Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 438 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17 ... 30  Prossimo
  Stampa pagina

Re: TWC - Friday Night Indoor War
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 31/07/2015, 19:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Immagine

Immagine


Vediamo The Gaty nel backstage, diretto verso la Gorilla Position. La leggenda è prontissima al suo match con Simon Bosiko, sta aspettando l'OK per andare in scena da un addetto incappucciato...che però lo colpisce a sorpresa con un pugno allo stomaco! Il cappuccio dell'addetto cade all'indietro...

Immagine


BOSIKO! Bosiko sta attaccando Gaty, gli tira un altro pugno al volto, Gaty risponde a sua volta e parte una scazzottata fra i due. Gaty sembra avere la meglio, ma ecco che B lo spinge contro un cassone, e poi contro una transenna appoggiata alla parete opposta del corridoio! Gaty rimane per terra, dolorante, ma ecco che Simon recupera una sedia, la alza...Ma qualcuno gliela toglie da dietro!

Immagine


Andy Moon! Il ragazzo scuote la testa e minaccia B con la sedia ma questo scappa via per il corridoio. Andy si china vicino a Gaty e fa segno ad alcuni medici ed arbitri di venire ad aiutarlo, mentre noi andiamo in pubblicità.

STILL TO COME: BBB VS MICHAEL EDWARDS


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 31/07/2015, 19:23 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Un Ultraman concentratissimo sta vagando senza meta apparente nel backstage.

Immagine


UTM: ONE MORE CHANCE! ONE MORE CHANCE!

Nel processo, con la grazia che lo contraddistingue, fa cadere alcune attrezzature, attirando l’attenzione degli addetti, di uno in particolare, un uomo basso e con i capelli rossi, che prova a rivolgersi all’ultrauomo.

Addetto: Mi scusi, mi scusi, però lei non può fare così, stiamo lavorando…

UTM: ULTRAMAN È SPIACENTE, SIGNORE! NON VOLEVA DISTURBARE IL NOBILE LAVORO DEI FOLLETTI IRLANDESI DELLA TELEVISIONE!

L’addetto strabuzza gli occhi.

Addetto: Folletti? Ma sta scherzando? E perché grida?

UTM: ULTRAMAN È STUPITO DAL SUO COMPORTAMENTO! ULTRAMAN SAPEVA CHE I FOLLETTI IRLANDESI FOSSERO GENTILI E SERVIZIEVOLI, NON SI ASPETTAVA TALE INSOLENZA DA PARTE LORO!

Ultraman spalanca le palpebre e fissa il suo interlocutore, che fa qualche passo indietro alzando le mani.

Addetto: Ok, ok.

Poi si gira e se ne va, abbozzando altre parole.

Addetto: Ma vaffa…

Il nostro eroe ora rialza la testa soddisfatto. Tuttavia, dopo qualche secondo aggrotta le sopracciglia.

UTM: ASPETTATE UN ULTRA-ATTIMO!

Tutti i presenti si girano di scatto verso Ultraman, rosso di rabbia.

UTM: I FOLLETTI SONO CREATURE MAGICHE. MA LA MAGIA NON ESISTE. QUINDI I FOLLETTI NON ESISTONO!!!

Si sente l’urlo di una donna interrompere il discorso, poi alcuni addetti parlare.

Addetto 1: No, vi prego, non di nuovo.

Addetto 2: Spostatevi, spostatevi cazzo!

Addetto 3: Fiiiiiiin! Scappa Finn, scappa!

Il panico si sparge nell’aria, Ultraman è sempre più rosso.

UTM: DOVRÒ RITROVARE IL FOLLETTO CON CUI HO APPENA PARLATO E CHIEDERGLI SPIEGAZIONI A RIGUARDO!

E così Ultraman ricomincia il suo vagare: nel tentativo di seguire l’addetto in questione, nonostante quest’ultimo si fosse diretto dalla parte opposta, si imbatte in una nostra conoscenza.

Immagine


Big Black Boom incrocia il nostro eroe, che lo guarda male.

UTM: TU! SEI TU L’ESSERE MASCHERATO CHE SI FA CHIAMARE PHOENIX! PENSAVO DI AVER RISOLTO L’ARCANO A MILANO, INVECE SEI ANCORA QUÀ!

BBB lo guarda indifferente e fa per andarsene.

UTM: FERMATI, FENICE! HAI CAMBIATO MASCHERA VEDO, ANCHE SE NON È QUELLA CHE TI AVEVO REGALATO IO! PERCHÉ CONTINUI A MANCARE DI RISPETTO ALLA NATURA?

Ultraman allunga un braccio e posa la mano sulla spalla di BBB, provando a bloccarlo. Il wrestler mascherato rimane immobile per qualche secondo.

BBB: Cosa. Cazzo. Stai. Facendo.

Triple B si gira e fissa negli occhi Ultraman.

BBB: Io non sono The Phoenix. The Phoenix è quello che ti ha schiantato col culo a terra due settimane fa, idiota.

Ultraman si rilassa.

UTM: UFF! MENO MALE ALLORA!

BBB: Già, meno male.

Big Black Boom volta le spalle ad Ultraman, ma questi lo afferra un’altra volta, provocando un sonoro sbuffo da parte di Triple B.

UTM: ASPETTA, OMINIDE MASCHERATO! ULTRAMAN STA INSEGUENDO UN FOLLETTO IRLANDESE PER FARGLI UNA ULTRARAMANZINA E HA BISOGNO DI UN NUOVO ULTRA-ASSISTENTE! TU SEI IL PRESCELTO, OMINIDE!

BBB: TOGLIMI QUESTA MANO DI DOSSO!

Per la prima volta qualcuno alza la voce contro il difensore della natura: Ultraman si intristisce di colpo, chinando il capo e facendo tremare il labbro inferiore.

UTM: ULTRAMAN È SPIACENTE! ULTRAMAN VORREBBE DIFENDERE LA NATURA, MA OGNI VOLTA VIENE ULTRA-BASTONATO! ULTRAMAN VORREBBE SOLO FARE DEL BENE, MA NESSUNO CAPISCE ULTRAMAN!

Gli addetti che assistono alla scena sono tutti sorpresi, uno si inginocchia a terra, commosso. BBB coglie il momento e sogghigna, dopo qualche secondo riprende la parola.

BBB: Finché insegui tedeschi che buttano una lattina a terra o robot mascherati, nessuno ti prederà sul serio.

Il mascherato poggia una mano sulla spalla di Ultraman, che sta singhiozzando.

BBB: Dovresti puntare più in alto.

UTM: E COME DOVREI FARE, OMINIDE?

Un altro sbuffo proviene dalla maschera di Triple B.

BBB: Vedi, qui siamo in Irlanda. Questa è la terra del verde, della massima espressione della natura. Dappertutto dovrebbe essere così. Ma ci sono persone che stanno rovinando tutto ciò, persone senza scrupoli che costruiscono palazzi dove prima c’erano parchi, grattacieli dove prima c’erano alberi.

UTM: ULTRAMAN HA CAPITO! SERVE CHE TUTTI I MURATORI, TUTTI GLI OPERAI VENGANO ULTRA-DUSTRUTTI!

Ultraman si gira di scatto, ma Big Black Boom lo ferma nuovamente.

BBB: No, steroide idiota ambulante. Non loro. Loro sono solo pedine. Devi trovare quelli che le muovono.

Ultraman aggrotta la fronte.

UTM: ULTRAMAN NON CAPISCE!

BBB: Non mi sorprende. Sai, per costruire un palazzo, non bastano di certo gli operai. C'è qualcuno che dice agli operai cosa fare. Quelle persone sono gli ingegneri.

Ultraman sorride e annuisce.

UTM: GIÀ! GLI INGEGNI...

Ultraman si prende qualche secondo.

UTM: IGEGENNIE...

BBB aspetta davanti a lui.

UTM: INGIENNI...

Ultraman torna rosso di rabbia.

UTM: COLPA LORO E DEL LORO POCO RISPETTO PER LA NATURA!!!

Big Black Boom è stupito da quanto velocemente l'ultrauomo si sia riscaldato.

UTM: ULTRA-OMINIDE, TU MI AIUTERAI A SCOVARE QUESTA RAZZA DI UOMINI SENZA SCRUPOLI!

BBB: No, idiota: io ho da fare. Ma sono convinto... Ultra-convinto, che mister Fox Olon ti aiuterà ad organizzare qualcosa. Vai da lui, ti saprà aiutare.

Triple B usa un tono amichevole con Ultraman.

BBB: Questa è la tua nuova chance. One more chance, Ultraman. Fai vedere a tutti chi sei.

Il nostro eroe si gira di scatto.

UTM: ONE MORE CHANCE! ONE MORE CHANCE!

Vediamo Ultraman incamminarsi urlando, finché le immagini non riprendono uno degli addetti di prima.

Addetto 1: Non posso credere a ciò che ho appena visto!

UP NEXT: GUNTHER AND THOMAS BELL HIT THE ROAD!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 31/07/2015, 19:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561


Questa canzone può significare una cosa sola! Gunther Schmidt entra nell’arena, in tenuta da ring e sguardo concentrato.

Immagine


Siamo quindi pronti per l’Hudson River Match! Il gigante bavarese mostra i muscoli al pubblico, che risponde con parecchi fischi. Il membro della BDK però si disinteressa della cosa e si dirige verso il ring, salendo utilizzando i gradoni d’acciaio, e poi si posiziona in mezzo al ring.



Ed è ora di Thomas Bell, che entra nell’arena accolto da un discreto pop, che il ragazzo ricambia con un sorriso ed un applauso.

Immagine


L’allievo di Black poi parte in corsa e si tuffa sul ring, attaccando subito l’avversario. Scambio di pugni violento in centro al ring, mentre l’arbitro Thomas Kiley fa segno di suonare la campanella.

Immagine


Hudson River Match:
Gunther Schmitd Vs. Thomas Bell


Scambio di pugni fra i due wrestler a centro ring, con il tedesco che prende rapidamente il vantaggio grazie alla stazza. Bell arretra e si appoggia alle corde, Gunther prende la rincorsa e tenta un Lariat, ma Bell si abbassa e tira con se la terza corda, facendo rotolare fuori l’avversario. Schmidt prova a rialzarsi fuori ring, ma viene investito dal suo avversario, che connette un Suicide Dive. Il ragazzo di colore annuisce soddisfatto e osserva il tedesco a terra, poi si dirige verso il ring, solleva la copertura ed inizia a cercare un oggetto per colpire l’avversario. Prima estrae una mazza da baseball ricoperta di filo spinato, poi un martello da fabbro, ma getta entrambi sul ring, per recuperare un fenicottero rosa in plastica. Selezionata la sua arma inizia a colpire il suo rivale con svariati colpi sulla schiena, che strappano urla di dolore al tedesco. Bell, dopo una razione di colpi con il pericolosissimo oggetto, lo mette contro il collo dell’avversario e comincia a soffocarlo. Passa qualche secondo, ma improvvisamente il fenicottero si spezza e Bell lo getta via. L’erede della Unglorified Legend allora si avvicina a Jessica Rose e inizia a parlarle tranquillamente per qualche secondo, ottenendo dalla ragazza un rossetto. Quando però Bell si volta Schmidt si è rialzato e tiene in mano dei piatti di una batteria, che procede a utilizzare per colpire il suo avversario. Il frastuono è impressionante, ma Gunther sembra apprezzarlo, infatti rifila una decina di colpi al suo avversario, consegnando infine i piatti proprio a Jessica Rose. Il gigante ributta Bell sul ring, si avvicina ad un membro del pubblico in prima fila che indossa una maglia di Tyler Nolan, e inveendo gli strappa l’indumento, lasciandolo a torso nudo! Il bavarese sembra soddisfatto e torna sul ring, in un misto di applausi e fischi. Bell nel frattempo si è rialzato, quindi Gunther gli rifila una Mastiff Press Slam.

Immagine


Bell impatta al terreno con violenza e il tedesco inizia ad inveire nella sua lingua contro di lui, per poi scendere di nuovo dal ring, toccarsi la testa con l’indice della mano destra ed estrarre da sotto il ring un secchio. Le telecamere riprendono il secchio dall’alto e possiamo vedere come sia pieno d’acqua. Il mastino sembra piuttosto soddisfatto della cosa, infatti sale sul ring e rovescia il contenuto del secchio su Bell. Il bavarese poi va dall’arbitro e inizia a parlare con lo stesso, con il discorso che viene catturato da una telecamera.

GS: Quella essere acqua di fiume Hudson. Io vincere match.

TK: Signor Schmidt, lei deve gettare fisicamente il suo avversario nel fiume, non basta bagnarlo.

GS: Tu no contare me giusta.

TK: La prego, non la renda più difficile di quanto già non sia.

GS: Noi fare conti dopo.

Gunther si riavvicina al suo avversario, che però si è rialzato e gli fa segno di fermarsi. Il membro della BDK lo osserva, mentre Bell estrae da una tasca un mazzo di carte, per poi iniziare mescolarlo. Finalmente il ragazzo di colore porge il mazzo a Gunther, facendogli segno di scegliere una carta. Il mastino la prende e la mostra alla telecamera. Possiamo vedere come sia un jack di quadri. Bell, senza guardare la carta, la riprende e mescola il mazzo, aprendolo poi a ventaglio davanti al suo avversario. Gunther, infastidito, colpisce le carte, buttandole tutte a terra tranne una, che si rivela essere il jack di quadri. Il mastino sgrana gli occhi e Bell lo colpisce con un calcio alle gambe, mandandolo in ginocchio.

Immagine


Modified Memories! Bell recupera tutte le carte sparpagliate sul ring, poi le consegna all’arbitro, che non sapendo cosa fare se le infila nel taschino sul petto. Il ragazzo americano recupera la mazza da baseball, poi esce sull’apron ring, appoggia la mazza sulla seconda corda, abbassa la terza e si spinge all’indietro, tendendola. Improvvisamente si molla, scagliando la mazza a mo’ di proiettile di ballista contro Gunther, che grugnisce infastidito, rialzandosi. Bell osserva il suo avversario, poi corre verso il backstage, inseguito dal mastino armato di martello da fabbro. Le telecamere ci lasciano al buio per qualche secondo, poi finalmente l’azione riprende quando vediamo Bell che è appoggiato ad un tavolo e sta chiacchierando amabilmente con Travis Miller, che sta scrivendo qualcosa su un MacBook Pro.

Immagine


Improvvisamente spunta Gunther Schmidt, che tenta di colpire l’avversario, mancandolo completamente e sfondando il computer e tutto il tavolo. Mentre un ammutolito Miller osserva i rottami Bell scappa in un corridoio, inseguito a pochi metri dal tedesco. Bell sfruttando una finestra aperta si butta sul balcone parallelo al corridoio stesso, ma Gunther lo segue sfondando un vetro con la sua stazza. Vista la mala parata Bell ritorna nel corridoio, seguito dal mastino, che sfonda un’altra finestra. Bell lo osserva e ritorna sul balcone. Finestra sfondata. Corridoio. Finestra sfondata. Balcone. Finestra sfondata. Corridoio. Finestra sfondata. Balcone. Finestra sfondata. Corridoio. Finestra sfondata. Balcone. Finestra sfondata. Corridoio. Finestra sfondata. Balcone. Finestra sfondata. Gunther, notevolmente stordito, barcolla, mentre Bell decide di riprendere la fuga. Il ragazzo di colore incrocia svariati wrestler nel corridoio e li saluta uno ad uno, imitato da Gunther. Finalmente il più giovane dei due svolta a destra all’improvviso e quando la telecamera e Gunther lo raggiungono, è sparito. Nel corridoio c’è solo un tizio in impermeabile giallo, occhiali da sole, cappello a falda larga e lunga barba bianca.

GS: Tu no vedere dove essere andato Thomas Bello?

Il signore indica una direzione con il dito e Gunther riparte all’inseguimento. Appena il gigante si è allontanato il signore si toglie i vestiti e sotto compare Thomas Bell. Incredibile travestimento per lui, che sfrutta il momento per rifugiarsi in una stanza poco più in là. Il ragazzo inizia ad esplorare il luogo e notiamo che è pieno di antichi reperti. Bell inizia ad ammirare un vaso, che grazie alla targhetta apprendiamo essere della dinastia Ming.

TB: Non male.

Improvvisamente il vaso esplode in mille pezzi e rivela che al suo interno era contenuto Gunther Schmidt! Bell schiva un colpo di martello da fabbro, che va a colpire il ginocchio di una statua raffigurante la Pietà. Schmidt continua il suo assalto colpendo questa volta il naso di una statua raffigurante un Davide che si prepara a combattere contro Golia. Altro colpo, che infrange una statua di ghiaccio. Bell si tuffa sotto una scrivania stile impero, che viene sfondata da una martellata. Bell si getta fuori dalla stanza ed entra nella stanza accanto, che sembra essere quella di Mr. Fox Olon. Il chairman della TWC sta cercando un libro dalla libreria, infatti possiamo vederlo solo di spalle. Bell si avvicina e lo afferra per una spalla, girandolo.

Immagine


Gunther Schmidt, in giacca e cravatta prova a sferrare un colpo di martello a Bell, che lo schiva con una capriola. Il colpo va ad infrangersi sullo schermo di un computer, che fa scintille. Improvvisamente le scintille appiccano il fuoco a dei documenti sulla scrivania. Bell e Gunther osservano la scena in silenzio, mentre il fuoco si propaga alla scrivania, alla libreria e in breve a metà stanza. I due escono dallo studio del GM e chiudono la porta. Il fumo inizia ad uscire dalle fessure, i due quindi si guardano intorno e recuperano dello scotch da pacco, sigillando la porta. Finito il lavoro i due si scambiano uno sguardo soddisfatto. Bell passa il martello di fabbro a Gunther, che prova a colpirlo di sorpresa, mancandolo e facendo esplodere un estintore. La stanza si riempie di polvere, e Bell sfrutta il momento per scappare verso l’uscita dell’arena. Gunther parte all’inseguimento, ma il ragazzo di colore sembra sparito. Il bavarese inizia a seguire delle orme di polvere, che piano piano conducono nella zona degli spogliatoi. Le orme improvvisamente si interrompono, proprio in centro al corridoio. Gunther si guarda intorno, osservando le porte. Finalmente ne apre una, e troviamo Greasy e Psycho, intenti a costruire con dei Lego una riproduzione in scala 1:1 di Kevin Manson.

Immagine Immagine


Il wrestler osserva i due individui mascherati, poi si avvicina e aggiunge un pezzo sulla spalla, soddisfatto. Il gigante esce dalla stanza, poi si infila in un'altra porta. Quando la apre si ritrova in una landa innevata, e vede un uomo, che lo osserva interrogativo.

Immagine


Gunther lo osserva, per poi uscire e chiudere la porta.

GS: Mastino no piacere troppo questo corridoio.

Gunther poi sceglie un’altra porta, ritrovandosi nello stesso corridoio di prima. Il gigante sembra infastidito, ma sceglie un'altra porta, che una volta aperta rivela solo un muro. Il gigante la richiude ed entra in quella successiva.

Immagine


È Andy Moon, immobile, che si indica la mano. Gunther lo osserva per qualche secondo, poi prova a dargli il cinque, ma Moon, rigido, cade per terra. Il bavarese decide di uscire, chiudendosi la porta alle spalle. Altro tentativo.



Il membro della BDK esce dalla stanza. Apre una porta e si ritrova in una sala da ballo anni venti.

GS: No.

Esce, altra stanza. È una gigantesca stanza bianca, con al centro solo una colonnina su cui c’è un pulsante rosso. Il gigante si avvicina e preme il pulsante. Una voce si spande nella stanza.

???: Otto.

Il gigante preme di nuovo.

???: Otto.

Il tedesco esce, ed apre un’altra porta.

Immagine


Un uomo in giacca di pelle sta sputando fuoco e Gunther arretra, uscendo.

GS: Ultima porta, poi io va a buttare me in fiume.

Gunther apre una porta e precipita giù per un pozzo. Atterrato sul fondo il mastino si scuote un po’ e inizia a seguire un enorme corridoio scuro, adornato da enormi statue, che ad occhio misurano circa 115 metri. Il gigante cammina per diversi minuti nella gigantesca struttura, giungendo finalmente alla fine, dove trova due gigantesche porte, che apre spingendo. Dietro le porte trova un uomo vestito elegantemente.

