Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 856 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16 ... 58  Prossimo
  Stampa pagina

Re: TWC - News from Indoor War
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 04/07/2015, 21:35 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2011, 16:13
Messaggi: 10351
Località: Swagger miglior Wrestler di sempre, e non serve vederli tutti.
Immagine


4 Luglio 2015. Le immagini ci mostrano un aereo discretamente lussuoso: possiamo notare subito che sia griffato con il logo della TWC ed il volto di alcuni wrestlers. Si sentono alcuni passi in avvicinamento ed un uomo che fischietta: il cameraman va subito ad inquadrare questo figuro.

Immagine


E' Kevin Manson, che si porta appresso una piccola valigia tutta scassata. Indossa ancora gli stessi indumenti che aveva ieri ad Indoor War, quelli che aveva durante la strenua battaglia con Raymond che ha decretato la fine della carriera di quest'ultimo: si capisce chiaramente perchè si notano alcune concentrazioni di sudore sui suoi vestiti. Eccolo consegnare i suoi bagagli ad un inserviente che, svelto, li trasporta nella stiva dell'aereo, lo stesso aereo che porterà i wrestler TWC in Europa, prima tappa del tour europeo. Nel mentre, Kevin continua a fischiettare ed osserva i volti disegnati sulla facciata dell'aereo: ci sono praticamente tutti ed il primo piano è occupato da Black, Jaeger, Fred e la leggenda, The Gaty.

KM: Oh Dio, quello lì sta 4 anni a grattarsi le palle, torna a prendersi delle sediate e riceve pure i disegni più grossi sui mezzi di trasporto della TWC? TWC, non TWNA. TWC. Magari osa pure proclamarsi il più simpatico della federazione. Un giorno lo beccherò, lo guarderò negli occhi e gli dirò chiaro e tondo chi comanda, già già.

Inserviente: Prego signor Manson, salga...

KM: DIO SANTO! Il mezzobusto di Cross delle stesse dimensioni del mio? Lui è arrivato qui facendo la voce grossa senza mai fare un cazzo, ha perso contro uno che egli stesso riteneva un giovincello senza futuro ed alla fine ha pure stabilito con lui una patetica tregua. Ti sembra possibile?

Inserviente: Purtroppo non sono io a decidere le decorazioni del velivolo signor Manson, ma le ripeto che dovrebbe cordialmente salir..

KM: C'è ancora Raymond? Un'intera giornata non è bastata per riverniciarlo? Bah, siete proprio degli scansafatiche. Quasi mi vergogno di essere finito in una federazione così disorganizzata.

Manson e l'inserviente si guardano, con quest'ultimo che si dimostra piuttosto stupito.

KM: Beh? Ho detto qualcosa di paradossale?

Inserviente: S... S-senza dubbio no, signor Manson. Ora salga, la prego, così potremo partire.

KM: Potevi dirlo subito che c'era fretta!

L'inserviente assegna a Manson il numero del suo sedile. Il 13. The Animal dà una pacca sulla spalla dell'uomo, una pacca anche discretamente forte, dopodichè sale sul velicolo tornando a fischiettare.

KM: Che culo, il 13 è il mio numero preferito. Avrò sicuramente un grande compagno di posto! Magari la Rose...

Kevin fischietta, sotto lo sguardo infastidito dei colleghi che aspettavano di poter prendere il volo, dopodichè giunge al posto contrassegnato col numero 13. Non si siede, però. Anzi, sgrana gli occhi. Che il compagno non sia di suo gradimento?

Immagine


Michael Edwards! Manson dovrà condividere le circa 12 ore di viaggio con un suo compagno di stable, probabilmente quello con cui va meno d'accordo del gruppo visti gli screzi che hanno avuto dentro e fuori dal ring. Si sforza di fare un sorriso, approfittando del fatto che il suo vicino stia indossando degli auricolari e non l'abbia ancora visto, dopodichè si stravacca sul sedile e leva una cuffietta al Golden Boy.

KM: Ehi, Eddy! Guarda un po' chi mi è capitato come compagno di viaggio!

Edwards osserva Manson al suo fianco e abbozza un sorrisetto.

ME: Iniziamo bene... Kevin hai intenzione di farmi dormire? Non per qualcosa abbiamo 12 fottute ore da passare insieme. Tu, uno sei arrivato e hai già fatto casino, due già mi hai levato le cuffie e io voglia di chiacchierare non ne ho. Sai che non ti sopporto!

Il Golden Boy recupera le cuffie e si rimette a canticchiare tra sè e sè. Manson, nel frattempo, sbuffa e quasi si sdraia sulla poltroncina dell'aereo per cercare di prendere sonno. Intanto, essendoci tutti i passeggeri, il mezzo parte.

(5 minuti dopo...)


Manson si guarda intorno con aria curiosa, cercando qualcuno con cui fare conversazione. Tutti però sembrano essere immersi nelle loro faccende o troppo impegnati a riposare per minimizzare Jetlag & compagnia, dunque lancia un'occhiata truce verso Edwards che continua a canticchiare guardando fuori dal finestrino.

(10 minuti dopo...)


Il Painmaker ha le mani nei capelli, gli occhi sgranati, la noia lo sta ammazzando. Con un pennarello, conservato sapientemente in tasca, ha già tappezzato il sedile davanti a lui con la scritta "He's Not Normal". Ora però, finito quel breve momento di euforia e tornato nel mondo che lo circonda, The Animal continua a sbuffare e sporgersi dal sedile, cercando di individuare probabilmente la Rose. Almeno avrebbe un bel culo da guardare. Invece nulla, riesce a scorgere soltanto quel minchione di Adil Abhra, che avrà anche i capelli lunghi ma è sprovvisto sia di triangolino che, per la sovracitata ragione, di forme femminili che possano intrattenere brevemente Manson.

(15 minuti dopo...)


E' passata mezz'ora dall'inizio del viaggio, Kevin ormai sta parlando da solo tanto è annoiato.

KM: Cazzo Kev, è un peccato che io, cioè tu, cioè noi. Anzi, io, che però sei tu. Dicevo, è un peccato non avere dei fogli di carta. Ho sempre fatto cagare con gli aeroplanini, ma almeno avrei avuto qualcosa da lanciare. Magari potrei, cioè potresti, cioè potremmo. Anzi, io potrei, esattamente come potresti tu. No aspè, entrambi potremmo, perchè siamo la stessa persona. Quindi solo una persona potrebbe. Kevin Manson potrebbe, così è corretto no? Ok. Dicevo, Kevin Manson potrebbe usare questo pennarello per fare degli adorabili baffi arricciati e spagnoleggianti ad Eddy, se solo questo idiota dormisse. Staserebbero bene a Samantha, probabilmente sarà fatta come un cavallo sovra-anestetizzato. Vediamo dov'è...

Kevin torna a sporgersi e perlustrare, ma non trova nessuno.

KM: Troia, avrà preso un aereo privato con quel tizio, The Phoenix mi pare. Si sapeva che le piacessero gli uccelli, d'altronde.

Manson, dopo questa arguta e filosofica osservazione, sembra soddisfatto e prova a prendere sonno.

(30 minuti dopo...)


Spoiler:
??? ha scritto:
Immagine

Immagine

Dove sono?...

...

..ancora tu?..

Ti stai annoiando, eh?

Da morire, sto Edwards è proprio un rompicoglioni.

Beh, è il prezzo da pagare per le persone speciali.

Stai parlando di Edwards?

Sto parlando dell'idiota che sta russando in questo momento.

Proprio come immaginavo... Sto sognando...

...

Quindi tu.. Tu non sei reale, vero?

Devi essere tu a stabilirlo.

...

Stiamo comunicando, no?

Sì... E' la prima volta che parliamo di qualcosa che non riguardi la TWC... E in questo momento mi sto sentendo realmente bene..

...

Che c'è?..

Non è la prima volta.

...

...

Quindi tu mi conosci...

Così sembra.

Ma io... Io ti conosco?

...no. Non più.

Non più?... Non capisco...

Forse, un giorno, lo farai. Io ci spero.

Fammi capire tu.. Ora...

Ciao, Kev. E' stato bello.

