Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 154 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 11  Prossimo
  Stampa pagina

TWC - Friday Night Indoor War (#25-#30)
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 26/02/2016, 20:29 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8569
Immagine


Cari amici telespettatori, benvenuti al Kick Off di questa venticinquesima puntata di Friday Night Indoor War. Mancano pochi minuti all’inizio dello show di punta della Total Wrestling Corporation e vediamo inquadrato l’affollato backstage del Manhattan Center.

Immagine


La videocamera spazia per i corridoi, fino a raggiungere la porta dell’ingresso secondario del Center. Qui, appoggiato al muro, troviamo il TWC World Tag Team Champion, “Superstar” Sigfried Jaeger.

Immagine


Come vediamo, il Corvo sta guardando un filmato al cellulare, facendosi qualche risatina. A un certo punto, però, la porta si apre e vediamo fare la propria comparsa i Midnight Hunters al gran completo!

ImmagineImmagineImmagine


Jaeger abbozza un sorrisetto, si mette in tasca il cellulare e si avvicina a Andy Moon, Ayumi Haibara e Alice Angel, salutandoli.

SGF: Ehilà, Andy. Stavo aspettando proprio te!

Andy alza un sopracciglio.

AM: Oh, Jaeger. Mi sorprendi.

SGF: Noi due dovremmo fare quattro chiacchiere. Ti ruberò solo qualche minuto.

Il Corvo guarda un attimo Ayumi e Alice, poi Andy.

SGF: In privato...

Ayumi ed Alice guardano Andy in modo eloquente, lui annuisce.

AM: Rimanete in zona e occhi aperti. Non voglio sorprese, ne ho già avute abbastanza due settimane fa.

Le due annuiscono e proseguono da sole per il corridoio. Sigfried sospira, si guarda intorno per essere ancora sicuro che i due siano soli, dopo di che inizia a parlare.

SGF: Ebbene. La vita di quasi tutti gli esseri umani può essere riassunta come una costante sequenza di vittorie e sconfitte, trionfi e fallimenti, obiettivi raggiunti e obiettivi mancati. Tuttavia, a parte alcuni casi più unici che rari, per tutti quanti una volta nella vita, arriva il climax. Ovvero quel preciso momento in cui dovranno prendere una decisione importante. Ma che dico, una decisione talmente fondamentale che segnerà il resto della sua esistenza, e che farà la differenza tra vivere all’apice o morire come l’ultimo degli stolti, sul fondo del burrone.

Il Best from the West gonfia il petto.

SGF: Alessandro Magno, Annibale Barca, Giulio Cesare, Ottaviano Augusto, Gengis Khan, il Principe Nero, Enrico V, Federico il Grande, Napoleone Bonaparte, Sigfried Jaeger. Tutti i grandi personaggi della storia si sono trovati di fronte a una scelta fondamentale nella loro straordinaria vita, più d'una volta, in quanto eroi. Ma ora, questo climax è arrivato anche per te, Andy.

Sigfried appoggia una mano sulla spalla del sempre più accigliato Moon.

SGF: Sai, due settimane fa sono stato forse un pò troppo duro nei tuoi confronti. Penso di averti sottovalutato, e il mio grande cuore di eroe mi ha spinto a cercarti stasera per farti un’offerta che ti cambierà la vita. Alpha Horizon. Chamber of Annihilation. Tutti sappiamo quali siano le tue intenzioni. Tutti sappiamo quali siano le tue ambizioni. Da una parte la distruzione totale di Chris Drake unita all’umiliazione di Samantha Hart e i Guardians of Truth. Dall’altra la vaga speranza di vincere la Chamber e diventare il primo vero e credibile First Contender al titolo mondiale detenuto da Leon Black.

Il Corvo indica con la mano in due direzioni mentre parla.

SGF: Beh, mi spiace farti tornare coi piedi per terra, ma da una parte vedo una possibilità concreta, dall’altra solamente una modesta e poco fondata illusione. Io ho previsto cosa accadrà in quell’incontro, e ho paura di avere delle brutte notizie per te. Non hai alcuna chance di uscire dalla gabbia come vincitore. Neanche l'1% di possibilità per come stanno le cose attualmente.

Jaeger alza una mano e sorride.

SGF: Ma non ti preoccupare. E’ per questo che io, Sigfried Jaeger, l’eroe senza macchia e senza paura, ho deciso di darti una mano assieme alla Bruderschaft Der Krahe Incorporated. Ad Alpha Horizon, quando due eroi, tre belve e tu, si ritroveranno invischiati in una lotta senza quartiere, la BDK Inc. potrebbe benissimo aiutarti a completare quello che stai progettando da mesi. Porre fine in modo definitivo alle angherie e alle stupide chiacchiere di Chris Drake. Tre contro uno. Un gioco da ragazzi. A occhio e croce basteranno meno di cinque minuti per annichilire uno come Drake. Che ne dici, eh? Io, Christophorus e te. Alleati...

Sigfried fa un passo indietro e si sfrega le mani, sorridendo. Andy, appoggiato contro il muro con le braccia incrociate, sorride.

AM: Ti posso contestare tutto, tranne che tu non sappia impostare un discorso, Sigfried. Mi avresti quasi convinto. Peccato tu non riesca a darti delle arie nemmeno quando sei in cerca di alleati... ma dimmi, mettiamo che io stia accettando. Che te ne viene?

Il Corvo fa spallucce.

SGF: Ben poco rispetto a quello che ti sto offrendo. L'unica condizione per il nostro piccolo patto, infatti, è che tu ti faccia schienare da uno della BDK Inc. subito dopo l'eliminazione di Chris Drake. Una cosa da niente, se ci pensi. Distruggiamo Drake, tu ti sdrai a terra tranquillamente, uno, due e tre, infine lasci la Chamber in gloria. Magari ti schieno io, non vorrei che il nostro Berlin Brawler decidesse sul momento di farti a pezzi mentre te ne stai bellino bellino a fingere di sonnecchiare per terra. E se per caso qualche altro tanghero fosse ancora in gioco, basteremo io e Christophorus dopo ad assicurare senza problemi il trionfo alla Company of Heroes. E tutti saranno felici e contenti. Noi. E te.

Poi il Best from the West porge la mano destra verso Moon, che però non si muove di un millimetro.

SGF: Dai, non fare lo gnorri, questa è un'opportunità che non ti ricapiterà mai più. Con questo patto vinciamo tutti quanti. Allora, abbiamo un accordo definitivo?

Andy apre la bocca ma per qualche secondo sembra indeciso se parlare o ridere, indignato.

AM: Jaeger, non so nemmeno come tu possa anche solo PENSARE che mi sdraierò per farmi schienare da te. E Drake posso ucciderlo anche da solo. Se vorrai unirti alla festa sei il benvenuto, ma scordati che io perda il match a tuo favore.

Il Corvo sospira e ci riprova, puntando il dito verso Andy.

SGF: Guarda che io non lo faccio per me, ma lo faccio per te. Cosa penserebbero i tuoi fan e soprattutto le tue amichette vedendoti a terra, pesto, sanguinante e sconfitto dopo aver subito il tipico brutale trattamento da match della Bruderschaft Der Krahe Incorporated? Tu accetta l'accordo e accontentati di far fuori Drake grazie a noi, poi vieni alla cassa e paghi con uno schienamento facile facile. Anche perchè da solo contro Chris Drake avresti il 50% di possibilità di farcela, lo sai benissimo. E poi cosa credi, che noi veri eroi facciamo il lavoro sporco per gli altri senza alcuna ricompensa? Svegliati, dannazione, siamo nel ventunesimo secolo, non nel mondo idilliaco di Re Artù. Do ut des, Andy. Do. Ut des. Facile da capire, no?

Andy scuote la testa.

AM: Se te lo proponessi io mi rideresti in faccia, come giusto che sia. Ed è molto più dignitoso prendere un pestaggio che sdraiarsi per il nemico. A proposito, avrò un po' di cosette da dire stasera, quindi tieni le orecchie aperte. Non sono il tuo Plappermaul preferito?

Il Corvo aggrotta lo sguardo.

SGF: Hey, io non ti considero mica un nemico, eh. Leon Black è un mio nemico. Lui sì. Voialtri dovete ancora mangiarne di pane per arrivare a un livello tale da essere considerati miei nemici a tutti gli effetti. Al momento, nonostante i tuoi presunti miglioramenti, non sei altro che un dei numerosi satelliti e meteore che orbitano attorno ai due soli della compagnia. Per questo sì, ti riderei in faccia a parti invertite, come hai detto tu.

Jaeger sorride e fa spallucce.

AM: Immagino dovrai ricrederti presto. Molto presto.

Sigfried sospira.

SGF: Immagino che questa risposta ponga fine definitivamente alla nostra piccola trattativa. E' un peccato che tu non abbia saputo cogliere la grande opportunità che ti è appena passata sotto al naso. Sappi che la Company of Heroes non avrà alcuna remora a spezzarti all'interno della Chamber of Annihilation. E se Drake sarà ancora abbastanza vivo per approfittarne ed eliminarti, beh, l'unico con cui te la dovrai prendere sarai solo e soltanto te stesso. Per il resto ti assicuro che anche dopo averti massacrato nella Chamber, resterai il mio Plappermaul preferito, se la cosa ti può consolare. Infatti non vedo l'ora che passi Alpha Horizon per ascoltare le tue dolorose ammissioni sull'aver rifiutato un'alleanza con Sigfried Jaeger e le giustificazioni per le umiliazioni patite nella Chamber.

AM: Io non rimangio mai le mie azioni, ne metto su giustificazioni per le mie sconfitte come te. E posso assicurarti che alla Chamber Of Annihilation, la BDK Inc. cadrà, insieme a Chris Drake.

Il 34th Street Hero scuote il capo.

SGF: Chris Drake cadrà, come è giusto che sia. Per mano tua? Forse. Per mano nostra? Sicuramente, e con molto piacere, appena quell'idiota oserà cercare di metterci le mani addosso. Ma la BDK Inc. non cadrà mai nella Chamber. Io e Christophorus ci guarderemo le spalle fino all'ultimo. Siamo forti e decisi, oltre che veri eroi. Tu, Drake e chiunque siano gli altri due sfidanti che verranno buttati nella gabbia stasera, sarete quattro singolarità in lotta tra loro. Quattro cadaveri chiusi nella Chamber con due corvi rapaci assetati di sangue. La vedo male, Andy. Ti conveniva essere più ragionevole, ragazzo.

Andy si stacca dal muro.

AM: Seh, seh, continua a parlare, Jaeger, e guarda un po' dove ti porterà.

Andy gli da un pugnetto sulla spalla mentre lo sorpassa.

AM: Orecchie aperte, mi raccomando.

Il giovane si allontana. Il Corvo lo osserva per qualche secondo, finché Moon non sparisce dalla sua vista.

SGF: Umph. Io ho sempre le orecchie aperte. Sempre.

Dopo di che Jaeger tira fuori il cellulare e riprende a guardare il video che aveva interrotto. Altro non è che il filmato dell'aggressione di Drake e dei Guardians of Truth ai danni di Andy Moon la scorsa puntata. E mentre Sigfried ridacchia visionandolo, le immagini sfumano.


Ultima modifica di CM-Cena il 01/07/2016, 20:01, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 20:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8569
Immagine

And Now From Manhattan Center, New York City, New York, TWC presents Friday Night's Indoor War!

Immagine


Immagine


LIVE dal Manhattan Center di New York City, New York, Friday Night Indoor War, lo show più fresco del panorama wrestling e non!



Immagine


Kevin Manson fa capolino sullo stage, col capo chino. Avanza lentamente verso al ring, zoppicando leggermente dalla gamba sinistra e senza degnare nessuno di uno sguardo, si avvicina alla postazione del timekeeper strappando dalle mani di un addetto un microfono e sale sul quadrato stesso. Possiamo vedere un paio di sgabelli, è il momento del Manson's Mansion: ospite di questa seconda edizione il Child of Ice, Travis Miller.

Immagine


Manson passa la mano destra sul sellino di uno dei due sgabelli, poi ci si siede sopra. Attende il silenzio del pubblico, come sempre diviso in due fazioni. Due fazioni che stasera si equivalgono, nessun coro riesce a prendere il sopravvento sul brusio venutosi a creare. Kevin si rigira distrattamente il microfono tra le mani, mantenendo lo sguardo basso. Finalmente, si crea il silenzio necessario per permettere a The Animal di parlare. Lo sguardo rimane basso per qualche secondo. Il microfono viene avvicinato alla bocca. Kevin alza la testa e finalmente incrocia lo sguardo di qualche spettatore. Si alza di scatto, afferra il suo sgabello con la mano libera e lo lancia fuori dal ring, nei pressi del tavolo dei telecronisti. Fatto ciò, si posiziona con lo sguardo verso lo stage e prende un lungo respiro.

KM: Travis Miller.

Il Painmaker abbassa di nuovo lo sguardo, attendendo l'arrivo del suo ospite.



An Honest Man risuona nell'arena e dopo pochi secondi Travis Miller compare sullo stage e si avvia verso il quadrato con un'espressione vagamente divertita. Una volta arrivato in zona ring si porta davanti ai gradoni e mette il piede destro sul primo gradino per poi guardarsi attorno ed infine salire sul ring. Il Child of Ice prende il microfono sopra il suo sgabello cominciando a parlare.

TM:Spero che non ti dispiaccia se io approfitto del posto a sedere, ho visto che al tuo hai rinunciato.

Miller si mette a sedere.

TM:Dunque...abbiamo montato il ring per l'occasione, mi hai presentato con l'introduzione più commuovente che qualcuno mi abbia mai fatto ed ora siamo qui sul ring davanti ad un mare d'altre persone. Ora posso sapere cosa vuoi da me?

Kevin rotea il microfono tra le mani, osservando infastidito il suo ospite.

KM: Ti rifarò la stessa, identica domanda che ti ho posto due settimane fa. Sarcasmo spicciolo escluso, è risaputo che voi britannici avete il senso dell'umorismo di una pianta grassa. Secondo te, perchè mai Kevin Manson dovrebbe avercela così tanto con Travis Miller e perchè dovrebbe chiedere un confronto con lui di fronte al mondo intero, in diretta televisiva?

Miller sospira e dopo qualche secondo riprende a parlare.

TM:Temo di doverti ridare la stessa risposta di due settimane fa, senza sarcasmo visto che pare non sia il tuo genere di umorismo. Non ne ho idea, siamo a malapena stati sullo stesso ring un paio di volte, e sinceramente non sono nemmeno sicuro che tu abbia bisogno di vere motivazioni per fare la metà delle cose che fai, quindi evitiamoci tutti questi giri inutili ed arriviamo al punto, perché sinceramente non ho nemmeno idea di perchè abbia deciso di assecondarti con questa farsa superflua.

Kevin Manson cammina per un po' avanti e indietro, continuando ad alternare sorrisi e smorfie rabbiose.

KM: Superflua, Travis? Superflua? Apri bene le orecchie, perchè io tutto questo lo sto facendo per te. E no, risparmiami la tua espressione incredula o divertita, è tutto fottutamente vero, quindi cerca di ascoltarmi senza che io debba suonare qualche stronzata tipo le vostre amate cornamuse per attirare la tua attenzione.

Manson si sgranchisce il collo.

KM: Forse tu non te ne rendi conto, ma sei Travis Miler. Forse nella tua piccola stanza da topo d'appartamento non riesci a fartene una ragione, forse in qualche pub desolato in cui vai ad affogare i tuoi fallimenti e le tue delusioni nell'alcool non te ne accorgi, ma non sei esattamente un nome che passa inosservato. Fidati, sono più sorpreso di te dalla cosa, collegare la tua apatica faccia da pezzo di merda ad un grosso nome mi viene difficile. Vuoi sapere perchè? Rinfreschiamo la memoria a tutti i nostri telespettatori! Travis Miller è l'uomo che debutta intraprendendo una rivalità con uno dei pezzi più grossi che la TWC avesse da offrire, l'ennesimo relitto di TWNA e affiliati ma importato dalla Germania, Sigfried Jaeger. E ogni due settimane le persone da casa si sintonizzano osservando le imprese di questo eroico giovane che si fa strada tra tradimenti e sorprusi, combattendo match ad handicap e resistendo ad assalti vigliacchi, stringendo i denti in nome del suo affascinante desiderio di vendetta e giustizia, fino ad arrivare ad ottenere un match uno contro uno con la sua nemesi a War Of Change! Ed è un match durissimo, bello, dove entrambi portano la propria sopportazione fisica al limite, forse persino oltre, Travis continua a stringere i denti e, toh! Risultato a sopresa, Miller ha vinto, Miller è il nuovo grande nome della TWC! Un grande applauso per Travis Miller!

Dagli spalti partono effettivi applausi per lo scozzese, mentre Kevin ridacchia e scuote la testa.

KM: E poi... Poi... E poi? Il declino. Travis Miller prende parte al mastodontico combattimento tra bene e male rappresentato dallo scontro tra State of Anarchy e la FOX's Army, ma è il membro con meno mordente del gruppo di paladini e scivola lentamente verso le retrovie mentre tutti parlano di Leon Black, di Kevin Manson, di Andy Moon, di Michael Edwards. Un cazzo di pezzo di mobilio, ed una opportunità sciupata di rimanere sulla cresta dell'onda, di dimostrare di non essere una meteora. Ehi, probabilmente volevi solo evitare di attirarti troppi bersagli addosso, no? Una scelta intelligente. Una scelta intelligente che a Night of Gold ti ha portato a... Oh, sì, un match contro l'altro pezzo di mobilio della federazione, Schmidt, terminato dal GM stesso per deliberata inutilità e mancanza di mordente. Ti ha fatto male, Travis? Ha bruciato. Spero di sì, anzi, ne sono abbastanza convinto. E la tua risposta quale sarà mai? Semplice: accollarti una palla al piede, un vecchio veterano di nome ma che di fatto nessuno ricorda che hai tirato fuori dal baratro della sua avviata carriera di timekeeper. Dannazione ragazzo, sei davvero una brava persona! Ma le brave persone, si sa, nascono e muoiono nell'anonimato. E fidati, nemmeno quei titoli di cartone che la BDK Ink si porta in spalla ti avrebbero aiutato a non affogare, sappiamo entrambi come la categoria tag team sia un punto di ritrovo per persone che hanno perso il loro treno, hanno fatto il loro tempo o sono ancora troppo acerbe per dire la loro in singolo. Triste, ma vero.

The Animal rotea il microfono tra le mani, facendo una breve pausa.

