contro un Ultraman in difficoltà!!! Ma attenzione! Qualcuno sbuca da sotto il ring e balza sul quadrato!

Spoiler:
Immagine


Ma è “Mucho Rudo” Esagon Jr., il lottatore ingovernabile che ha esordito in TWC due settimane fa proprio contro Gunther Schmidt!


Il wrestler mascherato, in cerca di vendetta, rifila una sediata alla schiena del Mastino. Che però sembra quasi non accorgersene, tanto è preso dalla sfida con Ultraman! Esagon Jr., stizzito, colpisce allora Ultraman, ottenendo il medesimo risultato. Nel frattempo Thomas Bell è sullo sfondo che ride per la scena. Alla fine, il messicano malvagio si stufa e rovescia il tavolo da Arm Wrestling, interrompendo la sfida! Gunther e Ultraman, le mani ancora avvinghiate tra loro, si girano all’unisono verso Mucho Rudo, con sguardi che sono tutto un programma. E una volta sciolta la presa lo travolgono con una doppia Clothesline! Esagon Jr. cerca di sgattaiolare via, mettendo mano alla sedia, ma il piede di Gunther si pianta sull’oggetto d’acciaio. Esagon alza lo sguardo, un attimo prima di essere afferrato da The Hound, che lo rialza e lo decapita con una Brutality!!!

Immagine


Dopo aver posto fine alle velleità di vendetta da parte di Esagon, ecco che tra Ultraman e Gunther si accende una rissa verbale!

UTM: SCHMIDT! LA SFIDA E’ ULTRANULLA! OPPURE LA VINCE ULTRAMAN PERCHE’ TU CONOSCI QUESTO VAGABONDO! QUANDO C’ERI TU ERA A DORMIRE SUL RING LA SCORSA PUNTATA!!!

GNT: Das ist Scheiße! Io no conoscenza di uomo di maschera. Io picchiato di lui e basta di ciò! Und, se tu crede di inaffidabilità di me, Mastino avere prova di evidenza: Moccio Rutto colpito in primità Mastino. Dopo colpito UltraDumm! Lui amico di tu!

UTM: NO! LUI NON E’ UN MIO AMICO!!!!! QUESTO E’ UN ULTRAIMBROGLIO. GUNTHER SCHMIDT! TI UCCIDO!!!!!!!!!

Attenzione! I due giganti iniziano a prendersi a pugni in modo selvaggio col pubblico che si scatena! Thomas Bell si gusta la scena per qualche secondo. Poi però sbadiglia di nuovo. Eccolo scendere dal ring e prelevare da sotto un estintore.

Spoiler:
Immagine


Subito dopo, il membro dei Pink Unicorn United torna sul quadrato e innaffia i due mostruosi uomini con un getto d’estintore per calmare i loro bollenti spiriti! Sul ring si alza una nube di polvere. Una volta che la carica è esaurita, Thomas Bell soffia sulla bocca dell’estintore come fosse in un film di James Bond, e lo getta via, sorridendo. Appena la nube si dirada, vediamo Gunther e Ultraman girati verso Bell. Infuriati. Ecco partire il Mastino con un Deutsche Big Boot. Schivato con una mossa da contorsionista da parte di Thomas, che poi si tuffa a terra, evitando di essere preso in pieno dal tavolo da braccio di ferro tiratogli contro da Ultraman! Bell rotola fuori dal ring e se la dà a gambe, inseguito da Gunther Schmidt. I due arrivano sullo stage, dove però Bell si ferma e indica più volte il ring al Mastino, che si gira controvoglia. Qui vediamo Ultraman che si sporge dalle corde e grida offese a ripetizione contro Bell e Schmidt, quando ecco rialzarsi e barcollare alle sue spalle Esagon Jr.! Mucho Rudo, raccoglie la sedia, poi tocca la spalla dell’ex-Animal, che non appena si gira si becca una sediata in fronte!

Immagine


Il colpo si sente perfino in piccionaia, ma Ultraman, che vediamo iniziare a sanguinare, non si sposta di un millimetro, tanta è l’adrenalina che ha in corpo.

UTM: MALEDETTO SENZATETTO!!!

Ultraman strappa la sedia di mano a Mucho Rudo e la getta via. Esagon Jr. alza una mano, come a chiedere scusa, ma l’ex-Animal per tutta risposta lo abbranca selvaggiamente e lo chiude nella sua finisher più letale, la Torture Rack!

Immagine


Dopo diversi secondi passati a sballottare il cattivo messicano, Ultraman lo getta a terra come fosse un sacco di patate, dopo di che si gira verso lo stage e gonfia i muscoli in segno di sfida.

Immagine


Gunther Schmidt per tutta risposta annuisce e si mette in posa plastica!

Immagine


Il pubblico è in delirio di fronte alla battaglia di pose dei due giganti, poi però Gunther si gira e si accorge che Thomas se n’è andato da un pezzo.

GNT: Scheiße!

Il Mastino imbufalito se ne va nel backstage. Per tutta risposta, Ultraman ricomincia a girare per il ring gridando la sua catchphrase.

UTM: ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!...

E con le immagini dell’ex-Animal scatenato, noi andiamo in pubblicità. La prima sfida per la supremazia nella Total Wrestling Corporation ha avuto un risultato poco chiaro. Gunther Schmidt e Ultraman si sono rivelati due ossi durissimi, incapaci di prevalere del tutto l’uno sull’altro. La battaglia si sposta perciò ad Alpha Horizon, dove sarà il ring a fornire il verdetto decisivo di questo titanico confronto. Noi non stiamo nella pelle, e voi? Pubblicità! Don’t. Change. The Channel.

Up Next: KEENAN MAFIA CLUB


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 22:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Torniamo in onda dal Manhattan Center per questo ultimo episodio di Indoor War prima di Alpha Horizon, il primo grande evento del 2016 della TWC.



La theme song di Nick Carroll risuona nell'arena ed il bostoniano compare immediatamente sullo stage, TWC 15 Championship in spalla.

Immagine


L'ingegnere procede a passo spedito verso il ring con espressione seria. Prima di salire sul quadrato, il TWC 15 Champion si procura un microfono. Nick si piazza a centro ring e sospira evidentemente prima di iniziare a parlare.

NC: Sarò onesto con voi questa sera. Ultimamente le cose stanno andando abbastanza di merda. È vero, ho vinto questo titolo a The End is Near e sono imbattuto negli Special Event. L'ho detto tante volte e sono effettivamente orgoglioso dei traguardi che ho raggiunto. Ma ci sono tante altre cose che non sono andate per il verso giusto ultimamente.

Smorfia di disappunto del ragazzo di Boston.

NC: Tralasciando la mia vita privata, che continua ad essere discretamente incasinata, anche sul ring le cose non stanno andando per il meglio.

Ecco che Carroll inizia a passeggiare avanti e indietro per il quadrato.

NC: Ho mantenuto il titolo in due diverse occasioni, questo è innegabile. Ma se dicessi di essere pienamente soddisfatto di come sono andate le cose in quei match sarei un bugiardo.

Nick scuote leggermente la testa.

NC: Inoltre ho perso la possibilità di vincere il titolo mondiale e diventare il detentore di entrambe le cinture di questa federazione.

Il Brain Damager si lascia andare ad un nuovo sospiro.

NC: So che perdere da Leon Black non è un disonore né un fallimento, ma fa comunque male sapere di non essere ancora al suo livello.

L'ingegnere si ferma nuovamente al centro del ring, abbozzando un sorriso.

NC: Sapete, mi sento meglio dopo aver ammesso tutto questo a voi e a me stesso. Ora è arrivato il momento di considerare tutti quei fattori che mi hanno destabilizzato e di rimettere in ordine le cose, un pezzo per volta. A cominciare da Jack Keenan.

Nick si volta verso lo stage.

NC: Esci fuori Jack, ti sto aspettando.



La theme music di Jack Keenan si fa aspettare solo per qualche istante, e lo stesso fa il Pain Deliverer, che si presenta sullo stage con un microfono già in mano.

Immagine


Keenan: Ladies and Gentlemen, my name is Jack Keenan and I deliver Pain.

Queste parole vengono accompagnate da qualche fischio del pubblico, ma perlopiù la reazione è mista.

Keenan: E, checchè ne dica mister Main Event, questa formula di introduzione continua a piacermi molto.

L'avvocato fa poi scivolare il microfono lungo un fianco e si dirige verso il ring, dove va a raggiungere il TWC 15 Champion.

Keenan: Ciao, Nick, il tuo fattore destabilizzante preferito ti saluta. Ora che sono qui non è più necessario che tu ti sfoghi con il pubblico, hai la mia spalla su cui piangere, se vuoi.

I lineamenti del campione si contraggono visibilmente, e Jack Keenan porta subito le mani in avanti.

Keenan: Ok, lo so, non è decisamente il momento delle battute idiote o irrispettose, quindi andrò dritto al punto. Sai, nel corso di tutta la serata ho pensato di chiamarti qui sul ring, o di passare nel tuo spogliatoio per fare due chiacchiere - e, se necessario, per farmi appendere al muro -, in modo da spiegarti le mie azioni di due settimane fa... ma poi mi sono reso conto del fatto che, effettivamente, si spiegavano da sole. Andiamo, sei una persona intelligente, Nick, con me al tavolo di commento non potevi non aspettarti qualcosa. Michael, invece, era semplicemente nel posto sbagliato al momento sbagliato. Comunque, dato ciò, ho preferito aspettare che tu facessi la tua mossa, questa volta, ed eccomi qui: spara, Carroll.

