Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 857 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18 ... 58  Prossimo
  Stampa pagina

Re: TWC - News from Indoor War
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 18/07/2015, 23:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8565
Immagine


Ci troviamo all'iH Hotel di Milano, dove alloggiano le superstars TWC. Sono le 19:12 in Italia, mentre sulla costa Est americana sono l'una del pomeriggio. Si entra dentro la stanza 109...

Immagine


Vediamo Andy Moon impegnato al telefono. Il ragazzo ha un'espressione corrucciata.

AM : Uff, smettetila, mamma...Mamma NON m'interessa della carriera di Simon Tag. No, non m'interessa, problemi?!

Lo Skull Kid fa una smorfia di disapprovazione.

AM : Passami Lucas e Penny. Che vuol dire che Penny non vuole parlare con me?! Passami Lucas.

Il volto del ragazzo si rilassa.

AM : Lucas, mi spieghi che diavolo...

Sbuffo. Passa una decina di secondi.

AM : ...Capisco. Dille, uhm, dille che mi dispiace. Certo se le ha fatto impressione quello, allora spero non le abbiate fatto guardare il Main Event. Sì, sì, me ne occuperò io appena finita la questione B. Non hanno speranze, come Sim. Puoi contarci. All'immondizia puoi aggiungere altre tonnellate di immondizia, ma sempre tale rimane, no?

Andy fa un sorrisetto.

AM : D'accordo, ci sentiamo domani. Salutami tutti. Ciao.

Moon chiude la chiamata, poi butta il cellulare sul letto della camera e si distende su di esso allargando completamente le braccia. Lo Skull Kid osserva il soffitto con sguardo vitreo, mentre le immagini sfumano.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 19/07/2015, 8:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 15/07/2013, 14:45
Messaggi: 326
Immagine


ASHES TO ASHES

Spoiler:

Episodio 3: Attrazione fatale.


In una stanza illuminata d'arancione, grazie ai raggi del sole del tardo pomeriggio che entrano dall'unica finestra, Randy è steso sul letto, a petto nudo, con gli occhi chiusi in un'espressione beata. Un telefono squilla, dopo due secondi il ragazzo apre gli occhi e piega la testa, in direzione dei suoi piedi. Si sente una voce femminile.

Immagine


Immagine


???: Cazzo, è Frank.

Randy: Non me ne fotte niente di Frank, Cindy.

Immagine


Randy si rivolge alla ragazza proprio guardando in direzione dei suoi piedi, probabilmente.

Sidney: Ehilà, amore!

Frank: ...

Sidney: No, sono in giro a comprare qualcosa.

Randy raddrizza la testa e fissa il soffitto.

Frank: ...

Sidney: No, non ho ancora trovato niente.

Frank: ...

Sidney: Sì, sono in camerino. Posso richiamarti io quando finisco?

Frank: ...

Sidney: A dopo, ciao.

Dopo qualche secondo, il giovane riprende a guardare in direzione dei suoi piedi.

Randy: Dove eri rimasta?

*più tardi, lo stesso giorno*


Randy e Sidney sono stesi sul letto, entrambi a petto nudo. Lei si copre con delle lenzuola, lui fuma una sigaretta con la mano sinistra, il braccio destro è attorno al collo di lei. La luce dalla finestra è più scura e non basta più: un'abat-juor aiuta ad illuminare la stanza.

Immagine


Randy: Che voleva Frank?

Sidney: Niente, parlare.

Randy: Che palle.

Sidney: Cosa?

Randy: Frank che parla.

Sidney: Stai zitto.

Randy: Ma zitta tu, come cazzo si fa.

Sidney: A fare cosa?

Randy: A parlare tanto.

Sidney: Dici davvero?

Randy: È il classico ragazzo tutto fumo e niente arrosto, uno di quelli che parlano tanto e non hanno le palle per agire coi fatti.

Sidney: Mah.

Randy: Mah che? Ci stava rovinando il colpo settimana scorsa.

Sidney: Cosa?

Randy: Si era dimenticato il nome del morto, ha detto che si chiamava Stuart Little.

Sidney sorride innocentemente.

Sidney: Stuart Little?

Randy allarga le braccia.

Randy: Ma davvero non te l'ha detto?

Sidney: No, ti giuro.

Randy: E la vuoi sapere la cosa più divertente?

Il ragazzo attende qualche secondo.

Randy: La vecchia gli ha creduto!

Entrambi ridono a questa frase.

Sidney: Che dire, è un tipo che sa convincere le donne.

Randy: Le vecchie idiote.

Sidney: Le donne.

Randy: È un cornuto.

Sidney molla uno schiaffo sul petto di Randy.

Sidney: Fanculo, Randy. Non sei simpatico.

Randy: Ma fanculo tu.

Sidney: Non sai quanto mi senta in colpa ogni volta.

Randy: E sbagli. Sbagli perché ormai sai che non c'è futuro tra voi. Guardati alle spalle e dimmi cos'hai seminato, cos'hai guadagnato a stare con lui tutto questo tempo.

Sidney: Senti, non me ne frega un cazzo.

Randy: A me non sembrava.

La ragazza fa per alzarsi.

Sidney: E comunque preparati che dobbiamo andare, Robert ci aspetta tra mezz'ora.

Randy: Tra mezz'ora? Fanculo Robert, io ancora non vado.

Sidney si siede dando le spalle a Randy e prende il telefono.

Sidney: Dico a Frank che ci siamo incontrati per strada e che mi dai un passaggio.

Randy: Lui davvero crede a 'ste stronzate? Non mi prendere per il culo.

La ragazza mette giù il telefono e si gira velocemente verso Randy.

Randy: No, dai non ci credo. E Robert lo fa lavorare con noi. È pazzesco.

Sidney: Senti Randy, hai rotto il cazzo.

Randy: Senti Cindy, tu il cazzo me l'hai appena...

Sidney: Sidney cazzo, è Sidney! Ok? Non Cindy, Sidney!

Randy: Troia.

La ragazza si alza improvvisamente dal letto.

Sidney: Senti facciamo che prima è stata l'ultima volta che si è scopato insieme, ok?

Randy: No, non è stata l'ultima volta.

Sidney: Lo decido io, coglione.

Randy: No, non lo decidi tu.

Randy si avvicina a Sindney e la prende dai fianchi.

Sidney: Non puoi fare così ogni volta.

Randy: Anche questo non lo decidi tu.

*ancora più tardi, quel giorno*


I due sono nuovamente stesi a petto nudo sul letto, lei ancora una volta coperta, lui questa volta ha le mani dietro la nuca. Dalla finestra non filtra più luce.

Sidney: Diamine, è tardissimo.

Randy: No, non ti preoccupare.

Sidney: Vai a lavarti.

Randy guarda Sidney con occhi languidi e un sorriso smagliante.

Randy: Solo?

Sidney risponde con uno sguardo disinteressato.

Sidney: Solo.

Randy allora si alza, mentre Sidney controlla il cellulare.

Sidney: Dovevamo essere da Robert mezz'ora fa.

Randy risponde mentre cammina fuori dalla stanza.

Randy: Ah già, ricordo.

Sidney: Robert ci ammazza, te l'avevo detto un'ora fa di prepararti.

Mentre il ragazzo risponde, si sente il rumore dell'acqua che esce da una doccia.

Randy: Mi sono concentrato su altro, scusa.

Il cellulare di Sidney suona. La ragazza risponde subito, avendolo tra le mani.

Sidney: Frank?

Frank: ...

Sidney: Ehi, sì sì sì, stiamo arrivando. Ho perso tempo in giro non mi sono resa conto.

Frank: ...

Sidney: Randy? Ah sì, ecco l'ho incontrato per caso, stiamo arrivando insieme. Sì sì sì, stiamo arrivando. Arriviamo. Ciao, ciao.

Sidney si rivolge verso la stanza dove ora si trova Randy, ad alta voce.

Sidney: Pronto?

Randy: Sì, quasi.

*camera fades*


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 19/07/2015, 13:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17032
On this day, last year, we were ready. You took away our chance.

WE'RE COMING


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 19/07/2015, 15:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 22/06/2011, 16:15
Messaggi: 12873
Località: I NANI! I NANI! I NANI! I NANI!
Immagine




BREAKING NEWS: WRESTLER DELLA TWC RISCHIA LA VITA IN UN INCIDENTE STRADALE!



La stampa ha riportato come, dopo la fine della puntata di Friday Night Indoor War tenutasi recentemente a Milano, il Wrestler Vincent Cross sia rimasto coinvolto in un brutto incidente vicino al Duomo di Milano, facendo finire la sua moto contro un muro. Il Wrestler, condotto in ospedale per motivi precauzionali, non ha riportato gravi danni perché, come ha dichiarato alla polizia, "E' saltato giù dalla moto non appena ha capito che i freni erano stati manomessi". Cross ha affermato di aver capito chi è il responsabile di questo avvenimento, e che non appena lo incontrerà a Dublino otterrà la sua vendetta, "Soprattutto in nome della mia amata moto!". La polizia ha accertato che i freni della moto sono stati veramente manomessi, e la TWC vuole solo assicurare giustizia per Mr. Cross.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 19/07/2015, 19:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17032
Immagine
Il Grande Piano - Parte 0
Origins



Immagine


Una stanza poco illuminata dalla luce che entra da una tapparella non completamente abbassata. Una malinconica canzone. Il fumo di una sigaretta che filtra tra la luce. Una donna seduta su un divano.

Immagine


La sigaretta viene spenta in un posacenere. Istanti di immobilismo. Sembra una fotografia. La donna allunga un braccio. Un telecomando è l'oggetto delle sue attenzioni. Altri istanti di immobilismo. Il telecomando viene puntato verso una televisione. Il televisore viene acceso. Delle immagini si mostrano alla donna.

Televisore ha scritto:
28/08/2014 - 03:43



Immagine


Ci troviamo in un bar vuoto, Hurt di Johnny Cash risuona nel locale e l'unica persona presente è una donna seduta al bancone che dopo essersi calata uno shottino di vodka si punta una pistola alla testa e scoppia in un pianto disperato.

Immagine


Samantha: E' finita...

La Hart Princess sta per premere il grilletto ma ecco che le luci nel bar si spengono andando in blackout! Passa qualche secondo e si cominciano a sentire rumori di colluttazione e dopo qualche istante le luci si riaccendono mostrando Samantha faccia a terra con la pistola lontana di qualche metro e una figura che la blocca.

Immagine


E' Zafina Schneider! L'ex hacker della Confraternita del Chaos guarda Samantha con sguardo duro per poi rimproverarla.

Zafina: No Samantha, non è finita! E' appena cominciata!

L'hacker lascia Samantha che lentamente si rialza ed ora la guarda con sguardo confuso.

Zafina: Sì bella l'ho provocato io il blackout hackerando il sistema elettrico così come ho hackerato le linee della polizia in modo da disturbare le denunce per minaccia a mano armata che ti sono state inoltrate. Ora seguimi, abbiamo tanto lavoro da fare.

Miss Schneider raccoglie la pistola e poi si avvia verso l'uscita del locale, e Samantha dopo un attimo di esitazione la segue mentre le immagini sfumano...

28/08/2014 - 11:35



Immagine


Ci troviamo in una camera d'albergo. E' mattina, è caldo, un ventilatore a soffitto rotea a potenza media, le finestre sono socchiuse e una donna si sta appena svegliando.

Immagine


Samantha: Dove sono?...

La ragazza si mette una mano sulla fronte in preda ai postumi della sbornia della sera prima e sul suo volto si dipinge un'espressione contrariata.

Samantha: Johnny Cash ha ufficialmente rotto il cazzo!

La Hart Princess scende lentamente dal letto e la sua attenzione viene catturata da alcuni rumori che si sentono provenire dal bagno. Samantha si mette subito all'erta ma ecco che dal bagno esce Zafina Schneider.

Immagine


Miss Schneider osserva con un sorrisetto una confusa Samantha.

Zafina: Ben svegliata, pane e marmellata.

La Hart Princess è confusa, come se non riconoscesse Zafina.

Samantha: Chi sei? Che ci faccio qui?

Zafina: Uh! Una certa ragazza è in hangover eh? Tranquilla Samy, finisco di truccarmi ed andiamo a fare colazione.

Samantha: Non hai risposto alle mie domande...

Zafina: Meglio farlo davanti una bella colazione non trovi? Devi rimetterti in forze Samy.

La hacker sorride a Samantha che ancora più confusa si inizia a preparare per andare a fare colazione.

28/08/2014 - 12:01

Immagine


Ci troviamo all'esterno di un fantastico albergo di qualche città della Florida. Si vede l'oceano a poca distanza ed ora la nostra attenzione viene catturata da Samantha e Zafina sedute ad un tavolino mentre fanno colazione. La Hart Princess ha preso un caffè amaro per via della sbornia della sera prima mentre Zafina non disdegna una bella porzione di uova, bacon e salsicce accompagnate da un bel bicchiere di succo di frutta. Samantha beve lentamente il suo caffè ed osserva sospettosamente Zafina che intanto continua a mangiare tutta tranquilla.

Samantha: Chi sei?...

Zafina: Devi darci un taglio con l'alcool e le droghe, ci siamo presentate due volte ed ancora non ti ricordi di me.

Samantha: E quando ci saremmo presentate?

Zafina: La prima volta quando venisti a far visita alla sede della Confraternita del Chaos insieme a Kid The Wizard e la seconda volta qualche mese fa quando eri sotto riabilitazione sempre nella sede. Ah, ieri ti ho impedito di toglierti la vita, un grazie sarebbe gradito.

Samantha: Grazie... suppongo.

Zafina: Prego.

Miss Schneider torna a mangiare mentre Samantha continua a guardarla confusa.

Samantha: Ti ha mandato Nathan qui?

Zafina: No, non lavoro più per lui.

Samantha: Perché?

Zafina: Dice che ho dimostrato negligenza nel caso Christine e quindi mi ha espulsa dalla Confraternita del Chaos. Che cazzata non trovi?

Samantha: Già...

Ed ecco che una donna si avvicina al tavolo delle due, e senza dir nulla prende una sedia e si siede in compagnia di Samantha e Zafina.

Immagine


???: Zafina... Samantha... Buongiorno.

Zafina: Ciao Elliot.

La Hart Princess osserva la nuova arrivata per poi strabuzzare gli occhi.

Samantha: Di te mi ricordo! Tu sei la dottoressa che è stata espulsa da Nathan! La dottoressa Zinmann!

Zafina: Wow, ti ricordi di lei e non di me... Mi ritengo ufficialmente offesa. Eh eh eh...

Miss Schneider mostra un sorrisetto.

Dr. Zinmann: E ricordi perché fui espulsa?

Samantha: Sì... Scusami.

Zafina: Samantha Hart che chiede scusa a qualcuno, questo sì che è un evento!

Dr. Zinmann: Accetto le tue scuse anche se non c'è bisogno di scusarsi. Quell'espulsione è stata la cosa migliore che mi potesse capitare...

Zafina: ... che ci potesse capitare.

Samantha: Non capisco...

Zafina: Io fui la prima ed essere espulsa, poi toccò alla dottoressa Zinmann e adesso, anche se non sei mai stata ufficialmente un'adepta, è toccato a te. Io ed Elliot nei nostri rispettivi momenti dopo l'espulsione eravamo come te, tristi, confuse e senza più uno scopo nella vita.

Samantha: Tranquilla Zafira...

Zafina: Zafina...

Samantha: Zafina, non sono in questo stato per l'espulsione, ma sono in questo stato perché la mia vita è una merda. Ho distrutto tutto ciò a cui tenevo, per me è la fine.

Dr. Zinmann: Ti sbagli Samantha, noi siamo qui per offrirti un nuovo scopo, una nuova ragione per continuare a combattere ed a vivere!

Samantha: Di cosa state parlando?

Zafina: L'Ordine di Fortuna.

Samantha: L'Ordine di Fortuna?!

Zafina: Esatto Samy, prima io e poi la dottoressa Zinmann siamo state contattate per unirci a loro e grazie ai loro fondi e le nostre conoscenze abbiamo finalmente potuto sviluppare un qualcosa che cambierà il mondo per sempre!

Samantha: Ed io cosa c'entro in tutto ciò?

Zafina: La Signora Fortuna ha chiesto di te. Lei ha notato un potenziale mostruoso ma inespresso in te e vuole che tu prenda il comando di una delle Cavallerie dell'Ordine.

Samantha: Ringraziatela ma non sono interessata.

La Hart Princess si alza dal tavolo pronta ad andarsene.

Samantha: Grazie per avermi salvato la vita Zafina, ma ora devo andare.

La ragazza si incammina ma la voce di Zafina torna a parlarle.

Zafina: E se ti dicessimo che l'Ordine può portarti da Kid The Wizard.

La Hart Princess si blocca per poi voltarsi verso le due.

Samantha: State bluffando...

Dr. Zinmann: Niente affatto Samantha, vieni con noi, sposa la nostra causa ed avrai ciò che disperatamente cerchi.

Le due donne si alzano dal tavolo e si scambiano degli sguardi complici mentre Samantha finalmente mostra un sorriso alle due e le immagini sfumano.

29/08/2014 - 12:30

Immagine


Ci troviamo in un ufficio piuttosto di lusso e ben arredato. Seduta su una confortevole sedia troviamo la donna dai capelli castani sempre inquadrata di spalle.

Immagine


Passa qualche istante e la porta della stanza si apre permettendo l'ingresso di Samantha Hart, Zafina Schneider e la dottoressa Elliot Zinmann.

ImmagineImmagineImmagine


L'hacker e la dottoressa si inchinano mentre Samantha non curante di nulla si avvia verso la scrivania della donna.

Samantha: Ho saputo che mi cerchi, beh che vuoi?!

Miss Schneider e la dottoressa Zinmann strabuzzano gli occhi nel vedere il comportamento sfrontato di Samantha mentre la donna misteriosa accenna una risatina.

???: Ih ih ih, mi piaci Samantha.

L'hacker e la dottoressa restano interdette mentre Samantha mostra un sorrisetto alla donna misteriosa.

???: Piacere di conoscerti Samantha, il mio nome è Rachel Fortuna e sono la CEO delle Fortuna Industries.

Samantha: Piacere Samantha Hart.

Rachel: Zafina ed Elliot ti hanno accennato qualcosa su di me vero?

Samantha: Sì mi hanno detto che pensi che ho un potenziale nascosto e qualcosa sui cavalli...

Miss Schneider alza la mano chiedendo la parola.

Rachel: Prego Zafina.

Zafina: Tanto per completezza le abbiamo detto che Lei vuole la qui presente Samantha a capo di una Cavalleria dell'Ordine poiché Lei dall'alto della sua saggezza reputa Samantha una ragazza da un mostruoso potenziale inespresso.

Samantha: Quello che ho detto io in pratica...