KM: Tutto quello che ti sto dicendo, Travis, tu già lo sai. Eppure... Eppure ti va bene così. Ti sforzi di accettarlo. Child of Ice, guardami bene negli occhi e prendi dannatamente sul serio le mie parole: un verme come te non deve mettere piede mai più in un ring TWC. Sei un individuo dall'enorme potenziale inespresso che non ce l'ha mai fatta ad imporsi per la sua paura di cadere. Non hai ambizione, la dimensione che ti vuoi ritagliare è quella di sguazzare nella mediocrità. Potresti dare molto di più.. Hai assaggiato il sapore travolgente della fama, della gloria, di guardare il mondo dal picco più alto e sghignazzare in faccia a chi si fa sanguinare le dita solo per avvicinarsi a te! Ma hai lasciato scivolare. Tutto. Via. Quello che voglio sapere, Miller, è perchè. Voglio sapere se dentro di te c'è un vero guerriero o se sei solo un patetico fallito. Voglio sapere se continuerai a deludere tutti. I tuoi cari. Le persone alle quali hai rinunciato per seguire questa carriera. Il tuo mentore. Se la tua situazione ti brucia, dentro di te, se quel fuoco possa traboccare e devastare tutto nella sua furia cieca... Oppure se, dei due, quello più furioso per la tua situazione non sia io. E fidati, sarebbe sintomatico.

TM:Ok, ora va meglio, quantomeno si è trovato un senso a tutto questo siparietto.

Miller si guarda attorno osservando il ring.

TM:Capisco dove vuoi andare a parare, "ho fallito", "non sono riuscito a rimanere in cima alla compagnia", questo genere di discorso l'ho già sentito in ogni variante possibile da decine d'altre persone negli ultimi mesi, non sei di certo il primo, e non starò a nascondermi dietro a scuse, hai ragione. Quando ormai un annetto fa ho sconfitto Jaeger nel Main Event di War of Change ho guadagnato un momentum sproporzionato che non sono stato in grado di gestire, e quello è stato un mio errore.

Il Child of Ice si ferma per qualche secondo e riprende a parlare.

TM:Ai tempi non avevo ancora compreso che per avere successo in una federazione di questo tipo non basta accaparrare vittorie sul ring, ma bisogna impegnarsi molto più a fondo. La TWC non è solo una federazione, è uno stile di vita che io non sono riuscito ad intraprendere totalmente a differenza di gente come Black, Jaeger, o persino te volendo, ed è da quando gente come voi ha cominciato ad oscurarmi che sento persone parlare di come abbia perso la mia determinazione o che vogliono tentare di riaccendere il fuoco dentro di me. C'è solo un problema però, il fuoco non si è mai spento, anzi, da quando sono caduto di nuovo sul fondo della catena alimentare è diventato più forte di prima.

Travis si alza dallo sgabello.

TM:Certo, non ho collezionato molti successi ultimamente e non sono ancora riuscito a tornare sui radar della federazione, ma la mia determinazione è ben altro che morta, ed alla fine c'è solo un elemento che accomuna te e tutte le altre persone che mi hanno fatto discorsi del genere: nessuno di voi è mai stato su un ring con me. Chiedi pure a Jaeger dopo gli altri match che abbiamo avuto da allora, chiedilo a Shawn che ha combattuto sia con che contro di me, chiedilo a Morgan dopo lo scorso Indoor War, affrontarmi ora è esattamente come sarebbe stato affrontarmi un anno fa. Non avrò più l'attenzione dei media, ma di quella non mi è mai importata, io combatto per mantenere la dignità di questa federazione di fronte a persone come la BDK ma soprattutto combatto perché è ciò che adoro fare, e ti assicuro che mi riesce ancora dannatamente bene.

Manson si avvicina a Miller, andando faccia a faccia con lui.

KM: Sono delle belle parole. Mi piacerebbe davvero credere che tu parli sul serio quando le dici. Ed ho qualcosa da proporti, Travis.. Ma prima, devi dimostrarmi di meritartele. Come ho detto, sono delle belle parole, ma sono vuote. Io non ci credo. Diventeranno parole con un significato nel momento stesso in cui io deciderò che lo avranno, va bene Miller? Perchè a me questo tuo atteggiamento da pacifista, da persona superiore che non risponde alle provocazioni, sta davvero sul cazzo. Fossi almeno nella posizione di potertele permettere... Invece no. Tu sei solo un verme. Uno schifoso fallito. Hai mai pensato di farla finita? Perchè mi fa schifo la sola idea di respirare la tua stessa aria, e piano piano cominceranno a pensarlo tutti i tuoi cari vedendoti scivolare ogni occasione dalle mani. Capiranno che non saprai mai badare a loro, come non sai badare a te stesso. Non sarai mai utile a loro, perchè non lo sei a te stesso. Morirai in una fossa comune senza che nessuno si ricordi il tuo nome o ti ami davvero, perchè, beh..

The Animal schiaffeggia il Child of Ice!

KM: Sei semplicemente un codardo che non supererà mai le sue cazzo di paure.

Travis, visibilmente adirato, fissa il rivale per qualche secondo e poi riprende a parlare.

TM:Ok, tralascerò tutte le sentenze ridicole che hai appena sputato e la mia voglia di sfondarti il cranio sul tavolo dei commentatori, perché quello non risolverebbe il problema, tu ritorneresti, sei ostinato. Non dovrebbe stupirmi, sei uno dei wrestler più testardi che abbiamo in federazione, probabilmente non sarò in grado di liberarmi di te finché non sarò riuscito a convincerti. Quindi dimmi pure, cosa vuoi che faccia? vuoi che combatta contro di te? vuoi continuare ad attaccarmi fino a quando non sarai riuscito a risvegliare il "Vecchio Travis"? Possiamo cominciare anche subito per quel che mi riguarda.

Travis prende il suo sgabello e lo getta fuori dal ring.

TM:Avanti, vuoi questo match anche più di me...Cavolo, se fossi stato così determinato pure con Black forse a questo punto saresti riuscito a sconfiggerlo almeno una volta.

Manson spalanca gli occhi, sbuffando e ridacchiando in modo convulso, per poi scoppiare in una risata sguaiata e fuori controllo.

KM: Oh, finalmente Travis, finalmente vedo quello che voglio vedere! Voglio vederti incazzato, cucciolotto, voglio vederti incazzato ed ansioso di spaccarmi la faccia prima di poter giocare con te.. E ho un'idea perfetta per farlo!

Kevin tira fuori da una tasca del costume due fogli di carta piegati. Tiene il microfono con i denti mordendo il manico mentre con le mani li apre, poi li lascia cadere a terra tra sè e l'avversario e afferra di nuovo il mic.

KM: Puoi avvicinarti e guardare cosa sono, non ti colpirò a tradimento mentre sei chinato. Anzi, ti risparmierò lo sforzo. Quelli sono due contratti per l'ingresso nella Chamber of Annihilation, Miller. Aspetta, ho dimenticato la penna.

Dalla stessa tasca, Manson estrae una penna stilografica, che lascia cadere proprio sopra ai due fogli di carta.

KM: Prego. Serviti.

Travis Miller osserva recalcitrante Kevin Manson, che mima uno sbadiglio. Dopo qualche secondo, il Child of Ice avanza circospetto.. E The Animal piazza il piede sinistro sopra i due contratti.

KM: Un momento, mi sono dimenticato un dettaglio piuttosto importante. Mi pare tu sia in un tag team.. I No More Heroes, giusto? Già, bel nomignolo. Tenero. In ogni caso, siete due, no? Proprio come i contratti! Ma, il problema è che.. Ecco.. Anche in questo momento sul ring siamo in due. E di fronte a te non c'è il tuo anziano amico Shawn, c'è Kevin Manson. E io voglio un match per il titolo TWC. Sai cosa significa?

Kevin si china, prende la penna ed appone la sua firma su uno dei due fogli.

KM: Dio, avrei potuto inserire un tavolo nella scenografia dello show, sarebbe stato molto più comodo, anche se sarebbe stato ingombrante in caso di rissa. Non divaghiamo, non voglio tenerti sulle spine. Nessuno scherzo, quel contratto è tuo. Tuo e solo tuo, basta che tu apponga la tua stupida firma con calligrafia scozzese cercando di renderla comprensibile. Ricordati solo di una cosa... Tu hai già un impegno ad Alpha Horizon, e si parla di un match per i Tag Team Titles. Devi prepararti per ben quattro avversari.. Puoi prepararti per altri cinque ed una gabbia di metallo, contemporaneamente? Io ne dubito. Dovrai fare una scelta. Dovrai sacrificare un match.. E dannazione, come la prenderà Shawn quando ti vedrà allenarti per affrontare Kevin Manson ed Andy Moon piuttosto che Fred e Sean Morgan? Spero bene, ma non ci metterei la mano sul fuoco. Forse comporterebbe la fine della vostra piccola squadretta, Gates ha una certa età e potrebbe diventare molto invidioso della tua possibilità.. Ma parliamoci chiaro, ti leveresti solo una zavorra.

Manson alza le spalle.

KM: E' il momento di fare una di quelle scelte di cui hai tanta paura, Travis Miller. Amicizia o onore. La lealtà del chierichetto contro il fuoco del guerriero. Il tuo tag team patner o tutti coloro che credono in te... Io la butto lì, sappi che appartengo all'ultima categoria che ho nominato. Credo in te. Non mi deludere. Lo fai già sempre con chiunque...

Miller prende in mano il documento e lo osserva per diversi secondi per poi riprendere il microfono in mano.

TM:Situazione intensa, da un lato uno dei match più prestigiosi della card, dall'altro il match per i titoli di coppia e per difendere gli ideali dei No More Heroes. Certo, se ora scegliessi di entrare nella Chamber of Annihilation Alpha Horizon diventerebbe una delle serate più importanti della mia carriera. E cavolo perché no? una possibilità di sconfiggere te, altre 4 persone e di vincere una title shot per il titolo massimo la accetto volentieri!

Il pubblico sembra confuso dalla dichiarazione di Miller, accogliendola con reazioni miste.

TM:Però c'è un particolare superfluo nel tuo accordo, perché dovrei scegliere fra i due match? Posso benissimo vincere i titoli di coppia contro la BDK ed i Dawn of the Empire e poi entrare nella Chamber, prendere a calci te e tutti gli altri partecipanti e prendermi quella shot al titolo massimo, al peggio avrò qualche graffio in più non mi pesa di certo.

Miller prende in mano la penna e si prepara a firmare.

KM: Travis, Travis, Travis, non hai capito nulla, vero?

Manson ridacchia.

KM: Non puoi prepararti per nove persone ed una struttura come la Chamber. O metti da parte il match per i titoli di coppia, e perdi Gates, o cerchi di concentrarti su entrambi finendo per fallire in ambedue i casi, e lì perderesti Gates, l'onore e la carriera. Rendo l'idea? Oppure puoi scegliere di non prendere quei biglietti e salvare la tua amicizia. Prendi il contratto e portalo al tuo amico Shawn, fai firmare lui. Osserva mentre la sua penna brucia ogni tua speranza di uscire fuori dalla mediocrità di cui ti sei circondato. Se non lo farai, osservando con i tuoi stessi occhi il tuo onore sgretolarsi, il biglietto rimarrà a me e non lo avrà nessuno dei No More Heroes.. Forse lo consegnerò a Fred, forse a Morgan, forse a Goldman, forse lo metterò in palio in una Warzone, forse in una Chamber of Annihilation.. Anzi, sai cosa? Se rimarrà a me, metterò una taglia sulle vostre teste! Il primo che picchierà te e Gates così duramente da mettere a rischio la vostra carriera sarà il sesto partecipante! Oh, Travis, come deve essere difficile la tua scelta...

Il Painmaker scoppia a ridere.

KM: In qualsiasi caso, dovrai affrontare le tue paure. Se sceglierai ancora una volta di fuggire ed il contratto rimarrà lì, sarà l'ultima pessima scelta che prenderai. Tu ora prenderai quel contratto e lo firmerai, se sei un vero uomo. Un vero uomo, ma un uomo solo. Oppure, lo porterai a Gates. Amicizia intatta, ma ultimo treno perso. Inoltre, vista la sua età, potrebbe infortunarsi in via definitiva nella Chamber. Dio, quante variabili! E' meraviglioso giocare con te, Child of Ice... Su. Fai qualcosa. Firma, e ricordati che uno tra te e Gates perderà il suo ultimo appuntamento con la gloria. Quello con più prospettive future sei tu, non lasciarti condizionare. Firma e prendimi a calci nel culo per sfogare tutto il rancore della posizione in cui ti ho messo ora. Firma, deludi il tuo amicone e rendi fiero per una volta tutte quelle altre persone che si sono sacrificate perchè tu fossi qui e che stai ignorando con la scusa della distanza.

Travis Miller è basito. Rimane immobile per qualche secondo, fissando il contratto.

KM: Ehi, non ho tutto il tempo! FIRMA, BASTARDO!

Nessuna reazione. Kevin scoppia in una risata.

KM: Ehi, devo trovare un modo per mantenere viva l'attenzione, nessuno deve cambiare canale in questo momento... Ho trovato! Shawn Gates, sei il secondo ospite del Manson's Mansion di stasera! Vieni ad osservare da vicino Travis Miller che ti mette da parte! Non è la prima volta che succede, ormai non dovrebbe farti più effetto!

Nell'arena cala il silenzio per qualche secondo.



Shawn Gates spunta da sotto il titantron, indossa jeans, stivali, maglietta dei No More Heroes e il classico cappello. Accolto da un pubblico esaltato il texano si dirige subito verso il ring.

Miller osserva il contratto tenendo la penna in mano, mentre Gates e Manson osservano Travis, quest'ultimo con un ghigno stampato sul volto. Il Child of Ice rimane titubante per qualche secondo e poi riprende in mano il microfono.

TM:No, non è così che voglio arrivare nel Main Event. Un giorno ce la farò, e su questo puoi scommetterci quello che vuoi, ma non ho intenzione di scavalcare un mio amico e distruggere il resto della sua carriera solo per arrivarci prima, non ne ho il diritto.

Miller porge il contratto a Gates.

TM:Shawn, tieni il contratto, io sono ancora giovane, avrò molte altre occasioni. Tu sei all'apice della tua carriera, è giusto che sia tu a coronare questa rinascita con il titolo massimo della TWC. Se vuoi entra nella Chamber e vincila per entrambi, altrimenti affronta con me l'orda di wrestler assetati di sangue che questo pazzo ci aizzerà contro, in ogni caso avrai da divertirti per le prossime settimane.

L'Ultimate Rebel guarda il contratto.

SG: Travis, è vero: tu avrai molte altre occasioni.

Il texano guarda lo scozzese.

SG: Ma non pensare che non le avrò anch'io. Sei l'ultima persona del roster che potrebbe pensare questo, e sei l'ultima persona del roster che dovrebbe darmi del vecchio.

Il Ribelle sposta la sua attenzione su Manson.

SG: Manson, noi non ci conosciamo bene, credo. Anzi, non ci conosciamo affatto. E proprio per questo non ti dovresti permettere di parlare di me nel modo in cui hai appena fatto, specialmente in mia assenza. Intesi? E non me ne frega proprio un cazzo dei tuoi problemi psicofisici o del tuo continuo fallire l'assalto a Leon Black ed alla sua cintura, sintomo del fatto che sei tutto fumo e niente arrosto. Anzi, forse l'arrosto ce l'hai nella pancia. Al contrario tuo mi è bastato chiedere cortesemente a Leon Black un match giusto un paio di volte per ottenere il risultato sperato: una title shot al titolo del mondo, che userò questa sera.

Il texano mette una mano sulla spalla di Miller continuando a guardare Manson.

SG: Vincerò questo match? Forse sì, forse no. Ma mettiamo per ipotesi dovessi vincere questo match e dovessi dare a Travis la possibilità di partecipare alla Chamber. Prova ad immaginarlo: i No More Heroes, uno contro l'altro nel main event di War Of Change. Cazzo, mi vien duro solo a pensarci.

Gates rivolge lo sguardo al Child of Ice

SG: Potrebbe succedere oppure no. Ad ogni modo il mio obbiettivo per Alpha Orizon non è difendere una cintura contro Big Black Boom. Il mio obbiettivo ad Alpha Orizon, anzi, il nostro, è strappare due cinture a due miserabili tedeschi ed impedire che vadano nelle mani di altri due fanatici. E dovrebbe essere anche il tuo obbiettivo, Travis. Ciononostante, vuoi anche prendere parte alla Chamber. Come hai ben detto tu, parteciperesti al match per i titoli di coppia integro e daresti la priorità a quello che è il nostro obbiettivo principale, per poi tentare di compiere un impresa secolare e guadagnare anche una title shot al titolo del mondo.

Il texano si ferma.

SG: E questo non mi crea assolutamente alcun problema. Credo tu possa farcela, Travis, e sono sicuro che metterai tutto te stesso in entrambi i match. Non voglio nemmeno pensare ad uno scenario dove tu risparmi le energie nel match per i titoli che inseguiamo da sei mesi, mi fido di te e non voglio che in alcun modo tu arrivi a tradire questa mia fiducia.

Gates dà il contratto in mano a Miller.

SG: Quindi è deciso signori! Travis Miller entrerà nella Chamber of Annihilation valida per la title shot al titolo del mondo TWC!

Il pubblico ha una reazione entusiasmata, il texano sorride in direzione del compagno.

SG: Sono sicuro che ti ricorderai di questo quando avrai la cintura alla vita.

Gates fa per andarsene dal ring, ma si ferma in prossimità delle corde.

SG: Ah, un'altra cosa. Ricorda che quella volta in cui mi hai battuto, venivo da un match contro Andy Moon. Vedi di non fare la stessa fine che ho fatto io contro di te, campione. E prendi a calci in culo il cugino grasso di Charles Manson anche da parte mia.

Il texano scende dal ring e percorre adesso la rampa osservando la scena che si sta svolgendo sul ring da lontano. Kevin, sul ring, ridacchia polemico.

KM: Tutto è bene quel che finisce bene! Grazie per il discorso Gates, è stato così strappalacrime! Uh, attenzione a non perdere l'anca mentre vai nel backstage. Capisco che ad una certa età ci siano problemi ossei e motori, sorvolando su quelli psicologici che sono emersi dal tuo monologo. Sul serio, non puoi ferire un interlocutore parlando di tacchini..

Kevin si rivolge al Child of Ice.

