Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 438 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 20, 21, 22, 23, 24, 25, 26 ... 30  Prossimo
  Stampa pagina

Re: TWC - Friday Night Indoor War
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 20/11/2015, 20:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Bentornati a TWC Indoor War, puntata numero 20. Le telecamere inquadrano il backstage, dove vediamo Kevin Manson camminare nervosamente avanti e indietro.

Immagine


The Animal porta anche oggi una serie di bende e fasciature sulla mano destra. Si ferma per qualche secondo, respira profondamente, dopodichè si gira di scatto e percorre qualche metro, fino ad arrivare davanti ad una porta, che apre immediatamente.

KM: Sai benissimo chi è che di solito entra qui senza bussare, quindi risparmiami i convenevoli o commenti sulla cosa.

Leon Black, seduto sulla panca del suo spogliatoio, sta mescolando un mazzo di carte.

Immagine


Il gigante indossa una camicia nera su jeans e all'anulare gli brilla il solito anello d'argento.

LB: Salve Kevin. Che piacere vederti. Non mi aspettavo la tua visita. Prendi una carta.

Il gigante porge il mazzo a Manson.

KM: Oh, sono sicuro che tu non sia poi così sorpreso. Per quanto riguarda la carta, nah. Ho una soglia d'attenzione piuttosto bassa e non molto tempo.

Kevin inclina la testa verso sinistra.

KM: Ma... Tu sai di avere un Match per il titolo TWC più tardi, spero. Ok che é contro quel... "Coso" del tuo amico Bell, ma dovresti comunque prepararti alla battaglia invece di chiedermi di giocare a carte.

Black sbuffa.

LB: Quante volte te l'ho detto. Mio spogliatoio, mie regole. Prendi una carta.

Manson scuote la testa, prendendo nervosamente una carta tra le dita.

KM: Così facendo perderai il tuo titolo, Black. E io lo voglo assolutamente, quindi non ti conviene cederlo a quel bamboccio di Bell poche settimane prima del match di The End Is Near. Ti sto chiedendo di scendere per un momento dal piedistallo su cui ti poni in qualunque ambiente dove pensi possa esserci una telecamera e di ragionare da persona umana, Leonard. Hai dei limiti anche tu, soprattutto tu. E comportandoti in questo modo, fai solo in modo di rendere precaria la tua posizione e farmi venire un infarto ad ogni tuo fottuto match. Guarda, userò le buone maniere come fai tu: mi faresti l'enorme favore di concentrarti sull'incontro che avrai tra pochi minuti invece di perdere tempo con questa pagliacciata?

Black scuote la testa.

LB: Guarda la carta e memorizzala. Non dirmela.

The Animal ringhia.

KM: Fatto... Ora, se tu mi facessi il piacere di rispondermi...

Black si riprende la carta e la rimette nel mazzo, mescolandolo lentamente.

LB: Ti svelo un segreto. Mi sto concentrando. Non ho bisogno di stare in silenzio e stare fermo.

Manson sbuffa.

KM: Sì, ti stai concentrando. Su una carta, non su Bell. Dio, il tuo comportamento oltre ad irritarmi mi preoccupa. D'altronde, quello è uno della tua cricca di amiconi, conoscendoti ci andresti troppo morbido. Tutta sta cazzata dell'open challenge per accrescere il tuo ego... Deve fermarsi, Black. Dopo Bell ci sarà ancora una puntata, e la lista di prede facili a cui regaleresti un match per il titolo è terminata. Devo essere io a toglierti quel titolo, Leon. Mettitelo in testa. Lo dico anche per te.

LB: Keenan, Carroll, Schmidt, BBB, Clementine... La lista non è breve, non trovi?

KM: Non sono prede facili. Oddio, forse Clementine lo è, ma la dirigenza non accetterebbe mai che un tizio che delira di pianeti paralleli e non conosce nemmeno le regole del pro-wrestling abbia un match titolato. Sarebbe troppo svalutante per il titolo.

Kevin si passa una mano sul volto.

KM: Visto? Li stai sottovalutando. La tua lista di prede facili è troppo ampia. Ma ho la soluzione. Una proposta, diciamo. Ciò che mi permetterà di avere sonni più tranquilli e ti darà la sicurezza di essere nel main event titolato a The End Is Near anche in caso di fallimento. Immagino tu abbia già intuito la mia proposta.

Black ridacchia.

LB: Mi stai dicendo che sei venuto qui ad implorare un match?

Il Painmaker ricambia la risatina.

KM: Non ti sto implorando e non ho intenzione di farlo.

LB: Credo Keenan sia libero.

KM: Credo che il campione TWC dovrebbe cominciare a difendere il proprio titolo contro qualcuno che abbia dimostrato di meritarselo. Credo anche che il campione TWC non abbia paura di uno come me, no? Lo hai sempre detto. Infine, credo che il campione TWC sarebbe ben felice di sconfiggermi per avere un ulteriore vantaggio psicologico nel Fatal Four Way e provare l'appagamento di avermi umiliato per l'ennesima volta.

LB: No. Direi di no. Keenan e Carroll insieme?

KM: Io e te con Elena in prima fila. Non preoccuparti, il personale TWC la troverebbe.

LB: Sei prevedibile. Colpisci le carte, per favore.

Black porge il mazzo a Manson.

KM: Colpirei volentieri la tua faccia. E poi, il fatto che te l'aspettassi non vuol dire che non ti faccia male.

The Animal esegue l'ordine di Leon. Tutte le carte del mazzo cadono a terra, a parte il Jack di Quadri.

LB: Ecco qui la tua carta. Probabile Kevin, ma non vedo motivo per cui dovrei concederti un match.

Manson sorride.

KM: Perchè tu non vuoi sentir parlare di Elena e l'unico modo per farlo è ridurmi ad una condizione mentale da non riuscire più a spiccicare parola. Andiamo, così avrò anch'io una ferita nascosta da portarmi appresso. E poi, ti ho assecondato nel tuo stupido giochino. Funzionato bene, lo ammetto. Non sarebbe gentile lasciarmi andare a mani vuote dopo il disturbo.

LB: Quindi tu hai un match, tu non parli più di Elena?

KM: Parola di boy scout.

LB: Allora puoi uscire.

Kevin sorride raggiante.

KM: Per la prima volta nella mia vita, posso dire che una conversazione con te è stata un piacere. Non ho motivo di dilungarmi oltre, quindi penso che seguirò il tuo consiglio. Tu segui il mio, Leon: sconfiggi Bell. E quando il match sarà finito ed alzerai al cielo la cintura, glorificandoti della tua statura e di come il titolo sarà sospeso nel cielo, goditi il momento. Perchè sarà l'ultima difesa con successo della tua carriera.

LB: Fuori

The Animal manda un bacio a Leon, dopodichè esce dalla stanza fischiettando la sua stessa theme song. noi andiamo in pubblicità.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 20/11/2015, 20:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Ladies and gentlemen, welcome back to Friday Night Indoor War, live dal Maverick Center di West Valley City, nel bellissimo stato dello Utah!

Immagine


Siamo arrivati adesso a uno dei momenti più attesi in questa epica puntata dello show di punta della nostra amata Total Wrestling Corporation, che ricordiamo essere il penultimo appuntamento prima dello Special Event di fine anno, TWC End is Near.

Immagine


Come vediamo sul titantron, è arrivato il momento di goderci una puntata speciale di Sigfried Jaeger’s Achtung, il talk-show innovativo creato dalla stable più figa della federazione, la Bruderschaft Der Krahe Incorporated. Vediamo inoltre il ring coperto con un telo nero, ben sei sgabelli con sopra appoggiati altrettanti microfoni, uno schermo piatto appeso a centro ring e ben due divani posti sullo sfondo, con in mezzo il solito frigobar marchiato BDK.

Immagine


E mentre l’esigente pubblico di West Valley City rumoreggia in attesa dell’arrivo della BDK Inc., ecco che compare su tutti gli schermi una tetra immagine di corvi, mentre le luci si abbassano e diventano intermittenti.

Immagine


Subito dopo sul titantron compare lo storico logo della Bruderschaft Der Krahe Incorporated, mentre una nebbia grigia si diffonde sullo stage tra i fischi generali degli haters più accaniti.



Ed ecco partire la theme dei corvi di Ravensburg a manetta. The Bruderschaft Der Krahe Incorporated is here! Dopo alcuni secondi vediamo sbucare dalla nebbia un nugolo di tedeschi. A capeggiare la numerosa banda, vediamo in prima fila i TWC World Tag Team Champions “Superstar” Sigfried Jaeger e “The Hunter” Christophorus Schmidt. Accanto a loro ci sono gli immancabili “The Hound” Gunther Schmidt e “The Armbreaker” Brunild Wagner. Alle loro spalle ci sono quattro conoscenze della BDK Inc., ovvero i loro compaesani “Piccolo” Ullrich Muller, Ludwig Weber “il Piagnone”, Dieter Hoss “il Mancino” e Fritz “Paglia” Mayer.

ImmagineImmagineImmagineImmagine

ImmagineImmagineImmagineImmagine


I due TWC World Tag Team Champions si guardano intorno, e dopo aver scambiato qualche battuta con gli altri, mettono in bella mostra i loro titoli di coppia davanti alla telecamera. Dopo di che se li mettono in spalla.

ImmagineImmagine


Infine la BDK Inc. e i loro amici calano lungo la rampa, dirigendosi verso il ring con sicurezza, mentre una Jessica Rose molto hot stasera li annuncia dalla zona di commento.

Immagine


JR: Ladies and gentlemen, please welcome The Company of Heroes! They are “Superstar” Sigfried Jaeger, “The Hunter” Christophorus Schmidt, “The Hound” Gunther Schmidt and “The Armbreaker” Brunild Wagner, better known as The Bruderschaft Der Krahe, Incorporateeeeed!!!!!

Una volta arrivati ai piedi del ring, i tedeschi via via salgono sull’apron e scavalcano le corde, irrompendo al gran completo nel quadrato. Qui Sigfried Jaeger e Christophorus Schmidt alzano ancora al cielo i propri titoli di coppia. Dopo di che, vediamo il gruppo prendere posto. Gunther Schmidt si piazza su un divano, con accanto Ludwig Weber e Dieter Hoss. Nell’altro divano, si siedono Ullrich Muller, la corrucciata Brunild Wagner e un paonazzo Fritz Mayer. Mentre il Mastino inizia subito ad armeggiare col frigo, passando birre a destra e a manca, vediamo il Corvo e l’Hunter prendere un paio di microfoni e portarsi a centro ring. Sarà Sigfried il primo a parlare.

Immagine


SGF: West Valley City! Welcome to Sigfried Jaeger’s Achtung, Special Edition!!!

Tiepida reazione da parte del pubblico dello Utah alle parole del tedesco, che fa un sorriso sarcastico.

SGF: La "famosissima" Città della Valle dell’Ovest. Francamente fino a qualche giorno fa non sapevo nemmeno che esistesse un posto chiamato così. Non siete manco sull’atlante geografico. Poi però ho cercato su google maps, e ho scoperto che siamo nell’ennesimo sobborgo inutile di una metropoli, tipo Rosemont per intenderci. Bah!

Mentre parte una salva di fischi, il Corvo si gira verso il Berlin Brawler.

SGF: Chris, tu lo conoscevi questo posto dimenticato da Oden?

Schmidt scuote il capo seccamente.

SGF: Infatti. Le solite americanate insomma.

Poi Jaeger ricomincia, ignorando il rumoreggiare del pubblico.

SGF: Parliamo di cose serie, và. Come tutti ben sanno, tra un mese si terrà TWC End is Near, o come sarebbe più giusto dire, Held is Near. E nonostante tutti si stiano schierando via via contro la Company of Heroes, la nostra Campagna d’Autunno sta procedendo inarrestabile verso l’appuntamento col destino di fine anno.

Il Monster Hunter annuisce.

SGF: Due settimane fa, gli eroi della Bruderschaft Der Krahe Incorporated hanno messo a segno un’altra eroica impresa delle loro, umiliando e riducendo a miseri ammassi di carne e ossa infrante quei quattro scappati di casa che rispondono al nome di Shawn Gates, Travis Miller, Sean Morgan e ultimo, perchè così deve sempre essere, Fred Franke.

Sigfried sospira, quasi in estasi, poi torna improvvisamente serio.

SGF: Tuttavia, come al solito, i poteri forti si sono schierati contro gli eroi. E ingiustizia è stata fatta. Non solo le due coppiette d’innamorati sono state ricompensate con una titleshot gratuita alle cinture che ci siamo legittimamente guadagnati, ma addirittura il “caro” General Manager, Junior, ha pure emesso una patetica ordinanza che vieta assolutamente alla BDK Inc. di alzare le mani sui quattro First Contenders fino al match di End is Near. Pena il ritiro d’ufficio delle cinture e la cancellazione del nostro regno.

Un cupo Deadly Crow scuote il capo con rabbia.

SGF: Ma vi sembra giusto?!

Alle sue spalle, i suoi amici gridano di no, venendo però sovrastati dal sì del pubblico. A questo punto è Christophorus a intervenire.

CS: No, non è giusto!

Sigfried dà una pacca sulla spalla del compagno di team.

SGF: Questa è un’ingiustizia bella e buona. Prima di tutto si è creato un gravissimo precedente, visto che le interferenze e le risse sono sempre state all’ordine del giorno in TWC. Perchè gli altri possono fare quello che gli pare e noi no? Perchè Leon Black deve essere sempre ascoltato, servito, e perfino riverito con una patetica cerimonia del tè, mentre noi dobbiamo prenderci solamente punizioni e minacce? Tutto ciò lo possiamo definire con un’unica parola: Bullshit!

Fischi da parte del pubblico, ma Jaeger non si scompone e continua, girandosi e indicando i suoi amici.

SGF: E qui si arriva al punto. Ora vi chiederete cosa ci fanno qui sul ring queste quattro persone. Innanzitutto, spero che sappiate almeno chi siano, sennò davvero mi sembra di parlare con dei selvaggi ignoranti. Loro sono gli amici più cari della BDK Inc., non sono wrestler, ma persone straordinarie con cui mi vanto di condividere la mia vita privata. E questa sera si sono offerti di scortarci e farci da sicurezza nell’eventualità che tra poco qualcuno colga la palla al balzo per metterci le mani addosso.

Il Corvo si guarda intorno un attimo.

SGF: Mi riferisco a qualche arteriosclerotico come Gates, a qualche troglodita come Miller, a qualche pazzo rabbioso come Morgan, o a qualche malato mentale come Franke. Perchè se ancora non l’aveste capito, Junior ha detto che noi non possiamo mettere le mani addosso a questi quattro, ma mica ha specificato che neanche loro possono farlo con noi!

Sigfried annuisce.

SGF: Avete capito bene, Junior ha palesemente favorito i nostri avversari. Ma la Brunderschaft Der Krahe Incorporated non è formata da stupidi, e una contromisura era necessaria. Perciò, non volendo fare la fine del buon Big Black Boom quando fu tradito dalla sua irresponsabile security qualche mese fa, ho deciso di portarmi dietro dei veri amici. Persone che svolgono lavori duri e impegnativi, delle rocce che non temono nessuno, insomma, dei veri tedeschi.

Jaeger si gira verso i divani, dove vediamo i ragazzacci di Ravensburg annuire, a parte Fritz Paglia, che non sembra trovarsi troppo a suo agio. Il Corvo gli fa l’occhiolino, poi torna a guardare in camera.

SGF: Così, se quei quattro incivili che tra poco ospiteremo provano ad aggredirci, avranno quello che meritano, ma non per mano nostra, e i TWC World Tag Team Titles resteranno ai loro eroici legittimi proprietari, come è giusto che sia d’altronde.

Poi Sigfried si gira verso Christophorus Schmidt.

SGF: Prima di farci una chiacchierata con i nostri avversari, anche Christophorus ha qualcosa da dire. Domenica scorsa un capitolo della nostra Campagna si è chiuso nel modo peggiore possibile, ovvero con uno screwjob in piena regola. Chris, prego.

Il Berlin Brawler annuisce e prende la parola.

Immagine


CS: Screwjob. Non esiste parola che calzi meglio dopo i fatti di FWP Glorious Revolution. L’irresponsabile proprietaria della federazione, Fortuna, invidiosa della nostra fama e grandezza, ha tentato di sminuire noi e i nostri titoli, gettandoci in una trappola. Ha avuto successo? Solo parzialmente. I suoi ridicoli titoli di coppia non sono in questo momento sulle nostre spalle, tuttavia il progetto di quella smargiassa di far schienare uno dei campioni del mondo pur di dare valore alle sue cinture, è fallito miseramente. Siamo stati fregati, ma non battuti. Perchè nessuno può batterci.

Christophorus annuisce, e così Jaeger.

CS: E che dire della parte peggiore, ovvero far tornare un’ombra malefica del passato quale Christopher Corleone. Uno dei wrestler più sopravvalutati della storia. Un relitto del passato che non merita di calcare alcun ring, visto che siamo nel 2015, non nel 2011. Ma questo evidentemente Rachel Fortuna l’ha dimenticato. Se ne ricorderà quando la gente rinsavirà e seguirà in massa la campagna #cancelFWPNetwork lanciata dal buon Sigfried.

L’Hunter poi s’incupisce.

CS: Mi fa specie pensare che tutt’ora molte persone possano essere dalla parte di Antonius e Corleone. Ma io dico, chi cazzo sono, cosa hanno fatto in più di noi?! Uno è solo uno stupido fallito che è riuscito a campare solo grazie ad altra gente, la stessa gente che ha fatto campare anche Simon Bosiko. Ma perfino lui almeno qualcosa è riuscito a fare da solo. Dell'altro non parliamo nemmeno, ha fatto una carriera passabile solo perchè è il cugino di KTW.

Poi Chris pone una domanda a Sigfried.

CS: Sai la differenza tra i parassiti e gli ex TWNA?

Jaeger sorride e annuisce.

SGF: Nessuna.

CS: Risposta esatta. Mi ricordano anche i vecchi lottatori della ECW. Quei buzzurri, nonostante la loro federazione fosse morta e che senza di essa era palese non andassero da nessuna parte, eccetto alcuni, non si rassegnavano e andavano avanti a rubare paghe che potevano essere usate per gente molto migliore. E alcuni continuano a farlo. La stessa cosa sta accadendo in questo periodo con la TWNA. Finora si era riuscito a contenere il proliferare di queste zecche in TWC, ma la FWP ha rovinato tutto diventando una sorta di ritrovo per falliti che non hanno saputo farsi una nuova vita e continuano a vivere dei fasti di una volta, e il peggio è che questi caproni di fan sono felici di tutto questo e li sostengono. Dare dei titoli a degli ex-TWNA è un insulto al buonsenso.

Poi Chris alza una mano per zittire il pubblico imbufalito.

CS: Un esempio di quello che dico lo vedrete arrivare tra pochi minuti. Ovviamente parlo di Shwn Gates. Meh!

Poi Schmidt chiude il discorso sulla FWP.

CS: Quei dinosauri di Corleone e Antonius hanno vinto, questo è vero, ma lo hanno fatto immeritatamente. Voglio ribadire un punto: per vincere con merito devi schienare non due scappati di casa ma i migliori, non mi sembra però che nessuno di noi avesse le spalle a terra.

Schmidt fa spallucce.

CS: A questo gioco al massacro noi non ci stiamo. Ma quel che è certo è che non chiederemo un rematch, visto che in FWP non torneremo mai più. Non ci saranno letterine di scuse e non ci saranno lacrime da coccodrillo che tengano, noi non ci faremo più vivi in quella discarica.

Il Berlin Brawler si infervora.

CS: Siamo stati persino generosi a proporre a Fortuna un alleanza con BDK Inc., ma quella sgualdrina ha rifiutato, preferendoci gente come Simon B e gli altri ex TWNA.

L’Hunter si gira e punta il dito verso la telecamera.

CS: Sappi cara ragazzetta che spesso i revival si rivelano fallimentari, e la tua FWP non fa alcuna eccezione. Goditi questi tuoi quindici minuti di gloria, perchè presto la gente non ti seguirà più, specialmente quando sei un Re Mida al contrario, tra Guardians of Truth morti e sepolti e BDK Inc. schifata e che, ripeto, non tornerà più in FWP.

Christophorus conclude il discorso rivolgendosi al pubblico.

CS: Grazie a questa gestione scellerata mi auguro che la FWP chiuda e che quella mentecatta di Rachel finisca sul lastrico, almeno non vedremo più quegli inutili sorrisetti da oca. Stop.

Dopo la violenta requisitoria di Christophorus Schmidt, Sigfried Jaeger riprende la parola una volta che i fischi del pubblico si sono placati. Vediamo che tiene un bigliettino passatogli da un official mentre il Berlin brawler parlava.

SGF: Hey, a proposito di screwjob e mancanze di rispetto. Vi comunico che hanno deciso unilateralmente di mandare la pubblicità. Non sarò ipocrita dicendovi di sorbirvi gli spot, per cui mettetevi comodi per qualche minuto, andate in bagno, insomma svagatevi e poi tornate tutti a guardare Indoor War, perchè Sigfried Jaeger's Achtung, Special Edition, continuerà incontrastato come sempre. Follow, the Leader!

Sigfried si fa una risatina, dopo di che eccolo sedersi sullo sgabello e aprirsi una birra, cominciando a chiacchierare allegramente con i suoi amici, imitato subito da Christophorus Schmidt. E noi andiamo tutti in pubblicità. Non andate via, perchè tra poco arriveranno tutti e quattro gli ospiti di Achtung, e se piove di quel che tuona, se ne vedranno delle belle. Spot per noi!