Rachel: Eh eh eh, mi piaci Samantha, mi piaci davvero. Hanno dovuto ricorrere alla carta Kid The Wizard vero?

Samantha: Sì, e in tal proposito, se mi state prendendo per il culo vi ammazzo tutte!

Rachel: Tranquilla Samantha, nessuno ti sta prendendo in giro. Giusto il mese scorso ho parlato e concluso una trattativa molto importante con il suddetto Kid The Wizard. Purtroppo ora non so dove sia, ma da quello che ho visto in lui c'è ancora passione ed interesse per il wrestling.

Samantha: E quindi?

Rachel: E quindi se vuoi trovarlo devi buttarti nuovamente nel wrestling. Torna nel ring, monopolizza l'attenzione, attira l'interesse di Kid The Wizard e lui prima o poi si farà vedere.

Samantha: Mettiamo caso che io dia credito alle tue parole, ma dove posso fare tutto ciò? In WWE non mi prenderebbero mai, in TNA non ci vado nemmeno si mi costringono e la TWNA ha chiuso i battenti.

Rachel: TWC, Total Wrestling Corporation.

Samantha: E che cazzo è?

Rachel: Una compagnia di wrestling nascente, la settimana scorsa hanno depositato alcuni copyright ed entro l'inizio del prossimo anno dovrebbero iniziare a fare show. I miei informatori dicono che i loro piani sono molto ambiziosi e potresti parcheggiarti lì in attesa che un'altra federazione ancora più ambiziosa prenda il sopravvento nel panorama del wrestling mondiale.

Samantha: L'idea non è male, ma non posso presentarmi con la prima pippa che trovo, ho bisogno di un wrestler che siamo come minimo superiore a Simon Bosiko.

Rachel: E lo abbiamo trovato, Franklin Dixon. Zafina illustrale la situazione.

Zafina: Certo mia Signora.

Miss Schneider si avvicina alla scrivania ed inizia a parlare a Samantha.

Zafina: Nella Confraternita del Chaos io e la dottoressa Zinmann stavamo lavorando al Project Eden, un microchip che se impiantato in un essere umano può manipolarne la volontà grazie a degli impulsi elettromagnetici che influiscono sul sistema nervoso. La qui presente Signora Fortuna una volta venuta a sapere della nostra espulsione ha voluto me e la dottoressa Zinmann per completare questo progetto sotto i Fortuna Laboratories e proprio due giorni fa siamo riuscite a mettere a punto i primi microchip di questa nuova, incredibile tecnologia battendo sul tempo la Confraternita del Chaos.

Samantha: E quindi?

Zafina: Quindi impianteremo il chip in Franklin Dixon che sarà totalmente schiavo della tua volontà e non rischierai più di venir piantata in asso come fatto da Simon Bosiko a Wrestlemania IV.

Samantha: Interessante, ma chi è questo Franklin Dixon? Non l'ho mai sentito nominare.

Zafina: Franklin Dixon è un membro della Confraternita del Chaos che si sta allenando per divenire un wrestler. Attualmente è fidanzato con Alisa Drake altro membro della Confraternita e sorella di Chris Drake, il compagno di mia sorella Tracy. Come tu sai l'Ordine di Fortuna e la Confraternita del Chaos sono in lotta da secoli e quindi Nathan vuole infiltrare Dixon come spia nelle Fortuna Industries visto che nessuno sa della sua affiliazione con la Confraternita, il punto è io ed Elliot che lo conosciamo e visto che siamo entrate nell'Ordine all'insaputa di Nathan abbiamo potuto spifferare la sua vera identità alla signora Fortuna.

Rachel: Lui inizierà a lavorare da noi tra tre settimane e non avrà contatti con l'esterno per evitare di essere rintracciato, quindi se sparirà per qualche settimana nessuno se ne accorgerà. Alla luce di ciò voi lo prenderete in consegna, gli impianterete il Project Eden e poi lo rispedirete nella Confraternita del Chaos dove lui da bravo suddito gli darà informazioni sulla Fortuna Indistries. Naturalmente per non destare sospetti gli faremo riferire informazioni vere ma allo stesso tempo innoque per i nostri affari.

La Hart Princess si gratta il mento riflettendo.

Samantha: Non mi dispiace come idea, ma se non sbaglio Zafina prima ha detto i primi microchip vero? Quanti ne avete prodotti?

Zafina: Tre per il momento, perché?

Samantha: Perché Samantha Hart è un personaggio scomodo, Samantha Hart era la General Manager di Violence che tutti trattavano bene e le leccavano il culo solo per non incorrere in punizioni che avrebbero pregiudicato la loro carriera! Samantha Hart è colei che porta scompiglio, Samantha Hart è quella che verrà accolta a sorrisini bugiardi in TWC per poi essere colpita alle spalle al primo attimo di distrazione! Se andrò sola con Dixon verrò annientata, non posso permettermelo! Ho bisogno che tutti e tre i chip vengano impiantati in tre diversi wrestler!

Zafina: Ma lo sai quanto costa produrne solo uno? Dobbiamo tenerli di riserva in modo che...

Vediamo Rachel Fortuna che si schiarisce la voce bloccando immediatamente Zafina che ora la guarda spaventata.

Rachel: Zafina...

Zafina: Sì mia Signora?...

Rachel: Chi è a capo della Cavalleria?

Zafina: Samantha Hart.

Rachel: Indi per cui?

Zafina: Lei comanda ed io sono tenuta ad eseguire i suoi ordini.

Rachel: Esatto.

Miss Fortuna si alza restando comunque di spalle all'inquadratura.

Rachel: Innanzitutto ti do ragione Samantha, ne serve più di uno. Io direi due con il terzo Project Eden come riserva, inoltre voglio assolutamente che l'altro wrestler sia Christian Edward Drake.

Miss Schneider strabuzza gli occhi guardando incredula Rachel.

Rachel: Qualche problema Zafina?

Zafina: No no, solo che mi chiedevo perché lui?

Rachel: Ho i miei buoni motivi, ma tornando a Samantha lasciatemi dire che è proprio questo il potenziale mostruoso ma inespresso che vedo in lei! Hai avuto solo piccoli cenni sul Project Eden, sulla TWC e su tutta la situazione e già hai elaborato un piano così brillante che quelle capre che pago con migliaia e migliaia di dollari ogni mese non riuscirebbero nemmeno a concepire dall'alto delle loro stupide lauree di quegli stupidi college! Il talento non è una cosa che si impara con lo studio, ci si nasce, e tu ci sei nata mia cara Samantha e se ti allei con l'Ordine di Fortuna il tuo talento verrà valorizzato come mai prima d'ora!

Miss Fortuna allunga una mano verso Samantha che dopo essersela guardata alza lo sguardo e guardando fissa negli occhi Rachel accenna un sorriso soddisfatto e le stringe la mano.

Samantha: Ci sto cazzo!

Rachel: May Truth Guide Us Trough The Darkness.

Miss Schneider e la dottoressa Zinmann si mettono una mano sul petto e recitano la frase appena detta da Rachel Fortuna.

Zafina: May Truth Guide Us Trough The Darkness.

Dr. Zinmann: May Truth Guide Us Trough The Darkness.

Samantha: Ma che cazzo è?

Rachel: Il motto del nostro Ordine, tranquilla sarai tenuta ad usarla solo dopo che sarai dei nostri. Preparati Samantha, tra una settimana avverrà la tua iniziazione all'Ordine.

La Hart Princess annuisce e le immagini sfumano...

05/09/2014 - 20:30

Immagine


Ci troviamo in una stanza che ha tutta l'aria di essere uno di quegli ambienti in cui la prima regola è mantenere il segreto sulla sua esistenza. I presenti sono tutti incappucciati e la nostra attenzione viene attirata da una donna che ora percorre il corridoio che la condurrà al cospetto di una imponente figura maschile incappucciata che siede nel trono centrale.

Immagine


Una donna, seduta alla destra dell'uomo si alza e una volta che la ragazza che sta percorrendo il corridoio arriva nei pressi del trono e si inginocchia, prende la parola.

???: Samantha Hart.

Riconosciamo che la voce di Rachel Fortuna.

Rachel: Giuri fedeltà assoluta all'Ordine di Fortuna e alle battaglie che combatte da secoli in nome della verità?

Samantha: Lo giuro.

Rachel: Giuri di servire indiscriminatamente le direttive dell'Ordine di Fortuna attenendoti ai suoi dogmi?

Samantha: Lo giuro.

Rachel: Giuri di non proferire parola alcuna con estranei sulla vera identità e suoi veri scopi dell'Ordine di Fortuna e quindi mantenendo la totale segretezza su ogni attività che ne concerne?

Samantha: Lo giuro.

Ed ecco che l'imponente figura incappucciata si alza e dopo aver preso possesso di una spada la sguaina e la poggia su una spalla di Samantha Hart.

Immagine


???: E allora alzati Samantha Hart, da oggi sei una Sacra Cavaliera dell'Ordine di Fortuna.

La Hart Princess si alza e l'uomo incappucciato le abbassa il cappuccio.

Samantha: May Truth Guide Us Trough The Darkess.

???: May Truth Guide Us Trough The Darkess.

Tutti i presenti: May Truth Guide Us Trough The Darkness!

Le immagini indugiano sul sorriso soddisfatto di Samantha prima di sfumare nuovamente.

28/09/2014 - 16:13

Ci troviamo in una casa apparentemente disabitata, passa qualche secondo e sentiamo la porta aprirsi permettendo l'ingresso a Samantha Hart, Zafina Schneider e la dottoressa Elliot Zinmann.

ImmagineImmagineImmagine


Samantha: Quindi questa è la nostra sede operativa... Interessante.

Le ragazze si incamminano nell'esplorare la loro nuova sede ed entrando in una stanza notano una postazione computer all'avanguardia.

Immagine


Zafina: Wow! Questa si che è una postazione per lavorare!

Miss Schneider va subito ad accendere i computer per prendere confidenza mentre Samantha ed Elliot raggiungono un'altra stanza che altro non è che una sala operatoria.

Immagine


Dr. Zinmann: Il luogo perfetto per impiantare il Project Eden.

La dottoressa Zinmann inizia ad esaminare gli attrezzi medici in dotazione mentre Samantha lascia la sala operatoria...

29/09/2014 - 20:39

Immagine


Le immagini ci portano nella sala da pranzo nel rifugio delle ragazze dove troviamo le tre sedute mentre mangiano una pizza.

Samantha: Questo posto è fantastico, la Cavalleria Hart ha una delle basi operative più fighe nell'Ordine!

Zafina: Assolutamente d'accordo!

Dr. Zinmann: Stupenda davvero.

Le ragazze finiscono di mangiare e quindi ora dopo essersi messe ancora più comode Samantha e Zafina si accendono una sigaretta mentre Elliot scuote la testa contrariata.

Dr. Zinmann: Fumare fa male ragazze...

Samantha: 'Sti cazzi, è troppo rilassante.

Zafina: Sto con Samy a 'sta botta Doc!

Dr. Zinmann: Fate come volete...

Ma ecco che l'atmosfera torna nuovamente seria.

Samantha: Allora ricapitolatemi le funzioni dei singoli Project Eden.

Zafina: Semplice Samy, ne abbiamo tre, il primo chiamato TS-19/1 è il primo che abbiamo fatto e quindi è il più rozzo. Annulla totalmente la personalità dell'ospite rendendolo suddito di chi gli si presenta come proprio padrone. Ha diversi difetti è potrebbe sovraccaricarsi in caso di emozioni forti.

Samantha: Quanto ci vuole per migliorarlo?

Zafina: All'incirca nove mesi.

Samantha: Tu riusciresti ad impiantare prima quello difettoso per poi sostituirlo con quello buono?

Dr. Zinmann: Senza alcun problema. Nella Confraternita del Chaos le cavie animali che abbiamo usate sono tutte morte ma grazie ai ricercatori delle Fortuna Industries abbiamo trovato il modo di istallarlo in un essere umano senza ucciderlo. Le probabilità di morte sono 1 su 99.

Samantha: Perfetto, il TS-19/1 allora andrà a Chris Drake.

Miss Schneider scuote la testa.

Samantha: So che è il ragazzo di tua sorella, ma l'hai sentita Miss Fortuna? Ha spinto particolarmente perché prendessimo Chris e il lavoro è il lavoro.

Zafina: No no tranquilla Samy, un po' mi dispiacerà ma hai ragione, il lavoro è lavoro.

Samantha: Perfetto, vai con il TS-19/2.

Zafina: Modello più avanzato, permette la totale sudditanza ma allo stesso tempo fa mantenere all'ospite la propria personalità, ideale per le spie.

Samantha: E questo è per Franklin Dixon. Una volta che Chris sparirà Alisa inizierà a cercarlo ed avere un fidanzato che di nascosto sta dalla nostra parte ci aiuterà a stare sempre un passo avanti. Domani prenderemo Franklin nella sede delle Fortuna Industries e tra tre giorni prenderemo anche Chris che ha un match in programma a Philadelphia nella PDWF. L'istallazione la faremo insieme.

Dr. Zinmann: Ottimo, anche contando che ci vogliono minimo due settimane prima che il corpo si abitui agli impulsi elettromagnetici e quindi Franklin potrebbe tornare in tempo perfetto nella Confraternita del Chaos non destando alcun sospetto.

Samantha: E riguardo il TS-19/3?

Zafina: Modello semplice che crea sudditanza ma genera apatia nell'ospite.

Samantha: Questo ce lo terremo di riserva. Allora ragazze, ora è meglio risposarsi un po'. Domani inizieremo ufficialmente Il Grande Piano!

L'hacker e la dottoressa annuiscono e le immagini sfumano...


(Continua...)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 19/07/2015, 19:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17032
(... Segue)


Televisore ha scritto:
29/09/2014 - 11:39

Ci troviamo nella sede principale delle Fortuna Industries.

Immagine


Le immagini ci portano rapidamente nel magazzino dove vediamo un giovane stagista che altri non è Franklin Dixon infiltrato dalla Confraternita del Chaos per spiare le attività delle Fortuna Industries.

Immagine


Il ragazzo è al suo primo giorno di lavoro ed ora sta prendendo appunti su dei materiali presenti nei magazzini della sede delle Fortuna Industries, ma ecco che un rumore sospetto attira la sua attenzione. Franklin si volta notando la presenza di Zafina Schneider...

Immagine


Franklin: Zafina?... Ouch!

Ed ecco che da dietro una pila di scatoloni spunta Samantha Hart che rapidamente lo stordisce con un taser facendogli perdere i sensi!

Immagine


Il giovane crolla a terra mentre Samantha e Zafina si scambiano uno sguardo complice.

Samantha: E il primo è andato! Eh eh eh...

Le due se la ridono mentre le immagini sfumano...

01/10/2014 - 22:35

Le immagini ci portano all'esterno del palazzetto dove si è appena svolto l'evento della PDWF. Qui troviamo Samantha e Zafina che stanno fumando una sigaretta e stanno parlando tra di loro.

ImmagineImmagine


Passa qualche istante e vediamo uscire Chris Drake che dopo aver salutato educatamente gli addetti ai lavori si avvia verso la sua macchina.

Immagine


Zafina: Chris...

Il giovane Drake si volta e una volta riconosciute le ragazze resta sbigottito.

Chris Drake: Zafina?... Non ci posso credere! Sono mesi che non ti fai vedere! Dove sei stata? Ehi, c'è anche Samantha!

Samantha: Ciao...

Zafina: E' complicato Chris. Dopo il mio licenziamento mi sono presa del tempo per stare con me stessa.

Chris Drake: Cavolo Zaf, potevi avvisare. Tracy è preoccupatissima, così come Alisa... Anzi lei si sente un po' in colpa...

Le due ragazze mostrano un sorrisetto perfido e mentre Zafina sta per rispondere Samantha va alle spalle di Drake in modo disinvolto.

Zafina: Tranquillo Chris, tua sorella non ha niente da temere... Per ora.

Chris Drake: In che senso? Va be' dai, andiamo a casa.

Zafina: No Chris, non c'è più alcuna casa.

Drake mostra un'espressione confusa ed ecco che Samantha lo stordisce alle spalle con una Stun Gun!!! Chris crolla a terra e le due ragazze lo caricano su un furgone per poi sgommare via e intanto le immagini sfumano...

02/10/2014 - 01:13

Ci troviamo nella stanza dei computer della base operativa della Cavalleria Hart.

Immagine


Legati a due rispettive sedie a rotelle troviamo Chris Drake e Franklin Dixon. I due tuttavia sono di spalle l'uno all'altro e sono imbavagliati quindi non possono ne vedersi ne comunicare tra di loro. Intanto vediamo Zafina lavorare ai computer, Samantha fissare Chris e la dottoressa Zinmann che sorride in modo dolce come a tranquillizzare i due.

ImmagineImmagineImmagine

ImmagineImmagine


Passa qualche secondo e Samantha inizia a spingere la sedia di Chris portandolo in un'altra stanza. La Hart Princess posiziona Drake davanti ad una scrivania, gli toglie il bavaglio e poi lei va a mettersi di fronte a lui.

Samantha: Ciao.

Chris Drake: Ciao.

Samantha: Sai chi sono io?

Chris Drake: Sì.

Samantha: Sai perché sei qui?

Chris Drake: No.

Samantha: Io posso aiutarti.

Chris Drake: Come?

Samantha: Aspetta e vedrai.

Chris Drake: Voglio sapere.

Samantha: Non è il momento.

Chris Drake: E quando sarà il momento?

Samantha: Quando ti risveglierai.

Chris Drake: Da cosa?

Samantha: Aspetta e vedrai.

Chris Drake: Cosa è questo bracciale?

Samantha: Niente di che.

Chris Drake: Cosa significa TS-19/1?

Samantha: Niente.

La Hart Princess si alza e va a rimettere il bavaglio a Chris, intanto le immagini sfumano...

02/10/2014 - 13:35

Ci troviamo davanti la sala operatoria e qui troviamo Chris vestito con un camice ed è ancora legato alla sua sedia a rotelle ma senza bavaglio. Passa qualche istante e una porta si apre permettendo l'ingresso di Samantha Hart che porta la sedia a rotelle con Franklin su. I due ragazzi si guardano confusi l'uno con l'altro ma non proferiscono parola. Samantha sorride in modo malefico per poi uscire dall'atrio della sala operatoria e tornare da Zafina ai computer lasciando soli Chris e Franklin.

Franklin: Ciao.

Chris Drake: Ciao.

Franklin: Sai cosa ci facciamo qui?

Chris Drake: No.

Franklin: Hai paura?

Chris Drake: Sono confuso.

Franklin: Anche io.

Chris Drake: Dovrei chiamare Alisa, si starà preoccupando.

Franklin: Probabile.

Chris Drake: Non ho il telefono.