KM: Siamo di nuovo io e te, Miller. Il nostro gioco sta per cominciare. Firma quel contratto e giochiamo insieme... Certo, mi dispiace che tu abbia dovuto chiedere l'autorizzazione del tuo nonnino, dimostrando ancora una volta di avere una personalità pari a zero. Non sai prendere una decisione autonomamente, ed è la stessa ragione per cui mi fai schifo. Firma, verme. Speravo fossi più divertente, ma se queste sono le premesse fallirai, per l'ennesima volta. Da figlio del ghiaccio a figlio di puttana, il passo è breve...

Qualche secondo di sguardo tra i due. Con molta calma, Travis avvicina la penna al foglio ed appone la sua firma, poi lancia tutto fuori dal ring e parte alla carica! Serie di pugni di un Travis Miller furioso, Manson prova a coprirsi con le mani ma non può contenere tutti questi colpi. I due finiscono per terra, Manson riesce a rotolare fuori dal ring. Il Child Of Ice lo insegue! Kevin prova a sfuggire ma zoppica dalla gamba sinistra, infatti viene raggiunto e preso per i capelli da Miller, che lo lancia contro ai gradoni d'acciaio con la testa! Bruttissima botta, continua il feroce pestaggio: Stomp dello scozzese che poi va a cercare qualcosa sotto al ring, estrae una sedia, la alza al cielo mirando al cranio dell'avversario.. Dita negli occhi del Painmaker, che poi si dà alla fuga! Eccolo avanzare zoppicando fino ad arrivare allo stage, Travis riacquista la vista e i due si lanciano improperi a distanza. E' ufficiale, la Chamber Of Annhilation ora è completa, gli ultimi due posti vanno a Travis Miller e Kevin Manson!

UP NEXT: DAWN OF THE EMPIRE


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 20:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8569
Immagine

...ATTENZIONE!! LE LUCI SI SPENGONO!! Sul Manhattan Center cala il buio e un silenzio assordante...

TITANTRON ha scritto:
Immagine



Trionfale, risuona all'interno dell'arena newyorchese "March to the Empire", la musica d'ingresso del "Dawn of the Empire", accolta da numerosissimi fischi da parte del TWC Universe, che attende l'arrivo sullo stage dei due membri di "The Unstoppable Team", che non si fanno attendere...

ImmagineImmagine

Ed ecco che "The Unstoppable Machine" Sean Morgan e "The German Superman" Fred fanno il loro trionfale ingresso all'interno dell'arena: il pubblico rumoreggia, molti sono i fischi, c'è anche qualche applauso di apprezzamento, alla chiassosa atmosfera che si è creata, Fred e Morgan non destano particolare attenzione mentre con passo lento e solenne si avvicinano verso il ring, percorrendo la lunga rampa d'accesso, tenendo entrambi lo sguardo rivolto in avanti e in alto. Giunti presso il quadrato, i due membri di "Dawn of the Empire" si fermano, dopo alcuni secondi proseguono e fanno il loro ingresso all'interno del ring, al centro del quale li vediamo ora schierati. Entrambi si impossessano di un microfono, pronti per presentare il primo episodio del loro nuovo talk show, "Vox Nostri Vox Dei", il cui logo compare sullo schermo principale dell'arena.

TITANTRON ha scritto:
Immagine


FF: La nostra è l'unica voce che conta qui dentro. C'è chi parla a vanvera, chi racconta un sacco di stronzate nascondendosi dietro il "politically correct", chi urla e sbraita fino allo sfinimento, lo sapete bene. Da noi, invece, troverete sempre la Verità, spietata, cruda, senza veli, per questo ci detesterete. Noi siamo la voce della Giustizia, della Realtà, a volte attraverso essa portiamo pace, altre volte portiamo guerra, perciò ci temerete. Siamo uomini d'azione, sudiamo, sputiamo sangue, ci spacchiamo il culo e non solo su questo ring, settimana dopo settimana, mese dopo mese, ma ci piace anche parlare, finché è possibile, finché è sufficiente. Presentata da "The Captain" Fred e "The Unstoppable Machine" Sean Morgan, ecco la prima puntata del talk show ufficiale dei "Dawn of the Empire", "Vox Nostri Vox Dei"!

Il pubblico rumoreggia, molti sono i fischi, Fred rimane in silenzio per qualche secondo, poi riprende la parola.

FF: Fra due settimane, al Madison Square Garden, lo sapete bene, ci sarà Alpha Horizon, il nuovo special event della TWC, dove tutte le cinture saranno in palio, anche, strano, ma vero, i titoli di campioni di coppia del mondo: infatti, Sigfried e Schmidt metteranno in palio le loro cinture contro i "No More Heroes" e i "Dawn of the Empire"!

Il pubblico accoglie con entusiasmo le parole del tedesco, questi annuisce, poi prosegue il proprio discorso.

FF: In queste settimane, in questi mesi, ci siamo scambiati insulti, ci siamo scannati dentro il ring e al di fuori di esso, lo stesso faremo più tardi, quando ci sarà la firma del contratto per il match di Alpha Horizon, l'ultimo confronto prima della guerra; adesso, però, vogliamo parlare di noi, della storia e dei propositi futuri dei "Dawn of the Empire".

Dopo una breve pausa, Fred riprende la parola.

FF: Sapete, quando la gente ci incontra pensa di avere davanti a sé gli stessi che vedono attraverso lo schermo, non sanno che ognuno di noi ha una propria storia: c'è chi è vissuto nella bambagia fin dal primo giorno, chi ha trascorso l'intera esistenza nel lusso, ci sono alcuni che, invece, si sono fatti da soli e, rimboccandosi le maniche, sono arrivati qui, soffrendo e non senza incontrare avversità lungo il proprio cammino; è il mio caso, mio e di Sean, accomunati entrambi da sfortunate vicende familiari.

SM: Anche noi, un giorno eravamo come i vostri figli. Già, un tempo Sean Morgan era un bambino giusto come quello lì in prima fila con indosso la maglia di Chris Drake. Giovani, gioiosi, speranzosi di diventare un giorno un wrestler professionista, pensando che tutto questo sia bellissimo. Ma poi un giorno..

Morgan si ferma un attimo.

SM: Ma poi un giorno, tuo fratello uccide tua madre davanti ai tuoi occhi e ti senti crollare il mondo addosso. Ti ritrovi da solo con tuo padre, che non riesce a darti grandi aspettative di vita perciò capisci che è tutto nelle tue mani. Rimbocchi le maniche e inizi a frequentare la palestra più vicina alla tua zona, capendo che il tuo sogno è diventata ormai la tua unica possibilità di vita.

Momento di silenzio generale.

SM: Passano i giorni, ma nessuno si accorge di te. Rientri a casa e quasi non riesci a guardare in viso tuo padre pensando di deluderlo, ma devi andare avanti, sei costretto a farlo. Ed ecco che un giorno arriva la chiamata che aspettavi, il signore dice di chiamarsi Fox Olon, a te non interessa nemmeno se è veramente il suo nome, sai di avercela fatta ed è questo che conta. Saluti tuo padre consapevole di poterlo vedere per l'ultima volta nella tua vita e parti con destinazione St. Louis. Successivamente vieni trasferito a New York, Olon apprezza ciò che fai e te sei molto orgoglioso di ciò.

Morgan si volta verso il compagno.

SM: A New York conobbi Fred e, dopo vari anni in cui siamo persi a causa di incomprensioni di cui ora non voglio parlare, eccoci qui. The Dawn of the Empire, i dominatori assoluti di questa federazione. Sapete la morale di questa storia? Nessuno nella vita ti darà mai niente, sono tutti stronzi e menefreghisti, persone come Fox Olon se ne incontra una nella vita, perciò ho imparato a guardare solo a me stesso e ad il mio futuro. Non ho bisogno di nessun altro se non Fred Franke e, certamente, non ho bisogno del vostro appoggio.

Bordata di fischi del pubblico, che era quasi entrato in empatia con il wrestler di Kansas City.

FF: Non parlerò del mio passato. Ho sempre vissuto ogni attimo della mia esistenza con lo sguardo rivolto all'indietro, ora voglio guardare in avanti. Questa è la prossima tappa del viaggio che io e mio fratello abbiamo intrapreso, insieme, uniti come sempre, nel giusto e nell'errore, nella vittoria e nella sconfitta. Una tappa fondamentale, la più importante da quando abbiamo deciso di stringere questa alleanza anche all'interno del ring, un tappa dopo la quale, comunque vada, niente sarà più come prima: quali sono i possibili esiti? La vittoria, il successo, la gloria, la trionfante incoronazione dopo un lungo cammino, l'inizio di una nuova vita, una vita migliore. Oppure la sconfitta.

Fred rimane in silenzio, poi continua.

FF: La sconfitta. Già. Perché conosciamo i nostri avversari, sappiamo bene contro chi e contro cosa stiamo combattendo, perciò siamo ben consapevoli che al Madison Square Garden potrà succedere tutto. Tutto. Siamo preparati ad ogni imprevisto, come sempre, essendo non solo uomini d'azione, ma anche persone lungimiranti, intelligenti, a volte folli, ma mai sprovveduti, però l'imprevisto è sempre dietro l'angolo, c'è sempre qualcuno pronto ad incularti. Beh, noi faremo quello che abbiamo sempre fatto, lo faremo con maggiore impegno e maggiore vigore, perché noi vogliamo vincere: siamo stufi di vedere in giro campioni venduti, primi sfidanti che fino a poco tempo fa occupavano il posto di quel precario lì, che suona la campanella e la notte prega il Signore affinché nessuno gli rubi più il posto...povero uomo...è arrivato il momento di dire "STOP", "BASTA!!"; da Alpha Horizon voglia che escano campioni i migliori e se sarà così, se non ci saranno inganni subdoli, allora ecco cosa succederà: "The Unstoppable Team" vincerà e riporterà i titoli a casa!

SM: C'è da dire però, che il nostro team non è ancora mai stato schienato. La nostra imbattibilità è alla base della nostra grandezza, siamo la forza più dominante di questa federazione e ad Alpha Horizon verrà riconosciuto da tutti. La nostra scalata è appena iniziata, ha subito un temporaneo rallentamento a End Is Near, ma è un qualcosa che avverrà per forza. Perchè? Perchè siamo nati per questo! Tutti i nostri sacrifici devono portare ad un qualcosa, ad un riconoscimento; tutto ciò che abbiamo fatto per entrare in questo business ci porta verso quelle cinture; noi siamo nati per vincere, siamo nati per essere campioni!

Continuano i fischi del pubblico.

SM: Cosa succederà dopo sarà molto divertente sia per noi che per voi. Alpha Horizon segnerà l'inizio del nostro regno, del nostro impero e noi, da valorosi imperatori, ci dimostreremo guerrieri forti e vincenti e voi dovrete sottostare alle nostre volontà. Anche la gente nel backstage dovrà farlo, inseriremo la meritocrazia in questa federazione: meritocrazia che manca dal momento in cui i No More Heroes senza particolari motivi sono stati dichiarati number one contenders insieme a noi; in una federazione con meritocrazia, nessuno può essere accostato ai Dawn of the Empire!

Sia Morgan che Fred alzano un braccio al cielo.

FF: A Alpha Horizon poseremo la prima pietra di quello che sarà il più vasto Impero nella storia dell'umanità, a Alpha Horizon sorgerà una nuova alba, l'Alba dell'Impero, il nostro...

Spoiler:

...ATTENZIONE!! Risuona una musica d'ingresso mai sentita prima d'ora! Il pubblico rumoreggia, sul ring Fred e Sean Morgan, sorpresi, attendono in silenzio...

ImmagineImmagine

...sullo stage fanno il proprio ingresso due nuovi personaggi: uno è basso, molto basso, ha i capelli biondi, indossa una giacca variopinta e tiene fra le mani un microfono, l'altro è maestoso, porta un gilè scuro senza maniche, sotto il quale indossa una camicia azzurra, la barba, folta, è di colore rosso, sul capo porta una coppola. Il primo ha un'espressione seria, sotto la quale, però, traspare un sorriso, l'altro, invece, mostra uno sguardo rabbioso, entrambi, con passo lento e cadenzato, percorrono la rampa d'accesso, avvicinandosi verso il ring sotto lo sguardo perplesso di Fred e Sean Morgan, mentre attorno il pubblico rumoreggia, anch'esso sorpreso. I due misteriosi individui arrivano finalmente presso quadrato, qui si fermano per qualche secondo, poi, mantenendo costantemente lo sguardo rivolto verso i due membri di "The Unstoppable Team", raggiungono l'apron-ring attraverso i gradoni d'acciaio posizionati presso uno dei quattro angoli del quadrato; uno dei due, quello più basso, abbassa la seconda corda, agevolando il passaggio dell'altro, che dunque fa il suo ingresso all'interno del ring, seguito immediatamente dal suo compare, che, armato di microfono, si posiziona immediatamente davanti a Fred, mentre l'altro va faccia a faccia con Sean Morgan, rivolgendo sguardi minacciosi sia verso questi sia verso il tedesco, che ricambia, mentre "The Unstoppable Machine" osserva con sguardo glaciale i due nuovi arrivati. Il pubblico ora rimane in silenzio, in attesa dell'evolversi della situazione, mentre ecco che l'individuo che indossa la giacca variopinta, mostra sul proprio volto un sorriso, che sorprende Fred e Sean Morgan, poi comincia a parlare.

??: Mi presento: il mio nome è Gary Smith, alla mia sinistra c'è Gus Anderson, il grande, colui che ho il privilegio di assistere.

Smith rimane in silenzio per qualche secondo, poi riprende la parola.

GM: Veniamo da lontano, siamo arrivati fin qui, perché spinti dal vostro richiamo: infatti abbiamo abbracciato con entusiasmo e ammirazione le vostre parole e tutto quello che avete fatto per restituire dignità ad un mondo in decadenza, privo ormai di valori e punti di riferimento. Crediamo in voi e vogliamo perciò unirci alla vostra alleanza e partecipare a questa grande campagna per la giustizia e la libertà, perché insieme saremo più forti e schiacceremo tutti i vostri avversari, i nostri avversari: il vostro impero sarà vasto, ci sarà dunque un po' di spazio anche per noi...

Gary Smith sorride.

GM: Capitani, siamo a bordo!

Detto ciò, Gary Smith tende la mano verso Fred, alla sua sinistra Gus osserva il tedesco, mantenendo un'espressione seria. "The German Superman", visibilmente spaesato, lancia uno sguardo verso Sean, dopodiché sorride.

FF: Gary, Gus, siamo lieti che il nostro messaggio sia giunto così lontano, vi ringraziamo per la stima che riponete in noi e nel nostro ambizioso progetto, grazie, grazie davvero.

Gary Smith annuisce.

FF: Il nostro Impero sarà vasto, sì, ma lo è anche il nostro ego...

...ATTENZIONE!! FRED COLPISCE SMITH CON UN PUGNO AL VOLTO!! Gus, accortosi della situazione, interviene, ma viene bloccato da Sean Morgan, che lo sorprende con un calcio al costato! Nel frattempo, "The Captain" rimette in piedi Gary...

Immagine

...e comincia a colpirlo con una serie di devastanti uppercut!! Smith è privo di sensi, il tedesco perciò lo lascia andare, buttandolo fuori dal quadrato. Anderson reagisce, tira un pugno a Sean Morgan, allontanandolo, interviene Fred, che viene anch'esso colpito ripetutamente dall'uomo d'acciaio, il quale viene ora sorpreso da "The Unstoppable Machine", che lo blocca sferrandogli un braccio teso! Arriva ora Fred, che, rabbioso, comincia a colpirlo con una serie di pugni sul volto, uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove, dieci, undici, dodici, tredici!! Poi lo rimette in piedi, lo lancia verso le corde...

Immagine

...RISE OF THE EMPIRE!! Messa a segno la mossa risolutiva, Fred si sbarazza della carcassa di Gus, gettandolo malamente fuori dal quadrato, dopodiché i due membri di "The Unstoppable Team" festeggiano fra le note trionfali di "March to the Empire".



UP NEXT: SAMUEL NOLAN VS MAX POWELL


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 20:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8569
Immagine

Al termine di una rapida sosta pubblicitaria, torniamo LIVE dal Manhattan Center di New York City, New York, dove si sta svolgendo il venticinquesimo episodio di Friday Night Indoor War, l'ultimo prima del prossimo special event della TWC, Alpha Horizon. Le immagini ci conducono immediatamente all'interno del quadrato, al centro del quale troviamo Max Powell, che, tenendo il capo chino, comincia a parlare.

MP: Devo fare del mio meglio. Non c'è una seconda chance per la prima impressione. O sei un eroe o sei un pezzente. Mi chiamo Max. Max Powell. Appena nato, sono stato già etichettato. Dalla famiglia. Dalla società. Il mio nome è Max. Max Powell. Compiuti i primi passi, ho abbracciato il mio destino. MIO. Mi chiamo Max. Max Powell. Poi sono passato alla TWC. La solita storia. Ma, da una terra lontana, è arrivato lui. Il mio nome è MAX. Powell. Papà, è un uomo cattivo. Mamma, è l'uomo nero, sì! Papà, Mamma, mi vuole picchiare, mi vuole far del male. Ti prego, ti prego, NO! MAX. POWELL. L'armadio è infestato. Sotto il letto c'è qualcuno, aiuto! Ora dormi, piccolo Max, dormi, dormi, ti proteggiamo noi, nessuno ti farà del male. Tu ti chiami Max. Il nostro piccolo Max.

Ecco che Max Powell alza la testa, rivolgendo un'espressione assente verso la telecamera.

MP: L'Uomo Nero ha paura. L'Uomo Nero è schiavo delle sue paure. L'Uomo Nero morirà. Stanotte.

Detto ciò, getta a terra il microfono, il pubblico rumoreggia, c'è chi è perplesso, chi sorride, chi, infine, lo fischia.


"SAY IT TO MY FACE" RISUONA ALL'INTERNO DEL MANHATTAN CENTER!! Il pubblico risponde positivamente, l'attenzione è ora tutta rivolta verso lo stage, mentre, sul ring, vediamo un Max Powell terrorizzato: prima si aggrappa all'arbitro, una volta che questi lo scansa, si stringe forte presso uno dei quattro angoli del ring, qui comincia a strapparsi i capelli e ad emettere urla isteriche.

