Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 438 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19 ... 30  Prossimo
  Stampa pagina

Re: TWC - Friday Night Indoor War
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 28/08/2015, 19:48 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
Rieccoci live dallo storico Madison Square Garden di New York! Siamo all’interno del backstage, nella zona camerini. Si sente la voce di un uomo e quella di una donna provenire da uno di questi, la telecamera segue il suono e si avvicina ad una porta socchiusa, inquadrandone l’interno dal poco spazio disponibile. Si scorge chiaramente Jane Murphy gesticolare mentre parla.

Immagine


JM: Perché? Perché? Io ancora non riesco a capire!

La ragazza fa una pausa fissando qualcosa.

JM: Ehi! Parlo con te! Perché non rispondi?

La voce maschile risponde, ma la camera non riesce a vedere da chi proviene.

???: Perché io non ti devo nessuna risposta.

Jane spalanca gli occhi e allarga le braccia.

JM: Come? Hai attaccato Daniel! Perché lo hai fatto?

Passa qualche secondo.

JM: Ti avevo chiesto di non fargli nulla.

Passano altri secondi, ma la risposta dell’uomo tarda ad arrivare. Al ché la donna alza il tono della voce.

JM: Rispondimi!

La sagoma di un uomo vestito di nero e mascherato si pone davanti a Jane, coprendola in parte.

???: Non hai ancora capito con chi hai a che fare?

La camera riesce ad inquadrare solo il lato destro del viso di Jane, vediamo il suo occhio sbarrato e la bocca leggermente aperta.

???: Non sei davanti ad un cattivo dei telefilm, non sei davanti ad un divo che interpreta una parte. Io non nascondo nulla, sono ciò che vedi: sotto sotto non trovi un cuore di crema. Questa è la vita reale, le persone mentono. Anche tu non sei stata sincera finora.

L’uomo si allontana e Jane riprende la parola.

JM: Cosa? Io ti ho detto tutto quello che mi hai chiesto!

Si sente la voce maschile, ma non si vede più l’uomo.

???: No. Non mi hai detto di tuo fratello ad esempio. Non me l’hai voluto dire.

Passano pochi secondi, Jane abbassa lo sguardo.

???: Ma non mi interessa ora. Quello che mi interessa è liberarmi del tuo amichetto. E penso di esserci riuscito proprio due settimane fa, pestando il fratellino.

Quasi con le lacrime agli occhi, la ragazza risponde.

JM: Mi avevi promesso che sarebbe rimasto tutto tra te e lui, che nessun altro si sarebbe fatto male!

???: E tu mi hai davvero creduto?

Jane non ha quasi avuto tempo di finire la frase.

???: Secondo te, come ho convinto Gareth Barry a mettermi in contatto con te? Promettendogli bacini e coccole?

Il mascherato si riavvicina alla donna, posizionandosi di fronte.

???: Tutto ciò che volevo era metterlo fuori gioco, sono una persona pronta a tutto per fare quello voglio.

L’uomo punta l’indice destro verso Jane.

???: Ma anche tu non sei diversa. Perché sei qui? Anche tu se non sbaglio, volevi metterlo fuori gioco. Volevi vendetta. Eri pronta a tutto no? A colpirlo nell’animo, facendogli credere di scopare con me. E anche a colpirlo da dietro, a fargli del male fisico. Chi sei tu per giudicare me? Non sei stata tu a dirmi che Daniel sarebbe venuto a Boston, a dirmi anche quale posto gli fosse stato assegnato?

L’uomo si gira mostrando la sua identità: è il perfidy in a mask, Big Black Boom!

Immagine


BBB: Hai già deciso da che parte stare Jane. È la parte giusta, lo sai. E se stai dubitando…

Triple B nota la porta socchiusa e si dirige a chiuderla.

BBB: Non c’è bisogno di dirti più niente.

Una volta chiusa la porta, il cameraman si allontana di qualche passo. Vediamo numerosi colleghi venirgli intorno, ma nessuno lo saluta, anzi qualcuno aggrotta le sopracciglia. Una volta raggiunta una porta, la apre e vi entra dentro. La telecamera ora è fissa e inquadra una sedia d’acciaio, vediamo l’uomo che la portava di spalle, porta un cappellino e una felpa blu scuro. Si sente il suono di una zip scorrere, l’uomo poggia la felpa sulla spalliera della sedia, poi si gira e si siede, si toglie il cappellino e…

Immagine


È Nick Carroll! L’ingegnere ha ascoltato il litigio tra BBB e Jane! Nick sorride alla camera, senza proferir parola fa un occhiolino e lancia il cappellino, che finisce sull’obiettivo della camera, chiudendo il collegamento!

Up Next: Andy Moon vs The Gaty


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 28/08/2015, 19:56 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
Risuona Beast Of America, la theme degli State Of Anarchy!



Immagine


Ecco che Andy Moon appare sullo stage, pronto per il suo imminente match contro The Gaty. Il ragazzo pare euforico e corre sul ring, dove alza un braccio al cielo. Andy aspetta l'avversario...



Immagine


… Che arriva subito, eseguendo la sua classica entrata. Gaty sorride, da il cinque ai fan delle prime file e poi sale sul ring. Il Most Cool Guy guarda per un secondo Moon prima di eseguire le sue taunt. L'arbitro entra sul quadrato, è tutto pronto per iniziare.

ANDY MOON VS THE GATY


Suona la campana. Andy Moon e The Gaty si squadrano, poi si avvicinano e Moon gli porge la mano. Il Most Cool Guy lo guarda, poi la stringe fra gli applausi del pubblico. I due tornano a studiarsi, poi vanno in clinch, vinto da Moon che lo spinge contro le corde con un Irish Whip. Al rebound Moon si abbassa, Gaty rimbalza al lato opposto del ring e poi colpisce l'avversario con una Shoulder Block. Adesso il MCG di nuovo corre alle corde, salta Andy che successivamente si rialza e lo colpisce con un Dropkick. Il Most Cool Guy si rialza subito, secondo clinch vinto stavolta da Gaty che costringe Moon in un angolo, poi prende una breve rincorsa e gli si lancia addosso con una Clothesline, ma il ragazzo lo evita e inizia a tempestare di calci la schiena di Gaty, appoggiato all'angolo. Andy lo lascia dopo una raffica di un una decina di calci, Gaty si riprende e fa qualche passo ma viene colpito da un Dropkick in corsa che lo rispedisce all'angolo violentemente.

Immagine


Andy adesso si avvicina a Gaty, lo riempie di pestoni, poi lo rialza, con un Irish Whip tenta di buttarlo fuori dal ring ma il MCG si aggrappa alla terza corda e rimane sull'apron, Moon se ne accorge ma subisce una gomitata che lo fa indietreggiare. Gaty si lancia, Springboard Clothesline. Il texano schiena: 1, e Moon esce. Gaty rialza Moon e prova ad eseguire un Vertical Suplex ma non ci riesce, e finisce per subirne uno proprio da Moon che poi gli monta addosso e inizia a colpirlo con svariate gomitate sul volto. L'arbitro lo richiama, Moon alza le braccia e lascia andare Gaty che si rialza scuotendo un po' la testa. Ecco che pero lo Skull Kid torna all'attacco, tira un calcio al ginocchio destro di Gaty con la gamba sinistra, facendolo finire appunto in ginocchio, poi inizia a colpirlo con una raffica al petto. Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette calci al petto, Moon carica l'ultimo, puntando alla testa... Ma Gaty si abbassa, Roll-Up: 1...E Moon esce. L'Infinite Kid si rialza e così fa anche Gaty. I due rifiatano per qualche secondo, poi Moon prova di nuovo a saltare addosso a The Gaty che però lo afferra al volo e lo stende con una Bodyslam. Moon si rialza quasi subito ma viene rispedito a terra da un Big Boot. Il ragazzo si trova all'angolo, stavolta subisce la Corner Clothesline e barcolla in avanti, poi Belly To Belly Suplex. Schienamento: 1...Andy esce, poi rotola fuori dal ring. Gaty scalda il pubblico, rimbalza alle corde e si butta con un Suicide Dive...Ma Moon lo evita! The Gaty si schianta contro le barricate, Moon sbuffa e poi sorride e allarga le braccia guardando la telecamera. Gaty si mette a sedere tenendo la schiena contro la barricata, ma subisce un calcio molto forte al petto. Andy rialza Gaty e lo butta contro l'angolo delle barricate, rincorsa e Dropkick su Gaty che cade dall'altra parte delle barricate nella Time Keeper Area. Andy rientra sul ring per interrompere il conto, arrivato al 6, e poi esce di nuovo. Gaty si rialza lentamente, Andy lo riporta vicino al tavolo dei commentatori ma il Most Cool Guy lo spinge via, poi lo colpisce con un paio di pugni e gli sbatte la testa sul tavolo di commento. Gaty sale sull'apron e colpisce lo Skull Kid con un calcio in corsa, poi rientra sul ring mentre il conteggio scorre: 4...5....6...Andy rientra sul ring ma subisce una raffica di pugni, il giovane di Savannah spinge via l'avversario, poi gli corre contro, evita una Clothesline, rimbalza alle corde ma subisce una Spinebuster.

Immagine


Schienamento: 1...2..Moon esce. Gaty sale sul paletto, chiama l'Elbow Smash ma Andy si rialza in fretta e lo raggiunge sul paletto, i due battagliano a suon di pugni sulla terza corda, poi Gaty riesce comunque a colpire con una Sunset Flip Powerbomb. Altro schienamento, ma l'Infinite Kid esce sempre al 2. Gaty batte un pugno sul tappeto, poi rialza Andy, lo lancia alle corde e lo aspetta per colpirlo con un Atomic Drop ma il ragazzo lo sorprende colpendolo con la TIME WARP!

Immagine


Schienamento: 1...2..The Legend esce. Moon sale sulla terza corda e si butta per la Summer Sun Fades, a vuoto però, perchè Gaty si sposta e si rimette lentamente in piedi mentre Andy si tocca il petto, dolorante dopo la collisione col tappeto. Il giovane si rialza piano, ancora piegato in due...e subisce uno Scissor Kick! Schienamento: 1...2..Moon raggiunge le corde col piede. Gaty sbuffa, si posiziona all'angolo e inizia a battere il piede, chiama il Gaty Kick, parte...ma Moon lo anticipa con un Keep It Alive, e poi lo colpisce con la The Carousel.

Immagine Immagine


Moon non schiena, sa che serve di più, quindi sale sulla terza corda e si lancia per la Moonlight Madness, ma Gaty la evita rotolando. L'Infinite Kid atterra in piedi, cosa che gli permette quindi di eseguire una Standing Shooting Star Press. Andy si rimette di nuovo in piedi, si carica Gaty sulle spalle... Lion Heart!

Immagine


Schienamento: 1...2...e Gaty esce! Moon scuote la testa, Irish Whip verso l'angolo ma Gaty si riprende e si ferma prima, colpisce Moon che gli stava caricando contro con una gomitata e poi con uno Scoop Slam.

Immagine


Gaty di nuovo sale sulla terza corda, The Legend si gasa... Flying Elbow Smash!

Immagine


Schienamento: 1...2... E Moon esce! Il MCG è incredulo e fa segno di volerla chiudere, aspetta che Andy si rialzi... e corre contro di lui per il Gaty Kick! A segno! Ma attenzione, Moon gira su se stesso e colpisce con una Clothesline!

Immagine


I due rimangono a terra, sfiniti, l'arbitro inizia a contare: 1...2... Gaty si ruota su un fianco, stordito, mentre Moon si tiene la testa...3...4... il Texano si aggrappa alla seconda corda e lentamente si rialza, vede l'avversario ancora a terra e si precipita a schienarlo: 1...2...3NO! Moon kick-outta nuovamente! Gaty sbatte i pugni contro il tappeto, ma probabilmente quei secondi di stacco sono stati abbastanza da permettere a Moon perlomeno di riprendersi. Gaty attende che l'avversario si rimetta in piedi, ancora. Nessuno dei due ha intenzione di mollare e continua a rialzarsi, Gaty vuole mettere una fine a tutto questo. Andy, ancora un po' stordito, si mette prima su un ginocchio, poi rialza anche l'altro... GATY STUNNER! NO, ANDY LO SPINGE VIA, GATY KICK! MA ANDY LO COLPISCE CON LA YOU SICK FUCK!

Immagine Immagine


I due crollano, distrutti, per terra, ma Gaty è sopra Moon! Gaty è sopra Moon, vale come schienamento: 1...2...3! Finita!

Spoiler:
JR: The winner of this match: THE GAAAAAAAAAAAAATY!


Accorrono dei paramedici a controllare lo stato di entrambi, che appaiono confusi e persi a causa dei ripetuti colpi alla testa subiti. Entrambi insistono per essere portati in spalla e vengono aiutati a rimettersi in piedi, si guardano... e Moon alza il braccio di Gaty, prima di venir portato via. Noi intanto andiamo in pubblicità.

Up Next: C'è Jack Keenan!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 28/08/2015, 19:58 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
Torniamo in diretta con questa puntata di Indoor War, che ci sta regalando gli ultimi botti prima di Night of Gold. Nel mentre, durante la pubblicità le telecamere ci hanno portato in un ufficio all'interno dell'arena.

Immagine


Nel locale, semplice ma elegante, domina il legno: di legno è la libreria, piena di volumi e curata; di legno è la scrivania, piuttosto ampia; di legno è la statua della dea Giustizia presente sul tavolo. Di legno sono infine le quattro sedie poste ai lati della scrivania e su due di esse possiamo vedere Jack Keenan e Jeffrey Bennett, in abiti civili.

Immagine Immagine


Keenan sembra piuttosto rilassato sulla sua sedia, Bennett invece pare più rigido nella sua posizione e continua a controllare il suo orologio.

Jack Keenan: Sì, lo so, dovrebbero essere già qui.

Proprio in questo momento si sente bussare alla porta ed un attimo dopo entrano nell'ufficio Casey Keenan e Lance Murdock, anche loro in abiti civili, che vanno ad occupare i posti sulle due sedie libere.

Immagine Immagine


Jack Keenan: Signor Murdock, signor Keenan, benvenuti nel mio ufficio. Beh, in realtà non è propriamente il mio ufficio, ma vista la risonanza che sta avendo il processo Bennett c. Murdock, in diretta su twc.com, il CDA della TWC è stato ben contento di prestarcelo per questa serata. Dunque, fate come se foste a casa vostra.

LM:Senti, sono stufo di questa storia. Vediamo di finirla al più presto nel modo migliore possibile per entrambe le parti. Il tuo caro fratellino ora ti esporrà il piano con il quale procedere, d'accordo?

Casey Keenan: Mettiamola così, Jack: ora forse ti senti in una posizione di vantaggio assoluto, dopo il tuo giochetto in tribunale, ma non lo sei. Insomma, sai benissimo il perchè: anche se dovesse servire a condizionare effettivamente la giuria o il giudice, sarà contro di me come avvocato, non contro il signor Murdock. Nel frattempo, il processo andrebbe avanti, alle spese del suo cliente, il signor Bennett... sei sicuro che potrà farlo ancora per molto?

Jack Keenan: Cosa ti fa dubitare sulle sue possibilità economiche, fratellino?

Casey Keenan: Qualche racconto che mi è arrivato dal signor Murdock ed il fatto che ha una famiglia di cui occuparsi...

Casey Keenan si piega verso la sua valigetta, tirando fuori un plico di fogli, che appoggia sul tavolo.

Casey Keenan: Per questo penso che un patteggiamento sia la soluzione migliore per tutti.

Jack Keenan: Dai un po' troppo per scontato, Casey. E se il mio cliente fosse disposto a sopportare le spese relative all'ultima parte del processo, sapendo che con ogni probabilità vinceremo e che gli saranno risarcite? Ecco, questo è il motivo per cui, proponendoci un patteggiamento dopo l'ultima udienza, sai che dovrete sottostare alle condizioni che decideremo io e Jeffrey. Quindi la mia domanda è... Casey, siete pronti a farlo?

Il Pain Deliverer si volta di scatto verso Murdock, con un sorriso beffardo sul volto, con questi che sbuffa

Jack Keenan: E tu, Lance, sei pronto a farlo?

LM:Non esattamente... Senti, sai parecchio bene che non sono un gran credente della giustizia e meno ne ho a che fare meglio è. Tutta questa faccenda è stata ingigantita sin dall'inizio: sul quadrato è iniziata, è lì che sarebbe dovuta continuare ed è lì che finirà. Basta avvocati, basta processi... Nessuno trarrà vantaggio da questa situazione e le spese già sostenute sono parecchio pesanti e sebbene benestanti nessuno qui tra noi è di certo Re Mida.

Murdock batte due volte la nocca del dito medio sulla scrivania mentre scruta lo sguardo degli altri partecipanti

LM:Continuare il processo risulterebbe nocivo per tutti quanti quindi, Jack, perché non risolviamo la questione tra di noi? E' sempre stata principalmente tra noi due... So bene che non disdegni una battaglia quando ne hai l'opportunità; e neanche a me dispiacerebbe affrontarti sul ring perché riconosco il tuo valore nonostante le controversie avute. Quindi che ne dici di risolverla sul ring? Io e te, one on one, Night of Gold. In palio ci sarà l'ordine restrittivo in modo da risolvere una volta per tutte la faccenda.

Gli sguardi dei quattro si incrociano tra di loro in alcuni pesanti ed interminabili momenti di silenzio che viene rotto da Jeffrey

JB:Spero vivamente che voi altri non stiate neanche prendendo in considerazione quest'idea! E' stata sempre tra voi due?! Ehi, è della mia vita che stiamo parlando! E non dovrei neanche avere voce in capitolo? Dovrei lasciare che il mio destino si decida in un match dove non sarò neanche incluso? Fanculo!

Il Pain Deliverer interrompe lo sfogo del suo cliente tentando di calmarlo

Jack Keenan: Rilassati Jeffrey, rilassati. Conosci la strategia che abbiamo discusso prima, e spero tu non mi consideri uno sprovveduto: siamo pur sempre arrivati fino a qui, no? Quindi, non ti preoccupare, so benissimo cosa bisogna fare e cosa evitare. Tuttavia, la proposta di Murdock non è poi così male... mettiamola così: in questo modo avresti la garanzia di ricevere la giustizia di cui hai bisogno molto prima, dovresti aspettare solo le due settimane da qui a Night of Gold...

Keenan pare accorgersi che Bennett non sembra molto più tranquillo, quindi torna a rivolgersi a Murdock.

Jack Keenan: Però effettivamente Jeffrey ha ragione: è stato lui a portarti in tribunale, non io, la cosa è fra voi due... quindi, che garanzie potresti dargli, Murdock?

Il Pain Incarnate si gratta il mento, pensieroso, per qualche secondo.

Jack Keenan: Ad esempio, potresti sfidare Bennett in un match con la stessa posta in palio, o sbaglio?

LM:Infatti è la prima cosa a cui ho pensato. Però è giusto che anche lui abbia delle possibilità di vittoria ed è per questo che ho virato su di te. Ammettiamolo, un match contro Jeffrey sarebbe totalmente a senso unico, senza una minima possibilità di vittoria per lui e di certo non è così che voglio vincere. Voglio mostrargli qual è la forza superiore tra le due parti che tengono a lui.