Up Next: Parte II


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 20/11/2015, 20:19 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Bentornati a TWC Friday Night Indoor War, e bentornati a Sigfried Jaeger's Achtung, Special Edition.

Immagine


Mentre la theme della Bruderschaft Der Krahe Incorporated risuona nell'arena, vediamo "Superstar" Sigfried Jaeger e "The Hunter" Christophorus Schmidt seduti su due sgabelle intenti a chiacchierare tra loro.

ImmagineImmagine


Alleloro spalle, ritroviamo sui divani "The Hound" Gunther Schmidt, "The Armbreaker" Brunild Wagner e i loro amici, “Piccolo” Ullrich Muller, Ludwig Weber “il Piagnone”, Dieter Hoss “il Mancino” e Fritz “Paglia” Mayer.

ImmagineImmagineImmagine


ImmagineImmagineImmagine


La musica sfuma, e il Corvo si alza una volta accortosi che siamo di nuovo in diretta. Jaeger si toglie di spalla il suo TWC World Tag Team Title e lo dà a Brunild, mentre Christophorus fa lo stesso con Gunther. E mentre nell'arena il pubblico rumoreggia, il Best from the West inizia a parlare.

SGF: Molto bene, vedo che le masse della Valle sono abbastanza eccitate. Diamogli allora un altro pò di divertimento.

Jaeger ridacchia mentre il pubblico lo fischia.

SGF: E’ arrivato il momento di introdurre gli avversari che a TWC End is Near affronteranno senza successo la Bruderschaft Der Krahe Incorporated. Prego.

Il Corvo punta il dito verso lo stage.



Le luci nell'arena si spengono lasciando solo una spotlight sullo stage da cui compare Travis Miller! Il wrestler di Inverness cammina lentamente verso il centro dello stage e si guarda in giro, per poi voltarsi a destra e allungare un braccio. La spotlight si estende rivelando anche Shawn Gates, il quale stringe la mano al Child of Ice.

JR: Ladies and gentlemen. Please welcome, Traviiiiis Milleeeeer and Shaaaaawn Gaaaaates!!!!!

I due scendono la rampa con estrema sicurezza, salgono rapidamente sul ring e si portano faccia a faccia con Jaeger e Schmidt.

ImmagineImmagine


Il Best from the West non fa una piega e indica loro due sgabelli su cui sono appoggiati i microfoni. Shawn e Travis fissano un altro pò i due tedeschi, poi il resto della cricca sui divani, infine prendono i microfoni e si mettono a sedere.

TM:Beh? E’ davvero questo che dovrebbe fermarci, altri tedeschi? Mi aspettavo avessi delle risorse un po' più originali, Jaeger. Questi non sono nemmeno dei lottatori professionisti, hai assoldato tre taglialegna che hai trovato nei boschi e... e quello cosa sarebbe?

Miller punta il dito verso Fritz Mayer, che deglutisce nervosamente.

TM:Tu non saresti in grado di sollevare nemmeno un ramoscello, cosa cr... aspetta, non sarà mica la mascotte. Jaeger, ti sei trovato una mascotte per caso? Cioè, una legittima intendo, il corvo analfabeta lì dietro non lo considero nemmeno.

Travis volge lo sguardo verso Gunther per poi tornare su Jaeger, che lo guarda ironicamente...

TM:Davvero, sono deluso stavolta. Dovrei essere intimorito ma tutto questo scenario sinceramente mi mette solo tristezza. A te come pare, Shawn?

Gates annuisce al compagno di team, poi fissa lo sguardo sui TWC World Tag Team Champions.

SG: Okay, non voglio essere quello che si fissa sulla storia dei nazisti, però, portarsi la Gestapo a bordoring non mi sembra un gesto tanto eroico, non credi Sig? Ad ogni modo, vedo un frigo bar. Christophorus, fa qualcosa di utile per una volta nella tua esistenza e portami un Whisky con poco ghiaccio, così iniziamo tutti con il piede giusto. Che ne dici?

Il Berlin Brawler batte il suo bastone a terra.

CS: Ma stai zitto, pagliaccio. Sei talmente messo male che oltre alla schiena hai incriccate pure le gambe?! Vattela a prendere da solo la bibita, o chiedi al cagnolino accanto a te.

Shawn si alza in piedi, imitato da Travis e in risposta da Christophorus. Sigfried scuote il capo e alza una mano verso Miller e Gates.

SGF: Hey, siate civili una buona volta, e aspettate gli altri due partecipanti al summit prima di fare i minchioni. Mi meraviglio soprattutto di te, Travis, che hai avuto l’onore eccezionale di essere mio ospite già in passato. Solo con quegli altri due tangheri presenti possiamo cominciare a discutere tra noi. Non voglio che nessuno pensi che BDK Inc. favorisca più voi che Franke e Morgan o viceversa. Tanto siete tutti nella stessa brutta situaz...

Immagine

ATTENZIONE!! LE LUCI SI SPENGONO!!



Immagine


E, accompagnato dalla sua musica d'ingresso, fa il suo ingresso Fred, armato di microfono.

FF: Non vi stancate mai di fischiare, voi?!

Fred sorride, subito incrocia lo sguardo dei quattro lottatori presenti sul ring. Poi punta il dito verso Sigfried.

FF: Lo scorso luglio sei stato ospite del mio show, pardon, ti sei imbucato nel mio show, adesso tocca a me, eroe...

L'ex leader della FOX's Army percorre lentamente la rampa d'accesso, ora si ferma proprio davanti al ring.

FF: Allora, visti i lunghi tempi di questo "show" nello show, meglio essere schietti, c'ho altro da fare questa sera, dunque non vorrei dilungarmi troppo; prima, però, prima di metterci le mani addosso e chiudere nel migliore dei modi questo segmento, a suon di uppercut, ho qualcosa da dire, a modo mio!

Fred riprende la marcia, arrivando sui gradoni d'acciaio, qui si ferma, poi cammina nuovamente, fa il suo ingresso sul ring e va immediatamente faccia a faccia con il Corvo, che lo guarda piuttosto spazientito.

FF: Ultimo, eh?! Beh, Dulcis in Fundo! Comunque, non ci voleva un genio per capire che io e te non saremmo mai riusciti a coesistere: tu ti credi un eroe, io sono...beh, io sono Fred, perciò il nostro sodalizio era finito fin dall'inizio, questo Mr. Fox lo sapeva, perciò ha fatto di tutto per ingannarti, per coccolarti, concedendoti cose di cui non fregava nessuno, finché, messo alle strette, dovendo scegliere fra te, "Superstar" Sigfried Jaeger, e me, ha scelto il suo amico, il suo pupillo, quello che sarebbe stato il legittimo volto della sua compagnia...il resto è storia e poco ci importa, ma quel che tutti ricordano è che, alla fine, puoi dire quel che vuoi, puoi parlare, e parlare, e parlare, e parlare...ma, alla fine, IO ti ho sconfitto, TU hai perso, questo è stato il verdetto del nostro primo e unico scontro, perciò, "leader", fattene una ragione!

Fred si tacce per qualche secondo, poi riprende, sotto lo sguardo scocciato del compatriota.

FF: Comunque, questa affare non riguarda noi, non solo; no, nono sto parlando di Miller né tanto meno di Gates, o come cavolo si chiama: sul primo c'è poco da dire, sul secondo...idem, il loro team ha senso d'esistere, hanno molte cose in comune, ha poco senso invece che i due combattano per i TWC World Tag Team Titles, ma questo è quanto ha deciso il nostro carissimo Brown e lo accettiamo più o meno; questo affare riguarda te, me, quello lì che ti porti addietro e il mio compare, un uomo che, col senno di poi, avrei voluto al mio fianco nella FOX's Army, l'unico di cui possa fidarmi; entrambi siamo lupi solitari, facciamo un po' fatica a condividere il ring, del resto siamo due Superstar, due Talenti, due Stelle del Firmamento del Pro Wrestling, però condividiamo un unico obiettivo, la VENDETTA! Vogliamo vendicare il nostro mentore, vogliamo punire i miscredenti, vogliamo strapparvi quelle cinture, che illegittimamente vi portate addietro, macchiandole ogni giorno sempre di più...signori e signore, Sigfried, Schmidt, ecco a voi "The Unstoppable Machine" Sean Morgan!!



Immagine


Ed ecco che fa il suo ingresso Sean Morgan, che velocemente raggiunge il ring, stringe la mano a Fred, dopodiché, recuperato un microfono, comincia a parlare.

SM: Se non ti dispiace prendo una birra, Sig!

Detto questo The Orphan si dirige verso il frigobar, lo apre e prende una bottiglia di birra, innervosendo gli amici di Sigfried, primo tra tutti il Mastino. Successivamente tira fuori dalla giacca un apribottiglie e lo utilizza per stappare la birra.

SM: Come vedi, sono arrivato preparato.

Morgan beve il primo sorso, poi si passa una mano sulle labbra per asciugarsi.

SM: Buonasera a tutti. Non so se è un onore essere qui, ma visto come è iniziato non direi proprio, in compenso è un'occasione importante per conoscerci un po' meglio. Già dalle prime parole che ho sentito devo dire a Jaeger che è veramente ossessionato con questa storia dell'essere eroe, però, e questo mi ha colpito, non è l'unico.

Morgan guarda Schmidt.

SM: Christophorus, come ho già detto in settimana al tuo compare, mi è dispiaciuto non poterti incontrare in un posto più tranquillo rispetto a un'arena piena di gente becera come questa. Sentendoti. ho capito invece che non era molto importante fare la tua conoscenza visto che sei la copia identica del tuo amico, stessi discorsi sull'essere eroe, stessa convinzione che a qualcuno interessi realmente qualcosa di voi e stessa arroganza degna di un predicatore fallito. Sarà, dunque, un piacere stenderti con una Kansas Bomb e lasciarti steso al tappeto per tutto il resto della durata del PPV.

Schmidt scoppia a ridere di fronte alle minacce di Morgan.

CS: Allora è proprio vero che dio li fa e poi li accoppia.

A questo punto Sigfried sbotta di nuovo, stavolta verso Fred e Sean.

SGF: Hey, un pò di educazione, stupidi parolai che non siete altro! Sapevo che ospitare voi quattro tutti insieme sarebbe stato abbastanza problematico, vista la carenza di quoziente intellettivo. Messi insieme i vostri cervelli non arrivano nemmeno a fare un totale di 161. Perciò, in quanto eroe, mi sento in dovere di moderare il talk show personalmente, come mi pare e piace. Fred, Sean, non è ancora venuto il momento di seppellirvi verbalmente, per cui accomodatevi e aspettate il vostro turno una buona volta. Poichè sono un eroe, è utile ribadirlo, ho deciso infatti che rivolgerò la mia prima domanda al più anziano tra noi, ovvero Shawn Gates.

Il Corvo di Ravensburg fa un sorrisetto ironico. Gates piega la testa, sospirando.

SGF: Allora Shawn. La tua veneranda età, unita a una carriera nelle major fallimentare e caratterizzata principalmente da un infortunio che ti ha bloccato per anni, mi ha dato da riflettere in questi giorni. Perciò volevo chiederti: visto che il tuo fisico è quello che è, mi puoi assicurare che se il 18 dicembre dovessi stamparti in faccia un Blitzkrieg, tu non mi morirai tra le braccia come succede in quei filmetti di serie B che danno sulla tv via cavo? Te lo chiedo perchè uccidere per sbaglio un anziano non sarebbe una cosa molto eroica, neanche se il vecchio in questione fosse un tremendo chiacchierone senza dignità, nè onore, come lo sei tu. Che ci dici insomma?

Sigfried è tutto orecchie.

SG: Cosa? Stavi parlando con me?

Gates si guarda intorno con aria spaesata.

SG: Scusa, avevo preso sonno. Forse perché alla mia età la narcolessia è un problema abbastanza comune. O più probabilmente perché sei più noioso di quei film muti in bianco e nero che usava Goebbels per la propaganda. Hai presente quelli che ti faceva vedere la mamma dopo cena quando facevi il bravo e mangiavi tutti i crauti? Ecco, quelli lì. Ma ehi, scommetto che stavi dicendo qualcosa sugli eroi, sulla mitologia nordica, sui wurstel e sui campi di concentramento.

Gates sorride guardando il pubblico che gli mostra appoggio.

SG: Sai, io avrò anche qualche anno più di te, qualche punto di QI in più di te e decisamente anche qualche fan in più di te. Eppure non mi sognerei mai di trattarti come un bambino, un demente, o un reietto. Cercherò di parlare nelle tua lingua adesso, non intendo il tedesco, ma tutto quell'insieme di proverbi nordici e robe sugli eroi, così almeno non avrò dubbi sul fatto che il messaggio sia passato: sta tranquillo Sig, a The End Is Near potrai colpirmi in tutti i modi possibili, potrai prendermi a martellate come Thor, potrai chiudermi in un campo di concentramento, potrai fare di me quello che vuoi. Ma stai sicuro che questo figlio di puttana che vedi davanti a te è più duro del legno del fottuto Yggdrasill, più tosto dell'inverno in Russia, e decisamente più capace e con molta più esperienza di tutti voi crucchi.

Gates si gira verso Fred.

SG: Te compreso.

Il pubblico mostra una reazione positiva. Gates poi si rivolge nuovamente a Sigfried.

SG: Quindi no, non c'è bisogno che tu ci vada piano, Sig. Ma sta attento. Sai, in un match con così tanti uomini dev'essere difficile rimanere concentrato su uno solo. Quindi permettimi di darti un consiglio, cerca di tenermi d'occhio, perché giuro su tutti i tuoi fottuti dèi nordici che appena sbatterai le palpebre troverai il mio stivale proprio davanti la tua faccia. Non avrai nemmeno il tempo di maledire Odino che ti troverai a terra a chiederti cos'hai fatto di male per meritarti questo. Giuro Sigfried, giuro che non avrò pace finché non la tua faccia non bacerà la pianta del mio stivale.

Gates fa una pausa.

SG: Ma ehi, io qua sono il vecchiaccio, quindi spazio ai giovani. E se posso permettermi vorrei fare una domanda a Christoph...

Jaeger sbotta.

SGF: No che non puoi permetterti, pezzo d'imbecille di un texano! Pensi che ti lasci sparare cazzate trite e ritrite senza nemmeno replicare?! Crucchi, nazisti, guerre, wurstel, campi di concentramento. Aggiorna almeno le offese ogni tanto!

Ma ecco che il Berlin Brawler ferma Sigfried e fa un cenno a Gates, invitandolo a sputare il rospo. Dopo aver rivolto un sorrisetto ironico al Corvo, Shawn si rivolge a Schmidt.

SG: Chris, come si ci sente a non aver mai combinato niente nella propria carriera, a vivere all'ombra del Sigfried, ad essere nient'altro che un parassita senza un minimo di talento, ad essere un venduto, e nonostante tutto essere comunque il primo TWC Tag Team Champion della storia? Dai, voglio sentirti parlare, sei sempre così silenzioso. Che c'è, il rottweiler ti ha mangiato la lingua?

Schmidt sospira.

CS: Mi aspettavo qualcosa di diverso, come non detto. Ha ragione il Corvo. Aggiornati, vecchio. Le tue offese sono sempre le stesse, e dato che ti ho già risposto tempo fa, non ho voglia di risponderti in modo articolato. Ti dico solo che è semplicemente il contrario di quanto hai detto. Fine.

Gates volge lo sguardo verso Miller.

SG: Proprio come pensavo, il rottweiler gli ha mangiato la lingua.

Schmidt resta una maschera di pietra, al ché Jaeger ne approfitta per rivolgersi a Travis Miller.

SGF: Bene. Dopo i cinque minuti di celebrità di Gates, è il momento di parlare con qualcuno leggermente più credibile, ma solo perchè almeno ha avuto la fortuna di uscire vivo da un Main Event storico contro il sottoscritto.

Il Corvo sospira e comincia.

SGF: Travis, Travis, Travis. E’ la terza volta in un anno che ti ritrovo tra i piedi. Sembra quasi che tu abbia scelto come ragione di vita quella di mettere i bastoni tra le ruote a noi eroi. Non ti sembra di esagerare un pò troppo? Guarda che il mondo non si riduce a una stanzetta dismessa di un motel e a vivere in funzione di quello che combina la Bruderschaft Der Krahe. E no, non mi tirare fuori la storia dei titoli di coppia, perchè ci sono altre cinture in questa federazione che tu non hai manco preso in considerazione. Consiglio da eroe: fatti una vita sociale, trovati una ragazza, divertiti un pò, e soprattutto lasciami in pace una volta per tutte.

Il Child of Ice alza una mano.

TM:Jaeger, te lo assicuro, ritrovarmi di nuovo davanti a te su un ring era l'ultima cosa che avrei voluto succedesse. Sono stanco di sentirti parlare, del tuo accento marcato, della tua puzza di birra, dei tuoi sgherri e più di ogni altra cosa sono stanco dei tuoi discorsi sull'eroismo. Sì, quelli sopra ogni altra cosa, non riesco più a sopportare il modo in cui usi quella parola su te stesso. Normalmente sarei solo infastidito dai tuoi mezzi viscidi, ma il fatto che tu possa pure scamparla definendoti un eroe, affiggendo questo titolo su magliette, cartelloni pubblicitari e qualsiasi altra cosa abbia il tuo nome mi da il voltastomaco.

Miller fa una breve pausa e torna a parlare.

TM:Perciò no, non ho nemmeno intenzione di considerarti stasera, noi due abbiamo già parlato troppo. Non ho nemmeno intenzione di considerare il tuo compagno lì a fianco, Shawn ha già affrontato esaustivamente la faccenda, e siamo tutti al corrente di quanto sia fuori luogo su questo ring. Passiamo piuttosto all'altra coppia, quello dovrebbe essere più interessante.

Miller si sposta da Jaeger e va faccia a faccia con Fred. I due si scrutano per qualche secondo.

TM:Nah.

Miller si sposta di nuovo e si mette di fronte a Sean Morgan.

TM:Ecco, questo è più interessante. Uno degli ultimi acquisti della nostra federazione, Sean Morgan. E' raro vedere qualcuno fare un errore così madornale in così poco tempo. Sei arrivato in una delle federazioni più prestigiose che questo paese abbia da offrire e la primissima cosa che fai è unirti a Fred. Fred, di tutte le persone. Ti avrei preferito di gran lunga a fare il leccapiedi di Jaeger al posto del Berlinese muto piuttosto che con lui. Un buco nero che distrugge ogni forma di interesse dalla nostra disciplina, ed invece di lasciarlo morire nell'indifferenza dopo quello scempio della Fox Army gli lanci un'àncora di salvezza. Te lo assicuro da questa alleanza non riuscirai a ricavarci nulla di buono, quindi dai retta a qualcuno che conosce questo ambiente, lascia perdere. Torna in singolo, comincia a scalare i ranghi come si deve e lascia che la storia di Fred si concluda entro la fine dell'anno. Avrai pur qualcuno che ti sta guardando da casa in questo momento, no? non vuoi renderli orgogliosi?

L’Orphan beve un sorso di birra, poi risponde.

SM: Innanzitutto, evita di parlare della mia famiglia perché potresti pentirtene immediatamente.

The Unstoppable Machine fa un passo verso Miller che però non indietreggia e i due sono praticamente faccia a faccia.

SM: Grazie del tentativo, ma non ho bisogno di consigli da gente che non ritengo importante. Tu, non lo sei Travis. D'altronde da quando sono qui in TWC il tuo impiego durante gli show è stato assolutamente ininfluente, finendo a fare segmenti di coppia col tuo compare lì vicino, col quale avrò il piacere di parlare più tardi, grazie ai quali sei stato in qualche modo premiato con un match titolato. Io invece, in sole tre settimane ho già steso i due TWC Tag Team Champions e ho affrontato il TWC World Champion, Leon Black ottenendo una chance titolata dopo nemmeno una settimana. Per questo, credo che se c'è uno che ha fatto scelte sbagliate in questa federazione, quello sei tu.

TM:Forse ti ho sopravvalutato, non sei così diverso dal tuo compare dopotutto.

Travis e Sean restano faccia a faccia, quasi sul punto di scatenare una rissa, quando Sigfried riprende in mano la situazione scottante.

SGF: Ehi, si vede che avete tanta voglia di pestarvi! Non nego ce sarebbe alquanto divertente vedere voi quattro che vi scornate mentre noialtri ci facciamo un drink prima di calpestare le vostre carcasse, tuttavia ribadisco l’importanza di comportarsi in modo civile nel mio show. Per cui calmate i bollenti spiriti e lasciatemi dire qualcosa anche a me all’ultima ruota del carro.

Sean Morgan si gira nervosamente verso Jaeger, che l’apostrofa subito.

SGF: Sean. Questa settimana ho avuto il dispiacere di conoscerti un pò meglio in privato, dato che hai avuto la sciocca idea di venire a interrompere i miei allenamenti. Lasciando da parte la storia strappalacrime che mi hai raccontato, ho trovato piuttosto stupide, se non banali, tutte le tue argomentazioni. In quanto eroe, le minacce mi scivolano addosso come gocce di pioggia su un telo di plastica. Posto che ho avuto una pessima impressione di te e delle tue presunte capacità in ring, come credi che potrai battere la BDK Inc. a End is Near? Nel caso tu avessi vagliato questa ipotesi, ti vorrei ricordare infatti che le armi da fuoco sono vietate nel nostro sport.