Non andare... Ti prego...

Immagine


ME: Kevin... Kevin... KEVIN!

Michael lo smuove ancora, ma il "gigante" (= uomo basso ma molto robusto) non sembra volerne sapere.

ME: Dannazione, sto pachiderma non mi lascerà dormire per dodici ore se inizia così...

Kevin, che nel mentre ha aperto gli occhi, emette un verso strozzato di fastidio e si volta verso Edwards.

KM: Cazzo, proprio adesso dovevi farti sentire... Senti, qui è una noia mortale. E' passata un'ora di viaggio e sento il mio cervello che chiede pietà. I casi sono tre: puoi lasciarmi dormire in pace, procurarmi non si sa bene come un foglio di carta per permettermi di lanciare aeroplanini addosso ai nostri amati colleghi o cercare di tenere una conversazione. Per esempio, nel prossimo IW dovrai affrontare Chris Drake nel torneo, no? Come ti stai preparando?

Edwards guarda Manson sbalordito.

ME: Dannato deficiente ho già combattuto contro Drake ieri sera. Le botte di Raymond ti hanno dato alla testa più dei tuoi soliti problemi? Hai portato le pillole? Non vorrei dire, ma non vorrei fare come l'ultima volta che sono dovuto andare in giro a recuperare roba per te! Comunque, come ti senti dopo aver sconfitto Street Dog?

Il Dragon Kid si accorge che il suo collega si è rimesso a dormire fregandosene delle sue parole. Fortunatamente una hostess passa di lì, Mike prende un bicchiere d'aranciata dal carrello e lascia passare la signorina. Dopodichè lo versa addosso al pazzoide.

ME: Vediamo se stai attento ora stronzo!

Manson balza sul sedile, poi guarda truce Michael e si lecca le labbra bagnate di aranciata.

KM: Poi sono io il casinista! Guarda come mi hai ridotto! Ok, non che prima fossi messo meglio... Comunque, in dormiveglia ti ho sentito parlare dello Street Dog, beh, come vuoi che mi senta? Bene. Ho estirpato la mia nemesi. E a proposito, nessuno di voi mi ha ringraziato per aver eliminato dai giochi un membro della Fox's Army ingrati!

Edwards guarda divertito il suo risultato e trattiene le risate per poco.

ME: Bravo cucciolotto, hai fatto metà del tuo dovere... Vuoi un biscotto?

Edwards ferma nuovamente l'hostess e chiede un pacco di biscotti. Dopo averlo ottenuto lo apre, ne prende uno e lo infila in bocca a Manson.

ME: Ora sì che sei un vero cucciolotto tenero tenero, guarda come mangia questo piccolo cagnolino.

Il ragazzo d'oro fa masticare a forza il suo compagno di stable, che sembra comunque gradire la cosa.

KM: Cos'è, pensi di umiliarmi? Perchè mi hai fatto mangiare un biscotto -buono, tra l'altro- senza che io avessi bisogno di muovere un muscolo? Beh, saresti un servo ottimo ma poco arguto. E mentre cerchi di sminuire ciò che ho fatto per la causa, ricordiamo le tue vittorie importanti: contro di me, perchè mi era andato il latte di traverso. Contro Leon Black, perchè a forza di leccargli il culo gli hai fatto compassione. Infine contro Drake, pensa che combinazione che mi sia tornata in mente proprio ora: una vittoria per count-out... Count-out che ti è stato procurato da qualcun altro. Uao Eddy, che fenomeno! Sei solo un ragazzino fortunato, e lo dimostra il fatto che a differenza mia tu non abbia ancora fatto nulla di utile per la causa dello State of Anarchy.

Michael Edwards si fa serio e inizia a mangiare a sua volta i biscotti.

ME: Hai ragione, per ora ho raccolto poco o nulla, mentre quasi tutti voi avete sconfitto uno dell'armata volpata infiammata. Ma, mi ritengo soddisfatto del mio lavoro nello State of Anarchy. Sono giovane, posso dare tanto, il problema è che non mi sono incontrato con nessuno di loro. Quindi cosa posso farci, forse sono molto fortunato... Oppure ho un piano tutto mio eheheh.

Il Dragon Kid passa un biscotto a Manson quasi in segno di pace.

ME: Provo a dormire, vedi di non russare troppo forte.

Edwards ripone i biscotti nella retina del sedile e poi reclina lo schienale del suo sedile per dormire.

ME: Notte cucciolone...

Edwards rimette le cuffiette e chiude gli occhi, mentre Manson mette in bocca il biscotto mormorando qualcosa.

KM: Fottuto diplomatico... gnam...

ll Painmaker controlla l'ora. Dalla partenza sono trascorsi novanta minuti. Si guarda intorno. Neanche ora ha qualcuno a cui dare fastidio, ma improvvisamente viene colto da una idea. Afferra il pennarello nero, dopodichè si alza per andare ai servizi.

(30 minuti dopo...)


Vediamo Manson di ritorno. 2 ore passate, quasi tutti gli altri passeggeri colti dal sonno. Kevin si mette a sedere nel suo posto, ma vediamo che ha trafugato qualcosa che nasconde sotto la maglietta: è della carta igienica. Parecchia carta igienica.

KM: Dopo aver eliminato le impurità corporee, è il momento di scrivere.. Foreword non si venderà da solo, eh eh...

The Animal si dà da fare, scarabocchiando velocemente la carta igienica rubata. Il cameraman si avvicina per vedere cosa stia scrivendo, ma Manson se ne accorge e reagisce in malo modo.

KM: Ehi, stronzo! Questo libro devo venderlo, mica possono circolare estratti gratis in mondovisione! Vedi di girare i tacchi e fare il tuo lavoro senza dare fastidio a chi fa il suo. E già che ci sei, procurami il numero della Rose e ti faccio avere un aumento. Ora vai! Sciò!

Manson allontana in modo sgarbato il povero ed onesto mestierante per poi riprendere a scrivere note sulla sua carta igienica. Il cameraman prende l'iniziativa e ci permette di fare un sopralluogo nei bagni dell'aereo dopo il passaggio di Manson.

HE'S NOT NORMAL

Questa è l'enorme scritta che ora copre gli specchi dei bagni. Intorno, sui muri, ce ne sono altre: "#RaymondACasa", "Bosiko Frocio", "Germania Merda", e "Cross Fallito". Le altre le evitiamo, ormai avete capito. Vi basti sapere che ce n'è per tutti e per le madri di tutti.

(5 ore dopo...)


Manson continua a scarabocchiare il suo "foglio", imperterrito. Edwards, alla sinistra del Painmaker, si risveglia.

ME: Senti Kevin ti puoi spostare un attimo? Dovrei andare a cambiare l'acqua all'uccello ed è abbastanza impellente come cosa.

Manson alza distrattamente gli occhi da ciò che sta scrivendo, poi arrotola il papiro di carta igienica e se lo caccia nel costume. Fatto ciò, sfodera un sorriso a 32 denti ed estrae una bottiglia d'acqua da sotto al sedile, probabilmente presa mentre Edwards dormiva dall'hostess.

KM: Cazzo Mike, è davvero un peccato, penso di essere improvvisamente diventato una specie di paraplegico... Oh, nulla di personale, ma non riesco davvero ad alzarmi per farti posto.

Kevin fa spallucce, poi leva il tappo dalla bottiglia.

KM: Oh, la gola secca che ho... glu glu... Ah, acqua fresca... Dio, con questo caldo record mi sento davvero rigenerato, come il protagonista di un B movie di arti marziali che si allena sotto ad una cascata.. Amo le cascate... Fanno un rumore bellissimo...

ME: Dannazione tonto levati altrimenti te la faccio in bocca! Lurido verme bastardo.

KM: Ok, mi sposto, pur di non avere il tuo pene in bocca questo ed altro.

Ecco però che si è alzato anche un altro wrestler per raggiungere i servizi igienici...

Immagine


Simon B! Il Who You Want To B guarda i due con aria interrogativa.

SB: Meh, froci...