Immagine


???: Benvenuto nella sede dei Guerrieri dell’astuccio penico del nord. Cosa cerchi? Verità? Saggezza? Ricchezza?

GS: Thomas Bello.

???: Da quella parte.

L’uomo indica un ascensore. Gunther ringrazia con un gesto della mano, schiacciando il tasto dell’ascensore. Il gigante entra e schiaccia il tasto del piano terra.



Gunther fischietta insieme alla musica, mentre l’ascensore percorre la strada che lo riporta all’arena. Quando finalmente le porte si riaprono il gigante bavarese esce e si dirige verso l’area ristoro. Lì, ad un tavolino, ci sono Bell, Leon Black e Lucy Fisher che stanno bevendo una birra.

Immagine Immagine

Gunther vede i tre, solleva il martello per colpire Bell, poi ci ripensa e si siede al tavolo.

GS: Cameriere, birra.

Il cameriere porta una bottiglia, che il gigante tracanna rapidamente.

LB: Bene. Briscola? Io e Lucy contro te e Thomas.

GS: Io picchiare.

Il gigante ribalta il tavolo e riparte all’inseguimento di Bell, che riprende a correre. I due seminano morte e distruzione per tutta l’area ristoro, mentre Carroll passa tranquillamente fischiettando, ignaro del pericolo.

Immagine


Il ragazzo di colore scavalca un paio di feriti, riversi per terra con diverse ferite alla testa, a quanto pare causate da un oggetto contundente. Bell improvvisamente si tuffa in mezzo ad un gruppo di poliziotti in tenuta anti sommossa, che vengono rapidamente messi fuori gioco da Gunther. Bell però afferra una pistola e spara un colpo. Il proiettile manca Gunther e colpisce in pieno l’arbitro Thomas Kiley. L’ufficiale di gara cade in ginocchio, mentre i due wrestler corrono al suo capezzale.

TK: Ragazzi, dite a mia moglie che la amo.

TB: No Thomas, ti salveremo. Resta con noi, non puoi lasciarci.

GS: Dummkopfe Bello ha ragione. Noi bisognare di te.

TK: Ragazzi, ho tanto freddo. Mi spiace.

TB: Per favore Lance, potresti spostarti?

Lance Murdock, in jeans e maglietta, si allontana con il suo ventilatore.

Immagine


TK: Grazie, molto meglio.

Improvvisamente Bell mette una mano sul petto dell’arbitro ed estrae le carte dalla tasca. Le carte hanno trattenuto il proiettile. Kiley esulta improvvisamente e Bell e Gunther si abbracciano.

Immagine


Belly to Belly Suplex di Gunther, che recupera il suo martello. Bell rotola lontano e si dirige verso una porta, su cui brilla una insegna al neon che recita: “Stanza degli oggetti contundenti”. Il ragazzo apre la porta, cerca qualcosa, e recupera un bicicletta. Thomas inizia a pedalare, inseguito da Gunther, che corre su un barile, facendolo rotolare sotto i piedi. I due continuano così per alcuni minuti, finché il barile non si rompe, liberando un nano. Gunther lo osserva, poi lo afferra e lo lancia contro Bell, che finisce a terra. La bicicletta va ad infrangersi contro una vetrina piena di statuine di Swaroski. In quel momento passa Jack Keenan.

Immagine


Il lottatore sta pedalando su un tandem insieme all’artista una volta conosciuto come Paz.

Immagine


Bell spinge giù Keenan, mentre Gunther spinge giù Jeffrey.

JK: Nigga stole my bike.

JB: Nazi stole my bike.

HH: You’re both right, brother!

Immagine


GS: Io prendere te, Bello.

TB: La tua ossessione è spaventosa, amico mio.

I due accelerano il ritmo di pedalata, passando davanti a i Guardians of Truth, Vincent Cross, Big Black Boom, e Christophorus Schmidt che stanno facendo una piramide umana.

Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine


A quanto pare Samantha Hart non è presente, ma improvvisamente i due vengono superati proprio da quest’ultima, inseguita da Kevin Manson in una carriola.

Immagine Immagine


Improvvisamente l’arbitro Kiley raggiunge i due, guidando una moto stranamente simile a quella di Cross.

TK: Ragazzi, seguitemi.

Il trio si dirige verso l’uscita dell’arena. Mentre passano vediamo Sigfried e Brunild Wagner, che salutano con un cenno Gunther, che ricambia.

Immagine Immagine


Percorso qualche metro, vediamo Sigfried e Brunild Wagner, seduti su una panchina che chiacchierano. Gunther li saluta. I due ricambiano con un cenno della testa. Dopo qualche minuto il trittico si ferma per far passare Sigfried e Brunild, che attraversano il corridoio. Gunther gli fa un cenno con la mano, ricambiato. I tre ripartono ad una velocità folle, sfrecciando vicino a Sigfried e Brunild che salutano Gunther, che ricambia. Finalmente vediamo l’uscita, da cui stanno entrando Sigfried e Brunild, sorridenti, che salutano Gunther in tedesco, a cui il mastino risponde con un urlo. I tre finalmente escono dalla arena. Kiley si dirige verso la metropolitana, precipitando giù dalle scale e distruggendo la moto. L’arbitro si rialza, illeso, mentre i due wrestler hanno parcheggiato la bici e si stanno scambiando pugni nella zona dei tornelli. L’arbitro si dirige verso la macchina dei biglietti, estrae delle monete e compra tre biglietti. L’arbitro fa passare prima Bell, poi Gunther, infine passa anche lui. I due wrestler, colpendosi con dei poderosi pugni, si dirigono verso la linea Blu, ma l’arbitro li spinge indietro e li dirige verso la linea rossa. I due scendono le scale mobili, spingendo e facendo cadere una vecchietta, che rotola per una decina di gradini. Arrivati alla fine Gunther e Bell la aiutano a rialzarsi, per poi entrare in un treno.

TK: No, non quello!

Ma le porte si chiudono, lasciando Kiley e il cameraman da soli. Dopo qualche secondo passa un secondo treno, diretto nella stessa direzione.

TK: Aspettami qui. I’ll be back.

L’arbitro entra nel treno, osservando fieramente in telecamera, mentre le porte si chiudono davanti a lui. Il cameraman si dirige verso le macchinette e prende una bottiglietta d’acqua frizzante. L’uomo poi si siede su una panchina, ed inizia a bere. Passano alcuni minuti, fino a che non arriva un treno in direzione opposta rispetto a quello di prima, ed ecco uscire Thomas Kiley con i due valorosi combattenti, che stanno lottando usando due ombrelli.

TK: Se vuoi sopravvivere, seguimi!

Il cameraman corre nel treno, riuscendo ad entrare appena prima che si chiudano le porte. Nel frattempo Bell è riuscito a rubare un sassofono ad un artista ambulante e sta cercando di farlo ingoiare a Gunther. Il mastino invece non pare intenzionato ad aprire la bocca. Dopo una dura lotta ed una lunga contrattazione, Gunther accetta di suonare, finché una rivolta dei passeggeri non sbatte fuori i quattro impiegati TWC. Un losco figuro si avvicina ai quattro.

Immagine


GS: Io no ricordare te.

TB: Nemmeno io.

???: Io sono Kodlak, il distruttore.

GS: Io ricordare di macchina fotografica.

I due wrestler riprendono a combattere, lasciando Kodlak a rimirarsi i bicipiti. I due si arrampicano su per una scala, tallonati dall’arbitro. Finalmente usciamo dalla metropolitana, e ci ritroviamo su un peschereccio. Bell saluta Sigfried e Brunild, che stanno pescando.

GS: Das ist Scheiße!

I due riprendono a combattere, scendendo sul molo. Il cameraman rimane intrappolato però in una corda, mentre Kiley, Bell e Gunther si allontanano. Il cameraman cerca di liberarsi disperato, continuando però a riprendere i due combattono, sempre più lontano.

Immagine


Improvvisamente arriva Ultraman a cavallo di due delfini! L’eroico difensore della natura, salta con un balzo sul peschereccio.

UM: SALVE, UMANO! SONO QUI PER SALVARTI!

Ultraman slega il cameraman, che scatta dietro ai lottatori, mentre Ultraman si rituffa in mare, seguito dai delfini. Il trio, nel frattempo, si è allontanato e sta salendo su una nave da crociera. Il cameraman corre disperato per prenderla, ma la nave parte senza di lui. L’uomo cade sconsolato, ma improvvisamente una mano si poggia sulla sua spalla.

Immagine


???: Salve, cittadino.

CM: Oggi non è giornata.

???: Io sono Green Guard. E tu mi sembri bisognoso di aiuto.

CM: Si, dovrei prendere quella nave.

GG: Non temere, cittadino. Ho qui il mio Green Motorboat! Salta su. Nessuno verrà abbandonato.

CM: Grazie Green Guard.

E sulle immagini della nave da crociera che si allontana nel tramonto, seguita da un motoscafo verde e da Ultaman che surfa su un delfino, noi andiamo in pubblicità.

UP NEXT: NICK CARROLL IS IN OLON'S OFFICE


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 31/07/2015, 19:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Le immagini ci portano davanti all'ingresso per gli atleti della O2 Arena di Dublino. Dopo qualche secondo vediamo sbucare Nick Carroll.

Immagine


Il bostoniano, vestito in maniera sportiva e col borsone a spalla, entra nell'edificio, il volto teso e corrucciato. Dopo aver fatto qualche passo, Nick viene immediatamente intercettato da qualcuno.

Immagine


È Fox Olon, il Chairman della TWC.

FO: Eccoti qua, Carroll! Stavo cercando proprio te!

L'ingegnere posa il borsone a terra e sbuffa, evidentemente infastidito.

NC: Cosa vuoi, Olon? Non ho alcuna intenzione di perdere tempo con te stasera.

Il newyorchese sfoggia un ghigno malefico, poi comincia a parlare.

FO: Non ti preoccupare, sarà questione di attimi. Volevo solo informarti che poco fa qualcuno si è recato nel mio ufficio chiedendomi che tu venga messo in un match. Questa persona vuole affrontarti perché dice di dover vendicare un tuo affronto imperdonabile. Dopo aver ascoltato le sue argomentazioni non ho potuto far altro che dargli ragione e concedergli questo incontro, perciò ti consiglio di andarti a preparare perché a breve dovrai essere sul ring.

Il biondo non sembra molto felice di questa notizia.

NC: Si può almeno sapere chi sia questo tizio? Sai, non sono proprio dell'umore giusto per combattere ed ho la sensazione che questa storia dell'affronto sia una grandissima stronzata.

Il sorriso di Olon si allarga sul suo volto.

FO: Questo lo saprai più tardi Nick, voglio che sia una sorpresa. Puoi stare certo che quest'uomo ha i suoi buoni motivi per disprezzarti. E non essere così negativo, magari una sgambata sul ring ti metterà di buonumore.

Fox fa l'occhiolino a Carroll per poi girare i tacchi ed andarsene, sempre ridacchiando. Nick lo osserva allontanarsi con sguardo truce e quando il GM gira l'angolo, sospira.

NC: Qui c'è qualcosa sotto, ne sono convinto. Bah.

Dopo qualche istante Nick riprende il borsone da terra e se ne va, l'espressione ancora contrariata.

STILL TO COME: EDWARDS VS BBB


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 31/07/2015, 19:52 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Immagine

Sul titantron troneggia il logo del talk-show di Lance Murdock, Il Devil is in the details. Dentro il quadrato vediamo un tappeto nero coprire il ring con sopra delle poltroncine di pelle nera posizionate vicino ad un televisore appeso. Tutto è pronto ed il Daredevil non si fa attendere: le gloriose note di Mozart risuonano nell'arena e DD fa la sua entrata in scena accolto da una reazione mista del pubblico: in molti intonano cori a suo favore mentre altri inneggiano a Paz o Jack Keenan. Il Preacher si presenta sullo stage con una giacca di velluto nera sopra la sua t-shirt ufficiale e degli eleganti pantaloni neri sopra a un paio di mocassini, anch'essi neri. In volto i suoi occhiali da sole a coprire l'espressione mentre percorre la rampa impassibile a braccia aperte. Giunto nel ring si fa passare un microfono e si getta su una delle due poltrone presenti sul ring



Immagine


LM:Dublin: say my name!

Gran parte risponde intonando il nome del wrestler mentre altri rispondono con dei fischi ed il Salvatore digrigna i denti frustrato dalla reazione

LM:Un certo avvocato tempo fa mi disse di godermi il tour europeo e di riprendere la causa al ritorno in America. Purtroppo non sono un tipo a cui piace aspettare e soprattutto non ho intenzione di dargli tutto questo tempo per avvantaggiarsi perciò benvenuti ad un altro Devil is in the details!

Ancora reazioni miste da parte del pubblico che fa scuotere la testa all'uomo senza paura

LM:Mi piange veramente il cuore sentire alcuni tra voi inneggiare a quello stolto di Jeffrey o a quell'egomaniaco di Keenan... Io mi son sbattuto tutta la vita per portarvi qualità e divertimento! E voi? Mi girate le spalle in questo modo? In molti tra di voi pensano che non ci tenga davvero a Paz per via dei miei modi rudi ma è proprio ciò che dimostra quanto sia disposto a sacrificare per fargli trovare la retta via! Svegliatevi, siamo nel mondo reale, non è con le fiabe della buona notte che riuscirà a scalare la gradinata verso il successo!

DD fa no con il dito

LM:Davvero pensate che a Keenan importi della vita del povero Jeff? Lui è soltanto bramoso di stare sotto le luci della ribalta aggrappandosi agli altri come un parassita succhiandogli la linfa vitale e la loro fama. Cerca di togliermi credibilità facendo supporre agli altri che io sia un accolito di Samantah Hart, beh, peccato che il suo castello di carte sia andato in frantumi ad un minimo soffio d'aria. E a dirla tutta non lo biasimo neanche per questo comportamento, chi non vuole accrescere il proprio ego in maniera spropositata? Siamo sinceri! Però il caro facchino in tutto ciò ha commesso un errore: ha pestato i piedi alla persona sbagliata!

Di nuovo alcuni fischi vengono rivolti allo Shepard of lost souls che, sconsolato, sospira

LM:E' un peccato che non capiate, ci deve essere qualcosa che non va visto che siete più inetti di Jeffrey... forse è per questo che siete dalla sua parte. Beh, allora è con piacere che vi annuncio il vostro idolo: Jeffrey "the failure" Bennet! Porta il tuo culo qua fuori e discutiamone da veri uomini senza nascondersi dietro avvocati!



Nuova theme per Jeffrey che si presenta sullo stage vestito con una delle sue larghe felpe, di colore viola, abbastanza seccato dai discorsi del Savior. Si dirige alla svelta verso il ring con le mani in tasca mentre buona parte dell'arena si esibisce in cori a suo favore. Giunto nel ring si fa passare un microfono e si siede nell'altra poltrona, di fronte a Murdock, guardandolo negli occhi

Immagine


JB:Murdock... basta! Sei fortunato che l'ordine restrittivo sia valido solo in America... Sono mesi ormai che mi tormenti impedendomi di vivere una vita normale. Sei un maledetto stalker ed ho deciso di trattarti da tale. Vedi, sono ricorso per vie giuridiche perché sapevo bene che non ci sarebbero stati altri mezzi che ti avrebbero tenuti lontano da me, non per codardia. Non c'è nessuna scalinata verso il successo da fare: voglio soltanto vivere in pace con la mia famiglia senza la luce dei riflettori.

Murdock lo fissa per degli istanti scoppiando poi a ridere

LM:La tua famiglia, Jeff? Vuoi veramente portare nel discorso la tua famiglia?

Il wrestler di Hell's Kitchen si fa serio

LM:Vogliamo parlare di tua moglie? Quella che ti ha lasciato disperata perché non riusciva a tirare su un figlio perbene affianco ad un marito drogato? Che non poteva acquistare neanche dei pannolini per il piccolo dato che quei pochi soldi che tenevate da parte li hai mandati in fumo? Letteralmente!

Bennet vibra dalla rabbia. Stringe i pugni e digrigna i denti resistendo alla tentazione di assalire il suo interlocutore

JB:Ammetto di aver compiuto degli errori. Sono un umano come molti e molto spesso erro ma quello fa parte del passato! Ora sono una persona nuova tanto che Beth ultimamente si sta riavvicinando, convinta dai miei cambiamenti.

LM:Non essere ingenuo, Jeff! Se stai tentando di darti una ripulita è solo per via delle svariate umiliazioni che ti ho inflitto in mondovisione: senza il mio intervento ora saresti in uno squallido motel con un ago su per il braccio! E poi pensi veramente che Beth abbia deciso spontaneamente di ricontattarti? Sono stato io a convincerla! Le ho fatto capire che avevi bisogno di lei al tuo fianco per riprenderti. Se non fosse per me ti odierebbe ancora. E' ora di affrontare la realtà, Jeffrey: se la tua vitta è migliorata lo devi solo al mio intervento!

L'uomo senza paura si batte la mano sul petto dopo questo discorso tenuto con tono autoritario. Ora con un dito indica l'ex Paz guardandolo in faccia e riprende il discorso

LM:Devi reagire, Jeff! Cosa vuoi fare della tua vita? Non puoi lasciarla nelle mani del fato perché non esiste! Esisti solo tu e devi plasmare il mondo secondo la tua volontà di potenza! Fai la cosa giusta e rigetta l'ordine restrittivo.

L'ex Paz si alza dalla poltrona, terribilmente scosso, quasi in lacrime. Si va ad appoggiare ad un angolo con le mani sulla faccia. Si gira poi verso il salvatore con gli occhi iniettati di sangue che apre le braccia pronto ad accoglierlo. Prima che Bennett però possa compiere gesti sconsiderevoli ecco che risuona la theme di Jack Keenan.



Il Pain Deliverer non si fa attendere, presentandosi subito sullo stage: Keenan indossa questa sera un completo decisamente elegante oltre all'immancabile sorriso beffardo, che stona un po' con la scena quasi drammatica a cui stiamo assistendo sul ring.

Immagine


Keenan: Dublin, Ireland... say my name!

La reazione del pubblico è abbastanza ambigua: da una parte dell'arena (che ora sta alzando i cartelli "Murdock section", ndr) partono una serie di fischi, ma una fetta di pubblico risponde con un sonoro "JACK KEENAN!", che il Pain Deliverer accoglie con una risata.

Keenan: Wow, Dublino, se non sapessi che è impossibile direi quasi che la mia faccia vi è familiare... beh, come avete detto, my name is Jack Keenan and I deliver Pain!

Keenan intanto è arrivato nella zona ring e decide di non farsi più attendere da Murdock e Bennett, che nel frattempo sono rimasti quasi paralizzati nelle rispettive posizioni.

Keenan: Prima di essere frainteso, vorrei chiarire che non sono qui perchè il mio cliente, Jeffrey Bennett, non mi sembrasse in grado di far valere il proprio pensiero di fronte al TWC Universe e all'host di questo talk-show, Lance Murdock, aka Friedrich Nietzsche, ma semplicemente perchè mi sono sentito chiamato in causa. Iniziamo con le scuse: Murdock, mi dispiace di averti collegato a Samantha Hart, una serie di indizi portavano in quella direzione e molto spesso una serie di indizi fanno una prova... meglio così, saperti un seguace della piccola Samy avrebbe distrutto ogni possibile residuo di rispetto umano che avrei potuto avere per te, mentre a quanto pare questo destino è stato riservato a un redivivo Wild Roman, un tale Franklin Dixon e soprattutto al buon Chris Eddy Drake.

Keenan si volta verso la telecamera, che lo inquadra subito in un primo piano mentre scuote la testa ed applaude ironicamente. Dopodichè, torna a voltarsi verso Murdock e Bennett.