Nick punta il dito contro Keenan.

NC: Innanzitutto, non sopravvalutarti troppo come fattore destabilizzante. Non sei così mafioso da passare avanti agli altri miei problemi. Semplicemente, rappresenti una delle situazioni che posso risolvere con più facilità.

Carroll sorride inclinando l'angolo sinistro della bocca.

NC: Effettivamente, pensandoci a mente fredda, dovrei scusarmi per come ti ho trattato quando sei venuto a farmi visita nel mio spogliatoio. Una reazione sconsiderata, direi. Ma vedendo quello che sei riuscito a fare due settimane fa, credo proprio che tu non abbia diritto a nessun tipo di scusa.

L'ingegnere va faccia a faccia con l'avvocato.

NC: Hai ragione, non pensavo te ne saresti stato al tavolo di commento con le mani nelle mani. Il tuo attacco verso di me non è di certo stato inaspettato. Quello che non accetto è il tuo attacco a Michael. Avresti potuto picchiarmi fino a farmi perdere i sensi. Sicuramente saresti riuscito ad ottenere le attenzioni che cercavi e non mi avresti fatto incazzare come hai fatto prendendotela con lui. Volevi un match? Invece avrai una battaglia.

Keenan si lascia scappare un sorrisetto ed anche Carroll sorride annuendo, nonostante il riso non si estenda ai suoi occhi. Il bostoniano continua a parlare con espressione dura.

NC: Io e te. Alpha Horizon. Thirty minutes Ironman Match. Per questo titolo.

Carroll alza la cintura mettendola davanti agli occhi di Keenan.

Keenan: E' la cosa più sensata che ti abbia mai sentito dire.

Keenan punta il suo sguardo nella cintura per qualche secondo, prima di tornare a fissare negli occhi il rivale.

Keenan: Anzi, ti dirò di più: questo è davvero un match degno di mister Main Event. Se fossi uno spettatore, lo aspetterei persino più di Gunther-Ultraman.

Dal pubblico parte più di qualche coro pro-Gunther Schmidt.

Keenan: Vuoi una battaglia? Avrai una guerra.

I due ora sono praticamente fronte contro fronte, la tensione è palpabile. Tutto ad un tratto, Keenan si fa però indietro, andando ad appoggiarsi alle corde.

Keenan: Toglimi una curiosità: cosa ti ha fatto cambiare idea, Nick? E' stato quello che è successo due settimane fa? Hai pensato che un match come questo sarebbe stato più gradito al nostro Virgil? Oppure ancora anche tu, adesso, senti il peso del bisogno di dimostrarti migliore di me?

Nick va di nuovo addosso a Keenan.

NC: Giuro che se ci fosse un cazzo di muro nelle vicinanze ti ci appenderei di nuovo, brutto stronzo!

Carroll ha la faccia deformata dalla rabbia e picchia con l'indice sul petto di Jack mentre parla.

NC: Vuoi una guerra? La avrai! Ti farò rimpiangere di aver voluto così tanto questo match, ti farò rimpiangere ogni singola insinuazione del cazzo!

Nick cerca di ricomporsi, respirando a pieni polmoni.

NC: Vuoi sapere perché ora voglio questo match? Te l'ho già detto prima. Sei il primo tassello della mia vita che posso rimettere apposto. Ma anche per Michael. E anche per dimostrare a TE chi è il migliore tra noi due.

Carroll sottolinea l'ultima frase con una nuova pacca sul petto di Keenan.

NC: Così non dovrò più sentire le tue recriminazioni e le tue scuse. Così avrò trovato un frammento di equilibrio.

Nick fa spallucce.

NC: Se questo dovesse soddisfare Virgil, tanto meglio.

Keenan: Bene, finalmente sei motivato quanto voglio: cerca di portare tutta questa motivazione ad Alpha Horizon e, soprattutto, di arrivare il più "in equilibrio" possibile. Io mi farò trovare pronto e concentrato al 100%, Champ.

Jack Keenan pronuncia l'ultima parola con una intensità assai maggiore al resto del discorso, indicando con un cenno della testa il titolo.

Keenan: Tuttavia, già che ci siamo, potrei darti una piccola anticipazione di quello che farò fra due settimane. In tre parole: Justice through Pain.

Il Pain Deliverer lascia cadere il microfono fuori ring, si toglie la maglietta e getta anche quella fuori dal quadrato, mettendosi in posizione da combattimento. Carroll, che non sembrava aspettare altro, sistema la cintura per terra e sfida il rivale, invitandolo a farsi avanti...

Spoiler:
... ma all'ultimo Keenan si lascia cadere a terra e, all'indietro, rotola fuori dal ring, tornando a prendere il microfono.

Keenan: Mi dispiace, Nick, non ancora. Comunque, bravo, mi aspetto di trovarti esattamente così ad Alpha Horizon. Ci vediamo fra due settimane, Carroll, tienimi in caldo il titolo.

Detto ciò, Jack Keenan lascia cadere nuovamente il microfono e si dirige verso il backstage, incontrando qualche fischio dal pubblico. Sul ring, Nick Carroll, rosso in viso, sale sulla seconda corda e, seguendolo con lo sguardo, urla al rivale di tornare sul ring. Il Pain Deliverer, tuttavia, non si volta fino a quando è arrivato sullo stage: l'Engineer, allora, alza al cielo al titolo. Sull'intreccio tra gli sguardi dei due avversari le immagini sfumano.


UP NEXT: THE MAIN EVENT


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 22:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Ben tornati, siamo finalmente giunti al nostro Main Event di stasera. Leon Black dovrà difendere il suo titolo dall’assalto di Shawn Gates, in un revival della TWNA, con due dei suoi veterani sul ring.



Immagine


Shawn Gates è infatti il primo ad arrivare nell’arena. Discreto rumore per lui, che annuisce soddisfatto mentre la sua theme risuona. Lentamente si avvia verso il ring, dando qualche cinque ai membri del pubblico e lanciando la sua maglietta fra le file più indietro. Infine, salito sul ring si mette su un paletto, alzando le braccia, ottenendo un’altra buona reazione dal pubblico.



Immagine


E il secondo ad arrivare è Leon Black, il World Heavyweight Champion, cintura in spalla e sorriso da una parte sola come al suo solito. Il pubblico, come da tradizione piano piano diventa silenzioso, mentre il campione alza il titolo sopra la testa, tendendo il braccio. Dopo qualche istante poi lo lascia cadere, mentre, come al solito il pubblico è al reparto effetti sonori.

Booooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooom!

Il gigante sorride al pubblico e si avvia verso il ring, riposizionandosi il titolo sulla spalla. Un cameraman gli si avvicina, e, essendo ripreso da vicino, il gigante dice qualcosa.

LB: I guess we are going to see if there are anymore heroes.

Black spinge via con una mano la telecamera e si arrampica sui gradoni, per poi salire sul paletto. In piedi il gigante alza il più possibile la cintura, annuendo alla telecamera. Il punto più alto che un uomo da solo potrà raggiungere con un titolo, come più volte ha ripetuto. Il gigante salta giù e sorride a Gates, che risponde con un cenno della testa. Poi si avvicina a Jessica Rose e la saluta con uno scambio di baci sulle guance. Infine osserva l’arbitro Thomas Kiley, che annuisce.



Immagine


Ma ecco risuonare la theme di Big Black Boom. Il wrestler mascherato viene accolto da una marea di fischi, che però ignora tranquillamente, dirigendosi verso il tavolo di commento, dove si accomoda guardando storto per un istante i suoi due colleghi di questa sera.

MC: Buonasera, Big Black Boom. È la prima volta che ci fai compagnia.

BBB: Una in più di quante avrei voluto, buonasera anche a voi.

JP: Ehm, hai avuto un match piuttosto duro poco fa, ti sei ripreso?

Il mascherato guarda per due secondi Price, poi sbuffa senza rispondere. Jessica Rose a questo punto indica gli angoli ai due contendeti, poi prende il microfono.

JR: Introducing first the challenger, in the right corner, from San Antonio, Texas he stands 6-feet-1-inch tall, weighing 198 pounds, he is The Ultimate Rebel, Shawn Gates!

Cross alza un braccio, prendendosi la reazione mista da parte del pubblico.

JR: And his opponent, in the left corner, from Chicago, Illinois, he stands 7-feet-2-inch tall, weighing 392 pounds, he is the current reign and first ever TWC World Heavyweight Champion, the Unglorified Legend, Leon Black!

Black alza il titolo al cielo, godendosi I cori a favore. Kiley si avvicina al gigante, chiedendogli il titolo, che viene prontamente consegnato. Dopo averlo mostrato a Shawn che annuisce, l’arbitro lo mostra a tutto il pubblico, poi lo consegna a Jessica Rose che sta uscendo, guarda il timekeeper e fa segno di dare il via al match.

Leon Black© vs. Shawn Gates
Single Match for the TWC World Heavyweight Championship


I due lottatori si squadrano per qualche istante, in silenzio. Il pubblico in questo momento è diviso, anche se la maggioranza sembra schierarsi con il campione del mondo, che in questo momento decide di proporre al suo avversario una prova di forza. Gates lo osserva per qualche istante, poi fa spallucce e si avvicina. Clinch fra i due, rapidamente vinto da Black, che chiude il suo avversario in una Side Headlock. Gates non riesce a liberarsi di forza dalla presa, quindi inizia a camminare all’indietro, fino a raggiungere le corde, grazie all’elasticità delle quale spinge via Black, che rimbalza dall’altro lato. Gates si butta a terra e il gigante lo salta, rimbalzando ancora. Il texano si rialza e viene buttato a terra da uno Shoulder Block. Black annuisce soddisfatto e si butta ancora alle corde, ma Gates è già in piedi e, mentre lui si china, lo salta. Altro rimbalzo di Black e altra Shoulder Block.