Franklin: Neanche io.

Ma ecco che dalla sala operatoria sentiamo la voce della dottoressa Zinmann.

Dr. Zinmann: TS-19/1 è il tuo turno.

Chris Drake: Ci vediamo dopo.

Franklin: A dopo.

Il giovane Drake trascina la sua sedia a rotelle nella sala operatoria e non appena dentro nota una sinistra immagine su un muro...

Immagine


Le immagini sfumano...

13/10/2014 - 08:43

Ci troviamo nella sala da pranzo della base operativa della Cavalleria Hart.

Immagine


Qui troviamo Samantha, Zafina ed Elliot che osservano soddisfatte il risultato del loro lavoro.

ImmagineImmagineImmagine

ImmagineImmagine


I due wrestler indossano le loro maschere e sono immobili.

Samantha: Drake... Togliti la maschera.

The Dragon si toglie la maschera mostrando un'espressione rabbiosa.

Immagine


Samantha: Cosa provi?

Drake: Rabbia.

Samantha: Dixon... Togliti la maschera.

The Phoenix si toglie la maschera mostrando un'espressione rilassata.

Immagine


Samantha: Cosa provi?

Franklin: Felicità. Sono davvero lieto di aver ricevuto l'onore di far parte di questo favoloso progetto.

Samantha: Mi sarai fedele?

Franklin: Per sempre.

Samantha: Bene, allora cambiati d'abito e lascia la tua uniforme qui e poi torna nella base della Confraternita del Chaos. Tra diversi mesi io arriverò proponendo un finto armistizio a Nathan Auditore, sarà lì che inizierà la tua vera missione. Segui Zafina, ti darà le istruzioni ed una telecamera nascosta che ci sarà utile per aiutarti a distanza per questa tua missione.

Franklin: Va benissimo mia signora.

Il ragazzo si allontana insieme a Zafina mentre le immagini sfumano...

06/11/2014 - 17:57

Ci troviamo nella stanza delle meditazioni di Drake.

Immagine


Qui c'è The Dragon che sta facendo degli esercizi di meditazione sotto la supervisione di Samantha Hart.

ImmagineImmagine


Drake: Io odio Kid The Wizard. Io odio Simon Bosiko. Io odio Akuma Fujihara. Io odio Devil Antonius. Io odio la TWNA. Io odio tutti.

Samantha: Mi odi?

Drake: No. Odio chiunque ti faccia del male Alisa.

Samantha: Non sono Alisa.

Drake: Scusami... Ouch!

La Hart Princess tira una frustata sulla schiena di Drake!

Samantha: Era necessario My Little Monster. Solo con la punizione fisica capirai.

Drake: Se vuoi posso auto-punirmi.

Samantha: Perfetto.

La ragazza passa il frustino a Drake che ora inizia ad auto-flagellarsi sotto lo sguardo soddistatto di Samantha.

09/12/2014 - 22:34

Immagine VS Immagine
Chris Drake vs Taichi Mishima
Singles Match


[...]


Ma attenzione! Chris Drake rientra nel quadrato con una mazza da baseball iniziando a bastonare senza pietà gli arbitri! Fischi assordanti da parte del pubblico qui presente mentre Chris Drake demolisce tutti gli arbitri a furia di violenti colpi! Una volta aver fatto piazza pulita la sua attenzione si rivolge verso Taichi Mishima che lentamente sta riprendendo i sensi. Mishima si mette carponi e...

Immagine


Curb Stomp!!! Ma Chris Drake non è soddisfatto, in maniera veloce abbranca Taichi a terra e...

Immagine


PACKAGE PILEDRIVER!!! IL COLLO DI TAICHI MISHIMA SI PIEGA IN MANIERA INNATURALE CAUSANDO UN BOATO DI SGOMENTO NEL PUBBLICO QUI PRESENTE! Taichi comincia a sputare sangue dalla bocca, qualcosa si è rotto... Intanto il pubblico fischia Chris Drake che ora esce dal ring e va a prendere il titolo PDWF portandolo sul quadrato e gettandolo a terra per poi... iniziarlo a distruggerlo con la mazza da baseball!!! I fischi sono assordanti ed ora il pubblico inizia ad intonare cori contro Chris Drake...

Pubblico: YOU SUCK CHRIS!... YOU SUCK CHRIS!... YOU SUCK CHRIS!... YOU SUCK CHRIS!... YOU SUCK CHRIS!... YOU SUCK CHRIS!...

Chris Drake si fa consegnare un microfono e prende la parola...

Drake: I'm not Chris... I'm "The Dragon" Drake!

The Dragon getta via il microfono per poi uscire dal ring ed allontanarsi tornando nel backstage...

13/03/2015 - 13:35

Ci troviamo nella stanza dei computer nella base operativa della Cavalleria Hart.

Immagine


Qui troviamo Samantha e Zafina che stanno parlando tra di loro.

ImmagineImmagine


Zafina: Sono stupita Samantha, hai imparato benissimo l'arte dell'hacking, certo sei ancora lontana dal mio livello ma comunque sei molto meglio di gente che studia anni per imparare ciò che tu hai appreso in pochi mesi.

Samantha: Sono un fenomeno, lo sai.

Le due si scambiano un bacio.

Immagine


Samantha: Ah, c'è una novità.

Zafina: Cosa?

Samantha: Mi ha contattato la TWC.

Zafina: Andrete?

Samantha: Sì.

Zafina: Drake ce la può fare?

Samantha: Ce la farà.

La Hart Princess si alza e raggiunge Drake nella stanza delle meditazioni.

Immagine

ImmagineImmagine


Drake: Obey... Obey... Obey... Obey... Obey... Obey...

Samantha: Drake. Ti ho rimediato un contratto da wrestler.

The Dragon blocca i suoi esercizi di meditazione e si volta verso Samantha con un sorriso sadico.

11/05/2015 - 21:32

Ci troviamo nella stanza dei computer della base operativa della Cavalleria Hart.

Immagine


Qui ci sono Drake, Samantha e Zafina in preda al panico per la diretta streaming che gli è stata appena hackerata a distanza da qualcuno...

ImmagineImmagineImmagine


Samantha: MA COME CAZZO E' POSSIBILE?! COME CAZZO HAI FATTO A FAR HACKERARE UNA DIRETTA GESTITA DA UN HACKER?!

Zafina: Siamo di nuovo in onda Samy!

La Hart Princess si volta verso la telecamera con sguardo spaesato mentre Drake si tiene la testa in maniera turbata.

Drake: Tracy...

La Hartcker si volta verso di lui fulminandolo con lo sguardo.

Drake: S-sorellina... Al...

Ed ecco che Samantha gli tira un violento ceffone! Drake accusa il colpo e ora si tiene la guancia schiaffeggiata mentre guarda Samantha con sguardo spaventato.

Samantha: Non provare a nominare quei nomi! Tu sei mio, MIO E BASTA! CHIARO?!

The Dragon annuisce mentre Samantha dopo aver sbuffato fa cenno a Zafina di staccare il collegamento. Conclusa la diretta streaming le immagini a nostra disposizione restano comunque visibile ed ora vediamo Drake andarsi a rintanare nella sua stanza delle meditazioni mentre Samantha e Zafina restano in silenzio per un minuto buono...

Samantha: Dimmi come hai fatto a farti hackerare Zaf...

Zafina: Non lo so Samantha, deve trattarsi di qualcuno davvero bravo.

Samantha: Alisa?

Zafina: Non penso ne sia in grado, inoltre dall'ultimo aggiornamento di Dixon lei ora dovrebbe essere impegnata in un qualcosa con Jack Keenan. Altre informazioni purtroppo non sono disponibili, ma probabilmente sta cercando di mostrare il passato di Drake a Jack in modo da fargli capire che The Dragon non è sempre stato così.

Samantha: Lasciamoli fare, tanto con Dixon infiltrato siamo sempre un passo avanti a loro...

Le immagini sfumano nuovamente...

05/06/2015 - 19:35

Vediamo una dolorante Samantha Hart aggirarsi nel backstage della Allstate Arena di Chicago dove si sta tenendo in questo momento War Of Change.

Immagine


La ragazza si tiene il collo e dopo qualche metro raggiunge l'uscita dell'arena dove troviamo ad aspettarla Zafina Schneider.

Immagine


Zafina: Ti fa male?

Samantha: Nah! Un paio di cannoni e passa tutto.

Zafina: E' andato tutto secondo i piani, mi ritengo soddisfatta.

Samantha: Anch'io... Eh eh eh...

Le due si avviano verso la loro auto dove vediamo appoggiato ad essa Aleki "The Wild Roman" Maivia.

Immagine


Samantha: E questo che vuole?

Zafina: L'ho contattato io, ha bisogno di aiuto.

Samantha: Mah... Va be' mi fido.

La Hart Princess entra in auto senza degnare di uno sguardo Aleki e andandosi a mettere nel posto passeggeri avanti mentre Zafina e Maivia si scambiano uno sguardo d'intesa ed ora il wrestler sale in auto mettendosi nei sedili posteriori mentre Zafina si mette alla guida sgommando via...

11/06/2015 - 20:40

Le immagini ci portano nella stanza semi illuminata nel nascondiglio di Samantha Hart, luogo dove un tempo Drake eseguiva esercizi di meditazione.

Immagine


La telecamera inquadra Aleki Maivia di spalle, seduto su una sedia a testa china, totalmente immobile. Passa qualche secondo e sentiamo aprirsi una porta. L'uomo resta immobile e nella stanza fa il suo ingresso una figura femminile che va a sedersi di fronte a lui e che riconosciamo essere Samantha Hart.

Immagine


La Hart Princess fissa l'uomo che lentamente alza la testa ed ora si scambia uno sguardo con la ragazza.

Samantha: Ciao.

Aleki: Ciao.

La voce dell'uomo risulta distorta.

Samantha: Sai chi sono io?

Aleki: Samantha Hart.

Samantha: Cosa ti porta qui da me?

Aleki: Ho bisogno d'aiuto.

Samantha: Ed io posso darti l'aiuto che cerchi?

Aleki: Sì.

Samantha: Cosa ti fa pensare che io decida di aiutarti?

Aleki: Anche tu hai bisogno di me.

Samantha: No. Ho già TS-19/2.

Aleki: Due è sempre meglio che uno.

Samantha: Conosci i rischi di ciò?

Aleki: Sì.

Samantha: Sei disposto a correrli?

Aleki: Sì.

Samantha: Sai che potresti morire?

Aleki: A lui non è successo.

Samantha: Hai paura?

Aleki: No.

Samantha: Mi piaci.

Aleki: Anche tu.

Samantha: Allora preparati, più tardi eseguiremo l'istallazione.

Aleki: Sono pronto.

La Hart Princess si alza.

Samantha: E così sia. A dopo.

Aleki: A dopo.

La ragazza lascia la stanza e le immagini sfumano...

24/06/2015 - 19:42

Le immagini inquadrano una strada di campagna. Nonostante sia appena arrivata l'estate nel cielo possiamo notare delle nuvole baciate dal sole che sta tramontando.

Immagine


In lontananza sentiamo avvicinarsi il rombo di un motore che mano mano si avvicina riconosciamo essere quello di una motocicletta, ed è proprio una moto che compare sulla strada.

Immagine


La moto sfreccia a tutta velocità per la strada percorrendola fin quando all'orizzonte non scorgiamo un'imponente struttura.

Immagine


La moto accelera ancora di più uscendo dalla strada e passando per un tratto sterrato che conduce sulla cima di una collina che offre una visuale totale della struttura. Una volta sulla cima della collina la moto si ferma sgommando, ed è qui che possiamo notare che sulla fiancata della moto KTM c'è scritto "The Chaos Son". L'autista scende dal veicolo togliendosi il casco e mostrando il suo viso.

Immagine


La Hart Princess si sistema i capelli appiattiti dal casco e si accende una sigaretta appoggiandosi alla moto e guardando la struttura davanti a lei fumandosi con tutta calma la sua sigaretta restando assorta nei suoi pensieri. Una volta finito di fumare la giovane si rimette in moto, questa volta senza casco, e pronuncia una semplice frase.

Samantha: Che la fine abbia inizio!

Le immagini sfumano...

24/06/2015 - 19:45

Ci troviamo nella stanza dei computer della base operativa di Samantha.

Immagine

Immagine


Qui c'è Zafina che su uno schermo sta assistendo in diretta all'ingresso di Samantha Hart nella sede della Confraternita del Chaos grazie ad una telecamera nascosta che la ragazza ha indosso mentre da un altro schermo sta osservando gli allenamenti di Alisa Drake con un altra donna all'interno della sede grazie ad una telecamera nascosta nei vestiti di Franklin Dixon.

Zafina: Non sono permessi errori...

Le immagini sfumano...

25/06/2015 - 16:13

Ci troviamo nella sede della Confraternita del Chaos, precisamente nei corridoi dove vediamo Franklin Dixon che sta parlando al telefono.

Immagine


Franklin: Lo avete istallato il Firewall?

???: ...

Franklin: Perfetto, quindi non c'è rischio che questa chiamata venga rintracciata?

???: ...

Franklin: Grandioso! Comunque sì, le dirò che andrò in Giappone nel dojo NJPW così è sicuro che non mi seguirà visto ciò che le è successo lì. Ora devo andare Samantha, Alisa sta per arrivare.

The Phoenix riaggancia e dopo qualche istante la porta dell'ufficio di Nathan Auditore si apre e da esse esce Alisa Drake.

Immagine


Miss Drake si avvicina al fidanzato che ha gli occhi lucidi, come se fosse commosso...

Alisa: Cosa succede?

Franklin: Non ci crederai mai Ali... Mi hanno chiamato dal Giappone. Mi vogliono in New Japan Pro Wrestling!

Sul volto della ragazza compare un sorriso evidentemente trattenuto viste le rivelazioni sul fratello.

Franklin: Ti dispiace Ali? Non sei contenta per me?

Alisa: Sì Frank, ma ho ricevuto notizie non molto allietanti su mio fratello.

Franklin: Del tipo?

Alisa: Che ha impiantato un microchip che se rimosso potrebbe ucciderlo.

Il giovane wrestler sorride ed abbraccia la fidanzata.

Franklin: Chris è tosto, non gli succederà niente.

Alisa: E tu come fai a saperlo?

Franklin: I Drake sono forti.

Alisa: Forse hai ragione...

La ragazza ora sorride sinceramente mentre resta abbracciata al fidanzato per poi alzare lo sguardo e guardarlo negli occhi.

Alisa: Davvero ti ha chiamato la New Japan Pro Wrestling?

Franklin: Sì tesoro. Adesso ne parlerò con Nathan anche se so che dovrò lasciare le mie mansioni della Confraternita del Chaos visto che in Giappone le acque ancora non si sono calmate dopo lo smantellamento del Red Dragon due anni fa.

Alisa: Finalmente il tuo sogno si realizza.

Franklin: Tu non verrai vero?

Alisa: Per il momento no. Devo stare con mio fratello, e poi sai che il Giappone rievoca in me brutti ricordi...

Franklin: Non ti farò pressioni, abbiamo superato tanti ostacoli nella nostra relazione e questa distanza non sarà un problema.

Alisa: Hai ragione!

I due si scambiano un bacio.

Alisa: E quando devi partire?

Franklin: Ho un volo da New York lunedì.

Alisa: Allora accompagnami alla conferenza stampa della TWC!

Franklin: Ottima idea amore.

Alisa: Io ho sempre ottime idee.

La ragazza ammicca per poi scambiarsi altre effusioni con il suo fidanzato mentre le immagini sfumano...

29/07/2015 - 13:29

Ci troviamo nell'aeroporto JFK di New York.

Immagine


Qui troviamo Franklin Dixon ed Alisa Drake che si stanno salutando.

ImmagineImmagine


Alisa: Ciao Frank, ci sentiamo non appeni arrivi!

Franklin: Tranquilla piccola, ti chiamo io.

Alisa: Ti amo!

Franklin: Ti amo anch'io.

I due si scambiano un bacio ed ora Franklin si avvia verso il gate mentre Alisa lo guarda malinconica per qualche istante prima di andarsene. Passa qualche istante e vediamo Dixon uscire dal gate e andarsene verso il parcheggio dell'aeroporto non imbarcandosi. Una volta arrivato nel parcheggio si dirige verso un'automobile dove vediamo Samantha Hart e Zafina Schneider che lo stanno aspettando.

ImmagineImmagine


30/06/2015 - 13:57

Ci troviamo nella stanza dei computer nella base della Cavalleria Hart dove troviamo Zafina che sta monitorando qualcosa.

Immagine

Immagine


Ed ecco che l'hacker viene raggiunta da Samantha.

Immagine


Samantha: Disattiva il TS-19/1.

La ragazza smanetta ai computer per qualche secondo...

Zafina: Fatto!

(Meanwhile in Woodbury, New Jersey...)


Vediamo Chris Drake correre per la strada inseguito da Alisa e Tracy...

Immagine


Drake: LIBERO, LIBEROOOOOO!!!

Miss Drake riesce a raggiungere il fratello mentre Tracy resta un po' indietro ed ora i due fratelli corrono fianco a fianco.

Drake: VAFFANCULO PUTTANA!!! SONO LIBERO!!! VAFFANCULO SAMANTHA!!!

Alisa: Chris fermati!

Drake: LIBEROOOOOO!!!

Alisa: Chris fermati cazzo!

Drake: VAFFANCULO SAMANTHA!!! WOOOOOOOO!!!

Alisa: CHRIS FERMATI PORCA PUTTANA!!!

Il ragazzo si blocca così come la sorella, e dopo essere stati raggiunti da Tracy le due ragazze guardano stranite Chris.

Drake: Cosa c'è?

Alisa: Cosa c'è?! Hai appena detto di essere libero ed hai mandato a fare in culo Samantha.

Drake: E allora?

Alisa: E allora?! Come è possibile?

Drake: Boh... Mi sono svegliato questa mattina con la mente totalmente lucida e non appena ho visto il disegno di Samantha che avevo fatto mi sono tornate in mente tutte le torture psicologiche a cui mi ha sottoposto, ho ricordato tutto su di te Ali, ho ricordato di quanto cazzo amo Tracy e allora ho strappato il disegno ed immediatamente ho realizzato che lei non ha più nessun controllo su di me. Sono libero ragazze, sono libero cazzo! WOOOOOOOO!!!

Il fu Dragon inizia a correre nuovamente per la strada mentre Alisa e Tracy si scambiano un altro sguardo.

Tracy: Cosa ne pensi?

Sul volto di Alisa compare un sorriso.

Immagine


Alisa: Il Project Eden si è scaricato. Chris è libero.

Gli occhi di Alisa si fanno lucidi così come quelli di Tracy, ed ora le due ragazze si abbracciano iniziando a piangere di gioia mentre Chris Drake continua a correre in preda all'euforia per strada. Le immagini si interrompono.