Casey Keenan: Non sono mai stato un amante del wrestling, per niente, e non credo che la violenza sia il miglior modo per risolvere una situazione; tuttavia, diciamocelo, questa è la soluzione che potrebbe rivelarsi più favorevole per tutti. Io e il mio cliente ne abbiamo discusso a lungo prima di questo incontro e, nel caso doveste fare la decisione giusta, abbiamo preparato una bozza di contratto.

Immagine


Jack Keenan: Perchè non dici che è la soluzione migliore per te, Casey? E posso immaginare quanto dover ricorrere a un contratto del genere, invece di ottenere una trionfale vittoria in tribunale, ti divori dentro...

Jack Keenan se la ride sotto i baffi, mentre il fratello Casey si sta facendo paonazzo.

Jack Keenan: Tuttavia, mi sembra che il mio cliente, Jeffrey Bennett, non fosse particolarmente persuaso che questa sia "la soluzione che potrebbe rivelarsi più favorevole per tutti"... quindi, perché non provate a convincere lui?

Jeffrey si passa le mani sui capelli nervoso

JB:I-io, io non lo so... Mi sembra così ingiusto che si decida tutto in un match tra di voi, dannazione! Datemi un buon motivo per accettare questa opzione perché a me sembra soltanto una scelta presa per avere delle possibilità di vittoria che altrimenti otterrete difficilmente!

LM:Jeffrey, stammi a sentire. Anche se non mi hai mai apprezzato, in cuor tuo sai che io lo faccio solo per aiutarti. So quanto questa situazione è stata stressante per te perché per me lo è stata altrettanto. Pensaci un attimo: la vittoria per voi un tribunale è tutt'altro che certa. Invece di prolungarci in intricate situazione giuridiche possiamo risolvere tutto quanto tra due settimane in un match equo. Senza contare poi tutte le spese che dovremo sostenere ulteriormente oltre a quelle ingenti già sostenute. E' il modo migliore per risolverla e sono certo che anche tu lo sappia!

Jeffrey si guarda attorno nervoso grattandosi la nuca con una mano per poi fare un sospiro e appoggiare un pugno sul tavolo

JB:Oh, al diavolo! Fate questo dannato match e che poi non se ne parli mai più di questa situazione! Voglio solo tornare ad avere una vita normale al più presto.

LM:Mi fa piacere vedere che di tanto in tanto sei in grado di fare la giusta scelta.

I due si scambiano un lungo sguardo, gli occhi di Jeffrey sono ancora pieni di rabbia e odio mentre quelli del Preacher sono impassibili e riflettono calma e serenità. Murdock decide poi di smuovere la situazione staccandosi dallo schienale della sedia, appoggiando i gomiti sul tavolo, e prendendo parola

LM:Bene, vogliamo dunque procedere? Tutti quanti vogliamo che questa situazione volga al termine quindi vediamo di accelerare i tempi.

Jack Keenan: Un momento, ho una annotazione da fare: voi siete venuti qui con una idea ed un contratto già pronto per il match, quindi penso di avere il diritto di aggiungere un po' di pepe. Visto tutto quello che avete - anzi, in un certo senso abbiamo - passato per ottenere questo ordine restrittivo, penso che sarebbe simbolico giocarselo in un incontro dove sia effettivamente tangibile... magari, perchè no, appeso sopra il ring. Ecco, questa è la visione che ho avuto: Night of Gold, Jack Keenan vs Lance Murdock, Ladder match.

Lance scambia uno sguardo con il suo avvocato assumendo un'espressione soddisfatta per poi volgere lo sguardo sull'altro Keenan con un sorrisino

LM:Non potevo chiedere di meglio, Keenan. Le scale sono il regno di un hig-flyer come me e stai pur certo che salirò su quella scala per prendere lo scettro con il quale regnare il mio suddito!

DD assume uno sguardo di sfida verso Bennett indicandolo e questi si trattiene a malapena continuando a fissarlo con odio

JB:Mpf, suddito, eh? E poi mi vieni a fare la paternale dicendo che lo fai per il mio bene. E' palese che lo fai solo per accrescere il tuo ego ed avere un altro pupazzetto con cui giocare ma stai certo che non mi renderò tuo schiavo!

JB:Frena, Bennett! Non prenderlo come un insulto, un suddito NECESSITA del proprio re per condurre una vita dignitosa, che prenda le decisioni al suo posto, che gli dia ordini perché altrimenti la vita del suddito sfocerebbe nel caos. C'è bisogno di un re quando il popolo non è in grado di prendere le giuste scelte e non c'è nulla di male in tutto ciò.

Murdock allarga le braccia impassibile mentre Jeffrey scatta in piedi furioso pronto a saltare addosso al DD, il Pain Deliverer però trattiene l'ex Paz dal fare sciocchezze e lo fa tornare al suo posto

Jack Keenan: Bennett, tranquillo! Anche a me disgustano queste parole, ma Murdock le ha dette solo per provocarti, ed una reazione in questo momento di trattative è la cosa peggiore che possa capitare. Vedila così: non hai nulla da perdere. Nel caso migliore, e più probabile, avrai l'ordine restrittivo e sarai libero da lui. Nel caso peggiore, e improbabile, non ci perderai nulla, tornerà tutto da capo e nessuno ti impedirà di tornare a lottare per i tuoi diritti.

Jeffrey Bennett torna a sedersi, più composto, forse vagamente tranquillizzato. Il Pain Deliverer, con il sorriso sulle labbra, torna a girarsi verso Murdock.

Jack Keenan: Allora, vogliamo firmare questo contratto?

LM:Con grande piacere!

L'uomo senza paura allunga una mano verso il contratto per portarlo a sè e dopo una rapida occhiata prende una biro posata lì vicino e firma il contratto per poi poggiare con forza la penna sul tavolo e far scorrere il contratto verso il suo opponente guardandolo fisso negli occhi con un sorrisino. Jack Keenan invece si prende più tempo, a giudicare dal suo sguardo legge tutto il contratto per intero almeno un paio di volte, dopodichè prende a sua volta la penna e firma.

Jack Keenan: Bene, è ufficiale. Che dire, buona fortuna...

LM:La fortuna è solo una mera illusione...

Lance si aggiusta la giacca per poi scostare la sedia dalla scrivania ed alzarsi imitato da Casey che raccoglie il contratto per poi infilarlo in una cartella

LM:Apprezzo però il futile tentativo. Ci vediamo a Night of Gold, abbiate una discreta giornata.

Il Preacher fa un cenno con la mano in segno di saluto, senza distogliere lo sguardo da Jeffrey, per poi voltarsi ed uscire dalla stanza seguito dall'avvocato che lancia un ultimo sguardo di fuoco al fratello

JB: Perchè l'hai fatto, Jack?

Keenan, che nel frattempo si era disteso nella posizione più comoda possibile sulla sedia con un'espressione soddisfatta sul volto, si gira verso Bennett, che sta camminando in cerchio nella stanza.

JB: Perchè hai accettato quel match? Perchè non mi hai dato man forte, prima? Dopo non ho avuto altra chance che lasciarvi fare...

Bennett non sembra darsi pace, continua a muoversi nell'ufficio, come un animale in gabbia.

JB: Andiamo, sappiamo benissimo che avremmo vinto in tribunale. Che vantaggio ci può dare accettare quel match, in cui io non potrò fare nulla per il mio futuro? Perchè lo hai fatto Jack???

Keenan sospira, si sporge lungo la scrivania e, con voce ferma, inizia a spiegare.

Jack Keenan: Tu non sei del settore, Jeffrey, quindi lascia che ti spieghi come sarebbe effettivamente andata: il processo non sarebbe finito, perchè sarebbe risultato viziato dopo le dichiarazioni di Casey nell'ultima udienza. Si sarebbe avviato un procedimento disciplinare a parte contro di lui, mentre per difenderti da Murdock tu avresti dovuto riproporre l'azione da zero. In questo modo, invece, tra due settimane con ogni probabilità avrai quell'ordine restrittivo e potrai farne ciò che vuoi; altrimenti, non ci avrai perso nulla, perchè non ci saranno conseguenze negative maggiori alla situazione che avevi prima di conoscermi.

Il Pain Deliverer ora si alza e va a porsi di fronte a Bennett.

Jack Keenan: Questo è il modo migliore, Jeffrey, te lo assicuro. In questo modo otterrai giustizia.

Keenan non perde il contatto visivo con Jeffrey Bennett, che sembra invece voler abbassare lo sguardo.

Jack Keenan: Justice through Pain.

Keenan si schiarisce la voce.

Jack Keenan: Pain through Justice.

Altra pausa ad effetto.

Jack Keenan: Pain is true Justice.

Keenan mette una mano sulla spalla di Bennett, il quale, per quanto debolmente, annuisce prima di uscire dall'ufficio. Nella stanza resta solo Jack Keenan, e sul suo sorriso beffardo si chiude il collegamento.

Up Next: The Gaty si aggira nel backstage ancora stanco dopo il match con Moon!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 28/08/2015, 20:01 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
Siamo nel backstage, vediamo The Gaty camminare a passo veloce, ancora provato per il match con Moon.

Immagine


The War Machine passa accanto al tavolo del catering, afferrando senza fermarsi una fetta di pizza, continua a camminare fino in fondo il corridoio, mentre mangia voracemente la fetta di pizza, lo vediamo aprire con irruenza una porta e sbatterla dietro di sè. Le telecamere inquadrano la scritta sulla porta:

Fox Olon' s Office
You're kindly requested to knock


Le immagini riprendono all'interno dell'ufficio; Olon, che era intento a leggere dei documenti, non da troppa importanza a Gaty.

Immagine


FOX: Nella tua famiglia di buzzurri del Texas non ti hanno insegnato a bussare?

GTY: Non sono qui per chiacchierare delle usanze del Texas, Olon.

FOX: E a cosa devo questa per niente desiderata visita?

GTY: Voglio un match, per Night of Gold, e lo voglio adesso!

Olon, stizzito dal comportamento della Leggenda, posa i documenti e guarda Gaty fisso negli occhi.

FOX: Chi ti credi di essere per venire qui a pretendere un match senza averne il benchè minimo diritto?

GTY: E perchè, sentiamo, non ne avrei il diritto?

FOX: Sei qui da sì e no due mesi, non hai fatto altro che interferire in match altrui e parlare al microfono, e quando toccava a te dimostrare qualcosa sul ring, hai perso miseramente. L'unico tuo traguardo finora raggiunto è stato battere un ragazzino! Credi davvero che a qualcuno importi di vederti in PPV?

GTY: E tu credi che bastino due match per decidere se a qualcuno importi di vedermi a NoG? Hai visto le ovazioni, i cori, i boati! Il TWC Universe è con me. Devi fartene una ragione.

FOX: Se sei così sicuro delle tue capacità allora non ti dispiacerà dimostrarlo, vero?

GTY: Quando vuoi e dove vuoi.

FOX: Diciamo... Oggi?

Fox sorride, Gaty risponde con tono ancora più corrucciato.

GTY: ...Diciamo oggi.

FOX: Perfetto, allora è deciso!

GTY: Cosa è deciso?

FOX: Oggi The Gaty affronterà "The Child of Ice" Travis Miller!

GTY: CAPISCI CHE HO APPENA FINITO UN MATCH?

FOX: Per prima cosa: non permetterti mai più ad alzare la voce in mia presenza. Seconda cosa: se non fosse difficile cosa dimostreresti?

Olon se la ride, poi continua.

FOX: Il vincitore del match avrà poi finalmente l'occasione di affrontare un'avversario degno di questo nome.

Gaty digrigna i denti per la rabbia. Esce dalla stanza sbattendo la porta. Olon intanto se la ride di gusto e torna a leggere i documenti.

Gaty nel frattempo cammina nel corridoio visibilmente arrabbiato, rovescia il tavolo del catering dove aveva preso una fetta di pizza poco prima, qualcuno prova a calmarlo, ma Gaty non vuole sentir ragioni, sfogandosi su chiunque passi.



Up Next: Kevin Manson si aggira nel backstage


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 28/08/2015, 20:05 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
Bentornati a TWC Indoor War 15, in diretta dal Madison Square Garden di New York! Le immagini ci catapultano nel backstage.

Immagine


E' Kevin Manson, nel suo spogliatoio, seduto su una sedia. Ha il busto piegato, le braccia appoggiate alle ginocchia e le mani che gli reggono il capo, ed è immerso nel silenzio. Solo la gamba sinistra continua a muoversi e tremare nervosamente. Passano alcuni secondi, finchè l'attenzione di Kevin non viene attirata da qualcosa e si volta, fissando un punto non precisato fuori dall'inquadratura. Passano altri secondi, il volto di The Animal viene trasfigurato da una smorfia, la gamba sinistra si ferma. Si allarga l'inquadratura.

Immagine


E' Vincent Cross, sulla soglia dello spogliatoio di Manson, appoggiato allo stipite della porta. Kevin si alza.

KM: Vattene.

VC: Come siamo nervosi, Kev!

KM: Sai com'è, buddy, più tardi nella serata ho un match contro Leon Black e non ho tempo da perdere con te.

VC: Già, un vero peccato che io non fossi ancora nell'arena, altrimenti sarei venuto in persona a fermare i tuoi deliri. E parlando di grandi battaglie, ti consiglio di prepararti anche per la nostra, perchè sarà la rissa più dura che tu abbia mai fatto in vita tua.

Kevin Manson assume un'espressione interrogativa, poi trattiene una risata e scuote la testa.

KM: Non hai ancora capito nulla. Cerca di mettertelo bene in testa, Cross: io non ti rispetto. Tu sei un fallito. La nostra battaglia non sarà epica per nulla, anzi, sarà a senso unico. Ti distruggerò, e lo farò in fretta, perchè mi annoierei a sprecare tempo con uno come te. Ho scelto te come rimpiazzo per Night Of Gold solo perchè erano quasi tutti occupati e tu equivalevi, anzi, equivali ad una vittoria facile. La batosta che ti infliggerò sarà il punto più importante della tua carriera, quindi preparati qualche frase accattivante da dire durante il match per rendere il tuo martirio più melodrammatico.

Kevin ride in faccia a Cross, che ricambia il sorriso indispettendo Manson.

VC: Scendi dal piedistallo e comincia a prendermi sul serio, o sarai tu ad essere martirizzato.

KM: Ma ti prego! Non c'è nessuno scenario in cui tu potresti battermi, nemmeno se fossi tu stesso a scegliere la stipulazione: Kevin Manson con un braccio dietro la schiena, Kevin Manson a cavallo di un mulo, Kevin Manson su una sedia a rotelle, Kevin Manson sui tacchi a spillo, Kevin Manson mentre sfoglia un album fotografico sulle vacanze estive del 2010 di Fox Olon, Kevin Manson mentre sfoglia un giornale erotico del 2010 riguardante Fox Olon, Kevin Manson mentre prende per il culo Fox Olon, Kevin Manson mentre piscia, Kevin Manson mentre brandisce una gallina dandoti del folletto e dicendoti che non puoi ucciderla... Devo andare avanti?

VC: Sei stato fin troppo chiaro, ma secondo me dai aria alla bocca: secondo me non mi permetteresti mai davvero di scegliere la stipulazione. Dopotutto, sappiamo tutti che sei tutto fumo e niente arrosto, che sei bravo giusto a parole, che non sei un vero uomo e che Leon Black ha avuto ragione sul tuo conto sin dal primo giorno...

Manson alza la testa di scatto mentre il suo volto diventa rapidamente violaceo.

KM: Stai fuori da questa faccenda, è chiaro? Non permetto ad una nullità come te di parlarmi in questo modo! Vuoi scegliere la stipulazione? Va bene! Ma sappi che quando tornerai in hotel dopo Night Of Gold depresso per aver fallito alle tue condizioni, la colpa sarà solo tua!

Cross ridacchia.

VC: Non avrò di questi problemi, non preoccuparti per me, buddy. E, visto che sono io a dover scegliere la nostra stipulazione... Uhm... Ci sono, un Ultimate Pub Brawl! Vale a dire, una rissa vecchio stile in un pub, ma che dico un pub, il mio pub di fiducia dannazione! Sono sicuro che sacrificheranno volentieri un po' d'argenteria per un po' di sane botte, eh eh.. Prima del nostro match di Night Of Gold, in diretta su TWC.com, tu verrai a fare un sopralluogo nel locale, così controllerai che non ci siano trappole nascoste o altre stronzate partorite dalla tua mente deviata, e lì firmeremo un contratto con le regole del match. Che dici Kev, hai già cambiato idea o sei un uomo coerente?

Manson rimane in silenzio qualche secondo.

KM: No Cross, non sono un'ipocrita come te. Il match si farà. Ora vattene, se non sbaglio hai un match stasera, ed indovina chi ha intenzione di fare un sopralluogo al tavolo dei telecronisti?

Kevin alza i pollici ed assume un'espressione ebete per schernire l'Hell Biker.

VC: Pfui.

Cross si allontana dando le spalle a Manson, che rimane sbigottito per qualche secondo.

KM: Quella è la mia cazzo di catchphrase..

Pubblicità!

Up Next: Dixon vs Dave Jackson


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 28/08/2015, 20:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
Bentornati live from Madison Square Garden, New York! E' arrivato il momento di Dixon vs Dave Jackson.



La theme della stable risuona nell'arena dove si spengono le luci lasciando solo un occhio di bue sullo stage dove vediamo comparire le tre Anime Solitarie.

ImmagineImmagineImmagine


Il gruppo si avvia verso il ring... Ma attenzione! I tre vengono assaliti alle spalle dai Little Monsters!

Immagine


Una rissa scatta immediatamente tra le due fazioni con i Guardians in netto vantaggio visto l'attacco a sorpresa. Le luci si riaccendono ed ora vediamo Maivia che battaglia con The Shepherd, Dixon che si scambia colpi con Dave Jackson e Drake che se la sta vedendo con Taichi Mishima. La rissa si sposta nei pressi del ring dove vediamo Maivia che manda ad impattare violentemente di testa The Shepherd contro il paletto per poi iniziarlo a colpire con violenti Stomps! Intanto Drake getta Mishima nel ring iniziando un violento scambio di colpi mentre all'esterno del quadrato troviamo Dixon che non disdegna di colpire Dave con un Low Blow che lo fa crollare sulle ginocchia! Fatto ciò The Phoenix colpisce con un Roundhouse Kick il rivale facendogli perdere i sensi! Dei Lone Souls resta solo Mishima in piedi che sembra stia acquisendo vantaggio su Drake, ma dal pubblico compare Samantha Hart che ora entra nel ring.

Immagine


La ragazza ha una sedia in mano ed ora la schianta alle spalle di Mishima che accusa il colpo e viene colpito dalla The Dragon Claw!

Immagine


Pesanti fischi piovono sui Guardians Of Truth che ora si schierano sul ring mentre Samantha va a farsi dare un microfono da Jessica Rose. La ragazza si guarda intorno e prima che possa parlare i fischi si intensificano causando un sorrisetto nel volto della Tigre.

Samantha: Davvero siete dispiaciuti che vi abbia sabotato il match tra gli ex cazzi di Alisa?

Altri fischi da parte del pubblico qui presente.

Samantha: Che coglioni... E questa sarebbe la più grande città del mondo? Che pena...

I fischi si fanno sempre più forti per i Guardians Of Truth.

Samantha: Due settimane fa dissi che i The Lone Souls non erano degni del nostro tempo e lo penso ancora, ma visto che le mosche che mi ronzano intorno mi danno un notevole fastidio a tal punto che mi sento spinta a schiacciarle direi che tra due settimane, nella più grande città degli Stati Uniti d'America, Los Angeles...

