Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
  Stampa pagina

TWC - Alpha Horizon 2016
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 11/03/2016, 20:34 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Immagine


Immagine

Fra pochissimo comincerà il quarto special event della TWC, il primo del 2016, Alpha Horizon. Le immagini ci conducono immediatamente all'interno del prestigiosissimo Madison Square Garden, dove, dietro le quinte, troviamo la bellissima e raggiante Ally Sullivan, che, sorridente, tiene in mano un microfono, pronta per una nuova intervista in questa che per lei sarà una serata molto impegnativa.

AS: Signore e signori, benvenuti al Kickoff di Alpha Horizon; ecco a voi il mio ospite, Max...

La giovane intervistatrice, improvvisamente, si interrompe, il suo sguardo è fisso, pietrificata sta guardando qualcosa o qualcuno...

Immagine

...si tratta di Max Powell! Il lottatore texano compare alla sinistra dell'intervistatrice, mostrando un aspetto molto differente: infatti i capelli sono corti, indossa un elegante abito con giacca e cravatta, e sul capo svetta un tipico cappello da cowboy.

MP: Ciao, Ally! Tutto bene?

Max sorride, la giovane intervistatrice non risponde, poi, passati alcuni secondi, parla.

AS: Bene.

Max sorride.

AS: Perché questo improvviso cambio di look?

Improvvisamente Max Powell cambia espressione, attorcigliando il naso e volgendo uno sguardo interrogativo per la sua interlocutrice, poi sorride.

MP: Ah, la cravatta! Beh, Ally, un uomo d'affari del mio calibro non può certo sfoggiare la stessa cravatta ad ogni occasione, ti pare?

Segue un'altra lunga pausa di silenzio.

AS: Quali sono le tue impressioni sul tuo match di stasera contro Samuel Nolan?

Max annuisce, divenendo serio.

MP: Vedi, Ally, so benissimo il significato delle parole sacrificio e coraggio, l'ho dovuto imparare nel corso della mia carriera, del resto l'imprenditoria non è certo un ambito adatto ai deboli, ci vogliono le palle per sopravvivere lì, figuriamoci per ottenere il successo che ho avuto io. Perciò, Ally, provo infinito rispetto verso il mio avversario, un uomo venuto da lontano, che s'è fatto da solo, in un paese straniero, senza amici, senza famiglia, senza niente e nessuno. Samuel Nolan è un esempio da promulgare, qualcuno a cui devono ispirarsi i nostri figli, lui incarna il sogno americano, è un vero patriota, è uno di noi. Perciò, Ally, stasera non sarà una sfida fra due culture diverse, due civiltà agli antipodi, sarà un amichevole e cortese confronto fra due veri americani, e sarà bello, sarà bellissimo!

Max annuisce.

MP: Ora, Ally, vado: questa sera è molto densa di impegni per Maximilian Powell, a dopo!

Detto ciò, Powell se ne va, lasciando sola una perplessa Ally Sullivan.

/------------/




...."SAY IT TO MY FACE"!! All'interno dell'arena risuona la musica d'ingresso di Samuel Nolan, il pubblico reagisce positivamente...

Immagine

...e Samuel "The Sam" Nolan fa immediatamente il suo ingresso sullo stage, accolto dagli applausi di gran parte del TWC Universe, a cui il lottatore di origini africane rivolge un sorriso, annuendo, un po' emozionato per questa accoglienza, essendo la sua prima apparizione all'interno del prestigioso Madison Square Garden. Dopo aver stretto affettuosamente le mani dei fan presenti nella prima fila e aver salutato gli altri, "The Little Nolan" raggiunge il quadrato, dove senza troppi indugi si prepara per la sfida che lo attende, il primo match da singolo in uno special event da quando è arrivato in TWC. Samuel Nolan, divenuto improvvisamente serio, invita ora il suo avversario a raggiungerlo...


Immagine

...e, accompagnato da una nuova musica d'ingresso, ecco arrivare il nuovo Maximilian "Max" Powell: il lottatore è in tenuta da combattimento, indossa il suo cappello e tiene fra le mani un microfono. Sul volto mostra un sorriso raggiante, percorre lentamente la rampa d'accesso, sotto lo sguardo vigile e severo di Samuel Nolan, che scuote la testa e lo invita a raggiungerlo.

MP: Samuel, eccoci qua, finalmente!

Powell parla mentre si avvicina verso il ring, stende la mano verso un fan, che, però, si rifiuta di stringergliela, lui sorride, nel frattempo ha raggiunto i gradoni d'acciaio.

MP: Stanotte è una notte stellare...

Powell fa il suo ingresso sul quadrato e raggiunge immediatamente Samuel Nolan, che sembra scocciato dal temporeggiamento del suo prossimo avversario.

MP: Stanotte i campioni di coppia del mondo metteranno in palio i loro titolo nel primo Manhattan Odyssey!

Il pubblico reagisce con entusiasmo, Powell annuisce.

MP: Anche Leon Black difenderà il suo titolo in un match inedito contro Big Black Boom!

Altra reazione euforico da parte del TWC Universe.

MP: E, dulcis in fundo, sei uomini, sei pazzi scatenati, si affronteranno nel main event in un Chamber of Annihilation match per decidere chi andrà contro il detentore del titolo a War of Change, il primo PPV nella storia della TWC, lo show più importante dell'anno, lo show degli show, meglio del Super Bowl, molto meglio di WrestleMania!

Il pubblico applaude.

MP: MA, ma, niente, amico mio, è comparabile a quello che io e te faremo adesso: infatti il nostro non sarà uno scontro come qualsiasi altro, no, sarà una battaglia fra gentlemen, fra veri americani, uomini che si sono fatti da soli e, nati dal nulla, non hanno risentimenti verso niente e nessuno; perciò, Sam, sarebbe un onore poterti stringere la mano in segno di fair play prima di dare inizio al match che tutti vogliono vedere, perciò...

Ecco che Powell tende la mano a Samuel, invitandolo a stringergliela, ma questi scuote la testa. Maximilian ritrae la mano, improvvisamente si fa serio.

MP: Aveva ragione, mio fratello ha sempre ragione: sei tu l'uomo nero...

Immagine

...ATTENZIONE!! MAX POWELL!! MAX POWELL!! MAX POWELL COMPARE ALLE SPALLE DI SAMUEL E LO COLPISCE CON UNA SEDIA D'ACCIAIO!! "The Sam" cade a terra, il pubblico rumoreggia, spaesato, Maximilian scoppia a ridere istericamente, suo fratello Max respira profondamente, si strappa i capelli, dunque comincia a colpire il nemico con la sedia d'acciaio, una, due, tre, quattro, cinque, sei, sette volte!! Maximilian prende la parola.

MP: YES!! YES!! YES!! HAI VISTO, HAI VISTO?!! TE LO AVEVO DETTO, TE LO AVEVO DETTO, FOTTUTO NEGRO, TE LO AVEVO DETTO, BASTARDO!! L'UOMO NERO CADRÀ, GIÙ!!

Detto ciò, mentre Max osserva la carcassa di Samuel Nolan, Maximilian va dall'arbitro e gli ordina di dare avvio alla contesa, dopo averlo strattonato per il colletto della maglietta e averlo minacciato; il direttore di gara, dopo aver esitato, è costretto a cedere: la campanella suona e la contesa ha ufficialmente inizio!!

Immagine

New York Street Fight match
MAX POWELL VS. SAMUEL NOLAN
III


1...2...NO!! NO!! NO!! SAMUEL NOLAN RESISTE! "The Little Nolan" annulla il tentativo di pin sollevando la spalla destra! Maximilian, disperato, tira il cappello contro Samuel Nolan e inizia a colpirlo con una serie di calci, mentre suo fratello Max, rabbioso, esegue una serie devastante di pugni direttamente contro il volto dell'avversario! Maximilian, poi, solleva Samuel, lo tiene stretto, quindi invita il fratello a colpirlo con la sedia d'acciaio; questi impugna l'arma, la solleva ed esegue il colpo...Samuel colpisce Maximilian con una gomitata e si libera dalla presa...MAX COLPISCE MAXIMILIAN!! Il primo cade fuori dal ring sotto lo sguardo disperato del fratello, il quale poi si volta...

Immagine

...E VIENE COLPITO AL VOLTO CON LA SEDIA D'ACCIAIO DA SAMUEL NOLAN!! HOLY SHIT!! Max Powell rimane in piedi, stordito, barcolla sotto un ansimante Samuel Nolan, poi lo vediamo cascare a terra, impattando violentemente contro il tappeto del quadrato! Il lottatore di origini africane respira profondamente, prende fiato, osservando l'avversario, che comincia a strisciare verso le corde: il volto, inquadrato ora dalle telecamere, è ridotto ad una maschera di sangue, una scena raccapricciante tanto che alcuni fra gli spettatori presenti in prima fila, disgustati, si voltano dall'altra parte. Samuel Nolan lo squadra con uno sguardo minaccioso, Max si sta rialzando, aiutandosi con le corde, quando ecco che viene colpito con la sedia d'acciaio alla schiena dall'avversario! Max Powell urla, si dimena, poi cade a terra, torcendosi per il tremendo dolore che sta patendo...Samuel Nolan scuote la testa e lo colpisce, ancora! Dopo aver inferto l'ennesimo colpo, getta a terra la sedia d'acciaio, osserva l'avversario mentre questi si contorce, dunque scende dal ring e recupera un tavolo di legno...

Spoiler:
Immagine

...IL COLLEGAMENTO VIA SATELLITE SI INTERROMPE BRUSCAMENTE!!

Immagine

...VACANT!! VACANT!! VACANT!! L'uomo del punto interrogativo, l'uomo del mistero, colui senza volta e senza nome compare sullo schermo, indossando l'ormai famigerato costume, che tanto l'ha reso celebre in tutto il mondo del pro wrestling, americano e non solo.

Vacant: Ecco a voi "The Phenom", "The Beast", "The Rattlesnake", "The Most Electrifying Man in All of Entertainment", "The Ayatollah of Rock 'n' Rolla", Vacant! Sono tutti e nessuno, sono ovunque e da nessuna parte, ma voi sapete bene chi sono: sono un super pluricampione, ho vinto migliaia e migliaia di titoli e riconoscimenti in ogni federazione di ogni parte del globo; recentemente ho conquistato il WWE World Heavyweight Championship, l'ennesimo WWE World Heavyweight Title, rendendolo vacante di recente, perché, dopo aver vinto ovunque, c'è una sola cintura che non ho mai avuto intorno alla vita, un solo alloro che manca nella mia ricercatissima bacheca: il titolo di campione dei pesi massimi della TWC! Amici, amiche, ecco a voi Vacant, il prossimo TWC World Heavyweight Champion!

Vacant annuisce.

Vacant: Tremate, tremate...

Immagine


Spoiler:
Finalmente, dopo una brusca interruzione, le immagini tornano nuovamente LIVE dal Madison Square Garden di New York, dove prosegue il sorprendente match fra Samuel Nolan e Max Powell: "The Little Nolan" ha posizionato un tavolo di legno presso uno dei quattro angoli del quadrato, dunque solleva l'avversario, lo posiziona sulla spalla destra, si allontana di un paio di metri, pronto per prendere la rincorsa e schiantare Powell contro il tavolo...

Immagine

...ATTENZIONE!! TYLER NOLAN!! TYLER NOLAN!! Tyler Nolan, fra lo stupore di tutta l'arena, sale in fretta sul ring, afferra Max Powell, gettandolo a terra...Samuel Nolan, non accortosi della presenza del fratello, si volta....

Immagine

..."THE ULTIMATE ACT"!! "THE ULTIMATE ACT"!! SPEAR CONTRO IL TAVOLO DI LEGNO DA PARTE DI TYLER NOLAN AI DANNI DEL FRATELLO!! Samuel Nolan è a terra, KO, davanti a lui il fratello lo osserva con sguardo minaccioso; ecco che, nel frattempo, ricompare Maximilian Powell, che ha passato l'intera contesa fuori dal ring dopo aver l'incidente avvenuto all'inizio della contesa; Maximilian, ancora un po' stordito, essendosi accorto di quanto successo, si butta sul ring, tenendo lo sguardo vigile sul lottatore della FWP, che rimane immobile, mentre attorno vediamo che alcune guardie della sicurezza si sono posizionate davanti al quadrato e si apprestano a raggiungere Tyler Nolan, il quale, solamente ora, decide di lasciare il quadrato e, fra i fischi del pubblico, scortato dalle guardie, attraversa le balaustre e si allontana...nel frattempo, sul ring, Maximilian afferra il braccio del fratello, steso a terra, e con tutte le forze rimastegli lo trascina verso il corpo esanime di Samuel Nolan: urla, impreca, ma non demorde e, alla fine, ce la fa, riesce a trascinare la mano del fratello Max sul corpo di Samuel Nolan, 1...il TWC Universe rimane in silenzio, incredulo...2...ecco che dall'arena arrivano i primi fischi...3!! INCREDIBILE!! MAX POWELL HA SCONFITTO SAMUEL NOLAN!! MAX POWELL HA VINTO, MAX E MAXIMILIAN HANNO MESSO KO SAMUEL NOLAN!!

JR: Here's your winner...MAX POWELL!!

PAZZESCO!! ASSURDO!! Fra i fischi del pubblico, Maximilian, anch'esso incredulo, esulta, urla, strattona il fratello Max, gridandogli a gran voce che ha appena vinto; solamente ora Max Powell, confuso, stordito, comincia a rialzarsi, forse non rendendosi ancora conto di quanto è successo; Maximilian decide di trascinarlo fuori dal ring e, insieme, cominciano a festeggiare: Max scuote la testa, tira fuori la lingua, si strappa i capelli, la bava che esce dalla bocca, si mischia col sangue, alla sua destra il fratello, che lo sorregge in piedi, gli dà le pacche sul petto, sulla spalla, accompagnandolo dietro le quinte...l'attenzione di tutti, però, è ora rivolta sul ring, dove giace, esanime, Samuel Nolan, un Samuel Nolan che riceve immediatamente le premurose cure del dottore Jack Brooks e della sua professionale squadra, mentre il collegamento si interrompe, lasciando spazio ad una sosta pubblicitaria.


/------------/


Siamo nel backstage, la telecamera entra nel locker room dei Midnight Hunters.

ImmagineImmagineImmagine


Andy Moon, Ayumi Haibara, Alice Angel. Il primo sarà impegnato nella Chamber Of Annihilation, mentre Ayumi ed Alice sono entrambe in dei match titolati.

AM: Serata importante, questa, signore.

Andy pare allegro e in forma, e sorseggia una bottigletta d'acqua. Ayumi, che invece pare seria, è già in ring attire.

AH: Già. Siamo davanti ad una grande opportunità. Una sola notte, e potremmo essere ai vertici di questa federazione.

Alice Angel, invece, si sfila le cuffie. Andy la guarda e sorride.

AM: Tutto bene, Alice? Ti senti pronta?

AA: Più che pronta.

AM: Bene, bene.

Andy tende il pugno.

AM: Facciamoci valere.

Le sue due compagne mettono il pugno al centro.

/------------/


Siamo arrivati ora al secondo match in programma durante questa strepitosa ora di Kick Off che precede TWC Alpha Horizon, lo Special Event che apre la corsa a War of Change, lo show dell’anno della Total Wrestling Corporation. E ora che il mondo del wrestling si fermi e rimanga col fiato sospeso, perchè Gunther Schmidt, il valoroso Mastino della Bruderschaft Der Krahe Incorporated, tra poco incrocerà le armi con Ultraman, il prode Difensore della Natura.

Immagine


JR: Ladies and gentlemen. The following contest is scheduled for one fall!

Prima degli ingressi ricordiamo brevemente come siamo arrivati a questo incredibile scontro tra potenze.

Gunther Schmidt vs. Ultraman: Recap Promo ha scritto:


Tutto sembra nascere durante il mitico Hudson River Tag Team Match che ha visto la BDK Inc. avere ragione degli Enlightened of Pro Wrestling. In un locale della 34ma Strada, infatti, Gunther Schmidt picchia Mars, finendo involontariamente col rovinare un appuntamento romantico di Ultraman. La reazione del Difensore della Natura non si fa attendere, ma in seguito a una magia di Thomas Bell, Ultrman finisce dentro un tombino, dando ai Pink Unicorn United il tempo di dileguarsi.

Nella stessa puntata di Indoor War, dopo la vittoria di Schmidt sull’ingovernabile Esagon Jr., Ultraman torna alla carica, rivelando che stava già dando la caccia a Gunther da due settimane, a causa di un vile atto da inquinatore. Il Brutal Crow, infatti, aveva gettato a terra e calciato via la busta di una lettera ritenuta avvelenata. Il Difensore della Natura, imbufalito, sfida così Gunther a un match ad Alpha Horizon.

Nell’ultima puntata di Indoor War, i due giganti si danno subito battaglia a braccio di ferro, sfida arbitrata in modo piuttosto discutibile dallo stralunato Thomas Bell e che termina in No Contest a causa dell’intervento sprovveduto di Esagon Jr., che viene pestato da entrambi. Alpha Horizon. Due giganti. Un solo vincitore. Chi trionferà in questo scontro titanico? Sarà il feroce Mastino calato dalle impervie montagne della Baviera, o il poderoso lottatore che ha messo i propri muscoli al servizio di Madre Natura? La parola al ring.



Il pubblico, che pian piano sta riempiendo tutta la capienza del Madison Square Garden, è assolutamente eccitato e i cori per i due contendenti si sprecano. Ma ecco che finalmente le luci si abbassano, mentre l’immagine di un gigantesco corvo in procinto di attaccare compare sul titantron.

Immagine


Boato del pubblico di New York per il Mastino.

Immagine


Subito dopo ecco comparire il logo della famosa Company of Heroes di Ravensburg, mentre una grigia foschia si diffonde sullo stage.



Infine, la violenta theme del Brutal Crow risuona a manetta nell’arena.

Immagine


Ed ecco The Hound sbucare con passo fiero dalla nebbia! Schmidt viene accolto con una selva di applausi da parte dei fan del Garden. Il gigante si volta verso la telecamera e fa spallucce. Poi però lo sguardo si fa accigliato non appena nota il suo prode alleato Thomas Bell sbucare da sotto la telecamera e affiancarglisi col sorriso sulle labbra tra il giubilo dei presenti.

Immagine


Il Brutal Crow sospira e scuote il capo, poi scende a grandi passi la rampa, seguito dappresso dal suo amico, che come al solito gli parla del più e del meno, costringendo il gigante a tapparsi letteralmente le orecchie.

JR:
Introducing first! Making is way to the ring. Weighting 276 pounds, and standing 6-feet-1-inch tall. Accompanied by his partner, and Special Enforce of the match, Thomas Bell. Representing the Bruderschaft Der Krahe Incorporated and Pink Unicorn United. From Ravensburg, Germany, he is the Brutal Crow... GUNTHEEEEER... SCHMIIIIIDT!!!!!


Una volta arrivato ai piedi del ring, il Mastino si arrampica sull’apron e irrompe sul quadrato assieme al compagno di team che continua a tallonarlo schivando con facilità qualche calcio o pugno del tedesco che vorrebbe allontanarlo. Dopo di che Gunther si leva maglia e occhiali e li getta via, infine si va a piazzare al lato opposto del ring rispetto allo stage, in attesa del suo avversario.



Ed ecco che il Madison Square Garden si scalda nuovamente, mentre la theme di Ultraman riecheggia dalle altoparlanti!

Immagine


Dopo qualche secondo, l’imponente Difensore della Natura fa il proprio ingresso sullo stage tra le grida dei fan esultanti. Ultraman si guarda intorno, poi inizia subito a gridare a squarciagola la sua catchphrase, come sempre.

UTM: ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!... ONE MORE CHANCE!!!...

Eccolo infine scendere a passi pesanti la rampa verso lo stage, lo sguardo inflessibile puntato verso il suo ultranemico Gunther Schmidt.

JR: And his opponent. Making his way to the ring. Weighting 282 pounds, and standing 6-feet-2-inches tall. From Jacksonville, Florida. He is the Defender of Nature... ULTRAMAAAAAN!!!!!

Ultraman arriva di gran carriera ai piedi del ring, dopo di che va a salire i gradoni d’acciaio, fino a irrompere nel quadrato. Qui il Difensore della Natura smette di gridare e comincia a camminare avanti e indietro come un ossesso, dandosi dei colpi in testa per caricarsi, sotto lo sguardo stranito di Gunther e Thomas, che poi si girano l’uno verso l’altro, stupefatti. Ci siamo, tutto è pronto per l’inizio di questo incontro. Anzi no, l’arbitro Kiley ha il suo bel da fare per spingere Thomas Bell ad abbandonare il ring per consentire l’inizio dell’incontro. Alla fine, le minacce di Gunther, il continuo camminare a caso di Ultraman e le pressanti richieste del referee convincono Bell a scivolare giù dal quadrato e a piazzarsi a bordoring. Oh, ora ci siamo finalmente. Il grande match tra Gunther Schmidt e Ultraman inizia... Adesso!


**Singles Match**

Gunther Schmidt (BDK Inc.) vs. The Ultraman


Subito dopo il triplice rintocco del gong, Ultraman si ferma e punta lo sguardo sull’impassibile Gunther Schmidt. Pian piano i due si avvicinano, fino a fronteggiarsi a centro ring, mentre il Garden si trasforma in una bolgia infuocata. Ed ecco che Ultraman ricomincia a gridare la sua catchphrase in faccia al tedesco, che per tutta risposta gli rifila una poderosa Mastiff Chop al petto! Il Difensore della Natura fa un passo indietro, scuote il capo, e replica con un’Ultrachop! Seconda Mastiff Chop da parte del Mastino, e Ultrachop al petto in risposta da parte di Ultraman. I due continuano imperterriti a percuotersi a vicenda, finchè Gunther pare avere la meglio. Eccolo colpire l’avversario per cinque devastanti volte di fila con la mano gigantesca. Ultraman barcolla ma resiste, e con sprezzo del pericolo sbraita in faccia al Brutal Crow la sua catchphrase, come ad invitarlo a colpire.

UTM: ONE MORE CHANCE!!!

Al ché un inferocito Schmidt lo solleva di peso e lo schianta a terra con una GuntherBuster!

Immagine


Applausi del pubblico di New York per il Mastino, che si tocca il petto contuso, mentre cammina intorno a Ultraman. Vediamo ora il tedesco rialzare l’avversario strattonandolo, dopo di che ecco caricarlo di peso e rifilargli una ginocchiata sul fianco, prima di gettarlo a terra. E dopo la Dummbreaker, Gunther prova subito a schienare un Ultraman in difficoltà. 1... No! Il Difensore della Natura si scuote e alza una spalla abbastanza presto, grazie alla forza donatogli dalla Natura. Gunther si rialza, dopo di che eccolo fare un gestaccio verso Thomas Bell, che notiamo sbracciarsi a bordoring nel dare indicazioni all’amico. Il Mastino si gira e prende la rincorsa verso Ultraman. Deutsche Big Boot da parte di Gunther. Schivato per un soffio da parte del Difensore della Natura, che poi replica con una nuova Ultrachop! Il Brutal Crow non arretra di un passo. Altra Ultrachop, seguita da una seconda, una terza, una quarta, una quinta, una sesta, una settima, un’ottava e una nona, tutte enfatizzate dalle grida dei fan!

Immagine


Stavolta è Gunther ad accusare il colpo e a barcollare. A questo punto, Ultraman gonfia il petto e rifila una testata dritta in fronte all’avversario! Il rumore sordo del cozzare dei crani dei due titani viene avvertito nelle prime file. E dopo un paio di secondi, Gunther Schmidt cade tramortito al tappeto! Ultraman, in piedi barcollante, cammina in equilibrio precario fino ad appoggiarsi alle corde, dopo di che torna a gasarsi e va a schienare il Mastino. 1... No! Kickout improvviso da parte del membro della BDK Inc., che poi si tocca la fronte e prova a rialzarsi. Ultraman però è più veloce e lo tira su dopo averlo chiuso in un’Headlock.

Immagine


Una volta che i due sono in piedi, vediamo il Brutal Crow provare a liberarsi dalla presa dell’avversario con dei violenti pugni al torso di Ultraman. Dopo di che eccolo liberarsi e lanciare il Difensore della Natura alle corde. Ultraman rimbalza e si precipita addosso a Gunther! I due si scontrano al centro del quadrato, ma la doppia spallata non sortisce alcun effetto su entrambi, che restano in piedi l’uno di fronte all’altro.

UTM: ONE MORE CHANCE!!!

Il Difensore della Natura si ributta alle corde, ma il secondo impatto sortisce lo stesso effetto! Ultraman scuote il capo.

UTM: ONE MORE CH...

All’improvviso il poco paziente Mastino afferra l’avversario e lo scaraventa via dietro di sé con un potente Viking Suplex!

Immagine


L’atterrito Ultraman impatta sul ring e rotola via verso le corde. Eccolo cercare di tirarsi su, ma Gunther lo incalza e di prepotenza prova a sollevarlo sopra di sé. Vuole tentare una devastante Mastiff Press Slam! Il mostruoso wrestler bavarese riesce a sollevare sopra di se i quasi centotrenta kili di Ultraman. Ma quest’ultimo si scuote come un forsennato e riesce a liberarsi afferrando all’ultimo la terza corda. Eccolo atterrare alle spalle del Brutal Crow, dopo di che lo blocca e lo scaraventa a terra con un Belly to Belly Suplex! Grandissima mossa di Ultraman! Mentre il pubblico esplode, vediamo Thomas Bell mettersi le mani nei capelli, dopo di che eccolo tirare fuori una lavagnetta e un pennarello, con cui inizia a disegnare degli schemi di mosse da suggerire al Mastino in difficoltà. Il Difensore della Natura si batte i pugni sul petto arrossato, dopo di che rifila un Big Boot a Gunther Schmidt!

Immagine


Il Brutal Crow, in difficoltà, rotola fuori dal ring per prendere fiato e riordinare le idee. Eccolo mandare a quel paese Bell, che intanto gli si è avvicinato per mostrargli gli schemi. Double Axe Handle da parte di Ultraman, che approfitta dell’involontaria distrazione del membro dei Pink Unicorn United. Ultraman è sugli scudi. Eccolo caricarsi sulle spalle Gunther e partire verso il paletto di corsa. Vuole sfracellare il cranio del Mastino sull’acciaio! Ma il Brutal Crow si libera in tempo e spinge l’avversario di peso addosso al montante d’acciaio, mandandolo a ruzzolare per terra. Gunther non perde tempo e dopo aver preso per un braccio Ultraman, completa la riscossa mandando il Difensore della Natura addosso ai gradoni d’acciaio con un potentissimo Irish Whip!

Immagine


L’impatto manda all’aria i gradoni. Vediamo Gunther Schmidt offendere ripetutamente in lingua tedesca il prode Ultraman. Dopo di che è costretto quasi a rincorrere Thomas Bell non appena questi torna a sventolargli di fronte la lavagnetta con gli schemi, formati da una serie di frecce e persone disegnate con linee e cerchi. Il Mastino torna a dirigersi verso Ultraman. Che lo sorprende con una Spear alla disperata!

Immagine


Gunther Schmidt finisce a terra violentemente. Ultraman prova a schienarlo, poi si accorge che non è un Falls Count Anywhere e si rimette in piedi, ritornando solennemente sul ring. Qui lo vediamo aizzare la folla girando per il quadrato, mentre il referee inizia a contare fuori il Brutal Crow. 1... 2... 3... 4... Vediamo Gunther tirarsi su e appoggiare una mano sull’apron. 5... 6... Ecco che Thomas cerca di riordinargli le idée ancora con la lavagnetta di schemi. Stavolta il Mastino annuisce e la prende! 7... 8... Improvvisamente il Mastino sbraita.

GNT: Das ist Scheiße! Io no capisce disegni di schema di tu!!!

Il Brutal Crow rompe la lavagnetta e la getta via. 9... Poi si accorge che l’arbitro sta contando e rientra nel ring per un soffio! Gunther si rimette in piedi nello stesso istante in cui Ultraman parte alla carica per una seconda mortifera Spear. Ma il Mastino stavolta lo schiva, e il Difensore della Natura finisce per schiantarsi di spalla all’angolo! Ultraman barcolla all’indietro, finendo preda dell’inferocito tedesco, che lo schianta a terra con un Bruderschaft Suplex. Il wrestler della Florida si tiene la testa dopo il violento impatto. Ma Gunther non ha affatto finito. Secondo Bruderschaft Suplex a segno! Subito dopo il bavarese prova a schienare l’avversario in crisi. 1... 2... No! Ultraman alza una spalla, interrompendo il conteggio. A questo punto il tedesco rompe gli indugi e chiude il Difensore della Natura nella Mahlzeit des Mastiff, la sua pericolossissima mossa di sottomissione!

Immagine


Ultraman è in difficoltà! Pubblico in piedi, diviso tra chi spera che il gigantesco Difensore della Natura ceda e chi crede nella sua indomita resistenza. Gunther si guarda intorno mentre stringe l’avversario nella sua morsa letale. Poi inizia a sbraitare contro Ultraman.

GNT: UltraDumm! Cede! O Mastino spezza di te! Tu finito di chance!!!

Il Difensore della Natura, sul punto di cedere, si scuote dopo l’ultimo commento di Gunther.

UTM: ONE!... MORE!... CHAAAAANCE!!!!!

E inizia a sollevarsi col peso del Mastino avvinghiato addosso! Sforzo sovrumano da parte del wrestler americano, che solleva definitivamente l’avversario a sedere sopra di sé. Electric Chair a segno! Ultraman ce l’ha fatta a liberarsi! Gunther cerca di rialzarsi e viene abbrancato dal wrestler di Jacksonville. Irish Whip all’angolo da parte di Ultraman, che poi parte di corsa e colpisce il Mastino con un Running Splash! Lo scatenato Difensore della Natura effettua la mossa un altro paio di volte, dopo di che abbranca al volo il barcollante Brutal Crow, e lo atterra con la sua finisher!

Immagine


Spinning Side Slam a segno! Thomas Bell, che stava prendendo appunti a bordoring, li straccia e incita Gunther, poi li spazza sotto il ring sperando che Ultraman non l’abbia visto. Ma ecco lo schienamento decisivo! 1... 2... e 3! No!!! Kickout del Mastino!! Per un ciuffo d’erba! Mentre la platea impazzisce, Ultraman si guarda intorno, deluso. Bell invece tira un sospiro di sollievo. Vediamo il Difensore della Natura rialzarsi e guardarsi intorno. Dopo di che eccolo indicare il paletto. Ultraman vuole fare una mossa volante! Pubblico in piedi mentre lentamente il gigante passa sull’apron e poi inizia a dare la scalata alle corde. Eccolo mettersi in precario equilibrio... Ma all’improvviso Gunther rinviene e si getta sulle corde, facendo finire malamente a sedere l’avversario, che si frantuma i gioielli di famiglia! Mentre Ultraman soffre gridando a squarciagola, vediamo un Mastino con gli occhi inettati di sangue andare a prenderlo per le gambe, caricarlo di potenza... E gettarlo a terra con una poderosa Auf Wiedersehen!!!

Immagine


E’ un micidiale ribaltamento dei ruoli! E mentre Thomas Bell esulta come un ossesso assieme al pubblico, ecco lo schienamento del Mastino sul mastodontico avversario. 1... 2... e 3! No!!!!! Ultraman ce l’ha fatta a salvarsi clamorosamente! Gunther Schmidt batte un pugno a terra, imprecando.

GNT: Das ist Scheiße!!!

Il gigante bavarese si rialza a fatica, poi prende per un braccio Ultraman stringendolo in una prese ferrea e inizia a tirarlo su. Ahi, è tempo di Brutality! Ultraman, stordito, sbraita come sempre la sua catchphrase.

UTM: ONE!... MOR...

Brutality a segno da parte del Mastino! Ma il tedesco non molla la presa sul braccio dell’atterrito Ultraman, ormai in balia di un Hound stanco di sentirsi ripetere la stessa frase per tutto il match. Gunther e gliene rifila una seconda! E infine una terza Brutality consecutiva!!!

Immagine


Alla fine, il Mastino si guarda intorno. Poi osserva l’avversario immobile sul ring, e lo schiena definitivamente! 1... 2... e 3!!!!! IL MASTINO CE L’HA FATTA! E’ LUI L’UOMO PIU’ FORTE DELLA TOTAL WRESTLING CORPORATION!!!

JR: The winner of this match. The Hound, GUNTHEEEEER... SCHMIIIIIDT!!!!!

Gunther Schmidt ha avuto la meglio sull’indomabile Ultraman al termine di un incontro fisico, violento e divertente. Ecco che Gunther si rimette in piedi sbuffando, con l’arbitro Kiley che gli alza il braccio al cielo tra l’ovazione dei fan.

Spoiler:
Immagine


Ma attenzione! Le luci si spengono improvvisamente, mentre una musica misteriosa si diffonde nell’arena!



Dopo qualche secondo, il sistema d’illvminazione torna a funzionare regolarmente, e vediamo fermo sullo stage un losco individuo vestito di nero.

Immagine


Ma è Jove OM, il leader degli Enlightened of Pro Wrestling!!! Pioggia di fischi da parte del pubblico del Garden verso il misterioso individuo. Gunther Schmidt e Thomas Bell si guardano un’attimo, poi scuotono il capo, quando all’improvviso dei tizi sbucano da sotto il ring e aggrediscono Bell!

ImmagineImmagine


Ma sono gli scagnozzi del Dio degli Illvminati, Zeus e Mars! I due, armati di mazze da Kendo, cercano di colpire Thomas prendendolo da due fuochi, ma questi sfugge ai colpi grazie alle sue doti di escapista. Zeus e Mars rischiano di colpirsi tra loro più volte, poi però si accascia a terra, quando un terzo incomodo, dopo aver scavalcato le transenne lo colpisce a tradimento alla nuca con una sedia d’acciaio!

Immagine


Ma è quel lurido delinquente di Esagon Jr., l’ingovernabile wrestler messicano! Mentre Mucho Rudo colpisce ripetutamente Thomas Bell al corpo con la sedia, vediamo Zeus e Mars invadere il ring. Gunther Schmidt riesce a bloccare uno dei bastoni degli avversari e a usarlo per difendersi, ma all’improvviso Esagon Jr. si unisce all’attacco al Mastino, che finisce con avere la peggio, messo in mezzo da tre avversari armati e freschissimi.

Immagine


Mentre il pubblico fischia e fioccano i buu, ecco che Esagon Jr., Zeus e Mars portano a termine il loro lavoro, lasciando il Mastino a terra tramortito e pestando pure l’arbitro Kiley già che ci sono. A questo punto il trio butta a terra le armi e fa per andarsene, quando si sente un grido di rabbia.

UTM: M-MALEDETTI… VILI ULTRAINQUINATORI!!!!!

E’ Ultraman!!! Il Difensore della Natura sta cercando di tirarsi su con l’aiuto delle corde per scagliarsi contro gli Illvminati, quando i tre invasori ne hanno anche per lui e lo riempiono di botte. Una volta che anche il povero Ultraman è inerme a terra, Zeus e Mars lasciano il ring e si dirigono verso lo stage, dove è ancora immobile come una statua Jove OM. Esagon Jr. nel frattempo è balzato giù dal quadrato e ha fatto perdere le sue tracce dopo aver scavalcato le transenne. L’attenzione però è tutta concentrata su Jove OM, che vediamo ora affiancato dai suoi discepoli e soprattutto con un microfono in mano. Il leader della Santissima Setta degli Illuminati del Pro Wrestling, con al fianco i due araldi, Zeus "occhio d'oro" e Mars "muso tosto", solennemente porta l'indice della mano destra sulla parte inferiore della maschera, invitando il TWC Universe a fare silenzio e portargli rispetto nel momento in cui si accinge a proferire parola.

Jove O.M.: Un mvro. In vn tempo lontano, lontano, in vn vniverso anni LVCE distante dal vostro, sorgeva un mvro. Alto, maestoso, sontvoso, invalicabile; il mvro fu eretto per volere della Santissima e Devotissima Setta dei Benedetti dalla LVCE, per separare il nostro mondo, un mondo di pace, prosperità, LVCE, dal vostro, dominato dall'invidia, dall'odio, dalle legioni della Cattivissima e Disonorevole Setta dei Maledetti delle Tenebre. Vn giorno, accompagnato dai svoi devoti e dalle sve legioni, il Venerabile Maestro della Setta degli ILLVMINATI, dall'alto del muro da lui costruito, mentre si compiaceva nel vedere le orde di barbari che, disperati, cercavano di oltrepassare i suoi invalicabili confini, vide in lontananza il cosiddetto Gvnther, accompagnato dall'avtoproclamatosi Vltraman e dall'impostore Thomas Bell. Colpito dalla loro indole apparentemente, e solo apparentemente, discostante da quella che accomvnava il resto della feccia barbarica, invitò loro a salire e a raggiungerlo nel magico regno della... LVCE! Ma questi fecero il gran rifivto, facendo piombare l'vniverso intero in vna terribile nvova gverra, la diciassettesima gverra intergalattica... Gvnther, se questo è il tvo nome reale, o bestia feroce, dallo sgvardo canino. Figlio di Caino, tv hai cercato di svelare il segreto che si cela dietro il Maestro Venerabile della Setta degli ILLVMINATI del Pro Wrestling, ma sappi che esso ha infiniti volti e vno solo. Questa maschera che porta svl volto, è invalicabile come il mvro che ha costrvito e che costrvirà di nvovo, e che determinerà le vostre esistenze... PER SEMPRE! Pagherete per il gran rifivto, pagherete di notte, di giorno, al tramonto, all'alba. Qvi, così come in ogni angolo di questo sputo galattico, parola di Jove O.M., parola della LVCE!

Subito dopo il temibile Jove OM si gira e se ne va, scortato dai suoi fedelissimi Zeus e Mars, mentre la theme oscura e inquietante riprende a suonare all’interno di un’arena in tumulto dopo l’aggressione subita dai suoi beniamini.



A quanto pare, gli Enlightened of Pro Wrestling hanno deciso di dare via a una guerra. Che sia la diciassettesima o addirittura intergalattica, poco conta di fronte a quella che sarà la prevedibile reazione dei nostri eroici Gunther Schmidt, Thomas Bell e Ultraman. Ne vedremo assolutamente delle belle. E con le immagini del Mastino decisamente arrabbiato che vediamo mettersi a sedere a fatica, presto raggiunto da un’altrettanto ferito Thomas Bell, mentre Ultraman pare ancora nel mondo dei sogni, noi facciamo una pausa e chiudiamo ufficialmente il Kick Off di Alpha Horizon. Restate con noi, perchè lo Special Event sta per cominciare!





Up Next: Alpha Horizon


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2016
MessaggioInviato: 11/03/2016, 20:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting


And now, live from the Madison Square Garden, New York City, NY
TWC proudly presents:


Immagine


Immagine


Immagine


Benvenuto, maniaci della Total Wrestling Corporation, al primo Special Event del 2016. Live dallo splendido Madison Square Garden di New York City, Alpha Horizon è qui! Il pubblico è bello caldo, non mancano i classici cori e i soliti striscioni in favore dei beniamini dei fans,



Hear the music coming, loud as you can stand,
You will never be the same again,
Let the beat into you, let it turn you 'round,
Let it be your best friend,
You are the future, it's your time,
You and you and you,
Stay together this is yours and mine,
What we're gonna do.


Rock out, rock out, rock out,
Let it crush your fear,
Rock out, rock out, rock out,
And you can get it here!


Sto parlando proprio di Simon B vs Vincent Cross! "Rock Out" dei Motorhead, la musica d'ingresso di Vincent Cross risuona nell'arena e l'Hell Biker compie la sua apparizione sullo stage, suscitando una reazione mista tra il pubblico. Cross si avvicina al ring, sembra abbastanza serio e concentrato, è un match molto importante per la sua carriera e la voglia di far fuori Simon B è davvero tanta. Una volta sul quadrato, Cross scalda i polsi con leggeri movimenti delle mani in attesa del suo avversario.