Immagine

Ed ecco che Samuel Nolan fa il suo trionfale ingresso sullo stage! Il lottatore di origini africane sorride, il TWC Universe lo accoglie con entusiasmo, l'attenzione del lottatore si sposta poi sul ring, in particolare su Max Powell, che settimana scorsa lo ha aggredito dopo il loro incontro. Nolan gli rivolge uno sguardo tutt'altro che rassicurante, dunque lo raggiunge immediatamente. Max Powell, lentamente, gli si avvicina, lo osserva impaurito, poi, improvvisamente, si lascia cadere al tappeto! Samuel Nolan lo osserva, non sa come reagire, lo stesso fa il pubblico, l'arbitro lo invita a rialzarsi immediatamente, Max Powell rimane sdraiato, supino...ma ecco che, improvvisamente, con uno scatto si rialza e comincia a colpire Samuel Nolan, chiudendolo presso uno dei quattro angoli! Il direttore di gara prova a dividere i due contendenti, senza però riuscirci, dunque, dopo un po' di titubanza, dà il via alla contesa!

Singles Match
MAX POWELL VS. SAMUEL NOLAN
II


Max Powell con impeto e con un'energia sorprendente, inizia ad infliggere all'avversario una serie di violenti e devastanti colpi alla testa, Samuel Nolan prova a difendersi, poi comincia a tentare un'offensiva, ma il rivale non gli lascia nessuno spazio; interviene nuovamente l'arbitro, che viene addirittura spinto da Powell nella foga, dopodiché decide di avviare il conteggio, 1...2...3...4...Max Powell non è intenzionato a mollare la presa, l'arbitro allora con forza prova a spostarlo via, questa volta con successo! "The Drunk man" è su tutte le furie: afferra l'arbitro per il colletto, ora lo alza in aria, il direttore gli ordina di lasciarlo, poi, intimorito dall'espressione satanica assunto dal lottatore, comincia ad urlare...interviene Samuel Nolan, che con un pugno potente mette a terra Max Powell! Questi comincia ad emettere strani versi, che non intimoriscono per nulla il giovane lottatore, il quale rimette in piedi l'avversario, questi lo colpisce all'occhio, stordendolo; poi prova a stenderlo con un calcio, Samuel Nolan, però, lo para agevolmente, quindi passa all'offensiva ed esegue un ENZIGURI KICK!!

Immagine

Samuel Nolan non va per il pin, anzi, prima che l'avversario si rialzi, è lui stesso a rimetterlo in piedi; dopodiché lo solleva in aria ed esegue una Gorilla Press Slam devastante!

Immagine

Max Powell è steso al tappeto, ma ancora una volta il lottatore di origini africane decide di non coprirlo; infatti sale sulla terza corda e si appresta ad eseguire la sua mossa risolutiva, la "Nolan Splash"...

Spoiler:

...ATTENZIONE!! RISUONA LA THEME DI TYLER NOLAN!! L'attenzione di Samuel si rivolge immediatamente verso lo stage, dove però non arriva nessuno. Passato qualche secondo, il lottatore di origini africane scende dal paletto, allarga le braccia, quando ecco che la musica d'ingresso di Tyler Nolan, improvvisamente, cessa...il pubblico rumoreggia, Samuel scuote la testa, mantenendo la propria attenzione verso lo stage...ROLL-UP!! ROLL-UP DA PARTE DI MAX POWELL, 1...2...3!! INCREDIBILE!! MAX POWELL HA SCONFITTO SAMUEL NOLAN!! MAX POWELL HA VINTO IL SUO PRIMO INCONTRO!!

JR: Here's your winner...MAX POWELL!!

Max Powell schizza subito fuori dal ring, fuggendo poi fuori dall'arena con passo celere, mentre sul ring Samuel Nolan, incredulo, prima chiede spiegazioni all'arbitro, poi poggia entrambe le mani sulla testa, mentre attorno a lui il TWC Universe rumoreggio, anch'esso sorpreso, incredulo, c'è addirittura chi fischia. Le immagini sfumano, rapido spot pubblicitario!


UP NEXT: BIG ANNOUNCEMENT


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 20:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8569
Ben tornati a Indoor War. Grande serata fino ad ora, e manca ancora il nostro attesissimo Main Event, che vedrà contrapposti Leon Black e Shawn Gates. Oltre a questo però manca ancora un annuncio da parte del nostro GM, Virgil Brown Jr., che ha dichiarato qualche giorno fa che avrebbe parlato a riguardo dell'elefante nella stanza. Ed ecco infatti la sua theme song risuonare nell'arena.



Immagine


Brown sorride pacatamente al pubblico, che lo saluta con dei cori a suo favore, poi si dirige verso il ring, recupera un microfono da Jessica Rose e inizia a parlare.

VB: Come saprete tutti io sono un uomo pacato ma determinato. Quando ho una convinzione, difficilmente la cambio. E, mi vergogno leggermente a dirlo, ho a lungo pensato che il wrestling femminile non potesse mai raggiungere i livelli di quello maschile.

Qualche fischio dal pubblico.

VB: Mi sbagliavo, ovviamente. E mi sono accorto di essere in errore quando ho visto combattere sui ring TWC lottatrici come Elektra Kellis, Lucy Fisher e Brunild Wagner. Lottatrici che saranno impegnate in due match di cui personalmente vado molto fiero. Elektra combatterà contro Alice Angel, la più giovane delle nostre lottatrici, mentre Lucy e Brunild combatteranno fra di loro. Entrambi i match metteranno in palio dei titoli mondiali femminili. L'FWP Woman Title, che Elektra Kellis ha coraggiosamente conquistato, e il WFSS World Woman Title, che oltre ad essere detenuto da Brunild Wagner può essere difeso in questa federazione grazie agli accordi presi con la World Fighting Supreme Society. Quello che manca in TWC è quindi evidente. Un effettivo, unico titolo mondiale femminile. Il TWC World Woman Championship.

Boato di approvazione del pubblico.

VB: Ebbene, sono fiero di annunciare che ad Alpha Horizon questo titolo vedrà la luce e sarà assegnato per la prima volta. Ovviamente la scelta per le lottatrice è ricaduta subito su Ayumi Haibara e...



Ma attenzione! La theme song di Samantha Hart risuona nell'arena venendo accolta da pesanti fischi.

Immagine


La Hart Princess compare sullo stage con un'espressione contrariata ed un microfono in mano. Bad Girl si interrompe ed ora i fischi aumentano d'intensità mentre la ragazza scuote la testa.

Samantha: Zitti coglioni!

I fischi aumentano ancora di più.

Samantha: Incredibile come questa compagnia non riesca a trovare nessuno in grado di gestirla adeguatamente. Prima che arrivassi io c'era quel derelitto di Tidus e poi il Chairman dal nome e cognome intercambiabile. Dopo il regno del terrore di quel porco di Mr. Fox Olon la dirigenza ha ben pensato di affidare il comando ad un vecchio ormai rincoglionito.

Ancora altri fischi per Samantha che inizia a sorridere.

Samantha: Perché è questo ciò che sei Virgil, un povero vecchio rincoglionito!

Fischi sempre più intensi per la ragazza mentre il General Manager si avvicina il microfono alla bocca venendo zittito repentinamente da Samantha.

Samantha: Non ho finito vecchio!

L'arena ora è una bolgia per i fischi, e Virgil Brown jr. con aria di superiorità alza le mani. Samantha si incammina per la rampa mentre continua a parlare.

Samantha: Avrai anche stipulato quel mezzo accordo che revoca la sospensione mia e dei miei Monsters in cambio di più affidabilità a livello comportamentale e contrattuale, ma se speri che mi tenga dentro ciò che ho da dire allora non hai capito proprio un cazzo, e la cosa è altamente plausibile visto che, come dicevo, sei un povero vecchio rincoglionito! Talmente rincoglionito da inserire Ayumi Haibara nel match valevole per decretare la prima TWC World Women's Championship! Ma che cazzo ti dice il cervello vecchio?! Quel muso giallo non ha fatto nulla per meritare un'occasione simile, mentre io ho dominato in lungo e in largo la TWC e la FWP, ho detronizzato Mr. Fox Olon, ho esiliato Andy Moon e sono la First Ever FWP World Women's Champion!

Sempre più fischi per Samantha che dopo aver salito i gradoni entra nel ring, ed ora con sguardo serio fissa il General Manager.

Samantha: Perciò adesso ascoltami, rimuovi Ayumi Haibara dal match e metti me al suo posto poiché se tu hai un lavoro lo devi solo ed esclusivamente a me che ho distrutto Fox Olon! Anzi incoronami direttamente come TWC Champion poiché ho già ampiamente dimostrato di essere la migliore qui dentro!

Virgil Brown jr. fa per rispondere...



Attenzione, risuona la theme della diretta interessante, Ayumi Haibara!

Immagine


Eccola che appare sullo stage, accolta da un boato! La ragazza si guarda intorno, con un sorriso appena accennato. La Killer percorre la rampa con lentezza, per poi arrivare sul ring e la sua theme sfuma. Nonostante Samantha provi ad andare faccia a faccia con lei, Ayumi la ignora e anzi, la respinge con una leggera spinta, per poi andare davanti a Virgil Brown e inchinarsi in maniera solenne. Il pubblico apprezza il segno di rispetto e applaude mentre la Hart fa un'espressione disgustata. Successivamente, la Red Hunter si fa passare un microfono e finalmente degna di uno sguardo Samantha.

AH: Mi dispiace interromperla, signor Brown. Ma ci sono delle cose che Samantha Hart ha detto, e non mi vanno bene. Quindi, se mi permette, vorrei rispondere.

La giapponese si avvicina a Samantha e la differenza di statura fra le due si fa decisamente evidente.

AH: Credo tu non abbia ben chiaro chi sono io. Io sono Ayumi Haibara, combatto da prima ancora tu avessi la minima intenzione di entrarci, in questo business. Ho vinto titoli in qualsiasi federazione mi abbia assunta, ho devastato qualsiasi ragazza mi abbiano messo davanti, tant'è che dopo un po' ho iniziato a combattere solo contro uomini. Mi sono conquistata del rispetto internazionale tramite sangue. E non lascerò che la prima raccattata per strada sputi sopra il mio onore.

The Goddess inizia a ridere in maniera fastidiosa in faccia ad Ayumi.

Samantha: Ah ah ah! E 'sti cazzi dove li metti?! Non so se te ne sei accorta muso giallo, ma qui sei in America, sei nella Big League e le tue vittorie in compagnie di serie B qui non contano un cazzo e puoi tranquillamente ficcartele nel culo! Magari senza vaselina visto che da quanto mi hanno detto ti piace l'Extreme... Eh eh eh...

AH: Avrei molto piacere di andare di Extreme sulla tua faccia. Peccato io abbia smesso. Ma ciò non mi vieta di sottoporti al peggior pestaggio della tua vita. Visto che "hai dominato ovunque", provalo. Sì, ti sto sfidando, Samantha Hart. Per il titolo.

Ayumi lancia un'occhiata a Virgil Brown.

VB: Signorina Hart, lasci che risponda prima a lei, che dimostra il suo poco buon gusto interrompendomi. Avevo intenzione di includerla in ogni caso in questo match, quindi non ritenga il suo inserimento dovuto alla suo poco buongusto. E non si preoccupi, la sua giovinezza è una malattia da cui guarirà presto. Sperando che le lasci un po' di saggezza al suo posto. Per quanto riguarda lei, signorina Haibara, non credo mi avventurerò nei suffissi onorifici giapponesi, che sono ben oltre la mia capacità di apprendimento. Io voglio che questo match sia un grande match, con del sano wrestling lottato. Quindi imporrò alcune regole. Intanto, ufficializzo il primo match del nuovo corso della divisione femminile TWC. Ayumi Haibara contro Samantha Hart per il TWC World Woman Championship. Poi, visto che conosco le teste calde che si qualificano come vostri fidanzati, amici, schiavi, e conoscenti vari, se ci sarà una qualsiasi interferenza mi occuperò personalmente di dichiarare la vincitrice secondo le mie valutazioni. Infine, chiunque vincerà avrà un obbligo di fedeltà alla TWC, che la legherà in maniera preferenziale a questa federazione. Oltrepassando tutte...

Il GM guarda Samantha.

VB: E dico TUTTE, le differenti indicazioni. Chiaro?

Samantha: Punto numero uno abbassa la voce quando parli con me, punto numero due smettila di renderti patetico! Non ci crede nessuno che volevi inserirmi in quel match dal principio poiché tutti sanno quanto mi disprezziate tu ed i maiali che rappresenti. Questo ridicolo tentativo di arrampicarsi sugli specchi vista l'intimidazione appena ricevuta da me dimostra quanto tu sia inetto ed inadatto a ricoprire il ruolo che occupi.

Fischi per Samantha che ora volge il suo sguardo verso Ayumi.

Samantha: Quel titolo mi spetta di diritto Hentai. Io lo so, tu lo sai, 'sto vecchio lo sa ed anche questi decerebrati che pagano per vedere Leon Black lo sanno!

Ancora altri fischi per Samantha.

Samantha: Tuttavia so anche che non mi verrà mai consegnato su due piedi poiché bisogna vendere il pay per view, e quale modo migliore se non mettere in un match, che automaticamente sarà il main event della serata anche se non chiuderà la card, Samantha Hart?! D'altronde mi spetterebbe il rematch per il FWP World Women's Championship, ma Elektra Kellis è già impegnata con la tua amica spastica, perciò considera la tua sfida accettata muso giallo!

Boato d'approvazione del pubblico.

Samantha: Ad Alpha Samy andrai incontro al più grande pestaggio della tua vita, e visto che prima mi accusavi di sputare sul tuo onore...

Attenzione! Samantha sputa in faccia ad Ayumi scatenando l'ira dei fan qui presenti! I fischi sono assordanti ed ora... HAIBARA SOLLEVA DI PESO LA SUA AVVERSARIA E LA BUTTA CONTRO L'ANGOLO! Ayumi inizia a caricare Samantha con dei blocchi da football, Virgil intanto si mette ad osservare la scena all'angolo opposto scuotendo la testa. La Haibara tira un ceffone a Samantha e continua a scazzottarla quando...

ImmagineImmagine


Dixon! Maivia! I Guardians corrono sul ring e separano le due, Samantha vorrebbe saltare addosso ad Haibara che indietreggia ma i suoi due Monsters cercano di calmarla... e poi si girano verso Ayumi! Questa li guarda, annuisce e gli intima di farsi avanti...



Immagine


Andy Moon! Lo Skull Kid corre sul ring in soccorso della compagna, infuriato! Il ragazzo di Savannah si affianca ad Haibara e spinge indietro Maivia e Dixon urlando di stare alla larga. Virgil Brown, tuttavia, si intromette.

VB: Sapete una cosa? Mi è venuta in mente una splendida idea. Visto che voi due...

Il GM indica Dixon e Maivia.

VB: ... eravate molto inclinati a voler combattere, e il signor Moon non sarà certo contento della situazione che stava per crearsi, che ne dite di un bel Maivia vs Andy Moon?

Andy annuisce con convinzione. The Turtle lo squadra con serietà.

VB: E quel match si terrà... ora!

Virgil esce dal ring mentre Moon si toglie la felpa. Dixon e Samantha escono dal quadrato, la seconda se ne torna nel backstage guardando in cagnesco Haibara. Questa vorrebbe rimanere a bordo ring e indica Dixon all'angolo di Maivia, ma Andy Moon scuote la testa le chiede di tornare nel backstage. Ayumi sbuffa ed esegue, mentre noi andiamo in pubblicità.

UP NEXT: ANDY MOON VS MAIVIA


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 20:58 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8569
Al ritorno dalla pubblicità, un arbitro è sul ring e suona subito la campanella!

ANDY MOON VS THE TURTLE MAIVIA


I due avversari caricano subito l'uno contro l'altro, Maivia ha il vantaggio del fisico più massiccio e infatti pare saltare addosso a Moon che però a mezz'aria lo vorrebbe catturare in una LeBell Lock! Maivia tuttavia riesce a fuggirne in tempo, i due si rialzano e vanno in clinch, vinto da The Turtle che scaraventa Andy contro un angolo e inizia a colpirlo con dei blocchi da football! Uno, due, tre, quattro, ma poi il nativo di Savannah gli colpisce il volto con una ginocchiata, stordendolo per una manciata di secondi. Moon si alza sulla seconda corda e si getta con una Clothesline che butta Maivia a terra! Schienamento: 1, e Maivia esce. Andy si rialza e rimane piegato sulle ginocchia, in attesa del suo avversario. Il membro dei Guardians Of Truth si rialza massaggiandosi il collo, poi torna alla carica ma Moon lo sorprende afferrandolo dal bacino e dalle gambe e buttandolo giù con un rapido Takedown. Lo Skull Kid si mette sopra The Turtle e inizia a colpirlo con dei pugni chiusi al volto, e l'arbitro subito lo richiama per un conto di quattro. Andy si toglie da Maivia ed alza le braccia, poi guarda il suo avversario che già si sta rialzando, e si toglie i guanti protettivi dalle mani. Dixon osserva tutto, accigliato, fuori dal ring. Maivia è in piedi e respinge Moon con una ginocchiata al costato, poi lo colpisce con un ceffone. Irish Whip di Maivia e al rebound alza Andy e lo schianta con un Samoan Drop!

Immagine


Schienamento: 1, Andy esce. The Turtle lo rialza e lo abbranca per un German Suplex, lo esegue ma Andy cade in piedi grazie ad una capriola, Maivia si volta verso di lui e si becca un destro in pieno volto, seguito da un Irish Whip. Maivia va sull'apron ring, l'Infinite Kid carica contro di lui ma The Turtle abbassa la terza corda e lo butta fuori dal ring. Maivia prende una leggera rincorsa e poi si butta su Moon con uno Splash. L'arbitro inizia a contare i due, il Guardian Of Truth rialza Andy e lo vuole buttare contro i gradoni ma The Prodigy rigira la mossa e ci scaraventa Maivia stesso! The Turtle rimane seduto, dolorante, contro i gradoni d'acciaio, e Moon gli tira un calcio. Dixon si avvicina e i due vanno faccia a faccia. Andy gli intima di rimanere al suo angolo, The Phoenix gli grida qualcosa di rimando, poi il Real Hero si volta di nuovo contro Maivia che lo sorprende con un Leaping Punch!

Immagine


Il conto è arrivato a sei, The Turtle ributta Andy sul ring e lo schiena: 1... 2, e Moon esce. The Turtle si passa una mano sui capelli per toglierseli da davanti agli occhi, poi rialza il suo avversario che però si libera dalla sua presa e inizia a colpirlo con una combo : pugno destro, calcio al ventre, backfist destro. Maivia fa qualche passo, stordito e piegato a metà, Moon velocemente sale sulla terza corda e si butta con l'Electric Emotions!