Una marea di fischi investe Samantha che sorride in maniera beffarda.

Samantha: Eh eh eh, invidiosi della grande L.A.?!

Altri copiosi fischi per la ragazza.

Samantha: Stavo dicendo che tra due settimane, a Los Angeles, i miei Little Monsters schiacceranno definitivamente le mosche che tanto ci stanno ronzando intorno dandoci fastidio. Perciò lancio ufficialmente la sfida, Night Of Gold, Guardians Of Truth vs The Lone Souls in un Six Men Tag Team Match!

La ragazza sorride perfidamente verso la telecamera, ma ecco che una voce riecheggia nell'arena.

FO: Hold on a second...

Ed ecco che sulla stage fa la sua comparsa il Chairman della TWC, Mr. Fox Olon.

Immagine


The Tiger si volta scocciata verso lo stage così come i suoi Little Monsters.

Samantha: Che cazzo vuoi?!

FO: Come al solito hai sbagliato la scelta delle tue parole Samantha.

Samantha: E 'sti cazzi dove li metti?!

Il Chairman sorride.

FO: Povera ingenua ragazzina... Ah ah ah. Sai Samantha il tuo comportamento nelle ultime settimane mi sta indispettendo ancora di più rispetto che in passato. Ora tu ed i tuoi lobotomizzati vi fate i forti per il contratto di non esclusività che avete estorto a Sigfried, ma che cosa diresti se io facessi in modo di renderlo inutile?

Samantha: Non puoi porco del cazzo!

FO: Tecnicamente no, ma se voi veniste allontanati dalla TWC in maniera regolare allora quel contratto diverrebbe carta straccia.

Samantha: Dove vuoi arrivare coglione?

FO: Lo sai benissimo Samantha...

Il Chairman sorride in maniera perfida.

FO: Ufficializzo il Six Men Tag Team Match per Night Of Gold, ma ad una condizione... Il team che perderà sarà costretto a lasciare la TWC per sempre!

Boato d'approvazione del pubblico mentre i Guardians protestano vivamente da dentro il ring, ma ecco che il gruppo viene attaccato alle spalle con delle sedie da The Shepherd e Dave Jackson che si sono ripresi! Mr. Fox Olon sorride per poi tornare nel backstage mentre i due Lone Souls assalgono i Guardians a sediate! Samantha sguscia via dal ring fuggendo sulla rampa mentre i suoi Little Monsters vengono colpiti ripetutamente dalle sediate di Shepherd e Dave. Intanto vediamo anche Mishima che sta riprendendo conoscenza ed ora si unisce al pestaggio sui Guardians Of Truth. Una volta stesi i tre Little Monsters, Shepherd va a prendere possesso del microfono usato in precedenza da Samantha che ora osserva i Lone Souls con disprezzo dalla rampa.

Shepherd: Ah ah ah! Hai commesso un fatale errore a cercare questo match Guardian Of Lies ed ora tu ed i tuoi amichetti ne pagherete le conseguenze! A Night Of Gold finalmente vendicheremo tutto il male che ci avete fatto estirpandovi definitivamente dalla TWC! Ah ah ah ah ah ah!

The Shepherd lascia cadere il microfono mentre ride perfidamente verso Samantha che osserva con sguardo duro i nemici, e su queste immagini noi andiamo in pubblicità. Poco prima uno spot ci ricorda di quante pere prenderà la Roma tra andata all'Olimpico e ritorno al Camp Nou.

Up Next: Nick Carroll si dirige verso il quadrato!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 28/08/2015, 20:13 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
Ritorniamo in onda nella splendida cornice del Madison Square Garden di New York, teatro dell'ultima tappa di Indoor War prima del secondo Special Event della storia della TWC, Night of Gold.



Immagine


Nick Carroll entra in scena sulle note della sua theme song, serio e pensieroso come spesso ci è capitato di vederlo in quest'ultimo periodo. L'ingegnere si dirige a passo svelto verso il quadrato e prende un microfono. Il ragazzo fa per parlare, ma il sostegno del calorosissimo pubblico della Grande Mela lo costringe ad aspettare e fa sì che l'ombra di un sorriso torni a comparire sul volto di Nick.

NC: È bello essere tornati a New York, ragazzi! Avrei preferito essere di umore migliore per questo show, è sempre stato un mio sogno esibirmi in questa arena.

Carroll assume un'espressione contrariata.

NC: Potete però facilmente capire il perché del mio stato d'animo. Assistere impotente al vile pestaggio di mio fratello minore non era esattamente in cima alla lista dei miei desideri, ma putroppo è successo.

L'ingegnere abbassa lo sguardo, scuotendo la testa.

NC: Fortunatamente Daniel è un ragazzo forte fisicamente e mentalmente, quindi si riprenderà. Certo, dovrà sopportare un periodo di completo riposo e saltare qualche partita di baseball, dovrà anche e soprattutto sorbirsi i cazziatoni chilometrici di nostro padre, ma tornerà come nuovo.

Grosso sospiro del bostoniano.

NC: L'unica cosa definitiva che ha lasciato quest'aggressione è la vergogna ed il senso di colpa che sento per non essere riuscito ad evitare il peggio. E ciò ci porta ad ora. Ora voglio lavare via quest'onta, mettendo a tacere la causa di essa e di tutti i miei problemi più recenti, cioè Big Black Boom.

Il consueto rossore di quando Nick comincia a scaldarsi si espande sul suo volto.

NC: L'attacco a Daniel è infatti solo l'ultima delle tante motivazioni che mi spingono a volere con tutto il cuore ottenere una vendetta su quello sgorbio mascherato. Nelle ultime settimane ho provato in ogni modo a fargliela pagare, ma devo essere onesto ed ammettere che BBB ha saputo resistere e rispondere in maniera sempre più subdola ad ogni mio attacco.

Carroll alza il dito, pronto a puntualizzare.

NC: Ma è vero anche il contrario, visto che il sottoscritto ha saputo reagire a tutte le sue assurde meschinità. Adesso è arrivato il momento di piazzare il colpo decisivo, da cui quel maledetto non riesca più a rialzarsi.

Ora Nick si rivolge direttamente al suo rivale.

NC: Basta con le risse da strada e gli attacchi post match: caro BBB, ti sfido ufficialmente per un match uno contro uno a Night of Gold. Hai le palle per accettare la mia sfida e scontrarti con me senza che uno dei due parta in vantaggio sull'altro? Vuoi dimostrare una volta per tutte quanto sia sbagliato concedermi attenzioni e quanto tu sia pericoloso non solo fuori ma anche dentro il quadrato?

Il bostoniano aspetta inutilmente l'arrivo di Triple B.

NC: Andiamo Boom, niente più giochini. Niente più maschere, vere o presunte, niente più piani perversi per destabilizzarmi o per distruggerti, solo io e te su questo ring a picchiarci come se non ci fosse un domani. Ci stai?

Nuovi attimi di silenzio in cui Carroll attende l'arrivo del Perfidy in a Mask...



E finalmente arriva Big Black Boom! Il mascherato se la ride sullo stage, poi rivolge lo sguardo all'interno del backstage e fa un cenno con la mano, ed ecco uscire anche Jane Murphy!

Immagine Immagine


I due si avvicinano al ring, Jane segue Boom che una volta arrivato al bordo le fa un cenno con la capo, comandandole di entrare per prima. Una volta saliti entrambi nel quadrato, la ragazza si fa passare un microfono e lo porge a Triple B.

BBB: Ciao Nick, come sta tuo fratello?

Il pubblico interviene fischiando con prepotenza, ma il mascherato sorride, mentre Jane abbassa lo sguardo.

BBB: Mi pare di aver capito che sta bene, siete ragazzi forti in famiglia, si rimetterà presto... Penso.

Il pubblico continua la sua invettiva contro BBB, Jane guarda fugacemente Nick che però non la degna di uno sguardo.

BBB: Penso anche che dovrai convincermi a lottare con te. Perché sai, credo che tu non meriti le mie mani addosso. Ogni singola volta che ci siamo incontrati, che ci siamo trovati faccia a faccia, sei caduto. Solo colpendomi alle spalle sei riuscito ad ottenere la tua vendetta, ma anche quella è stata una mia vittoria: tu, il cavaliere senza macchia, l'ingegnere, la mente più arguta della TWC, non ha trovato altri modi per sbarazzarsi dell'unico pensiero che ormai gli invadeva la mente, che ormai non gli faceva più vivere la vita nella tranquillità e nel lusso che gli era consono. Tu Nick, hai fallito. Hai fallito come uomo, e lo sai bene. Hai provato a nascondere a tutti quello che sei, hai nascosto a te stesso la tua vera indole. Ma nessuno è mai riuscito a nascondersi da me.

Il perfidy in a mask aspetta qualche secondo prima di riprendere.

BBB: La vergogna per non essere riuscito a salvare tuo fratello dovrebbe essere solo l'ultimo dei tuoi problemi. Non laverai mai via quest'onta, mai riscirai a scrollarti di dosso ciò che sei veramente. E sicuramente, non lo farai battendoti con me.

Big Black Boom si avvicina al viso di Nick.

BBB: Guarda Jane, sai cos'ha passato per te? Non l'ha mai dimenticato. E guarda tuo fratello, sai dov'è ora? In un letto di ospedale. E puoi incolpare me per questo, vero: materialmente sono stato io a fargli male. Ma sai bene che quel che è successo è merito tuo. Hai provato a raggiungermi, ma sei almeno tre passi indietro Nick, lo sei sempre stato. E non sai cosa fare, non sai come agire. You know nothing, Nick Carroll.

Carroll inclina la testa ed esibisce un sorriso sardonico, poi fa ridacchia facendo un cenno di diniego col capo.

NC: Curioso che tu mi paragoni a Jon Snow. Un ragazzo con una missione, un bastardo che non è mai stato completamente accettato dalla sua famiglia e che ha deciso di allontanarsi da essa. Un giovane che ha dovuto fare delle scelte difficili, ma che ha affrontato con coraggio tutte le sfide che gli si sono parate davanti e le ha superate.

Nick si interrompe, lo sguardo un po' perso ma sempre con quel sorrisetto sulle labbra.

NC: Ci sono delle somiglianze, non trovi?

BBB fa per rispondere ma Carroll lo precede.

NC: Ovviamente era una domanda retorica, stronzo. Non mi interessa il tuo parere, non mi interessano le tue farneticazioni, le tue parole non hanno mai sortito un reale effetto su di me.

L'ingegnere fa un cenno col capo, come ad indicare Jane. La ragazza prova nuovamente ad incrociare lo sguardo del Brain Damager, che riporta peròimmediatamente la sua attenzione sul Perfidy in a Mask.

NC: Ciò che mi ha colpito sono state le parole e le azioni della signora che ti accompagna. Jane, la persona che mi ha tradito e continua a provare a farmi del male nonostante io abbia voluto sempre il meglio per lei, la ragazza che non ha mai capito che tutte le mie azioni erano finalizzate al nostro bene piuttosto che alla mia gloria. La donna che mi ha colpito da dietro, proprio come i Guardiani della Notte che hanno accoltellato Jon Snow alle spalle, non comprendendo che egli stava attuando le uniche mosse che avrebbero potuto portarli alla salvezza.

Ora Nick guarda Jane ed è la ragazza che stavolta non regge il suo sguardo ed abbassa la testa.

NC: Anche il buon Jon era stato accusato di essere diventato un bruto, come tu mi accusi di essere venuto meno ai miei ideali quando ti ho attaccato. E anche tu sbagli, come si sbagliava Janos Slynt. Ti stai vantando di risultati che non hai mai ottenuto, sei tu che stai cercando di attirarti addosso delle attenzioni che non meriti. Continui a sottolineare la violenza del mio assalto come una tua vittoria personale, parli come se avessi aperto una breccia nel mio muro, ma dovresti sapere benissimo che il trattamento che ti ho riservato è esattamente lo stesso che ha provato Cross sulla sua pelle.

Il pubblico applaude Nick, memore di ciò che è accaduto qualche mese fa al Manhattan Center.

NC: Il pubblico di New York se lo ricorda benissimo, vedi? Non hai ricevuto nessuna attenzione speciale e tantomeno mi hai portato ad infrangere le mie convinzioni, visto che ripagare con la stessa moneta chi mi mette i bastoni tra le ruote è un punto fondamentale del mio credo. Certo, posso essere stato un po' più emotivo nell'attaccare te, ma la sostanza delle mie azioni non cambia.

Nick riprende fiato, poi continua.

NC: Non posso però dire di essere completamente uguale a Snow. Ad esempio, a differenza sua ed al contrario di quello che dici tu, io non sono mai veramente caduto nonostante le coltellate che mi sono state inferte. Ho sofferto, ho sfogato la mia rabbia, ho sopportato ed ho metabolizzato il dolore. Te l'ho già detto, ogni volta che hai tentato di finirmi mi sono rialzato e sono tornato a fronteggiarti, che si trattasse di Jane, del TWC 15 Championship o di mio fratello.

Ora è Carroll ad avvicinarsi minacciosamente a BBB.

NC: Quindi accetta la mia sfida e fai veramente quello che stai proclamando con ipocrisia. Combatti con me e dimostra a tutti la tua superiorità se credi veramente di essere più meritevole di me. Perché secondo me non lo sei affatto. Avrai anche scalato la Collina, ma confrontandoti con me dovrai scalare la Barriera: un solo passo falso e finirai a sprofondare nel baratro. Ti punirò come Snow ha fatto con Slynt e sarò in pace con me stesso, sapendo che non sarai più in circolazione e non ci potrà più esseere un Daniel Carroll aggredito a tradimento. Difenderò la TWC dalla tua minaccia proprio come Jon Snow ha difeso i Sette Regni contro bruti ed Estranei, questa è una promessa.

Nick si allontana e sembra voler lasciare la parola al rivale, ma improvvisamente ci ripensa.

NC: Ah, a proposito dell'essere sempre tre passi indietro rispetto a te, credo che tu ti stia di nuovo sopravvalutando. E sei stato anche poco cortese a dire il vero: contattare il vecchio Garrett e non portargli i miei saluti è stato davvero poco carino. Per non parlare del teatrino che avete inscenato tu e Jane per farmi credere di essere due amorevoli piccioncini, veramente patetico.

Carroll ride della sorpresa che legge negli occhi di BBB.

NC: Cosa, non te lo aspettavi? Forse devi considerare l'idea che io sia veramente arguto come dicono. E ti dirò, fossi in te comincerei a considerare anche l'idea che tu non abbia poi così tanto controllo su Jane, che forse lei si sia annoiata di essere la tua schiavetta ed abbia cambiato opinione su di te...

BBB: Tanto tempo da perdere guardando la tv, ah?

Il mascherato sorride.

BBB: Complimenti Nick, ma hai mancato l’unica vera cosa che avete in comune tu e Jon Snow.

Boom gioca con il microfono, facendolo roteare a mo’ di rivoltella.

BBB: Tu e lui… Siete due bastardi.

Il pubblico rumoreggia, divertito e sorpreso.

BBB: Non intendo fare riferimenti alla famiglia, anche perché è sempre e solo la madre ad essere sicura di esserlo, ma a quello che tu sei dentro.

Triple B si prende una pausa di qualche secondo.

BBB: Non sei l’eroe di un mondo fantasy, non lotti per salvare la TWC da mostri con gli occhi azzurri. E se nella tua pacata mente di un bimbo di tre anni pensi sia così, ti faccio presente che non sono io l’estraneo da combattere. Sei tu quello che dovresti combattere, è il tuo egocentrismo, quello che ti porta a dire che io non ho attirato le tue attenzioni, quello che ti porta che il trattamento riservato a me, è lo stesso che hai riservato al motociclista ubriacone.

BBB scuote la testa.

BBB: Non è così e lo sai. Tu eri sull’orlo di una crisi di nervi, quando un mese fa mi attaccasti. La parte peggiore di te, il Nick Carroll estraneo, stava venendo fuori. Pensavi fosse morto, di averlo ucciso, ma è ritornato. Posso darti una mano, bruciandoti vivo come ho fatto con Mike Hill. So che nel tuo fantastico mondo funziona così, vero?

Il solito ghigno malefico appare sulle labbra del mascherato.

BBB: Prova a prenderti le tue responsabilità Nick. Dai la colpa a Jane, quando lei è scappata dal mostro che TU eri diventato. Ti avrà anche colpito alle spalle, ma sei stato tu a girarle verso lei per primo. E onestamente, non è diverso da quello che hai fatto oggi, ascoltando le nostre parole nel camerino. Ma sono contento che tu abbia origliato i nostri discorsi, hai finalmente scoperto che non mi bombo la tua ragazza, e che è molto facile prenderti in giro. Proprio come è stato facile metterti al tappeto due settimane fa, nonostante fossi ancora infortunato.

Il pubblico fischia, i due si guardano occhi negli occhi, Jane è qualche passo indietro ad osservare la scena mordendosi un labbro.

BBB: Non mi interessa quante volte ti sei rialzato finora. Ti assicuro che se decidessi di metterci impegno, se avessi un motivo per cui lottare contro di te, non lo faresti mai più. Un po’ come Bran Stark, no?

Lo sguardo dell’ingegnere è imperturbabile.

BBB: Dammi un motivo Nick, un solo motivo. Io non ho mai nascosto di essere ipocrita, non mi devo difendere dai giudizi di nessuno, perché a me non hanno mai scalfito le parole degli altri. Non devo dimostrare di essere più meritevole di te, se pensi che non sia così sta a te dimostrarlo, non a me.

Carroll riprende la parola con piglio sicuro.

NC: Sbagli di nuovo, Boom. Non guardo la tv, leggo i libri. Per questo ho una visione meno distorta e più completa degli avvenimenti.

Ghigno beffardo del biondo.

NC: Non che ci voglia molto per avere una visione meno distorta della tua, dal momento che continui ad insistere con queste cazzate sul mio conto e pretendi di trovare in me del marcio che non esiste.

Nick punta il dito contro il suo rivale.

NC: Mettiti bene in testa che non c'è nessun Estraneo in me e che quello che tu definisci egocentrismo è semplicemente una visione delle cose diversa da quella che tu e Jane avete.

Nick rivolge lo sguardo verso la sua ex e per la prima volta i due si fissano per qualche secondo, finché Jane non abbassa la testa e Carroll gira leggermente il capo vers Triple B per tornare a parlargli.

NC: Dici che sono egocentrico perché sostengo di non aver attirato la tua attenzione, quando sto semplicemente ripetendo ciò che tu hai detto di me. Un ragionamento degno di Hodor.

Stavolta il pubblico ride per la battuta di Carroll.

NC: Comunque, sappi che non sono affatto un sostenitore di R'hllor, so bene che a giocare col fuoco si finisce per scottarsi. Sai, credo che dovresti tenerlo in mente anche tu.

BBB pare annoiato dalle parole del Brain Damager.

NC: E prima che ti scocci, eccoti una buona motivazione per lottare contro di me. Mi sembra di aver capito che tu voglia che io mi levi dai piedi e smetta di ronzarti intorno. Dici di non voler avere a che fare con uno di poco conto come me. Benissimo, se tu dovessi accettare la mia sfida e vincere ti accontenterò. Le nostre strade si separeranno e potrai fare il cazzo che vuoi e lasciarmi nella mia mediocrità.