B si dirige al cesso sotto gli sguardi poco amichevoli di Manson ed Edwards. Eddy aspetta che Bosiko sia ad una distanza da lui ritenuta necessaria, dopodichè si avvia verso un altro WC.
Passato circa un minuto, ecco tornare il Golden Boy, che si rimette a sedere. Kevin gli avvicina la mano all'orecchio, sussurandogli qualcosa.

KM: Il mio spirito investigativo mi dice che la puzza che ho sentito prima fosse sua, e la carta igienica è appena diventata un best seller da milioni di dollari... Ci faremo grandi risate.

Kevin sorride sotto ai baffi, ed ecco che dopo qualche minuto si sente prontamente un urlo provenire dal cesso.

SB: MAAAAAANSOOOOON! Perchè la lingua di Samantha non c'è quando serve!

I due membri dello State of Anarchy ridono di gusto.

(5 ore dopo...)


Spoiler:
??? ha scritto:
Immagine

Immagine

...

...

Che succede? Perchè tutto questo fuoco?

...La foresta...

Quale foresta? Che è successo alla tua voce?

...

Stai... Stai piangendo?

Dimmi che cosa suscita in te questo fuoco, Kev. Dimmelo!

...Tristezza. E rabbia. Non capisco perchè.

Davvero?

Sì. Che cosa significa?

Perchè lo fai?

Di che parli?

Tempo scaduto. Anche oggi.

Non andartene. Queste fiamme mi inquietano terribilmente.

Non sei l'unico. Ciao...

NO! NO! NON MI LASCIARE!

Immagine


Inserviente: Signor Manson, sono già scesi tutti dall'aereo... Manca solo lei. Prego, siamo in Austria.

Kevin Manson si rialza strabuzzando gli occhi e con il fiatone, come se scosso ancora dal suo sogno.

KM: O-ok, grazie.

Inserviente: La invito inoltre a non compiere ulteriori atti vandalici sui nostri mezzi di trasporto. Grazie.

KM: E io la invito a non rompermi i coglioni ulteriormente, oppure la prossima volta mi assicurerò che al posto della carta igienica Simon B abbia la sua lingua. Se vuole scusarmi, buona giornata.

Manson scende dall'aereo, prende la sua valigia e parte, senza una meta, senza neanche chiedere il nome dell'hotel in cui dovrebbe alloggiare.

KM: Perchè lo faccio?...

(the end)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 05/07/2015, 10:09 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12065
Località: Baretto Kurabu
Immagine


Le immagini provengono da New York City, più precisamente dal JFK International Airport, lo scalo del traffico aereo più importante della metropoli più famosa al mondo.

Immagine


Dopo una panoramica dall’alto, l’inquadratura si sposta all’interno dello scalo, fino a posarsi su uno dei diversi locali di ristorazione presenti nell’aeroporto. E qui, seduti a un tavolo, troviamo i membri della Company of Heroes della TWC, “Superstar” Sigfried Jaeger, Brunild “Armbreaker” Wagner e “The Hound” Gunther Schmidt.

ImmagineImmagineImmagine


Notiamo due valigie marchiate BDK vicino ai tre. Mentre il Mastino è intento a divorare letteralmente la sua lauta colazione, il Corvo e la Valkyria se ne stanno comodi a sorseggiare una tazza di tè nero d’alta qualità ciascuno. Sigfried inoltre sta sfogliando una copia di un giornale locale.

Immagine


Ed ecco il tedesco sbuffare e scuotere il capo mentre appoggia la sua tazza.

SGF: Stupido di un giornalita del Planet, questo articolo ist Scheiße! E comunque non ho proprio parole, più passa il tempo e più le cose peggiorano in questa federazione. Sembra quasi che ci sia lo zampino di una qualche divinità maligna: ogni mossa fatta per avere un miglioramento in TWC provoca una contromossa ben peggiore. Che Loki ci abbia presi di mira? Inizio a stufarmi...

BND: Tu dici?

SGF: Pensaci Nildy. Quell’incompetente di Tidus viene liquidato e per tutta risposta Philips Bryan decide di mettersi a giocare al GM ad interim. Una volta sparita questa calamità con l’avvento della Fox’s Army, cinque pagliacci si aggregano dandosi all’anarchia. Viene indetto un torneo per il titolo mondiale e non solo gli anarchici avanzano tranquillamente al turno successivo, ma quando Simon B. lo mette nel culo a Moon ecco che Raymond si fa licenziare andando a perdere da un pazzo come Manson. A ogni passo positivo in avanti ecco che arriva una doccia fredda.

BND: Beh, alla fine si sapeva che Raymond era l’anello debole del gruppo. L’ha dimostrato definitivamente cercando di stringere la mano a colui che gli ha distrutto la carriera. Patetico. Certo che prendere Simon B. nell’Army non è che sia un gran giovamento, però, meglio di Kojak perlomeno...

Il Best from the West sbatte il giornale sul tavolo.

SGF: Si, ma questo?! Adesso perfino le mummie escono dai musei e pretendono di combattere nel 2015. The Gaty, uno scarto della TWNA dei primi giorni, ingiustamente tacciato della nomea di leggenda, come se fare il buffone equivale a compiere azioni eroiche. Per Oden, cosa cavolo è tornato a fare in TWC?! Già abbiamo un relitto come Leon Black a rubare il prezioso tempo alle nuove generazioni.

BND: Per non parlare di Bosiko, eh eh eh...

SGF: Non sopporto quando i vecchi tentano di divorare il futuro dei giovani. Ora questo tizio torna dopo quattro anni d’inattività, applaudito come fosse il Messia sceso in terra. Ve lo dico ragazzi, se la Volpe dà spago a questo cazzaro a scapito di gente che si è fatta il mazzo da gennaio, come noi tre, è la volta buona che la BDK Inc. lo fa da sola un serio colpo di stato in TWC. Ma fatto per bene a sto giro. Con annessi e connessi. Parola di eroe...

Sigfried prende la tazza da tè e beve fino a finirlo. Nel frattempo Gunther dà un’occhiata al giornale dove sono le foto di Gaty. Dopo aver finito la colazione, ecco il suo commento.

GNT: No problema, Corvo. Questo Grati essere Dummkopfe con patente. No livello tuo. No livello di Held.

SGF: Questo lo so benissimo, Gunther. Basti solo pensare che si è fatto spezzare e ritirare dal male che non dorme mai, quattro anni fa. A differenza sua io non sono stato spezzato, in quanto eroe, ma solamente piegato. Dopo di che mi sono riforgiato da solo, diventando un uomo nuovo, un eroe nuovo...

GNT: Io capito di questo Grati. Lui animo di gioco. Gunther non piace gioco, Gunther piace di picchiare su ring e stop.

BND: Ben detto!

SGF: Beh, questo rudere del periodo Cretacico del wrestling è anche fortunato, visto che è ricomparso quando noialtri siamo più che impegnati tra torneo, UFC e pestaggi di deficienti. In un’altra congiuntura l’avrei annientato subito e rispedito all'ospizio. Però se trovassi un pò di tempo libero durante il tour...

Brunild stringe il braccio di Sigfried, attirando la sua attenzione. Poi gli parla seriamente.

BND: Lascialo perdere quel Gaty, ci penserà Simon B., sempre che sia capace di non farsi fregare come al solito. Tu concentrati sul torneo, è questa la tua priorità fino a settembre. Ricordi il motto? Un’anima forte risiede in un corpo forte e in una mente forte. La tua mente deve essere forte. Una distrazione, un’interferenza gratuita, una mossa sbagliata e rischi di mandare in fumo mesi e mesi di preparazione alla nascita della Age of Heroes. Prima il dovere. Ci siamo capiti?

Alla fine Sigfried annuisce e sorride, dopo di che si alza in piedi mettendosi in una posa eroica e parlando ad alta voce.

SGF: Hai ragione, chi se ne frega di Gaty. Dargli spago significherebbe sovraesporlo. Che se ne stia pure a fare lo scemo come ai vecchi tempi. Gli eroi non si immischiano con persone di così basso profilo. Noi cerchiamo sfide temerarie, avventure stimolanti, scontri incerti, e soprattutto tesori leggendari, come il TWC World Heavyweight Championship!