Immagine


Schienamento: 1...2, The Turtle fa kick out. Andy lo guarda con rabbia, si sfila la ginocchiera e punta il Guardian, che si sta rialzando, imitando una pistola con le dita. The Prodigy parte con l'Afterglow ma Maivia alza la testa in tempo, Spear su Moon!

Immagine


Schienamento: 1... 2, e ancora una volta Andy esce. Maivia ringhia, aspetta che Moon, ancora una volta, si rimetta in piedi, poi corre alle corde, rimbalza sulla seconda per la Light Of Truth... ma Andy lo afferra a mezz'aria e lo butta con un German Suplex! Applausi da parte del pubblico per la prova di forza. Schienamento: 1... 2, kick out. Andy si rialza immediatamente, butta Maivia contro l'angolo e colpisce con la sua KickMania!

ImmagineImmagine


The Turtle si tiene la testa, dolorante. Di nuovo Moon si posiziona all'angolo opposto, aspetta che Maivia si provi a rialzare...

Immagine


Afterglow a segno! Maivia sembra confuso e si aggrappa alla terza corda per non cadere. Andy parte per colpirlo con la Heartbeat Overdrive ma The Turtle si scansa in tempo e lo Skull Kid finisce con una gamba sopra la terza corda. Maivia si scuote, urla per gasarsi subissato dai fischi del pubblico, e afferra Andy... lo schianta con la Turtle Shell!

Immagine


Incredibile! Schienamento: 1... 2... 3, no! Andy esce. Maivia si mette le mani nei capelli e si prepara un'altra Spear mentre Andy si rialza, stoicamente... The Turtle parte ma Moon si scansa e colpisce l'arbitro! Maivia si accorge dell'errore ma Moon lo imprigiona da dietro nell'Hell Strangle!

Immagine


Hall Strangle su Maivia che boccheggia, ma l'arbitro non c'è! Dixon si catapulta sul ring e rompe la presa, iniziando a pestare Moon. Dopo qualche secondo anche Maivia si unisce al pestaggio. Dixon rialza Andy e sembra volerlo mettere in posizione per la loro Powerbomb caratteristica, Maivia ulula, ecco che The Phoenix fa per alzarlo... ma Andy lo travolge con una Clothesline! Maivia sgrana gli occhi e si becca un Keep It Alive!

Immagine


Maivia crolla a terra al contrario di Dixon che sembra rialzarsi... e Moon lo fa sloggiare dal ring con l'Heartbeat Overdrive!

Immagine


Lo Skull Kid osserva Maivia, ormai stordito, che si rialza a fatica, urla e colpisce anche lui con l'Heartbeat Overdrive!

Immagine


Andy schiena, l'arbitro si trascina a contare: 1... 2... 3! Andy Moon batte The Turtle Maivia!

Spoiler:
JR: The winner of this match... Aaaaaaandy Moooooon!


Dixon, fuori dal ring, stringe i pugni rabbioso ed entra nel quadrato a sincerarsi delle condizioni del compagno mentre Andy è già sulla rampa, festante. Il ragazzo ghigna e allarga le braccia, mentre noi andiamo in pubblicità!

UP NEXT: AN HERO IN THE BACKSTAGE


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 21:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8569
Signore e signori, bentornati a TWC Indoor War! Le telecamere ci portano nel backstage, dove vediamo Ally Sullivan di fianco a Kevin Manson.

Immagine Immagine


AS: Signore e signori, sono qui con K -

KM: Taglia corto, chiunque ci stia guardando sa chi sono e sa qual è il tuo ruolo. Quindi, fammi delle domande.

La bella intervistatrice fa una leggera smorfia, poi esita un momento cercando le parole giuste.

AS: All -

KM: Cristo, ci hai pensato per mezz'ora e inizi la frase con "allora"? Ally, ma ti pagano solo perchè il settanta per cento del roster possa stalkerarti o pontificare su improbabili imprese sessuali con te o sai effettivamente fare il tuo lavoro? Io non sono un arrapato sessista come Fred o Drake, ti tratto nello stesso modo in cui tratterei quello sfigato di Carson, e permettimi di dire che sono allibito dalla tua inefficienza.

Altra pausa di imbarazzo per Ally, che viene esortata a gesti da Kevin per continuare il discorso.

AS: Kevin, perchè hai -

KM: Chiedimi scusa! Ti devo insegnare anche l'educazione, Sullivan?

Ally sospira chiudendo gli occhi, poi incrocia di nuovo lo sguardo di Manson.

AS: Scusa.

KM: Adoro la spontaneità.

AS: Ora posso farti la domanda?

KM: E' una domanda retorica?

AS: No, volevo semplicemente chiederti perchè hai -

KM: Nah, nah, nah. Intendo la domanda che mi hai fatto poco fa, quella in cui mi hai chiesto se io fossi pronto per risponderti. Hai dato per scontato che la mia risposta sarebbe stata sì, vero? Era retorica?

AS: Beh, ecco..

KM: Tempo scaduto! Lo show deve proseguire, questo segmento finisce così. Alla fine sono finito io a farti una domanda, divertente, no? Se fossi in Brown prenderei provvedimenti per le tue manie di protagonismo. Fanno male allo show. Detto ciò, fila. Ciao. Hasta la vista. Andrà meglio la prossima volta, sperando che tu abbia imparato la lezione. Davvero. Ci si vede.

L’Animal si gira per andarsene ma si ferma immediatamente, accigliandosi. La videocamera allarga e vediamo fermo davanti a Manson nientemeno che “Superstar” Sigfried Jaeger!

Immagine


Fischi da parte del pubblico del Center, mentre vediamo il Corvo e l’Animal squadrarsi a vicenda. Poi Jaeger guarda malamente Ally Sullivan, che abbassa lo sguardo e si allontana, lasciandoli soli.

SGF: Guarda guarda chi si vede. Il signor Kevin Manson.

Sigfried annoisce a abbozza un sorrisetto.

SGF: E’ da un bel pò che non ci vediamo, eh? Mi pare sul ring, a settembre, quando militavamo in due pessime alleanze. Mentre l’ultima volta che ci siamo incontrati per fare una bella chiacchierata faccia a faccia risale ai tempi in cui ti piaceva organizzare pagliacciate assurde come in Italia, con quel ceffo, Morandi. Ne è passata di acqua sotto i ponti, eh? Come te la passi?

Kevin Manson aggrotta la fronte.

KM: Già, son successe cose. E so che volevi evitarlo, ma ai tempi delle pessime alleanze vi abbiamo fatto il culo. Perdonami, non potevo non precisarlo.

The Animal incrocia le braccia.

KM: Potrei passarmela meglio, Jaeger, grazie per l'interessamento. Sei diventato quasi simpatico da quando ti fai accompagnare al cesso da quel tizio tedesco anonimo e con capelli orribili. Sul serio, dimmi come fa un tizio così giovane ad andare in giro con un bastone da passeggio. Bah. E tu? Immagino te la stia spassando.. Cinture, vittorie, Elimination Chamber...

Sigfried fa spallucce.

SGF: La classica vita degli eroi, Kevin. C'è chi può per retaggio e doti innate, e chi non può, nè potrà mai raggiungere tale livello.

Poi Jaeger si fa serio.

SGF: A tal proposito, mi chiedo come tu sia riuscito a convincere quel vecchio bastardo vendicativo di Junior a regalarti non uno, ma ben due pass per la Chamber. La cosa mi puzza, e in quanto eroe tendo a non sbagliare mai in queste situazioni.

Il Corvo si gratta la barba.

SGF: Ora, la BDK Inc. per avere la possibilità di partecipare alla Chamber of Annihilation è stata costretta sotto ricatto a dare una seconda chance titolata a quel branco di scavezzacollo dei No More Humans e dei Fall of the Empire, quando questi non avevano alcun appiglio per avere un rematch. Questo fa capire con che genere di persone abbiamo a che fare ai piani alti della TWC. E invece che succede stasera? Te ne esci tu bello tranquillo e pacioccone con due pass gratuiti per la Chamber. Outtanowhere. Qui qualcosa non torna.

Il Best from the West alza un sopracciglio.

SGF: Dì un pò, credi che qui siamo tutti stupidi? Cosa hai dovuto promettere o dare in cambio a Junior? E se non sono indiscreto, in che rapporti privati sei col General Manager? Intendo dire, non che te e lui... Ehm... Avete deciso di "approfondire" la vostra conoscenza e in cambio ti ha fatto questo doppio "regalino"?

KM: Ah. Ah. Ah. Ah. Non pensavo dentro di te ci fosse una Samantha Hart.

Kevin applaude ironicamente.

KM: Non ti risponderò. Non lo avrei fatto comunque, per una volta una mia conversazione qui dentro non viene registrata o intercettata in alcun modo e non vedo perchè sputare su questa idilliaca situazione, ma dopo questa tua battuta di spirito così raffinata puoi scordarti qualsiasi tipo di conversazione con me che non vada avanti a monsillabi. Prima, però, mi preme ricordarti che non dovresti andare a parlare con così tanta leggerezza di opportunità lavorative regalate, visto che quei Tag Team Titles non li hai mai vinti. Come fai ad averli sulle spalle senza averli mai vinti? Uhm...

Sigfried sospira.

SGF: Potrei non averli vinti, come dici tu. Ma di sicuro me li sono guadagnati, vedi End in Near ad esempio. E questo nessuno può contestarlo.

Poi il Corvo sorride.

SGF: Non metterti subito sulla difensiva con me, Kevin. Vabbè che ti reputo un malato mentale, ma sono comunque un vero eroe dei nostri tempi. Sono di larghe vedute rispetto a molta gente, e non mi tange più di tanto con chi te la spassi in privato. Ero solo curioso, nient'altro. Se non vuoi dirmelo vuol dire che c'è un motivo più o meno serio alle spalle.

Il Best from the West alza una mano, prevedendo la risposta sarcastica imminente di Manson.

KM: Le leggende sulla tua eloquenza paiono non avere un gran fondo di verità. Mettiamola così, alla prossima me ne vado. Ok?

SGF: E va bene, parliamo di cose serie. Alla fin fine non sono venuto a fare due chiacchiere con te solo per giocare a chi fa la battuta migliore.

Sigfried guarda negli occhi Manson.

SGF: Vedi, da un certo punto di vista ammiro la crociata che stai portando avanti contro Leon Black. Da quant'è che ti sta sulle palle a morte? Dall'estate scorsa mi pare. E prima non è che i vostri rapporti siano mai stati idilliaci. Sono mesi che lo definisci come? Ah, sì. Il cancro di questa federazione. Beh, non posso darti tutti i torti. Il suo ego è più grande del Madison Square Garden, ma che dico, della stessa New York City. Ogni volta che compare e apre bocca, quel tizio si fa passare come una divinità in terra, mentre gli altri per lui sono solo esseri inferiori da accudire e sgridare.

Jaeger sbuffa.

SGF: Papà Black. Non oso immaginare che inferno di vita sarebbe essere suo figlio. Te lo immagini?

KM: Per fortuna no. Si dice che muoiano tutte prima di dare alla luce il pargolo. Spero di non ferire la sensibilità di nessuno quando affermo che si tratta di una gioia nella tragedia. Oddio, in realtà di una gioia e basta, siamo sinceri.

Sigfried fa una faccia interdetta, poi continua.

SGF: Sai, non nego che mi piacerebbe alquanto vederti mentre lo fai a pezzi una volta per tutte. Alla fin fine sei sempre stato la sua vittima preferita, tra burle, prese in giro e match finiti male. Io farei il tifo per te. Tuttavia, stavolta hai commesso un errore. La tua voglia ossessiva di annientare Leon Black ti ha portato a commettere l'unico sbaglio che in questo momento non puoi permetterti nella tua carriera.

Il Corvo sospira.

SGF: Decidendo di entrare nella Chamber of Annihilation nella speranza di strappare l'ennesima chance per affrontare Black, tu hai involontariamente sconfinato nel terreno di caccia dei corvi della Bruderschaft Der Krahe Incorporated. E questo non va affatto bene. Sai vero cosa implica tale sconfinamento? Una sonora sconfitta ad Alpha Horizon. La tua sconfitta, ad Alpha Horizon.

Kevin alza lo sguardo, sospirando.

KM: Ed eccolo qua. Terreno di caccia, noi siamo i corvi, bla bla. Mi verrebbe troppo facile ricordarti per la seconda volta in cinque minuti che l'unica volta che siamo stati su un ring insieme IO - TI HO - BATTUTO. Quindi, mettiamo il discorso in una prospettiva diversa.

Manson si gratta la barba.

KM: La BDK Ink è formata da due membri. A te arriveremo dopo, ora parliamo di Moscophorus Schmidt. Sai cos'è il Moscophoros? Onestamente non lo so neanche io, pubblicizzavano una esposizione di statue antiche e stronzate ed è il primo nome incomprensibile che mi è balzato all'occhio. Se non ricordo male, era un tizio con i labbroni da negro e le treccine che portava un vitello sulle spalle. ora, tra quella robaccia e Schmidt ci sono due similitudini: la prima è che sono entrambi orribili. Sul serio, Chris ammazza la nostra audience femminile. In secondo luogo, sono entrambi dei pezzi di mobilio. Perchè sì, l'ultima volta che Schmidt ha detto qualcosa di interessante è stato tipo mai, probabilmente ha detto la sua prima parola a cinque anni ed era un mugugno, l'unica volta che è stato un vincente nella vita sarà stato quando è andato a bullarsi al circolo degli anziani per il suo bastone da passeggio nuovo e chiunque quando lo vede in TV cambia canale. E' piatto, è scarso, risparmiami una tua filippica dove ne esalti i grandi pregi perchè non ho intenzione nemmeno di ascoltarti, ok? Uno come lui lo sconfiggo come voglio, quando voglio. Anche con una gamba completamente fottuta come oggi.

Kevin si indica la gamba sinistra, ancora dolorante da due settimane fa.

KM: Poi ci sei tu. Sigfried, ti darò atto di una cosa: sei un buon wrestler. Quello che hai vinto non lo hai vinto a caso. Pensa te, anche tu hai una similitudine col Moscophoros: lui ha un vitello sulle spalle, tu un fardello rappresentato da quel pezzo di legno del tuo compagno di coppia. Mi dispiace, ma facendogli da balia non sarai mai al tuo massimo. E mi duole dirti che un Sigfried Jaeger nel suo giorno migliore non può, e guardami negli occhi quando te lo dico, non può in nessun modo sconfiggere me. Ehi, puoi non crederci, non me ne frega un cazzo. Più mi sottovaluti, meglio è per me. Ma lasciati dire che se speri di intimorirmi, hai sbagliato persona. Io ho capito il tuo gioco: sai venderti benissimo, proprio come Leon Black. Siete molto simili. All'apparenza opposti, perchè lui e buono e tu no, ma ad occhi più esperti siete identici: due fottuti egocentrici. L'unica differenza è che tu non sei un cancro, per il puro e semplice fatto che non sei nella condizione di esserlo: e fidati, non ti permetterò di poterlo diventare da Alpha Horizon, non ti permetterò di vincere e non ti permetterò di ostacolarmi in nessun modo.

Sigfried si schiarisce la voce, poi replica.

SGF: Ascolta, se devi dire per forza sciocchezze per bullarti in giro, ti consiglio allora di spararle ancora di più grosse, tanto ormai... Senti qua. Potresti aggiungere che nel match in cui mi hai "battuto", prima hai fatto a pezzi da solo quattro persone, dopo di che mi hai rifilato un pò di quelle tue finisher di cui non ricordo manco il nome, infine mi hai schienato e sei stato portato in gloria dai tuoi ex-amichetti.

Il Corvo si scosta all’indietro i capelli, poi scuote il capo.

SGF: Mmm. Non mi pare sia andata così, ma chi se ne frega.

Sigfried continua tranquillamente.

SGF: Per quanto riguarda Chris, dire che lo sottovaluti terribilmente non credo che ti convincerebbe, anzi. Inoltre preferisco non dover sorbirmi qualche altro paragone con oggetti d'antiquariato et similia. Ma senti qua: ormai è appurato che nella Chamber ci sarai tu, io, Christophorus, Travis Miller, Andy Moon e Chris Drake.

Il Best from the West mostra sei dita.

SGF: Come ben sai Moon e Drake si odiano a morte, e da settimane non aspettano altro che ammazzarsi di botte una volta per tutte. Praticamente basterà lasciarli fare e vedere chi dei due ne esce vivo, dopo di che una bella finisher delle tue ben assestata e la pratica è risolta.

Le dita scendono a quattro.

SGF: Poi c'è Travis Miller, e qui le cose diventano un poco diverse, per non dire movimentate. Non sò ancora classificare come stronzata o genialata la tua ideuzza di offrirgli un posto nella gabbia. Da un lato conosco bene il suo potenziale. Ehi, ce le siamo date per sei mesi di fila, conquistandoci il primo Main Event di War of Change della storia, per cui ti puoi fidare. Dall'altro però, è appurato che ormai è l'ombra di se stesso. E anche di questo puoi fidarti, visto che me lo sono ritrovato tra i piedi pure nella seconda metà del 2015. E anche adesso. Insomma, ci vorrà un pò di più, ma credo che te la dovresti cavare ed eliminarlo se ce la metti tutta.

Le dita scendono a tre. Sigfried sospira ancora una volta.

SGF: Ahi, ahi. Rimaniamo solo tu, io e Christophorus. Uno contro due. Dopo minimo venti minuti di Chamber. Solo, acciaccato, senza vie di fuga. Mi sa che in quel momento rimpiangerai tantissimo le parole a sproposito dette contro Chris e me. Perchè visto che non hai un look come si suol dire, "strong", a meno che tu non sia una specie di Superman, e non mi pare, te ne daremo così tante che per un bel pò di tempo avrai TU bisogno di un bastone da passeggio. Anzi, due.

Manson scuote la testa.

KM: Fissa intensamente le tue tre dita. Ora immaginati di essere nella Chamber. Ci sono io che prendo il pollice e l'indice e li torco. Urli di dolore. Due dita rotte. Ne rimane alzata solo una, il medio. E quel dito medio sarà il Sole Survivor di quella contesa, cioè Kevin Manson. Come te l'ho detto, te lo ripeto: posso sconfiggere Schmidt come se fosse un gesto meccanico. Sai, bere, mangiare, dormire. E poi sconfiggerlo. E nella tua opzione rimarremmo io e te: tralasciando che probabilmente Moon sarebbe ancora nel match perchè si farà fuori Drake in una manciata di secondi ed è molto più tosto di ciò che pensi, sarebbe Jaeger contro Manson. E per la seconda volta, mi tocca ripetermi: Sigfried Jaeger, nel migliore dei suoi giorni, non può sconfiggermi. Per quanto mi riguarda potrò anche arrivare a quel match con un litro di sangue nel corpo sui cinque che dovrei avere, ma alla fine con le spalle a terra per un conto di tre ci saresti tu.

