Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
  Stampa pagina

TWC - NIGHT OF GOLD 2015
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 11/09/2015, 16:44 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
Immagine


Immagine

Immagine


Immagine

Ci troviamo a Chicago, all'interno di un gremito Staples Center, dove fra poco avrà inizio il secondo special event targato Total Wrestling Corporation, Night of Gold. Prima però che lo show abbia inizio, ecco che al centro del ring troviamo la bellissima annunciatrice della TWC, Jessica Rose, armato di microfono e col volto rigata da qualche lacrima, che accenna un sorriso. Daniel Carson, intervistatore della TWC, eccezionalmente sostituirà la ragazza e ricoprirà il ruolo di annunciatore in questo speciale Kickoff.

DC: Gentili signori e gentili signore, per cortesia, alzatevi in piedi e rendete omaggio alle vittime degli attacchi dell'11 settembre 2001, mentre Jessica Rose canterà l'inno degli Stati Uniti d'America.

Ed ecco che immediatamente tutti i fan si alzano in piedi e in silenzio ascoltano l'inno della loro patria cantato da Jessica Rose.

"Oh, say can you see, by the dawn's early light,
What so proudly we hailed at the twilight's last gleaming?
Whose broad stripes and bright stars, through the perilous fight,
O'er the ramparts we watched, were so gallantly streaming?
And the rockets' red glare, the bombs bursting in air,
Gave proof through the night that our flag was still there.
O say, does that star-spangled banner yet wave
O'er the land of the free and the home of the brave?

On the shore dimly seen through the mists of the deep,
Where the foe's haughty host in dread silence reposes,
What is that which the breeze, o'er the towering steep,
As it fitfully blows, half conceals, half discloses?
Now it catches the gleam of the morning's first beam,
In full glory reflected now shines in the stream:
'Tis the star-spangled banner! O long may it wave
O'er the land of the free and the home of the brave.

And where is that band who so vauntingly swore
That the havoc of war and the battle's confusion
A home and a country should leave us no more?
Their blood has washed out their foul footsteps' pollution.
No refuge could save the hireling and slave
From the terror of flight, or the gloom of the grave:
And the star-spangled banner in triumph doth wave
O'er the land of the free and the home of the brave.

Oh! thus be it ever when freemen shall stand
Between their loved homes and the war's desolation!
Blest with vict'ry and peace, may the Heaven-rescued land
Praise the Power that hath made and preserved us a nation.
Then conquer we must, when our cause it is just,
And this be our motto: "In God is our Trust."
And the star-spangled banner in triumph shall wave
O'er the land of the free and the home of the brave!"


Scoscianti applausi accompagnano la chiusura dell'inno nazionale degli Stati Uniti, alcuni applaudono in silenzio, altri gridano "U-S-A!! U-S-A!! U-S-A!!", tutti commossi, così come la stessa Jessica Rose, la quale annuisce.

- - - - - - - - - - - - - - - - - -


ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

Dopo uno spot pubblicitario, eccoci nuovamente LIVE da Los Angeles, dove a breve comincerà il secondo special event della TWC, Night of Gold; le immagini ci conducono ora all'interno dell'ufficio del general manager di Indoor War e presidente della TWC, Mr. Fox Olon, dove troviamo tutti e quattro i membri della FOX' Army, Fred, Big Black Boom, Christophorus Schmidt, Sigfried Jaeger e Simon B., discutere fra di loro...

??: Signori...

Immagine

...ed ecco che fa il suo ingresso lui, Mr. Fox Olon!

FO: Signori, grazie per avermi raggiunto e scusate il ritardo.

Tutti i componenti della FOX's Army annuiscono, ponendosi con ordine dinnanzi al loro presidente.

FO: Ci siamo, finalmente: STANOTTE è LA notte, STANOTTE è la NOSTRA notte, STANOTTE NOI, la FOX's Army, la forza più distruttiva che abbia mai calcato un ring di wrestling, assurgerà DEFINITIVAMENTE al controllo di questa compagnia, STANOTTE NOI prenderemo il potere, STANOTTE conquisteremo il TWC World Heavyweight Championship, simbolo stesso della federazione!

Tutti annuiscono, Fred sorride, mentre Sigfried Jaeger, che si trova lontano dal suo prossimo avversario, lo osserva trucemente, cosa che non passa inosservata dal New York Guy, visibilmente preoccupato e sofferente.

FO: Tre mesi fa il sottoscritto ha scioccato il mondo intero, quando ha spodestato quell'impostore di Philips Brian, ha preso il comando della TWC e ha rivelato a tutti l'identità di quei guerrieri in maschera che hanno permesso che tutto ciò avvenisse; ORA è giunto il momento di far fruttare tutti i MIEI, i nostri sacrifici, ORA è giunto il momento di guardare al profitto, MA, ma è necessario, è fondamentale che noi, TUTTI, rimaniamo focalizzati sui nostri obiettivi e, soprattutto, UNITI, perché se in questi tre mesi abbiamo dominato, abbiamo messo paura e terrore negli occhi degli avversari, è grazie al fatto che siamo stati compatti, UNITI si vince, UNITI vinceremo, d'accordo?!

"The German Superman" risponde affermativamente, applaude alle parole del suo capo e sprona gli altri a fare lo stesso, tutti ora applaudono, tutti eccetto Sigfried, il quale si limita ad annuire, concentrato sulla sfida che a breve lo attende.

FO: Amici miei, sono legato a voi da un vincolo di lealtà, rispetto e amicizia, siete i figli che non ho mai avuto, ma, ripeto, MAI, vi tradirò; nel corso di queste settimane ho speso me stesso per voi, ho messo a repentaglio la mia carriera e la mia stessa vita, facendo di tutto, di TUTTO, per vedervi al top della TWC, lì dove meritate di essere; ora, figli miei, vi chiedo umilmente di ricambiare quel che io ho fatto per voi, vi chiedo di portarmi il World Heavyweight Championship, ne abbiamo bisogno, ci serve e, una volta che lo avremo, IO e voi saremo i veri e soli padroni della TWC, e potete avere tutto ciò che vorrete, veramente tutto; allora, figlioli, potete farmi questo, potete onorare vostro padre?

Si ripete la medesima scena a cui abbiamo assisto precedentemente, ora, però, vediamo sollevarsi delle grida entusiastiche, talmente entusiastiche che lo stesso Fox è costretto a far placare.

FO: E allora VINCIAMO, VINCIAMO per NOI, per le NOSTRE famiglie, per la TWC e per il MONDO, la parola d'ordine è una sola, VINCERE, VINCIAMO, UNITI, VINCIAMO!!

Altre grida entusiastiche.

FO: Bene, potete andare, figli miei, mentre vi preparate, ricordate bene le mie parole, ricordatele...

Tutti annuiscono ed ecco che vediamo i membri della FOX's Army, ad uno ad uno, congedarsi...

FO: Fred, Jaeger, un momento, per favore!

Mentre i loro compagni di squadra si sono allontanati, i due tedeschi si fermano e tornano dinnanzi a Mr. Fox Olon, il quale ha qualcosa da dire a loro.

FO: Il prossimo match in programma è il vostro; volevo augurare ad entrambi buona fortuna, vinca il migliore! Starò qui, comodamente seduto nel mio ufficio, e guarderò i miei pupilli combattersi LEALMENTE nel match più grande nella storia del pro wrestling; non mi importa chi, alla fine, vincerà, l'importante è che entro stasera vinciamo noi, va bene?

Fred annuisce, sorridendo, l'altro pare un po' titubante, poi, però, anch'egli annuisce.

FO: Molte bene. E ora stringetevi la mano, stringetevela in segno di rispetto e amicizia, avanti!

"The King of Pro Wrestling" è d'accordo e allunga la mano; Sigfried Jaeger, però, pare non essere dell'idea, inizialmente sembra rifiutarsi, venendo malvisto dagli altri due, poi, dopo qualche secondo di tensione, finalmente Sigfried stringe la mano al suo avversario, una stretta di mano molto forte, i due si scambiano sguardi di sfida, dopodiché, invitati da Mr. Fox Olon, lasciano l'ufficio, prima l'uno, poi l'altro. Il New York Guy pare soddisfatto, anche se sul suo volto traspare la stessa preoccupazione di prima...

??: Ehi, Boss!

ImmagineImmagine

...fanno ora il loro ingresso Adam Jones e Alex Wilson, le due guardie della sicurezza della TWC!

AJ: Boss, ordini eseguiti, tutte le vie d'entrate sono ampiamente sorvegliate, nessuno riuscirà ad entrare, glielo garantiamo!

Wilson annuisce.

FO: Tutte, siete sicuri?! Mi raccomando, che NESSUNO entri in quest'arena, NESSUNO, altrimenti saranno guai per voi due, mi avete capito bene?!

Le due guardie della sicurezza annuiscono, un po' terrorizzate.

FO: Ora andate!

Jones e Wilson lasciano l'ufficio, lasciando solo un Mr. Fox Olon molto perplesso e preoccupato, che non nasconde il proprio timore.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

TWC - NIGHT OF GOLD 2015
MessaggioInviato: 11/09/2015, 16:49 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
Immagine

And Now From Staples Center, Los Angeles, California, TWC presentes Night of Gold!

Immagine


Immagine

TODAY IS A SPECIAL DAY TO BE A TWC FAN!! Stanotte, LIVE dal prestigiosissimo Staples Center di Los Angeles, California, va in onda il secondo special event della Total Wrestling Corporation, TWC Night of Gold, al termine del quale avremo il primo campione del mondo dei pesi massimi della TWC! I partecipanti della finalissima che sarà il main event della serata, non sono ancora stati decretati; infatti prima di allora avremo le due semifinali che, da una parte, metteranno di fronte Leon Black e Michael Edwards, e, dall'altra, il leader della FOX's Army Fred e Leon Black. Uno di questi quattro lottatori si daranno battaglia alla conquista del World Heavyweight Championship, ma altre due superstar combatteranno per un secondo titolo, Simon B. e Andy Moon, che si affronteranno in un match valido per il TWC 15 Championship...STANOTTE è la notte dei campioni, STANOTTE è LA notte, STANOTTE è NIGHT OF GOLD!!



Ma attenzione! Risuona la theme song di Samantha Hart venendo accolta da una valanga di fischi da parte del pubblico di Los Angeles!

Immagine


La Hart Princess compare sullo stage con il suo classico sorrisetto in volto allargando le braccia prendendosi ancora più fischi dal pubblico dello Staples Center. La ragazza ha un microfono in mano ed ora mentre la sua theme si interrompe si avvicina lentamente il microfono alla bocca mentre i fischi si intensificano causando un altro sorriso sul volto della Tigre.

Samantha: LOOOOOOOOOS AAAAAAAANGEEEEEEELEEEEEEEEEESSSSSS!!!

Ed eccola una reazione positiva del pubblico nel sentire il nome della propria città.

Samantha: WELCOME TO NIGHT OF... SAMY!!!

Nuovi fischi piovono sulla ragazza che se la ride beatamente.

Samantha: Eh eh eh, quanto siete spassosi! Comunque miei cari coglioni, ci siamo, Night Of Samy è finalmente iniziato ed anche se si tiene in questa fogna di città non posso che essere felice visto che questa sera i miei ragazzi conquisteranno una volta per tutte la TWC!

Altri fischi per Samantha che ora si incammina lentamente verso il ring.

Samantha: E no, non sto parlando solo dei miei Little Monsters che annienteranno i The Lone Souls, ma sto parlando anche del mio caro amico Sigfried Jaeger che devasterà quel menomato di Fred Franke per poi schiacciare ed umiliare Leon Black od il suo cagnolino divenendo il First Ever TWC World Heavyweight Champion e mettendo al loro posto tutta la feccia che pensa di poter competere con fenomeni come lui o come noi! Inoltre il mio quasi nuovo amico Big Black Boom se la vedrà con Nick Carroll in una battaglia che si preannuncia epica... Già, un'epica rottura di ossa per Carroll che dopo questa sera raggiungerà Mike Hill nella lista ritirati!

Copiosi fischi piovono su Samantha mentre in sottofondo si alzano cori per Nick Carroll. La ragazza intanto arriva ai piedi del ring e vi entra salendo le scalette e passando sotto la seconda corda andandosi a mettere al centro del quadrato continuando il suo discorso.

Samantha: Poi avremo l'attesissimo, sì come no, showdown tra Andy Moon e Simon B. che battaglieranno per il TWC 15 Championship, un titolo che già è stato svalorizzato a bestia visto chi si sta contendendo l'opportunità di divenire primo campione... Meh!

La Hart Princess lancia un'occhiata furba verso la telecamera mentre imita la catchphrase di Simon B.

Samantha: Inoltre altre epiche battaglie ci aspettano stasera come lo 'sticazzi match tra Travis Miller e Christophorus Schmidt, il Lance Murdock's Dildo On A Pole match tra Elektra Kellis e Lucy Fisher, il Fuck My Bennett match tra Jacky Keenan e Lance Murdock e tanti altri match di cui non me ne fotte un cazzo!

Altri fischi per la ragazza che continua a sorridere in maniera beffarda.

Samantha: Mi dispiace per voi ragazzi, avete pagato per venire a vedere questo evento qui in quest'arena del cazzo e vi beccate una card di merda, ma visto che io sono buona e magnanima ho deciso di darvi uno dei due match principali proprio ora! Esatto gente, uno dei due main event sta per iniziare! Ladies and gentleman please welcome... My Little Monsters!



La theme dei Guardians Of Truth viene accolta da fischi assordanti e mentre Samantha sorride, sullo stage fanno la propria comparsa i suoi Little Monsters!

Immagine


I tre wrestlers giungono il pugno per poi avviarsi a passo spedito verso il quadrato. Drake appare carico e gasato mentre cammina con passo smanioso e raggiunge per primo il ring andando ad abbracciare con foga Samantha per poi salire su un paletto e lanciare invettive contro il pubblico. Dixon intanto raggiunge il ring a passo più moderato e vi scivola dentro andando a stringere la mano a Samantha parlottando qualche istante con lei per poi raggiungere un altro paletto, salirvi ed osservare il pubblico con sorriso beffardo. Maivia invece appare serio e concentrato ed ora sale sul ring saltando direttamente sull'apron e passando tra la corda centrale e quella più alta per poi andare a battere il suo pugno contro quello di Samantha, salire su un paletto ed alzare le braccia al cielo. La Hart Princess intanto allarga le braccia e gira su se stessa godendosi la presenza dei suoi tre Monsters. I Guardians si compattano al centro del ring mentre la loro theme si interrompe facendo largo a quella dei The Lone Souls.



La theme dei The Lone Souls viene accolta abbastanza freddamente dal pubblico. Le luci si spengono lasciando solo un'occhio di bue sullo stage dove i tre compaiono sullo stage con sguardo duro e determinato.

ImmagineImmagineImmagine


Il trio percorre la rampa a passo lento seguiti dall'occhio di bue che li accompagna fino al loro ingresso nel quadrato. Una volta dentro le tre anime solitarie vanno faccia a faccia con i Samy's Little Monsters che non arretrano nemmeno di un passo iniziandosi a lanciare offese a vicenda. La Hart Princess sorride compiaciuta per poi andarsi a frapporsi tra le due fazioni e... tirare un violento schiaffo in faccia a The Shepherd! Il capo dei The Lone Souls sorride beffardamente per poi tentare di attaccare Samantha, ma ecco che non appena il braccio di The Shepherd si alza viene bloccato da Maivia dando il via ad una rissa tra le due fazioni! Samantha sguscia rapidamente fuori dal ring mentre all'interno dello stesso troviamo Maivia che battaglia con The Shepherd, Dixon che se la sta vedendo con Dave Jackson e Drake, infine, con Taichi Mishima. I wrestlers non risparmiano i colpi ed adesso vediamo Mishima che con un Runnin Dropkick getta fuori dal ring Drake che viene rapidamente raggiunto da Dixon gettato fuori da Jackson! Nel ring resta solo Maivia che viene lanciato alle corde da The Shepherd per poi essere schiantato fuori dal ring da una doppia Clothesline da parte di Dave e Taichi! I Guardians si raggruppano all'esterno del ring e dopo aver parlottato tra di loro salgono sull'apron con Drake solo che entra nel ring. I The Lone Souls arretrano al proprio angolo con The Shepherd e Dave Jackson che vanno sull'apron designando Taichi Mishima come loro prescelto ad iniziare il match.

ImmagineImmagineImmagine VS ImmagineImmagineImmagine
Guardians Of Truth vs The Lone Souls
You're Fired Six Men Tag Team Match


L'arbitro fa suonare la campanella e vediamo Mishima avvicinarsi minaccioso verso Drake che... da il cambio a Maivia! Il pubblico fischia The Dragon che intanto se la ride sbeffeggiando Mishima insieme a Dixon. Intanto Maivia osserva con sguardo duro il giapponese che parte all'attacco di The Turtle con uno Splash all'angolo, ma il samoano non si fa trovare impreparato ed intercetta l'avversario al volo per poi schiantarlo a terra!

Immagine


Il giapponese è sbigottito da questa contromossa ed ora si trascina indietro mentre Maivia gli si avvicina con passo lento e minaccioso per poi emettere un grido liberatorio mentre fissa negli occhi Mishima. Il pubblico fischia il samoano mentre Drake e Dixon lo applaudono fortemente dall'angolo continuando a rumoreggiare. Samantha intanto osserva il match con sguardo soddisfatto mentre è appoggiata con i gomiti sull'apron ring e con il viso posato a sua volta sulle sue mani. Taichi si rialza ed ora parte nuovamente all'attacco di Maivia tentando un Forearm Smash che va a segno ma che non arreca il minimo danno a The Turtle che ora ringhia contro Mishima per poi stenderlo con un poderoso Lariat! Maivia urla nuovamente per poi rialzare Mishima e lanciarlo contro l'angolo dei The Lone Souls invitando The Shepherd a prendersi il cambio ed a fronteggiarlo. Il leader delle Anime Solitarie annuisce e si prende il cambio entrando nel ring ed andando faccia a faccia con Maivia iniziandolo ad insultare per aver abbandonato i The Lone Souls più di un anno fa. The Turtle sembra insensibile alle parole di The Shepherd che ora lo colpisce con un pugno sotto il mento, ma Maivia non accusa nemmeno questo colpo ed ora colpisce con un pugno in volto il nemico facendolo arretrare per poi stenderlo con una violenta Chokeslam!

Immagine


Potrebbe essere già finita... 1...2...No! Kick-out di The Shepherd! Maivia va a rialzare l'avversario per poi portarlo all'angolo dei Guardians e dare il cambio a Dixon per poi stendere il rivale con un doppio Suplex in collaborazione con The Phoenix che ora va per il pin... 1...2...No! The Shepherd alza la spalla. Dixon ora inizia a colpire con svariati Stomps l'avversario per poi dare il cambio a Drake che entra nel ring, da un calcio a The Shepherd e poi da nuovamente il cambio a Dixon scaturendo nuovi fischi nel pubblico che The Dragon accoglie con un sorriso folle. Intanto vediamo The Phoenix che rialza il nemico e lo lancia verso le corde per poi stenderlo con uno Standing Enziguri Kick seguito da una Standing Shooting Star Press!

Immagine


Wow! Che mossa! Adesso Dixon tenta il pin... 1...2...No! The Shepherd c'è! The Phoenix scuote la testa contrariato per poi rialzare per i capelli il nemico che però accenna una reazione colpendo con dei pugni lo stomaco di Dixon per poi prendere slancio alle corde e tentare un braccio teso che viene evitato da The Phoenix che poi colpisce con un rapido Dropkick il rivale stendendolo nuovamente e tentando un nuovo schienamento... 1...2...No! Kick-out di The Shepherd che causa una reazione stizzita in Dixon che ora va a protestare con l'arbitro per poi andare a rialzare nuovamente il nemico che però ha approfittato dei secondi persi da The Phoenix per riacquisire un minimo di lucidità e stendere l'avversario con un Sit-Out Spinebuster! Adesso entrambi sono a terra ed ora vediamo The Shepherd che tenta disperatamente di raggiungere il proprio angolo per dare il tag ad un compagno. Dixon intanto si rialza a tenta di fermare The Shepherd che con un colpo di reni esegue un salto dando il cambio a Dave Jackson che entra nel ring più carico che mai colpendo subito The Phoenix con un braccio teso per poi andare verso l'angolo dei Guardians e colpire sia Drake e sia Maivia con un Double Dropkick che spedisce i due fuori dal ring! Fatto ciò assale nuovamente Dixon con una Thesz Press per poi colpirlo con svariati pugni! Dixon accusa i colpi ed ora tenta di sgusciare via, ma Dave lo abbranca per i capelli girandolo verso di se e stendendolo con uno spettacolare Standing Moonsault Side Slam!

Immagine


Che impatto! 1...2...No! Dixon si salva! Dave è incredulo ma senza demordere rialza l'avversario e va a dare il cambio a Mishima per poi lanciare Dixon alle corde e stenderlo insieme a Taichi con un doppio Dropkick! Il giapponese tenta lo schienamento... 1...2...No! Maivia interrompe il pin gettandosi su Mishima iniziandolo a colpire con dei pugni! L'arbitro richiama Maivia minacciandolo di squalifica, ma The Turtle sembra non volersi fermare nel pestaggio ed allora l'arbitro inizia il conteggio per la squalifica... 1...2... Samantha inizia ad urlare verso Maivia dicendogli di fermarsi, ma The Turtle non ne vuole sapere... 3...4... Attenzione! Samantha sale sull'apron e si toglie la maglietta restando in reggiseno catturando sia l'attenzione dell'arbitro che blocca il conteggio e sia l'attenzione di Maivia che si ferma nel pestare Mishima! Intanto sentiamo levarsi un boato d'approvazione di voci maschili tra il pubblico che viene accolto da un sorrisetto da Samantha che ora cala dall'apron rimettendosi la maglietta ed andando a strigliare Maivia per la quasi squalifica causata che avrebbe portato al licenziamento dei Guardians Of Truth. Intanto in tutto questo marasma Dixon ha trovato il tempo di raggiungere il proprio angolo e dare il cambio a Drake che entra come una furia nel ring stendendo Mishima con un Aureos Glenn Jacobs!

Immagine


The Dragon gira intorno al nemico con sguardo famelico come un predatore con la sua preda attendendo che si rialzi per poi tentare la sua micidiale Dragon Claw... No! Mishima si tiene alle corde evitando la temibile mossa di Drake per poi colpire con un calcio in volto The Dragon che stava tentando un nuovo assalto intontendolo a sufficienza da permettere al giapponese di dare il cambio a The Shepherd che entra nel quadrato con foga e rabbia andando a stendere Drake con un potente Lariat! Fatto ciò lo rialza e tenta la sua mossa finale, la Soul Smash... No! Maivia lo intercetta con un Renegade Punch!

Immagine


Il membro dei The Lone Souls traballa e Dixon ne approfitta per colpirlo con una Light Of Truth!

Immagine


Ancora in piedi The Shepherd che viene fatto vittima da una Dragon Claw da parte di Drake che lo stende!

Immagine


The Phoenix e The Turtle tornano all'angolo costretti dall'arbitro che li stava minacciando di squalifica, ma Drake va a dare il cambio a Maivia che di conseguenza lo da a Dixon permettendo ai tre di stare nel ring per un limitato periodo di tempo, tempo che Drake e Maivia usano per aggredire Dave Jackson e Taichi Mishima, mentre Dixon sale sul paletto connettendo con la sua Phoenix Wing su The Shepherd!

Immagine


The Phoenix va per il pin... 1...2...3! I Guardians Of Truth hanno vinto!

Spoiler:
Jessica: The winner of this match: THE GUARDIANS OOOOOOOF TRUUUUUUTHHHHHH!!!


Il verdetto è emerso, i The Lone Souls saranno costretti a lasciare la TWC mentre i Guardians Of Truth escono ancora più forti con questa vittoria, infatti ora vediamo una soddisfattissima Samantha applaudire i sue Little Monsters mentre si fa dare un microfono da Jessica Rose. Fatto ciò la ragazza entra nel ring dove vediamo Drake, Dixon e Maivia che stanno torreggiando su The Shepherd per poi prendere la parola guardando fisso in camera con sguardo ammiccante.

Samantha: Hai visto Mr. Pig Olon?! Hai visto contro chi hai deciso di metterti?! E questo è solo l'inizio bastardo!

La Hart Princess si volta verso i suoi Little Monsters.

Samantha: Do it!

Ed ecco che i tre rialzano The Shepherd per poi stenderlo con la Triple Powerbomb, mossa caratteristica della FOX's Army!

Immagine


Poderoso impatto a terra di The Shepherd mentre Samantha sorride perfidamente.

Samantha: I Guardians Of Truth sono la forza dominante della TWC, che vi piaccia o no! Nessuno potrà fermarci, nessuno!