Nel locale cala il silenzio. Molte facce si girano e osservano Jaeger come fosse un pazzo. Il tedesco si incupisce.

SGF: Beh, che avete da guardare in quel modo?! Sono un eroe io!

Dopo di che il Monster Hunter butta il giornale nel cestino, prende la sua valigia e si avvia all’uscita.

SGF: Mastino, Valkyria. Andiamo!

GNT: Ja, Corvo! Helden in azione!

Il gigante bavarese, sazio, si alza e se ne va con le sue cose. Brunild invece scuote il capo va a pagare il conto sussurrando qualcosa tra se e se.

BND: A volte mi chiedo se questi due ci sono o ci fanno. Sembra abbiano una doppia personalità. Che abbiano qualcosa in comune con Manson? Thor ce ne scampi...

E le immagini sfumano.

(Mezz’ora dopo – JFK International Airport, New York City)


Le immagini riprendono mostrando uno dei gate dell’aeroporto. Qui vediamo fermo in attesa di caricare i passeggeri, un enorme aereo della Lufthansa.

Immagine


Sui vari videowall è segnato che il volo è diretto a Francoforte, in Germania. Ma ecco comparire Sigfried Jaeger e Gunther Schmidt, entrambi armati di valigia, a differenza di Brunild Wagner.

SGF: Perfetto, partire ora ci dà la possibilità di evitare spiacevolissimi incontri in aereo. Evitando i voli diretti per Vienna andiamo sul sicuro, inoltre abbiamo appuntamento con Ullrich e gli altri a Francoforte.

GNT: Ja! Se io trovava su volo di aereo Thomas Bello, io picchia anche se poi tutti rischia di precipizio.

Lo Smiling Crow sorride.

BND: Meglio evitare precipitare con un aereo, Gunther. Tiello a mente.

GNT: Io tiene di mente consiglio di Valkyria.

Dall’altoparlante intanto arriva la chiamata per i passeggeri.

BND: Ragazzi, mi raccomando fatevi valere in questo tour. Centrate tutti gli obiettivi, intesi? Dovete battere Carroll e Bell.

SGF: Fatti valere anche te in Unlimited Fighting Championship, Nildy.

BND: Ci puoi giurare. Questa settimana chiudo la preparazione a New York e poi via, alla conquista di Las Vegas!

I due amici annuiscono.

GNT: Noi manca di Valkyria già ora. Io spacca Bello anche per te.

SGF: Mi raccomando, seguici in TV e sui social.

BND: Certo, e voi fate altrettanto eh!

La Valkyria abbraccia calorosamente sia Sigfried che Gunther.

BND: Ci vediamo a Dublino.

SGF: Ja! E là festeggeremo le nostre vittorie.

BND: Contaci. Salutatemi Fritz, Ullrich, Ludwig e Dieter.

GNT: Noi saluta.

Dopo di che il Corvo e il Mastino prendono le valigie e biglietti alla mano se ne vanno via. La Valkyria resta a osservarli per qualche secondo. Poi bisbiglia qualcosa sorridendo.

BND: Che Oden sia con voi amici miei. Fratelli miei...

Eccola ora controllare distrattamente l’orologio.

BND: Uff... E’ di nuovo tempo di allenarsi, Valkyria. Leliane Gomes, sto arrivando...

Infine Brunild Wagner si gira e si allontana con calma, dirigendosi verso l’uscita del JFK International Airport. E le immagini sfumano definitivamente.







Fine delle trasmissioni


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 05/07/2015, 11:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 13/04/2011, 19:41
Messaggi: 5772
Località: Sicilia
Promo cancellato.


Ultima modifica di hbkbestfan il 01/05/2016, 17:19, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 07/07/2015, 9:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 15/07/2013, 14:45
Messaggi: 326
Due squilli di telefono si susseguono, dopodiché si sente una voce maschile che parla con tono sorpreso.

???: Ma guarda tu… Da quant’è che non ci sentiamo?

Dall'altra parte risponde un'altra voce maschile.

???: Saranno anni ormai. Da quel piacere per i soldi forse.

???: Già forse. Hai cambiato numero?

???: Cambio numero come cambio mutande.

???: Sempre fine.

???: Come va?

???: Va bene, stiamo provando a promuovere qualche contratto, solita vita.

Dopo qualche secondo di silenzio ed un sospiro, l'uomo riprende a parlare.

???: Tu? Mi hanno detto che ormai hai smesso di fare il coglione.

???: Mai stato coglione, mai smesso di far nulla.

???: Qual buon vento?

???: Nessun vento, per ora. Ma vorrei scatenare una tempesta.

???: Una tempesta? I tuoi soliti giochetti.

???: No, anzi. Mi servirebbe sapere qualcosa riguardo un tuo ex dipendente.

???: Chi?

???: Lavorava da te, almeno fino a qualche tempo fa. Ti dice niente The Unknown?

Si sente uno sbuffo, l'uomo risponde seccato.

???: Ah, lui.

???: Sì, esatto.

???: Ora lotta nella TWC, Total Wrestling Corporation, con sede a Manhattan. Recentemente hanno iniziato a spostarsi, credo ora stiano facendo un tour in Europa, stanno crescendo in fretta. Ora porta un altro ring name, il suo nome di battesimo o giù di lì: Nick Carrol. Biondo, alto, faccia da bravo ragazzo. Laureato se non sbaglio, in economia o forse qualcosa di matematico.

???: No, ingegneria.

???: Ah ingegneria, bene. Non ricordavo, non ci tenevo più di tanto a saperlo. Era qualcosa di matematico però.

???: L’ingegneria c’entra con la matematica tanto quanto con la figa.

Una risata coinvolge entrambi gli interlocutori.

???: Ancora più fine, ti ricordavo esattamente così. Be’ questo lo sai allora, che altro vuoi sapere?

???: Informazioni personali.

Un po' di attesa, ma arriva la risposta dell'uomo.

???: Senti, lo sai, mi metti in difficoltà, non posso fare così.

???: Tu puoi fare tutto quello che ti dico. Se te lo chiedo è perché so come ricompensarti.

???: Dici?

L'interlocutore, che finora non ha mai cambiato il tono serio, prende fiato prima di rispondere.

???: Certo. Hai detto che da te si vive la solita vita, ma so bene che non è così. Potreste chiudere da un momento all’altro, ti sei riempito di debiti. Ma potrebbe sparire tutto. Sai come sono bravo in queste cose.

???: E se non mi fidassi? Secondo me stai dicendo un sacco di stronzate.

???: Cinquantanovemila dollari, puliti a Detroit, arrivati sul tuo conto di Dallas. Non mi sfugge nulla.

La voce dall'altra parte si fa preoccupata.

???: Come cazzo fai a sapere queste cose?

???: So anche dove abiti, potranno saperlo anche loro.

???: Quindi dici che potrebbe sparire tutto?

???: No, adesso spariscono ventimila, solo perché mi hai trattato male. Però non segnalo nulla.

???: Sicuro?

???: Corri il rischio no?

???: Almeno cinquantamila.

???: Diciotto.

???: Va bene, va bene, senti ritorniamo a venti.

???: Sedici?

???: Ti dico tutto.

???: Io sto aspettando.

???: Un attimo.

Passa quasi un minuto, verso la fine si sente sfogliare qualcosa.

???: Nick Carroll.

???: Famiglia?

???: Non ne so più di tanto, ha sempre nascosto tutto a riguardo. Non voleva che il padre sapesse di quello che faceva. Ti posso dire che era legato ad un altro ragazzo qui, aveva anche una ragazza.

???: Ha una ragazza?

???: Aveva, non so se la ha ancora. Non l’ho mai più sentito dal suo ultimo giorno qui e non penso che gli farebbe piacere ascoltare la mia voce.

???: L’amico?

???: Michael, ragazzo di colore, fisicaccio. Capace nel suo lavoro, si volevano molto bene. Secondo me la sorella era solo un diversivo per la relazione tra i due.

???: La sorella?

???: Si, Jane. O forse Jil. No aspetta, Julie. Era la sorella di Michael, gran pezzo di figa.

???: Tu capisci di figa?

???: Simpatico!

???: Altro?