SM: Dispiacere tutto mio, Sig. A quanto pare continui con i tuoi soliti discorsi triti e ritriti sull'essere un eroe, cercando di sviare il discorso dalla tua, o meglio vostra, sconfitta a Glorious Revolution che ha dimostrato come voi due siate molto bravi a parole, ma quando vi tocca entrare in azione fallite clamorosamente. Quindi anche io sono scettico sulle vostre capacità in ring, visto come non vi ho ancora fare una prova all'altezza di quei due titoli.

The Orphan beve ancora.

SM: Come penso di vincere il match di End Is Near? Beh, guarda me e guarda il mio compagno, siamo forti, siamo agili, siamo tecnici, siamo aggressivi, siamo tutto quello che voi quattro vorreste essere. Siamo due dei singoli più pericolosi in questa federazione e, se metti insieme due potenze come noi, non può significare nient'altro che vittoria.

Ma il Best from the West non sembra molto convinto.

SGF: Naaah, non mi hai convinto per niente. Rispondi invece a questa domanda: sei così sicuro di poter contare sul gioco di squadra da parte del tizio che ti sta accanto? Guarda che sei l’unico che non ha ancora capito quanto sia inaffidabile Fred, lo sapevano perfino i suoi genitori quando hanno preferito metterlo su un trattore, invece che dare retta alle sue fantasie di poter diventare un grande un giorno...

Il German Superman non può non replicare a muso duro. Eccolo intervenire prima di Sean.

FF: Talmente grande da averti sconfitto...te l'ho detto, "eroe", sei l'ultimo che può giudicarmi, prima di parlare di me dovresti connettere bene quei neuroni che ti rimangono, sono i fan ad avere la memoria corta, a te converrebbe invece averla lunga, per evitare di ripetere gli errori fatti e accettare sfide che NON puoi in alcun modo né affrontare né superare; e comunque Morgan non ha alcun bisogno di rispondere alle tue insinuazioni: sa che di me si può fidare, sono il fratello che non ha mai avuto, Fox è come un padre sia per me sia per lui, non c'è nessun motivo per cui dovremmo mentirci, del resto combattiamo per la stessa causa; piuttosto, perché mai Schmidt dovrebbe fidarsi di te?

Ecco che Fred, improvvisamente, si volta verso l'altro campione di coppia.

FF: Sul ring non sei eccelso, al microfono meglio sorvolare, perlomeno ti abbiamo sempre stimato per il tuo intelletto...proprio per questo, non riesco a capire come tu possa stare accanto a questo qui; pensi che ti abbia accolto nella sua famiglia? Oppure ti ha voluto solo perché aveva bisogno di qualcuno che portasse la SUA seconda cintura, non potendo scegliere un manichino, benché, alla fin fine, più utile di te? Rifletti, Schmidt, Cristo Santo!

Il Berlin Brawler sbotta e si alza in piedi.

CS: Parli proprio tu che ti facevi aiutare da Olon in tutto e per tutto, sia sul ring che fuori dal ring?!

Schmidt punta il dito verso Franke.

CS: Tu accusi di Sigfried di usarmi per il titolo di coppia, ma vogliamo parlare di come TU hai tentato di usarci, sia noi che Big Black Boom, per vincere il TWC World Heavyweight Championship?! Titolo che nonostante tutto ti sei fatto fregare da sotto il naso e per cui non finirò mai di ringraziare Black per l'unica cosa decente che ha fatto in vita sua, ovvero sfruttare la chance che noialtri gli abbiamo regalato snobbandoti nel Main Event di Night of Gold ed evitare una disgrazia di proporzioni bibliche per questa federazione.

Al ché vediamo anche Gates e Miller annuire parzialmente. Fred Franke se ne accorge. Eccolo sospirare e riprendere a parlare.

FF: Ho già detto che il mio scopo è vendicarmi di tutti voi, per cui è inutile che tiriate fuori sempre le stesse sciocchezze. Beh, ho poco da aggiungere; possiamo farla finita? Si sta facendo tardi, lo show è durato fin troppo...ah, già, quasi mi dimenticavo! Ci siete anche voi due! Beh, Miller e Gates sono la coppia perfetta, talmente utili che il primo ha a stento vinto un match in un anno e l'altro, nell'ultimo special event, ha avuto l'onore di...suonare la campanella!

Fred ride, poi continua a parlare a ruota libera, guardando verso lo stage.

FF: Brown, ci sei o ci fai?! Perché diamine hai inserito in un match titolato questi due, perché?! Pensavo che ci tenessi a "The End Is Near", del resto è il tuo primo special event, non vorrai mica far brutta figura davanti al capo...e allora che c'azzeccano questi due?! Sono d'intralcio, rovinano quello che la gente vuole vedere, la resa dei conti fra la vera e unica FOX's Army e i due miscredenti...forse, però, ho capito...forse hai avuto paura che IO potessi vincere e portarti via i tuoi due titoli, perciò hai inserito quei per impedirmelo, per rendermi le cose più difficili...forse tutto questa è una Cospirazione decisa a tavolino da te e da Philips, volete far di tutto per vedermi rinunciare e lasciare questa fottuta federazione, non vi basta avermi tolto il World Title, non vi basta aver eliminato la mia spalla, volete vedermi umiliato, volete vedermi sconfitto...beh, non sarà così facile, dovrete impegnarvi di più, perché, Brown, Philips, io non cedo, io resto qui e, a "The End Is Near", contro tutto e tutti, contro ogni pronostico, contro ogni cospirazione, contro ogni vostro patetico e maldestro tentativo, IO, Fred Franke, insieme a Sean Morgan, diventerò CAMPIONE DEL MONDO DI COPPIA, e questo sarà l'inizio, l'inizio della scalata verso il successo, perché, ve lo garantisco, prima o poi, occuperò la vetta della TWC; i vostri incubi si realizzeranno, il mio sogno diverrà realtà; quei figli di puttana dei miei genitori non sono riusciti a tapparmi le ali, non ci riusciranno nemmeno Brown e Philips, e di certo non lo farete voi quattro, fatevene una ragione, e se non lo capirete con le buone, lo capire con le cattive, fra quattro settimane, a "The End Is Near", dove sul vostro regno da campioni di coppia cadranno le parole...THE...END!

Una volta terminata l'invettiva, un soddisfatto Fred sorride verso i suoi avversari, tutti e quattro piuttosto accigliati. Mentre Jaeger si fa passare da dietro una birra al volo, il più lesto a replicare è Gates, che si alza dallo sgabello e prende la parola guardando verso il tetto dell'arena.

SG: Ehi Illuminati, so che mi sentite! Perché state cospirando ai danni del povero Fred! Ha già abbastanza problemi per i fatti suoi, per esempio la mancanza di talento, di carisma, di indipendenza, un forte complesso di inferiorità, paranoia, calvizia, pessime capacità di leadership, incapacità nelle relazioni interpersonali, incapacità di staccarsi dalla figura paterna, ha un gigante robotico che lo perseguita, alle medie lo bullizzavano, una vita sessuale probabilmente nulla e non avete trovato nessuno di meglio contro cui cospirare? Voglio dire, potevate prendere Christophorus! Troppo facile prendersela con i più deboli. Non si fa così cari Illuminati, non si fa.

Gates smette di guardare verso il tetto e rivolge adesso lo sguardo a Fred.

SG: Senti palla da biliardo: sii serio. Se c'è una cospirazione ai tuoi danni qui in TWC allora Sigfried ha partecipato allo sbarco in Normandia. Sai come si chiama tutto questo Fred? Questo si chiama meritocrazia. Già, perché adesso che non c'è più il tuo papino a tirare le fila della federazione tu ti prendi quello che ti meriti: un bel niente. Capisco che dopo aver fatto il golden boy per nove mesi, aver aperto la puntata qualcosa come quindici volte di seguito, arrivare in finale nel torneo per il titolo senza aver fatto niente per conto tuo deve essere dura diventare un comune mortale Freddy. Ma sai una cosa, questo è il wrestling, che ti piaccia o no.

Travis Miller annuisce.

TM:E', proprio questo, temo. Non ha ancora capito come funziona. Ormai sei in questo business da un pochino, Fred, dovresti esserci arrivato. Hai avuto la tua opportunità, hai fallito, ed ora torni in fondo alla fila. Scordati il titolo massimo, i main event e gli inizi puntata. Tu ora combatti per la sopravvivenza, per rimanere rilevante, ed anche se per assurdo sei riuscito a trovare un compagno con cui tentare la fortuna ai titoli di coppia, non hai considerato gli ostacoli.

Miller si affianca a Gates.

TM:Non preoccuparti nemmeno dei campioni in carica, siamo noi la montagna che dovrete sormontare se volete vincere i titoli. Non credete di poterci svicolare davanti mentre ci occupiamo dei campioni, da loro vogliamo i titoli, ma abbiamo buoni motivi per prendere di mira voi due. Morgan, tu sei ancora recuperabile, hai fatto una scelta sbagliata e basterà una batosta per aiutarti a comprendere il tuo errore. Fred...beh, per quanto riguarda te, vogliamo solo eliminarti definitivamente. Nessuno ha mai sopportato l'immagine di te che calchi un ring di wrestling, ma tramite ogni raccomandazione e sotterfugio possibile sei riuscito a rimanere nel Main Event per mesi. Ora hai perso la tua rilevanza, sei un patetico animale ferito che cerca di rimettersi in piedi, ma io e Shawn ci assicureremo che la TWC sia liberata dal peggior performer della federazione. Vi consiglio di stare in guardia, non avrete seconde occasioni.

Il German Superman fa un plateale sbadiglio.

FF: Qualcuno ha forse parlato?

Fred sorride.

FF: Dai, scherzavo! Purtroppo sembra che tu non scherzi, Miller, quando dici che io, "The German Superman", "The German Conquerer", sono il "peggior performer della federazione"...da che pulpito, Cristo Santissimo! Certo, se lo avesse detto quell'altro...come si chiama...Schmidt? No, quell'altro...Gates! Sì, se lo avesse detto lui, mi sarei fatto una doppia risata, però certo che anche detto da te, Miller....andiamo, che diamine hai combinato in questo anno in TWC? Un cazzo! Io un raccomandato? Un animale ferito? Ma che cazzo stai dicendo?! Il prossimo mese, mentre io me la dovrà sbrigare con voi quattro, nel main event quattro "superstar" si contenderanno l'alloro massimo, chi sono questi quattro grandi campioni? Kevin Manson, Lance Murdock, Michael Edwards e Leon Black...i primi due li ho sconfitti, il quarto l'avrei battuto se non fosse stato per...per uno che presto pagherà per quel che ha fatto, l'altro, beh, non ho mai avuto il piacere di affrontarlo in un match singolo, però sono certo che l'avrei sconfitto facilmente...perciò, carissimo Miller, mentre tu puoi vantare di aver partecipato al main event di War of Change (complimenti!!), io, Fred Franke, sono ricordato anche da questi falliti sugli spalti, per aver VINTO, non per aver partecipato; quindi, carissimo Miller, sei pregato di stare zitto e di mostrare rispetto ad un vincitore, che né tu né voi altri riuscirete mai, MAI, ad eliminare, chiaro?!

Fred, velocemente, lancia sguardi su tutti e quattro i suoi avversari, che lo guardano malamente.

FF: Io sono qui, RESTO qui, e, presto, in qualche modo, strapperò dalle mani del suo indegno possessore il TWC World Heavyweight Title e lo sbatterò in faccia a quei fottuti dei miei genitori, e a voi quattro, che, allora, sarete ancora qui, a piagnucolare per i titoli di coppia, CHIARO?!!

Appena Fred smette di parlare, Morgan alza un dito intromettendosi nella discussione.

SM: Ciao Shawn, non abbiamo ancora avuto l'occasione di parlare noi due, ma penso che sia arrivato il momento. Lasciando stare tutte le assurdità che hai detto finora sia su me e Fred, ma pure sulla BDK Inc. e sui proverbi nordici, gradirei farti una domanda. Non credi che qui dentro, vista la tua età, sei arrivato a una situazione che possiamo definire "ultima chance"? Insomma, io e Frec siamo giovani e promettenti, mentre tu, a trentacinque anni, sei giunto a quello che potrebbe essere il tuo ultimo match qui dentro, ma non ti vedo molto motivato sapendo che dopo la tua sconfitta a End Is Near, per te non ci saranno più possibilità.

Shawn Gates fa una faccia che è tutto un programma.

SG: Ehi pivello, non so come si usa dalle tue parti, ma quando in Texas un bimbo si rivolge a me, mi chiama Mr. Gates, ma ehi, sono sicuro che non lo hai fatto apposta, che ti serva da lezione per la prossima volta.

Gates fa una breve pausa, poi continua.

SG: Ad ogni modo, nonostante tutti voi non abbiate altro da dire oltre a queste stronzate sulla mia età, ti risponderò una volta per tutte. Capisco che essendo nel business da qualcosa come tre settimane tu non abbia ancora ben chiaro come funzionano queste cose. Io qui non ho niente da perdere, caro Morgan, proprio un bel niente. Nonostante abbia qualche annetto in più di voi sono ancora più sveglio, agile, capace e decisamente più motivato di te e dei mangiacrauti. E lo dimostro ogni volta che salgo su questo maledetto ring, provate a chiederlo ad Andy Moon, come il più vecchio qui dentro abbia battuto il più giovane. Non è una questione di età, Morgan, ma di esperienza.

Gates e Morgan si fronteggiano, così come Franke e Miller. A questo punto però Sigfried finisce di scolarsi la birra e getta la lattina a terra a tutta forza, mandandola a rimbalzare tra i quattro litiganti. Che si girano cupi in volto.

SGF: Oh, finalmente un attimo d’attenzione. Sapete cosa c’è? Mi sono stufato delle vostre ciance e minacce. Col vostro pessimo comportamento, avete rovinato una puntata di Achtung. Guardatevi, sembrate dei bambini dell’asilo, tutti a litigare, e per cosa? Tanto i TWC World Tag Team Titles non si sposteranno mai dalla House of Heroes. Beh, visto che vi piace essere trattati male, è ora che l’eroico papà vi rimetta in riga, con le buone o con le cattive, non importa. Because this, is my world.

Il Corvo punta subito il dito su Fred Franke.

Immagine


SGF: Parto per primo da te Fred, visto che sei un libro aperto per tutti, nonchè quello tutto fumo e niente arrosto. Ti sei presentato qui con la solita vena da spaccone che in passato ti ha portato a fare una marea di figuracce in lungo e in largo. Questa faccenda del vendicare Olon, che tiri fuori ogni due per tre è talmente stupida e ridicola che qualcuno potrebbe arrivare a dimenticare la vera realtà delle tue intenzioni. Come già ti hanno fatto notare, tu sei arrivato semplicemente all’ultima spiaggia qui in TWC. Senza noialtri a coprirti le spalle o Olon a truccare le cose, prima sei stato rimbalzato malamente dal discorso World Heavyweight Championship, e adesso ci riprovi disperatamente contro gli unici legittimi detentori dei World Tag Team Titles. Cosa farai dopo la ripassata che ti daremo a End is Near? Speri che Big Black Boom accetti di inserirti nella sua Fifteen Boom Challenge? Non sperarci nemmeno, il nostro amico BBB ha la stessa identica opinione di te: sei solo un ex-raccomandato incapace di reggersi sulle proprie gambe e che non merita di calcare questo ring. Faresti meglio a emigrare in FWP, sempre però se quella bamboccia di Rachel Fortuna accetterà di concederti un tryout. D’altronde tu in TWNA non ci sei mai stato.

Poi lo sguardo del Deadly Crow incrocia quello di Sean Morgan.

SGF: Povero Sean, cerchi di esorcizzare le tue paure nascondendoti dalla verità. Lo fai in privato, e lo fai qui con le tue smargiassate continue contro me e Christophorus, unico mezzo che ti ritrovi per non dover ammettere che ci sono delle categorie di differenza tra te e noi, i campioni. Verità pura e semplice. D’altronde lo sanno tutti che i lupi non possono volare alto come i corvi, è la natura. Se non ti dai una regolata al più presto, non sarai mai alla nostra altezza, visto che noi miglioriamo costantemente. E tutto ciò, come dicevo, altro non è che il riflesso della tua tristissima vita privata, piena di delusioni e solitudine. Per cui lascia perdere le cazzate da duro, lascia perdere i cattivi maestri quali Fox Olon e Fred Franke, riordina le idee e sii te stesso, altrimenti verrai ricordato solo come l’ennesimo +1 nella carriera del Best from the West e del Berlin Brawler. E se non credi alle mie parole, ricordati come è andata a finire con Leon Black. Tiello bene a mente, perchè è esattamente quello che ti accadrà a End is Near, quando ti ritroverai di fronte l’altro polo d’attrazione della federazione, la Bruderschaft Der Krahe Incorporated.

Subito dopo il Best from the West si rivolge a Shawn Gates.

SGF: Tu invece, Gates non sei altro che l’ennesimo sputasentenze riemerso dal passato. Non sai mai come porti di fronte a noi, per questo ti rifugi nei soliti stereotipi sui tedeschi, primo dei quali ovviamente il richiamo al nazismo, a cui pare tu sia molto affezionato. Svegliati, vecchio! Smetti di passare le giornate a guardare le repliche di History Channel ed esci più spesso dalla casa di riposo! Credi che darmi del nazista sia divertente? Credi che prendere in giro la mia fede sia divertente? Credi che minacciare di tirarmi un calcio in faccia sia divertente? La risposta è no. La verità è che questa è davvero l’ultima chance della tua carriera, che ricordiamo consta in cinque mesi di TWNA a fare il cazzaro triste e farsi pestare in lungo e in largo; più tre mesi di TWC in cui l’unico highlight è stato quello di non riuscire nemmeno a ottenere la possibilità di fare il Guest Referee di Schmidt-Miller, tanto sei inaffidabile. Per quanto riguarda il tuo desiderio di farti mettere alle strette a End is Near, di farti colpire ripetutamente tanto tu resisterai, beh, mi ricorda la stessa cosa che dicesti a un altro avversario tempo fa, quando quello promise di farti passare attraverso un inferno di dolore. Se un maledetto vile come lui c’è riuscito, riducendo la tua schiena a una fisarmonica, non vedo perchè un eroe come me non possa farlo. Preparati Shawn, perchè se io ho un appuntamento col tuo piede, allo stesso modo tu lo hai col mio gomito.

Infine il Monster Hunter si rivolge a Travis Miller.

SGF: Lascio te per ultimo, Travis. Tra tutti sei quello che ha passato più tempo a rincorrerci. Te ne abbiamo date tante, ma tante che trovo quasi inconcepibile che tu sia ancora una volta qui in piedi a sfidarci. Evidentemente non c’è limite alla stupidità umana. Perfino quel saltimbanco di UltraDumm, dopo che l’ho buttato nel fiume Hudson ha capito che non era aria, mentre con te la cosa è stranamente diversa. Più botte ti vengono date, più ti incaponisci e cerchi di riceverne. Sembra quasi che tu sia affetto da una forma pertinace di masochismo. Ma stà tranquillo, hai trovato pane per i tuoi denti, visto che personalmente non mi stancherò mai di pestare i mostri quando si presenta l’occasione. Tu e Gates, tanto per non sapere cosa dire, avete continuamente dato dell’inutile a Christophorus, tirandovi dietro nelle offese anche questi due imbecilli di fianco a voi, ma sappiate che c’è più forza di volontà in lui che in dieci delle vostre generazioni messe insieme. Quanto a te, è inutile che fai quella faccia da troglodita, tanto non rappresenti più alcuna minaccia da molto tempo. Da War of Change a oggi, la tua carriera è stata il declino più totale. Trovo impossibile perfino che tu riesca a toccarmi a End is Near. E ti dirò di più, ora come ora perfino il mio grande amico Fritz Mayer potrebbe darti una lezione.

Vediamo inquadrato il povero Fritz Mayer, che sembra stia sudando freddo, mentre accanto a lui i suoi amici gli gridano frasi di sostegno. Infine Jaeger sospira e sorride.

SGF: Credo che basti. E’ tutto.

Tutti e quattro rivolgono uno sguardo che è tutto un programma al Corvo, che inclina il capo. Il German Superman replica per primo.

FF: Se permetti, ora comincio io, okay?! Okay! Allora, "eroe", ne hai sparate di cazzate, amico mio! Tutti, a parte te, evidentemente, TUTTI sanno bene perché il prossimo mese dovrò sbrigarmela con voi anziché stare nel main event, non per miei demeriti, non perché non sia il legittimo primo sfidante al TWC World Heavyweight Champion (lo dico, lo continuerò a dire SEMPRE!)...no, è solo colpa di Brown, di Brown e Philips, gli stessi che hanno attentato alla TWC, privandola prima del suo legittimo leader, e poi, appunto, del suo legittimo campione...perciò, "eroe", rifletti e, soprattutto, preparati, perché a "The End Is Near" sarò pronto e, sì, vendicherò Fox, punirò chi lo ha tradito, uno ad uno, tutti i traditori cadranno, uno ad uno, prima te e quell'altro, poi toccherò agli altri; nessuno fermerà la mia vendetta, né Brown, né Philips, né tanto meno i tuoi due "legittimi" sfidanti...nessuno!

Miller prova a prendere la parola...

FF: Ah, un ultimo suggerimento: ti consiglio di prepararti bene, prenditi le dovute precauzioni, "eroe", sappiamo tutti com'è finita l'ultima volta, vero?!

Fred sorride, poi butta in terra il suo microfono. Al ché il Child of Ice interviene.