The Animal sorride di sbieco.

KM: Ma, onestamente, di tutte queste pianificazioni mi interessa poco. Io arriverò al match con una sola certezza: di essere migliore di ognuno di voi. Voglio quel match con Black a War Of Change, capisci? Ne ho bisogno per sopravvivere. E... Ehi, lo avrò. Non prenderla male. Quando sarò un campione ti darò un rematch.. Oh, ovviamente, ammesso e non concesso che tu me lo chieda con gentilezza. E che ti liberi del comodino, perchè io non mi unisco alla feccia.

Kevin fa un occhiolino al suo interlocutore. Sigfried sorride, quasi annuendo. Poi però il suo sguardo cambia totalmente e si fa terribilmente serio.

SGF: Ascoltami bene, "Kev", perchè questa sarà l'ultima volta che mi vedrai fino al nostro match. I discorsi scemi da psicopatico, le battutine, i doppi sensi e le similitudini strampalate che ti piacciono tanto, con me non attaccano per niente. E lo sai, se un minimo ti sei fatto un'idea di chi sia Sigfried Jaeger. Tu hai scelto di entrare nella Chamber of Annihilation per arrivare a Black, ben sapendo che così ti saresti ritrovato di fronte me sulla strada. La tua sfrontata sicurezza e il tuo ottimismo passeggero stavolta non ti salveranno. Tu ne pagherai le conseguenze, che non saranno rappresentate solo dai danni fisici che rimedierai sul momento, ma soprattutto da quelli irreparabili che subirà la tua anima in futuro. Perchè Io arriverò a Black dopo Alpha Horizon. E sarò io stesso a fare quello che tu non sei mai riuscito a fare dopo mesi di parole al vento e di sconfitte ignomignose.

Il 34th Street Hero fa un sorriso malevolo.

SGF: Io, l'eroe, configgerò Leon Black. A War of Change. Al primo tentativo. E quando questo accadrà, mentre lo vedrai alla tv nel tuo minuscolo Locker, la tua anima si spezzerà una volta per tutte, caro il mio signor Manson. E finalmente, sarà in quel preciso istante che ti renderai conto di essere nient'altro che un fallito.

Kevin Manson osserva per qualche secondo Jaeger, respirando in modo affannato e serrando le mani a pugno... Poi si gira, dando le spalle a Sigfried.

KM: Pfui.

Kevin se ne va a passi lenti, nel silenzio. Sigfried Jaeger, pensieroso, guarda nella sua direzione. Poi annuisce, e se ne va via prendendo la direzione opposta. E le immagini sfumano. Pubblicità per noi, non andate via!

Up Next: Interracial Face-Off


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 21:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8569
E dopo i consigli per gli acquisti, votantonio. Siamo nel backstage e seguiamo Lucy Fisher, in jeans e giacchetta nera su camicia bianca.

Immagine


La ragazza ha in mano una bottiglietta d'acqua e sta camminando in direzioni dei camerini, quando si ferma e fa un mezzo sorriso.

LF: Salve.

Immagine


Ayumi Haibara, appoggiata al muro, alza lo sguardo verso Lucy e sorride.

AH: Oh, Lucy Fisher. Da quanto tempo.

La Red Hunter porge la mano, che la americana stringe brevemente.

LF: Almeno diciotto mesi, Ayumi-chan.

Lucy fa un ulteriore sorriso.

LF: Non vedo Moon.

AH: È nel nostro locker. Io volevo sbollire un attimo. Samantha Hart mi fa desiderare di non aver smesso di fare Hardcore Wrestling.

LF: Fa quell'effetto a tutti. Devo farti i miei complimenti. Ricevere una fiducia del genere da parte di un general manager in così poco tempo non è da tutti.

Haibara incrocia le braccia e sorride.

AH: Purtroppo la mia fama mi precede. Dico purtroppo perchè ho lottato un solo match. E sì, l'ho dominato, ma avevo contro un'avversaria infima, al contrario di te, o della Wagner. Vorrei poter affrontare una di voi due ad Alpha Horizon, ma quella puttana non sa mai quando chiudere la bocca.

The Witch annuisce.

LF: Non ti preoccupare, avrai tempo di lottare contro tutte noi. E per adesso pensa a zittire una volta per tutti Samantha.

La ragazza di colore rimane in silenzio per un istante.

LF: Posso chiederti una cosa?

AH: Certo.

LF: Lo so che non ci conosciamo tanto. Diciamo che non ci conosciamo praticamente per nulla, ma Andy lo conosco, se non bene, abbastanza. Cosa ti ha colpito?

Ayumi sorride ampiamente, un po' imbarazzata.

AH: Beh, vediamo... ci tiene alla gente che conosce e sa dargli tanto, è divertente, è schietto, è un po' sbruffone ma mi sta simpatico per questo. Erano cose che non avevo, in Giappone. Colore. Lo definirei colore, ecco.

Lucy sorride.

LF: Non te l'ho chiesto a caso. Serve molta fiducia per fare quello che hai fatto, e questo dice molte cose su di te. Hai avuto un coraggio che non è tipico in molte persone. Forse è per questo che Brown si è fidato di te. È tante cose, ma non uno stupido.

AH: Le persone buone sono riconoscibili. Anche quelle che vorrebbero nasconderlo.

LF: Ma non sempre le persone buone sono quelle giuste. E non sempre quelle cattive sono quelle sbagliate. E, sempre per non metterti in soggezione, lo sai di avere una responsabilità enorme sulle spalle, vero?

AH: Essere la prima campionessa femminile della federazione più hot d'america? Non sarà difficile. Se funzionasse come in Giappone, starei già mirando al tuo ragazzo.

Lucy sbuffa.

LF: Fidati, non sarebbe una buona idea in qualunque senso tu la intenda. E no, la responsabilità non è il titolo, è evitare che finisca nelle mani sbagliate.

AH: Partendo da Samantha Hart. Lo so.

LF: Soprattutto da Samantha. Poi dovrai impegnarti a difenderlo. E questa federazione è una Savana.

AH: È così che sono cresciuta. Sono a casa.

LF: Mi fa piacere. Ma vedrai, nulla è come era a casa tua.

AH: Non hai capito. Io non ce l'ho mai avuta, una casa. Questa potrebbe essere la prima.

Ayumi sospira.

LF: Lo spero per te. Se avessi bisogno, sai dove trovarmi. Sono brava a far ambientare le persone.

AH: D'accordo. Grazie.

Ayumi fa un leggero inchino verso la Fisher.

LF: Vado, che sennò Leonard inizia a sfidare chiunque gli capiti a tiro. Stammi bene. E ricordati, sarei molto delusa se non vincessi contro Samantha.

Lucy fa un piccolo inchino di risposta e si allontana. Ayumi sorride e la segue con lo sguardo mentre se ne va.

UP NEXT: THE OTHER HUNTER'S BUSINESS


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 21:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8569


Gli Halestorm risuonano nell'arena e la campionessa FWP fa la sua presenza sullo stage. Top nero e jeans azzurri sopra degli stivaletti a tacco neri.

Immagine


Si aggiusta la cintura in spalla e sotto il boato del pubblico percorre la rampa con una smorfia sul volto. Si fa poi passare un microfono ed entra nel ring

ELK:Ok, andiamo dritti al punto. Nella scorsa puntata ho avuto una reazione esagerata con Alice e me la sono presa con lei più o meno ingiustamente. Quindi, Alice, che ne dici di venire qua fuori ed aggiustare le cose di fronte a tutti i fans?



Immagine


La giovane Angel appare sullo stage, accolta da una reazione positiva. Ha in testa le sue solite cuffie, è vestita in abiti civili. Nella mano destra impugna un microfono. La ragazza lancia un'occhiata al pubblico, poi ad Elektra sul ring, ed infine si mette a sedere sullo stage a gambe incrociate, con un'espressione fredda sul volto.

AA: You want to give up, gave it all that you've got, and it still doesn't cut.

Alice si toglie le cuffie.

AA: Vedi Elektra, da quando sono arrivata qui chiunque mi ha detto di smetterla di isolarmi. Ma quello che è successo due settimane fa è l'esatto motivo per cui continuerò a farlo.

La più piccola dei tre Hunters alza le spalle.

AA: Gente che parla, parla, parla. Nessuno sa dove sono stata, dove sono ora e dove vado, e comunque si permettono di giudicare. Senza nemmeno sapere le mie motivazioni.

Alice stringe il pugno della mano libera, ma la sua espressione rimane neutra e glaciale.

AA: Chiunque si sente in diritto di potermi trattare come uno zerbino. E questo posto è pieno di persone così. Ma tu ti sei mostrata diversa, più o meno. E mi hai chiamata qui, quindi... sentiamo.

Elektra tira un sospiro ed inizia a parlare con lo sguardo basso

ELK:Io e te siamo molto simili e comprendo benissimo il tuo discorso, lo condivido anche. Sono stata nella tua stessa situazione poco tempo fa ma io ho avuto la fortuna di trovare un'amica splendida come Lucy invece di una spartana lunatica. Tutto quello che volevo dirti è che due settimane fa ho esagerato e mi dispiace. Ti chiedo ufficialmente scusa.

Alice alza leggermente le sopracciglia.

AA: Scuse accettate.

La ragazza tamburella le mani sul microfono.

AA: Questo non cambia il mio stato d'animo. Non molto, almeno. Vedi, due settimane fa non è successo nulla di grave. Ma visto che, come avrai capito, sono una che pensa a se stessa, potrebbe succedere che io faccia qualcosa di più grave nella mia carriera. E il fatto che chiunque sarà pronto a darmi addosso per questo mi fa star male. Sia tristezza che rabbia, capisci? Non avere il controllo della mia immagine è deprimente. Quindi...

La One-Winged Angel si rimette le cuffie.

AA: If I sing along a little God damn louder to a happy song I'll be alright. Nulla di personale, Elektra, ma non posso fare a meno di quanto piacerà alla gente vedermi con quella cintura alla vita. Ci si vede fra due settimane.

Alice si rialza. Elektra digrigna i denti e si affaccia alle corde

ELK:Anche se non mi sei simpatica ho fatto del mio meglio per andare d'accordo con te, ragazzina. Tu non mi rendi di certo il compito facile con questo atteggiamento arrogante. Io ci ho provato ad essere tua amica, evidentemente non ne sono capace.

Elektra sospira di nuovo

ELK:Ci vediamo sul ring tra due settimane. Buona fortuna.

La spartana sbatte a terra il microfono e con aria mesta esce fuori dal ring. Alice fa spallucce e si limita a tornarsene nel backstage. Si aggiusta la cintura in spalla e con sguardo serio, quasi triste e amareggiato percorre la rampa rifilando un'ultima occhiata alla sua avversaria e poi rientra nel backstage.

UP NEXT: SCHMIDT IS CRAZY!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 21:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8569
Ci troviamo nell'area interviste del backstage con Daniel Carson pronto proprio per un'intervista.

Immagine


DC: Signore e sign...

???: ZITTO!!!!!

Dall'accento della voce si capisce subito chi è, infatti non appena l'inquadratura si allarga vediamo uno dei TWC Tag Team Champions: Christophorus Schmidt.

Immagine


Il tedesco, sprovvisto di cintura, si rivolge a Carson in evidente stato schizofrenico.

CS: Mi sono stancato di sentir parlare te e tutti gli altri, ora è il mio turno di farlo e lo farò per lanciare un messaggio e tu rimarrai qua a fare il reggi microfono da bravo soldatino eh eh eh...

Carson guarda contrariato il tedesco mentre guarda l'intervistatore in modo insano.

CS: Questa sera avrà inizio ciò che ho annunciato due settimane fa alla fine di Indoor War, oggi avrà inizio la Path of Destruction è il primo povero malcapitato sarà niente di meno che Chris Drake e questo mi rende molto MOLTO felice.
Quando io e Drake ci siamo trovati faccia a faccia qualche mese fa lui mi ha sottovalutato, mi ha preso in giro e il mio orgoglio si è sentito umiliato ma oggi però le cose cambieranno, andrò là fuori e non mi accontenterò di battere Drake, LO DISTRUGGERO', LO SMEMBRERO' POCO A POCO RECANDOGLI IL MASSIMO DEL DOLORE, STASERA IL DRAGONE VERRA' ABBATTUTO!!!!!!

Carson si spaventa per l'improvvisa reazione di Schmidt che ridacchia.

CS: Oh no, ti ho fatto spaventare piccolo soldatino? TU non hai nulla da temere, non sei mica Chris Drake o chiunque altro lottatore del roster perciò stai tranquillo e non avere paura di questo povero pazzo eh eh eh...
Come vedi ultimamente non ci sto tanto bene con la testa, diciamo che sono un po uscito fuori di zucca ma non è colpa mia, è colpa loro se sono caduto in questo stato.

DC: L-Loro c-chi?

ALL'IMPROVVISO SCHMIDT ABBRANCA CARSON E LO LANCIA CONTRO LO SCHERMO DIETRO L'INTERVISTATORE!!!!

Immagine


Schmidt ride in modo maniacale mentre arriva lo staff medico a sincerarsi delle condizione di Carson.

Immagine


Il tedesco si posiziona vicino al malcapitato intervistatore allontanando i medici fra le proteste.

CS: Non vorrete mica rischiare pure voi no? Tranquilli, ci metterò solo un secondo e poi sarà a a vostra completa disposizione.

Schmidt a questo punto si rivolge a Carson in modo "compassionevole".

CS: Io te l'avevo di startene zitto e invece no, hai visto cosa mi hai fatto fare? Te l'avevo appena detto che non ero più in me e queste rischiano di essere le conseguenze.

Il tedesco si allontana e recupera il microfono da terra e prova a vedere se funziona per poi guardare dritto in camera.

CS: Questo è un piccolo assaggio di quello che sono diventato, di quello che VOI mi avete fatto diventare.
Oggi ne cadrà solo uno ma il vero divertimento sarà fra due settimane a Alpha Horizon dove in molti cadranno.
Welcome in the Decayed World.

UP NEXT: SCHMIDT VS DRAKE


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 21:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8569
Bentornati live dal Manhattan Center. E' arrivato il momento di un match inedito qui in TWC, Chris Drake se la dovrà vedere con Christophorus Schmidt!



Risuona la theme di Chris Drake accolta da una buonissima reazione. Le luci si abbassano leggermente mentre i fari puntano lo stage dove vediamo comparire un sorridente Chris vestito con il suo ring gear coperto dal solito giubbotto di pelle.

Immagine


The Predator si ferma ad osservare l'arena mettendosi di taglio la mano destra sulla fronte per poi annuire in maniera vigorosa, battersi dei pugni sul petto con una sola mano ed indicare il ring con la stessa mano. Dopo aver emesso un urlo fomentato Mr. TWD si incammina sulla rampa a passo deciso, e non appena arrivato ai piedi del ring gira verso destra facendo il giro del quadrato e scambiando dei cinque con i fan in prima fila. Finito il giro si posiziona difronte al ring, all'altezza della rampa, e dopo aver saltellato sul posto esegue un balzo che lo porta sull'apron ring e contemporaneamente esplodono dei pyros dai quattro angoli. Chris entra attraverso la corda più alta e quella centrale ed una volta dentro allo squared circle si dirige a passo svelto verso il paletto adiacente alla zona del timekeeper. Una volta salito su alza entrambi i pugni al cielo venendo imitato da svariati fan qui presenti. Sceso dal paletto Chris si toglie il giubbotto gettandolo fuori dal ring per poi iniziare a saltellare sul posto mentre attende il suo avversario.



Una nuova theme song risuona mentre le luci si spengono nell'arena ed un fascio di luce illumina lo stage.

Immagine


Ed ecco che dopo alcuni secondi sullo stage compare Christophorus Schmidt che appare decisamente diverso rispetto l'ultima volta che lo abbiamo visto. The Decayed si toglie gli occhiali mostrando uno sguardo folle per poi avviarsi verso il ring muovendosi in modo maniacale. Una volta nel quadrato getta via il suo bastone e si prepara per affrontare il suo rivale.

Immagine VS Immagine
Chris Drake vs Christophorus Schmidt
Singles Match


L'arbitro fa suonare la campanella ed il match ha inizio. I due si studiano a distanza ed ora si abbrancano in una fase di Clinch che viene vinta da Chris Drake che spedisce l'avversario contro le corde per poi stenderlo con una Clothesline! Drake prova subito a schienare... 1...2...No! Schmidt si rialza ed ora osserva con sguardo rabbioso l'avversario che lo invita a farsi sotto. Tra i due parte un'altra fase di Clinch, questa volta vinta da Christophorus che blocca l'avversario in una Headlock. Chris Drake inizia a colpire con delle gomitate allo stomaco l'avversario che lo molla permettendogli di prendere slancio alle corde e colpirlo nuovamente con un braccio teso! Fatto ciò The Predator rialza il nemico spedendolo contro il Turnbuckle per poi colpirlo con un poderoso Superkick!

Immagine


Chris va per il pin... 1...2...No! Il membro della BDK alza una spalla. Drake non demorde ed ora va a rialzare l'avversario spedendolo nuovamente alle corde tentando un altro braccio teso... No! Schmidt si abbassa evitando il colpo ed ora prendendo slancio al lato opposto delle corde connette con un Lariat che stende Drake! 1...2...No! Chris c'è! The Decaye sorride in maniera folle per poi rialzare l'avversario e iniziarlo a colpire con dei potenti pugni chiusi alla testache fa indietreggiare Chris fino all'angolo costringendo l'arbitro ad intervenire e richiamare il tedesco. Mr. TWD si appoggia con le braccia sul Turnbuckle ed ora Schmidt prende la rincorsa tentando un braccio teso all'angolo... No! Chris Drake si sposta ma il tedesco è reattivo, e connette con un Exploder Suplex all'angolo!

Immagine


Che impatto! 1...2... No! Drake alza una spalla. Schmidt scuote la testa ed ora si mette in attesa che l'avversario che si rialzi posizionandosi alle sue spalle e abbrancandolo da dietro con una Sleeper Hold una volta che quest'ultimo è in piedi, ma The Predator è lesto a ribaltare l'offensiva dell'avversario arretrando fino all'angolo e facendo sbattere di schiena Schmidt sul Turnbuckle che allenta la presa e permette a Chris di voltarsi ed iniziarlo a colpirlo con la sua sequenza Punch, Chop, Punch, Chop, Punch, Chop! Fatto ciò se lo carica e connette con una Fallaway Powerbomb!