???: No nulla. Ho avuto problemi con l’agenzia delle entrate, tante carte, tante info se ne sono andate a farsi fottere.

???: Irrecuperabili?

???: Sì.

???: Anche per me?

???: Penso di sì.

???: Dove li trovo?

???: Chi?

???: Il ragazzo e la sorella.

???: Michael sparì ad un certo punto. Non ho la minima idea di che fine possa aver fatto. La sorella invece penso che abiti ancora…

La telefonata si interrompe bruscamente, facendo partire uno stridio assordante.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 07/07/2015, 12:57 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17027
Immagine

The Chronicles Of Drake


Ci troviamo a Firenze, Italia.

Immagine


Le immagini ci portano in Piazza della Signoria piena di turisti che scattano foto e che ammirano la bellezza della città.

Immagine


Tra la folla vediamo camminare due figure a noi note, Chris ed Alisa Drake

ImmagineImmagine


I due portano delle valige, segno che sono appena sbarcati, e ora si dirigono verso un'abitazione nei pressi della storica piazza. Una volta arrivati sull'uscio della porta, Alisa la apre con una chiave, e fatto ciò i due entrano nell'abitazione chiudendosi la porta alle spalle. Una volta dentro i ragazzi percorrono un corridoio che la porta in una sala ben arredata.

Immagine


Drake: Bella casa.

Alisa: Già, Nate ha sempre avuto gusto.

Drake: Ti fa male il collo?

Alisa: Nah!

La ragazza si strappa via il collare per poi sedersi su una poltrona prontamente imitata dal fratello.

Drake: Beh se non altro non spendiamo un capitale in alberghi. E' stato gentile Nathan a lasciarci la sua casa qui a Firenze.

Alisa: Infatti...

Chris si incupisce.

Drake: Ali... So che è stato umiliante perdere con Samantha in quel modo, so che fa male che io abbia perso il match per Count-Out venendo eliminato dal torneo, ma dobbiamo andare avanti. Noi vinceremo questa guerra!

Il ragazzo assume uno sguardo determinato che fa comparire un sorriso sul volto della sorella.

Alisa: Sei unico Chris.

Drake: No Ali, sono semplicemente un ragazzo che non si arrende mai.

Alisa: Grazie di tutto fratellone.

La ragazza allunga una mano che viene prontamente stretta dal fratello in maniera affettuosa. Nel frattempo una notifica arriva sullo smartphone di Alisa che dopo aver sbloccato lo schermo osserva lo stesso cambiando espressione trovandosi un messaggio Whatsapp con un link allegato da parte di Samantha. Rabbia si dipinge sul volto di Miss Drake, e Chris accorgendosi di ciò sbircia il telefono della sorella notando il messaggio di Samantha.

Drake: Vediamo un po' cos'è...

Miss Drake clicca il link inviatole da Samantha ed un video parte sul suo smartphone...

Smartphone di Alisa ha scritto:
Immagine

Samy's World Tour - Woodbury


Le immagini inquadrano la casa dove vivono Chris, Alisa e Tracy.

Immagine


I fratelli Drake cambiano immediatamente espressione.

Smartphone di Alisa ha scritto:
Le immagini ci portano nel soggiorno della casa.

Immagine


Qui troviamo una donna con i capelli neri seduta su una sedia girata di spalle verso la telecamera, e dopo qualche istante nel soggiorno fa il suo ingresso Tracy.

Immagine


La fidanzata di Chris Drake nota subito l'intrusa che si volta mostrando il suo volto.

Immagine


Sul volto di Tracy compare un'espressione mistra tra sgomento e rabbia.

Zafina: Ciao Trace, come va?

Tracy: Che cavolo ci fai qui?!

Zafina: Non hai risposto alla mia domanda...

Tracy: Oh, scusa se sono maleducata, va benissimo!!! Va così bene che mi ritrovo in casa mia sorella, sorella che non vedo da più di un anno e che mi ha fregato il fidanzato trasformandolo in un mostro senza scrupoli, e la cosa bella è che non so nemmeno cosa ci faccia qui la sopracitata sorella!

Zafina: Cazzo Trace che nervosismo! Se qualcuno ci stesse solo ascoltando senza vederci in volto penserebbe che in realtà siamo Michelle e Samantha Hart...

???: Questa potevi risparmiartela eh...

Immagine


Ed ecco che Samantha entra nel soggiorno mettendosi alle spalle di Tracy che subito si volta a guardarla con diffidenza.

Samantha: Che c'è? Vuoi scopare? Tanto mi sono fatto sia tua sorella e sia il tuo fidanzato, in un certo senso è come se mi fossi scopata anche te. Ah a proposito, dopo che il Project Eden ha finito di avere effetto su Drake ed il coglione è tornato ad essere se stesso scommetto che per festeggiare gli hai succhiato il cazzo. Eh eh eh... Che bello sarà per te ogni volta sentire il sapore della mia figa nella tua bocca...

Tracy: ORA BASTA!!!

La ragazza di Chris Drake ha un'espressione furente mentre Samantha sorride in maniera perfida.

Samantha: Calma calma Tracy, sono qui per darti la possibilità di vendicarti...

La giovane Tracy ora è confusa.

Tracy: Vendicarmi?

Samantha: Già Tracy, non trovo giusto che Drake ti abbia tradito con me e Zafina mentre tu sia dovuta rimanere a bocca asciutta...

La Hart Princess schiocca le dita ed ecco che nel soggiorno fa il suo ingresso The Phoenix!

Immagine


Il wrestler inizia a sbottonarsi i pantaloni mentre Tracy indietreggia spaventata come non mai finendo a sbattere contro la sorella che ora la blocca alle spalle.

Tracy: NO! VI PREGO! LASCIATEMI STARE!!!

Intanto Samantha e The Phoenix si avvicinano sempre più minacciosi ed una volta raggiunta Tracy, Samantha le stampa un innocente bacio sulla bocca per poi iniziare a ridere.

Samantha: Ah ah ah ah ah ah! Ti stiamo prendendo per il culo Tracy, non siamo quel tipo di persone che fanno certe cose!

La ragazza di Chris Drake tira un sospiro di sollievo mentre Zafina la lascia libera.

Samantha: Noi siamo quel tipo di persone che però non disdegnano un bel pestaggio per far capire ad una coppia di fratelli stronzi che con noi non si scherza!

Detto ciò Samantha tira un potente pugno al volto di Tracy che cade all'indietro! La Hart Princess ora inizia a prendere a calci Tracy subito imitata da Zafina. Le due pestano la ragazza con violenti Stomps per poi rialzarla e lanciarla verso The Phoenix che la schianta a terra con un violento Spinebuster!!!

Immagine


La ragazza ora è priva di sensi ed ora The Phoenix e Zafina torreggiano su di lei mentre Samantha si allontana per fare una telefonata di cui sentiamo solo le prime battute...

Samantha: Sei arrivato?... Bene, il prossimo sarà lui...

Il video si interrompe.


I fratelli Drake hanno un'espressione furente in volto. Alisa inizia a piangere mentre Chris si alza di scatto e ribalta la poltrona dove era seduto iniziando a sbraitare ed a prendere a pugni le pareti...

[To Be Continued...]


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 07/07/2015, 13:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 02/01/2011, 18:39
Messaggi: 8684
Località: Interesting
Immagine

Immagine


Le immagini sono in diretta da Milano, infatti il collegamento è leggero più lento del solito, e ci mostrano Leon Black e Lucy Fisher, che camminano tranquilli per le strade della città.

ImmagineImmagine


La ragazza è in minigonna e canottiera, mentre il gigante porta dei pantaloni di cotone bianchi ed una maglietta panna.

LF: Mi piace Milano, alla fine.

LB: Il centro, per lo meno. Dovresti vedere la periferia. È... Grigia. Non so come definirla meglio. Ha una decadenza deprimente, ma soppressa in un consumismo piuttosto pacchiano.

Black sorride facendo una pausa.

LB: Però il centro in effetti è magnifico.

I due continuano a camminare, tranquilli.

LF: Quanto sei stato in Europa?

LB: Non quanto vorrei. Ma non sono stato da nessuna parte quanto vorrei.