Un sorriso malefico si allarga sul viso del biondo.

NC: Ma se dovessi vincere io la verità che proclamo da mesi ti verrebbe sbattuta in faccia ed io avrei la mia vendetta per le sofferenze e per i problemi che mi hai causato. Finiresti come Jaime Lannister, a rimpiangere i tuoi errori quando è ormai troppo tardi per risanarli e riottenere la propria integrità.

Faccia a faccia tra Carroll e BBB.

NC: Allora, ci stai?

Il mascherato mostra un sorriso a trentadue denti.

BBB: Cazzate sul tuo conto? Marcio che non c’è?

Quasi non trattenendosi, chiude gli occhi e si lascia andare ad una grossa risata.

BBB: La mia non è una visione distorta Nick, e dovrebbe esserti chiaro. Stai guardando solo il lato luminoso della tua medaglia, ma la parte che poggia sul tuo petto è sporca. Mi chiedo se a questo punto, riuscirai mai ad accorgertene. Non avrei mai preteso di farti cambiare idea, dopotutto non era un mio obbiettivo. Tu stesso non sei un mio obbiettivo. Ma ora mi si presenta una grossa occasione.

Passano pochi secondi.

BBB: L’occasione di farla finalmente finita. Di farla finita con te e le tue interruzioni, il tuo continuo bisogno di essere al centro dell’attenzione, interferendo addirittura nei match, forse perché sai bene che determinati incontri non li lotterai maii. Ma nonostante tutto, posso gestire tutto ciò, l’ho ampiamente dimostrando mettendoti al tappeto spesso e volentieri. Quello che mi fa più gola è che la finiremo di sentire le tue lacrimevoli storielle sulla casata Carroll e i suoi affiliati.

Jane rivolge uno sguardo perso verso BBB.

BBB: Perché a sai, a nessuno interessa delle tue storie e dei giochi del tuo fottutissimo trono. Questa famiglia, che sembra così assurdamente impegnata a rovinarsi la tranquillità, che ci tiene davvero tanto a vivere come se fosse un telefilm. A partire dalla povera domestica morta, e dal fatto che ovviamente si fanno carico loro di accudire i figlioli. Cosa che non sarebbe mai successa in altre famiglie, e ne ho la certezza. Ma magari avranno gran cuore i tuoi genitori, sicuramente hanno un gran conto in banca.

Big Black Boom è costretto a fermarsi quando Jane quasi in lacrime scappa via dal ring! I due si girano a guardarla, Nick fa anche qualche passo in avanti va Triple B lo ferma piazzandosi davanti a lui.

BBB: Come pensavo. Subito pronto a fare da paladino, subito pronto a mettere tutto apposto. È tardi per ricucire qualcosa tra voi. Jane è forte, abbastanza da riprendersi, l’ho capito in questo poco tempo, mi stupisce che non lo capisca tu. Lo stai facendo solo per attirare qualche applauso, o per sentirti un eroe.

Il mascherato rafforza il tono di voce.

BBB: Tu hai preferito lottare per diventare più ricco, o forse proprio per sentirti al centro dell’attenzione: un ingegnere non va mai in tv. Dici che le mie sono cazzate, che non c’è del marcio in te, ma hai buttato nel cesso tutto ciò che la tua famiglia ha fatto per te, hai tradito la tua ragazza, hai abbandonato il tuo migliore amico per questo. Tu vuoi la gloria, Nick. Tu vuoi i canti del pubblico, vuoi tutto per te, perché fin da piccolo lo hai sempre avuto. Ma ora sei cresciuto, non puoi più battere i piedi. Per questo ti sei creato questa maschera, per questo usi il tuo bel faccino.

Triple B si avvicina al viso di Carroll, mentre Jane è ormai scomparsa nel backstage.

BBB: Non finirò come un personaggio di Martin. Io ti smaschererò Nick. A Night of Gold i mostri del tuo passato, gli scheletri del tuo armadio usciranno fuori, ed al rancore che lessi mesi fa nei tuoi occhi, si aggiungerà quello per la sconfitta.

I due si fissano negli occhi, poi Carroll avvicina di nuovo il microfono alla sua bocca.

NC: Sai che ti dico? Nemmeno io ho alcuna intenzione di farti cambiare idea e per stasera direi di aver anche conseguito il mio obiettivo. Perciò non mi dilungherò in spiegazioni su come mio padre si sia dovuto sudare tutto quello che ha guadagnato e su come abbia instillato nei suoi figli gli stessi concetti, non crescendoci come i viziati che tu credi noi siamo. Preferisco lasciarti con le tue convinzioni, con le tue illusioni e con i tuoi pregiudizi. Ci vediamo a Night of Gold, testa di cazzo.

Detto questo Nick si fa strada dando una spallata a BBB per poi uscire dal ring, seguito dallo sguardo astioso del mascherato. Il match tra i due è ufficiale e si terrà a Night of Gold! Linea alla pubblicità adesso, ma non perdetevi il prosieguo di questa emozionante puntata di TWC Indoor War!


Up Next: The Gaty vs Travis Miller!!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 28/08/2015, 20:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
Ed eccoci tornati alla quindicesima puntata di Friday Night Indoor War! Dopo una breve carrellata sul pubblico torniamo al centro del quadrato dove Jessica Rose è pronta ad introdurre il prossimo match.



JR:Introducing first, from San Antonio, Texas, weighting at 90 Kg. HE IS THE GATY!

Immagine


The Gaty si presenta sullo stage ancora una volta, visibilmente acciaccato per il match disputato durante la puntata ma comunque carico. The MCG scende la rampa salutando i fan e sale rapidamente sul ring, dove si ferma ad attendere il rivale.



JR:And his opponent, from Inverness, Scotland, weighting at 95 kg. "The Child of Ice", TRAVIS MILLER!

Immagine


Miller si presenta sullo stage e si ferma ad osservare il pubblico, per poi procedere lungo la rampa. Il Child of Ice arriva di fronte al ring, si sposta verso le scale ed appoggia il piede destro sul primo gradino. Dopo qualche secondo sale fino all'apron ed entra nel ring preparandosi al match.

Travis Miller Vs The Gaty


La campanella suona ed i due cominciano a muoversi per il ring studiandosi. Gaty si muove un po' a fatica per il match disputato in precedenza, ma prova comunque a scattare e chiudere l'avversario in un'headlock. Miller si sposta verso le corde e lancia il rivale con un'irish whip per poi atterrarlo con una shoulder block. Gaty rimane a terra accusando il colpo e Miller accorgendosene accenna una risata per poi porgere una mano al rivale in modo da aiutarlo a rialzarsi. The MCG rifiuta l'aiuto e si rimette in piedi da solo, mentre Miller lo osserva e fa spallucce. Il wrestler di San Antonio allunga un braccio chiamando una prova di forza, e Miller lentamente lo afferra preparando l'altro braccio...ma viene sopreso da una gomitata in pieno volto! Gaty lancia una provocazione all'avversario mentre questi si tiene il volto per il dolore, ma improvvisamente il Child of Ice scatta verso l'avversario colpendolo una gomitata al volto a sua volta! Gaty è stordito e Miller ne approfitta per colpirlo con un calcio allo stomaco che lo porta in ginocchio. Il Child of Ice se ne accorge e corre alle corde per tentare la Redemption... ma Gaty rotola via per poi rialzarsi ed aspettare il rivale al varco, colpirlo con un calcio allo stomaco a sua volta e tentare di connettere la GatyStunner...No! Miller lo spinge via facendolo rimbalzare alle corde ed intercettandolo in corsa con una Sitout Spinebuster!

Immagine


Tentativo di pin da parte di Miller....1....2...No! Kick out da parte di Gaty. Miller osserva il rivale per qualche secondo e poi lo rialza spingendolo contro il turnbuckle. Qui il Child of Ice procede con alcuni colpi diretti al volto per poi lanciarlo violentemente all'angolo opposto e prendere la rincorsa...ma Gaty reagisce alzando le game e colpendo il rivale con un calcio diretto al volto. Miller indietreggia e cade in ginocchio stordito a centro ring, l'Ultimate Boy se ne accorge e con fatica rimbalza alle corde per poi connettere il suo Scissors Kick!

Immagine


Gaty si rialza lentamente e va a colpire il volto di Travis con uno stomp, per poi metterlo in posizione seduta e chiuderlo in una Sleeper Hold. Miller si dimena tentando di liberarsi mentre Gaty tenta di applicare quanta più pressione possibile alla presa. Lo scozzese rimane dolorante a terra per diversi secondi ma lentamente si riporta in posizione eretta e tenta di liberarsi dalla presa con delle gomitate, costringendo il San Antonio Icon a saltare sulle spalle dell'avversario tenendo salda la sottomissione. Il Child of Ice fatica ma riesce a raggiungere le corde, mentre l'arbitro inizia il conteggio per la squalifica .... 1..... 2.....3 ....4 ... Gaty molla la presa ed indietreggia di qualche passo rispetto all'avversario. Il direttore di gara si accerta delle condizioni di Travis mentre questi rimane appoggiato alla terza corda per riprendersi, ma dopo qualche secondo Gaty si stanca di aspettare e prende la rincorsa verso l'avversario....Miller si riprende appena in tempo sollevando l'avversario e connettendo la Failure!

Immagine


Gaty cade a terra tenendosi il collo tossendo mentre Travis si fionda a riprendere l'avversario e lo rialza per poi caricarlo e schiantarlo al suolo con la Frost Bite!

Immagine


Tentativo di pin da parte del Child of Ice....1.....2....NO! Gaty riesce ancora una volta a liberarsi! Travis trascina il rivale al centro del ring prendendolo per una gamba e poi lo volta tentando di chiudere la Grief, ma Gaty dimenandosi riesce a voltarsi di nuovo ed a spingere via il rivale con le gambe. Travis rimbalza alle corde mentre Gaty si rimette in piedi di scatto e tenta il Gatykick....a vuoto! Travis si scansa e successivamente ne approfitta per caricarlo e tentare la Fear...Ma Gaty si libera atterrandogli alle spalle per poi voltarlo e connettere l'Atomic Drop! Miller è stordito e l'Ultimate Boy ne approfitta per colpirlo con un calcio allo stomaco e connettere la GatyStunner!

Immagine


Entrambi i contendenti sono a terra, il Most Cool Guy cerca di andare per il pin ma il peso dei due match si fa sentire. Gaty dopo diversi secondi riesce finalmente a coprire l'avversario...1....2.....NO! Miller riesce a trovare la forza per rimanere nel match! Gaty si mette le mani tra i capelli e cerca di trovare le forze per rialzarsi. Una volta in piedi colpisce l'avversario con ripetuti stomp per poi indietreggiare verso l'angolo. L'Ultimate Boy vi rimane appoggiato per qualche secondo, e successivamente esce dal ring per scalare il paletto. Con molta fatica riesce ad arrivare in cima e si prepara a lanciarsi con un Flying Elbow Smash...Gaty salta ma il colpo va a vuoto! Miller si scansa appena in tempo facendo schiantare il rivale a terra! Gaty tenta di rimettersi in piedi mentre il Child of Ice, seppur dolorante, si rialza ed attende il rivale al varco per poi rimbalzare alle corde...REDEMPTION A SEGNO!

Immagine


Miller afferra immediatamente il rivale per il pin!.....1......2......3! Travis Miller vince l'incontro!

Spoiler:
THE WINNER OF THIS MATCH: TRAVIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIS MIIIIIIIIIIIIIIIILLEEEEEEEEEEEEEEEEEER!


Il Child of Ice a fatica si rimette in piedi e festeggia mentre la sua musica risuona nell'arena. Il MCG rotola fuori dal ring e va ad appoggiarsi contro le balaustre per riprendersi. Travis sale sul paletto per festeggiare per poi rotolare fuori andando a prendere un microfono ed infine tornare sul ring.

TM:Beh, il match è concluso, Olon. Ho sconfitto un wrestler acciaccato, cosa ho vinto?

Immagine


Il General Manager Fox Olon compare sullo stage armato di microfono e rapidamente scende la rampa per raggiungere il wrestler sul quadrato.

TM:Ti scomodi persino a raggiungermi sul ring, molti altri GM non andrebbero oltre la rampa. Vedi questo lo apprezzo, questo non mi fa venire voglia di prenderti a calci.

Olon sorride ironicamente a Miller mentre entra nel ring.

TM:Ah, tranquillo però, ho comunque decine di altri motivi per farlo.

FO:Beh, finché hai intenzione di continuare a lavorare per me ti consiglierei di tenerti fantasie del genere per te stesso. Potrei sostituirti nell'arco di una settimana.

TM:Eppure mi hai offerto su un piatto d'argento la possibilità per un match a Night of Gold.

FO:Già. Per quanto preferirei lasciarti semplicemente marcire a casa tua il giorno di Night of Gold tu sei il vincitore del primo main event della storia della federazione, non mi è concesso tagliarti fuori dallo show senza darti una possibilità. Certo, questo mi da l'opportunità di sbarazzarmi del "Most Cool Guy" laggiù.

Olon si sposta avvicinandosi a Gaty, ancora fuori ring.

FO:Mi dispiace, pare che non lo volessi abbastanza.

TM:Ehi, non ti preoccupare di lui ora, stavamo parlando di me. Chi è il mio avversario?

FO:Giusto. Come stavo dicendo, non ti taglierò fuori dallo show, e per questo sono riuscito a trovare un avversario perfetto, un wrestler che come te non poteva essere escluso da un evento come Night of Gold. Ma stai pure tranquillo, quella è l'unica cosa che avete in comune.



Immagine


Attenzione! le luci nell'arena si spengono e dopo qualche secondo un fascio di luce illumina il palco. E' Christophorus Schmidt! Christophorus Schimdt sarà l'avversario di Travis Miller a Night of Gold! il German Nightmare scende la rampa e poi sale rapidamente sul ring per andare faccia a faccia con il Child of Ice.

TM:Schmidt?! vuoi dire che non solo avrò un match a Night of Gold, ma mi sarà pure concesso distruggere uno dei tuoi sgherri?! Olon, non è mica il mio compleanno.

FO:Ti consiglio di non sottovalutare l'uomo che hai di fronte, Christophorus Schmidt è uno dei wrestler più spietati ed efficienti della TWC, ed è più che contento della possibilità di entrare in un ring con te, se volessi rinunciare al match capirei perfettamente.

TM:Una provocazione fin troppo facile, Olon. Non c'è bisogno che tu mi stia a raccontare quanto temibile sia Christophorus Schmidt, ormai lo conosco. Ma lui piuttosto, credi che sappia a chi deve affrontare? non è che magari è lui ad aver paura in questo momento?

Schmidt rimane impassibile alla provocazione, mentre Olon sospira irritato.

FO:Il German Nightmare non ha certo paura di te, ed ora per favore rispondi alla mia offerta, non abbiamo tutta la sera. Accetti la sfida?

TM:Se la accetto?

Miller osserva Schmidt per qualche secondo...ed improvvisamente getta il microfono per poi colpire il German Nightmare con la Sacrifice!

Immagine


il wrestler tedesco cade in ginocchio stordito dalla mossa mentre Olon si allontana spaventato dai due e fa cenno a Gaty di salire immediatamente sul ring per aiutarlo a separarli, anche se questi si rifiuta. Il Child of Ice ripresosi dal colpo corre alle corde e tenta di connettere la Redemption, ma senza troppa fatica Schmidt lo schiva passandogli alle spalle e tentando di applicare la Bad Dreams! Olon comincia ad urlare delle minacce verso The Gaty, il quale riluttante sale sul quadrato. Nel frattempo Miller riesce ad evitare che la presa venga chiusa lanciando l'avversario in avanti. Questi rotola e torna rapidamente in piedi, ma prima che i due possano tornare all'attacco vengono bloccati da Gaty ed Olon. Travis comincia a ridere fragorosamente osservando il rivale, e poi prende il microfono gettato per terra poco prima.

TM:Cazzo, sì!

Dopo queste parole il Child of Ice lascia a terra il microfono ed esce dal ring dirigendosi verso il backstage, e su queste immagini noi andiamo in pubblicità, Stay Tuned!


Up Next: Vincent Cross vs Luke Stones


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 28/08/2015, 20:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
Signore e signori, bentornati live al Madison Square Garden di New York, Indoor War continua!



Immagine


Suona la campana e fa il suo ingresso Vincent Cross, che pare stasera avrà un match! Il biker si presenta in sella alla sua fidata moto, tirata a lucido per l'occasione e la cornice, sgommando sullo stage e dirigendosi verso il ring sotto una reazione mista del pubblico. Il Careless, come di consueto e come suggerito dal suo soprannome, rimane impassibile e fa un giro attorno al quadrato in sella al suo mezzo, poi lo parcheggia a bordo ring, vicino alle scalette, che usa per salire infine sul ring. Cross si appoggia alle corde del lato opposto a quello dell'entrata, attendendo il proprio avversario serale.



Immagine


E l'avversario di Vincent sarà dunque Luke Stones, accolto piuttosto freddamente dal Madison Square Garden. Il ragazzo di Miami sembra piuttosto intimorito dalla figura imponente dell'Hell Biker, che si scrocchia le dita ed il collo, aumentando la suggestione di Stones, che prima di salire sul quadrato chiede a Cross la massima distanza possibile. Finalmente è all'interno del ring, l'arbitro dà una rapida controllata ai due prima di far partire il match...



Immagine


Ma prima che l'arbitro possa suonare la campana ecco fare il suo ingresso Kevin Manson! The Animal viene accolto da alcuni applausi ed altrettanti fischi ma ciò non altera il suo sorriso beffardo, che incontra lo sguardo truce di Vincent Cross. Il Painmaker percorre a passo lento la rampa, poi giunto a bordoring osserva la moto del Fearless, innervosendone il proprietario che gli urla contro di allontanarsi. Manson alza le braccia, le tiene in alto e si allontana dal mezzo, avvicinandosi invece al tavolo dei telecronisti presieduto da Jacob Price e Michael Campbell, ai quali si unisce sedendosi su una sedia a lui riservata ed indossando un headset con microfono.

JP: Kevin Manson, signore e signori, l'uomo che si unirà a me e Michael nella telecronaca di questo match!

Manson lo ignora, si posiziona in maniera scomposta sulla sedia e porta le mani al petto in attesa che l'arbitro dia il via al match. Finalmente c'è il suono della campana.

Single Match: Vincent Cross vs Luke Stones


Stones e Cross si girano intorno, studiandosi, finchè Cross non prende l'iniziativa e va a cercare un Clinch, ma Luke è consapevole della differenza di stazza e scappa fuori dal ring, attirando a sè fischi di parte del pubblico.

MC: Kevin, il tuo match con Vincent Cross a Night Of Gold dista solo due settimane, come pensi di affrontare Vincent Cross? Non ha nulla da perdere, nel backstage Cross ha imposto una stipulazione che sembra volgere a suo favore, ossia l'Ultimate Pub Brawl, e non dimentichiamoci che sicuramente vorrà vendicarsi dopo che tu hai manomesso i freni della sua moto rischiando di ucciderlo...

KM: Vedi? Lo sapevo. Arrivo qui, tu e Price mi accogliete con entusiasmo, poi cominciate a screditarmi e mettermi in cattiva luce con le vostre domande assolutamente parziali, come mi screditate ogni due settimane in mondovisione. Siete dei maledetti ipocriti.