Immagine


Chris Drake tenta il pin... 1...2... No! Schmidt esegue il kick out! Il Woodbury Made per nulla demoralizzato rialza l'avversario ed ora lo mette in posizione per un'altra Powerbomb... No! The Decayed ribalta con un Backbody Drop! Fatto ciò il tedesco prende slancio alle corde colpendo con un altro Lariat l'avversario per poi tentare lo schienamento... 1...2... No! Niente da fare! Christophorus accenna una smorfia mista tra collera e follia ed ora inizia a colpire con degli Stomp l'avversario per poi rialzarlo e connettere con uno Schmidtplex! 1...2... No! Drake si salva. Schmidt scuote la testa sempre più amareggiato mentre The Legend In The Making inizia a rialzarsi lentamente, ed ora il tedesco parte all'assalto per connettere con un nuovo Lariat... No! Chris si abbassa evitando l'attacco ed abbrancando alle spalle l'avversario per poi schiantarlo con un German Suplex! Drake schiena... 1...2... No! Kick out da parte del Decayed! Chris Drake si rialza ed ora inizia a caricarsi supportato anche da buona parte del pubblico che si inizia a scaldare insieme a lui. The Best In The Business aspetta che l'avversario si rialzi ed ora prende slancio alle corde per poi colpirlo con un poderoso Running Dropkick che spedisce Christophorus Schmidt fuori dal quadrato!

Immagine


Chris esce dal ring e va a prendere in consegna l'avversario che tuttavia lo spintona via per poi colpirlo con un poderoso schiaffo! Drake si tiene la guancia ed accenna un sorriso ironico per poi... SPUTARE IN FACCIA A SCHMIDT! Il pubblico si divide tra un'ovazione e dei fischi mentre Chris sorride compiaciuto e Christophorus si pulisce la faccia mostrando un'espressione folle. The Wild Dragon si getta all'assalto dell'avversario, ma quest'ultimo si abbassa e spinge Chris contro il paletto per poi iniziare a far impattare la testa di Mr. TWD contro esso una, due, tre, quattro, cinque, sei volte! The Predator è intontito dall'assalto dell'avversario che intanto è impazzito, ed ora va a staccare un monitor dal tavolo dei commentatori per poi stamparlo sulla testa di Chris Drake! L'arbitro non ci sta e chiama la squalifica!

Spoiler:
Jessica: The winner of this match as result of disqualification... CHRIIIS DRAAAAAAAKEEEEEEEEEE!!!


Christophorus sembra non curarsi del risultato del match ed ora getta Chris nel ring per poi colpirlo con violenti Stomp! Il pubblico fischia fortemente il tedesco che ora esce dal ring e va a prendere possesso di una sedia. Fatto ciò rientra nel quadrato e si prepara a colpire l'avversario, che si sta rialzando lentamente, con un Chairshot alla testa...

[spoiler]Ma attenzione, le luci si spengono! Il pubblico rumoreggia confuso mentre il titantron si illumina mostrando delle scritte...

Titantron ha scritto:
You throwed me to the wolves...

...But I will come back leader of the whole pack...

...Because you are the reason I still fight!


Il titantron si spegne nuovamente e le luci tornano nell'arena. Christophorus osserva interdetto il titantron non avvedendosi di Chris Drake che alle sue spalle lo stende con un Low Blow!

Immagine


Christophorus si piega dal dolore mentre un rintronato Chris crolla su un ginocchio per poi rimettersi subito in piedi e stendere il rivale con la sua letale TWD!

Immagine


The Predator ora torreggia sul rivale mentre si tiene la testa per le botte ricevute. La sua theme risuona nell'arena ed ora Chris scende dal ring e si avvia verso lo stage mentre un furibondo Christophorus inizia a riprendere conoscenza e se fissa con sguardo d'odio. Chris Drake raggiunge lo stage ed alza le braccia al cielo per festeggiare, e su queste immagini noi andiamo in pubblicità.


Ultima modifica di CM-Cena il 26/02/2016, 21:58, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 21:34 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8569
Ben ritrovati con TWC Indoor Wars! Il pubblico è festa al nostro ritorno, ma i cori del Manhattan Center vengono subito interrotti da luci intermittenti e un riff hardcore.



E al grido di “how could it all be”, Big Black Boom fa i suoi primi passi sullo stage! Il mascherato appare sorridente già dal suo ingresso in scena, si scruta intorno e posa per qualche secondo lo sguardo su un cartellone, prontamente inquadrato dalla regia.

Immagine


Una volta giunto di fronte al ring, la telecamera fa il suo solito giro intorno a Triple B, che in quel momento si fa passare un microfono, per poi salire sul quadrato.

Immagine


BBB: Ho visto che iniziate ad apprezzare quello che c’è di buono in questo business, complimenti per la scelta.

Il pubblico inizia a fischiare.

BBB: Ma ovviamente ciò non cambia la percezione che ho del novantanove virgola nove percento di voi. E non mi aspetto che sia cambiata la percezione che il novantanove virgola nove percento di voi ha di me. Figuriamoci se una vittoria, pulita come New York prima che arrivassero i newyorkesi, possa farvi cambiare idea. Dopotutto è solo ciò che dicevo sarebbe avvenuto, ciò che era chiaro fin dal mio primo passo verso questo ring. Voi già allora avevate deciso, in base al nulla, a chi tenere, per chi tifare, la società vi vuole così, tutti uguali, tutti uniti e distratti. Ma questa volta ve la siete presa dritta-in-culo.

Dal microfono di Price si sente “What? Can he say that?”, il pubblico fischia ancora più pesantemente.

BBB: Sono fin troppo felice per continuare a parlare di voi. Tra due settimane avrò l’opportunità della mia vita, o meglio, la prima opportunità. Ad un anno dal mio esordio. Quanti di voi possono dire la stessa cosa? E la cosa più divertente, è che sarà solo il primo passo. No, non sono come voi, non sono uno di quelli che si credono perfetti. Sono esattamente perfettibile. Tutto quello che mi serve è qui.

Il perfidy in mask batte l’indice della mano libera sulla tempia.

BBB: Grazie a questa, so come migliorarmi. Prendete il match di due settimane fa: quanti di voi avrebbero rinunciato alla mossa ad effetto pur di vincere? Quanti? Chiunque in questo business crede che il marchio di fabbrica sia più importante del resto. C’è chi non schiena l’avversario senza aver prima eseguito trecento giravolte in aria. Questo significa non voler guardare oltre. Questo significa mettere il piacere del pubblico, il vostro piacere, prima di se stessi. E con me, non accadrà mai.

I boo si sprecano, mentre il mascherato si prende una piccola pausa.

BBB: Ho finalmente centrato un obbiettivo, quello che mi hanno precluso negli scorsi due mesi. E non la perderò pensando a voi. Sono ben preparato, sono qui Leon, posso iniziare anche ora!

Il pubblico grida “yes” a gran voce, BBB prima si guarda intorno, poi sorride.

BBB: Davvero pensate che Virgil Brown permetta di fare un match del genere in una puntata di Indoor Wars? No, dovete aspettare, i soldi degli sponsor sono molto più importanti di voi. Con quei soldi, ci devono comprare i coccodrilli.



Leon Black è qui! Il TWC World Heavyweight Champion è qui. Il gigante compare sullo stage, camicia, jeans, all-stars, titolo e sorriso.

Immagine


La Unglorified Legend, microfono alla mano, si avvia verso il ring, sorridendo al pubblico di New York, come al solito caloroso con lui. Raggiunti i gradoni d'acciaio li scala squadrando il mascherato, poi scavalca la terza corda e si porta a centro ring, faccia a faccia con l'aria sopra la testa di Big Black Boom. Leon avvicina il microfono alla bocca.

LB: Salve, mio omocromo amico. Avevo l'impressione cercassi me. Sbaglio?

Il gigante si allontana leggermente.

LB: Ne dubito. Voglio fare subito una precisazione. I coccodrilli li compro coi miei soldi, che non vengono esclusivamente da questa federazione. Mi sono messo in una situazione dove mi sia impossibile ritrovarmi a chiedere un prestito ad un tizio in maschera nera che ti chiarisce alla firma del contratto che ti sta fottendo. Ma guarda, non sono assolutamente qui per dirti che hai detto solo stupidaggini. In effetti hai detto due cose sacrosante. La prima è che c'è qualcuno che ti apprezza.

Black indica il pubblico.

LB: A guadagnarsi le cose si viene apprezzati. E ammettiamolo, te lo sei meritato questo match. Potrebbe essere l'inizio di una nuova era per Big Black Boom. L'era del combattere le proprie battaglie, invece che fare della francamente imbarazzante guerriglia. Continua così e magari finalmente non dovrai più fingere che non ti interessi del pubblico. Magari arriverai addirittura a trovare della forza nelle persone che ti sostengono. Ma non divaghiamo.

Il campione si mette a posto il titolo che tiene sulla spalla.

LB: Su un'altra cosa hai ragione. Il tuo match contro di me è la tua più grande occasione. Comprendimi, non di vincere, ma di dimostrare che vali qualcosa. Fino ad ora hai combattuto con il meglio che questa federazione può offrire. Nick Carroll, Andy Moon, Michael Edwards. C'è da specificare che hai sempre perso, ma è comunque qualcosa. Il problema è che io sono il meglio che il wrestling può offrire. Tu sei come un rookie NBA senza grandi qualità che con un po' di falli duri dimostra di meritarsi di partire in quintetto. E alla sua prima partita trova Michael Jordan al meglio della sua forma.

Qualche coro dal pubblico.

LB: Non puoi vincere, lo sai. Al massimo puoi sperare di non fare brutta figura. Questa è la tua grande occasione.

BBB scuote il capo.

BBB: Sono impressionato. E spaventato. O forse la parola giusta è… Sconcertato. Questo è tutto quello che Leon ha da dire? Finito le cartucce? Allora fammi essere chiaro: tu non sei Michael Jordan. His Airness era totalmente diverso rispetto a te, questa città l’ha visto crescere. In comune riuscite ad avere solo Chicago, ma quello che la mandava on fire, era lui. Tu hai passato una vita a inseguire quel successo che ora non riesci a goderti, perché non è come te lo aspettavi. Il sapore dei culi sulla tua lingua non te lo fa gustare appieno. E allora azzardi paragoni, inventi storie per il pubblico, in questo sei un campione: sei capace di venderti, anche meglio di me. Con la differenza che io non voglio vendermi a loro.

Il mascherato indica il pubblico, che lo fischia.

BBB: Tutto questo sembra non entrarti in testa, ma poco mi importa. Ora quello che voglio è il tuo titolo. E so quanto sarà difficile prenderlo, ma so di poterlo vincere. Non mi limiterò al compito da sufficienza, non mi interessa fare bella figura. E non devi ridurti a fare lo spaventapasseri. Non farò un passo indietro a riguardo, di sicuro le mie poche sconfitte non mi convinceranno a cedere. Anche perché, vedi, io ho battuto Nick Carroll. Io ho battuto per due volte Andy Moon, mettendolo spalle al tappeto entrambe le volte, cosa che lui, vorrei ricordarti, non è riuscito a fare quando ha vinto il match per la Chamber of Annihilation. E sono pronto a battere anche Michael Edwards, sono pronto a battere qualsiasi avversario che tu voglia nominare, proprio come ho già battuto Kevin Manson, Jack Keenan, e potrei continuare.

I due si fissano per qualche secondo.

BBB: Avanti, Leon: ammettilo. Ho battuto tutti quelli che sono venuti a chiederti in ginocchio un match per il titolo. Li ho fatti fuori uno ad uno. Non ho paura di te, e non me ne frega un cazzo se tu non hai paura di me. Preferisco un avversario che mi sottovaluta, come tutti facevate all’inizio. Ti ho studiato, so cosa fare e cosa non fare. So che posso colpirti in diversi modi. Il match di due settimane fa dovrebbe aver aperto gli occhi: ho tante risorse da sfruttare. So che sarà difficile, ma se Jordan ha vinto solo cinque volte il titolo di MVP della stagione, vuol dire che per dieci volte lo ha vinto qualcun altro.

Il campione del mondo ridacchia.

LB: Da quello che mi ricordo l'ho fatto anche io. E sai Boomie, per battermi devi fare qualcosa di meglio di me. Dovresti essere un migliore striker di me. Oppure un miglior mat wrestler. Un migliore flyer. Un migliore submissioner. E sappiamo che tutte queste cose non le sei. Quindi ti rimane una sola strada. Avere un piano migliore del mio. Non che tu non lo sapessi già. Tutto si può dire di te, tranne che tu sia uno stupido. Sono sicuro che hai passato gli ultimi giorni a guardarti tutti i miei match, cercando il momento in cui colpirmi per battermi. Posso guardarti negli occhi e vedere le tue rotelle che girano, sforzandosi per mettere in piedi una strategia. Ma sai qual è il problema? Ho affrontato persone che ti farebbero sembrare un gattino arruffato. Il resto della federazione può trovare pericolosi i piani di Big Black Boom. Io no. E lo sai anche tu. Devi creare la tua Magnus Opus per provare a superarmi.

Black sorride al mascherato.

LB: Un piano perfetto, che non trascuri nessun particolare. Ma sei capace di farlo? Ho visto uomini migliori di te fallire miseramente. Ho visto persone destinate ad avere il mondo fra le mani infrangersi contro di me. Voglio raccontarti una leggenda.

Il lato sinistro del viso del gigante si storce in un sorriso ancora più accentuato.

LB: Esiste un mostro che gira per il mondo, cercando vittime da divorare. Questo mostro è immortale e sempre più pericoloso, perché per ogni vittima uccisa diventa più pericoloso. La leggenda narra che il suo sangue sia nero come la pece, e i suoi occhi bianchi come il ghiaccio. E puoi provare a fuggire da lui, ma se vuole prenderti, ti prende. Sai qual è il suo nome? BlackBlood.

Boato del pubblico.

LB: Immagino tu abbia sconfitto tanti eroi nella tua vita. Ma non hai mai sconfitto un mostro come me.

Triple B interrompe Leon.

BBB: Here we go again, un’altra simpatica storiella del menestrello più grosso di Chicago. Non mi interessa delle tue leggende, non mi interessano le tue storie. Potranno anche accattivare il pubblico, magari pensi ti diano l’aria da uomo vissuto, ma solo pezze per il culo.

Il pubblico interviene con un “boring”.

BBB: So cosa hai fatto, so cosa hai vinto, e so come sei riuscito ad ottenere quello che hai. Non porterei il mento così alto, fossi in te. O almeno, non condirei con tutte quelle parole le tue vittorie. Questo è il primo titolo importante che ti ritrovi dopo decenni di carriera. Fino all’altro ieri, eri conosciuto come un lottatore senza gloria. Io, a meno di un anno dal mio esordio, ti contenderò il titolo. Quanto tempo ci hai messo tu? Quanto hai dovuto aspettare per giocarti la tua prima possibilità? Eri davvero meglio del tuo avversario, al tempo? Non credo che uno come te risponderebbe sì. Sai bene che non lo eri, ma sai anche che quello è stato il primo, piccolo passo. Non c’è bisogno di opere perfette per batterti. Già solo pensare di essere perfetti, sposterebbe l’ago della bilancia. No, tu non sei perfetto, così come non lo sono io. Ma di sicuro sono quello giusto per strapparti di dosso la cintura.

Il mascherato si ferma qualche secondo, consentendo al pubblico di riempirlo di “boo”.

BBB: Non mi spaventi, Leon. Puoi fare quello che vuoi, puoi provare a dire quello che preferisci, ma non ci riuscirai. Tu non fermerai la mia corsa. Il domani di una vittoria può essere una sconfitta, lo so bene. Ma quello dopo la sconfitta, per me, è sempre il giorno della vittoria. Tu mi dai per sconfitto in partenza, ma la mattina dopo Alpha Horizon mi sveglierò con qualcosa in più. Mi sveglierò con una vittoria nel cassetto e un titolo sul comodino. Non ci sono mostri in questo mondo Leon, ci sono persone, atleti, e tutti possono essere battuti.

Ora gli spalti sono in silenzio, i due portano i visi a pochi centimetri di distanza.

BBB: Te lo dimostrerò più tardi: stasera lotterò contro Lance Murdock. Lui è un flyer migliore di me, un mat wrestler migliore di me, giusto? È il tipo di lottatore che studia bene le sue mosse, ma anche io so cosa devo fare. Sei invitato a farti un giro e vedere come me la cavo. Ti aspetto.

I due continuano a fissarsi, quasi naso a naso, la rissa è nell’aria, ma BBB abbozza un sorriso e ed esce da sotto la corda più alta del ring, fra i fischi del pubblico. Con un primo piano di Leon Black che annuisce e sorride verso il pubblico, passiamo la linea alla pubblicità!

STILL TO COME: BBB VS MURDOCK


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 21:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8569
Siamo all'interno del backstage del Manhattan Center, una figura femmile distinta si aggira al suo interno alla ricerca di un camerino. La ragazza, castana, bussa ad un locker room di cui non si intravede l'etichetta.

Immagine


???: Avanti è aperto!

La signorina apre la porta e si ritrova all'interno del camerino di Michael Edwards.

???: Mike, mi spieghi cosa diamine ti è successo lì fuori?

ME: Michelle e tu cosa cazzo ci fai qui?!

La telecamera apre il campo a novanta grandi e mostra gli occhi ghiaccio puntati contro gli occhi smeraldo di Edwards.

Immagine

MD: Rispondi alla mia domanda!

ME: Non ci penso minimamente! Ti avevo detto di rimanere a casa. Non dovevi muoverti, invece? Sei venuta fino a qua? E se qualcuno ti avesse rapito? Se ti avessero pedinato?

MD: Mike, non mi sentivo al sicuro a casa, non da quando i ragazzi sono spariti. Ora rispondi alla mia domanda.

Lo sguardo del Dragon Kid non sembra dei più rassicuranti.

ME: Tornate a casa, ora! Mi faccio la doccia e ti raggiungo.

Il ragazzo di New York punta il dito verso la porta, mentre la ragazza non sembra volersi muovere.

MD: Mike, ti ho detto che non voglio stare a casa. Non fare il bambino.

ME: Michelle, ti sto solo salvaguardando. Torna a casa, ora!

La Diamond guarda Michael e si avvicina.