TM:Calma Gorilla, mettiti in fila. Se vuoi combattere lasciaci sistemare i "campioni" e poi arriveremo anche a voi due. Shawn, scommetto che i taglialegna te li faccio fuori in 10 secondi, mascotte compresa, lui lo lascio per ultimo.

Ma Shawn Gates ha ben altro che gli passa per la testa.

SG: Beh, credo che non aspetterò fino a The End Is Near per darti quel calcio.

Gates butta il microfono a terra e si mette faccia a faccia con Sigfried. Nel frattempo Sean Morgan beve un sorso dalla bottiglia, l'ultimo sorso, infatti, subito dopo, The Orphan controlla mettendo un occhio al suo interno se è presente ancora della birra, senza trovarne. Eccolo portarsi tranquillamente il microfono alla bocca, pronto pure lui a rispondere a Jaeger.

SM: Burp!

Il wrestler lascia cadere il microfono a terra per poi... SPACCARSI IN TESTA LA BOTTIGLIA DI VETRO! Morgan senza scomporsi molto tiene in mano il collo della bottiglia, unica parte rimasta di essa, e la usa per minacciare i suoi avversari. Christophorus Schmidt per tutta risposta preferisce fomentare il caos.

CS: Fatevi sotto puttanelle.

Schmidt fa segno ai suoi avversari di farsi sotto, quando Jaeger lo affianca tenendo d’occhio Gates e gli dice qualcosa nell’orecchio. Poi il Corvo fa un fischio ai suoi amici, e vediamo Ullrich Muller, Ludwig Weber, Dieter Hoss alzarsi in piedi di scatto. I tre energumeni tirano fuori dei bastoni telescopici da usare come corpi contundenti.

Immagine


Anche un titubante Fritz Mayer, si affianca a loro, incoraggiato da Brunild Wagner e Gunther Schmidt. Mayer però pare disarmato, allora Christophorus Schmidt, gli passa il suo bastone da passeggio mentre si ritira nelle retrovie assieme a Sigfried Jaeger. I due, come ricordiamo, non possono partecipare a risse o aggressioni a Indoor War che coinvolgano anche Travis Miller, Shawn Gates, Fred Franke e Sean Morgan. Mentre il pubblico incita i suoi beniamini, vediamo Fred Franke prendere il suo sgabello e lanciarlo fuori dal ring per avere più spazio per colpire, imitato da uno Sean Morgan che si guarda intorno con occhi vitrei. Contemporaneamente Shawn Gates stringe il suo sgabello, pronto a darlo in testa al primo che si avvicina, mentre Travis Miller fa un passo avanti torreggiando sul tremante Fritz Mayer, invitandolo a colpirlo.

Spoiler:


Fermi tutti! E’ la theme del TWC General Manager. Virgil Brown Jr. is here! Dodici facce si girano contemporaneamente a osservare verso lo stage, dove vediamo sbuacare un’orda di addetti alla sicurezza, capitanati da Adam Jones e Alex Wilson, meglio noti come la A&A Security.

ImmagineImmagine


Mentre Jones e Wilson coordinano l’avanzata della security fino a circondare il ring, vediamo fare capolino sullo stage il GM in persona microfono alla mano.

Immagine


Sul ring la tensione inizia lentamente a scemare. Shawn Gates butta a terra lo sgabello, mentre Travis Miller ridacchia verso Fritz Mayer, provando a dargli una pacca d’incoraggiamento sulla spalla, ma quest’ultimo si ritrae balzando all’indietro. Fred Franke inizia subito a inveire nei confronti di Virgil Brow Jr., mentre Sean Morgan resta in guardia, pronto a colpire con la bottiglia rotta. La BDK Inc. e il resto dei suoi amici sembra piuttosto accigliata, con Christophorus Schmidt che sembra una statua di pietra, Gunther Schmidt che parla ad alta voce in tedesco, Brunild Wagner che scuote il capo e si tira su il cappuccio. Un polemico Sigfried Jaeger invece si butta su uno dei divanetti e si prende da bere. Ed ecco che la theme sfuma e il General Manager inizia a parlare.

VB: Che scena, signori. Dodici persone su un ring e una rissa sul punto di scoppiare. Quando ho dato l’approvazione a questo Achtung Special mi immaginavo più o meno uno scenario del genere, ma Sigfried Jaeger ancora una volta ha superato le mie aspettative, portandosi dietro i suoi rozzi amici armati di bastoni come guardaspalle, in modo da aggirare il mio divieto posto su BDK Inc. due settimane fa.

Virgil fa un applauso, ma il Corvo se ne frega e continua a bersi la birra.

VB: Smart move, Best from the West, ma il vecchio Virgil è troppo navigato ed esperto per cadere in queste furberie. Perciò vi ho lasciato sfogare a voce per tutto il tempo che volevate, pronto a intervenire non appena la situazione fosse sul punto di precipitare. E come previsto, eccomi qua.

Il pubblico applaude il General Manager, che sorride e poi continua a parlare.

VB: Ma c’è un altro motivo per cui sono qui, un motivo più importante. Nonostante sia uno show di dubbia qualità, questo Achtung ha fatto sì che tutti e tre i Tag Team coinvolti nel match titolato di TWC End is Near si trovino nel posto giusto al momento giusto. Perchè così non dovrò ripetere singolarmente a ognuno di voi in privato quello che sto per dire. Nè dovrò sorbirmi proteste o minacce di vario tipo nel mio ufficio durante l’ora del tè.

Come vediamo, Gates, Miller, Franke, Morgan, Schmidt e Jaeger sono tutto orecchie.

VB: Tra due settimane si terrà l’ultima puntata ufficiale di questa prima stagione di TWC Friday Night Indoor War. E dato che sarà l’ultima occasione per voi di giocarvi le vostre carte prima dello Special Event, ho deciso che si terrà un Triple Threat Match composto da un membro per fazione tra coloro che parteciperanno a End is Near.

Grandissimo pop del pubblico per l’annuncio di Virgil Brown Junior. Shawn Gates e Travis Miller annuiscono, molto interessati, mentre vediamo Sean Morgan fare spallucce e Christophorus Schmidt abbozzare un sorriso. Solo Sigfried Jaeger e Fred Franke fanno delle facce sospettose.

VB: Non sarà un match fatto così per dire. Ma un incontro che influirà molto sul vostro showdown titolato di TWC End is Near. Prima del suddetto match, infatti, ciascuna fazione dovrà comunicare ufficialmente che tipo di stipulazione preferisce per TWC End is Near. E tale stipulazione verrà ufficializzata non appena il Triple Threat Match si sarà concluso con un chiaro vincitore.

Altra informazione molto interessante da parte del GM della federazione. Mentre il pubblico dà segno di approvare la cosa, Sigfried Jaeger si alza e inizia a confabulare con Brunild Wagner e Christophorus Schmidt. Stessa cosa vediamo fare tra Travis Miller e Shawn Gates, mentre Fred Franke e Sean Morgan sembrano fregarsene. Virgil Brown Jr. continua.

VB: Un chiaro vincitore. Quest’ ultimo punto è fondamentale, dato che conoscendo la BDK Inc. e Fred Franke, non si sa mai cosa diavolo potrebbero escogitare per la prossima puntata pur di avvantaggiarsi per End is Near. Perciò, tra due settimane non voglio nessuno a bordoring o a interferire nel Triple Threat. Nessuno. Pena la confisca dei titoli di coppia alla Bruderschaft, oppure l’esclusione del proprio team dallo Special Event, nel caso delle altre coppie coinvolte. Parenti, amici e affini valgono lo stesso nella regola. Non mi piace essere preso in giro da voi giovani, ho una certa esperienza da difendere.

Fred e Sean non prendono bene la notizia, così come la Bruderschaft Der Krahe Incorporated. Di tutt’altro avviso Shawn Gates e Travis Miller, che sorridono.

VB: Per una volta, abbiate tutti un minimo buonsenso e dimostratevi persone ragionevoli. Non è difficile riuscirci, nemmeno per un tedesco volendo. E ora, se permettete, dichiaro chiuso questo teatrino, potete tornarvene tutti nei vostri spogliatoi a riflettere o a recriminare, non m’interessa. L’importante è che finalmente questo show possa continuare. Thank you, very much!

Nell’arena in festa risuona nuovamente la theme del TWC General Manager. Come vediamo, la BDK Inc. lascia al gran completo il ring per prima. Jaeger, i cugini Schmidt, Wagner e i loro amici vengono scortati dalla security sulla rampa e poi sullo stage. Una volta vicino a Virgil Brown Jr., Sigfried si ferma per fulminarlo con uno sguardo, poi i suoi amici lo portano via nel backstage. Stessa storia con Franke e Morgan, che provano ad andare a muso duro contro l’anziano GM, ma vengono trattenuti a forza dagli addetti alla sicurezza, mentre Brown li apostrofa.

VB: Oh, Franke, smettila di blaterare e dai retta a qualcuno più saggio di Olon ogni tanto. E tu Morgan, butta via i cocci di bottiglia e vai a farti visitare dal dottor Brooks. Ci tengo alla salute dei miei ragazzi.

Alla fine, i due ex-protetti di Mr. Fox Olon vengono costretti a rientrare a loro volta nel backstage.


E con le immagini dei soddisfatti Travis Miller e Shawn Gates che lasciano il ring per ultimi, venendo scortati via tra gli applausi dei fan, è arrivato il momento di andare in pubblicità. Consigli per gli acquisti. Don’t. Change. The Channel.





Up Next: Big Black Backstage


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 20/11/2015, 20:24 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Nei corridoi del Maverik Center, Lucy Fisher scambia qualche parola con Leon Black.

ImmagineImmagine


Lo sguardo dei due è attratto da una figura che gli si avvicina, la telecamera allarga il campo visivo: è il TWC 15 Champion, Big Black Boom.

Immagine


Il mascherato scambia un sorriso fugace col gigante, poi guarda la ragazza.

BBB: Che coincidenza. Pensavo proprio a te e al bel lavoretto che hai fatto il mese scorso.

Black si sposta in avanti di un passo, mettendosi in mezzo.

LF: Posso occuparmene io.

LB: Non vorrei poi doverlo massacrare. Prevenire invece che curare, giusto?

LF: Perché sono l'unica adulta in questa stanza. Salve Tiziodicuinonconoscoilveronomeenonchiameròconilsuosoprannomeperchéèimbarazzante. Non credo di averti fatto grandi favori, ma prego.

Il mascherato guarda prima Lucy, poi Black, poi torna alla ragazza, ghignando.

BBB: Se avessi saputo che me ne stavi facendo uno, ti saresti fermata. Così come hai fermato il bestione adesso.

Triple B rivolge di sfuggita gli occhi verso Black.

BBB: È per questo che non lo considero un favore, solo un lavoro ben fatto. E senza che nessuno te lo chiedesse. Capisco perché lui abbia scelto di lavorare con te, fra le tante: sarai ingenua, ma sai cosa dire.

Qualche secondo di silenzio interrompe il discorso del mascherato, che scruta la coppia.

BBB: Vedo che non hai ancora afferrato di cosa sto parlando. La tua chiacchierata a cuore aperto con Jane Murphy, ricordi? Non è cattivo come sembra, fai quello che ti sembra più giusto... Classiche parole da paladina della giustizia consumata.

Boom sospira.

BBB: Ma ti devo ringraziare: forse volevi mettermela contro, invece le hai fatto capire quanto lei abbia bisogno di me.

Lucy sospira brevemente.

LF: Non credo che quello che le ho detto le abbia fatto cambiare idea. Purtroppo, se ritiene che l'uomo in cui riporre la sua fiducia sia un tizio mascherato che si fa chiamare Perfidy in a Mask, non sono la persona giusta per fermarla.

LB: In effetti dovresti lavorare sui tuoi soprannomi. Ti rovinano la credibilità prima ancora di partire. Come fai quando devi chiedere un prestito?

Lucy colpisce con un pugno sul fianco il gigante.

LF: Ma se per lei la cosa migliore è allearsi con te, ha fatto la cosa migliore. Mi spiace per Carroll, ma lei ha fatto esattamente quello che le ho detto.

BBB: Io credo che tu abbia provato a corromperla con le parole dolci. Forse pensavo di allontanarla dal mostro mascherato, ma io sono l'unica persona che la può aiutare ad ottenere ciò che vuole. Su questo siamo d'accordo.

Big Black Boom guarda Black.

BBB: I soprannomi... Una leggenda ormai glorificata come te dovrebbe saper guardare oltre. E sapere che non li scegliamo noi. Ben venga che siano i miei nomignoli ad essere poco credibili: quando dovrò chiedere un prestito, la mia garanzia saranno i fatti. Ma finora non mi è mai capitato di doverne chiedere uno, anzi parecchi banchieri si sono rivolti a me.

BBB sorride.

BBB: Ma nessun video online mostrerà perché.

Dopo un sorriso, TWC 15 Champion se ne va, lasciando la coppia da sola.

LB: Potrebbe essere divertente un match contro di lui.

LF: Definisci divertente.

LB: Abbracciare un coccodrillo.

LF: Allora sono d'accordo.

E su i due che procedono verso il loro camerino, noi andiamo in pubblicità.

Up Next: The Murdock without superpowers


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 20/11/2015, 20:29 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting


Le gloriose note di Mozart rintoccano nell'arena e gran parte del pubblico è già in visibilio. Ecco quindi che il Salvatore si presenta sullo stage di spalle e a braccia aperte. Compie lentamente una rotazione per poi percorrere la rampa a braccia aperte e a testa alta con indosso un completo nero sopra ad una camicia di colore rosso bordeaux

Immagine

Sale sul ring saltando sull'apron e passando tra la seconda e la terza corda. Preso un microfono osserva il pubblico rumoroso per un paio di secondi ed inizia a parlare


LM:West Valley... Say my name!

Il pubblico inneggia a gran voce il nome del Diavolo che risponde con un sorriso beffardo

LM:You're Goddamn right!

Il Daredevil arriccia la bocca soddisfatto

LM:E' un piacere riprendere le vecchie abitudini ma bando alle ciance! Due settimane fa ho dimostrato a tutti gli infedeli che se sono nel Main Event del prossimo special event è perché merito tali spazi. Purtroppo però, come ben saprete, tra i quattro partecipanti ritengo ci sia un intruso... Un intruso che corrisponde al nome di Michael Edwards.

Il pubblico si divide a metà tra cori e fischi per quanto appena detto e Murdock annuisce varie volte con la testa

LM:Lo so, lo so... In molti tra di voi credono ancora che Michael Edwards sia il ragazzo dal cuore d'oro che vuole far credere di essere. Suo malgrado sono però ben conscio dell'essere infido che si cela sotto le sue sembianze e farò il possibile per smascherare la sua menzogna.

Murdock inizia a passeggiare dentro al ring con una mano in tasca mentre il pubblico è ancora spaccato

LM:Ragion per cui sfido ufficialmente Edwards in un match one on one stasera. Dimostrerò a tutti quanti vuoi e, soprattutto a me stesso, ancora una volta di essere degno di tale spot e vi mostrerò lo zero che è Michael Edwards!

Il pubblico rumoreggia estasiato dalla sfida proposta mentre Murdock si appoggia alle corde rivolte verso la rampa

LM:Quindi, Michael... Vuoi venire qui fuori ed accettare la sfida o rimanere nel tuo regno del nulla in cui sei stato negli ultimi tempi?



Purity risuona nell'arena ed il Golden Boy si presenta sullo stage scuro in volto con una camicia di jeans ed un microfono in mano.

Immagine


Si dirige velocemente dentro il ring dove fissa con disprezzo Murdock in silenzio per qualche secondo

ME:Accetto la sfida!

Edwards getta il mic a terra per poi uscire dal ring lasciando di stucco gli spettatori mentre Murdock se la ride

LM:Oh, andiamo, Edwards... Non ti fermi neanche per due pasticcini? Hai fretta, per caso? O forse ho toccato un nervo scoperto e ti senti bruciato dalla cocente verità che viene fuori? Tu non sei fatto per stare con i pezzi grandi e mai lo sarai e stasera te lo dimostrerò!

Edwards, noncurante, rientra nel backstage lasciando un ghignante Murdock sul ring

LM:Beh, avrei voluto passare un po' più di tempo qui con voi ma a quanto pare qualcuno è indisposto. A dopo.

Con un lieve cenno Murdock saluta il pubblico per poi scendere dal ring, aggiustarsi la giacca e rientrare nel backstage con espressione soddisfatta.

Up Next: Same Ol' B.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 20/11/2015, 20:34 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Bentornati live per questa fantastica puntata di Indoor War. Le telecamere ci portano nel backstage dove vediamo in lontananza Simon B. e Tracy Schneider che stanno parlando tra di loro.

ImmagineImmagine


Il campione mondiale FWP è quello più loquace e la ragazza annuisce spesso alle sue parole. I due si scambiano un bacio e Simon, dopo aver poggiato il FWP World Wrestling Championship sulla spalla della sua fidanzata, si allontana, mentre Tracy si avvia verso l'inquadratura. La giovane cammina per qualche metro, e dopo aver svoltato ad un angolo la sua attenzione viene attirata da qualcuno. Tracy si blocca, quasi paralizzata e la telecamera allarga il suo angolo mostrandoci Chris Drake che sta mangiando uno snack.

Immagine


The Wild Dragon mostra una smorfia disgustata.

C.Drake: Aaah! Che merda.

Mr. TWD sputa il boccone per poi pulirsi la lingua sulla sua giacca. Tracy intanto lo fissa in maniera stranita.

C.Drake: Uh, ciao Trace, non ti avevo vista.

Tracy: C-Chris... Io...

Il ragazzo si avvicina alla sua ex fidanzata.

C.Drake: Rilassati Trace, non ho mica intenzione di aggredirti come la scorsa settimana a Breaking Point e Glorious Revolution. Mi pare di aver già detto che quella persona, "The Dragon" Drake, non esiste più.

La giovane sospira.

Tracy: Ok. Ora se vuoi scusarmi Chris, ma dovrei...

C.Drake: Anche se qualcosa da dirti ce l'ho.

La fidanzata di Simon B. deglutisce.

C.Drake: Come puoi stare con quello?

Tracy: Rassegnati Chris, la tua occasione con me l'hai sprecata due volte.

Il Woodbury Made mette le mani avanti.

C.Drake: Whoa! Non hai capito Trace, non sono certo qui per corteggiarti, non è assolutamente nelle mie intenzioni. Ciò che voglio è posato sulla tua spalla...

The Wild Dragon posa il suo sguardo sul FWP World Wrestling Championship.

C.Drake: La mia domanda è direttamente correlata a questo titolo poiché una persona che si rifiuta di mettere in palio il suo possedimento sportivo più prezioso contro un'altra persona che sicuramente lo sconfiggerà, non può assolutamente definirsi un uomo.

Tracy: Ne abbiamo parlato con Simon, e lui semplicemente non reputa giusto dare un'opportunità a qualcuno che già l'ha avuta e l'ha sprecata. Devi tornare infondo alla fila Chris.

Mr. TWD si gratta il mento.

C.Drake: Mmh... Quindi il primo nella fila era Black Adam? Interessante, il prossimo scommetto che sarà Roland Ernest Turner, poi toccherà a Luke Stones in attesa dell'epico scontro con Max Powell. Voi la chiamate giustizia, io la chiamo codardia.

Tracy: Simon non è un codardo!

La ragazza inizia a spazientirsi.

Tracy: Ma poi senti da che pulpito viene la predica, tu avevi programmato milioni di interferenze pur di batterlo a Glorious Revolution, eppure lui nonostante sapesse che avrebbe avuto vita difficile in quel match ha avuto il coraggio di entrare in quel ring per poi sconfiggerti! Sei tu il codardo Chris, non Simon!

C.Drake: Alla luce di ciò potrebbe tranquillamente concedermi un altro match per il titolo, tanto se mi ha battuto una volta potrà tranquillamente sconfiggermi una seconda volta.

Tracy: No Chris, non funziona così... Dovrai guadagnarti una nuova occasione così come ha fatto lui negli ultimi mesi.

Il Woodbury Made scuote la testa.

C.Drake: E' peggio di ciò che pensavo...

La ragazza incanta leggermente la testa incuriosita dalle parole di Chris.

C.Drake: Sapevo che le due rotture tra di noi ti avessero scossa nel profondo, ma così tanto proprio non me lo aspettavo. Cavolo Trace, la tua personalità è stata totalmente annullata. Sei diventata così accondiscendente a Simon che le sue cazzate hanno finito per contagiare anche te. Possibile che non riesci a capire che il ragazzo che hai conosciuto altri non è che il tipo di ragazzo che hai sempre disprezzato? Certo è pur vero che quando lo hai conosciuto sembrava cambiato, ma quella era solo una maschera. Ricordi i primi tempi che stavamo insieme quando c'era quel tuo collega di lavoro che piano piano si stava ripassando tutte le ragazze del tuo ufficio?

La ragazza abbassa lo sguardo.

Tracy: Sì.

C.Drake: Ti ricordi che mi dicesti che era solo un pallone gonfiato e che lo disprezzavi?

Tracy: Sì.

C.Drake: Beh complimenti Trace, ti sei fidanzata proprio con un tizio così. Simon ha solo finto di essere cambiato, ma non appena ha conseguito il suo obiettivo di colpo la sua vera natura da codardo e da viscido verme è tornata fuori. Una difesa titolata con Black Adam ed il rifiuto di metterlo in palio con me? Andiamo, è così eloquente la cosa! Il tuo attuale ragazzo è lo stesso tipo di persona che era quel tuo collega, e la differenza è che quello li fondamentalmente era un morto di fame, mentre Simon annebbia la tua mente con tutte le sue ricchezze. Sei cambiata Trace, e se prima mi ero dispiaciuto di averti chiamata escort in mondo visione, ora non ho più alcuna remora a ribadire questo concetto.