LF: Tragico.

LB: Non è vero. Ogni singola città di questo mondo meriterebbe di essere vissuta una vita intera. E certe città anche di più.

Lucy osserva Black.

LF: E la tua città preferita?

LB: Roma. Ci sono stato solo due volte, ma ti cambia. Ti fa capire davvero cosa significa essere grandi e sprofondare. Ma ti fa anche capire davvero cosa sia la bellezza. Non esiste una città più bella di Roma. Da nessuna parte. Per quanto noi americani ci possiamo sforzare, per quanto gli asiatici cerchino di superarsi, Roma ha già tutto.

LF: Oggi sei in vena di poesia?

LB: Quando non lo sono?

LF: Quando dovresti esserlo.

Black ridacchia, scompigliando i capelli alla ragazza.

LB: Aspetta.

Black prende dalla tasca dei pantaloni un telefono, poi osserva lo schermo rapidamente, e sorride apertamente.

LB: Sorellina, ho una sorpresa per te.

LF: Sorellina?

Lucy assume una espressione confusa per una frazione di secondo, poi si illumina e si volta verso Black, con gli occhi verdi che le brillano.

LF: Non ci credo.

Una figura gigantesca e una decisamente più piccola si avvicinano alle spalle dei due.

ImmagineImmagine


LB: Andrew, Pauline.

AP: Leonard, Lucy.

I due giganti si osservano sorridenti, stessa identica espressione, per poi scoppiare a ridere ed abbracciarsi.

PS: Non saluti me?

Black ridacchia.

LB: Scusa Pauline, hai ragione.

Black si scambia un bacio sulla guancia con la ragazza, mentre Andrew fa lo stesso con Lucy. Infine Pauline e Lucy si abbracciano.

LB: Intanto, come avete fatto a trovarci?

AP: Non ci crederai, ma è stato un caso. Eravamo qui perché Su sta girando un film, e passeggiavamo.

LF: Qualcosa di interessante?

PS: Un film di cappa e spada, ma devo sbarcare il lunario.

LB: Niente dei?

PS: Niente dei.

LB: Peccato.

PS: Già.

I quattro rimangono un secondo in silenzio, poi Pauline prende per mano Lucy.

PS: Vieni con me, ti faccio vedere un negozio favoloso.

LF: Voi due non vi perdete?

AP: Andiamo in quel bar laggiù, così evitiamo problemi.

LF: Ottimo allora, andiamo.

Leon e Andrew salutano le ragazze, che si allontanano, e si dirigono camminando lentamente verso il bar, fianco a fianco, in silenzio. Andrew spinge la porta del locale, salutando con un cenno del capo il barista. I due si siedono poi in un tavolino appartato, occupando le due sedie più resistenti del posto.

LB: Dimmi.

AP: Cosa?

Black ridacchia.

LB: Guarda che ti conosco. Sei raggiante. E non vedi l'ora di dirmi qualcosa.

Andrew sorride, abbassando leggermente lo sguardo.

AP: Dovremmo uscire più spesso.

LB: Dovremmo.

I due rimangono in silenzio, finché non arriva il barista.

AP: Fabio, per me il solito.

LB: Prenderei un birra, me temo la suderei all'istante. Vada per uno spritz.

Il cameriere annuisce e si allontana.

AP: Lo spritz?

LB: L'adattabilità è il mio talento.

Andrew sorride, arricciando la parte sinistra della bocca.

AP: Non è vero. Tu non sei per nulla adattabile.

LB: Tu dici?

AP: Dico che se una cosa non ti va bene provi a cambiarla, non ti adatti. E se non puoi, la lasci stare.

LB: Vista così, non posso che essere d'accordo.

AP: Tu sei sempre d'accordo con me.

LB: Non è vero.

AP: Bella questa.

Il barista torna, con uno spritz e un bicchiere di Panachè.

LB: Come fai a bere quella roba?

AP: La gazzosa è di loro produzione. Mica è Sprite.

LB: Non mi piacerebbe comunque.

AP: Tu bevi il budino.

LB: Dovresti apprezzare anche tu la Guinness.

AP: Dovrei?

LB: Dovresti.

Il barista torna di nuovo, riempiendo il tavolino con vari stuzzichini, del pane fresco, una ciotola di patatine ed una di arachidi tostate.

AP: Non male, vero?

LB: Non male. Dai sputa.

Black prende un po' di noccioline e le inizia a mangiare.

AP: Io e Pauline ci sposiamo.

Leon sorride, dando una pacca sulla spalla al amico.

LB: Finalmente. Eri perso di lei prima di incontrarla di persona.

Andrew arrossisce.

LB: Ultimamente faccio arrossire tutti. Comunque congratulazioni. Siete perfetti l'uno per l'altra.

AP: Lo siamo.

LB: Possiamo dire che da quando hai smesso i panni di Azrael ti va tutto bene.

AP: E da quando tu hai smesso i panni di BlackBlood?

LB: Sai che non posso smetterli quei panni.

AP: Allora nessuno di noi può.

Black annuisce, bevendo un sorso della sua bevanda.

LB: Non parliamo di questo. Ti prego.

Andrew prende un quadratino di pizza e lo mangia.

AP: Va bene. Però sappi che è interessante questa tua visione del mondo.

Black prende una patatina.

LB: Non ho mai detto che sia noiosa.

I due si scrutano in silenzio.

AP: E tu e Lucy?

LB: Non ci va male. Avrai visto un po' di TWC.

AP: Sì, ma non intendevo quello.

Leon lo guarda di sottecchi, bevendo un altro sorso.

LB: Stiamo bene. Ventiquattro giorni al record di Lucy, tra l'altro.

AP: Non cambi mai.

LB: Non cambio mai. Ma nemmeno tu.

AP: Forse è per questo che ti voglio bene, mi assomigli.

LB: Secondo me sei tu che assomigli a me.

Black fa una pausa.

LB: E ti voglio bene anche io, fratellino.

AP: Mi ha fatto sempre ridere questa cosa.

LB: Fratellino? È vero che sei più vecchio, ma io sono più alto.

AP: Di sei centimetri.

LB: Appunto.

I due ridacchiano, insieme. In quel momento tornano le due ragazze, entrambe a mani vuote. Pauline si siede dolcemente in braccio ad Andrew, prendendo una nocciolina dalla ciotola, mentre Lucy osserva per un istante Black, poi prende una sedia e si siede accanto a lui, rubandogli una patatina che tiene in mano. Il gigante la guarda e le indica la ciotola, mentre lei fa spallucce e la linguaccia.

PS: Come ai vecchi tempi.

LF: Come ai vecchi tempi.

AP: Come ai vecchi tempi.

Black sospira, sorridendo leggermente.

LB: Come ai vecchi tempi.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 07/07/2015, 21:06 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 13/04/2011, 19:41
Messaggi: 5772
Località: Sicilia
Immagine


Le immagini aprono inquadrando The Gaty seduto sul divano nel soggiorno della sua villa

Immagine


The War Machine sta guardando in televisione uno dei suoi vecchi match, in particolare il match che gli è costato quattro anni di carriera: il 3vs3 tra Criminals e MCGs a Rise Of CHampions 2011.
Davanti a lui, sul tavolino, un posacenere pieno di mozziconi di sigarette finite, il telecomando, un bicchiere di Whisky quasi vuoto e un accendino.

In televisione il match è arrivato al termine, The Gaty a terra sta per essere schienato...

Uno, due, *click*

L'Ultimate Boy ha spento la televisione, prende il bicchiere col Whisky e beve tutto d'un fiato ciò che restava nel bicchiere, dal taschino della camicia esce un pacchetto di Lucky Strikes Red, prende una sigaretta dal pacchetto, afferra l'accendino sul tavolo e accende la sigaretta

*toc toc*

Gaty appoggia la sigaretta sul posacenere, si alza e va ad aprire

Immagine

E' Jim Smith, il compagno storico del Most Cool Guy, Gaty lo invita ad accomodarsi in salotto, riprende la sigaretta che aveva lasciato nel posacenere poco prima e prende la parola

GTY: A cosa devo la tua visita amico mio?

JMS: Beh, volevo vedere come stava andando.