JP: Ad inizio serata ti sei dichiarato pronto per il vostro incontro: come pensi di evitare la forza fisica straripante di Leon? Con una spallata ha appena mandato uno dei lottatori più esperti della TWC.

BBB: Uno dei più esperti, dici?

JP: È in questo mondo da un sacco di tempo.

BBB: Proprio come un Pentium è da un sacco di tempo nel mondo dei computer. Ma ad un computer vecchio l’esperienza non serve a nulla.

MC: La domanda era sulla tua strategia, non sull’età di Shawn.

BBB: Dimmi: sembro stupido? Non sono venuto qui per dare un vantaggio al mio avversario sbandierando la mia strategia. Non dirò altro a riguardo.

Il ribelle prova a rialzarsi in salto, ma viene investito da un pugno al fianco. Gates barcolla ma connette una gomitata, per poi schizzare via ed evitare un pugno. Shawn osserva il gigante da lontano e si passa una mano fra i capelli, mentre la Unglorified Legend sorride e si mette in posizione da boxeur. Il texano si passa una mano sul volto e si avvicina di nuovo, circospetto. Gates schiva un pugno da destra, subendo poi uno da sinistra, ma evitandone un altro. Serie di pugni allo stomaco di Shawn, che guadagna un po’ di spazio. Varie gomitate al volto di Black, poi si butta alle corde e connette un braccio teso. Il campione rimane in piedi, e quindi lo sfidante ripete la manovra. Black barcolla. Gates urla, chiedendo al pubblico sostegno, si butta alle corde e si lancia contro Black, che lo intercetta e lo chiude in una Bear Hug. Il gigante inizia a dimenarsi, impedendo al suo avversario di trovare un punto d’appoggio per liberarsi e chiudendolo in un abbraccio che toglie il fiato. Per qualche secondo Gates subisce la manovra senza dare segni di reazione, poi riesce a connettere una testata sul suo avversario. Poi un'altra. Poi un'altra. Poi un’altra.

Immagine


Bear Hug into a Belly to Belly Suplex, specialità di Black, che va a chiudere in una Headlock il suo avversario. Il gigante trascina Gates a centro ring, chiuso nella presa. Kiley si avvicina e chiede al texano se intende arrendersi, ma questi gli risponde con un cenno del capo, rispondendo che vuole continuare. Black sorride e rincara la dose, stringendo ancora di più, ma Gates inizia a battere le mani, chiedendo supporto al pubblico, e inizia a battere i piedi sul tappeto, cercando di liberarsi. Lentamente riesce a portarsi in posizione inginocchiata, poi in piedi, infine inizia a riempire di gomitate lo stomaco del gigante. Black lascia la presa e GatyKick! No, Black gli afferra le gambe e lo fa girare in tondo spingendogli la gamba. Lariat! No, Shawn si è abbassato. Jumping Reverse STO!

Immagine


Ottimo comeback dello sfidante, che si mette a posto i capelli che gli erano andati davanti al viso e copre il gigante. 1… Il campione alza la spalla, mentre Gates annuisce, sbuffando. Il texano si rialza e rifila un paio di Stomp al suo avversario, poi si asciuga la bocca e connette un Elbow Drop. Gates riprende fiato e riprende a distribuire Stomp. The San Antonio Icon sta prendendo tempo per riflettere, ma Black sta cercando di rialzarsi nonostante i calci. Running Low Dropkick. Gates si rialza di corsa, poi si arrampica il più rapidamente possibile sul paletto, si gira, ma Black è già in piedi. Gates spalanca gli occhi, mentre il campione del mondo lo afferra alla gola. Il texano reagisce d’istinto e connette una testata sul naso del suo avversario. Il campione non molla la presa, ma Gates continua a connettere testate, finché la mano si stacca. The Knight barcolla all’indietro e Gates si tuffa. Crossbody. Pin. 1… Black rotola e si rialza in piedi, tenendo il suo avversario in braccio. Serie di gomitate di Shawn, che riesce a scivolare via. Gatykick!

Immagine


Black cade a terra. Schienamento. 1… 2… NO! Black sbalza via Gates, che si aggrappa alle corde, incredulo. Il campione del mondo non sembra particolarmente dell’idea di perdere il titolo, mentre dall’espressione di Shawn sembra proprio fosse convinto di aver appena portato a caso il match.

MC: Boom, hai detto di avere una strategia per Black, ma hai pensato alla possibilità che quest’oggi vinca Shawn Gates? Hai studiato anche lui?

BBB: Sì, certo. So come ogni singolo lottatore TWC si comporta, so quali sono i punti deboli di ognuno di loro. Non diventi TWC Fifteen Champion e number one contender per il titolo mondiale a meno di un anno dal tuo esordio senza studiare.

MC: Poco fa c’è andato molto vicino…

BBB: Non ho paura di Gates, proprio come non ne ho di Black.

Black si rimette seduto. Shining Wizard! Serie di Stomp di Gates! Il texano si sfoga sul suo avversario, poi gli si siede sul petto e inizia a riempirlo di pugni sul volto, tanto che l’arbitro è costretto a richiamarlo verbalmente. Il texano si ferma e annuisce all’arbitro, riprendendo fiato e sistemandosi nuovamente i capelli. Il campione del mondo si sta muovendo verso le corde, mentre Gates emette un mezzo urlo gutturale di frustrazione. Lo sfidante si butta alle corde e lo colpisce con un calcio in corsa alle costole. Il texano si passa nuovamente una mano fra i capelli e poi afferra le gambe del suo avversario.

Immagine


Closin’ Gates! La migliore manovra di sottomissione dell’artista una volta conosciuto come Gaty. Pressione incredibile applicata alla gamba di Black, che però con la forza della braccia si sta rimettendo seduto. Il gigante ha lo sguardo assente, ed osserva Gates per un istante, poi gli afferra un piede per il tallone ed inizia ad applicare pressione. Dopo qualche istante uno spasmo prende la gamba del texano, che per qualche secondo non riesce più ad usare per imprimere pressione, e il campione del mondo riesce a liberarsi. Applausi dal pubblico per la soluzione alla presa, mentre Black si è rialzato e si sta controllando la gamba. Assicuratosi sia tutto a posto si avvicina al suo avversario. Inside Cradle. 1… 2… Black esce dal pin improvviso e si avvicina alle corde, mentre Gates sbuffa indispettito e si rialza. Brave scambio di pugni fra i due, rapidamente vinto dal gigante, che poi prova a connettere un suplex. Gates però gli scivola alle spalle a metà mossa e connette un Neckbreaker.

Immagine


Schienamento per Gates. 1… 2… No! Black alza la spalla nuovamente, mentre Gates colpisce il tappeto con la mano aperta, sfogando la rabbia. Il campione pesa circa il doppio dello sfidante, il che impedisce a Shawn di connettere buona parte del suo repertorio, basato sui sollevamenti. The Ultimate Rebel si rialza in piedi e si passa una mano sul volto, per poi evitare un calcio basso dato dal suo avversario. The Knight sorride al texano, che stringe i pugni e gli si avventa contro. Scambio di colpi ravvicinati, in cui ancora una volta ha la meglio Black, che spinge indietro Gates e gli rifila un destro. Gates barcolla e Black ne approfitta per connettere un sinistro. E poi un destro. Un gancio, un uppercut, vari jab diretti al corpo. La grandinata di pugni continua a lungo, Fury of a Hundred Punches!

JP: Questa serie di pugni mi fa innamorare ogni volta che la guardo: velocità, forza e precisione sovraumane.

MC: Sempre spettacolare vedere la raffica di pugni più famosa dello sport-entertainment a pochi passi da te.

BBB: È arrivato il momento del grande passo per voi due? Posso fare il testimone di nozze, se Black è impegnato. Idioti.

Gates crolla a terra, mentre Black si controlla le mani. Il gigante prova a muovere entrambe, e constatato che nessuna delle due è danneggiata, si avvicina al corpo del suo avversario, chiudendolo in una Abdominal Strech. Urlo di dolore di Gates, che però butta un piede sulle corda più bassa, obbligando il gigante a mollare la presa. La Unglorified Legend si rialza e va ad appoggiarsi alle corde, permettendo a Gates di prendersi il suo tempo e rialzarsi. Quando il texano è finalmente in piedi Black lo afferra e tenta di proiettarlo in un Belly to Belly Suplex, ma il suo avversario non glielo consente afferrandosi a lui. Il campione, per buona misura, lo riempie di pugni al fianco, poi lo afferra per una gamba e connette un Fisherman Suplex.

Immagine


Schienamento. 1… 2… Gates si libera all’ultimo secondo, rotolando lontano, mentre Black annuisce, rialzandosi. Finalmente il campione ha riportato il match sui suoi binari, ma non è ancora riuscito a chiuderlo. Black si gratta la barba, pensieroso, poi si avvicina al suo avversario e lo colpisce con un paio di Stomp, lo rialza e lo chiude in una Abdominal Strech. Altro urlo per Shawn, che questa volta si trova ben lontano dalle corde e deve liberarsi dalla presa di forza. L’arbitro Kiley gli chiede più volte se vuole cedere, ma lui risponde di no tutte le volte. Finalmente, dopo parecchi secondi si lascia andare, cadendo a terra carponi e sfuggendo dalla presa, per poi cercare di gattonare fra le gambe del gigante. Jumping Double Foot Stomp. Black salta a due piedi sulla schiena del suo avversario, poi lo rigira e lo copre. 1… 2… No. Ancora una volta Gates alza la spalla e si tiene nel match. Il gigante annuisce e rialza nuovamente Gates, che però lo sorprende con u Roundhouse Kick. Black si gira, tenendosi la testa.