La giovane tira uno schiaffo sul volto di Chris. Il ragazzo accenna un sorriso per poi accarezzarsi la guancia.

C.Drake: L'aggressione fisica, l'atto di chi sa di avere torto.

The Wild Dragon si sistema la giacca.

C.Drake: Mi fate pena.

Mr. TWD fa per andarsene, ma il suo sguardo ora si posa su qualcuno alle spalle di Tracy. L'inquadratura si allarga mostrando un furente Simon B.

SB: Ti ho detto che non devi osare insultare la mia donna!!!

Il campione FWP fa un passo avanti pronto a menare le mani, ma ecco che Alan Tayor e la A&A Security fanno il loro ingresso in scena.

Immagine

ImmagineImmagine


AT: Simon fermo!

Il Who You Want To B. si volta stranito verso il dirigente.

AT: Chris Drake è un wrestler attualmente sospeso ed in quanto tale non può risultare coinvolto in una colluttazione con altri wrestler. Alla luce di ciò una tua aggressione Simon potrebbe portare brighe legali che vogliamo evitare. Ed in quanto a lei signor Drake...

The Wild Dragon si indica con aria sorpresa.

AT: Lei ed i suoi amici Guardians Of Truth avreste dovuto presenziare tutti insieme per chiedere scusa per il vostro irrispettoso comportamento in modo tale da essere riammessi in TWC, ma a quanto pare il messaggio non è stato recepito.

C.Drake: Senti occhialini buffi, io non devo delle scuse proprio a nessuno. Quella che si è fatta sospendere è stata Samantha, l'io rincoglionito, Dixon e Maivia l'abbiamo solo seguita. Inoltre essendo molto cambiato come persona da allora non vedo proprio il motivo di inginocchiarmi ed implorare di essere riammesso qui visto che io non ho fatto nulla di sbagliato.

AT: Sei impertinente Drake, allora non mi lasci altra scelta che prolungare la sospens...

???: Calma signor Taylor.

Ed ecco che anche il General Manager Virgil Brown jr. fa la sua comparsa.

Immagine


VB: Non ci siamo mai formalmente presentati signor Drake. Il mio nome è Virgil Brown jr.

C.Drake: Piacere Chris Drake.

I due si stringono la mano.

VB: Ho abbastanza esperienza da capire che ciò che dici sia il vero Chris, in te qualcosa è cambiato e quindi non mi pare giusto mantenere una sospensione che, come detto da te, è stata causata specialmente per via delle azioni di Samantha Hart. Per tanto revoco la tua sospensione.

Mr. TWD mostra un sorriso beffardo ad Alan Taylor. Fatto ciò Il Woodbury Made lancia uno sguardo verso Simon B. che ha ripreso possesso del suo FWP World Wrestling Championship ed osserva Drake in maniera dura.

C.Drake: Ehi Simonetta... Non abituarti troppo a tenere quel titolo su quella spalla, troverò il modo di ottenere ciò che voglio. Ci si vede, Drake goes!

The Wild Dragon lancia un occhiolino verso Tracy per poi allontanarsi. Passa qualche istante ed anche Alan Taylor e la A&A Security si allontanano, ed ora Virgil Brown jr. si rivolge a Simon B.

VB: Complimenti per la tua vittoria titolata.

SB: Grazie signor Brown.

Il General Manager si allontana ed ora Simon e Tracy si scambiano uno sguardo.

SB: Non sono un codardo Tracy, non lo sono!

Tracy: So che non lo sei, e non dovresti curarti di chi ti accusa di esserlo.

SB: Non me ne curo. Quella gente può solo baciarmi il culo!

Il campione FWP lancia uno sguardo duro verso la strada intrapresa da Chris Drake mentre noi ci prendiamo qualche minuto di pubblicità.

Up Next: Jack Keenan


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 20/11/2015, 20:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Torniamo con la cronaca di Indoor War da bordoring: le telecamere indugiano per un po' sui telecronisti, che stanno discutendo di quello che è appena successo, ma non passa molto perchè la discussione si spenga e le immagini si spostino sulla cima della rampa, dove proprio ora stanno scoppiando un paio di pyros, che vanno ad introdurre una theme music.



Immagine


Keenan: Ladies and Gentlemen, my name is Jack Keenan and I deliver Pain.

Jack Keenan, presentatosi in jeans e maglietta (la ormai immancabile t-shirt che recita "Justice through Pain", ndr), rimane ancora per qualche secondo in cima alla rampa, dirigendosi poi con tutta calma verso il ring, il microfono ben stretto nella sua mano.

Keenan: Penso che sia un qualcosa che un po' tutti i presenti in questa arena abbiano provato, l'andare al lavoro e non sentirsi assolutamente in vena di farlo; per quanto il proprio lavoro possa piacere o meno. Ecco, potrei dire che questo è uno di quei giorni. Non fraintendetemi, non è un problema di voglia o di "mal di pancia", anche perchè in questo caso sareste in diritto di farmi notare che il mio lavoro è bisettimanale e comunque meno pesante di altri, considerando che le conseguenze peggiori possono essere quelle di dover fare incetta di pomate ed aspirine. No, la questione è più un'altra: questa è una di quelle giornate in cui ci si reca sul posto di lavoro - West Valley City, per la precisione - con un po' di amaro in bocca.

Jack Keenan, giunto in fondo alla rampa, si siede sull'apron ring, rotolando poi su sè stesso per entrare sul ring.

Keenan: Insomma, non dico che le ultime due settimane siano state come quelle del povero Chris Eddy Drake, ma non sono state nemmeno tutto questo Carnevale di Rio. Contestualizziamo: due settimane fa Indoor War avrebbe potuto essere una delle più grandi notti della mia carriera - o della mia vita, se vogliamo. Avrei potuto essere nel Main Event contro BBB, al posto di Carroll, se due settimane prima Cross non fosse intervenuto proprio quando stavo per avere la meglio nella Fifteen Boom Challenge. Non tutto il male viene per nuocere, però, perchè non mi sono dato per vinto e mi sono costruito un'altra occasione: Keenan vs Murdock, atto secondo, per un posto nel Main Event di The End is Near. Tutto era perfetto, tutto sembrava nella giusta congiunzione perchè finalmente in TWC fosse fatta un po' di giustizia... ma ho perso. Pur avendo controllato gran parte del match, pur avendo premuto tutti i tasti giusti, pur avendo fatto tutto quello che era necessario e, in teoria, sufficiente fare, ho perso.

Keenan arriccia il labbro, sospirando.

Keenan: Nulla da dire, la vita va avanti: onore a Murdock, ma non godertela troppo, perchè ora siamo sull'1-1 e il Keenan Club non contempla i pareggi. Comunque, due settimane fa non è successo solo questo: immagino lo abbiate già visto tutti, ma lo stesso ho pensato che il filmato possa essere utile. Run the footage.

Backstage Fallout ha scritto:
Ora che si sono spente le telecamere di ripresa live intorno al ring, le immagini ci portano nel backstage dell'arena, dove proprio in questo momento vediamo uscire dallo spogliatoio Jack Keenan.

Immagine


Il Pain Deliverer, con il borsone in spalla, si sta avviando verso l'uscita dello stadio: ha i capelli bagnati e pare ancora dolorante dopo il match con Murdock, ma soprattutto visibilmente sembra avere i nervi a fiori di pelle. Keenan svolta ad un angolo, camminando a lunghi passi... e tutto ad un tratto si ferma, davanti a qualcosa o qualcuno. La telecamera si sposta lateralmente e l'inquadratura ci mostra ora Vincent Cross.

Immagine


Il biker guarda il ragazzo. Sorride.

VC: Ehi, kid.

Il Pain Deliverer rimane in silenzio. Ha gli occhi sbarrati.

VC: Beh, che ti devo dire, è così che va la vita. Murdock con le sue parole mi ha fatto capire che ha del sale in zucca, lo ammetto. Ricordati che per non farti insultare devi prima dire che stanno per farlo. Così loro si sentiranno migliori non facendolo e tu potrai capire la loro vera natura. Ma sto divagando.

Cross si porta le mani sui fianchi.

VC: Quindi, ora che si fa? Io e Leon ci siamo divertiti, almeno io l'ho fatto, ma ora non ho impegni... Tu invece?

Keenan scuote la testa e fa per andare avanti per la sua strada, ma Cross si sposta per stargli sempre davanti e non farlo passare... ed allora Keenan lo prende per la testa e gliela sbatte contro il muro!!

Keenan: Vuoi sapere una cosa, Cross? La vuoi sapere?? Mi hai stancato, mi hai davvero stancato. E no, non mi hai stancato per il fatto che da qualche tempo sembra che tu non abbia altri hobby se non lucidare la tua moto e seguirmi. Cioè, non solo per questo. Mi hai stancato come persona.

Cross osserva Keenan senza fiato, probabilmente più per la sorpresa che per il colpo in sè.

Keenan: Guardati. Stasera hai perso forse la più grande opportunità della tua carriera - forse l'unica che otterrai mai, vedendo cosa hai combinato finora - ed è tutto a posto, tutto come prima, torniamo pure a tormentare Keenan e vediamo se questa volta ha cambiato idea, come una mosca che continua a sbattere contro una lampadina. Drink. Sleep. Buddy. "Grosso, enorme, gigantesco casino". Repeat. Ma per favore. Una routine che con ogni probabilità, come sempre, andrà a finire in qualche match con qualche stipulazione assurda ed insensata, che perderai. Perchè questo è tutto quello che hai mostrato qui in TWC, Cross.

Keenan, rosso in viso, prende il respiro per la prima volta da quando ha iniziato a parlare, e quando riprende la sua voce è un po' più ferma e profonda.

Keenan: Sai che ti dico? Vuoi davvero il mio aiuto? Bene, guadagnatelo: se riuscirai a sconfiggermi a The End is Near ti farò da avvocato, a patto che tu la smetta con tutti questi giochini inutili.

Il Pain Deliverer scuote la testa, passandosi una mano nei capelli.

Keenan: E comunque, voglio che ti sia perfettamente chiara una cosa: te l'ho proposto semplicemente perchè, dopo stasera, non ho nulla da fare a The End is Near e così facendo posso garantirmi una vittoria facile in uno Special. Lo faccio per me, non per te. Ti ricorda qualcosa? E' più o meno quello che ti ha detto anche Manson prima di Night of Gold - e perchè ci sia arrivato pure Manson significa che è davvero palese. Ed ora lasciami passare, buddy.

Keenan, non perde altro tempo e procede spedito lungo il corridoio, lasciando solo Cross, che si sta ancora massaggiando la testa con uno sguardo gelido rivolto nel vuoto....

VC: Finalmente il ragazzo ha tirato fuori le palle.


Keenan: Che Cross abbia preso questa parole più o meno negativamente conta poco... questa scena rimane un po' imbarazzante in ogni caso, per me. Intendiamoci, non ho problemi nel dire ad una persona esattamente quello che penso di lei, nè peraltro nel consegnare un po' di dolore a chiunque se lo meriti, ma questo non significa che non abbia dei principi: nel Backstage Fallout di due settimane fa credo di aver superato il mio limite. Non voglio essere ipocrita: pensavo - e penso tuttora - ogni cosa che ho detto, ma questo non vuol dire che non mi sia lasciato trascinare troppo oltre, due settimane fa... quindi ci tenevo a parlare faccia a faccia con Cross. Ti aspetto qui, ragazzone, sfrutta l'occasione: è la prima volta in cui non hai bisogno di cercarmi ossessivamente per scambiare due parole.

Passano i secondi.




Ed ecco che risuona la theme di Vincent Cross nell'arena! Il biker però arriva sullo stage a piedi, stranamente, e già armato di microfono.

VC: Cut, cut!

Subito la Theme viene silenziata, mentre Cross rimane sullo stage, fissando Keenan. Il Pain Deliverer lo invita a salire sul Ring, ma il biker fa cenno di aspettare. Passa qualche secondo.

VC: Dammit kid, è difficile formulare un pensiero coerente ora come ora.

Cross inizia a camminare, sta raggiungendo il ring.

VC: Le tue parole, due settimana fa, non mi hanno particolarmente colpito. Le ho già sentite molte più volte di quanto tu creda. Ma i tuoi gesti, oh, quelli sì che mi hanno colpito. E finalmente, oserei dire.

Il biker raggiunge l'Apron Ring.

VC: Ti sei sfogato, eh? Hai finalmente detto tutto quello che volevi dirmi. Sai, ho questa teoria per la quale da arrabbiati noi esseri umani diciamo tutto quello che pensiamo davvero degli altri. Te con me, ad esempio.

Sale quindi sul quadrato, faccia a faccia con Keenan.

VC: E devo dire che sì, ora stai decisamente meglio. O peggio, a seconda dei punti di vista.

Keenan: "Sai, ho questa teoria per la quale da arrabbiati noi esseri umani diciamo tutto quello che pensiamo davvero degli altri." Caspita, Cross, non sapevo fossi pure un novello Durkheim.

Keenan sbuffa, scuotendo la testa.

Keenan: Certo che sei davvero incredibile.

Sul volto di Keenan passa una smorfia e i suoi muscoli si tendono, seppure per un secondo soltanto.

Keenan: Eat. Sleep. Buddy. Repeat. Esattamente come avevo detto.

Il Pain Deliverer, sempre scuotendo la testa, si passa una mano fra i capelli, spettinandoli con un gesto nervoso.

Keenan: Andiamo, renditene conto tu stesso. Esci da tutti gli schemi, ma al tempo stesso non riesci ad uscire da quello che tu hai creato per te stesso. Io sarei potuto rimanere nel mio spogliatoio questa sera - tanto non è un segreto che saresti venuto a cercarmi di nuovo, e di nuovo, e di nuovo - ma ho deciso di uscire e raggiungere il ring per scusarmi pubblicamente... e tutto quello che sai fare è dire che sei "colpito" e poi parlare di come pensi che stia io. Se mi hai ascoltato attentamente, due settimane fa, puoi accorgerti del fatto che la situazione è sempre la stessa: perdi il match della tua vita contro Black e il tuo primo pensiero è "never mind, torniamo a cercare Keenan"; vieni insultato in diretta nazionale dal sottoscritto e il tuo primo pensiero è "never mind, mi ha colpito, ma ho già sentito parole simili più volte, torniamo a parlare di come Keenan si deve sentire". Eat. Sleep. Buddy. Repeat. Esci dal tuo fottuto schema, Cross, ed esprimi quello che senti davvero, una volta tanto.

Cross è rimasto appoggiato alle corde. Non ha mutato la sua espressione.

VC: Vedo che siamo molto preoccupati.

Il biker si avvicina a Keenan, che dal canto suo continua a fissare il rivale.

VC: Non mi perderò in chiacchiere, Jackie. Il punto che più mi ha colpito è il tuo continuare ad insistere sulle "opportunità della vita". Come se si potessero vivere una volta sola. E vuoi che ti dica quello che sento davvero? D'accordo. Mi sento davvero... Come uno che non ha niente da perdere. Perché pensare che la vita sia una sola è stupido. E vedere un ragazzo come te ridursi a dire stronzate è veramente triste.

Il tono di Cross è mutato. Aggrotta le sopracciglia, gli occhi si dilatano. Ora i due sono faccia a faccia.

VC: Sei rimasto sorpreso per le "parole profonde" che ho pronunciato poco fa. E non ti biasimo. Ma posso assicurarti che forse, in un'altra vita, in un altro posto, in un qualsiasi altro momento del tempo che non fosse questo, non lo saresti stato. Le occasioni capitano e ricapitano sotto forme diverse. Due settimane fa era il match con Leon Black, tra boh, due anni potrei anche essere scelto come fortunato vincitore di cinquecento milioni di dollari ed aprire la mia personale compagnia di Wrestling. Non bisogna farsi schiacciare dalle aspettative, dalla volontà di conseguire un obiettivo a tutti i costi. E' tutto nella tua testa. Ecco come mi sento, Jackie Boy. Contento della mia vita. E' quando qualcuno che cerca di intaccare la mia felicità che mi incazzo. Tu finora non mi hai mai visto arrabbiato. Non una sola volta. E prega di non vedermi mai veramente arrabbiato, perché neanche se tuo padre mi pregasse in ginocchio mi fermerei.

Il biker respira pesantemente. Keenan sembra star sudando, ma non si muove.

VC: E comunque, mi sembra che tutto sia chiaro, ora come ora. Un match tra me e te ad End Is Near. Se vinco io, tu mi fai da avvocato. Se no, ciao. Mi sta bene. Mi sta benissimo. Accetto la sua proposta, avvocato!

Boato del pubblico a queste parole! Il match ci sarà! Il pain deliverer prova a dire qualcosa ma Cross lo blocca mettendo la mano davanti al suo microfono.

VC: Un'ultima, piccola cosa. Quello che tu hai detto sul "ciclo di Cross" è in parte vero, sai? C'è soprattutto una parte che mi piace in particolare...


Immagine



OH MIO DIO, CROSS HA AFFERRATO KEENAN PER IL COLLO ED HA ESEGUITO LA CRASH SU DI LUI! Ed ora Jack è a terra!

VC: Questa!

Il giovane lottatore cerca di rimettersi in piedi, e Cross non fa nulla per fermarlo... L'avvocato ora è nuovamente in posizione eretta, ma viene subito fatto oggetto della Street Speed!


Immagine



Che colpo! Keenan rotola fuori dal Ring per la potenza del braccio teso del biker, che ora, un po' fischiato dal pubblico, segue il suo avversario, sorridendo. Cross porta Keenan sulla rampa che porta al Ring, sempre con un microfono nella mano destra, poi si guarda intorno, ed infine si rivolge nuovamente al giovane lottatore.

VC: Niente di personale, kid. La prossima è soltanto per il modo rude con cui mi hai spinto al muro due puntate fa. Devo riequilibrare la situazione.


Detto ciò, Cross lascia cadere il microfono, porta Keenan in posizione per la sua Deadly Bomb... Connessa!


Immagine



Che modo di "riequilibrare la situazione"! I medici arrivano a soccorrere Keenan... La sfida tra i due ad End Is Near è ufficiale, ed ora ne stiamo osservando gli effetti. Sulle immagini di Cross che si allontana sorridendo noi andiamo in pubblicità!

Up Next: Jane! Jane! Jane!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 20/11/2015, 20:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
La telecamera ci accoglie nei corridoi del Maverick Center, inquadrando Jane Murphy che a passo svelto si dirige vero una porta.

Immagine


The Lioness non bussa e prova ad aprire, ma non ci riesce. Gira ancora la maniglia, dà una spallata alla porta, ma questa non si apre. Sbatte il pugno contro la targhetta del nome appesa al centro della porta più volte.

Spoiler:
Immagine


Il chiasso provocato dai colpi fa girare alcuni addetti, quando finalmente la porta si apre. Jane, entra nella stanza senza esitare.

JM: Allora? Novità?

La porta rimane spalancata: il suo interlocutore è il TWC 15 Champion, Big Black Boom.

Immagine


JM: Dove sei finito tutt’oggi?

BBB: Ho lavoro da fare.

JM: Lavoro? Quale cazzo di lavoro? Andare a presenziare gli show di un’altra federazione o sfidare gente che non riusciresti a battere senza di me?

La ragazza si indica col pollice.

JM: Ah, Boom? Non rispondi?

BBB: A cosa dovrei rispondere? Ad una ragazzina che si presenta nel mio camerino urlando e accusandomi di fare il gran cazzo che voglio? Fanculo, vattene.

JM: Cosa?

Jane è rossa in viso.

JM: Senti, te lo chiederò un’altra volta soltanto. Stai cercando Michael?

Qualche attimo passa, BBB prende in mano la sua cintura.

BBB: Si, Jane. Sai che sono un uomo di parola.

JM: E allora dov’è?

BBB: Non posso dirti ora, ci sto ancora lavorando.

JM: Bene, perché io so dirti dov’è. Non è qui nello Utah, non è in Colorado e non sembra essere da nessun altra parte in cui siamo andati con questo fottutissimo show.

The Lioness si avvicina al mascherato.

JM: E tu non mi stai aiutando come mi avevi promesso.

BBB: Io non sto aiutando?

Triple B si lascia scappare una risata.

BBB: Io ti sto aiutando molto più di quanto tu creda. Ti ho promesso notizie buone, non cattive. Se vuoi posso dirti dove NON È il tuo benamato fratello, ma non è quello che hai chiesto, e non è ciò che IO ti ho promesso. Il mio impegno nelle ricerche è assiduo, e il solo fatto che tu non mi veda girare come un pazzo per le città dei cinquanta stati, non significa che io stia con le mani in mano.

BBB punta l’indice contro la ragazza.

BBB: Tu stai perdendo la fiducia in me, sai bene che questo è un errore. Non farti ingannare, il biondino ti ha trattato di merda, questo non vuol dire che ogni uomo che incontrerai sulla tua strada farà la stessa cosa. E io sicuramente non lo farò. Se pensi di non voler avere più nulla a che fare con me, che non mi stia impegnando come tu vorresti, bene: salutami e vai a rompere il cazzo a qualcun altro. Ma quante possibilità hai di trovare Michael senza me? Per quanto tempo lo hai cercato prima di incontrare me? Non eri mai stata così vicina a rivederlo, e lo sai bene.

I due si guardano senza parlare per qualche secondo.

BBB: E ora porta il culo fuori dal mio camerino.

Il mascherato indica la porta, Jane arriccia il labbro e fa per andarsene, le immagini sfumano.