03/07/2015 - 16:29

Ci troviamo ad Oklahoma City, precisamente davanti l'albergo dove risiede Samantha.

Immagine

Immagine


La ragazza sta fumando una sigaretta sulla veranda della sua suite quand'ecco che in strada nota la presenza di Lance Murdock ed Elektra Kellis che stanno per entrare nell'albergo e Jack Keenan che li sta seguendo.

Samantha: Lo sapevo che era uno stalker cazzo!

Ed ecco che da dentro la stanza una voce attira l'attenzione di Samantha.

Immagine


Franklin: Chi c'è?

Samantha: Jack Keenan, non farti vedere altrimenti salta tutto.

Franklin: Ok, resto dentro.

Samantha: Pronto per questa sera?

Franklin: Sì, e tu?

Samantha: Prontissima! Io sconfiggerò Alisa Drake e poi insieme costeremo match e qualificazione al torneo a Chris Drake.

Franklin: Ma visto che tra due settimane lui tornerà dalla nostra parte non conviene farlo andare avanti nel torneo?

Samantha: No, altrimenti non accetterà mai la nostra sfida. Tranquillo Dixon, per il momento il titolo mondiale non rientra nei miei piani, ho altro a cui pensare prima.

Franklin: Come tu vuoi mia padrona.

Samantha: Esatto. Ah, e domani tu volerai in Giappone, dobbiamo fare quello scherzetto ad Alisa... Eh eh eh...

The Phoenix annuisce e le immagini sfumano...

07/07/2015 - 08:11

Ci troviamo davanti la casa di Chris, Alisa e Tracy a Woodbury, New Jersey.

Immagine


Passa qualche istante e vediamo arrivare Samantha, Zafina e Maivia.

ImmagineImmagineImmagine


The Turtle indossa la sua maschera e annuisce verso Samantha che intanto sta parlando a Zafina.

Immagine


Samantha: Niente ripensamenti mi raccomando.

Zafina: Anche se è mia sorella bisogna fare ciò che è giusto per Il Grande Piano.

I tre si incamminano verso l'ingresso della casa e le immagini sfumano...

11/07/2015 - 02:35

Ci troviamo in una strada di Tokyo.

Immagine


Qui vediamo Samantha Hart, Zafina Schneider e Maivia che sono in attesa di qualcuno.

ImmagineImmagineImmagine


Passa qualche istante ed arriva Franklin Dixon.

Immagine


Samantha: Ma quanto ci hai messo?! Miss Fortuna mi ha appena mandato un messaggio dicendomi che i fratelli Drake si sono appena seduti in un bar, è il momento buono per collegarci in streaming con loro.

Franklin: Scusami Samantha.

Samantha: Vai, mettetevi in posizione.

Miss Schneider attiva una telecamera che grazie al cloud si collega direttamente in streaming con i fratelli Drake mentre Maivia si mette la maschera e Dixon fa finta di passeggiare per la strada...

Zafina: Collegamento in 3...2...1...

Vediamo Dixon passeggiare e Samantha pararsi di fronte a lui.

La ragazza ha un sorrisetto perfido in volto e Franklin si mette immediatamente sulla difensiva.

Franklin: Che ci fai qui?!

Samantha: Volevo vedere se davvero i giapponesi hanno il cazzo piccolo... Ah ah ah, no scherzo, già lo so, una volta per sbaglio ho visto senza mutande Akuma Fujihara!

Il ragazzo osserva stranito e sospettoso Samantha.

Samantha: Ammazza come siamo seri, sembra come ti avessi pestato la ragazza... Ah già, ti ho davvero pestato la ragazza! Eh eh eh...

Franklin: Mi dici cosa vuoi?!

Samantha: Dopo, prima vorrei rompere il ghiaccio con te. Sai Frank noi ci siamo conosciuti solo superficialmente e secondo me non sei per niente un cattivo ragazzo, anzi sei sprecato con quella cosa che ti scopi. Andiamo Franklin come fai a stare con una donna che si fa scopare dal fratello?!

Franklin: Lo sai anche tu che ciò non è vero.

Samantha: E allora come mi spieghi il loro legame profondo? E' atipico Frank, te lo dico io, quella è una troia incestuosa che sta con te giusto perché punta a farsi scopare contemporaneamente sia da te e sia dal fratello buttandoti dentro la sua spirale di perversione e depravazione. Secondo me ad Alisa piace farsi sbor...

Franklin: STAI ZITTA!

Il ragazzo è parecchio nervoso mentre Samantha accenna una smorfia scocciata.

Samantha: Oh che palle, tutti che volete zittirmi quando vi sbatto la... verità in faccia. Pensavi dicessi figa eh?

Franklin: Penso solo che dovresti sparire dalla mia vista. Non sono tipo da picchiare donne, ma tu stai rischiando di farmi cambiare idea...

Samantha: E perché mai dovresti picchiarmi? Possiamo essere amici Frank. Che ne dici se ora torni con me in America, ti allei con me ed io in un attimo ti procuro un contratto con la TWC?

Franklin: Dico che devi andartene a fare in culo!

Samantha: Che peccato!... Per te dico...

Ed ecco che da un vicolo sbuca fuori un uomo che attacca alle spalle Franklin facendolo sbattere di testa contro un palo!

Immagine


E' The Phoenix! Il wrestler mascherato inizia a colpire con dei pugni al volto un rintronato Franklin Dixon per poi lanciarlo con un Irish Whip contro un cassonetto! Dixon accusa il colpo ed ora The Phoenix lo schianta a terra con uno Spinebuster!

Immagine


Fatto ciò inizia a colpirlo con dei violenti Stomps per poi rialzarlo e lanciarlo dentro un cassonetto! The Phoenix ora guarda verso la telecamera mentre Samantha si mette davanti a lui fissando anche lei l'inquadratura.

Samantha: Siete solo spazzatura e verrete tutti distrutti e smaltiti con la facilità che avete appena visto. Spero solo per te Alisa che il tuo ragazzo riprenda i sensi prima che arrivi il camion della nettezza urbana, sarebbe un brutto colpo per te perdere un'altra persona cara qui in Giappone. Sì troia, ho scoperto cosa ti è successo qui e ci godo! Ah ah ah!

La ragazza mostra un sorriso perfido.

Samantha: E riguardo a te Chris, non osare più trovare similitudini tra me e quella troia di tua sorella, le nostre situazioni sono agli antipodi e se io ho perso un angelo lei ha perso un mostro! Ci vediamo in Italia merde, è quella la prossima tappa del mio tour.

Miss Schneider interrompe il collegamento ed immediatamente Franklin esce dal cassonetto.

Franklin: Che schifo! E tu Maivia potevi pure andarci un po' più piano con quello Spinebuster.

The Turtle si toglie la maschera.

Maivia: Hm.

Samantha: Basta fare i coglioni ragazzi! Abbiamo un'aereo tra un'ora, io e Dixon voleremo a Roma per andare faccia a faccia con Chris ed Alisa e ufficializzare il match per Indoor War mentre Zafina e Maivia raggiungeranno la dottoressa Zinmann a Milano. Andiamo!

Le immagini staccano sul sorriso soddisfatto di Samantha...

17/07/2015 - 21:35

Immagine


Ci troviamo in un area deserta del backstage del Mediolanum Forum dove si sta svolgendo la puntata di Indoor War. Passa qualche istante e fa la sua comparsa colui che tutti credevano The Phoenix. Il wrestler mascherato si guarda intorno per poi entrare nella stanza e chiudersi la porta alle spalle...

Immagine


Una volta dentro il wrestler si toglie la maschera rivelandosi Maivia.

Immagine


Nella stanza ci sono anche Samantha Hart, Zafina Schneider e Dixon.

ImmagineImmagineImmagine


Samantha: Perfetto Maivia, Zafina ha pilotato a distanza il Production Truck in modo che Ultraman possa trovarci. Ora tu resta con Zafina che attiverà il TS-19/1 al momento giusto ed intervieni solo in caso The Phoenix sia in difficoltà mentre io e Dixon ci incontreremo con Ultraman e se ci fa girare i coglioni provvederemo a dargli una lezione.

The Turtle annuisce, The Phoenix si infila la sua maschera e le immagini sfumano...

17/07/2015 - 22:32

The Phoenix intanto ha ripreso conoscenza ed ora sale lentamente sul paletto spalle rivolte verso il ring per poi connettere con una Phoenix Splash su Chris Drake!!!

Immagine


The Phoenix schiena l'avversario e l'altro wrestler mascherato fa pressione sulla Fenice aumentando il peso dello schienamento... 1...2...3! E' finita, The Phoenix ha battuto Chris Drake!!!

Jessica: The winner of this match... The Phoenix. From now Chris Drake must obey to Samantha Hart and Alisa Drake must leaves TWC.

17/07/2015 - 22:33

Immagine

Immagine


Vediamo Zafina nella stanza nel backstage del Mediolanum Forum con un computer portatile piuttosto all'avanguardia che smanetta per un istante...

Zafina: Bentorato The Dragon! Eh eh eh...

17/07/2015 - 22:34

Intanto vediamo Alisa che malconcia entra nel ring e con le lacrime agli occhi va a controllare il fratello. Chris riprende conoscenza e non appena si rende conto di aver perso abbraccia la sorella che intanto sta piangendo. Samantha Hart se la ride e punta il dito contro i due fratelli sbeffeggiandoli, ma ecco che Drake si rialza lentamente e, come al solito, si mette davanti ad Alisa facendole da scudo in caso di evenienza ed ora va faccia a faccia con Samantha. I due wrestler mascherati fanno un passo avanti e si vanno a mettere davanti alla loro padrona proteggendola, ma ecco che all'improvviso entrambi si mettono le mani sulle maschere iniziandosi lentamente a smascherare...

ImmagineImmagine


WHAT?! SONO FRANKLIN DIXON E THE WILD ROMAN!!! Alisa è impietrita nel vedere che The Phoenix è sempre stato il suo fidanzato ed ora passa oltre il fratello cercando un chiarimento da Franklin, ma Chris la blocca e...

Immagine


... LA STENDE CON UNA DIVINE ASCENSION #2!!! OH MY GOD!!! COSA STA SUCCEDENDO QUI?! Drake accenna un sorriso perfido ed ora insieme a Franklin e Roman iniziano a pestare Alisa!!! I tre colpiscono Miss Drake con violenti Stomps per poi rialzarla e spingerla verso Samantha che la stende con una Spear!!!

Immagine


Fischi assordanti da parte del pubblico ed ora vediamo i tre wrestlers torreggiare su Alisa mentre Samantha si fa passare un microfono. La Hart Princess mostra un sorriso perfido per poi passare il microfono a Roman...

Roman: I'm "The Turtle" Maivia...

"The Turtle" Maivia passa il microfono a Franklin.

Franklin: I'm "The Phoenix" Dixon...

"The Phoenix" Dixon passa il microfono a Chris.

Drake: I'm "The Dragon" Drake...

"The Dragon" Drake passa il microfono a Samantha.

Samantha: I'm "The Tiger" Samantha! We are the Guardians Of Truth and now TWC you better run like hell...

La ragazza alza il microfono e tutti insieme urlano...

GuardiansOfTruth: ... BECAUSE WE'RE OUT OF CONTROL!!!

La Hart Princess si inginocchia affianco Alisa iniziando a ridere in maniera folle mentre i tre wrestler giungono i pugni ed eseguono la loro taunt.

Immagine


Le immagini si interrompono.




Immagine

Immagine


Torniamo nella suite dove c'è colei che abbiamo scoperto essere Rachel Fortuna mentre spegne una sigaretta e chiude la televisione. Intanto una porta si apre ed una donna entra nella stanza.

Immagine


La Hart Princess si pone di fronte a Miss Fortuna guardandola con un sorrisetto perfido.

Samantha: Miss Fortuna... Soddisfatta?

Rachel: Assolutamente Samantha, sai io ne ho fatti di investimenti nella mia vita ma posso assicurarti che tu sei uno dei più riusciti in assoluto.

Samantha: Così mi lusinga.

Rachel: Tutto è andato secondo i piani, ma come ben sappiamo siamo solo all'inizio.

Samantha: Esatto mia Signora, solo all'inizio.

Rachel: Bene, io andrò a far visita ad Alisa Drake che è in compagnia del nostro amico Nathan Auditore al San Raffaele mentre tu prima farai quel collegamento streaming e quella telefonata e poi ti dirigerai a Parigi, la Tour Eiffel ti aspetta.

Samantha: Sarà fatto. A presto mia Signora.

Rachel: A presto mio prodigio.

Samantha: May Truth Guide Us Trough The Darkness.

Rachel: May Truth Guide Us Trough The Drkness.

E su questo scambio di battute le immagini si interrompono.

[To Be Continued...]


Ultima modifica di KTW il 19/07/2015, 19:02, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 20/07/2015, 17:27 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Immagine


Le immagini ci mostrano una stanza di albergo, con un letto singolo. Seduta a gambe incrociate sullo stesso, Lucy Fisher.

Immagine


La ragazza, in biancheria e maglietta, ha il titolo WFSS appoggiato sulle gambe, mentre intorno a lei ci sono un paio di valige chiuse, più una aperta in cui sono stati ammucchiati vari vestiti. Lucy si morde le labbra e ha un singulto. Poi inizia a piangere, senza riuscire a trattenersi. Passa qualche secondo, poi si sente bussare alla porta. Lucy respira profondamente per qualche secondo.

LF: Chi... chi è?

LB: Leonard.

LF: Entra pure.

La ragazza si frega gli occhi, alzandosi dal letto.

Immagine


Black entra, osserva la ragazza e si gira, chiudendo la porta.

LB: Sicura di non volerti mettere su un paio di pantaloni?

Lucy arrosisce.

LF: Mi ero completamente dimenticata. Tanto mi hai vista in costume, no? Scusa, mi aiuti con la valigia?

Black scrolla le spalle, girandosi di nuovo.

LB: Ok.

Leon si avvicina alla valigia e inizia a piegare gli indumenti e a metterli via. Il gigante poi guarda la sua amica.

LB: Hai gli occhi rossi.

LF: Me li sono sfregati troppo forte.

Black annuisce.

LB: Certo. E ti cola anche il mascara quando succede, vero?

LF: Leonard...

Il gigante si alza in piedi e si avvicina a Lucy, poi le sposta una ciocca di capelli dal viso.

LB: Lucinda.

I due si guardano negli occhi per qualche secondo, poi Black sorride.

LB: Dimmi cosa è successo.

Lucy abbassa la testa, coprendosi il viso coi capelli.

LF: È per Indoor War.

Black inclina leggermente la testa di lato.

LB: Hai vinto.

LF: Non è quello che conta.

LB: E cosa conta?

La ragazza rimane in silenzio.

LB: Lucinda, guardami negli occhi.

Lucy alza lo sguardo, fissando gli occhi verdi in quelli grigi di lui.

LB: Qual è la cosa più importante, per te?

LF: Quando sono tornata nel backstage, tenendo il titolo, avevo paura. Paura di una cosa sola.

LB: Di cosa?

LF: Di te.

LB: Di me?

LF: Di come mi avresti guardato. Della tua delusione. Del dimostrarti ancora una volta che non sono degna.

Black la guarda, in silenzio.

LF: Ed è quello che ho visto. Delusione.

Il gigante le accarezza una guancia, cancellando un po' di mascara colato.

LB: Io non potrei mai essere deluso da te. Io ero preoccupato. Preoccupato per te. Non ero deluso, assolutamente. In quel ring hai dimostrato di non arrenderti. Hai dimostrato che qualsiasi cosa ti colpisca hai la forza di resistere, di rialzarti e di essere ancora pericolosa. Sei stata brava, ma sapevo che quel match ti avrebbe abbattuta.

LF: Sai sempre tutto di me?

LB: Non lo so. Ma so che qualsiasi cosa tu faccia, io sarò fiero. Tu sei la mia migliore amica. Tu sei mia sorella. Tu sei la mia famiglia. Io ci sarò sempre.

Nuove lacrime riprendono a scivolare dagli occhi verdi di lei, che poi si butta e abbraccia Leon. Il gigante le arruffa i capelli con la mano destra.

LB: Dai, finiamo le valige.

Le immagini si interrompono.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 20/07/2015, 17:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Immagine


*A Few Minutes Later...*


Immagine


Siamo fuori dell'iH Hotel di Milano, le varie superstars TWC sono in partenza: stasera parteciperanno ad un live event a Prato, in Toscana, mentre domani voleranno in Francia per continuare il tour. Tuttavia, qualcuno è rimasto indietro, ed osserva il cielo.

Immagine


Andy Moon se ne rimane seduto sulla sua valigia e guarda lontano, nessuna espressione sul suo volto. Improvvisamente, vicino a lui compare un altra valigia. Poi, al suo fianco, compare Black, in maglietta e jeans.

Immagine


LB: Ti spiace?

Moon si gira di scatto, vede Leon accanto a se e scuote leggermente la testa.

AM: No, no, non... non mi da fastidio.

Fra i due cala un lungo silenzio.

LB: Sai che alla tua età ti assomigliavo? Non sapevo dove andare, cosa fare. Però io ero solo. Davvero solo. In un posto in cui nessuno parlava la mia lingua. Ed avevo una rabbia dentro, una oscurità che non è descrivibile a parole. Odiavo il mondo, ed il suo essere così diverso da me.

AM: Io non odio il mondo, però. Odio alcuni dei suoi prodotti. Sei qui per fare il discorso che hai fatto anche a Kevin?

LB: No. Sono qui per darti un consiglio.

AM: Immagino che sia su quel che ho fatto a Simon Tag... la gente non parla d'altro. Che ho fatto bene, ho fatto male e roba così. Non posso neanche prendere una decisione.

Black annuisce, lentamente.

LB: E dimmi, Simon Tag ha preso una decisione?

AM: Sì. E ne ha tratto quel che ne ha tratto. Ora mi dirai che anche io lo sto facendo, ma sono due cose diverse.

LB: No. Tu hai davanti una scelta. Una scelta fondamentale. Quella di essere come me, o di essere diverso.

AM: Credo sia presto per una cosa del genere. No?

Leon ride.

LB: Non mi sto prendendo come esempio positivo. Una volta che scegli la strada della rabbia, della violenza, non si torna indietro.

Moon si schiarisce la gola.

AM: Settimana scorsa io mi sono trovato davanti a una scelta. Andy Moon, da gennaio a giugno 2015, non ha funzionato. Quindi doveva cambiare. Il punto è come, e in che cosa. Quindi ho avuto due strade davanti a me. O sceglievo la strada del rispetto, oppure prendevo una posizione. E il rispetto, contro Simon B e la gente che pullola questa federazione, non mi avrebbe portato da nessuna parte. Non in questo momento, almeno.