Immagine


Surprise! Black connette una manovra spettacolare per il ludibrio del pubblico, che applaude, poi osserva Gates che si sta rimettendo in piedi, alza il pugno tenendo sollevato indice medio e anulare. El Mago Reluciente! No, Gates evita la manovra. Roll Up! 1… 2… No! Black si libera nuovamente. Gates scatta in piedi, ma Black è più rapido. Merk of the Veteran! No, Gates gli scivola alle spalle e tenta una Gates of Hell! Ma non riesce a sollevare il suo avversario, che gli risponde con una serie di gomitate al volto. Tentativo di Short Arm Lariat, ma il texano si abbassa e connette con un Gut Kick su Black. Snap DDT. Entrambi i contendenti sono a terra, e Kiley inizia a contare entrambi.

JP: Boom, entrambi i tuoi probabili avversari per Alpha Horizon sono giù in questo momento. Entrambi sembrano alquanto stanchi, quanto può contare tutto questo?

BBB: Jacob, mi sembri un gran cazzone quando fai queste domande. E intendo offenderti. Mi stai chiedendo se è meglio affrontare un avversario stanco o uno fresco: sai che dirò? Che lo preferisco fresco, riposato e con un’armatura d’acciaio addosso.

Il primo a rialzarsi è Gates, che barcolla leggermente e sta cercando si sputare via i capelli da davanti al viso. Black invece ci mette più tempo a rialzarsi, ma sembra molto più fermo sulle gambe. Il gigante carica il suo avversario, che però scarta di lato, evitandolo, e connette una serie di Chop, che portano Black alle corde. Irish Whip con l’aiuto delle corde, Black rimbalza, evita un braccio teso, salta sulle corde e connette uno Sky Hook. Piccolo prestito da Michael Edwards. Il gigante si massaggia la fronte, poi inizia a togliersi le bende dalle mani, lanciandole fra il pubblico. Quando finalmente è a mani nude si avvicina a Gates, lo solleva da dietro e connette la Mark of the Veteran! No, ancora una volta Gates evita la manovra. GatyKick!

Immagine


Black cade a terra, mentre Gates, con le sue ultime forze si arrampica sul paletto, si guarda intorno. Still Unbroken! Non contento, si arrampica di nuovo. Still Unbroken! Gates oramai è spinto solo dalla forza di volontà, si arrampica ancora. STILL UNBROKEN

Immagine


1… 2… 3! NO! Black alza una spalla, interrompendo il conteggio. Gates non ci crede e sbatte più volte i pugni a terra. Il veterano è chiaramente a corto di fiato, ma urla qualcosa al pubblico, poi si avvicina all’angolo e chiede a Black di alzarsi. Shawn, tenendosi in piedi con le corde si sta preparando ad un altro GatyKick, mentre Black si rialza, ignaro. Il pubblico è in silenzio, in attesa. Gates parte e connette il GatyKick! NO! Black gli ha afferrato il piede, ed ora lo solleva di peso, correndo verso l’angolo e facendolo impattare di schiena. Poi gli rifila un Corner Uppercut. Ed un altro. Ed un altro. Ed un altro. Ed un altro. Renzokuken!

MC: Una cosa però puoi dircela, Boom. Leon è mago nel capire quando l’avversario ha in mente di usare la sua finisher, ed è sempre più che pronto a trasformarla in suo favore. Hai studiato anche questo?

BBB: Finalmente una domanda interessante, sulla tecnica. Certo che l’ho studiato, e se aveste prestato un poco più di attenzione ai miei ultimi match, invece che fare i cagnolini del pubblico e diventare esperti solo quando lottano gli eletti, avreste notato che sia contro Manson, sia contro Murdock, ho variato ampiamente le mie mosse finali.

JP: Boom, ti sei appena lasciato scappare qualcosa sulla tua strategia!

BBB: Michael, mi chiedo come tu riesca a lavorare con questo coglione senza dargli quattro ceffoni in faccia ogni volta che apre bocca. Mi stai sottovalutando dicendo questo: tutti nel backstage sono col naso incollato al monitor ogni volta che lotto io, perché loro sanno che devono stare molto attenti a quello che faccio. Non dico nulla di nuovo per il vincitore di questo match. Quindi Jacob, finiscila di sparare minchiate, ti puzza l’alito.

Black si allontana da Gates, che rimane appoggiato all’angolo, si tocca la gomitiera che porta al braccio destro e poi la gira, rivelando l’interno, che è bianco invece che nero. Altro Corner Uppercut. Ed un altro. Ed un altro. Ed un altro. Ed un altro. Ed un altro. Ed un altro. Black si allontana, lancia un urlo e connette un Running Corner Uppercut. Bottom of the Heart! Black trascina Gates, che barcolla senza sapere più dov’è, a centro ring.

Immagine


Mark of Light. Schienamento a ponte. 1… 2… 3! Black vince il match.

Spoiler:
The Winner of this match: LEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEOOOOOOOOOOOOOOON BLAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAACK


Il gigante si rialza usando le corde e riprendendo fiato, e si trova davanti Big Black Boom, con la cintura in spalla. I due si osservano per qualche secondo, poi il gigante afferra la cintura e la tira, con il suo avversario che non la lascia. Il mascherato sorride, ma Black glie la strappa di forza, gli si avvicina ulteriormente e la alza sopra la testa, sorridendo a sua volta. E sulle immagini dei due che si trovano faccia a faccia a centro ring si conclude questa ultima puntata prima di Alpha Horizon. Quattordici giorni al grande evento. Non mancate.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 22:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Immagine


Bentornati sul TWC Network, amici telespettatori. Un’altra fantastica puntata di Friday Night Indoor è appena terminata, ma le sorprese non sono ancora finite. Le immagini che state vedendo provengono dal backstage del Manhattan Center, nuovamente pieno di gente al lavoro.

Immagine


La videocamera spazia per i corridoi, fino a raggiungere la porta dell’ingresso secondario del Center. Qui, fermi a chiacchiera, troviamo la Bruderschaft Der Krahe Incorporated al gran completo.

ImmagineImmagineImmagineImmagine


Come vediamo, il Corvo sta mostrando ai suoi compagni un filmato col suo cellulare, scatenando l’ilarità generale. Perfino Brunild Wagner sembra divertita. A un certo punto, però, ecco arrivare di gran carriera qualcuno.

Immagine


Come vediamo, si tratta di un solitario Chris Drake, reduce a sua volta dallo show e intenzionato a lasciare il Center. Sigfried Jaeger abbozza un sorrisetto, si mette in tasca il cellulare e si avvicina a Chris Drake, salutandolo.

SGF: Ehilà, Chris. Stavo aspettando proprio te!

C.Drake: Davvero? Mmh, interessante... Beh che vuoi?

SGF: Noi due dovremmo fare quattro chiacchiere. Ti ruberò solo qualche minuto.

Il Corvo guarda un attimo Gunther e Brunild, poi Christophorus. Quest'ultimo sembra quasi sul punto di balzare addosso a Drake dopo quanto successo in puntata, ma il gigantesco cugino lo sta trattenendo con la forza.

SGF: In privato...

Brunild e Gunther annuiscono, Chris un pò meno.

CS: Ho un conto in sospeso con questo figlio di puttana. Lascialo a me!

Alla fine il Mastino apre la porta secondaria riuscendo a portare via il cugino, parlandogli in tedesco. Per ultima esce la Valkyria.

BND: Sig, ti aspettiamo qua fuori. Pronti a intervenire in caso...

Sigfried annuisce e sospira, si guarda intorno per essere sicuro che i due siano soli, dopo di che si schiarisce la voce e inizia a parlare.

SGF: Ebbene. La vita di quasi tutti gli esseri umani può essere riassunta come una costante sequenza di vittorie e sconfitte, trionfi e fallimenti, obiettivi raggiunti e obiettivi mancati. Tuttavia, a parte alcuni casi più unici che rari, per tutti quanti una volta nella vita, arriva il climax. Ovvero quel preciso momento in cui dovranno prendere una decisione importante. Ma che dico, una decisione talmente fondamentale che segnerà il resto della sua esistenza, e che farà la differenza tra vivere all’apice o morire come l’ultimo degli stolti, sul fondo del burrone.

Il Best from the West gonfia il petto.

SGF: Alessandro Magno, Annibale Barca, Giulio Cesare, Ottaviano Augusto, Gengis Khan, il Principe Nero, Enrico V, Federico il Grande, Napoleone Bonaparte, Sigfried Jaeger. Tutti i grandi personaggi della storia si sono trovati di fronte a una scelta fondamentale nella loro straordinaria vita, più d'una volta, in quanto eroi. Ma ora, questo climax è arrivato anche per te, Chris.

Sigfried appoggia una mano sulla spalla del sempre più accigliato Drake.

SGF: Sai, due settimane fa sono stato forse un pò troppo duro nei tuoi confronti. Penso di averti sottovalutato, e il mio grande cuore di eroe mi ha spinto a cercarti stasera per farti un’offerta che ti cambierà la vita. Alpha Horizon. Chamber of Annihilation. Tutti sappiamo quali siano le tue intenzioni. Tutti sappiamo quali siano le tue ambizioni. Da una parte la distruzione totale di Andy Moon unita all’umiliazione di Ayumi Haibara e Alice Angel. Dall’altra la vaga speranza di vincere la Chamber e diventare il primo vero e credibile First Contender al titolo mondiale detenuto da Leon Black.