Ma ecco che nel ring rientrano Dave Jackson e Taichi Mishima che attaccano i Little Monsters venendo rapidamente neutralizzati da trio che appare carico e fomentato come non mai! Drake e Dixon vanno a sollevare i due nemici permettendo a Maivia di schiantarli con una Double Triple Powerbomb, altra mossa caratteristica della FOX's Army!

Immagine


Altro violento impatto al suolo ed ora mentre Drake, Dixon e Maivia torreggiano sui resti dei The Lone Souls, Samantha sale sulle corde mettendo un piede sulla corda più bassa e l'altro sulla seconda corda appoggiandosi con la mano sinistra sulla terza e reggendo il microfono con la destra mentre con sguardo determinato guarda verso la telecamera.

Samantha: E questo solo per dimostrare che ogni cosa che voi facciate, noi la faremo sempre meglio! Manca solo un piccolo passo alla decisiva ed ufficiale dichiarazione di guerra Olon, ora sta a te decidere se compierlo o meno. Io ti consiglierei di non farlo onde evitare la tua definitiva distruzione, ma di questo parleremo dopo poiché Night Of Samy non è assolutamente finito, anzi è appena cominciato! Believe That!

The Tiger getta il microfono mentre Maivia se la carica sulle spalle innalzandola con Drake e Dixon che la applaudono soddisfatti. La theme dei Guardians Of Truth risuona nell'arena mentre il pubblico fischia sonoramente il gruppo che intanto si gode la vittoria. E su queste immagini noi ci prendiamo una piccola pausa.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

TWC - NIGHT OF GOLD 2015
MessaggioInviato: 11/09/2015, 16:55 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
E dopo i consueti promo che riepilogano i prossimi appuntamenti della Total Wrestling Corporation nel mese di settembre, siamo tornati nuovamente in diretta dallo Staples Center di Los Angeles, live con questo ultraeccitante Special Event TWC, Night of Gold. Ma ecco che la linea passa immediatamente alla nostra Ally Sullivan, che troviamo sorridente nel backstage!

Immagine


AS: E’ qui con me nientemeno che uno dei quattro lottatori che tra pochi minuti si giocheranno le proprie chance per la vittoria del TWC World Heavyweight Championship Tournament. Ladies and gentlemen, “Superstar” Sigfried Jaeger.

L’inquadratura si allarga, mostrando il Corvo a fianco di Ally Sullivan. Non molto lontano possiamo scorgere la porta chiusa della House of Heroes.

Immagine


Fischi da parte del pubblico. Sigfried sembra particolarmente pensieroso, mentre dà via libera con un cenno ad Ally, che inizia a rivolgergli qualche domanda.

AS: Allora, Sigfried. Ieri sera hai combattuto un intensissimo Ten-Men Tag Team Match, incontro che ha visto lo State of Anarchy trionfare sulla Fox’s Army e soprattutto vendicare il controverso Civil War Match di alcuni mes...

Il Best from the West, stizzito, però interrompe subito Ally.

SGF: Trionfare sulla Fox’s Army? Vendicare il controverso Civil War Match?! Chi ti scrive domande del genere dev’essere un deficiente. E te che ti presti a giochetti del genere, solo per farmi innervosire ulteriormente, dovresti vergognarti.

La ragazza, stupefatta, prova a rispondere. Ma il Corvo alza una mano e continua.

SGF: Quello che avresti dovuto chiedermi è questo: Sigfried, come ti senti dopo il vergognoso epilogo del Ten-Men Tag Team Match, che ha visto il quintetto di miserabili noti come State of Anarchy, letteralmente rubare quella vittoria che la valorosa Fox’s Army si era costruita grazie alla tua eroica prestazione?

Il Monster Hunter poi fissa Ally con durezza.

SGF: E ora ripeti, avanti.

La ragazza fa per dire qualcosa, poi a malincuore obbedisce, e ripete a grandi linee la domanda nella maniera formulata da Sigfried. Quest’ultimo accenna un sorriso, nonostante i fischi che possiamo sentire da parte del pubblico dello Staples Center, e risponde come se nulla fosse.

SGF: Naturalmente sono molto scontento per quanto accaduto ieri sera. Ancora una volta lo State of Anarchy si è comportato come una vile banda di teppisti di strada. Non solo hanno vinto il match in modo sporchissimo, ma pur di batterci hanno messo in atto un loschissimo piano per allontanare dal ring un eroe come me al fine di infierire in tanti contro il solo Christophorus Schmidt.

Sigfried si gira in camera.

SGF: Ehi, anarco-stronzi! Vigliacchi, non la passerete liscia. Anche se la Fox’s Army ha perso, ricordate che la Bruderschaft Der Krahe Incorporated non dimentica mai di punire creature spregevoli come voialtri. Cullatevi poco sugli allori e datevi un contegno, perché da stasera inizia l’Age of Heroes, e prima o poi il castigo dell’eroe arriva per tutti i malvagi. E voi siete ancora in cima alla mia lista.

Dopo di che la parola torna all’intervistatrice.

AS: Ecco, tutti si chiedono se questo risultato di ieri significa ormai la fine della Fox’s Army, come riportato dai maggiori siti di wrestling. Tu che hai da dire?

SGF: Quello che ho da dire è che la gente dovrebbe dare meno retta alla spazzatura che scrivono su internet e piuttosto ascoltare le parole di un eroe. La Fox’s Army è tutt’altro che morta e a breve lo vedrete. Questa sera conquisteremo il TWC World Heavyweight Championship e il TWC 15 Championship, sancendo il fallimento definitivo dei piani dello State of Anarchy. E quando il sistema avrà trionfato, allora sì che ci sarà da ridere. Perché ride bene chi ride ultimo, ma come gli dei nella loro saggezza hanno stabilito all’inizio dei tempi, alla fine gli ultimi a ridere sono sempre i veri eroi. Come il sottoscritto.

Ally sospira, poi rivolge un’altra domanda al Corvo.

AS: Ok, tra non molto però affronterai in semifinale Fred Franke. Anche se fate parte entrambi della fazione di Mr. Fox Olon, è risaputo che tra voi non corre buon sangue. Come credi che finirà questa faccenda, che ha un ché di personale? E non credi che tutto ciò potrebbe portare a una pericolosa frattura nell’Army?

SGF: Ma quale frattura e frattura. Questa sera affronterò Franke come ho fatto finora contro chiunque altro, ovvero dando il meglio di me stesso. E vincendo ovviamente. Dopo di che, nel Main Event, in nome della Bruderschaft Der Krahe e della Fox’s Army, lotterò alla morte per scrivere la storia di questa giovane federazione e portare a casa il TWC World Heavyweight Championship. Come è scritto nel destino. Sono stato chiaro?

AS: Sì. Ma se dovessi perdere il match contro Fred, cosa cred...

SGF: Se cosa?! Niente se, Ally. Non dire mai più sciocchezze del genere, ti ho già detto cosa accadrà stasera, passa ad altro, oppure l’intervista finisce qua.

AS: D’accordo. Ma dimmi almeno questo: posto che tu vada in finale, chi ritieni che sarà l’avversario che ti troverai di fronte nel Main Event di stasera?

SGF: Quando sarò in finale, e non se sarò in finale come supposto da te, sono sicuro al 100% che mi giocherò la cintura contro la mia nemesi, il mostro tra i mostri, Leon Black.

AS: Ah, in pratica non dai alcuna chance a Michael Edwards.

SGF: Proprio così. Ma ti immagini Michael Edwards in finale?! Si, certo, magari vince pure il titolo. Meh! Come direbbe un certo tizio su internet, sarebbe una prova che il wrestling è finto, oltre che essere semplicemente scandaloso. Idem se non fossi io a vincere il torneo...

Improvvisamente però lo sguardo di Sigfried si incupisce. Ha notato qualcuno che si avvicina. E’ proprio così, infatti l’inquadratura si allarga ulteriormente e troviamo nientemeno che il citato Michael Edwards accanto ad Ally Sullivan!

Immagine


Mentre il pubblico nell’arena esulta, la ragazza porge il mic verso Michael, che fissa un disgustato Jaeger.

ME: So, so you think you can tell heaven from hell? Blue skies from pain?

Il pubblico losangelino fa il coro al ragazzo di New York concludendo la strofa di Wish You Were Here.

ME: Sentiamo un po' Sig, io non sarei abbastanza per diventare il prossimo campione di questa compagnia. E sentiamo, cosa avrebbe un "eroe" come te in più di me? Il fatto di far parte di un gruppo sfaldato con un capo che non fa altro che parlare del suo cliente e non del suo gruppo?

Edwards va naso a naso con il tedesco.

ME: Hai solo la parlantina, il resto è apparenza, mista a fumo, mista ad incapacità. Non sarò il migliore sulla carta, ma non sottovalutare le capacità di una persona versatile come me.

Il Golden Boy si stacca e inizia a girare attorno a Sigfried.

ME: Un eroe è colui il quale si sacrifica per la sua causa, anche se essa va contro ogni logica. L'eroe si sacrifica per il gruppo e non permette che si sfaldi. Dopo ieri sera si è dimostrata la verità, voi non siete altro che un miscuglio disomogeneo di corpi e muscoli. Ma la cosa che più vi manca è questo.

Il ragazzone newyorkese si ferma davanti al membro della Fox's Army e con l'indice batte sul suo capo. Sigfried alza un sopracciglio, si guarda intorno platealmente, poi risponde al Dragon Kid.

SGF: Strano, non vedo il caro Leon Black a metterti in bocca le parole. Bene, bene. Finalmente hai il coraggio di affrontarmi faccia a faccia. A meno che...

Il Corvo cerca di disturbare Michael scrutando il suo viso in modo indisponente.

SGF: Non mi meraviglierei se si scoprisse che hai un auricolare all'orecchio in modo che il tuo "mentore" possa suggerirti cosa dire. D'altronde non è facile interagire alla pari con un vero eroe. Eh no, per niente facile.

ME: Vero?! Eroe?! Qui l'unica cosa vera che vedo è lo sguardo perso di Ally ogni volta che apri bocca per dire una stronzata. Eroico, poi... L'unica cosa eroica che ti si può attribuire è come ti stai strizzando i coglioni pur di non uccidere con le tue stesse mani Fox Olon, però ora che ci penso forse da ieri non è più un problema, caro il mio Sigfried.

Sorriso sornione di Edwards.

ME: Alla fine avete dimostrato di essere un gran gruppo... Di merda, nessuno di voi è stato capace di reggere la pressione e dopo il colpo di scena del Civil War vi siete trovati a fallire nei vostri obiettivi, vero tu e Fred siete ancora nel torneo, avete possibilità di vincere, ma qualcosa mi dice che il tuo caro presidente non vuole che tu vinca. Anzi, sarebbe molto molto contento se il suo MAGNIFICO, FANTASTICO, INCREDIBILE CLIENTE, vincesse il titolo... Tu sei zero per lui e mi dà fastidio dargli ragione.

Sigfried sospira, poi risponde.

SGF: Hey! Smettila di dire sciocchezze, ragazzo. Non sarà certo un mero episodio sfortunato come quello di ieri sera a precludere l'inevitabile. Questa sera la Fox's Army è venuta qui per far prendere possesso del TWC World Heavyweight Championship e del TWC 15 Championship. E checché tu te ne esca qui davanti a lanciare strali conditi da patetiche prese in giro, le attese saranno comunque rispettate. Noi vinceremo tutto, voi non vincerete nulla. Specialmente tu.

Il Corvo poi fa un sorrisetto ironico.

SGF: Per quanto riguarda Olon, quello che penso e che farò in merito non sono certo affari tuoi, nè di tutta la gente che è qui in spasmodica attesa.

Il tedesco batte un dito sulla telecamera, poi continua.

SGF: Non sei l'unico che se n'è uscito con questi avvertimenti. Guardacaso il tuo idolo ha fatto proprio la stessa cosa, a casa mia. Mi chiedo fino a che punto tu sia stato traviato da Black, dite sempre le stesse cose. Dì un pò, non è che il vostro match si risolverà in una farsa, magari tu schienato dopo una ditata, in modo che il tuo nuovo dio possa approdare alla finalissima bello fresco e riposato?! Questo sì che è il vero enigma delle finali di Night of Gold, non il certo rapporto tra la BDK Inc. e la Fox's Army, ragazzo.

Il Dragon Kid si passa una mano tra i capelli e poi se la gratta.

ME: Sarebbe divertente, soprattutto dopo il precedente scontro che c'ha visto protagonisti di una stellare prestazione. Due dita negli occhi e tutti a casa... Aspetta mi ricorda qualcosa di vecchio questa immagine, va beh dai hai provato a fare il divertente Sig.

Mike scoppia in una risata finta.

ME: Your opinion, my justification. Perché potrei pensare la stessa cosa di te, Fox ha i soldi e sappiamo tutti quanto a voi tedeschi piacciano i soldi, pensa solo che strozzini siete nel vecchio continente, la Grecia... Va beh torniamo sui binari, Corvo l'unico cadavere su cui potrai bacchettare sarà il tuo a fine serata, quando ti avrò battuto e alzerò al cielo il titolo della TWC. Stessa cosa farà Moon contro Simon B. così da concludere il cerchio aperto da oramai troppo tempo.

Il Best from the West scuote il capo con fermezza.

SGF: Nient'affatto! I soldi di Olon, la Grecia. Ma ti senti?! Voi giovani siete sempre così sprezzanti. Non appena mettete il naso fuori da casa di mamma e papà, iniziate subito a montarvi la testa. Tu e il tizio di Savannah vi credete già chissà chi, quando ne dovete fare ancora molta di strada. Sono mesi che quel chiacchierone di Moon frantuma i coglioni a tutti i quanti con le sue spacconate che al solito non portano a nulla. E come sempre, anche stasera farà la classica figura del cioccolataio.

Dopo di che il Corvo abbozza un altro sorriso.

SGF: Quanto a te, devi essere proprio un folle se credi di poter battere in una sera Leon Black e soprattutto me. No, non sei all'altezza per un'impresa di tale epicità. Prima di tutto perchè sei troppo giovane e inesperto. E poi perchè, a differenza del sottoscritto, manchi ancora di quelle qualità basilari che fanno di una persona un vero eroe al passo coi tempi.

A questo punto Sigfried appoggia un braccio sulla spalla di Michael Edwards.

SGF: Tuttavia, in quanto eroe, potrei anche offrirti la chance della tua vita. Tu sei diverso da quello smargiasso di Andy Moon o dal quel troglodita di Travis Miller. Lascia perdere Leon Black, lo State of Anarchy, la Fox's Army e tutte le altre sciocchezze o distrazioni. Se proprio sei così voglioso di diventare un vero eroe, cosa che non hai mai dimostrato nella tua carriera, magari un giorno potrei anche decidere di prenderti sotto la mia ala protettiva per plasmarti e fare di te un modello da seguire per tutti. Proprio come me e i miei colleghi della Bruderschaft Der Krahe Incorporated.

Il Monster Hunter sorride.

SGF: Vedi, sono o non sono una persona magnanima e gentile quando voglio?!

Salva di fischi da parte del pubblico, che evidentemente non si fida per nulla delle parole di Jaeger.

ME: Sai Sig avrei anche il piacere di unirmi a te e alla tua combriccola di scalmanati, ma non mi piace molto l'idea di essere un sottoposto di una gallina bionda e di una bimba a cui papà ha tolto i giocattoli troppo presto. Ma soprattutto mi seccherei a sentirti trovare scuse sul perché e per come le cose non sono andate nella maniera che speravi.

Edwards punta il dito sul petto di Jaeger.

ME: Ma soprattutto non mi unirei mai ad uno che non riconosce le capacità dei propri avversari, io ed Andy saremo anche due novellini confrontati a te e Leon, ma questo non significa che noi non ci mettiamo cuore e amore per questo sport. Ricorda ogni volta che entro su quel ring io sono pronto a dare il massimo e stasera vedrai cosa significa. Sentirai solo il battere la mano dell'arbitro e le urla del pubblico. Io non sarò mai sotto la tua ala protettiva perché io sono già superiore a te.

Dall'arena si alza una grandissima ovazione da parte del pubblico per le parole di Mike. Al ché Sigfried scosta la mano dalla spalla del Golden Boy e sbuffa.

SGF: Umph! E io che pensavo tu avessi un minimo di cervello. Ma lo vuoi proprio capire che per gente come voi non basta dare il massimo quando la differenza è così elevata?! E' già tanto se stasera riuscirai a camminare dopo il match contro Black, figuriamoci che accadrebbe se putacaso Oden fosse così magnanimo da gettare uno sguardo su di te, permettendoti di accedere alla finalissima. Per me sarebbe troppo facile, ti farei letteralmente a pezzi.

Il Best from the West continua facendo una smorfia.

SGF: Ma quale superiorità?! Caro il mio draghetto blaterante, io i mostriciattoli come te me li mangio a colazione. Posso batterti quando e come voglio, ragazzo. Because this, is my world!

Dopo di che Sigfried si leva di tasca un paio d'occhiali da sole e li indossa facendo un sorriso ironico.

SGF: Deal with it!

ME: Sai cosa? Sono stufo di tutto questo. Non sarai né il primo né l'ultimo a dirmi queste parole. Sara il campo a parlare. Il verdetto lo vedremo tra due settimane! Remember this day!

Michael fa per andarsene, ma poi torna su i suoi passi e, con occhi iniettati di sangue e odio, tira un destro che prende lo zigomo sinistro di Jaeger e gli fa volare gli occhiali!

SGF: Ma che cazz...

Dopo un attimo di smarrimento, il Deadly Crow replica a sua volta con un pugno... E tra i due scopia una vera e propria rissa! Ally Sullivan scappa via, mentre Sigfried Jaeger e Michael Edwards iniziano a colpirsi finendo a terra tra l'esultanza del pubblico di Los Angeles, letteralmente scatenato. Ma ecco arrivare di gran carriera un nutrito plotone di bodyguards che si mettono in mezzo.

Immagine


Gli addetti alla sicurezza fanno fatica a dividere i due wrestler scatenati, ma alla fine riescono a mettere un cordone di sicurezza tra Edwards e Jaeger, i quali non se le mandano a dire, offendendosi a distanza. Se questo è l'antipasto della Final Four per il TWC World Heavyweight Championship, non vediamo l'ora di arrivare al momento topico, quando Black, Edwards, Jaeger e Franke saranno sul ring a darsele di santa ragione, senza nessuno a tenerli a freno. E mentre vediamo il Corvo e il Dragon Kid che vengono allontanati a forza in direzioni opposte, noi ci fermiamo per alcuni istanti. Stay with us!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

TWC - NIGHT OF GOLD 2015
MessaggioInviato: 11/09/2015, 17:00 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
Bentornati a TWC Night of Gold! Il collegamento si apre sul pubblico dell'arena ancora in visibilio per il match precedente per poi andare ad inquadrare il centro ring, dove Jessica Rose si prepara per annunciare i partecipanti del prossimo match.

JR:The following contest is scheduled for one fall!

Le telecamere si spostano verso la zona del timekeeper, dove si trova un volto noto.

Immagine


JR:Introducing first, the special guest timekeeper for the match, THE GATY!

The Gaty si alza e saluta velocemente i fans per poi sedersi di nuovo.



JR:And now, the first competitor of the match. Coming from Inverness, Scotland. Weighting at 95 Kg. TRAVIS MILLER!

Travis Miller appare sullo stage ed osserva per qualche secondo il pubblico per poi percorrere la rampa ed arrivare davanti al ring. Il Child of Ice si sposta verso i gradoni ed appoggia il piede destro sul primo gradino per poi salire sull'apron ed infine entrare nel ring dove attende il suo rivale.



JR:And his opponent, from Berlin, Germany. Weighting at 102 Kg. CHRISTOPHORUS SCHMIDT!

Le luci si spengono e dopo qualche secondo lo stage è illuminato da un fascio di luce, nel quale compare Schmidt. Il Berlin Brawler si dirige velocemente verso il quadrato e sale sul ring, dove comincia a togliersi cappotto ed occhiali mentre osserva sia Miller che Gaty fuori dal ring. Una volta pronto l'arbitro fa il cenno al Most Cool Guy di suonare la campanella in modo da cominciare il match.

Immagine VS Immagine


Singles Match: Travis Miller vs Christophorus Schmidt


Il match comincia ed i due lentamente si avvicinano l'uno all'altro osservandosi in cagnesco per qualche secondo...finché Miller non comincia bruscamente la contesa colpendo il rivale con la Sacrifice!

Immagine


Schmidt cade in ginocchio mentre il Child of Ice scatta alle corde e tenta immediatamente di chiudere la contesa con la Redemption... ma Schmidt evita facilmente la mossa rotolando via e successivamente scattandogli alle spalle per poi tentare di applicare la Bad Dreams! Miller si dimena e riesce a liberarsi dalla presa gettando il rivale in avanti che rotola e si riporta in ginocchio. I due si osservano qualche secondo, successivamente Schmidt scatta verso Travis e se lo carica per poi mandarlo a sbattere contro un paletto. Qui il German Nightmare procede con degli shoulder block per poi allontanarsi ed aspettare mentre il rivale gli si avvicina barcollando...tenta un Exploder Suplex, ma Miller si ancora al terreno e lo colpisce con delle gomitate spezzando la presa. Schmidt si sposta a fatica verso il centro ring mentre Travis rimbalza alle corde... ma viene intercettato da una violenta Spinebuster!

Immagine


Schmidt si rialza ed afferra il rivale mettendolo in posizione seduta, successivamente corre verso le corde e rimbalza per poi tuffarsi sull'avversario e colpirlo con una gomitata al volto. Il wrestler tedesco tenta il pin...1.....2...NO! Miller effettua il kick out. Schmidt non perde tempo per colpire il rivale con degli stomp e successivamente appoggiarlo sulla seconda corda. Successivamente il German Nightmare appoggia il ginocchio sul collo del rivale e comincia a soffocarlo costringendo l'arbitro a cominciare il conteggio....1......2.......3.......4....Schmidt molla la presa e si allontana mentre il rivale rimane appoggiato alla corda. l'Hunter prende le misure e poi va a rimbalzare al lato opposto...ma viene intercettato dal rivale che si alza improvvisamente e blocca la corsa dell'avversario con la Cut Down To Size!

Immagine


Tentativo di pin da parte di Miller....1.....2...NO! Schmidt esce dal pin e Miller rimane qualche secondo a riflettere per poi rialzarlo a fatica. Lo scozzese afferra il rivale e lo solleva portandoselo sulle spalle e chiudendo nella Helplessness! il tedesco cerca di dimenarsi ma la presa gli impedisce di muovere braccia o gambe. Il Child of Ice si sposta a centro ring e poi stringe ulteriormente la presa in modo che il Berlin Brawler non riesca minimamente a muoversi. L'arbitro chiede a Schmidt se vuole abbandonare la contesa, ma questi si rifiuta e si agita cercando di allentare la sottomissione. Dopo diversi secondi Schmidt riesce a liberarsi e ad atterrare alle spalle dell'avversario. Miller si gira, e viene accolto da un dropkick del rivale il quale successivamente si rialza tenendosi ancora le braccia per il dolore. Travis si rimette in piedi e viene colpito da una serie di colpi diretti del German Nightmare che lentamente lo fa indietreggiare verso l'angolo. Una volta in quella zona Schmidt colpisce l'avversario con una rapida serie di gomitate al volto e poi si allontana verso l'altro paletto per prendere la rincorsa...No! viene bloccato dal rivale che lo lancia direttamente contro il paletto con la Regret!

Immagine


Il tedesco rotola a terra mentre Miller lentamente si rialza appoggiandosi al turnbuckle. Il Child of Ice esce dalle corde e lentamente scala il paletto, per poi attendere che il rivale si rialzi. Schmidt lentamente si rimette in piedi e Miller si lancia...ma viene accolto da un violento pugno allo stomaco da parte del tedesco che poi lo afferra per il collo e lo schianta al suolo con la sua Implant DDT! Schmidt cerca di coprire l'avversario, ma Miller rotola sull'apron in modo da non permetterglielo. Travis lentamente si rialza sull'apron dando le spalle al ring, ma Schmidt non perde tempo e sale sulla seconda corda per poi afferrarlo ed eseguire un magistrale Schmidt Plex dalla seconda corda!

Immagine


I due contendenti sono a terra al centro del ring, e dopo qualche secondo Christophorus riesce a coprire il rivale per il pin....1......2......NO! Miller è ancora nel match! il Berlin Brawler si rialza a fatica e si posiziona alle spalle dell'avversario mentre questi lentamente cerca di rimettersi in piedi...Ma attenzione! La campanella viene suonata! Schmidt si volta lamentandosi con The Gaty dopo che questi suona la campanella nel mezzo del match, e questi si limita a fare spallucce. Il German Nightmare si avvicina alle corde lanciando degli insulti a Gaty...ma viene sorpreso da Travis che nel frattempo ha ritrovato le forze per rialzarsi e sollevarlo per connettere la Fear!