Andy abbassa il capo.

AM: Quindi ho scelto l'altra opzione. Andare fuori e distruggere. E l'ho fatto. Questo è il mio assetto da battaglia ora. E se non dovesse funzionare neanche cosi posso cambiare, Leon. Tu dici che non si torna indietro ma sono giovane, ho tanto tempo. E non intendo fare del male a nessuno fuori dal quadrato.

LB: Non c'è modo di tornare indietro. Quello che fai ti segna. Anche io ho pensato la stessa cosa. Ho smesso di essere Leonard Black.

Black sospira.

LB: E sono diventato BlackBlood.

Moon si gratta la testa.

AM: Non era un personaggio, quello?

Black ride.

LB: A volte dice di più un personaggio di una spiegazione.

AM: E quindi che dovrei fare? Continuare a lasciare che B me la metta nel culo ogni volta?

LB: Devi solo evitare che il tuo passeggero oscuro prenda il sopravvento.

Andy deglutisce.

AM: Non lo so. Io non voglio fallire. E quando provo a fare qualcosa per cambiare le cose e il pubblico si scandalizza, mia madre mi urla contro... la mia sorellina non mi vuole più parlare al telefono e tu mi dici questo. Non lo capisco.

Il ragazzo scuote il capo.

AM: Non mi sento cambiato. Non capisco.

LB: Fidati, non riguarda loro. Non il pubblico. Non tua madre. Non tua sorella. Con loro puoi rimettere tutto a posto. Ma con te stesso. No. Per quanto tu possa fare finta, rimani sempre quello che hai fatto.

Andy sospira.

AM: Ho fatto del male a qualcuno. Anche con i migliori propositi, realisticamente non credo che non succederà mai più. Anche e soprattutto nel prossimo periodo.

Black si alza, recuperando la valigia.

LB: L'importante è che tu non ti faccia male da solo. E non parlo di fisico. Se avessi bisogno, sappi che ho passato tutto quello che hai passato tu. Se hai voglia di parlare, io sono un tuo amico, non un tuo alleato. Intesi?

Moon annuisce, e Leon si allontana, avvicinandosi a Lucy Fisher, che esce dalla porta principale dell'albergo.

Immagine


Le immagini si chiudono.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 20/07/2015, 19:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2011, 16:13
Messaggi: 10355
Località: Swagger miglior Wrestler di sempre, e non serve vederli tutti.
Immagine


Immagine


Un aereo sta sorvolando i cieli italiani. Il veivolo è partito da Milano e si sta dirigendo verso l'aereoporto di Firenze, ma mancano ancora svariati minuti all'arrivo. Vediamo in prima classe due volti noti.

Immagine Immagine


Andy Moon tamburella le dita sul braccio della poltroncina e tiene la testa appoggiata al pugno dell'altra mano, mentre Kevin Manson guarda fuori dal finestrino con sguardo vuoto. Moon, dopo svariati secondi, gira la testa verso di lui.

AM : Ehi.

The Animal guarda distrattamente il compagno, poi sospira.

KM: Scusami, ero sovrappensiero.

AM : Tranquillo.

Moon esita per qualche secondo.

AM : Ascolta, riguardo a quello che hai fatto a Raymond...so cosa ne pensa Leon. È il suo punto di vista. Ma secondo me le tue azioni non sono sbagliate, almeno del tutto. Siamo in guerra dopotutto. Ognuno sceglie come prenderla. Tu hai fatto la tua scelta, Leon la sua, io la mia.

Kevin, rivolgendo nuovamente lo sguardo al finestrino, sorride.

KM: Mi.. Mi fa piacere sentirmelo dire. Sai, ogni tanto è bello trovare qualcuno che ti capisca in qualcosa, senza aver bisogno di addormentarsi.

Lo sguardo di Kevin si rabbuia, riflesso dal vetro dell'aereo e dunque visibile anche da Moon, che lascia passare qualche secondo.

KM: Andy, ho sentito che succede anche te. Quando sogno... Vedo delle cose. C'è questa voce femminile che parla di me, del mio passato, del mio futuro, che mi dice come comportarmi... Che mi capisce. Mi capisce meglio di quanto non mi capisca io. Mi fa sentire bene...

The Animal emette un verso strozzato, colpendo con la mano destra il bracciolo del proprio sedile. Moon aggrotta le sopracciglia e si schiaccia verso lo schienale.

AM : Mh, non so. Ultimamente mi ha lasciato un po' stare, però non mi piace quando mi contatta. Mi sento la mente invasa. E poi ho già sentito quella voce e ho già visto quella faccia, solo che non riesco a ricordarmi dove.

Andy scuote la testa.

AM : In ogni caso, ho visto che parlavi con Fred a Milano. E mi dispiace.

Il Painmaker gira velocemente la testa e lancia un'occhiata fugace a Moon, abbassando il capo appena incontrato il suo sguardo.

KM: Già...

Kevin si ferma in cerca delle parole giuste.

KM: E' da quando ho memoria che vengo continuamente giudicato. Prima di arrivare in TWC, venivo giudicato. Vedere le persone evitarmi, sparlarmi alle spalle, i bambini che mi indicavano con il dito mentre le madri li allontanavano. Siamo in una società dove l'apparenza è tutto, dove per essere accettati bisogna differire dal prossimo in poche ideologie o pochi modi di fare bollati da qualcun altro come "soggettivi", una società che non ha posto per Kevin Manson.

The Animal torna a guardare il paesaggio dal finestrino.

KM: Così ho deciso che, se lì fuori non fosse stato il posto giusto per me, avrei dovuto cambiare aria. Ed ho scoperto la TWC per caso. Ho scoperto e sto scoprendo piano piano me stesso, per caso. La prima volta che ho messo piede sul ring, ero frustrato. Migliaia di fans pronti a giudicarci per il nostro aspetto, il nostro modo di lottare, il nostro modo di parlare. Le scimmie ammaestrate mi parevano continuare a puntarmi gli occhi addosso, disgustati come sempre. Sentivo voci, nella mia testa. Voci indistinte bisbigliare improperi verso di me. Sentivo di dovermi protegger, di dover marcare il territorio, così ho preso in mano per la prima volta il microfono ed ho detto loro tutto quello che mi sono sempre tenuto dentro. Mi sono sfogato, per la prima volta, completando l'opera sul ring. Il mio primo match, nel Main Event, una vittoria. Mi sentivo rigenerato.

Kevin sorride, non staccando gli occhi dal finestrino.

KM: Dopo essermi tolto tutta quella rabbia, ho capito che quello era il mio posto, lo scopo per cui sono al mondo. Ho cominciato a guardare a quelle persone con occhi diversi, ho iniziato ad essere acclamato, per un attimo ho pensato che la gente avesse smesso di giudicarmi. Certo, c'era chi si sentiva in dovere di chiamarmi in causa e cercare di sminuirmi, di fare la propria fama alle spese di quella altrui, ma non mi hanno mai toccato. E' il loro modo di farsi strada nelle gerarchie, sparare nel mucchio e cercare di convincere qualcuno di essere i migliori. Ne ho visti 5 sul ring, opposti a 4 uomini venuti a tappar loro la bocca: sono uscito fuori, ho ristabilito la parità numerica, ho permesso a quei 4 di sgomberare il ring da quei palloni gonfiati. Il pubblico mi amava. Ma...

Manson sospira. Scuote la testa. Batte il piede sinistro sul pavimento dell'aereo, soffiando e divenendo rosso in volto.

AM : Ascoltami. Siamo i protagonisti di uno show. Della TWC, ma anche della vita. E ci sarà sempre un pubblico per noi, che giudicherà per ogni azione. Non sempre quello che facciamo piace a quella gente. E qui arriva una scelta. Puoi scegliere di fregartene di quel pubblico e di seguire solo e soltanto il tuo istinto. Ma qualcosa mi dice che non riusciresti comunque a farlo. A te importa quello che gli altri pensano di te, te lo leggo in faccia.

Andy accenna un sorriso.

AM : E quindi c'è l'altra scelta. Cioè imparare a capire cosa piace alla gente, e iniziare a seguirla. Perchè, alla fine, fa bene anche a noi. Uscire dallo stage con un boato al posto che di una pioggia di fischi fa la sua differenza. È un percorso lungo e che può presentare forti ricadute perchè spesso i tuoi interessi andranno contro i loro. E a quel punto hai sempre la terza possibilità: convincere loro che TU hai ragione e che se stai facendo quello che stai facendo c'è un motivo, e lo stai facendo anche per loro e non per te stesso. Questo però è importante.

Lo Skull Kid sospira.

AM : Se vuoi che la gente ti acclami devi mettere da parte l'egoismo. Almeno un po'. E credo che al momento io stia fallendo su questo aspetto, ma...è un altro discorso.

Manson guarda negli occhi Moon, mordendosi il labbro inferiore.

KM: Hai colto il punto. Loro vogliono essere coloro per cui noi combattiamo. Vogliono essere al centro delle nostre azioni, il loro gradimento deve essere il nostro fine. Beh, io non sono disposto a farlo. Ho un passato travagliato, Andy. Ancora oggi, per me è un mistero. I fan delle arene vogliono che il proprio ego sia soddisfatto, che io non pensi al mio per pensare al loro. Ma è il mio corpo quello che viene martoriato. E' la mia salute quella continuamente messa a rischio. E' la mia vita quella che ho scelto di sacrificare per salire costantemente su quel ring. Non posso sottostare ai loro capricci. Persone che dicono di adorarti, di prenderti ad esempio in alcuni casi, ma che ti si ritorcono contro appena tu faccia una azione che non incontra il loro gusto o che loro non capiscono.

Kevin comincia a picchiettare l'indice della mano sinistra sulla gamba.

KM: L'uomo, Andy. L'uomo demonizza ciò che non capisce. Due settimane fa, io ho steso Street Dog Raymond dopo che questi ha cercato di stringermi la mano. Tu hai capito il perchè, te lo leggo negli occhi. Loro no. E nessuno ha aspettato le mie spiegazioni per pugnalarmi alle spalle, il mio profilo Twitter è stato invaso da critiche e insulti da persone che avevano il mio nome come nickname, che pochi giorni prima si professavano miei grandissimi fan. Ed a Milano, cosa è successo? Non mi hanno nemmeno permesso di giustificare le mie azioni. Era impossibile parlare in mezzo a quella polveriera.

Kevin muove le mani in modo nervoso, prendendo una breve pausa.

KM: Non.. Non avevo altra scelta. Lei mi ha guidato. Io gliel'ho permesso. E' successo quello che è successo. Lei è l'unica persona di cui mi posso fidare. Non mi ha voltato le spalle come loro. Non mi ha voltato le spalle come Leon Black. E lei.. Io.. Qualcosa mi ha condotto nello spogliatoio di Fred. Ormai tutti mi hanno nuovamente voltato le spalle, quindi ho pensato che con la Fox's Army avrei avuto vita facile. Anche lei lo ha pensato.

Il Painmaker abbassa il tono della sua voce. I suoi occhi, che continuano ad incrociare lo sguardo di Andy, sono lucidi. Il volto ha assunto un colore diverso, le sopracciglie sono aggrottate.

KM: E adesso, quando finalmente mi sembrava di aver trovato la mia strada, quando finalmente tutto mi sembrava chiaro, sei arrivato tu. Ed adesso siete in due a capirmi, a quanto pare. Anche tu sei diverso. Ma prima o poi, anche tu mi volterai le spalle, e chi rimarrà? Solo lei... Solo lei...

Il respiro di Manson comincia a farsi affannato, il Painmaker si mette le mani davanti al volto ed appoggia i gomiti alle ginocchia, dondolando leggermente con il corpo.

AM : Ok, calmati. Kevin, siamo alleati in questo momento. Siamo compagni in un gruppo che però non senti tuo. E io sono qui per aiutarti. Ti sto offrendo un posto. Da quando sono qui mi sono fatto qualche rivale ma tanti amici. Tu puoi essere uno di questi, io vorrei che tu lo fossi. Mi stai simpatico, e se non fosse così non sarei qui a parlarti, no? Però se tu adesso te ne vai nella Fox's Army non sono io che ti sto voltando le spalle. Sei tu che stai voltando le spalle a noi. E mi dispiace perchè anche se Leon dice il contrario per me sei un ottimo elemento. Devi solo imparare, e capire. Come tutti, del resto.

Kevin inspira lentamente, dopodichè si rialza e affonda nella poltrona.

KM: Non sia mai che io volti le spalle a qualcuno. Sono in troppi ad averlo fatto con me, io di sicuro non mi unirò a quella categoria di persone. Andy, combatterò questa battaglia con lo State Of Anarchy. Non per il pubblico, non per Michael Edwards e di certo non per Leon Black: combatterò questa battaglia al tuo fianco, Andy Moon. Il mio.. Il mio è un giuramento.

Kevin Manson porge la mano a Moon, che la stringe sorridendo.

AM : Sarà un piacere. Adesso andiamo ad eliminare un po' di feccia.

(The End)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 20/07/2015, 23:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8565
Immagine


TWC EUROPEAN SUMMER TOUR 2015, LIVE FROM THE ESTRAFORUM, PRATO, ITALY


Immagine

Immagine

Immagine


Jessica Rose da il benvenuto ai fan italiani e annuncia i match della card.

The Gaty esegue un promo in cui fa del cheap pop parlando dell'Italia. Lo interrompe Simon Bosiko con un tricolore italiano, per poi dargli fuoco davanti alla folla.

Simon Bosiko sconfigge The Gaty per squalifica dopo l'intervento di Andy Moon che colpisce B con la Heartbeat Overdrive (9:45). Moon e Gaty si stringono la mano.

Lucy Fisher batte Denise Galanti con la Mark Of Light mantenendo il WFSS Women World Champion (10:21). C'è rispetto reciproco fra la Fisher e la lottatrice italiana.

Kevin Manson batte Damiano Diamond con la F'N Assasin Drop (03:59). Durante il match entrambi si sono messi a rotolare sul ring.

Vincent Cross batte Fred con la Street Speed (16:12). Olon aveva provato ad intervenire nel match, ma ha finito per distrarre Fred involontariamente. Dopo il match, l'Army al completo è intervenuta per distruggere Cross.

Gunther Schmidt e Thomas Bell sono sul ring con atlanti e piantine. I due cercano di mettersi d'accordo sullo svolgimento dell'imminente Hudson River Match che inizierà a Dublino. I due cercano seriamente di collaborare, ma per problemi di comunicazione Gunther fraintende e finisce in rissa.

Nick Carroll batte Max Powell con la Shutdown (04:44).

Jack Keenan contro Lance Murdock finisce in Doppio DQ (5:54) quando l'arbitro speciale Paz squalifica entrambi senza motivo e scappa. I due lo inseguono.

Travis Miller batte Christophorus Schmidt con la Redemption (13:08).

Leon Black e Andy Moon battono Sigfried Jaeger & Big Black Boom con la Heartbeat Overdrive di Moon su BBB (23:44). Note dal Main Event: Moon ha combattuto con più foga, soprattutto contro BBB. Carroll è intervenuto a metà match per evitare un tentativo di Boom di usare una sedia. Ci sono stati cori "BlaaackBlood" per Leon Black che però li ha accolti ridacchiando. Dopo il match sono arrivati tutti gli altri membri dello State Of Anarchy e della Fox's Army, e i face nella rissa hanno prevalso.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 21/07/2015, 2:07 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 22/01/2011, 17:17
Messaggi: 19927
Località: Di notte, quindi all'alba
Immagine


Immagine


Un aereo sta sorvolando i cieli italiani. Il veivolo è partito da Firenze e si sta dirigendo verso l'aereoporto di Parigi, ma mancano ancora svariati minuti all'arrivo. Vediamo in prima classe due volti noti.

ImmagineImmagine


Leon Black, maglietta e jeans, si muove continuamente nella, rispetto a lui, strettissima poltrona. Miller invece guarda assorto fuori dall'aereo rimanendo quasi immobile al suo posto.

LB: Quindi, ancora tre settimane, e poi ti becchi Sigfried.

Travis sobbalza leggermente e si volta verso Leon, per poi tornare a guardare fuori.

TM:Ah... sì, per la seconda volta me la devo vedere con Jaeger ed i suoi sgherri, non posso dire che mi mancasse. E pare non sia l'unico che debba preoccuparsi di un tedesco, a te tocca Schmidt, no?

LB: Sì. Però non credo tu debba preoccuparti ne di Brunild, ne di Gunther.

Black fa una leggera pausa, poi prova a inclinare il sedile.

LB: Capisco come ti senti di solito. Comunque, io direi che devi stare più attento ai soldatini di Olon.

TM:Brunild e Gunther non mi hanno mai davvero preoccupato. Sono seccanti, ma non pericolosi, li so gestire. I mastini di Olon sono un ostacolo ben più grande, più numerosi e preoccupanti, su quello non si discute.

Miller fa una breve pausa e sospira...

TM:Ma è del Titolo che parliamo qui, se hanno intenzione di intervenire durante il match sarà semplicemente un'opportunità per averli tutti raggruppati in un unico punto e poterli fare fuori in un colpo solo.

LB: Sì, è del Titolo che si parla. E sappi che se dovesse esserci troppa gente, non sarai da solo. Sai, mi ricordo una cosa che hai detto qualche mese fa. Che avevi un vantaggio. Avevi un vantaggio perché avevi un alleato. Sappi che è di nuovo così.

Black ridacchia.

LB: Certo, so che ti piace combattere in svantaggio numerico.

TM:"Piacere" è una parola grossa. E' una situazione a cui il mio allenamento mi ha preparato, e che ho vissuto già più di una volta dal mio debutto, ma è comunque un'esperienza terrificante ogni volta. Essere attaccato contemporaneamente da tutti i seguaci di Olon potrebbe significare tranquillamente la fine della mia carriera, o di quella di chiunque altro finisse al mio posto. Se sono comunque disposto a sottopormi a pestaggi del genere è semplicemente per mandare un messaggio. Olon vuole spezzarci, ma ricorre alla violenza fisica solo quando non riesce ad eliminarci psicologicamente. Finché continuiamo ad opporci, per quante aggressioni potremmo subire, saremmo una minaccia per lui, ed avrà paura a sua volta.

Travis pulisce con un dito il finestrino dell'aereo e nel frattempo riprende a parlare...

TM:E' una situazione di merda, ma a guardare il nostro gruppo vedo quelle poche persone in federazione in grado di sopportare tutto quello che quella feccia ci lancia contro ed in grado di poterlo effettivamente levare di torno. Finché avremo questo nemico in comune, potrete contare su di me per tenere a bada il suo gruppo di sciacalli.

Leon sorride.