Welcome to the end of everything that haunts me
Somehow I pretend all was meant to be
I am not the saint here, never the good son
Hell has taken over and I know

When I say go...run away, run away
When I say go...run away, run away
When I say go...run away, run away
When I say go...run away, run away, run away



Fischi!! Bordata di fischi per "Runaway", la theme song di Simon B!!! Il Who You Want To B si presenta sullo stage ed allarga le braccia, quasi per godere della reazione del pubblico! Oggi è solo, senza Finn Wheelan o qualcun altro guardaspalle. Simon si avvia verso il ring cercando il cinque tra le prime file, cinque che non arriva da quasi nessuno, anzi... B riceve più di un dito medio in cambio! Simon sale sul quadrato, determinato e motivato a far fuori Vincent Cross il prima possibile.

No Disqualification Match
Simon B vs Vincent Cross



La campanella suona... e Simon B si getta letteralmente sopra a Vincent Cross!! Niente fasi di studio, niente clinch al centro del quadrato, subito una bella rissa da strada d'altri tempi! Simon, con una scarica di pugni, prova subito a zittire Vincent Cross che però fa valere la sua stazza fisica e la sua potenza, prendendo per il collo Simon B e lanciandolo dall'altra parte del quadrato! Simon si ricompatta, un po' spaesato per il volo che ha fatto, e si rilancia su Cross! Altra serie di pugni, viene messo all'angolo il fratello di Richard Rossen e poi viene riempito ancora di colpi a mano chiusa dritti in faccia, da codice penale! Simon gli sferra poi una ginocchiata al ventre, e adesso prende la rincorsa per una Corner Clothesline.. ma Cross lo anticipa e lo abbatte con un Big Boot!

Immagine


Simon rotola a terra e cerca di rialzarsi più velocemente possibile anche se storidto, Cross sembra voler prendere in mano le redini del match e si avvicina a Simon con brutte intenzioni. Lo colpisce due, tre, quattro volte con delle gomitate sulla schiena che fanno male solo a vederle, poi lo prende per la testa e lo rialza, portandolo all'angolo. Serie di potentissimi blocchi in stile football, Corner Shoulder Block in rapida sequenza, che spezzano il fiato a Simon B. Cross poi abbranca di Simon, ghigna in modo malefico.. e lo scaraventa via con una Fallaway Slam!

Immagine


Vincent, con un grandissimo sforzo per uno della sua stazza, riesce a mantenere il ponte e dunque il pinfall... 1... 2.... Solo conto di dueee! Primo schienamento della contesa che non va a buon fine, previdibilmente. Simon prova a scappare fuori dal ring, ma Cross lo afferra per una gamba e lo riporta tra le sue grinfie, colpendolo con un paio di schiaffi al volto, come per spronarlo o forse per umiliarlo! Vincent gli sferra poi una ginocchiata al ventre e lo lancia dall'altra parte del ring con un Belly To Belly Suplex, proiezione ventre a ventre!

Immagine


Cross sta dominando questa prima parte di match, Simon non riesce a reagire inizialmente e Vicnent ne approfitta il più possibile per "annebbiare il cervello" del rivale, cercando di limitare il più possibile le furbate di Simon. B si rantola a terra dolorante, ha già la schiena a pezzi.. e questi continui Stomp di Cross non aiutano a migliorare la situazione! Vincent rialza Simon, gli tira un pugno dritto sul grugno e poi lo lancia verso le corde con un'Irish Whip... B coglie la palla al balzo e prova a mettere a segno un Running Single Leg Dropkick sul rivale che va a segno!

Immagine


Cross cade a terra, finalmente Simon ha messo a segno una manovra che gli permette di respirare! B prova a rialzarsi aiutandosi con le corde, Cross però è già in piedi anche se si tocca il mento appena colpito. I due collidono al centro del ring, altro accenno ad una rissa da bar! Cross prende il sopravvento con pugni chiusi allo stomaco di Simon, e poi con una Clothesline lo fa finire fuori dal quadrato!!!

Immagine


Simon viene scaraventato fuori dal ring come si fa con i sacchi della spazzatura! Applausi da parte del pubblico per Cross, mentre Simon ovviamente è sempre, costantemente riempito di fischi. Simon striscia sui tappetini protettivi come fosse un verme, tutto sudato e già stanco, mentre Cross lo raggiunge e lo prende per il braccio.. lanciandolo addosso ai gradoni d'acciaio!!

Immagine


Bam!!! Simon impatta violentemente contro i Steel Steps e addirittura si ritrova catapultato dall'altra parte delle scalette. Dolorante, dolorante, dolorante.. chi gliel'ha fatto fare? Cross guarda il logo di Alpha Horizon sullo stage e poi fa un gesto come se volesse dire "Questo è il tuo funerale!" e ha pienamente ragione! Chi si loda, si sa, si sbroda... Cross si avvicina a Simon B, lo prende per il collo e quasi lo strangola per dimostrare la sua superiorità... Poi lo alza, ma Simon è lestissimo a tirargli un calcio sugli stinchi e farlo piegare! Simon poi approfitta di questo break per prendere i gradoni in mano... e parte come un treno su Vincent Cross!!!

Immagine


Coordinate B1... Colpito e affondato!!! Prima mossa messa a segno con l'ausilio di un oggetto contundente da parte di Simon B! Simon lascia cadere i gradoni a terra, e poi su di essi si fa cadere a peso morto: è stanco, ma felice per quanto appena fatto. Cross è sdraiato a terra, ha preso davvero una brutta tega. Simon respra un attimo, e poi va a cercare qualcosa sotto il ring.. che cosa prenderà? Una sedia? Un tavolo? Un Liontamer?... No! It's a LADDER! Simon B prende una scala, scelta discutibile la sua.. si rivelerà efficace? Vediamo. Simon porta la scala sul ring, poi prende per i capelli Cross e lancia anche lui sul quadrato. Un paio di calci per tenerlo buono, e poi Simon B si dedica alla scala.. dove la mette? La va ad incastrare tra le corde più alte! Ottima mossa di Simon che ora può lanciare Cross contro questa trappola d'acciaio... Simon rialza Cross.. che però gli sputa in faccia! Sputo di Cross che acceca il proprio avversario! Ed il biker ora si carica il rivale sulle spalle....RUNNING POWERSLAM!

Immagine


E Simon può dire addio alla schiena! Impatto rovinoso, semplicemente de-va-stan-te! L'urlo di dolore di Simon l'hanno sentito anche a Prato, a casa di alcuni bassisti carismatici! La schiena di Simon è tutta rossa, anche leggermente graffiata... Cross gli sale sopra, uncina la gamba... 1... 2... No! Solo conto di due per lui! Peccato, poteva essere una buona occasione! Cross scuote la testa, si rimette in piedi e poi prende la scala, esce dal ring e la mette tra apron e balaustra.. apparecchia praticamente! Successivamente da sotto il ring prova a prendere qualcosa... una sedia! Cross risale sul ring e mette la sedia dove prima era messa la scala. Simon se ne avvede, si sta rialzando piano piano... E poi improvvisamente scatta!!! Simon corre verso l'avversario, Dropkick!!! E Vincent finisce addosso alla sedia che aveva appena posizionato!

Immagine


Grande manovra di Simon che sfrutta la lentezza di Cross per rimettere le cose in parità. Cross rotola sotto la prima corda per andare a riprendersi fuori dal quadrato dopo questa brutta botta.. Simon si sistema i pantaloncini e poi raggiunge il rivale all'esterno del quadrato, colpendolo con un Enzeguiri Kick in corsa!! Una furia Simon, che ora prende Cross e lo fa sdraiare sopra la scala! L'All You Want To B risale sul ring, per poi scalare il Turnbuckle... ora o mai più. Vola ragazzo dagli addominali d'oro, vola ex serial killer... FROG SPLASH!!!

Immagine


Wrestling Champagne!!! Spettacolo qui ad Alpha Horizon! La scala va in frantumi! Il pubblico non può fare a meno di applaudire, nonostante l'odio che il pubblico prova per Simon B non si poteva non applaudire ad una prodezza del genere! Vincent Cross si rotola a terra per il dolore, mentre Simon pur toccandosi il ventre sembra abbastanza soddisfatto di quanto appena fatto. Simon si sdraia fuori dal quadrato, e poi con le mani fruga sotto il ring per cercare qualcosa.. cosa tirerà fuori ora? Una fottutissima kendo stick!! Simon prende in mano l'arma e si avvicina in modo minaccioso a Vincent Cross... iniziandolo a riempire di mazzate! Bam, bam, bam una dopo l'altra senza sosta, sempre, incontenibilmente, meravigliosamente Simon B..am!

Immagine


Cross gattona cercando di scappare, ma allo stesso tempo tenta di tirare dei calci a Simon per farlo smettere! B quasi si prende gioco del rivale, lascia cadere la Kendo Stick e poi tira a Cross un violento calcio al petto! Simon si pavoneggia col pubblico e perde del tempo prezioso, tempo che Vincent Cross utilizza per strisciare verso il bastone da kendo e riappropriarsene... prendendo poi alle spalle Simon B!!! E giù anche per lui una scarica di mazzate violentissime su tutto il corpo, alle quali Cross alterna anche dei calcioni!

Immagine


Simon crolla a terra devastato, ma Cross gli si avvicina con aria di guerra, con il sangue iniettato negli occhi... e cosa fa ora? Con il ginocchio spezza in due la mazza da kendo!

Immagine


E questo non è un buon segno! Simon B prova a rimettersi in posizione eretta e scappare via, prova a salire sul ring, ma prorpio mentre mette l'altro piede dentro inciampa su una corda e finisce a faccia avanti! Cross ha quindi tutto il tempo per raggiungerlo.. e questa volta Simon B non ha scampo! Vincent lo prende per il collo, lo alza al cielo... CRASH!!!

Immagine


Chokeslam ad altezza siderale!!! Cross ci ha messo tutta la potenza che aveva in corpo! A Vincent non rimane altro che mettersi sopra a Simon B, e andare per lo schienamento che gli varrà la vittoria. 1... 2... e 3... NOOOOO!!!! KICK OUT!!! Simon B si scuote appena in tempo ed esce da questa mossa, riuscendo a soverchiare ogni pronostico! Incredibile quanto appena successo! Cross credeva di avere la vittoria già in pugno, ma qualcosa è andato storto! Cross è imbufalito, prende Simon e lo rialza solo per colpirlo con più pugni possibili in faccia!! Poi gli afferra il braccio destro e con tutta la potenza possibile lo scaglia verso le corde con un'Irish Whip... magia di Simon B!!! INSANE!!!

Immagine


Handspring Back Elbow messo a segno dal ragazzo che spezza i cuori delle bionde! Simon è sdraiato a terra al fianco del rivale, tira fuori la lingua, fatica a respirare.. ma è ancora vivo nonostante tutto. B striscia verso le corde... anzi, rotola sotto la corda più bassa e si ritrova fuori dal quadrato. Cosa prenderà ora? GET THE TABLES! Con la leggiadrìa di Bubba Ray Simon prende il tavolo da sotto il ring, e lo getta all'interno del quadrato. A fatica poi torna su, dove trova però un Vincent Cross che lo tira giù con una Clothesline! Dunque è Vincent a prendere il tavolo adesso, ad aprirlo con facilità al centro del ring. Cross prende Simon, gli tira una gomitata in faccia e lo fa adagiare sul tavolo. Lo ripagherà con la stessa moneta!!! Vincent si gira verso il Turnbuckle... adesso sarà lui a volare!!! Cross sale lentamente, a fatica, è molto rischiosa questa scelta... Ci siamo... NOOO!!! Simon B si alza e con uno scatto degno di Usain Bolt riesce a raggiungere Vincent Cross in cima al paletto!!! Timido scambio di pugni tra i due... E Simon B lo tira giù!!! Il tavolo va in frantumi!!!

Immagine


IN-CRE-DI-BI-LE!!! Match fenomenale!!! Simon B vanifica il tentativo di rendere pan per focaccia! Vincent Cross è stato appena scaraventato su un tavolo che si è completamente disintegrato, cortesia di Simon B!!! Il Who You Want To B ora non può fare altro che strisciare verso il corpo inerme del rivale appena mandato K.O. e andare per lo schienamento.... 1.... 2... e 3KICK OUUUT!!!! WHAAAAATTT?????!?!?!?!?! La folla esplode in un boato!!!! Vincent Cross kicks out! Simon B è incredulo, addirittura scappa fuori dal ring e si siede a terra distrutto... sta praticamente piangendo!

Immagine


Era convinto, fottutamente convinto di avercela fatta ed è arrivata la doccia fredda!!! Simon sbatte i pugni a terra, è furioso, non sa più con chi riprendersela!!! Urla, sbraita, impreca in qualsiasi lingua... va addirittura a dirne quattro all'arbitro, secondo lui reo di aver contato troppo lentamente! Simon B è incredulo, incredulo! Vincent Cross nel frattempo prova a rialzarsi con l'aiuto delle corde, ma arriva Simon B a rompergli le uova nel paniere! Simon lo colpisce con dei calci al volto che lo fanno rotolare fuori dal ring. B raggiunge Vincent Cross e continua a rifilargli delle ginocchiate con una violenza inaudita! Cross viene rialzato... ma riesce in qualche modo a sgambettare Simon mandandolo a sbattere contro il palo di sostegno del ring! Simon barcolla indietro e finisce in una posizione pericolosa... SPEAR!!!! SPEAR DI VINCENT CROSS!!!!

Immagine
[/quote]


HOLY SHIT! HOLY SHIT! Il pubblico è in delirio! Purtroppo questo non è un Falls Count Anywhere, quindi Cross non può portarsi a casa la vittoria dopo questa mossa, devastante per entrambi, che ora cercano di rialzarsi...Cross è il primo a rimettersi in piedi, e non appena anche il suo avversario è in piedi Cross lo afferra per la gola, vuole tentare nuovamente la Crash, no! Dita negli occhi da parte di Simon B che acceca l'avversario, quindi lo colpisce con una gomitata, con un'altra, e un'altra ancora! Cross arretra, e il former FWP Champ ne approfitta per colpirlo con un calcio all'interno coscia! Il fearless finisce in ginocchio, mentre Simon inizia ad allontanarsi tra il pubblico per rifiatare... Inizia ad essere inseguito da Cross, nonostante la fatica ed il dolore, Simon se ne accorge, deve pensare ad un piano... Attenzione, ecco che prende un vassoio dalle mani di un fan! Ma che caspita ci faceva un fan con un vassoio lì!? Non lo scopriremo mai, mentre Simon prende e colpisce in pieno viso il biker col suddetto vassoio!

Immagine


Che botta, Cross finisce prima in ginocchio e poi cade a terra, tenendosi però con le mani per impedire al volto di colpire il pavimento dell'arena... Quindi B continua a colpirlo con degli stomp, nonostante la spossatezza... Inizia a trascinarlo in giro per la platea, colpendolo con braccia, calci, pugni, gomitate, di tutto, e Cross subisce, cercando di allontanarsi... Fino a che il Biker, in piedi, non riesce a colpirlo con una poderosa testata! B barcolla e arretra, Cross tenta di colpirlo con un Eat It... Ma becca il corrimano in ferro, il Who you want to B si è spostato! Che botta! Simon inizia a salire per le scale, Cross dolorante lo segue ancora... Fino a che il suo odiato rivale si gira e cerca di colpirlo con una pedata per farlo ruzzolare giù, no! Cross riesce ad evitare il colpo e quindi abbranca l'avversario, andando con un Belly To Belly Suplex sugli spalti!! La folla esulta!

Immagine


La schiena di Simon B non dimenticherà tanto facilmente questo brutto quarto d'ora! L'ex FWP Champion ora si contorce per terra, cercando però di portarsi nuovamente in posizione eretta con tutte le proprie forze, soprattutto quella dell'orgoglio, non vuole assolutamente perdere questo incontro! Vincent Cross intanto fa un bel respiro profondo, lui è già in piedi, deve pensare al da farsi, ed ora osserva l'avversario... Quindi alza il braccio sinistro e chiama la fine della contesa, vuole sferrare un colpo da K.O. definitivo! Quindi prende B e lo mette in posizione per la Deadly Bomb, se la connette sugli spalti ha praticamente la vittoria assicurata! Cross tenta di solleva- attenzione, Cross viene colpito alle spalle! E' stato Finn Wheelan, giunto a salvare il proprio mentore!

Immagine


L'irlandese è una furia, e colpisce il nemico del suo mentore con altri pugni, per poi saltargli sulla schiena e stringerlo in una Sleeper Hold! Cross si dimena, inizia a muoversi per liberarsi dalla salda presa del pupillo del proprio avversario, riuscendoci dopo averlo fatto sbattere contro uno dei muri! Finn però è di ferro, non è ancora sconfitto nonostante il colpo alla schiena, e rimessosi in piedi inizia a colpire il biker con altri pugni, quindi gli uncina le braccia, vuole tentare la Whisper In The Grudge come tributo a Simon!! Ma non riesce a connetterla, infatti Cross riesce a liberarsi e a prenderlo per il braccio sinistro, colpendolo con una devastante Street Speed!

Immagine


E Wheelan ci saluta! Cross lascia il secondo di Simon B per terra, steso del tutto... E a proposito di B, il biker si precipita alle sue calcagna, infatti Simon è sceso e sta cercando di ritornare alla zona del Ring! L'ex Bosiko sta raggiungendo il guardail, ma Cross spinto dalla rabbia è molto più veloce! Il careless tenta di colpire l'avversario con un altro Big Boot, no! Il Who you want to b riesce ad abbassarsi e Vincent impatta con l'inguine contro le balaustre, che botta! Ma non è finita, infatti ora il former FWP Champ solleva Cross per la gamba e lo fa sbattere con gli zebedei sul guardail!! OUCH!!

Immagine


Il coro delle voci bianche attende il biker dopo questa mossa! Cross cade rovinosamente per terra, è tornato nella zona attorno al Ring ma non come sperava lui! Simon se la ride, scavalca le balaustre ed inizia a sollevare l'avversario, riportandolo dentro il quadrato, quindi cerca qualcosa sotto l'apron Ring... Un estintore! B ha preso un estintore da sotto il quadrato! Il pubblico fischia, ma ormai l'ex criminal sembra essere in pieno controllo della contesa, sale sul quadrato ed attende che l'avversario sia in piedi... Per poi colpirlo in pieno stomaco con l'estintore!

Immagine


Che colpo, Cross finisce addirittura fuori dal Ring per via del suo effetto! Simon B quindi riposa, spossato, all'angolo, mentre il biker sta cercando di rimettersi in piedi, sputa sangue dalla bocca... Il fearless riesce a rientrare nel Ring, ma B si è rimesso prontamente in piedi ed usa l'estintore ancora tra le sue mani, "spegnendo" l'azione di Cross con la schiuma!

Immagine


B usa tutta la schiuma contenuta nell'estintore, che smette di funzionare! Simon sbuffa e poi lo getta via, quindi prende il volto di Cross tra le mani e lo schiaffeggia, inizia a schiaffeggiarlo ripetutamente con disprezzo! Sorride maleficamente, cerca di uncinargli le braccia per connettere con la sua Whisper In The Grudge, LOW BLOW!! LOW BLOW DI VINCENT CROSS AI DANNI DEL FORMER FWP HEAVYWEIGHT CHAMPION! B va giù tenendosi i gioielli di famiglia, in quanto a colpi proibiti i due non si stanno risparmiando! Il biker inizia a rimettersi in piedi, utilizza le corde per fare ciò, così anche un dolorante Simon B sta facendo... Entrambi riescono a portarsi in posizione eretta, ma Cross riesce a correre alle corde e a travolgere l'avversario con la sua Street Speed!!!

Immagine



E' finita, è finita! Boato della folla! Cross va a schienare l'avversario con le ultime forze disponibili! 1.... 2..
[spoiler]L'ARBITRO VIENE STRATTONATO E BUTTATO FUORI RING!

ImmagineImmagine


E' STATO RICHARD ROSSEN! RICHARD ROSSEN HA INTERROTTO LO SCHIENAMENTO PRENDENDO L'ARBITRO! E SUL RING E' SALITO IL SUO BODYGUARD, BENJAMIN! Fischi feroci del pubblico mentre, sotto lo sguardo compiaciuto del fratello, Cross - Reginald viene preso dal colossale Benjamin e schiantato al suolo con un Bodyslam! Il gigante quindi scende da sotto al Ring per prendere... un tavolo! Il Bodyguard di Rossen ha preso un tavolo, e lo porta dentro al ring! Richard Samuel se la ride, il tavolo viene posizionato all'angolo da Benjamin, che ora afferra Cross e lo lancia contro di esso con un Irish Wi- Cross riesce a rovesciare l'Irish Wip, ed è il gigante a finire contro il tavolo che va in frantumi!!!!

Immagine


La faccia di Richard Rossen è tutta un programma! Non crede ai suoi occhi, mentre il biker inizia a rialzarsi, livido in volto per quanto il fratello sta cercando di fare... Richard si porta le mani nei capelli, cerca qualcosa sotto il Ring e trova un tubo di ferro! Sale sul quadrato e brandendolo colpisce il fratello a malapena in piedi allo stomaco! Cross rovina a terra, Richard inizia ad insultarlo colpendolo con degli stomp, quindi va ad accertarsi delle condizioni della propria guardia del corpo, che è costretta a scivolare fuori dal ring... L'imprenditore è nervoso, tutto sembra essere contro di lui in questo momento, ma ha ancora un'arma per vincere, quel tubo! Punta quindi il fratello che si sta rimettendo ancora in piedi stoicamente grazie alla sola forza della rabbia! Richard quindi prende e cerca di colpire il fratello al volto con il tubo di ferro... MA CROSS SCANSA IL COLPO E ROSSEN COLPISCE SIMON B CHE SI ERA RIALZATO! L'alleato di Richard crolla al tappeto!! Rossen è incredulo, si è fregato con le sue stesse mani, mentre il fratello lo gira e lo colpisce con un rabbioso Eat It!!

Immagine


E anche il fratello di Vincent Cross, o Reginald Smithsonian Rossen, come preferite, va giù per la felicità del pubblico! Ed ora il Biker va a schienare B, l'arbitro Simon DeJano è ritornato nel Ring e conta lo schienamento vincente! 1!! 2! 3!!! NOOOOOOOOOOOOO!!!!! SIMON B ALZA LA SPALLA! SIMON B CON LA FORZA DELL'ORGOGLIO RIESCE AD ALZARE LA SPALLA E AD USCIRE DALLO SCHIENAMENTO!! Cross non ci crede, ha gli occhi sbarrati... Si rimette in piedi, barcolla, però è capace di sorridere, sembra un sorriso tranquillo, privo di alcuna implicazione... Prende Simon B, si guarda attorno, quindi lo mette in posizione per la sua Deadly Bomb!! Lo solleva!! DEADLY BOMB, A SEGNO!!

Immagine


NUOVO SCHIENAMENTO! 1... 2.... 3!!! CROSS VINCE, CROSS VINCE QUESTO INCREDIBILE MATCH, E GUADAGNA IL DIRITTO DI SFIDARE SUO FRATELLO AD UN MATCH!! L'arena è tutta una bolgia per Cross, è stata coinvolta emotivamente durante tutti le fasi di questa sanguinolenta, spettacolare ed estrema contesa! Arriva il corpo medici della TWC a soccorrere i due partecipanti al Match, neanche il vincitore riesce a rimettersi in piedi... Intanto vediamo Richard Rossen, semi cosciente, che viene trasportato via dal proprio bodyguard Benjamin, il quale sembra decisamente preoccupato per le conseguenze che potrebbe avere tutto ciò... Quale sarà il destino di Simon B adesso!? E cosa altro accadrà nella faida tra i due fratelli Rossen!? Lo scoprirete solo guardando la TWC!

Up Next: Interviste


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2016
MessaggioInviato: 11/03/2016, 20:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Immagine

Dopo una breve pausa pubblicitaria, eccoci di nuovo LIVE dal Madison Square Garden di New York, dove si sta svolgendo il nuovo special event della TWC, Alpha Horizon. Le immagini ci conducono dietro le quinte, dove, armata di microfono, pronta per una nuova intervista, troviamo la giovane e raggiante intervistatrice della TWC, Ally Sullivan, che ci accoglie con un sorriso splendente.

AS: Signore e signori, ecco a voi i miei ospiti, "The Captain" Fred e "The Unstoppable Machine", i Dawn of the Empire!

ImmagineImmagine

Ed ecco che, alla destra di Ally Sullivan, fanno la loro comparsa i due membri del Dawn of the Empire, Fred e Sean Morgan, che mostrano entrambi sul volto un'espressione seriosa, a tratti fredda, impassibile. Ally Sullivan, intanto, arrossisce, evita il contatto visivo con "The Captain", tenendo pressoché sempre lo sguardo basso.

AS: Fred... il match di stanotte contro la BDK e i No More Heroes non è solamente una questione titolata, ma c'è in gioco anche qualcos'altro...

FF: Prima di tutto, per noi il riconoscimento è tutto: non siamo mercenari, o meglio, siamo mercenari di noi stessi, in quanto combattiamo, sacrifichiamo le nostre vite per qualcosa di materiale che ci gratifichi, qualcosa che possa attestare a noi e al mondo intero la nostra superiorità, possiamo anche dire la nostra purezza, insomma un premio, un riconoscimento tangibile; poi, sì, è vero, per me l'incontro di stasera va al di là delle cinture che saranno in palio, è anche una questione di vendetta... rispetto... ordine.

Il tedesco digrigna i denti, serra i pugni.

FF: Shawn Gates... lui mi ha sconfitto, lealmente. E questo... questo non posso permetterlo. No, non posso. Avrei potuto dire che si è trattato di un colpo di fortuna, che, in realtà, perdere in un incontro di quel tipo non significa nulla, cose vere, non c'è dubbio, però ho preferito accettare la sconfitta, assaggiare il sapore dell'insuccesso e giurare a me stesso che non avrei mai più provato quel disgustoso... vomitevole... insopportabile, tremendo sapore. L'ho giurato e non intendo venire meno a questa promessa.

Ally osserva intensamente il volto del tedesco, che però non ricambia con lo sguardo; si morde le labbra, mentre il tedesco sospira, abbassando ora la testa.

FF: E poi c'è lui, Sigfried Jaeger. Non mi è mi piaciuto, ma ai tempi della FOX's Army nutrivo nei suoi confronti un sincero rispetto, forse anche un po' d'ammirazione, del resto siamo entrambi tipi ambiziosi, sicuri delle nostre capacità... ma come posso rispettarlo dopo quello che ha fatto... come posso rispettare un traditore? Traditore è colui che viene meno a un impegno di lealtà, un infame... lui è un traditore, e non può negarlo, non a se stesso né a me. E allora come fa a vivere, come fa a trascinarsi ancora in piedi un essere così deplorevole? Altro che eroe, fossi in lui tacerei, me ne starei nascosto, sotto terra, però io non sono lui, perché non sono mai venuto meno a nessuna responsabilità, non ho mai tradito la parola data, e questo, solamente questo, in confronto a lui mi rende un vincente. E stanotte dimostrerò di essere il migliore anche sul ring: questa volta non ci saranno inganni, non da parte mia; di fronte a sé troverà semplicemente Fred, un uomo rancoroso, forte e stanco, desideroso di finire ciò che abbiamo cominciato, una volta per tutte...

Lo sguardo del tedesco è rivolto verso il basso, le labbra serrate; Ally lo osserva, la bocca è leggermente aperta, le palpebre si aprono e si chiudono incessantemente, rapidamente... Sean Morgan sospira, serioso, osserva la scena... e strappa il microfono dalle mani dell'intervistatrice!

SM: Tonight is the night, Ally! Stasera avrà inizio una nuova era in TWC, un nuovo impero sorgerà è tutto ciò che potrete fare voi sarà sottomettervi ai Dawn of the Empire! Non provate ad unirvi, siamo viscidi, siamo gelosi di ciò che appartiene, guardate ciò che è successo a quei due ceffi durante Indoor War, il nostro impero sarà formato da solo due persone e quelle persone sono Fred Franke e Sean Morgan.

Morgan da una pacca sulla spalla del compagno.

SM: TWC Universe, sarà una notte storica! Il più grande feud della categoria tag di questa federazione giungerà al termine, il match più importante di questa categoria qui in TWC avrà luogo e culminerà con la nostra vittoria. Questo è ciò per cui siamo nati, vincere! La gloria e l'onore ci hanno sempre accompagnato durante la nostra crescita e oggi mostreremo a tutti quanto possiamo essere forti, cattivi e spietati. Non ci saranno superstiti, non ci saranno contestazioni, ci sarà un unico e inevitabile verdetto: i Dawn of the Empire vinceranno quelle dannate cinture!

Ora The Orphan si volta verso il partner che continua ad avere la testa bassa.

SM: Giusto Fred?

FF: Già.

"The Captain" alza lo sguardo verso l'alto, serra i denti, poi, sotto lo sguardo entusiasta di Sean Morgan e quello di Ally Sullivan, riprende la parola.

FF: A Indoor War, Gus Anderson e Gary Smith hanno provato ad arruolarsi, e a prendersi il merito delle nostre vittorie e il peso dei nostri insuccessi. Ma né loro né chiunque abbia solamente pensato di poter entrare a far parte di questo circolo esclusivo di superuomini, non hanno capito che solamente il sottoscritto e mio fratello Sean possiamo appartenere ai Dawn of the Empire, perché siamo gli unici che condividono le medesime speranze, gli stessi dubbi, le stesse incertezze, siamo gli unici che vivono col costante peso dei demoni del nostro passato. Poi c'è Sigfried, che pensa di poterci comprare, promettendoci gloria, eterna gloria. Noi non la vogliamo. Disprezziamo la gloria, quella banale e più vuota. Noi vogliamo soffrire, sputare sangue e, alla fine, vincere, e tutto questo contando solamente l'uno sull'altro. La nostra missione è qualcosa di sacro, divino, indefinito, e non ci fermeremo finché non avremo adempito a questo santo destino, non ci fermeranno né stanotte né mai.

Fred è immobile, con lo sguardo fisso rivolto verso il vuoto. Morgan invece si posiziona davanti alla telecamere con sguardo serissimo.

SM: After tonight.. There willl be no more Heroes and no more No More Heroes. And That.. Will Be Just The Beginning!

Detto questo "The Unstoppable Machine" si volta ed esce di scena; Fred rimane in silenzio, a testa bassa, poi segue il compagno di team sotto lo sguardo di Ally Sullivan.

/------------------/


Immagine


Lo Special Event che inaugura la corsa allo show più importante della Total Wrestling Corporation, War of Change, continua. Diamo ora la linea nel backstage alla nostra Ally Sullivan, in compagnia di un gruppo di persone che potremmo definire, eroiche.

Immagine


AS: Ladies and gentlemen, please welcome the Bruderschaft Der Krahe Incorporated.

La ragazza viene letteralmente circondata dai membri della Company of Heroes.

ImmagineImmagineImmagineImmagine


Notiamo un certo nervosismo trasparire in Ally, che poi prova a parlare con Sigfried.

AS: Ehm, Sigfried...

Ma il Corvo scuote il capo e indica il gigantesco Gunther Schmidt, che vediamo incerottato dopo aver disputato e vinto l’incontro con Ultraman prima di essere aggredito assieme a Thomas Bell e al Difensore della Natura dai vendicativi Enlightened of Pro Wrestling. L’intervistatrice si rivolge al Mastino.

AS: Dunque Gunther. Durante il Kick Off hai sconfitto Ultraman. Quali sono i tuoi pensieri a caldo riguardo al tuo match.

Il Brutal Crow, scuro in volto, replica seccamente.

GNT: Mastino no pensieri di caldo. Io pensieri di fiamma.

Gunther inizia a parlare.

GNT: Io fatto dovere di me e dato botte a UltraDumm. Das ist Gut. Ma Hound no contento, perchè Lvminosi viene e picchia di me con sedie und bastoni di Kendo. Das ist Nicht Gut. Das ist Scheiße!

The Hound incrocia le braccia sbuffando.

AS: A tal proposito, l’autoproclamato Dio della Lvce, Jove OM, ha fatto capire che oltre a rifiutare il suo credo, tu abbia commesso l’errore di vederlo in volto. Cosa ne pensi?

Il mastino scuote il capo rabbiosamente.

GNT: Juve di M è Dummkopfe! Io visto faccia di lui in locale di panini di Mac. Lui grande di bruttezza, come monstrum Grendel. Io capisce motivazione di mascherazione di lui.

AS: Questa cosa incuriosisce molto il TWC Universe. Per caso sai dirci chi sia questo fantomatico leader degli Illvminati? Dopotutto sei l'unico che sa qualcosa di lui al momento...

Il Brutal Crow fa spallucce.

GNT: Io credi di visto lui in anno di passato. Ma no ricorda nome di Juve di M. Mastino, tutta in via, ricorda parole di dire intervistatrice. E a nuovi nemici di Gunther.

Il gigante Tedesco punta il dito verso la telecamera.

GNT: Lvminosi! Voi risvegliato rabbia di infinito in Mastino. Io no paura di Lvce. Mastino spegne Lvce quando lascia fuori di abitazione di lui. E in futuro di prossimità, io spegne voi!

Poi Gunther sbraita un’ultima minaccia.

GNT: Juve di M! Zero! Marzo! E anche di tu, Moccio Rutto! Vendetta di Mastino essere feroce vendetta di brutalità di Bayern. Io no paura di guerra di Galassia Diciassette! Voi trema. Io fame!

Dopo di che Gunther si fa da parte, mentre l’allibita Ally prova a recuperare con l’imperscrutabile Brunild Wagner.

AS: G-grazie, Gunther. Passiamo ora alla WFSS Woman World Champion, Brunild “The Armbreaker” Wagner. Allora Brunild, tra non molto incrocerai le armi con un’avversaria di tutto rispetto, Lucy Fisher. Sappiamo bene quanto alta sia la stima fra voi due. Non credi che questo possa condizionare l’andamento del vostro match?

La Valkyria scuote il capo.

BND: Nient’affatto. Due settimane fa l’ho detto proprio in faccia a Lucy: quando suonerà la campanella e il nostro incontro inizierà, ogni rapporto extra-sportivo tra noi due sarà sospeso fino a che l’arbitro non porrà fine alla contesa. Per cui, Ally, nessun condizionamento, esitazione, o qualsivoglia pensiero, potrà distogliermi dal mio obiettivo supremo di questo match. Disputare un grande incontro, battere Lucy Fisher, e uscire dal Garden ancora come l’indiscussa WFSS Woman World Champion.

AS: Ok. Ma qualunque sia il risultato, credi che ci saranno ripercussioni tra voi dopo stasera?

Lo Smiling Crow accenna un sorriso.

BND: Le uniche ripercussioni dopo stasera riguarderanno il portafogli della vincitrice, quando offrirà da bere alla sconfitta. Nient’altro.

Ally Sullivan sorride, poi rivolge a Brunild un’ultima domanda.

AS: Questa sera si disputeranno altri due incontri femminili importanti. Elektra Kellis metterà in palio il suo FWP Women’s Championship contro Alice Angel, mentre verrà assegnato il TWC Women’s Championship al termine dell’incontro tra Ayumi Haibara e Samantha Hart. Any thoughts?

La Valkyria riflette un attimo, poi risponde.

BND: Elektra ormai la conosco a menadito. E’ una tosta, terribilmente tosta. Il mese scorso, invece, ho incrociato per la prima volta sul ring Alice Angel. Beh, la ragazza è talentuosa, ma difetta ancora in esperienza e soprattutto concentrazione. Libera di ricredermi stasera, visto che il compito che l’aspetta sarà a dir poco improbo. Fidati.

Poi continua.

BND: Quanto ad Ayumi Haibara vs. Samantha Hart, francamente mi stupisco del comportamento stralunato di Junior. Prima scaccia via i Guardians e Samantha, poi li fa tornare e regala uno spot ambitissimo per il nuovo titolo femminile della TWC proprio alla Hart. Di contro Ayumi è una lottatrice famosa sì, in Giappone, ma che qui deve ancora dimostrare il suo valore. Penso proprio che sarà un match ruvido e violento tra due persone che non si rispettano. Ma dopo Alpha Horizon credo dovrò fare quattro chiacchiere col nostro geriatrico General Manager, ho qualche domanda da fargli.

Ally si guarda intorno spaesata, poi conclude con un’ultima domanda.

AS: Tre incontri femminili. Tre titoli in palio. Quale sarà il match della serata secondo te?

La Valkyria alza un sopracciglio.

BND: Beh, ovviamente Brunild Wagner vs. Lucy Fisher II. Non è neanche da discutere. Now, you know!

Brunild dà una carezza al suo WFSS Woman World Championship, poi si fa da parte, mentre il tenebroso Christophorus Schmidt si piazza vicino ad Ally, intimidendola con uno sguardo di disprezzo.

AS: Ehm... C-Christophorus. Vorrei chiederti. Dunque... Due settimane fa, hai mostrato una nuova indole mai vista prima, replicando con asprezza a tutte le accuse che in questi mesi ti hanno rivolto i tuoi colleghi, soprattutto i No More Heroes e i Dawn of the Empire. Credi che questa tua nuova attitudine sarà utile a conservare i TWC World Tag Team Titles?

Schmidt abbozza un sorriso di superiorità.

CS: Certo che sarà utile, la mia nuova indole mi ha aperto nuovi orizzonti che prima erano sconosciuti o meglio sopiti, quelli della violenza più feroce possibile. In tutti questi mesi i nostri quattro avversari hanno giocato col fuoco, l'hanno reso man man sempre più grande, e questa sera questo fuoco lì scotterà tutti, anzi lì brucerà vivi tra atroci sofferenze e urla disperate per tentare di sopravvivere. Pensa un pò mia cara Ally, i No More Heroes torneranno nel buco del fallimento da cui sono usciti, mentre l'Impero non farà nemmeno in tempo a vedere l'alba, visto che ne rimarrà solo un cumulo di macerie.

AS: E... E riguardo la Chamber of Annihilati...

The Hunter parte subito in quarta, non dando il tempo ad Ally di completare la domanda.

CS: Sarà un luogo di massacro. La struttura demoniaca vedrà al suo interno quattro piccole povere anime che subiranno le peggiori pene delle inferno. L'unica persona fra quei quattro miserabili che posso stimare è me stesso. Miller non avrà alcuna possibilità, se avrà ancora qualche residua energia vitale dopo il nostro match, gliela soffierò via. Drake continuerà a conoscere il mio nuovo essere finendo anche per pagare, molto amaramente, per il suo sporco low blow e la sua successiva manovra finale. Moon tornerà in Giappone con la coda fra le gambe insieme alle sue due accompagnatrici, rendendosi conto di non essere ancora pronto per un posto oscuro e tenebroso come la TWC. E infine, Manson si renderà che in confronto a me è sano come un pesce, e che la sua tanto ostentata follia non è niente in confronto alla mia, venendo smembrato come gli altri.

Poi Schmidt si gira un attimo a guardare negli occhi Sigfried. Infine conclude.

CS: Una volta finito con le prede, ci sarà lo scontro fra i due predatori, me e Sigfried. Ma purtroppo per lui, dovrà finire come gli altri. Non sono io a volerlo ma è la selezione naturale del match stesso. Poi, una volta fatto questo, sarà tempo di estirpare il marcio dalla TWC, e per farlo bisogna agire dalla testa. Fatto ciò, questo posto diventerà molto migliore. Oscuro, ma molto migliore.

Dopo questo discorso minaccioso, il Berlin Brawler si volta e se ne va via di punto in bianco, lasciando Ally di stucco. Sigfried e Brunild lo guardano allontanarsi, pensierosi, poi fanno spallucce, mentre Gunther è perso nei suoi propositi di vendetta e non si è accorto di nulla. Poi il Corvo, col titolo in spalla, si rivolge alla Sullivan.

SGF: Scusa Chris, Ally. Questa è una serata fondamentale per la storia della TWC e della Company of Heroes. Gli occhi del mondo sono puntati solo su di noi.