Il Corvo indica con la mano in due direzioni mentre parla.

SGF: Beh, mi spiace farti tornare coi piedi per terra, ma da una parte vedo una possibilità concreta, dall’altra solamente una modesta e poco fondata illusione. Io ho previsto cosa accadrà in quell’incontro, e ho paura di avere delle brutte notizie per te. Non hai alcuna chance di uscire dalla gabbia come vincitore. Neanche l'1% di possibilità per come stanno le cose attualmente.

Jaeger alza una mano e sorride.

SGF: Ma non ti preoccupare. E’ per questo che io, Sigfried Jaeger, l’eroe senza macchia e senza paura, ho deciso di darti una mano assieme alla Bruderschaft Der Krahe Incorporated. Ad Alpha Horizon, quando due eroi, tre belve e tu, si ritroveranno invischiati in una lotta senza quartiere, la BDK Inc. potrebbe benissimo aiutarti a completare quello che stai progettando da mesi. Porre fine in modo definitivo alle angherie e alle stupide chiacchiere di Andy Moon. Tre contro uno. Un gioco da ragazzi. A occhio e croce basteranno meno di cinque minuti per annichilire uno come Moon. Che ne dici, eh? Io, Christophorus e te. Alleati...

Sigfried fa un passo indietro e si sfrega le mani, sorridendo.

C.Drake: Capisco. In pratica dopo aver umiliato la tua fidanzata poco fa hai capito che è meglio avermi amico che nemico all'interno della Chamber Of Annihilation. Si può fare dai, accetto.

Jaeger aggrotta lo sguardo.

SGF: Uhm, vedo che non hai ben chiaro il significato della parola umiliazione. Furto sarebbe stata l'associazione di lettere più adeguata per riassumere il contesto di stasera. Ma me l'aspettavo da uno come te, troppo abituato a dire smargiassate.

Poi però il Crovo abbozza un sorriso.

SGF: By the way, il perdono è una qualità nobile che appartiene agli eroi. Specie, se come hai appena detto, ti ritrovi incline ad accettare la mia proposta. Oltretutto l'unica condizione per il nostro piccolo patto, infatti, è che tu ti faccia schienare da uno della BDK Inc. subito dopo l'eliminazione di Andy Moon. Una cosa da niente, se ci pensi. Distruggiamo Moon, tu ti sdrai a terra tranquillamente, uno, due e tre, infine lasci la Chamber in gloria. Magari ti schieno io, non vorrei che il nostro Berlin Brawler decidesse sul momento di farti a pezzi mentre te ne stai bellino bellino a fingere di sonnecchiare per terra. E se per caso qualche altro tanghero fosse ancora in gioco, basteremo io e Christophorus dopo ad assicurare senza problemi il trionfo alla Company of Heroes. E tutti saranno felici e contenti. Noi. E te.

Poi il Best from the West porge la mano destra verso Drake.

SGF: Allora, abbiamo un accordo definitivo?

Chris osserva la mano di Sigfried per poi alzare lo sguardo e grattarsi il mento pensieroso. Dopo qualche istante The Predator punta il suo sguardo fisso negli occhi del tedesco per poi stringergli la mano!

C.Drake: Ci sto cazzo! In fondo per quanto Andy Moon non sia più una mia priorità visto che l'ho già battuto ed umiliato, sarà un piacere fargli provare lo stesso trattamento un'altra volta visto che nonostante abbia avuto Samantha continua a rompere il cazzo anche a me. Riguardo la title shot in palio nella Chamber Of Annihilation alla fin fine 'sti cazzi. In fondo ho già la title shot al FWP World Wrestling Championship, e magari un giorno io sarò FWP Champion, tu TWC Champion e ci scontreremo per unificare le cinture avendo finalmente un confronto serio ed "eroico"!

Il Corvo fa spallucce e annuisce. Poi però alza un dito.

SGF: A tempo debito, Chris. A tempo debito. Comunque Mi fa piacere che tu sia finalmente un poco rinsavito, quasi come per incanto. Tuttavia, visto il carattere mutevole e lunatico che ti ritrovi, è bene che tu conosca in anticipo quali sarebbero le conseguenze in caso tu venissi meno alla parola data e ti rifiutassi di "collaborare" dopo che avremo liquidato Moon, magari in nome del fantomatico e dimenticato "sgarbo" subito in FWP una vita fa. Quando non eri manco te stesso.

Jaeger si fa cupo in volto, di punto in bianco.

SGF: Ebbene, sappi che un accordo con un eroe non si stipula, nè si getta via così facilmente. Se facessi qualche furbata delle tue, diventeresti immediatamente l'obiettivo primario da eliminare per la Company of Heroes. E quando dico eliminare, non intendo soltanto dalla Chamber of Annihilation, da cui non puoi scappare oltretutto, ma intendo eliminare dal mondo del wrestling vero e proprio. Credi che non sarei capace portare a termine il lavoro già iniziato dal Demone in persona? Se me ne darai motivo, ti spezzerò il collo personalmente, dimostrando che anche in questo sono meglio di quel pezzente. Hai capito bene?

Vedendo l'interlocutore piuttosto pensieroso, lo sguardo del Corvo passa da minaccioso a sorridente in un battibaleno.

SGF: Ma non pensiamo a queste facezie, orsù. Per prima cosa abbiamo un Andy Moon da distruggere, no?

C.Drake: Già, è dovremmo torturarlo come solo gente temprata come me, te e Christophorus sa fare. Immagino già la sofferenza dipinta sul viso di quel ragazzino mentre noi tutti lo demoliremo, poi me lo consegnerete ed io tramite la mossa da cui nessuno ha fatto kick-out, la TWD, lo stenderò e lo schienerò. Fatto ciò mi stenderò a terra e tu andrai per lo schienamento su di me... Uno, due... No! Chris Drake ribalta in un Inside Cradle, uno, due, tre! Sigfired Jaeger è eliminato!

Il tedesco si incupisce.

C.Drake: Lì Christophorus reagirà per poi venire sgambettato a terra e fatto vittima della God Of Gods... Attenzione! Christophorus Schmidt cede! Chris Drake ha eliminato anche lui!

Il Best from the West sbuffa.

SGF: Si certo, come no. E poi ti trasformi in un Super Say...

C.Drake: Shut the fuck up!

I due si scambiano sguardi di fuoco prima che Chris torni a parlare.

C.Drake: Non stringerei un patto con te nemmeno se da ciò dipendesse la mia vita! Tu sei finto Sigfried, lo sei sempre stato e per me sarà un piacere torturarti all'interno della Chamber Of Annihilation! Non so se te ne sei accorto, ma ho smesso di pensare ad Andy Moon, lui l'ho sconfitto ed ho vendicato lo sgarbo che mi ha fatto a The End Is Near guadagnandomi anche una title shot al FWP World Wrestling Championship nel frattempo. Le mie attenzioni ora sono su voi della Brudershaft Der Kowards, e dopo aver sconfitto il tuo amichetto stasera ora tocca a te Jaeger. Porta il meglio che hai dentro quella struttura ad Alpha Horizon poiché io non mi fermerò fin quando non ti avrò umiliato ed avrò ottenuto l'accesso al main event di War Of Change! What goes around comes around, bitch!

Il Corvo guarda negli occhi Drake, poi fa spallucce e sul suo volto spunta sorriso sarcastico.

SGF: Bah! Se questa è la tua scelta e sia, Drake. Gli autolesionisti non mi hanno mai impressionato, cazzi tuoi. In quanto eroe mi sono sentito in dovere di darti una possibilità di salvarti, prima del massacro di Alpha Horizon. Tu, da sciocco arrogante quale sei sempre stato, l'hai rifiutata, segnando la tua condanna definitiva. Un consiglio? Dopo lo Special Event tienti alla larga dal backstage per un bel pò, perchè verresti preso in giro da tutti, almeno finché qualcun altro non combinerà di peggio. La vedo dura. Chris "The Wild Dumb" Drake: colui che rifiutò un'alleanza con Sigfried Jaeger e preferì farsi distruggere totalmente nella Chamber. Insomma, la corona di scemo del villaggio passerà da Ultraman a te. Ti faccio i complimenti fin da ora.

C.Drake: I'd rather die on my feet than live my life on my knees!

Sigfried alza un sopracciglio.

C.Drake: Non ti è nuova questa frase vero? Questo era il motto dei Guardians Of The World, un'alleanza guidata da Kid The Wizard e Michelle Hart per combattere Akuma Fujihara, Devil Antonius e gentaccia varia. Loro erano eroi, ma eroi veri non come te che ti nascondi dietro a questa dicitura solo per mascherare e giustificare le tue azioni, azioni che ti stanno rendendo come colui che entrambi disprezziamo e che i Guardians Of The World al loro tempo hanno combattuto... Akuma "Pain" Fujihara!

Il tedesco scuote la testa contrariata.

C.Drake: E posso assicurarti che così come Kid The Wizard fece con Akuma Fujihara, io ti estirperò da questo mondo una volta per tutte because this, is my World now!

Chris mostra finalmente un sorriso beffardo per poi fare l'occhiolino verso Sigfried ed allontanarsi verso l'uscita del Manhattan Center. Sigfried Jaeger resta a guardarlo, quasi tentato di aggredire Drake alle spalle. Poi però scuote il capo e guarda un attimo al cielo.