MD: Da loro o da te mi stai avvicinando. Io ho visto quello sguardo stasera. Anthony e Thomas mi avevano avvertito che in te si annidava un "diavolo", ma quello non è un diavolo, è un drago che sputa fuoco mentre è ingabbiato. Mike cosa ti sta succedendo.

Edwards volge lo sguardo verso il muro.

ME: Esiste una canzone dei Tool che canta: I know the pieces fit...

MD: 'Cause I watched them fall away... Conosco Schism. So di cosa parla, non stai perdendo nessun amore. Io sono qua! Ancora, ti sto dicendo che puoi ripartire...

ME: Ho perso mia madre, ho perso il mio secondo padre, ho perso i miei fratelli, cosa o chi ti dice che io ce la possa fare? Il tuo Dio? Quello che ogni notte preghi? Quello che ha salvato tuo padre dal cancro? Dimmi, in cosa dovrei credere Michelle, in delle frottole che ti hanno raccontato quando eri bambina?

MD: Mike! C'è sempre speranza e tu non ne hai di meno di molti altri.

ME: Michelle vattene, non è momento per queste menate.

MD: Michael io non mi sposto di qui.

La ragazza si avvicina nuovamente per accarezzare il suo "amico", ma il Golden Boy le torce il braccio e con sguardo assassino le urla contro.

ME: Vattene, prima che ti riduca in polvere con le mie stesse mani.

Con un uno strattone Michelle Diamond riesce ad allontanarsi.

MD: Tu non sei Mike...

La ragazza si volta e singhiozzando si allontana dalla stanza, mentre Edwards si alza dalla panca.

ME: Miky... Aspetta... Io non...

Un urlo. Disumano. Poi una sedia vola contro la telecamera, le immagini saltano.

UP NEXT: ARES' TOWER MATCH


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 21:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8569


I tamburi ticchettano nell'arena ed Ares fa la sua entrata nell'arena, pronto a combattere il tower match con in ballo il suo contratto.

Immagine

Entra nel ring e saltella sul posto, frenetico di scoprire il suo primo avversario



Immagine

Il gigante indiano si dirige a passo lento verso il ring, Ares è però troppo impaziente per aspettare e gli frana addosso sulla rampa, il referee suona la campanella.

ARES TOWER MATCH WITH HIS CONTRACT ON THE LINE


Ares inizia a riempire il gigante di pugni sul volto per poi alzarlo a fatica e sbatterlo contro i gradoni. Ora lo manda contro la barricata. Prende la rincorsa e con furia gli si scaglia addosso con uno splash. Ora lo getta dentro al ring con la testa sull'apron ring. Scavalca le corde per poi lanciarsi di nuovo oltre esse con un guillotine legdrop

Immagine


Rientra nel ring e schiena il gigante: 1,2 ,no! Con forza Adil Abra lo scaglia lontano per poi rialzarsi. Ares gli si getta contro con una spallata ma lui non si smuove e l'ex Paz finisce a terra. Si rialza e prende la rincorsa alle corde per tentare un'altra spallata, ancora nulla da fare. Si scalda saltellando sul posto, corre addosso alle corde ma sorpassa Abra e va a prendere il rebound dal lato opposto per far cadere Abra con un low dropkick. Abra finisce in ginocchio, stordito si rialza. Prima che si porti in posizione eretta Ares lo sorprende però con la WarCry!

Immagine


Il gigante crolla a terra e il signore della guerra copre per lo schienamento: 1,2,3! Adil Abra è eliminato! Ares impaziente rotola Abra fuori dal ring e chiama il suo prossimo avversario che non si fa attendere



Immagine


Il fenomeno greco si presenta sulla rampa! A grande velocità percorre la rampa e scivola dentro al ring ma non appena entra viene tempestato di stomp da Ares che lo tengono a terra. Ares lo calcia fuori ring, corre alle corde e si getta con un suicide dive addosso a lui mandandolo contro le barricate. Scivola velocemente dentro il ring e vola di nuovo con un suicide dive sbattendolo ancora contro le barricate. Stavolta lo prende per la testa e lo getta dentro il ring. Balza sull'apron ma non appena entra nel ring Adam riesce a portarsi in piedi e sbatacchiarlo con un Belly to belly suplex

Immagine


Ares si rialza e gli corre contro ma finisce vittima di una arm drag. Tenta di nuovo e altro arm drag. Adam lo getta a terra con una clothesline, Ares si rialza e finisce vittima ora di una Discuss Clothesline. Black Adam schiena: 1, 2, nO! Jeffrey è ancora in gioco. Batte i pugni furioso e si rialza, correndogli di nuovo addosso ma è vittima di un altro belly to belly che stavolta lo inchioda a terra. Adam però lo cinge alla vita e lo porta in aria sbattendolo a terra con un Deadlift German!

Immagine


MAntiene anche il ponte per un altro schienamento: 1, 2, no! Ares si libera. Tenta una running clothesline accecato dalla rabbia ma Adam gli sguscia dietro e lo fa vittima di un German. MAntiene la presa e lo schianta con un altro german. Incredibile, ancora non scioglie la presa e lo scaraventa con un terzo ed ultimo german. Ares si tiene la nuca mentre si poggia all'angolo basso. Il greco gli va contro ma lui lo afferra per la tutina e lo manda a sbattere contro l'angolo. Adam barcolla stordito ed Ares va un'altra volta a segno con la WarCry!

Immagine


Ares scuote la testa per il dolore causato dai suplex per poi coprire digrignando i denti: 1,2,3! SI! Ares è ad un solo passo dalla vittoria. Adam scivola via mentre il guerriero si appoggia all'angolo in attesa del suo ultimo avversario



Immagine


Non è possibile! Dopo il match con BBB, dopo la rissa con Edwards, il Salvatore è l'ultimo ostacolo sul cammino di Ares! Il pubblico rumoreggia mentre lui ha un ghigno soddisfatto, Ares sul ring da in escandescenza dalla rabbia e gli fa cenno di farsi sotto. COn grande passo percorre la rampa e si getta tra le corde. Ares inizia con gli stomp ma lui incassa i colpi e corre contro le corde per stenderlo con un DD Knee Kick!

Immagine


Ares crolla a terra, Murdock corre alle corde e balza con uno Springboard DevilSault. A segno. Ares si contorce e Murdock corre all'altro lato e connette con un altro SPringboard DevilSault. Ora sale sul turnbuckle lentamente accusando ancora i colpi di BBB. Si prepara per l'Excelsior ma Ares gli si precipita contro, corre sulle corde e lo schianta con un facebuster

Immagine


Lo rialza e lo manda con la spalla a sbattere contro l'angolo. Murdock barcolla ed al suo ritorno è vittima della Warcry!! Incredibile! Ares schiena sbattendo i piedi: 1, 2, NO! Ares si mette le mani tra i capelli furioso. Rialza Lance e corre alle corde scaraventandolo con un Lariat. Lance si rialza, Ares di nuovo gli corre addosso ma viene fatto vittima della DevilRana. Lance tenta una seconda DevilRana ma viene fermato in volo e schiantato con una powerbomb! Ares mantiene la presa e va con una seconda powerbomb. Incontentabile mantiene ancora e va con una bucklebomb. Lance rimbalza e a centro ring finisce ancora vittima della Warcry!

Immagine


Ares schiena di nuovo: 1, 2, 3, NOOO! Murdock è ancora dentro. Ares caccia un urlo di rabbia, rialza il diavolo e lo manda addosso all'angolo per poi riempirlo furiosamente di pugni. Va all'altro angolo e connette uno splash ed un altro. Ora lo issa sulla terza corda, sale anche lui, lo afferra per il collo per andare con una SUper Warcry ma Murdock rimane fisso. Inizia a riempirlo di pugni all'addome per poi andare di headbutt. Jeffrey barcolla ma si regge alle corde con una mano, prontamente calciata da Lance e Ares va giù. Il Preacher non perde tempo e vola con la Excelsior!

Immagine


Schiena: 1, 2, 3!

Spoiler:
THE WINNER OF THIS MATCH BY PINFALL: LANCE MURDOCK!


Lance sguscia fuori ring con un ghigno stampato sul volto mentre Ares, una volta ripresosi, inizia a sbattere i pugni furiosi scuotendo la testa in segno di negazione. Lance rientra nel backstage ed Ares gli urla contro.

STILL TO COME: BBB VS MURDOCK


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War (#25-???)
MessaggioInviato: 26/02/2016, 21:40 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8569


Dies Irae splende nell'arena e Lance Murdock compare sullo stage, a braccia aperte e mento alzato

Immagine

Giacca nera sopra una t-shirt bianca e pantaloni di tessuto nero percorre la rampa accolto dalla reazione mista del pubblico che scruta con lo sguardo nascosto dagli occhiali da sole. SI fa passare il microfono ed entra nel ring


LM:Nelle scorse settimane abbiamo scoperto molte cose su Michael Edwards, ragazzi. Abbiamo scoperto che non è affatto il bravo ragazzo per cui si spaccia, abbiamo scoperto che è un violento sanguinario e, rullo di tamburi, abbiamo infine scoperto che è un codardo!

Lance alza le braccia in aria festoso

LM:Il povero bimbo smette di giocare quando il gioco non si svolge secondo le sue regole quindi oggi rischierò la mia incolumità senza la presenza della security per far sì che Edwards non abbia troppa paura per avere un confronto verbale. Perché sappiamo tutti che verrà fuori, no? Quindi vieni fuori, Mike, ti aspettiamo tutti con ansia! Beh, non proprio tutti e non proprio con ansia però diciamo che la tua presenza non provocherà disgusto ai molti qui presenti. Me escluso ovviamente.



Il riff di Purity degli Scars Of Life riecheggia nell'arena e annuncia l'arrivo del ragazzo di New York.

Immagine


Michael Edwards non si fa attendere e subito fa capolino sotto il titatron. Questa settimana si presenta con canotta e pantolcini del numero 6 dei New York Knicks, Kristaps Porzingis. Il pubblico è tutto dalla sua parte, ma il ragazzo non sembra farci molto caso e si dirige sul ring senza fronzoli. Dopo aver osservato il suo diavolo che in questi ultimi mesi gli ha reso la vita difficile si procura un microfono.

ME: Buonasera Lance, vedo che finalmente hai smesso di fare la femminuccia e sei uscito allo scoperto senza security. Che c'è? Ti va di rompermi di nuovo i denti?

Il Dragon Kid sorride alla telecamera.

ME: Mentre scendevo la rampa ho riflettuto sulle tue parole. Come sempre hai rimarcato che io ti do il disgusto, che a nessuno interessa la mia faccia, che sono un diavolo e un maldicente. Ma sai cosa Lance? Penso che tu sia solo un'ombra. Fammi spiegare, non voglio ferire i tuoi sentimenti dicendoti che ti attacchi a qualcuno e vivi nei suoi passi, quello dovrei essere io secondo la tua logica... La mia idea di "ombra", che mi sono fatto di te, è simile a quello che fanno alcune persone nascondendosi dietro le loro azioni affermano che siano gli altri ad essere cattivi, mentre loro sono nel giusto. Quando scavando nel loro inconscio si scopre la furia animalesca che li guida. Non è così caro salvatore?

Il Preacher osserva il ragazzo per svariati secondi in silenzio con sguardo serio

LM:Bisogna dire che hai una strana concezione di ombra, Mike. Io non mi nascondo affatto, mi espongo in prima linea. So che non sempre le mie azioni non rientrano nella definizione del giusto ma, decisamente, hanno un fine giusto. Pratico il male per raggiungere il bene, in poche parole. Dura la vita di un Salvatore.

Michael sorride.

ME: Già, durissima. Soprattutto se riesci a nasconderti dietro un dito continuamente. Mi fai ridere Lance, punti il dito contro di me, che per te sbaglio i modi e i miei approcci, mentre tu? Tu non riesci a dirmi in faccia che ti da fastidio essere inferiore a me. Condizione mentale dell'ultima ruota del carro. Sei sempre divertente.

Lance scaraventa via gli occhiali da sole e si avvicina ad Edwards infuriato

LM:Io non sono minimamente inferiore a te, chiaro?! E' proprio questo quello che voglio correggere in te: tu non sei nessuno, Edwards. Tra qualche mese la gente si ricorderà a malapena di te, non pensare che un paio di match contro Black ti abbiamo mandato sul Monte Olimpo perché tu sei in fondo alla linea, sei uno zero!

Altro sorriso di Michael.

ME: Valgo talmente zero da farti surriscaldare i circuiti. Mostrami il tuo diavolo Murdock, si dice che sia di famiglia no? Oppure vuoi solo stare qua a blaterare su quanto io non valga e su quanto tu sia forte? Su come la tua psicologia mi abbia schiacciato e reso indifeso? Devo darti merito di una cosa, se riuscito a farmi uscire dai gangheri, ma davvero, mi ha reso talmente furioso che non sapevo davvero come reagire. quindi ti ho aggredito. Te ne do atto Lance, mi sei entrato sotto pelle e nessuno l'aveva mai fatto così.

Il Golden Boy osserva il suo avversario, mentre il pubblico attonito elettrizza l'aria.

ME: Hai fatto qualcosa che nemmeno lo stesso Black può dire di aver fatto. Con lui era timore reverenziale, quello che qualunque rookie, alla prima esperienza farebbe davanti a un veterano. Ma tu, tu hai premuto quel bottone, quello che io avevo nascosto in tanti anni di lotta contro me stesso.

Lance sorride

LM:Sono un maestro nel trovare bottoni nascosti. Fidati, non ti conviene vedere il diavolo. Magari verrebbe fuori a galla un altro bottone nascosto. Vedi, tu mi hai fatto perdere il controllo proprio perché sei uno zero e mi manda in belva il fatto che ci sia tu al posto di qualsiasi altro dannato essere umano su questo pianeta. Anche io devo dartene merito, sei l'unico figlio di puttana che sia mai riuscito a farmi perdere il controllo. E questo mi manda in belva ancora di più.

ME: Saremmo stati ottimi amici sai? Hai un unico, grosso, neo. Lo sparare cazzate a zero, così, senza pensarci. Ho fatto il massimo per essere dove sono. Un anno fa perdevo in otto secondi, OTTO. FOTTUTI. SECONDI. Contro Leon Black, ma mi sono rialzato. Per questa gente, che anche nel momento più nero della mia carriera, mi è stata accanto. Ma per te loro non valgono, non perché non credi nel tifo del pubblico, ma perché pensi di esserne superiore, perché ti si legge in faccia il fastidio dei fischi, loro sono un specchio che non puoi rompere. Un demone, è solo una forma blanda di un diavolo, io voglio il vero Murdock.

LM:Balle! L'unica cosa che meriteresti è una coccarda lo sfruttamento dell'aura di Leon Black. Posso rompere tutti gli specchi che voglio, me ne frego dei loro fischi! Se sono dalla mia parte bene, se mi fischiano allora posso fare a meno di gente come loro che supporta un verme come te.

Lance indica il pubblico che rumoreggia con un braccio

LM:Pensi davvero che, quando in difficoltà, qualche coro in più possa ribaltare la sorte? Guardali bene, guarda chi è il tuo pubblico! Gli unici idioti che tifano per te sono ragazzine in calore che probabilmente sono qui solo per vedere un po' di carne maschile mescolarsi. Scusami se ne posso fare a meno ma il supporto di questa gente io lo rinnegherei.

Risata isterica di Edwards.

ME: La coccarda la butto nel cesso, ma fatti dire una cosa.

Il Golden Boy punta un dito sulla spalla del Savior.

ME: Come mai la tua unica fan è una ragazzina mestruata?! No, non mi sto incazzando perché generalizzi, mi incazzo perché come al solito sei solo un incoerente, Lance!

LM:Hai decisamente oltrepassato la linea, maledetto verme.

Lance scaglia il microfono a terra e con sguardo di fuoco si butta addosso ad Edwards, i due iniziano a darsele di santa ragione. Dopo un mese di parole e fatti i due sono finalmente arrivati alle mani seriamente. Edwards prende un leggero vantaggio e scaglia contro l'angolo Murdock, il Golden Boy si lancia velocemente, ma la sua ginocchiata colpisce il turnbuckle e non il suo avversario, che rotola fuori.

ME: Ehi... Lance... Che fai scappi?

Il salvatore si blocca e gira verso Micheal, il vuole gli chiede di risalire sul ring, e il nativo di New York non se lo fa ripetere due volte e vola sul ring, e colpisce nuovamente l'ex State of Anarchy con delle gomitate al volto. Edwards si piega in due e si ritrova in ginocchio con il volto esposto come due mesi fa, Murdock parte alla carica per colpire il volto del ragazzo d'oro, che però riesce ad evitare all'ultimo e a scivolare giù dal ring.

LM: Quello che scappa ora sei tu.

Ma Edwards sembra intento a cercare qualcosa sotto il ring... Il ragazzo tira fuori una sedia. Murdock tenta di non farlo arrivare sul ring e si butta su di lui con un Sucide Dive! Che fa caraccolare i due! Lance si arma di una Kendo Stick e prova a colpire Michael, che evita e si rimette in piede e con un calcio fa volare via l'arma al Preacher. Ora disarmato Lance non sa cosa fare e tenta di scappare, ma con una scivolata il Dragon Kid lo ferma e con un sguardo demoniaco inizia ad infierire con la sedia su Murdock. Le sediate aumentano a livello esponenziale e lo sguardo di Edwards non muta, anzi diventa diabolico ad ogni colpo. Ma di botto, dopo un rantolo del salvatore, si blocca, lascia la sedia e va a cercar altro sotto il ring. Dopo qualche secondo di ricerca trova un doppio collare legato da una catena di metallo, lo guarda e successivamente si avvicina al suo avversario ancora dolorante. Il ragazzo di New York allaccia il primo collare a Murdock, dopo di che sale sul ring e lo lega nello spazzio tra la seconda e la terza corda per poi recuperare il microfono.

ME: Ciao Lance, ho pensato tanto a cosa potevo offrirti per ripagarmi di questi mesi di sopprusi. Bene, eccola mia idea: tra due settimane io e te, nello stesso ring ci affronteremo in Dog Collar Match, cosa ne dici Savior?

Micheal lascia il microfono a Lance e recupera la sedia.

Lance si dimena furioso

LM: Vuoi il diavolo? Lo avrai! Te ne pentirai di questa scelta, maledetto figlio di troia!

Lance fa a malapena in tempo a finire la frase che Edwards lo tuona con una sediata sulla testa che stordisce il salvatore. Edwards e lascia le chiavi sul tavolo di commento per poi andarsene tra il silenzio del pubblico shockato.

UP NEXT: FWP CHAMPION


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 154 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 11  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Elban Rattlesnake


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it