Immagine


Miller prova lo schienamento, 1...2...NO! Niente da fare neanche per il Child of Ice che si rimette in piedi per cominciare a colpire con dei pestoni il petto del tedesco, Miller solleva Schmidt e lo lancia alle corde per poi correre verso di lui per colpirlo con una ginocchiata in petto con Christophorus che dopo la caduta finisce fuori ring. Mentre Travis esce nel ring rivediamo il replay che ci mostra di come Gaty ha distratto Schmidt per permettere al membro degli State of Anarchy di andare a segno con la Fear. Miller nel frattempo tenta di rimettere l'Hunter in piedi ma questi riesce a reagire il giusto per spingerlo contro Gaty che viene steso dall'impatto! Il membro della Fox's Army nel frattempo striscia sul ring mentre Travis si sta rialzando dopo l'impatto, al conto di 7 rientra nel ring dove viene steso da una fulminea Berlin Bomb!

Immagine


Schienamento, 1...2...NO! Miller è ancora nel match e Schmidt decide di rialzarlo per lanciarlo con un Irish Whip in direzione del paletto più vicino facendolo però impattare con il petto e non con la schiena, Miller barcolla e il tedesco mette a segno un Half Nelson Suplex! Il tedesco ritenta di nuovo lo schienamento, 1...2...NO! Ancora un conto di due per il Berlin Brawler mentre un replay come si è procurato di nuovo il controllo del match facendo scontrare con astuzia Miller e Gaty, che nel frattempo è ritornato di nuovo al suo posto. Adesso Schmidt fa segno che è finita, chiama la Neutral...

???: Questo match termina qui, arbitro ordina il No Contest.

Spoiler:
NO CONTEST


Immagine


Le immagini staccano sullo stage e ci mostrano FOX OLON!!!

Il presidente della TWC viene subissato dai fischi per l'interruzione del match mentre Schmit nel ring allarga le braccia come per chiedere spiegazioni per l'interruzione nel match, tra l'altro mentre sembrava pronto a connettere con la sua fida Neutralisator.
Miller invece si sta aggrappando alle corde per rialzarsi e Gaty guarda stranito la scena.

FO: Un grande uomo è uno che ammette i propri sbaglio e io ne ho fatto uno ufficializzando questo match.
La TWC è conosciuta per offrire al proprio pubblico grandi match ogni due settimane, questo ci ha fatto diventare la federazione rivelazione dell'intero panorama del pro-wrestling mondiale.
Ero nel mio ufficio a guardare questo match e mi sono reso conto che un scempio di tale portata stava facendo addormentare il pubblico presente e non danneggiando quanto di buono questa federazione ha fatto finora.

Mentre Olon viene dileggiato dai cori This is Bullshit Miller dal ring sbraita contro Olon per quanto ha fatto.

FO: E' inutile che ti comporti da animale Travis Miller visto che se questo match è stato un fallimento su tutta linea è quasi tutta colpa tua.
Quanto visto oggi dimostra che la gente non sa vedere del talento se crede che uno come te possa fare grandi cose, se tu fai parte degli State of Anarchy è solo perchè a Leon Black serviva qualcuno per fare numero, non importa se bravo o meno.
Tu hai avuto l'opportunità di combattere nel main event di War of Change solo grazie a Sigfried, se non fosse per il fatto di essere stato tanto altruista da dedicare il suo tempo per uno come te tu a quest'ora eri nella categoria dei vari Black Adam, Ultraman e gente di questo tipo.

Questa volta i fan intonano Fox Sucks.

FO: Quanto a te Chris sappi che non ho nulla contro di te, anzi ci ha provato a far risaltare Miller ma ti sei lasciato trascinare nel baratro dalla sua mediocrità e questo i più grandi non lo fanno ma il contrario.
Se ho deciso di interrompere il match l'ho fatto anche per te, questo non è un modo per buttarti a terra ma è un modo per spronarti a migliorare.
So che lo stai già facendo visto che hai firmato il contratto per la TDPW in modo da affinare le tue qualità ma questo da solo non basta, tu sei un membro della Fox's Army e io pretendo il meglio da ogni componente.
Ora voi due scendete dal ring e anche tu Gaty ve ne tornate nel backstage.

Mentre i fischi si fanno più assordanti Schmidt e Miller scendono dal ring mentre Gaty torna subito nel backstage.
Dei wrestler coinvolti nel match il primo a "uscire di scena" è Miller che non degna di uno squardo Fox Olon mentre Schmidt lo guarda in cagnesco per l'aver interrotto il match, come detto prima, quando era sul punto di mettere a segno la Neutralisator che gli avrebbe potuto garantire la vittoria.


UP NEXT: TWC World Heavyweight Championship Tournament Semifinal - Fred vs. Sigfried Jaeger


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

TWC - NIGHT OF GOLD 2015
MessaggioInviato: 11/09/2015, 17:05 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
Ladies and gentlemen, bentornati in diretta con TWC Night of Gold, live dal mitico Staples Center di Los Angeles, California! E finalmente siamo arrivati a al primo degli attesissimi crocevia che porteranno al traguardo finale di questo bellissimo Special Event. Siamo arrivati infatti alla prima delle due semifinali del TWC World Heavyweight Championship Tournament.

ImmagineImmagineImmagine


Fred Franke, il temibile German Superman di Gehlberg, affronterà “Superstar” Sigfried Jaeger, il Monster Hunter di Ravensburg, nell’incontro più importante della carriera di entrambi in Total Wrestling Federation. A rendere ancora più sentito questo match, è anche l’aria da resa dei conti che si respira all’interno della Fox’s Army, specialmente dopo l’inopinata sconfitta patita ieri sera dall’armata di Mr. Fox Olon contro lo State of Anarchy, al termine di un bellissimo Five on Five Tag Team Match. Chi vincerà? Chi approderà all’ambita finale del torneo? E soprattutto, chi si imporrà una volta per tutte come leader della fazione che si erge a guardia del soffocante sistema-Olon? Lo scoprirete tra poco, dopo un breve recap!

Fred Franke vs. Sigfried Jaeger - Recap ha scritto:


Il filmato mostra subito il percorso di Fred Franke e Sigfried Jaeger nel torneo che stasera assegnerà l’ambito TWC World Heavyweight Championship. Come vediamo, il primo ostacolo di Fred è stato il temibile Lance Murdock, battuto col suo marchio di fabbrica, il Knockout Kick, dopo un incontro avvincente ed equilibrato. Due settimane dopo Sigfried Jaeger se la vede invece con il futuro della federazione, rappresentato da Nick Carroll. Quest’ultimo vende a un prezzo carissimo la pelle, ma alla fine deve arrendersi alla maggiore esperienza del wrestler di Ravensburg, che approda così al secondo turno dopo aver chiuso l'incontro con la spettacolare Valhalla Rising. I quarti di finale del torneo vedono poi il German Superman superare il durissimo scoglio rappresentato dall’imprevedibile astro nascente dello State of Anarchy, Kevin Manson. Al termine di un incontro violento e senza esclusione di colpi, Fred riesce ad aggiudicarsi lo schienamento decisivo grazie a un Knockout Kick e a qualificarsi per la semifinale. Sigfried Jaeger invece si ritrova a combattere contro il l’avversario che più l’ha messo in difficoltà finora, ovvero Travis Miller. Ma alla fine, dopo un match stratosferico, è il Corvo ad avere la meglio sul Child of Ice connettendo per la prima volta in TWC una nuova finisher, Ragnarok, e riuscendo così a vendicare la cocente sconfitta subita da Miller nel Main Event di TWC War of Change, approdando così alla fase finale di Night of Gold.

Dopo di che il filmato procede con un riepilogo dei rapporti tesissimi che intercorrono tra i due membri della Fox’s Army. Come vediamo, i due si sopportano a malapena fin dalla nascita dell’alleanza, quando un Franke versione Mr. Pink soffia lo schienamento decisivo su Leon Black conquistato da Jaeger sotto le spoglie di Mr. Brown al termine del Civil War Match dello scorso maggio. Le immagini passano poi col mostrare i ripetuti screzi tra i due, culminati nel faccia a faccia infuocato a Gehlberg, paese natale del German Superman, a cui hanno fatto seguito alcune dichiarazioni pubbliche di entrambi. In ultimo, vediamo anche l’errore di Jaeger di ieri sera, col Big Boot che manda fortuitamente al tappeto Franke durante il Five on Five Tag Team Match tra Fox’s Army e State of Anarchy.

Ora, due tra i wrestler più solidi e spietati della TWC si ritrovano faccia a faccia nel match che schiuderà le porte per l’appuntamento con la gloria e l’alloro massimo della federazione. E noi tutti siamo in spasmodica attesa per scoprire cosa succederà, chi vincerà, e soprattutto se la Fox’s Army uscirà smembrata o rafforzata da questo showdown che si annuncia come altamente spettacolare e soprattutto tiratissimo.



E dopo il bel filmato di recap che ci ha mostrato il percorso di entrambi i lottatori nel torneo e gli screzi avvenuti nell’ultimo periodo, è arrivato il grande momento degli ingressi dei lottatori.

Immagine


Come vediamo, la nostra favolosa Jessica Rose è già sul ring in attesa di presentare Fred Franke e Sigfried Jaeger. Accanto a lei c’è l’arbitro designato per questa prima semifinale.

Immagine


Altri non è che il prode Thomas Kiley, che ricordiamo per l’incredibile arbitraggio del match più lungo e combattuto della storia della TWC, ovvero il famigerato Hudson River Match tra Gunther Schmidt e Thomas Bell, durato officiosamente per ben tre settimane. Ma attenzione! E’ comparso qualcuno sullo stage. E’ Mr. Fox Olon!

Immagine


Salva di fischi da parte del pubblico e cori di disapprovazione verso il presidente della federazione! Il controverso General Manager, una volta guardatosi intorno, fa un sorriso sarcastico e scende rapidamente la rampa, mentre Jessica Rose, spaesata, lo introduce.

JR: Ladies and gentlemen. Please welcome the TWC President and Indoor War General Manager, Mr. Fox Olon!

Il presidente della TWC, ignorando i cori e i fischi dei fan imbufaliti che proprio non lo vogliono più vedere, sale i gradoni d’acciaio ed entra nel quadrato. Dopo di che Olon va da Jessica Rose e si fa dare il microfono, invitando l’annunciatrice ufficiale della Total Wrestling Federation a lasciare il ring. Una volta che Jessica Rose è scesa, Fox Olon si mette al centro del ring con un sorriso a trentadue denti.

FO: Ladies and gentlemen, my name di Mr. Fox Olon! And the following contest, scheduled for one fall, is the First Semifinal Match for the TWC World Heavyweight Championship Tournament!!!

Ebbene, sarà lui in persona ad annunciare i due wrestler che appartengono al suo esercito privato.

Immagine


Ma attenzione, le luci si abbassano e si fanno intermittenti, mentre sullo stage si diffonde una coltre di fumo grigio e sul titantron compare, come di consueto in questi casi, il logo della Bruderschaft Der Krahe Incorporated. Il primo che entrerà in scena in quest’attesissima semifinale, sarà “Superstar” Sigfried Jaeger!



L’arena viene inondata dal riff degli Amon Amarth, coprendo i fischi del pubblico e dopo qualche secondo, ecco spuntare sullo stage il Best from the West!

Immagine


Sigfried Jaeger si rimira l’immenso Staples Center, pieno fino all’inverosimile, dopo di che si rivolge verso il cameraman e fa la sua classica taunt col gomito destro. Infine, eccolo scendere la rampa con decisione, concentrato come non mai, e guardandosi bene dal lasciarsi coinvolgere dai cori di disapprovvazione e dai cartelli provocatori dei fan in prima fila.

Immagine


FO: Introducing first. Making his way to the ring, weighting 215 pounds and standing 6-feet-3-inch tall. From Ravensburg, Germany, representing The Bruderschaft Der Krahe Incorporated and The Fox’s Army. He is The Best from the West, The Monster Hunter, The Deadly Crow, The 34th Street’s Hero, The Sword of Justice, The Leader, and Das Wundermann... Sigfriiiiieeeeed Jaeeeeegeeeeer!!!!!

Una volta arrivato ai piedi del quadrato, Sigfried accenna un sorrisetto, dopo di che eccolo salire i gradoni e irrompere sul ring. Qui il Corvo si mette a fare la sua taunt verso ogni lato del quadrato, ricevendo in risposta più fischi e buuu che applausi. Dopo di che eccolo avvicinarsi a Mr. Fox Olon e stringergli la mano, causando una salva ancor più grande di fischi da parte del caldissimo pubblico di Los Angeles. Infine Sigfried Jaeger si toglie la felpa Adidas, gettandola oltre le corde, e si mette a un angolo, cercando la massima concentrazione in attesa del suo avversario.

Immagine


Improvvisamente le luci si spengono! Urla e fischi da parte dei fan, che hanno ben capito che sta per arrivare uno degli uomini più odiati della TWC.



Ed ecco fare il proprio ingresso Fred Franke, sulle note della sua Vorherrschaft!

Immagine


Il Self Proclaimed Leader della Fox’s Army riceve la solita dose di improperi e fischi da parte del pubblico, ma come sempre, resta indifferente, preferendo puntare lo sguardo verso il ring, dove lo attendono Fox Olon e soprattutto Sigfried Jaeger. Ed eccolo scendere la rampa con grande rapidità.

Immagine


FO: And his opponent. Making his way to the ring, weighting 249 pounds and standing 6-feet-5-inch tall. From Gehlberg, Germany, representing the Fox’s Army. He is The German Superman, The Master of German Suplex, The Future Legend of Pro Wrestling, The German Submission Machine, The German Conquerer, The Perfect Wrestling Machine, and The Messiah of Pro Wrestling... Freeeeed Fraaaaankeeeee!!!!!

Una volta sul quadrato, Fred va subito a stringere la mano al suo mentore Fox Olon, dopo di che eccolo immediatamente andare faccia a faccia con Sigfried Jaeger dopo che questi l’ha salutato ironicamente. L’arbitro interviene subito per dividere i due, con Jaeger che alza le mani e fa segno al German Superman di allontanarsi. Fred allora si piazza all’angolo opposto, a braccia conserte, osservando Sigfried con uno sguardo cupo. Mr. Fox Olon ne approfitta per scendere tranquillamente dal ring. Eccolo passare il microfono a Jessica Rose e poi prendere posizione per godersi lo spettacolo accanto al mitico team di commento formato da Jacob Price e Michael Campbell. Tutto è pronto per l’inizio di questa prima semifinale del TWC World Heavyweight Championship Tournament. Il pubblico è caldissimo e i due wrestler sono nei rispettivi angoli che si guardano in cagnesco. L’ultima parola passa al referee Thomas Kiley, che dopo aver dato un’occhiata verso Sigfried e Fred, fa un segno plateale al Timekeeper. Ecco il triplice rintocco della campanella! Buona semifinale a tutti. Here, we, go!


TWC World Heavyweight Championship Tournament: Semifinal

“The German Superman” Fred Franke vs. “Superstar” Sigfried Jaeger


Spoiler:


Per una buona lettura, è sempre auspicabile proporre un buon sottofondo musicale. :/


Partiti! I due wrestler tedeschi cominciano immediatamente a studiarsi, girando in cerchio sul ring. Eccoli accorciare lentamente le distanze, fino a chiudersi in un poderoso Clinch iniziale. Entrambi spingono per avvantaggiarsi, finchè alla fine ha la meglio Fred, forte della maggiore altezza e stazza. Il German Gorilla spinge via via l’avversario fino all’angolo. E qui interviene Thomas Kiley, che si mette in mezzo e ordina a Franke di sbloccare la presa. Quest’ultimo molla Jaeger e gli rivolge un sorrisetto sarcastico, dopo di che lo invita platealmente a farsi sotto e riprovarci. Sigfried, una volta risistematosi la lunga gomitiera, torna ad avvicinarsi. Questa volta il Corvo allunga un braccio, invitando il German Superman a una prova di forza. Quest’ultimo non si fa pregare e con prudenza allunga una mano aperta, intrecciando le dita con quelle del Best from the West. Subito dopo i due fanno altrettanto con l’altro braccio, dopo di che scatta la vera e propria prova di forza. E ancora una volta pare che il più forte sia Fred Franke. Finchè Jaeger non gli rifila un violento calcio allo stomaco! Preso alla sprovvista, Fred molla la presa, ma non fa in tempo a reagire, che Jaeger gli stampa in faccia un poderoso Bruderschaft Kick!

Immagine


Il German Submission Machine va al tappeto! Il Deadly Crow si butta subito per schienarlo, ma l’arbitro non fa in tempo a contare l’uno, che Fred effettua un immediato Kickout. Sigfried si mette in ginocchio e fa spallucce, dopo di che eccolo chiudere il German Gorilla in un’Headlock a terra. Mentre l’atmosfera nell’arena ha un che di surreale, col pubblico che fischia e fa cori contro entrambi i lottatori, vediamo il Corvo stringere più che può la presa al collo dell’avversario. Nel frattempo alterna un sorriso ad alcune frasi impronunciabili in tedesco. Ma ecco Franke rimettersi in moto e tentare di liberarsi. Il German Conqueror si piega di lato nel tentativo di rialzarsi, costringendo Sigfried a mettersi a sedere. Alla fine, con un grande sforzo, Fred si rimette prima in ginocchio, poi in piedi, con Jaeger ancora avvinghiato al collo. Ecco un paio di pugni allo stomaco da parte del nativo di Gehlberg, che poi arretra appoggiandosi alle corde e finalmente si libera, lanciando il Corvo dall’altra parte. Sigfried rimbalza e torna a centro ring, mentre nel frattempo Fred fa lo stesso dall’altra parte, dopo di che il German Conqueror si tuffa per un Running single leg high knee...

Immagine


E va a segno! Splendida mossa da parte di Fred Franke! Il fedelissimo della prim’ora di Mr. Fox Olon si rialza subito e va ad abbrancare l’avversario per non dargli tregua. Una volta rialzato Jaeger, Fred lo blocca e lo atterra con un German Suplex. Sigfried atterra male, tenendosi la testa e la mascella contusa in precedenza dalla poderosa ginocchiata di Franke. Quest’ultimo tenta di continuare la sua opera di indebolimento dell’avversario, eccolo riprendere il Corvo, bloccarlo uncinandogli le braccia e stenderlo con un Dragon Suplex! A questo punto, il German Superman prova a schienare il Best from the West. 1... No! Sigfried si scuote vicino al conto di due. Eccolo cercare di rimettersi in piedi, mentre Franke lo osserva in ginocchio. Il Messiah of Pro Wrestling torna in azione e prova un Exploder Suplex. Jaeger reagisce, liberandosi violentemente. Serie di Deutsche Uppercut da parte di Sigfried, che poi afferra il German Gorilla e lentamente lo rovescia all’indietro mettendolo in posizione per l’Oden’s Blade. Evitata da Franke, che si abbassa in tempo! Il Corvo si sbilancia, prestando il fianco al Master of German Suplex, che lo abbranca e lo stende nuovamente, stavolta con un perfetto Belly to Back Suplex!

Immagine


Altra grande mossa da parte del German Conqueror! Sigfried Jaeger atterra malamente e ruzzola fuori dalle corde, finendo a terra ai piedi del ring. Fred Franke si rimette in piedi, dopo di che eccolo cominciare a incitare i fan gridando che lui è il migliore. Ma il pubblico è piuttosto restio a seguirlo, e gli applausi sono immediatamente sepolti da un mare di fischi. Nel frattempo vediamo il Monster Hunter mettersi a sedere a fatica, controllandosi il collo indolenzito dopo la serie di Suplex subiti. Fred Franke lo tiene d’occhio, e non appena vede che l’occasione è favorevole, eccolo correre dall’altra parte del ring, rimbalzando alle corde. Sigfried Jaeger si rimette in piedi giusto in tempo per vedere Fred tuffarsi verso di lui per connettere un Suicide Dive... E lo evita di un soffio, mandando il German Gorilla a schiantarsi a terra! Mentre Fred si contorce a terra, Sigfried scuote il capo e va a rialzarlo, dopo di che eccolo mandare il German Superman a schiantarsi con le gambe addosso ai gradoni d’acciaio con un potente Irish Whip!

Immagine


Il German Conquerer ruzzola aldilà dei gradoni, finendo a terra tenendosi il ginocchio destro con cui ha impattato maggiormente sui gradoni. Ma ecco sopraggiungere il Monster Hunter, che ridacchiando inizia a girare intorno a Fred colpendolo con degli Stomp, come un Corvo alle prese con un cadavere da spolpare. Il giochetto di Sigfried dura poco, poichè l’arbitro Kiley comincia a contare fuori entrambi i contendenti. Il Deadly Crow allora sbuffa, e una volta abbrancato Franke, lo ributta sul ring, facendolo rotolare sotto la prima corda. Dopo di che eccolo girarsi verso alcuni fan con la maglietta della BDK Inc. e fare spallucce. Sigfried infine si arrampica sull’apron, mettendosi in piedi, ma un indomito Fred, già in piedi, lo carica colpendolo con un Uppercut! Secondo Uppercut da parte di Franke, seguito da un terzo! Sigfried barcolla stordito, tenendosi con una mano alle corde per non cadere nuovamente fuori dal ring. Il German Superman ne approfitta abbrancandolo di nuovo e rovesciandolo dentro il ring con un Suplex! Il Corvo atterra violentemente di schiene e finisce seduto facendo una smorfia di dolore. Ma Fred continua nella sua opera di distruzione prendendo la rincorsa alle corde e colpendolo in pieno volto con una Shining Wizard!

Immagine


E ora vediamo il German Submission Machine andare a schienare il rivale-compagno di stable. 1... 2... No! Kickout da parte di Sigfried Jaeger! Fred Franke scuote un attimo il capo, dopo di che eccolo riprendere ancora il Deadly Crow. Irish Whip all’angolo da parte del German Gorilla. Sigfried sbatte di schiena, tuttavia riesce a respingere la carica dell’avversario con una violenta gomitata al collo. Franke arretra dopo la botta, aprendo un varco al Best from the West, che lo blocca da dietro e lo schianta al tappeto con un disperato Willkommen! E stavolta è Sigfried che schiena. 1... 2... No! Fred alza un braccio, uscendo al conto di due. Il Corvo lo afferra subito per il collo, cercando di torcerglielo, quasi volesse svitare la testa del German Superman! Una volta tirato su a forza, Fred Franke viene poi bloccato da Jaeger e abbattuto immediatamente con un Deutsche Legsweep. Il German Gorilla sbatte ancora la testa a terra. A questo punto inizia anche lui a trovarsi in difficoltà. Sigfried si mette a sedere, fa un mezzo sorriso, poi tira su ancora per il collo Fred, rimettendolo in piedi. Ahia, vuole provare l’Oden’s Blade un’altra volta! Ma Franke adesso reagisce, scuotendosi e rifilando una gomitata all’indietro colpendo fortuitamente in faccia il Corvo. Sigfried si blocco tenendosi il volto, al ché il German Superman ne approfitta per balzare alle corde, riuscendo a prendere l’avversario al volo e a colpirlo con una spettacolare Springboard Stunner!

Immagine


Sigfried barcolla stordito all’indietro verso il centro del ring. Il German Gorilla allora completa l’opera asfaltandolo con una violenta Clothesline! Subito dopo Fred riprova a schienare il Corvo. 1... 2... No! Sigfried si scuote in tempo, uscendo prima del conto decisivo dell’arbitro. Senza dubbio stiamo assistendo a un match spettacolare, infatti i fischi sono diminuiti e inizia a crescere l’attesa per vedere chi tra questi due grandi atleti riuscirà a prevalere. Anche Mr. Fox Olon è molto interessato, e soprattutto preso dall’incontro. Lo vediamo infatti asciugarsi il sudore dalla fronte, il viso teso per la tensione. Ma torniamo all’azione in ring. Fred Franke, già in piedi, apostrofa Sigfried in tedesco, dopo di che eccolo andare all’angolo, arrampicandosi sulla terza corda e mettendosi in equilibrio precario. Dopo qualche secondo, Sigfried Jaeger si rialza barcollando, finendo per essere travolto dal famoso Crossbody del German Superman. Ma attenzione! Reverse all’indietro da parte del Corvo, che finisce col coprire Franke, bloccandolo spalle a terra! E l’arbitro conta subito! 1... 2... No! Kickout alla disperata da parte di Fred! Il German Superman e il Monster Hunter si rialzano contemporaneamente. Tentativo di Clothesline da parte di Sigfried, evitata da Fred, che afferra l’avversario e lo lancia alle corde per il suo Pop-Up European Uppercut. Ma Jaeger evita la presa, blocca un braccio a Fred dietro la schiena, gli prende il collo e lo atterra con la Gegen Monstrum!!!