Up Next: Big Black Back


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 20/11/2015, 20:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Al ritorno in onda ci accoglie un boato del pubblico, poi il buio inghiotte l’arena… How could it all beeeee?



Big Black Boom fa il suo ingresso con il TWC 15 Championship in vita! Nella sua theme song, i Dillinger Escape Plan si chiedono “come sia potuto succedere”, e nel caso si riferissero al fatto che il mascherato porti ancora cos sé il titolo degli Iron-Men, le immagini ci riportano a due venerdì fa, quando “The Lioness” Jane Murphy ha colpito con una sedia d’acciaio Nick Carroll, regalando così a BBB la vittoria nel 15 minutes Iron Man match che ha concluso lo scorso Indoor War!

Immagine


Il perfidy in a mask arriva sul ring tra i fischi del pubblico, e tutto sorridente si fa consegnare un microfono.

BBB: Ho poche parole da dire, sarete contenti. Ho già parlato troppo ultimamente, e non sono il tipo. Io sono il genere di persone che preferisce i fatti, e ciò è stato ampiamente dimostrato due settimane fa nel main event di Indoor War.

Il pubblico lancia forti “boo”.

BBB: Ma so che alcuni di voi non hanno apprezzato, ecco… Il modus operandi. È per questo che devo dire qualcosa, seppur poche parole. Voglio togliermi questo peso, voglio spiegare a tutti che quello che ho fatto…

Il mascherato poggia una mano sul cuore.

BBB: L’ho fatto perché IO-SONO-UN-VINCENTE!

Qualche secondo di pausa da parte di Triple B, ma il pubblico non gradisce.

BBB: E non devo di sicuro spiegare a voi come funziona, non sono qui per apologie o roba del genere. Nonostante i vostri cuori di mormoni si aprirebbero come le gambe di Sharon Stone in Basic Instinct, non ho bisogno della vostra approvazione. Voi lo fareste con chiunque, cerchereste di cambiare chiunque. Forse perché pensate che chiunque sia credulone come voi. Certo che avere il coraggio di credere in un Terzo Testamento…

I fischi si fanno sempre più assordanti.

BBB: Ma non sono qui per una lezione di teologia, anche se ne avreste tanto bisogno. Sono qui per compiere i miei doveri da campione e chiedere se qualcuno qui abbia voglia di sfidarmi.

Piccola pausa del mascherato.

BBB: Esatto, qui, nella città dei mormoni, finalmente succederà qualcosa di importante: Fifteen Boom Challenge is on!

Mentre il mascherato aspetta l’arrivo del suo avversario, il pubblico inneggia il nome di Nick Carroll, strappando un sorriso a Triple B, che indica la sua cintura.



La musica dell'ingegnere di Boston risuona nell'arena!

Immagine


Ed ecco Carroll presentarsi sullo stage con un microfono in mano, la fronte corrucciata e lo sguardo fisso su Boom. Il mascherato, per tutta risposta, alza gli occhi al cielo ed allarga le braccia, poi porta il microfono vicino alle labbra. Nick riesce però ad anticipare il suo rivale ed a cominciare il discorso.

NC: Aspetta un secondo!

Carroll allunga il braccio destro, mostrando al campione il palmo della mano.

NC: Puoi evitare di parlare. Farò io un veloce riassunto, evitiamo di annoiare il pubblico coi tuoi soliti discorsi idioti e ripetitivi.

Il bostoniano prende un lungo respiro ed inizia a snocciolare le varie argomentazioni di BBB facendogli il verso.

NC: Ommioddio, ancora tu! Ma sei veramente ossessionato! Smettila di rompere il cazzo e vai a divertirti coi soldi di papà!

Carroll inizia a camminare verso il quadrato.

NC: Non sei invitato alla mia Open Challenge perché non accetto sfide dai cretini. Sono un campione e non mi ha saputo battere, quindi non ti immischiare più.

Nick si arrampica sull'apron e si tiene alla terza corda con la mano sinistra.

NC: Sei un egocentrico egoista e non meriti un'altra opportunità per questo titolo, bla bla e ancora bla!

Carroll si prende una pausa, che viene riempita dai cori a suo favore del pubblico.

NC: Il punto è che non me fotte assolutamente nulla delle tue chiacchiere. Ciò che mi interessa è che tutti hanno visto come è finito il nostro ultimo match. Non avresti mai vinto senza Jane.

Ora gli spettatori fischiano la ragazza, ma Carroll fa un gesto con la mano, come a voler scacciar via una mosca.

NC: Non è questo il punto adesso. Non è di Jane che sono venuto a parlare. Sono venuto qui a chiedere ciò che un vero campione concederebbe senza pensarci due volte dopo un finale del genere, sono venuto qui a prendere il mio rematch, come è giusto che sia.

Nick muove il mento in direzione di BBB.

NC: Continui a proclamarti un vero campione e dici di dimostrare le cose con i fatti. Non avrai problemi ad accettare la mia richiesta allora.

Il bostoniano alza un sopracciglio.

NC: Non sia mai che il coraggiosissimo uomo di ferro declini una sfida, soprattutto se viene dal piccolo e sopravvalutato cocco di papà.

Carroll si morde il labbro superiore e si gratta il mento.

NC: Non so perché, ma mi sembra già di sentire in lontananza il rumore di unghie sul vetro, come se fosse fallito un tentativo di arrampicata sugli specchi...

Il Brain Damager guarda fisso negli occhi BBB, in attesa di una sua replica.

BBB: No, bella biondina, non lo è mai stato. Non ho mai avuto bisogno di arrampicarmi e strisciare, come stai facendo tu adesso. E non penso proprio di iniziare ora.

Boom ha gli occhi sgranati, guarda fisso quelli di Carroll.

BBB: Non pensare di ferirmi nell’orgoglio, non ci riusciresti. Tu stai cercando la tua vendetta, lo capisco, è il classico problema delle persone deboli.

Il pubblico aggredisce Triple B.

BBB: Vedi, loro ti vorrebbero campione. Loro sanno che sarebbe il coronamento di una storia perfetta, il ragazzo dal viso pulito che sconfigge la sua nemesi e si prende la cintura tra il tripudio generale. Ma per essere campione non basta avere il pubblico dalla tua parte. Sei un grande lottatore, ma a volte non basta neanche il talento. Ciò che ti manca è qui.

Il mascherato batte l’indice della mano libera sulla tempia.

BBB: Sembri molto intelligente, e magari lo sei, non lo nego, ma non mi interessa averne la prova. Studi molto, si vede da come hai affrontato i nostri match, ti fa onore. Ma quando si è trattato di applicare tutto questo con il titolo in palio, sei scoppiato come una bolla di sapone. Non hai la prova che senza Jane avresti vinto tu. E anzi, i secondi che mancavano allo scadere indicavano il contrario. Sei troppo pieno di te per ammetterlo, ma i miei modi di vincere, mi hanno fatto centrare l’obbiettivo.

BBB batte il palmo della mano sul titolo.

BBB: Bisogna aspettarsi tutto da tutti, in primis bisogna aspettarsi tutto da me. E tu hai preso già molto più di quanto ti spettava, senza mai meritarlo.

Il pubblico fischia sempre di più, al punto da costringere Boom a fermarsi per qualche secondo.

BBB: Sei nel posto sbagliato, Nick. Tu non avrai un’altra chance per questo titolo. E ora via dal mio ring.

Nick Carroll fa per replicare, forte del sostegno totale del pubblico, quando le luci si abbassano e diventano intermittenti, mentre sul titantron compare il famigerato logo della Bruderschaft Der Krahe Incorporated.

Immagine


E mentre l’esigente pubblico di West Valley City fischia e rumoreggia in attesa dell’arrivo della BDK Inc., vediamo un divertito Big Black Boom appoggiarsi a un angolo, mentre l'Engineer scuote il capo, accigliato.



Ed ecco partire la theme della stable di tedeschi della TWC. Dopo alcuni secondi vediamo sbucare dalla nebbia i TWC World Tag Team Champions “Superstar” Sigfried Jaeger e “The Hunter” Christophorus Schmidt.

ImmagineImmagine


Il Corvo e l'Hunter restano sullo stage, i loro titoli in spalla e un microfono ciascuno in mano. Sigfried si guarda intorno per un attimo, poi stoppa la musica. e inizia a parlare.

SGF: Cut the music!

Il Best from the West alza una mano.

SGF: Premessa iniziale, onde evitare che qualche fan idiota o Nick Carroll di turno fraintenda la nostra presenza: la Bruderschaft Der Krahe Incorporated non è venuta per partecipare alla Fifteen Boom Challenge. Sinceramente non ne sentiamo il bisogno, visto che il TWC 15 Championship al momento si trova in ottime mani, ovvero quelle di Big Black Boom, che a discapito di tutta la marea di haters presenti, è una bravissima persona.

Il pubblico non sembra molto convinto, vista la salva di fischi che parte immediatamente.

SGF: Oh, shut up. Aggiungo inoltre che essendo dei colleghi campioni di Boom, non ci permetteremmo mai di invadere il suo orticello, come lui rispettosamente non ha mai invaso il nostro.

BBB annuisce e fa segno a un cupo Carroll di ascoltare.

SGF: La nostra presenza qua, invece è dovuta alle parole di un'altra persona. Nick "The Failure" Carroll.

Il Corvo punta il dito verso il ring.

SGF: Ehi, Plappermaul 2.0, invece di stalkerare e rompere l'anima a un vero campione, dopo che due settimane fa ti ha letteralmente asfaltato sul ring, perchè non la smetti di fare il pagliaccio e cominci a comportarti come una persona normale?! Ti ricordo che questa sera hai impegni più importanti, vero Chris?

Il Monster Hunter batte una mano sulla spalla di Christophorus Schmidt, che fa un passo avanti e inizia a rivolgersi aspramente a Carroll.

CS: Invece di pensare a quanto accaduto due settimane fa dovresti pensare a quello che succederà stasera, Carroll. Lo so che perdere fa male, ma accetta la realtà. Boom è stato migliore di te, come se ci fossero dubbi a riguardo, e colgo l'occasione di essere qui per ringraziarlo di persona per avermi ascoltato e quindi di permetterti di avere ancora l'uso delle gambe senza essere costretto a girare con le stampelle o in carrozzina.

Cenno d'intesa tra Schmidt e BBB.

CS: Oggi sono particolarmente contento anche per il fatto che alcune persone finalmente stiano aprendo gli occhi su di te, Nick, rendendosi conto tu in realtà sei una persona spregevole. Purtroppo non sono, ancora, questi reietti seduti comodi nei loro nei posti, ma sto parlando della tua ex, Jane. Finalmente quella ragazza ha ritrovato il buon senso e ha fatto ciò che andava fatto, aiutare le brave persone, punendo invece quelle cattive.

Salva di fischi per il tedesco, che non se ne cura.

CS: Tornando a noi, stasera tu ed io daremo a vita ad una battaglia, l'unico consiglio che ho darti è di non sottovalutarmi. Anzi, te ne dò un altro, mi sento particolarmente generoso: non pensare troppo a Jane perchè si sa, le donne portano solo guai. Soprattutto agli stolti.

Carroll soffia l'aria dalla bocca, palesemente annoiato.

NC: Non si fa in tempo a togliere di mezzo le chiacchiere ripetitive che puntualmente arrivate voi.

Nick entra nel ring e si appoggia alle corde laterali, in modo da poter rivolgersi alla BDK senza dare le spalle a Boom.

NC: Dimostrazione di superiorità, avversario asfaltato. Solo dei faziosi come voi potrebbero commentare così il match dello scorso Indoor War.

Ora l'ingegnere fa un cenno col capo verso BBB.

NC: Perfino lui ci è quasi arrivato. Prima che arrivasse Jane il risultato era in parità ed i secondi che mancavano al termine erano pochissimi. Boom, non hai torto quando dici che non ho la certezza che ti avrei battuto in quel breve lasso di tempo. Ma allo stesso modo è totalmente illogico affermare che sia stato dominato in un match che avrei potuto vincere fino a dieci secondi dal termine.

Carroll indica Schmidt.

NC: E tu, se credi di aver capito Jane meglio di me sei solo un povero illuso. Osservando le sue azioni, credo di essere diventato un mezzo piuttosto che un bersaglio. Può una sediata riavvicinare due persone più di un abbraccio? Chi saprà maneggiare meglio una bomba in procinto di esplodere?

L'ingegnere si lascia andare ad un sorrisetto ironico, guardando dritto negli occhi BBB mentre pronuncia l'ultima frase.

NC: Non è questo il punto del nostro discorso, ovviamente. Ma lo scoprirò presto Schmidt, e a quel punto il tuo discorso potrebbe crollare come un castello di carte.

Nick sospira.

NC: In questo momento il nocciolo della questione è quello che voi chiamate stalking ed io chiamo perseveranza. Io ho la piena consapevolezza di meritare un'altra possibilità.

I lineamenti del bostoniano si fanno più duri.

NC: Non mi sono dimenticato di te, Christophorus. Potrai anche farmi uscire dall'arena con le stampelle o in carrozzina, come ti piace tanto ripetere, ma non riuscirai a tenermi giù, e sai perché? Il nostro match arriva proprio nel momento giusto per convincere tutti gli scettici delle mie parole. E non mi farò sfuggire l'occasione per niente al mondo.

BBB: Non è dolce il nostro Nick quando minaccia le persone?

Big Black Boom interrompe il discorso dell’ingegnere, strappando un sorriso ai suoi sostenitori fuori dal ring.

BBB: Diventa così rosso, gli si formano le rughe in fronte, assomiglia ad un peperone secco, e fa cagare proprio come un peperone secco.

I tedeschi continuano a ridere, il pubblico invece fischia.

BBB: No, Nick, lo sai che scherzo. A nessuno fotte un cazzo di cosa fai o come diventi quando ti arrabbi, anche perché quando lo fai, non si spaventa nessuno. E credo che Christophorus possa confermare.

Schmidt alza una mano e annuisce.

BBB: Ora, nessuno qui vuole più stare a sentire ciò che dici, né vuole continuare a vederti. Purtroppo Christophorus avrà la sfortuna di doverti incontrare di nuovo questa sera, fa che sia l’ultima nella sua vita, e non tormentarti anche per lui, quando non riuscirai a batterlo.

Triple B guarda verso Christophorus e Sigfried.

BBB: Chris, povero te, non te lo leverai più dai coglioni. Non hai visto quanto ancora rimugina sul nostro match?

Ora invece fissa il biondo.

BBB: Be’ Nick, nessuno qui sta affermando che tu non abbia lottato bene due venerdì fa. Ma dominare un match non è vincerlo. I romani dominavano l’Europa, ora sono indecisi su quale sindaco corrotto eleggere. E il vero problemi è che poggi questi tuoi ragionamenti effimeri su basi inesistenti. Io non ho mai preteso di capire Jane, ma di sicuro ho capito te. Ma dirtelo ancora è davvero troppo ripetitivo, quindi sai cosa? Da oggi in poi ci rinuncio e farò semplicemente finta che tu non esista.

Il mascherato chiude un pugno per poi riaprire il palmo.

BBB: Puff.

Carroll piega gli angoli della bocca verso il basso, fingendosi impressionato.

NC: Wow. Bel modo per cercare di liquidare una minaccia. Non considerarmi, fai pure. Ma ti si ritorcerà contro, esattamente come usare Jane per i tuoi scopi senza capirla veramente.

Nick fa per continuare, ma Christophorus Schmidt, palesemente stufo, lo interrompe un’ultima volta.

CS: Sai cosa, buffone? Ci siamo stufati di stare qui a parlarti da lontano e a sentire le tue sciocchezze continue col sottofondo di questi beceri pseudofan. Se permetti vorremmo avvicinarci per discutere meglio. Anzi, sai che c’è, adesso veniamo lì e ti rompiamo il culo. E fine della storia una volta per tutte.

Sigfried e Christophorus buttano via i microfoni e iniziano a scendere la rampa minacciosamente. Sul ring vediamo Nick Carroll guardarsi intorno e allontanarsi immediatamente da Big Black Boom, che vediamo ridacchiare e prepararsi a usare il suo titolo a mò di arma mentre attende i rinforzi. Evidentemente vuole partecipare anche lui al banchetto dei corvi.

Spoiler:


Ma attenzione! Risuona la theme del General Manager della TWC! I fan esultano mentre sullo stage sbuca Virgil Brown Jr., ancora una volta assieme ai fidi collaboratori della A&A Security e a un gruppo di energumeni della security.

ImmagineImmagineImmagine


Come vediamo, Jaeger e Schmidt, piuttosto accigliati, sono fermi a metà della rampa con delle facce che sono tutto un programma, mentre Big Black Boom scuote il capo. Ma sentiamo le parole del GM della TWC.

VB: No, non ci siamo proprio. Voi membri della BDK Inc. siete proprio degli elementi irrecuperabili.

Poi lo sguardo del General manager si volge verso il ring.

VB: E anche tu, Big Black Boom. Credi di essere così furbo? Pensi davvero che io non monitori e mi segni tutte le tue malefatte? Evidentemente, come questi due pessimi elementi, credi che avere un titolo dia diritto a fare quello che ti pare e piace. Beh, con me in carica non c’è niente di più sbagliato.

Poi il veterano di di antiche battaglie sul ring inizia la sua reprimenda.

VB: Jaeger, Schmidt, Boom. Essere dei campioni e detenere delle cinture importanti, implica una grande responsabilità. Voi dovreste dare l’esempio, essere dei leader nella TWC. Non comportarvi come dei volgari bulli di periferia. Dovreste ispirarvi a Leon Black, ecco. Lui è un esempio da seguire, noi certo voi.

Le ultime frasi provocano una reazione diametralmente opposta sui tre, con Jaeger che impreca, rosso in volto, Schmidt che sputa a terra, e Big Black Boom che fa uno sguardo ironico.

VB: Non so, ogni volta che vi vedo mi sembra di essere un professore costretto ad avere a che fare con dei ragazzini del liceo. Nello specifico voi sareste quelli che fin dal primo giorno di scuola si piazzano sempre nei banchi in fondo per poter fare caciara. E devo dirvi sinceramente, che dopo un pò la caciara diventa fin troppo fastidiosa. Perfino per una persona paziente come me.

Virgil Brown Jr. sospira.

VB: Come in questo momento. Perciò dovrò prendere provvedimenti. Jaeger, Schmidt, complimenti per la doppietta di stasera, eh. Prima quella farsa coi vostri amici ad Achtung, ora qui a disturbare le legittime recriminazioni di Nick Carroll minacciando l'ennesima aggressione.

Il GM della TWC scuote il capo, poi continua.

VB: Perciò vi dico. Il match tra Christophorus e Nick Carroll si terrà regolarmente, tuttavia la Bruderschaft Der Krahe Incorporated, e ovviamente i loro amici, saranno assolutamente banditi da bordoring, nè potranno interferire. Pena il ritiro dei TWC World Tag Team Titles, unico modo per tenervi buoni, sembra. E niente maschere o travestimenti, vi riconoscerei lontano un miglio.

Mentre Sigfried e Christophorus cominciano subito a confabulare tra loro, Virgil Brown Jr. indica ora Big Black Boom.

VB: Ah, anche tu Boom sarai bandito dal match, stessa modalità di punizione in caso di furbata, ovvero il ritiro del titolo che porti in spalla. Ah, e dì alla tua amica di non intervenire, o sarà come se lo avessi fatto tu.

Il Perfidy in a Mask sembra accigliarsi, poi però scoppia a ridere, facendo spallucce.

VB: Non ho terminato, Big Black Boom. Vedo che ti sembra una cosa da poco, dato che sei sempre stato un opportunista che pensa solo a se stesso e ormai ti senti al sicuro dall'Engineer. Peccato per te che se stasera Nick Carroll sconfiggerà Christophorus Schmidt, otterrà allora una titleshot al tuo TWC 15 Championship da sfruttare il 18 dicembre nello Special Event di fine anno, TWC The End is Near!

Boato del pubblico dopo l'annuncio di Virgil Brown Jr.! Come vediamo il sorriso di Big Black Boom si è congelato all'istante, facendo spazio alla rabbia. Di tutt'altro avviso invece Nick Carroll, che annuisce soddisfatto e poi ridacchia vedendo la faccia del Perfidy in a Mask. Una volta che il casino dei fan diminuisce, il General manager va a concludere il discorso.

VB: E ora fuori dal mio ring Boom, per favore. E tu, Jaeger, sei pregato di tornare subito nella tua House of Heroes, dove spero mediterai un pò sulle tue recenti azioni in TWC.

Vediamo che la security cala sulla rampa, circondando un furioso Sigfried Jaeger. Altri addetti alla sicurezza invece arrivano al ring e scortano Big Black Boom verso la rampa. Prima di uscire, il Perfidy in a Mask rivolge un gestaccio a Nick Carroll, che continua a sorridere comunque e annuisce ironicamente. Una volta vicini, Jaeger, Schmidt e Boom fanno per andarsene, ma il GM ha ancora un'ultima cosa da dire.

VB: Tu no, Schmidt, perchè il tuo mach con Nick Carroll, starts... Now!


Altra esultanza da parte del pubblico del Maverick Center. Christophorus Schmidt annuisce in modo secco, butta via gli occhiali da sole e dà il cinque a Sigfried, che lo incoraggia. Eccolo poi farsi largo tra la security, spintonando un paio di persone mentre si dirige verso il ring. Intanto Sigfried Jaeger e Big Black Boom sono scortati via nel backstage, non senza lesinare qualche insulto al General Manager, che li osserva con uno sguardo paterno e poi li segue a distanza assieme alla A&A Security. Le immagini sfumano col Berlin Brawler che monta nervosamente sull'apron ring, mentre un concentrato Nick Carroll lo attende appoggiato a un angolo. Tra poco inizierà un match diventato a sorpresa fondamentale per questa strepitosa Road to End is Near. Pubblicità, ma non andate via.