JP: Ma Kev -

KM: Lasciami parlare, pelato!

Sul ring, Stones cerca di rientrare sul quadrato, ma appena vede Vincent avvicinarsi esce nuovamente, spazientendolo.

KM: Vedi? Vincent Cross non permette nemmeno al proprio avversario di tornare sul quadrato per il regolare svolgimento della competizione sportiva e voi non dite nulla! Nulla, ed è una cosa così evidente! Ciò che fate invece è dare interpretazioni ad azioni che non potete comprendere e quindi denigrate, voi che siete la voce che guida le masse! Volete un esempio: il mio attacco a Raymond. Perchè tutti han cominciato a darmi dell'antisportivo, del codardo, dell'infame e chissà quanti altri aggettivi stupidi e superficiali che mi rifiuto di ricordare? Perchè voi li avete indirizzati verso quei pensieri! Ed il fatto che nonostante tutto veniate qua a fare la bella faccia e comportarvi in maniera gentile con me è una prova che siete proprio come Raymond: degli ipocriti.

Price e Campbell lasciano cadere l'accusa mentre Stones è rientrato sul ring per evitare il count out, Cross prova a fiondarglisi addosso con un pugno ma viene evitato da Luke che si abbassa e prova a colpirlo con un calcio alla gamba. L'Hell Biker non accusa minimamente il colpo e squadra con occhi truci l'avversario, che prova a scappare, ma viene preso per i capelli e lanciato di peso contro l'angolo, dopodichè reso oggetto di una scarica di pugni!

MC: Un'offensiva feroce da parte di Cross, che grint -

KM: Il pugno chiuso è vietato dal regolamento, specialmente se ripetuto. Vedete? Smettetela di esaltare Cross perchè "poverino, poteva morire!". Qui l'unica persona a rischio di vita sono io, per la noia. E lo stesso vale per i fans, dunque potete tornare a concentrarvi sul sottoscritto e farmi le vostre domande.

JP: Kevin, non hai risposto a quella di prima...

KM: Perchè era stupida! Cross non ha mai vinto un match, io invece sono il membro più vincente dello State Of Anarchy! Mi chiedo quale contorto ragionamento dovrebbe portarvi a formulare una domanda come se io fossi l'underdog della battaglia, è lui che deve avere paura di me dannazione! E poi, quel match non è nemmeno ufficiale, come ho già detto prima voglio fare un sopralluogo in quel pub per vedere se è a norma e non ci siano trucchetti.

Cross viene allontanato dall'arbitro e costretto a dare a Stones il tempo di rialzarsi, ma poi lo rende oggetto di uno Yakuza Kick!

Immagine


JP: Kevin, non stai sottovalutando il tuo impegno? Cross non è di certo l'ultimo arrivato o un avversario facile!

Manson sbuffa, nel mentre sul ring c'è una Headlock dell'Hell Biker.

KM: Mi state cominciando a dare sui nervi, ergo sono costretto a dire una cosa che potrebbe spezzare il cuore di tanti piccoli telespettatori che ci stanno seguendo in questo momento. Io sarò nel Main Event contro Leon Black in un match. E grazie alla stipulazione scelta dallo stesso Black, quando vincerò mi prenderò il suo posto nelle semifinali del torneo per l'assegnazione del TWC Championship! Andiamo Price, fai un ragionamento logico: ciò significa che non sarò più costretto a prendere a calci in culo questo fallito, ma quella stessa sera diventerò il primo campione ed indiscusso volto della compagnia. E quindi Cross sarà nel posto che più gli compete: fuori dallo Special Event. Come pure Black, che imparerà a tenere a freno la lingua e non cacciarsi in situazioni che non lo riguardano... Quindi, per favore, ho scelto il match meno interessante della serata per concedervi di parlare del Main Event più atteso della storia di questa federazione, fate il vostro lavoro dignitosamente e non perdetevi in domande non pertinenti.

MC: O-ok..

Si cala momentaneo silenzio al tavolo dei telecronisti, nel mentre Stones si è rimesso in piedi ed ora prova a liberarsi con una serie di gomitate all'indietro, ma Vincent non molla, anzi, cambia la propria sottomissione in una Sleeper Hold e da lì esegue un Suplex!

Immagine


Cross copre: 1, 2, no!

MC: Cross è andato molto vicino alla vittoria, Jacob!

KM: Coff coff...

JP: Hm... Kevin, ti sei preparato in qualche modo particolare per il match contro Leon Black? Almeno stavolta converrai che lui è un grandissimo wrestler!

KM: Lo è, ma meno di quanto voglia farci credere di essere. Per esempio, per giustificare il fatto di non aver mai vinto nessun titolo importante in TWNA ora si fa chiamare Unglorified Legend. Beh, interessante gioco di parole, ma penso che sia più comodo e sincero il soprannome "Not a Legend". E' semplicemente un buon veterano abilissimo nel costruire attorno al proprio nome un'aura da fenomeno.

MC: Andiamo Manson, non stai dicendo sul serio...

Sul ring intanto Stones è ruzzolato fuori dal quadrato, ed ora viene inseguito da Cross.

KM: Sono serissimo, dannazione! Hai mai pensato al perchè Leon Black venga a dire a gente come me che siamo tutto fumo e niente arrosto? Che siamo solo un personaggio creato ad arte per mettere soggezione agli avversari? Perchè convincendo i fans a nutrire dubbi su chi popola questa federazione, nessuno si porrà mai questa domanda su di lui! Pensiamoci, sono anni che Black finge: quando era BlackBlood, fingeva di essere un dio. Adesso che è Leon Black, finge di non essere quel sadico bastardo di BlackBlood, ma sappiamo tutti che non è così! E mi perplime, mi perplime maledettamente che le persone si facciano ingannare in questo modo da Leon Black, tutti pronti a sfruttare gli altri nella vita privata ma si fanno abbindolare come polli quando si tratta di persone famose dietro ad uno schermo televisivo... Pfui.

Intanto Stones è sul ring, Cross rientra anche lui ma subisce degli Stomp essendo in posizione di svantaggio, dopodichè attende che il rivale si metta in ginocchio per colpirlo con uno Spinning Back Kick! Cross però non sembra aver nemmeno sentito il calcio subito, si rimette in piedi e urla contro a Luke che prova a fuggire per l'ennesima volta ma viene stretto al collo, Crash!

Immagine


JP: Ottima Crash da parte di Vincent Cross, che non sembra intenzionato a schienare l'avversario, anzi! Chiama la Street Speed!

KM: Bah, che noia. Me ne vado.

Manson lancia l'headset a terra e si alza, camminando lentamente verso lo stage... Ma improvvisamente si fionda sull'apron e comincia a sghignazzare in direzione di Cross! Vincent se ne accorge e gli va incontro, provando a stenderlo con un pugno, ma Kevin scende dall'apron e continua a sghignazzare, intanto alle spalle di Cross c'è un Roll Up! 1, 2, solo 2! Vincent si rialza ma si prende una ginocchiata al volto, dopodichè Stones se lo carica per la sua Powerslam risolutiva, la Miami Revenge... Ma Cross si libera con delle gomitate! Luke accusa i colpi al volto, si gira di scatto cercando di portare a segno un Lariat, Cross si abbassa ed entrambi corrono verso le corde, prendono il rebound.. Street Speed a segno!

Immagine


Vincent Cross connette con la sua manovra risolutiva, poi schiena girandosi verso Kevin Manson, in piedi a bordoring.. 1, 2, 3! L'Hell Biker ottiene la sua prima vittoria in uno show televisivo TWC!

Spoiler:
JR: The winner of this match... Vinceeeeeent Crooooooss!!



Grandi festeggiamenti per il biker, che alza il pugno al cielo continuando ad osservare Kevin Manson, che ha smesso di ridere e ricambia con uno sguardo truce. Passa qualche secondo e The Animal decide di salire sull'apron, attirando l'attenzione del pubblico che esulta all'idea di una rissa tra i due. E Kevin entra nel ring! Manson si getta addosso a Cross!.. No, è una finta, infatti il Painmaker torna nuovamente sull'apron con uno scatto e se ne va voltando le spalle a Vincent. Manson si ferma nei pressi della moto dell'Hell Biker, osservandola incuriosita.. Ma il Fearless è veloce e si fionda fuori dal ring in difesa della moto, portando Kevin a spostarsi rapidamente e finire in mezzo al pubblico per evitare lo scontro. Cross scuote la testa, mentre Kevin abbozza un sorriso, gira i tacchi e se ne va, lasciando il palcoscenico ad un Vincent finalmente vincitore. Pubblicità, ma Indoor War continua!

Up Next: Leon Black nel backstage.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 28/08/2015, 20:23 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
E al ritorno dalla pubblicità veniamo portati nel backstage, più precisamente in un camerino. Le figure di Leon Black e Lucy Fisher sono subito visibili.

ImmagineImmagine


Leon Black, in camicia blu oltremare e jeans bianchi e semi sdraiato su una panchina, mentre Lucy Fisher, in meglietta e pantaloncini, si sta provando un cappellino. Il gigante sta facendo girare sul palmo della mano sinistra il suo solito anello d'argento, ma ha lo sguardo perso nel vuoto.

LF: Cos'hai?

Il wrestler si scuote leggermente.

LB: Pensavo, scusa.

LF: Ti piace?

Black osserva il cappellino per un istante, poi riprende a concentrarsi sull'anello.

LB: Sì.

LF: Non lo hai nemmeno visto.

La Unglorified Legend sbuffa sommessamente.

LB: Insomma, che cosa vuoi?

Lucy strabuzza gli occhi, poi si volta e inizia a guardarsi allo specchio, in silenzio. Il silenzio rimane fra i due per qualche lunghissimo istante, poi Black si alza, infilandosi l'anello all'anulare, e abbraccia Lucy da dietro.

LF: Non pensare di cavartela così.

Lucy sfugge dall'abbraccio e si allontana.

LB: Mi stavo solo scusando. Sono un po' nervoso.

La campionessa WFSS incrocia le braccia.

LF: E finisce che devo andarci di mezzo io? No, grazie.

Black osserva la ragazza, poi scuote il capo.

LB: Allora fai quel cazzo che vuoi.

Black si allontana di qualche passo, ma Lucy lo afferra per un braccio, lo fa voltare e gli rifila uno schiaffo in volto.

LF: Non osare. Non osare. Io ti ho sempre lasciato fare quello che vuoi, ma non trattarmi così. Non te lo permetto.

LB: Ti ho chiesto qualcosa? Sono io che sono venuto da te a chiederti un appartamento? Ti ho forse obbligato a seguirmi? Io faccio quello che voglio. Ti è chiaro?

Black strappa il suo braccio alla presa della ragazza e la osserva, digrignando i denti.

LF: Leonard... io...

Lucy improvvisamente scoppia a piangere, mentre il volto di Black si distende lentamente, fino ad assumere una espressione preoccupata. Leon si avvicina a Lucy, che prova a spingerlo via, e la abbraccia. La ragazza tenta di divincolarsi, ma lui la stringe più saldamente, trattenendola a se.

LB: Lucinda, scusa. Scusa davvero. È un periodo complicato. Più complicato di quanto dovrebbe essere. Ho scoperto che su internet si stanno diffondendo dei video che mi riguardano che preferirei rimanessero privati, il torneo, ho scoperto che un mio vecchio amico è malato. Davvero, non volevo. So che non sembra, ma sono umano anche io, e mi faccio prendere. Secondo te perché ho messo in palio il mio posto alle semifinali? Mi serviva un modo per concentrarmi su una cosa sola. Devo riordinare le idee. Ci sei andata di mezzo, ma davvero, sai che non volevo. Non volevo dire niente di cattivo. Sai che a me importa del tuo parere. Lo sai.

La ragazza, nel frattempo, ha ricambiato l'abbraccio del gigante, ed ora lo sta guardando negli occhi.

LB: Hai gli occhi rossi.

Lucy ridacchia, mentre ancora piange, poi sospira e guarda di nuovo negli occhi di Leon, quelli di lei verdi e arrossati, mentre quelli di lui grigi e insolitamente lucidi.

LF: Leonard, io... io devo dirti una cosa.

Qualcuno bussa alla porta, e Black arriccia l'angolo sinistro della bocca, sorridendo a Lucy.

LB: Apro io.

I due si sciolgono dall'abbraccio, e Lucy si sfrega gli occhi, mentre Black apre la porta.

LB: Oh, salve Elektra. Noi non ci siamo ancora presentati ufficialmente, credo.

Di fronte all'uscio vediamo la Spartana con una felpa grigia sopra ad una canottiera bianca e degli shorts neri che si trova di fronte all'imponente figura di Black

Immagine


ELK:Scusami, Black, non pensavo ci fossi anche tu. Ero venuta per parlare con Lucy riguardo a quanto accaduto la scorsa puntata. Spero di non aver interrotto nulla di importante!

Elektra porge poi la mano verso il gigante

ELK:Comunque hai ragione. E' un piacere fare la tua conoscenza. Lancelot mi parla sempre bene della tua persona, stravede per te!

Black ridacchia, stringendo la mano della ragazza.

LB: Tranquilla, non hai interrotto nulla. E Lance è un bravo ragazzo. D'altronde con un maestro come il suo... Comunque vi lascio sole e vado a prendere qualcosa da bere. Elektra.

Il gigante fa un cenno del capo alla spartana.

LB: Lucy.

La Unglorified Legend esce dalla stanza, sparendo dall'inquadratura.

LF: Ciao Elektra. Che piacere vederti.

La campionessa WFSS si toglie il cappellino che ha in testa. La greca entra nel camerino chiudendo la porta per poi sedersi di fronte a Lucy con lo sguardo rivolto verso il basso

ELK:Ciao, Lucy. E' un sollievo sapere che la mia presenza ti faccia piacere dopo quanto successo l'ultima volta. Senti, ci tengo particolarmente alla tua amicizia e volevo scusarmi per il comportamento tenuto l'altra volta...

La spartana si porta indietro i capelli corvini con una mano

ELK:Non ti dirò che non volevo dire quel che ho detto, intendo essere sincera con te. Lo intendevo fino all'ultima sillaba e non mi rimangerò quanto detto. Ciò che mi recrimino sono i miei modi scortesi con i quali ti ho trattata e di certo non lo meritavi di essere trattata in quel modo.

La Fisher sorride, avvicinandosi al suo borsone e prendendo una bottiglietta d'acqua. La ragazza beve un sorso, poi si schiarisce la gola.

LF: Elektra, non ti preoccupare. C'è della tensione nell'aria, lo sai anche tu. Quando in una federazione di wrestling si avvicina un evento importante, nessuno riesce a stare tranquillo. E, se mi permetti, ho capito che l'autocontrollo non è il tuo forte. Capisco che quando si è giovani a volte si parla prima di pensare.

Lucy sorride, rimanendo in silenzio per un secondo.

LF: In realtà quanti anni ci sono fra noi? Non lo so esattamente, ma non sono così più vecchia di te. Ma sono cresciuta in fretta. Ero una veterana del wrestling femminile a ventidue anni, mi definiscono una leggenda a ventotto. Ho ottenuto un contratto qui in TWC quasi senza accorgermene. Sono cresciuta in fretta. So quando devo parlare e quando no. Per questo che mi permetto di dare dei consigli.

La ragazza appoggia la bottiglietta, che ancora aveva in mano, sulla panca su cui prima era seduto Black, poi si siede a sua volta.

LF: Scusami, sono un po' nervosa anche io.

Lucy allunga le gambe, stiracchiandole, poi fa un lungo respiro.

LF: E so che intendevi dire tutto quello che hai detto. Quando si è arrabbiati si dice la verità. O almeno quello che si pensa in quel momento. L'unica cosa che voglio fare, è dimostrarti che ti sbagli.

Elektra mostra un sorriso nervoso

ELK:Sbagliarmi? Non intendo litigare come l'altra volta perché la tua amicizia è importante per me ma... Dov'è che sbaglierei, esattamente? E te ne prego, non trattarmi nuovamente come una bambina! So che sei una persona deliziosa e non lo fai con malizia ma non posso fare a meno che prenderlo come un attacco nei miei confronti per ostentare la tua superiorità! Se ho problemi di autocontrollo non è certo dovuto alla mia inesperienza ma all'inferno che è stata tutta la mia precedente vita.

Elektra cerca di distendere i nervi e mostra un sorriso pacato nei confronti della campionessa.

LF: Elektra, sai che non intendo trattarti come una bambina. Non ho alcun senso di superiorità. Ho solo una visione leggermente più completa della tua. E quando ti dico che ti sbagli, intendo dire che non è vero che il mio tempo è finito.

Lucy sospira.

LF: Ascoltami. Anche per me la vita non è stata facile. Può non sembrare, la grande Lucy Fisher e queste cazzate, ma anche io ho avuto momenti molto difficili. E io non ho potuto nemmeno contare sull'amore di chi mi ha salvato. Il modo in cui agiamo è una nostra scelta.

ELK:Ci risiamo, ancora una volta ti poni come vittima... Non metto in dubbio che anche tu abbia avuto delle difficoltà ma non hai idea di quello che io ho passato. Sei la campionessa da più di anno, non atteggiarti come se la tua scalata sia appena iniziata: sei sul tetto del mondo e dovresti saperlo.

Elektra sospira con un sorrisino

ELK:Senti, lascia perdere. Devo smetterla con questi comportamenti, dovrei essere solamente felice di aver trovato un'amica come te ed invece mi metto a polemizzare su tutto ciò che dici. Ti chiedo scusa nuovamente per il mio caratteraccio.

Lucy si alza di nuovo, iniziando a camminare lentamente.

LF: Non sto facendo la vittima, ne voglio giocare a chi a sofferto di più. Sto provando a darti un consiglio, da amica. Se non ti interessa, pace. Ma quello che mi da più fastidio in questo momento è che tutti sanno perfettamente qual è il mio ruolo, tutti a parte me. Quindi, se non ti spiace Elektra, tra due settimane ti insegnerò una cosa.

Lucy si gira ed estrae da una borsa il titolo WFSS.

LF: Ti insegnerò che sono sul tetto del mondo per un motivo. Ora esci di qua. Devo pensare.

La campionessa indica la porta alla spartana. La Black Widow si alza dalla panchina con un'espressione triste dipinta sul volto e si dirige verso la porta dando le spalle alla Fisher

ELK:Ricordati che la caduta dalla cima del mondo è molto rovinosa. Specialmente se non si ricorda com'è stare alle pendici. Mi dispiace che questo titolo stia rovinando l'unica amicizia che ho ma d'altronde posso incolpare solo me stessa, stammi bene Lucy.

La spartana fa un cenno con la mano per salutare la rivale ed esce dalla porta per poi chiuderla. Improvvisamente dal bagno esce Thomas Bell, sorridente.

Immagine


TB: Mi sono perso qualcosa?

E sulle immagini di Lucy Fisher che sbatte fisicamente fuori dal camerino il povero Thomas, noi andiamo in pubblicità.

Up Next: Daniel Carson ci attende.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 28/08/2015, 20:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
Torniamo in onda con Friday Night Indoor War ed andiamo nel backstage, dove ci attende Daniel Carson.

Immagine


DC: Signore e signori, siamo in attesa di Nick Carroll per un'intervista.

Immagine


Ecco che Carroll gira l'angolo a passo svelto, lo sguardo rivolto oltre l'intervistatore. Carson tenta allora di bloccarlo prendendolo per un braccio.