Immagine


Mossa decisiva da parte del Corvo! Fred Franke resta immobile a terra, tramortito dall’eroica proiezione creata per uccidere i mostri. Sigfried ha così tempo per rifiatare un attimo. Lo vediamo tenersi la bocca, da cui esce del sangue. Dal replay che vediamo, è stata la gomitata fortuita subita a provocare il danno alla bocca del tedesco. Torniamo in diretta. Dopo aver sputato a terra, il Corvo fa una smorfia e schiena il German Gorilla. 1... 2... No! Altro schienamento interrotto da parte di Franke! Sigfried scuote il capo, sospira, infine si tira su, rialzando a fatica il dolorante Fred. Deutche Uppercut messo a segno dal Corvo. Franke barcolla, poi però replica con un Uppercut a sua volta. Replica di Sigfried con un secondo Deutsche Uppercut. E contro replica di Franke! I due continuano a colpirsi a vicenda al volto, passando poi dalle gomitate ai pugni. Ha la meglio alla fine Fred, che poi prova un Belly to Belly Suplex! Ma Jaeger si districa dal pericolo con tutte le sue forze, stordendo con una testata il German Superman, dopo di che lo prende per il collo e lo atterra con la Loki’s Tie!

Immagine


Applausi misti a fischi da parte dei fan di Los Angeles. Come vediamo, questa mossa ha lasciato un segno sul collo indolenzito del wrestler nativo di Gehlberg, che digrigna i denti dal dolore. E Sigfried ne approfitta per provare ad avere ragione di lui con un nuovo schienamento. 1... 2... No! Niente da fare, Fred Franke è un panzer. Stavolta il Corvo inizia a dare segni di rabbia. Eccolo infatti apostrofare duramente il referee, invitandolo a contare più velocemente. Subito dopo il tedesco residente a Ravensburg si rimette in piedi, osserva Fred Franke, infine arretra verso l’angolo con un sorriso tirato. E per Fred sono guai. Sigfried infatti sta prendendo le misure per il Blitzkrieg. Ecco il Corvo incitare il pubblico, alzando il gomito destro e gridando al German Superman di rialzarsi. Fred Franke sfrutta le corde, tirandosi su a fatica, ignaro del pericolo alle spalle. E in questo preciso istante parte Jaeger, deciso a staccare la testa all’avversario una volta per tutte. Ma Fred si butta giù all’ultimo istante, evitando di finire decapitato, dopo di che rifila uno spitone alla disperata al Best from the West, mandandolo a rimbalzare alle corde e sorprendendolo con uno strepitoso Pop-Up European Uppercut! A segno!

Immagine


Sigfried Jaeger crolla a terra immobile tra lo strepitio e le urla dei fan. Fred Franke annuisce soddisfatto, dopo di che schiena l’avversario. 1... 2... No! Il Best from the West si scuote di lato, uscendo dallo schienamento in tempo. A questo punto però Franke vuole farla finite una volta per tutte. Eccolo bloccare il braccio destro al Corvo e poi iniziare a storcerglielo con violenza! E’ la Kimura! E’ la Kimura Lock! L’immagine mostra subito un primo piano di Jaeger, col sangue ripreso a scorrere dopo l’ultimo colpo al volto, il quale grida di dolore e tenta di liberarsi all’istante. La fortuna è dalla sua parte, perchè con uno sforzo tremendo riesce ad appoggiare la punta del piede alla prima corda. Sospiro di sollievo per i fan del membro della BDK. Thomas Kiley va subito a fermare il German Superman, che però è restio al mollare la presa e viene subito contato. 1... 2... 3... 4... Franke molla il braccio di Jaeger e rivolge uno sguardo gelido al referee. Il German Superman impreca, poi sfrutta le corde per rialzarsi. Una volta in piedi lo vediamo alzare un dito al cielo e disegnare in aria platealmente un cerchio. E qui la vedo brutta. E’ tempo di Giant Swing! Il German Conquerer afferra Jaeger per le gambe, trascinandolo a centro ring, dopo di che, bloccando ogni tentativo di liberarsi del Corvo, che ha ancora un braccio indolenzito, eccolo dare il via alla mossa spettacolare!

Immagine


E Giant Swing sia! 1... 2... 3… 4… 5… 6… 7… 8… 9… 10 giri sulla giostra della morte per Sigfried Jaeger! Alla fine Fred molla l’avversario che si accascia a terra, infine lo schiena subito! Forse ci siamo! 1... 2… e 3! No! Kickout all’ultimo tuffo da parte di Sigfried Jaeger! Fred Franke si mette a sedere e f ail gesto del tre all’arbitro. No, niente da fare. Il German Gorilla batte un pugno a terra, dopo di che si tira su a fatica e si avvia verso le corde. Eccolo uscire nell’apron e iniziare ad arrampicarsi sul paletto. Ancora una volta Fred si ritrova in equilibrio precario. Ha chiamato il Phoenix Splash, la sua mossa risolutiva! Pubblico in piedi per vedere che succede. Ecco Franke che si gira con cautela, dopo di che parte con una delle proiezioni più spettacolari del suo repertorio... Finendo con lo schiantarsi violentemente a terra! Infatti Sigfried Jaeger, come al solito una volpe, si è spostato all’ultimo secondo! Fred ha accusato la botta e resta in terra tenendosi la testa. D’altro canto, Sigfried striscia verso la prima corda e vi si appoggia, approfittando del momento di tregua per recuperare le forze. Ora che il pericolo è passato, il Monster Hunter inizia a tirarsi su. Una volta in piedi, Jaeger si controlla il braccio indolenzito, poi si pulisce il sangue dalla bocca col braccio. Ed eccolo alzare a sua volta il dito al cielo, imitando la chiamata fatta da Fred in precedenza. Solo che il Corvo conosce una variante peggiore del Giant Swing. Eccolo infatti prendere per la testa Fred e rialzarlo quel tanto che basta per dare il via alla dolorosissima Nibelungenlied!

Immagine


Mentre il pubblico rumoreggia, il Best from the West effettua la sua pericolosa giostra della morte alternativa, ma con meno giri causa braccio indolenzito, infatti al terzo eccolo schiantare a terra pesantemente il Messiah of Pro Wrestling. Dopo di che il wrestler di Ravensburg rovescia a fatica Franke e lo copre. 1... 2... No! Altro Kickout da parte del German Superman, a sua volta vicinissimo alla sconfitta! Pubblico, che sta diventando molto partecipe, inizia ad applaudire entrambi. Sigfried a questo punto recupera le forze per qualche secondo, dopo di che si rialza a fatica e si dirige a sua volta verso le corde. Eccolo arrampicarsi fino alla terza corda. Ma Fred sembra disporre di un notevole fiuto e un’ottima riserva di fiato. Eccolo infatti rialzarsi e buttarsi di peso sulle corde, facendo perdere l’equilibrio al Corvo che cade dolorosamente a sedere alla terza corda. Questa faceva male. Il Master of German Suplex si avvicina all’avversario e gli rifila un paio di pugni, dopo di che gli blocca il collo e sale sulla seconda corda. Il pubblico rumoreggia. Fred vuole tentare un Superplex! Eccolo mettere un piede sulla terza corda, seguito dall’altro. E dopo alcuni istanti pericolosi, la mossa spettacolare viene connessa alla grande!

Immagine


Volo spettacolare a terra per entrambi e scroscio di applausi per Fred Franke! Il wrestler di Gehlberg è il primo a riprendersi e a rialzarsi. Eccolo abbrancare il Corvo e caricarlo per un Bodyslam. A segno con successo! Come un rullo compressore, il German Conquerer continua nella sua opera di demolizione. E ora va per il pinfall. 1... 2... No! Kickout di Sigfried Jaeger, che vediamo comunque in debito d’ossigeno. Fred si mette in ginocchio e rifila un paio di schiaffi al volto dell’avversario a terra. Poi sospira e si rimette in piedi. Dopo un paio di calci al corpo del Monster Hunter, ecco che Franke va per rialzarlo. Irish Whip all’angolo da parte del German Superman, che poi completa la mossa con un poderoso Splash. Dopo di che il massiccio German Gorilla abbranca Jaeger e lo solleva mettendolo a sedere sul turnbukle. Vuole provare la Musclebuster! Ma il Corvo non ci sta, e a fatica respinge Fred con un paio di pugni e un’altra testata. Mentre il Messiah of Pro Wrestling barcolla via, il Best from the West approfitta della pausa temporanea per issarsi in piedi sulla terza corda, dopo di che eccolo tuffarsi verso Fred, travolgendolo con il mitico Panzerfaust! E Fred Franke finisce col ruzzolare dall’atra parte del ring. Dopo alcuni secondi, i due indomiti lottatori si tirano su e si avvicinano. Scambio alternato di pugni tra i due, seguito da ancora una testata da parte di Jaeger! Fred arretra, poi, imbufalito, prova a decapitare il Corvo con una Clothesline, ma Sigfried si abbassa, lo prende alle spalle e lo ribalta con una Mark of Veteran out of nowhere!!!

Immagine


E il pubblico strepita dopo che il Best from the West ha connesso la finisher di Leon Black. Da notare la faccia sconvolta di Mr. Fox Olon, che proprio questa non se l’aspettava. Sigfried Jaeger fa un mezzo sorriso e accenna un saluto ironico, poi striscia verso Franke, che ha risentito dell’ennesimo colpo al collo, e lo copre con un braccio. 1... 2... e 3! No!!! Per un ciuffo d’erba! Il German Conquerer alza una spalla all’ultimo, interrompendo il conto decisivo! Jaeger scuote il capo, visibilmente innervosito, poi si mette in ginocchio e infine lo ritroviamo in piedi. Il Corvo barcolla verso le corde e vi si appoggia per rifiatare e sputare un altro grumo di sangue. Nel frattempo Fred, in estrema difficoltà, comincia a tirarsi su lentamente. A questo punto il Monster Hunter prende le misure, poi corre verso Franke e lo abbatte con la Stay Down! Altro colpo violento subito da Fred, che ritorna al tappeto. Sigfried resta in peidi a osservarlo, poi fa segno che è finita e arretra all’angolo. E’ tempo di Blitzkrieg, e potrebbe finire qui l’avventura di Fred Franke nel torneo. Sigfried si mette in attesa che l’avversario sia in piedi. Dopo alcuni secondi il momento è propizio. Parte Jaeger, rotazione su se stesso e gomitata a vuoto! Ancora una volta Fred è riuscito a evitare la mossa finale preferita dal Best from the West, dopo di che eccolo rimbalzare alle corde, e tragolvere Sigfried con un poderoso Knockout Kick!!!

Immagine


E questa sì che è una svolta al match! Dopo aver demolito l’avversario con la sua finisher, il German Superman barcolla verso Jaeger e poi gli si butta sopra, schienandolo. Il referee Thomas Kiley si tuffa a terra e va per il conto finale. 1... 2... e 3! No!!! Kickout da parte di Jaeger, che si scuote a un pelo dalla sconfitta! Fred Franke non la prende bene, e dopo essersi rialzato strattona via il referee, dopo di che apostrofa in malo modo i fan che lo fischiano. Ora basta, il German Gorilla vuole chiudere i conti una volta per tutte. Eccolo abbrancare Jaeger, rialzandolo a fatica, dopo di che prova a chiuderlo nella terrificante FredLock! E ce la fa! Sigfried inizia subito a dimenarsi per riuscire a sfuggire alla mossa di sottomissione del wrestler nativo di Gehlberg eccolo spingere all’indietro Fred, che finisce con l’impattare all’angolo, mollando la presa. Sigfried, una volta libero si allontana quanto possibile dal German Conquerer. Poi si gira ed evita per un pelo un secondo Knockout Kick provato da Franke, quasi nemmeno rendendosi conto di essere stato di nuovo a un centimetro dalla sconfitta. Ma Fred, sbilanciato, finisce in pasto all’Oden’s Blade, che riacutizza il dolore al collo! Dopo di che, il Monster Hunter continua la sua opera dolorosa rigirando Franke e mettendo a segno una perfetta Arm Trap Swinging Neckbreaker!!!

Immagine


E c’è ancora uno schienamento! 1... 2... e 3! No!!!!! Fred Franke dà fondo alle proprie energie e riesce a salvarsi ancora una volta! Sigfried Jaeger fa uno sguardo perplesso, dopo di che scoppia a ridere. Eccolo poi afferrare rabbiosamente il German Superman, bloccargli la gamba e chiuderlo nell’Untersuchung!!!

Immagine


E qui possiamo veramente mettere la parola fine all’incontro. Dopo aver tempestato di colpi al collo l’avversario, infatti, Jaeger è riuscito a completare il suo game plan imprigionando il Master of German Suplex nella dolorosissima Untersuchung. Come vediamo, Fred risente subito della terribile pressione che il Corvo sta applicando al suo collo indolenzito. Il pubblico avverte la cosa e sono molte le persone che si alzano in piedi a gridare contro Franke e a incitare affinchè ceda. Sigfried Jaeger stringe ancora la morsa, gridando in tedesco all’avversario di cedere. Fred tenta di resistere a ogni costo, urlando di dolore. Eccolo provare a muoversi, ma la mossa è difficile da reversare, visto che una gamba è bloccata in modo ferreo. Non ce la fa quasi più! Attenzione, stiamo assistendo a un momento importantissimo per la TWC, Fred Franke, molti secondi di indomita resistenza sta alzando un braccio! Il referee Thomas Kiley è pronto a fermare il match non appena quel braccio batterà ripetutamente a terra... Ma che succede?! Qualcuno è montato sull’apron ring!

Immagine


Oh no! Proprio quello che il pubblico non voleva avvenisse! Mr. Fox Olon ha lasciato il tavolo di commento ed è salito sull’apron ring urlando contro l’arbitro. Thomas Kiley si alza e va a discutere col presidente della TWC, fischiatissimo per quello che sta facendo. Sigfried Jaeger è pietrificato. Ma allo stupore subentra immediatamente la rabbia. Il Corvo molla Fred Franke e si alza in piedi, avvicinandosi pericolosamente al controverso TWC General Manager. Dopo averlo apostrofato con epiteti irripetibili, il Best from the West inizia a strattonare Olon! Il referee a questo punto si mette in mezzo, cercando a fatica di districare i due. Alla fine Jaeger molla la presa e si gira verso Fred Franke...

Spoiler:
Il quale, in piedi, gli rifila un terrificante Low Blow!

Immagine


Che dolore assurdo! Sigfried Jaeger cade in ginocchio, tenendosi i gioielli di famiglia andati in frantumi. E per Fred Franke l’occasione è servita su un piatto d’argento. Eccolo infatti tirare su Jaeger e chiuderlo nella Knockout, che dopo un secondo viene connessa in modo brutale!!!

Immagine


Fox Olon a questo punto balza giù dall’apron, indicando il ring al referee. Ed ecco che Fred Franke, tra cori e fischi assolutamente negativi, gira a pancia in su l’avversario e lo schiena ansimando. E l’arbitro non può far altro che procedere col conteggio! 1... 2... e 3!!! COLPO DI SCENA! FRED FRANKE E’ UFFICIALMENTE IL PRIMO FINALISTA DEL TWC WORLD HEAVYWEIGHT CHAMPIONSHIP TOURNAMENT, AL TERMINE DI UN MATCH TOSTISSIMO E SENZA ESCLUSIONE DI COLPI, ROVINATO PERO’ DA UN FINALE ASSOLUTAMENTE CONTROVERSO CHE FARA’ PARLARE PER MOLTO, MA MOLTO TEMPO!!!!!

JR: And the winner of this match... Freeeeed Fraaaaankeeeee!!!!!

Il pubblico di Los Angeles è quasi sul piede di guerra. Fischi e strepiti contro il German Conquerer e soprattutto il diabolico Fox Olon, arrivato al punto di tradire perfino un importante alleato pur di raggiungere i propri obiettivi. Il German Superman si rialza a fatica, facendosi alzare il braccio da un semi-interdetto Thomas Kiley. Poi spinge via l’arbitro e scende dal ring, dove l’aspetta Mr. Fox Olon.



Le note del titantron del Messiah of Pro Wrestling coprono a malapena il disappunto dei tifosi accorsi allo Staples Center. Ma questo non fa altro che divertire Franke, che vediamo tenersi ancora il collo, provatissimo. Mr. Olon invece non sorride affatto. Eccolo dire qualcosa al German Gorilla, e i due si ritirano sulla rampa con due facce che non promettono nulla di buono. Una volta sullo stage, Fred Franke fa un sorriso sarcastico, poi se ne va nel backstage, mentre il Presidente della Total Wrestling Corporation si ferma e si gira, guardando verso il ring, dove vediamo un furioso Sigfried Jaeger rialzarsi a fatica e appoggiarsi alle corde.

Immagine


Il Corvo, che si sente assolutamente derubato della vittoria, e soprattutto della gloria, scruta con uno sguardo omicida l’ormai ex-alleato sullo stage. Stiamo assistendo alla clamorosa implosione della Fox’s Army come vera e propria alleanza, e il pubblico si sta schierando totalmente con il Best from the West. Il referee si avvicina al tedesco per accertarsi se stia bene, ma Sigfried per tutta risposta lo afferra per il bavero della maglia e lo lancia alle corde per poi abbattere Kiley con un Blitzkrieg pieno di frustrazione.

Immagine


Ecco, questo invece non è piaciuto molto a diversi fan. Mr. Fox Olon, perplesso, scuote il capo sospirando.

Immagine


Infine il TWC General Manager gira i tacchi e se ne va anche lui nel backstage, visibilmente preoccupato per le conseguenze di quanto appena successo. Ora sì che ha un'altra brutta gatta da pelare. Un pò c'era da aspettarsi un colpo di scena in questo incontro, magari un intervento esterno da parte del redivivo ed enigmatico Goldman, oppure un tradimento di uno tra Big Black Boom, Simon B. o Christophorus Schmidt. Ma che fosse a intervenire proprio il General Manager in prima persona era difficile da prevedere. E tutto ciò decreta in primis l'impossibilità di ricucire i rapporti tra la BDK Inc. e la fazione di Mr. Fox Olon, che si ritrova un nuovo pericoloso nemico sul piede di guerra, creato con le proprie mani e nel peggiore dei modi.


Ma adesso riprendiamo fiato e torniamo alla calma. Dopo questo drammatico epilogo nel primo dei due scontri fratricida delle semifinali del TWC World Heavyweight Championship Tournament, resta da vedere chi sarà tra Leon Black e Michael Edwards l’avversario che affrontà Fred Franke nel Main Event di questo incredibile Special Event dove assisteremo all’incoronazione del primo campione del mondo della Total Wrestling Corporation. Perciò restate incollati al televisore e continuate a seguirci numerosi. Adesso, con le immagini di un Sigfried Jaeger frustrato e incattivito che scende dal ring e inizia a risalire la rampa con uno sguardo che non promette nulla di buono, noi ci lasciamo per una serie di spot commerciali. Ma rimanete con noi, non andate via. Night of Gold continua dopo la pubblicità!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

TWC - NIGHT OF GOLD 2015
MessaggioInviato: 11/09/2015, 17:15 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
Bentornati a TWC Night of Gold, il secondo storico Special Event della Total Wrestling Corporation. Dopo la lunga presentazione dei prossimi appuntamenti di Friday Night Indoor War che ci accompagneranno verso il terzo Special Event della compagnia, in programma il 18 dicembre, la linea passa al backstage.

Immagine


Le immagini mostrano la porta socchiusa della House of Heroes, l’esclusivo locker room della Bruderschaft Der Krahe Incorporated. Come sentiamo dalle grida, c’è molta maretta dopo l’incredibile e controverso risultato della semifinale tra “Superstar” Sigfried Jaeger e Fred Franke, vinta da quest’ultimo grazie anche al controverso intervento del presidente Mr. Fox Olon. Il cameraman spalanca la porta semi-aperta ed entra, trovando un imbestialito Sigfried Jaeger intento a discutere con Gunther Schmidt e Brunild Wagner.

Immagine


Di punto in bianco eccolo afferrare una sedia e la gettarla dall’altra parte della stanza, addosso agli armadietti.

SGF: Scheiße!!!

Il Best from the West è fuori di sé dalla rabbia.

SGF: Avete visto?! Quel maledetto figlio di puttana si è rimangiato la parola!

Immagine


BND: Calmati, Sig!

SGF: Ma quale calma e calma, Nildy! Non posso stare calmo. Non posso! Questa era la mia serata. Avrei dovuto battere Leon Black in finale e consacrarmi campione del mondo, dando il via alla Age of Heroes. E invece, per colpa di quel maledetto traditore di Olon, ora mi ritrovo soltanto con un pugno di mosche! Per non parlare poi di quel bastardo che mi ha dato pure un calcio nelle palle.

Sigfried quasi ansima per la rabbia che ha in corpo.

SGF: Mesi e mesi di preparazione e sacrifici buttati nel cesso per colpa di un lurido verme e del suo spregevole servitore. Ma ve lo ricordate cosa disse quel giuda maledetto quando venne da noi la prima volta?! Dai Sigfried, unisciti alla mia causa, insieme creeremo una potenza invincibile e domineremo la TWC, avrai solo vantaggi da questo accordo... Ma vaffanculo!

Il Monster Hunter si butta a sedere sul divano.

SGF: Quel che è peggio è la figura da fesso che ho fatto a fidarmi di quella feccia. Leon Black appena mi vedrà se ne uscirà col solito discorso buonista concludendo poi con un classico “te l’avevo detto e stradetto”. Per non parlare poi delle prese in giro che dovrò sopportare per i prossimi mesi dal resto della banda di anarchici Dummkopfe che gli va dietro. Inammissibile.

Poi però il sangue freddo prevale. Sigfried si calma e inizia a riflettere sul da farsi.

SGF: Serve una contromossa immediata. Non posso lasciare Los Angeles in queste condizioni.

La Valkyria annuisce, così come l’iracondo Gunther Schmidt.

Immagine


GNT: Noi cerca Volpe e riduce poltiglia. Ecco contromossa.

Il Corvo accenna un mezzo sorriso.

SGF: Beh, direi che come prima opzione può andare, anche se dubito che Olon sia ancora nei paraggi. Se ha un minimo di amor proprio e istinto di sopravvivenza, dopo quello che ha combinato a quest’ora sarà già fuggito in volo per New York col suo jet priv...

Improvvisamente un nugolo di membri della sicurezza TWC entrano nella stanza, interrompendo il ragionamento dell'eroe dei due mondi.

Immagine


A capeggiare il gruppo di uomini, vediamo i mitici Adam Jones e Alex Wilson, noti a tutti come la A&A Security.

ImmagineImmagine


Sigfried apostrofa subito la banda di persone.

SGF: E voi che cazzo volete? Non sono dell’umore adatto per le stronzate di Taylor, avete capito?!

Ma ecco però fare capolino dietro al muro umano l’oggetto della rabbia del Corvo, Mr. Fox Olon in carne e ossa!

Immagine


Il presidente, nonché General Manager della TWC, ha un’aria piuttosto preoccupata, oltre che dispiaciuta. Almeno così sembra. Il Best from the West, dopo l’iniziale cipiglio, abbozza un sorrisetto.

SGF: Molto bene. Avevamo già una mezza idea di venirti a cercare per farti a pezzi, ma così tu mi faciliti il compito. Quasi quasi mi dispiace. Anzi no, meglio chiudere in fretta questa insulsa faccenda annientandoti qui e subito. Magari potrei pure ribaltare la malasorte e assurgere a salvatore di questa sgangherata federazione al posto di quei ribelli da quattro soldi.

Sigfried si gira verso Gunther e Brunild.

SGF: Amici miei, sbaglio o c’è troppa feccia che respira qua dentro? Che ne dite se risolviamo il problema? Ma la Volpe è mia.

BND: Con vero piacere.

GNT: Tempo di massacro. Io ora diverte.

Un attimo dopo il Mastino fa due passi e afferra per il bavero della camicia uno spaventato Adam Jones, strattonandolo, mentre la Valkyria blocca in una presa al collo il povero Alex Wilson, il quale inizia a dimenarsi inutilmente.

FO: Hey! Hey, aspetta Sigfried! Fermali subito! Basta! Sono venuto a scusarmi, ascoltami!

SGF: Ascoltare le tue scuse? Credi che io me la beva?! Che me ne faccio delle tue scuse ipocrite?! Preferisco di gran lunga pestarti. Qui. Seduta stante.

Ma ecco che Mr. Fox Olon alza le mani strepitando.

FO: Aspetta! Dammi un minuto, ok?! Non te ne pentirai, credimi!

Dopo di che il presidente della TWC prova a giustificarsi.