Keenan: Ma evidentemente non è per questo che siamo qui, stasera. Vedete, prima non ho potuto fare a meno di sentire Murdock definirmi una sorta di "egomaniaco" per il semplice motivo che sto cercando di tutelare quella che io considero la libertà di una persona... sinceramente, questo non combacia con la mia definizione di "egomaniaco", ma non sta a me giudicare. "Non vale la pena avere la libertà se questo non implica avere la libertà di sbagliare". Non è qualcosa che dico io, è qualcosa che ha detto un certo avvocato rispondente al nome di Mohandas Gandhi. Ora, certamente non voglio paragonarmi ad una figura di tale spessore, ma spero che questa citazione vi abbia aiutato a capire come la penso. Vediamo di analizzare la situazione: Jeffrey Bennett ha fatto errori nel suo passato? Certamente sì, come tutti. Jeffrey Bennett si è reso conto di quali fossero questi suoi errori? Sì, lo ha ammesso lui stesso prima. Jeffrey Bennett aveva bisogno di aiuto al suo arrivo qui in TWC? Forse sì, non sta a me giudicarlo, aveva un lavoro, certo, ma non si può dire che la sua vita fosse perfetta. Jeffrey Bennett aveva bisogno dell'aiuto di Lance Murdock, che lo ha portato tanto vicino all'orlo del burrone da portarlo a voler lasciare questo lavoro, quasi l'unica cosa che gli era rimasta? Penso che sappiate la mia risposta.

Jack Keenan si concede una pausa, mentre cammina avanti e indietro nel ring, a due passi dagli altri due uomini.

Keenan: Per come la vedo io, quindi, questa che si sta svolgendo su questo ring non è che l'ultima delle "umiliazioni" a cui Murdock stesso ammette di aver sottoposto Jeffrey Bennett, portandolo quasi a rinunciare al lavoro su cui ha investito tutta la propria vita. Se la scelta stesse a me, so benissimo quale sarebbe la mia reazione: tuttavia, la scelta sta a Jeffrey Bennett e a Jeffrey Bennett soltanto, perciò è possibile che il qui presente Murdock sia riuscito a convincerlo a fare un passo indietro anche dalla richiesta di un ordine restrittivo, così come aveva fatto con il suo lavoro a War of Change... quindi, sentiamolo dalla sua stessa voce.

L'ex Paz guarda Lance Murdock per poi passare lo sguardo su Keenan e dopo attimi di esitazione dà la risposta

JB:No! Non è mia intenzione ritirare l'ordine restrittivo..

Il discorso di Bennett viene bruscamente interrotto da un Murdock iracondo

LM:Oh, andiamo! Come sei facile da abbindolare, Jeff... Ti ritenevo superiore!

Murdock si dirige poi verso Keenan

LM:In quanto a te, c'era proprio da aspettarselo il tuo intervento. Figuriamoci se potevi lasciarti scappare l'occasione di accrescere ancora il tuo ego rubando le luci della ribalta! Fa piacere però sentire le tue scuse, dimostra che non sei totalmente fazioso e ottuso. Quel minimo di rispetto che provi è senza dubbio reciproco.

DD passeggia attorno a Keenan con una mano in tasca

LM:Mpf, la libertà... Così sopravvalutata! Sono così limitanti le leggi, tendono a fare di tutta l'erba un fascio. Per la legge un individuo come me o te è allo stesso livello di Jeffrey, non lo trovi rivoltante? Un individuo patetico come lui non merita la libertà di scelta, non ne è degno! Bisogna innalzarsi al di sopra delle leggi quando necessario.

Murdock mostra un pugno chiuso in segno di potenza di fronte al Pain Deliverer

Keenan: Dunque siamo al punto di prima, vedo con piacere che continuo ad essere sempre e solo un egomaniaco per te... beh, posso convivere con questa consapevolezza. Comunque, ti ringrazio per avermi inserito in una lista degli "individui superiori", ma non dimentichiamo che un "individuo superiore" come te non ha superato il primo turno nel TWC Championship Tournament.

LM:Tu invece hai fatto un ottimo lavoro con Schmidt, che io avevo battuto giusto due settimane prima, ricordiamolo.

Keenan: Gli incidenti di percorso possono capitare: la sera prima ero stato all'Expo di Milano, al padiglione irlandese in particolare, e avevo fatto indigestione di fish and chips, quindi non ero al 100% della forma.

Queste parole di Keenan risvegliano l'istinto patriottico del pubblico irlandese, che lo apostrofa con alcuni "What?".

Keenan: Comunque, non è questo il discorso. Le leggi ci sono, e ci devono essere, Murdock: anzi, ti dirò di più, in un sistema come il nostro le leggi sono fatte dai nostri rappresentanti, quindi indirettamente tu stesso hai contribuito a crearle. Se qualcuno vuole porsi al di sopra della legge per un sentimento di malriposta superiorità, tutto quello che fa è generare anarchia - e non intendo l'anarchia dello State of Anarchy contro Foxy Olon, no, intendo l'anarchia che può distruggere vite umane o comunque privarle della loro libertà. Guarda caso, quello che tu stai facendo con il mio cliente, Jeffrey Bennett: in questo momento lo definisci un "individuo patetico", che "non merita la libertà di scelta" di fronte ad un "individuo superiore" come te, ma puoi immaginare di metterti nei suoi panni? Certo che puoi, tu stesso eri come lui, ti dice nulla il nome John Dorian? Tu scegliesti di affidarti a lui per mezzo della tua libertà di scelta, con la sua Jeffrey Bennett ha deciso di non fare lo stesso con te, per questo ora siamo qui.

LM:Il salvatore originale era molto più caritatevole, su questo hai ragione. Guarda però che frutti ha dato la libertà alla nostra pecorella smarrita: tempo qualche mese ed era punto e a capo. Bisogna ammettere che anche io ho avuto vari problemi in passato, sono però riuscito a venirne a capo grazie alla mia volontà, qualità in cui Jeffrey pecca. Non pensare che sia un crudele e sadico tiranno che gode nel trattare malamente i suoi discepoli, gli ho dato una possibilità all'inizio ma ha rifiutato e non ho avuto altre scelte.

Keenan: Certo che avevi altre scelte, Jeffrey è qui per dimostrartelo... e quanto alla sua volontà, mi sembra che l'abbia manifestata poco fa...

DD sbuffa

LM:Altre scelte... Sarebbero? Lasciarlo in pace a bucarsi in un angolo? Sarebbe decisamente da codardi. La libertà... che ignobile pretesto per protrarre la propria codardia. Vedi, un buon pastore tiene sotto stretto controllo le sue pecore perché sa che la libertà sarebbe nociva per loro e potrebbero anche finire per ammazzarsi. Io mi sto solamente comportando da buon pastore

Keenan: "Buon pastore", siamo passati alla sindrome di Dio ora, Murdock? Va bene, poniamo che tu fossi completamente in buona fede quando hai deciso di "salvare" il qui presente Jeffrey Bennett, in ogni caso non posso fare a meno di pensare che qualche visita ad un centro di riabilitazione gli avrebbe fatto meglio delle "umiliazioni" a cui hai ammesso di averlo continuamente sottoposto, ma mi arrendo all'evidenza che la vediamo troppo diversamente.

Jack Keenan si zittisce e si dirige verso una delle poltrone presenti sul ring, su cui si lascia cadere, sprofondando nei cuscini in una posizione che pare piuttosto comoda.

Keenan: Dunque, Lance Murdock, ora che sembra che Jeffrey Bennett abbia esternato definitivamente la sua volontà, c'è qualche altro motivo per cui io e il mio cliente dovremmo rimanere su questo ring, oltre a goderci il piacere della tua compagnia?

Il Preacher si passa una mano sul volto nascondendo un ghigno beffardo

LM:Beh, un motivo ci sarebbe. Sai, avevo messo in conto che Jeffrey non avrebbe annullato l'ordine restrittivo. Mi son detto perciò: perché non prepararsi e scegliere un avvocato? E che avvocato, ragazzi!

Murdock emette un risolino divertito

LM:Se la mia compagnia non è di vostro gradimento allora perché non invitare un altro ospite in modo da allietare l'evento? Credo che tu lo conosca già, caro Jack... Ladies and gentlemen: Casey Keenan!

A queste parole Jack Keenan si alza di scatto dalla poltrona, come se fosse stato morso da qualcosa, e si gira verso lo stage con gli occhi sgranati. Proprio in quel momento sullo stage si presenta un uomo in completo elegante, con in mano una ventiquattr'ore e stampato sul volto un sorriso beffardo: senza dubbi Casey Keenan, il fratello di Jack Keenan.

Immagine


Casey non si fa attendere, presentandosi subito sul ring, dove va immediatamente faccia a faccia con il fratello. I due Keenan per alcuni interminabili attimi rimangono immobili, guardandosi negli occhi a pochi centimetri di distanza: poi, dopo qualche secondo Jack Keenan finalmente muove qualche muscolo per slacciarsi la cravatta, come se fosse pronto ad attaccare... ma tutto ad un tratto supera Casey e senza proferire parola scende dal ring, dirigendosi verso il backstage con lo sguardo impenetrabile rivolto fisso davanti a sè. Passa qualche altro istante di stupore, sufficiente a Jeffrey Bennett per accorgersi di essere rimasto da solo: allora Bennett esce a sua volta dal quadrato e, quasi di corsa, inizia ad inseguire Jack Keenan, chiamandolo per nome a gran voce. Ora Casey Keenan e Lance Murdock sono rimasti da soli sul ring, Murdock annuisce alla volta del suo avvocato, soddisfatto e gli stringe con vigore la mano.

Immagine


Su questa immagine le telecamere staccano.

UP NEXT: NICK CARROLL VS ???


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 31/07/2015, 20:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561


Le note di "Scream, Aim, Fire" preannunciano l'arrivo sullo stage di Nick Carroll.

Immagine


Il bostoniano, sempre più incupito, sembra pronto per il suo match. Egli sale sul ring e si appropria di un microfono.

NC: Sono pronto. Esci fuori, chiunque tu sia.



Immagine


La theme song di Ultraman si diffonde nell'arena e vediamo Carroll sbuffare e portarsi una mano sulla fronte, sgomento. Il difensore della natura non sembra curarsi del comportamento del suo avversario e continua ad urlare il suo famoso motto.

UTM: ONE MORE CHANCE! ONE MORE CHANCE! ONE MORE CHANCE!

La musica sfuma e Carroll prende la parola.

NC: Senti Ultraman, io non ho assolutamente voglia di perdere tempo in questo match inutile. Spiegami quale sarebbe il torto che ti ho fatto e sistemiamo la faccenda.

Ultraman guarda male Carroll, sale sul ring e fa per risponfergli. Le sue grida sono ad un volume talmente alto che l'ex Animal non ha bisogno di un microfono per farsi sentire.

UTM: ASSOLUTAMENTE NO! TU LA PAGHERAI CARA PER QUELLO CHE VOI GINGERNERI FATE ALLA NATURA!

Il biondo è perplesso e si porta la mano all'orecchio, chiedendo di ripetere la frase.

NC: Prego?

Ultraman è ancora più indispettito.

UTM: SEI SORDO!? HO DETTO CHE VOI IGNENGIERI DOVETE SMETTERLA DI DETURPARE PAESAGGI COSTRUENDO FABBRICHE E GRATTACIELI! DOVETE RISPETTARE LA NATURA!

Nick sospira in maniera palese e cammina nervosamente sul ring, cercando di trovare la calma necessaria per trattare con Ultraman.

NC: Immagino che non serva niente a spiegarti che per costruire un qualsiasi edificio si deve passare per un lungo iter burocratico del quale fa parte anche una minuziosa verifica dell'impatto ambientale provocato dal nuovo stabile, vero?

Sul volto del difensore della natura appare un'espressione sbigottita, ma dopo qualche secondo il viso di Ultraman diventa nuovamente rosso di rabbia.

UTM: TU STAI CERCANDO DI RAGGIRARMI CON TUTTE QUESTE BELLE PAROLE PERCHÉ NON VUOI SUBIRE LA MIA ULTRARAMANZINA! MA NON MI SFUGGIRAI!!! PRIMA TI BATTERÒ, POI TI SOTTOPORRÒ AL MIO ULTRARIMPROVERO ED INFINE ACCHIAPPERÒ IL FOLLETTO DI PRIMA!

Carroll non fa in tempo a sorprendersi per l'ultima affermazione che Ultraman parte deciso all'attacco con un blocco stile football che lo porta all'angolo. L'arbitro Simon De Jano fa suonare la campanella ed il match ha ufficialmente inizio!

Singles Match: Ultraman vs Nick Carroll


Ultraman infierisce colpendo ancora all'addome l'ingegnere, con De Jano che tenta inutilmente di fermarlo. L'ufficiale riesce infine nell'impresa e l'ex Animal viene sospinto all'angolo opposto. Nel frattempo Carroll tenta di rialzarsi, ma il difensore della natura non vuole perdere il vantaggio acquisito e si lancia con una Spear...

Immagine


Nick la evita ed ultraman si schianta di tenta contro il paletto! Veloce Roll Up del bostoniano: 1, 2, kickout di Ultraman! Il Brain Damager non ha intenzione di perdere altro tempo e chiama la Shutdown. Ma il suo avversario lo spinge via e dopo che Carroll rimbalza alle corde lo lancia all'indietro con un Back Body Drop. The Engineer si tiene la schiena dolorante e non si avvede della rincorsa del wrestler di Jacksonville, che va a segno con un Running Splash!

Immagine


1, 2, no! Ma che rischio per Carroll! Il paladino dell'ambiente lavora la schiena di Nick colpendo con ripetuti Stomp, seguiti da una ginocchiata in caduta. Il bostoniano è in sofferenza ed ora viene abbrancato e spedito a terra con un Belly to Belly Suplex. Ultraman si carica col pubblico.

UTM: ONE MORE CHANCE! ONE MORE CHANCE! ONE MORE CHANCE!

Ed ecco che Ultraman connette con un Big Boot su uno stordito Carroll! Quest'ultimo accusa pesantemente il colpo alla testa, già provata due settimane fa dall'incontro con Sigfried. L'ex Animal si avvicina minaccioso al rivale, il quale con una mossa disperata lo intrappola in una Triangle Choke!

Immagine


Istanti interminabili per il difensore della natura, che non riesce a liberarsi dalla morsa e sembra soffrire molto, tanto da diventare paonazzo in viso. Ultraman non si vuole però arrendere e con uno sforzo sovrumano si riporta in ginocchio... ed ora è in piedi! L'eroe prova a scuotersi di dosso Nick ed alla fine lo schianta a terra con una sorta di Powerbomb! Entrambi i lottatori sono a terra sfiniti. Dopo alcuni attimi, Ultraman si rimette in piedi con l'aiuto delle corde. Il ragazzo di Jacksonville prende in consegna un barcollante Carroll e lo lancia alle corde... Spinebuster! NO! Nick ha trasformato tutto in un DDT! Applausi per lui da parte del pubblico. Ora l'ingegnere fa segno all'avversario di rialzarsi e tenta di colpire con un Superkick! Ma Ultraman schiva e afferra Nick da dietro per poi sbatterlo a terra con una Powerslam! L'eroe è carico come non mai e fa segno di voler chiudere il match! Infatti rialza Carroll e se lo carica in spalla per la sua conclusiva Torture Rack... NO! Il bostoniano scivola alle sue spalle e...

Immagine


Lo sorprende con la Last Thought! 1, 2, 3! Carroll vince e si salva dall'ULTRARAMANZINA, ma che prestazione di Ultraman!

JR: The winner of this match is Niiiiiick Caaaarrooooll!

Il vincitore non sembra dell'umore giusto per esultare, quindi saluta brevemente il pubblico e fa per andarsene dal ring, quando le luci dell'arena si spengono! Una voce femminile echeggia nell'arena.

???: Nick! Ci sei? Sei tu, Nick? Ricordi?

Le luci si riaccendono di colpo e una foto di Nick abbracciato a Jane appare sullo schermo gigante. La foto viene strappata e ora ad essere inquadrati sono Big Black Boom e Jane Murphy.

Immagine
Immagine


Nick, rosso in viso, si dirige di corsa verso le corde.

BBB: Dove vai, Nick? Resta ancora un po'.

Il mascherato indica Jane.

BBB: Ti ho portato un'amica, sarebbe gentile se rimanessi.

Jane saluta con la mano.

BBB: Come vi conoscete voi due? Compagni di università? O vi siete conosciuti ad un galante evento di beneficenza, tra una partita a golf e l'altra?

Carroll fissa lo schermo.

BBB: Oppure vi ha presentato il buon Carroll senior? Te lo ricordi, Nick? Jane dice di ricordarselo. Dice di ricordarsi com'era quel ragazzo, un giovane studente, un ragazzo buono, intelligente, aveva la strada del successo spianata davanti da sé, costruita ad hoc da suo padre. Dice di ricordarsi il signor Carroll, tuo padre, tua madre, tuo fratello. La famiglia Carroll doveva essere molto unita ai tempi, prima del tuo voltafaccia. Ora Jane non ti riconosce più.

Triple B ride e l'ingegnere grida qualcosa contro lo schermo.

BBB: Cosa, Nick? Non capiamo, qui non si sente bene!

Il tono di Boom è tutt'altro che serio, Jane si porta la mano all'orecchio.

BBB: Se hai qualcosa da dirmi, ti ricordo che più tardi questa stessa sera sarò sul quel ring a dare mazzate a Michael Edwards. Prima purtroppo non sarò disponibile.

Il perfidy in a mask avvinghia il fianco di Jane con un braccio.

BBB: Penso che dovrò riscaldarmi.

Detto questo, BBB poggia un palmo sulla telecamera chiudendo il collegamento. Nick intanto esce finalmente dal ring, a passo svelto, senza salutare il pubblico.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 31/07/2015, 20:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Le telecamere si spostano dalla zona ring al backstage, seguendo il movimento di Jack Keenan, che proprio in questo momento sta rientrando dallo stage, ancora vestito in modo elegante, con una espressione di puro furore dipinta sul viso.

Immagine


Keenan attraversa il largo corridoio a lunghissimi passi, quasi di corsa, con lo sguardo fisso verso un punto oltre la telecamera - oppure, più probabilmente, verso nessun punto in particolare. Nella sua "marcia" Keenan urta un paio di persone, senza dare l'impressione di accorgersi del mondo che lo circonda, almeno finchè non viene fermato da un venditore di hot dog, fish&chips ed altri prodotti più e meno locali, il quale ha sistemato la sua bancarella in un angolo del backstage.

Immagine


Venditore: Prego, signor Keenan, vuole provare un po' dei nostri fish&chip...

L'uomo non riesce a finire la frase, perchè il Pain Deliverer allontana di scatto la mano che gli stava porgendo il piatto, facendolo finire per terra. Senza perdere tempo in scuse, Keenan riprende il cammino per la sua strada, ma questo suo attimo di pausa ha permesso a Jeffrey Bennett di raggiungerlo.

Immagine


Bennett afferra bruscamente Keenan per la spalla, lo fa girare, dopodichè lo spinge contro il muro, facendolo quasi finire per terra.

Bennett: Keenan! Si può sapere cosa cazzo sta succedendo?

L'ex Pàz squadra duramente il suo rappresentante legale, che risponde al duro sguardo.

Bennett: Dove pensi di andare, lasciandomi sul ring con Murdock e compagnia bella, eh?

L'unica risposta di Keenan continua ad essere il suo sguardo, duro come il ghiaccio.

Bennett: Mi vuoi far credere che tuo fratello aiuta Murdock e tu non ne sapevi nulla??

Ancora silenzio, l'atmosfera è sempre più tesa.

Bennett: E' così che dovresti difendere i miei diritti??

KEENAN COLPISCE CON UNO SCHIAFFO JEFFREY BENNETT! Il fu Bizarre si tiene la guancia dove è appena stato colpito, incredulo, mentre Keenan mantiene lo sguardo fermo ed implacabile.

Keenan: Sei un po' più calmo, ora?

Bennett: Io sarei quello che aveva bisogno di calmarsi??

Keenan: Mi sembra che sia stato tu a seguirmi fino a qui, a spingermi contro il muro e ad urlarmi addosso.

Bennett: Hai ragione, sicuramente il tuo invece è stato un comportamento molto calmo, su quel ring.

Il Pain Incarnate sospira, dopodichè inizia a camminare avanti e indietro, ossessivamente, proprio davanti a Bennett, che rimane immobile ad osservarlo ed ascoltarlo.