GTY: Come stava andando cosa?

JMS: Sai, dopo lo sclero dell'altro giorno...

GTY: Ah già...

JMS: Non c'è bisogno che ti scusi, so che sei fatto così...

GTY: A volte mi scordo di non essere più un ragazzino.

JMS: D'altronde sei The Ultimate Boy, no?

The Gaty emette un ghigno, quasi a trattenere una risata

JMS: Ma tu ti senti davvero pronto per tornare a lottare?

GTY: Sì, perché?

JMS: Beh, da quando ti sei ritirato fumi come una ciminiera, bevi molto e sei ingrassato, diciamo che non sei nella forma perfetta

GTY: Devo dartene atto, ma cosa dovrei fare? Non ce la farei mai a tornare in forma in dieci giorni, mi sa che dovrò tornare a combattere così.

JMS: Ma scherzi? Sembri quel panzone di Kevin Manson!

GTY: Hai un idea migliore?

Gaty spegne la sigaretta nel posacenere

JMS: Hai mai sentito parlare di Takayuki Hikikomori?

GTY: Mai sentito.

JMS: E' un vecchio wrestler giapponese, molto vecchio, credo abbia novanta, forse cento anni, vive in eremitaggio da trent'anni su una montagna a quattro ore di macchina da San Antonio, dicono sia disposto ad allenare chiunque vada da lui, ma devi lavorare per lui.

GTY: Che tipo di lavoro?

JMS: Faccende di vario tipo lassù nella montagna, ma non saprei dire di preciso.

GTY: E tu dici che in dieci giorni riesce a rimettermi in sesto?

JMS: Hai alternative?

GTY: Beh, credo che valga la pena provare. Prendiamo la Cadillac?

JMS: Non saprei, ho sentito che queste macchine sono piuttosto fragili

GTY: Pff, stronzate.


(Quattro ore dopo)


The Gaty e Jim "The American Eagle" Smith dopo quattro ore di viaggio si trovano davanti al Guadalupe Peak, la montagna più alta del texas, davanti a loro una scalinata

Immagine


GTY: Quando dicevi "una montagna" non pensavo intendessi la montagna più alta del Texas, e poi dovrei farmi tutta quella scalinata?

JMS: Prendila come una parte dell'allenamento

GTY: Fottiti

Jim Smith ride pensando alla salita che attende l'amico

GTY: Beh, credo di non avere altra scelta. Vienimi a prendere tra dieci giorni, avrò bisogno che mi accompagni all'aeroporto, il prossimo Indoor War sarà in Italia.

JMS: Va bene, credo sia arrivato il momento di salutarci.

GTY: Lo credo anch'io. Ah, un'ultima cosa.

JMS: Dimmi.

GTY: Tieni d'occhio Jimmy, l'ho visto un po' strano in questi giorni.

JMS: Va bene.

I due si congedano, The Gaty si prepara ad affrontare la salita

(Tre ore dopo)


Tre ore, un paio di migliaia di metri, svariate centinaia di bestemmie e decine di promesse di smettere di fumare dettate dal fiatone dopo The War Machine scorge finalmente un uomo alla fine della salita

Immagine


GTY: Takayuki?

TKY: 私は猫を愛します

GTY: Lo prendo come un si'

Il giapponese guarda The Gaty accigliato, il quale, per facilitare la comprensione, parla lentamente e più forte gesticolando vistosamente

GTY: MIO NOME... GATY... IO... VOLERE ALLENARE!

The Gaty mima il gesto dei pugni

TKY: Io pallo tua lingua idiota! Dimmi, sei siculo di volelti allenale?

GTY: Non credo che nessuno si farebbe quella salita se non fosse sicuro.

TKY: Me non piacere tua ilonìa.

GTY: Scusa Akuma, ehm, volevo dire Takayuki. Quindi, sei disposto ad allenarmi?

TKY: Tu sei pronto a poltale tuo fisico allo stremo? A consumare tutte tue folze? Ad utilizzale ogni briciolo di enelgia che hai in corpo fino a quando le tue flagili membla non ulleranno di dolole tutte insieme?

GTY: Pronto è il mio secondo nome.


Le immagini si interrompono


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 09/07/2015, 14:46 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12065
Località: Baretto Kurabu
Immagine


Le immagini provengono da Vienna, capitale dell’Austria e perla del Danubio, nonché una delle città europee dove fa tappa l’attesissimo tour estivo della Total Wrestling Corporation.

Immagine


Dopo una panoramica sulla bellissima città ammantata dalla calura estiva, l’inquadratura si sposta su uno degli alberghi più caratteristici dell'antica capitale dell'Impero austro-ungarico, il Grand Hotel Wien.

Immagine


Ecco che le immagini sfumano per mostrare una delle stanze dell’albergo. Qui troviamo due nostre conoscenze, “Superstar” Sigfried Jaeger e Gunther Schmidt.

ImmagineImmagine


Mentre il Mastino, munito di vocabolario, è seduto a un tavolo a leggere, o perlomeno a cercare di decifrare dei documenti della TWC, il Corvo se ne sta seduto davanti a un televisore a guardare un match di wrestling. Da quel che possiamo intuire dalla telecronaca, pare si tratti di un incontro con protagonista Nick Carroll, il primo avversario che il wrestler di Ravensburg incrocerà nel suo tentativo di dare la scalata al TWC World Heavyweight Championship. A un certo punto Gunther scuote il capo e chiude rumorosamente il vocabolario tedesco-inglese/inglese-tedesco.

GNT: Io no capisce lingua di Albione. Gunther trova altà difficilità in essa. Scheiße!

SGF: E tu fatti dare ripetizioni da Agnes, no?!

GNT: Povera mia Agnes. Padre maligno no permesso di venire Wien...

Sigfried, intento a seguire il match, fa spallucce.

SGF: Prima o poi tu e Karl-Heinz Schneider dovrete confrontarvi e chiarirvi una volta per tutte.

GNT: Ja. Quando tempo libero, io va Wuppertal e picchia lui.

SGF: Ehm, vabbè...

A un certo punto qualcuno bussa alla porta ripetutamente.

GNT: Vorwärts!

La porta si spalanca e la stanza viene letteralmente invasa dalla banda di amici buontemponi dei Corvi. Ecco infatti “Piccolo” Ullrich Muller, Ludwig Weber “il Piagnone”, Dieter Hoss “il Mancino” e ovviamente Fritz “Paglia” Mayer.

ImmagineImmagineImmagineImmagine


ULR: Ehilà! Devo dire che la vostra Volpe paga bene per avere al servizio la BDK. Questo posto è una bomba!

Sigfried saluta con un cenno, mentre Gunther fa un grugnito mentre sta cercando di leggere un altro documento. Il Mancino e il Piagnone vanno a vedere che combina il Corvo.

LWG: Che state combinando?

DTR: Ah, stai guardando un match, Corvo. Che novità!

I due si mettono a sedere vicino al Best from the West. Nel frattempo Fritz e Ullrich vanno a stuzzicare il Mastino.

ULR: Un Mastino che sta cercando di capire una lingua straniera. Questa finisce negli annali di Ravensburg.

GNT: Eh?!

FTZ: Davvero, anche se ho l’impressione che di questo passo tra un mese finirà di decifrare solo la prima pagina...

Un attimo dopo Fritz Paglia è costretto ad abbassarsi per schivare il vocabolario lanciatogli contro da Gunther Schmidt.

FTZ: Ehi, se mi prendevi mi facevi molto male!

GNT: Tu no prende me in giro. Io veloce di impara lingua. Io ricorda te che Mastino stato zwei volte wrestler di Puro in Japan e no problema.

FTZ: Ma se il Corvo mi ha raccontato che ti hanno bandito da là praticamente a vita, perchè scatenavi risse e ti mettevi nei guai in continuazione, dato che non capivi nulla di quello che ti dicevano e credevi che ti offendessero ogni due per tre?!

Sigfried e gli altri ridacchiano.

SGF: True story!