Ally annuisce, quasi.

AS: Bene. Sigfried, questa sera, come Christophorus e Travis Miller, dovrai combattere due match. Come ti senti in questo momento?

SGF: Come mi sento? Beh, al massimo della forma. Sono pronto a far vedere a tutti ancora una volta la differenza abissale che passa tra essere un eroe, come il sottoscritto, e una misera comparsa della storia, come succederà ai sette avversari che cercheranno inutilmente di opporsi alla marcia gloriosa della Company of Heroes.

La Sullivan piega leggermente la testa e continua.

AS: A tal proposito, due settimane fa è successo un episodio abbastanza controverso, quando tu, in accordo coi tuoi compagni, hai offerto a Shawn Gates, Travis Miller, Fred Franke e Sean Morgan un posto nella Bruderschaft Der Krahe Incorporated. Vista la reazione negativa suscitata, credi che ciò avrà ripercussioni sul vostro imminente Manhattan Odissey Match?

Il Corvo fa una risatina.

SGF: Episodio controverso o straordinario atto di generosità? Francamente non mi aspettavo una reazione diversa da quei quattro buzzurri. Quando la gente è abituata male o si ritrova in condizioni di vita spaventose e miserevoli da troppo tempo, è logico che si insospettiscano e non credano a quello che gli dice un inaspettato benefattore. Io comunque sono un eroe paziente, e ribadisco chiaramente che Miller, Gates, Franke e Morgan hanno ancora la possibilità di fare la cosa giusta e accettare la mia offerta. Sanno cosa devono fare.

Sigfried annuisce convinto. Poi si fa estremamente serio.

SGF: Se tuttavia rimarranno dei capoccioni ignoranti e non cambieranno idea, beh, rivivranno in tutto e per tutto il dramma di End is Near, quando la BDK Inc. li ha letteralmente fatti a pezzi. Il Manhattan Odissey Match è l’incontro ideale per compiere un massacro, puoi giurarci Ally. Solo che dopo stavolta non ci saranno più chance di rivalsa, nè di salvezza. Chiuderemo i conti con i No More Humans e i Fall of the Empire una volta per tutte. E da domani, centottantatreesimo giorno di supremazia della BDK Inc., non ci saranno più chance titolate, nè match, nè nulla. Quei quattro cialtroni hanno chiuso come team. Punto.

Ally sospira.

AS: D’accordo... Chiudiamo con una domanda sul Main Event di stasera, che ti vedrà impegnato in un'attesissimo Chamber of Annihilation Match contro Travis Miller, Kevin Manson, Chris Drake, Andy Moon e il tuo partner Christophorus Schmidt. Che sensazioni hai? Credi davvero che potrai vincere nonostante tu arriverai da un match appena combattuto?

Il 34th Street Hero fa spallucce.

SGF: La differenza tra le persone normali, come te, e gli eroi, come me, è che per noi niente è impossibile. Le sfide più impensabili servono solo a caricarmi ancora di più. Dopo aver chiuso i conti a livello di Tag, riprenderò la strada a livello di lottatore singolo, interrotta per colpa di Fox Olon a Night of Gold. La caccia al titolo dei titoli inizia stasera. E stavolta niente trucchi o sotterfugi. Nessuno può intromettersi nella gabbia. Vincerò e basta.

AS: Ti ritieni quindi il favorito?

SGF: Beh, certo. Come ha già detto Chris, Miller sarà talmente affranto dopo l’ennesima delusione nel Manhattan Odissey, che una volta in ballo finirà per sbagliare tutto e farsi massacrare come un Mike Hill qualunque. Drake e Moon saranno troppo presi a darsele di santa ragione per realizzare che una volta che uno dei due avrà prevalso sull’altro si ritroverà in balia della BDK Inc. e giù mazzate anche per lui. Infine c’è Manson, talmente fuori di testa da osare dirmi che lui è superiore a me. A un vero eroe. Beh, non vedo l’ora di dargli una sonora lezione. Ho proprio voglia di ricordargli con le cattive che prima della TWC, mentre lui era solo un paziente rinchiuso in una clinica psichiatrica, il sottoscritto si faceva il mazzo dando spettacolo sul ring in due continenti, arrivando ad affrontare persone di una caratura che va ben aldilà della sua limitata comprensione mentale.

Poi il Best from the West conclude.

SGF: Quanto a Chris, faremo gioco di squadra come sempre, finchè non resteremo solo noi in lizza. Dopo, che vinca l’eroe migliore. E mi spiace per lui, ma quello sono io. Because this, is My World!

Jaeger guarda cupamente in camera. Poi si gira, fa un sorrisetto furbo verso Ally Sullivan e se ne va via, seguito da Brunild Wagner e Gunther Schmidt. Le immagini sfumano inquadrando la pensierosa intervistatrice che sospira.

/-----------/


ImmagineImmagine


Il collegamento si apre nel backstage dove si trovano entrambi i membri del team No More Heroes, che si preparano al loro match. Miller si trova seduto sulla panchina a concentrarsi, mentre Gates è in piedi a riscaldarsi.

TM:Dici che riuscirei a chiudere Manson in una Boston Crab? è da qualche giorno che ci penso, secondo me è fisicamente impossibile mantenerlo piegato in quel modo, sembra troppo sproporzionato.

Il Ribelle raccoglie dei manubri ed inizia a sollevarli con movimenti alternati dei bicipiti.

SG: Dico che dovresti pensare al nostro match. Sai che sono dalla tua parte e che spero davvero che riuscirai a diventare sfidante al titolo mondiale, ma adesso devi smetterla di pensare a quella dannata gabbia e a Kevin Manson, in questo momento il tuo unico pensiero deve essere quello per cui combattiamo da sei mesi.

Il texano posa i manubri, prende una sigaretta appoggiata in una mensola del suo armadietto e la accende.

TM:Certo, certo, hai ragione...i No More Heroes ora sono la priorità.

Miller si ferma qualche secondo.

TM:Non possiamo sottovalutarli stavolta. Certo, nemmeno l'ultima volta lo abbiamo fatto intenzionalmente, ma se siamo stati sconfitti vuol dire che involontariamente lo abbiamo fatto. Non dobbiamo convincerci di conoscere le loro debolezze solo perché li abbiamo già affrontati prima, anzi non dobbiamo nemmeno ipotizzare che ne abbiano.

Travis sospira.

TM:Ho sempre tentato di utilizzare lo stesso metodo per evitare di fare questo errore, mi ricordo dell'avversario più ostico che abbia mai avuto e cerco di entrare nella stessa mentalità che avevo quando mi sono trovato su un ring contro di lui . Nel mio caso è sempre stato Victor Hammett, un altro allievo della Zanna Glaciale, abbiamo cominciato il nostro allenamento nello stesso periodo ma lui in pochi mesi è diventato uno dei più grandi talenti mai passati da quella palestra, ed un wrestler infinitamente superiore a me. Non sono mai riuscito a trovare una singola debolezza nel suo stile di combattimento, e questo mi spingeva ogni volta a superare me stesso anche solo per non essere schiacciato immediatamente. E' così che voglio affrontare il nostro match stasera, e tu sentiti libero di fare lo stesso se ti aiuta, sono sicuro che in una carriera come la tua ne avrai affrontati a dozzine di individui del genere.

Il texano si butta a terra ed inizia a fare delle flessioni, tenendo la sigaretta tra le labbra.

SG: Ne ho avuti tanti di avversari tosti.

Flessione.

SG: Non me ne viene uno in particolare in mente adesso. Ma ti posso assicurare...

Flessione.

SG: Che hanno dovuto tutti sudare parecchio per battermi.

Flessione.

SG: La mia tattica è semplice ed efficace: finchè non perdi i sensi, alza la spalla.

Flessione.

SG: Certo, talvolta l'istinto di autoconservazione ha la meglio o altre volte finisci con la schiena rotta ma...

Flessione.


SG: Ti assicuro che la maggior parte delle volte funziona.

Il texano si rimette in piedi e spegne la sigaretta, ancora a metà, in un posacenere nel suo armadietto.

TM:Ottimo, fintanto che nessuno dei due risparmierà nulla avremo buone possibilità di farcela.

Travis si alza in piedi e comincia a muoversi per la stanza.

TM:Ma indipendentemente da come andrà stasera, titoli o non titoli, il nostro obiettivo non cambia, giusto? Diventare campioni è solo un mezzo comodo per aiutare a divulgare un messaggio. Certo, la gratificazione che ne deriverebbe gioca la sua parte, ma l'essenza stessa dei No More Heroes è il messaggio che ne deriva, la necessità di eliminare tutto ciò che c'è di marcio da questa federazione, i falsi eroi, l'autorità corrotta, i No More Heroes sono la voce di un cambiamento, e ti posso assicurare che titoli o meno quel cambiamento arriverà. Nel momento in cui usciremo là fuori non lo faremo per la gloria personale, lo faremo perché siamo i No More Heroes, e ci meritiamo di poter cambiare le cose.

Travis si posiziona davanti alla porta e si volta verso il compagno di team.

TM:Pronto a raggiungere la vetta della categoria Tag Team?

SG: Se George Washington avesse perso a Saratoga noi americani saremmo ancora schiavi dei fottuti bevitè. Se Napoleone non si fosse fatto fottere in Russia l'europa sarebbe tutta una provincia francese. Ti dico una cosa Travis: le rivoluzioni si fanno vincendo.

Il texano fa un respiro profondo guardando lo scozzese.

SG: E adesso andiamo a vincere i maledetti titoli Travis. Sta volta per davvero.

I due No More Heroes escono dallo spogliatoio sbattendo la porta dietro di loro. Le immagini vanno in dissolvenza.





Up Next: Manhattan Odissey Triangle Tag team Match


Ultima modifica di Il capitano il 11/03/2016, 21:09, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2016
MessaggioInviato: 11/03/2016, 21:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Welcome back to TWC Alpha Horizon, live dal leggendario Madison Square Garden di New York City!

Immagine


Siamo arrivati a uno degli incontri più attesi di questo Special Event targato Total Wrestling Corporation, il primo di questa seconda stagione di vita della federazione più in voga del momento. Sigfried Jaeger e Christophorus Schmidt, membri di punta della Brudershaft Der Krahe Incorporated, metteranno nuovamente in palio i loro TWC World Tag Team Titles contro gli irriducibili No More Heroes, Travis Miller e Shawn Gates, e i Dawn of the Empire, Fred Franke e Sean Morgan, in un Manhattan Odissey Triangle Tag Team Match che promette adrenalina e spettacolo allo stato puro. Spazio ora a un brevissimo recap della situazione!

Manhattan Odissey Triangle Tag Team Match: Recap Promo ha scritto:


Dopo il drammatico esito del Triangle Ladder War Match di End is Near, le strade dei tre tag team coinvolti sembrano essere sul punto di separarsi. I trionfanti corvi della BDK Inc., infatti, volgono il loro sguardo famelico sulla Chamber of Annihilation fissata da Virgil Brown Jr. per fissare il First Contender ufficiale cui spetterà di diritto l’assalto al World Heavyweight Championship nel Main Event di War of Change 2016. Tuttavia, dopo aver assorbito il duro colpo della sconfitta, sia i No More Heroes che l’Unstoppable Team si riforgiano e rilanciano la guerra di bande che ruota attorno ai titoli di coppia. Arriviamo così al rinsaldarsi del legame tra Travis Miller e Shawn Gates, al passaggio di Fred Franke e Sean Morgan da Unstoppable Team a Dawn of the Empire, e infine alla clamorosa rissa che coinvolge nuovamente le tre fazioni a inizio anno.

Se la rivalità continua inesorabilmente, resta però il nodo del possibile rematch. Infatti, la BDK Inc. rifiuta categoricamente di affrontare degli avversari già sconfitti una volta, preferendo avere le mani libere per fare altro. No More Heroes e Dawn of the Empire, sicuri che la chance si ripresenterà, si danno allo scontro frontale tra loro. Sono Fred Franke e Shawn Gates ad aprire le danze in due drammatici scontri, culminati con la vittoria risicata del wrestler nativo di San Antonio al termine di uno spettacolare Wood Match. Travis Miller, invece, entra in rotta di collisione con Sean Morgan. I due si affrontano in un terribile Submission Match nel penultimo Indoor War, che termina senza nè vincitori, nè vinti.

La svolta avviene alla fine per mano della stessa Bruderschaft Der Krahe Incorporated. Sigfried Jaeger e Christophorus Schmidt, infatti, decidono di concedere l’agognato rematch ai loro avversari in cambio di due posti nella Chamber of Annihilation. La ruota ricomincia a girare, e la triplice rivalità riprende fuoco immediatamente, culminando in un surreale e chiacchierato summit nell’ultima puntata di Friday Night Indoor War, nel quale la BDK Inc. cala il jolly nel tentativo di far saltare il banco, offrendo a ognuno dei quattro avversari un posto all’interno della stable che detiene ben tre titoli di rilievo. Tuttavia, sia Miller e Gates, che Franke e Morgan, rifutano con sdegno, sottoscrivendo il contratto per il match di Alpha Horizon, che per volontà dei tedeschi di Ravensburg sarà il primo Manhattan Odissey Triangle Tag Team Match della storia della federazione.

Adesso è finalmente arrivato il momento di lasciar parlare il ring, in questo caso l’intera arena. Riuscirà la BDK Inc. a confermare la propria invincibilità, facendo così tabula rasa una volta per tutte nella categoria Tag Team della federazione? Oppure, giunti all’ultimo treno disponibile per la gloria, giungerà l’attesa consacrazione dei No More Heroes o dei Dawn of the Empire come nuovi campioni, ponendo fine a un duro regime tedesco durato ben sei mesi? E quale influenza avrà sull’andamento dell’incontro la certezza che Sigfried Jaeger, Christophorus Schmidt e in ultimo Travis Miller, dovranno poi combattere all’interno della Chamber of Annihilation al termine della serata? Comunque vada il match, dopo stasera molte cose potrebbero cambiare, sia per ogni singolo partecipante all’incontro, sia per l’equilibrio interno di ogni singolo tag team. E le conseguenze possibili potrebbero influire per mesi sull’andamento dell’intera federazione.


E mentre il caldissimo pubblico che affolla il Madison Square Garden rumoreggia e comincia a strepitare per i propri beniamini, la linea passa immediatamente a Jessica Rose, che vediamo inquadrata sul ring.

Immagine


JR: Ladies and gentlemen. The following contest is a Manhattan Odissey Triangle Tag Team Match, and is for the TWC World Tag Team Championships!!!

Boato d’approvazione dei fan di New York, che poi si mettono in trepidante attesa per l’ingresso dei tre team che daranno vita a questa guerra totale senza esclusione di colpi.

Immagine


...ATTENZIONE!! LE LUCI SI SPENGONO!! Sul Madison Square Garden cala il buio e un silenzio assordante...



Trionfale, risuona all'interno dell'arena newyorchese "March to the Empire", la musica d'ingresso dei "Dawn of the Empire", accolta da numerosissimi fischi da parte del TWC Universe, i quali poi attendono l'arrivo sullo stage dei due membri dell’ex "The Unstoppable Team". Questi non si fanno attendere...

ImmagineImmagine


Ed ecco che "The Unstoppable Machine" Sean Morgan e "The German Superman" Fred fanno il loro ingresso all'interno dell'arena. Il pubblico rumoreggia, molti sono i fischi, c'è anche qualche applauso di apprezzamento. Fred e Morgan non destano particolare attenzione alla chiassosa atmosfera che si è creata, mentre con passo lento e solenne si avvicinano verso il ring, percorrendo la lunga rampa d'accesso, tenendo entrambi lo sguardo rivolto in avanti e in alto.

JR: Introducing first the Challengers. Making their way to the ring, for a combined weight of 461 pounds. From Gehlberg, Germany, and Kansas City, Missouri. They are The German Superman, Fred Franke, and The Orphan, Sean Morgan. Daaaaawn... Of the Empireeeee!!!!!

Giunti presso il quadrato, i due membri di "Dawn of the Empire" si fermano, dopo alcuni secondi proseguono e fanno il loro ingresso all'interno del ring, al centro del quale li vediamo ora schierati. Il loro sguardo è serio, a tratti quasi di ghiaccio. La loro attenzione è rivolta verso lo stage, da dove, prestissimo, faranno il loro ingresso i No More Heroes e la BDK Inc., dopodiché la battaglia potrà finalmente avere inizio. La prima tappa del viaggio dei "Dawn of the Empire" terminerà qui, al Madison Square Garden di New York, domani comincerà una nuova avventura, qualsiasi sia il verdetto dell'incontro di stasera.



La theme song dei No More Heroes risuona nell'arena, mentre sul titantron campeggia il logo del tag team formato da Shawn Gates e da Travis Miller.

Immagine


E dopo qualche secondo i due wrestler fanno la loro comparsa sullo stage.

ImmagineImmagine


Il duo viene ben accolto dal pubblico del Madison Square Garden, ma il team sembra troppo concentrato per farci caso. Eccoli infatti dirigersi subito verso il quadrato.

JR: From Inverness, Scotland, and San Antonio, Texas. For a combined weight of 408 pounds. They are The Child of Ice, Travis Miller, and The Ultimate Rebel, Shawn Gates. The Nooooo... Mooooore... Heeeeeroooooes!!!!!

Shawn Gates e travis Miller avanzano rapidamente per la rampa e salgono sul ring, per poi squadrare per qualche secondo il Dawn of the Empire ed attendere l'arrivo dei campioni di coppia. Dopo diversi secondi, ecco che finalmente le luci si abbassano e diventano intermittenti, mentre sul titantron compare la sequenza di uno stormo di corvi voraci in volo.

Immagine


Subito dopo, ecco comparire il famoso logo ufficiale della Brudershaft Der Krahe Incorporated.

Immagine


Come vediamo, una fitta nebbia grigiastra inonda lo stage, finchè non parte a manetta la theme della stable che detiene i TWC World Tag Team Championships fin da Night of Gold 2015.



Poco dopo, ecco sbuacere dalla nebbia “Superstar” Sigfried Jaeger e “The Hunter” Christophorus Schmidt, accolti con un misto di fischi, cori di disapprovazione, ma anche applausi da una fetta dei fan di New York City.

ImmagineImmagine


Mentre un nervoso Christophorus punta il suo sguardo di fuoco sul ring, Sigfried, apparentemente più rilassato, punta il dito verso gli avversari sul ring e piega il gomito destro in una tacita promessa di Blitzkrieg per tutti. Dopo di che, Jaeger si abbassa il cappuccio della felpa e imitato da Schmidt, si stacca dalla vita la cintura da campione, alzandola al cielo.

ImmagineImmagine


Poi i TWC World Tag team Champions iniziano a calare verso il ring, ignorando le grida dei fan e i cartelloni più o meno offensivi messi in mostra dagli spettatori nelle prime file.

JR: And introducing the Champions. For a combined weight of 441 pounds. From Ravensburg and Berlin, Germany. They are the current Undisputed TWC Tag Team Champions of the World, “Superstar” Sigfried Jaeger and “The Hunter” Christophorus Schmidt. The Bruderschaaaaaft... Der Kraheeeee... Incorporaaaaateeeeed!!!!!

Una volta ai piedi del quadrate, Jaeger e Schmidt iniziano un breve conciliabolo. Come vediamo, ci sono diversi arbitri a monitorare il match, visto che le regole potrebbero portare i combattenti a sparpagliarsi per tutta l’arena. Alla fine, Sigfried e Christophorus annuiscono a vicenda e vanno a salire i gradoni d’acciaio. Eccoli passare rapidamente dalle corde ed entrare nel ring. Subito dopo il Corvo e il Berlin Brawler alzano nuovamente i propri titoli a favore di camera, poi però iniziano letteralmente a sventolarli di fronte ai No More Heroes e ai Dawn of the Empire facendo chiaramente segno che non vinceranno mai stasera e che è finita. I quattro avversari però riescono, seppur un pò a fatica, a rimanere impassibili e a restare concentrati sul proprio gameplan. Infine, i campioni di coppia cedono le proprie cinture con un pò di reticenza all’arbitro, che alza i titoli a centro ring.

Immagine


Ci siamo, tutto è pronto per l’inizio di questo atto secondo della faida tra team che ha insanguinato la federazione per sei mesi. Sia Sigfried che Christophorus si sono levati le giacche e scambiano sguardi di fuoco Gates, Miller, Franke e Morgan. Ecco finalmente il segnale da parte dell’arbitro Vincent Good. Buon match a tutti. Here. We. Go!!!


Immagine

**Manhattan Odyssey Triangle Tag Team Match**

BDK Inc. © vs. No More Heroes vs. Dawn of the Empire


Al suono della campanella, che annuncia ufficialmente l'inizio della contesa, il TWC Universe risponde con entusiasmo: l'atmosfera all'interno del Madison Square Garden diventa immediatamente incandescente. Sul ring tutti e sei i membri dei tre team restano ancora immobili. Ciascuno di loro osserva i propri avversari con sguardo vigile. Lentamente cominciano a muovere i primi passi, avvicinandosi con diffidenza. Fred Franke e Sean Morgan si ritrovano al centro del quadrato, alla loro destra ci sono i campioni, dall'altra parte Shawn Gates e Travis Miller. Sui Dawn of the Empire si rivolge ora l'attenzione degli altri due team. "The German Superman", accortosi di quanto sta succedendo, sospira, Morgan, concentrato come mai prima d'ora, si prepara per la battaglia. Schmidt, Jaeger, Miller e Gates, lentamente, si avvicinano ai membri di "The Unstoppable Team", che rimangono immobili, ormai stretti in una morsa. Ma ecco che, proprio nel momento in cui Franke e Morgan si preparano a ricevere l'offensiva nemica, Travis Miller si catapulta contro Sigfried Jaeger atterrandolo con una Lou Thesz Press!

Immagine


Christophorus Schmidt accorre immediatamente in soccorso del suo compagno di team, mentre Fred, inizialmente spaesato, si getta contro Shawn Gates, lo stesso fa poi Sean Morgan. In un angolo la BDK Inc. prende il sopravvento su Travis Miller, nell'altro i Dawn of the Empire sono alle prese con Shawn Gates, che inizialmente riesce a resistere, ma poi inevitabilmente soccombe sotto i tremendi pugni dei due avversari, che, una volta malmenato il nemico, lo gettano fuori dal ring. Lo stesso fanno i campioni di coppia con il Child of Ice. Dunque, Sigfried e Chris si ritrovano ora sul ring da soli insieme a Fred e Sean. Il pubblico rumoreggia, mentre i due team si preparano allo scontro, temporeggiando, quando ecco che Sigfried Jaeger viene afferrato per una gamba da Travis Miller che lo porta fuori dal ring e lo scaraventa contro le balaustre! Anche Shawn Gates è tornato immediatamente in azione. Lo vediamo comparire sulla terza corda e scaraventarsi contro Fred Franke e Sean Morgan con un devastante double dropkick!

Immagine


I Dawn of the Empire cadono al tappeto, finendo poi per rotolare fuori dal ring, al centro del quale svetta ora trionfante Gates, balzato in piedi con un Kip Up. L’Ultimate Rebel viene immediatamente raggiunto dal Berlin Brawler, che prova a colpirlo con un braccio teso. Shawn evita la mossa, sorprende ora l'avversario con un pugno al volto, poi lo afferra per il braccio destro e prova a lanciarlo verso le corde con un Irish Whip. Reverse immediata da parte del campione di coppia, che riesce dunque a catapultare Gates contro le corde. Dopo di che prova a colpirlo nuovamente con un braccio teso, ma il membro dei No More Heroes evita di nuovo, accellera la corsa e si tuffa attraverso le corde, balzando fuori dal ring e colpendo con un suicide dive Fred Franke!

Immagine


Sul quadrato rientra ora Travis Miller, subito raggiunto da Christophorus Schmidt, che schiva un pugno e lo sorprende alle spalle colpendolo con un tremendo pugno sulla schiena. Sopraggiunge anche l'altro campione, Sigfried Jaeger. Insieme, i due membri di BDK Inc. neutralizzano nuovamente Travis Miller, che, dopo una serie di colpi devastanti, viene ora afferrato alle spalle da Schmidt, che lo tiene bloccato, mentre il suo team partner inizia a colpirlo con numerosi pugni ben assestati al ventre, poi, mentre il Child of Ice pare esausto, prova a tirargli un ultimo pugno. Ma Travis Miller finalmente reagisce e glielo impedisce, colpendolo con una ginocchiata al torace! Poi tira una gomitata a Schmidt, liberandosi della sua insistente presa. Dopo di che, fra l'entusiasmo di tutto il pubblico, gran parte del quale comincia a gridare il suo nome a gran voce, lo scozzese riesce a tenere a bada entrambi i tedeschi e infine si libera definitivamente di "The German Nightmare", buttandolo fuori dal ring con un braccio teso!

Immagine


Christophorus Schmidt cade contro il tappeto, poi impatta violentemente contro la postazione di commento, ferendosi piuttosto gravemente la schiena. Ecco, però, che Travis Miller viene nuovamente ingaggiato da Sigfried, che lo colpisce alle spalle. In soccorso di Miller, arriva il suo compagno di team, Shawn Gates. Insieme, i No More Heroes inferiscono sul Corvo che si chiude sulla difensiva, finché questi ha una reazione e riesce a colpire Travis con una gomitata al volto, mettendolo momentaneamente KO. Poi il Best from the West si getta contro Gates, che però appoggiandosi sulle corde fa leva e scaraventa fuori dal ring il tedesco, mandandolo a impattare col volto contro i gradoni d'acciaio! Il Ribelle balza sull’apron e raggiunge Sigfried, ma viene sorpreso da Sean Morgan, che lo strattona per una gamba, facendolo cadere malamente giù. In suo soccorso arriva nuovamente Travis Miller, ma questi viene immediatamente bloccato da Fred Franke, che, rabbiosamente, lo afferra e lo scaraventa contro i gradoni d'acciaio!

Immagine


Alla fine in piedi sono rimasti i "Dawn of the Empire", che minacciosamente circondano Shawn Gates. Questi si aggrappa al tavolo dei commentatori, riuscendo a rimettersi in piedi, lancia un'occhiata verso i suoi due avversari, che però lo osservano nello stesso modo in cui un rapace osserva la sua preda nel momento della caccia. Shawn Gates decide di buttarsi all'attacco, tira un pugno a Sean Morgan, è efficace, prova a fare lo stesso contro Fred, il quale però, irritato, lo blocca, gli afferra la testa e lo stordisce con una tremenda frontata! "The Ultimate Rebel" cade a terra, dolorante. Anche il German Gorilla sembra patire il colpo, mentre Sean Morgan comincia a colpire ferocemente l’inerme Gates con una serie incessante di calci fino a metterlo KO. Poi "The Unstoppable Team" rapidamente smonta la postazione di commento, togliendo la rivestitura superiore e i monitor. Dopo di che Morgan solleva il nemico e lo passa a Fred, che si appresta ad eseguire una Powerbomb sul tavolo! Nel mentre, però, Alle spalle dell’Orphan compare Sigfried, che lo abbranca e senza fare complimenti lo scaraventa contro le balaustre!

Immagine


Shawn Gates nel frattempo, reagisce e scivola via, poi afferra Fred e lo scaraventa oltre il tavolo, buttandolo letteralmente fra le braccia di Jacob Price tra il tripudio generale dei tifosi del Garden! Il San Antonio Icon tira un attimo il fiato, ma così ne approfitta il 34th Street Hero che non perde tempo, lo afferra, e lo butta al di là delle balaustre, dirimpetto al pubblico. Dopo di che il tedesco di Ravensburg lo raggiunge per incalzarlo. Lo scontro prosegue tra la torma dei fan. Il TWC World Tag team Champion caccia via un fan ciccione con la maglietta improponibile di White Rabbit, ne prende la sedia e prova a colpire l'americano. Fortunatamente questi evita il colpo e si getta poi contro Sigfried. Tra i due scoppia nuovamente una violenta rissa in mezzo al pubblico urlante! Le immagini staccano e ci conducono immediatamente nei pressi del ring, dove vediamo un Christophorus Schmidt completamente spiritato nello sguardo colpire Travis Miller coi gradoni d'acciaio in pieno volto!

Immagine


Il Child of Ice cade al tappeto, KO. Christophorus ammira ridendo le conseguenze del suo operato, poi getta via i gradoni d'acciaio e si gira attorno. Eccolo puntare verso Fred Franke, steso sul tavolo dei commentatori, ma viene sorpreso alle spalle da Sean Morgan, che lo blocca con una morsa micidiale attorno al collo. Il Berlin Brawler si dimena, tenta in ogni modo di sciogliere la morsa, ma "The Unstoppable Machine" non glielo permette e mantiene la presa finché l'avversario, con una gomitata al fianco a cui ne segue subito un’altra, riesce a liberarsi, spingendo via l’Orphan. Schmidt prova a prendersi qualche secondo per riprendere fiato, ma improvvisamente viene raggiunto da un redivivo Fred, che lo sorprende con un calcio al costato, seguito da una serie di European Uppercut!

Immagine


The Captain poi afferra per la testa l’Hunter barcollante e lo scaraventa oltre le balaustre! "The German Superman" si sincera delle condizioni del suo compagno di team, il quale, ripresosi, corre subito da afferrare Travis Miller, che vediamo lentamente sul punto di rialzarsi, butta anche lui oltre le transenne! Insieme, i Dawn of the Empire attraversano le barriere che separano la zona adiacente al ring da quella riservata al pubblico, dirigendosi verso le loro prede, Schmidt e Miller. Ma questi tuttavia li anticipano e si gettano contro i due membri di "The Unstoppable Team". La strana alleanza sembra funzionare, infatti, in breve tempo hanno la meglio sui due nemici, che vengono messi KO. Ma non passa un secondo cge Travis Miller viene attaccato proprio da Christophorus, che lo stende con un colpo basso! Il pubblico fischia il Berlin Brawler, che reagisce a gestacci, arrivando a minacciare qualche fan troppo vicni. Ma ecco che, improvvisamente, sopraggiunge Shawn Gates, che, dopo essersi sbarazzato di Sigfried, si getta contro l'altro campione di coppia, mettendolo in seria difficoltà con una scarica di pugni. L’Hunter si rialza rabbiosamente, Shawn Gates prova subito a riafferrarlo, ma viene stordito con un colpo probito all'occhio! L’Ultimate Rebel barcolla, toccandosi insistentemente al volto, Schmidt si rialza sghignazzando...

Immagine


...MA VIENE COLPITO IN PIENO VOLTO CON UNA SEDIA D'ACCIAIO! Il suo assalitore è Fred Franke che, una volta messo KO il compatriota, si accinge a colpire Shawn Gates, tornato operativo. Entrambi si scambiano sguardi di fuoco, nessuno vuole partire all'attacco, ciascuno scruta l'altro, mentre attorno a loro i fan sono elettrizzati. Ecco che il tedesco va alla carica e prova a colpire l'avversario con la sedia. Gates evita. Fred molla l'arma e si gira. "The Ultimate Rebel" comincia a colpirlo con una serie di colpi al petto, poi gli tira un calcio al costato, lo afferra per la testa, trasportandolo quindi in avanti, fermandosi di tanto in tanto per lanciarlo contro una sedia aperta o colpirlo con dei pugni. Dopo una lunga processione, i due finiscono nei pressi dello stage. Qui, finalmente, il tedesco riesce a liberarsi dalla presa del Ribelle e lo atterra con una Clothesline!

Immagine


Poi Franke scuote il capo ed esce dall'arena attraverso un’uscita secondaria. Shawn tuttavia si rialza e lo segue immediatamente. Le telecamere ci mostrano ora Sean Morgan e Christophorus Schmidt, entrambi stesi a terra. D’innanzi ai due si trova Travis Miller, che, rimessosi in piedi, prende fiato sedendosi su una delle innumerevoli sedie presenti. Nel frattempo "The Unstoppable Machine" si risolleva appoggiandosi alla balaustra, ma Travis Miller non gli dà tregua e lo butta al di là con un braccio teso! Le immagini della regia cambiano nuovamente e ci conducono all'interno del parcheggio sotterraneo del Garden, dove troviamo Shawn Gates e Fred Franke in lotta, col primo che proprio in questo istante scaglia l’avversario contro la fiancata di un’automobile parcheggiata! Attenzione, Fred è a terra! Arriva un arbitro e Gates schiena improvvisamente. 1... 2... NO! "The Captain" resiste! Shawn Gates non si rassegna, solleva il German Gorilla e si guarda intorno. Poi, tenendolo per la testa, prova a lanciarlo verso un'altra automobile. Fred, però, lo colpisce con un calcio al costato, lo afferra...

Immagine


...E LO SCHIANTA CONTRO IL VETRO DELL'AUTOMOBILE!! La schiena dell’Ultimate Rebel, che ha subito un grave infortunio lo scorso mese proprio a causa dello stesso Franke, è vistosamente ferita. Entrambi ora sono inquadrati a terra, esausti. Lentamente, Fred è il primo a rialzarsi, ma all’improvviso viene spinto via e gettato malamente a terra da qualcuno. E’ Sigfried Jaeger! Il Corvo, precedentemente scomparso dagli schermi, fa provocatoriamente l’occhiolino verso la telecamera e si butta su Shawn Gates, schienandolo! 1... 2... NO! Sigfried, irritato, si mette in gionocchio. Dopo un’imprecazione, eccolo alzarsi e raggiungere ora "The Captain", raggomitolato presso un automobile rossa fiammante.Il Best from the West inizia colpire il connazionale con ripetuti calci al ventre dall’alto in basso. Uno, due, tre, quattro, cinque, sei! "The German Superman" è esanime a terra, l'Eroe di tutti noi lo copre, schienandolo. 1... 2... NO! Nel frattempo Gates si è rialzato, ma viene subito sorpreso da Sigfried, che prende la rincorsa, balza sul cofano di un’auto e lo colpisce in pieno petto con un Panzerfaust, mandandolo a sbattere di schiena addosso a un camion della produzione!

Immagine


La San Antonio Icon barcolla tenendosi la nuca, al ché Jaeger si rialza, lo abbranca e lo porta via, lasciando solo soletto un Fred momentaneamente incapace di rialzarsi. Le immagini tornano immediatamente sul ring, dove, nei pressi della postazione di commento, si stanno dando battaglia Sean Morgan e Travis Miller, con lo scozzese che sembra avere la meglio. Ora "The Child of Ice" afferra il membro di "The Unstoppable Team" e lo scaraventa sopra il tavolo dei commentatori, colpendolo poi con una serie di pugni. Dunque, messo temporaneamente KO l'avversario, prende possesso di un tavolo di legno, recuperato da sotto il quadrato e inizia a montarlo tra l’esultanza del pubblico. Ma ecco che rinviene Christophorus Schmidt! Il campione di coppia sorprende l'avversario colpendolo alla schiena. Miller lascia andare il tavolo e, dolorante, si appoggia alle balaustre, ma viene subito incalzato dal membro della BDK Inc., che, dopo avergli inflitto un altro tremendo pugno alla schiena, lo afferra, lo solleva in aria e lo schianta contro il bordo delle transenne con una poderosa Powerbomb!

Immagine


Colpo devastante! Travis Miller finisce esanime al tappeto e il Berlin Brawler lo copre immediatamente. 1... 2... NO! "The German Nightmare" scuote le transenne, furioso. Poi eccolo afferrare il tavolo precedentemente recuperato dallo scozzese e lanciarlo contro questi come fosse un oggetto contundente. Dopo di che Chris recupera il tavolo e lo porta sul quadrato. Nel frattempo Sean Morgan sta per rialzarsi. Schmidt se ne accorge e va immediatamente da lui, dunque lo butta malamente sul quadrato, scende dal ring, trascina giù il tavolo, quindi lo sistema. Dopodiché, rapidamente, torna in caccia di Morgan. "The Unstoppable Machine" sta per rimettersi in piedi, ma viene subito messo a terra. Schmidt trascina ora l'avversario presso le corde, si posiziona sull'apron, poi afferra nuovamente Morgan. Il Berlin Brawler lo solleva e prova ad eseguire un suplex verso il tavolo! Sean Morgan reagisce con delle gomitate, Schmidt non demorde, prova nuovamente, ma invano, tant'è che alla fine è costretto a lasciare la presa. L’Orphan, rimessosi in piedi, colpisce con un pugno in faccia il tedesco, che ora si tiene aggrappato alle corde. Poi con uno scatto Morgan gli va addosso, ma l'avversario lo intercetta, lo solleva in alto e lo scaraventa giù contro il tavolo! Sean Morgan impatta con la testa contro l'oggetto in legno, dunque finisce sul pavimento, tramortito. Christophorus, stremato, tenendosi aggrappato saldamente alle corde, volge la propria attenzione verso il wrestler di Kansas City. Il tedesco scuote la testa, dunque si appresta a raggiungerlo...

Immagine


...TRAVIS MILLER LO COLPISCE CON UNA SPEAR ATTRAVERSO LE CORDE, FACENDOLO FINIRE SUL TAVOLO DI LEGNO!! Il TWC Universe è ammutolito, l'arbitro che sta seguendo l'azione nei pressi del ring, si mette le mani fra i capelli. Sia Schmidt sia Miller sono immobili, ecco, però, che quest’ultimo comincia a muoversi e, lentamente, alza al cielo il braccio destro e copre l'avversario! 1... Il pubblico rumoreggia, in molti sono sicuri della vittoria dei No More Heroes... 2... All'interno dell'arena cala un silenzio surreale, assordante... E 3!!! NO!! NO!! SEAN MORGAN INTERROMPE IL TENTATIVO DI PIN, IL MATCH CONTINUA!!! Mentre il pubblico mal digerisce la delusione, le immagini tornano ora nel backstage dove Sigfried Jaeger e Shawn Gates sono intenti a scambiarsi colpi selvaggiamente nei corridoi del backstage, facendo fuggire tutti i passanti. Il tedesco si porta in vantaggio con un colpo diretto al volto del texano che indietreggia di qualche passo verso un distributore automatico. Sigfried colpisce il rivale con una ginocchiata e tenta di scaraventarlo contro la macchina, ma Gates ribalta la presa e getta Jaeger contro il rivenditore. Questi cade a terra dolorante, mentre l'impatto fa cadere una lattina fuori dal distributore. Shawn si avvicina divertito e l’afferra per poi aprirla e sollevarla direttamente sopra il rivale.

SG: Skol.

Shawn rovescia il contenuto della bevanda direttamente sul volto dell'avversario che si dimena infastidito, poi una volta svuotata si limita a gettargliela addosso. Il texano si allontana dall'avversario e si dirige verso un ripostiglio, ma una volta aperto al suo interno trova un inserviente. I due si fissano per qualche secondo, dopodiché questi passa lentamente a Gates una scopa. L'Ultimate Rebel lo fissa stranito per qualche secondo poi afferra l'oggetto contundente, chiude lentamente la porta e torna verso il rivale. Jaeger, nel mentre, si riporta in piedi barcollante e viene accolto da una bastonata del Ribelle al costato. Sigfried cade in ginocchio dal dolore e Gates carica un altro colpo direttamente alla testa, ma il tedesco si sposta all'ultimo e l'oggetto va a colpire violentemente il distributore automatico. Shawn per il colpo perde di mano l'oggetto, mentre il Deadly Crow scatta alle sue spalle e si prepara ad accoglierlo con il Nibelungen Nacht!

Immagine


A segno! Sigfried si tocca il fianco facendo una smorfia, poi se la ride e afferra l'arma utilizzata precedentemente dal rivale, attendendo che questi si rimetta in piedi. Gates tenta di rialzarsi a fatica, ma viene bloccato dal Best from the West che comincia a strozzarlo con la scopa e a trascinarlo brutalmente per i corridoi. Jaeger mantiene il rivale nella presa e nel frattempo si guarda attorno, fino a quando non trova la porta dell'ufficio di Virgil Brown Jr. Il Monster Hunter ha un’idea, molla la presa gettando il rivale a terra e poi va ad aprire la porta dell'ufficio, che pare essere vuoto. Il tedesco afferra il rivale e lo colpisce con un colpo diretto al volto, facendolo entrare nell'ufficio, ma appena prima di poterlo raggiungere, il Corvo viene travolto da Fred Franke, che ritorna nel match scaraventando il membro della BDK Inc. a terra con un violento Running High Knee!