Keenan: Beh, tu che avresti fatto? Se volevano coglierci di sorpresa sono riusciti nel loro obiettivo, sarebbe da ipocriti non ammetterlo: insomma dai, su tutti gli avvocati che ci sono negli Stati Uniti Murdock ha scelto proprio mio fratello, che non c'entra nulla con il mondo del wrestling e che è stato disposto a prendere un aereo per Dublino solo per vedere la mia reazione alla sua "sorpresa"... o pensavi per caso che avessero voluto stupire solo te, Jeffrey?

Jack Keenan si ferma di scatto, e per la prima volta da quando ha preso la parola torna a guardare Bennett negli occhi.

Keenan: E' ovvio che vogliono rendere la cosa personale.

Il Pain Deliverer non si concede nemmeno un attimo per decifrare la reazione di Bennett, ricomincia invece a camminare, girando ora intorno al suo cliente mentre prosegue nel discorso.

Keenan: Tuttavia, il nocciolo della questione è proprio qui, Jeffrey: la cosa non è personale. Lo è fra te e Murdock, per gli ovvi motivi che conosci benissimo; non lo è tra me e mio fratello. In questo momento, io non sono qui a fare le veci di Jack Keenan, del Pain Deliverer, del Pain Incarnate, del Monster inside of TWC, TWC itself doesn't want to recognize; sono qui anche e soprattutto come tuo rappresentante legale, e come tale i miei legami non interferiscono minimamente con la mia lucidità davanti al giudice. Casey ha deciso di contattare Murdock, che ha deciso di assumerlo? Benissimo. Questo non cambia nulla nella nostra strategia. Sappiamo di avere le nostre argomentazioni, sappiamo che la legge ci dà ragione e lo dimostreremo senza troppi problemi. Murdock e Casey, entrambi, scopriranno di aver fatto la scelta sbagliata, hanno deciso di fare un balzo indietro nella propria carriera e noi, Jeffrey, li aiuteremo nel farlo, che la cosa sia personale o no.

Keenan ha detto tutto ciò quasi senza fermarsi per respirare, e Bennett sembra lievemente frastornato dal discorso. Il Pain Deliverer si ferma nuovamente di scatto, si gira verso Bennett e gli mette le mani sulle spalle.

Keenan: Ti ho mai detto perchè ho scelto di difenderti, Jeffrey? Sono sicuro che tu sappia che c'è un motivo particolare, sinceramente sono consapevole di non assomigliare esattamente ad un buon samaritano. Vedi, Jeffrey, una delle cose che apprezzo di più del dolore è che equo. Equità. Giustizia. Sebbene ciascuno a modo suo, ognuno cerca giustizia in questo mondo, te lo dice una persona che è uscita da una scuola di legge. Ecco, io sono profondamente convinto che non ci sia più grande manifestazione della giustizia che nel dolore. Il dolore accompagna tutti quanti, dall'inizio della vita sino alla fine; il dolore colpisce tutti, forti e deboli, onesti e disonesti, ricchi e poveri, senza fare distinzioni o discriminazioni; il dolore ci rende intimamente umani, tutti quanti, ed in questo modo ci fa giustizia. Vedi, Jeffrey, al mio debutto in TWC io avrei dovuto affrontare te ed Ewan in un handicap match, il che era profondamente giusto, perchè nella puntata prima proprio tu ed Ewan eravate scappati pur di non affrontare gli scagnozzi di Krakatoa; invece, tu sei scappato anche da quella prova, lasciando il posto a Wild Roman, e per come la vedo io giustizia è stata fatta quando invece di ricevere una lezione da me l'hai ricevuta da Murdock. Tutto questo era stato giusto. Ma poi Murdock si è messo in una posizione di superiorità nei tuoi confronti, ha affermato di doverti "salvare", e da quel momento in poi non ti ha lasciato più vivere: così, ora quello che vedo guardandoti è una persona che ha perso le sue libertà fondamentali per il capriccio di un altro, e questo è quanto più lontano ci sia dal mio concetto di giustizia. Questo è il punto, Jeffrey: questa faccenda non è personale, non è Jack Keenan contro Casey Keenan, quantomeno non per me; questa faccenda è giustizia contro ingiustizia, nulla di più, nulla di meno. Mi sono spiegato?

Anche questa volta Keenan ha finito il discorso senza praticamente fare pause: Bennett, comunque, pare rasserenato e se ne va con l'ombra di un sorriso, dopo aver dato una pacca sulla spalla di Keenan. Il Pain Deliverer, dal canto suo, resta immobile ancora per qualche secondo, riprendendo fiato: dopo qualche istante si volta verso la telecamera, mentre sul volto gli si sta dipingendo un sorriso sempre più beffardo. Su questa immagine andiamo in pubblicità.

UP NEXT: ULTRAMAN IN ACTION...AGAIN!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 31/07/2015, 20:23 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Bentornati live da Dublino per Indoor War, è tempo di Dixon vs Ultraman!



La theme dei Guardians Of Truth risuona nell'arena accolta dai fischi del pubblico. Sullo stage compare il gruppo al gran completo.

ImmagineImmagine


The Tiger Samantha fa un passo avanti ed ora dopo aver allargato le braccia ed essersi presa i fischi del pubblico si incammina verso il ring prontamente imitata dai tre Little Monsters. I Guardians Of Truth percorrono la rampa a passo svelto ed ora scivolano nel ring. Intanto Samantha sale i gradoni e Maivia le fa spazio tra le corde permettendo il suo ingresso nel ring. Una volta che tutti e quattro sono nel quadrato ognuno sale su un paletto iniziando a provocare il pubblico che li fischia. Fatto ciò il gruppo si ricompatta al centro del ring iniziando a fissare lo stage con sguardo malefico.



Ed ecco che la theme di Ultraman risuona venendo accolta da una buona reazione del pubblico che inizia ad intonare i cori "ONE MORE CHANCE!!!".

Immagine


The Defender Of Nature compare sullo stage serio e concentrato mentre noi notiamo la maglietta che ha indosso recita la scritta: "Phoenix is fake, Ultraman is real!". Il wrestler percorre la rampa a passo svelto per poi entrare nel ring e fronteggiare a muso duro i Guardians Of Truth. Drake lo guarda con sguardo psicopatico, Maivia con il suo solito sguardo duro ed impenetrabile, Samantha gli ride in faccia mentre Dixon sorride in maniera beffarda. The Dragon, The Turtle e The Tiger preferiscono non far scaturire una rissa e lasciano il ring ed ora il match può iniziare.

Immagine VS Immagine
Dixon vs Ultraman
Singles Match


Il Match inizia e UltraMan parte con uno scatto felino pronto a bloccare l'avversario, a livello fisico molto più debole di lui e cerca di attuare una Slepper Hold per ammazzargli il fiato e renderlo meno vispo e veloce. Dixon è già in difficoltà e cerca di liberarsi con numerose gomitate indirizzate all'addome per poi concludere con una testata in pieno volto. Il Big Man accusa il colpo e inizia a sanguinare rovinosamente dal naso, cosi furioso lo blocca e con una violentissima Irish Wip lo sbatte all'angolo per poi di contraccolpo atterrarlo con una Chotesline e andare per il Pin: 1...2... KickOut di Dixon, già dolorante che viene rialzato come una pezza e sbattuto di nuovo al suolo con una Running Powerslam dalla potenza terrificante. Dixon, astuto e diabolico non si schienare e scivola fuori ring dove sembra perdere i sensi, UltraMan però non ci sta ed esce fuori ring, facendo praticamente il gioco dell'avversario e prende la rincorsa per una Spear contro The Phoenix, appena rialzato e in procinto di girarsi verso l'avversario. Il Big Man parte di rincorsa ma Dixon si sposta e va a impattare terribilmente contro la balaustra, mentre Dixon se la ride di gusto e lo riporta dentro il ring per schienarlo:1...2.. NO! Di un soffio ma UltraMan è ancora in gara e a fatica tenta di rialzarsi. Dixon lo prende per le orecchie ed ora connette con uno Standing Shiranui!

Immagine


The Phoenix tenta il pin... 1...2... No! Ultraman esegua un kick out. Dixon va a rialzarlo, ma Ultraman lo spinge via ed ora nonostante stia perdendo notevole sangue dal naso e quindi sembra essere parecchio battuto e confuso, cerca di bloccare l'avversario che adesso dopo aver preso fiato può andare con un Rondhouse Kick e in seguito un Belly To Belly Suplex, segno comunque di una forza davvero straordinaria del nuovo arrivato della federazione che si permette di stendere al suolo con una manovra di potenza un Big Man come UltraMan. Fatto ciò Dixon si prepara per la sua mossa finale più devastante, la Divine Revenge2 e si prepara a metterla in atto quando il gigante con un gesto di stizza va con una Spear dal nulla!!!

Immagine


The Phoenix Dixon è tramortito e viene schienato ma ancora una volta The Phoenix si salva attaccandosi alle corde come un codardo e quasi rifiutandosi di combattere. UltraMan va a prenderlo ma in questo modo si mette di spalle all'arbitro dietro oscurandogli l'azione e permettendo al furbo Wrestler di andare con un pugno alle parti basse che accascia al suolo l'omone con Dixon che gli sale sopra e comincia a colpirlo con pugni mirati al naso già distrutto del wrestler gigante che adesso cerca anche lui di uscire dal ring stordito. Ciò non avviene perchè da dietro Dixon lo blocca e lo rinchiude di nuovo con una presa a terra che fa pressione sulla ferita al volto del Big Man. Ormai il match è agli sgoccioli, Dixon aspetta che la sua preda si rialzi ma non del tutto per andare con una Light Of Truth!

Immagine


Ultraman stramazza a terra ed ora Dixon sale sul paletto connettendo con la sua letale The Phoenix Wing!

Immagine


A SEGNO! 1....2......3! Vittoria convincente di Dixon, che adesso sfinito con un sorriso malvagio festeggia fuori ring dando un forte segnale del suo talento sul quadrato.

Jessica: The winner of this match... DIIIIIIIXOOOOOONNNNNN!!!

Ma ecco che Samantha fa un cenno a Maivia che va nuovamente ad ammonire Jessica Rose. Fatto ciò The Turtle strappa il microfono dalle mani della ragazza andandolo a consegnare a Samantha che intanto è entrata nel ring insieme a Drake. The Tiger prende in consegna il microfono strofinandoselo sui pantaloni per pulirlo.

Samantha: Nel caso la tua saliva infetta da tutti i cazzi che hai succhiato sia andata a contatto con il microfono...

La Hart Princess sorride perfidamente mentre Jessica Rose scuote la testa contrariata.

Samantha: Qualche problema?!

L'annunciatrice mette le mani avanti e scuote la testa come a discolparsi mentre Samantha le lancia un'occhiataccia per poi parlare con il pubblico.

Samantha: Allora ubriaconi irlandesi del cazzo...

Una pioggia di fischi cade su Samantha.

Samantha: Come avete potuto vedere i Guardians Of Truth fanno sul serio, ma questo era scontato. Io, Samantha Hart, ho ampiamente dimostrato questa sera che sono perfettamente in grado di sconfiggere in un match corretto e leale un uomo. Ora anche degli alcolizzati del cazzo come voi possono intuire che mi tengo ben alla larga da quelle donne inferiori come Lucy Fisher, Elektra Kellis e tutte le altre bocche tolte alla pornografia per il semplice fatto che avrei vita troppo facile! Andiamo, avete visto come ho brutalizzato Alisa Drake nel nostro match ad Indoor War un mese fa?

La ragazza se la ride mentre altri fischi piovono su di lei.

Samantha: L'unica al mio livello è Brunild Wagner, ma alla luce della nostra alleanza non ci sogneremo mai di affrontarci, anche se un nostro tag team potrebbe tranquillamente competere nella divisione tag team maschile è divenire le First Ever TWC Tag Team Champions! Ehi porchetta Olon, prendi nota visto che colei che sta parlando è anche la ragazza che ha comandato per mesi e mesi la TWNA, e quindi può darti dei consigli che possano effettivamente funzionare, non come tutte le cazzate che propini tu.

The Tiger sorride verso lo stage per poi tornare a parlare.

Samantha: Ma sto divagando... Tornando a noi, questa sera avete visto la vera, unica, inequivocabile forza dominante della TWC e del wrestling mondiale! Altro che la PIG's Army o lo State Of Analchy, qui si fa sul serio, ma visto che sto parlando con un popolo di ubriaconi forse è meglio dimostrare le mie parole...

La ragazza schiocca le dita ed immediatamente Drake e Dixon vanno a prendere in consegna Ultraman alzandolo per le braccia. La Hart Princess va faccia a faccia con lui con un sorriso perfido.

Samantha: Che ironia, un Drago ed una Fenice ti stanno bloccando impedendoti di muoverti...

The Defender Of Nature alza lo sguardo fissando con disprezzo Samantha.

Samantha: Vorresti colpirmi vero? Eh eh eh, mi dispiace Ultraman ma Samy is uncontrollable and untouchable!

The Tiger si allontana da Ultraman per poi avvicinarsi a Maivia ed accarezzargli il petto mentre torna a parlare con la telecamera.

Samantha: Qualcuno ricorda perché Max Powell è stato fuori dalla TWC per quasi due mesi? Run the footage!



Le immagini tornano al centro del ring dove vediamo la ragazza che sorride perfidamente ed altri fischi investono lei ed i suoi Little Monsters.

Samantha: Quella era la Dragon Rage, carina come combinazione, ma migliorabile, non trovate?

La ragazza si volta verso i suoi alleati incontrando lo sguardo duro di Maivia che sprizza voglia di violenza, il sorriso folle di Drake che annuisce vivamente e l'espressione soddisfatta di Dixon.

Samantha: My Little Monsters... UNLEASH THE MONSTERS FURY!!!

Ed ecco che Drake e Dixon spingono Ultraman verso Maivia che lo colpisce con un potente Renegade Punch!

Immagine


Ultraman cade sulle sue ginocchia mettendosi carponi e favorendo Dixon che lo colpisce con un violento Stab Stomp!

Immagine


La testa di Ultraman rimbalza a terra tanto è potente il colpo di Dixon, e viene abbrancata da Drake che la posiziona tra le sue gambe e dopo aver urlato non si sa cosa lo solleva e lo schianta a terra con un Twisted Piledriver!

Immagine


IL COLLO DI ULTRAMAN SI TORCE IN MANIERA ORRIPILANTE! FORSE SI E' SPEZZATO!!!

Samantha: That's what you deserve... Words creates lies, Samy can be trusted!

La Hart Princess mette il suo piede sul volto di Ultraman per poi alzare le braccia al cielo prendendosi una marea di fischi. I Little Monsters osservano soddisfatti la scena ma...

Spoiler:
Immagine


Le luci si spengono lasciando l'arena al buio! Passa qualche istante ed un occhio di bue si accende nel ring inquadrando i Guardians Of Truth abbastanza interdetti, ma ecco che il titantron si illumina...



Il titantron si spegne e le luci nell'arena si riaccendono mostrando tre individui mascherati alle spalle dei Guardians Of Truth!!!

Immagine


I Guardiani si voltano e vengono immediatamente attaccati dai nuovi nemici! Scatta immediatamente una rissa dalla quale Samantha si tira subito fuori uscendo dal ring ed andando nell'area dei timekeeper per prendere possesso di una sedia. Intanto nel ring i Little Monsters battagliano con i misteriosi uomini mascherati che stanno acquisendo vantaggio visto che i wrestler capeggiati da Samantha hanno combattuto dei match stasera. La Hart Princess entra nel ring e tenta di colpire uno degli uomini con una sediata, ma quest'ultimo si abbassa e Samantha colpisce Maivia in pieno volto! Gli altri due mascherati intanto gettano fuori dal ring Dixon e stendono Drake con un braccio teso, ed ora la situazione è tre contro una! Samantha arretra lentamente ma non si fa spaventare e brandisce la sedia per difendersi dai nemici, ma ecco che Drake si getta all'assalto dei tre mentre Dixon tira fuori dal ring Samantha portandola in salvo. The Dragon ora viene pestato dai tre invasori per qualche secondo prima che uno di questi prenda la sedia che è caduta dalle mani di Samantha e la posiziona aperta nel ring, sotto un turnbuckle per poi salire sullo stesso. Gli altri due intanto prendono Drake e lo posizionano tra le gambe dell'uomo che è sul paletto per poi alzarlo e... POSIZIONARLO PER UN PILEDRIVER DALLA SECONDA CORDA SU UNA SEDIA APERTA!!! Drake è in gravissimo pericolo, i mascherati vogliono spezzargli il collo!!! Samantha e Dixon assistono inermi alla scena dallo stage mentre il trio si prepara alla manovra, ma ecco che un rinvenuto Maivia colpisce l'uomo sul paletto con un Renegade Punch! L'uomo perde la presa e The Turtle fa sgusciare immediatamente Drake fuori dal ring aiutandolo a raggiungere lo stage ricongiungendosi a Samantha e Dixon. Adesso vediamo Samantha con uno sguardo duro e contrariato che fissa il trio di mascherati, Dixon furioso che gli urla contro improperi, Drake che sta lentamente riprendendo conoscenza e Maivia che sanguina dalla bocca e che fissa con sguardo di ghiaccio i nuovi nemici che ora si mettono le mani sulle maschere togliendosele lentamente...





























ImmagineImmagineImmagine


DAVE JACKSON!!! THE SHEPERD!!! TAICHI MISHIMA!!! INCREDIBILE!!! Drake è incredulo nel vedere l'uomo che ha infortunato quasi un anno fa in PDWF e l'ex ragazzo di sua sorella Alisa, mentre Samantha e Maivia sembrano sorpresi di vedere The Sheperd. Dixon è l'unico che non mostra un briciolo di stupore e scuote la testa contrariato. Intanto vediamo Sheperd prendere il microfono e parlare...

Sheperd: The Lone Souls are finally here!

Dopo questa breve frase Sheperd getta il microfono a terra e la theme song dei Lone Souls risuona nell'arena.



Le due fazioni si scambiano sguardi duri a distanza mentre noi andiamo in pubblicità.


UP NEXT: EDWARDS VS BBB


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 31/07/2015, 20:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Scars of Life risuona nell’arena, è il momento di Michael Edwards, è il momento del Quarter Final per il torneo che sancirà il primo campione mondiale della TWC!



JR: The following contest is scheduled for one fall and it is a quarter final match for the TWC World Heavyweight Championship Tournament! Introducing first, from New York, New York, weighting two hundreds and seventy-one pounds… Michaeeel Eeedwaaards!

Immagine


Il Dragon Kid è accolto da tanti applausi ed entusiasmo, il passo è cadenzato mentre si avvicina al ring. Regala qualche sorriso durante il percorso, ma sul ring appare serio e fissa con concentrazione lo stage.



JR: And his opponent: from South Park, Colorado, weighting one hundred and ninety-eight pounds… Biiiig Blaaaack Booooom!

Immagine


Il mascherato entra come al suo solito con un’espressione crucciata, accolto dai fischi del pubblico che gli strappano comunque una risata. Arrivato a bordo ring, poggia l’asciugamano che portava intorno al collo ed entra dalle scalette, fissando il suo avversario. L’arbitro del match è Vincent Good, è tutto pronto per iniziare.

TWC World Heavyweight Championship Tournament
Quarter final match
Michael Edwards vs. Big Black Boom


Suona la campanella e i due si guardano a distanza, il pubblico è già caldissimo e incita Edwards! Una risata da parte del Golden Boy che si mette in posizione per il più classico dei clinch a centro ring, BBB non porge le mani e scuote la testa. Il mascherato e il Dragon Kid danzano in cerchio sul quadrato per qualche secondo e appena Michael si avvicina, Big Black Boom prova un low kick ma è bloccato da Edwards che trattiene la gamba dell’avversario. Qualche saltello da parte del mascherato che prova un enzeguri kick: Michael si abbassa ed evita, prova ad afferrarlo da terra ma Triple B scivola sotto le sue gambe e lo spinge da dietro verso le corde per poi lanciarsi anche lui. Entrambi rimbalzano e al centro del ring BBB salta per colpire Edwards che però lo afferra al volo e prova un belly to belly suplex, Triple B cade in piedi e prova un superkick, evitato dal suo avversario che compie un giro intorno a se stesso, e ora i due sono a muso duro l’uno di fronte all’altro! Il pubblico si infiamma dopo questa sequenza! I due parlottano qualche secondo, dopodiché Edwards spinge via Triple B! Lo abbranca da dietro e va a segno con un german suplex! Prova il pin col ponte: uno, no! Big Black Boom esce con un colpo di reni, Michael continua la sua offensiva prendendo di mira il capo di BBB: applica una chin lock al suo avversario, che dopo una trentina di secondi si alza e con tutte le sue forze si avvicina alle corde, costringendo l’arbitro ad intervenire. IL mascherato si tocca il collo e non si stacca dalle corde, nonostante l’arbitro gli intima di riprendere. Passa qualche secondo ed Edwards torna alla carica ma BBB scivola fuori dal ring, attirandosi le ire del pubblico. La telecamera lo inquadra ancora con la mano sul collo, ma l’arbitro gli fa segno di tornare dentro. A queste parole BBB si rivolge verso l’arbitro allargando le braccia, offrendo così l’opportunità ad Edwards di colpire con un suicide dive!