DC: Nick, sei felice di aver ottenuto il tuo match contro BBB? Sei sicuro di poterlo battere? Hai già una strategia per il vostro incontro? Come ti spieghi il comportamento di Jane?

Nick si ferma malvolentieri ed osserva l'inviato, l'espressione scocciata e sorpresa per la raffica di domande.

NC: Mi dispiace Daniel, sono un attimo di fretta adesso. Ne parleremo la prossima volta, ho una missione da compiere ora.

Carroll pronuncia le ultime parole allontandosi dalla postazione interviste e lasciando un allibito Daniel ad urlargli dietro.

DC: Ma... Nick!

Dal fondo del corridoio l'ingegnere risponde ancora.

NC: Un'altra volta! Promesso!

Dopodiché vediamo il bostoniano spiccare una corsa, diretto presumibilmente all'uscita dell'arena.

Up Next: The Maaaaaain Event!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 28/08/2015, 20:29 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
...appena conclusosi il breve spot televisivo le immagini ci conducono all'interno del Madison Square Garden di New York City, New York...ATTENZIONE!! Siamo dietro le quinte, il cameraman corre freneticamente, vediamo numerosi addetti alla sicurezza radunati e vediamo...vediamo ANDY MOON E TRAVIS MILLER STESI SUL PAVIMENTO, PRIVI DI SENSI, KO!! INCREDIBILE!! Il medico della TWC, Phil Brooks, insieme al suo staff accorre sul luogo, è visibilmente preoccupato mentre si sincera delle condizioni dei tre talenti, ordina ora l'assistenza dei paramedici, la situazione sembra delicata, molto delicata!! Il cameraman, travolto dalla massa di gente accorsa sul luogo, continua con un po' di difficoltà a riprendere...

Immagine

...Alan Taylor, il vicepresidente esecutivo responsabile per le relazioni con i talenti, preoccupato e sconvolto, fa la sua comparsa, dirigendo personalmente i soccorsi a favore dei due lottatori che vengono ora trasportati in barella; Taylor, ora un po' irrequieto, ordina al cameraman di allontanarsi...

Immagine




Immagine


Torniamo ora LIVE all'interno del Madison Square Garden, dove vediamo Kevin Manson comparire sullo stage in tenuta da combattimento, pronto per il main event della serata, in cui ha la possibilità di prendere il posto di Leon Black nella semifinale del torneo che decreterà il campione del mondo TWC. The Animal cammina piuttosto lentamente verso il ring, mentre qualche coro per lui viene sommerso dai fischi del pubblico.

JR: Introducing first, making his way to the ring, from Parts Unknown, he stands 5-feet-10-inch tall, weighing 279 pounds, he is the Animal, Kevin Manson!

Manson sembra concentrato, nonostante non si lasci scappare l'occasione di lanciare qualche sguardo di sfida ai vari bambini presenti nell'arena. Lentamente sale sul ring e si siede in un angolo, aspettando il suo avversario.



Leon Black compare sullo stage, in tenuta di combattimento ed immobile.

Immagine


Il gigante lentamente alza il braccio, tenendolo dritto sopra la testa, con il pugno chiuso. Lentamente il Madison Square Garden cala nel silenzio, lasciando solo la theme song del lottatore. La Unglorified Legend, a capo chino lentamente alza lo sguardo, osservando la scala del wrestling, annuisce e fa scattare in avanti il braccio.

BOOOOOOOOOOOOOOOOM!


Il pubblico, in sincrono, accompagna Leon Black, che urla per caricarsi.

JR: And his opponent, coming donw the ramp, from Chicago, Illinois, he stands 7-feet-2-inch tall, weighing 392 pounds, he is the Unglorified Legend, Leon Black!

Il gigante si avvia verso il ring, mentre una telecamera lo riprende da vicino.

LB: First in, last out.

Black allontana con una leggera manata la telecamera e finalmente arriva al ring, annuendo verso Manson e iniziando a salire i gradoni d'acciaio. La Unglorified Legend scavalca la terza corda e si trova sul ring, dove alza di nuovo il pugno sopra la testa, accompagnato dai cori in suo favore, poi lentamente torna al suo angolo, facendo un segno col capo al suo avversario.

Immagine

TWC World Heavyweight Championship's Tournament semi-finalist spot on the line
Singles Match: Leon Black vs Kevin Manson


I due compagni dello State Of Anarchy, appoggiati ai cuscinetti di angoli opposti, si fissano negli occhi. Il pubblico, molto partecipe per questo Main Event, rumoreggia dagli spalti, quasi totalmente in favore di Leon Black. Kevin Manson lancia un'occhiata gelida verso i fan a lui avversi, dopodichè sale sulla seconda corda dando le spalle al rivale e si porta l'indice al petto autoproclamandosi vincitore e futuro campione TWC. Accolto da fischi, scende contrariato, torna a fissare Leon Black e lo vede perfettamente composto: il veterano sorride, dopodichè fa cenno a The Animal di farsi sotto. Il Painmaker, sentendosi provocato, si lancia a testa bassa verso Leon ma viene intercettato da un Big Boot. L'Unglorified Legend scuote la testa, poi va a fare pressione sul rivale in terra chiudendolo in una Headlock. Kevin comincia a sbattere i piedi nella fretta di liberarsi il prima possibile, Black invece è perfettamente calmo e tiene salda la presa: dopo qualche secondo The Animal riesce a portarsi in ginocchio, da lì prova a connettere con delle gomitate sul costato dell'avversario per liberarsi ma la presa è ancora ben salda, quindi ecco che Kevin si sforza di mettersi in piedi... Così è, ma Black non molla, allora Manson arretra di alcuni passi trovando l'ausilio delle corde e le usa come spinta per lanciare Leon all'angolo opposto... L'Ultraviolent Veteran prova ad andare a segno in rebound ma il Painmaker si sdraia e lo costringe a saltare, ulteriore rebound e Big Boot di Manson, ma Black non cade e mette a segno una Clothesline. The Animal rotola fuori dal ring, allontanandosi dall'apron per allontanare l'idea di essere colpito da qualche manovra aerea, dopodichè si appoggia ad una balaustra riflettendo. Il direttore di gara lo invita a tornare sul quadrato e lo stesso fa Leon Black, che gli sorride sornione. Kevin alza il dito medio verso il veterano che non sembra affatto impressionato, dopodichè si avvicina lentamente al ring e vi sale dopo aver ottenuto la distanza da lui ritenuta opportuna tra sè e il rivale. The Animal si rimette in piedi con molta calma mentre l'Unglorified Legend continua a scrutarlo concentrato: ora c'è una fase di studio, in cui i due si girano intorno cercando uno spiraglio per affondare il colpo. Kevin chiama un clinch alzando una mano, Black va a stringerla accettando la sfida, lo stesso fanno con la seconda mano: i due cominciano a spingere e la vittoria è ancora di Leon. Il Painmaker, visibilmente irritato, sceglie di nuovo l'attacco a testa bassa ma viene evitato facilmente dall'Ultraviolent Veteran che si abbassa. Leon si gira preparando una nuova offensiva, ma viene colto di sorpresa.

Immagine


Sky Hook di Kevin Manson! Leon Black cade, colto di sorpresa, e Kevin ne approfitta per rimettersi in piedi, rimbalzare di nuovo alle corde e connettere con una Running Senton. Il gigante è ancora a terra e The Animal ha tutta l'intenzione di capitalizzare il suo vantaggio, perciò rimbalza una terza volta alle corde e connette con un 360 Legdrop! Manson fa pressione con il proprio corpo, pinfall: 1, solo 1. A seguire, una serie di Stomp che costringono l'Unglorified Legend ad avvicinarsi alle corde per ricevere un break. Il Painmaker dà all'avversario lo spazio per rimettersi in piedi, poi gli sorride: Leon Black non si scompone e chiama un nuovo clinch. Manson lo accetta, dunque i due si avvicinano e giungono una mano, ora entram - no, Kevin colpisce con un calcio alla gamba l'Unglorified Legend, poi un altro, facendolo inginocchiare, infine prova a connettere con una DDT, con successo. Pinfall, di nuovo conto di 1. Ora è Manson ad applicare una Headlock, cercando di togliere fiato all'esperto avversario. Il leader dello State Of Anarchy riceve l'incoraggiamento vocale del pubblico, in risposta Kevin Manson cerca di aumentare ulteriormente la pressione e si sdraia al tappeto per rendere più difficoltoso all'avversario il processo di rottura della morsa. La posizione è molto scomoda per Leon che prova a far valere la propria stazza ma viene annullato dalla robustezza fisica di The Animal, che nel frattempo lo insulta e gli dice di essere il legittimo leader dello State Of Anarchy, nonchè suo personale Legend Killer. Passano una manciata di secondi e l'Ultraviolent Veteran decide di utilizzare la forza bruta, tentando di aprire le braccia di Manson con la forza delle proprie: Kevin si oppone con tutte le sue forze, ma la dinamicità muscolare di Black è superiore e la sottomissione viene rotta. Il Painmaker non si dà per vinto e va in posizione di montada, mettendo a segno dei pugni a mano chiusa che gli valgono il richiamo arbitrale. Per non incappare in una squalifica Kevin si alza e si allontana dall'Unglorified Legend, che si rimette in piedi ancora una volta. The Animal sale sulla seconda corda, allargando le braccia ed urlando di essere un dio, dopodichè va nuovamente vicino a Black e si prende un pugno in faccia! Kevin risponde ma Leon para, dopodichè colpisce con un altro pugno, ora un altro, un altro ancora... E' la Fury Of A Hundred Punches! Ben cento pugni rapidissimi e precisi vanno a bersaglio sul corpo di Manson, che poi viene chiuso in una Bearhug. Il Painmaker urla, un rivolo di sangue gli scende dalla narice destra, ma non demorde e cerca di liberarsi con delle gomitate alla nuca di Black... Che se lo lancia alle spalle con un Belly To Belly Suplex.

Immagine


Kevin Manson vola per un paio di metri e finisce vicino ad un angolo, mentre Leon Black si soffia sulle. The Animal si accorge di perdere sangue dal naso e si pulisce con il dorso della mano, dopodichè con uno sforzo di reni e di braccia si rialza utilizzando le corde: così facendo è esposto alla diagonale dell'Unglorified Legend che mette a segno un Running Body Splash. Kevin cade a terra, Black se ne accorge e decide di salire sulle corde dandogli la schiena... Moonsault, ma Kevin si scansa. Tutto previsto dal gigante, che atterra perfettamente in piedi! Manson è fuori dal ring a prendersi una pausa, si tocca il naso per controllare che abbia smesso di perdere sangue e sferra un calcio alle scalette d'ingresso al quadrato, che poi usa per salire. Il Painmaker si prende una pausa sull'apron, scendendo appena vede Black avvicinarsi e prendendosi alcuni fischi dei fans. La contestazione generale infastidisce The Animal, che impreca e si rifionda sul ring a testa bassa, tenta di caricare Leon e mandarlo al tappeto ma viene intercettato da una brutale ginocchiata in fronte, Kevin prova a rispondere con una testata ma il veterano lo intercetta con uno European Uppercut, a seguire gira su sè stesso.. The Animal lo prende alle spalle, tenta un German Suplex ma viene disturbato da delle gomitate ed è costretto a mollare la presa, decide dunque di girare lui su sè stesso per un Discus Lariat.. Ma viene anticipato dalla Ultraviolent Legend, che girando più velocemente connette con la Blitzkrieg!

Immagine


Discus Elbow di Black che sorride alla telecamera, dopodichè va al pin: 1, 2, no! Kevin Manson rimane nel match ma Black non sembra affatto preoccupato, mette a segno una Knee Drop e copre di nuovo per fare pressione, solo 2. Kevin comincia a strisciare verso l'angolo ed il wrestler ex-TWNA riprende fiato, dopodichè lo osserva accasciarsi all'angolo per prendere fiato. Leon ci pensa su, il pubblico lo nota e comincia a cantare il suo nome, allorchè il gigante sembra convincersi ad andare a segno con una Cannonball... Kevin si sposta, facendo rovinare l'avversario al suolo. The Animal si rimette in piedi, sputa verso l'esterno del quadrato e fa mente locale: le posizioni sono invertite rispetto a qualche secondo prima, dunque ne approfitta per portare a segno lui la Cannonball! Pinfall, conto di 2 scarso. Kevin scuote la testa, elaborando qualche nuova strategia, poi rifila due Stomp a Black per non lasciargli troppo respiro. Ecco che prova a rialzarlo.. Tentativo di Brainbuster ma l'Unglorified Legend gli scivola alle spalle, aspetta che si giri e gli stringe il collo con la mano, Requiem, Kevin si libera con delle gomitate e si carica il rivale sulle spalle, tentando il Michinoku Driver. Leon scalcia e sfrutta la propria maggior mole per liberarsi ancora una volta, poi chiude il nemico in un Double Underhook ed esegue un ottimo Suplex da questa posizione! The Animal rotola all'esterno del ring ancora una volta e Black sembra contrariato.. La distanza è considerevole, ciò nonostante decide di prendere il rimbalzo contro le corde e tuffarsi all'esterno del quadrato con un RunAway Dive!

Immagine


Volo suicida di Leon Black!! L'Unglorified Legend colpisce però un cameraman messo in mezzo da Kevin Manson e cade molto male con il collo, dando un vantaggio importante al Painmaker. E' proprio quest'ultimo ad avventarsi sulla carcassa dell'avversario con una serie di pestoni sul cranio, poi lo rialza e lo fa scivolare all'interno del quadrato. Black prova a rialzarsi ma viene intercettato da un pugno mentre è in ginocchio, dopodichè Manson corre contro alle corde e colpisce di rimbalzo con la Boma Ye! 1, 2, solo 2. The Animal aggrotta le sopracciglia ma poi sul suo volto si distende un sorriso di scherno, rialza ancora una volta il veterano e lo mette in posizione per un Pumphandle Neckbreaker, a segno! Ancora pinfall, ma è solo 2. Il sorriso sul volto di Kevin si tramuta in una smorfia, che si fa più evidente quando gran parte degli spettatori ricomincia a cantare il nome di Leon Black. Il Painmaker, mosso da uno scatto di rabbia, sale addosso al rivale e lo colpisce con una serie di pugni chiusi alla testa, costringendo l'arbitro a frapporsi tra i due contendenti ed allontanare fisicamente Manson, che protesta riuscendo a calmarsi solo quando minacciato più volte di squalifica. Kevin è dunque costretto a lasciare alcuni secondi in cui l'arbitro chiede a Black se voglia continuare: sentendo la risposta affermativa, The Animal si fionda sull'avversario, lo rialza e lo mette in posizione, Package Piledriver! No, Black si libera finendogli addirittura alle spalle, poi si gira ma viene colpito da un Superkick! Il gigante non cade, allora Kevin ne esegue un secondo! Ma Black è ancora in piedi, impressionante! Terzo Superkick! Parato! Leon Black para il Superkick di Kevin e lo osserva furioso, evitando anche il tentativo di Enziguiri del Painmaker che cade a terra e viene chiuso nella 291114!

Immagine


Kevin Manson urla dal dolore mentre Leon Black stringe con maggior foga possibile, The Animal stavolta potrebbe davvero cedere, proprio come nel suo ultimo match contro Michael Edwards. Manson continua ad urlare che non cederà mai, che ha giurato di non cedere mai più, finendo con lo svuotare l'ossigeno nei propri polmoni prima del dovuto. Cerca di aprirsi un varco di potenza ma le dimensioni sono contro di lui e lo convincono a desistere, portandolo dunque ad avvicinarsi alle corde.. La distanza non è troppa ma il peso di Leon Black e la mancanza d'aria rendono l'atto di raggiungere le corde un'impresa. Il Painmaker fa qualche metro arrivando poco distante dalla salvezza, ma poi la mano si accascia in terra e i suoi occhi appaiono sempre più vitrei. Le palpebre si calano, il veterano non diminuisce d'intensità nemmeno per un secondo, Kevin sembra in procinto di svenire.. Alcuni tifosi delle prime fila cercano di dare il loro supporto a Manson, che sentendoli apre gli occhi! Kevin ricomincia il suo cammino verso le corde trascinandosi con tutte le sue forze, mentre negli spalti cominciano a farsi sentire anche altri sparuti gruppetti di fan di Manson, che raggiunge finalmente le corde! Il gigante però non lo molla fino al conto di 4, capitalizzando i danni della propria submission. Leon si allontana, prendendo fiato e toccandosi con insistenza la testa, mentre Kevin tossisce e cerca di rimettersi in piedi ancora una volta. L'Unglorified Legend attende che il rivale sia dunque in posizione eretta.. The Knockout Kick di Leon Black!

Immagine


Black va a coprire, è finita. 1, 2, NO! Kevin Manson alza una spalla! Il veterano si porta le mani ai fianchi ed osserva l'avversario che striscia verso le corde cercando nuovamente un appiglio, decide di dargli una mano a rialzarsi per eseguire una nuova mossa d'impatto.. Ma si prende una Headbutt! Leon si tocca la fronte, accusando i colpi subiti in precedenza, e subisce una seconda testata! Ed una terza a seguire! Il gigante barcolla, molla un pugno verso l'avversario che si abbassa e gli finisce alle spalle, Painmaker Lariat! Entrambi finiscono a terra, applauditi dal pubblico che riconosce ai due una gran prestazione sportiva. Il direttore di gara si sincera delle condizioni di entrambi, dopodichè comincia a contarli. 1.. Nessuno si muove.. 2.. 3.. 4.. Kevin Manson muove le dita di una mano.. 5.. 6, Manson si gira arrivando vicino a mettersi in ginocchio... 7, Manson è quasi in piedi e Black comincia ad afferrare le corde.. 8.. Manson in piedi, Black non sembra riuscire a trovare le forze per alzarsi.. 9... E Black con uno sforzo non indifferente si rialza e si accascia alle corde! Kevin strabuzza gli occhi grigi, incontrando quelli del medesimo colore di Leon, che come ad inizio match gli fa cenno di farsi sotto. I due corrono l'uno verso l'altro ed i loro corpi collidono al centro del quadrato, portando ad una nuova situazione di stallo! L'arbitro comincia di nuovo il suo conteggio: 1.. 2.. 3.. Nip-Hop di Kevin Manson, che scoppia in una risata! Kevin si rivolge al pubblico, urlando di aver portato al limite Leon Black e di poterlo finire da un momento all'altro, poi lo colpisce con degli Stomp fino a lasciarlo al suolo esanime. Dopo aver insultato un paio di volte l'arbitro, Kevin fa la gestualità del tagliagole: rialza Black, gli blocca le braccia, Pee-digree!

Immagine


Kevin mette un braccio su Leon, continuando a sghignazzare: 1, 2, NO! Leon Black con un colpo di reni rimane nel match. Manson si mette seduto a terra assumendo per qualche secondo uno sguardo interrogativo, poi ricomincia a ridere in modo sguaiato. Prende Leon per le orecchie, lo rialza e gli urla in faccia che il momento delle scuse è giunto... Ma cade vittima di uno School Boy Pinfall! 1, 2, solo 2. The Animal si rimette in piedi ma il veterano gli è già alle spalle, lo cinge alla vita, lo solleva e lo tiene in aria nonostante Kevin si stia dimenando come un matto, Deadlift German Suplex con ponte! 1, 2, solo 2 anche stavolta! L'Unglorified Legend osserva l'avversario che è in posizione perfetta per un volo dal paletto, dunque gli dà le spalle e sale sulla seconda corda.. Ora sulla terza.. Ma Kevin lo tira giù per una gamba, poi connette con un Dragon Suplex! Ancora una caduta sul cranio! The Animal sfrutta le proprie forze residue per un ultimo scatto, prende Leon e lo spinge contro alle corde, ALLAHU AKBOMB!!