Up Next: The Match!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 20/11/2015, 20:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Torniamo dalla pausa ed al Maverik Center di West Valley City è tutto pronto per il match tra Christophorus Schmidt e Nick Carroll. L'incontro, che ha assunto un'importanza vitale per Carroll dopo l'annuncio del General Manager Virgil Brown, sarà diretto da Thomas Kiley, che vediamo essere arrivato sul ring.

Immagine


I due contendenti si guardano in cagnesco mentre l'arbitro fa cenno al timekeeper di suonare la campanella e dare il via alla contesa.

Immagine vs Immagine


Christophorus Schmidt vs Nick Carroll
If Carroll wins he earns a title shot for the TWC 15 Championship at The End is Near


Il Berlin Brawler sogghigna e porta in alto un braccio, proponendo un clinch all'avversario. Carroll alza un sopracciglio e si avvicina cautamente al tedesco, fino quasi a congiungere la sua mano con quella del membro della BDK Inc. All'ultimo istante il bostoniano cerca di sgusciare via sotto il braccio di Schmidt per posizionarsi dietro di lui, ma Christophorus non si fa sorprendere e non concede le spalle all'ingegnere. Si rimane quindi in una situazione di stallo, fino a quando Schmidt avanza con decisione ed intrappola il Brain Damager in una Side Headlock. Mentre tiene la presa il tedesco sorride verso la telecamera, ma dopo qualche secondo Nick riesce a portarlo verso le corde ed a spingerlo via. Schmidt prende un primo rimbalzo, scavalca Carroll che si era disteso a terra e dopo il secondo rebound sorprende l'ingegnere con una potente ginocchiata all'addome. Nick rimane piegato per il dolore e Christophorus ne approfitta per afferrare il rivale per il capo e sbatterlo violentemente a terra. Il bostoniano si contorce e si tiene la nuca con entrambe le mani, evidentemente risente ancora dei colpi subiti alla testa nell'incontro di due settimane fa, nonché della sediata ricevuta da Jane. Schmidt non si è fatto sfuggire la reazione scomposta dell'avversario e va ad infierire sul target individuato con dei calcetti. Nel mentre, il Berlin Brawler schernisce Carroll, provocando la reazione negativa degli spettatori. Per tutta risposta, il Tag Champ rialza Nick ed esegue su di lui una Implant DDT!

Immagine


Primo tentativo di pin dell'incontro: 1, 2, no! Carroll si salva, ma viene velocemente abbrancato da dietro e... Schmidt Plex da parte dell'Hunter! Nick rotola via dal ring, ma Schmidt lo insegue velocemente e lo scaglia con prepotenza contro i gradoni di acciaio! L'ingegnere impatta con la nuca contro l'acciaio ed il pubblico esprime tutto il suo sgomento con un boato. Il German Nightmare non perde tempo e fa rotolare l'avversario nel quadrato, per poi andare a coprirlo: 1, 2, kick out di Carroll! Schmidt intima a Kiley di contare più velocemente, ma l'arbitro non sente ragioni e ribadisce che il conto è solo di due. Nel frattempo, Nick è ancora a terra, evidentemente provato dall'infortunio ed in difficoltà come non l'avevamo mai visto dal suo esordio in TWC. Il tedesco continua ad infierire su di lui con degli Stomp, poi chiude una Headlock. Carroll non ha intenzione di arrendersi e si riporta gradualmente in piedi. Il biondo riesce a rompere la presa di Schmidt, poi si gira e mette a segno due rapide ginocchiate in successione, la prima allo stomaco e la seconda alla fronte. A seguito del secondo colpo Schmidt indietreggia verso le corde e dopo il rimbalzo Nick lo atterra con un Superkick!

Immagine


Il Brain Damager connette con la trademark move del roster TWC e si appoggia alle corde per riprendere fiato. Lentamente il suo avversario si rimette in piedi, solo per venire intercettato da una Jumping Clothesline! E un'altra! E un'altra ancora! Carroll urla per caricarsi e il pubblico risponde con un boato. Schmidt è ora in ginocchio e l'ingegnere prende la rincorsa alle corde... Shining Wizard a segno! 1, 2, no! Non è abbastanza per battere il coriaceo Berlin Brawler. Il tedesco è ora carponi e striscia verso le corde. La posizione è perfetta per un Curb Stomp e Nick parte all'attacco! Ma Schmidt si scansa e quando l'avversario si gira lo abbranca per la Berlin Bomb!

Immagine


A segno! Nuovo colpo sulla nuca per l'ingegnere, che viene schienato! 1, 2, no! Colpo di reni di Nick! Ma il campione di coppia non perde tempo, risolleva velocemente il suo avversario e va di nuovo a segno con lo Schmidt Plex! Carroll rimane a terra inerme, l'Hunter va ampi cenni con le braccia chiamando la fine dell'incontro. L'ingegnere, che si stava lentamente rimettendo in piedi, viene lanciato alle corde e poi alzato in aria per la Last Hope...

Immagine


Contromossa! Carroll rovescia tutto in una DDT al volo! I due contendenti rimangono a terra: Christophorus boccheggia, mentre Nick è assolutamente immobile in posizione supina. Il primo a rialzarsi è il tedesco che si porta in piedi con l'aiuto delle corde, all'altezza di uno dei quattro angoli del ring. Attenzione, il Brain Damager si rialza in piedi con le ultime forze e connette con un Step Up Enziguri Kick sul membro della BDK Inc! E sia Carroll che Schmidt sono entrambi al tappeto per la seconda volta in pochi minuti, col bostoniano che non riesce a dare continuita alla sua azione. Stavolta i due si rialzano in contemporanea, ma è il Brain Damager ad attaccare per primo. Egli tenta un braccio teso, ma il Berlin Brawler si abbassa e colpisce con un Gut Kick. Schmidt abbranca Carroll e tenta di sollevarlo per la Neutralisator! No, Nick punta i piedi e si libera con un Back Body Drop! Il tedesco si riporta in piedi tenendosi la schiena, ma quando si gira trova un Roundhouse Kick ad aspettarlo! No, Schmidt evita abbassandosi e si trova alle spalle di Carroll. Christophorus ne approfitta e blocca Nick per un braccio, per poi assestargli una serie di terribili gomitate alla nuca! Infine, il Tag Champ lancia il rivale col petto contro le corde ed al rimbalzo mette a segno una sorta di Last Hope che centra Carroll esattamente alla nuca!

Immagine


Nick cade a terra di faccia, quindi Schmidt lo fa rotolare e lo schiena, sorridendo. Kiley conta: 1, 2, 3! NO! Incredibile! Nick ha alzato la spalla all'ultimo istante, facendo gelare il sorriso sulla bocca del German Nightmare! È troppo alta la posta in palio in questo match per il bostoniano, Carroll si rifiuta di arrendersi a Schmidt! Quest'ultimo non ci sta e prova a rialzare l'avversario, ma l'ingegnere non riesce nemmeno a tenersi in piedi sulle sue gambe. Il tedesco lo guarda con un sguardo carico di disprezzo e poi lo chiude nella Bad Dreams.

Immagine


Carroll non dà cenni di reazione e Christophorus stringe ancora di più la presa. Nick è inerme, nonostante il pubblico canti il suo nome per sostenerlo. Schmidt chiede a Kiley di controllare che il suo avversario non sia svenuto. L'arbitro fa per intervenire, ma improvvisamente Nick ha uno scatto e riesce a portare fulmineamente le spalle dell'avversario a terra! 1, 2, NO! NO! Schmidt riesce a sfuggire giusto in tempo, mollando la presa!

Spoiler:
Ma cosa? L'arbitro ha appena fatto suonare la campanella! Il match è finito, Kiley ha ultimato in conto di tre in favore di Nick Carroll!

JR: He's the winner and the new number one contender for the TWC 15 Championshiiip, Niiiick Caaarrooooll!

Il vincitore rotola via dal ring, tenendosi a malapena in piedi, mentre Schmidt si lamenta con l'arbitro. Il tedesco sbraita furiosamente, ma dal replay possiamo vedere che Kiley ha preso la decisione giusta, visto che il membro della BDK ha alzato la spalla un attimo dopo il fatale conto di tre dell'ufficiale! Carroll si aggiudica un match che sembrava perso con l'astuzia e a The End is Near vivremo l'ennesimo capitolo della sua lunga rivalità contro Big Black Boom!


E con le immagini del vincitore dell'incontro che rientra festante nel backstage il collegamento si interrompe per un nuovo stacco pubblicitario.

Up Next. Fifty Shades of Black


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 20/11/2015, 20:59 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Ci troviamo nuovamente tra i corridoi dell'arena e nuovamente vediamo il Diavolo Custode aggirarsi tra di essi con il suo completo nero sopra ad una camicia color rosso bordeaux

Immagine


Continua a camminare fin quando non si trova dinnanzi allo spogliatoio di Leon Black. Rimane fisso davanti alla porta per qualche secondo per poi decidersi a bussare ed entrare dentro con sguardo serio e deciso

LM:'Sera, Black. Ti risparmio i convenevoli andando dritto al nocciolo. Immagino tu sappia perché mi trovo nuovamente qui e che la cosa ti infastidisca. Me ne dispiaccio di tutto ciò ma non ho la minima intenzione di indietreggiare. E' diventato ormai il mio stile di vita.

Il gigante, in completo azzurro, alza lo sguardo dal libro che sta leggendo richiudendolo ed appoggiandolo alla panca su cui è seduto.

Immagine


LB: Salve Lancelot. Anche io sono convinto che tu non debba provarci mai più.

LF: Leonard!

Immagine


Lucy Fisher, in un angolo della stanza, sospira.

LF: Salve Lance.

Murdock saluta la rossa con un cenno del capo

LM:Buonasera, Lucy. Ti trovo in forma.

Lance rivolge poi il suo sguardo verso il campione

LM:Mi spiace deluderti, Black, ma devo. Sai meglio di me che più questa situazione rimane in stallo peggio diventa.

LB: Quello che sono non è di tuo interesse. Stammi lontano. Ci sono un sacco di persone che hanno bisogno del tuo aiuto. Io non sono una di queste.

Lance sospira

LM:Lo è eccome. Sei un mio collega, una persona che ammiro e rispetto e probabilmente anche un amico quindi... Sì, direi che rientra tra la fascia dei miei interessi. Perché devi sempre essere così testardo?

LB: Perché so chi sono. Come credi che accetterebbe una cura di aspirina un malato terminale di cancro? Non puoi fare nulla per me. Nessuno può. Puoi solo farmi stare peggio.

LM:Non proprio calzante come paragone... Direi piuttosto che tu sei si un malato terminale di cancro, di quelli però che rifiutano qualsiasi tipo di cura solo perché si sono arresi e non hanno alcuna voglia di combattere. Una chemio terapia potrebbe essere d'aiuto, certamente i suoi effetti non sono sicuri che si manifestino, ma tanto vale la pena provare, no? Anche se si può perdere qualche capello.

Il diavolo si appoggia ad una parete della stanza con le mani nelle tasche

LM:Il fatto è che tu non sei disposto a perdere i tuoi capelli impuntandoti, già convinto che tu sia in punto di morte. Nulla è assoluto, anche il cancro può essere sconfitto e anche tu puoi essere aiutato.

Black sbuffa.

LF: Smettila.

LB: Gli vuoi dare corda tu?

LF: Tu rifiuti sempre l'aiuto di tutti.

LB: Non mi conosce. Non sa chi sono. E io non voglio il suo aiuto.

LM:E' proprio questo il punto: non VUOI. Non vuoi lottare per sfuggire da questo limbo.

Murdock sospira nuovamente

LM:Hai però parzialmente ragione. Non ti conosco affatto bene. Possiamo rimediare se vuoi, magari con un patto di sangue ma suppongo tu non sia tanto avezzo all'idea.

Il Preacher tira fuori una mano dalla tasca e punta un dito contro Lucy

LM:Lei però la conosci, piuttosto bene. E lei conosce te. Perché non provi a ricevere il suo di aiuto?

LB: Sono stanco.

Black chiude la mano a pugno.

LB: Sono stanco. La gente vede due video e inizia a parlare di me, come se sapesse quello che provo. Sono stanco di vedere gente che parla di Elena. Sono stanco della psicanalisi da due spiccioli che provano a farmi. Nessuno può aiutarmi e io non voglio esserlo. Credo possa bastare.

LM:Mai nominata Elena e mai preteso di sapere cosa provi. In quanto alla psicanalisi spicciola mi spiace ma la faccio da sempre, mi piace però pensare che vale un po' di più di due spiccioli.

Il diavolo custode rimane in silenzio con lo sguardo fisso vero Black per un paio di secondi

LM:Il fatto è che sei un codardo, Black... E non me lo aspettavo. Tutti quanti hanno degli scheletri nell'armadio, non sei l'unico. Anche se hai delle intere catacombe in quell'armadio son pur sempre singoli scheletri come quelli di chiunque altro. Non sei così speciale, Black, scendi dal piedistallo.

Lance si stacca dalla parete aggiustandosi la giacca

LM:Credo che ora leverò il disturbo prima che ti venga nuovamente voglia di spaccarmi tutte le ossa. Ti chiedo solamente di riflettere su quanto detto e di farti dall'unica vera persona che ti capisce qui dentro e che ti vuole bene.

Black chiude la mano destra a pugno così forte che del sangue inizia a colare per terra.

LB: Tu non hai idea. Tu non hai idea. Esci subito di qui. Non mi farò mancare di rispetto da te. FUORI!

Il gigante indica la porta a Murdock, ringhiando. Lance scuote la testa amareggiato

LM:Lo prenderò come un "No, non ho la minima idea di riflettere su ciò che hai detto e non farò la minima azione per risolvere i miei problemi." Come preferisci... Ti immaginavo decisamente meglio.

Lance dà le spalle al campione e si dirige verso l'uscita, non prima di rivolgere lo sguardo verso Lucy

LM:Non deve essere una passeggiata vivere insieme a lui, eh? Ci si vede, Lucy. Vi auguro una discreta giornata.

Il diavolo custode saluta Lucy con un cenno del capo per poi andare verso la porta e chiudersela alle sue spalle, E sulle immagini di Black che si mette a sedere ignorando Lucy che prova a parlargli, noi andiamo in pubblicità.

Up Next: Boredom (& ma$$oni)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 20/11/2015, 21:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting

ImmagineImmagine

Dopo una breve sosta pubblicitaria, eccoci tornati LIVE dal Maverik Center, West Valley City, dove si sta svolgendo la ventesima puntata di Friday Night Indoor War; le immagini ci conducono immediatamente al centro del ring, dove troviamo schierati Tyler Nolan e Samuel Nolan, i Nolan Brothers, che dopo una lunga assenza, come ampiamente pubblicizzato durante tutta la settimana, sono tornati stasera. Il TWC Universe li accoglie con una reazione mista: c'è chi mostra nei loro confronti affetto ed entusiasmo, chi, invece, non sembra gradire la loro presenza, anche se gli applausi superano i fischi. Tyler osserva il pubblico con sguardo truce, Samuel, invece, sorride, salutando tutti i fan presenti all'interno dell'arena.

TN: Diverse settimane fa...

TWC Universe: WHAT?!

TN: ...a Indoor War...

TWC Universe: WHAT?!

TN: ...io e mio fratello Sam...

TWC Universe: WHAT?!

TN: ...abbiamo affrontato i campioni di coppia...

TWC Universe: WHAT?!

Tyler si interrompe, lanciando sguardi poco amichevoli verso il TWC Universe, mentre, alla sua sinistra, Samuel sorride, divertito.

SM: Ehi, ragazzi, siete fantastici, vi adoro, West Valley City!!

Il pubblico risponde positivamente, Samuel applaude, Tyler rimane in silenzio, con sguardo ancora truce.

SM: Ci siete mancati TANTISSIMO, può sembrare strano, ma penso che anche noi vi siamo mancati, non è così?! Comunque, Tyler e io, dopo il nostro scontro coi campioni di coppia, dopo esserci ripresi, abbiamo riflettuto moltissimo, abbiamo pensato a diverse strade da percorrere, non sapevamo se saremmo tornati a combattere, perlomeno insieme; però, la verità è che io amo mio fratello, lui ama me, perciò alla fine è difficile stare separati anche sul ring, dunque annuncio ufficialmente il ritorno dei NOLAN BROTHERS in TWC!!

Immagine

...ATTENZIONE!! LE LUCI IMPROVVISAMENTE SI SPENGONO!!

TITANTRON ha scritto:
Immagine


TITANTRON ha scritto:
Immagine


TITANTRON ha scritto:
Immagine


TITANTRON ha scritto:
Immagine


TITANTRON ha scritto:
Immagine


TITANTRON ha scritto:
Immagine


...LE LUCI SI RIACCENDONO IMPROVVISAMENTE...

Immagine

...ATTENZIONE!! ZEUS!! Zeus, il leader di "The Enlightened of Pro Wrestling" si trova in piedi sopra la terza corda di uno dei quattro angoli del ring!! Samuel e Tyler, stupiti, lo osservano, il pubblico, anch'esso sorpreso, rumoreggia...ecco che Zeus, che indossa una maschera completamente d'oro, alza al cielo entrambe le braccia sotto lo sguardo perplesso dei Nolan Brothers...

Immagine

...MARS!! Ecco che alle spalle dei due fratelli arriva l'altro membro di "The Enlightened of Pro Wrestling", che, impugnando nella mano destra una mazza da baseball, sorprende Nolan e Samuel, colpendo entrambi violentemente con l'arma in legno!! Samuel Nolan è la prima vittima: riceve un tremendo colpo al costato, dopodiché viene messo definitivamente KO con un secondo colpo, questa volta alla testa! Mars, messo a posto il primo, prova a colpire Tyler, che, però, riesce a schivare la mazza da baseball...

Immagine

...THE ULTIMATE ACT!! Ultimate Act a segno da parte di Tyler Nolan ai danni di Mars!! Il membro della setta segreta degli "Illuminati del Pro Wrestling" finisce al tappeto, KO; il pubblico rumoreggia fra gli spalti, mentre Tyler Nolan, furioso, si prepara a colpire Zeus...

Immagine

...DIVING HIGH KNEE!! Zeus sorprende Tyler, colpendolo con una violentissima ginocchiata in pieno volto!! L'ex campione di Arti Marziali Miste, dolorante, prova comunque a rialzarsi sotto lo sguardo si Zeus...

Immagine

...ZEUS LO COLPISCE CON UN TREMENDO CALCIO!! Tyler Nolan cade al tappeto, privo di sensi!! Ora Zeus, che svetta al centro del quadrato, viene raggiunto da Mars, che ancora un po' dolorante, toccandosi il costato, una volta recuperata, solleva al cielo la mazza da baseball e con essa indica, minaccioso, prima Tyler e poi Samuel, entrambi esanimi al suolo, mentre il leader degli "Illuminati del Pro Wrestling" osserva il pubblico, che continua a rumoreggiare...una nuova forza è apparsa in TWC, "The Enlightened of Pro Wrestling" sono qui!!

Up Next: Tour in infermeria


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 20/11/2015, 21:09 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Di nuovo in onda con l'episodio numero venti di TWC Indoor War. Le immagini ci portano nel backstage, dove vediamo Nick Carroll uscire dall'infermeria dell'arena dopo il duro match che lo ha visto battere Christophorus Schmidt.

Immagine


Il bostoniano si tiene premuto del ghiaccio contro la nuca ed i suoi passi sono accompagnati da alcune smorfie di dolore. L'ingegnere svolta l'angolo e quasi finisce addosso a Jane Murphy.

Immagine


NC: Buonasera Jane.

JM: Ah. Buonasera.

Per alcuni istanti i due si guardano negli occhi senza proferire parola. Poi Jane prende fiato per parlare, ma ci ripensa.

NC: Cosa volevi dire?

The Lioness sospira.

JM: Che hai reagito diversamente da come mi aspettavo. Niente pianti e urla, stavolta. Quasi un atteggiamento maturo.

Nick sogghigna.

NC: Il fatto è che stavolta credo di aver capito. Non penso tu l'abbia fatto per vendicarti su di me. Non aveva senso piangermi addosso o prendermela con te. Molto meglio andare là fuori e riprendermi ciò che mi hai tolto.

JM: Non ti chiederò scusa per quello che ho fatto, perché non c'erano altre soluzioni. Non sono più in cerca di una vendetta contro di te. Giusto o sbagliato, torto o ragione, chi cazzo se ne frega? La nostra lite non è mai stata la cosa più importante. La cosa più importante è che non ho notizie di Michael da due anni. Due fottutissimi anni.

NC: E nonostante quello che ti ho detto il mese scorso, tu credi che Big Black Boom sia la soluzione al tuo problema.

Jane porta le mani ai fianchi e allarga i gomiti, mentre sospira.

JM: Di certo non seguo i tuoi consigli come fossero oro colato. Altra cosa sicura è che cercare con le buone non mi ha portato da nessuna parte. Nemmeno un indizio. Perché non provare un'altra strada allora? Chi può avere più informazioni di BBB su un mondo sommerso come quello in cui deve essersi cacciato Michael?

Nick non smette di scuotere la testa mentre ascolta le parole della sua ex.