Immagine


Altra brutta botta al capo per Triple B, Edwards intanto si è rialzato e prende BBB dalla maschera: qualche pungo al volto prima di rialzarlo, così il suo avversario viene ributtato nel ring. Big Black Boom è in ginocchio mentre Edwards rientra nel quadrato, quest’ultimo lo rialza e lo colpisce con una chop che richiama la partecipazione del pubblico: “oooh!”, poi un’altra, un’altra ancora, petto e capo sono colpiti ripetutamente da questa sequenza di chops, BBB sta barcollando, Michael carica l’ultimo colpo della sua Russian Roulette… Lo finge e prova invece un calcione alla nuca dell’avversario! BBB capisce tutto ed evita, roll-up: uno, no! Esce all'uno Big Black Boom, che ha sfruttato la pausa del suo avversario per tentare un pin, ma è ancora il Dragon Kid che prende il sopravvento chiudendo a suon di pugni il mascherato all’angolo, l’arbitro gli chiede di allontanarsi poiché BBB tocca le corde. Edwards obbedisce, ma in realtà prende la rincorsa per provare un Big Boot, BBB scivola via e mette a segno uno spinning wheel kick! Big Black Boom sente ancora fastidio al collo, mentre il suo avversario si rialza subito: Triple B lo intercetta con alcuni low kicks, Edwards risponde lanciando il suo avversario alle corde, ma BBB trasforma la sua clothesline in una floatover DDT! A questo punto il mascherato prova a portare dalla sua parte l’economia del match applicando una chiave da terra sul collo del suo avversario. Il pubblico batte le mani a tempo per incitare il suo beniamino, passano i secondi ma Edwards è lontano dalle corde, prova a rialzarsi: una volta in piedi inizia sbracciare e colpire con delle gomitate l’addome di Triple B, che di tutta risposta gli schianta il viso a terra! Big Black Boom si avvicina alle gambe di Edwards, vuole provare la Dirty Lock, ma Michael lo spinge via e si rialza con l’aiuto delle corde! BBB si lancia contro il Golden Boy, ma riceve uno European Uppercut! Ci riprova, e viene intercettato con una jawbreaker! Il mascherato barcolla, Edwards sale sulla seconda corda: Sky Hook! No, Big Black Boom si sposta ed Edwards cade malamente a terra! Il mascherato prova a coprire: uno, no! Niente da fare, Big Black Boom si rialza e porta le mani sotto il mento, poi colpisce con alcuni stomps alla schiena e al capo il suo avversario, che tuttavia si sta rialzando. Triple B lo accompagna nel processo prendendolo dai capelli, gli fa sbattere il viso contro la protezione del paletto e poi sale sulla prima corda e alza il pugno destro al cielo, attirando i fischi del pubblico. Inizia la serie di pugni: uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove... Edwards si carica Big Black Boom sulle spalle e si sposta dal turnbuckle! Il mascherato si dimena, Michael va per la sua Jam: ma BBB ribalta con una Hurricanrana!

Immagine


Evitata l’ennesima mossa pericolosa da parte di Big Black Boom, ora il mascherato si rialza con calma, lo stesso fa Edwards. Triple B guarda il suo avversario e poi decide di tornare ancora all’attacco: due low kicks, poi avvinghia il braccio attorno al collo di Edwards e mette a segno una russian leg sweep che fa cascare entrambi a terra. BBB allontana il suo avversario dalle corde e prova a chiuderlo in una figure four head lock. La testa di Michael diventa sempre più rossa col passare dei secondi, anche se non vuole cedere. Passa all’incirca un minuto: Big Black Boom sferra anche alcuni pugni al capo dell’avversario, ma di questi viene bloccato da Edwards che con un colpo di reni alza le gambe e vi chiude il braccio di BBB dentro! Che agilità da parte del ragazzo di New York! Triple B è costretto a lasciare la presa, ma non si scoraggia: prende la rincorsa e prova un assalto, Edwards lo intercetta e prova la Damnation! BBB cade in piedi e connette una Big Black Stunner! Attenzione, il mascherato chiude addirittura Edwards nella sua 291114! 291114! Sofferente Michael Edwards che sa bene quanto possa essere dolorosa questa Koji Clutch, soprattutto dopo i numerosi colpi e chiavi subite al capo! Il pubblico prova a metterci del suo, con cori su Edwards che però sta soffrendo e sembra ad un attimo dal cedere! L’arbitro si avvicina e chiede a Michael se è il caso che fermi il match, il Golden Boy muove la mano facendo segno di no. Sono attimi di tensione quelli che si respirano a Dublino, il pubblico continua ancora ad inneggiare per Edwards: “let’s go Michael!”. Si sente un urlo provenire dal ring, il Dragon Kid sbatte un pugno al tappeto e con una grande prova di forza si solleva! E con lui solleva, avvinghiato al capo, anche Big Black Boom! Prima poggia un ginocchio, poi l’altro piede, infine è completamente in piedi! E connette una potentissima bomb su Big Black Boom che ancora non aveva lasciato la presa! Tutto il peso cade di potenza sulla spalla del mascherato, che ora è inerme a terra. Edwards prova a schienare: uno, due, tre! No! Non è tre, Big Black Boom c’è ancora! Alza la spalla giusto in tempo per evitare il conteggio fatale, Edwards si porta le mani tra i capelli! Ora il Golden Boy incita il pubblico: sembra essere arrivato il momento per la sua finisher! Abbranca BBB mentre è in ginocchio, compie un giro su se stesso: sembra che abbia deciso di usare la Vart-Breaker! Ma Triple B riesce a liberarsi! Allora Edwards prende la rincorsa e alza il braccio per una clothesline: BBB passa sotto, trattiene il braccio e solleva Edwards!

Immagine


Mark of Veteran! Mark of Veteran! Una mossa che ha già battuto Edwards! Big Black Boom guarda la telecamera e sorride, poi va per la vittoria: uno, due…

Spoiler:
..tre! tre! Anzi no! L’arbitro alza solo due dita, Big Black Boom si dispera e sta quasi per aggredire l’arbitro! Solo un gesto chiaro dell’arbitro, che indica la campanella, lo fa desistere! Il mascherato scalcia le corde con rabbia, Edwards rotola a terra avvicinandosi all’altro lato del ring. Si rialza piano piano aiutandosi con le corde, BBB lo stacca di forza e lo mette in posizione per una Cut-To-Black! Potrebbe essere davvero finita adesso! Il perfidy in a mask si indica mentre è tutto pronto per la sua finisher… Tutto tranne Edwards! Il Dragon Kid si lascia cadere accompagnando il mento di Big Black Boom sulla sua spalla, il mascherato barcolla: Sick!

Immagine


Calcione dritto in viso per Big Black Boom! Edwards si lascia cadere sul corpo del suo avversario, l’arbitro conta: uno, due, tre!!!

JR: Here’s your winner… Michaeeeeeel Eeeedwaaards!

Michael scivola fuori dal ring, è stanco e provatissimo, si tiene il capo con la mano sinistra. L’arbitro è costretto a rincorrerlo fuori per alzargli il braccio destro: è lui il semifinalista del torneo per il titolo! Ma tanti meriti anche a Big Black Boom, seduto sul mat con le mani sul viso, si è visto sfuggire un’importante opportunità! Il mascherato si volta ad osservare Edwards che piano piano si riprende ed inizia a festeggiare col pubblico mentre arretra verso l'entrata del backstage. Quando il Golden Boy è uscito di scena, BBB scuote la testa stizzito e fa per alzarsi...



Immagine


Ma la theme song di Nick Carroll risuona nell'arena, scatenando un boato degli spettatori. L'ingegnere arriva di corsa nell'area del ring e si getta immediatamente contro Triple B, deciso a vendicarsi di tutto ciò che il mascherato gli ha fatto nell'ultimo periodo. Ma il wrestler del Colorado si fa trovare pronto e tra i due parte una feroce scazzottata. Carroll acquisisce un vantaggio sfruttando i problemi alla testa già subiti dal rivale durante il match: dopo averlo stordito con una serie di pugni, Nick lo colpisce con una Jumping Clothesline. Ora il bostoniano tenta di caricare BBB per una Shutdown, ma Boom si divincola e gli sferra un calcio nelle parti basse! Ora il membro della Fox's Army se la ride guardando il rivale contorcersi a terra per il dolore. Con un sorriso malefico Triple B rialza Carroll e si prepara alla Cut-To-Black...

Immagine


Ma è Nick che scivola velocemente alle sue spalle e lo stende con la Last Thought! BBB è steso a terra dolorante, ma l'ingegnere non sembra pago e, tenendosi l'addome, scende dal quadrato per impossessarsi di una sedia d'acciaio. Boom è carponi e sta cercando di avvicinarsi alle corde per scivolare fuori dal ring, ma viene prontamente colpito da Carroll con una chair shot sulla schiena!

Immagine


Il bostoniano è rosso in volto e guarda duramente il suo rivale, per niente intenzionato a fermarsi. Ed ecco che infatti colpisce di nuovo con due sediate consecutive sul dorso del mascherato, che urla di dolore. La furia di Nick si arresta ed egli scende dal quadrato, la sedia ancora in mano, per poi fermarsi a metà della rampa ad osservare BBB che tenta di rialzarsi con l'aiuto delle corde. Nemmeno l'ombra del suo proverbiale sorriso si vede sul volto di Carroll, che si volta per tornare dietro le quinte... NO! All'improvviso Nick ritorna sui suoi passi e continua la sua aggressione su BBB colpendolo una, due, tre, quattro, cinque volta con la sedia nella zona dell'addome! Nick sfoga tutta la sua frustrazione su Big Black Boom, che cade in ginocchio dolorante, tossendo forte. Carroll lo guarda con uno sguardo spiritato e va a segno con una devastante sediata alla testa!

Immagine


Triple B va definitivamente al tappeto come un sacco di patate, molto probabilmente è svenuto. Finalmente accorrono sul ring i membri dello staff medico della TWC, capeggiati da Chris Brooks. Mentre i dottori si accertano delle condizioni del membro della Army, Nick getta via l'ormai inutilizzabile sedia e va a sedersi appoggiandosi con la schiena all'angolo opposto rispetto a quello in cui stanno lavorando i medici. Carroll respira profondamente e chiude gli occhi. Quando li riapre, l'espressione da killer ha fatto posto ad una molto più triste, quasi incredula per ciò che è appena accaduto. Il biondo si mette le mani tra i capelli e dopo qualche istante scoppia in un pianto nervoso.

Immagine


Le lacrime solcano il viso di Nick, mentre egli sbatte ripetutamente a terra i pugni. Nel frattempo BBB viene caricato in una barella e portato verso il backstage. E su questa immagine, andiamo in pubblicità.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 31/07/2015, 20:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Ritorniamo in onda con le immagini che ci portano nuovamente sul ring, dove c'è ancora Nick Carroll.

Immagine


Il bostoniano ha gli occhi lucidi e non sembra molto più calmo rispetto a qualche minuto fa. Egli prende un microfono e parla con voce leggermente tremante.

NC: È arrivato il momento di sapere perché mi sarei meritato tutto questo. Jane, ti sto aspettando.

Carroll si appoggia alle corde aspettando l'ingresso della ragazza, mentre il pubblico è ammutolito nell'attesa del confronto tra i due.



Una musica inizia a risuonare nell'arena e nello stesso istante tutte le luci si spengono.
Nel momento in cui si sente il primo colpo di batteria il titantron e tutti gli altri schermi dell'arena diventano di un verde bluastro, mentre si accendono alcune luci soffuse del medesimo colore.
La musica cambia ed al semplice sfondo colorato si aggiunge una sottile linea bianca che si muove a tempo di musica come se fosse un elettrocardiogramma.
Altro cambiamento ed ecco che finalmente fa capolino sullo stage la figura di Jane.

Immagine


Fatto qualche passo, la ragazza si ferma e guarda intensamente negli occhi Carroll, il quale sembra colpito. Dagli occhi dell'ingegnere cominciano a cadere nuovamente delle lacrime. Jane avanza lentamente, mantenendo il suo sguardo fisso negli occhi di Nick, per poi fermarsi sull'apron e dire qualche parola al bostoniano. Dal labiale sembra che Jane abbia ripetuto le parole cantate in quel momento dalla sua theme song.

JM: There's a fine line between love and hate and I don't mind, just let me say that I like that.

"Diary of Jane" dei Breaking Benjamin sfuma, mentre gli occhi di Carroll, pur rimanendo puntati verso Jane, sembrano persi nel vuoto. La ragazza sorride divertita dell'espressione del Brain Damager.

JM: Ehi Nick, perché piangi? Eppure mi sembrava che ti piacesse questa canzone. Aspetta un attimo, non era forse questa la NOSTRA canzone?

Jane ride, reclinando all'indietro il capo.

JM: Ah già, dimenticavo! Questa canzone sarebbe sicuramente piaciuta al vecchio Nick, non al surrogato di egoismo e di egocentrismo che ho di fronte adesso.

Jane si ferma, aspettando una risposta di Carroll, che non accenna però a voler parlare.

JM: Bene, visto che sembri aver perso la parola, racconterò da sola tutta la storia.

La Murphy si gira verso il pubblico.

JM: Gentili spettatori, il mio nome è Jane Murphy e sono l'ex fidanzata di Nick Carroll, nonché la sorella del suo "amico" Michael.

Jane fa il segno delle virgolette con le dita per sottolineare il sarcasmo nella parola "amico".

JM: Per farvi vedere come ci siamo conosciuti ho portato con me alcuni video. Prego, mandate il primo.

Titantron ha scritto:
Immagine


Sul titantron appaiono le immagini di un ampio giardino soleggiato, dove quattro bambini, tre maschi ed una femmina, giocano a rincorrersi ridendo sguaiatamente. Due di questi sono Nick Carroll e Michael Murphy, all'età di circa dieci anni. Il primo ha già il taglio di capelli che lo contraddistingue oggi, mentre il secondo è già molto robusto e con le spalle larghe. La ragazza è ovviamente Jane, che sembra avere un paio di anni meno del fratello. L'ultimo bambino è il più piccolo e dal colore dei corti capelli biondi pare essere Daniel, il fratello minore di Nick. Ad un tratto entra nell'inquadratura una signora di colore sui quarant'anni, una scopa nella mano. Vedendo la piccola Jane inciampare, la donna sgrida i ragazzini dicendo loro di stare più attenti. Sentiamo una voce provenire dalla persona che sta sorreggendo la telecamera, cioè Sylvia Carroll.

SC: Lasciali giocare, Lisa. La scuola è finita oggi ed è giusto che i bambini festeggino la meritata libertà.

Lisa annuisce sorridendo, mentre i suoi lineamenti si rilassano.


JM: Quella donna che avete visto nel filmato era mia madre. Per anni Lisa Murphy è stata la domestica dei signori Carroll. I genitori di Nick l'hanno sempre trattata benissimo, aiutandola a superare il lutto per la perdita di suo marito. Io, Michael, Daniel e Nick siamo praticamente cresciuti come fratelli.

Jane guarda l'ingegnere contrariata.

JM: Il giovane Nick aveva già dimostrato una forte attitudine allo studio e per questo il signor Joseph aveva alte aspettative per lui. E questo ci porta al prossimo video...

Titantron ha scritto:
Immagine


La telecamera inquadra Daniel Carroll e Michael Murphy davanti ad una tv, intenti a guardare un incontro di wrestling. Dalle immagini capiamo che si tratta della Royal Rumble del 2004.

Immagine


La persona a sorreggere la videocamera è Jane.

JM: Ragazzi, cosa state facendo?

MM: Sssh! Stiamo guardando un match di wrestling! Vedi quello là?

Michael indica un lottatore in mezzo alla mischia.

MM: Sono quasi quaranta minuti che è nel match e nessuno riesce ad eliminarlo! Che figo!

Daniel annuisce, supportando le parole dell'amico.

JM: Bah. A me sembra una buffonata.

All'improvviso nella stanza arriva un quindicenne Nick Carroll, che ha sentito l'ultima esclamazione di Jane e si è messo a guardare la tv.

NC: Invece per me è una figata. Se la mamma non mi sgama rimango qui con voi a guardare.

Jane sospira.

JM: Maschi.

Passa qualche istante e si sente un grido in lontananza.

SC: Nick, torna qua! Devi finire i tuoi compiti, ti mancano due problemi!

Gesto di stizza del giovane Nick.

NC: Che palle...

Le immagini sfumano.


JM: Già dal primo approccio col mondo del wrestling le cose si fecero più complicate per Nicky. Ma lui non si dette per vinto e come sapete cominciò ad allenarsi ed a cercare un ingaggio in lungo ed in largo. Furono anni difficili per il povero piccolo Nick. Io lo so bene, visto che fu in quel periodo che ci mettemmo insieme. Anche mio fratello Michael aveva deciso di intraprendere la carriera di lottatore e fino a quel momento aveva avuto più fortuna rispetto al vostro beniamino. Egli aveva infatti combattuto alcuni match di prova in diverse federazioni locali. Nel prossimo video vedrete cosa è successo quando Michael si è recato insieme a Nick alla sede della Chaotic per trovare un lavoro ad entrambi.

Titantron ha scritto:
Immagine


Una videocamera inquadra un edificio amministrativo della Chaotic, per poi girarsi ed inquadrare una ansiosa Jane, che si sta riprendendo da sola.

JM: I miei due uomini sono là dentro. Spero che questa sia la volta buona e vengano assunti...

La registrazione si interrompe e riprende direttamente con l'arrivo di Michael e Nick, entrambi esultanti, che corrono ad abbracciare la ragazza.

MM: Ce l'abbiamo fatta, Jane! Ci hanno assunto! All'inizio erano un po' scettici su Nick, per la storia della stazza e dell'identità segreta, ma alla fine sono riuscito a convincerli a dargli una possibilità!

Un Nick quasi commosso si rivolge a Michael.

NC: Grazie Mike, senza di te non mi avrebbero mai preso. Ho un grosso debito con te, amico.

I tre si abbracciano nuovamente e le immagini sfumano.


JM: Ed è così che Nick Carroll entrò ufficialmente nel grande mondo del wrestling, non senza una grossa spinta da parte di Michael.

Jane guarda Nick arricciando il naso, quasi schifata.

JM: Da quel momento in poi, a piano a piano le cose cominciarono a cambiare. Per qualche ragione Nick acquistò in poco tempo la fiducia dei dirigenti ed il supporto dei fan, mettendo in ombra Michael. Mio fratello passò dall'essere il più quotato dei due al diventare l'anello debole del loro tag team. Infine, quando Nick passò alla competizione in singolo, Michael fu relegato al ruolo di spalla di The Unknown.

Il volto della ragazza si rabbuia nel ricordare questo periodo della sua vita.

JM: Egli soffriva molto di questa situazione. Per tutta la sua vita mio fratello si è sentito dire di essere inferiore a Nick. Più povero, meno intelligente ed anche meno abile come wrestler. Inoltre, nel 2012, un tumore ha portato via nostra madre. Solo grazie al mio sostegno Michael è riuscito a rialzarsi da quel difficile momento. Di certo la sua ripresa non fu merito del suo amicone Nicky, troppo impegnato a scalare le gerarchie in Chaotic. Sopportai il suo atteggiamento menefreghista. D'altronde anche lui veniva da un periodo difficile: l'infortunio alle caviglie, la lite con suo padre, la riabilitazione ed il tentativo di laurearsi il più presto possibile. In quel ragazzo vedevo un giovane pieno di passione e non un avvoltoio in cerca di trofei, fama e gratificazioni.