Immagine


Kevin Manson connette con una delle sue manovre risolutive, si appoggia alle corde prendendo fiato ed urla a pieni polmoni di essere il migliore, dopodichè si avvicina al corpo di Black e gli piazza un piede sul petto. 1, 2, 3, NO! Kevin Manson è incredulo! Kevin Manson smette immediatamente di ridere! Leon Black è uscito da una delle sue mosse conclusive! Il pubblico pro-Black si fa sentire con ancora più calore mentre Kevin comincia a dare di matto, prendendo a pugni il tappeto del ring e afferrando l'arbitro per la divisa. Il Painmaker viene minacciato di squalifica per l'ennesima volta e desiste dalle sue intenzioni bellicose contro il direttore di gara, dopodichè lancia un'occhiata a Leon e comincia a riflettere... Si dirige spedito verso le corde, calpestando l'avversario nel tragitto, dopodichè comincia a scalare le corde dando le spalle all'avversario... Vuole tentare il Phoenix Splash! Ma è troppo stanco per farlo, rischia di cadere e si attarda, venendo preso da Leon Black che lo carica per una Powerbomb.. Kevin si ribella con dei pugni, il veterano barcolla e lo lancia dinnanzi a sè, il Painmaker atterra in piedi ma subisce la In Memoriam! Ma non cade! Enziguiri su Leon che crolla in ginocchio, Manson ora prova a sollevarlo per l'altra sua mossa risolutiva, la F'N Assassin Drop. Black è impacchettato, è questione di secondi.. Ma con dei pugni violentissimi Black riesce a liberarsi, crollando sul nemico e continuando nella sua sfilza di colpi! L'arbitro riesce a staccare il gigante da Kevin, che sembra svenuto.. Leon sale sulla seconda corda, sulla terza, e stavolta si tuffa.

Immagine


PHOENIX SPLASH!! 1, 2, 3! Leon Black vince finalmente questo match e andrà nelle semifinali del torneo per l'assegnazione del titolo TWC contro Michael Edwards!

Spoiler:
JR: The winner of this match... Leeeeeooooon Blaaaaaaaaaack!!




Gli Scars of Life risuonano nell'arena. Michael Edwards si palesa davanti al pubblico, ancora ammutolito dallo splendido match tra Manson e Black.

Immagine


Tre quinti dello State of Anarchy sono ora sul ring e il pubblico acclama i loro nomi. Il Golden Boy dà una mano a Leon Black per rialzarsi e si congratula per la vittoria, che lo proietta alle semifinali proprio contro il Dragon kid. Il ragazzo di New York si gira verso Kevin Manson, ancora al centro del ring in lacrime dopo la sconfitta, gli porge la mano per alzarsi, ma questo, con un gesto plateale, la rifiuta e si rialza da solo. Edwards volge lo sguardo verso Black come a chiedere consiglio, ma il gigante di Chicago fa segno di no con la testa. I due avversari a Night of Gold guardano Kev che lentamente si allontana dal ring, mesto e con la testa fra le spalle, il sogno di proseguire il torneo si è concluso definitivamente per lui. Ora sul ring sono rimasti solo Michael e Leon, il primo chiede agli assistenti a bordo ring un microfono e dopo aver girato attorno al suo mentore in TWC inizia a parlare.

ME: Quindi ci siamo? Dopo stasera è ufficiale, la seconda semifinale per il torneo che decreterà il primo campione TWC, vedrà contro Michael Edward e Leon Black!

Il pubblico acclama i due beniamini, che si squadrano sorridendo.

ME: L'avresti mai detto? Potevo solo sperarci di ritrovarmi contro di te nuovamente in un ring in un match del genere. Sembra strano, ma siamo di nuovo qui, di nuovo contro e stavolta sarà ancora meglio dell'ultima volta.

Black sorride, riprendendo fiato. Poi si avvicina al suo avversario, facendogli segno di passargli il microfono.

LB: Sì, è ufficiale. E vedi, Michael, lo trovo quasi catartico. Il mio primo match in TWC l'ho combattuto contro di te. Il mio primo match in uno special event TWC l'ho combattuto contro di te. La mia prima vittoria l'ho avuta contro di te, e la mia prima ed unica sconfitta uno contro uno l'ho avuta contro di te. Io e te siamo pari, uno ad uno, palla al centro, e siamo nel palcoscenico più importante possibile, in un torneo per il titolo, a contenderci la possibilità di andare in finale. In qualche maniera, Michael Edwards contro Leon Black influenzerà l'età dell'oro TWC. Un giorno Leon Black non calcherà più questo ring, ma sarà anche ricordato per il match che avremo fra due settimane. Stiamo facendo la storia. Io la tua, tu la mia. Ed insieme quella di questa federazione.

Black scrolla le spalle, respirando profondamente.

LB: Ed in un certo senso, sono fiero. Vedo parte di me, in te. Tu sei quello che non ce la farà mai, il destinato a fallire, come me. Quello che non ha abbastanza qualità per essere fra i grandi. Il B+, come direbbero in altri lidi. Per tutta la mia carriera mi sono sentito dire che io non sono il meglio, e te lo sentirai dire anche tu. Spesso. Sempre. Michael, permettimi di dirtelo, non è vero. Io e te siamo il meglio che questa federazione abbia. Golden Boy, Unglorified Legend, siamo a due punti del cammino diversi, io e te. Io mi avvio verso la fine, tu lo inizi, ma siamo sulla stessa strada. Ma voglio dirti una cosa Michael. Io non intendo finire la mia strada senza il migliore tramonto possibile. Questa è la mia ultima occasione seria di diventare campione del mondo. Non la sprecherò. Mai. Leon Black non starà giù con le cannonate, te lo posso assicurare. Io voglio essere il volto di questa federazione. Io posso essere il volto di questa federazione. Io sono il migliore. Su questo ring, con il microfono, in tutto. L'ho promesso nella prima puntata di Indoor War, lo ripeto qui. Leon Black è qui per alzare il livello. E ti prometto, ti prometto che non hai mai visto nulla di simile a il Leon Black che entrerà in quella arena a Night of Gold.

La Unglorified Legend fa una pausa.

LB: Quindi permettimi di darti l'ultimo consiglio da veterano. Dimentica Fred. Dimentica Sigfried. Dimentica lo State of Anarchy. Dimentica la Fox's Army. Porta tutto te stesso nel nostro match. Utilizza fino all'ultima scintilla vitale che hai. Per noi due non ci sarà una finale per quei minuti in cui saremo nel match. Se dovrò usare le mie ultime energie per uscire da un pin, le userò. Non mi interessa che cosa succederà dopo. Questo è il match della tua vita, ma è anche il match della mia vita, Michael.

Gli occhi del Golden Boy risplendo di un fuoco nuovo, il vero Michael si vede nelle situazioni impossibili.

ME: Si dice che il miglior insegnante sia colui che richiede sempre il massimo, che in ogni situazione alzi l'asticella per i suoi allievi, perché il pane della vita è migliorare ogni istante. E tu hai cercato in me questo, ma sappi una cosa, quando tra due settimane salirò sul ring non sarò il ragazzino spocchioso che ha tentato di batterti... Sarò Michael Edwards, il ragazzo d'oro per eccellenza!

Edwards guarda Black negli occhi, la luce si accende ancora di più.

ME: E mi dispiace dirlo, ma sono pronto a far infrangere il tuo sogno. Tra due settimane salirò su questo ring e non guarderò in faccia nessuno, soprattutto te, dopo queste parole. Entreremo nella storia, saremo un ricordo all'interno di questa federazione. Perché se tu sei il volto, ora, io lo sarò dopo di te. Perché se tu sei ora, io sarò il futuro! Ma tra quattordici giorni, io sarò il vincitore e tu lo sconfitto. Perché questo è il mio tempo! Questa è la mia età dell'oro!

Un incendio arderebbe meno rispetto agli occhi del Dragon Kid.

ME: Quindi, sì! A Night of Gold Edwards vs Black non sarà un match qualsiasi, sarà il match che decreterà la risalita del B+ player in un A+ player! Sarà il match tra il futuro e il presente. Sarà il match che tutti sognano di vedere!

Michael allunga la mano a Black...

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

...ATTENZIONE!! Sullo stage compaiono Fred Franke, Big Black Boom, Christophorus Schmidt, Sigfried Jaeger, Simon B., la FOX'S ARMY!! I cinque membri del gruppo capitanato da "The German Superman", accolti dai fischi e dagli insulti di tutto il Madison Square Garden di New York, osservano Michael Edwards e Leon Black che sembrano prepararsi all'imminente battaglia, l'ennesima contro "The Flames of Destruction". L'autoproclamatosi "Messia del Pro Wrestling" passa in rassegna ciascuno dei suoi compagnia di team, dopodiché annuisce e adesso, tutti insieme, i membri della FOX's Army si dirigono verso il ring che ora accerchiano; Edwards e Black si guardano attorno, cercando di tenere sott'occhio ciascuno dei loro nemici i quali, ora, si posizionano sull'apron-ring, aggrappandosi alle corde. I loro due avversari si guardano ora reciprocamente, poi tornano ad osservare i loro avversario, dunque Edwards colpisce Big Black Boom, lo stesso che aveva sconfitto al secondo turno del torneo per nominare il primo campione dei pesi massimi, Black, invece, si scaglia direttamente contro Fred, gettandolo fuori dal ring; a questo punto, gli altri membri della FOX's Army, Christophorus Schmidt, Sigfried Jaeger e Simon B. entrano sul quadrato e aggrediscono Michael Edwards e Leon Black...scoppia la rissa!! Questi ultimi, incredibilmente, sembrano inizialmente avere la meglio, ma una volta che ai tre avversari si uniscono anche Double F e Triple B ecco che grazie alla netta maggioranza numerica la FOX's Army riesce ad avere la meglio: Big Black Boom, scatenato, aiutato da Christophorus Schmidt e Sigfried Jaeger, si scaglia con particolare violenza contro Michael Edwards, pestandolo e colpendolo con calci e pugni nonostante, ormai quasi esanime per le percosse subite, si trovi presso uno dei quattro angoli; dall'altra parte, "The German Superman" e Simon B. si accaniscono contro un Leon Black che, nonostante abbia più volte tentato una strenua resistenza, ora, privo di forse, è costretto a soccombere sotto le percosse dei due nemici. Il pestaggio è incredibilmente violento, crudo, tra il pubblico c'è chi pare non riuscire nemmeno a guardare e dunque mestamente volge lo sguardo altrove, la maggior parte, invece, è indignata, fischia e inveisce contro i cinque membri della FOX's Army che, però, continuano nel loro operato, incuranti degli insulti che stanno ricevendo.

Immagine

Sullo stage sopraggiunge ora il general manager di Friday Night Indoor War, il presidente nonché Director Of Operations della TWC, il fondatore e manovratore della FOX's Army, il New York Guy Mr. Fox Olon! La sua amatissima e odiatissima città d'ordine non gli riserva alcuna ovazione, anzi alla sua apparizione comincia a fischiarlo, lui osserva i suoi concittadini, in silenzio e con sguardo serio, dopodiché avanza verso il ring dove i suoi uomini, ovviamente su suo comando, stanno massacrando con incredibile ferocia l'ultimo baluardo rimasto alla TWC, Leon Black e Michael Edwards. Mr. Fox Olon ha ora raggiunto il centro del quadrato e, da spettatore privilegiato, osserva con una manifesta, seppur nascosta, soddisfazione il pestaggio senza precedenti nella storia del pro wrestling. Fred ora, con le mani sporche di sangue, si avvicina al suo mentore, i due si stringono le mani, anche quelle di Fox ora sono sporche di sangue, il sangue di Leon Black; il presidente della Total Wrestling Corporation, adesso, coordina direttamente le operazione, invitando il suo pupillo, Fred, a portare al suo cospetto il leader del gruppo di rivoluzionari; Double F esegue, ora Black e Fox sono faccia a faccia, questi gli rivolge uno sguardo sprezzante, pieno d'odio, dopodiché lo schiaffeggia e, infine, lo umilia, sputandogli in faccia! Fatto ciò, dopo aver rivolto un'occhiataccia anche verso l'altro ribelle, Michael Edwards, ordina ai suoi uomini di finirli...ecco che sotto la supervisione di Fred che si prende l'incarico di coordinare le operazioni, Big Black Boom, Christophorus Schmidt e Sigfried Jaeger, aiutati da Simon B., sollevano sia Michael Edwards sia Leon Black e, dunque, eseguono la mossa risolutiva della FOX's Army, eseguono la DOUBLE TRIPLE POWERBOMB!!

Immagine

MOSSA FINALE A SEGNO!! "The German Superman" esulta, stringendo di nuovo la mano del suo mentore, Mr. Fox Olon, dopodiché si avvicina verso Leon Black e Michael Edwards che giacciono al centro del ring, li osserva, li calpesta e dunque commette la definitiva umiliazione, sputandoli entrambi in faccia! Mr. Fox Olon si fa passare un microfono e, ponendosi dietro i due corpi privi di sensi, affiancato dai cinque membri del gruppo da lui fondato, tra i fischi e gli insulti di tutta l'arena, prende la parola.

FO: STANOTTE i nostri nemici hanno perso l'ennesima battaglia, finendo col culo per terra ancora una volta!

Continua la reazione negativa del TWC Universe, mentre Fred e gli altri annuiscono alle parole del loro mentore.

FO: UNITI noi, la FOX's Army, siamo la forza più distruttiva che abbia mai calcato un ring di wrestling!

Sul ring vengono ora gettati dal pubblico avanzi di cibo, lattine, etc...Mr. Fox Olon, però, continua il proprio discorso celebrativo, incurante di tutto il pubblico.

FO: Questa, però, è stata solo una battaglia, tra due settimane, a Night of Gold, UNITI noi, la FOX's Army, vinceremo la GUERRA!!

Fred Franke, soddisfatto, applaude e sorride, tutti gli altri della FOX's Army annuiscono, rimanendo seri.

FO: Io, Mr. Fox Olon, PRIMO cittadino di New York City, resto qui e, finché vivrò, finché respirerò, anche se costretto su una cazzo di sedia a rotelle, IO rimarrò qui!! Io sono e sarò ancora per i prossimi anni l'unico ed indiscusso presidente della TWC!! Sono il solo leader di questa compagnia e di questo business, e NESSUNO, ripeto, NESSUNO, oserà MAI e poi MAI intralciare i miei piani, mettere in discussione la mia figura, la mia autorità, NESSUNO!! Alla mia destra e alla mia sinistra ci saranno loro, i valorosi guerrieri della FOX's Army, i messaggeri del mio potere autocratico ed esecutivo, i dettatori di GIUSTIZIA e ORDINE, le migliori superstar che abbiamo mai calcato un ring di wrestling, la mia e la loro giurisdizione sarà LEGGE, per ognuno di questi pezzenti e per ognuno di voi, cittadini e cittadine di questo mondo; il potere, il VERO potere, appartiene a noi, spetta a noi, il mondo ha bisogno di NOI e...

A questo punto la rivolta del pubblico ha raggiunto un livello tale che i fischi riescono addirittura a prevaricale le parole del general manager, il quale, per la prima volta, mostra segni di nervosismo.

FO: E NESSUNO, ripeto, NESSUNO, si opporrà opporsi a ciò che diremo, disobbedire ai nostri comandi, TUTTI, tutti voi pezzenti, pezzi di merda, figli di puttana, bastardi, TUTTI VOI dovrete ascoltarci e chinare il capo...dopo questa sera, dopo Night of Gold, avrà ufficialmente inizio l'era di Mr. Fox Olon, l'era della FOX's Army, l'era d'oro del pro wrestling, e NESSUNO avrà il coraggio di alzare la testa, alzarsi in piedi, sopra gli altri, e contraddirci...NESSUNO...

Spoiler:
Immagine

...ATTENZIONE!! LE LUCI IMPROVVISAMENTE SI SPENGONO!! Un boato si solleva tra il pubblico...



Mr. Fox Olon pare preoccupato, concentrato, mentre gli altri membri della FOX's Army sono infastiditi, c'è chi urla, chi bestemmia, chi si intrattiene con qualche tecnico per chiedere spiegazioni, il pubblico assiste con ansia e grande curiosità.



Si tratta dunque dei misteriosi personaggi che da tre mesi stanno invadendo Friday Night Indoor War con messaggi criptici il cui contenuto non è mai stato ben compreso, Mr. Fox Olon, nel frattempo, pare sempre più preoccupato, pietrificato.



L'attesa ha raggiunto ormai livelli altissimi...





Mr. Fox Olon e Fred Franke sono pietrificati, increduli, il pubblico rumoreggia, mentre, ancora, l'intera arena è immersa nel buio...

Immagine

...È GOLDMAN!! OH MY GOD!! È GOLDMAN!! L'ex campione della TWNA, circondato dalle tenebre e illuminato da un fascio di luce, compare in mezzo al pubblico, indossando la maschera nera della vendetta, quella che lo rese il campione che avrebbe poi conquistato la cima della TWNA e del pro wrestling, GoldMan è qui, GoldMan, per la prima volta, appare in uno show della TWC, in quell'arena, il Madison Square Garden di New York City, a cui è molto legato, essendo stata la casa del suo show, "The Voice of GoldMan", show di cui stiamo assistendo al quattordicesimo episodio, in onda per la prima volta in TWC!! Tutto il pubblico, che conosce bene il lottatore venuto dal lontano Oriente, è in piedi, elettrizzato, lo celebra, grida con gioia il suo nome, a gran voce; sul ring, invece, tutti i membri della FOX's Army, in particolare Fred, sono sbalorditi, arrabbiati, senza parole, mentre, poco più in là, Mr. Fox Olon, pur trovandosi in piedi, sembra morto, pietrificato, incredulo, scioccato dal ritorno del suo cliente che lo rese celebre in tutto il mondo, cliente che, la scorsa estate, tradì, sorprendendo il mondo intero e lo stesso GoldMan; quest'ultimo, ora, con atteggiamento serio e solenne, osserva il suo ex manager che ricambia con sguardo, però, quasi assente, pare, infatti, sul punto di svenire...su queste immagini, termina la quindicesima puntata di Friday Night Indoor War...appuntamento tra due settimane quando da Los Angeles andrà in onda il secondo special event della TWC, Night of Gold, e, certamente tra mille sorprese e colpi di scena, alla fine, verrà incoronato il primo campione dei pesi massimi nella storia della TWC! Buon proseguimento di serata a tutti!


NotOnlyWWE, CM-Cena, Il ragazzo Woo Woo
KTW, Elban Rattlesnake, The Hawk, straight edge savior, SimoAF, Dims, Il capitano, Stevester, Phil is Wrestling, Christian, Stevester, Simon & hbkbestfan


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 28/08/2015, 20:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
Immagine


Immagine

DC: Signore e signori sono Daniel Carson e ho il piacere di avere come ospite la compagna di GoldMan, GoldWoman!