FO: Sono molto amareggiato, Sigfried, ma putroppo era necessario che vincesse Fred. La TWC ha bisogno di un campione che rappresenti in tutto e per tutto la mia volontà e le mie idee. Tu sei un talento immenso, e saresti stato un degno campione, su questo non ci piove. Ma Fred, oltre a essere altrettanto forte, è una mia creatura, ergo una sicurezza per assicurarmi l’assoluta fedeltà alla mia causa da parte del futuro TWC World Heavyweight Champion. Devi credermi, se ci fosse stata un’alternativa, avrei scelto quella. Ma una sconfitta di Fred stasera, rappresenterebbe ben più di un episodio. Tutto quello che ho fatto crollerebbe come un castello di carte.

Fox Olon sospira.

FO: Questa sera, la guerra tra la Fox’s Army e lo State of Anarchy deve aver fine, per forza. E ciò può avvenire definitivamente soltanto per mano mia, solo mia. Perchè in questo momento Io sono la TWC.

Tuttavia, il Best from the West scuote il capo, poco convinto.

SGF: Ma almeno ti rendi conto di quello che stai dicendo?! Non stai affatto migliorando la tua posizione ai miei occhi. Tu mi ha sfruttato per i tuoi fini, ingannandomi. Forse non te ne rendi conto, ma stasera ti sei fatto un nemico implacabile. Complimenti, hai dato un nuovo scopo alla mia carriera, d’ora in poi l’obiettivo principale della Bruderschaft Der Krahe sarà quello di eliminarti fisicamente dal mondo del wrestling. Complimenti e buona fortuna...

Il tedesco si schiocca le dita delle mani, mentre il Mastino e la Valkyria riprendono a suonarle ai poveri membri della A&A Security.

FO: Aspetta! Mi aspettavo questa reazione. Perciò non mi sono presentato a mani vuote. Quello che voglio fare, è proporti un nuovo accordo per riparare a quanto successo e venire a più miti consigli.

SGF: Un nuovo accordo? Che diavolo stai dicendo?!

Il presidente della TWC tira fuori un fazzoletto e si asciuga il sudore dalla fronte, poi riprende a parlare.

FO: Mr. Fox Olon non dimentica tutto quello che hai fatto per la causa della TWC, perciò, per suggellare un nuovo accordo e chiudere questa storia ahimé triste, ti offro un cospicuo risarcimento.

Mr. Olon fa un cenno. Alle sue spalle ecco spuntare timidamente il Director of Talent Operations, Alan Taylor.

Immagine


Questi tiene in mano due cinture, che dà a Mr. Olon, il quale le mostra a un sospettoso Sigfried Jaeger.

Spoiler:
Immagine


FO: Ecco qua. Queste cinture ufficiali rappresentano i TWC World Tag Team Champions. E in questo momento, offro questi titoli alla Bruderschaft Der Krahe Incorporated. Voglio dartele subito, senza tornei o match di qualificazione. Accettale e tu e un altro wrestler della tua fazione diventerete i primi storici campioni di coppia della federazione. Come vedi non ti sto fregando, bensì ti sto offrendo non una, ma due cinture.

Sigfried osserva i titoli, poi alza un sopracciglio.

SGF: E quale sarebbe l’inghippo?

Fox Olon fa un sorriso sardonico.

FO: Sempre arguto, Sigfried Jaeger. Qualità degna di te. In cambio ti chiedo solo un ultimo piccolo favore. Fino alla fine di Night of Gold dovrai rispettare gli accordi che intercorrono tra i membri della Fox’s Army. Come Big Black Boom, Simon B. e Christophorus Schmidt, voglio che anche tu tenga gli occhi aperti e copra le spalle del futuro campione mondiale, Fred Franke. Voi sapete cosa va fatto, a ogni costo, soprattutto se lo State of Anarchy o quel maledetto GoldMan decidessero di interferire. Dopo di che, una volta che tutto sarà finito per il meglio, non mi aspetto altro dalla BDK Inc.

Sigfried Jaeger resta in silenzio a pensare per alcuni secondi. Dopo di che il Corvo abbozza un sorriso.

SGF: E va bene Volpe, ci sto. Hai il tuo accordo. Quando verrà il momento di agire, non mi tirerò indietro.

Mentre leggiamo una certa delusione da parte di Gunther Schmidt e soprattutto di Brunild Wagner, un sorriso illumina il volto di Mr. Olon.

Immagine


FO: Perfetto! Magnifico, era quello che volevo sentire, eroe.

Sigfried Jaeger si avvicina al General Manager della TWC. Le maglie della security si aprono, consentendo al Corvo di andare faccia a faccia con Mr. Olon. Dopo di che, con estrema e calcolata lentezza, Sigfried prende i TWC Tag Team Titles e se li mette in spalla, guardando fisso negli occhi la Volpe. Infine il tedesco se ne torna tra Gunther e Brunild.

SGF: Ora, se non ti spiace, puoi lasciarci. O devi dire altro?

FO: No, stai tranquillo. Me ne vado, ho ancora diverse cose da fare per rendere questo Special Event assolutamente indimenticabile. Ci vediamo più tardi.

Il Monster Hunter fa un cenno col capo, poi butta i titoli sul divano e ci si siede accanto, mentre Brunild apostrofa gelidamente Olon e i suoi guardaspalle.

BND: Uscite tutti, e chiudete la porta quando ve ne andate.

La Valkyria smolla il povero Alex Wilson e indica anche il cameraman.

BND: Anche tu! Fuori!

Il presidente della TWc gira i tacchi e se ne va via soddisfatto, sfregandosi le mani. Dietro di lui seguono a ruota Alan Taylor, il nugolo di bodyguards e infine gli acciaccati membri della A&A Security, con Adam Jones che è riuscito a divincolarsi dal Mastino strappandosi la camicia. Per ultimo segue il cameraman, che esce in tempo, visto che poi è Gunther Schmidt a sbattere la porta della House of Heroes, imprecando. E con un nuovo primo piano della porta sprangata del locker room della Bruderschaft Der Krahe Incorporated, le immagini sfumano. E dopo questa incredibile svolta che ha visto Mr. Fox Olon ufficializzare Sigfried Jaeger e la BDK Inc. come primi campioni di coppia della TWC pur di risanare la frattura clamorosa avvenuta in seno alla FOx's Army, la linea adesso torna a Jacob Price e Michael Campbell. Ecco che ora va in onda un lungo spot pubblicitario!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

TWC - NIGHT OF GOLD 2015
MessaggioInviato: 11/09/2015, 17:20 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
Bentornati live dallo Staples Center per questo Night Of Gold! Le immagini ci portano nell'ufficio di un preoccupatissimo Mr. Fox Olon che cammina nervosamente su e giù.

Immagine


Il Chairman, ancora visibilmente scosso per il ritorno di Goldman durante lo scorso episodio di Indoor War, la sconfitta maturata dalla sua Army ieri sera e il difficile confronto avuto poc'anzi con Sigfried Jaeger, cerca di calmarsi prendendo un respiro, ma ecco che un forte rumoreggiare si avvicina sempre di più al suo ufficio facendolo scattare in allerta. Passa qualche istante e la porta del suo ufficio si spalanca permettendo l'ingresso dei Guardians Of Truth al gran completo.

ImmagineImmagine


Il quartetto appare felice e festante per la vittoria contro i The Lone Souls, l'unico, come al solito, che non mostra nemmeno un accenno di sorriso è Maivia che comunque appare più rilassato del solito. Fox Olon osserva contrariato i quattro che intanto si sparpagliano nell'ufficio con Maivia che inizia a guardare varie targhe appese ai muri, Dixon che va ad osservare i libri presenti nella libreria personale di Olon, Drake, che porta in mano una cartellina, va a sedersi comodamente su un divanetto iniziando a mangiare una barretta di cioccolato e Samantha che va a sedersi sulla sedia di Fox Olon mettendo le gambe sulla scrivania causando una reazione stizzita nel Chairman.

FO: Ok, bravi avete vinto ed ora me lo volete sbattere in faccia. Beh Guardians Of Truth ho altro a cui pensare perciò sparite immediatamente dal mio ufficio!

La Hart Princess, che sta masticando in maniera fastidiosa una gomma, sorride in direzione del Chairman.

Samantha: Con calma Foxy.

La ragazza regala un altro sorrisetto beffardo ad Olon.

Samantha: Prego Mr. Piggy, siediti.

FO: La mia sedia è occupata da una ragazzina che non sa che si sta mettendo contro l'uomo sbagliato.

I Little Monsters simulano un boato di sgomento.

Samantha: Sì sì maialino, basta che ci credi tu. Comunque la mia non era una richiesta, era un ordine. Siediti!

The Phoenix mette una sedia dall'altro lato della scrivania e Maivia fa sedere di forza Olon che adesso mostra un'espressione furente.

FO: Ora basta!!! Chiamo la security e vi faccio sbattere fuori dall'arena!

Fox allunga una mano prendendo la cornetta del telefono del suo ufficio, ma Dixon pigia il tasto che chiude la linea.

Dixon: Non le conviene Mr. Olon. Si sta per caso dimenticando che un nostro allontanamento dall'arena significherebbe un'esplicita dichiarazione di guerra che spingerebbe noi Guardians Of Truth a lasciare definitivamente la TWC per accasarci nella neonata FWP che, le ricordo, terrà il suo primo show proprio qui nello Staples Center tra meno di un mese. Mi dispiace per lei Mr. Olon ma noi abbiamo il coltello dalla parte del manico ed alla luce di ciò lei che le piaccia o no ora dovrà star a sentire la proposta che Miss Samantha Hart vuole farle.

The Dragon se la ride seduto sul divano applaudendo Dixon.

Drake: Grande Phoenix! Ah ah ah!

Anche Samantha sorride compiaciuta mentre toglie i piedi dalla scrivania per poi appoggiarsi con i gomiti sulla stessa andando faccia a faccia con Mr. Fox Olon.

Samantha: Visto che diplomazia eh? Bravo Dixon, io non avrei saputo dire di meglio.

The Tiger si toglie la gomma dalla bocca attaccandola sotto la scrivania per poi continuare a parlare.

Samantha: Allora porchetta, capisco che sei preoccupato dal ritorno di Goldman che vuole spaccarti la faccia e quindi avere quattro teste di cazzo che ti devastano l'ufficio, ti sabotano Night Of Gold e poi lasciano la tua federazione per approdare ad una diretta concorrente scatenando un putiferio mediatico è l'ultima cosa che vuoi, perciò stammi bene a sentire e tutto si risolverà per il meglio.

La Hart Princess diventa seria e continua a parlare al Chairman.

Samantha: Ora come ora tu hai lo State Of Anarchy che ti rompe il cazzo e che ieri ti ha anche rotto il culo, Goldman che vuole vendetta, il titolo mondiale che al 50% può finire in mano dei tuoi nemici e tanti altri cazzi che io posso capire essendo stata General Manager di Violence. Avere i quattro individui più pericolosi della TWC come nemici sarebbe un problema non da poco per te Foxy, ma allo stesso tempo sarebbe un enorme vantaggio averli come alleati.

Fox Olon osserva incuriosito Samantha.

Samantha: Esatto Foxy, noi siamo qui per offrirti in nostro aiuto contro chiunque provi ad ostacolarti divenendo appendice esterna ma operativa della FOX's Army. Noi possiamo portare il titolo mondiale nella scuderia dell'Army, noi possiamo annichilire senza problemi lo State Of Anarchy, cosa che il tuo attuale esercito non è riuscito a fare, e naturalmente possiamo disintegrare in un istante Goldman.

FO: Interessante, ma conoscendoti Miss Hart sicuro avrai un tuo tornaconto personale da soddisfare con questo accordo.

La ragazza sorride mentre giocherella con i suoi capelli.

Samantha: Bravissimo.

The Tiger schiocca le dita e Drake subito si alza dal divanetto porgendo la cartellina che aveva in mano a Samantha.

Immagine


La Hart Princess apre la cartellina per poi passarla ad Olon che la legge per poi scuotere la testa.

FO: No... No. Non posso garantirti quello che richiedi.

Samantha: Quindi ci vuoi come nemici?

FO: No, però sono richieste troppo particolari per essere eseguite. Ho bisogno dell'ok della Board Of Directors.

La ragazza sbadiglia.

Samantha: In TWNA la Board Of Directors faceva ciò che dicevo io. Caccia le palle Olon! Lo sai che questo accordo ti porterà una marea di benefici a fronte di un solo, piccolo sacrificio.

Il Chairman inizia a riflettere mentre i Little Monsters si posizionano minacciosi alle sue spalle. Olon se li guarda per un istante per poi tornare a guardare fissa negli occhi Samantha che intanto dondola sulla sedia.

FO: Ok!

Fox Olon pone due firme sul documento per poi passarlo nuovamente a Samantha che chiude la cartellina e sorride soddisfatta verso il Chairman.

Samantha: Scelta saggia Mr. Fox Olon, scelta saggia.

La Hart Princess si alza ed allunga una mano verso Olon che si alza anch'esso stringendo la mano della ragazza. Passa qualche secondo ed i due staccano le proprie mani mentre Samantha fa cenno ai Little Monsters di lasciare l'ufficio. I tre si incamminano verso l'uscita seguiti da The Tiger che non appena arriva nei pressi della porta si volta verso Olon.

Samantha: Believe In The Truth!

Il Chairman annuisce leggermente e Samantha esce dall'ufficio chiudendosi la porta alle spalle e lasciando un Mr. Fox Olon più rilassato.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

TWC - NIGHT OF GOLD 2015
MessaggioInviato: 11/09/2015, 17:25 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
Signore e signori, bentornati a TWC Night Of Gold! Ed è proprio oggi, in questo secondo Special Event della storia della TWC, che avrà luogo il primo Ultimate Pub Brawl della storia: l'animale, Kevin Manson, contro il biker, Vincent Cross!

Immagine


Ci troviamo all'esterno del pub, più precisamente nel parcheggio vicino al locale. La telecamera, con un giro di 360 gradi, ci inquadra l'edificio dove si svolgerà il match ed alcune strutture adiacenti, dopodichè si sofferma sul direttore di gara incaricato di arbitrare questa battaglia, Todd Hennigan, che vedendosi inquadrato saluta con un cenno della mano. Dopo alcuni secondi si sentono dei rumori, e vediamo avvicinarsi una moto ad alta velocità.

Immagine


Il pilota è, come prevedibile, il biker Vincent Cross, che parcheggia il suo veicolo con una sgommata. Scende dalla moto guardandosi intorno, mostrando uno sguardo concentrato. Saluta con un cenno del capo l'arbitro ed il cameraman.. Ma viene attaccato alle spalle da qualcuno!

Immagine


E' Kevin Manson! The Animal sbuca fuori dal nulla e abbatte Cross colpendolo alle spalle! La telecamera inquadra un tombino aperto, molto probabilmente quello da cui il Painmaker è uscito per questo suo attacco, mentre Hennigan fa ufficialmente partire il match!

Ultimate Pub Brawl:
Kevin Manson vs. Vincent Cross


Kevin Manson tempesta di Stomp l'avversario a terra che cerca di rialzarsi, e ci riesce dopo aver colpito il ginocchio sinistro di Kevin con un forte calcione. Il Painmaker consente all'avversario di mettersi in ginocchio ma poi lo chiude in una Front Headlock e lo colpisce con dei pugni alla schiena, tentativo di DDT sull'asfalto ma l'Hell Biker fa forza con le ginocchia e non cade, anzi, si rialza e con una serie di colpi sul costato dell'avversario si libera dalla morsa, poi parte all'attacco con una raffica di pugni feroci rivolti al volto! Il Painmaker è colto alla sprovvista e non riesce a coprirsi, barcolla indietro ma Vincent gli rimane attaccato e non gli dà tregua, allora Manson prova a darsi alla fuga. C'è un breve inseguimento, nonostante Kevin sia partito con vantaggio il Careless guadagna terreno grazie alle sue lunghe gambe, ed ecco che Manson accorgendosene entra in un edificio sulla sua strada, fiondandosi al suo interno e chiudendosi la porta alle spalle. Il cameraman, rimasto fuori, inquadra l'insegna, che ci rivela che quella è l'officina adiacente al pub. Cross arriva davanti alla porta e comincia a spingere per aprirla ma Kevin spinge dalla parte opposta, sfruttando al meglio il suo peso.. La porta comincia ad aprirsi, sempre di più, Vincent Cross è in vantaggio ed allora Manson gli permette di entrare cercando poi di sopraffarlo con dei pugni e delle testate, il Fearless risponde ai colpi e prende di nuovo il vantaggio. The Animal arretra per i colpi subiti finchè non giunge di fianco ad un ripiano su cui è appoggiata una chiave inglese, la afferra e prova a sorprendere Cross che è reattivo, gli blocca la mano e gli ruba l'arma, poi va a colpirlo dritto alla fronte! Kevin comincia a barcollare e cerca di allontanarsi come può, inciampando sul cammino, finchè non raggiunge la porta e torna nel parcheggio. Il biker lancia via la chiave inglese e va a prendere l'avversario per i capelli, portandolo di fronte ad un altro edificio, ma Kevin si ribella con una gomitata e ottiene qualche secondo per rifiatare ed osservare l'insegna, che recita "Camera dello Yoga di Spoony". The Animal scuote la testa, dopodichè va addosso a Vincent e lo colpisce con una serie di ginocchiate alla bocca dello stomaco, ma ecco che l'Hell Biker gli blocca la gamba, poi lo va a prendere al collo, Crash sull'asfalto!

Immagine


Una caduta davvero dolorosa, specialmente perchè non avvenuta su un ring ma sul duro asfalto. Pinfall di Cross: 1, 2, no! Ricordiamo le regole dello scontro: i due possono andare dove vogliono, il match è un Falls Count Anywhere, ma la stipulazione incentiva a combattere nel pub e ad utilizzare l'avversario per distruggere il locale. Manson rimane a terra contorcendosi dal dolore, la sua battaglia potrebbe già essere compromessa, ecco che Vincent lo rialza prendendolo di nuovo per il collo ma subisce un paio di pugni, poi il Painmaker prova di nuovo a darsi alla fuga.. Entra in un piccolo edificio adiacente al pub, ricevendo i richiami dell'arbitro che invita i due contendenti a darsi battaglia, appunto, nel pub. Vincent Cross lo segue e scopriamo di essere finiti nel dormitorio di chi lavora nel locale, ma di Kevin Manson non c'è traccia. La stanza è molto simile ad un corridoio, con un buon numero di letti ai lati, ma The Animal sembra sparito nel nulla. Vincent Cross si guarda intorno, avanzando molto cauto.. E da sotto un letto spunta Manson, che si getta addosso all'avversario! I due ricominciano a scambiarsi colpi per qualche secondo, finchè un Cross in formissima non rifila un potente gancio all'avversario, che cade prono su uno dei letti.

VC: Ehi, Manson, sai che quello è il letto di Spoony?

KM: DIO!

The Animal si mette in piedi immediatamente, con una smorfia di schifo e rabbia, ma Vincent lo aveva previsto e gli è di nuovo addosso con altri pugni, costringendo Kevin ad accasciarsi a terra. DDT di Cross! Lo stesso biker ha subito danni per la caduta sulla propria schiena ma così facendo ha portato a bersaglio una mossa che potrebbe rivelarsi decisiva. Schienamento, 1, 2, no! Vincent scuote la testa, prendendo fiato, poi rialza il rivale e se lo carica sulle spalle, avvicinandosi alla porta. Uscito dalla sala dormitorio, Cross si dirige verso il pub, per la malcelata gioia dell'arbitro. Finalmente i due varcano la soglia, ma Manson con una serie di gomitate alla tempia del nemico riesce a tornare con i piedi per terra, poi tenta il sollevamento per un Brainbuster ma non riesce a completare la caduta, anzi, Cross tenta di chiudere con la sua Road End... Nemmeno questa a segno, The Animal spinge lontano l'avversario che prova a ributtarglisi addosso con una Street Speed, evitata anche questa da Kevin che poi mette a segno un Gut Kick, tenta il Package Piledriver... Cross cercando di opporsi fa alcuni piccoli passi indietro, giungendo vicino ad un tavolo riservato agli avventori del pub, poi cerca il sollevamento, Back Body Drop e Kevin sfonda il tavolo di legno!

Immagine


Impressionante Cross, mentre l'arbitro sgrana gli occhi lanciando alle sue spalle un bicchiere di birra riempitosi poco prima e va a contare il pinfall di Vincent: 1, 2, ancora nulla da fare! L'Hell Biker chiede conferme all'arbitro ma gli viene ribadito come fosse un semplice 2, allora si guarda intorno cercando l'ispirazione. Ecco che si avvicina ad una bottiglia di vetro contenente un alcolico non meglio precisato (l'etichetta è oscurata per evitare product placement di terze parti non affiliate in alcun modo alla TWC), poi la alza al cielo preparandosi a spaccarla sulla testa di Kevin... Ma viene colpito da un Low Blow! Il Painmaker rifila un pugno nelle parti basse di Cross, mettendosi anche lui in ginocchio e lasciando cadere la bottiglia, presa al volo da Manson.

KM: Non permetterò nemmeno ad una goccia d'alcool di sfiorarmi!

Manson lancia la bottiglia contro ad una finestra, spaccando sia la finestra che la bottiglia in seguito alla sua caduta all'esterno del locale, poi morde Cross molto vicino alla zona dell'occhio! Fortunatamente il biker riesce a ritrarre la testa in modo da essere colpito di striscio al sopracciglio, mentre Kevin ringhia e gli rifila una testata. Il Careless risponde con un Uppercut dritto alla gola di The Animal, che si porta le mani al collo e comincia a rantolare per la mancanza d'ossigeno, dando a Vincent l'opportunità di rimettersi in piedi. Il Painmaker si rimette in piedi continuando a toccarsi il collo, dopodichè si getta a capofitto sull'avversario in preda alla rabbia, ma è ingenuo e finisce vittima di una Spinebuster! Nuova caduta su una superficie non protetta, nuovo pinfall: 1, 2, no! L'Hell Biker arriva nuovamente vicino alla vittoria annullando l'ennesima offensiva di Manson, dopodichè si rimette in piedi e carica la Street Speed... Parte di corsa, ma Manson evita e lo spinge contro ad un mobile, più precisamente un armadio contenente della cristalleria, e CROSS LO SPEZZA IN META'!

Immagine


Il corpo di Cross impatta con violenza contro il mobile, spezzato in metà, ed ecco che la parte superiore crolla addosso al biker! Impatto mortale, la scena è drammatica, il cameraman si avvicina al Fearless che è rannicchiato a terra, con delle ferite su tutto il corpo e circondato da pezzi di legno e vetro, schiacciato dal peso della parte dell'armadio crollata e lacerato dalle schegge. Il direttore di gara va a controllarlo accuratamente, chiamandolo per nome ma non ricevendo alcuna risposta, dopodichè fa per indossare dei guanti.. Ma Kevin Manson lo allontana con uno spintone, poi si sdraia sopra al corpo dell'avversario, è la fine! 1, 2, 3, NO! Vincent Cross c'è ancora! Dopo un impatto insano, Cross ha ancora la forza di alzare la spalla! The Animal alza il busto e rimane per qualche secondo seduto in terra, con gli occhi sgranati, poi osserva il corpo dell'avversario, in una piccola pozza di sangue, e comincia a sghignazzare. Intinge le dita della mano destra nel sangue, poi le porta alla bocca e le lecca lentamente, perdendosi in una breve trance. Nel frattempo, il biker comincia a muovere leggermente la mano, cercando di strisciare verso un appiglio per rialzarsi... Ma Kevin gliela pesta! Manson schiaccia la mano di Vincent sotto il peso della suola dei suoi stivali! Il Careless urla straziato mentre The Animal mantiene il peso sul proprio piede per acutizzare il dolore della sua preda. Dopo qualche secondo, il Painmaker molla, va a rifilare uno Stomp alla nuca di Vincent, poi gli si siede accanto incrociando le gambe.

KM: Vincent, Vincent, Vincent...

Kevin sghignazza.

KM: Davvero pensavi di avere una possibilità contro di me? Puoi impegnarti quanto vuoi, puoi studiare i miei match, puoi migliorare la tua condizione fisica e mentale, ma rimarrai sempre un perdente. Ci hai provato, te ne dò atto, più volte ho rischiato di perdere in questo match, cadere di schiena sul pavimento di un pub o sull'asfalto è dannatamente doloroso. Purtroppo per te, l'istinto è una qualità innata che non potrai mai imparare, perchè non ne sei semplicemente dotato. Un colpo, Cross. Un colpo per calpestare tutti i tuoi castelli di sabbia di cui tu saresti stato il sovrano coraggioso reduce dall'impresa di aver squartato il drago Kevin Manson. Calpestato. Come la tua mano poco fa. Molti direbbero che io sono stato solo fortunato, ma sappiamo tutti che non è così. Istinto, come t'ho detto prima. Ed ora tu sei pieno di tante piccole ferite, schiacciato dal peso del legno e del vetro che si è infranto sulle tue carni. Il tuo sangue è particolarmente salato, sai?

Cross cerca di far forza sulle mani per riuscire a mettersi almeno in ginocchio, allorchè Kevin sbuffa, portandosi in piedi.