Jane scuote la testa accompagnando il movimento con una risatina amara.

JM: Ero sciocca ed innamorata. Inoltre, qualche tempo dopo, a Michael vennero finalmente concesse le possibilità per farsi valere ed in breve tempo anche lui divenne uno dei lottatori più acclamati della Chaotic! Il tutto culminò in un torneo per la riassegnazione del Chaotic Heavyweight Champion, reso vacante per infortunio dal precedente campione.

Sospiro dell'ex fidanzata di Carroll.

JM: Siamo quindi arrivati all'ultimo video della serata, filmato nel giorno della finale del torneo tra Nick Carroll e Michael Murphy.

Titantron ha scritto:
Immagine


È di nuovo Jane a filmare e ad inquadrare il suo fidanzato e suo fratello. I due si trovano nel loro spogliatoio.

JM: Ragazzi, questo è il match più importante della vostra carriera! Cosa provate in questo momento?

Carroll risponde sorridente.

NC: Ansia ed adrenalina, Jane. Non vedo l'ora di essere là fuori, ma ho anche una gran paura.

JM: E tu, Mike?

L'espressione di Murphy è più tirata di quella dell'amico.

MM: Speriamo vada tutto bene. E che vinca il migliore.

NC: Vada come vada, Mike. Sarà comunque una grande festa per noi!

Nick dà un pacca sulla spalla a Murphy, che sorride. Ma quando Nick si gira e Jane fa per terminare la registrazione, la sua espressione diventa molto dura.

Immagine


Le immagini riprendono in un bar. C'è aria di festa ed un gruppo di lottatori portano in trionfo un felicissimo Nick Carroll, cintura di campione alla spalla.

JM: Che bello Nick, ce l'hai fatta!

In quel momento un Michael Murphy scuro in volto esce di corsa dal locale. Jane se avvede e tenta di richiamare l'attenzione del suo fidanzato.

JM: Nick! NICK!

Nel trambusto dei festeggiamenti e della musica, il bostoniano non si accorge di nulla. A quel punto Jane si precipita fuori e mette la videocamera nella borsa. L'immagine che ci arriva è completamente nera, ma sentiamo delle voci.

JM: MIKE, FERMATI! Tu hai qualcosa in mente! Cosa vuoi fare?

MM: Cambiare vita, Jane! Fino ad oggi l'esistenza non mi ha riservato altro che lutti ed insuccessi! Sono stanco di questa merda! Non ne posso più! Partirò stasera stessa e chiuderò con tutto ciò che riguarda il mio passato. Quando raggiungerò i miei obiettivi, mi rifarò vivo.

JM: Non farlo, cazzo! Non prendere decisioni avventate!

MM: Ci rivedremo prima o poi, sorellina.

Dei passi si allontanano.


Ritorniamo sul ring. Ora anche Jane è visibilmente scossa.

JM: Da quel momento in poi, non ho più visto o sentito mio fratello. Sono passati circa due anni da quando si è reso irreperebile. Nessuna notizia di lui, nonostante le mie ricerche.

Ora Jane si rivolge nuovamente a Carroll, un lampo di odio nello sguardo.

JM: Le MIE ricerche! Infatti il bravo Nick non ha fatto assolutamente niente per aiutarmi a cercare il suo amico, il suo fratello adottivo! Questo ha provocato la fine del nostro rapporto. Almeno fino a quando questo bastardo non si è vantato davanti alle telecamere della TWC di essere amico di Michael, narrando dei bei tempi in cui i due combattevano insieme.

Jane si avvicina a Nick e gli molla uno schiaffo. La guancia di Nick diventa subito rossa.

JM: STRONZO IPOCRITA! SARESTI CAPACE DI TUTTO PUR DI ENTRARE NELLE GRAZIE DEL PUBBLICO! MA ADESSO LORO SANNO TUTTO, SANNO COSA È DIVENTATO NICK CARROLL PER AMORE DEL SUCCESSO!

Jane sputa in faccia al bostoniano, furiosa. Nick si pulisce lentamente la faccia e, finalmente, fa per rispondere. Il pubblico è interdetto ed ansioso di sentire la risposta dell'ingegnere.

NC: Ora vi spiegherò tutto dal mio punto di vista. Niente che tu non abbia già sentito Jane, ma voglio che siano loro a decidere se considerarmi la persona che hai descritto tu o quella che penso di essere io.

Jane sbuffa contrariata. Il tono di voce di Nick è molto basso, quasi non avesse le forze per parlare.

NC: Innanzitutto, non sono stato assente nel periodo dopo la morte di Lisa. Semplicemente, in quel momento Michael aveva bisogno del tuo conforto. Voleva che tu, l'ultima rimasta della sua famiglia, gli fossi accanto. Non aveva bisogno di me. Nonostante fossimo cresciuti come fratelli e nonostante volessi un bene dell'anima a vostra madre, le mie cure non potevano sortire lo stesso effetto delle tue, anche se ho tentato con tutto me stesso di aiutarlo e di essere presente ogniqualvolta me lo avesse chiesto.

Gesto di disappunto del biondo.

NC: Anche in Chaotic ho tentato di stargli vicino e di spiegargli che prima o poi avrebbe avuto la sua chance. Ed infatti le ha avute e sono certo che le avrebbe avute molte altre se fosse rimasto. Forse in questo momento sarebbe qui con me in TWC, magari lo avrei fatto assumere da Philips Brian ricambiandogli il favore di tanti anni fa.

Grosso sospiro di Carroll.

NC: Purtroppo però Michael ha scelto un'altra via. E sapete una cosa, non lo biasimo assolutamente per questo. Anche io in diverse occasioni ho pensato di lasciarmi tutto alle spalle, cambiare aria e ricominciare, ma qualcosa o qualcuno mi hanno spinto a resistere. E di solito, quel qualcuno era la ragazza che ora è di fronte a me ad insultarmi ed a schiaffeggiarmi in mondovisione...

Istanti di silenzio, poi Nick riprende.

NC: Nel momento in cui Michael non ha più sentito stimoli, ha fatto bene a prendere questa decisione. Io, a differenza tua Jane, rispetto la sua scelta. Sono certo che tornerà, più in forma e felice di prima. Solo che ci vorrà tempo e non sapremo quando questo avverrà.

The Brain Damager scuote il capo.

NC: Io e Michael non abbiamo mai litigato. Sicuramente ha sofferto anche per causa mia, anche se io non ho mai voluto che ciò accadesse, ma resta il fatto che io non ho mai avuto niente da ridire con lui. Perciò mi sento in pieno diritto di considerarlo mio amico.

Il volto di Nick si rattrista ed il ragazzo abbassa lo sguardo.

NC: La cosa che più mi dispiace Jane, è che tu venga qua a gettare fango su di me quando vai in giro insieme a quella feccia ambulante di Big Black Boom. Io potrei anche essere un bastardo senza cuore, ma lui? Lo consideri meglio di me? Questo mi rattrista e mi delude, mai mi sarei aspettato qualcosa del genere da colei che consideravo la donna della mia vita...

Gli spettatori fanno partire qualche coro per Nick, che sembra tirare un sospiro di sollievo. Jane fissa intensamente Carroll, inclinando a sinistra la testa... per poi scoppiare a ridere. Ora il TWC Universe la fischia apertamente e le riserva boati di disapprovazione.

JM: Vedo che sei riuscito a fare il lavaggio del cervello anche a loro con le tue belle parole! Non mi aspettavo niente di meno da te!

La Murphy indica il pubblico dell'arena, per poi parlare con tono di voce sprezzante.

JM: Acclametelo pure ora, ma ricordatevi delle mie parole quando il tenero Nick vi abbandonerà come stracci nella sua ricerca della gloria!

Jane si gira di nuovo verso il suo ex. Il suo tono è dapprima calmo, ma poi diventa infervorato.

JM: E per quanto riguarda Boom, lui è sicuramente un geniale e subdolo figlio di puttana. Un criminale a tutti gli effetti. Ma perlomeno non si nasconde dietro una maschera. Ovviamente non sto parlando del suo aspetto esteriore, ma del suo carattere. Non fa mistero di quale sia la sua indole e di quanto gli piaccia fare quel che fa. Non c'è traccia di quel velo di buonismo e perbenismo del cazzo che vela tutto ciò che fai e tutto ciò che dici! Questo basta per ottenere la mia fiducia ed anche quella dei suoi compagni dell'Army. Pensaci bene, Nick: lui è circondato da amici. Tu invece sei solo, abbandonato da me, da Michael, da tuo padre! Perfino tua madre e tuo fratello preferiscono non parlare troppo con te! Anche in questa federazione quelli che tu potresti - e credo vorresti - avere come alleati ti hanno rifiutato preferendoti quel folle di Manson!

Il ghigno di Jane diventa sempre più evidente mentre l'espressione di Nick si fa sempre più scura e pensierosa.

JM: Pensaci bene, Nick. Pensaci bene...

Risata crudele della ragazza, che scende dal ring mentre la sua theme song viene diffusa di nuovo in tutta l'arena. Nick osserva Jane camminare lungo la rampa, confuso e sfinito.

UP NEXT: FRED VS KEVIN MANSON


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 31/07/2015, 20:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561

Immagine

Accompagnato dalla sua musica d'ingresso, fa il suo ingresso il primo partecipante al main event di questa sera, Kevin Manson! L'unico e indiscusso "The Animal" passeggia sicuro di sé attraverso la rampa d'accesso, incurante della reazione del pubblico, sia di chi lo fischia sia dei molti che invece lo applaudono e sono dalla sua parte contro la FOX's Army e contro il maggiore rappresentante del gruppo, Fred, il prossimo avversario di Manson. Questi raggiunge ora il quadrato, salito sul quale si prepara alla battaglia, invitando poi il rivale a farsi immediatamente avanti, desideroso di cominciare al più presto la sfida.

Immagine

...LE LUCI SI SPENGONO!! Urla si sollevano tra il pubblico...


Immagine

...E FA IL SUO INGRESSO FRED!! L'indiscusso leader della FOX's Army, "The German Superman" Fred, compare sullo stage, accompagnato dalle note di "Vorherrschaft", la sua musica d'ingresso, e accolto da molti fischi e pochi applausi, ma anche "The Master of German Suplex" rimane indifferente, concentrando lo sguardo immediatamente sul suo avversario; velocemente raggiunge il quadrato e va faccia a faccia con Kevin Manson: tra i due c'è reciproca stima, ma anche e soprattutto odio, come abbiamo potuto vedere nelle scorse settimane. Il direttore di gara interviene, dividendo (con fatica) i due contendenti che ora si dispongono presso due angoli opposti del ring, mentre, tra l'entusiasmo di tutta l'arena, l'arbitro da l'ordine di suonare la campanella: la contesa ha finalmente inizio!!

TWC WORLD HEAVYWEIGHT CHAMPIONSHIP TOURNAMENT -
2nd Round

Immagine

Singles match:
Fred vs. Kevin Manson


I due si scambiano sguardi di sfida, si scrutano l'un l'altro, girando attorno, ciascuno senza mai distogliere l'attenzione sull'altro, è una guerra tra due che si odiano e al tempo stesso si rispettano, una guerra...che comincia immediatamente! I due contendenti, infatti, cominciano a colpirsi a vicenda con pugni violentissimi, sul volto e su altre parti del corpo, è uno scontro equilibrato, tremendamente equilibrato, un duello senza esclusione di colpi seguito con grande attenzione da tutta l'arena, da un pubblico che pare diviso nettamente a metà tra chi tifa per il leader della FOX's Army e chi appoggia l'anarchico Kevin Manson! I due, nel frattempo, continuano a darsele di santa ragione, l'arbitro assiste impotente...adesso entrambi cascano fuori dal ring dove continua il loro scontro, una rissa più che un incontro di wrestling! Ora si trovano presso la balaustra che divide la zona del ring da quella riservata agli spettatori ed ecco che la oltrepassano!! Nessuno vuole cedere, entrambi continuano a menarsi l'un l'altro, l'arbitro, sul ring, li osserva, invitandoli a tornare sul quadrato, ma Manson e Fred si stanno sempre più allontanando, ora sono in mezzo ai fan che sembrano elettrizzati da questo scontro pazzesco! Il direttore di gara, nel mentre, non può fare altro che cominciare il conteggio a sfavore di entrambi i contendenti, 1...2...3...4...Fred, sul cui corpo cominciano a farsi vedere i segni di questa lotta selvaggia, si volge indietro verso l'arbitro, preoccupato per le sorti della contesa, l'avversario, invece, sembra solo concentrato sull'annientare il rivale che adesso colpisce con un potentissimo calcio al costato!! L'autoproclamatosi superuomo tedesco reagisce e sferra un colpo basso!! LOW BLOW!! L'arbitro, però, non vede, i due, infatti, sono troppo lontani, ecco che, messo KO l'avversario che si accascia a terra, Double F si avvia verso il ring, 6...7...8...9...Fred è sul ring!! Alle sue spalle, però, ecco comparire incredibilmente l'avversario che, furioso, lo afferra per la gamba e lo riporta fuori dal ring! Ricomincia la rissa, questa volta a senso unico con un Manson che picchia come un fabbro, tirando pugni potentissimi sulla schiena del tedesco che soccombe quasi impotente! Kevin Manson è una furia, il tedesco è quasi privo di sensi, ma viene ora afferrato dall'avversario...

Immagine

...POWERBOMB!! POWERBOMB SUL TAVOLO DEI COMMENTATORI!! HOLY SHIT!!! Il pubblico è senza parole, sopraggiunge persino il direttore di gara che, dopo essersi sincerato delle condizioni del leader della FOX's Army, invita Manson a tornare sul ring, questi, inizialmente, pare riluttante, poi, però, si decide a raggiungere l'arbitro che nel frattempo comincia il conteggio ai danni del tedesco, 1...2...3...4...5...6...7...ecco che Fred comincia a rialzarsi e, lentamente, strisciando, si dirige verso il ring, 8...9...ATTENZIONE!! Manson, improvvisamente, scende dal quadrato, raggiunge l'avversario che stava per raggiungerlo, gli sferra un potentissimo calcio in pieno costato e lo riporta sul ring!! Qui, Kevin Manson colpisce nuovamente l'avversario, sul costato, dopodiché lo afferra e...

Immagine

....E METTE A SEGNO IL DEVASTANTE PAINMAKER LARIAT!!! OH MY GOD!! Il pubblico è incredulo, Kevin Manson sorride, dopodiché copre l'avversario, sicuro della vittoria, 1...2...NO!! NO!! NO!! FRED SOLLEVA LA SPALLA DESTRA POCO PRIMA DEL FATIDICO CONTO DI TRE!! Kevin Manson non è pur nulla arrabbiato, anzi sorride, sicuro che la vittoria sarà sua, del resto tutti stanno pensando la stessa cosa, considerando che l'avversario dell'anarchico, Fred, giace quasi esanime; l'arbitro, ancora una volta, va a sincerarsi delle sue condizioni, pare addirittura voglia prendere la decisione di interrompere la contesa, ma ecco arrivare "The Animal" che, spostato malamente l'arbitro, afferra nuovamente l'avversario e lo lancia verso uno dei quattro angoli; quindi, gli si getta contro una, due, tre volte!! Fred è ancora lì, in piedi, appoggiato all'angolo, dunque l'avversario si scaglia addosso una quarta volta, ma il tedesco riesce a spostarmi prima dell'impatto...Manson sbatte contro l'angolo, Fred prende la rincorsa con le corde e tenta di colpire l'anarchico con un braccio teso, ma viene anticipato dallo stesso che, rabbiosamente e brutalmente, lo stende con un tremendo superkick!!

Immagine

1...2...NO!! Il tedesco continua a resistere, incredibile! Kevin Manson ora mette a segno una serie di Knee Drop, dopodiché copre nuovamente l'avversario, 1...2...NO! Niente da fare! "The Animal" inizia a prendere a calci l'avversario che, faticosamente, ma tenacemente, prova in tutti i modi a rimettersi in piedi, ma l'avversario glielo impedisce, finché ecco che è lo stesso Manson a sollevare l'autoproclamatosi superuomo tedesco, che...ATTENZIONE! Reagisce colpendo "Painmaker" con una testata, ne segue un'altra, poi ecco che gli scaglia contro una delle sue micidiali uppercut! Finalmente il capitano della FOX's Army sembra essersi ripreso e ora è lui a dirigere la manovra offensiva, prende ora la rincorsa sulle corde, mentre il rivale è un po' stordito, gli si catapulta contro, ma ecco che Manson lo intercetta colpendolo con una violentissima ginocchiata al torace! "The Animal" si sente offeso e inizia una nuova devastante serie di pugni, colpendolo uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette volte in pieno volto! Fred è stremato, viene lanciato a terra dall'avversario, ma rimane in piedi, aggrappato alle corde; ecco allora che Kevin Manson gli si avvicina nuovamente e minacciosamente, prova a colpirlo con un altro dei suoi devastanti pugni, ma Fred Franke blocca il colpo! Testata, chop, uppercut, Kevin Manson è ora stordito, prova a controbattere con un braccio teso, il tedesco, rinato ancora una volta, lo evita, si getta verso le corde...

Immagine

...E CONNETTE LA SUA SPRINGBOARD STUNNER!! Addirittura, ora, tenta di colpisce "The Animal" con la sua mossa risolutiva, "The Knockout Kick", ma questi, incredibilmente, anticipa il colpo dell'avversario che viene dunque steso con un devastante braccio teso! Ancora una volta la manovra offensiva di Fred viene stroncata praticamente sul nascere, pazzesco. "The Animal" si sistema il collo, dopodiché raggiunge nuovamente il tedesco che nel frattempo si era rifugiato presso uno dei quattro angoli del ring; qui comincia a colpirlo con calci e pugni, poi lo sistema sulla terza corda, lo afferra, ma ecco che, di nuovo, "The German Superman", reagisce, disperatamente: colpisce Manson con una serie di pugni, poi passa alle testate, tentando in tutti i modi di buttarlo giù...e ci riesce! "The Animal" è a terra, Fred si posiziona bene, e ora si prepara ad eseguire un'uppercut...ma ecco che Kevin Manson lo anticipa, gettandoglisi contro e facendogli perdere l'equilibrio; l'alleato di Leon Black ora lo raggiunge sulla terza corda, lo colpisce con qualche altro dei suoi pugni, lo solleva...

Immagine

...E METTE A SEGNO UN BRAINBUSTER DALLA TERZA CORDA!! HOLY SHIT!! Tutto il pubblico irlandese è in piedi, alcuni con le mani fra i capelli, altri con gli occhi fissi sul ring, altri ancora credendo che Fred, questa, volta sia definitivamente finito. Il tedesco è lì, steso, apparentemente in uno stato di incoscienza, il direttore di gara gli si avvicina per sincerarsi delle sue condizioni, viene però malamente spostato da Kevin Manson che, assetato di vittorie, ora copre l'avversario, 1...2...NO! INCREDIBILE!! IL TEDESCO RESISTE ANCORA!! Il tedesco non cede, vuole continuare, vuole combattere, combattere ancora, perché, come detto da lui ad inizio puntata, questa notte combatterà non solo per se stesso e per il suo onore, ma anche per l'intera FOX's Army e per l'uomo a cui deve più di chiunque altro, Mr. Fox Olon, il suo mentore; questa volta rendendo un po' nervoso l'avversario, comunque fiducioso della sua vittoria. Adesso Manson decide di prendersi qualche istante di riposo e dunque lancia l'avversario fuori dal ring; 1...vediamo un Manson pensieroso sul ring, indeciso sul da farsi...2...3...4...5...6...7...Manson decide che la pausa è terminata e va a recuperare l'avversario, ma questi lo sorprende, apparendo già sul ring, seppur a terra. Kevin Manson, allora, prende la rincorsa con le corde e gli va addosso con un braccio teso, ma il tedesco lo sorprende, abbassando con le mani la terza corda e facendolo cadere fuori dal ring!! Ancora molto scosso e dolorante, Fred decide di non lasciarsi sfuggire l'occasione, prende la rincorsa con le corde e si getta fuori dal ring, colpendo Kevin Manson con uno spettacolare Somersault suicide senton.