SGF: Tze! Ma quali Criminals, Guardians, Kid The Wizard e Fujihara. Questa è la Age of Heroes. Le storie di quei vecchi rincoglioniti della TWNA non contano niente ormai.

Dopo di che il Corvo tira fuori il cellulare, e mentre se ne va, ricomincia a guardare il filmato interrotto in precedenza, che mostra un Drake stanco e ferito venire letteralmente pestato da Andy Moon a End is Near.

SGF: Eh eh eh. Stupido Fetzig...

Le immagini sfumano.

-----------------------------------------------------------------

Immagine

Il venticinquesimo episodio di Friday Night Indoor War, l'ultimo prima del prossimo special event della TWC, Alpha Horizon, si è appena concluso. In occasione del Backstage Fallout, le immagini ci conducono all'interno del Manhattan Center di New York City, New York, dove troviamo Samuel Nolan, che mostra verso le telecamere uno sguardo determinato.

SN: Max, non so a quale gioco stai giocando, non so cosa tu speri di ottenere, non so se hai sbattuto la testa, se ci fai o sei serio, so solo che tutto questo finirà, presto. Ho appena parlato con Virgil Brown, è fatta: fra due settimane, al Madison Square Garden, ci sarà Alpha Horizon e tu ed io ci affronteremo, di nuovo, per l'ultima volta. Non ci saranno squalifiche, non ci saranno count out, l'unico modo per vincere sarà via pin fall o per sottomissione. Sarà guerra. Sarà un New York Street Fight match!

Samuel Nolan fa una pausa di silenzio, poi riprende.

SN: Questa storia è durata fin troppo. L'hai voluto tu, Max, ricordatelo quando, a Alpha Horizon, ti pentirai di essertela presa con un Nolan. Ci vediamo presto!

Il collegamento viene interrotto.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 25/03/2016, 20:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Immagine


Siamo nella zona parcheggio del Wells Fargo Center, arena in cui tra qualche minuto avrà luogo la nuova puntata di Indoor War, show di punta della TWC. Vediamo scendere da un Mercedes AMG-GT metallizzato nientedimeno che Sean Morgan. Il wrestler di Kansas City è vestito in abiti ordinari con un maglioncino bianco, jeans blu ed un berretto beige, con una strana fantasia, in testa. The Unstoppable Machine scende dalla macchina e va nel bagagliaio a prendere il suo borsone in cui si trova il suo ring attire.

Immagine


Sean ora si avvia verso l'ingresso dell'arena con passo lento, quando, ad un certo punto, un uomo mascherato corre incontro al wrestler colpendolo con una spallata che fa cadere in terra The Orphan. L'aggressore scappa immediatamente, mentre Morgan si guarda intorno un po' scosso, solo dopo qualche secondo si rende conto di ciò che è successo e urla contro la persona mascherata che è ormai scappata via. Morgan, quindi, si rialza lentamente e riprende il borsone, che aveva perso durante lo scontro, ma ecco che vicino ad esso, il membro dei Dawn of the Empire trova un bigliettino, probabilmente caduto dalla tasca di colui che l'ha attaccato. Morgan sbatte velocemente le palpebre e scuote la testa, poi si guarda intorno in cerca di qualche chiarimento, ma la zona è quasi del tutto isolata. Sean decide allora di girare il biglietto cercando qualche indizio in più e vede un logo presente nel retro del biglietto.

Immagine


Il collegamento si interrompe qui.

------------

Immagine

Ci troviamo all'esterno del Wells Fargo Center di Philadelphia, dove fra poco andrà in scena il ventiseiesimo episodio di Friday Night Indoor War, il primo dopo Alpha Horizon, l'ultimo special event della TWC prima di War of Change, che andrà in onda in PPV il prossimo 3 giugno dall'Husky Stadium di Seattle. Mentre calano le ombre della notte, vediamo un grande assembramento dinnanzi all'accesso all'arena: numerosissimi fan, fotografi e giornalisti si accalcano lungo le transenne appositamente posizionate e ben sorvegliati da varie guardie della sicurezza.

Immagine

Fra la folla notiamo anche Daniel Carson, il giovane intervistatore della TWC, che, armato di microfono, sistematosi la cravatta e la giacca, comincia a parlare, mostrando un brillante sorriso verso le telecamere.

DC: Signore e signori, benvenuti nel kickoff del ventiseiesimo episodio di Friday Night Indoor War; siamo in attesa dell'arrivo di...

... ed ecco che si sentono delle grida, Daniel Carson si volta immediatamente...

Immagine

... dinnanzi ad un elegante tappeto rosso allestito per l'occasione, vediamo fermarsi una lussuosissima limousine bianca. L'autista, elegantemente vestito, scende dal posto di guida e apre la portiera del passeggero...

ImmagineImmagine

... da cui escono Matthew J. Truman e sua moglie, Melania Truman! Il membro del Consiglio d'Amministrazione della TWC scende un po' goffamente e, tenendo la moglie mano nella mano, mostra uno splendente sorriso verso i fan accorsi sul luogo, salutandoli con entusiasmo, mentre Melania, seria, cerca di tenere basso il capo; molti sono i fan che cercano di stringergli la mano, ma le guardie della sicurezza li tengono a distanza, ricorrendo anche alla forza...

DC: Ecco Matthew J. Truman, uno dei membri del Consiglio d'Amministrazione della TWC, che ha annunciato di volersi candidare per il ruolo di nuovo general manager di Indoor War... signor Truman!! Signor Truman!!

... Daniel Carson cerca di richiamare l'attenzione del magnate, sbracciandosi...

MT: Ehi, Daniel, come va? Ottimo look, questa giacca s'intona benissimo col colore della pelle, fantastico!

Matthew J. Truman sorride, mentre continua a salutare la folla, illuminato dai flash dei fotografi.

DC: Signor Truman, quali sono le sue intenzioni per stanotte?

MT: Daniel, due settimane fa ho annunciato la mia candidatura, questa sera ci sarà ufficialmente la nascita del movimento Truman e, quando da mille passeremo a un milione, e quando da un milione arriveremo ad un miliardo, dovranno prenderci sul serio e darci quel che vogliamo; e quando sarò a capo di Indoor War, tutti saranno felici, anche chi ci critica, perché renderemo la TWC di nuovo forte, sicura... grande!

Il magnate ringrazia e dopo essersi rapidamente pettinano con le mano la chioma bionda, avendo rivolto un ultimo saluto ai suoi fan, fa finalmente il suo ingresso all'interno dell'arena, accompagnato dalla bellissima Melania.

------------

Manca poco alla sigla di questa nuova puntata di TWC Friday Night Indoor War! Ci troviamo nel parcheggio dell'arena, dove arriva un motociclista con casco su una bella Harley Davidson color argento e nero! I Fans TWC esultano dall'arena, hanno già capito di chi si tratta! L'uomo parcheggia la moto, si leva il casco... Ed eccolo, Vincent Cross, aka Reginald Rossen!

Immagine


Il Biker della TWC è qui, stasera sarà impegnato in un match contro suo fratello Richard, con il quale Cross spera di liberarsi del fratello una volta per tutte! Cross quindi si incammina verso l'area backstage...

BJ: Ce ne hai messo di tempo, Smithsonian.

Cross si volta, a parlare è stato Benjamin, la guardia del corpo di suo fratello!

Immagine


Benjamin non sembra per nulla pronto allo scontro, è impassibile, tranquillo. Cross lo squadra...

VC: Oh, se tu sei qui, Benny, significa che mio fratello è già arrivato. Dov'è? Vorrei parlargli prima del Match, dargli una possibilità di non farsi ammazzare prima del tempo. O si è cagato sotto e ha mandato te al posto su-ARRRGH!

Cross si accascia al suo di colpo, ha le convulsioni!

Immagine


Richard! Richard Rossen ha colpito suo fratello alle spalle con un Taser approfittando della distrazione offerta da Benjamin! Deve aver architettato tutto questo sin dall'inizio!

RR: Oh, Reggie, Reggie... Devi ammettere che è facile prenderti di sorpresa, fratellone. E dire che secondo nostro padre tu eri l'intellettuale della famiglia.

Rossen inizia a colpire il fratello, rimasto a terra, con dei calci!

RR: Credevi davvero che non avessi un piano di riserva nel caso del fallimento del piano "Simon B"? Ma non farmi ridere più del solito! Benjamin, completa l'opera!

L'industriale chiama a raccolta il suo Bodyguard, che subito prende Cross ed inizia a schiacciargli il petto con il piede! Cross geme, soffre, quindi il colosso decide di porre termine a questa tortura e solleva per il collo il Biker della TWC, sotto lo sguardo soddisfatto del suo capo...

Immagine


E lo schianta sul suolo del parcheggio con una brutale Chokeslam! Cross sembra quasi svenuto, mentre Rossen e la sua guardia del corpo se la ridono.

RR: Andiamo, su. Abbiamo già sprecato abbastanza tempo.

Sulle immagini dei due che se ne vanno e Cross che striscia per terra sofferente la telecamera va in fondo nero...


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 25/03/2016, 20:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Immagine

And Now From Wells Fargo Center, Philadelphia, Pennsylvania, TWC presents Friday Night's Indoor War!