Immagine

Dopo lo scioccante debutto a TWNA WrestleMania IV e i fatti di "The Voice of GoldMan 113", ecco ritornare GoldWoman che compare al fianco dell'intervistatore della TWC Daniel Carson il quale si trova un po' a disagio dinnanzi alla bellezza della compagnia di "The Tensai".

DC: Benvenuto in TWC, GoldWoman!

L'affascinante ragazza annuisce, mostrando anche un fugace sorriso.

DC: Stanotte è stata scritta un'altra pagina nel grande libro della storia della TWC, forse la più importante: il suo compagno GoldMan è tornato nel mondo del pro wrestling, dopo un anno intero di esilio più o meno auto-imposto; cosa vuole ottenere, cosa voi volete ottenere, qui in TWC?

GW: Semplice: vogliamo Vendetta! Benché siano noti ai più, so bene che alcuni spettatori della TWC non sono al corrente dei disgustosi fatti della scorsa estate, perciò mi sembra giusto parlarne brevemente: dopo la quarta edizione di TWNA WrestleMania, lasciato alle spalle il match tra il mio uomo e Anaconda, io e GoldMan eravamo pronti a conquistare il mondo intero, insieme; ecco, però, che lui, quell'essere disgustoso, l'unico uomo nel quale il mio compagno riponeva la propria fiducia, l'unico per cui provava affetto, Mr. Fox Olon, dopo aver simulato la sua morte per l'ennesima volta, fa il suo clamoroso ritorno, tradisce e attacca GoldMan, colpevole, a suo dire, di essersi dimenticato di lui; dopodiché alle nostre spalle...lo ricordo bene, come se fosse ieri...compare Fred insieme ad un altro scagnozzo di Fox Olon...i due aggrediscono il mio uomo...poi l'altro mi afferra, mi porta via, di forza, mentre io, in lacrime, debole, assistevo impotente alla fine di GoldMan...e dopo...e dopo...dopo verrò violentata...dagli scagnozzi di Fox Olon...

A questo punto, uno singhiozzante GoldWoman si asciuga le lacrime, mentre l'intervistatore, colpito dalla sua terribile storia, le reca sostegno.

GW: Fox Olon e Fred Franke hanno rovinato le nostre esistenze, ci hanno tolto la voglia di vivere, portandoci via con violenza il futuro radioso a cui eravamo destinati, io e GoldMan; ci hanno gettati nel fango come sacchi di immondizia, come cose di cui sbarazzarsi...perché siamo qui? Perché vogliamo Vendetta e Vendetta otterremo presto, prestissimo...

GoldWoman, tornata decisa e determinato, afferra con entrambe le mani il microfono.

GW: Fred, Fox Olon...Can You Hear US?!

??: BASTARDA!! PUTTANA!!

Immagine

Ecco sopraggiungere un inferocito e arrabbiatissimo Fred, che addirittura tenta di raggiungere e aggredire GoldWoman, ma viene tenuto fermo e portato via da alcune guardie della sicurezza intervenute sul posto.

FF: Sta ZITTA!! Zitta, TROIA!!

La donna rimane ferma, in silenzio, guardando in faccia il tedesco, mentre Daniel Carson si mette in mezzo ai due per evitare il peggio.

FF: PUTTANA!! Tu, quel figlio di puttana di GoldMan, la pagherete, la pagherete, BASTARDI!!

Fred viene ora allontanato dalle guardie del corpo, mentre le immagini indugiano su GoldWoman, seria, determinata e, apparentemente, per nulla intimorita dalle terribili parole lanciatele dal capitano della FOX's Army.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 10/09/2015, 19:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Immagine

SPECIAL


Immagine


We are live from New York City, per questa puntata special di TWC Indoor War, che vedrà i cinque membri dello State Of Anarchy scontrarsi contro quelli della Fox's Army! Andiamo subito nel backstage dove troviamo il nostro Daniel Carson in compagnia di un ospite eccellente.

Immagine


DC: Grazie per la linea, Jacob. Ladies and gentlemen, è qui con me il Best from the West, “Superstar” Sigfried Jaeger.

Un attimo dopo, ecco il Monster Hunter fare capolino in camera, affiancandosi al giovane intervistatore della TWC. Come vediamo, il Corvo, in tenuta da combattimento, sfoggia una maglietta della BDK Inc. e un paio di vistosi occhiali.

DC: Allora Sigfried, siamo a pochi minuti da quella che potremmo definire la resa dei conti definitiva tra la Fox’s Army e lo State of Anarchy. Tu che ne pensi di questa situazione e di come siamo arrivati a questo incontro?

Immagine


SGF: E cosa vuoi che ne pensi? Era ora che la facessimo finita con questa faccenda della ribellione. Mi chiedo piuttosto perché Mr. Fox Olon abbia aspettato tutto questo tempo per organizzare lo showdown. Sono passati infatti diversi mesi da quando la Volpe è al comando. E non devo essere io a ricordare a tutti che l’ha fatto soltanto grazie al nostro eroico lavoro dietro le quinte, il cui apice è stato il trionfo nel Civil War Match. Dopo una disfatta del genere, i cosiddetti “difensori della TWC”, che ora si fanno chiamare anarchici, non solo non hanno desistito, ma hanno addirittura continuato a fare i comodi loro, invece di darsi una regolata e adeguarsi come ha fatto praticamente tutto il resto degli impiegati e wrestler della federazione.

Sigfried scuote il capo.

SGF: E qui è stato l’errore del nostro generosissimo presidente. Mr. Olon li ha lasciati fare, sopportando come nulla fosse le continue cazzate di gentaglia come Moon e Miller, anzi, quel che è peggio, ha pure tentato di porre un freno con le buone a questa malattia che risponde al nome di State of Anarchy, venendo loro incontro. Da qui la loro insensata inclusione nel TWC World Heavyweight Championship Tournament e nella corsa al TWC 15 Championship. Ma quelli, invece di ringraziare umilmente, se ne sono infischiati, continuando a disturbare il sistema con aggressioni e proclami privi di senso.

Il Corvo sospira, schifato, poi punta la telecamera con durezza.

SGF: Ora basta! Questa sera lo State of Anarchy verrà seppellito una volta per tutte, come destino vuole. Dopo di che, domani a Night of Gold la Fox’s Army chiuderà anche i giochi riguardanti l’assegnazione dei primi titoli ufficiali della TWC. A quel punto, il nostro presidente avrà abbastanza forza per applicare il pugno di ferro una volta per tutte. Si prevedono tempi bui per la ribellione. Con tutta probabilità, chiunque deciderà di opporsi a noi vedrà la propria salute e la carriera messe in pericolo. Niente più rivolte o voci di dissenso, perché sennò quella è la porta. Tanto ci sono molte federazioni minori in America dove combattere. Sempre se quelle federazioni siano disposte ad assumere dei wrestler dalla pessima reputazione, cacciati dalla TWC a causa della poca professionalità mostrata e marchiati con la nomea dei ribelli.

DC: Sì, ma non credi che perdendo atleti del calibro di Leon Black, Travis Miller, Kevin Manson, Andy Moon e Michael Edwards, la TWC possa subire più un danno che un guadagno?

SGF: Beh, innanzitutto sta a loro rigare dritto e non farsi cacciare come cani rognosi. Per quanto riguarda la perdita, non sono affatto d’accordo. Quei cinque non hanno combinato niente di buono finora, né prevedo combineranno qualcosa d’importante nei prossimi mesi. Leon Black, nonostante l'esperienza che vanta, ormai è diventato l'ombra di se stesso, pieno di dubbi e paure. Ormai non vedo più in lui abbastanza cattiveria, e la cosa potrebbe essere molto deludente, visto che finora lo ritenevo l’avversario che mi avrebbe schiuso le porte per la gloria definitiva. Ma se ciò non accadrà per suoi demeriti, può pure sparire nel nulla per me. Travis Miller invece è un mero troglodita privo di cervello. Ecco, lui magari è recuperabile, visto che già una volta è bastato pochissimo per instillargli false convinzioni e farlo ribellare contro qualcosa che nemmeno conosce.

Il tedesco continua imperterrito a parlare.

SGF: Kevin Manson, invece, è semplicemente un malato di mente, per cui, come Miller, basta indirizzarlo via via contro qualcuno o qualcosa e lui è a posto così. Ecco, Andy Moon piuttosto è ormai una causa persa. Quell’egocentrico chiacchierone viziato andrebbe licenziato subito. Non rispetta i veterani, né chi ha più esperienza di lui, comportandosi come se fosse ben più di un miserabile rookie diciannovenne di Savannah. E ripeto, di Savannah, se qualcuno ancora non lo avesse capito. Quanto a Edwards, si tratta solo di un povero ragazzo psicolabile. Avrebbe bisogno di una guida vera a cui ispirarsi, tipo il sottoscritto, e forse potrebbe pure diventare veramente qualcuno. Finora invece è stato tutto il tempo a obbedire a Black, una cosa al limite del servilismo. E questo non va bene agli occhi di un eroe come me, che difende i diritti dei più deboli, come Edwards. Eh!

Il Best from the West annuisce convinto.

SGF: Per il resto, Daniel, fuori da qui ci sono centinaia di ottimi professionisti che attendono solo una chance per entrare immediatamente a far parte della TWC. Ergo, una volta licenziati gli indesiderabili, questa federazione potrebbe trovare nuovi talenti in un millisecondo. Perché tutti sono utili e nessuno è indispensabile. A parte gli eroi, ovviamente.

DC: Ehm, per quanto riguarda invece la Fox’s Army. Non trovi che la rivalità tra te e Fred Franke possa minare le vostre chance di vittoria questa sera?

SGF: No, non credo proprio. Sono un eroe, per cui non esiste che mi faccia prendere da quelle debolezze che contraddistinguono menti turbate tipo quella di Manson o menti di persone inesperte come Moon ed Edwards. Perciò, così come mi auguro per Franke, stasera metterò da parte qualunque frizione e rispetterò il mio accordo, impegnandomi al massimo per distruggere la ribellione. Dopo di che, domani è un altro giorno. No?

Daniel Carson annuisce.

DC: Ehm, sì. Posto comunque che si realizzi lo scenario descritto prima, con la Fox’s Army che trionfa in questa due gioni. Che succederà poi? Quale sarà il futuro della TWC, della Fox’s Army, e perché no, anche della Bruderschaft Der Krahe Incorporated?

Sigfried sorride.

SGF: Beh, come tutti gli eroi che si rispettino, una volta terminata con successo una grande impresa, prima festeggeremo, poi ci imbarcheremo in un’altra missione gloriosa. L’Age of Heroes è alle porte, prossimamente guardare la TWC diventerà un qualcosa di eccitante per tutti. Grandi avventure ci aspettano, e non solo riguardanti la guerra attorno al TWC World Heavyweight Championship. Restano infatti da raddrizzare diverse teste calde, tipo Nick Carroll o quel motociclista cafone e puzzone di un Cross. O ancora quella specie di Perry Mason dei poveri, Jack Keenan, e infine quel vecchio scarto della TWNA che spesso dimentica di tenere chiuso il becco, The Gaty. E questi sono soltanto i primi nomi che mi vengono in mente.

Poi però il Corvo dà una violenta pacca sulla spalla di Carson, che quasi molla un urlo di dolore.

SGF: E comunque, bello mio, è ancora presto per approfondire il futuro, anche a te toccherà aspettare le prossime puntate di Indoor War. Per adesso godetevi tutti il presente. Ma fate molta attenzione a quello che accadrà stasera. Perché è solo l’antipasto a ciò che succederà a Night of Gold. E che nessuno si faccia illusioni fin da ora sul risultato di questa due giorni. Vincerò io, non si discute. Sia perché sono un eroe, e poi perchè, come ormai tutti sanno...

Il tedesco si toglie gli occhiali e si mette in primo piano in camera.

SGF: This, is My World!

Dopo di che il Best from the West rivolge un sorrisetto sarcastico alla telecamera. Poi si gira, osserva un attimo il dolorante Carson con uno sguardo di disappunto e infine se ne va via con grande sicurezza. E con le immagini dell’intervistatore che si tiene la spalla ammaccata e cerca di accennare un sorriso nonostante tutto, noi andiamo in pubblicità. Ma restate qui, non andate via, perché il Ten-Men Tag Team Match sta arrivando! Don’t. Change. The Channel!


Up Next: The SoA regroup before the match!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 10/09/2015, 19:43 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Siamo nel backstage, e i membri dello State of Anrchy sono tutti riuniti in un camerino.

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine


Il gigante, vestito elegantemente con una giacca blu e una camicia panna, con pantaloni in completo. Il gigante sta giochicchiando con il suo anello d'argento. Il silenzio è palpabile, mentre Black lentamente si infila l'anello, osservando ad uno ad uno i suoi alleati.

LB: Quindi ci siamo.

Di nuovo una pausa.

LB: Ultimamente non è corso troppo buon sangue fra me e alcuni di voi. E probabilmente non ne correrà per un bel po'. Non sono qui per fare amicizia, come nessuno di voi. Non sono qui per scusarmi. Non sono qui per sembrare meglio di quello che sono.

Black scuote il capo.

LB: Non indorerò la pillola. Siamo dei falliti. Dei nessuno. Il più vincente fra di noi sono io, ed ho vinto due titoli di coppia. Non abbiamo il nome, non abbiamo il curriculum. Ognuno di noi è qui per avere la sua grande possibilità, ma non siamo dei grandi.

Leon sorride.

LB: E se vogliamo essere precisi, non abbiamo nessuna possibilità di vittoria. Siamo contro alcuni dei più pericolosi wrestler della TWC, più Fred. Abbiamo contro il presidente di questa federazione. Ed ognuno di noi domani avrà match importanti. Se saremo fortunati sopravviveremo.

La Unglorified Legend si scrocchia le nocche.

LB: Eppure siamo qui. Nessuno di voi è ancora uscito da questo camerino. Ognuno di voi ha un motivo per combattere questa battaglia. E sinceramente non mi interessa che sia il motivo giusto oppure no. Giustizia, vendetta, orgoglio, potere, gloria. Non posso permettermi di dirvi nulla. Ma posso dirvi qualcos'altro. Questa è la causa giusta. Non possiamo permettere ad Olon di restare al potere. Non possiamo permettere che questa federazione che sta muovendo i suoi primi passi rimanga nelle mani di un incapace interessato solo ai suoi interessi. Non possiamo permettere che un inetto come Fred ottenga dei meriti che non ha. Quale sia il vostro motivo, quale sia il vostro obbiettivo, questa è la causa giusta.

Black fa una pausa di un secondo.

LB: Ed è vero. Sopravviveremo a stento. Ma possiamo fare qualcosa. Possiamo portarceli dietro. Non usciremo da questa battaglia senza ferite. Ma possiamo ferire anche di più. Stanotte farò un bagno nel ghiaccio, ma lo faranno anche loro. Per ogni livido, possiamo fargliene uno più grande. Non abbiamo perso questa battaglia. Non abbiamo perso questa guerra. E stasera dimostreremo di essere i wrestler più pericolosi della TWC.

Il gigante arriccia il lato sinistro della bocca.

LB: Dopo oggi saremo soli. Quelli che oggi considero alleati, domani potrebbero essere nemici. Domani finirà l'era dell'oro. Domani ci sarà il buio. Eppure vi chiedo di restare uniti per oggi. Io non sono un generale, sono un soldato. Da soldato, vi chiedo di combattere al mio fianco.

Il gigante tende la mano in avanti.

LB: Uniti.

Lo sguardo di Black si posa su Kevin Manson, appoggiato alla parete ed a braccia conserte.

KM: Nemmeno io sono qui per fare amicizia e nemmeno io sono qui per scusarmi con nessuno, per quanto qualcuno là fuori lo ritenga necessario. Ciò che riteniamo necessario sia io che loro è finirla con questa pagliacciata. Basta far buon viso a cattivo gioco, basta fazioni, basta Olon, basta con questo stucchevole concetto di "buoni contro cattivi", basta eroi.

The Animal alza gli occhi e rivolge uno sguardo minaccioso a Black.

KM: E parlando di eroi, non mi trovo d'accordo con tutto quanto detto in questa stanza da Black. Io so di essere qualcuno, so di essere pericoloso e so che ognuno di noi è migliore di loro, e li distruggeremo. Non mi nasconderò dietro falsa modestia..

Manson sposta gli occhi su Michael Edwards, mantenendo però un'espressione rabbiosa.

KM: ... non sono il tipo che lo farebbe. Stasera saranno loro a dover sopravvivere, non noi. E da domani.. Beh.. Diciamo che portata a termine una promessa, sarà il turno di un'altra.

Il Painmaker si avvicina annoiato a Leon, poi quasi recalcitrante tende anche lui la sua mano aggiungendola a quella di Black.

TM:A distanza di mesi ci ritroviamo ancora allo stesso punto di prima, qui a discutere di come non dobbiamo lasciarli vincere e di come sia necessario impegnarci il più possibile per non permettere ad Olon ed i suoi sgherri di dominare la federazione. Lo abbiamo già detto in passato e siamo stati sconfitti, ma rivedendo ora le nostre battaglie passate mi sono reso conto del vero punto di forza di questo team. Noi a differenza loro sappiamo incassare sconfitte, per quanto ci buttino a terra ci rialziamo e torniamo all'attacco ogni volta.

Travis si avvicina a Black e Manson.

TM:Nessuno di voi mi sta particolarmente simpatico, potendo scegliere preferirei evitare di incrociarvi o interagire con voi da qualsiasi parte all'infuori di un ring, ma dovendo affrontare una minaccia come Olon non vorrei allearmi con nessun altra persona all'infuori delle persone in questa stanza, perché come me siete in grado di far bruciare la fiamma dell'Anarchy continuamente fino al giorno in cui riusciremo a vincere. Ed a quel punto vi assicuro che loro non saranno in grado di rialzarsi.

Travis tende la mano aggiungendola a quella di Manson e Black. Nel mentre Edwards osserva i tre seduto su una panca e poi volge il suo sguardo ad Andy.

ME: La parola ai due più piccoli ora.

Michael si alza.

ME: Non mi interessa dove andremo a finire stanotte, quale sarà il nostro finale. Mentirei nel dire che non mi interessa vincere. Ma stasera è un'altra storia.

Il Dragon Kid si avvicina a Moon e gli dà una pacca sulla spalla, per poi aggiungere la sua mano al drappello dei tre uomini dello State of Anarchy.

ME: Come il sole capace di bruciare attraverso i suoi raggi le piante, altrettanto faremo noi stasera. Per ogni pugno colpiremo due volte, per ogni insulto risponderemo a calci. Se è questa dev'essere la fine, voglio che sia la più sanguinosa possibile.

Mike lascia l'ultima parola quindi a Andy Moon. Il ragazzo guarda i compagni.

AM: Siamo tutti un uno quando si tratta di scacciare Olon. In un modo o nell'altro. E anche se qualcuno qui mi ha fatto incazzare negli ultimi giorni, non cambia la sostanza. Siamo un gruppo. Combattiamo come tale.

Il ragazzo porge la mano al centro.

AM: Facciamolo.

Leon Black ora sorride, osservando tutti e annuendo.

LB: Sapete, considero alcuni di voi miei amici. Altri invece non mi piacciono. Ma sono fiero di voi. Andiamo a fare il culo ad Olon.

I cinque scompaiono dall'inquadratura.

UP NEXT: State Of Anarchy VS Fox's Army


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 438 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19 ... 30  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
cron
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it