Immagine


Il German Superman si porta sopra il rivale e comincia a colpirlo con una violenta serie di pugni diretti al volto, ed essendo un match senza squalifiche, questi continuano per diversi secondi, finché Double F non si ferma per scaraventare Sigfried contro il muro. Una volta atterrato Jaeger, il membro del Dawn of the Empire si dirige verso Gates che nel frattempo è uscito dall'ufficio. Fred si porta all'attacco con una ginocchiata allo stomaco e poi lo prepara a una Powerbomb... L’Ultimate Rebel viene sollevato e trasportato davanti a uno dei cassoni della produzione posti nelle vicinanze... Powerbomb sullo spigolo del cassone! Shawn rimane appoggiato alla cassa dolorante, mentre FF ritorna su Jaeger, che però torna all'attacco con un violento European Uppercut! Il colpo risuona nel corridoio mentre Sigfried barcollante indietreggia caricando il Blitzkrieg. Evitato da Fred, che restituisce un European Uppercut altrettanto violento! Il Monster Hunter cade in ginocchio, stordito, mentre il German Gorilla torna su Shawn Gates, il quale è ancora attaccato al cassone, ma come Fred tenta di avvicinarsi, il membro dei No More Heroes lo spinge via e lo colpisce con un Gatykick! Outtanowhere!

Immagine


Mentre Gates si accascia tenendosi la schiena, Fred indietreggia, stordito, e va a ruzzolare all'interno dell'ufficio di Virgil Brown. E attenzione! Sigfried ne approfitta per catapultarsi sulla porta, andandola a chiudere a chiave! Il membro della BDK Inc. trascina uno dei cassoni e lo sistema ad ostruire la porta, poi indietreggia lentamente, scoppiando in una sonora risata. Il Leader si volta verso Shawn, ma questi nel frattempo si è andato a posizionare sopra un altro cassone e aspetta che il rivale si volti, per poi lanciarglisi contro con un Flying Elbow Drop! Entrambi i contendenti rimangono a terra sfiniti, mentre le immagini ritornano nella zona ring. Miller e Schmidt si trovano fuori dal ring e si stanno scambiando colpi al corpo, tanto per cambiare. Entrambi sembrano molto provati dal match, ma nessuno dei due sembra voler cedere all'offensiva dell'altro.

Immagine


Dopo qualche secondo, Chris riesce a portarsi in vantaggio, schiva un colpo di Miller e lo solleva per poi farlo cadere con il volto direttamente contro l'apron ring. Dopo di che lo atterra con un Lariat! Travis rimane stordito, mentre il Decayed si sposta verso i gradoni d'acciaio e sale sull'apron per poi prendere le misure e prepararsi all'attacco. Qui però viene bloccato da Sean Morgan, il quale dall'interno del ring lo colpisce con una violenta gomitata e tenta di sollevarlo con un suplex verso l'interno del quadrato. Schmidt tuttavia riesce a bloccarsi nella sua posizione e a liberarsi di Morgan con un forearm direttamente al volto, lasciandolo stordito. Il Decayed corre sull'apron per colpire un Miller appena rialzatosi con un calcio al volto, ma Travis gli blocca il piede e lo fa cadere di volto direttamente sullo spigolo del ring! Il berlin Brawler accusa il colpo e si aggrappa alle corde, tentando di rimettersi in piedi, ma il wrestler della Zanna Glaciale lo blocca e se lo carica sulle spalle per un'Electric Chair indietreggiando di qualche passo... E all'azione si aggiunge Sean che si lancia fuori dal ring con uno Springboard Clothesline!

Immagine


Sean Morgan rimane a terra dopo il volo appena compiuto, mentre Travis ne approfitta per tentare uno schienamento sul tedesco....1.......2.......NO! Schmidt è ancora in gara. Miller si rimette in piedi aiutandosi con il ring, e si ritrova davanti Sean, anch'egli appena rialzatosi. I due si squadrano per qualche secondo, dopodiché si lanciano l'uno contro l'altro e si cominciano a scambiare una rapida serie di colpi diretti! Passano diversi secondi ma i due non sembrano rallentare il ritmo, e lentamente si dirigono verso lo stage. Dopo aver percorso la rampa, Travis sembra avere la meglio e ne approfitta per tentare di gettare il rivale direttamente contro il mini-tron...ma Morgan riesce a bloccarsi ed a liberarsi dalla presa di Miller con delle gomitate. L'Orphan colpisce il rivale e lo fa avvicinare al bordo dello stage, per poi cercare di farlo cadere con una Clothesline. Evitata! Il wrestler di Inverness gli scatta alle spalle con fatica. Morgan si volta e torna all'attacco con un pugno al volto, ma Travis lo blocca... Sacrifice!

Immagine


L’Orphan cade a terra e scende dallo stage, ma viene presto raggiunto dal rivale, il quale però prima si prende qualche secondo per recuperare le energie. Il Child of Ice va a recuperare Sean e lo solleva per poi metterselo su una spalla e caricare verso il palco. La schiena del wrestler di Kansas City vi impatta contro e successivamente finisce a terra con un'Ice Age! Miller va per il pin....1.....2......NO! Christophorus Schmidt interviene alla disperata utilizzando il suo tipico bastone da passeggio e andando a colpire lo scozzese direttamente sulla nuca! Chris appoggia il bastone a terra mentre osserva il rivale, il quale sembra spaesato dopo il colpo ricevuto, e fa cenno, tra i fischi, di voler finire il match. Lentamente Miller si rialza e viene atteso al varco dal rivale, che lo afferra chiudendolo nella Bad Dreams! Schmidt tiene salda la presa di sottomissione e si getta a terra per impedire all'avversario di muoversi. Miller si dimena cercando di liberarsi. Non sembra essere in grado di reagire. Rimane immobile con il braccio teso per qualche secondo, per poi perdere lentamente le forze... Ma dalla rampa interviene Morgan che si getta sui due con una Last Chance!

Immagine


La presa di Schmidt viene spezzata e tutti e tre gli atleti subiscono le conseguenze della manovra dell'Unstoppable Machine. Questi, dopo svariati secondi torna a muoversi e cerca un pin su Schmidt.....1......2.....NO! Il tedesco all'ultimo alza il braccio e fa continuare il match. Sean disperato prova a gettarsi su Miller e tenta di schienare lui.......1..............2..............NO! Christophorus interviene ancora una volta e trascina via Morgan, interrompendo il conto. Il wrestler di Kansas City pare furioso, si rimette in piedi di scatto e si getta sul membro della BDK Inc. con una violenta scarica di pugni. Dopo una decina di colpi diretti al volto lo rialza e lo prepara per un'Irish Whip, mandandolo a sbattere direttamente contro una balaustra da cui si sporge il pubblico entusiasta. Christophorus Schmidt indietreggia stordito, ma viene intercettato immediatamente dal rivale, che lo afferra di nuovo, e lo manda violentemente a schiantarsi contro il palco. L’Hunter accusa il colpo e rotola a terra per poi cercare a fatica di rimettersi in piedi. Sean se ne accorge e prende le misure per poi attendere che si rimetta in piedi e prendere una rincorsa... Morgan salta e riesce a connettere con uno Springboard Enzuigiri su Schmidt!

Immagine


Splendida mossa da parte dell’Orphan, che poi resta terra a rifiatare, piuttosto stanco. Ma ecco che le telecamere si spostano verso le gradinate. Vediamo infatti spuntare Sigfried Jaeger e Sean Gates! Il wrestler texano è trascinato sul bordo delle scale dal tedesco, che arretra e carica il Blitzkrieg. Lo vuole gettare giù dalle scalinate! Ecco Jaeger che prende la rincorsa, gira su se stesso, e centra il vuoto! Gates, lestamente, schiva il colpo, salvandosi per un pelo dalla finisher mortifera del TWC World Tag Team Champion. Vediamo Sigfried sbilanciarsi e rischiare di cadere giù! A Questo punto la San Antonio Icon prova a giocarsi il tutto per tutto, facendo due passi indietro e sparando un Gatykick direttamente verso la faccia di Jaeger. A vuoto pure lui! Sigfried, alla disperata si abbassa e senza pensarci, rifila a Gates una Whisper of the Hero!

Immagine


E Shawn Gates ruzzola giù malamente per la rampa scale! I fan rimangono senza fiato vedendo la scena del wrestler texano che termina la rovinosa caduta rimanendo immobile in fondo alle gradinate. Sigfried Jaeger tira un attimo il fiato, dopo di che eccolo precipitarsi giù dalla scalinata facendosi largo tra la folla urlante, diretto verso l’avversario per schienarlo di rapina. Eccolo arrivare nei pressi di Gates e richiamare l’attenzione di un arbitro, sbracciandosi. Una volta che il referee è arrivato, il Corvo procede con lo schienamento. 1... 2... e 3! No!!! Salvataggio all’ultimo istante da parte di Sean Morgan, che rifila un calcio al tedesco! Sigfried si tira su e inizia a minacciare Morgan, ricordandogli cosa può guadagnare se lasciasse fare. Per tutta risposta Morgan prova a colpirlo con un Superkick, finendo per centrare in pieno viso l’arbitro De Jano, usato come scudo dal tedesco! Jaeger prova poi a colpire a sua volta l’avversario con un Bruderschaft Kick, ma Morgan passa sotto la sua guardia, dopo di che respinge il tedesco verso le transenne e lo ribalta via con una Running Clothesline!

Immagine


Vediamo poi Morgan girarsi e andare a scuotere l’arbitro a terra nei pressi di uno Shawn Gates ancora dolorante e inerme. Ma DeJano è nel mondo dei sogni. Sean allora gli rifila un calcio, dopo di che torna verso il ring e scavalca le balaustre, andando a incalzare Sigfried Jaeger. Il Corvo sta gattonando a bordoring, poi prende qualcosa da sotto. Eccolo rialzarsi a fatica guardandosi indietro di soppiatto, poi si gira all’improvviso e colpisce in fronte Morgan con una mazza da Kendo! Il wrestler di Ravensburg rifila un paio di colpi al fianco dell’Orphan, che cade a terra e si copre a fatica dalla furia del Corvo. Poi Sigfried alza lo sguardo e nota arrivare dallo stage Christophorus Schmidt! Il Corvo accenna un sorriso, poi va ad abbrancare Sean Morgan e lo getta sul ring. Il Corvo balza sull’apron e irrompe sul quadrato, facendo segno al compagno di raggiungerlo. Ecco che il Berlin Brawler si tuffa sotto la prima corda e si tira su a fatica. Nel frattempo Sigfried rifila a un Orphan in difficoltà una violenta Stay Down!

Immagine


Nuovo schienamento da parte del tedesco sotto gli occhi del compagno di team che rifiata. 1... 2... e 3! No!!! Kickout disperato da parte dell’indomabile wrestler nativo di Kansas City! Sigfried e Christophorus sospirano, poi si fanno un cenno reciproco d’intesa. Ecco l’Hunter andare a prendere di cattiveria Morgan e caricarselo seduto sulle spalle, mentre Jaeger va ad arrampicarsi sul paletto. La BDK Inc. vuole chiudere i conti con la Winds of the North! Tutto sembra pronto per la combo fatale. Ma all’ultimo rinviene alla disperata Travis Miller, che butta Jaeger mandandolo a volare giù dal ring! Christophorus ci resta di sasso. Ma ecco che Morgan lo colpisce in testa ripetutamente, liberandosi e abbattendo il tedesco con una DDT! A questo punto lo sguardo di Sean incrocia quello di Travis, che passa tra le corde e si avvicina. I due poi notano la mazza da Kendo. Morgan si tuffa e la raccoglie, ma finisce preda dello scozzese, che però lo solleva brutalmente da dietro, e lo abbatte al suolo con un Freeze!!!

Immagine


E l’arbitro conta! 1... 2... e 3! No!!! Ancora una volta Sean si salva per un soffio alzando una spalla! Travis a questo punto striscia verso l’angolo e si tira su a fatica. Sta prendendo le misure per la Redemption! Ma ecco che qualcuno compare sullo stage. E’ Fred Franke!!! Mentre sul titantron compaiono le immagini dell’ufficio di Virgil Brown Jr. ridotto come fosse passato un ciclone, con la porta divelta e il cassone che stava davanti rovesciato nel corridoio, vediamo l’imbufalito Captain precipitarsi verso il ring armato con una sbarra di ferro! Travis Miller va a prendere la Kendo Stick e attende il German Superman, più riposato di tutti, che si tuffa sotto alla prima corda e si tira su minacciosamente. Il tedesco schiva un tentativo di mazzata da parte di Miller, e lo colpisce violentemente allo stomaco con la mazza! Lo scozzese cade a terra e rotola fuori dal quadrato gridando di dolore. Subito dopo è il turno di Christophorus Schmidt. L’Hunter viene colpito a una spalla con la sbarra di ferro, poi lo scatenato Fred lo lancia alle corde coordinandosi con Morgan dietro di lui...

Immagine


E i due connettono la Rise of the Empire!!! Clamoroso!!! E questa può essere davvero la fine dell’incontro! Ecco che Fred va per lo schienamento conclusivo... 1... 2...

Spoiler:
E 3!!! NO!!!!! NON E' POSSIBILE! Sigfried Jaeger si ributta sul ring alla disperata e salva le sorti del suo compagno di team e del loro regno interrompendo il conteggio!!! Il pubblico del Madison Square Garden era sul punto di infartare. Vediamo ora il Corvo rotolare via, mentre Sean Morgan gli si tuffa addosso rabbiosamente. Mentre i due si riempiono di pugni, il Fred furioso prende la rincorsa e schianta il suo terribile Knockout Kick verso Jaeger...

Immagine


Colpendo per sbaglio Sean Morgan!!! L’Orphan, quasi decapitato, ruzzola fuori dal ring. Fred si mette le mani alla testa mentre osserva il prode fratello a terra tramortito. Poi però si gira verso uno Jaeger sorridente, fulminandolo con uno sguardo infuocato. Eccolo partire di corsa verso Sigfried, che arretra di un paio di passi e gli rifila un calcio allo stomaco alla disperata. Il Best from the West poi getta Franke alle corde, dopo di che prova a bloccarlo per la Gegen Monstrum! Ma un German Gorilla fuori di sé dalla rabbia si libera con furia, blocca a sua volta Jaeger e lo rovescia a terra con un violento German Suplex!

Immagine


Sigfried atterra malamente e rotola sull’apron, tenendosi il collo. Fred Franke si rialza in piedi a centro ring e urla in aria la propria rabbia, guardandosi intorno tra i fischi del pubblico, che poi però esulta! Franke si gira... E viene centrato in piena faccia da un Gatykick devastante!!!

Immagine


Shawn Gates è ancora della partita!!! Mentre Fred resta giù letteralmente distrutto, l’Ultimate Rebel si accascia per i postumi della rovinosa caduta dalle gradinate. Dopo di che eccolo gattonare verso Franke per lo schienamento decisivo... Ma Christophorus Schmidt arriva alle sue spalle e lo colpisce alla schiena con un colpo di Kendo Stick! Il tedesco, con gli occhi spiritati, tira su a forza il wrestler texano, dopo di che lo mette in posizione per la Neutralisator!!! Gates resiste dando fondo alle energie e si libera, respingendo il tedesco sulle corde, poi lo afferra al volo...

Immagine


Gates of Hell!!! Gates of Hell!!! Gates of Hell!!! Ecco lo schienamento! Schienamento su Schmidt! 1... Vediamo Sigfried Jaeger tentare di rientrare nel ring disperatamente!... 2... Ma Travis Miller blocca una gamba al Best from the West, ostacolandolo!... 3!!!!!!!!!! E’ FINITA! E’ FINITA! I NO MORE HEROES CE L’HANNO FATTA! SHAWN GATES E TRAVIS MILLER CORONANO IL LORO SOGNO E SI LAUREANO CAMPIONI DI COPPIA!!!!!

JR: The winners of this Match, and the NEW TWC World Tag Team Champions... NOOOOO MOOOOORE HEEEEEROOOOOOES!!!!!



Mentre il pubblico esplode esultando, ecco che parte a manetta la theme dei nuovi campioni coppia! Vediamo sul ring l’esausto Shawn Gates mettersi a sedere coprendosi il viso dall’emozione. Dopo un pò, ecco che Travis Miller lo raggiunge e lo aiuta a tirarsi su. I due compagni di team si abbracciano quasi con le lacrime agli occhi. Ed ecco che l’arbitro Vincent Good consegna a Gates e Miller i TWC World Tag Team Titles. Shawn rimira la cintura a lungo, poi la alza al cielo assieme al Child of Ice tra le ovazioni dei fan del Madison Square Garden.

Immagine


Nel frattempo vediamo un deluso Sigfried Jaeger, seduto accanto alle transenne, battere ripetutamente un pugno a terra e osservare con disgusto i nuovi campioni di coppia. Christophorus Schmidt, invece, rotola a fatica fuori dal ring cerca di rimettersi in piedi a fatica, minacciando di morte gli arbitri e gli official che provano ad avvicinarsi a lui per aiutarlo. Quanto ai Dawn of Empire, arrivati anche loro più volte vicinissimi alla vittoria finale, vediamo Fred, scivolato fuori dal ring, tirarsi su con l’aiuto delle transenne e avvicinarsi a Sean Morgan, che vediamo in ginocchio mentre scuote il capo guardando a sua volta i No More Heroes festeggiare a centro ring con i titoli tanto ambiti. Che colpo di scena, amici telespettatori. Dopo sei mesi di dominio, si chiude così l’era titolata della Bruderschaft Der Krahe Incorporated nella categoria Tag della Total Wrestling Corporation, al termine di un Manhattan Odissey Match letteralmente folle, infinito e incerto fino all’ultimo secondo. E con le immagini di Shawn Gates e Travis Miller, che risalgono la rampa e si girano sullo stage a festeggiare nuovamente col pubblico la loro grandiosa impresa, noi andiamo in pubblicità. Ma restate con noi, perchè Alpha Horizon continua! Don’t. Change. The Channel!!!!!





Up Next: Interviste


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2016
MessaggioInviato: 11/03/2016, 21:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Immagine

Al termine di una breve pausa pubblicitaria, torniamo LIVE dal Madison Square Garden di New York City, dove si sta svolgendo il nuovo special event della TWC, Alpha Horizon. Le immagini ci conducono dietro le quinte, dove troviamo "Big Money" Tyler Nolan, che, scortato da alcune guardie della sicurezza, si sta dirigendo verso l'uscita dell'arena. L'ex TWC cammina con passo svelto, tenendo in alto lo sguardo, uno sguardo fiero, pieno d'orgoglio, impavido.

??: Tyler! Tyler!!

Immagine

Ed ecco che il gruppo viene raggiunto da Ally Sullivan, la giovane e raggiante intervistatrice della TWC. Diversamente dal solito, però, sul suo volto non vediamo alcun sorriso, infatti la ragazza ha un'espressione seria, in cui traspare persino un po' di preoccupazione, mentre si avvicina verso Tyler Nolan, che, senza destarle nemmeno uno sguardo, continua a camminare a gran passo. Ally Sullivan, allungando il microfono verso il "Big Money", lo insegue.

AS: Tyler, perché? Per quale motivo sei intervenuto durante l'incontro di tuo fratello?

Tyler Nolan sorride, mentre continua a camminare, tenendo diritto lo sguardo.

AS: Tyler, perché sei tornato in TWC? Quali sono le tue intenzioni ora, Tyler?

Improvvisamente il "Big Money" si ferma, insieme a lui fanno lo stesso le guardie della sicurezza. Sul volto di Nolan è scomparso il sorriso di prima, mentre, con uno scatto, si volta verso la giovane intervistatrice. Quest'ultima lo osserva, immobile, impassibile, mentre Tyler le si avvicina...e la bacia!! Un bacio duraturo, appassionato, sotto lo sguardo perplesso delle guardie della sicurezza, che termina solo dopo alcuni secondi, prima, però, che la security intervenisse, dividendo il lottatore della FWP dalla giovane, che ora tiene chino il volto divenuto improvvisamente rosso. Tyler Nolan sorride, fa passare la lingua sulle labbra, dopodiché si allontana, dirigendosi verso l'uscita dell'arena.

/-----------/


Immagine

Al termine di un rapido spot pubblicitario, eccoci di nuovo LIVE dal Madison Square Garden, dove si sta svolgendo TWC Alpha Horizon, il primo special event della Total Wrestling Corporation del 2016. Le immagini ci conducono dietro le quinte, dove troviamo il giovane intervistatore della TWC Daniel Carson, che, armata di microfono, è pronto per una nuova intervista.

DC: Signore e signori, ecco a voi i miei ospiti...

??: DANIEL!! DANIEL!! Ehi, ehi, Daniel!

Immagine

...ecco che, alla sinistra di Daniel Carson, fa la sua comparsa Maximilian Powell, che, allegro, indossa il suo cappello e tiene fra le mani un portatile!

MP: Ehi, Daniel, sto navigando! Sono connesso con la rete, sono su twitter, facebook, instagram, sto interagendo con i milioni e milioni di nostri fan sparsi in tutto il mondo, che bello internet!

Mentre Maximilian Powell smanetta allegramente sulla tastiera, Daniel Carson, tenendo un sorrisetto di circostanza, prova a porgli una domanda.

DC: Maximilian, quali sono le tue impressioni dopo la vittoria di tuo fratello contro Samuel Nolan?

MP: Ehi, Daniel, lo sai che hai più di mezzo milione di amici?! Molte donne ti fanno i complimenti..."salutaci quel figo di Daniel"..."sai per caso se è impegnato il nostro Daniel? Sono follemente innamorata di lui!!"..."ma perché non lo clonano così da soddisfare i desideri di noi donne..."...

Daniel Carson allunga lo sguardo per leggere di persona i messaggi delle sue fan...Maximilian, divenuto improvvisamente serio, con uno scatto chiude il portatile!

Immagine

...alla destra di Carson, ecco comparire Max Powell! Questi, toccandosi e strappandosi alcune ciocche dei suoi capelli, osserva il giovane intervistatore con espressione vaga, persa, gli occhi sono spalancati...Daniel indietreggia con lo sguardo, ora è circondato dai due fratelli Powell, che lo osservano minacciosamente...

MP: Max e Maximilian Powell sono qui, piccolo Daniel! Max e Maximilian Powell sono qui, TWC Universe! Max e Maximilian Powell hanno abbattuto l'uomo nero, sono sazi...per stanotte. La fame, la sete non si placheranno certo con le membra maleodoranti e il sangue caldo della carcassa putrescente del piccolo Nolan: l'inizio non è ancora giunto, la fine arriverà, per te e per tutti, "The Era of Powell", "The Era of POWER" sta bussando...non aprite quella porta, scappate, non pensateci, scappate!

Daniel Carson osserva, inquieto, senza parole...

MP. ORA!!

Il giovane intervistatore si scansa e fugge via sotto lo sguardo soddisfatto dei fratelli Powell.

MP: "The Era of Powell", "The Era of Max & Maximilian POWELL"...fuggite, fuggite, sciocchi, fuggite...

Il collegamento termina qui, sulle immagini dei due fratelli Powell.



Up Next: TWC 15 Championship on the line: Nick Carroll Vs. Jack Keenan


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2016
MessaggioInviato: 11/03/2016, 21:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Bentornati dal Madison Square Garden di New York con TWC Alpha Horizon! Nell'area del ring tutto è pronto per il prossimo match! Jessica Rose si appresta ad annunciare l'incontro.

Immagine


JR: The following contest is a thirty minutes Ironman Match for the TWC Fifteen Championship!



Immagine


La prima theme a risuonare nell'arena è quella dello sfidante, Jack Keenan, che non si fa attendere, presentandosi sullo stage già in ring gear, eccezion fatta per la ormai consueta maglietta "Justice through Pain", sotto la quale, per l'occasione, è stata disegnata la cintura di 15 Champion. Il Pain Deliverer, accolto da una reazione parzialmente mista - ma sembrano più i fischi degli applausi per lui - si avvia verso il ring senza guardare il pubblico, lo sguardo fisso sul quadrato.

JR: Making his way to the ring, the challenger! From Atlanta, Georgia, he stands six feet tall, weighing one hundred and ninety pounds, he il the Pain Deliverer, Jack Keenan!

Giunto a destinazione, Keenan lancia tra gli spalti la sua maglietta, per poi salire sulla seconda corda e fissare il suo sguardo, stavolta, sullo stage, dove a breve dovrebbe arrivare il campione.



"Fireproof" non si fa attendere e dopo qualche istante ecco arrivare Nick Carroll, che alza al cielo il titolo degli Ironman.

Immagine


Carroll guarda negli occhi Keenan e lo punta con il dito indice.

JR: And his opponent! From Boston, Massachussets, he stands six feet tall, weighing one hundred and eighty-three pounds, he is the TWC Fifteen Champion: the Engineer, the Brain Damager, Nick Carroll!

Il bostoniano raggiunge il quadrato e va immediatamente ad alzare la cintura in faccia a Keenan. L'arbitro Thomas Kiley separa i due lottatori prima che scatti la rissa. L'ufficiale si fa poi consegnare il titolo, e dopo averlo consegnato a Jessica Rose, dà il via alla contesa.

30 Minutes Iron Man Match - Nick Carroll (c) vs Jack Keenan


Suona la campanella e, sul titantron, parte il conto alla rovescia: i 30 minuti sono ufficialmente iniziati. I due rivali si avvicinano e vanno faccia a faccia, al centro del ring: lo scambio di sguardi si prolunga per qualche istante, poi il primo a fare un mossa è Keenan, che si lancia in avanti. Carroll non si fa però trovare impreparato, afferra per il collo l'avversario e lo porta a terra con un Headlock Takedown. L'arbitro va a controllare se le spalle di Keenan siano a terra e sta iniziando a contare, ma il Pain Deliverer riesce, da terra, ad arpionare con le gambe il collo di Carroll, che a sua volta si libera con un kip-up. I due si rialzano immediatamente e subito Keenan, slanciatosi in avanti, afferra Carroll e lo riporta al tappeto, a sua volta con un Headlock Takedown. Stessa sequenza di prima, solo a parti invertite: l'ingegnere chiude le sue gambe intorno alla testa di Keenan, che sguscia via con un kip-up. I due rivali sono subito di nuovo in piedi e Keenan, ancora una volta, non perde tempo per lanciarsi in corsa su Carroll: il 15 Champion, però, si abbassa ed evita l'attacco, poi, quando il Pain Deliverer torna dopo essere rimbalzato sulle corde, evita con un salto, infine lo segue alle corde e, di rimbalzo, lo sorprende con una Clothesline.

Immagine


Con l'avversario a terra, Carroll si lancia nuovamente alle corde: Keenan rotola però verso di lui, evitando un eventuale attacco, poi, quando il Brain Damager torna di rimbalzo dalle corde del lato opposto del ring, vi salta sopra, infine segue Carroll e, quando questi si gira dopo l'ultimo rebound, lo travolge con una nuova Clothesline.

Immagine


Sequenza fotocopia rispetto a quella eseguita prima da Carroll. Keenan si esalta per la cosa: l'ingegnere, rialzatosi quasi subito, sembra chiedere spiegazioni con lo sguardo e l'avvocato gli urla in faccia di provare a fare la stessa cosa meglio di lui. A dimostrazione di ciò, Keenan rimane a braccia aperte a centro ring, nella posizione perfetta per subire una nuova Clothesline... ma Carroll scuote la testa e, lanciatosi in avanti, getta a terra Keenan con un placcaggio in puro stile rugbystico, per poi travolgere il rivale con una serie di pugni al volto. Il Pain Incarnate riesce a rotolare all'indietro e cerca di trovare un po' di respiro all'angolo, ma il 15 Champion gli si lancia nuovamente addosso con un Corner Splash e poi, salito sulla seconda corda, inizia a colpirlo con una nuova serie di pugni, scanditi dal conteggio del pubblico: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8... Keenan sguscia sotto le sue gambe e gli afferra un piede, mandandolo a sbattere sul turnbuckle. Ora è Carroll quello all'angolo: è allora il turno per Keenan di salire sulla seconda corda e contrattaccare con dei Corner Punches, a loro volta accompagnati dal pubblico. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9... Carroll riesce ad afferrare per il collo il rivale e a metterlo all'angolo, invertendo nuovamente la situazione. Keenan provoca allora Carroll, sfidandolo a colpirlo di nuovo con la sua tipica serie di pugni all'angolo: l'ingegnere pare intenzionato a farlo, ma invece connette con una Chop al petto che risuona per tutta l'arena. Il Pain Deliverer, boccheggiando, cerca di allontanarsi dall'angolo e, al tempo stesso, di mantenersi in piedi con l'aiuto delle corde: Carroll, presa una certa rincorsa, salta in avanti, afferra per il collo Keenan e va per la Implant DDT... tuttavia Keenan riesce a spingerlo via, l'ingegnere atterra in piedi, ma viene colto di sorpresa dal rivale, che gli ruba l'idea: Implant DDT.

Immagine


Carroll atterra piuttosto male sul collo, la sua schiena, nella caduta, prende una piega non troppo naturale. Keenan cerca di approfittarne per schienarlo, ottenendo un conto di 2. Il Pain Deliverer pare comunque piuttosto soddisfatto e va ad imitare la taunt tipica del 15 Champion, urlando che può fare persino quella meglio di lui. Keenan lancia poi uno sguardo al titantron, che segna che siamo poco oltre al quarto minuto di match, quindi va a rialzare Carroll e lo posiziona per la Pain Delivery... ma solleva una sola gamba del rivale e chiama non la Pain Delivery, bensì la Shutdown, finisher di Carroll. Il 15 Champion riesce a liberarsi quasi subito ed ora guarda Keenan con occhi assetati di sangue; il Pain Incarnate risponde con uno sguardo di sfida ed un sorriso beffardo, poi lo colpisce con uno schiaffo. Carroll rimane immobile, con un'espressione stupita dipinta sul viso, per qualche istante, poi il suo volto si contrae e parte all'attacco con una serie di schiaffi e colpi alle tempie! Keenan cerca di rispondere, ma sembra stia per avere la peggio, almeno fino a quando non riesce a parare un destro ed a replicare con un Dropkick quasi da fermo.

Immagine


Keenan, con una espressione selvaggia sul volto, va subito a rialzare Carroll... che però lo allontana e va a segno con un Dropkick.

Immagine


I due si rialzano quasi istantaneamente, Dropkick di Keenan!

Immagine


Non è finita qui, Dropkick di Carroll!

Immagine


Dropkick di Keenan!

Immagine


Dropkick di Carroll!

Immagine


I due rivali sono subito in piedi ed entrambi cercano di andare a segno con un nuovo Dropkick contemporaneamente!

Immagine


Keenan e Carroll si rialzano immediatamente, puntando i rispettivi sguardo negli occhi l'uno dell'altro. I due si studiano per qualche secondo, ansimanti, in quello che è sostanzialmente il primo momento di pausa in questo incontro. Trascorso qualche istante, Keenan torna a farsi avanti: Carroll, pronto, flette le gambe e salta, cercando quello che sembra l'ennesimo Dropkick... invece il 15 Champion ha mirato al punto di appoggio di Keenan, ed all'ultimo divarica le gambe, sgambettando così il rivale che finisce con le spalle a terra: 1.... 2...... kick-out di Keenan, che sfugge a questo insolito tentativo di pin e, appena Carroll torna a farsi avanti, risponde sgusciandogli alle spalle e tentando uno School Boy roll-up: 1...... 2....... non basta. I due tornano in piedi, stavolta Carroll è il più veloce e chiude il rivale in una Inside Cradle: 1....... 2....... Keenan ne esce. Prima che l'avversario si sia rimesso completamente in piedi, Keenan riesce a sgambettarlo, facendolo finire supino, per poi andare a coprirlo con una capriola in avanti: 1....... 2....... Carroll con uno sforzo addominale riesce a sollevarsi e, voltatosi di spalle, tenta di portare il rivale a terra con un Backslide. Il tentativo non va a buon fine: Keenan riesce ad evitare di appoggiare entrambe le spalle al tappeto e si allontana rotolando all'indietro. Il Pain Deliverer si lancia allora di nuovo in avanti: solo, però, per ritrovarsi sulle spalle di Carroll, che connette con la mossa in Giappone chiamata con il nome di Ushigoroshi.

Immagine


Carroll colpisce Keenan con una delle sue mosse caratteristiche, come il Pain Deliverer aveva fatto con lui precedentemente nel match. Keenan, accusando il colpo, sembra cercare di rifugiarsi all'angolo: il 15 Champion allora si posiziona all'angolo opposto, prende la rincorsa e mette a segno una Corner Jumping Clothesline, seguita da un Pelè Kick all'angolo, in sostanza la prima parte della Lethal Combination di Keenan. Il wrestler di Atlanta scivola lungo i turnbuckle, finendo seduto, appoggiato contro l'ultimo dei tre: Carroll decide allora di finire la sequenza "a modo suo", con un Broski Boot.

ImmagineImmagineImmagine


JK si tocca il capo e sgrulla rapidamente la testa per riprendersi. Carroll annuisce, ma non pare ancora soddisfatto: rialza Keenan e lo solleva, mettendolo a sedere sul terzo turnbuckle. Il 15 Champion sale poi sulla seconda corda e cerca di impostare un Superplex, ma Keenan si difende con una serie di pugni al costato, costringendo Carroll a scendere da quella posizione. Il bostoniano non desiste, però: con un balzo torna immediatamente in alto ed afferra Keenan per i capelli, è pronto per la Sitout Facebuster dalla terza corda! Il Pain Deliverer, però si salva di nuovo spingendo l'avversario a terra. Keenan cerca ora di mettersi in piedi sulla terza corda, ma Carroll è rapido nello sgambettarlo, facendolo finire con il viso contro il turnbuckle. Keenan, da quella posizione, scivola sull'apron, dove cerca a fatica di rimettersi in piedi: lo va subito a raggiungere Carroll, che non sembra intenzionato a dargli un attimo di respiro. Il 15 Champion colpisce il rivale con un violento pugno al costato, poi con un diretto in faccia, poi nuovamente con un colpo diretto alla bocca dello stomaco... ma Keenan riesce ad afferrare il braccio di Carroll e si lascia cadere a terra, facendo sbattere violentemente la spalla del rivale contro l'apron!

Immagine


Keenan si appoggia alle barricate e riprende fiato, mentre osserva Carroll contorcersi per il dolore sull'apron. Una sorriso sadico si dipinge sul volto dell'avvocato, che si avvicina nuovamente all'ingegnere e comincia ad aggirarsi intorno a lui come un avvoltoio. Lo sfidante si avventa finalmente sul campione colpendo con dei pugni la spalla infortunata e trascinando poi l'avversario vicino al paletto. Keenan fa impattare con decisione l'arto di Nick contro il palo, ripetendo l'operazione in maniera metodica diverse volte, fino a quando l'arbitro lo costringe a smettere minacciandolo di fargli perdere per squalifica la prima caduta. Carroll riesce allora a rotolare dentro al ring portandosi al petto il braccio colpito. Keenan lancia uno sguardo verso il titantron, che ci dice che a breve finirà il primo terzo dell'incontro, quindi rientra con calma dai gradoni e raggiunge il 15 Champion a centro ring, osservandolo con espressione compiaciuta. Jack si abbassa per afferrare il bostoniano ma questi lo intrappola in una Armbar con un movimento fulmineo! Nick applica pressione digrignando i denti, mentre Keenan osserva le corde, troppo distanti per essere raggiunte facilmente. Il Pain Deliverer sfrutta il braccio libero per colpire il braccio di Carroll a lui più vicino, ovvero proprio quello infortunato. Il Brain Damager tenta di resistere, ma dopo aver ricevuto cinque colpi è costretto a rotolare via con una smorfia di dolore dipinta sul viso. The Engineer prova a rimettersi in piedi, ma Keenan è stato più veloce e lo sorprende con un calcione sul braccio. Ora Jack si posiziona alle spalle del bostoniano e lo porta in posizione seduta, per poi iniziare a martoriarlo con la Keenan Special.

Immagine


Le gomitate di Keenan vanno alternativamente a segno sulla nuca, sul collo e sul braccio di Nick. Jack mette a segno una serie quasi infinita di colpi, poi schianta la testa di Carroll al tappeto, per poi alzarsi in piedi ed ergersi a braccia spalancate sopra il corpo inerme dell'avversario. Il pubblico rumoreggia e fischia il wrestler di Atlanta, che per tutta risposta prende la rincorsa e si getta su Nick con un Hyper Elbow Drop. No! Il campione riesce a scansarsi all'ultimo secondo e Keenan cade malamente a terra impattando col gomito. Nick si fionda sul rivale ed intrappola quell'arto in una Cross Armbreaker! Carroll insiste con le sue classiche sottomissioni e Keenan si divincola tentando un modo di sfuggire alla morsa. Ecco che Keenan poggia bene i piedi a terra e tenta di riportarsi in piedi. JK riesce nell'intento e prova a separarsi definitivamente da Carroll colpendo di nuovo il braccio infortunato del 15 Champion. Ma stavolta la distanza tra i due è maggiore ed il bostoniano sfrutta lo sbilanciamento di Keenan per riportarlo a terra con un colpo di reni. L'ingegnere tenta di applicare più pressione, ma con una smorfia ed un urlo di disappunto si rende conto di non riuscire a rendere più dolorosa la sua presa per via delle condizioni del suo braccio infortunato. Keenan sta infatti per raggiungere di nuovo la posizione eretta e quindi Carroll decide di interrompere la sottomissione e sgusciare lontano dal campo di azione di Keenan per evitare guai peggiori. I due si trovano ora a due angoli opposti del ring. L'avvocato è in piedi e dopo aver saggiato velocemente le condizioni del suo braccio annuisce convinto. Il Pain Deliverer si gira in direzione dell'ingegnere e fa un cenno del capo in direzione dell'arto infortunato di Carroll, con un sorriso sardonico stampato sul volto. Dal canto suo, l'Ironman Champion, rimane seduto all'angolo portandosi di nuovo il braccio al petto e respirando profondamente. Keenan invita il rivale a farsi avanti, ma Nick scuote il capo rivolgendo qualche parola allo sfidante, il quale fa spallucce e si lancia all'attacco. JK punta all'arto infortunato del campione, ma il bostoniano si è posizionato in modo da poter intercettare l'avversario con una gomitata dell'altro braccio. Il Pain Deliverer viene colpito in pieno volto e tentenna, interrompendo l'offensiva. Nick non perde tempo e va a segno con una seconda gomitata sulla fronte. Stavolta il wrestler di Atlanta accusa maggiormente il colpo ed indietreggia verso le corde. Keenan prende lo slancio e sorprende Carroll con una Clothesline... No! Il Brain Damager schiva il braccio teso. Secondo rebound di Keenan alle corde e...

Immagine


Roundhouse Kick dell'ingegnere! Lo sfidante cade a terra e Nick si precipita a schienarlo! 1... 2... no! Keenan si riprende giusto in tempo ed il risultato rimane sullo zero a zero! Jack si rimette seduto, ma Carroll ha già preso la rincorsa e lo spedisce di nuovo al tappeto con uno Shining Wizard! Nick si carica col pubblico lanciando uno dei suoi classici urli e poi si gira per risollevare il rivale. Ma Keenan è già carponi e sta strisciando verso le corde per rialzarsi. Gli sguardi dei due si incrociano e l'avvocato urla qualcosa al campione.

Keenan: Tutto qui!? Non sai colpire più forte di così!?

Immagine


Curb Stomp di Carroll! Nick preferisce rispondere coi fatti alle parole di JK e continua a sfruttare le sue manovre offensive che sfruttano gli arti inferiori! Carroll uncina la gamba dell'avvocato: 1... 2... NO! Colpo di reni dello sfidante! Nick sbatte a terra un pugno e urla nuovamente, stavolta per la frustrazione. L'ingegnere si getta sul rivale con gli occhi iniettati di sangue e lo tempesta di pugni al volto usando il braccio sano, poi rotola via e respira profondamente, cercando di mantenere la calma. Qualche secondo e Nick si rimette in piedi, mentre Jack sta di nuovo strisciando lentamente verso le corde. Carroll osserva la scena e annuisce convinto.