Immagine


Immagine


Benvenuti a questa prima puntata di Indoor War nella Road To War Of Change! Questa sera lo show di punta della TWC fa tappa nel Wells Fargo Center di Philadelphia e saranno tanti gli argomenti da discutere e tante le battaglie da combattere visto che questa sera avremo un match titolato tra Devil Antonius e Franklin Dixon con in palio l'ambito FWP World Wrestling Championship. Inoltre avremo l'attesissimo faccia a faccia tra il TWC World Heavyweight Champion Leon Black ed il nuovo primo sfidante Sigfried Jaeger che ospiterà il campione nel suo Achtung! Perciò bando alle ciance, è ora di iniziare!



Ed ecco che risuona la theme di Chris Drake accolta da un boato pazzesco del pubblico! Le luci si abbassano leggermente mentre i fari puntano lo stage dove vediamo comparire un sorridente Chris Drake.

Immagine


The Predator si ferma ad osservare l'arena mettendosi di taglio la mano destra sulla fronte per poi annuire in maniera vigorosa, battersi dei pugni sul petto con una sola mano ed indicare il ring con la stessa mano. Dopo aver emesso un urlo fomentato Mr. TWD si incammina sulla rampa a passo deciso, e non appena arrivato ai piedi del ring gira verso destra facendo il giro del quadrato e scambiando dei cinque con i fan in prima fila. Finito il giro si posiziona difronte al ring, all'altezza della rampa, e dopo aver saltellato sul posto esegue un balzo che lo porta sull'apron ring permettendogli di entrare attraverso la corda più alta e quella centrale. Una volta dentro allo squared circle si dirige a passo svelto verso il paletto adiacente alla zona del timekeeper, e una volta salito su alza entrambi i pugni al cielo venendo imitato da svariati fan qui presenti. Fatto ciò scende dal paletto e fa cenno a Jessica Rose di farsi passare un microfono. La ragazza esegue e dopo aver preso possesso del microfono Chris lo impugna come suo solito mettendo il pollice, l'indice ed il medio sul blocco con il logo della TWC, e l'anulare ed il mignolo sul manico, e dopo essersi posizionato al centro del ring attende che la sua theme si interrompa e mostra un sorriso compiaciuto.

Immagine


C.Drake: Ladies and gentleman of Philadelphia!!!

Boato del pubblico.

C.Drake: How it's going?

Pubblico: WELL!!!

Chris sorride compiaciuto.

C.Drake: Prima di iniziare il mio discorso lasciatemi dire che sono felice di essere qui, nel Wells Fargo Center di Philadelphia, la mia città natale. Poiché sarò anche conosciuto come il Woodbury Made, ma ciò non toglie che sono un Philadelphia Born!

Altro boato d'approvazione del pubblico.

C.Drake: Grazie per tutto il vostro calore ragazzi, siete fantastici. Voi mi date la forza di continuare ad inseguire il mio sogno ed ora, nonostante un piccolo stop ad Alpha Horizon, sono qui per annunciarvi che non mi arrenderò mai fin quando non sarò campione mondiale ed avrò finalmente dato fondamento alle mie parole, ovvero che sono The Best In The Business!

Nuova reazione positiva per Chris.

C.Drake: Poiché infondo è questo ciò che sono e che sono sempre stato, e se nella mia strada per provare definitivamente ciò compaiono ostacoli su ostacoli e solo perché altra gente, platealmente inferiore a me nonostante la percezione che si ha di loro, cooperano e collaborano affinché io non raggiunga i miei obiettivi e dia inequivocabilmente fondamento alle mie parole. Prendete la Chamber Of Annihilation ad Alpha Horizon...

Dei fischi si sollevano nell'arena.

C.Drake: Non nego di essere stato presente per poco tempo dentro quella struttura, ma solo perché due individui che dovrebbero essere nemici giurati tra di loro hanno deciso di cooperare per farmi fuori. Nel Kickoff e nel Fallout dello scorso Indoor War, Sigfried Jaeger ha contattato sia me e sia Andy Moon per stipulare un'alleanza, ovviamente entrambi abbiamo rifiutato, ma ecco che non appena si è presentata l'occasione il demente di Savannah ha ben pensato di rimangiarsi tutto ed allearsi momentaneamente con quell'altro coglione infierendo sul vero favorito di quella contesa. Un Blitzkrieg in piena gola seguito da un Heartbeat Overdrive, sfido chiunque a rialzarsi in tre secondi dopo un assalto del genere. E va be', vorrà dire che la mia strada verso la gloria, nonostante questo inatteso stop, proseguirà un po' più a rilento, infondo la mia consacrazione come The Undisputed Legend è destino, e nessuno potrà mai fare qualcosa per impedire che esso si compia.

The Predator mostra un sorriso compiaciuto.

C.Drake: Ci saranno tanti, troppi, individui che faranno di tutto per fermarmi poiché ben consci del mio talento e dei rischi che correrebbero le loro carriere con me al top, ma ciò per me sarà solo un motivo in più per seguire i miei sogni ed i miei obiettivi per poi mettergliela nel culo! What goes around comes around!

Boato d'approvazione del pubblico.

C.Drake: Detto ciò lasciatemi dire che...



Immagine


Ma ecco che ad interrompere il discorso di Drake interviene una theme piuttosto conosciuta e sullo stage fa capolino Jack Keenan, in abiti civili. Il Pain Deliverer riceve una reazione abbastanza mista, con prevalenza di fischi, per aver interrotto il monologo del beniamino di casa. Jack Keenan si guarda intorno, per poi alzare le spalle, con un'espressione colpevole e divertita al tempo stesso.

Keenan: Ladies and Gentlemen, my name is Jack Keenan and I deliver Pain.

Altra reazione del pubblico, nuovamente JK si stringe nelle spalle.

Keenan: How is it going?

Sul ring, Drake accoglie con un'espressione perplessa queste ultime parole; più moderatamente, comunque, di come le accolga il pubblico. Jack Keenan, che si sta dirigendo verso il ring, mette in avanti le braccia, prima di salire sull'apron.

Keenan: Scusa, Chris, non intendevo nè rubarti la catchphrase, nè fare il grammar nazi, è stato semplicemente più forte di me.

JK entra nel quadrato passando tra la seconda e la terza corda, e va a mettersi ad un paio di metri dal Woodbury Made.

Keenan: Comunque, giusto prima che Indoor War iniziasse ad andare in onda stavo guardando qualche vecchio footage e mi sono imbattuto in uno in cui Jack Keenan e Chris Drake se ne andavano dal Manhattan Center per fare un po' di lavoro da stalker nei confronti di Lance Murdock e Samantha Hart e... wow, sembra passata una vita. Quindi, quando ti ho visto uscire sullo stage per aprire questo Indoor War, non ho potuto fare a meno di raggiungerti qui prima che lo facesse un Sigfried, un Andy Moon o un Fred a caso - siamo pur sempre nell'opener, dopotutto.

Il wrestler di Atlanta fa una pausa: dal canto suo, Chris Drake si sta accarezzando il mento, l'espressione sul suo viso non pare ancora convinta.

Keenan: Ovviamente, non ti avrei interrotto nella tua hometown solo per una rimpatriata. In realtà, ho una cosa da chiederti e preferisco farlo qui, davanti al tuo pubblico di casa, che non nel backstage o davanti ad una birra. Tuttavia, dato che ti ho interrotto sul più bello, finisci pure di dire quel che avevi da dire, prima.

Con un cenno del braccio, Keenan indica il ring a Drake, poi si scosta, andando ad appoggiarsi all'angolo, in disparte.

C.Drake: Tranquillo Jack Keenan, Jack Keenan, Jack Keenan, stavo semplicemente annunciando cosa farò nello specifico per divenire The Undisputed Legend. Non so se hai visto, ma lo scorso martedì a Breaking Point è stato annunciato il season finale della prima stagione del programma, finale che corrisponde al nome di Path Of Legends e che si svolgerà proprio qui nel Wells Fargo Center di Philadelphia!

Boato del pubblico accolto con un sorriso da Chris.

C.Drake: Per tanto vi annuncio che grazie alla mia title shot per il FWP World Wrestling Championship, io sarò nel posto che mi compete a Path Of Legends, sarò nel main event!

Nuovo boato da parte del pubblico mentre Jack alza un sopracciglio.

C.Drake: In questo momento sarebbe dovuta risuonare la mia theme song, sarei dovuto salire sul paletto, alzare le braccia al cielo per poi fare il cenno della cintura alla vita, tuttavia il buon Jack Keenan ha ben pensato di farsi vivo, a proposito Jack hai dimenticato di citare Leon Black come occupatore abusivo ed abitudinario dell'opener, quindi andiamo di fuori programma, e che fuori programma!

The Predator lancia un'occhiata a Jack Keenan che si stacca dall'angolo e raggiunge Chris, mettendosi ad un metro da lui.

C.Drake: Prima di tutto lasciatemi dire che nonostante io sia uno strafottente figlio di puttana, provo davvero tanto rispetto per quest'uomo qui.

Boato del pubblico mentre Jack annuisce lievemente non scomponendosi.

C.Drake: Ora non voglio essere smielato, ma Jack Keenan, insieme a Shawn Gates e Travis Miller, è l'unico degno del mio rispetto poiché con le sue azioni, con i suoi sforzi e tutto ciò che concerne questo fantastico sport che pratichiamo ha dimostrato di essere semplicemente un grande. Anche se c'è un difetto abbastanza chiaro che ho notato in te Jack...

Il Pain Deliverer alza entrambe le sopracciglia indicandosi con aria beffarda.

C.Drake: Sei prevedibile.

Chris diventa serio.

C.Drake: E bada bene Jack non lo sto dicendo per sminuirti davanti a fan di Philly od i fan a casa, ma lo sto dicendo perché non voglio che tu getti via la tua carriera per via di questo difetto.