Immagine

Kevin Manson è a terra, Double F, con un po' difficoltà, lo solleva e lo getta sul quadrato, adesso lo copre, 1...NO! "The Animal" solleva la spalla sinistra, annullando il tentativo di pin! Il TWC Universe incita a gran voce Manson, ma non sono assolutamente pochi i cori a favore di Fred che pare non gradire la reazione favorevole della folla, ma cerca di non dar loro attenzione, rimanendo concentrato su questa difficilissima contesa che fino a poco tempo fa sembrava a senso unico, ma che ora pare offrire uno spiraglio di speranza anche per lui; Kevin Manson, però, non indugia nemmeno un secondo, è quasi in piedi, pronto per continuare la lotta, Fred, allora, lo colpisce alla schiena con pugni, ma l'avversario lo respinge verso le corde, il superuomo tedesco rimbalza su di esse e si scaglia contro "The Animal" con un braccio teso...che va a segno!! Kevin Manson si rialza, altro braccio teso che lo atterra...ma "Painmaker" è nuovamente in piedi, e adesso parte all'attacco con un Running Lariat, che viene evitato abilmente da Fred Franke il quale, approfittando della distrazione dell'avversario, rimbalza sulle corde...

Immagine

...e connette con successo la sua springboard stunner, dopodiché, come sua abitudine, prova a connettere la sua mossa risolutiva, ma Kevin Manso evita il calcio del KO, lo colpisce con un altro Superkick, dopodiché esegue una delle sue mosse più devastanti il Package Piledriver!!

Immagine

Nonostante Fred sia ormai esanime, Kevin Manson decide di non coprirlo, ma dopo aver lanciato un urlo quasi animalesco, lo afferra, pronto per eseguire per la seconda volta dall'inizio dell'incontro la sua mossa risolutiva, la F'N Assassin Drop! Questa volta mira a spedire l'avversario contro uno dei quattro angoli; tutto è pronto, Fred è immobile, Manson esegue la mossa, ma ecco che l'avversario reagisce, giusto in tempo e con le ultime forze rimastegli getta "The Animal" all'indietro...

Immagine

...THE KNOCKOUT KICK!! Mossa finale a segno!! Tutto il TWC Universe è ammutolito, sorpreso da questo colpo inaspettato, un colpo che è sempre stato decisivo in ogni incontro disputato dal tedesco...attenzione! Il leader della FOX's Army, dopo aver sferrato il calcio che mette KO, è a terra, esausto, mentre Kevin Manson, l'avversario, dopo aver subito il calcio che mette KO, è ancora in piedi, aggrappato alle corde, stordito, ma per nulla vinto; mentre l'autoproclamatosi superuomo tedesco, lentamente, si rialza, il rivale barcolla al centro del ring, invita il nemico a farsi avanti e a colpirlo...

Immagine

...THE KNOCKOUT KICK!! ANCORA UNA VOLTA!! Questa volta Kevin Manson cade a terra, distrutto, Fred, quasi privo di sensi, gli cade sopra, coprendolo, 1...2...3!! FRED HA VINTO!! FRED HA SCONFITTO MANSON!! "THE GERMAN SUPERMAN" ANDRÀ A NIGHT OF GOLD NELLA SEMIFINALE DEL TORNEO PER IL TITOLO DI CAMPIONE DEI PESI MASSIMI DELLA TWC!!

JR: Here's your winner....FFFFFFFFFFFFFFFRRRRRRRRRREEEEEEEEEEEEEEEEEED!!!!

La più grande vittoria nella carriera di Fred, Fred che, dopo un match difficilissimo, il più difficile che abbia mai disputato, comincia solo ora a rimettersi in piedi, mentre l'avversario, contrariato dal verdetto, dopo aver dominato l'avversario lungo quasi l'intera durata dell'incontro, osserva dallo stage l'esultanza del tedesco, toccandosi la testa col braccio, dunque si allontana. Fred scuote il capo, deridendo il suo avversario, dopodiché si lascia andare ad una delle sue strafottenti esultanze che gli mette contro quasi tutto il pubblico, lo stesso pubblico che gli è stato più volte vicino nel corso di questa difficilissima contesa.

Immagine

Sul ring ecco sopraggiungere la graziosa intervistatrice della TWC, Ally Sullivan, che, tenendo un microfono, applaude, mostrando anche un sorriso (veritiero o di circostanza nessuno può dirlo), dopodiché si avvicina al tedesco per chiedergli le sue impressioni subito dopo questa importantissima vittoria...il leader della FOX's Army, però, le strappa il microfono dalle mani, senza nemmeno degnarla di uno sguardo; l'intervistatrice si allontana contrariata, mentre il tedesco, felicissimo, sale sulla corda più alta e prende la parola tra i fischi di tutta l'arena.

FF: Double F, The German Superman, The Master of German Suplex, The Future Legend of Pro Wrestling, The King of Wrestling, The Perfect Wrestling Machine, Mr. Pink, questi sono solo alcuni dei soprannomi con cui è conosciuto il leader della FOX's Army, Fred Franke, MA dal prossimo 11 settembre mi chiamerete...CAMPIONE DEL MONDO DEI PESI MASSIMI DELLA TWC!!

Il TWC Universe lo sommerge dei fischi.

FF: THAT'S THE REALITY!!

Detto ciò, Fred getta a terra il microfono, lancia un'occhiataccia verso il pubblico, e, serioso, si allontana velocemente dal quadrato.
Si chiude il sipario su questa bellissima puntata di Friday Night Indoor War, una puntata che ci ha regalato i primi due semifinalisti del torneo che decreterà il primo campione dei pesi massimi nella storia della TWC. Appuntamento tra due settimane con una nuova puntata dello show fenomeno!


NotOnlyWWE, CM-Cena, Il Ragazzo Woo Woo
Dims, SimoAF, Il Capitano, Elban Rattlesnake, Phil Is Wrestling, Stevester, The Hawk, streight edge savior, Simon, KTW, pippoinzaghi


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 31/07/2015, 20:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Immagine


Signore e signori, benvenuti al Fallout di Friday Night Indoor War, show appena terminato dopo una grandiosa puntata! Le immagini ci portano immediatamente nel backstage, con Kevin Manson che torna nel suo spogliatoio ma viene intercettato dalla nostra intervistatrice Ally Sullivan...

Immagine Immagine


AS: Kevin, Kevin, delle dichiarazioni sulla tua sconfitta contro Fred?

The Animal si gira distratto, dopodichè ricomincia a camminare.

AS: Kevin, il TWC Universe vuole le tue dichiarazioni su quanto successo oggi!

Il Painmaker sbuffa e si volta di scatto, freddando la Young con lo sguardo.

KM: Vuoi una risposta? Impara a fare delle domande intelligenti. Come figa vuoi che io mi senta? Una merda. Ho tutte le carte in regola per eliminare Fred dal panorama TWC e perdo come un idiota contro un mio nemico. Ora tutti cominceranno a pensare che io sia inferiore a lui, l'anello debole dello State Of Anarchy, tutte queste stronzate. Giudizi, come sempre. Hai il tuo scoop, puoi andare a dormire felice?

AS: A dir il vero ci sarebbe un'altra questione... Vincent Cross ha mostrato al mondo una registrazione in cui si vede chiaramente tu che manometti la sua moto, perchè?

KM: Perchè mi stanno sul cazzo le persone non coerenti, mi ascolti quando parlo?

AS: Ma hai detto che non ti interessava affrontare uno come lui in quanto lo ritenevi inferiore, il tuo gesto non è stato a sua volta incoerente?

Manson cerca il contatto visivo con la bella intervistatrice, fissandola negli occhi con sguardo rabbioso. Soffia, più volte, dopodichè dà le spalle alla ragazza e riprende a camminare verso il backstage...

AS: Kev-

KM: LASCIAMI IN PACE!

Il Painmaker si ferma, continuando a mostrare la schiena alla Sullivan ed alla telecamera. Parla con un groppo in gola.

KM: ...un uccellino mi ha detto che sarebbe andata esattamente così. Se io non avessi attaccato Cross, Olon mi avrebbe estromesso dai riflettori dopo il mio rifiuto all'ingresso nella sua Army. Non ho avuto scelta. Qualunque strada io prenda, sarò sempre giudicato, ed ecco perchè ho provato a fermare lo show o sputtanare le cuffie con microfono di quegli idioti al tavolo di commento.

AS: Un uccellino...?

KM: Già, un uccellino.

Manson si allontana e svolta l'angolo, lasciando la Sullivan con uno sguardo interrogativo mentre le immagini sfumano.

- - -


Vediamo un Andy Moon camminare sorridente per il backstage.

Immagine


Viene raggiunto da Daniel Carson, con un microfono in mano. L'intervistatore fa un cenno a Moon che annuisce e si avvicina.

Immagine


DC: Andy Moon, ti sei qualificato per il match che decreterà il primo TWC 15 Champion della storia. Pareri a riguardo?

AM: Sono felicissimo, davvero. Ho avuto un gran bel match con Cross, ha colpito duro ma sono riuscito a danneggiargli abbastanza il braccio da far si che non riuscisse a mettere a segno le sue finisher. Devo ammettere che mi ha sorpreso quando non è andato giù alla You Sick Fuck.

Andy ridacchia.

AM: Questo è un nuovo Andy Moon. Non è nemmeno quello della scorsa settimana, però. Diciamo una via di mezzo. Qualcosa da temere. Studiare l'avversario e i punti deboli che può avere è una cosa che molti fanno prima dei propri match. Io mi sto allenando a farlo durante gli stessi. E mi sembra che stasera abbia funzionato. Here we go again, sono di nuovo in corsa.

DC: Che ne pensi invece dell'attacco di B ai danni di Gaty?

AM: Pff, che dovrei pensarne? Il solito codardo. Ne approfitto per fare i miei auguri a Nick per la prossima puntata.

DC: Quindi, Andy, non ti piacerebbe un Moon vs Bosiko IV titolato?

Andy distoglie lo sguardo.

AM: Diciamo che accarezzo l'idea, e sarebbe un'ottima opportunità per rimettermi alla prova se accadesse. Ma Nick merita molte più chance di Bosiko.

DC: Ok, Andy, grazie per il tempo concesso.

Moon fa l'occhiolino alla telecamera e poi esce dall'inquadratura.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 14/08/2015, 14:01 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
Immagine

And Now From TD Garden, Boston, Massachusetts, TWC presents Friday Night Indoor War!

Immagine


Immagine

LIVE, dal TD Garden di Boston, Massachusetts, va ora in onda il quattordicesimo episodio di TWC Friday Night Indoor War, lo show fenomeno, rivelazione della stagione, per quanto riguarda il mondo del pro wrestling. L'atmosfera è surreale, il pubblico è in visibilio, tutti sono entusiasti, ansiosi di assistere a questa importantissima puntata, in cui avranno luogo gli ultimi due incontri del secondo turno del torneo che tra quattro settimane, a Night of Gold, incoronerà il primo World Heavyweight Champion nella storia della TWC! Stanotte, avremo tutti e quattro i nomi di coloro che parteciperanno alle semifinali del torneo, semifinali che, insieme, ovviamente, alla finalissima, si svolgeranno direttamente allo special event del prossimo 11 settembre. Che lo show abbia inizio!!

TWC Universe: We want Carroll! We want Carroll! We want Carroll!

I cori per Nick Carroll, il beniamino di casa, sono assordanti. Stasera avrà infatti luogo anche la seconda semifinale del torneo per l'assegnazione del TWC 15 Championship, che vedrà protagonisti l'ingegnere e Simon B.



Immagine


"Scream, Aim, Fire" viene diffusa nell'arena ed il pubblico esplode al risuonare della theme song di Nick Carroll! Il biondo arriva sullo stage, finalmente sorridente, a godersi l'ovazione riservatagli dai suoi concittadini. Il bostoniano cammina lentamente sulla rampa dando il cinque agli spettatori, per poi entrare sul ring e salire sui quattro paletti, accompagnato dalle acclamazioni del pubblico. Infine, Nick assapora il momento chiudendo gli occhi, come fatto in occasione del suo debutto. Ecco che Jessica Rose porge un microfono al bostoniano.

NC: Boston, sono qui!

Applausi scroscianti dalle tribune.

NC: Lo sapete bene, queste ultime settimane sono state molto difficili per me. Ho a che fare con un uomo senza scrupoli, un criminale prestato al mondo del wrestling, che pur di rendere la mia vita un inferno ha portato ad Indoor War quello che lui definisce uno scheletro nel mio armadio, la mia ex fidanzata Jane.

Carroll scuote la testa, l'espressione grave.

NC: Nonostante fin da Dublino voi fan mi abbiate dimostrato il vostro appoggio non posso negare che l'arrivo di Jane mi abbia turbato e deluso nel profondo. Ma la vita va avanti e per chi tiene duro e cerca di superare le avversità, riserva sorprese e nuove opportunità.

Il volto del ragazzo si rasserena notevolmente.

NC: Questo è ciò che è successo a me. Fox Olon mi ha infatti consentito di partecipare al torneo che assegnerà per la prima volta il TWC 15 Championship.

Il biondo si morde il labbro, perplesso.

NC: Ora, non ho idea del perché il tricheco abbia scelto proprio me nonostante i nostri contrasti. Quello che so è che di certo il nostro amato Chairman vorrebbe vedere uscire vincitore dal match di stasera e dal torneo un altro lottatore.

Carroll ammicca alla telecamera.

NC: Sto parlando ovviamente di Simon B, che per qualche motivo ha deciso di entrare a far parte della cricca di delinquenti di Olon. Posso solo immaginare il perché quell'idiota abbia fatto questa mossa, ma ovviamente non sarà l'appoggio dell'Army a farmi arrendere di fronte ad un buffone come Bosiko!

Ovazione della folla, che fa sorridere Carroll. Nick lascia sfogare il pubblico per poi proseguire.

NC: Qualunque cosa abbia in mente per me quella banda di pazzi, state certi che io non demorderò! E vi prometto che col vostro sostegno uscirò vincitore da questo ring ed andrò a Night of Gold a giocarmi il titolo contro Moon!

Il bostoniano, molto convinto, fa per continuare a parlare... Ma proprio in quel momento viene letteralmente bloccato da una theme song che tutti ben conosciamo e che, soprattutto, tutti ben odiamo! Signori e Signore, Ladies and Wannabe, la Cavalcata delle Valchirie precede l'ingresso in scena dell'uomo che tutti noi vorremmo essere, Simon B!



I fischi subissano l'entrata in scena di Simon B.. ma a presentarsi non è lui, è il suo nuovo “bodyguard”, la sua nuova “guarda”, il suo “manager”.. non saprei come chiamarlo.. Insomma, il suo irlandese di ferro, Finn Wheelan!

Immagine


L'irlandese si presenta elegantissimo sullo stage sotto lo sguardo curioso di tutti i presenti.. Simon B gli ha sicuramente insegnato come vestirsi! Finn osserva tutti i presenti con aria di superiorità, sicuramente appresa dal suo maestro, e poi dopo essersi sistemato i capelli (come spesso fa il suo “pro”) maneggia il microfono esattamente nel modo in cui lo maneggia l'ex Bosiko e inizia a parlare schiarendosi la voce.


FW: Nicholas Carroll, giusto? Un altro, l'ennesimo di quei novellini che Simon tanto odia. Oh, scusate, non mi sono ancora presentato. Il mio nome è Finn, Finn Wheelan. Sono nato il 4 Gennaio del 1991 in quel di Kilmallock, una piccola cittadina nella contea di Limerick, in Irlanda. E sono qui grazie a Simon B.

Il pubblico, che fino a quel momento aveva ascoltato con attenzione le parole dell'irlandese, inizia a borbottare non appena viene rinominato colui-che-tutti-noi-vorremmo-essere.

FW: E a proposito di Simon B, gli ho già rubato troppo tempo probabilmente... Lasciatemi introdurre l'uomo che tutti noi dovremmo prendere come esempio... Non credo ci sia bisogno di dirvelo, tutti in piedi per Mister Simon B!!




WTF? Runaway?? Dopo aver assunto una sorta di “assistente”, Simon ha deciso cambiare anche musica d'ingresso! Che stia dando una clamorosa svolta alla sua carriera?

Immagine


Elegante come al solito, griffato fino alle mutande, Simon si presenta spavaldo sulla stage sorridendo, con tanto di occhiolino verso Finn che lo applaude e ricambia la strizzata d'occhio. Simon percorre la rampa che porta al ring salutando a destra e a sinistra come un re seguito dal suo schiavetto personale, e poi sale sul quadrato passando attraverso i gradoni d'acciaio, come i signori. .

SB: I gradoni!!!

Simon si gira verso Finn che stava salendo sul ring passando tra le corde, e lo costringe a salire sul quadrato passando per i gradoni.

SB: Ne hai di strada da fare per diventare una Grande Superstar come me, ragazzo! E anche tu, Nick, ne hai tanta ancora da fare.. Dov'è il bagno di folla? Io vedo quattro fan ritardati che cantano il tuo nome a malapena.. e per fortuna che Boston è la tua città natale! Sembra quasi che sia la tua città pasqua.. E no, non è una battuta triste. È semplicemente una metafora che forse tu puoi a stento capire.. Natale è la festa più amata, in cui tutti dicono di essere più buoni, in cui si sta in famiglia per giorni e giorni.. Mentre la pasqua, meh, la pasqua è la festa snobbata, utile solo per le uova di cioccolata. E anche tu stai venendo snobbato, peccato che non abbia con te nessuna sorpresa!

Simon scuote la testa divertito, seguito a ruota da Finn che rimane nel suo angolino.

SB: Meh, io a Miami a malapena riesco ad entrare nell'arena con quanta gente c'è a chiedermi foto ed autografi.. è pieno anche di ragazze che vogliono essere toccate, baciate, e anche (passami il termine) penetrate da me. Ovviamente io rifiuto in un primo momento e solo dopo aver controllato la loro età posso decidere se buttarmi nella mischia. Ma da oggi ci sarà qualcuno che mi aiuterà in questo e in molto altro.. Si è già presentato prima da solo, ma credo sia giusto presentarlo anche a te Nick.

Finn si fa avanti orgogliosamente.

Immagine


SB: Carroll, Finn Wheelan. Finn, Carroll. Presentazioni fatte, ora scusate ma la gente ha pagato per vedere me.

Fischi! La gente ha pagato per vedere Carroll prenderti a calci nel culo!

SB: Sono stanco di tutti questi attacchi alle spalle che ricevo settimana dopo settimana, di match persi solamente a causa di interferenze da parte di gente invidiosa del mio successo, che pur di non vedermi al top venderebbero la propria madre al mercato degli schiavi. Gaty, Andy Moon, e anche tu Mister Carroll.. da stasera ho un alleato in più. Non solo ho tutta l'amrata di Mister Olon al mio fianco, ma da stasera avrò qualcuno di ancora più fidato a guardarmi le spalle.

Simon si volta verso Finn e gli fa un cenno di approvazione.

SB: Da stasera il mio irladnese di ferro mi terrà compagnia durante i match evitando così ogni interferenza, ogni inconvenienza, ogni qualsiasi cosa che possa accadere! Da stasera dirò basta ai match persi per delle cazzate e per delle distrazioni, da oggi dirò basta agli attacchi alle spalle per colpa di qualche bastardo, da oggi si cambia. Quando ci sentite arrivare, meh.. You'd better run away.

Simon fa “ciao ciao” con la manina a Carroll che però ha qualcosa da dire...

NC: Mio Dio, che tristezza. Non c'è mai limite al peggio a quanto sembra.

L'ingegnere scuote la testa.

NC: Dopo tutte le fughe e le aggressioni da vigliacco, dopo tutti i sotterfugi per eliminare Moon, hai anche il coraggio di lamentarti del fatto che vieni ripagato con la tua stessa moneta? Agghiacciante.

Il supporto della folla alle parole di Carroll fa nuovamente sorridere il ragazzo, che ora si rivolge a Wheelan.

NC: Benvenuto Finn. Spero che nonostante l'aspetto da fighetto tu sia decisamente meno inetto del tuo padrone.

Nick alza subito una mano in segno di scusa.

NC: OPS! Volevo dire datore di lavoro, perdonami.

I bostoniani sembrano aver apprezzato la battuta ed ora bersagliano di cori ironici il nuovo arrivato.