NC: Questa è per Michael!

Il bostoniano prende la rincorsa alle corde e colpisce il rivale con una ginocchiata in caduta alla nuca, usando una mossa tipica del suo amico. Stavolta il 15 Champion non va allo schienamento, ma aspetta che Keenan torni in posizione carponi e si lancia nuovamente alle corde, alzando la gamba per il Curb Stomp... tuttavia l'avvocato evita rialzandosi di scatto e portandosi alle spalle di Carroll: da questa posizione il Pain Deliverer spinge Carroll, che era già in corsa, verso le corde, e al rebound connette con una Dragon Suplex.

Immagine


Keenan chiude la mossa con uno schienamento a ponte: 1...... 2....... Carroll alza una spalla. Il Pain Incarnate non lascia però che il rivale gli scivoli via all'indietro: con una capriola all'indietro si porta infatti a cavalcioni su di lui e, afferratogli il braccio infortunato, lo chiude in una Fujiwara Armbar. Abbiamo appena superato la prima metà del match ed ora Nick Carroll pare in difficoltà, sta urlando per il dolore: Keenan, in tutta risposta, aumenta la pressione, torcendogli la mano ed un paio di dita - il che gli vale un richiamo da parte dell'arbitro. Con Keenan esattamente sopra di lui, Carroll non pare riuscire a raggiungere le corde, ma in qualche modo è in grado di girarsi in posizione supina e, da qui, a riportarsi in posizione eretta: Keenan rimane aggrappato al suo braccio, ma questa non si rivela la strategia migliore, in quanto Carroll riesce, girando su sè stesso, a lanciarlo fra seconda e terza corda. Il Pain Deliverer finisce così sull'apron: rimessosi in piedi, cerca di colpire il rivale con un Enzeguiri dall'apron, ma Carroll blocca l'iniziativa con il braccio sano e poi, con lo stesso braccio, va a segno con un pugno alla tempia dell'avversario. Carroll cerca ora di approfittare dell'attimo di respiro che si è guadagnato con questo colpo e mette in posizione Keenan, che è sempre sull'apron, per un Suplex... ma tutto ad un tratto il rivale afferra il suo braccio infortunato e lo chiude in una nuova Armbar, sfruttando la pressione offerta dalle corde.

Immagine


Carroll urla ancora di dolore, ma questa volta deve solo resistere fino al conto di 4 dell'arbitro, che obbliga Keenan a mollare la presa per non subire una sconfitta per squalifica. Il 15 Champion rotola fino alle corde dell'angolo opposto, dove cerca di rialzarsi in piedi utilizzando solo il braccio sano. Keenan, però, nel frattempo lo raggiunge e chiude l'altro braccio in una chiave articolare facendo leva sulle corde, mantenendo la presa ancora una volta fino al conto di 4 del referee. Subito dopo Jack Keenan tira a sè il rivale e, girandosi di scatto su sè stesso, lo fa finire bruscamente a terra con un Arm Takedown: fatto ciò, il Pain Deliverer finisce la sua opera piegando all'indietro, in una posizione innaturale, il braccio infortunato dell'avversario, e poi colpendolo con un violento Stomp. Keenan tenta uno schienamento, ma ottiene solo un conto di 1. Il Pain Deliverer, con un sorriso sadico dipinto in faccia, prende il rivale per i capelli e lo costringe a rialzarsi: piega il suo braccio dietro la schiena e va a segno con uno Snap Suplex, che di conseguenza va a colpire in particolare l'arto infortunato di Carroll: conto di 2 per lo sfidante. Keenan ripete la stessa manovra, ottenendo un altro conto di 2: stizzito, rialza Carroll e per la terza volta si accinge a connettere con lo Snap Suplex, tenendo il braccio del rivale ben fisso dietro la sua schiena... ma questa volta all'ultimo secondo il 15 Champion riesce a liberarsi e reagisce prontamente con una Scoop Slam, eseguita quasi soltanto con un solo braccio!

Immagine


Il pubblico applaude la prova di forza di Carroll, che nel momento di difficoltà è riuscito a prendere di sorpresa l'avversario con una mossa improvvisa. Il bostoniano è ora crollato in posizione seduta, sta cercando nuovamente di trascinarsi verso le corde con il braccio sano. Ancora una volta, il primo tra i due a rimettersi in piedi è Keenan, che raggiunge subito il rivale e lo costringe a tirarsi in piedi: Carroll si fa però trovare pronto e reagisce con un gancio con il braccio sano che fa arretrare il rivale, dandogli lo spazio per andare all'attacco con una Clothesline. Keenan si rialza quasi subito, appena in tempo per subire una nuova Clothesline dal braccio non infortunato di Carroll. Il 15 Champion si lancia alle corde, rebound e Forearm Smash sullo sfidante. Questa volta, per colpirlo Carroll ha dovuto usare anche il braccio malandato e pare aver bisogno di qualche secondo per recuperare: Keenan, rimessosi in piedi, cerca di approfittarne per tornare all'attacco in corsa, ma l'Engineer si abbassa, evita e mette a segno una Backstabber. Di nuovo, Carroll riesce a portare a termine un'offensiva colpendo l'avversario con una mossa poco usuale. Keenan, tenendosi la schiena, rotola verso l'angolo opposto: Carroll tenta ora una Corner Splash, ma questa volta il Pain Deliverer lo accoglie con una gomitata al mento che arriva quasi a stordirlo. Il 15 Champion arretra a centro ring, Keenan lo afferra per un braccio e glielo torce, girando su sè stesso... ma Carroll blocca qualsiasi altra iniziativa con un improvviso Superkick!

Immagine


Keenan barcolla, pare stordito, ma non crolla a terra... e out of nowhere colpisce Carroll alla tempia con la Killshot!

Immagine


Carroll indietreggia, ma riesce, puntellandosi su un ginocchio, a non finire al tappeto... e dal nulla connette uno Step-up Enzeguiri!

Immagine


Entrambi rimangono al suolo, ansimanti, mentre il pubblico applaude questo scambio: quasi 21 minuti di battaglia, dice il titantron. I due rivali si rialzano quasi contemporaneamente, appoggiandosi l'un l'altro per rimettersi in posizione eretta. E' Keenan il primo a passare all'attacco, colpendo Carroll con un pugno dritto al mento: il 15 Champion risponde a sua volta con un pugno, dato con il braccio sano. Pugno di Keenan. Pugno di Carroll. Pugno di Keenan. Pugno di Carroll. Pugno di Keenan. Pugno di Carroll... no, questa volta Keenan riesce ad intercettare il colpo, complice il fatto che viene sempre dal braccio sano di Carroll. Keenan se la ride... ma Carroll lo sorprende con un gancio che arriva dal braccio infortunato! Mossa a sorpresa del campione, che ora si tiene l'arto dolorante, ma è riuscito a stendere Keenan. Il vantaggio, comunque, dura poco, poichè Keenan, appena si rialza, afferra per i capelli Carroll, ancora dolorante, e lo scaglia fuori ring oltre la terza corda. Il Pain Deliverer, con uno sguardo quasi spiritato, attende che il rivale si rialzi e si lancia alle corde per un Suicide Dive... ma Carroll lo intercetta con un gran calcio. Keenan rotola sull'apron, tramortito, dove a sua volta sale Carroll per mettere a segno uno stupefacente Neckbreaker!

Immagine


Il 15 Champion pare aver urtato l'apron con il braccio infortunato, e questo gli costa qualche secondo prezioso, prima di riuscire a far rotolare il rivale dentro il ring ed a provare lo schienamento: 1...... 2........ non basta. Carroll, con lo sguardo determinato ben puntato verso Keenan, indietreggia fino all'angolo, dove sale sulla terza corda, con l'aiuto di un solo braccio. Il Brain Damager, senza distogliere gli occhi da lui, aspetta pazientemente che l'avversario sia di nuovo in piedi. Carroll sembra voler provare il suo Crossbody... ma poi scuote la testa. JK è in perfetta posizione per subire una Flying Assassination e Nick si lancia! Keenan riesce dal nulla a colpirlo al braccio infortunato!! Carroll crolla al tappeto, contorcendosi per il dolore, ma Keenan gli è subito sopra e lo rinchiude nella Pain Injection!!

Immagine


Carroll potrebbe pagare carissimo il suo errore! Il campione si trova esattamente a centro ring, inoltre Keenan, nel chiudere la sua mossa di sottomissione più letale, ha cercato di far sì che il braccio del rivale fosse il più piegato all'indietro possibile, in modo da far sì che la pressione non sia solo sul suo collo, ma anche sul braccio infortunato. La situazione, a più di sei minuti dalla fine del match, pare molto complicata per il bostoniano: se ne accorge anche l'arbitro, che va immediatamente a chiedergli se vuole arrendersi. Il 15 Champion, in risposta, urla di no ed inizia a trascinarsi verso la corda più vicina, anche se piuttosto lentamente: Keenan, allora, si piega ancor di più all'indietro, aumentando ulteriormente la pressione sul rivale. Carroll, ormai ad un paio di metri dalle corde, si arresta di colpo: l'arbitro si avvicina subito per controllare se sia ancora cosciente e, verificato ciò, se abbia deciso di cedere. L'Engineer scuote la testa debolmente... e, con un ultimo slancio, riesce disperatamente ad afferrare la corda più bassa! Keenan, costretto a lasciare la presa, non riesce a credere ai suoi occhi: sbatte più volte i pugni al tappeto, urla qualcosa al referee, poi va a rialzare bruscamente il rivale e lo posiziona per la Pain Delivery... ma con la forza della disperazione Carroll riesce a ribaltare la situazione, SHUTDOWN A SEGNO!!!

Immagine


Nonostante il braccio martoriato Nick è riuscito ad eseguire il caricamento di una delle sue mosse più letali! E ora va a schienare! 1......... 2.............. 3!! 3? C'è il 3? Carroll pare convinto di sì, visto che si alza di scatto in piedi ed esulta, ma l'arbitro gli fa segno che non è così. Il 15 Champion, quasi strappandosi i capelli, chiede il motivo, ed in tutta risposta il referee gli indica la gamba di Keenan, appoggiata alla corda più bassa. Il replay ci mostra come è andata: per via del braccio infortunato, al momento del pin Carroll non è riuscito a mantenere arpionata la gamba di Keenan, che è finita, appunto, sulla corda. Il 15 Champion, ancora incredulo, quasi disperato, va a raccogliere il rivale: lo rialza, urlandogli che è stato solo fortunato, e malgrado le condizioni del suo arto superiore, gli circonda il busto con le braccia, mettendolo in posizione per una German Suplex... ma Keenan all'improvviso gli afferra il braccio infortunato e glielo torce, costringendolo a mollare la presa. Carroll si volta, contorcendosi per il dolore, ed è il turno per Keenan di afferrarlo alle spalle... LAST THOUGHT DI KEENAN!! Keenan colpisce Carroll rubando una delle sue mosse finali!!

Immagine


1............. 2.................. no!! Kick-out di Carroll! Il 15 Champion alza la spalla appena in tempo! Keenan si mette le mani nei capelli e sbarra gli occhi, ma non pare voler sprecare tempo prezioso: ora afferra il rivale per il braccio infortunato e lo trascina verso un angolo del ring, posiziona la sua testa fra le proprie gambe, lo solleva sulle sue spalle...

Immagine


... FINAL PUNISHMENT!!! Final Punishment a segno!! Keenan ha appena utilizzato la mossa migliore di Michael Murphy, il grande amico di Nick Carroll! 1................ 2................. non basta ancora! Carroll non molla! Questa volta il Pain Deliverer sembra veramente incredulo, si rialza scuotendo quasi ossessivamente la testa e va faccia a faccia con l'arbitro, urlandogli addosso che quello era un tre. Il referee si tira parzialmente indietro, ma è ben fermo nel indicare che il conto è arrivato solo a due: Keenan, allora, con il lineamenti del volto contratti, torna ad avvicinarsi all'arbitro ed ora è a pochi centimetri dalla sua faccia... tutto ad un tratto Carroll torna nell'inquadratura e rimbalza alle corde per uno Springboard Roundhouse Kick! JK riesce tuttavia ad abbassarsi ed il calcione colpisce solo l'arbitro, che finisce fuori ring, stordito. Carroll, intento a guardare in direzione del referee, non si avvede dell'improvviso Forearm di Keenan, che lo mette al tappeto. Il Pain Deliverer, tutto ad un tratto, si ritrova ad essere l'unico rimasto in piedi sul quadrato: lancia uno sguardo al titantron, che segna circa quattro minuti alla fine, poi, con un sorriso beffardo, scende allora nella zona del timekeeper; pochi secondi dopo, è di ritorno sul ring con la cintura del 15 Championship in mano. Jack Keenan ora brandisce il titolo come un'arma e attende, ansimando, che il rivale si rialzi in piedi. L'Engineer è adesso in ginocchio, il Pain Deliverer fissa il suo sguardo su di lui, poi lo sposta sulla cintura, poi di nuovo su Carroll, poi di nuovo sulla cintura... la posizione di Keenan si fa man mano meno rigida, i suoi muscoli sembrano meno tesi e pronti all'attacco: JK sta ora guardando solo la cintura, con uno sguardo piuttosto enigmatico. Alla fine, il wrestler di Atlanta scuote la testa e lascia cadere la cintura fuori ring. Keenan sospira, alzando gli occhi verso gli spalti gremiti, poi torna a girarsi verso Carroll...

Immagine


... Superkick! E poi Zig Zag! Combo improvvisa di Carroll, che stende lo sfidante. Il 15 Champion si getta quasi a peso morto su di lui e aspetta che l'arbitro, lentamente, rotoli di nuovo sul ring per contare lo schienamento: 1........... 2.............. kick-out all'ultimo secondo! I due, sfiniti, rimangono a terra, mentre il pubblico tutt'intorno intona cori per entrambi. Il primo dei due a rialzarsi è Nick Carroll, che cerca di costringere anche l'avversario a rimettersi in piedi... ma viene sorpreso da una improvvisa Arm DDT al braccio infortunato! Carroll rimane dolorante a centro ring, Keenan invece con una capriola si porta all'angolo opposto e qui si carica per la Kill Keenan Kill: il Pain Deliverer si lancia in avanti... ma Carroll si sposta e KEENAN FINISCE CONTRO IL TURNBUCKLE!!! Keenan, che pare aver sbattuto la testa contro il tappeto, rimane immobile, Carroll lo va a raccogliere e questa volta è lui a connettere con la sua finisher: LAST THOUGHT!!!

Immagine


Con entrambi a terra e con il cronometro, sul titantron, che continua a scorrere all'indietro, Carroll rotola ora verso il rivale, è la sua occasione migliore per coprirlo... ma Keenan, forse con un ultimo sprazzo d'energia, forse solo per istinto, è rotolato fuori ring. Nick si mette le mani in testa e sgrana gli occhi. Ora il bostoniano scivola fuori dal quadrato e, con grande sforzo visto le sue precarie condizioni, getta di nuovo Keenan sul ring. Nick si mette in posizione per attaccare lo sfidante mentre Jack sta cercando di rialzarsi. Finalmente l'avvocato ci riesce, seppur barcollando, e viene colpito dalla Jumping DDT del campione... no! Keenan riesce a scrollarsi di dosso Carroll prima che possa completare la mossa e l'ingegnere cade a terra pesantemente! JK cerca di capitalizzare al massimo e si getta come una preda sul rivale per chiuderlo di nuovo nella Pain Injection!

Immagine


Mancano meno di due minuti dalla fine quando Keenan riesce a chiudere per la seconda volta la sua sottomissione su Carroll! Il bostoniano è di nuovo a centro ring, in una situazione disperata! Il campione striscia verso le corde, ma presto le forze gli vengono a mancare! Nick si ferma e l'ufficiale gli chiede se vuole cedere. Il Brain Damager urla di no e tenta di divincolarsi, agitando a vuoto il braccio libero. JK va ad applicare ancora più pressione e il 15 Champion rallenta i suoi movimenti... fino a fermarsi! Keenan chiama a gran voce Kiley per fargli controllare se Carroll è svenuto. L'arbitro esegue e lascia cadere il braccio di Nick, il quale riesce a fermarlo prima che cada a terra! Nick non smette di lottare, ma non riesce nemmeno a trovare un modo di uscire dalla presa, quando mancano sessanta secondi al termine del match! Carroll ha uno sguardo vacuo ed il volto viola, sembra stia di nuovo perdendo i sensi! Keenan rovescia rapidamente la presa in un Roll Up! 1... 2... NO! Carroll trova le forze per un kickout! Ma il Pain Deliverer non lascia la presa e Nick è ancora intrappolato nella Pain Injection! Nick è però più vicino alle corde e allunga il braccio per toccarle... non ci arriva! Carroll riesce a strisciare qualche centimetro più avanti e... Jack Keenan lo allontana di nuovo e riesce a tramutare la sua sottomissione!

Immagine


Ora JK fa leva direttamente sul braccio infortunato di Carroll! Il bostoniano cerca le corde con i piedi, ma invano! Mancano ancora trenta secondi alla fine della contesa, il pubblico è tutto in piedi! Nick continua a scalciare e ad urlare di dolore! Kiley gli chiede ancora una volta se vuole cedere!

NC: NOOOOOOO!

Carroll gli risponde urlando a squarciagola e Keenan a sua volta intensifica più che può la presa! Nick sta per svenire di nuovo! Dieci secondi alla fine e Carroll non si muove! Thomas Kiley va di nuovo a prendergli il braccio e lo lascia cadere a terra... SI FERMA! CARROLL SI RIPRENDE DI NUOVO! ED IL TEMPO FINISCE! L'incontro termina senza cadute e come successo il mese scorso Carroll si conferma campione! Kiley separa Keenan da Carroll e lo sfidante si mette le mani nei capelli. Keenan urla che non è possibile! Il campione è ancora accasciato a terra, ma sbatte contro il tappeto il pugno del braccio sano, evidentemente anche lui non è soddisfatto dall'esito di questo incontro.

JR: The result of this match is a draw. Still TWC 15 Champion, Nick Carroll!

Spoiler:


Immagine


Attenzione! Virgil Brown Jr si presenta sullo stage microfono alla mano! Il General Manager si rivolge al pubblico.

VB: A voi non è piaciuto il finale di questo match, giusto?

Gli spettatori rispondono positivamente. Virgil si volta verso i lottatori.

VB: Neanche a voi due è piaciuto.

Keenan annuisce vigorosamente. Carroll osserva da terra il GM, boccheggiante. Brown si tocca ora il petto con la mano.

VB: Ma soprattutto, a me non è piaciuto. Perciò... Overtime. Sudden Death Rules. Divertitevi.

Il GM lascia immediatamente la scena, i due lottatori si rimettono in piedi, ognuno ad un angolo, ed il match riparte su ordine di Kiley! Keenan si fionda su Carroll, che si abbassa evitando una Clothesline e poi prova uno Springboard Roundhouse Kick! Stavolta la mossa va a segno! Nick osserva la posizione del rivale e sale lentamente sulla terza corda... Il campione aspetta che Keenan si rialzi e stavolta annuisce, prima di gettarsi per un Crossbody! MA KEENAN LO PRENDE AL VOLO! E...

Immagine


PAIN DELIVERY! A SEGNO! SCHIENAMENTO DI JACK! 1... 2... 3! NOOO! ENNESIMO KICKOUT DI CARROLL! E Carroll si rimette immediatamente in posizione seduta, invitando Keenan a colpirlo! Jack, che si trova in ginocchio vicino a lui, non se lo fa ripetere e va a segno con un destro! Carroll non barcolla e si porta anch'egli in ginocchio e risponde con una gomitata del braccio sano! Anche JK accusa solo lievemente il colpo ed entrambi sono ora in piedi. Sinistro di Keenan, ma immediato uppercut di Carroll! Gomitata di Keenan! Ancora gomitata del Pain Deliverer! E ancora, ancora, ancora! Carroll barcolla... ma all'improvviso afferra la testa dello sfidante e lo tempesta di ginocchiate al volto! Uno schizzo di sangue esce dal naso di Keenan! Nick lo lascia e subito lo colpisce con un Roundhouse Kick! Jack non cade, rimbalza alle corde... E MOSTRA LE DITA MEDIE A CARROLL, UNO SGUARDO INDEMONIATO SUL SUO VOLTO INSANGUINATO! Per tutta risposta Carroll va di nuovo con un Roundhouse Kick! E con uno sforzo sovrumano...

Immagine


SHUTDOWN! 1... 2... 3! Questa guerra è finita.

JR: Here's yuor winner and still TWC 15 Champion, Niiiiick Caaaarroooll!

I due lottatori giacciono inermi a terra, circondati dal fracasso del Madison Square Garden ancora in visibilio. Kiley riconsegna la cintura a Carroll, il quale non riesce nemmeno a festeggiare. Il bostoniano scivola fuori dal ring sorretto dall'arbitro, cintura in mano e sguardo perso nel vuoto. Keenan, sul ring, striscia invece verso l'angolo opposto, dove riesce a mettersi in posizione seduta, con l'aiuto della corda più bassa. Il Pain Deliverer, con lo sguardo vacuo che non punta alcuna direzione in particolare, si passa le mani sul volto e nei capelli, trascinando un po' su tutto il viso il sangue. Tutto ad un tratto, Keenan rotola fuori dal quadrato e si dirige verso l'area del timekeeper: si ferma a pochi metri da quella zona, con lo sguardo perso nel punto in cui, fino a pochi minuti fa, era posto in bella vista il 15 Championship. Keenan scuote la testa, si pulisce un'ultima volta il viso e poi si dirige verso il backstage, zoppicando, con lo sguardo rivolto verso il basso. Una volta arrivato sullo stage il wrestler di Atlanta si gira, e solo in questo momento pare accorgersi del pubblico che lo circonda e che lo saluta con un boato. Keenan pare avere un sussulto e si tiene in piedi appoggiandosi alla struttura del titantron, poi, lanciata un'ultima occhiata lungo gli spalti, rientra definitivamente nel backstage.





Up Next: Mr. Zanou


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2016
MessaggioInviato: 11/03/2016, 21:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting

... ATTENZIONE!! All'interno dell'arena risuona una musica d'ingresso a noi sconosciuta!! Il pubblico rumoreggia, l'attenzione di tutti si sposta sullo stage...

Immagine

... ed ecco che, sullo stage, fa il suo ingresso un uomo misterioso, che, senza destare particolare attenzione alla folla che lo circonda, percorre velocemente la rampa d'accesso, dunque, giunto nei pressi del ring, sale su di esso attraverso i gradoni d'acciaio, infine si posiziona al centro del quadrato, attorno a lui il TWC Universe rumoreggia: l'uomo misterioso indossa un completo elegante, sotto il quale porta una cravatta, al collo ha una cravatta variopinta; i capelli, neri, sono ben pettinati, sopra la piccola bocca spuntano i baffi attorno al labbra superiore, sotto i grandi occhi distinguiamo le evidenti occhiaie, che svettano ben evidenti in quel viso paffuto, tutt'altro che capace di suscitare tenerezza o simpatia. L'uomo misteriosa ha un'espressione seria, a tratti irritata, mentre si fa passare un microfono e, finalmente, comincia a parlare.

??: Gentili signori e gentili signore, il mio nome è Mr. Zanou e umilmente chiedo a voi, spettabile pubblico, pochissimi minuti del vostro prezioso tempo, perché, su gentile concessione del presidente Philips Brian e dello staff della TWC, ho un importante annuncio da fare. Grazie.

L'uomo rimane in silenzio per qualche secondo, dunque riprende la parole, mentre attorno a lui il pubblico si fa silente, ansioso di ascoltare le parole di Mr. Zanou.

Mr. Zanou: "Pure-Blood", "The Widowmaker", "The Master of Revenge", questi sono solo alcuni dei nomi più comuni con cui viene identificato l'uomo che si è soliti chiamare Ultor, un misterioso combattente, reso riconoscibile dalla maschera che ne cela il volto, volto che, così si narra, è deforme e coperto di cicatrici, segno e unica memoria di un oscuro e tormentato passato. La leggenda racconta che un bambino, il futuro Ultor, venuto al mondo in un villaggio in cui l'uomo moderno non aveva ancora posato l'orma del proprio piede e della propria tecnologia, insieme alla famiglia e all'intera tribù a cui apparteneva, fu sorpreso da un cataclisma naturale di proporzioni apocalittiche: nessuno sopravvisse, nessuno fuorché quel bambino. Terrorizzato, affamato, il futuro Ultor vagò fra le rovine di quella realtà ormai perduta, poi, sperduto, si inoltrò in quel luogo che la sua gente e i suoi antenati indicavano come "zona proibita", essendo esso popolato da belve e fiere feroci; il bambino rischiò proprio di finire i suoi miseri giorni fra le fauci aguzze di queste misteriose e temute bestie, quando la sorte volle per lui un destino diverso: due anziani, un uomo e una donna, due ricercatori o forse due eremiti, non si sa, si imbatterono in quel bambino sperduto, provarono nei suoi confronti un sentimento di umana pietà, dunque lo presero con sé, lo allevarono come un consanguineo e gli garantirono sopra la testa un tetto sicuro e confortevole. Tempo dopo, però, la sorte mutò, di nuovo: i due anziani morirono e così il giovane Ultorn si ritrovò di nuovo solo, sperduto, abbandonato. E questa volta nessuno gli tese una mano in aiuto. E fu costretto a contare solo su se medesimo, sulla sua tormentata solitudine e sulla sua innocente esperienza... attraverso sofferenze, attraverso atroci conflitti, imparò prima a sopravvivere, poi furono gli altri che dovettero imparare a sopravvivere da Ultor...

... Mr. Zanou volge il proprio sguardo, uno sguardo duro e severo, verso la telecamera e verso il pubblico, che, ammutolito, osserva quest'uomo misterioso.

Mr. Zanou: TWC Universe, Ultor è in marcia e arriverà. Forse la prossima settimana, il prossimo mese, magari l'anno venturo... oppure, forse, forse, stasera... non lo so, però so che arriverà, perché me lo ha detto lui stesso: sono venuto a conoscenza della sua leggenda e ho voluto mettermi sulle sue tracce, l'ho dunque cercato in lungo e in largo, alla fine, però, lui ha trovato me e mi avrebbe ucciso se non avesse visto nella mia persona uno strumento utile per la sua missione; mi ha dunque ordinato di avvisare tutti voi della sua imminente venuta affinché possiate prepararvi nel modo più adeguato possibile... perché sarà doloroso, sarà spaventoso, sarà di gran lunga l'esperienza peggiore che mai vivrete... forse l'ultima. Lui non ha padroni, lui non ha interessi, lui segue una e una sola via: la vendetta!

Mr. Zanou rimane in silenzio per qualche secondo, poi riprende la parola.

Mr. Zanou: Grazie.

Detto ciò, getta a terra il microfono e rapidamente come è venuto, se ne va, mentre attorno a lui il pubblico, rimasto colpito dalle parole appena ascoltate, rumoreggia.



Up Next: WFSS World Woman Championship on the line: Brunild Wagner Vs. Lucy Fisher


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2016
MessaggioInviato: 11/03/2016, 21:34 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
E siamo di nuovo a bordoring qui nel leggendario Madison Square Garden di New York City!

Immagine


Dopo una breve carrellata sul caldissimo pubblico di fan che sta assiepando l’arena più importante della “Grande Mela”, TWC Alpha Horizon continua con un nuovo attesissimo match titolato. Tra pochissimi istanti, infatti, Brunild Wagner, l’International Sensation della Bruderschaft Der Krahe Incorporated, difenderà il WFSS Woman World Championship, vinto lo scorso dicembre a TWC End is Near, dall’assalto di una delle beniamine storiche del wrestling nordamericano, Lucy Fisher. Ma prima degli ingressi delle due protagoniste, spazio, come è di elbana consuetudine, a un video-riassunto sulla storia e sull’importanza di questo grande incontro.

Brunild Wagner vs. Lucy Fisher: Recap Promo ha scritto:

Brunild Wagner contro Lucy Fisher. Un incontro dal sapore storico. Una rivalità sportiva mai sopita nella Total Wrestling Corporation.

Brunild Wagner, la Valkyria di Ravensburg, è semplicemente un’atleta eccezionale. Dopo aver esordito sui palcoscenici del Vecchio continente nel 2011, in cinque anni di attività come wrestler ha conquistato cinque titoli femminili, l’ultimo dei quali sotto le insegne della World Fighting Supreme Society quattro mesi fa. Ciò che la rende pericolosamente unica rispetto alle avversarie è il background nell’arte del Judo, studiato, praticato e perfezionato in tutta la sua vita, a cui si aggiungono metodica preparazione e talento innato come wrestler.

Lucy Fisher, The Witch, per tutta risposta è una leggenda. Pochissime lottatrici che hanno lasciato un segno nella disciplina possono reggere il paragone con questa straordinaria ragazza dall’animo gentile. Nella sua storica carriera da professionista, ha girato il mondo e conquistato la bellezza di venticinque tra titoli e riconoscimenti. Atleta versatile e dalla rara intelligenza tattica sul quadrato, Lucy fa della concentrazione, dell’esperienza e delle notevolissime doti fisiche e tecniche, il suo punto di forza.

La carriera di Brunild e Lucy in TWC si è svolta quasi in parallelo nella prima parte del 2015. Mentre la Valkyria partecipa attivamente nella marcia inarrestabile della Bruderschaft Der Krahe verso i piani alti della federazione, battagliando anche con alcuni atleti uomini, The Witch non esita a lasciare il fianco di Leon Black per difendere il suo regno record di WFSS Woman World Champion.

La svolta è in estate, quando Brunild e Lucy per la prima volta in carriera si ritrovano in quello che verrà ricordato come il match che accese la scintilla del movimento femminile in TWC. Il loro spettacolare showdown conquistò il pubblico della Total Wrestling Corporation. Tuttavia, dopo una vera e propria battaglia sul ring, il risultato finale fu quasi una beffa per entrambe, parità.

Ben presto le due lottatrici sviluppano un’intesa positiva al di fuori del ring, diventando amiche. Un rematch tra le due sembra una cosa scontata. Ma a scompaginare le carte in tavola ci pensa il ciclone Elektra Kellis. Il giovane astro nascente del wrestling femminile, infatti, stupisce subito il mondo riuscendo a strappare il WFSS Woman World Championship a Lucy, dopo una strepitosa rivincita. Poi in autunno la Spartana si imbarca in una vera e propria lotta senza quartiere con la Valkyria di Ravensburg.

Mentre Brunild ed Elektra cercano di farsi del male fuori e dentro il ring, Lucy si ritrova messa in mezzo a causa del buon rapporto che la lega alla tedesca e alla splendida amicizia che sviluppa fin da subito con la wrestler greca. Sul finire del 2015, Lucy, stretta tra le maglie della guerra tra le sue due amiche, e soprattutto in crisi nella vita privata, si discosta per un periodo dal wrestling in generale. Nel frattempo, Brunild Wagner riesce ad avere ragione della tenace Spartana, bicampionessa mondiale, in un match storico a TWC End is Near, conquistando il suo primo WFSS Woman World Championship.

Con il nuovo anno, mentre lo Smiling Crow si conferma campionessa in un avvincente rematch contro la mai doma Elektra, una volta risolti i problemi personali assistiamo al grande ritorno sulla scena della veterana per eccellenza, Lucy. Archiviato per ora il feud tra Brunild ed Elektra, i tempi sono ormai maturi per il grande e atteso rematch tra due delle tre colonne portanti del wrestling femminile made in TWC. Lucy Fisher, The Witch, la Leggenda. Brunild Wagner, The Armbreaker, l’Imbattuta. Il WFSS Woman World Championship, il tesoro ambito, in palio. Tutto in una notte. Questa notte. Adesso. Welcome to the Show!


E dopo il filmato di recap, torniamo nuovamente con le immagini all’interno dell’arena. La linea passa alla nostra Jessica Rose, che vediamo sul ring in compagnia dell’arbitro designato per la contesa.

Immagine


JR: Ladies and gentlemen, the following contest, scheduled for one fall, is for the WFSS Woman World Championship!!!
L’annuncio scalda nuovamente il pubblico di New York. E ora è tempo di gustarci l’ingresso delle due protagoniste di questo match.



La theme song di Lucy Fisher si spande nell'arena.

Immagine


La ragazza è nella sua classica tenuta da Leonessa del Ring, e ruggisce agli spettatori delle prime file. Pubblico piuttosto affettuoso con lei, che si toglie la cuffia da leonessa e si dirige verso il ring. Arrivata nei pressi sorride ad una ragazzina in prima fila e le infila la cuffia, per poi andarsene sorridente e rotolare sul ring.

Immagine


Ed ecco che le luci si abbassano e diventano intermittenti, mentre per qualche istante sul titantron compare l’ormai famosa immagine di un corvo solitario in mezzo alla neve e al freddo dell’inverno.

Immagine


Subito dopo ecco comparire il logo della Bruderschaft Der Krahe Incorporated, mentre una nebbia grigiastra si diffonde sullo stage.



Dopo alcuni secondi, mentre The Mission dei Puscifer risuona nell’aria, ecco emergere dalla nebbia la sagoma della Valkyria della TWC, accolta anche lei piuttosto bene dai fan di New York.

Immagine


Lo Smiling Crow, in tenuta da combattimento, felpa col cappuccio alzato e WFSS Woman World Championship appoggiato sulla spalla, si ferma sullo stage, rimanendo immobile per diverso tempo a scrutare verso il ring. Dopo di che eccola abbassarsi il cappuccio della felpa e alzare al cielo il suo titolo mondiale.

Immagine


Poi l’International Sensation si rimette il titolo in spalla e si dirige verso il quadrato, totalmente concentrata su Lucy. Eccola salire i gradoni d’acciaio, fare due passi sull’apron e passare tra la seconda e la terza corda, entrando nel ring. Qui la Valkyria accenna un sorriso, ricambiato verso Lucy, poi torna nuovamente fredda come il ghiaccio. Eccola togliersi felpa e pantaloni, restando in completo da MMA e andando a posizionarsi all’angolo opposto rispetto a The Witch. Ecco ora il momento delle presentazioni. La parola torna a Jessica Rose.

JR: Introducing first, the Challenger! Weighting 136 pounds and standing 6-feet-1-inch tall. From Seattle, Washington. She is the former WFSS Woman World Champion with the longest reign in history... Lucyyyyy… The Wiiiiitch… Fiiiiisheeeeer!!!!!

Il pubblico del Garden esplode in un boato d’approvazione nei confronti di Lucy, che sorride annuendo, non staccando mai lo sguardo da Brunild.

JR: And the Champion! Weighting 135 pounds and standing 5-feet-7-inches tall. From Ravensburg, Germany. Representing the Bruderschaft Der Krahe Incorporated. She is the reigning and defending WFSS Woman Champion of the World... Bruniiiiild... The Armbreakeeeeer… Waaaaagneeeeer!!!!!

La Valkyria alza il WFSS Woman World Championship col braccio destro tra gli applausi, mentre continua il perenne gioco di sguardi tra le due amiche-rivali. Dopo di che Brunild cede la cintura al referee, che va subito a mostrarla a Lucy. Quest’ultima tocca brevemente con una mano il titolo, poi fa due passi indietro mentre l’arbitro lo alza a favore di telecamera.

Immagine


E finalmente ci siamo. Il referee consegna il titolo a uno degli official fuori dal ring, mentre Jessica Rose esce velocemente dal quadrato. Tutto è pronto per l’inizio di questo attesissimo match. Dopo aver raccolto un cenno d’assenso da entrambe le lottatrici, l’arbitro alza il braccio verso il Timekeeper. Ed ecco risuonare il triplice rintocco della campanella!


Immagine

**WFSS Woman World Championship Match**

Brunild “The Armbreaker” Wagner (c) vs. Lucy “The Witch” Fisher
[/quote]

Brunild Wagner e Lucy Fisher stanno una di fronte all’altra, mentre il pubblico del Madison Square Garden esprime il suo apprezzamento ora per l’una, ora per l’altra. Le due, che si possono definire come le madri della divisione femminile della TWC, si avvicinano lentamente l’una all’altra, poi si scambiano una breve stretta di mano. Nuovamente le due prendono distanza ed iniziano a girare in tondo, cercando una apertura nella guardia dell’avversaria. Dopo un paio di giri parte un Clinch, in cui dopo qualche istante ha la meglio Brunild, più bassa, ma più forte fisicamente, che chiude l’avversaria in una Headlock. Lucy però la porta alle corde e sfrutta l’elasticità per spingere via l’avversaria, che rimbalza dall’altro lato e si abbassa, venendo saltata dalla americana. La tedesca rimbalza ancora, Hip Toss. La Wagner rotola lontano e Lucy la osserva mentre si rialza. Le due avversarie si guardano da lontano, poi si avvicinano nuovamente. Tentativo di Judo Throw da parte della tedesca, ma la Fisher riesce a resistere e a rispondere con una serie di pugni. La tedesca accusa il colpo, ma reagisce con dei pugni a sua volta. Scambi di colpi in cui ha la meglio, riuscendo a portare alle corde la sua avversaria. Irish Whip, ribaltata, ed è Brunild a rimbalzare alle corde. Lucy si piega, ma la tedesca la colpisce con un calcio in faccia. Lucy barcolla all’indietro. Tentativo di Hunter’s Kick, ma Lucy fa una capriola ed evita la manovra. Remember Me. No, a sua volta Brunild esegue una capriola per evitare il calcio. Applausi dal pubblico, mentre le due riprendono a girare in tondo. Altro Clinch a centro ring, e stavolta è Lucy, che sfruttando gli arti di maggior lunghezza riesce a chiudere l’avversaria in una Hammerlock. Brunild però non si fa cogliere impreparata e trasforma tutto in una Wirst Lock. La rossa però gira il braccio, passa sotto un braccio teso e cinge da dietro la sua avversaria. Tentativo di German Suplex, ma Brunild non si stacca dal terreno, quindi l’americana trasforma tutto in un Roll Up. La tedesca però riesce a fare una capriola all’indietro e a rimettersi in piedi. Tentativo di calcio alla testa di Lucy, che si abbassa e prende ancora Brunild. Roll Up. 1… 2… La valchiria trasforma tutto in un pin in suo favore. 1… 2… Lucy alza le spalle e gira Brunild, chiudendola in un pin a culla. 1… 2… No, Brunild alza le spalle a sua volta, tira su con se Lucy, Freya’s Greetings, reversata in una DDT. No! Brunild si libera, Short Arm Lariat. Lucy si abbassa, si gira. Remember Me!

Immagine


Brunild cade a terra, e Lucy la copre. 1… 2… Brunild alza la spalla destra. L’arbitro indica chiaramente a Lucy che il conteggio era di due, e la rossa annuisce, sistemandosi i capelli, poi si rialza. La americana aspetta che la sua avversaria si rimetta in piedi, poi la afferra e la lancia alle corde, tenta un braccio teso, ma Brunild si abbassa e rimbalza nuovamente, Shoulder Block della tedesca che manda a terra Lucy. Brunild rimbalza ancora, e Lucy si rialza e si butta per terra sulla sua strada, la tedesca la salta, rimbalza ancora, Shoulder Block di Lucy. La Fisher spedisce a terra la sua amica, prende la rincorsa e salta alle corde. Lionsault! Brunild si sposta, ma Lucy atterra in piedi. Applausi del pubblico, mentre Brunild tenta uno sgambetto da terra, ma Lucy fa una verticale all’indietro e lo evita. Altri applausi, mentre la tedesca si rialza. Lucy annuisce e Brunild fa un mezzo sorriso. Clinch a centro ring, rotto da Lucy, che arpiona con una gamba il braccio della sua avversaria, chiudendola poi in un Modified Abdominal Strech, rapidamente ribaltato da Brunild, che riesce a trasformare la presa in una chiave articolare alla spalla. Lucy prova a liberarsi con un lancio di Judo, ma la tedesca la segue con una capriola e prova a chiuderla nella Valkyrie’s Rage. The Witch però trasforma tutto in un Pin. 1… 2… Brunild lascia andare il braccio e salva il suo titolo, ma mentre cerca di rialzarsi viene colpita da un Enziguri Kick. Ottimo momento per la rossa, che sta sfruttando al meglio le sue gambe per attaccare da una distanza da cui la sua avversaria non può colpirla. Lucy annuisce e copre di nuovo. 1… 2… No. La valchiria alza la spalla destra. Lucy prova a rialzare la sua avversaria.