Jack fa per rispondere ma Chris lo blocca.

C.Drake: Aspetta Jack, lascia che ti mostri il mio punto di vista.

Il Pain Deliverer annuisce un po' seccato ed abbassa il microfono.

C.Drake: Due settimane fa tu ad Alpha Horizon hai avuto la tua prima occasione titolata da quando sei in TWC, per la precisione un'occasione per il TWC 15 Championship. Ora sorvolando sul dubbio valore che possa avere un titolo che nel suo albo d'oro annovera gente come Andy Moon, Big Black Boom e Nick Carroll, tu ci tenevi a vincere quel titolo ed a dimostrare al mondo ciò che io già so di te, ovvero che sei uno dei migliori in circolazione!

Applausi di parte del pubblico seguiti da dei cori a favore di Keenan.

C.Drake: Adesso passiamo al punto focale del mio discorso, ovvero la prevedibilità che accredito come tuo difetto. Vedi Jack, dal momento che hai citato i fatti di Indoor War undici ho subito capito dove volevi andare a parare. Se la regia ha lo spezzone vorrei che venisse trasmesso il discorso che feci prima del match con Michael Edwards.

Chris abbassa il microfono e dopo qualche istante d'attesa il titantron mostra il segmento citato da Drake.

Tintantron ha scritto:
Immagine


Drake: Innanzitutto vorrei scusarmi con gli addetti ai lavori, gli arbitri ed i wrestler che ho aggredito, in particolare le mie scuse vanno a Max Powell che spero possa tornare presto ed a Jack Keenan...

Chris prende una pausa.

Drake: Jack, come ho già detto non ho il minimo sospetto su di te ed il nostro match a War Of Change è stato viziato da troppi fattori esterni e in un futuro ti concederò un rematch combattuto in maniera pulita e leale, e quel match sarà valevole per il TWC World Heavyweight Championship!


Le immagini tornano live nel ring dove vediamo Chris che ora osserva fisso Jack.

C.Drake: Sorvolando sul fatto che ero decisamente stucchevole all'epoca, mi pare chiaro quale sia il fulcro del discorso, ma voglio che sia tu ad approfondire.

Keenan: "In particolare le mie scuse vanno a Max Powell che spero possa tornare presto"? Wow, questo lo avevo dimenticato. Sì, eri decisamente stucchevole.

Jack Keenan scoppia a ridere, tirando un pugno alla spalla di Drake.

Keenan: Comunque, più che io sia prevedibile, mi pare che tu abbia buone doti di preveggenza... ma andiamo con ordine: vuoi che io approfondisca il discorso? Bene, partiamo dal 15 Championship che hai nominato poco fa, allora.

Il Pain Deliverer sospira e, con la mano sinistra, va a toccarsi il setto nasale.

Keenan: Ad Alpha Horizon ho combattuto uno degli incontri più duri della mia vita, e non tanto in termini di lunghezza o per il fatto che siamo andati all'overtime, no. Fosse durato anche soli 10 minuti, questo non cambierebbe il fatto che Nick Carroll è tranquillamente tra i lottatori più temibili che si trovano in questa arena: ciò non implica che io abbia cambiato idea su di lui come persona, nè che mi piaccia l'idea di condividere con lui il backstage o l'ossigeno, ma sul quadrato non c'è davvero nulla che gli si possa togliere.

Dal pubblico parte qualche coro a favore del Brain Damager: Keenan si limita ad alzare le spalle, con aria indifferente, prima di prendere di nuovo la parola.

Keenan: Di conseguenza, aver perso contro Carroll dopo un match quale quello di Alpha Horizon è tutt'altro che disonorevole. Certo, se l'incontro fosse durato un minuto in più, oppure se fossi riuscito a chiudere Carroll nella Pain Injection trenta secondi prima, forse staremmo parlando di tutto un altro finale e io sarei venuto a raggiungerti su questo ring con una cintura alla vita... ma non ha senso chiederselo. I fatti sono quelli che sono e non resta che andare avanti. Quello che voglio dire è che, dopo un match come Keenan-Carroll, non può che arrivare un momento di bilanci. E qui arriviamo a noi.

JK si schiarisce la voce e ne approfitta per lanciare uno sguardo agli spalti gremiti dell'arena.

Keenan: Lance Murdock, Vincent Cross, Nick Carroll. Sono solo tre sconfitte, le ultime tre sconfitte in cui sono incappato, qui in TWC, cercando una "giustizia" ideale: l'elenco potrebbe continuare citando Christophorus Schmidt, ma ciò che conta è che, andando a ritroso, finisce con Chris Drake. A War of Change, nel primo Special event della storia della TWC, tu mi hai battuto, Chris, forse in modo un po' controverso - credo che tu lo possa riconoscere -, ma senza dubbio la mia prima sconfitta, qui, viene da te. Io non sono una persona a cui piace piangere sul latte versato, nè rivangare il passato... ma il fatto è che, come dicevi tu - e ti ringrazio per questo, a proposito - io ho ben pochi dubbi di essere uno dei migliori, qui in TWC.

Il Pain Incarnate appoggia una mano sulla spalla di Drake.

Keenan: Così come lo è anche l'uomo che è su questo ring con me. Credetemi, non lo direi se non lo pensassi davvero, odio l'ipocrisia. I fatti sono questi, chiari e limpidi: Chris Drake è stato nel Main Event di Alpha Horizon ed ora ha una shot per il titolo da incassare nel Main Event di Path of Legends.

I cori che partono ora sono per il beniamino del pubblico di casa.

Keenan: Ed è tutto frutto di lavoro e fatica, nessuno può negarlo. Nel frattempo, cosa ha in mano Jack Keenan? Beh, penso che la risposta sia piuttosto semplice. E qui ecco il nocciolo del mio discorso: ci ho riflettuto molto, Chris, e la strada che ho percorso in TWC segue necessariamente quella prima sconfitta che tu mi hai inflitto. Io ho deciso di cambiare il corso di questa strada, e vedo un modo per farlo: un modo che, di fatto, il qui presente Drake ha intuito rapidamente, e ha preso molto amichevolmente, peraltro. Chris, voglio essere di nuovo su un ring con te. Non mi importa dove, nè quando: se a Indoor War, o in un house show, o in una palestra della periferia di Atlanta, o al prossimo Alpha Horizon. Tutto quello che voglio è che succeda davvero, prima o poi. E non pensare che ci andrò piano. Che dici, vuoi adempiere alla tua promessa?

C.Drake: Prima di tutto Jack lasciami dire che io non ti ho sconfitto, ma è stato Dragon Drake aiutato pesantemente da Samantha Hart. Perciò per me sarebbe un onore accettare la tua sfida ed avere un primo, vero, ed autentico Chris Drake contro Jack Keenan!

Boato del pubblico.

C.Drake: Perciò prepariamoci e facciamo che questo match si concretizzi right here, right now!

Altro boato del pubblico. Keenan fa un passo indietro, passandosi una mano sulla nuca.

Keenan: Non fraintendermi, Chris, è esattamente quello che chiedevo e che non vedo l'ora di fare. Forse persino di più. Tuttavia, cosa dicevi poco fa riguardo al mio difetto? Sono "prevedibile". Penso che tu possa aver ragione nel dirlo, ma al tempo stesso penso che non ci sia nulla di più "prevedibile" di questo match proprio stasera.

Drake lancia verso il wrestler di Atlanta uno sguardo stranito, il pubblico si fa sentire con qualche fischio ben assestato.

Keenan: Ehi, capiamoci: non rinuncerei ad un incontro del genere solo perchè è prevedibile, sarebbe ridicolo. La verità è che stasera ho in mente qualcosa di più "imprevedibile" che potrebbe aggiungere un po' di pepe al nostro match, quando arriverà.

Keenan sorride, un sorriso imbarazzato.

Keenan: Credimi, Chris, se ti assicuro che è davvero così. Per questo motivo devo rinviare il match... mettiamola così, quando ci sarà, sarà davvero qualcosa di epico. Deal?

Il Pain Deliverer tende la mano e Chris la osserva con un'espressione seria che rapidamente lascia spazio ad un sorriso furbo.

C.Drake: Capisco Jack... Deal!

I due si stringono la mano mentre il pubblico in parte esulta mentre qualcuno rumoreggia confuso. I wrestler si scambiano uno sguardo deciso per poi staccarsi.

C.Drake: Alla luce di ciò ti lascio libero di tornare nel backstage a preparare roba imprevedibile, e l'unica cosa che posso augurarti è buona fortuna.

Keenan: Grazie Chris. Tieni caldo il pubblico per me.

Il Pain Deliverer lancia un ultimo occhiolino verso il Woodbury Made, per poi scendere dal ring rotolando sotto la prima corda e dirigersi verso il backstage a passo veloce. Jack rientra nel backstage e Chris, con un mezzo sorriso, torna a guardare verso la telecamera.

C.Drake: Qui abbiamo finito Philly, e non dimenticate che noi ci rivedremo il diciassette aprile per FWP Path Of Legends dove nel main event affronterò uno tra Devil Antonius e Franklin Dixon, e potete giurare già da ora che terrò fede al nome del pay per view stesso quando mi laureerò campione mondiale realizzando, finalmente, il mio sogno! My Path To Legend starts now, and I will be Unstoppable!

The Predator getta il microfono a terra con foga mentre la sua theme song risuona nell'arena. Chris sale su un paletto ed alza entrambi i pugni al cielo venendo imitato dalla gran parte del pubblico qui presente, e su queste immagini noi andiamo in pubblicità.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 154 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it