NC: E vale la pena tentare questa via? Vale la pena rischiare di farsi prendere in giro da BBB, come se non l'avesse già fatto in passato? Vale la pena mostrarsi a decine di migliaia di persone come la ragazza che non sei assolutamente? Vale la pen-

JM: STAI ZITTO.

Carroll si blocca, a bocca aperta, sorpreso dal tono furioso di Jane.

JM: Tu non sai cosa ho passato negli ultimi due anni. Studiare anche la notte per vincere le borse di studio e mantenermi, lavorare in ogni genere di posto per accumulare qualche soldo da spendere per cercare Michael. Viaggi, telefonate, esami. Tutto da sola. Fidati quando ti dico che vale la pena di tentare qualunque via. A qualunque costo.

NC: Sei tu che hai voluto affrontare tutto da sola. Io avrei voluto esserci. Non saresti mai arrivata al punto di dover chiedere aiuto a Big Black Boom se io ci fossi stato.

JM: Tu hai deciso di andare via. Non sono io che ti ho allontanato. Sei stato tu, con la tua stupida convinzione che Michael un bel giorno salterà fuori come un coniglio che esce dal cilindro!

NC: Potrei dire che sei stata tu, con la tua prepotenza nel non voler rispettare la sua decisione. Potrei dire che non puoi sapere quando e come tornerà. Ma hai detto che non è del torto o della ragione che ti interessa ed in effetti mi trovo d'accordo. Il dato di fatto è che da quando non stiamo più insieme entrambi viviamo peggio. Rifletti su queste parole.

L'ingegnere muove qualche passo e oltrepassa la Murphy mentre finisce di parlare.

JM: Ma...

Jane prova a rispondere, girandosi verso di lui, ma Nick continua ad allontanarsi da lei. Sul primo piano della ragazza che si morde il labbro inferiore, le immagini sfumano.

Up Next: Leon Black vs. Thomas Bell


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 20/11/2015, 21:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Ben tornati a Indoor War. Ventesima puntata che va festeggiata con un match per il titolo del mondo. E il match per il titolo del mondo è ora.



Immagine


Thomas Bell compare sullo stage, sorridendo ed indossando una maglietta dei Pink Unicorn United. Il pubblico lo accoglie positivamente, facendo cori in suo favore e in favore dei PUU. Il ragazzo di colore si sfila gli occhiali da sole e li lancia fra il pubblico, per poi avviarsi verso il ring, scambiando qualche cinque con i membri del pubblico in prima fila e fermandosi a farsi una foto con un fan che sventola un cartello con sopra scritto: “U Gonna Get Unicorned!” Fatto lo scatto Bell si arrampica sui gradoni d’acciaio, passa sotto la seconda corda ed entra sul quadrato, salutando con un cenno del capo Jessica Rose. Fermatosi a centro ring si toglie la maglietta e la lancia fra il pubblico, per poi appoggiarsi ad un angolo.



Immagine


Leon Black, titolo in spalla e sorriso storto compare sullo stage, mentre le luci si abbassano e viene seguito da un occhio di bue. Il gigante si ferma a centro stage, mentre fra il pubblico scende il silenzio, e alza il braccio destro con il titolo sopra la testa, tendendolo il più possibile. Dopo qualche secondo, il gigante alza lo sguardo e butta giù il pugno.

BOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOM!


Pubblico agli effetti speciali come al solito, mentre Black si avvia verso il ring, ora molto più serio. Sale lentamente i gradoni d’acciaio, si arrampica sul paletto e alza ancora il titolo, portandolo nel punto più alto in cui un uomo possa portarlo da solo. Poi salta giù e si scambia un bacio sulla guancia con Jessica Rose, per poi portarsi all’angolo opposto di Bell, annuendo al suo avversario.

JR: Introducing first, the challenger, in the corner to my right, from Philadelphia, Pennsylvania, he stands 6-feet tall, weighing 248 pounds, he is The One Before The One Behind The One Beyond The One In TwentyOne-One, Thomas Bell!

Bell annuisce, mentre Black scuote la testa ridacchiando nell’altro angolo.

JR: And his opponent, in the corner to my left, from Chicago, Illinois, he stands 7-feet-2-inch tall, weighing 392 pounds, he is the first ever and the current reigning TWC World Heavyweigt Champion, the Unglorified Legend, Leon Black!

Leon Black alza il titolo sopra la testa, accolto da un boato a suo favore, poi sorride a Bell che si sta avvicinando. Il campione del mondo consegna il suo titolo all’arbitro, il perifrastico Thomas Kiley, che lo alza, mostrandolo ai quattro lati del ring. Completata l’operazione il direttore di gara porge il titolo a Jessica Rose che sta uscendo dal quadrato, poi fa segno al timekeeper di far suonare la campanella.

Leon Black © vs. Thomas Bell
Single Match for the TWC World Heavyweight Championship


I due contendenti stanno a qualche passo di distanza, immobili, poi entrambi cercano qualcosa, Black negli stivali e Bell nelle tasche dei pantaloni. Entrambi estraggono un mazzo di carte e si osservano per qualche secondo, poi entrambi pescano una carta dal mazzo dell’altro, per poi mescolarla nel proprio. Dopo qualche secondo i due iniziano a mettere giù le carte una per una, e sono tutte in ordine, dall’asso di cuori al re di picche. Fatto questo spazzano via le carte dal ring, sorridono e si chiudono in un clinch. Black ha rapidamente la meglio grazie alla sua maggiore statura, ma Bell scivola via e lo cinge da dietro. Il campione del mondo quindi si sposta fino alle corde, prendendo il rimbalzo e scivolando via. Black rimbalza sull’altro lato, passa sotto un braccio teso di Bell, rimbalza di nuovo e tenta un Lariat. Bell a suo volta schiva e blocca il gigante in uno Scorpion Kick. La Unglorified Legend però accentua il movimento rotatorio e torna in piedi dopo una capriola all’indietro, mentre Bell si trova in ginocchio, in chiara posizione di svantaggio. Lock Up alla testa, che il ragazzo di colore sfrutta per ribaltare il tutto in una Sleeper facendo leva con gli addominali. Black però si solleva subito, caricandosi sulle spalle il suo rivale, che non perde tempo e si butta giù. Superkick di Bell parato, gomitata di Black evitata, tentativo di ginocchiata di Bell bloccato e Sambo Suplex di Black! No! Bell atterra in piedi, e connette la Modified Memories su Leon che si sta rialzando. No! Black blocca il piede del suo avversario e si rimette in piedi. Enziguri! Black si abbassa, evitando il colpo. Mule Kick! Black blocca anche l’altra gamba del suo avversario. Rocket Launcher verso l’angolo. Bell riesce ad aggrapparsi alle corde prima di impattare contro le protezioni, rimbalza e va per un Second Rope Moonsault. Black lo prende al volo, ma Bell si libera e lo porta in posizione di Reverse DDT. Black si libera e connette una STO Backbreaker!

Immagine


Pin. 1…2… No! Bell si libera dallo schienamento e rotola lontano dal gigante, cercando spazio per rialzarsi. Black gli concede qualche secondo, poi gli si avvicina, ma Bell scatta in piedi e prova a sollevarlo in posizione di Fire Man Carry! Bell fa uno sforzo incredibile, ma non riesce a spostare il gigante di un centimetro. Il ragazzo molla la presa e si tiene la schiena, chiedendo un secondo per riprendersi. Il campione del mondo gli fa segno di fare pure.

Immagine


F-LASER! La mossa con cui Thomas Bell, allora con il moniker di Bork Laser, ha sconfitto gran parte dei suoi avversari! Schienamento. 1…2… No! Black alza la spalla, spostando Bell ed annullando il conteggio. Thomas si rialza e cerca di convincere l’arbitro che la birra analcolica è esattamente come quella normale, ma l’omonimo Kiley gli risponde che è solo conto di due. Momento di disperazione per Bell, che però non si butta giù e rialza Black, evitando poi un destro, e parando un sinistro. Poi devia un sinistro, deflette un destro e para un altro destro. Sinistro schivato, destro parato, sinistro parato, destro schivato. Sinistro evaso, destro eluso, destro respinto e destro controbattuto. Black scarica la sua raffica di cento pugni, ma Bell li neutralizza tutti, osservando soddisfatto il campione quando si ferma. Uppercut di Black che stende Bell, poi il gigante si butta alle corde e tenta un Lionsault. Bell rotola fuori dal raggio di Black, ma il campione atterra in piedi e tenta un Jumping Double Foot Stomp, che Bell evita ancora rotolando. Tentativo di calcio in spazzata da per terra di Bell, ma il suo avversario lo salta e prova a connettere uno Standing Moonsault. Thomas si sposta nuovamente, ma Leon atterra in piedi. Il ragazzo di colore urla qualcosa.

TB: Oh, come on! You can’t do that!

Bell appoggia i suoi piedi sulle ginocchia di Black e spinge, sfruttando l’energia per fare una capriola all’indietro e rimettersi in piedi. Superkick di Black! No, Bell blocca la gamba del suo avversario, lo sgambetta e tenta un Roll Up a ponte. Il campione del mondo però non si fa cogliere impreparato e lo trasforma in uno schienamento in suo favore. 1…2… No! Ottimo Kick Out di Bell, che è in piedi prima del suo avversario. Modified Memories!

Immagine


Black si rialza barcollando e Bello lo afferra da dietro in una posizione di Half Nelson. Tentativo di New Age Mark, che viene neutralizzato dal peso stesso del gigante. Black si libera, si gira e tenta un Back Body Drop. Bell atterra in piedi e prova ad afferrare ancora il suo avversario, che però è lesto a bloccarlo e a connettere un Jawbreaker. Bell barcolla. Superkick! No. Ottimi riflessi di Bell, che ora tenta di sgambettare ancora Black, che però non si fa sorprendere questa volta e salta la gamba dell’avversario, per poi spingerlo via e tentare un lariat. Bell si abbassa, facendo rimbalzare alle corde il suo avversario e chinandosi per farlo cadere. Black prova a rimettersi rapidamente in piedi. Modified Memories! No! Black blocca la gamba del suo avversario, lo fa girare e connette con un Deadlift German Suplex! No! Bell atterra in piedi.

Immagine



Modified Memories! Black si rialza barcollando.

Immagine


New Age Mark! Schienamento rapido. 1… 2… 3…. No! Kiley indica un braccio di Leon Black, che sta toccando la corda più bassa! Bell non ci crede e si mette le mani nei capelli, poi prova a rialzare il suo avversario. Deadlift German Suplex! Contro l’angolo. Brutta botta, ma Bell non cade. G.T.S.! Bell rimane piegato.

Immagine


Sitout Double Underhook Powerbomb! Schienamento 1…2…3! Leon Black connette una manovra non tipica del suo moveset e porta a casa il match.

Spoiler:
The winner of this match: Leoooooooooooon Blaaaaaaaaaaaaaaaaaaack!


Bella vittoria per il campione, ma onore allo sconfitto, che ora è in ginocchio e si tiene la testa. Qualche coro inizia a salire anche per lui, mentre Black ha recuperato il suo titolo e si è appoggiato in un angolo. Bell lo osserva e gli fa segno di volere una mano a rialzarsi. Il gigante si avvicina, gli tende la mano e il ragazzo di colore si rimette in piedi. I due si osservano ed entrambi annuiscono. Lentamente Bell scende dal ring, e i due ritornano nel backstage insieme, mentre noi andiamo in pubblicità.

Up Next: Murdock in the Backstage


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 20/11/2015, 21:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Ci troviamo nei corridoi dell'arena, qui vediamo Lance Murdock, vestito come poco fa con completo nero e camicia di color rosso bordeaux, divincolarsi tra i corridoi con espressione leggermente sorpresa tenendo in mano un biglietto

Immagine


Ripone il biglietto in tasca per poi fermarsi dinnanzi ad una porta, bussare e pochi secondi dopo entrare

LM:Devo ammettere che non me l'aspettavo affatto questa richiesta... Mi fa piacere che tu stia riconsiderando le tue idee. Posso accomodarmi?

Immagine


KM: Certamente, Lance.

Kevin Manson, in piedi, si massaggia la mano destra, fasciata. The Animal sorride, dopodichè prende un paio di sedie pieghevoli appoggiate al muro e le piazza al centro della stanza, sedendosi e facendo cenno a Murdock di fare lo stesso. Il Daredevil esegue.

KM: Non sono un grande amante dello sfarzo, temo che tu debba accontentarti di questa sedia di plastica e qualche bottiglia d'acqua rimasta nel frigo. Ma, a giudicare dal tuo sguardo, penso che tu sia felice in ogni caso di essere qui.

Manson si alza, si dirige verso il frigo e prende un paio di bottigliette d'acqua, lanciandone una a Lance che la afferra al volo. Il Painmaker torna poi a sedersi, inclinando leggermente la testa verso il suo interlocutore.

KM: Dimmi, Lance... Secondo te perchè ti ho voluto vedere?

LM:Tranquillo, Kev. La semplicità è una delle qualità più ammirabili in una persona, non a caso sto con una Spartana.

Lance svita il tappo della bottiglietta e butta giù un sorso giocherellando col tappo della bottiglia girandoselo sulla sua mano destra

LM:Perché mi hai voluto vedere? Mi piacerebbe dire perché hai capito che hai bisogno del mio aiuto, che Edwards è una menzogna vivente ma in questo periodo sei ossessionato da Black ancora più del solito. Immagino quindi che ci troviamo qui per parlare di lui e quanto successo settimana scorsa tra me e lui. Indovinato?

Manson sorride.

KM: E se invece la vera motivazione fosse farti abbassare la guardia per attaccarti e togliere un uomo dal mio match titolato di The End Is Near?

Il sorriso di Kevin si tramuta rapidamente in un'espressione lapidaria. Lance rimane ad osservarlo per un paio di secondi per poi sbuffare accennando un sorriso

LM:Direi che sarebbe estremamente furbo e meschino. Direi anche che non è affatto nel tuo stile. Senza poi contare che con quest'avvertimento perderesti il vantaggio guadagnato quindi me la sento di scartare questa ipotesi.

Il Painmaker si alza in piedi, statuario. Fa qualche altro passo verso Lance, che lo guarda rimanendo seduto. Kevin sbuffa... Finendo per scoppiare a ridere. The Animal torna a sedersi, strozzando la risata e accavallando le gambe.

KM: Ebbravo Lance, così mi piaci. Quindi, beep, risposta esatta. Sono qui per parlarti di Leon Black. Ma non voglio annoiarti, forse potrei dire qualcosa che tu già pensi o hai intenzione di fare. Quindi, mi piacerebbe che fossi tu a parlarmi di Leon. Tranquillo, è molto più lontano ad un interrogatorio di quanto sembri. La scorsa settimana avete avuto un confronto piuttosto acceso, no? La tua idea su di lui, a mente fredda, rimane la stessa?

LM:Assolutamente, non faccio passi indietro. Lasciar perdere Black vorrebbe dire rimangiarsi quello che mi sono ripromesso tempo fa e non potrei mai accettare ciò. E poi, ovviamente, perché Black ha un disperato bisogno di aiuto.

Manson scuote la testa.

KM: Lance, lo hai visto di persona. Lui non vuole il tuo aiuto, é troppo egocentrico per pensare che qualcun altro possa aiutarlo ad uscire dai suoi deliri di onnipotenza. Lo conosciamo entrambi, Murdock, lui é un manipolatore. É subdolo. É avido di potere. Uno come lui non va aiutato, affatto. Uno come lui va represso. Cioè, davvero, hai visto con quanta facilità la sua maschera cada? É falso, Lance, quello che tu credi sia un tuo amico é un'abile messinscena per fotterti e mantenere il titolo TWC. Non permettergli di metterti i piedi in testa. Vai ad aiutare chi ha davvero bisogno e lo vuole. Perché io non ti attaccherei mai in una stanza come questa durante un discorso, ma non si può mettere la mano sul fuoco con Black.

LM:Vedi, Kev, su gran parte del discorso hai anche ragione ma è proprio questo il punto. E' proprio per questo che lui va aiutato prima che possa far danni a me o qualcun'altro. Non puoi sopprimere Leon Black e se tenti di fare ciò ti ritroverei dalla padella nella brace ma se riesci ad aiutarlo beh, avrai reso il mondo un posto migliore. E' abbastanza gratificante, sai?

KM: So solo una cosa: che tu stai mettendo a repentaglio la tua salute ed il tuo successo lavorativo per una causa persa. Lance, hai delle persone a cui badare, te ne rendi conto? Metti caso che un giorno tu ed Elektra sarete sposati, lei si rompa una gamba e non possa più lottare: diventerai l'unico a portare soldi a casa la sera, e rimpiangerai di non aver combattuto per il TWC Championship con la grinta necessaria quando ne hai avuto l'occasione. Oppure ancora, metti caso che Black ti faccia del male, rischieresti di lasciare la stessa Elektra sola. Lance, è ammirevole ciò per cui combatti, ma arriverà il momento in cui dovrai dosare pro e contro e scegliere delle priorità. E quel momento è ora, bello mio. Ora.

Lance accenna un sorriso annuendo con la testa

LM:Diavolo, Kev, pungermi su Elektra e i sensi di colpa è una mossa decisamente efficace. Te ne devo dare atto. Sono però piuttosto sicuro che Black non mi farà alcun danno. In caso mi sbagliassi mi piacerebbe pensare che l'ho fatto per un bene maggiore. Il Cristo redentore si è fatto crocifiggere per salvare l'intera umanità, cosa vuoi che siano delle ossa rotte a confronto?

Murdock butta giù un altro sorso d'acqua

LM:Ora però basta parlare di Black, me ne sta quasi venendo la nausea... Devo anche concentrarmi per il match contro Edwards. Non sembrava particolarmente felice di vedermi, credo che ormai la menzogna che lui è stia venendo a galla.

KM: La tua nausea per Black non è abbastanza. Lo sarà quando smetterai di perdere il tuo tempo con lui.

Kevin scuote la testa.

KM: Però sì, parliamo di Mike. Sai, è ovvio che non sia felice di vederti. Maledizione, nella vostra prima conversazione l'hai smontato sulla base di qualche giudizio esterno che ti sei fatto in precedenza. So come ci si sente, dà fastidio. Ma adesso avrai modo di testare con mano il ragazzo così sopravvalutato di cui hai parlato in precedenza, e fidati, non sarà piacevole. Il suo piede colpirà la tua mascella. Tante volte. Dati alla mano, ci sono stati due scontri in cui non è stato preso sul serio: il secondo contro di me ed il secondo contro Leon Black. Li ha vinti entrambi. Se lo prendi sottogamba, è maledettamente bravo a sfruttare lo svantaggio. Ma ha anche perso il primo scontro contro entrambi, segno che con avversari completamente nuovi in match importanti fatica. E il vostro match è importante, Lance. Sarà sicuramente una battaglia divertente.

LM:Non farò l'errore di prenderlo distrattamente. Voglio umiliarlo ma senza perdere la concentrazione, sarebbe stupido.

Manson allarga le braccia polemico, alzando gli occhi al cielo.

KM: Oddio, umiliarlo? Davvero? Lance, è strano sentir parlare così uno come te. Uno che predica di socializzare, fidarsi degli altri, aiutare le persone in casi difficili... Sei frustrato, te lo leggo in faccia. Per la prima volta nella tua vita immagino, tu non vuoi aiutare qualcuno. Tu vuoi distruggere Edwards. Le sue certezze, la sua reputazione, la sua vita. Perchè, Lance. Perchè.

Lance si piega in avanti abbassando lo sguardo

LM:Non lo so... Ed è questa la cosa che mi dà maggiormente fastidio. Ma Edwards ha assolutamente bisogno di capire che deve stare al suo posto.

KM: Beh, se il suo posto è come campione lo capirà quando perderà. Se invece vincerà, lo avrà meritato, ma purtroppo non lo farà finchè ci sono io nel match. Quindi, torniamo alla domanda originale. Perchè. Penso che dovresti pensarci. Prendi l'impegno di stasera come un modo per conoscere meglio un avversario nel match titolato e non come un pretesto per umiliarlo. Sarai d'accordo che è la cosa migliore.

LM:E' proprio quello che farò. Mai fare qualcosa con un singolo fine. Dai a tutti una facciata da guardare e fisseranno nient'altro che essa senza arrovellarsi pensando a cosa si nasconda dietro di essa.

Murdock ghigna pieno di sè

LM:Chissà, magari potremo incontrarci anche noi su quel ring.

Kevin sorride.

KM: Tra due settimane sono un tantinello impegnato... Penso che la prima volta sarà proprio a The End Is Near. Ed allora, vinca il migliore. Io.

Manson si alza, offrendo la mano a Lance.

KM: E' stato un piacere, soprattutto visto che per una volta hai evitato di psicanalizzarmi.

Lance finisce il rimanente della bottiglietta per poi tirarla in un cestino lì vicino, alzarsi in piedi e stringere con vigore la mano di Manson

LM:Devo risparmiare tutte le mie forze della psicanalisi per Black, ne ho bisogno. Anche per me è stato un piacere, continui a sorprendermi sempre di più. C'è molto di più che un animale rabbioso dentro di te, avevo visto bene.

Lance scioglie la stretta e dà una pacca sulla spalla dell'animale per poi dirigersi verso l'uscita alzando un braccio in cenno di saluto

LM:Stammi bene, Kev. Ti auguro una più che discreta giornata.

Il Newyorkese esce dal locker chiudendosi la porta alle sue spalle mentre andiamo in pubblicità-

Up Next: The Girls


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 438 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 20, 21, 22, 23, 24, 25, 26 ... 30  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it