Immagine


Geheimnisnacht! Brunild sorprende la sua avversaria con la sua manovra migliore! Schienamento. 1… 2… No! Lucy alza la spalla destra. Brunild rialza la sua rivale e connette un Laccio Californiano. La tedesca, che ora ha riguadagnato il bandolo del match, chiude una Armbar su Lucy, annuendo. Il pubblico inizia ad incitare Lucy, e la americana si lascia lentamente trasportare dai cori, rimettendosi in ginocchio e poi in piedi, per poi trasformare la mossa in una Armdrag. Brunild si rialza subito. Spinning Heel Kick della sfidante, che stende nuovamente la tedesca. Lucy sale sull’apron, usa le corde come elastico e si tuffa sul ring, connettendo un Flying Elbow Drop. Schienamento. 1… 2… Brunild appoggia una gamba sulla corda più bassa. L’arbitro lo indica a Lucy, che si alza e annuisce. Roll Up di Brunild, 1… 2… Lucy si libera e connette un Dropkick. Serie di Stomp della sfidante, poi la ragazza si dirige verso il paletto, si arrampica, ma viene raggiunta dalla avversaria. Scambio di gomitate, in cui ha la meglio la tedesca.

Immagine


Reverse Superplex! Schienamento della campionessa. 1… 2… NO! Lucy alza una spalla. Brunild chiude l’avversaria in una Arm Lock. Lucy urla di dolore, mentre la sua avversaria applica pressione sul braccio sinistro. La tedesca mette un ginocchio fra le scapole della sua avversaria, aumentando la pressione sul braccio, e la rossa non può fare altro che dimenarsi debolmente, per poi iniziare a battere ritmicamente un piede sul terreno. Il pubblico inizia a sua volta a battere le mani a tempo, e la ragazza inizia a rialzarsi sfruttando la carica datale. Quando finalmente è in piedi colpisce con delle gomitate la sua avversaria, si libera dalla presa, rimbalza alle corde e connette una Clothesline. Rimbalza ancora. Discus Clothesline. Altro rimbalzo. Jumping Clothesline. La Fisher si arrampica sul paletto, lancia un urlo, e salta per una Flying Clothesline.

Immagine


Mid-Air Catch Arm Breaker. Impatto violentissimo per il braccio di Lucinda, che rotola lontano, mentre Brunild si rialza, determinatissima, le si avvicina e la chiude in una Armbar. Urla di dolore per la americana, che però si libera con un colpo di reni, e si rialza tenendosi il braccio sinistro. Brunild la carica, ma Lucy le fa una capriola sulla schiena e la evita. Tentativo di pugno di Brunild, ma Lucy lo devia con un calcio. Calcio rotante della Leonessa, che fa arretrare la tedesca. Scambio di sguardi, poi entrambe si buttano alle corde. Tentativo di Lariat della tedesca, evitato da Lucy, che fa una verticale, rimbalzando con le gambe sulle corde, torna indietro e connette un Elbow Smash sulla sua avversaria. Ma non ha finito. Standing Moonsault. Brunild si sposta, ma Lucy atterra in piedi. Tentativo di calcio alla testa, Brunild si abbassa, the Witch fa un Back Flip, evita un calcio saltandolo e connette un Leg Drop. Schienamento. 1… 2… No. Spalla alzata per Brunild, che mantiene il titolo, e la Fisher si rialza, portandosi all’angolo. La tedesca inizia a rialzarsi, ignara del pericolo. Lucy prende la rincorsa.

Immagine


Jumping Corkscrew Roundhouse Kick. Brunild però non cade. Lucy si butta alle corde. Big Boot. Brunild crolla a terra, e Lucy la copre. 1… 2… NO! La tedesca alza una spalla, e chiude subito in una Cross Armbar la sua avversaria. Lucy butta tutto il peso su un lato del corpo, trasformando la presa in una Pin. 1… 2… Brunild lascia il braccio, permettendo alla americana di rialzarsi. Pugni della valchiria allo stomaco della sua avversaria. Lucy indietreggia e lascia abbastanza spazio alla sua avversaria da permetterle di connettere una serie di Lariat. Dopo tre bracci tesi Brunild rialza la sua avversaria e la lancia con un Back Body Drop. Impatto violento sul terreno per la sfidante, che ora cerca di allontanarsi dalla sua avversaria, me viene bloccata e subisce un Leg Drop a sua volta. Serie di Stomp al braccio di Lucy, che urla di dolore, poi la tedesca prende il braccio dell’avversaria e lo fa sbattere al tappeto. Finita questa operazione si dirige verso l’angolo, e chiede a Lucy di rialzarsi. Lentamente l’americana si rimette in piedi, e viene investita da una Friendship.

Immagine


Spear di una bellezza rara quella della tedesca, che ora prova a schienare la sua avversaria. 1… 2… Lucy alza la spalla destra. La valchiria sorride, come se non si aspettasse nulla di meno dalla sua avversaria, si rialza e si appoggia alle corde, riprendendo fiato. Momento di riflessione per la campionessa, che poi rialza la sua avversaria e cerca di chiuderla in un Freya’s Greetings, ma a metà della rotazione la sua avversaria ribalta la manovra, trasformando il tutto in una DDT. Con Brunild a terra Lucy si avvicina, fa una verticale e connette con un Knee Drop. Poi, sempre tenendo il braccio sinistro attaccato al busto, inizia ad arrampicarsi sul paletto per la seconda volta. Ancora una volta però Brunild la raggiunge. Scambio di gomitate, in cui però questa volta ha la meglio la rossa. E dopo un paio di testate la tedesca cade in posizione perfetta per una Second Rope Phoenix Splash. Lucy prende un respiro, annuisce.

Immagine


Connesso. Lucy schiena. 1… 2… 3! NO! Brunild alza la spalla appena in tempo. La rossa scuote la testa, osservando l’arbitro che le fa segno che sì, quello era un conto di due. Lucy si rialza e si massaggia il braccio sinistro, dolorante, e si dirige verso le corde, dove si appoggia, probabilmente per riprendere fiato. Brunild nel frattempo si sta rialzando in piedi, ed ora le due si fronteggiano nuovamente. Mezzo sorriso da entrambe le parti, ma ora la stanchezza si sta facendo sentire, ed entrambe sembrano pronte a portare a casa il match il più in fretta possibile. La campionessa si avvicina alla sua avversaria e cerca di colpirla con dei pugni, ma quest’ultima tiene le distanze con qualche calcio basso. Le due girano in cerchio per qualche istante, finché la tedesca non abbranca Lucy e non riesce a lanciarla alle corde. The Witch si tiene, impedendo il rimbalzo, quindi Brunild si lancia contro di lei con un braccio teso, spedendo entrambe fuori dal ring. Entrambe sono ora a terra, ed inizia il conteggio dell’arbitro. 1… 2… 3… 4… 5… La prima a rialzarsi è Lucinda, che rientra sul ring, si aggrappa alle corde, e connette una Corkscrew Plancha.

Immagine


Bellissimo volo della americana, che però sembra aver subito parecchi danni a sua volta. Nuovamente l’arbitro inizia il conteggio. 1… 2… 3… 4… 5… Entrambe si stanno rialzando. 6… 7… 8… Entrambe sono in ginocchio. 9… entrambe scattano sul ring in contemporanea, salvandosi dalla sconfitta. Le due strisciano verso angoli opposti, usandoli come base per rialzarsi, mentre il pubblico incita ora una, ora l’altra. Finalmente, raggiunta la posizione eretta da entrambe, le due si dirigono per l’ennesima volta a centro ring e si chiudono in un Clinch. Rapidamente Brunild prende il controllo con un Judo Throw, ma Lucy da terra le chiude la testa fra le gambe. Colpo di reni e la tedesca è libera. Kip Up di Lucy e le due vanno faccia a faccia. Sguardi di fuoco e Clinch, questa volta vinto da Lucy grazie ad una Armdrag. Brunild però chiude la sua avversaria in una Headlock, da cui la americana si libera con una torsione del braccio. A sua volta Brunild si rialza con un Kip Up. Sguardi fra le due e cori “This is Awesome” dal pubblico. Le due vanno faccia a faccia nuovamente ed iniziano a scambiarsi pugni. Solo di destro per Lucy, con entrambe le mani per Brunild. Cosa che le da un vantaggio non da poco, visto che prende il ritmo e riesce a sopraffare Lucy, fino a chiuderla in un angolo e a connettere un Valkyrie Takedown.

Immagine


Brutta situazione per Lucy, che si ritrova chiusa in una Headlock con le spalle a terra. L’arbitro conta. 1… 2… Lucy alza la spalla. Brunild applica pressione e la sfidante urla di dolore. Dopo qualche istante appoggia le spalle. 1… 2… Spalla alzata. Pressione ancora più forte da parte della tedesca, e dopo pochi secondi Lucy appoggia ancora la spalla. 1… 2… Lucy alza di peso Brunild e la schiaccia a terra. Lucy si appoggia alle corde e lancia un urlo, poi abbassa la zip di uno stivale e fa il risvolto, scoprendo il ginocchio. The Witch aspetta la sua rivale al varco. Ginocchiata in corsa. Ginocchiata in corsa. Ginocchiata in corsa. Urlo. Remember Me! Brunild crolla a terra, e Lucinda lancia un altro urlo. Si carica con il pubblico e si avvicina a Brunild che si sta rialzando. Mark of Light! NO! Brunild le afferra il braccio sinistro.

Immagine


Valkyrie's Rage! A centro ring! Lucy urla di dolore, prova a resistere, ma poi cede! And it's all over!!!

JR: The Winner of this Match, by Submission... And Still, WFSS Woman World Champion... BRUNIIIIILD... WAGNEEEEER!!!!!

La Valkyria molla immediatamente la presa e rotola via. Eccola che a fatica si alza in piedi tenendosi il fianco e facendo una smorfia di dolore, mentre la sua theme rimbomba nell'arena.



L'arbitro arriva e consegna il WFSS Woman World Championship allo Smiling Crow. Questa annuisce con un mezzo sorriso e alza al cielo la cintura. Applausi da parte del pubblico del Madison Square Garden per lei. Nel frattempo vediamo che Lucy Fisher si è messa a sedere tenendosi il braccio sinistro. Un medico della federazione prova a prestarle aiuto, ma lei scuote la testa, facendo segno che può andare. The Witch si alza in piedi, ed eccola avvicinarsi alla Valkyria. Brunild si gira e nota l'avversaria. Si mette il titolo in spalla. Le due grandiose lottatrici si avvicinano, dopo di che si stringono la mano destra tra gli applausi a scena aperta del pubblico di New York.

Immagine


Il match è finito, l'amicizia continua. Sarà Brunild a pagare da bere a Lucy. E con le immagini della Valkyria e di The Witch che lasciano insieme il ring tra gli applausi, noi andiamo in pubblicità.





Up Next: Kevin Manson


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2016
MessaggioInviato: 11/03/2016, 21:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Alpha Horizon continua! Le telecamere ci portano nel backstage, dove vediamo Kevin Manson seduto su una sedia guardando fisso il suolo.

Immagine


Il Painmaker si accorge della telecamera, che osserva per qualche secondo in silenzio.

KM: Quindi, pare sia giunto il momento.

Kevin sospira.

KM: So cosa state pensando. No, stavolta le telecamere non sono qui per riprendere me che vado nello spogliatoio di qualcuno. Se c'è una telecamera davanti alla mia faccia ed io non la sto ignorando come faccio per l'ottanta per cento del tempo, c'è un motivo.

Manson tamburella per terra con il piede sinistro, passandosi una mano sul volto.

KM: Prima, però, mi prenderò del tempo per parlare. Parlare e basta. E' una cosa che non facevo da un po'. Parlare di qualsiasi cosa mi passi per la testa ed io ritenga abbastanza importante da dire in diretta televisiva.

The Animal ringhia debolmente.

KM: Lacerazioni. Infermità. Sangue. Amputazioni. Tutto ciò a cui sono disposto ad andare incontro dal primo giorno in cui ho messo piede in TWC. Tutte cose che mi piacciono, mi piacciono da morire. Nel momento stesso in cui le elenco, sento il sangue ribollirmi nelle vene. Ehi, è quella vena di sadismo che scorre in ognuno di noi, specialmente in chi mette a rischio il suo corpo per soldi. Io non lo faccio per soldi, ma ci arriveremo dopo. Io sono quello che vi dirà chiaramente quello che ognuno di voi dovrebbe sapere, ossia che lì dietro siamo tutti degli schifosi sadici. Ci piace soffrire e far soffrire, altrimenti non faremmo questo mestiere. Lo so, è molto meno poetico rispetto ad una fantomatica passione infantile, ma la stessa passione infantile nasce da questa stessa causa. Ve lo sto dicendo apertamente, e sarò l'unico a farlo. Come sempre. Ma vogliamo parlare apertamente sul serio? Facciamolo.

Kevin sospira lentamente.

KM: Lacrime. Incubi. Singhiozzi. Apatia. Queste sono tutte le cose a cui non ero disposto ad andare incontro quando sono venuto qui, tutte cose delle quali mi vergogno e tutte cose che, a differenza delle prime 4, non mi piacciono. La famosa seconda faccia della stessa medaglia. Vedete, sono cose con cui devo convivere ogni giorno. Ogni notte so che andrò a dormire con un demone che mi sussurra all'orecchio quanto io sia un fallito, quanto qualsiasi mio progetto presente e futuro sarà rovinato da qualcun altro. Come quelli passati. Ogni mattina, quello stesso demone mi dà il buongiorno, e mi sussurra qualcosa che suona come "Inutile che tu ti alzi dal letto, Kev. Non cambierà nulla. Chiudi gli occhi, per sempre". E mi piacerebbe dirvi che le mie risposte riguardino l'attività sessuale della mamma del demone, ma non è così. Ogni volta sono sempre ad un passo dall'ascoltarlo. Ogni volta penso che sia arrivato il momento in cui mi arrendo a quella voce maledettamente convincente. Ed ogni volta, fallisco anche in quello.

The Animal ringhia.

KM: Vi devo ripetere la causa? Ne dubito. Sono sempre stato molto sincero su Leon Black con voi, d'altronde, come ora lo sono stato su tutto il resto. Eppure, ogni singola volta, per voi non è mai abbastanza... Io dò tutto per voi, tutto. Vado oltre le mie possibilità, perchè non potrei chiedere altro. Essere desiderato, essere amato, essere realizzato.. Ma non vi convinco mai. Ma c'è sempre qualcuno che voi ritenete più bravo di me, ma nessuno che lo sia veramente. Voi continuate a distruggermi giorno dopo giorno, e comincio a pensare che voi siate la causa del mio cancro tanto quanto Leon Black. Eppure, io sono disposto a continuare a darvi la possibilità di farmi soffrire.

Il Painmaker scuote la testa.

KM: Io vivo per voi. Cioè, sarebbe più corretto dire che vivo per me stesso, ma la mia felicità individuale passa attraverso voi, quindi.. Sì, io vivo per voi. Vivo per essere il migliore. Vivo per essere quel qualcuno che i bambini vorrebbero diventare. Vivo per essere l'uomo che ogni altra federazione invidia alla TWC. Vivo per essere l'emblema di coloro che si sentono oppressi ma sanno di poter diventare qualcuno. Vivo per essere l'esempio di coraggio e determinazione di qualsiasi persona che stia vivendo un momento difficile e continui a rantolare, graffiare e mordere per cercare di superarlo. Vivo per essere quel collega che ogni singola persona lì dietro invidia, che tutti riconoscono come il migliore ma che nessuno avrà mai il coraggio di ammettere. Vivo per essere il migliore, in qualsiasi cosa in cui mi cimento. Vivo perchè in un mondo di schifosi e mediocri vermi, questo messaggio sia espanso ad un numero sempre maggiore di persone. Persone che vivranno per essere i migliori. Per rendere il mondo un posto migliore. Per non accontentarsi mai, di nulla. Per lasciare il segno. Per diventare quello che Kevin Manson ha dimostrato non essere impossibile: un essere perfetto.

Kevin china nuovamente il capo.

KM: E stasera... Stasera lo diventerò. Stasera non posso più fallire. Se fallirò stavolta, probabilmente fallirò per sempre. Da stasera, Kevin Manson diventa il migliore. Da stasera, sarete plasmati impercettibilmente secondo le idee che vi ho appena esposto dal demiurgo Kevin Manson. E se un demiurgo su un ring di wrestling vi dice qualcosa, beh... Sappiate che sarò migliore anche e soprattutto di lui.

Manson fa per allontanarsi, poi si rigira verso la telecamera.

KM: Uh, già. Mi son lasciato trascinare. Il motivo per cui ho una telecamera in faccia è un altro... Non ho ottenuto quei due pass per la Chamber senza sacrifici. Ho stretto un accordo con Virgil Brown, e... Se perderò... Se perderò, non avrò mai più una title shot fintanto che Leon Black sarà campione.

Kevin rimane con gli occhi bassi, la voce leggermente rotta e la mano destra a coprire il volto. Con la sinistra afferra alla cieca la telecamera, spingendola e facendola finire a terra. Un tonfo sordo.

Immagine





Up Next: Michael Edwards Vs. Lance Murdock


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2016
MessaggioInviato: 11/03/2016, 21:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Le luci del Madison Square Garden si abbassano e una nuova musica si diffonde nell'arena.



Immagine


Il wrestler dell'Upper East Side si presenta sul ring, collare al collo. Sguardo estremamente serio e concentrato. Alza le braccia al cielo vibrandole caricando il pubblico che è in buona parte con lui, sebbene con una porzione di fischi. Determinato più che mai percorre la rampa senza fronzoli e si dirige spedito dentro al ring in attesa dell'avversario.



Immagine


Lance Murdock si presenta sullo stage sotto le note gloriose di Mozart. Grandi fischi per lui nonostante una modesta fazione tifi per lui. Del lieve fumo irradia lo stage mentre Murdock compie la sua classica giravolta a braccia aperte. Si tocca il collare al collo, osserva Edwards nel ring. Un sorriso beffardo sul volto, urla "WITNESS ME!" a squarciagola per poi completare la rampa. Con un balzo sale sull'apron con lo sguardo dritto verso l'avversario. Salta agilmente oltre la terza corda e saltella dentro al ring fermandosi a braccia aperte verso il pubblico. Si slaccia il mantello e lo getta addosso a Mike. L'arbitro ferma i bollenti spiriti e li separa, con la catena tra le mani. La campanella suona e la battaglia di New York ha inizio.

Dog Collar Match: Michael Edwards vs Lance Murdock

Immagine VS Immagine


I due sono finalmente al centro del ring, l'arbitro può iniziare quindi a legare al collo di uno dei due partecipanti, ma non sembra esserci un volontario. Nessuno si fida di nessuno, Murdock non fa un passo avanti ed Edwards resta impassibile. Allora il direttore del match non ci pensa su due volte e decide lui da che parte andare, Lance è il primo a cui viene allacciato intorno al collo il collare. Il Golden Boy aspetta il suo turno, ma appena il referee si avvicina il Savior strattona la catena non permettendogli di completare l'azione. La scenetta si ripete un paio di volte, fin quando il lottatore proveniente dall'Upper East Side non decide di affarrare da sé il collare e stringerselo al collo. L'arbitro fa suonare la campana e il match può avere inizio. Il due ragazzi di New York si osservano, lanciandosi sguardi di fuoco e parole al veleno. Entrambi stringono con forza la catena e iniziano a tiare l'altro nella propria direzione, Edwards fa valere la sua potenza e i suoi kili in più portando Murdock vicino a se, il quale però reagisce con un calcio e tenta di lanciarsi verso le corde, finendo con il cadere a terra a causa dello strattone ricevuto dall'ex State of Anarchy. Il sorriso di uno si contrappone all'ira dell'altro. I convenevoli finisco e finalmente abbiamo un primo clinch, con Micheal che si fa valere ancora, ma Murdoch è svelto ad uscirne e a colpirlo con svariati colpi al volto per poi strozzarlo con la catena che al momento li unisce. Il Dragon Kid è gia paonazzo in volto, ma l'arbitro non può nulla al momento. Solo il suo aguzzino può lasciarlo andare e così fa, ma non prima di lanciarlo e colpirlo con un Knee to the Gut dopo averlo seguito alle corde.

Immagine


Murdock compie un giro di catena attorno al collo del rivale e poi gli pianta un ginocchio nella schiena tirando la catena. Dirige vari colpi sulla sua fronte mentre annaspa con le braccia tentando di uscire. Riesce a colpire Murdock con delle gomitate ma non lascia la presa. Riesce però ad aprirsi un varco e sfrutta l'occasione strattonando con forza la catena in avanti facendo ruzzolare il Daredevil di fronte a lui. Svelto si toglie il giro di catena e solleva l'avversario per un Back Suplex. Murdock però riesce a compiere una prodezza ed in aria tramuta l'offensiva in una Poetry in Motion!

Immagine


Uncina la gamba per il pin: 1, 2, no! Adesso rialza Edwards e con una Irish Whip lo manda contro alle corde. Il dragone però strattona la catena ed è Murdock a finire contro le corde. Murdock però con agilità balza sulla seconda corda per il DevilSault ma un'altro strattone lo fa rovinare malamente al tappeto. Lancia un'occhiata all'avversario che sorride. Il DD si rialza immediatamente ed i due si avvicinano. Si riuniscono in un clinch ed Edwards ha di nuovo la meglio tramutandola in una headlock. Rinforza la presa facendo dei giri di catena attorno al collo dell'avversario e lo manda a terra. Con l'aiuto delle gambe riesce a riportarsi in piedi e spinge Edwards contro le corde ma la catena, accorciata dai giri attorno al suo collo, è troppo corta e Murdock si trova di nuovo a terra. Edwards sfrutta la spinta delle corde e gli si getta sopra con una running senton.

Immagine


Edwards non perde neanche tempo per il pin. Si getta sopra di lui ed allunga la catena srotolandogliela dal collo. Gli dirige dei pugni ben assestati in pieno volto per poi salire sulla seconda corda e spiccare il volo con il MoonLight, no. Murdock si rialza e il colpo va a vuoto. Murdock corre sulla seconda corda prendendo la rincorsa e poi si getta addosso al Golden Boy con un Flying Elbow. Edwards si rialza e lui vola con un running Dropkick. Il Golden Boy si porta ancora in piedi e va contro il Preacher che però si abbassa schivando il colpo ed andando a segno con il suo Pelè Kick!

Immagine


Edwards barcolla e Murdock lo porta a sè tirando la catena e facendolo preda di una reverse STO! Lance si rialza guardando l'avversario con sdegno e si rende conto della vicinanza col paletto. Tenta già di chiudere i giochi, sale sulla terza corda. Tutto è pronto per la Excelsior, NO! Uno strattone di catena manda per l'ennesima volta il diavolo a terra. Lance si tiene la schiena mentre digrigna i denti e sbatte adirato i pugni al tappeto. Si porta sulle ginocchia ma viene stoppato da una devastante Shining Wizard!

Immagine


La testa del Savior impatta duramente contro l'angolo mentre Edwards scende fuori ring e tira la catena piantando il piede contro l'apron. La catena ora è più che tensa e Lance annaspa senz'aria. Mike gli urla contro mentre lui si dimena ma la pressione applicata lo schiaccia contro l'angolo, incapace a reagire. Con una mano riesce ad alzare la seconda corda e piegarsi leggermente in modo da passare attraverso le corde. Lance però rimane appeso alle corde ed il Golden Boy lo fredda con una ginocchiata volante.

Immagine


Edwards sale sull'apron e lo torce con una Swinging Neckbreaker. Ora lo trascina sull'apron e si getta a terra con una Sideslam sul duro tappeto. Lance accusa il colpo ed Edwards lo solleva. Lo tiene per l'estremità della catena e prende a correre, gettandosi oltre i gradoni d'acciaio facendovi impattare Murdock. Gli sbatte la testa sul duro acciaio più e più volte mentre gli urla contro infuriato. Adesso si allontana passandosi le mani tra i capelli sbuffando. Prende la rincorsa ma Murdock lo tira a se con la catena e lo intrappola in un'improvvisa DevilRana, facendolo impattare contro i gradoni!

Immagine


Murdock, con grande furia, lo rialza e lo sbatte contro le barricate. Lo prende e lo fa impattare di nuovo e di nuovo. Arrotola la catena attorno alla mano e la sfrutta come tirapugni per poi iniziare a riempire di letali colpi il volto del Golden Boy. Edwards barcolla e crolla a terra ma Murdock non gli lascia fiato e lo manda con un Irish whip contro il paletto di ferro. Mike però riesce a ribaltare la situazione con un colpo di catena ma il Daredevil vola attraverso il paletto, sotto la prima corda. Appena atterrato fa subito retromarcia e compie lo stesso viaggio andando a stendere un incredulo Edwards con una SPecial 4DT!

Immagine


I due sono a terra esanimi dopo l'ultima sequenza di colpi. Murdock sembra in pieno controllo dell'azione oramai. Dopo essersi sollevato da terra va a recuperare il suo avversario, che tenta una timida reazione con alcuni pugni all'addome, ma Lance saggiamente lo frusta con la catena che li unisce, infine risalgono sul ring. Michael accenna un nuovo contrattato, ma stavolta il Daredevil è bravo ad assestare un ginocchiata, lo lancia alle corde e con un Enziguri Kick lo fa franare a terra. Il salvatore osserva le corde e guarda Edwards, che non sembra in grado di strattonarlo in questo caso, si lancia di corsa e prova Springbord Devilsault! MA MICHAEL EDWARDS LO ANTICIPA CON UN UPPERCUT DEVASTANTE.

Immagine


Murdock è ancora esanime a terra, mentre viene mandato il replay dell'azione. Il golden boy schiena il Preacher 1..2..NO! Non si capisce come dopo il colpo subito Lance combatte, il diavolo dei Murdock esiste veramente e il prodotto di Hell's Kitchen ce lo sta dimostrando. Ora però il pallino del gioco ce l'ha in mano il Dragon Kid, che solleva il suo avversario e lo lancia alle corde per colpirlo con un devastante Lariat. Micheal spavaldo si rialza con un colpo di reni e si lancia verso le corde, si ferma, guarda il suo avversario negli occhi e lo colpisce con Pendulum Elbow... DDElbow!

Immagine


Il ragazzo dell'Upper East Side sembra davvero tranquillo dei suoi mezzi tanto da tirare fuori una delle trendmark move del suo Diavolo. Altro schienamento, altro 2 per M.E. che non sembra affatto affranto da questo avvenimento. Il Dragon Kid strozza ancora una volta con la catena il suo avversario, che riesce a sollevarsi grazie alla poca forza residua nel corpo e si avvicina alle corde. I due si sperano, ma per poco Michael attacca alla cieca con dei pugni, ma Murdock riesce a separasi con due dita negli occhi all'avversario. La catena è tesa Lance è in ginocchio, Edwards all'angolo che silenzioso si muove e prova una Sick! Ma il Savior si sposta e con un chiodo colpisce al volto il Golden Boy che crolla a terra!

Immagine


Il pubblico è sconvolto. Murdock rimane a fissare attonito il chiodo, come se non fosse conscio di ciò che ha fatto. Lo stesso chiodo del suo mentore, John Dorian. Sposta lo sguardo su Edwards che a terra si tocca la fronte pulendosi il sangue che fuoriesce dopo il colpo. Guarda di nuovo il chiodo... E fa uscire il diavolo! Con violenza si getta addosso ad Edwards ed inizia a riempirlo di colpi alla fronte, scosso dalla rabbia. Sbuffa rabbioso mentre Edwards è una maschera di sangue ormai. Il pubblico rumoreggia e l'uomo senza paura getta via il chiodo e, senza esitazione, rialza uno sfinito Edwards e colpisce col Requiem!

Immagine


E' finita, è finita! Edwards atterra privo di sensi e Murdock copre per il pin: 1, 2, 3, NO! Incredibile salvamento di Edwards che riesce a riprendersi. Il diavolo custode però non apprezza ed inizia a riempirlo di violenti colpi alla fronte, tentando di aprire la ferita aperta. Ora lo rialza e lo manda all'angolo con una Irish Whip. Lo segue per evitare sorprese e lo travolge con un Forearm Smash. Ora lo manda all'angolo opposto e ripete il procedimento per poi connettere uno Snapmare, salire velocemente sulla seconda corda e impattare un Missile Dropkick sulla nuca. Schiena di nuovo: 1, 2, no! Edwards riesce ancora a salvarsi. Lance sembra proprio aver perso la ragione. Lo rialza tenendolo per i capelli mentre scuote rabbioso la testa. Gli urla contro delle parole che non comprendiamo mentre lo sorregge per i capelli. Lo schiaffeggia! Con le braccia fa segno che è finita e...

Immagine


Lo fa nuovamente vittima dei calci del diavolo! Più feroce che mai, un dente di Edwards salta nuovamente sotto questi calci che risuonano sulla sua bocca come cannonate.

Immagine


Murdock continua, non ha la minima intenzione di fermarsi. Continua a calciare la vita fuori da Edwards che perde un altro dente in un lago di sangue. Nonostante Lance lo tenga stretto per i capelli il Golden Boy finisce a terra a peso morto, privo di sensi. Murdock ora lo schiena ancora una volta: 1, 2, 3, NO! Edwards è ancora in gioco, come fa?! Lance tira fuori un urlo di rabbia mentre si strappa i capelli per la rabbia. Sale sulla terza corda, deciso a concludere la partita una volta per tutte. E' pronto a spiccare il volo...

Immagine


No, non è possibile! Forse per il sostegno caloroso del pubblico, forse per l'adrenalina, forse per la rabbia, forse per la determinazione, forse per la voglia di vincere, forse per la vendetta ma Michael Edwards riesce a riportarsi in piedi! Con gli occhi spiritati spruzza sangue fuori dalla bocca guardando Murdock con uno sguardo omicida. Di nuovo pieno di forze tira con forza la catena e Murdock si ritrova di nuovo a terra. Impatta malamente con la testa e, a tentoni, si rialza appoggiandosi alle corde. Mike non ha la minima intenzione di lasciargli prendere fiato e prima che realizzi dove si trovi parte... E lo stende con un feroce SICK! SICK!

Immagine


Il diavolo crolla ed il Golden Boy lo trascina a centro ring. Si stende sopra di lui: 1... 2... 3... NO! Murdock riesce ad uscire all'ultimo. Il golden boy cola ancora sangue e con grande violenza scaraventa il Preacher fuori dal ring facendolo scivolare contro il tappeto. Murdock prende fiato fuori dal ring, ancora scosso dopo gli ultimi colpi. Mike però non gli lascia tregua, tira più che può la catena verso di lui. Murdock viene risucchiato addosso all'apron ring, Edwards continua a tirare "impiccando" il diavolo che va in debito d'ossigeno dimenando le braccia. Il predicatore gracchia senz'aria mentre Mike, più deciso che mai, continua a tirare alla morte. Della bava cola dalla bocca di Murdock che ora rimane a penzoloni tra le corde, privo di sensi. Edwards continua ancora a tirare urlando dalla rabbia. Realizzato che l'avversario è ormai privo di sensi lo cinge alla vita e lo scaraventa dentro al ring con un German Suplex. Va per lo schienamento: 1.. 2.. 3... NO! Murdock resiste. Edwards scuote la testa furioso e decide di ripagare il diavolo con la sua stessa moneta...

Immagine


Edwards fa vittima Murdock dei calci del diavolo! Urla come un forsennato e calcia come un dannato! Senza sosta continua a martoriarlo fin quando anche Murdock non sputa fuori un dente. Lascia la presa sbuffando furioso. Incredibilmente Murdock riesce a reggersi in piedi, anche se in condizioni pessime. Barcolla peggio di un ubriaco ma urla ad Edwards di farsi sotto sputando sangue. Edwards non se lo fa ripetere due volte ed inizia a massacrarlo di chop al petto ed al collo. Murdock ha ormai perso ogni cognizione di luogo e tempo, l'unica cosa che riesce a vedere chiaramente davanti ai suoi luoghi è l'odiosa faccia di Edwards e lo sprona quindi a farsi di nuovo sotto nonostante le sue condizioni pessime. Il ragazzo dell'Upper East Side indietreggia di qualche passo e... Sick!!! Murdock è praticamente privo di sensi ma ancora non ne vuole sapere di andare a terra. Mike non perde tempo, Sick al ginocchio mandando a terra Murdock... SICK finale!

Immagine


Un altro dente di Murdock vola via mentre finalmente crolla a terra esanime. Edwards riesce a malapena a trovare le forze per posarsi su di lui: 1... 2... 3... No, no, no, no. Non è possibile, Murdock riesce ancora ad uscire dallo schienamento. Il Dragon Kid grida adirato, non ci vuole credere. Lo riporta in piedi ma Lance crolla a terra immediatamente. Mike lo rialza di nuovo e stavolta lo trattiene per i capelli, gli urla contro puntandogli il dito e lo schiaffeggia! Compie vari giri di catena, stretti come la morte, attorno al collo del Diavolo Custode e poi lo cinge in una Double Underhook. Lo solleva sopra la sua testa... NO! Murdock contrattacca con la DevilRana! Subisce però il contraccolpo della catena stretta attorno a lui e crolla anche lui a terra in malo modo.

Immagine


Entrambi sono a terra sfiniti, senza denti, in un pozzo di sangue. I loro diaframma si gonfiano incredibilmente mentre tentano di recuperare fiato. L'arbitro non fa però in tempo ad iniziare il conteggio che entrambi i contendenti si portano in piedi con un nip-up, allo stesso momento. Si squadrano tenendosi a malapena in piedi col fiatone mentre il pubblico va in visibilio per questo spettacolo. Il Preacher fa la prima mossa tentando di correre alle corde ma ancora una volta Edwards lo tira verso di se con la catena. Murdock sfrutta l'occasione e mentre è in volo connette con il Pelè Kick... A vuoto! Edwards blocca la gamba e poi lo uncina al collo, sollevandolo in aria e schiantandolo sul ginocchio con un tremendo Brainbuster!

Immagine


Edwards barcolla all'indietro mentre Murdock crolla a terra. Mike ora si avvicina ma viene strattonato dalla catena e finisce vittima di una Triangle Choke da un redivivo Murdock! Murdock grida come un dannato mentre rifila delle violente gomitate ad Edwards sotto la sua presa. Edwards è svenuto! Edwards è svenuto! L'arbitro alza il braccio per la prima volta... Si blocca! Si blocca! Edwards inizia a vibrare mentre Lance lo copre di insulti continuando a colpirlo ma Edwards riesce a rigirare la presa e bloccare Murdock in una CloverLeaf!!

Immagine


Edwards grida determinato, Murdock grida di dolore. Mike non va per il sottile ed inizia a prendere di stomp la nuca del Daredevil!!! L'uomo senza paura grida per il dolore ma ad ogni stomp che subisce le sue grida si affievoliscono sempre più fino ad ammutolirsi finendo di nuovo privo di sensi. L'arbitro ora va a controllare anche il suo braccio ma non fa in tempo a sollevarlo che Lance, stizzito, lo scaccia via e con un grido si fa forza sulle braccia per spingersi verso le corde. Fa notevoli passi in avanti con altrettanta fatica. Rosso di rabbia e di sangue caccia un altro grido ed agguanta le corde. Per sua sfortuna lo sforzo rimane invano vista l'assenza di Rope Break, ma non tutto è perduto. Lance tende le corde verso di lui e si da la spinta, gettandosi fuori ring. Lo sbalzo, per via della catena, manda Mike ad impattare violentemente contro le corde. Edwards tossisce per il contraccolpo subito mentre Lance ora risale sull'apron e si getta sopra le corde. Mike se ne avvede e lo tira per l'ennesima volta a se con la catena. Murdock però riesce miracolosamente ad atterrare in piedi. Il Golden Boy lo secca però con un SICK! NO! Lance sguscia sotto e lo tramortisce col Pelè Kick! Il Dragon Kid barcolla e crolla su un ginocchio. Il diavolo prende un attimo fiato e poi si getta contro le corde esibendosi in una nuova e spettacolare manovra che lascia gli spettatori a bocca aperta!

Immagine


Kiss of the Devil! Murdock è costretto a ricorrere a nuove mosse per buttare giù Edwards ed ora lo copre per il pin: 1... 2... 3...!

Spoiler:
NO! NO! NO! NO! NO! EDWARDS ESCE ANCORA! Murdock rimane pietrificato, completamente immobile. Lentamente e barcollante Mike si porta ancora in piedi. Lance con altrettanta difficoltà gli va addosso. Entrambi scuotono la testa a denti stretti ed iniziano a tempestarsi di forearm smash a vicenda! I colpi infuriano e non hanno intenzione di diminuire. Murdock però mette mano alla catena, proprio addosso al collo di Mike, e tira uno strattone potente facendolo finire a terra. Non gli lascia spazio e gli crolla sopra con la Poison of the Devil, incredibile Standing Shooting Star a segno! Mike sembra fuori una volte e per tutte. Lance come suo solito sopraffa la paura ed il rischio e si arrampica di nuovo in cima al paletto. Respira pesantemente, si porta in piedi... EXCELSIOR! Riesce ad andare a segno!

Immagine


Edwards si piega sotto il colpo e Lance si tiene l'addome. Murdock è finalmente riuscito a mettere a segno la sua manovra definitiva ma cosa fa?! NO! Si avventura di nuovo sopra al paletto. Stringe i denti che gli rimangono in bocca, si alza completamente sopra al paletto. "WITNESS ME, ASSHOLE!" urla rabbioso contro Edwards e...




SECONDA EXCELSIOR A SEGNO! ASSURDO!

Immagine


Murdock ha rischiato qualsiasi cosa in suo possesso ed ha connesso non una ma ben due Excelsior per porre fine a Michael Edwards. Geme tenendosi l'addome e si rovescia sopra all'avversario sfinito

1...
2...
3...
SI! Ce l'ha fatta! Lance Murdock si aggiudica la vittoria!





Up Next: Sigfried Jager


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2016
MessaggioInviato: 11/03/2016, 21:59 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Bentornati in diretta qui ad Alpha Horizon, il primo Special Event targato Total Wrestling Corporation del 2016! Le immagini si spostano nel backstage del Madison Square Garden.

Immagine


Più precisamente ci troviamo nei pressi dell’infermeria. Sentiamo del vociare proveniente dall’interno, e dopo un paio di secondi vediamo la porta spalancarsi bruscamente, e uscire fuori un nervosissimo “Superstar” Sigfried Jaeger, reduce dallo spettacolare Manhattan Odissey Triangle Tag Team Match che ha posto fine al lunghissimo regno titolato della Bruderschaft Der Krahe Incorporated.

Immagine


Il Corvo ha ancora qualcosa da ridire allo staff medico della TWC, che si trova all’interno.

SGF: Ve l’avevo detto che sto bene, no?!

???: Se lo dice lei. Resto comunque del parere che sarebbe meglio applicare delle fasciature sulle parti contuse, signor Jaeger. Avanti, torni dentro. La prego.

SGF: Ma anche no, Brooks. Secondo lei, se mi presento nel Main Event con una fasciatura, dove crede che mi colpiranno i miei avversari fin da subito, eh?!

BRK: Dovrebbe avere più fiducia negli altri, Mr. Jaeger. Io non credo che i suoi avversari possano comportarsi in un modo così slea...

Sigfried Jaeger chiude la porta e se ne va via bofonchiando.