LB: Vedi Travis, io ti vedo sempre da solo. Costantemente. E, capiscimi, non la ritengo una cosa negativa in assoluto, ma qui, in questo ambiente, devi sapere chi, se gli offri le spalle, non ti accoltellerà. Io mi fido di Edwards, so che posso fidarmi di lui, chiunque sia il mio avversario. So che Thomas mi aiuterà, qualsiasi cosa succeda. E tu?

Miller accenna una risata.

TM:Beh, dovevo aspettarmelo il dubbio, anch'io dubiterei di me...

Travis fa una pausa e sospira, tornando serio.

TM:Non posso dirvi che comincerò a comportarmi diversamente per provare la mia lealtà o che altro, a me non piace lavorare in gruppo. Tutto il mio background in questa disciplina è stato costruito sulla nozione che per quanto avere un alleato possa essere utile se si ha un obiettivo comune, stare da soli è comunque più sicuro ed efficace a lungo termine. In una situazione normale non ci saremmo mai ritrovati dalla stessa parte, non staremmo parlando ora, forse non avremmo mai nemmeno interagito. Tuttavia io non ho il minimo rispetto per Fox Olon, è un incompetente che non dovrebbe aver nulla a che fare con la nostra federazione. Questa sua TWC è un'anomalia,e per tornare ad una situazione di equilibrio è necessaria un'alleanza.

Travis fa una breve pausa...

TM:Le poche persone che rispetto in questa federazione si potrebbero bene o male riassumere con il nostro gruppo, vi assicuro che non ho alcuna intenzione di pugnalare alle spalle nessuno di voi, sarebbe solo controproducente per tutti.

Black scuote la mano.

LB: Credo tu mi abbia frainteso, Travis. Io non dubitavo di te. Io mi chiedevo di chi ti fidi tu. Hai qualcuno di cui tu sia sicuro? Qualcuno che sai non ti pugnalerà alle spalle.

TM:Beh, questa è una questione diversa. Ho qualche persona di cui mi fido completamente nella sfera privata, ma per quanto riguarda la TWC non credo ci sia una singola persona di cui possa fidarmi al 100%, non posso "sapere" che non verrò tradito da qualcuno. E' semplicemente come funziona il nostro lavoro, le opportunità al momento giusto possono far cambiare totalmente idea ad una persona. Viste le circostanze mi limito ad affidarmi alle probabilità, so che ognuno di voi odia Olon almeno quanto me e che quindi un cambio improvviso di fazione sia davvero poco probabile, non vedo possibili minacce da quel fronte.

LB: Non sottovalutare la fiducia. Non ti sto chiedendo di fidarti di me. Non lo farei mai. Ti sto chiedendo di pensarci.

Travis rimane per qualche secondo in silenzio, poi appoggia la testa alla poltrona e torna a fissare fuori dalla finestra

TM:Non ti preoccupare, lo farò.

Dopo questa frase cala il silenzio, e su queste immagini si chiude il collegamento.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 21/07/2015, 12:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17032
Immagine

Il Grande Piano - Parte III
O Fortuna



Ci troviamo nell'ospedale San Raffaele di Milano.

Immagine


Le immagini si spostano rapidamente in una delle camere dell'ospedale dove troviamo un pensieroso Nathan Auditore seduto affianco ad un letto dove sta dormendo Alisa Drake.

Immagine


Il Mentore della Confraternita del Chaos ha la testa china ed è visibilmente dispiaciuto per i fatti avvenuti nel main event di Indoor War. Dopo qualche secondo sentiamo bussare alla porta della stanza...

Nathan: Avanti.

La porta viene aperta e nella stanza fa il suo ingresso una ragazza...

Immagine


La misteriosa Rachel Fortuna si avvicina a Nathan che non si gira nemmeno a guardarla e adesso la ragazza prende una sedia e si siede affianco ad Auditore e noi finalmente possiamo vedere il suo volto...

Immagine


Auditore si volta scambiandosi un fugace sguardo con la ragazza che intanto lo fissa sorridendo. Passano altri secondi di silenzio fin quando non è la donna a prendere la parola...

Rachel: Ciao Nathan Auditore.

Nathan: Ciao Rachel Fortuna.

Rachel: Povera Alisa, essere tradita dalla sua famiglia presente e futura in quella maniera... Eh eh eh...

Nathan: Sapevo che c'eravate voi dietro Samantha... Come avrebbe potuto altrimenti?...

Rachel: La ragazza ha talento, ha studiato tutto il Piano da sola nei minimi dettagli. Noi le abbiamo solo fornito i soldi per realizzarlo, ed il bello è che non è ancora finito!

La ragazza mostra un sorrisetto ed ora Nathan si volta guardandola negli occhi.

Nathan: Fallirete anche questa volta.

Rachel: No Nathan, questa volta non falliremo, è impossibile visto che abbiamo già vinto.

Nathan: Sono secoli che andate avanti a dire così ed il risultato è sempre lo stesso: la Confraternita del Chaos vince e si rafforza e l'Ordine di Fortuna perde e si indebolisce.

Rachel: Ma fino ad ora non avevamo mai avuto un Mentore avversario così inetto ed una mente diabolica così sopraffina dalla nostra parte come Samantha Hart che si appoggia ad ex membri della Confraternita del Chaos come Zafina Schneider, Elliot Zinmann e Franklin Dixon.

Nathan: Sottovaluti me e sopravvaluti Samantha.

Rachel: No Nathan, tu sopravvaluti te stesso e sottovaluti Samantha. Ricorda che se lei è ancora viva e sta facendo ciò che sta facendo è perché lo ha voluto Kid The Wizard. La ragazza ha del potenziale, troppo potenziale, roba che tu e questa reietta non potrete mai capire.

La ragazza apre la borsa ed estrae un tablet dal design futuristico.

Immagine


Rachel: Tieni, un regalo da parte delle Fortuna Industries, è l'ultimo modello del nostro tablet.

Nathan: Non lo voglio.

Rachel: Io lo lascio qui. Ti consiglio di accenderlo, il tempo stringe.

La ragazza si alza dalla sedia e poggia il tablet su un tavolino per poi avviarsi verso l'uscita della stanza, ma non appena arrivata sull'uscio si volta verso Nathan.

Rachel: May Truth Guide Us Trough The Darkness...

I due si scambiano uno sguardo di sfida che dura qualche istante prima che la misteriosa Rachel lasci la stanza. Nathan sbuffa per poi accorgersi che Alisa è sveglia e lo sta guardando.

Immagine


Nathan: Alisa...

Alisa: C'è lei dietro a tutto questo vero?

Nathan: Sì...

Alisa: Come sospettavamo.

La ragazza abbozza una smorfia contrariata per poi voltarsi sull'altro fianco per non far vedere il suo volto che si sta rigando con delle lacrime a Nathan. Il Mentore scuote la testa capendo ciò che sta provando la giovane Alisa ed ora si alza dalla sedia allungando una mano per accarezzarla e rincuorarla, ma prima che possa poggiare la sua mano su Alisa si bocca e la ritrae, forse imbarazzato.

Alisa: Nathan...

Nathan: Sì?

Alisa: Grazie di tutto. Davvero.

Il Mentore accenna un leggero sorriso.

Alisa: Cosa pensi che ci sia in quel tablet?

Nathan: Niente di nocivo altrimenti non lo avrebbe mai consegnato di persona. E' pur sempre la CEO della Fortuna Indistries e se quel tablet esplodesse in un ospedale ferendo o uccidendo qualcuno sarebbe immediatamente la prima sospettata visto che la sua presenza non passa certo inosservata.

Alisa: Accendilo allora.

Nathan: Sei sicura?

Alisa: Tanto... Peggio di così...

Auditore annuisce e va a prendere possesso del tablet per poi avvicinare la sedia ancora di più al letto di Alisa che intanto si asciuga le lacrime e si mette seduta per visionare cosa c'è all'interno del dispositivo elettronico. Nathan accende il tablet che come prima immagine mostra..

Tablet Fortuna Industres ha scritto:
Immagine


Sul volto di Alisa compare un'espressione rabbiosa mentre l'immagine sul tablet cambia...

Tablet Fortuna Industres ha scritto:
Immagine


Le immagini inquadrano il primo piano di una Samantha Hart rilassatissma. Intanto possiamo sentire la voce di Zafina Schneider...

Zafina: Samy hanno acceso il tablet, siamo in onda.

La Hart Princess si volta verso la telecamera mentre le immagini lentamente zoomano all'indietro mostrando Drake che sta massaggiando le spalle della ragazza e Dixon che le accarezza i capelli.

ImmagineImmagine


Samantha: E' una cazzo di goduria, ora capisco perché eri sempre così di buon umore nana, questi due hanno mani d'oro.

La Hartcker schiocca le dita e Drake e Dixon smettono immediatamente di massaggiarla. Samantha mostra un sorrisetto alla telecamera per poi alzarsi e mettersi tra The Dragon e The Phoenix e... infilare la lingua in bocca a Dixon! Dopo un lungo e perverso bacio la ragazza esegue lo stesso procedimento con Drake! Una volta staccatasi da Drake la ragazza torna a guardare in telecamera...

Samantha: Tranquilla Alisa, non ci siamo dimenticati di Maivia, lui si sta facendo una sega sulle foto che hai mandato a Dixon quando credevi che fosse in Giappone! Ah ah ah!

I presenti iniziano tutti a ridere in maniera sguaiata e fastidiosa...


Intanto Alisa stringe i pugni talmente forte che le unghie le si conficcano nel palmo della mano che inizia a sanguinare, Nathan nota ciò ma non proferisce parola capendo appieno lo stato d'animo attuale di Miss Drake.

Tablet Fortuna Industres ha scritto:
Samantha: Allora Alisa, dopo averti sbeffeggiato abbastanza sul fatto che ti ho fregato due cazzi in una volta sola passiamo alle cose serie e basta con le cazzate... Uh, le cazzate quelle che Alisa non riceverà più perché gli ho portato via chi prima le dava il cazzo! Ah ah ah!

Ancora un'altra fastidiosa risata collettiva.

Samantha: Che figata... Comunque stronzi ho seguito il vostro incontro con Miss Fortuna tramite la telecamera nascosta che lei portava indosso e lei ha ragione Nate... Tu ti sopravvaluti e allo stesso tempo mi hai sempre sottovalutata dandomi la possibilità di agire indisturbata, ed a proposito di telecamere nascoste guarda qui che spettacolo...

La Hart Princess mostra un sorrisetto diabolico e le immagini si interrompono...


Miss Drake e Nathan si scambiano uno sguardo confuso mentre lo schermo del tablet si illumina nuovamente mostrando nuove immagini...

Tablet Fortuna Industres ha scritto:
Immagine

Il Grande Piano - Parte II
Samy Can't Be Trusted



TELECAMERA 1


Le immagini inquadrano una strada di campagna percorsa a grande velocità, segno che la telecamera si trova sul veicolo.

Immagine


Il veicolo, che altri non è che una motocicletta, precorre la strada a tutta velocità fin quando all'orizzonte non compare una grossa struttura.

Immagine


La moto accelera ancora di più uscendo dalla strada e passando per un tratto sterrato che conduce sulla cima di una collina che offre una visuale totale della struttura. Una volta sulla cima della collina la moto si ferma sgommando, ed ora la telecamera si muove facendoci intuire che è nascosta sull'autista che ora si accende una sigaretta e resta in contemplazione il tempo necessario a fumarla. Una volta finito di fumare l'autista si rimette in moto, e pronuncia una semplice frase.

Samantha: Che la fine abbia inizio!

Dopo aver riconosciuto la voce di Samantha vediamo che la ragazza riaccende la moto e parte a tutta velocità scendendo la collina e raggiungendo il cancello principale della struttura dove trova due uomini armati a sicurezza della stessa.

ImmagineImmagine


Non appena i due uomini vedono Samantha le puntano immediatamente i fucili contro, e la ragazza per nulla intimorita gli sgomma davanti parcheggiando la sua moto, scendendo e dirigendosi verso di loro che l'ammoniscono.

Guardia 1: Ferma lì!

La Hart Princess procede verso di loro senza paura.

Guardia 2: Ferma o spariamo!

La giovane non si lascia intimorire e dopo essere arrivata ad un paio di metri dai due si ferma guardando gli uomini della sicurezza con un sorrisetto in volto.

Samantha: Vengo in pace, sono disarmata ed ho urgenza di incontrare Nathan Auditore.

Guardia 1: Puoi scordartelo!

Samantha: Non penso che la decisione spetti a due cani da guardia...

La ragazza estrae il suo smHartphone per poi effettuare una chiamata.

Immagine


La Hart Princess mette in vivavoce in attesa di una risposta...

???: Pronto.

Samantha: Nathan.

Nathan: Samantha... Come hai avuto questo numero?

Samantha: E me lo chiedi pure? Non ricordi con chi sono fidanzata? Comunque ci sono i tuoi due cani che non vogliono farmi entrare nella sede della Confraternita del Chaos. Sei in vivavoce perciò ordinagli di farmi passare.

Nathan: Cosa ti fa pensare che tu sia ancora ammessa qui?

Samantha: Il fatto che voglia proporti un armistizio. Sono disarmata e sono disposta a farmi perquisire ed a consegnarti il mio smHartphone in modo che non possa hackerare nulla.

Nathan: ...

Samantha: Che c'è? Alisa ti ha mangiato la lingua?

Nathan: Lasciatela entrare.

Le due guardie annuiscono mentre Samantha chiude la chiamata. Il cancello si apre ed ora Samantha viene scortata fino all'ingresso principale dalle guardie. Una volta arrivati escono fuori altre due guardie che scortano Il Mentore, Nathan Auditore.

Immagine


La Hart Princess e Nathan si scambiano un lungo sguardo mentre le guardie iniziano a perquisire passando più volte le mani davanti l'obbiettivo della telecamera nascosta ma non identificandola. Una volta finita la perquisizione Samantha consegna spontaneamente il suo smHartphone a Nathan che le fa cenno di entrare con una mano.

Nathan: Prego.

La Hartcker entra nella sede della Confraternita avviandosi nei corridoi della stessa scortata da Nathan Auditore e da un paio di guardie. Il gruppo procede in silenzio per qualche metro fin quando non è Nathan a parlare.

Nathan: Allora cosa hai da dirmi?

Samantha: Con calma Nate.

Il gruppo arriva ad un bivio con Nathan che gira verso sinistra e Samantha che va verso destra causando una reazione nelle guardie che l'ammoniscono puntandole nuovamente le armi contro.

Guardia 3: Ehi! Dove pensi di andare?!

Samantha: Nella palestra. Sai bene che non sono qui solo per te Nate.

Nathan: Non ti lascerò avvicinare ad Alisa dopo quello che le hai fatto.

Samantha: Sono qui per proporre anche a lei un armistizio, voglio scusarmi per ciò che ho fatto e le voglio proporre un match leale ad Indoor War.

Nathan: Riferirò io.

Samantha: In tal caso salta tutto, anche l'accordo con te. Ridatemi il mio smHartphone... E' stato un errore venire qui.

La Hart Princess si fa riconsegnare le sue cose per poi avviarsi verso l'uscita della sede, ma ecco che Nathan la chiama.

Nathan: Samantha!

La giovane si blocca.

Samantha: Sì?

Nathan: D'accordo, puoi parlare con Alisa, ma lo faccio solo perché voglio sapere i motivi che ti hanno spinta a venire qui.

Samantha: E li saprai... A tempo debito.

La Hart Princess raggiunge il gruppo e riconsegna il suo smHartphone per poi farsi scortare nel Performance Center della sede della Confraternita del Chaos.

Immagine


Il gruppo entra nell'immensa palestra dove su un ring vediamo Alisa che si sta allenando con un altra donna mentre un uomo sta seguendo gli allenamenti.

ImmagineImmagine

Immagine


Samantha: Alisa Drake...

Miss Drake si volta immediatamente riconoscendo la voce di Samantha che la osserva con aria furba. Alisa resta interdetta dalla presenza di Samantha ed ora scende immediatamente dal ring avvicinandosi minacciosa verso la Hart Princess che mette immediatamente le mani avanti.

Samantha: Calma calma... Sono qui per proporti una tregua.

La sorella di Chris Drake si ferma e con le mani ai fianchi fissa curiosa Samantha.

Samantha: Voglio proporti un match leale ad Indoor War in modo che tutto il mondo potrà vedere quanto sei debole ed inetta visto che senza scorrettezze ti farò cedere dal dolore dimostrando al mondo la tua inferiorità!

Sul volto di Alisa compare un'espressione seccata.

Samantha: Inoltre volevo scusarmi per quello che ho fatto a tuo fratello. Ho sbagliato obiettivo per il mio piano. Lui è un debole, un inetto, un perdente! Ma davvero ha detto che mi ama? Ah ah ah! Che coglione! Voi Drake siete proprio patetici, non mi sorprenderei se si venisse a sapere che il vostro legame speciale è derivato dal fatto che prima che lo prendessi sotto la mia custodia, scopavate ogni sera. Sai Alisa, ora che ti guardo bene hai la faccia da tipica troia incestuosa, dico sul serio!

A questo punto Alisa sbotta e si getta all'assalto di Samantha! La rissa tra le due scatta ed immediatamente le guardie di Nathan ed il wrestler che stava seguendo Alisa nei suoi allenamenti vanno a dividere le due. Intanto le due ragazze continuano ad insultarsi a distanza...

Alisa: SEI UNA TROIA SAMANTHA! TI DISTRUGGERO'!!!

Samantha: Non vedo l'ora Alisa! Ah ah ah!

Il wrestler che stava seguendo Alisa se la carica su una spalla e la trascina fuori dalla palestra mentre Samantha spinge via le guardie di Nathan ed ora si scambia uno sguardo duro con lui.

Nathan: Se sei qui solo per provocare direi che puoi andare.

Samantha: No Nate, ora devo provocare te. Eh eh eh...

Nathan: Ti tengo d'occhio...

Il gruppo si incammina verso l'uscita della palestra...

TELECAMERA 2


Ci troviamo in un'altra stanza dove c'è Alisa seduta su una panca che ha le lacrime agli occhi per il nervoso. Affianco a lei c'è il wrestler che l'ha scortata fuori dalla palestra e che ha la telecamera nascosta addosso.

Franklin: Tutto bene?

Alisa: No! Non va affatto bene!

Franklin: Non lasciarti provocare da lei, sta solo cercando di prendere vantaggio per il match ad Indoor War.

Alisa: Ma perché è venuta qui?! Come è possibile che Nathan l'abbia fatta entrare?! Non ci sto capendo nulla.

Franklin: Poi parleremo a Nathan e vedremo cosa sta succedendo. Ora va a farti una doccia mentre io vado a ritirare gli attrezzi in palestra.

I due si alzano ed ora il ragazzo passa una mano sul volto di Alisa accarezzandola e spostandole i capelli dal viso.