NC: Comunque sia, caro Simon, sappi che nemmeno la presenza del tuo bodyguard mi intimorisce. E sai perché?

Carroll si avvicina al suo avversario di stasera, sguardo di sfida nei suoi confronti.

NC: Perché so che non sei al mio livello. Hai del talento, è innegabile, ma per quanto dotato ed esperto tu possa essere, non c'è modo che una persona frivola come te prevalga su di me.

Il bostoniano allunga il braccio ad indicare Simon.

NC: Guardati. Non sei altro che un piccolo concentrato di avidità. Tutta la tua vita si è basata sull'accumulare tutto il possibile. Denaro, ricchezze, vestiti ed oggetti di lusso in primis. Ma ci sono anche diverse altre cose.

Carroll comincia a passeggiare avanti ed indietro nel ring, lo sguardo verso l'alto, l'espressione assorta.

NC: Ad esempio, abbiamo i numerosi titoli vinti in TWNA. Tanti, ma non tutti. Penso ti bruci parecchio la mancanza dell'alloro mondiale, vero?

Sorrisetto soddisfatto dell'ingegnere.

NC: E poi abbiamo le donne, se così vogliamo chiamarle. Io le considererei più come oche starnazzanti con più secrezioni vaginali che materia grigia nel cervello, ma d'altronde non mi pare che tu possa ambire ad un target più alto, visto che qualunque ragazza con un QI maggiore di tre ti schiferebbe indubbiamente.

Nuove risate degli spettatori, mentre Nick continua col suo elenco.

NC: E per ultimi abbiamo la tua nuova simpaticissima guardia del corpo - con la sua spiccata e forte personalità - ed i tuoi degni compari della Army. Dimmi B, cosa ti ha spinto a coalizzarti con quella marmaglia? Hai troppa paura di perdere da Moon? Vuoi farti amico Olon? Oppure vuoi spodestarlo perché la tua avidità ti sta portando ad avere bisogno di ricoprire una posizione di potere? Raccontaci un po'!

Simon visibilmente irritato dalle parole di Carroll scuote la testa mentre Finn cerca di calmarlo. I due confabulano per qualche attimo fino a quando B si calma e può riprendere a parlare tranquillamente..

SB: Nick cazzo, vieni pagato per fare voli da urlo sul ring, non per fare il pagliaccio e dire quattro stronzate trite e ritrite solo per far ridere gente che tifa..meh.. Boston Celtics...

Il Who You Want to B viene sommerso letteralmente dai fischi!

SB: Ancora che tiri fuori la storia dei titoli vinti? Una volta King of The Ring della TWNA, oltre duecento giorni di regno da campione degli Stati Uniti d'America e non una, non due, non tre.. ma ben QUATTRO volte campione di coppia! Inoltre sono stato nel Main Event dell'ultimo unico ed indimenticabile show della federazione.. Solamente quando riuscirai a raggiungere la metà del mio “splendore” tra virgolette (ma neanche tanto) avrai il diritto di parlare. E visto che sei così informato dovresti sapere che sono stato derubato due volte del titolo mondiale quando ero ad un passo dal raggiungerlo.

Simon mette le mani a brocca e si morde le labbra mentre Finn Wheelan lo consola.

SB: Chiudiamo questa inutile parentesi per la TWNA (pace all'anima sua)... Guarda, sul discorso ragazze ho fatto finta di non sentire. Sono le solite frasi fatte messe a caso una dietro l'altra, il modo più intelligente per dire ciò che non pensi. Le tipiche dichiarazioni di chi è invidioso, di chi vorrebbe avere tutto ciò che io ho, o semplicemente essere la copia identica del sottoscritto.

FW: Oppure, del sottoscritto.

Simon guarda male Finn in un primo momento, ma poi gli sorride.

SB: Meh.. Guarda un po' il ragazzino come impara.. nemmeno una settimana e già sembra me. A lui spetterà il compito di mantenere alto il nome di Simon B quando non vorrò più spaccarmi la schiena su un ring. Gli insegnerò come comportarsi nei momenti difficili, a ragionare come ragiono io, a vestirsi nel modo giusto nel posto giusto, tutti i miei segreti, le mie manovre e tutto il resto. Lo farò diventare molto più di un Wannabe. E soprattutto..

B sospira.

SB: Gli spiegherò che quando sei da solo e c'è potenzialmente un nemico più potente come l'Army è sempre meglio allearsi con loro, che andare contro di loro. E guarda ora, Carroll, come mi ritrovo? Col “culo parato” in ogni caso, pronto però a schierarmi al fianco di persone oneste e sincere, precisissime e crudeli al punto giusto come Sigfried Jaeger, decise e che vanno dritte al punto come Christophorus Schmidt, svitate ma concise come Big Black Boom, forti e che pensano solo alla vittoria come Fred. E poi c'è quel genio di Mister Fox Olon a comandare il tutto, non credo ci sia bisogno di aggiungere altro. L'Army è semplicemente l'Army, Nick. E anche tu, come tutti, vorresti farne parte anche solamente per sentirti più al sicuro all'interno di questa TWC.

Finn si avvicina al suo datore di lavoro e gli sussurra qualcosa all'orecchio. Simon sembra sbalordito.

SB: Cœs? Davvero oltre che con Carroll c'è in programma un match con The Gaty? Tutta colpa di Manson.. MANSOOOOOOOOOOON!!!

Simon fa per andarsene contrariato ma Nick deve ancora dire qualcosina.

NC: No, aspetta. Sei veramente così idiota da non sapere quali sono i tuoi impegni per la serata? Il tuo caso è ancora più grave di quello che pensavo! Pensavo avessimo toccato il fondo con Drake in versione Psyduck, ma almeno lui aveva la scusa del microchip impiantato in testa!

Ora Nick indica Wheelan.

NC: Per fortuna il tuo segretario ha guardato bene l'agenda degli appuntamenti.

Nuovi cori di scherno del pubblico verso Finn, che cerca di non scomporsi.

NC: Per quanto riguarda le tue risposte, Simon, non riesco a capire se ti stai consapevolmente arrampicando sugli specchi o se sei talmente fesso da non riuscire nemmeno a considerare le verità che gli altri ti sbattono in faccia.

Sorrisetto dell'ingegnere.

NC: Hai una giustificazione per tutti i tuoi insuccessi. Secondo te ogni obiettivo fallito è dovuto a qualche macchinazione nei tuoi confronti, inoltre minimizzi il fallimento elencando tutte le tue altre conquiste. Nei casi più estremi, quando quei pochi neuroni funzionanti che ti ritrovi non riescono a spremersi abbastanza per trovare una scusa, ti difendi con la tua classica e ripetitiva accusa di essere tutti invidiosi di te.

Ora Carroll va a muso duro con Bosiko.

NC: Mettiti bene in testa che a nessuna forma di vita intelligente fotte un cazzo di essere come te. Inoltre, ho intenzione di lasciarti qualcosa su cui riflettere, sempre che tu ne sia capace. Per quale motivo il tuo grande amico Olon, colui che ti para il culo, ti inserisce in due match nella stessa serata? Non mi sembra un grosso favore. Chissà che alla fine tu non abbia esattamente il pieno appoggio di Fox come mi aspettavo...

Simon B sembra leggermente preoccupato da queste ultime parole, ma dopo qualche attimo riacquista la sua proverbiale nonchalance.

SB: Meh... Potrei benissimo rispondere punto per punto alle tue chiacchiere lasciandoti in lacrime sul ring, ma come mi è stato fatto notare stasera sarà una serata impegnata per me e non intendo concederti altro tempo, perciò...

L'ex Bosiko scende elegantemente dal ring, utilizzando ovviamente i gradoni, seguito dal fido Wheelan, poi rivolge un ultimo saluto al suo primo avversario di oggi.

SB: Au revoir, WannaB!

Il ragazzo di Miami ed il suo assistente si avviano quindi verso il backstage subissati da fischi, lasciando Carroll sul ring ad osservarli con un sorriso sardonico stampato in volto. I due si incontreranno nuovamente sul quadrato stasera!

Up Next: Un inaspettato ritorno!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 14/08/2015, 14:07 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
Bentornati ad Indoor War!



Immagine


Kodlak è tornato!!! Il lottatore misterioso apparso poche settimane fa e poi scomparso nel nulla è tornato!! Il lottatore aveva effettuato un paio di promo, per poi non farsi più vedere. Nessuno l'aveva più visto da allora. Sembra che oggi però avrà il suo battesimo sul ring, infattu sul ring è già presente Black Adam, il suo avversario.

Immagine


Kodlak corre verso il ring visibilmente arrabbiato e.... attacca l'arbitro con un fisherman suplex mandandolo al tappeto, senza alcun motivo apparente!

Immagine


Subito dopo fissa l'arbitro a terra.

KDK: I'm back from Hell

Black Adam è inizialmente confuso da ciò che è successo ma subito dopo, vedendo Kodlak concentrato sull'arbitro, lo attacca alle spalle con un Flying Shoulder Block. Kodlak finisce a terra e viene colpito da diversi pestoni al viso: uno, due tre, quattro, cinque, ben sei pestoni al viso! Al sesto stomp al viso Kodlak inizia a sanguinare vistosamente dal viso. Intanto l'arbitro è ancora a terra e dal backstage non esce nessuno a soccorrerlo o a sostiturlo. Black Adam sale sul paletto e si prepara a colpire l'avversario con un flying shoulder block, che intanto si è rialzato con il viso sanguinante. Black Adam salta...Kodlak afferra al volo, se lo carica sulle spalle e urla in maniera spaventosa:

KDK: ARE YOU READY?!

Kodlak colpisce l'avversario una TKO!

Immagine


L'arbitro intanto si rialza, Kodlak lo osserva furente e lo insegue per colpirlo ancora, ma l'arbitro è più veloce di lui e fugge nel backstage a cercare aiuto. Dopo che il povero ufficiale di gara è fuggito, Kodlak è ancora più furioso, perciò se la prende con l'avversario a terra, lo rialza, se lo carica sulle spalle...Highway to Pain!!

Immagine


Lo rialza ancora....Highway to Pain!!

Immagine


Un Kodlak sanguinante osserva l'avversario a terra, ma sembra soddisfatto: saziata la sua ira, si inginocchia in mezzo al Ring e urla:

KDK: ESCAPE FROM HELL!

Kodlak si allontana dal ring, mentre arrivano i primi soccorsi per l'avversario a terra. Una lotta si è appena conclusa, ma qualcosa di più grande è appena iniziata tra questi due lottatori.


Still to come: The voice of Fred


Ultima modifica di Il ragazzo Woo Woo il 14/08/2015, 14:29, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 14/08/2015, 14:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
Immagine

Le telecamere inquadrano ora il ring al cui centro troviamo la bellissima Ring Announcer Jessica Rose, applauditissima dal pubblico di Boston, applausi a cui la ragazza risponde con un timido ed imbarazzato sorriso.

JR: Gentili signori e signore, date il benvenuto al presidente della TWC, il general manager di Friday Night Indoor War, il New York Guy, Mr. Fox Olon!!

Immagine

Ed ecco fare il suo ingresso proprio lui, il TWC Director Of Operations, Mr. Fox Olon, il quale compare sullo stage, accolto dai fischi e dagli insulti del pubblico, a cui risponde con un sorriso a trentadue denti. Velocemente raggiunge il ring, si avvicina alla Rose a cui rivolge un sorriso ammiccante, lei pare un po' a disagio, decide di consegnare all'imprenditore il microfono, dopodiché con passo rapido scende dal quadrato, seguita dallo sguardo di Fox, il quale ora, circondata da un pubblico a lui molto ostile, decide di cominciare il proprio discorso, dando ufficialmente inizio a questo nuovo episodio di Indoor War.

FO: Signori e signore, il mio nome è Mr. Fox Olon, e sono...

Fox sorride.

FO: E sono, ORGOGLIOSAMENTE e LEGITTIMAMENTE, il capo della TWC e il general manager dello show più seguito del venerdì sera, Friday Night Indoor War, e, FELICEMENTE, il fondatore e portavoce della forza più dominante che abbia mai calcato un ring di pro wrestling, la FOX's Army!!

Ecco che, improvvisamente, i fischi si intensificano, cosa che suscita ilarità nel New York Guy, più felice del solito.

FO: Che bella la vita! Vi ho mai raccontato la storia del mio primo apprendista? No?! Okay, rimedio subito. Anni fa, presi con me un giovanissimo talento, un gigante, alto all'incirca un Leon Black e mezzo, circa, massiccio, beh, fammici pensare, sì, circa due volte e mezzo Kevin Manson, avete presente quel grassone un po' fuori di testa, che è stato sconfitto due settimane fa, insomma quello lì; va bé, quel mio giovane apprendista era qualcosa di immenso, un vero prodigio della natura considerando che aveva a malapena vent'anni o poco più; comunque, non aveva solo la stazza e il fisico, aveva anche del talento, però, per qualche motivo, non riusciva a sfondare, soffriva probabilmente di ansia da prestazione, poverino; beh, insomma, decisi di occuparmi di lui, lo allenai, ma soprattutto lo difesi, perché anche allora c'erano i Philips, i Tidus, uomini miopi che cercano in tutti i modi di guastare le carriere altrui, forse spinti dalla gelosia o da qualcos'altro; comunque feci di tutto per portare questo mio giovane apprendista al top, arrivai persino a fare qualcosa che mai e poi mai avrei immaginato di fare, ingannare il prossimo...

Fox ride, i fischi, intanto, aumentano.

FO: Comunque, nonostante tutto, nonostante tutta la mia buona volontà e i miei raggiri, quel mio giovane apprendista ci impiegò un anno intero prima di darmi qualche soddisfazione, UN ANNO! Per questo, la scorsa estate, quando i tempi divennero maturi, decisi di sbarazzarmi di quel traditore e sostituirlo con qualcuno che ha il talento e l'intelligenza necessaria per sfondare, qualcuno che mai, MAI, mi deluderà, qualcuno a cui voglio bene come un figlio, qualcuno a cui ho voluto insegnare tutto, donando me stesso, qualcuno che difenderò SEMPRE, anche andando contro i miei stessi vantaggi, qualcuno che diverrà un DIO di questo business, una LEGGENDA!

Tanti sono i fischi e gli insulti rivolti contro Fox, il quale, però, prosegue il proprio discorso.

FO: Di chi si tratta? "The German Superman", "The Master of German Suplex", "The Future Legend of Pro Wrestling", "The German Submission Machine", "The German Conquerer", " The Perfect Wrestling Machine", "The Messiah of Pro Wrestling ", "The Anti-Christ", FRED FRANKE!!

Il New York Guy annuisce, mostrando orgoglio, mentre il pubblico continua a fischiarlo.

FO: Nello scorso episodio di Indoor War, Fred ha sconfitto ed eliminato dal torneo Kevin Manson, lo stesso Manson che, due settimane prima, aveva ricevuto un'offerta d'oro, un'offerta che in moltissimi avrebbe voluto ricevere, ma che lui ha rifiutato, tradendo la fiducia che io e soprattutto il mio assistito avevamo posto in lui, nelle sue qualità; pensavamo che uno dal suo talento non c'azzeccava niente insieme a gente come Black, Ewards, etc..., volevamo salvarlo da una scelta sconsiderata, come buone e generose persone quali siamo, volevamo aiutarlo, sinceramente; invece, ci ha sputato in faccia, si è preso persino gioco di noi e, alla fine, alla fine, come preannunciai in più occasioni, è stato lui a pagare, è stato lui a perdere e a mostrare di aver avuto torno, rivelandosi, sì, un ottimo combattente, ma, alla fine, un perdente e, perciò, posso ora dirti, caro Manson, di rimanere lì dove sei, tra i tuoi amici, perché le porte della FOX's Army sono definitivamente e categoricamente CHIUSE!

"MANSON!! MANSON!! MANSON!!", il pubblico mostra vicinanza verso Kevin Manson che, due settimane fa, è riuscito a mettere in serissima difficoltà "The German Superman", arrivando più volte ad un passo dalla vittoria.

FO: Manson, mio caro, carissimo figliolo, scommetto che in questo momento sei lì, seduto in un angolo, al buio, sospiri e pensi, pensi a quanto stupido tu sia stato nel non averci dato ascolto, nell'essere stato arrogante e presuntuoso, nell'aver perso l'occasione di una vita; sei arrabbiato, percepisco il tuo dolore e la tua frustrazione, cerca, però, di capire che la colpa non è nostra, non è né mia né di Fred, la colpa è solo e solamente TUA! Così è la vita, Manson, spero che tu possa trascorrere il resto della tua vita in serenità, cercando di perdonare te stesso; di sicuro non sentiremo più parlare di te, di sicuro non sentiremo più parlare di Kevin Manson, fatevene una ragione!

Il TWC Universe lo fischia ancora una volta, ma Fox non degna loro del proprio ascolto, rimane indifferente alla loro reazione, felice.

FO: Che bella la vita, davvero! Dopo l'eliminazione di Kevin Manson, STANOTTE altri due nomi importanti di quella patetica banda di marmocchi verranno sconfitti, il barbone Travis Miller e, soprattutto, lui, il "capo", la legenda destinata a non essere mai glorificata, perché destinata a perdere sempre, Leon Black!

"LET'S GO BLACK!! LET'S GO BLACK!! LET'S GO BLACK!!", ecco che tutto il pubblico comincia ad incitare a gran voce Leon Black che, stanotte, affronterà Christophorus Schmidt nel main event in un match valevole per l'ultima semifinale del torneo che, il prossimo 11 settembre, decreterà il primo campione dei pesi massimi della TWC.

FO: Sigfried Jaeger lo conosciamo bene, è uno dei nostri migliori uomini, e non c'è alcun dubbio che riuscirà a sconfiggere agevolmente Travis Miller, vendicando in questo mondo il torto subito due mesi fa, a War of Change; Christophorus Schmidt è altrettanto talentuoso, ha un istinto innato nel far del male agli altri, è un assassino nato (avete visto che fine hanno fatto i poveri fratelli Nolan? Avete visto quante mazzate si sono presi da quest'uomo qui?); il suo avversario, Black, non possiede le sue qualità, ma è un furfante e sono certo che stanotte farà di tutto, di TUTTO, pur di vincere, scommetto che in questo momento si sta consultando coi suoi "amici" e insieme staranno pensando ad un modo per far vincere il loro "capo", ne sono sicuro. D'altronde in TWNA Mr. Black era noto a tutti per i metodi poco ortodossi con cui era solito sconfiggere, o meglio, ingannare gli avversari, qui, in TWC, recita la parte del buono, del salvatore, ma in realtà il suo istinto rimane il medesimo, e il suo unico obiettivo è vincere, consapevole che in tutta la sua carriera ha conquistato solamente il titolo di coppia e consapevole che gli restano pochi, pochissimi anni. Perciò, ho contattato Schmidt e l'ho messo al corrente di chi sia il suo avversario, e lui mi ha risposto, "tranquillo, Fox, starò attento e mi prenderò cura di Black così come mi sono preso cura di Tyler e del piccolo Samuel!".

Mr. Fox Olon ride.

FO: STANOTTE sarà la NOSTRA NOTTE, STANOTTE festeggeremo NOI, STANOTTE Sigfried Jaeger e Christophorus Schmidt vinceranno, sconfiggeranno i loro avversari e, alla fine di questa serata, tre dei quattro semifinalisti faranno parte della FOX's Army e, il prossimo mese, NOI VINCEREMO ancora, NOI, la FOX's Army, porteremo a casa il TWC World Heavyweight Championship e la federazione stessa! Godetevi il resto dello show, godetevi la NOSTRA vittoria!

Il New York Guy getta a terra il microfono e, sorridente, si allontana, accompagnato dai fischi di tutto il pubblico. L'episodio di stasera si preannuncia un grande episodio di Friday Night Indoor War: avremo due incontri del secondo round del TWC World Heavyweight Champion Tournament, Sigfried Jaeger vs. Travis Miller e Christophorus Schmidt vs. Leon Black, e tanto altro ancora! Stay tuned!


Up Next: TWC 15 Championship Tournament, Simon B vs Nick Carroll


Ultima modifica di Il ragazzo Woo Woo il 14/08/2015, 14:32, modificato 2 volte in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 438 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17 ... 30  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it