SGF: Dummkopfe di un Brooks. Solo tempo e concentrazione persi per degli inutili controlli di routine.

Il Best from the West cammina lungo il corridoio, dirigendosi verso la House of Heroes. Mentre procede si granchisce un pò le braccia e le gambe. Ogni tanto però notiamo una leggera smorfia sul viso del 34th Street Hero. Improvvisamente, però, il suo volto s’incupisce. Il passo di Sigfried rallenta, finchè eccolo fermarsi, trovandosi davanti nientemeno che il TWC World Heavyweight Champion, Leon Black.

[img]http://psd-dreams.de/data/thumbnails/2097/wade_barrettbydillhare.jpg[/img]


Il Best from the West e l’Unglorified Legend si scrutano in silenzio per un paio di secondi. Poi Jaeger piega leggermente la testa e rompe il ghiaccio.

SGF: Immagino che tu te la stia godendo, Leon. Non capita spesso di vedere gli eroi sconfitti. Anzi, non succede quasi mai a dir la verità.

Sigfried alza un dito.

SGF: Beh, ti consiglio comunque di levarti quel mostruoso sorrisetto dalla bocca, perchè la serata non è ancora finita per me. E neanche cominciata per te.

Il gigante osserva per qualche istante il tedesco, poi gli dà una rumorosa pacca sulla spalla.

LB: Non essere così scorbutico, amico mio. Dovresti offrirmi una birra. Nessun altro contendente del tuo prossimo match ha ricevuto una visita stasera. Sorridi, su. Gran bel match hanno messo su Brunild e Lucinda, non è vero? E Brunild si è meritata quella vittoria, falle i complimenti da parte mia.

Il Corvo si tocca la spalla, massaggiandosela brevemente, poi aggrotta lo sguardo.

SGF: Non toccarmi Leon. E niente birre omaggio. In questo momento non sono affatto in vena di scherzare, e lo sai bene. Quando a Nildy, riferirò.

Poi però Jaeger si insospettisce.

SGF: Aspetta un attimo. Hai appena detto che non hai fatto alcuna "visita" a nessun partecipante alla Chamber, tranne me. Beh, perchè sei venuto? Che vuoi?

Black sorride appoggiando una mano sulla spalla di Sigfried, che cerca di spostarla, fallendo miseramente.

LB: Vedi, amico mio, ora ti trovi in una situazione particolare. Fino ad oggi hai sempre avuto un modo per tirarti fuori dai guai, un modo per assorbire le tue sconfitte, sia sul ring, sia a livello morale. Hai resistito parecchio tempo, c'è da ammetterlo. Ma stasera sei con le spalle al muro. Hai perso il tuo match per i titoli di coppia, ed ora ti trovi con il vantaggio di avere un alleato in un match come la Chamber of Annihilation. Devi vincere, non hai altra scelta. Oppure tutti si accorgeranno che Sigfried è finito.

Jaeger si stiracchia e sospira.

SGF: Ah, capisco. Sei venuto a farmi la morale non appena mi hai visto apparentemente in difficoltà. Beh, caro mio, ti ricordo che di fronte non hai un tizio fuori di testa come Manson, uno psicologo fallito come Murdock o un eterno insicuro come Edwards, tutte persone mentalmente deboli o instabili. Questi discorsetti non possono in alcun modo mettermi pressione, perchè sò benissimo qual'è la mia situazione e cosa devo fare, anche senza il tuo "supporto" morale. Se vuoi saperlo, mi sono trovato in situazioni ben peggiori di questa, e ne sono uscito fuori alla grande. Non credo che debba spiegarti il perchè ci sia riuscito, ormai lo sanno tutti cosa sia il sottoscritto.

Poi il Corvo guarda un attimo il titolo mondiale che pende sulla spalla dell'Unglorified Legend.

SGF: Tu, piuttosto. Invece di venire da me a provocarmi, pensa al tuo di match. Qualcosa mi dice che il tuo continuo sottovalutare Big Black Boom potrebbe portare a un risultato clamoroso stasera.

Il campione del mondo scuote la mano in un gesto noncurante.

LB: Non sono io, fra noi due, quello che deve vincere assolutamente. E, bada bene, io stasera vincerò. Il problema è che anche tu devi vincere. Sono qui non per farti la morale, non è proprio il mio stile, ma per darti la carica.

Sigfried alza un sopracciglio.

SGF: Aspetta, aspetta. Mi sa che c'è un qui pro quo, Leon. Io non ho affatto bisogno del tuo aiuto per darmi la carica. So bene quanto sarà dura la sfida che mi aspetta. Sono settimane che l'attendo spasmodicamente e che mi preparo. E soprattutto, so già come posso vincerla. Tutto quello che serve è qui dentro.

Jaeger si punta il dito al petto. Dopo di che guarda in tralice il campione.

SGF: Non mi piace per niente il gioco a cui stai giocando. Questo tuo discorso di darmi "la carica" non ha senso, visto che siamo rivali. Per cui le cose sono due: o sei venuto per trollare e prenderti gioco di me in modo da destabilizzarmi, ciò che sospetto, oppure, e la cosa mi stupirebbe alquanto, credevi davvero che dopo aver perso con quei deficienti di Gates e Miller mi sarei abbattuto e demoralizzato. Da qui l'ideona di venire a fare il buon samaritano. Bah!

Sigfried scuote il capo.

SGF: Beh, si vede che ancora non hai una percezione esatta di chi io sia e di come reagisco di fronte alle avversità. Eppure di esempi ne hai avuti di fronte. Ho perso contro Travis Miller, e ne sono uscito più forte di prima. Ho fatto parte di un gruppo che si è fatto mettere sotto da voialtri, e la mia reputazione non ne è stata scossa. Sono stato fregato da Fred Franke e Olon, e per sei mesi me la sono spassata coi titoli di coppia facendo quello che mi pare e piace.

Il Corvo accenna un sorrisetto.

SGF: La verità è che più mi ritrovo in difficoltà o in situazioni deleterie, più io mi rafforzo e riesco ad uscirne fuori. Vuoi sapere realmente come mi sento adesso che ho perso i titoli di coppia? Mi sento pronto per venire a prendere te. E quello.

Con un cenno, Sigfried indica il World Heavyweight Championship. Black ridacchia.

LB: Vedi, quando dico che voglio darti la carica sono serio. Ed è anche vero che hai dimostrato di essere capace di tirare fuori il meglio di te quando sei in situazioni difficili. Quello che voglio farti capire è che sei in una situazione disperata.

Il campione del mondo sospira.

LB: Non puoi perdere, devi passare sopra un tuo alleato, sei stanco, hai avversari pericolosi, un match pericoloso. To do or to die.

Ma il Corvo alza una mano.

SGF: Ascoltami, Leon. Inizio a stancarmi, sai? Non mi piace ripetere le cose, ma tu mi costringi a comportarmi come un Gates o un Franke qualunque. Te lo ripeterò ancora una volta: so benissimo in che posizione mi trovo in questo momento. E so altrettanto bene che c'è un unico modo per uscirne, la vittoria. Se credi che non abbia preventivato di ritrovarmi in uno scenario del genere, allora vuol dire che mi sottovaluti. E' una situazione difficile? Certo. Disperata? Nient'affatto.

Il Best from the West scuote il capo.

SGF: Sono ben altre le situazioni disperate nella vita. Tu lo sai benissimo. Ma lo so anch'io.

LB: Fred? Per favore, non comparare qualcuno con una dignità con chi non ne ha. Ma questo è quello che volevo sentirti dire. Mi ricorda la persona che eri. Siamo sulla buona strada.

Black ridacchia, tendendo la mano destra.

LB: Buona fortuna Sigfried Jaeger. Mi dirai che non ne hai bisogno, ma io te la auguro lo stesso. Dimostrami di essere quello che dici stasera.

Il Corvo guarda prima la mano del campione, poi lo fissa negli occhi. Infine gliela stringe per poi farglisi sotto. Dopo un paio di secondi, l'Unglorified Legend e il Best from the West sciolgono la stretta. Leon accenna un sorriso e se ne va via. Sigfried lo osserva girare l'angolo, poi scuote il capo e si massaggia un poco il collo indolenzito.

SGF: Ci mancava anche questa...

Infine il 34th Street Hero se ne va via, riprendendo in modo spedito e con sguardo cupo il cammino verso la House of Heroes, dove lo aspettano i suoi compagni. Le immagini sfumano.





Up Next: TWC World Woman Championship on the line: Ayumi Haibara Vs. Samantha Hart


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2016
MessaggioInviato: 11/03/2016, 22:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Siamo giunti ad un match storico per importanza, l'incontro che decreterà la prima campionessa femminile TWC! Da una parte Samantha Hart, dall'altra Ayumi Haibara.



La theme di Samantha risuona nell'arena venendo accolta da una bordata assurda di fischi, decisamente la reazione più sonora della serata!

Immagine


La ragazza compare sullo stage con un sorriso compiaciuto in volto ed una nuova t-shirt con su scritto: "I'M THE CALF". La giovane mostra la sua maglietta con soddisfazione per poi avviarsi verso il ring con passo deciso. Una volta ai piedi del quadrato la ragazza sale sui gradoni per poi percorrere l'apron e raggiungere il paletto al lato opposto ai gradoni, salirvi ed alzare entrambe le braccia mostrando le dita medie. Il pubblico continua a fischiare ma lei non se ne cura, ed ora entra nel ring pronta a questo importante match titolato che coronerà la prima TWC World Women's Champion.



Immagine


Le luci si fanno rosso sangue, ed ecco Ayumi Haibara apparire sullo stage! È vestita con un elegante kimono rosso e giallo. La giapponese allarga le braccia e percorre la rampa dando il cinque ai fan delle prime file. Una volta giunta sul quadrato, si sveste del kimono e lo consegna ad un addetto fuori dal ring. Jessica Rose e l'ufficiale di gara, con in mano la nuova cintura, entrano sul ring.

Immagine


JR: The following contest is scheduled for one fall and it is for the TWC World Women's Championship!

Applausi del pubblico.

JR: Introducing first, in the corner to my right: weighting 143.30 pounds and standing 6-feet tall. From Osaka, Japan, representing the Midnight Hunters, she is the Red Killer... HAIBARA... AAAAAAYUUUMIIIIII !!!!!

La Neon Princess si inchina verso il pubblico che la applaude.

JR: And her opponent, in the corner to my left: weighting 125.66 pounds and standing 5-feet tall. From Toronto, Ontario, Canada, she is the The Hart Princess... SAMANTHA... HAAAAAAART!

Altra bordata di fischi. L'arbitro porge la cintura alle due contendenti, poi la porge al time keeper e infine da inizio al match.

TWC WORLD WOMEN'S CHAMPIONSHIP
SAMANTHA HART VS AYUMI HAIBARA


Le due vanno faccia a faccia, Samantha ghigna e inizia a parlare ad Ayumi che scuote la testa. La Hart spintona Haibara e poi la schiaffeggia! Ayumi afferra Samantha, Over The Head Belly To Belly Suplex! Samantha si rialza, carica sulla giapponese che però la afferra al volo e la scaraventa contro un angolo, poi inizia a prenderla a pugni sotto gli applausi del pubblico. Per finire la combo, Ayumi restituisce il ceffone all'avversaria per poi darle qualche secondo di pausa, alzando un braccio in segno di vittoria. La Neon Princess carica contro il paletto, tenta un High Knee ma Samantha lo evita e mentre l'avversaria è ancora all'angolo la colpisce la sua avversaria con dei rapidi calci. Samantha va quindi per un High Knee a sua volta, va a segno, lo carica un'altra volta ma viene colpita a metà carica da un Lucky Day!

Immagine


Schienamento: 1... Samantha esce. La Hacker si tocca il volto e si rimette a gattoni, Haibara la afferra dai capelli e violentemente la getta fuori dal ring, sotto gli applausi del pubblico! Samantha la guarda con odio mentre la Neon Princess si mette a gambe incrociate al centro del ring, con aria annoiata. La canadese balza sull'apron e tenta uno Springboard Stomp ma Haibara lo evita con una capriola, le due si ritrovano faccia a faccia e vanno in clinch. Clinch vinto da Ayumi che sembra voler lanciare di nuovo Samy con un Belly To Belly ma in realtà la intrappola in una Bear Hug! Il viso di Samantha è contorto dal dolore, ma riesce a tirare una gomitata al volto di Haibara, poi un'altra e un'altra ancora finchè non è libera. Haibara si tocca la nuca, si riscuote ma subisce la TIGER FANG!

Immagine


La Hart vuole chiudere subito il match! Pinna: 1... 2, no! Ayumi esce. Samantha si mette le mani nei capelli, si rialza e chiama la sua Divine Revenge, prova ad Alzare Ayumi... ma questa ha altri piani si libera cadendole alle spalle e la butta con un German Suplex! La giapponese tiene la presa, altro German! E un altro! E un altro! Ed un quinto, ultimo! Cinque German Suplex a Samantha Hart che si tocca la schiena, dolorante. Ayumi, al contrario, saltella come se niente fosse. La Hart si rialza lentamente, la Killer le da dei calcetti e Samantha cerca di spingerla via. Una volta in piedi, Samantha evita un Big Boot, rimbalza alle corde e colpisce l'avversaria con un Dropkick. Ayumi si rialza e subisce un altro Dropkick, e poi un terzo. Nonostante questo, la Red Hunter non mostra sofferenza e si mette di nuovo in piedi. Samantha strizza gli occhi ed inizia a colpirla alle gambe con dei calci, muovendosi lateralmente, Haibara soffre un po' ma poi controbatte con un Backfist. Samantha indietreggia, Ayumi se la carica sulle spalle per la Dammit ma The Tiger si libera con delle gomitate, e poi colpisce con un Bitch Kick.

Immagine


Altro schienamento di Samantha: 1... 2, niente da fare. Samantha rialza Haibara, la colpisce con una serie di pugni al volto, poi tenta una Clothesline, evitata, ma la Hart connette con una Neckbreacker. Nonostante l'iniziale domino di Ayumi, Samantha sta rispondendo piuttosto bene all'offensiva della Giapponese, e adesso applica su di lei una Half-Leg Boston Crab. Haibara arriva velocemente alle corde, la sua avversaria attende il conto di quattro dell'arbitro prima di lasciarla, poi la colpisce con dei calci alla schiena. Nonostante questo, la Killer si sta rimettendo in ginocchio, Samantha tenta di colpirla con una ginocchiata al petto ma la giapponese le blocca la gamba, poi si rialza sempre tenendola e colpisce con un Fisherman Suplex. Schienamento: 1... 2, Samantha esce. Ayumi riprende Samantha e se la carica, Feel Good contro l'angolo!

Immagine


Altro tentativo di pin: 1... 2... The Tiger si salva di nuovo. La Hart, lentamente, si mette prima a gattoni e poi in ginocchio, Ayumi la guarda glaciale e la colpisce con un calcio alla testa. La Killer vorrebbe schienare, ma Samantha rotola sotto la prima corda e cade giù dal quadrato. La Red Hunter sospira e si aggiusta i capelli, poi esce anch'essa dal ring, riprende Samantha ma la canadese la spinge contro l'apron, e poi contro i gradoni d'acciaio! Il conto è arrivato a tre, la Hart ha il fiatone ma riesce comunque a dipingersi un ghigno in faccia, afferra la testa della sua avversaria e la sbatte contro il paletto di sostegno ring. La giapponese cade a terra e si tiene la fronte, Samantha allarga le braccia e viene inondata di fischi. Il conto è a sei, ricordiamo che essendo il titolo vacante può essere vinto anche per count-out ed è proprio quello che Samantha tenta di fare, rientrando sul quadrato. Ayumi si aggrappa alle transenne, il conto è a sette... otto... la giapponese è in ginocchio... nove... e si ributta sul ring! Samantha tuttavia la lancia con un Throw...ia!

Immagine


Prova di forza della Hart che solleva ben più del suo peso, schienamento: 1... 2... Ayumi esce. La canadese trascina l'avversaria vicino all'angolo, poi va per un Samsault, la sua avversaria si scansa e Samantha atterra in piedi, barcolla all'indietro ma poi si tuffa in avanti con una Standing Senton sulla Haibara, schienamento: 1... 2... Ayumi c'è. La Hart inizia ad essere frustrata, si posiziona all'angolo opposto e chiama una seconda Tiger Fang, Ayumi si rialza, Samantha parte...

Immagine


… HEARTBEAT OVERDRIVE! La mossa risolutiva di Andy Moon, colpisce Samantha dritta al volto. La Hacker crolla a terra. Ayumi sorride, mostrando per la prima volta un'espressione visiva durante il match. Samantha non da segni di vita, la Killer la rialza e la carica per la Sweet Sweet Despair.

Immagine


A segno! La Hart non ne ha più. Ayumi la guarda... poi si rialza e riprende ancora Samantha per una seconda Sweet Sweet Despair! Samantha non fa resistenza... perchè è svenuta! Ayumi è pronta per la mossa ma interviene l'arbitro a fermarla, Samantha Hart è svenuta! La giapponese la lascia cadere a terra con disprezzo mentre l'arbitro chiama la fine del match!

Spoiler:
JR: Here's your winner by knock-out, and FIIIIIIRST TWC World Women's Champioooooon... AAAAAAYUUUMII HAAAAAIBARAAAAA!


L'ufficiale di gara consegna la cintura ad Ayumi che la alza, sorridente, senza mostrare alcun tipo di sforzo! La prima campionessa mondiale femminile TWC è la Red Hunter, The Killer, Ayumi Haibara, che si dimostra una nuova, seria, minaccia alle wrestler già affermate della federazione. La giapponese sorride e manda un bacio a Samantha che sta venendo portata via in barella, mentre noi andiamo in pubblicità!



Up Next: TWC World Heavyweight Championship on the line: Leon Black Vs. Big Black Boom


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2016
MessaggioInviato: 11/03/2016, 22:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
manti della TWC, ben tornati ad Alpha Horizon. Fino ad ora una serata di grande spettacolo, ma ancora mancano i due grandi match della serata, il Main Event, che vedrà Andy Moon, Travis Miller, Kevin Manson, Christophorus Schmidt, Sigfried Jager e Chris Drake lottare per ottenere la possibilità di sfidare il vincitore del prossimo match nel Main Event di War of Change II. Infatti è giunto il momento di vedere Leon Black e Big Black Boom in azione. Delle immagini compaiono sul titantron.



Vediamo un uomo in completo elegante bianco che cammina per i corridoi. Intorno a lui camminano svariati uomini armati, che coprono la visuale e ci impediscono di vederne il volto. I soldati camminano schierati, muovendosi circospetti. Improvvisamente da un angolo esce un membro della security, che viene falciato da una serie di colpi di arma da fuoco. Il rumore fa accorrere diverse guardie, che vengono eliminate sistematicamente. Una delle guardie geme, a terra, e l’uomo in bianco si avvicina, estrae un revolver, e la telecamera sale a mostrarne il volto.

Immagine


Maschera nera sorride e spara. Le immagini tornano nell’arena, mentre parte una musica piuttosto conosciuta.



Big Black Boom, ancora in vestito elegante, compare sullo stage, revolver in mano, seguito dai soldati. Il mascherato si guarda intorno, poi fa un gesto per farsi seguire dalla truppa e si incammina sulla rampa. Giunto a metà si ferma e ordina ai suoi uomini di disporsi in due file, rivolti verso lo stage. Dodici uomini si fermano lì, mentre quattro continuano a seguirlo. Giunto nei pressi del ring indica quattro rampe di scale, e ogni soldato se ne sceglie una, arrivando ai pianerottoli a metà e mettendosi in posizione di puntamento. Finalmente Big Black Boom entra sul ring, si guarda intorno e inizia a guardare lo stage, sorridente.



Di nuovo compaiono delle immagini dal titantron.

“And now, I’m speaking to you”


Le immagini che ci vengono mostrate sono in prima persona, e ci mostrano sempre il backstage, imbrattato di sangue e pieno di cadaveri. L’uomo di cui vediamo la visuale si sta spostando scavalcando i morti, ed ora apre una porta. Lì trova un borsone, che apre e da cui estrae un bomber rosso con dei jeans coordinati, degli scarponi bianchi, dei guanti ed una maschera bianca.

“We live in dark days, and dark days are sure to come”


L’uomo inizia a vestirsi, lentamente, prima I pantaloni, poi gli scarponi, poi il bomber, poi i guanti. Infine si allaccia un manganello e la maschera alla cintura. Infine esce dalla porta e afferra un soldato alle spalle, facendolo svenire con una presa al collo.

“But I beg you, remember this”


L’uomo si incammina nei corridoi, e viene assalito da svariati soldati, che però vengono eliminati dopo un breve combattimento corpo a corpo.

“It’s not important who we are”


L’uomo arriva nei pressi della entrata dell’arena, annuisce e prende la maschera, per poi metterla sul volto.
“It’s important the mask we choose to wear”




Immagine


Leon Black, mascherato, compare sullo stage, tenendo un borsone nella mano destra. Il gigante fa qualche passo in avanti, completamento coperto di puntini rossi dovuti ai puntatori dei fucili dei soldati. Il campione del mondo getta a terra il borsone, per poi chinarsi ed aprirlo. Dal borsone estrae il titolo del mondo, che appoggia a terra, poi un fucile a pompa, appoggiato a sua volta, poi una carica di C4, appoggiata vicino al fucile. Infine estrae due granate, che tiene in mano, rialzandosi. Quando finalmente è in piedi si guarda intorno e poi si fissa su uno dei quattro soldati sulle gradinate. Improvvisamente la luce che lo illuminava si spegne. Il gigante allora si fissa su un altro, che dopo qualche secondo sparisce a sua volta nel buio. Black guarda il terzo ed il quarto, che fanno la stessa fine. Le luci si riaccendono tutte insieme, mostrando che sulle gradinate ora ci sono quattro persone vestite come Black. I soldati sulla rampa iniziano a guardarsi intorno, togliendo il gigante dal puntamento, che ne approfitta e lancia le due granate, che si rivelano essere fumogene. I soldati spariscono completamente nel fumo, e quando il fumo si dirada sono tutti stesi a terra, e, in piedi stanno dodici persone vestite anche loro come Black, tutte con il pugno destro alzato sopra la testa. A questo punto anche Black e i quattro sulle gradinate si mettono in quella posizione, per poi lasciare cadere il braccio tutti insieme.

Boooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooom!


Il pubblico nel reparto effetti sonori, e Black raccoglie il suo titolo, se lo mette in spalla e si dirige verso il ring, mentre i suoi omologhi fanno ala al suo passaggio. Un cameraman gli si avvicina e lo riprende da vicino.

LB: One last step.

Il gigante si arrampica sui gradoni d’acciaio, poi sul paletto e si alza in piedi sulla terza corda, alzando il titolo al cielo, poi salta giù e si avvicina a BBB, che si è già messo in tenuta da ring. I due stanno maschera a maschera per un istante, poi il campione si allontana. Leon si toglie la maschera e consegna il titolo a Jessica Rose, poi inizia a mettersi a sua volta in tenuta da ring, mentre la annunciatrice si mette in mezzo al ring per le presentazioni.

ImmagineImmagine


JR: Introducing first the challenger, in the right corner, from South Park, Colorado, he stands 5 feet tall, weighing 199 pounds, he is a former and longest reigning TWC 15 Champion, The Perfidy in a Mask, Big Black Boom!

Boom osserva impassibile il pubblico che lo fischia, poi fa spallucce e si appoggia all’angolo.

JR: And his opponent, in the left corner, from Chicago, Illinois, he stands 7-feet-2-inch tall, weighing 392 pounds, he is the current reigning and first ever TWC World Heavyweight Champion, the Unglorified Legend, Leon Black!

Leon Black alza un braccio, sorridendo ai cori in suo favore. Finalmente, dopo che Simon DeJano ha mostrato il titolo ai quattro lati del ring, possiamo iniziare.

Single Match
for the TWC World Heavyweight Championship
Leon Black(c) Vs. Big Black Boom


I due sfidanti si osservano da lontano, Black sorridente, Boom completamente imperscrutabile. Praticamente tutto il Madison Square Garden sta tifando per l’attuale campione, anche se qualche cartello per il mascherato si vede qua e là. Gli indugi durano ancora qualche secondo, finché il campione del mondo non li rompe facendo un passo avanti e proponendo una prova di forza. Triple B fa cenno di no con la testa, rimanendo appoggiato al paletto, e il gigante fa spallucce, ritornando a sua volta nell’angolo. Altro lungo momento di tensione, finché non è BBB a staccarsi dal paletto e a proporre una prova di forza. Ma quando il gigante si avvicina lui si allontana, sorridendo ed iniziando a girare in cerchio. I due iniziano un moto rotatorio, finché nuovamente il campione parte alla carica, cercando di afferrare Boom, che però sguscia via e tenta un Low Dropkick. Black salta il mascherato e cerca di connettere un Double Foot Stomp. Lo sfidante rotola via dalla sua portata, e poi esce dal ring, annuendo. Il mascherato si volta verso il ring. Over the Top Rope No-Handed Suicide Dive, a.k.a. RunAway Dive!

Immagine


Black vola addosso a BBB e poi va a dare un cinque ad un bambino del pubblico. Infine rialza il suo avversario e lo rilancia sul ring, seguendolo. Boom si è rimesso in piedi e subisce una poderosa Chop, che lo manda alle corde, tentativo di Irish Whip di Black, ribaltato. Il gigante rimbalza alle corde, Boom si butta a terra e il campione lo salta, rimbalza di nuovo alle corde. Shoulder Block. BBB rotola via, mentre Black si batte una mano sulla spalla e lancia un urlo rivolto al pubblico, che gli applaude. Boom, appoggiato alla seconda corda lo guarda in cagnesco, mentre il campione gli si avvicina. Clinch a centro ring, in cui il gigante ha quasi istantaneamente la meglio. Serie di gomitate alla schiena da parte del gigante, che poi lancia al paletto il suo avversario. Tentativo di Big Splash, ma Boom alza una gamba. Il campione del mondo riesce a fermarsi appena in tempo e ad afferrare l’arto del suo avversario. Boom si dimena per qualche istante, ma Black lo trascina con se e gli rifila un Uppercut. Poi, afferrata l’altra gamba lo proietta con un Rocket Launcher. Boom rotola nuovamente fuori dal ring, ma Black si appoggia alle corde, aspettandolo. Il mascherato riprende fiato, poi si avvicina ad un membro del pubblico che ha un cartello a favore di Black, glielo afferra e lo butta a terra, per poi calpestarlo. Fischi per lui, mentre The Knight dal ring lo osserva attento. Boom rotola dentro il ring, solo per rotolare subito fuori. DeJano è costretto ad interrompere il suo conteggio e riprendere da zero, mentre il pubblico continua a fischiare il mascherato, che si prende sette secondi prima di rientrare nuovamente, mentre Black è rimasto immobile. Scambio di sguardi fra i due, poi Black si porta in posizione di Boxeur, avvicinandosi al mascherato. Tentativo di pugno di Black, che viene tenuto lontano con un calcio alla gamba destra. Boom tenta un altro calcio, ma Black lo schiva e lo raggiunge con un diretto al volto. La perfidia mascherata scatta all’indietro, mentre la Unglorified Legend abbassa leggermente la guardia e gli fa un occhiolino. Altro tentativo di calcio di Boom, ma Black gli afferra la gamba, lo attira a se e lo stringe in una Bear Hug. Boom urla di dolore, ma appoggia i piedi nell’interno delle ginocchia del campione, impedendogli di sfruttare appieno la sua manovra. Dopo qualche secondo Black allora trasforma tutto in un Belly to Belly, che spedisce lontano BBB. Il gigante si avvicina e copre il suo avversario, trattenendo la gamba destra con un braccio. 1… 2… No. BBB alza la spalla destra. Black annuisce e sorride, mentre chiude il suo avversario in una Headlock, premendogli con il mento sulla testa. Il gigante respira tranquillamente, mentre Boom ringhia qualcosa. Tentativo di gomitata da parte del mascherato. Colpo di mento sulla testa di Big Black Boom, che nuovamente ringhia qualcosa. Altro tentativo di gomitata, ma Black non si fa sorprendere nemmeno questa volta. Boom da quindi il tutto per tutto e inizia a contorcersi in maniera disperata, riuscendo ad allentare la presa e a scattare in piedi. Black lo afferra da dietro subito, tentativo di Mark of the Veteran, ma Boom riempie di gomitate il gigante e si volta.

Immagine


Requiem del campione. Black si appoggia sul suo avversario. 1… 2… No. Boom alza la spalla destra e si tiene nel match. La Unglorified Legend annuisce a va a rialzare il suo avversario. Inside Cradle! 1… 2… Black si libera, ma Triple B è già in piedi. Low Dropkick di Boom. Black cade in ginocchio. DDT del mascherato. Il campione prova a rialzarsi subito in piedi, ma Boom connette un Jumping Double Foot Stomp sulla gamba destra del gigante. La caviglia si piega in maniera innaturale. Black lancia un urlo di dolore, e nel frattempo BBB gli afferra la gamba e la colpisce con un Elbow Drop. E poi un altro. E poi un altro. E poi un altro. E poi un Knee Drop. E poi un altro. E poi un altro. E poi un altro. Boom solleva la gamba del suo avversario e la scaglia al tappeto. Il mascherato sbuffa, mentre dagli spalti arrivano fischi a ripetizione. BBB non si lascia intimorire e riprende fiato un attimo, mentre la Unglorified Legend si trascina fino alle corde, tenendosi la gamba destra. Boom lo osserva, prende la rincorsa e connette un altro Jumping Double Foot Stomp sulla gamba. Urlo di Black, mentre BBB lo trascina fino al paletto, poi scende dal ring e lo tira ancora più verso il palo d’acciaio. Boom urla qualcosa, poi afferra la gamba destra di Black e la sbatte contro il paletto. Urlo di dolore da parte di Black. The Perfify in a Mask ridacchia, poi afferra nuovamente la gamba e la manda a sbattere contro il paletto. Per poi applicare una pressione torcente all’arto, aiutandosi con il palo. DeJano richiama il mascherato, che per tutta risposta sbatte ancora la gamba del gigante contro l’acciaio. L’arbitro richiama piuttosto duramente Boom, che rotola dentro il ring, per poi rotolare subito fuori. BBB afferra le gambe del gigante, poi lancia un “Wooooooo” e chiude una Figure 4 Leglock.

Immagine


La presa dura per svariati secondi, finché è Simon DeJano ad interromperla fisicamente, riprendendo poi verbalmente il mascherato, che per tutta risposta lo spintona contro le barricate e rientra sul ring. Black viene trascinato a centro ring, poi Boom si guarda intorno e fa il gesto della cintura. Calf Killer! Black urla di dolore, mentre Triple B chiude una delle sue manovre migliori. DeJano è ritornato sul ring e si avvicina per controllare se The Knight si vuole arrendere. Black però urla di no e fa forza con le braccia, iniziando a strisciare trasportando con se Boom. Il mascherato prova ad intensificare la presa, ma Black continua a spostarsi, quindi lascia andare e si rialza, tenendo la gamba destra del suo avversario in mano. Black prova a liberarsi con dei calci, ma subisce una Leg DDT. BBB sorride al pubblico, poi colpisce con una serie di Stomp l’arto dolorante del suo avversario. Black continua a strisciare fino alle corde, dove si aggrappa. DeJano prova ad allontanare Big Black Boom, che però gli urla in faccia e poi lo strattona, spostandolo. Boom afferra nuovamente la gamba di Black e la sbatte a terra, poi lo trascina a centro ring.

Immagine


Boomsault! Altra manovra tipica di Big Black Boom, che poi rotola fuori ring e si dirige verso la zona del Timekeeper. Lì sposta fisicamente Jessica Rose e recupera il TWC World Heavyweight Championship, se lo mette in spalla e si dirige nuovamente in direzione ring. Lì sale utilizzando i gradoni d’acciaio, passa sotto la terza corda, e si dirige verso Black, che si è messo carponi, per poi rifilargli un calcio nelle costole. L’arbitro lo raggiunge e cerca di prendergli il titolo. Ne nasce una breve lotta, in cui ha la meglio DeJano, che si prende il titolo e lo porta a bordo ring, consegnandolo a Jessica Rose. Nel frattempo BBB ha estratto un tirapugni dal costume e colpisce Black con un pugno sulla tempia, per poi gettare via il tirapugni. DeJano si volta e Boom si lascia cadere sul suo avversario, uncinandogli la gamba destra. 1… 2… No. Black alza la spalla. Boom si lamenta con il direttore di gara, ritenendo il conteggio troppo lento. Ripetuti scambi di battute fra i due, finché Boom non sposta l’arbitro e riprende a concentrarsi sul campione con una serie di calci alla gamba. Il pubblico non ha smesso di fischiare BBB per un secondo, ma i fischi si intensificano nuovamente quando lo sfidante si avvicina alle corde e urla qualcosa alle prime file. Black, nel frattempo si è rimesso in ginocchio. Triple B se ne accorge e si avvicina per cercare di fermarlo. Pugno del gigante, che riguadagna la posizione eretta. Tentativo di Lariat da parte del campione. Boom passa sotto il braccio e corre verso le corde.

Immagine


Sky Hook! Manovra direttamente dal repertorio di Michael Edwards, unica persona ad aver sconfitto in un single match Black in TWC. Black cade nuovamente in ginocchio. Superkick! Black non è ancora caduto. Superkick! Boom schiena nuovamente. 1… 2… No! Black alza la spalla e Triple B lancia una occhiata di fuoco a DeJano. Boom si rialza e colpisce con una serie di calci Black, poi afferra le gambe del suo avversario, lo trascina a centro ring e prova a chiudere nuovamente la sua Calf Killer. Black riesce a liberarsi con un colpo di reni. Boom rotola lontano, mentre The Knight si rialza in piedi, massaggiandosi la gamba. Clothesline del mascherato, che però non sortisce particolare effetto. Clothesline del campione, che stende il mascherato. Leon Black si guarda intorno, poi si dirige verso il paletto, ed inizia ad arrampicarsi lentamente, cercando di non fare forza sulla gamba destra. Finalmente arriva sulla terza corda, ma viene preso da una spallata di Boom, che lo colpisce sulla gamba destra. Black perde l’equilibrio e cade giù dall’angolo, rimanendo intrappolato con l’arto destro nelle corde. Boom osserva la situazione con un sorriso, si sposta sull’apron, afferra la gamba del gigante e si lascia cadere. Black urla di dolore, mentre Boom sorride compiaciuto e si appoggia un secondo per riprendere fiato. L’arbitro nel frattempo sta controllando la condizione del campione, che sembra voler continuare. Boom, nel frattempo rotola nuovamente sul ring e sposta DeJano, per poi avvicinarsi a Black. Boom trascina il campione lontano dal paletto, per poi arrampicarcisi sopra, prepararsi e saltare.

Immagine


Zen Headbutt! Boom urla qualcosa, poi arpiona la gamba di Black. 1… 2… NO! Black alza ancora la spalla. Boom gli urla qualcosa addosso, poi inizia a colpirlo con una serie di pugni. Sfogatosi si rimette in piedi e si appoggia al paletto, come se stesse pensando. A questo punto Black inizia a rialzarsi, ma Boom lo intercetta con un calcio alla tempia, rispedendolo a terra. Fischi dal pubblico, mentre il mascherato inizia a girare intorno al suo avversario, come se stesse cercando un punto debole. Finalmente, dopo qualche istante gli si getta addosso, per poi chiuderlo in una Leg Lock. The Knight urla di dolore per qualche istante, poi si butta verso le corde e le afferra. L’arbitro intima a Boom di lasciare la presa, ma quest’ultimo la mantiene. DeJano inizia a contare. 1… 2… 3… 4… Boom molla la presa all’ultimo istante, venendo poi redarguito dal direttore di gara. Il mascherato non pare troppo in pena, infatti ignora bellamente il richiamo e riprende la presa, cosa che costringe DeJano a riprendere il conteggio. 1… 2… 3…. 4… Lo sfidante rilascia la presa appena prima della squalifica, si allontana un istante, e poi riprende la presa. 1… 2… 3… 4… Ancora una volta Boom lascia la presa appena in tempo, venendo redarguito ancora più seriamente. The Perfidy in a Mask ridacchia e si appoggia alle corde per riprendere fiato, mentre nuovamente DeJano si avvicina al campione per controllarne la situazione. Leon Black fa cenno che vuole proseguire, e il direttore di gara, nonostante tutto, fa spallucce e fa cenno a Boom che il match continua. BBB non sembra sorpreso e trascina il suo avversario a centro ring, per poi chiuderlo in una Koji Clutch.

Immagine


291114 di Michael Edwards! Boom sta prendendo a piene mani dall’unica persona che ha sconfitto Leon Black in TWC in un match singolo. Il campione non si fa però trovare impreparato e si mette subito in ginocchio sollevando con se BBB. Ma la gamba destra gli cede e entrambi ricadono nella posizione di prima. Cori per Black da parte del pubblico, mentre il gigante sembra in sofferenza. Finalmente riesce a spingersi con la gamba sinistra e a trasformare tutto in un pin. 1… 2… Boom molla la presa e prova a rialzarsi. Lariat del gigante, che lancia un urlo. Il campione si rimette in piedi e aspetta al varco il suo avversario. Clothesline! Pieno scatto di adrenalina. Discus Clothesline. Black rimbalza ancora alle corde. Jumping Clothesline! Tre quarti di G.O.L.I.A.T.H. Protocol a segno. La Unglorified Legend indica il paletto, e si muove in quella direzione, iniziando la scalata. Sembra però che parte dell’energia che lo aveva sostenuto fino a qualche istante fa sia svanita, infatti la salita è piuttosto lenta, e quando arriva sulla terza corda BBB è già in piedi. Flying Clothesline! No, Triple B si abbassa, ma Black riesce a fare una capriola e rimettersi subito in piedi. Per un istante si tocca la gamba dolorante, e Boom sfrutta quella frazione di secondo per correre verso di lui. The Knight però è rapido di riflessi e riesce a lanciarlo verso il cielo. A metà della salita però lo afferra per i pantaloncini e lo sbatte a terra a mo’ di Powerbomb.

Immagine


Allahu Akbomb! Anche Black ha dimostrato di assorbire le manovre dei suoi avversari e di riuscire ad utilizzarle nei momenti più importanti. Il campione si lascia cadere sul suo avversario. 1… 2… NO! Boom alza una spalla. Black biascica qualcosa, poi prova a rialzarsi, ma viene fermato dalla sua gamba. Il gigante se la massaggia per qualche istante, poi riesce a rimettersi in piedi, mentre BBB sta cercando di trascinarsi fuori ring. La Unglorified Legend si avvicina e gli impedisce la fuga, trascinandolo in centro ring. Il campione colpisce con un paio di Stomp il busto dell’avversario. Black si passa una mano fra i capelli, poi solleva il suo avversario e lo porta all’angolo. Serie di spallate allo stomaco, poi gomitate al volto. Alla fine Black solleva BBB e lo appoggia sull’angolo e inizia ad arrampicarsi a sua volta. Ma, giunto alla seconda corda BBB reagisce con una serie di testate, rimandandolo giù. Crossbody dello sfidante, trasformato in una Powerslam. Schienamento. 1… 2… Boom si salva ancora. Black sembra in difficoltà per la prima volta dopo parecchi mesi, ma si rimette in piedi. Poi si guarda in torno, lancia un urlo e si strappa via le bende dalle mani con la bocca. Il mascherato si sta rialzando, ma viene investito da un pugno. E poi da un altro. E poi un altro ancora. I pugni si intensificano sempre di più, finché diventano una raffica. Fury of a Hundred Punches! Boom crolla a terra, mentre Black si controlla le mani. Assicuratosi che tutto sia ancora tutto a posto il gigante afferra il suo avversario, e lo mette in posizione per un Piledriver…

Immagine


Black cambia Requiem. Questa volta è la manovra tipica di Murdock. Schienamento. 1… 2… NO! Big Black Boom non si arrende, mentre Leon si trascina verso le corde, usandole per rialzarsi. Black prova ad avvicinarsi a Boom, ma viene accolto da una serie di calci alla gamba. Boom scatta in piedi. Serie di Chop al gigante, un paio di calci alla gamba, poi si butta alle corde. Black lo lancia per una seconda Allahu Akbomb, ma Boom gli atterra dietro. Surprise! Pelé Kick portato con la gamba dolorante. BBB barcolla. In Memoriam! Superkick con la gamba dolorante! Boom è in ginocchio. Black se lo carica sulle spalle.