Franklin: Anche quando ti arrabbi sei bellissima Ali.

La ragazza sorride per poi scambiarsi un bacio con il wrestler.

Alisa: Non so come farei senza di te Frank.

I due si abbracciano e dopo qualche istante si staccano.

Alisa: Vado a farmi una doccia allora, ci vediamo a cena.

La coppia si scambia un altro bacio e poi Alisa si dirige verso l'uscita dello spogliatoio...



Franklin: Ora non posso sbagliare.

Il giovane esce dalla stanza e si avvia verso la zona dei laboratori...

TELECAMERA 3


Immagine


Le immagini riprendono da una telecamera di sorveglianza hackerata a distanza da Zafina Schneider. Ci troviamo nella stanza della sorveglianza nella sede della Confraternita del Chaos dove vediamo che l'attenzione di tutti è sui monitor che mostrano da diverse angolazioni l'ufficio di Nathan Auditore dove Il Mentore e Samantha stanno discutendo, l'ingresso dell'ufficio con diverse guardie pronte ad intervenire in caso di necessità e le varie uscite sempre sorvegliate da altri uomini della sicurezza.

TELECAMERA 2


Torniamo da Franklin che arrivato nei pressi dei laboratori viene fermato da un dottore.

Immagine


Dottore: Cosa ti serve Dixon?

Franklin: Un anti-dolorifico per Alisa.

Il medico annuisce e fa strada a Franklin fino alla stanza dei medicinali. Una volta lì il dottore va a cercare l'anti-dolorifico, ma ecco che Franklin lo abbranca alle spalle bloccandolo in una Sleeper Hold che fa perdere i sensi rapidamente al dottore. Fatto ciò il giovane estrae una pasticca da una tasca per poi metterla in bocca al medico...

Franklin: Ruflin... Così non ricorderai nulla di tutto questo... Eh eh eh...

Detto ciò il ragazzo si avvia per i laboratori indisturbato e raggiungendo una porta protetta da due guardie.

Immagine


Franklin: Presto! Il dottor Chesino è stato aggredito!

Guardia 4: Chi è stato?

Franklin: Non lo so! E' nella stanza dei medicinali. Prestategli aiuto io intanto avviso Il Mentore.

Guardia 5: Ok, Franklin!

Le due guardie accorrono a soccorrere il dottore mentre Franklin fa solo finta di andarsene, e dopo essersi nascosto per qualche istante raggiunge la porta...

TELECAMERA 3


Torniamo nella stanza della sorveglianza...

Immagine


Ed ecco che i monitor che mostrano la porta dove si trova Franklin cambiano immagini mostrando l'esterno della sede...

TELECAMERA 2


Il giovane Franklin è davanti la porta ed ora tira fuori uno smartphone appoggiandolo davanti al tastierino numerico per inserire il codice d'accesso...

Immagine


Ed ecco che in men che non si dica sullo schermo dello smartphone compare il codice d'accesso che Franklin inserisce sbloccando l'accesso. Il ragazzo entra nella stanza che ha luci soffuse tendenti al rosso e percorre un lungo corridoio che lo conduce ad un piedistallo sul quale c'è una chiavetta USB protetta da una teca in vetro.

Immagine


Il ragazzo estrae nuovamente lo smartphone e lo poggia su un altro tastierino numerico nei pressi della teca.

Immagine


Ed ecco che un altro codice compare sullo schermo del telefono di Franklin che lo inserisce aprendo la teca e prendendo possesso della pennetta USB per poi sostituirla con una identica.

Immagine


Il ragazzo esce dalla stanza stando attento a lasciare tutto come era in modo da non far sorgere sospetti per poi incamminarsi verso l'uscita della zona laboratori... Ma ecco che in lontananza si sentono delle urla!

Alisa: Maledetta puttana!!!

Il giovane Franklin accorre trovandosi davanti Alisa e Samantha che stanno battagliando nei corridoi della sede della Confraternita del Chaos. Franklin che va a dividerle ma questa volta allontanando Samantha. La Hart Princess approfittando dell'occasione si avvinghia immediatamente al ragazzo di Alisa permettendo a Franklin di metterle in tasca la pennetta USB appena rubata, intanto Alisa prova a liberarsi dal blocco fatto dalle guardie mentre insulta Samantha.

Alisa: NON TOCCARLO TROIA! NON TOCCARLO!!!

Il giovane Franklin per non destare sospetti allontana Samantha immediatamente e va a tranquillizzare Alisa che intanto scoppia a piangere. Nathan, visibilmente spazientito, prende Samantha per un braccio ed a passo svelto la scorta fuori dalla sede.

Franklin: Mentore, so che non è il momento ma il dottor Chesino...

Nathan: Non ora Franklin! Adesso devo buttare fuori la spazzatura!

TELECAMERA 1


Samantha: Ehi calma Nate, quel braccio mi serve per far godere Zafina...

Nathan: Stai zitta...

Samantha: Vuoi che faccia godere anche te?

Nathan: Stai zitta ho detto!

Samantha: Oh che palle... Posso succhiarti il...

Nathan: STAI ZITTA MALEDIZIONE!!!

Samantha: Hm.

I due arrivano nei pressi dell'ingresso principale che una volta aperto permette e Nathan di spingere fuori Samantha. Fatto ciò le riconsegna il suo smHartphone e senza salutarla torna all'interno della sede della Confraternita del Chaos. La ragazza intanto si incammina verso la sua moto con un sorriso soddisfatto in volto, ed una volta raggiunto il veicolo monta su per poi iniziare a ridere...

Samantha: Più facile di quanto pensassi... Ah ah ah... Ah ah ah ah ah ah!

La ragazza si mette una mano in tasca estraendo la pennetta USB rubata da Franklin...

Immagine


La Hart Princess osserva soddisfatta la pennetta per poi mettersela in una tasca interna nascosta del suo giubbotto di pelle, mettersi il casco e sgommare verso l'orizzonte con la sua moto...

[Offline]


I due sono impietriti. Nathan si passa una mano sul volto mentre Alisa ribolle di rabbia, ma ecco che il tablet si illumina nuovamente.

Tablet Fortuna Industres ha scritto:
Immagine
ImmagineImmagine
ImmagineImmagineImmagine


Le immagini ci portano nuovamente da Samantha, Drake e Dixon che sono stati raggiunti anche da Maivia, Zafina e la dottoressa Elliot Zinmann.

Samantha: Quell'USB Driver ci è stato davvero utile Nathan, ma Zafina è più qualificata per spiegarti cosa ne abbiamo fatto...

Zafina: Grazie Samy. Allora grandissimo bastardo, da quell'USB Driver sono riuscita ad estrapolare in primis l'Ultimate Firewall che impedisce qualsiasi tipo d'intrusione hacker e l'ho istallato sia nei nostri sistemi che in quelli della Fortuna Industries, poi abbiamo estrapolato le informazioni sul Project Eden che avete sviluppato dopo che io e la dottoressa Zinmann siamo state espulse e ne abbiamo fatto tesoro. Elliot ti illustrerà i nostri ulteriori progressi.

Dr. Zinmann: Grazie Zafina. Grazie ai dati dei vostri progressi ho perfezionato il Project Eden TS19/2, quello che ha Dixon ed il Project Eden TS19/3 che ha Maivia. Ho perfezionato anche quello di Drake, il Project Eden TS19/1 che gli abbiamo istallato poche ore fa e adesso tutti i sentimenti di questo mondo non lo faranno mai più tornare da Alisa vero Dragon?

The Dragon esegue un gesto abbastanza esplicativo nei confronti della sorella...

Immagine


Samantha: Bravo My Little Monster, mandala affanculo quella nana bastarda e riguardo a te Nathan...

La Hart Princess si fa serissima.

Samantha: Miss Fortuna ha ragione, sei un inetto. Hai espulso Zafina per colpe non sue, hai espulso Elliot per colpa mia ma il tuo favoritismo nei miei confronti ha fatto si che cacciassi lei e tenessi me solo per poi scaricarmi dopo Wrestlemania IV. So che quel bastardo di Kid The Wizard ti aveva incaricato di aiutarmi nel caso di bisogno, ma la tua sudditanza a quell'essere ti ha fatto perdere due adepte ed una potenziale adepta che adesso ti stanno per distruggere.

La ragazza mostra un sorrisetto perfido.

Samantha: Miss Fortuna ti ha anche detto che questa volta l'Ordine di Fortuna non fallirà, ma anzi ha già vinto, e sai una cosa Nathan? E' tutto vero! L'Ordine di Fortuna ha vinto e la Confraternita del Chaos ha perso!

La giovane Samantha inizia a ridere perfidamente.

Samantha: Ai tempi in cui era ancora una tua adepta sai cosa fece Zafina quando immagazzinò i dati dell'Ultimate Firewall nell'USB Driver che ti ho rubato?

La Hart Princess si volta verso Zafina.

Zafina: Senza che nessuno se ne accorgesse feci un backup completo di tutti i dati della Confraternita del Chaos, quindi tutte le persone che avete spiato, tutti i piani non propriamente legali e tutte le magagne che avete fatto sono state copiate sull'USB Driver in maniera criptata e una volta preso possesso del Driver non mi è bastato che copiare tutto sui miei PC, naturalmente eliminando ogni file compromettente sulle persone in questa stanza, e precisamente...

Miss Schneider si guarda l'orologio...

Zafina: ... un'ora e trentanove minuti fa ho inviato tutto all'Interpol!

Samantha: Contando i tempi di valutazione del caso e della sua effettiva gravità tra una manciata di minuti avrete gli sbirri alle calcagna, vi sbatteranno in galera e la Confraternita del Chaos verrà smascherata e sciolta una volta per tutte!

La Hart Princess sorride in maniera perfida.

Samantha: That's what you deserve... Words creates lies, Samy can be trusted and she always wins!

Il collegamento si interrompe.


Le immagini tornano nella stanza di Alisa nel San Raffaele, Nathan Auditore è paralizzato dallo shock mentre Alisa sbotta in un pianto disperato. Passa qualche secondo e Nate lascia cadere il tablet accusando dolore ad una mano come se si fosse scottato, ed ecco che all'improvviso il tablet inizia a cacciare del fumo segno che i circuiti interni si stanno auto-fondendo in modo da non lasciare traccia del video-messaggio di Samantha & co. Nathan ora si alza dalla sedia e acquisendo una calma apparente inizia a dettare ordini ad Alisa.



Nathan: Alzati, vestiti e sparisci il prima possibile.

La ragazza che sta ancora piangendo non capisce.

Nathan: MUOVITI NON C'E' TEMPO DA PERDERE!

Miss Drake si asciuga le lacrime, tira su con il naso e senza fiatare esegue gli ordini. Alisa si toglie il camice restando in intimo ed in tutta fretta inizia a mettersi i suoi vestiti.

Alisa: Cosa hai in mente?

Nathan: I dati che ha Zafina sono antecedenti al tuo ingresso della Confraternita del Chaos, quindi non sei ricercata ma se ti dovessero trovare qui con me passerai i guai. Ora voglio che tu fugga da questo paese, anzi da questo continente.

Alisa: E dove andrò?

Nathan: Ovunque ma non qui! Ed evita anche gli Stati Uniti d'America. Mantieni un basso profilo e tutto andrà bene Ali.

Alisa: E tu cosa farai Nate?

Nathan: La polizia mi cerca, scappare è inutile.

Miss Drake finisce di vestirsi e ora capendo le intenzioni di Nathan lo guarda con sguardo spaventato.

Alisa: No Nate... Ti prego... Non puoi farti arrestare...

Nathan: E' inevitabile. Adesso vai, la polizia sta arrivando!

Alisa: Ma Nate...

Nathan: HO DETTO VAI!!!

La ragazza scatta spaventata nel vedere il suo Mentore così furente ed annuisce lasciando la stanza di corsa, ma ecco che dopo qualche istante rientra venendo accolta da uno sguardo duro di Nathan. Alisa non se ne cura e gli si avvicina a passo svelto per poi abbracciarlo e dargli un fugace bacio sulla guancia per poi sussurrare...

Alisa: Grazie...

La ragazza con occhi lucidi si scambia uno sguardo con Nathan per poi lasciare la stanza di fretta e furia. Auditore si passa una mano sulla guancia baciata da Alisa, evidentemente colpito da questo piccolo gesto della ragazza, ed ora si siede su una sedia, si toglie il cappuccio e si mette in attesa che l'Interpol arrivi ad arrestarlo...

Immagine


Nathan: Non è finita... Nothing Is Real, Everything Is Permitted!

Sentiamo il rumore di sirene della polizia in avvicinamento ed ora Nathan Auditore senza paura si prepara a questo nuovo, oscuro capitolo della sua vita...

[To Be Continued...]


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 21/07/2015, 18:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 22/01/2011, 17:17
Messaggi: 19927
Località: Di notte, quindi all'alba
Cut Down To Size


Immagine


Le immagini si aprono all'interno di una stanza d'hotel di Parigi, e qui si trova il wrestler TWC Travis Miller, seduto davanti ad un pc sul quale è proiettata la solita immagine...

ImmagineImmagine


H:Dico solo che potresti essere là fuori in questo momento, Parigi ha cose molto più belle da offrire della mia immagine di profilo.

TM:Lo so lo so, ed avrò altre giornate per visitare il posto. Oggi preferisco dedicarmi ad altro, sono in una fase estremamente importante della mia carriera in questo momento, non posso fare passi falsi. Non che abbia mai particolarmente apprezzato la Francia come meta turistica in ogni caso...

H:Mi prendi in giro?! abbiamo passato anni a sognare un viaggio in Francia, e tu sei sempre stato persino più entusiasta di me a riguardo. Una decina di anni fa avevamo pure pianificato una vacanza, non ti ricordi?

TM:Sì, l'anno in cui tua madre...beh, sono passati anni comunque, i miei gusti sono cambiati dopo che ho cominciato a viaggiare per il continente.

H:Bah, come credi...Dopo Parigi dove vi sposterete?

TM:Non ho ancora ben capito l'itinerario,però so che faremo degli show in Inghilterra e registreremo la prossima puntata a Dublino prima di tornare in America.

H:Seriamente?! quindi...

TM:Esatto, stavo giusto per parlartene. L'itinerario mi permetterà di passare anche da casa.

H:Oddio, ma perché non me l'hai detto subito?! dobbiamo organizzare qualcosa per il tuo ritorno! fammi andare ad avvisare gli altri.

TM:Nonono Hailey, non ce n'è bisogno, davvero.

H:Cosa?

TM:Non c'è bisogno che vi disturbiate tanto, sarò solo di passaggio comunque.

H:Puoi scordartelo! tu qui sei praticamente un eroe, sono sicura che anche gli altri non vedano l'ora del ritorno del ragazzino di Inverness dopo il suo successo in America. Un'occasione del genere merita di essere festeggiata.

TM:Stai ingigantendo la cosa, non è un avvenimento così importante alla fine.

Hailey sospira irritata...

H:Ok, che ti prende ultimamente? eviti continuamente l'argomento "Lavoro", sei costantemente apatico e non appari quasi più pubblicamente se non per i tuoi match, che è successo?

TM:E' solo un periodo impegnativo, non ho tempo per fare apparizioni superflue devo pensare al torneo. Ma poi tu che ne sai di quello che faccio per lavoro? ti ricordi a malapena i nomi degli altri wrestler.

H:Ho cominciato a seguire la TWC da War of Change, ti ho a malapena visto comparire da allora.

TM:Cosa?

H:Hai vinto il match principale del primo Pay Per View della federazione, eri sul tetto della TWC. Io e Kyle eravamo curiosi di vedere come sarebbe stato uno show con te come volto.

Travis sospira...

TM:Mi spiace, sarete solo altre due persone che verranno deluse, temo...

H:Travis, hai avuto un successo straordinario da quando hai debuttato, tutti qui sono fieri di te, io sono fiera di te. L'unica cosa che potrebbe esserti d'ostacolo qui sei tu.

TM:Hai ragione, ed è proprio quello il punto. Io non sono fatto per essere il volto della compagnia, non ne ho proprio la mentalità. Il solo pensiero di essere costantemente sotto la spotlight, giudicato sempre più pesantemente dai fans per ogni cosa che faccio e preda di qualsiasi altro wrestler in federazione intenzionato a scalare i ranghi...è troppo per me, non sono in grado di vivere in quel modo.

H:Credevo stessi puntando al titolo, è stata la tua scusa per qualsiasi cosa ultimamente...

TM:Beh, sì, ed all'inizio ne ero convinto, ma poi ci ho effettivamente pensato...diventare campione sarebbe un incubo per certi versi.

H:E quindi che hai intenzione di fare, mollare il torneo?

TM:Io...non lo so. So che mollare ora sarebbe la vera sconfitta, ma vincere il titolo per poi non essere in grado di soddisfare le aspettative per un Main Eventer sarebbe altrettanto insopportabile...sono in una situazione di sconfitta inevitabile, non avrei mai dovuto accettare un contratto.

H:Stai esagerando ora. Hai solo la luna storta, non essere così drastico.

TM:Le altre federazioni con cui l'ho fatto erano più tranquille, non ho idea per quale motivo abbia voluto accettare con la TWC. A quest'ora sarei potuto essere in giro per l'Asia a lottare con Victor Hammett...

H:Come scusa?

TM:Caz...niente, straparlavo.

H:Sputa il rospo, ora.

Travis sospira.

TM:Beh...non è esattamente corretto dire che sono stato rifiutato da TUTTE le federazioni in cui ho provato ad entrare. Cioè, dalla maggior parte sì ovviamente.

H:Che vuoi dire?

TM:Potrei aver rifiutato di firmare un contratto con un paio di quelle a causa della pressione...

H:Potresti.

TM:Potrei.

H:Quindi hai bruciato delle opportunità ad un futuro di successo per paura?

TM:Forse.

H:E non hai mai pensato di parlarmene di questo problema?!

TM:Potrei averci pensato.

H: Ma non l'hai fatto.

TM: Ma non l'ho fatto.

H:Razza di idiota, per fortuna sono venuto a saperlo almeno stavolta o ti saresti bruciato pure la carriera in TWC.

TM:Te l'ho detto che ti avrei delusa.

H:Certo che mi hai delusa, ma non per non essere stato all'altezza delle aspettative o cose del genere, perché hai deciso di mollare di fronte ad una difficoltà senza pensare di confrontarti con qualcuno prima.

TM:Mi spiace, ma evidentemente non sono fatto per avere successo. Il mio maestro lo aveva detto la prima volta in cui l'ho incontrato, "Se sarete abbastanza forti psicologicamente per farcela là fuori sta a voi determinarlo". Io non sono abbastanza forte. Conosco i miei limiti psicologici, non sono in grado di superarli.