KM: Così come salato è il conto che stai per pagare.

Vincent, grazie ad uno scatto d'adrenalina, riesce ad erigere il busto, ma viene subito ricacciato a terra da un Superkick.

Immagine


KM: And that's it.

Kevin Manson si sdraia comodamente addosso al corpo di Cross. 1, 2, solo 2! The Animal si rialza di scatto e va a muso duro con l'arbitro, chiedendogli perchè non abbia contato fino a 3 e ricevendo la risposta che la spalla di Cross s'è sollevata. Il Painmaker si gira verso il rivale, che è di nuovo in ginocchio.

VC: Quella è la mia cazzo di catchphrase...

Manson ringhia, poi porta a segno un secondo Superkick! Ma con uno sforzo addominale, l'Hell Biker non crolla al suolo! Kevin chiude i pugni ed emette un urlo, poi porta a segno un terzo Superkick, che fa cadere il rivale! The Animal però non è pago, sale in posizione di montada sul rivale e lo colpisce con una serie di pugni chiusi al cranio, approfittando del fatto che Cross non abbia le forze per difendersi. L'arbitro, notando le condizioni del Fearless, cerca di separare i due, ma il Painmaker non si stacca e continua a menare pugni come un ossesso sul volto dell'avversario.

KM: TE L'AVEVO DETTO CHE TI AVREI AMMAZZATO! BASTARDO!

Finalmente Kevin Manson si allontana dall'avversario, che rantola a terra e sanguina ancor più di prima per colpa di una ferita apertaglisi in fronte. The Animal intanto si avvicina ad un altro tavolino di legno riservato ai clienti, dopodichè lo afferra e lo solleva sopra la testa.. L'arbitro si scansa appena in tempo ed il tavolo finisce addosso al biker! Il Painmaker ghigna, poi va a curiosare intorno alla zona del bancone e trova una bottiglia di vetro completamente vuota, che comincia a brandire come se fosse una spada, facendola cadere a terra in mille pezzi per un errore. Manson batte il piede per terra trattenendo una imprecazione e va a prendere una seconda bottiglia, mentre Vincent a terra alza la testa quanto basta per ottenere il suo contatto visivo e gli ride in faccia per la gaffe precedente.

KM: Lo trovi divertente? LO TROVI DIVERTENTE?

VC: Puoi giurarci..

E Kevin lancia con forza la bottiglia sulla mano destra di Cross, quella pestata in precedenza! Vincent si porta il braccio al corpo e si tiene le dita per verificarne la sensibilità mentre The Animal sorride, poi prende una scheggia di vetro e cerca di piantargliela nel dorso della mano! Il Fearless fiuta il pericolo e con il braccio sinistro, quello sano, sferra un pugno al volto di Manson, che rimane stordito per alcuni secondi. L'Hell Biker prova ad approfittarne facendosi forza, si gira su sè stesso minimizzando il dolore e punta le mani, riesce finalmente a rialzarsi.. Ma le gambe cedono e crolla di nuovo al suolo! Passano alcuni secondi ed il Painmaker lentamente si riprende, poi va addosso al rivale, prono al suolo, e lo colpisce con uno Stomp sulla nuca. Cross emette un flebile gemito di dolore, poi Kevin lo va a rialzare e gli uncina le braccia.. Pee-digree, sul pavimento, devastante! Per Vincent è praticamente finita ma Kevin mantiene l'uncino, si rialza ed "impacchetta" il nemico, combo, PACKAGE PILEDRIVER!

Immagine Immagine


Due cadute quasi mortali dopo una battaglia durissima, Vincent Cross è al suolo incosciente. Manson va al pinfall. 1, 2, 3! NO! Solo 2! Cross alza miracolosamente la spalla! Kevin Manson non ci crede, sgrana gli occhi, si stringe con forza i capelli e comincia a strapparsene alcune ciocche dalla testa, poi si inginocchia rivolgendo la testa al suolo e comincia a battere il pugno sul pavimento.. L'Hell Biker è immobile, con gli occhi rivolti al cielo, il volto sanguinante plasmato da una smorfia di sforzo e dolore. Kevin si riporta finalmente in piedi, con il respiro affannato dalla rabbia, e rivolge un'occhiata terrificante a Cross.

KM: E' inutile che esci ai miei schienamenti, guarda come sei ridotto. Perderai, Cross. E se ti rifiuterai di perdere l'ennesimo match, perderai la vita nella tua testardaggine.

Spoiler:
Kevin Manson va a rialzare Vincent Cross, spreca qualche secondo per osservarne il volto tubefatto... Ma Cross gli allunga una mano alla gola! L'Hell Biker tenta di ribellarsi, stringendo al massimo... Ma The Animal sorride. Gli prende il polso e gli sposta la mano, quella destra, quella infortunata, che non ha avuto abbastanza forza per far pressione sul suo collo. Ginocchiata in faccia di Manson! Non è finita: il Painmaker chiude la testa dell'avversario tra le sue gambe e lo solleva per una Powerbomb.. Prende la rincorsa, Bucklebomb contro ad un frigorifero! E ancora, lo riprende, Powerbomb sul pavimento! Ma mantiene la presa, lo risolleva, si avvicina al bancone ed esegue una terza ed ultima Powerbomb, sfondandolo!

Immagine


Impressionante tripletta di Kevin Manson, che si lascia cadere sull'avversario! 1, 2, 3! E' finito lo scontro! Kevin Manson sconfigge un indomito Vincent Cross! Non c'è alcun annuncio visto che i due si trovano in un pub, senza ring announcer... L'arbitro spalanca le porte del locale, all'esterno del quale vediamo essere comparsa un'ambulanza, poi cerca di rialzare l'Hell Biker... Ma Kevin Manson lo allontana! Il Painmaker allontana in malo modo l'arbitro e lo minaccia mostrandogli il pugno, poi rivolge uno sguardo a Cross a terra e gli ringhia contro... E lo rialza! Kevin Manson rialza l'Hell Biker e si offre di fargli da appoggio per accompagnarlo all'ambulanza, riconoscendo il valore del rivale nella battaglia.. Mancano pochi metri all'ambulanza, Kevin sorride a Vincent che sta cominciando a riprendere conoscenza.. E lo lascia cadere davanti a sè! Kevin Manson si sfrega le mani osservando il corpo del rivale rovinare al suolo di fronte a lui, poi lo calpesta e procede allontanandosi a piedi...

VC: Manson...

The Animal gira il volto, incrociando gli occhi di Cross.

VC: ... Black aveva torto su di te. Solo su una cosa ha pienamente ragione: sei un bastardo.

Kevin rimane scosso per qualche secondo, fa per tendere la mano verso l'Hell Biker ma poi si ferma e la tira indietro.. Il Painmaker impreca, guardandosi nervosamente intorno, poi volta le spalle a Vincent e si allontana a passi veloci, mentre l'arbitro aiuta il Careless a raggiungere l'ambulanza... E noi andiamo in pubblicità!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

TWC - NIGHT OF GOLD 2015
MessaggioInviato: 11/09/2015, 17:29 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
TWC Night of Gold continua e le nostre telecamere ci portano nel backstage, dove vediamo girovagare Jane Murphy.

Immagine


La ragazza, che per la prima volta non è insieme a Big Black Boom, cammina assorta nei suoi pensieri. Improvvisamente la bostoniana si blocca, lo sguardo puntato davanti a sé. Anche la telecamera si gira ed inquadra un uomo appoggiato all'angolo del muro di fronte alla Murphy. Egli indossa una felpa nera con cappuccio e quando si gira scoprendo il capo vediamo che si tratta di Nick Carroll.

Immagine


Appena lo riconosce Jane gira i tacchi e fa per andarsene, ma si ferma nuovamente quando l'ingegnere gli urla dietro.

NC: Jane! Ascoltami un attimo, ci vorrà poco. Non ho tempo da perdere, ho un match da preparare.

La Murphy non risponde, ma non fa nemmeno cenno di voler allontanarsi ancora, quindi Nick comincia a parlare.

NC: Non sono qui per farti sentire in colpa per Daniel o per farti il predicozzo su BBB e come ti sta trattando.

Jane sbuffa sonoramente, ma Carroll continua come se niente fosse.

NC: D'altronde non sei stupida e sai da sola quanto sia irrispettoso il modo in cui ti si rivolge e quanto poco si curi di non ferirti.

La ragazza, stufa, interrompe il discorso del suo ex.

JM: Avevi detto che sarebbe stata una cosa veloce. Dimmi che vuoi e falla finita.

Carroll non si scompone e mantiene uno sguardo duro su Jane, che continua a dargli la schiena.

NC: Di sicuro non sono qui per chiederti di abbandonare il piromane e tornare da me. Non sto certo aspettando il tuo ritorno a braccia aperte.

La telecamera, che inquadra frontalmente la Murphy, coglie un'espressione quasi sorpresa dell'alleata di BBB.

NC: Quello che ti chiedo è di restare fuori dal match di stasera. Lasciaci lottare senza metterti in mezzo, lascia vincere il miglior wrestler, lascia che la mia sete di vendetta o la sua voglia di scrollarsi un peso di dosso siano le uniche componenti determinanti dell'esito di questo incontro. Non ti immischiare.

Jane riprende a camminare, senza alcuna reazione alle ultime parole del Brain Damager.

NC: Allora, cosa rispondi?

La ragazza fa un cenno di saluto con la mano a Carroll, parlandogli con tono sprezzante prima di girare l'angolo.

JM: Vedremo, Nick. Vedremo.

Il biondo la guarda andar via, scuotendo la testa. Dopo aver svoltato, Jane si morde un labbro, l'espressione ancora più confusa rispetto a prima. La ragazza chiude gli occhi e respira profondamente, per poi continuare a camminare senza meta.


WFSS Women's Championship match: Lucy Fisher(c) vs. Elektra Kellis


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

TWC - NIGHT OF GOLD 2015
MessaggioInviato: 11/09/2015, 17:44 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343


Love Bites (And so Do I) risuona nell'arena, quindi è ora del primo match femminile in uno special event TWC. Elektra Kellis compare sullo stage, sorridendo a fior di labbra, mentre il pubblico canta qualche coro per lei. La spartana cammina un po’ sullo stage, muovendosi da una parte all'altra, chiedendo al pubblico di fare rumore, poi si incammina verso il ring. Arrivata circa a metà fa un passo indietro ed apre all'improvviso la giacca di pelle che porta, mentre dietro di lei esplodono dei pyros! Il pubblico sembra apprezzare e la spartana procede fra i cori del pubblico, camminando lentamente. Lady Vendetta, arrivata sul ring, lancia la sua giacca fra il pubblico, per poi appoggiarsi ad un angolo, aspettando la sua avversaria.



Le luci si abbassano leggermente sulle note di Spanish Radio, mentre il pubblico smette di cantare cori pro Elektra. Lucy Fisher, titolo in spalla compare sullo stage, con un cappuccio a forma di testa di leone.

Leon’s Girlfriend! Leon’s Girlfriend! Leon’s Girlfriend!


La campionessa scuote la testa, ridacchiando, poi alza il titolo al cielo, annuendo ed indicando Elektra, che le fa segno di farsi sotto. Lucy si incammina sulla rampa, dando qualche cinque al pubblico e regalando il cappuccio ad una ragazzina della prime file. Poi, saliti placidamente i gradoni d’acciaio, la campionessa entra sul ring passando sotto la terza corda, guardando la spartana con un sorriso appena accennato. L’arbitro incaricato di questa contesa è Jonathan Lopez, che ordina alle due di mettersi agli angoli per le presentazioni. Jessica Rose, sorridente e microfono alla mano, indica prima l’angolo in cui è Elektra.

JR: Introducing first, the challenger, on my left side, from Sparta, Greece, she stands 5-feet-8-inch tall, weighing 119 pounds, she is the Black Widow, Elektra Kellis!

Applausi per la ragazza, che alza un braccio per salutare. La Rose passa ad indicare l’altro angolo, a cui è appoggiata Lucy.

JR: And her opponent, on my right side, from Seattle, Washington, she stands 6-feet-1-inch tall, weighing 136 pounds, she is the WFSS Woman World Champion, the Young Lioness, Lucy Fisher!

La campionessa alza il titolo al cielo, accolta dai soliti cori, ma anche qualche applauso di apprezzamento. Il direttore di gara si avvicina alla campionessa, chiedendole di consegnargli il titolo, per poi alzarlo di fronte al pubblico ai quattro lati del ring. Finita la pratica consegna il titolo al timekeeper, e si mette a centro ring, osservando le due ragazze, che ora sono faccia a faccia. Lopez le allontana leggermente, poi fa segno che il match può iniziare.

WFSS WOMEN'S CHAMPIONSHIP MATCH
Singles match:
Lucy Fisher(c) vs. Elektra Kellis


SPARTAN KICK! No! Lucy afferra al volo il colpo della sua avversaria, le sgambetta la gamba ancora a terra e chiude la caviglia che tiene in mano in una Ankle Lock. Elektra è costretta a strisciare rapidamente alle corde, aggrappandovisi. La campionessa lascia subito andare la presa, sorridendo all’indirizzo del pubblico. La spartana nel frattempo si massaggia la caviglia, controllando che sia tutto a posto, per poi rialzarsi con l’aiuto delle corde. Lucy fa segno a Elektra di avvicinarsi, mentre la greca respira profondamente, quasi a calmarsi. La campionessa e la sfidante iniziano a girare in tondo, studiandosi. Improvvisamente a scattare è proprio Lady Vendetta, che si tuffa per abbrancare la sua avversaria, che però si sposta in tempo e la colpisce con un calcio al fianco. Elektra salta lateralmente tenendosi il fianco e guardando in cagnesco Lucy, che nel frattempo si è allontanata di nuovo, pronta a sfruttare la maggiore altezza per poter colpire senza essere colpita, e sta sorridendo sorniona. La sfidante respira ancora profondamente, poi fa un passo in avanti e SPUTA SU LUCY! La Young Lioness si pulisce la saliva dalla guancia osservando con gli occhi sgranati la sua avversaria, per poi rifilarle un violento ceffone. La spartana indietreggia tenendosi il viso… Remember Me!

Immagine


Schienamento della campionessa. 1…2. No! Elektra alza una spalla. Lucy si rialza osservando Elektra, che sembra essersi calmata leggermente. Gomitata da in ginocchio ai danni della campionessa, che arretra tenendosi lo stomaco. La greca si alza di scatto e afferra la testa della Fisher, mandandola a schiantare al tappeto con un rapido movimento. Ora Elektra sale con il corpo sul busto della sua avversaria e la colpisce con una tempesta di pugni, che gli valgono il richiamo dell’arbitro, tranquillamente ignorato. Lopez è costretto a contare per la squalifica, con Lady Vendetta che si ferma solo al conto di quattro. La spartana si alza riluttante, alzando le braccia, a dimostrare di non star più colpendo, poi si butta all’alle corde, rimbalza e connette un Jumping Knee Drop. Lucy subisce un colpo alla testa e rotola via, mentre la spartana si rialza sorridente, sistemandosi i capelli. Elektra osserva la sua avversaria, che sta cercando di rialzarsi utilizzando l’angolo come sostegno e si butta per un Big Splash. La campionessa si protegge con una gomitata, per poi connettere un braccio teso. A finire a terra questa volta è Elektra, che rotola fuori ring. Lucy la osserva, si butta verso le corde dall’altra parte e connette una Baseball Slide! No, Elektra si sposta e la trascina a sua volta fuori dal ring. Gut Kick di Lucy e poi Snap Suplex.

Immagine


La ragazza riprende fiato, mentre la sua avversaria a terra dolorante si contorce, poi rientra sul ring e rotola subito fuori, annullando il conteggio. La campionessa solleva la sua avversaria e la lancia contro i gradoni d’acciaio, ribaltandoli. Elektra grida di dolore, mentre Lucy scavalca i gradoni rimasti in piedi e la raggiunge. Poi, sedutasi sul suo busto inizia a colpirla con dei pugni al volto, tanto che Lopez è costretto a scendere dal ring e a spostarla fisicamente. Elektra sfrutta il momento per tornare in piedi e gettarsi su Lucy, colpendo con uno Shoulder Block. La campionessa rotola lontano, mentre l’arbitro riprende la sfidante per aver colpito mentre stava impedendo a Lucy di muoversi. La spartana sposta fisicamente il direttore di gara, rialza la Fisher e la manda a sbattere di faccia contro il paletto. Lucy si tiene il viso e quando sposta la mano vediamo come si sia fatta un taglio sopra il sopracciglio destro, da cui esce parecchio sangue. La campionessa prova a rimettersi in piedi. SPARTAN KICK!

Immagine


La greca connette la mossa che gli ha permesso nello scorso di match di rimanere in vantaggio per quasi tutta la contesa, mentre Lopez sta controllando lo stato di Lucy, che sanguina copiosamente. Elektra sposta di nuovo il direttore di gara e butta la campionessa sul ring. Risale a sua volta e prova uno schienamento. 1…2… No. Lucy alza una spalla. Elektra da una manata al tappeto, piccata, poi chiude la ragazza in una Headlock, cercando di riprendere fiato. Lo sguardo della campionessa è vitreo, mentre la sfidante preme con il mento contro la tempia, cercando di aumentare il dolore inflitto. I cori per Lucy iniziano ad alzarsi, e lei reagisce cercando di rimettersi in piedi. Prima appoggiando un ginocchio, poi l’altro, poi mettendo un piede a terra, ed infine tornando completamente eretta. Backstabber! Elektra non permette all’avversaria di rimettersi in piedi, e ridacchia mentre quest’ultima si tiene la schiena. La ragazza poi decide di andare a connettere una mossa aerea, quindi si arrampica sul paletto, si guarda in torno e connette un Flying Elbow Drop! Pin. 1...2… No. Kick Out di Lucy! Elektra litiga con l’arbitro, asserendo quello fosse chiaramente un conto di tre, ma quest’ultimo la rimbrotta, ricordandole come sia lui a pensare a fare i conteggi. La spartana scuote la testa, sbuffando, ma quando si volta viene colpita da una testata. Elektra arretra, mentre Lucy sta quasi ringhiando con tutti i capelli inzaccherati di sangue. Le due lottatrici si buttano una contro l’altra, iniziando a scambiarsi gomitate. Lo scambio dura parecchi secondi, finché Lucy infila le dita negli occhi di Elektra, che arretra di nuovo. Ginocchiata nello stomaco da parte della campionessa.

Immagine


Sitdown Powerbomb! Schienamento. 1…2… No. Elektra alza la spalla, tenendosi nel match. La campionessa prova a pulirsi i capelli, cercando di liberarsi la vista. Poi notando la posizione di Elektra si avvicina al paletto, sale sulla seconda corda, si guarda alle spalle, controllando che la sua avversaria sia immobile, fa un piccolo saltello e connette un Second Rope Phoenix Splash!

Immagine


Pin. 1…2…3! No! 2! Lucy non ci crede, mentre Elektra si tiene ancora in gara. La campionessa si appoggia alle corde, riprendendo fiato.

This is wrestling! This is wrestling! This is wrestling!


La lottatrice americana, riposata leggermente, si avvicina ad Elektra. Roll Up. 1…2… No. Lucy si libera, mentre la greca si rialza in piedi di scatto. Le due si buttano alle corde, e Elektra evita un braccio teso, rimbalza di nuovo e connette un Running Dropkick. Lucy rotola fuori ring, tenendosi il petto, mentre la spartana la osserva, per poi salire sull’apron, facendole segno di rialzarsi. La campionessa, sul terreno, inizia a rialzarsi, aiutandosi coi gradoni d’acciaio.

Immagine


Running Apron Kick di Elektra, che stende nuovamente Lucy. La greca si pulisce il sangue dalla suola, strisciandola sul tappeto, poi osserva la sua avversaria che si sta rialzando, prende la rincorsa… ma Lucy la prende al volo e Running Powerbomb sui gradoni d’acciaio! Elektra urla di dolore, ma la campionessa WFSS la posiziona sui gradoni, poi sale sull’apron ed inizia ad arrampicarsi sul paletto. Sul volto della Fisher inizia a notarsi la stanchezza. Finalmente raggiunge la terza corda, controlla che Elektra sia ancora immobile e… connette un Double Foot Stomp!

This is awesome! This is awesome! This is awesome!

La campionessa e la sfidante ora sono entrambe a terra, doloranti, e l’arbitro non può far nulla se non iniziare a contare. 1…2…3…4…5… Lucy è la prima a rialzarsi. 6… Lucy si avvicina ad Elektra, e la solleva. 7… Lentamente la spinge sul ring. 8… Ma poi crolla a terra! 9… Elektra, con ultimo barlume di lucidità rotola di nuovo fuori, annullando il conteggio! La spartana ha appena salvato la campionessa da una sconfitta per count out, salvando anche le sue possibilità di vincere il titolo. Il pubblico applaude alle due lottatrici, che sono oramai stremate. Lucy rimane a terra, probabilmente priva di sensi, mentre Elektra, gattonando le se avvicina, per poi sollevarla con uno sforzo incredibile, rimandandola sul ring. Lentamente poi sale sull’apron. Lucy nel frattempo si è appoggiata alle corde, per cercare di rimettersi in piedi.

Immagine


Elektra la trascina per i capelli e poi connette gli Spartan Knees. La campionessa ricade nel ring, mentre Lady Vendetta è costretta a tenersi alle corde per non cadere. Poi lentamente riesce a rientrare nel ring, lasciandosi cadere sulla sua avversaria. 1…2…3! No! Lucy alza la spalla all’ultimo, uscendo dal conteggio. Elektra lancia uno sguardo di fuoco all’arbitro, ma non ha la forza di andare a protestare, quindi si rimette in piedi, respirando pesantemente. La campionessa nel frattempo si è messa in ginocchio e la spartana inizia ad urlarle in faccia.

EK: Stai giù.

Schiaffo di Elektra ai danni di Lucy, che barcolla leggermente, per poi rimettersi in ginocchio. Altro schiaffo, e la campionessa barcolla ancora. Ennesimo schiaffo, che però viene bloccato dall’americana, che connette un Jawbreaker. Poi afferra il busto dell’avversaria e connette con il Mark of Light!

Immagine


Schienamento.

1…

2…

3…

3!

NO! ELEKTRA RIESCE A LIBERARSI ALL’ULTIMO! Lucy non ci crede e striscia verso le corde, mentre la Black Widow si tiene la schiena, dolorante, ma ancora nel match. La campionessa lentamente si rimette in piedi, guardando il pubblico che la incita e si avvicina alla sua avversaria, salendole sulle ginocchia coi piedi, per poi intrappolarle le gambe fra le sue. Poi le afferra le braccia e si butta all’indietro.

Immagine


Pure Art! Elektra urla di dolore, mentre l’arbitro corre a controllare se ha intenzione di cedere. Al secco no di risposta Lucy aumenta la pressione, strappando un altro urlo alla sfidante. Ancora Lopez va a chiedere se la greca voglia abbandonare la contesa, me questa urla di no. La campionessa allora afferra la testa di Elektra e la sposta verso il basso, aumentando ancora di più la pressione sulla schiena. Altro urlo di dolore, mentre il direttore di gara chiede nuovamente alla spartana se vuole abbandonare la contesa. Elektra urla di no, e cerca disperatamente di liberarsi usando le braccia, che ora sono libere. Dopo un enorme sforzo riesce a liberare la presa alla testa, rompendo tutta la manovra di sottomissione. Lucy allora la afferra per la vita e la riporta in piedi, ma la greca la manda a sbattere contro l’angolo per poi connettere con i suoi tipici Spartan Elbows. Lucy barcolla, mentre Elektra si butta alle corde con le ultime forze rimaste e connette con la Spartan Spear. La spartana prova a rimettersi in piedi, ma ricade in ginocchio, mentre la campionessa pare nuovamente priva di sensi, probabilmente a causa della ingente quantità di sangue che ha perso. Elektra respira, cercando di concentrarsi, poi blocca le gambe della sua avversaria, pronta per la Widow’s Bite. Poi afferra le braccia… e chiude la presa!

Immagine


La migliore presa di sottomissione di Elektra è chiusa, ed ora la campionessa urla di dolore, completamente coperta di sangue, cercando di resistere alla presa. Lopez va a chiedere a Lucy se si arrende, ma quest’ultima risponde con un no strozzato e inizia a cercare di rompere la presa, tirando con le braccia. Elektra se ne accorge e rinsalda la presa, ma la campionessa inizia a scuotersi, cosa che fa perdere leggermente l’equilibrio alla sfidante. La Fisher sfrutta il momento propizio e libera un braccio, portandolo al petto. Elektra urla di rabbia e inizia a colpirla con delle gomitate alla testa, ripetutamente. Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove, dieci colpi. Poi le infila due dita nella ferita sul sopracciglio, allargandola. Lucy urla di dolore, e Elektra riesce a riafferrare il braccio della campionessa, richiudendola nella presa. Lucy urla di dolore, ma ha le palpebre pesanti, l’arbitro le chiede se è disposta a cedere, ma non risponde. Lentamente gli occhi le si chiudono. Lucy lentamente sembra svenire di nuovo, ma improvvisamente spalanca gli occhi, tirando con entrambe le braccia e liberandosi dalla presa. Elektra è sbalzata indietro, e Lucy salta in piedi. Jawbreaker! MARK OF LIGHT! NO! ELEKTRA SALTA E ATTERRA IN PIEDI, SI VOLTA E SOLLEVA LUCY… SHAZAM!