Immagine


Forward Fireman’s Carry Slam, una volta conosciuta come Insanity Injection. Molti match di Black si sono chiusi in questa maniera. Schienamento. 1… 2… 3… NO! Boom alza una spalla, e DeJano indica a Black che è solo un due. Il campione annuisce, rialzandosi, sempre tenendosi la gamba. Il gigante si appoggia alle corde, alzando un braccio e chiedendo supporto al pubblico. Cori per lui da tutto il Madison Square Garden. Black annuisce e solleva BBB, cercando di colpirlo con la Mark of The Veteran. Boom però gli pesta il piede destro, cosa che costringe il campione a lasciare la presa per un istante, il tempo necessario per Boom per scappare fuori dal ring. Black lo segue zoppicando, mentre il mascherato si tiene a distanza. Dopo qualche istante The Knight raggiunge il suo avversario, ma viene colpito da un Eye Rake. Black indietreggia, tenendosi il volto, mentre Boom prende la rincorsa e connette un Low Dropkick sulla gamba destra di Black. No! La Unglorified Legend ha letteralmente saltato il mascherato e ricadendo lo colpisce on un Jumping Double Foot Stomp. Il campione rotola sul ring, per poi uscire subito. Il gigante trasporta fisicamente Boom alle barricate, appoggiandocelo contro. Black connette un European Uppercut, poi un altro, poi un altro, poi un altro ed un altro. Renzokuken! Il campione barcolla verso un punto delle barricate, dove un padre sta tenendo in braccio un bambino. Il gigante sorride e si avvicina, porgendo il gomito, indicando la gomitiera. Il bambino per qualche istante non si muove, poi ne afferra un bordo e tira. In quel momento Black muove il braccio, in modo che la gomitiera si rovesci, mostrando l’interno bianco. BBB si sta riprendendo, ma viene investito da un altro European Uppercut. E poi un altro. E poi un altro. E poi un altro. E poi un altro. E poi un altro. E poi un altro. Black fa qualche passo indietro, lancia un urlo e connette un Running European Uppercut. Bottom of the Heart. Boom crolla a terra e il campione barcolla indietro, respirando. The Knight rotola dentro e fuori dal ring, resettando ancora il conteggio. Serie di pugni ai danni di Boom, che sta cercando di recuperare la posizione eretta. Black poi lo afferra da dietro, e connette un Deadlift German Suplex.

Immagine


Il campione cade in ginocchio e si massaggia la parte dolorante, per poi rimettersi in piedi e zoppicare fino al cadavere di Boom, per sollevarlo e ributtarlo sul ring. Anche Black rotola sul ring, ma Perfidy in a Mask è rotolato fuori dall’altra parte. Il gigante lo guarda per un istante, poi lo segue. Boom cammina carponi all’esterno del ring, ma è raggiunto rapidamente dal suo avversario, che lo abbranca e viene colpito da una testata. La presa del campione però non si allenta, e Boom è costretto a ripetere una serie di testate per liberarsi, per poi voltarsi e connettere un Roundhouse Kick. Ma Black è rapido e si mette in ginocchio, evitando il colpo, poi abbraccia il suo avversario. Belly to Belly. Boom si aggrappa all’apron, evitando la proiezione, e contrattacca con una serie di gomitate. Boom riesce ad allontanarsi, prende la rincorsa. Back Body Drop!

Immagine


Direttamente sui gradoni d’acciaio. Boom impatta di schiena e lancia un urlo di dolore, mentre Black si appoggia all’apron per riprendere l’equilibrio perso. Il gigante poi guarda Boom che si sta trascinando verso le barricate e sorride. Si massaggia la gamba destra, poi fa qualche passo indietro, corre verso il mascherato. Cannon Ball. NO! Boom si sposta e Black va ad impattare duramente contro le barricate. Il gigante rimane bloccato a testa in giù, e BBB, dopo aver ripreso fiato un secondo, gli prende la gamba destra e la appoggia sopra le barricate. Poi sale sopra a sua volta, fa qualche passo indietro, corre e connette un Jumping Double Foot Stomp sul ginocchio di Black, tirandogli fuori un urlo di dolore. Boom si rialza e afferra Black, per poi mandarlo ad impattare contro i gradoni d’acciaio, poi lo rialza e lo butta sul ring. Risalito a sua volta sospira, prende la rincorsa e connette un Boomsault. E poi ancora. E poi ancora!

Immagine Immagine Immagine


Tre Boomsault di fila, e schienamento. 1… 2… 3! No! Black alza una spalla. Boom copre ancora. 1… 2… No! Black alza la spalla. Boom urla a Simon DeJano di contare più rapidamente. 1… 2… NO. Black alza la spalla. Boom urla improperi ai quattro venti, poi si rialza e inizia a tempestare di stomp il suo avversario, per poi chiuderlo in una ennesima Leg Lock. Black urla di dolore, mente la presa si protrae nel tempo, ed il pubblico piano piano inizia a battere la mani a tempo per dargli la carica. Il campione, con uno sforzo enorme riesce a mettersi seduto ed iniziare a colpire Boom, che subisce per qualche istante, poi inizia a riposndere, mollando però la gamba del suo avversario. Serie di pugni, in cui Black ha la meglio, inizia a mettersi in ginocchio, poi in piedi… e Boom gli morde la gamba.

Immagine


Big Black Stunner! Boom riesce ad evitare di perdere il filo del match e lascia Black barcollante. Il mascherato scatta in piedi e connette una serie di calci alla gamba del suo avversario. Black cade in ginocchio. Ezniguri Kick. Schienamento. 1… 2… NO. Black alza la spalla. Il mascherato non vuole crederci e ringhia qualcosa contro il suo avversario, per poi rialzarsi e riprendere a colpirlo con dei calci, poi lo solleva e lo lancia all’angolo con una Irish Whip. Lentamente il mascherato si dirige verso il paletto e colpisce con una serie di Chop il suo avversario, poi gli incastra la gamba destra fra le corde, prende la rincorsa e la colpisce con un Low Dropkick. Urlo di dolore del campione, che si tiene il ginocchio dolorante. Boom ridacchia e prende nuovamente la rincorsa e connette un’altra volta un Low Dropkick. Altra rincorsa, ma gomitata del gigante, che si libera la gamba e sale sulla seconda corda. Tuffo del campione e Low Dropkick al volo del mascherato, che manda a terra Black, facendolo urlare nuovamente per il dolore. Boom si asciuga le mani sulla maschera, poi si avvicina al gigante e lo chiude in una Leg Lock. Il gigante però lo sorprende con un Roll Up. 1… 2… No, BBB ribalta tutto in uno schienamento in suo favore. 1… 2… NO! Black si libera e salta in piedi, ma perde un istante per colpa della gamba destra. Roundhouse Kick di Big Black Boom.

Immagine


Black barcolla. Superkick! Black rimbalza alle corde. Superkick! Black non sembra sapere dov’è. Superkick!

Immagine


Black cade a terra e Boom gli crolla addosso. 1… 2… 3… 3! NO! DeJano fa segno che è solo due! Boom scatta in piedi ed inizia ad insultare pesantemente l’arbitro, che indietreggia sotto la furia vocale dello sfidante. Esaurito il repertorio di improperi il mascherato si butta sul suo avversario, riempiendolo di pugni al volto. Poi gomitate sul collo, ginocchiate alla gamba dolorante. Boom passa trenta secondi a colpire nei più svariati modi il campione, poi si appoggia alle corde. Sembra star pensando a qualcosa, scuote la testa, poi si morde le mani, rialza il campione e lo chiude in una Side Headlock. Tutto pronto per il Cut-To-Black, ma il gigante lo spinge via. BBB si ferma appena in tempo per non travolgere il direttore di gara, poi si abbassa evitando una Lariat del campione, che a sua volta si ferma a pochi millimetri da DeJano. Body Splash di Boom, evitato da Black, che va a travolgere l’arbitro. Black prova ad afferrare il suo avversario.

Immagine


The Lowest Blow. Fischi e boo dal pubblico, ma Big Black Boom ha gli occhi iniettati di sangue e rotola fuori dal ring. Si avvicina all’area dove sta Jessica Rose e stende la presentatrice con un Lariat. Poi recupera una sedia d’acciaio, mentre alcuni membri delle prime file gli stanno gettando addosso cartacce e bicchieri di plastica vuoti. Il mascherato rientra sul ring e inizia a tempestare di sediate la gamba dolorante di Black. Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove, dieci, undici, dodici colpi. Poi intrappola la gamba del gigante nella sedia deformata, si arrampica sul paletto e atterra di piedi sulla sedia. Black lancia un urlo di dolore e cerca di rotolare lontano, ma viene fermato, la sua gamba estratta dal metallo, la sedia gettata fuori ring. Big Black Boom risveglia DeJano con uno scrollone, poi si avvicina a Black, ridacchia e lo chiude nella Calf Killer.

Immagine


Black urla di dolore, mentre l’arbitro si trascina verso il campione, chiedendogli se vuole arrendersi. Black però inizia a trascinarsi verso le corde, fra gli improperi di Boom, che inizia a colpirgli la gamba con la mano libera. Però, centimetro per centimetro, il gigante giunge alle corde, dove Boom non molla la presa. DeJano è costretto a contare. 1… 2… 3… 4… L’arbitro interrompe fisicamente la presa, mentre Boom osserva il suo avversario schiumando rabbia. Il mascherato inizia a colpire la gamba con dei calci, finché ancora una volta DeJano non è costretto ad allontanarlo. Black intanto sta rotolando sull’apron, e sta cercando di rialzarsi con l’aiuto delle corde. Finalmente riguadagna la posizione eretta, ma Boom gli afferra la gamba destra.

Immagine


Dragon Screw! Black cade a terra, tenendosi la gamba, e Boom lo trascina dentro il ring, provando a chiuderlo in una Single Leg Boston Crab, ma Black fa forza con il corpo e lo ribalta. Boom scatta nuovamente in piedi, ma Black tira una spallata al busto del suo avversario. Boom barcolla e il campione riesce a rimettersi in piedi. Tentativo di Lariat. Boom si abbassa, Surprise di Black. Boom barcolla. In Memoriam! Boom cade a terra. Black alza il braccio destro alzando l’indice, il medio e l’anulare. El Mago Reluciente! NO! Boom si abbassa, fa uno sgambetto a Black. Calf Killer!

Immagine


The Knight urla di dolore e prova a fare forza con le braccia, ma non riesce a muoversi. Boom ha chiuso perfettamente la manovra e non sembra intenzionato a lasciare andare. Black urla e prova ad alzarsi, ma neanche questa strategia funziona. Lentamente gli occhi gli diventano lucidi, l’espressione sempre più assente. DeJano gli chiede se vuole arrendersi, ma lui non risponde. Una volta, due volte, tre volte. DeJano gli si avvicina per prendergli un braccio, ma Black improvvisamente scoppia a ridere. Una risata continua, mentre inizia a girarsi, piegando la gamba in maniera innaturale, ma forzando BBB a girarsi con lui. Dopo una lotta estenuante il gigante riesce a rompere la presa, e Boom si stacca, rialzandosi e colpendolo con un pugno in volto. Black continua a ridere e si mette in ginocchio. Serie di pugni di Boom, fino a che il labbro del campione non si spacca ed inizia a sanguinare. Boom urla con tutto il fiato che ha in corpo.

BBB: Stay Down!

Boom prende la rincorsa, ma Black si alza e lo colpisce con la mano aperta sulla gola. Boom barcolla, non riuscendo più a respirare.

Immagine


Mark of Light usando una gamba sola. E ponte. 1… 2… 3! 3! Leon Black mantiene il titolo.

Spoiler:
The Winner of this match: Leeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeoooooooon Blaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaack!


Il campione del mondo striscia verso le corde, dove una dolorante Jessica Rose gli consegna il titolo. Il gigante si rialza lentamente, cercando di non fare forza sulla gamba destra, poi alza il titolo al cielo. Uno dei match più difficili di Leon Black in TWC, ma la Unglorified Legend è riuscita a mantenere il titolo ancora una volta. Big Black Boom si sta rialzando, e Black gli si avvicina. I due si guardano per qualche istante, poi si avvicinano, andando faccia a faccia. Big Black Boom indica il titolo, poi fa segno della cintura, urlando che non ha ancora finito, che quel titolo se lo prenderà lui, poi si allontana, sputando per terra e recuperando una maglietta a tema The Dark Knight, un asciugamano ed andandosene acciaccato verso il backstage. Black lo osserva per qualche istante, poi alza il titolo, godendosi il pubblico che festeggia con lui. E su queste immagini, noi ci prendiamo un piccola pausa.



Up Next: FWP Woman Championship on the line: Elektra Kellis Vs. Alice Angel


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2016
MessaggioInviato: 11/03/2016, 22:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
E siamo giunti al match con il palio il titolo femminile FWP, che vedrà contrapporsi la sfidante rookie Alice Angel contro la campionessa Elektra Kellis! La prima theme a risuonare è quella della One-Winged Angel.



La malinconica melodia scorre mentre le luci dell'arena si abbassano, tranne una puntata sullo stage.

Immagine


Ecco che appare Alice Angel, vestita con una variante color ghiaccio del suo attire e un mantello del medesimo colore. Inoltre, la ragazza ha un piccolo diadema con una gemma blu al centro. Alice alza una mano davanti a se e le luci dell'arena si riaccendono, bluastre. La Crying Princess scuote il mantello e si avvia determinata verso il quadrato, una parte del pubblico inneggia per lei. Una volta giunta sul quadrato, la ragazza sale sul paletto, si porta le mani alla fronte e chiude gli occhi, poi alza le braccia. Scesa dal paletto, si toglie il mantello e il diadema e li porge ad un addetto fuori dal ring. Infine, si accovaccia in un angolo, fissando un punto indefinito del tappeto. Ecco che risuona la theme della campionessa!



Immagine


Elektra Kellis si presenta sullo stage alzando il suo titolo, le luci dell'arena si fanno viola per lei. La Spartana si rimette l'FWP Womens Championship in spalla e si avvia verso il ring dando il cinque ad alcuni fan delle prime file. Il pubblico è abbastanza diviso per questa contesa. La Kellis sale sul paletto e tira un urlo per gasarsi, ed alza di nuovo la cintura. Jessica Rose si avvicina per le presentazioni:

JR: The following contest is scheduled for one fall, and it is for the FWP Womens Championship!

Boato del pubblico.

JR: Introducing first the challenger... weighting 94 pounds and standing 5-feet-3-inches tall. From Los Angeles, California. Representing the Midnight Hunters, she is The One-Winged Angel... ALIIIIICE... AAAAANGEEEEEL!!!!!

Alice si alza e si avvicina al centro del quadrato, guardando incessantemente la cintura di Elektra.

JR: And her opponent, weighting 120 pounds and standing 5-feet-8-inches tall. From Sparta, Greece. She is the reigning and undisputed FWP Women’s World Champion… ELEKTRAAAAA... KEEEEELLIIIIIS!!!!!

La Spartana per la terza volta alza la cintura e si avvicina ad Alice, la differenza di altezza fra le due si fa evidente. Elektra consegna la cintura all'arbitro che la mostra alla Angel, poi la alza al cielo. Infine, si da inizio alla contesa.

FWP WOMENS CHAMPIONSHIP MATCH
ELEKTRA KELLIS VS ALICE ANGEL


Alice ed Elektra girano intorno per qualche secondo, poi la Kellis tende la mano verso la sua avversaria. Questa la osserva, poi alza lo sguardo e scuote la testa. Elektra alza le spalle e ritrae il braccio, poi le due vanno in clinch, vinto subito dalla Black Widow che spinge a terra Alice e le tiene giù le spalle: 1, Alice fa ponte con la testa e interrompe lo schienamento, poi si ributta giù e riesce a liberarsi dalla presa dell'avversaria. Tornate in piedi, Alice va alle spalle di Elektra e le stringe i fianchi, ma la Spartana le afferra la testa e la butta davanti a se, per poi chiuderla in una Side Headlock. Alice riesce a rimettersi in piedi e poi si libera dalla presa con delle gomitate allo stomaco che piegano la Kellis, che poi subisce un Backfist. Irish Whip della Crying Princess verso l'angolo, poi Alice carica su Elektra che però la alza cercando di buttarla fuori dal ring. Alice si aggrappa all'apron e sorprende Lady Vendetta con uno Springboard Splash!

Immagine


Schienamento: 1, ed Elektra esce. La Spartana si rialza e tenta una Double Axe Handle su Alice che però la evita abbassandosi, corre alle corde e si butta con un Lionsault... ma Elektra la afferra a mezz'aria e la butta a terra con una Body Slam! Schienamento: 1, Alice esce. La Angel viene rialzata, con un Irish Whip viene mandata alle corde, rebound, Elektra si abbassa, secondo rebound e stavolta la Black Widow prova ad afferrare Alice per un Northern Light Suplex, ma Alice si libera tirandogli una ginocchiata poco sotto il petto e spezzandole il respiro, Snap DDT della nativa di Los Angeles che va per lo schienamento: 1, la Kellis si libera. La greca si mette in ginocchio, evita un calcio di Alice che subisce un Roll-Up: 1... 2, e si libera. Le due avversarie sono di nuovo in piedi, la Crying Princess le salta addosso per una Hurricanrana... ma Elektra la tiene e la schianta con una Powerbomb!

Immagine


Pin da parte della Spartana: 1... 2, Alice esce. Elektra va a rialzare l'avversaria, la solleva e la spinge contro l'angolo, poi inizia a riempirla di pugni e pestoni finché la rookie non crolla a sedere, chiusa nell'angolo, ed infine scivola fuori dal ring sotto la terza corda. La One-Winged Angel rifiata, ma Elektra scende anch'essa dal quadrato e la butta contro i gradoni d'acciaio! La giovane californiana si tocca la schiena dolorante ma cerca comunque di rialzarsi, Elektra la prende e la spinge con dei blocchi da football contro le barricate: uno, due, tre, quattro, cinque blocchi e poi la libera. Alice, lentamente, si rimette in ginocchio mentre la Kellis torna sul ring e il conteggio dell'arbitro è arrivato a cinque. La White Hunter stringe i denti e torna sul quadrato da sotto la prima corda, ma prima ancora che possa rialzarsi viene accolta da dei pestoni da parte di Elektra che poi la abbranca con un Belly To Belly Suplex

Immagine


La Kellis vorrebbe schienare ma Alice si rifugia sotto la prima corda. La Spartana la riporta al centro del ring e la chiude in una Boston Crab. Alice stringe i pugni e scuote la testa all'arbitro che le chiede se vuole cedere. La Angel striscia verso le corde, Elektra si alza leggermente per riportarla al centro ma questo crea lo spazio per la californiana per rigirare la mossa con un Roll-Up: 1... 2... Elektra esce, le due si rialzano e subito la Greca riacquista il controllo con una Spartan Spear!

Immagine


Schienamento: 1... 2... Alice esce! La rookie tossisce e si tiene lo stomaco, ma si rimette a gattoni. Elektra infierisce tirandogli un calcio al fianco e ributtandola giù. Tuttavia, la White Hunter non pare voler rimanere a terra per più di tre secondi di fila, infatti si rimette di nuovo in ginocchio davanti ad Elektra, che la guarda con un misto di stupore e fastidio. Lady Vendetta prende l'avversaria e la alza per un Piledriver! A segno! Schienamento: 1... 2... Alice Angel c'è! Elektra si acciglia, riprende l'avversaria dai capelli e la posiziona sull'apron per gli Spartan Knees!

Immagine


Alice ricade dentro al ring e si trascina verso l'angolo opposto a dove si trova Elektra. Questa carica e la colpisce con una ginocchiata al volto! La Greca torna all'angolo opposto e carica di nuovo con una seconda ginocchiata ancora più potente! Alice crolla giù ed Elektra la schiena: 1... 2... No! Ancora una volta, la Crying Princess resiste. Lady Vendetta riprende Alice e la posiziona per la Widow's Web... ma Alice la evita con un Backflip! Calcio allo stomaco della Angel che poi afferra la testa dell'avversaria per la Twist Of Light!

Immagine


Schienamento: 1... 2, Elektra esce! Alice cerca di recuperare fiato, poi si posiziona all'angolo e intima all'avversaria di alzarsi, chiamando la Half-Light! Elektra si rimette in piede, Alice parte... ma la Kellis le blocca la gamba e rigira la mossa in una Half-Leg Boston Crab! Altra pressione sulla schiena di Alice che urla dal dolore... ma riesce ad arrivare alla prima corda! La Kellis attende che, ancora una volta, la sua avversaria si rialzi, per poi rischiantarla con la Widow's Web!

Immagine


A segno! Schienamento: 1... 2... No! Nonostante il letterale pestaggio che sta subendo, Alice Angel non demorde. Elektra la butta contro un angolo e poi le va addosso con gli Spartan Elbows!

Immagine


La Spartana ne ha avuto abbastanza e quando la sua avversaria traballa in avanti la solleva per la Shazam... Ma Alice le si aggrappa alla testa cercando di soffocarla! Elektra annaspa, sorpresa, e molla la presa delle gambe, dando modo alla Crying Princess di metter a segno una seconda Twist Of Light!

Immagine


Alice si rialza, traballante, e si posiziona di nuovo all'angolo. La campionessa si alza e...

Immagine


HALF-LIGHT! Alice batte un pugno sul tappeto e si precipita a schienare l'avversario: 1... 2... 3NO! Elektra esce! La rookie di Los Angeles si mette le mani nei capelli, stringe i denti... poi trascina l'avversaria vicino all'angolo, sale sulla terza corda, non senza fatica, e...

Immagine


Dawn! Ma Alice non schiena nemmeno, si tiene lo stomaco ma sembra in preda ad un fuoco e torna sul paletto: Midnight!

Immagine


Applausi del pubblico per la manovra, schienamento: 1... 2... No! E di nuovo Alice batte i pugni per la frustrazione, le palpebre dilatate in uno sguardo incredulo e furente. Alice si porta le mani al volto per qualche secondo, poi annuisce e per la terza volta, lentamente, si alza sul paletto. La giovane respira, si mette in piedi sulla terza corda, alza le braccia al cielo...

Immagine


See You In Heaven! Connessa, per la prima volta, la mossa risolutiva dei fratelli Angel! È finita, Alice schiena: 1... 2... 3! NO! Elektra fa kick-out all'ultimo millesimo di secondo. La Crying Princess è disperata, si trascina via dal corpo dell'avversaria e rifiata, ancora stesa a terra. La Angel rotola sotto la prima corda e si rimette in piedi sull'apron, vuole quel titolo e lo avrà a tutti i costi. Attende che Elektra, molto lentamente, si rimetta in piedi e si butta con uno Springboard Splash... Ma viene afferrata al volo! SHAZAM!

Immagine


Elektra scuote la testa, si rialza tenendosi la zona addominale e riprende Alice che sembra ormai aver perso conoscenza: SHAZAM, una seconda!

Immagine


Elektra Kellis schiena: 1... 2... e 3. Alice Angel vende cara la pelle, ma il titolo FWP rimane nelle mani della Spartana!

Spoiler:
JR: Here's your winner and STILL FWP Womeeens Champiooon: ELEKTRAAAAA KEEEEELLIIIIIS!


L'arbitro consegna la cintura alla greca che la afferra, dolorante, e la alza al cielo. Intanto, alcuni medici soccorrono Alice Angel, ancora a terra. Elektra si volta verso l'avversaria, che ha spinto via i dottori e si sta rialzando a fatica. Elektra sembra voler andare da lei per alzarle il braccio, ma la Angel si defila ed esce dal ring tenendo la testa bassa, un braccio sulla nuca e l'altro a coprirsi dalla telecamera che la segue mentre torna verso il backstage fra gli applausi del pubblico. Elektra la guarda, con aria interrogativa, ma poi decide di tornare a festeggiare mentre noi andiamo in pubblicità.



Up Next: The Main Event!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Alpha Horizon 2016
MessaggioInviato: 11/03/2016, 22:34 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
E siamo finalmente arrivati al momento culminante di questa grandissima serata di wrestling made TWC, che risponde al nome di Alpha Horizon. Dopo grandi colpi di scena e granitiche conferme, è arrivato il momento di assistere al Main Event che chiuderà il primo Special Event del 2016. Sei grandi performer, una gabbia gigantesca come campo di battaglia. Andy Moon, Chris Drake, Kevin Manson, Travis Miller, Sigfried Jaeger e Christophorus Schmidt. Tra questi sei nomi uscirà il vincitore della prima Chamber of Annihilation della storia della Total Wrestling Corporation. In palio il pass esclusivo per affrontare il TWC World Heavyweight Champion nel Main Event di War of Change II, lo show di punta della federazione che si terrà all’Husky Stadium di Seattle il 3 giugno.

Immagine


Mentre vediamo la gigantesca struttura di metallo iniziare a calare verso il ring tra le esultanze dei fan del Madison Square Garden, ecco un breve filmato di recap su questo incredibile match.

Chamber of Annihilation Match: Recap Promo ha scritto:


Indoor War 22: Leon Black, reduce dal trionfo di End is Near, annuncia che per volontà del General Manager, Virgil Brown Jr., si terrà ad Alpha Horizon la prima Chamber of Annihilation della storia della TWC. In palio, l’ambitissimo spot che vedrà il vincitore lottare per il TWC World Heavyweight Championship nel Main Event di War of Change II. Nella stessa sera, dopo un incontro dal finale controverso a causa di un’interferenza di Chris Drake, è Andy Moon a conquistare il primo spot per la Chamber.

Indoor War 23: Nella stessa puntata sono ben tre i nomi annunciati che entreranno a far parte del Main Event di Alpha Horizon. Al ragazzo di Savannah si aggiunge anche Chris Drake, che batte Vincent Cross in un match di qualificazione altrettanto movimentato. Due, invece vengono letteralmente strappati dagli allora TWC World Tag Team Champions, Sigfried Jaeger e Christophorus Schmidt, che però sono costretti da Brown a barattare un rematch titolato contro No More Heroes e Dawn of the Empire in cambio degli spot per la gabbia. Per loro sorge l’incubo del doppio match nello stesso Special Event.

Indoor War 24: Mentre c’è grande interesse e curiosità su chi saranno gli ultimi due partecipanti alla Chamber of Annihilation, in puntata assistiamo al violento showdown tra Andy Moon e Chris Drake, che portano la loro rivalità su un livello di violenza superiore. Nel frattempo la BDK Inc., fedele al motto di fare quello che vuole quando vuole, si imbarca in un folle Hudson River Match contro gli Enlightened of Pro Wrestling. Tuttavia, il mistero di chi completerà la rosa dei sei eletti, permane e non viene sciolto.

Indoor War 25: A mettere le carte in tavola e sciogliere ogni dubbio, inaspettatamente, è Kevin Manson. L’Animal, ossessionato dal non poter affrontare per l’ennesima volta la sua nemesi Leon Black, decide di ricorrere alla Chamber of Annihilation. Una volta vinta, se l’Unglorified Legend fosse ancora il cambione, non potrebbe negargli la sfida tanto agognata. Manson, forte di un accordo segreto con Virgil Brown Jr., ottiene uno spot per sé, e in un controverso Opener di puntata, offre l’ultimo a Travis Miller o Shawn Gates nel tentativo di creare una frattura tra i due compagni di coppia. Alla fine, il suo piano non funziona, perchè Shawn lascia a Travis la grande possibilità, dato che nella stessa sera è impegnato in un match titolato contro Leon Black. Nel frattempo, Sigfried Jaeger cerca di portare zizzania tra i partecipanti, offrendo l’aiuto della BDK Inc. nella gabbia sia a Chris Drake che a Andy Moon, ma con condizioni palesemente inaccettabili e provocatorie. Nella stessa sera, mentre Christophorus Schmidt rivela una nuova indole violenta e fuori dai canoni, il Corvo ha infine un tesissimo scambio di opinioni con Kevin Manson, che lascia entrambi col sangue amaro e la promessa tacita promessa di darsele di santa ragione.

Alpha Horizon. Main Event. Un gabbia gigantesca. Chris Drake. Sigfried Jaeger. Kevin Manson. Travis Miller. Andy Moon. Christophorus Schmidt. Sei uomini indomabili. Sei grandi performer. Sei wrestler completamente diversi l’uno dall’altro, per stile e per carattere.Il miraggio del TWC World Heavyweight Championship a War of Change II. Un solo vincitore possibile. Chi sarà il First Contender ufficiale che darà l’assalto al titolo più ambito della TWC nel PPV più importante della storia della federazione? Lo scopriremo tra pochissimo.


Una volta tornati in linea, vediamo la Chamber pronta e fissata a terra perfettamente. A centro ring, vi sono il referee Todd Hennigan, scelto per arbitrare questo match delicatissimo, e la nostra Jessica Rose, a cui va subito la linea per presentare gli ingressi dei protagonisti dell’incontro.

Immagine


JR: Ladies and gentlemen. The following contest is the Main Event of the evening, and is the first ever Chamber of Annihilation in TWC history!!!

Il pubblico di New York City si scatena, rispondendo alla grande. Jessica Rose poi spiega brevemente le regole di questo incontro brutale: quattro uomini entreranno nelle celle laterali, mentre due daranno il via alla contesa. Ogni cinque minuti partirà un conto alla rovescia, al cui termine una a caso delle celle verrà aperta consentendo all’occupante di entrare in azione, finchè tutte le cabine saranno vuote. Le eliminazioni procederanno via via tramite pinfall o submission. L’ultimo wrestler rimasto sarà proclamato vincitore e conquisterà una shot al TWC World Havyweight Championship a War of Change II. Ed ecco che cala il silenzio in attesa delle entrate, momento molto importante, visto che scopriremo quali wrestler andranno a finire all’interno delle cellette e quali inizieranno per primi l’incontro.



Immagine


Lo stage si tinge di rosso, mentre sul titantron si ripete ciclicamente una strana immagine. Possiamo sentire una voce femminile fuori campo sussurrare qualcosa.

We have to find the cure
All of this has to stop
We are the cure
The cure for this cancer
You can do it, doc, you must do it
They're all gonna love you
Isn't it what you always wanted?
You're the cure, you and you alone,
And you must. Not. Fail. Not this time.


Sullo stage vediamo comparire due uomini, con una barella. E' evidente che ci sia un uomo, coperto però da un velo bianco macchiato di sangue in più punti. I due trasportatori della barella se ne vanno, mentre la tonalità degli spotlight diventa ancora più rossa. E all'improvviso, buio. L'unica cosa visibile rimane quell'immagine sullo schermo, che all'improvviso cambia.

Immagine




L'uomo si scrolla di dosso il velo bianco, balzando in piedi.

Immagine


Kevin Manson, con una theme song diversa dalla propria come di consueto durante gli Special Event, allarga le braccia urlando, accolto da una reazione mista. Indossa un lungo camice bianco, anch'esso sporco di sangue e con degli squarci in alcuni punti. The Animal si lancia nervose occhiate intorno, poi ribalta la barella sullo stage e percorre a passi veloci la rampa, tirandosi qualche schiaffo nel tragitto.

JR: Introducing first. Making his way to the ring. Weighting 280 pounds and standig 6-feet tall. From Parts Unknown, he is The Animal... KEVIIIIIN... MAAAAANSOOOOON!!!!!

Arrivato davanti alla cella, afferra le maglie delle grate della struttura dall'esterno, chinando il capo e bisbigliando tra sè e sè qualcosa che ci viene impossibile cogliere, poi si scrolla di dosso il camice lanciandolo in mezzo al pubblico e sale rapido sul ring. Una volta arrivato rivolge qualche ultima occhiata ai fan, sempre combattuti su di lui, poi si chiude nella cella indicatagli da un arbitro, mollando una spallata proprio a quest'ultimo e strisciando la schiena contro alle grate fino a ritrovarsi seduto nella sua celletta di plexiglass.



Risuona la theme di Chris Drake accolta da un boato d'approvazione del pubblico qui presente, sembra proprio lui il favorito dei fan del Madison Square Garden stasera! Le luci si abbassano leggermente mentre i fari puntano lo stage dove vediamo comparire un sorridente Chris vestito con il suo ring gear coperto dal solito giubbotto di pelle.

Immagine


The Predator si ferma ad osservare l'arena mettendosi di taglio la mano destra sulla fronte per poi annuire in maniera vigorosa, battersi dei pugni sul petto con una sola mano ed indicare il ring con la stessa mano. Dopo aver emesso un urlo fomentato Mr. TWD si incammina sulla rampa a passo deciso, e non appena arrivato ai piedi del ring gira verso destra facendo il giro del quadrato e scambiando dei cinque con i fan in prima fila.

JR: Making his way to the ring. Weighting 249 pounds and standig 6-feet-3-inches tall. From Philadelphia, Pennsylvania. He is The Legend in the Making... CHRIIIIIS... DRAAAAAKE!!!!!

Finito il giro si posiziona di fronte le scalette che danno l'accesso alla gabbia per poi salirle ed osservare la struttura dal suo interno. Fatto ciò Chris entra attraverso la corda più alta e quella centrale ed una volta dentro allo squared circle si dirige a passo svelto verso il paletto adiacente alla zona del timekeeper. Una volta salito su alza entrambi i pugni al cielo venendo imitato dalla moltitudine dei fan qui presenti. Sceso dal paletto Chris si dirige verso la cella in cui è presente Kevin Manson ed inizia a ridere in modo plateale puntando il dito contro di lui e irridendolo. The Animal osserva con sguardo duro Chris che risponde con un deciso dito medio verso l'avversario. Fatto ciò The Predator entra nella sua cella e si toglie la giacca per poi appoggiarsi contro una delle pareti di plexiglass e attendere gli altri avversari.



La theme song dei No More Heroes risuona nell'arena, mentre sul titantron campeggia il logo dei TWC World Tag Team Champions.

Immagine


E dopo qualche secondo Travis Miller fa la sua comparsa sullo stage, con il titolo in bella vista sulla spalla destra.

Immagine


Lo scozzese viene accolto con un boato dal pubblico del Garden, dopo di che cala verso la gabbia d’acciaio con passo deciso, che non nasconde però una leggera zoppia, conseguenza del terribile Manhattan Odissey Match disputato nella stessa serata.

JR: From Inverness, Scotland.Making his way to the ring. Weighting 209 pounds and standig 6-feet-2-inches tall. Representing the No More Heroes, he is the new TWC World Tag Team Champion... TRAVIIIIIS... MILLEEEEER!!!!!

Il Child of Ice sale i gradoni ed entra nella Chamber. Una volta scavalcate le corde, eccolo alzare il suo titolo al cielo, raccogliendo una nuova ovazione.

Immagine


Dopo di che eccolo andare a fronteggiare Kevin Manson, che si alza in piedi all’improvviso e scruta malamente lo scozzese, prima di rivolgergli un sorriso sarcastico. Miller scuote il capo e si allontana. Dopo uno scambio di sguardi anche con Drake, il campione di coppia cede la sua cintura a un official e poi entra nella cabina in plexigas riservata a lui, che viene subito chiusa ermeticamente. Resta una sola celletta vuota, e mancano solamente Andy Moon e i due membri della Bruderschaft Der Krahe Incorporated. Ora sì che la cosa si fa interessante. Dopo diversi secondi, le luci si abbassano e diventano intermittenti, mentre sul titantron compare un corvo tenebroso che esplode dividendosi in centinaia di piccoli corvi.

Immagine


Subito dopo, ecco comparire il logo ufficiale della Brudershaft Der Krahe Incorporated.

Immagine


Mentre il pubblico rumoreggia in attesa dei membri della BDK Inc., una nebbia grigiastra si diffonde sullo stage.



Poco dopo, ecco sbucare dalla nebbia “Superstar” Sigfried Jaeger e “The Hunter” Christophorus Schmidt, accolti con un misto di fischi di disapprovazione ma anche di applausi da parte dei fan.

ImmagineImmagine


I due membri della Company of Heroes, reduci dalla bruciante perdita dei loro titoli di coppia dopo sei mesi di dominio, osservano cupamente l’arena e la Chamber of Annihilation. Poi gli ex-TWC World Tag team Champions iniziano a calare verso il ring, guardandosi intorno con cattiveria.

JR: Making their way to the ring. First, from Ravensburg, Germany. Weighting 216 pounds and standing 6-feet-3-inches tall. Representing the Bruderschaft Der Krahe Incorporated, he is The Best from the West... SIGFRIEEEEED... JAEEEEEGEEEEER!!!!!

Il Corvo e il Berlin Brawler arrivano ai piedi della Chamber, poi, uno alla volta, entrano all’interno della temibile struttura.

JR: And from Berlin, Germany. Weighting 225 pounds and standing 6-feet-3-inches tall. Representing the Bruderschaft Der Krahe Incorporated, he is The Hunter... CHRISTOPHORUUUUUS... SCHMIIIIIDT!!!!!

I due membri della BDK Inc. non perdono tempo per andare subito a piazzarsi nei pressi della cabina dove è chiuso Travis Miller, con cui inizia un fitto scambio di offese. Christophorus rifila un calcio al plexigas, poi va a minacciare anche Chris Drake, mentre Sigfried Jaeger si toglie la felpa e punta il dito verso Kevin Manson, che scuote il capo sorridendo. Infine Jaeger si batte un colpo sul gomito destro alzato, promettendo silenziosamente a Chris Drake quale sarà il suo destino. Ma ecco che gli officials iniziano a insistere perchè i due la smettano. Mentre Schmidt è costretto a consegnare il suo bastone da passeggio, vediamo Sigfried che viene invitato ad entrare nell’ultima cabina disponibile. Una volta che il Corvo è chiuso all’interno, sul ring resta solo Christophorus. Rimane quindi un ultimo partecipante, che inizierà la Chamber Of Annihilation assieme all’Hunter: Andy Moon.



Una diversa versione di New Dawn Fades risuona nell'arena, mentre le luci dell'arena si spengono e lo spotlight rimane sull'entrata dello stage. Sul titantron, appare una scritta bianca su sfondo nero:

A TRUE HERO IS A HUNTER OF DARKNESS


Immagine


Ecco Moon, vestito con un giubbotto di pelle con un grosso segno dell'anarchia sulla schiena, apparire sullo stage. Sul viso, sotto gli occhi, ha dipinti in verticale kanji delle parole “Cacciatore” ed “Eroe”. Il nativo di Savannah punta con le dita la Chamber ed esplodono dei pyros, le luci si riaccendono ed il ragazzo osserva la gabbia, per poi correre verso di essa sulla rampa.

JR: From Savannah, Georgia. Making their way to the ring. Weighting 172 pounds and standing 5-feet-8-inches tall. Representing the Midnight Hunters, he is The Infinite Kid... ANDYYYYY... MOOOOON!!!!!

Una volta giunto sotto, invece di entrare, la scala dall'esterno ed arriva sul tetto. Una volta sopra, arrivato vicino al buco centrale, il ragazzo alza le braccia, tira indietro la testa e lancia un urlo poderoso, per poi calarsi all'interno, cadendo proprio al centro del ring. Qui, il ragazzo sale sul paletto davanti alla cella dove è entrato Chris Drake, lo indica e i due si scambiano qualche insulto, Moon si sfila la giacca e la getta contro la cella. Sceso dal paletto, il ragazzo indica Sigfried, ghignando e indicando le scritte sul suo viso. Il Best from the West replica alzando il gomito destro, una silenziosa minaccia di Blitzkrieg nei confronti del Wanna Be Hero. Ma prima di cominciare, spazio a un brevissimo filmato di presentazione di War of Change II. Ci vediamo tra trenta secondi! Non andate via eh, perchè il Main Event sta per cominciare.





Up Next: The Main Event (for real)!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it