H:Certo, per conto tuo non sarai mai in grado di superare i tuoi limiti, nessuno è in grado di farlo. Ma quel gorilla del tuo maestro ha dato per scontato che fosse una battaglia da affrontare da soli, e ti assicuro che non lo è. Per quanto tu possa temere la disapprovazione degli spettatori o delle sfide che ritieni troppo grandi per le tue capacità, sappi che potrai sempre contare sul mio appoggio, su quello di Kyle e di tutti quanti qui ad Inverness. Noi siamo in grado di vedere le tue reali capacità, sappiamo di cosa sei in grado realmente, ed è ben oltre qualsiasi cosa che la TWC possa mandarti contro.

TM:Hailey, apprezzo il gesto ma...

H:Niente ma. Non ti permetterò di sabotare anche questa tua opportunità. Essere in cima non è una posizione facile, ma se c'è una persona in grado di correre il rischio ed avere successo realmente quella sei tu, devi solo convincertene. Quindi piantala di lamentarti, vai a vincere quel torneo, fai fuori tutti gli altri sgherri di Olon se necessario, e nel frattempo passa pure da queste parti, che mi devi ancora una birra.

TM:Wow... e tu saresti la stessa persona che qualche mese fa mi diceva di non rischiare troppo?

H:Beh,quello era prima che ti vedessi sul ring. A War of Change sei stato incredibile, ed hai resistito ad un incontro estremamente violento. Te lo assicuro, per noi che ti conosciamo realmente è stato abbastanza difficile da guardare. E comunque ora hai degli alleati per affrontare quei tizi, no? li potete tenere a bada tranquillamente.

TM:Già...dopo il match con Sigfried in albergo ho vomitato delle puntine.

H:Sì, continuo a non crederci.

TM:Te lo giuro, quel match è stata probabilmente l'esperienza più dolorosa della mia vita. Top Five quantomeno.

H:Ed alla fine hai comunque vinto, pensa quanto dev'essere stato doloroso per lui.

TM:Beh ho vinto l'incontro, ma la guerra per la rilevanza temo se la sia aggiudicata lui alla fine.

H:Beh, non è ancora finita, è il tuo prossimo avversario nel torneo, no?

TM:Già...Miller-Jaeger 2:Electric Boogaloo.

H:Bene, sconfiggilo di nuovo.

TM:Tu la fai sin troppo facile.

H:Affatto. Il tedesco che abitava nel nostro quartiere quando eravamo piccoli era comunque più spaventoso. Ed ubriaco.

Travis accenna un sorriso e rimane momentaneamente in silenzio.

TM:Grazie, Hailey.

H:Di nulla, sono la tua voce della ragione.

TM:Già, pare sia così...

Nella stanza cala il silenzio per qualche secondo.

H:Ora vattene e visita un po' la città, è illegale quello che stai facendo. Ci risentiremo direttamente quando verrai qui. Tanto tocca andare pure a me, devono aprire un altro Starbucks, ci saranno una marea di scartoffie.

TM:Un altro?! ce ne saranno già duecento ad Inverness.

H:Purtroppo la decisione non spetta a me, Travis.

TM:Dannati scozzesi, avete rovinato la Scozia.

La chiamata termina e Travis si alza dalla postazione per poi afferrare le chiavi della stanza ed uscire, e su queste immagini si chiude il collegamento.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 22/07/2015, 1:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8565
(Le immagini appartengono al 20/07/2015)


Immagine


Siamo nel parcheggio dell'Estraforum di Prato dopo il Live Event, si vede Andy Moon, con un borsone in spalla, parlottare amichevolmente con altri due individui, anche loro con borsoni e valigie...

Immagine Immagine Immagine


I due sono Denise Galanti e Damiano Diamond, i due wrestler italiani che hanno partecipato a questa tappa del tour TWC. Dalla conversazione fra i tre si evince che il trio ha partecipato insieme allo stage di judo in Umbria nella settimana passata. I tre giovani scherzano e ridono insieme, poi Moon abbraccia Denise e stringe la mano a Damiano, infine li saluta con la mano e si dirige verso l'autobus della TWC. Mentre cammina sta messaggiando con il suo cellulare, e non nota di star andando addosso ad un ragazzino, con addosso una maglietta TWC...

Immagine


Il ragazzino cade per terra. Moon lo nota e gli tende la mano per rialzarsi.

AM: Oddio, scusami!

???: Non è niente...

Il ragazzino si scuote la maglietta.

???: Andy Moon, faresti una...una foto con me?

AM: Certo!

Moon scatta un selfie con il ragazzo, poi gli restituisce il cellulare. Il fan lo ringrazia e se ne va, soddisfatto, mentre Andy sorride.

AM: Che bello avere fan...

Le immagini sfumano.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

The Voice of FOX
MessaggioInviato: 22/07/2015, 16:24 
Connesso

Iscritto il: 04/01/2012, 8:02
Messaggi: 18343
Immagine


Immagine

Ci troviamo a New York City. Le immagini ci mostrano dinnanzi a noi una villa lussuosissima a due piani, circondata da un giardino ben curato in cui si inoltra un lungo viale attorno al quale sono sistemate alcune siepi, che conduce all'ingresso di questa tenuta.

Immagine

Ora ci troviamo all'interno della villa: l'oro è presente in abbondanza, le pareti sono tappezzate di quadri ottocenteschi e dai colori brillanti, la luce entra attraverso eleganti finestre e illumina l'intera stanza, nella quale vediamo anche tante poltrone finemente decorate e anche un pianoforte dal valore economico decisamente elevato. Al centro del luogo troviamo due possenti colonne di ordine ionico e, appesi sul soffitto, tre lampadari. Dall'ingresso si estende in avanti un elegantissimo tappeto di colore rosso, decorate con numerose figure geometriche e di altro tipo. Molto deliziosi sono anche i mobili posti lungo le pareti, mobili anch'essi dal gusto neoclassico.

Immagine

Fa il suo ingresso l'intervistatore della TWC, Daniel Carson, che, un po' a disagio in mezzo a questa sfrenata ostentazione di lusso, viene accolto da un uomo in smoking, il maggiordomo; Carson riferisce qualcosa a quest'ultimo, il quale, ora, si allontana. L'intervistatore della TWC è nuovamente solo, si guarda attorno, alza in alto lo sguardo, ammirando gli strabilianti affreschi che pare gradire molto...

Immagine

...quando ecco che fa il suo arrivo Mr. Fox Olon! Il New York Guy, padrone della villa, si avvicina a Daniel Carson, gli mostra un sorriso, gli stringe la mano, accogliendo molto affettuosamente tanto da stupire lo stesso Carson che, un po' imbarazzato, sussurra qualcosa, forse complimentandosi per la bellezza della casa; Fox ringrazia, dopodiché invita il suo dipendente a seguirlo, i due, allora, si incamminano verso una delle tantissime stanze della villa...

Immagine

Immagine


Immagine

DC: Mr. Fox Olon, la ringrazio per avermi offerto la conduzione di questa intervista, che, se non le dispiace, comincerei adesso.

Immagine

Fox annuisce, acconsentendo.

DC: Bene. Prima, vorrei tornare indietro, più precisamente allo scorso maggio quando, durante un memorabile episodio di Friday Night Indoor War annunciò all'allora presidente Philips Brian e al mondo intero di essere diventato il nuovo padrone della TWC.

Fox annuisce, rimanendo serio.

DC: Ancor'oggi, però, non si è ben capito come tutto questo sia potuto succedere.

Fox si gratta la gola.

DC: Insomma, come è potuto accadere che un singolo membro del Consiglio d'Amministrazione della TWC sia riuscito, in pochi giorni, ad assumere il controllo dell'intera compagnia e, per di più, all'insaputa dello stesso Brian, com'è possibile?

Fox rimane in silenzio per qualche momento, mettendo a disagio Carson che attende ansiosamente una risposta a questa cruciale domanda. Finalmente il New York Guy prende la parola.

FO: Passo.

Daniel Carson sembra inizialmente turbato, poi, dopo un po', si riprende e prosegue con l'intervista.

DC: Okay. Sulla sua carriera in TWC e, precedentemente, in TWNA, sappiamo molte cose, quel, però, che non conosciamo è il suo passato. Prima di dedicarsi al mondo del pro wrestling, lei è stato un grande imprenditore e a tal proposito molte sono le denunce che le ha procurato la sua attività imprenditoriale, insomma, la sua figura da imprenditore è oscurata da molti scandali, lei come si sente al riguarda?

Fox fa un lungo e profondo respiro, chiudendosi nuovamente in un silenzio estenuante.

FO: Mr. Carson, vuole essere licenziato?!

L'intervistatore sembra terrorizzato, la sua diligenza rischia di costargli troppo.

FO: Sono un uomo potente, sir., un uomo molto potente, la mia parola vale più di quelle di qualsiasi altro uomo in questa città, posso licenziarla e impedirle di lavorare per il resto della sua intera esistenza, se non come squallido lavapiatti in qualche squallido locale! Allora, glielo richiedo, Mr. Carson, vuole essere licenziato?!

L'intervistatore scuote la testa, ora prova a rispondere, ma ecco che viene interrotto da Mr. Fox Olon.

FO: Perché IO con la stessa generosità che ha sempre contraddistinto tutta la mia vita, l'ho invitata qui, in casa mia, non per parlare del passato, il passato è passato, e non le permette di giudicare il mio, nossignore; l'ho invitata qui per parlare del presente e soprattutto del futuro, perciò, sir., se non vuole attenersi a ciò che le sto dicendo, beh, farebbe bene ad andarsene, ORA! È tutto chiaro, ora?!

Daniel Carson, tremando, annuisce.

FO: Bene. Procediamo!

DC: Okay.

Daniel Carson consulta rapidamente le carte che tiene in mano, dove sono scritte tutte le domande che avrebbe voluto porre a Mr. Fox Olon, molte dedicate al suo passato.

DC: Bene. A Friday Night Indoor War ha fatto delle dichiarazioni che, stando a diverse indiscrezioni che circolano sul web...

Fox scoppia a ridere.

DC: Dicevo, ha fatto delle dichiarazioni che avrebbero creato malcontento tra i membri stessi della FOX's Army; infatti, ha dichiarato che " Fred avrebbe sconfitto Lance Murdock quella sera e che, a Night of Gold, sarebbe andato a prendersi ciò che gli spettava, l'alloro massimo, divenendo il primo, l'unico e indiscusso campione del mondo dei pesi massimi".

FO: Sì, infatti Fred ha asfaltato "The Savior" Lance Murdock, lo ha ridotto in briciole!

DC: Sì, così come Triple B ha sconfitto Andy Moon, Schmidt ha sconfitto Jack Keenan e Sigfried ha sconfitto Nick Carroll...

FO: Cosa vuole insinuare, Mr. Carson?

DC: Quel che voglio dire, Mr. Fox Olon, è che tra gli otto partecipanti al torneo rimanenti, abbiamo ben quattro membri della FOX's Army; lei davvero crede che tra questi otto, o meglio, tra questi quattro, "The German Superman" sia l'unico che possa ambire al titolo? Triple B? Schmidt? Sigfried? Nessuno di questi tre ha qualche chance per poter arrivare alla finalissima di Night of Gold e conquistate il TWC World Heavyweight Championship.

Il New York Guy ha uno sguardo minaccioso che mette nuovamente a disagio Daniel Carson, poi, però, ecco che sul viso di Fox compare un sorriso e l'intervistatore, cautamente, si rasserena.

FO: Domanda interessante, sir., ed era proprio questo che volevo chiarire con questa intervista, visto che, come al solito, il web ha distorto le mie parole e, per di più, si è messo a inventare assurdità come il fatto che nel mio team ci siano malumori; voglio precisare che la FOX's Army è unita, UNITA, e tale rimarrà, al contrario di quella patetica e ridicola banda "capitanata" da Leon Black, i cui membri bisticciano un giorno sì un giorno no come vecchie zitelle, un gruppo in cui manca un vero leader, del resto definiscono il loro come un'aggregazione anarchica, dove non c'è ordine, non c'è giustizia, vige solo e solamente il CAOS...

Fox si interrompere per qualche istante, poi riprende.

FO: Ma torniamo alla questione principale. Certamente, Big Black Boom, Christophorus Schmidt e Sigfried Jaeger hanno le stesse possibilità che ha Fred Franke, identiche; del resto, nonostante le lamentele dei soliti noti, il sottoscritto non ha mai, ripeto, MAI, interferito coi risultati dei match di questo torneo, MAI! Non sono io che decido, è il ring che decide, il RING, non io, capisci?! Mai, mai, ho detto che qualcuno dei miei ragazzi riceverà più di quanto riceveranno gli altri, non succederà mai una cosa del genere, ognuno all'interno della FOX's Army merita quanto meritano tutti gli altri, ognuno vale quanto valgono tutti gli altri, ognuno ha la possibilità di aspirare a ciò a cui tutti gli altri possono aspirare, Fred ha tutte le carte in regola per vincere questo torneo, così come le ha Triple B, Schmidt e Jaeger. Da parte mia, insomma, non ci sarà nessun favoritismo, provo affetto e stima per il superuomo tedesco così come lo provo nei confronti degli altri membri della FOX's Army, sono come dei figli per me e io, come un buon padre, non tradirò mai nessuno di loro e darò a ciascuno le stesse possibilità, né più né meno!

DC: E se, nelle semifinali o nella finalissima, capitasse uno scontro tra due componenti della FOX's Army, e se tra questi due ci fosse lo stesso Fred, lo stesso che lei hai fatto conoscere al mondo, che ha allevato, lo stesso che verso di lei nutre quasi un sentimento di devozione e che, cito testualmente, la considera come "il suo migliore amico", come pensa di comportarsi in un eventuale situazione?

FO: Semplicissimo. Seduto sulla mia poltrona, nel mio bell'ufficio, mi gusterò il match e lo spettacolo che, ne sono certo, non mancherà in uno scontro del genere.

L'intervistatore è perplesso.

DC: Vuole dire che non interferirà in alcun modo nella contesa, determinandone il risultato? Insomma, non proverà a favorire l'uomo per cui, cito ancora una volta le sue stesse parole, "ha dedicato gli ultimi due anni della sua vita"?

FO: Assolutamente no. Fred lo stimo, gli voglio molto bene, lo sapete bene, ma all'interno della FOX's Army, ripeto, non vale più di Triple B o di Schmidt, all'interno della FOX's Army, una formazione democratica, non ci sono pregiudizi né favoritismi, nossignore.

DC: Lei crede, però, che sia il più talentuoso del gruppo e, quindi, il favorito alla vittoria finale, è così?

FO: No, non esattamente. Lo conosco bene, ne conosco le qualità eccelse, lo considero uno straordinario guerriero, molto probabilmente il migliore in TWC e nel mondo intero, MA so anche che tutti gli altri membri della FOX's Army sono validi e altrettanto talentuosi, altrimenti non li avrei mai scelti, non trova?

DC: Certo. Parliamo ora dei suoi avversari, parliamo degli State of Anarchy: non vede del talento anche nel gruppo di Leon Black? D'altronde uno di loro, Manson, ha eliminato uno dei vostri, Raymond. Non crede che possano essere un serio ostacolo per il predominio del suo team?

FO: No, sono sincero quando dico che lì dentro non c'è del talento, c'è gente squilibrata, gente che, come lo stesso Black, ha fallito ovunque, gente che ama giocare a fare il rivoluzionario, gente vissuta nel lusso , coccolata da mamma e papà fino a qualche tempo fa e che ora ha tradito la propria storia, i propri affetti, unendosi a questa ridicola banda; sono delinquenti, traditori, miscredenti, insomma non c'entrano niente col pro wrestling, NIENTE! E, a cominciare da settimana prossima, verranno asfaltati, perché, gentile intervistatore, il PROGRESSO non deve temere nulla, il progresso deve ergersi sopra tutto e tutti, e la FOX's Army è il progresso!

DC: E Manson?

Fox rimane in silenzio.

DC: La scorsa settimana il suo assistito Fred ha cercato in vari modi di trascinare nel suo gruppo Manson, sulla scia anche di alcune incomprensioni avute da questi con vari membri degli State; pare, però, che queste incomprensioni siano state superate e che Manson continuerà a combattere al fianco di Leon Black, che ne pensa?

FO: Cosa vuoi che le dica, auguri! Kevin Manson ha fatto la sua scelta in piena libertà, perché la mia federazione è una federazione liberale, e stop. Gli faccio i miei più sinceri e profondi auguri, sono sicuro che, presto o tardi, se ne pentirà, ma questo non riguarda né me né noi della FOX's Army, perché non abbiamo bisogno di nessuno, solo di noi stessi; il nostro era stato un generoso invito, che Manson ha rifiutato, peggio per lui! Si tira avanti, ugualmente.

DC: Chi vincerà il torneo, chi diventerà il TWC World Heavyweight Champion a Night of Gold?

FO: La FOX's Army.

DC: Se non dovessero andare così le cose, se fosse qualcun altro a vincere...

Mr. Fox Olon piega il capo, osservando malamente il giovane intervistatore della TWC.

DC: Okay.

Il New York Guy annuisce.

DC: Come vede il futuro per la nostra compagnia?

FO: Quando c'era Tidus, la TWC era all'ultimo posto o forse al penultimo nel panorama del pro wrestling sul territorio nordamericano. Poi lo show principale della nostra compagnia, Indoor War, passo nelle spregiudicate mani di Philips Brian e cosa successe? Lo show era allo sbando, vigeva il caos, l'anarchia, nessuno si sentiva al sicuro e, posso assicurarglielo, c'erano diversi talenti pronti ad andarsene altrove, perciò furono costretti a lasciarmi il comando. E col sottoscritto alla guida di questa compagnia, il nostro programma è divenuto il più seguito del venerdì e stiamo continuando a crescere in America così come nel resto del mondo (i dati del tour europeo sono ottimi, molto meglio delle nostre previsioni più ottimistiche). Che cosa voglio dire? Semplice, che la TWC ha finalmente intrapreso il corso giusto, quello che la porterà da qui a pochi anni a divenire la più importante compagnia in questo business. Tutti quei nostalgici di Brian o di Tidus, possono, dunque, guardare i numeri, evitare di inventarsi frottole, sciacquarsi la bocca e TACERE, TACERE!! Con me al comando, col controllo della FOX's Army, è inutile negarlo, INUTILE e STUPIDO, la TWC ha un futuro prospero, in tutti gli altri scenari, beh, non c'è un futuro. In tutti gli altri scenari vedo solamente la chiusura di questa federazione e la condanna ad una vita di miseria per le migliaia di famiglie dei nostri dipendenti. Se c'è chi vuole un destino del genere, beh, è meglio che si faccia un bell'esame di coscienza...

DC: Grazie per il tempo concessoci, Mr. Fox Olon.

Il New York Guy annuisce.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 857 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18 ... 58  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it