Immagine


Schienamento.

1…

2…

3…

3!

3!

L’arbitro fa segno al timekeeper di suonare la campanella. Elektra Kellis ha vinto il match!
Spoiler:
JR: The winner of this match and the new WFSS World Woman Champion: Elektraaaaaaaa Kelliiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiis!


La spartana striscia all’angolo, quasi in lacrime, mentre l’arbitro si sta assincerando delle condizioni di Lucy Fisher. La oramai ex campionessa ora si rialza lentamente, tenendosi la testa. Visto questo l’arbitro va a recuperare la cintura da campionessa dal timekeeper, e si avvicina ad Elektra. Ma Lucy strappa il titolo dalle mani dell’arbitro e guarda in cagnesco Elektra! La spartana, zoppicando leggermente si fa avanti, fronteggiando Lucy, che ora stringe il titolo al petto, quasi a proteggerlo. Momento di silenzio fra le due, con il pubblico che non sa esattamente da che parte schierarsi, finché Lucy non consegna il titolo alla nuova campionessa, che le propone una stretta di mano. La Fisher osserva la mano tesa, poi scuote la testa e si lascia cadere, rotolando fuori dal ring. Elektra ora si guarda in torno, quasi come se stesse realizzando solo in quel momento di essere campionessa e alza la cintura al cielo, sotto i cori in suo favore. E sulle immagini della spartana che festeggia, noi andiamo in pubblicità.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

TWC - NIGHT OF GOLD 2015
MessaggioInviato: 11/09/2015, 17:55 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
Siamo tornati in onda e Daniel Carson viene inquadrato in primo piano nel back stage mentre regge il microfono in mano.

Immagine


DC: Salve a tutti e ben ritrovati dallo Staples Center di Los Angeles, California!

Passa qualche attimo nel quale si sente la reazione del pubblico dell’arena.

DC: Ho finalmente il piacere di intervistare il lottare mascherato della T-W-C, il perfidy in a mask: Big Black Boom!

La telecamera si sposta lateralmente inquadrando Triple B che fa un cenno col capo, mantenendo le braccia conserte e la bocca serrata.

Immagine


DC: Allora Boom, quali sensazioni hai per il tuo match con Nick Carroll?

Il mascherato fissa Daniel che gli porge il microfono alle labbra, passa qualche secondo con l’intervistatore fermo col braccio teso e Triple B che lo guarda. Dopo un sorriso abbozzato di Carson e uno sbuffo da parte del suo ospite, quest’ultimo parla.

BBB: Sensazioni?

BBB aggrotta entrambe le sopracciglia.

BBB: Non vivo in un modo con le fatine e gli arcobaleni, Daniel. Neanche tu ci vivi, sai bene che qualsiasi sensazione abbia, qualcun altro ne avrà una diversa, e nessuno dei due avrà ragione. Le sensazioni sono per chi ha paura della realtà. E la realtà è che questa sera, in questo show, io uscirò ancora una volta vincitore, proprio come ho fatto nello scorso special e come continuerò a fare in tutti i prossimi match.

Big Black Boom non ha mai staccato lo sguardo da Daniel Carson.

DC: Bene, sarà sicuramente così!

Daniel è sorridente, ma prova ad evitare lo sguardo del mascherato.

DC: E dicci, Jane sarà al tuo fianco durante il match?

Al perfidy in a mask scappa un accenno di risata.

BBB: Lo so che lo volete sapere, tutti voi non sapete farvi i cazzi vostri. Jane è una persona forte, abbastanza forte da decidere da sola da che parte stare. Quello che lei vuole è fare il mazzo a Nick Carroll, quello che io voglio è fare il mazzo a Nick Carroll. Lei ha davanti due scelte: fare l’avvoltoio e cibarsi della carogna una volta a terra, o se fare la leonessa e aiutare il leone nella caccia.

Triple B ammicca ad un Daniel Carson con gli occhi spalancati.

BBB: Tu che sceglieresti?

Daniel aspetta qualche secondo prima di portarsi il microfono alle labbra, e BBB coglie il momento allontanandosi e lasciando il nostro intervistatore interdetto.

DC: Credo che sia tutto la linea va ora a voi, Jacob e Michael, Big Black Boom vs. Nick Carroll sta per cominciare!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

TWC - NIGHT OF GOLD 2015
MessaggioInviato: 11/09/2015, 18:00 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
TWC Night of Gold prosegue e le immagini ci portano nell'area del ring, dove tutto è pronto per il prossimo match! La grafica ci informa che è arrivato al momento di Nick Carroll vs Big Black Boom, una delle contese più attese secondo il parere del TWC Universe! Questo incontro giunge dopo vari dissapori tra i due wrestler, che hanno portato a numerosi colpi bassi da una parte e dall'altra.



"Scream, Aim, Fire" risuona nell'arena e dopo qualche secondo l'ingegnere fa la sua comparsa sulla rampa di ingresso!

Immagine


Nick Carroll è estremamente concentrato e ruota la testa per sciogliere i muscoli del collo prima di dirigersi verso il ring.

JR: The following contest is scheduled for one fall! Making his way to the ring, from Boston, Massachussets, he stands six feet tall, weighing one hundred and eighty-three pounds, he is the Engineer, the Brain Damager, Nick Carroll!

Entrato sul quadrato, il biondo sale su un angolo per accogliere i consensi ed i cori del pubblico di Los Angeles. Passato qualche istante, Nick torna a terra e corre un paio di volte verso le corde del ring, come se volesse saggiarle. La theme song del bostoniano si interrompe e Carroll si volta verso lo stage in attesa dell'arrivo del suo rivale, continuando però ad eseguire alcuni esercizi di riscaldamento.



La telecamera si sposta sullo stage mentre risuona la theme music del suo avversario, luci blu e bianche abbagliano il pubblico, e all’urlo di “how could it all be?” fa il suo ingresso Big Black Boom!

Immagine


Solito asciugamano adagiato intorno al collo, il mascherato si ferma sotto il monitor gigante dello stage e sorride guardando verso il ring, indossa una maglietta di Kill Bill.

Immagine


Passa qualche secondo mentre il regista ci fa gustare lo sguardo di entrambi, ed ecco che il mascherato inizia a camminare verso il quadrato, ma dopo qualche passo si ferma, si guarda attorno e allarga le braccia, attirando versi contrari del pubblico. Lui comunque non ne sembra sorpreso, si posizione di fianco sulla pedana e indica Nick, dopodiché si gira e indica lo stage…

Immagine


Dal quale esce Jane Murphy! La ragazza si incammina con un sorriso soddisfatto verso BBB, che le sta porgendo l’asciugamano. La ragazza lo raccoglie e si dirigono insieme verso il ring. Anche lei indossa un top “insolito” rispetto a quelli che abbiamo visto ad Indoor War, questo infatti ha disegnato sopra un leone.

Immagine


JR: And his opponent: from South Park, Colorado, he stands five feet and ten inches tall, weighing one hundred and ninety-seven pounds, he is accompanied by Jane Murphy: the perfidy in a mask, Big-Black-Boom!

Big Black Boom entra nel ring salendo le scalette, Jane rimane a bordo ring. I due lottatori si guardano, l’arbitro Jonathan Lopez gli intima di restare agli angoli opposti fino al rintocco della campanella, che comanda subito dopo: ha inizio il match!

Singles Match
Nick Carroll vs. Big Black Boom


Carroll si avvicina al rivale, la mano levata a proporre un clinch. BBB accetta la sfida, avvicinando sempre di più la sua mano a quella dell'avversario, salvo poi afferrarla velocemente, strattonarla e connettere con un calcio all'addome dell'ingegnere. Triple B approfitta del vantaggio acquisito bersagliando l'avversario con una serie di rapidi pugni al volto. Carroll, dal canto suo, tenta di difendersi tenendo la guardia alta e cercando di rispondere ai colpi. Il Perfidy in a Mask stoppa il ritorno dell'avversario mettendo a segno una ginocchiata allo stomaco del bostoniano. Nick è piegato in due dal dolore e Boom continua a martellarlo con dei colpi a due mani sulla schiena che lo portano a terra. Il mascherato non è pago e dopo aver girato Carroll in posizione supina, si mette a cavalcioni sopra di lui per colpirlo con una gragnuola di colpi al viso. Stile rude ma efficace per BBB, che attacca metodicamente The Engineer mentre Jane lo osserva con uno sguardo freddo. Ora il wrestler del Colorado si rimette in piedi e allarga le mani. Egli sorride e guarda verso il pubblico, che lo subissa di fischi. Allora BBB, mantenendo sempre la sua posa, cammina sopra la schiena di Carroll, cosa che comporta una nuova e più rumorosa ondata di disapprovazione. Boom scuote allora il capo e ritorna ad infierire sul rivale, che stava tentando di rialzarsi. Serie di stomp alla schiena, alla nuca e poi al collo di Nick. Boom osserva il suo avversario con ferocia ed all'ennesimo tentativo di rialzarsi in piedi da parte del biondo, il mascherato risponde con un urlo...

BBB: STAY DOWN!

...e con un devastante calcio in faccia!

Immagine


Boom continua a ridere tra i baffi e guarda Jane con espressione sorniona, come a vantarsi del suo dominio. BBB va adesso a rialzare Carroll, che viene lanciato alle corde... Clothesline di Boom, anzi no! Nick riesce ad evitare e scivola rapidamente fuori dal ring. Ottima strategia del bostoniano, intenzionato a rifiatare dopo questo complicato inizio di incontro. Nick fa un giro del ring mentre Lopez lo conta fuori. Passando davanti a Jane, il Brain Damager fa come se la ragazza non esistesse. Scorre qualche secondo, BBB osserva il suo avversario e decide di aspettare il suo ritorno, che arriva al conteggio di sette da parte dell’arbitro. Nick fa ritorno scivolando sotto la terza corda del ring e subito Big Black Boom si fionda verso il biondo con altri stomp al capo! Ma Nick non ci sta, afferra una gamba, capriola e ponte: Jacknife pin! Uno, no! Boom si libera subito con un colpo di reni e si fionda correndo verso Carroll: Arm Drag da parte dell’ingegnere! Il mascherato però si rialza al volo: secondo Arm Drag per lui! Boato del pubblico che vede Triple B caricare di nuovo: Nick lo afferra dal capo e lo blocca in una Head Lock! Boom si dimena, agita le braccia, offrendo a Nick la possibilità di agire anche sugli arti: afferra quello sinistro e trasforma la presa in una Hammerlock! Sopraffatto dalla tecnica del Brain Damager, Boom prova ad allungare il braccio libero verso le corde, ma viene colpito da ripetute gomitate sulla nuca e la spalla! È in ginocchio ora e Nick Carroll lo spinge a terra facendo pressione sul braccio con un piede! Triple B però non si piega, effettua una capriola che lo libera dalla presa e si lancia contro Carroll, ricevendo un colpo dato con l’avambraccio in pieno viso! BBB barcolla, Nick lo abbranca, testa sotto il braccio, e lo alza per un suplex! Ma Boom scivola dietro e lo spinge via, per poi provare una reazione con pugni e chops al centro del ring. L’offensiva è tuttavia sincopata, Boom tende ad usare più il braccio destro che il sinistro, rallentando i tempi di ripresa. Proprio in un momento di pausa Nick prova un colpo, BBB gli trattiene il braccio e va a segno con un destro a pugno chiuso che colpisce il volto di Carroll! The Engineer si porta le mani al viso staccandosi da Big Black Boom, che viene redarguito dall’arbitro. Come sempre poco curante degli avvertimenti degli ufficiali, Triple B si sposta e si dirige verso Carroll, che è lesto a saltare a colpire con un Front Dropkick! Il mascherato non cade, ma viene spinto alle corde: alza il braccio per colpire Nick, bloccato: STO da parte di Carroll!

Immagine


Il pubblico applaude il Brain Damager, che continua il tuo attacco efficace: lavora sul capo e sul braccio del suo avversario a terra, colpendolo con pugni e gomitate. Riesce ora ad applicare una chiave su entrambi i target: Anaconda Vise su BBB, piegando il braccio sinistro. La telecamera inquadra di lato il viso di Big Black Boom, sofferente. Il mascherato dimena l’unico braccio libero e scalcia all’aria, mentre il referee Lopez si informa sulle sue condizioni. BBB non sembra affatto intenzionato a cedere, infatti prova a reagire e ci riesce: col braccio libero colpisce, graffiandogli il viso, Carroll, che è costretto a lasciare la presa, ma non il controllo sull’avversario. Triple B si rialza reggendosi intelligentemente con le corde, The Engineer è già in piedi e aspetta che il suo avversario raggiunga la stessa posizione. Il mascherato però fa fatica e Carroll non lo attende più: calcione al fianco! Intercettato però! BBB prova un Roll Up tenendosi al costume del rivale: uno, due… L’arbitro si avvede del raggiro del perfidy in a mask e blocca il conteggio! Alzando il capo per controllare che le spalle di Nick fossero ancora ferme al suolo, Jonathan Lopez si è accorto del maldestro tentativo di pin scorretto da parte di Big Black Boom e ora lo catechizza sulla possibilità di farlo di nuovo. Nick Carroll intanto è in piedi con le mani sui fianchi: forse ha capito che si tratta solo di una maniera per perdere tempo e rifiatare da parte del mascherato, che in effetti non presta la minima attenzione alle parole dell’arbitro. Passa qualche secondo e Nick non vuole concedere altro tempo al suo avversario, va all’attacco con alcuni pugni, ricevendone altri in risposta, ma la foga del biondo è maggiore, così BBB si ritrova schiacciato all’angolo, dove prova a proteggersi, ritrovandosi steso a terra e chiuso all’angolo. Carroll si allontana e allarga le braccia, urlando e ricevendo una forte reazione da parte del pubblico dello Staples Center, prende la mira indicando il suo avversario, ora rincorsa: Broski Boot! BBB lo afferra prima di ricevere il colpo, reverse STO sul secondo turnbuckle!

Immagine


Che colpo, che astuzia per Big Black Boom! Ora il dirtiest player in the game è a terra, mentre il suo avversario ha la faccia ancora sulla protezione per le corde, sta accusando un colpo doloroso e inaspettato. BBB si rimette lentamente in piedi, si accorge della posizione di Carroll e la sfrutta a suo vantaggio: Dropkick in corsa che fa impattare il bostoniano contro il paletto una seconda volta. Boom trascina il rivale lontano dalle corde e tenta il pin: uno, kick out di Nick. BBB, ancora col fiato corto, vuole guadagnare del tempo per riprendersi e quindi per evitare che Carroll torni in piedi lo intrappola in una Head Lock. L'ingegnere tenta immediatamente di sfuggire alla morsa, dapprima brancolando alla ricerca delle corde - che sono però troppo lontane – e poi tentando di rialzarsi. BBB ha però il controllo della situazione ed aumentando la pressione riporta al tappeto la sua nemesi. Nick ora ha un'espressione piuttosto sofferente sul volto e l'arbitro gli chiede se voglia mollare. Il ragazzo fa segno di no con la mano e cerca di nuovo una maniera per liberarsi, aiutato dagli incitamenti del pubblico. Carroll cerca e trova il braccio sinistro di BBB, cercando di forzare la presa sfruttando il dolore del mascherato a quell'arto. Dopo qualche secondo di resistenza il Perfidy in a Mask deve infatti cedere e mollare la presa, ma purtroppo per Nick è comunque lesto a colpire con una ginocchiata alla nuca. Boom vuole riprovare a chiudere Carroll in una sottomissione, ma il bostoniano è veloce ad afferrarlo per il braccio infortunato ed a chiuderlo in una Cross Armbreaker!

Immagine


Ora la situazione è rovesciata, è BBB a non poter raggiungere le corde ed a tentare di divincolarsi! Il mascherato non trova nessuna via d'uscita e soffre visibilmente, con gli spettatori che gli urlano di cedere! Ma no, Triple B riesce a poggiare le gambe a terra ed a mettersi in posizione tale da portare Carroll con le spalle a terra! Uno, due, no! Nick si divincola ma deve mollare la presa su Boom, che corre a trovare riparo toccando le corde, evitando così un nuovo assalto repentino. Qualche instante e BBB torna a centro ring. I due rivali si muovono in cerchio, studiandosi: Carroll si posiziona in modo che Triple B debba combattere col braccio sinistro, mentre il mascherato è pronto ad evitare altri colpi verso quella zona del corpo. Il Perfidy in a Mask viene però sorpreso da un calcio al ginocchio, che viene seguito da un secondo e da un terzo. Solo ora Nick agguanta il rivale per il braccio e lo spedisce all'angolo con una potente Irish Whip. Carroll chiama il pubblico, prende la rincorsa e...

Immagine


Corner Clothesline a segno! Nick si carica, mentre Jane pare sbuffare alla vista di questo gesto abituale del bostoniano. Carroll nel frattempo si sta preparando a ripetere la mossa e spicca di nuovo la corsa... BBB si sposta e lancia l'avversario di testa contro il paletto! Bruttissima botta per Nick ed ennesimo colpo alla testa! Il biondo non vuole rimanere una seconda volta in quella posizione e seppur stordito striscia via tenendosi a bordo ring. Il Perfidy in a Mask sfrutta comunque a suo favore la situazione, incastrando il volto di Carroll tra la seconda e la terza corda, per poi fare pressione con un piede, soffocando così il rivale. L'arbitro intima a Boom di smetterla, arrivando a contarlo: uno, due, tre, quattro, BBB si ferma. L'ufficiale lo richiama per l'ennesima volta, ma il mascherato ribadisce di poter colpire fino al conto di cinque. Ora il Dirtiest Player in the Game riporta in piedi Nick, lo lancia alle corde e lo stende con una Clothesline, utilizzando ovviamente il braccio destro. Senza perdere tempo, Triple B afferra Carroll e lo mette in posizione per il Running Bulldog. No! Nick lancia via BBB e dopo il rimbalzo riesce a bloccarlo e poi a stenderlo con una Swinging Neckbreaker! Il bostoniano copre l'avversario con un po' di fatica: uno, due, kick out di Boom subito dopo il conto di due. Ora Carroll riorganizza la sua offensiva, non mancando però di colpire l'avversario con stomp alla nuca ed al braccio per mantenere vivo il dolore nelle due zone. Nick si mette in posizione per uno dei suoi micidiali calci, ma Boom lo percepisce e fugge velocemente fuori dal ring. Il Brain Damager si avvicina allora alle corde, prendendo le misure per una mossa aerea... ma BBB lo anticipa e fa impattare violentemente il suo collo sulla terza corda! Nick è stordito, il mascherato lo colpisce con una DDT!

Immagine


Schienamento: uno, due, no! Nulla da fare per il membro della Fox's Army! Triple B attende allora che Carroll si rialzi e si posiziona alle sue spalle... Full Nelson Facebuster tentata, ma The Engineer la blocca colpendo con delle gomitate all'indietro! BBB reagisce con dei pugni violenti al costato e sfrutta la postura assunta dal rivale per tentare la Cut-to-Black! No, Nick gli sguscia alle spalle e va con un German Suplex! Incredibile, Big Black Boom atterra in piedi e sorprende il bostoniano saltandogli sulle spalle... REVERSE HURRACANRANA! Mossa insolita per il mascherato, che tira fuori un coniglio dal cilindro proprio nel momento di difficoltà! Boom tenta il pin: 1, 2, no! Vediamo dal replay che la mossa era stata eseguita in maniera non proprio pulita, cosa che ha facilitato il kick out del biondo. BBB è ora in controllo, riporta in piedi il rivale e subito connette uno Snap Suplex. Il mascherato ha le idee chiare: va sul paletto, prende le misure e... Zen Headbutt a segno! Uno, due, NO! Anche questa mossa coraggiosa non basta a Boom per vincere l'incontro! Il mascherato dà segni di frustrazione, poi porta Carroll in ginocchio e tenendolo per il viso gli urla contro qualcosa di poco comprensibile e lo schiaffeggia. Nick pare quasi rianimato da questo affronto e colpisce repentinamente con un Superkick! BBB rimbalza alle corde e tenta il braccio teso, ma l'ingegnere si abbassa e dopo il secondo rimbalzo abbranca la sua nemesi e...

Immagine


Scoop Powerslam! Carroll uncina immediatamente la gamba: uno, due, NO! Il seguace di Olon esce dal pin, ma Nick non ha intenzione di dargli tregua e lo mette in una Armbar. Smorfie di dolore per BBB, che cerca di rimettersi in piedi il più velocemente possibile, nonostante la difficoltà nel riprendersi dopo tutti i colpi subiti... Ma il Brain Damager molla la presa non appena Triple B è sulle sue gambe e prova di nuovo col German Suplex! Ancora una volta BBB cade in piedi e tenta di lanciarsi verso il rivale, che però stavolta se lo aspettava e lo intercetta con un Roundhouse Kick! Nick si lascia cadere sul corpo di Boom, che pare inerme. Lopez conta: uno, due, NOO! Colpo di reni di puro istinto del mascherato e stavolta un'ombra di sorpresa appare sul volto del bostoniano. Il primo piano proposto ci mostra un Carroll boccheggiante, che prima si rimette in ginocchio e poi si rialza, mentre BBB guadagna la posizione più lentamente, prima girandosi di lato e poggiando le mani a terra per sollevarsi. Quando entrambi i contendenti sono in piedi, Nick prova a catturare il mascherato prendendolo dalla nuca, ma quest’ultimo riesce a dimenarsi spingendolo via. L’ingegnere sfrutta la velocità presa per darsi slancio alle corde, ma viene intercettato da uno spinning wheel kick! BBB prova subito a coprire: uno,due, no! Si alza la spalla di Nick Carroll, e si alza anche Big Black Boom, prendendo dai capelli il Brain Damager e tirandolo su con sé. Il mascherato colpisce con diversi pugni al capo, poi una gomitata allo stesso punto. Carroll prova ad allontanarsi, BBB lo insegue e lo colpisce con una serie di low kick che destabilizzano l’equilibrio del suo avversario e gli permettono di continuare l’attacco a suon di European uppercuts! Uno, due, tre uppercut, il perfidy in a mask prova il quarto… Ma Carroll gli afferra il braccio e lo mette in posizione: THE LAST THOUGHT CONNESSA!

Immagine


THE LAST THOUGHT, COMPLETELY OUT OF NOWHERE! Il pubblico è in visibilio, il bostoniano copre: uno, due, tre… NO! NON È TRE, LOPEZ ALZA SOLO DUE DITA! Nick ha le mani tra i capelli! Il replay ci mostra questi ultimi, concitati momenti: grande tecnica di Nick Carroll nell’afferrare in modo esatto l’avversario, e ottima proprietà di movimento nel compiere un giro su sé stesso in maniera pulita, tale da costringere Big Black Boom ad essere trascinato dal suo peso e dalla sua capacità dinamica! Ma nonostante la finisher eseguita alla perfezione, vediamo anche come prima che il referee sbatta per la terza volta la mano sul tappeto, il wrestler mascherato riesce ad alzare la spalla destra, vanificando in effetti ogni velleità di successo dell’ingegnere. Torniamo live e ci ritroviamo con BBB che lentamente si rialza, Nick Carroll stanchissimo all’angolo che non distoglie lo sguardo da lui neanche per un secondo, ogni attimo è scandito dai cori del pubblico per Nick Carroll. Dopo alcuni secondi BBB è in piedi, Nick porta i due indici sulle tempie e annuisce, Triple B prova un’offensiva lanciandosi contro il suo avversario con un braccio teso, ma è troppo lento e la sua mossa viene intuita da Nick che sia abbassa, una seconda, poi anche una terza volta: ma il mascherato non ci sta e rifila un calcione in faccia al suo avversario ancora piegato! Carroll barcolla, il dirtiest player in the game si lancia ancora contro la nemesi col braccio destro alto… Intercettato! Nick passa dall’altra parte, affianca BBB dal lato sinistro e cattura il braccio: prova a chiudere la Crossface! La mossa letale per eccellenza dell’ingegnere, il pubblico è tutto in piedi! BBB sta resistendo stoicamente, rifiuta di inginocchiarsi e impedisce a Carroll con la mano destra di chiudere la presa, anzi nel tentativo di Nick ad accelerare il processo, Triple B coglie l’attimo e si slancia all’indietro colpendo il Brain Damager di nuovo in faccia con un calcione! Nick è costretto a lasciare la presa, rimane stordito ma non cade… E BBB non si lascia sfuggire l’occasione, si rialza e si fionda alle spalle del suo avversario: Cut-to-Black a segno!

Immagine


Il mascherato si avvicina al suo avversario mostrando una smorfia di dolore mentre si tiene il braccio sinistro, poi copre: uno, due, tre! TRE! TRE!

Spoiler:
ANZI NO! Anche stavolta Lopez fa il segno del due con le dita! BBB è incredulo, porta le mani sul viso! Un altro replay ci mostra quello che è successo: il mascherato sorprende il suo avversario da dietro, ma accelera eccessivamente il processo di rotazione, causando un vero e proprio “strappo”, che non gli assicura un impatto decisivo con Carroll. L’ingegnere subisce la finisher in maniera non distruttiva, riesce ad uscire dal conteggio qualche istante prima del fatidico contro di tre. Ancora non ci crede Triple B che sbatte i pugni sul mat, mentre Nick rotola allontanandosi da lui. Carroll si sta alzando con l’aiuto delle protezioni dell’angolo, BBB lo guarda nervoso e si avvicina al biondo, prova a cinturarlo, ma riceve una gomitata, che lo spinge indietro di qualche passo. Ora è Carroll ad avvicinarsi, ma anche lui viene colpito improvvisamente con uno european uppercut, il mascherato con le ultime risorse d’energia a disposizione afferra il bracci di Nick e lo colpisce ripetutamente con delle testate: una, due, tre, quattro testate! The Engineer barcolla, Big Black Boom lancia un urlo disumano: Big Black Stunner!

Immagine


Il perfidy in a mask si rialza ma non copre: guarda le corde per qualche istante, si gira verso il suo avversario e prende la rincorsa, salta sulla corda corda e connette un BoomSault! Ma Nick alza le ginocchia e lo colpisce in pieno addome! BBB rimbalza indietro, Carroll si solleva con uno scenografico kip-up, Zig Zag a segno! Anche Carroll urla, ma questa volta anche il pubblico urla con lui! Muove le braccia come volesse chiedere al suo avversario di alzarsi velocemente, e appena Triple B è in ginocchio colpisce con un Crub Stomp! Prova lo schienamento: uno, due, NO! BBB c’è ancora! Il bostoniano guarda l’arbitro sbarrando gli occhi e allargando le braccia, ma Lopez gli chiarisce che è solo conto di due, il biondo si alza e BBB lo coglie di sorpresa facendolo cadere a terra con culla: gli incrocia le gambe intorno alla sua: DIRTY LOCK! DIRTY LOCK CONNESSA! La sharpshooter del mascherato però non è chiusa perfettamente, BBB non riesce a tenere insieme gli arti di Nick e ad alzare la zona lombare del suo avversario, che dopo qualche attimo riesce a trascinarsi verso le corde. Conto di quattro del ref che allontana Triple B, che al suo solito protesta con l’arbitro, anche se meno animatamente del solito: ad un gesto di stizza segue un triste sguardo verso il basso, il mascherato scuote la testa mentre il Brain Damager si alza arrampicandosi alle corde. Il dirtiest player in the game sembra avere un scatto d’ira quando si fionda verso Nick e lo colpisce con una serie di colpi poco precisa, che porta i due a schiacciarsi all’angolo, dove Carroll riesce a mettere BBB con le spalle alle protezioni. Serie di shoudler block che sfiniscono Big Black Boom, The Engineer solleva posizionandolo sulla terza corda, dove sale anche lui tra gli incitamenti del pubblico. Triple B prova a reagire, ma la poca lucidità gli impedisce di colpire Carroll in maniera efficiente, mentre quest’ultimo mette a segno diverse testate. Con il mascherato ormai senza forze, l’ingegnere gli stringe il braccio intorno al collo, quando ecco sopraggiungere Jane che prova a colpirlo con il pugno coperto dall’asciugamano! Il biondo schiva e il telo bianco cade, Jane nascondeva sotto un tirapugni!

Immagine


L’arbitro se ne avvede e scaccia malamente la rossa! Nick prova a riapplicare la presa, ma Big Black Boom tenta di resiste alzando le braccia del suo avversario! Sembra riuscirci, ma il braccio sinistro cede! Carroll lo chiude di nuovo nella presa: SHUTDOWN DALLA TERZA CORDA!

Immagine


PAZZESCO! Che volo, che impatto per la testa di BBB! I due sono a terra, Nick mette un braccio sul petto del mascherato! Uno, due… TRE!

JR: Here’s your winner… NIIIIIIIICK CAAARROOOOOLL!

Dopo una lunga battaglia, la spunta l’ingegnere! Eccolo rialzarsi, salire sul paletto dal quale ha effettuato la mossa decisiva e alzare le braccia al cielo, il pubblico sta letteralmente impazzendo di gioia! Fa i giro dei quattro angoli del ring e per ultimo sale su uno di quelli che dà verso lo stage: da lì il biondo e Jane Murphy si scambiano uno sguardo, la ragazza scuote leggermente la testa mentre guarda con freddezza il suo ex-ragazzo esultare, questi guardandola senza emozioni alza le braccia al cielo.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

TWC - NIGHT OF GOLD 2015
MessaggioInviato: 11/09/2015, 18:05 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
Immagine


SB: Meh.

FW: Hey.

SB: Sai che non potresti essere qui?

FW: Lo so. Non che io non creda in te, ma so anche che stasera sarà dura.

SB: Lo so. Moon è un pazzo.

FW: So anche questo. Ma un'altra cosa che so è che per tutto questo tempo ha fatto il pazzo con chi è più pazzo di lui.

SB:

FW: Che cosa ti sta prendendo? Quando ero più giovane ti vedevo in televisione cattivo, sicuro di te, senza paura di nessuno. Ti vedo un po' rammollito.

SB: Ho bisogno di vincere stasera. Ho l'ansia. Con te al mio fianco sarebbe stato tutto molto più facile. Se mi distraggo un attimo e vado al tappeto è la fine. Sono io che cado nel burrone.

FW: Non cadrai. E se inciampi, ci sarò io a sorreggerti, ne puoi stare certo. Se sono qui è grazie a te.

Bussano alla porta, "toc toc", chi è? Sono due membri della security che fanno un cenno verso Finn.

Immagine


FW: Devo andare.

Finn se ne va scortato dai due bestioni, lasciando Simon da solo guardandosi allo specchio.

SB: Meh.. se Dio esistesse, avrebbe sicuramente la mia faccia..

Il collegamento si interrompe.


TWC World Heavyweight Championship Tournament Semifinal: Leon Black vs. Michael Edwards


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

TWC - NIGHT OF GOLD 2015
MessaggioInviato: 11/09/2015, 18:10 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343


Una musica particolare si diffonde per l’arena, con il pubblico che si chiede cosa stia succedendo. Il titantron si accende e mostra un uomo, ripreso di spalle, con una camicia a quadri rossi ed un paio di jeans. L’uomo porta un fucile in mano e si muove di soppiatto, per quello che pare il backstage della arena. Il tutto però è stranamente immerso nel silenzio, e le luci sono intermittenti. L’uomo lentamente si avvicina all’angolo, si appoggia e controlla oltre. Una pianta rampicante ha invaso il corridoio, mentre ora possiamo vedere come l’uomo porti una maschera antigas. Lentamente l’uomo si incammina nel corridoio, spinge la porta tagliafuoco a destra ed entra in una stanza completamente buia. L’uomo accende una torcia che porta nella tasca sul petto. Un essere umanoide lo attacca, afferrandolo per il collo, ma l’uomo gli spara, facendogli esplodere la testa. L’uomo calcia via il cadavere e attraversa la stanza, aprendo una porta il più silenziosamente possibile, poi si avvia in un altro corridoio e arriva vicino alla zona d’entrata, dove però sono presenti altre due figure umanoidi. Allora si accuccia leggermente e procede il più silenziosamente possibile, arrivando alle spalle del più vicino e uccidendolo con una coltellata al collo. La creatura cade, mentre l’uomo si muove cautamente verso l’altra, quando improvvisamente calpesta un mattone rotto, che scricchiola sotto i suoi piedi. La creatura lo sente e scatta verso di lui, ma l’uomo la colpisce con il calcio del fucile, poi con una gomitata la manda contro il muro e infine gli sfonda il cranio con il fucile usato come mazza. L’uomo sta per entrare nell’arena, quando improvvisamente una creatura ancora più deforme lo afferra da dietro, ma l’uomo non si fa sorprendere, pianta il coltello di prima nel collo della creatura, la afferra, la spinge davanti a se e gli spara con il fucile, buttandola nell’arena. Il corpo infatti compare sullo stage, insanguinato, e giace per terra. L’uomo entra a sua volta, appoggiando il piede sul petto del cadavere e appoggiandosi il fucile in spalla.



Sometimes I wish that I could be your mind unscarred
I envy that you don't know what its like to be destroyed


Immagine


Michael Edwards si toglie la maschera antigas, sorridendo al pubblico che canta il suo nome.

JR: Introducing first, making his way to the ring, from The Upper East Side, New York, NY, he stands 6-feet-5-inch tall, weighing 271 pounds, he is The Golden Boy, Michael Edwards!

Il ragazzo di New York si avvia sulla rampa, fra I cori del pubblico, poi sale pigramente sui gradoni d’acciaio ed entra sul ring, sollevando il fucile in aria. Quando finalmente è sul ring inizia a consegnare il fucile e la maschera ad un addetto, togliendosi anche camicia e jeans, rimanendo in attire da combattimento.



Di nuovo il titantron si accende, mostrandoci delle immagini da fuori l’arena. Qui un gruppo di soldati in abito futuristico sta pattugliando le strade, in cerca di qualcosa. Improvvisamente nel cielo si intravede una luce rossa, che si avvicina sempre di più. I soldati quindi si raggruppano in piazza e si mettono in posizione, pronti a sparare. Più la luce si avvicina, più i soldati stanno in silenzio. Finalmente la luce diventa distinguibile, ed è una gigantesca astronave rossa, che sta scendendo in picchiata verso la piazza. I soldati iniziano a fare fuoco, ma i proiettili rimbalzano sullo scafo, senza lasciare danni. A pochi metri dal suolo l’astronave rallenta improvvisamente, atterrando dolcemente. Tutti i soldati si rimettono in posizione, mentre la passerella per far scendere i passeggeri si apre. Viene inquadrato un uomo di spalle, giacca di pelle nera con pelliccia attorno al collo, pantaloni di pelle nera e due cinture di cuoio che gli si incrociano alla vita. Ma la cosa più notevole è un gunblade blu appoggiato sulle spalle. L’astronauta scende a terra e tre soldati gli balzano addosso, cercando di prenderlo, ma lui li elimina con tre rapidi fendenti. Tutti gli altri sembrano spaventati, mentre l’uomo avanza verso di loro, brandendo il gunblade. Improvvisamente tutti i soldati scappano, e l’uomo sbuffa. Il nostro eroe procede tranquillamente per qualche passo, quando un gigantesco ragno meccanico gli atterra davanti, muovendosi continuamente. L’uomo annuisce e schiva un missile che il nuovo avversario gli ha lanciato contro, poi prende la rincorsa e colpisce il ragno cinque volte, salta all’indietro, impugna più saldamente l’arma e lo colpisce altre otto volte, per poi sferrare un ultimo fendente che taglia a metà il ragno. L’uomo si appoggia il gunblade in spalla ed entra nell’arena sospirando.



Leon Black compare nell’arena, ancora con il gunblade in spalla, e annuisce al pubblico.

Immagine


JR: And his opponent, making his way to the ring, from Chicago, Illinois, he stands 7-feet-2-inch tall, weighing 392 pounds, he is the Unglorified Legend, Leon Black!

Il gigante punta la sua arma verso il ring, rimane fermo qualche secondo, per poi fare il gesto di sparare.

Boooooooooooooooooooooooooooooooooooooom!


Il pubblico si occupa degli effetti sonori, mentre Black si avvia verso il ring, sorridendo sornione. Arrivato vicino allo stesso ci entra dentro rotolando, per poi consegnare la spada all’addetto e iniziare a mettersi in tenuta da combattimento anche lui. I due ora sono ai due angoli opposti, mentre il pubblico intona il loro nome alternativamente. L’arbitro della contesa, Todd Hennigan, controlla che nessuno dei due abbia oggetti nascosti.

Immagine


Finita la perquisizione, fa segno al time keeper di far suonare la campanella, ed il match ha inizio.

TWC WORLD HEAVYWEIGHT CHAMPIONSHIP TOURNAMENT SEMIFINAL
Singles match:
Leon Black vs. Michael Edwards


I due lottatori si avviano verso il centro del ring, studiandosi attentamente. Black propone una prova di forza, ma Edwards sorridendo declina. I due iniziano allora a girare intorno al centro, osservando l’avversario. Il giro continua per qualche secondo, poi Edwards prova a buttarsi per afferrare il suo avversario, ma Leon si sposta lateralmente. Michael si butta lateralmente per evitare di essere afferrato a sua volta, poi si gira rapidamente, ritornando faccia a faccia con il suo avversario. Leon sorride a sua volta, allargando le braccia. Il Golden Boy, annuisce riprendendo a camminare in cerchio. Altri secondi di studio, quando Black afferra Edwards per un clinch. Il ragazzo di New York però si libera, sgusciando via, il gigante prova a riafferrarlo, Sick!

Immagine


Pin di Edwards.

1…

2…

NO! Leon alza la spalla al due, tenendosi nel match. Michael però non dispera riempiendo di pugni la testa di Black, per poi rialzarsi e lanciarsi alle corde per un… Running Clothesline! La Unglorified Legend è saltata in piedi ed ha intercettato il suo avversario con un braccio teso. Edwards prova a rialzarsi subito, ma Leon lo chiude in una Headlock. Il Golden Boy prova a liberarsi, forzando le braccia del gigante, ma visto che non funziona decide di arretrare fino a toccare le corde, per poi sfruttare l’elasticità delle stesse per spingere via Leon. Quest’ultimo rimbalza sulle corde al lato opposto, evita un braccio teso, rimbalza di nuovo e connette uno Shoulder Block. Edwards cade di nuovo a terra, ma questa volta il gigante lo inchioda con una Armbar. Ottima presa di Leon, che respira tranquillo, mentre Michael è costretto a sopportare la pressione al braccio. Il newyorkese prova a liberarsi utilizzando il braccio libero, ma ottiene scarsi risultati, allora, inizia a colpire con dei pugni il suo avversario, finché questi non allenta leggermente la presa. Appena succede Edwards scatta in piedi, ma viene preso alla vita da Black, che lo solleva a mezz’aria. Il Golden Boy si scuote e tenta di liberarsi, ma la Unglorified Legend connette con un Deadlift German Suplex. Michael atterra vicino al paletto, e Black lo nota subito, infatti scala rapidamente il paletto, mettendosi di schiena al ring, lancia un urlo per caricarsi e…

Immagine


Phoenix Splash! Schienamento.

1…

2…

No! Edwards alza la spalla, interrompendo il conteggio. Black annuisce, cercando di chiudere Edwards in una Headlock. 291114! Edwards chiude Leon Black nella sua migliore mossa di sottomissione.

Immagine


Il gigante però è rapido a sfruttare il suo peso e a trasformare la manovra in un pin.

1…

2…

3…

No. Michael è costretto a lasciare la presa per non essere schienato, e Black si libera così da una situazione pericolosa. Entrambi i contendenti si spostano verso i rispettivi angoli, riprendendo fiato. I due si squadrano da lontano, poi iniziano a camminare verso il centro del ring. Lì Black si scrocchia il collo e si mette in posizione di guardia da boxeur. Edwards fa un passo indietro, scuotendo la testa. Black però lo segue, cercando un diretto di sinistro. Michael schiva, ma viene raggiunto da un destro nello stomaco. Edwards risponde abbracciando Black e colpendolo con delle gomitate. Bear Hug. Il gigante non si lascia sfuggire il momento e chiude il suo avversario in una presa di sottomissione in cui non ha rivali, ma il Golden Boy evita il peggio, appoggiando i piedi nell’interno delle ginocchia di Black. In questa posizione infatti Leon non può scuoterlo, riducendo così di parecchio l’effetto della presa. Belly to Belly Suplex di Black, che prova a raggiungere Edwards per il pin. Il ragazzo però si è spostato ed è rotolato sull’apron, allora il gigante lo raggiunge, lo afferra per la testa e si prepara per un Deadlift Superplex dalla seconda corda. Michael non ci sta e riempie di pugni il suo avversario, per poi rispedirlo sul ring. Black barcolla e subisce uno Sky Hook dalla terza corda. Black cade rovinosamente a terra, vicino al paletto. Edwards corre e connette la sua Moon Light!

Immagine


Pin.

1…

2…

3…

No. Black alza la spalla prima del conteggio di tre, mantenendosi in finale. Edwards annuisce, poi colpisce con un pugno il suo avversario, che si è rimesso in ginocchio. Poi prova di nuovo, ma la Unglorified Legend blocca il colpo con l’avambraccio sinistro e connette un montante destro saltando in piedi. Edwards barcolla leggermente e il gigante ha tutto lo spazio per afferrarlo al collo e connettere la Requiem! Jumping Chokeslam a segno per il gigante, che ora osserva Edwards al terreno, poi gli si avvicina e… Inside Cradle!

1…

2…

Black ribalta il pin!

1…

2…

Edwards si libera, rotolando lontano. Il gigante annuisce, osservando che Michael ora si sta rialzando all’angolo, prende la rincorsa e connette con un Running Uppercut! No! Edwards si è spostato, mandando Black ad impattare contro l’angolo. Michael rimbalza alle corde e butta Black fuori dal ring con un braccio teso. Il pubblico incita Edwards ad andare per un Suicide Dive, ed Edwards annuisce, si butta alle corde, ritorna in corsa di là e connette con il Suicide Dive.

Immagine


Black va a sbattere contro le barricate, mentre Michael scatta in piedi, facendo un inchino al pubblico. Edwards ributta il gigante sul ring, sorridendo, poi entra anche lui. Black si sta cercando di rialzare, utilizzando le corde, quindi il Golden Boy prova ad afferrarlo, ma viene intercettato da una In Memoriam. Edwards barcolla e Leon ha tempo di rimettersi completamente in piedi, afferrandolo e chiudendolo in un clinch. Black porta il suo avversario a centro ring, poi prova a girarlo, ma Edwards lo colpisce con una Chop al petto, poi un’altra al capo, poi un paio al petto. Russian Roulette! E chiusura con il calcio… no! Destro di Black, che interrompe il tutto. E poi sinistro di Black. E poi destro. E ancora destro. E poi sinistro. E sinistro. Destro. Sinistro. Destro. Destro. Sinistro. Destro. Destro. Destro. Il pubblico inizia a contare i pugni di Black, che sono sempre più veloci. Fury of a Houndred Punches! Edwards crolla a terra, mentre il gigante si controlla le mani. Assicuratosi che sia tutto a posto Black prova lo schienamento.

1…

2…

3…

No! Edwards alza entrambe le spalle con un colpo di reni, mentre Black fa presente all’arbitro come quello fosse un conto di tre. Il gigante poi chiude il suo avversario in una Headlock, riprendendo fiato. Il pubblico è ancora molto diviso, e Leon si concede un urlo per chiedere al pubblico di fare più rumore. Il Golden Boy nel frattempo cerca di riguadagnare la posizione eretta, poi colpisce con una gomitata il suo avversario. Black allenta leggermente la presa. Sick! Ma Black non cade! Sick! Black è ancora in piedi! SICK! Il gigante barcolla. SICK! Black cade a terra, venendo coperto da Edwards!

Immagine


1…

2…

3…

No! NO! Black esce da quattro Sick di fila! Edwards si mette le mani nei capelli, incredulo. Michael sembra non sapere più cosa fare, poi sembra avere una illuminazione, ed inizia a sollevare Black per la testa. Con uno sforzo sovraumano lo trascina fino al paletto, poi inizia a farlo salire, fino a riuscire a metterlo sulla terza corda. Poi inizia ad arrampicarsi a sua volta, ma Black sembra essere tornato nel match e inizia a riempirlo di testate. Michael cade in piedi dal paletto, quindi scatta di nuovo su, riempiendo di pugni il suo avversario, che però reagisce con una serie di pugni, che mandano al tappeto Edwards. Il gigante, lentamente si gira e…

Immagine


Phoenix Splash! Pin.

1…

2…

3…

3!

No! L’arbitro fa segno di aver effettuato solo un conteggio di due! Edwards stesso è l’unico ad essere uscito da una Phoenix Splash, ed ora anche l’unico ad essere uscito da due Phoenix Splash! Leon non ci crede e chiede spiegazioni all’arbitro, mentre il Golden Boy lentamente rotola fuori dal ring. Il gigante guarda Edwards fuori dal ring, mentre il pubblico lo incita a saltare. Black si butta alle corde, rimbalza, si prepara a saltare, ma poi si ferma a pochissimo dalle corde, facendo segno di no a Michael, che era già pronto per colpire con il suo Sick! Il ragazzo di New York, annuisce e si ributta sul ring. Scambio di pugni nel centro del quadrato, con Leon che passa rapidamente in vantaggio, finché Edwards non connette una Blitzkrieg!

Immagine


Schienamento rapido.

1…

2…

3…

No. Black si rifiuta di farsi schienare. Edwards annuisce, ma sta quasi ringhiando. Poi osserva il posizionamento di Leon, annuisce e sale sul paletto, dando la schiena al ring, e salta per una Phoenix Splash! Ma Black si sposta, facendo impattare Edwards al terreno. La Unglorified Legend è in piedi, Michael prova a buttarglisi contro… Blitzkrieg di Black!

Immagine


Schienamento della Unglorified Legend.

1…

2…

3…

No! Anche Edwards esce dalla Blitzkrieg. Il gigante allora si prepara alle corde, pronto per iniziare il suo G.O.L.I.A.T.H. Protocol, ma Edwards si rifugia sull’apron. Il gigante lo raggiunge, scavalcando le corde e inizia a colpirlo con dei pugni, ma Edwards lo afferra e lo spinge contro il paletto di schiena. Sick! E Black precipita fuori dal ring. Il Golden Boy sta in piedi a fatica, poi scende anche lui e afferra Black, ributtandolo sul ring con uno sforzo enorme. Poi rientra a sua volta e va per lo schienamento.

1…

2…

3…

No! Black alza nuovamente la spalla, ed Edwards si mette le mani nei capelli, poi annuisce osservando l’angolo e inizia a trascinare nuovamente Black. Oramai entrambi sono molto stanchi, ma Edwards sta sfruttando le ultime energie per trascinare sul paletto Leon. Finalmente riesce a metterlo sulla terza corda, e inizia a salire anche lui. Arrivato sulla terza corda urla al pubblico.

ME: It’s over!

E mette Leon Black in posizione di Piledriver!

Spoiler:
Immagine


GOTTERDAMMERUNG! GOTTERDAMMERUNG! Connessa! Connessa! Il pubblico è in visibilio. Pin!

1…

2…

3…

3!

3!

3!

NO! L’ARBITRO FA SEGNO CHE È SOLO UN CONTO DI DUE! Edwards non ci crede e si butta indietro, con le mani nei capelli, mentre il pubblico è ammutolito. Black trema leggermente a terra, poi si mette a sedere di scatto e inizia a rialzarsi tenendosi alle corde, con gli occhi vitrei e la faccia completamente priva di espressione. Il gigante si morde le bende che ha alle mani, strappandole via, poi si avvicina ad Edwards che si sta rialzando. Sick! No! Black colpisce con un pugno il piede di Edwards, ributtandolo a terra, pugno di Black, tentativo di pugno di Edwards, parato da Black, gomitata di Black. Sick! In Memoriam! I due lottatori connettono entrambi i loro Superkick in contemporanea! Ma Black non cade! Come possiamo vedere dal replay, Edwards non è riuscito a colpire Black, poiché la gamba di quest’ultimo era troppo lunga. Il gigante osserva Edwdards a terra, lo rialza e…

Immagine


MARK OF THE VETERAN! Schienamento.

1…

2…

3!

3! 3! 3! L’arbitro fa segno al timekeeper di suonare la campanella. Leon Black si qualifica alla finale! Leon Black si qualifica alla finale! Ma rotola lentamente fuori ring, tenendosi il collo dolorante, e si dirige subito verso il backstage. Probabilmente vuole riposarsi il più possibile in vista del suo prossimo match.

JR: The winner of this match: Leeeeeeeeeeeoooooooooon Blaaaaaaaaaaaaaaaaack!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

TWC - NIGHT OF GOLD 2015
MessaggioInviato: 11/09/2015, 18:25 
Non connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343

LIVE from Thomas & Mack Center, Las Vegas

Immagine

FRIDAY, 18th DECEMBER


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it