Al ché Gunther si alza rovesciando sedia e tavolo, mandando i fogli all’aria, e inizia a rincorrere Fritz, finchè quest’ultimo non si chiude a chiave nel bagno. Il Mastino è quasi intenzionato di sfondare la porta con un calcio. Eccolo prendere la rincorsa, ma a questo punto viene fermato dagli altri.

LWG: Dai, Mastino! Se spacchi tutto ci cacciano da questo albergo ultracostoso.

DTR: Piuttosto, preparati che ce ne andiamo a fare una girata in città.

Il gigantesco bavarese ci pensa su e annuisce.

GNT: Gunther nato preparato. Io legge fogli dopo.

ULR: Corvo? Hai finito?

Il Monster Hunter annuisce, spenge la televisione e si alza stiracchiandosi.

SGF: Dai, andiamo.

Sigfried e Gunther prendono i rispettivi portafogli, la chiave della stanza e se ne vanno via assieme agli altri, chiudendo a doppia mandata la porta. E le immagini sfumano.


(Poco tempo dopo – Vienna, Austria)


Il filmato riprende mostrando “Superstar” Sigfried Jaeger, Gunther Schmidt e i loro amici mentre passeggiano per le vie di Vienna nei pressi del Danubio.

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine


Manca qualcuno, se non ché si sente un grido da lontano.

FTZ: Ehiiiiiiiiii...

Il gruppetto di amici si ferma e attende l’arrivo di un trafelato Fritz Paglia, che li raggiunge col fiatone.

Immagine


ULR: Ce ne hai messo di tempo Fritz.

LWG: Era ora.

DTR: Finalmente.

GNT: Tu ritardo!

SGF: Ma che fine avevi fatto?

Paglia risponde col fiatone.

FTZ: Che... Fine... Che fine avevo... Avevo fatto?! Mi avete chiuso... chiuso a chiave nella... nella vostra stanza!

SGF: Ah, non me sono accorto. Voi?

Gli altri fanno cenno di no con la testa e alzano le spalle.Fritz fa una smorfia.

FTZ: Begli amici che siete!

Ma il Corvo scoppia a ridere.

SGF: Dai, si scherza! Volevamo vedere come te la cavavi.

FTZ: Beh, per fortuna ho trovato il modo per uscire senza usare i metodi “mastineschi” come sfondare porte, ecc...

GNT: Tu no forte, tu no capace in uso di tecnica sfonda di porte.

ULR: E meno male, ci basti solo te come amico violento...

GNT: Eh?!

ULR: No, niente. Comunque immagino che ti sarai calato dalla finestra, no Fritz?

FTZ: Ja. Più o meno...

Il gruppo riprende a passeggiare, ma col caldo che c’è, presto cominciano a trovarsi a mal partito.

SGF: Uff... Si muore di caldo.

LWG: Belli i nostri boschi di Ravensburg...

DTR: Se solo Oden ci mandasse un pò di ombra e refrigerio...

A un certo punto Fritz ha un’illuminazione e indica il fiume.

FTZ: Ehi, facciamoci un giro in barca sul fiume, almeno ce ne stiamo all’ombra e visitiamo Wien senza dover scarpinare.

GNT: Io no crede che situazione migliora su fiume Donau. Gunther suda. Gunther no piace idea.

FTZ: Si ma magari si alza un pò di brezza.

GNT: Gunther non crede alzo di brezza. Gunther no piace idea.

FTZ: Ci prendiamo un pò di birre gelate e si fa una girata, dai.

GNT: Birra? Gunther piace idea!

Dopo di che il gigante bavarese parte spedito mettendosi a cercare i moli da cui partono i battelli. Alcuni minuti dopo, la combriccola arriva presso alcuni locali e banchine. Il Mastino comincia a guardarsi intorno in cerca di un bar. Eccolo cominciare a controllare una porta dietro l’altra, ma purtroppo la ricerca risulta infruttuosa. A un certo punto i cinque si fermano davanti a una di esse, su cui recita una targa lunghissima.

“Donaudampfschiffahrtselektrizitätenhauptbetriebswerkbauunterbeamtengesellschaft”


FTZ: Ma che parola è?!

ULR: E’ la prima volta che vedo questo termine.

DTR: Già, a Ulm e Ingolstadt esistono alcune associazioni fluviali, ma mica con nomi strambi come questo.

SGF: Un termine piuttosto desueto direi...

LWG: Associazione degli ufficiali subalterni della direzione dei servizi elettrici della compagnia a vapore del Donau.

FTZ: Navi a vapore?! Ma che siamo nell’800?!

Nel frattempo Gunther nota qualcosa dalla finestra e si fa largo tra gli amici.

GNT: Io no frega di parola. Io entra e cerca birra.

Il gigante bavarese forza la porta ed entra dentro. Gli altri scrollano le spalle e almeno fanno da palo. Poco dopo un Gunther esultante sbuca fuori tenendo sotto braccio un frigo portatile.

GNT: Qui pieno birra. Noi ora va.

A questo punto il gruppo si dirige verso uno dei battelli. Ovviamente tocca a Sigfried fare i biglietti, dopo di che tutti e cinque salgono a bordo, lasciando esterrefatto l’addetto ai biglietti quando vede l’enorme bavarese farsi largo con un frigo sottobraccio. Alla fine la barca molla gli ormeggi e parte per il suo giro del Danubio. Sigfried e gli altri si sistemano a sedere comodamente, tutti a sorseggiare una birra fresca. Finchè Fritz non nota qualcosa.

FTZ: Ehi, guardate là, c’è un tizio in uniforme sul molo che grida verso di noi. Sembra che ci stia salutando.

LWG: Ha un targhetta con scritto qualcosa: “Donaudampfschiffahrtsgesellschaftskapitän”... Eh?!

DTR: Mi sembra significhi “Vedova del capitano”.

GNT: Quel tizio è Mann, non Frau.

DTR: Grazie per avermelo fatto notare...

GNT: Prego amico, Gunther aiuta!

ULR: Mmm... Una parte della parola significa “Pipa” o “Cappello”. Gente strana questi austriaci...

SGF: Ci sono, dovrebbe essere il titolo di capitano della compagnia di navi a vapore del Donau. Boh, salutiamolo.

Tutti e cinque salutano e alzano le bottiglie di birra, poi si girano per godersi il tour sul fiume. E mentre l’ufficiale continua a sbraitare sul molo per il furto del frigo, le immagini sfumano.


(Un'ora dopo – Fiume Danubio, Vienna)


Le immagini riprendono mostrando il battello sul quale si trovano a fare i turisti Sigfried Jaeger, Gunther Schmidt e i loro amici di Ravensburg, Fritz Paglia, Ludwig Weber, Ullrich Muller e Dieter Hoss.

Immagine


I sei sono in piedi a chiacchiera all’ombra vicino al parapetto. Nei paraggi possiamo notare il frigo portato a bordo con la forza dal Mastino, che ora giace aperto e pieno di bottiglie di birra vuote.

Immagine


Mentre osservano il panorama della capitale austriaca, la conversazione ricade sugli ultimi avvenimenti di Indoor War 11, i particolare sul torneo che assegnerà il titolo mondiale a settembre nel Main Event di Night of Gold.

ULR: Insomma questo torneo è iniziato eh?!

SGF: Ja! La scorsa settimana hanno fatto quattro incontri.

FTZ: E chi ha vinto?

GNT: Ehi! Tu no segue TWC?!

FTZ: Beh, c’era una maratona di Alarm für Cobra 11 – Die Autobahnpolizei. Non potevo perdermela!

GNT: Tu Dummkopfe con firma, Paglia!

Sigfried si fa una risata, poi risponde a Fritz.

SGF: Leon Black ha avuto vita facile grazie alla solita fortuna. Aveva contro quel pappamolle di Cross e ha passato il turno, così come il suo amichetto Edwards.

GNT: Edwards re di fortuna!

SGF: Esatto, non ha dovuto nemmeno schienare Drake, visto che indirettamente ha avuto una mano dalla nostra Sammy. Tuttavia, al prossimo round ci saluta dato che Big Black Boom gli farà il mazzo così come ha fatto con Moon.

FTZ: Eh?! Il Plappermaul è stato eliminato!

GNT: Ja! Simon B. pensato di lui.

FTZ: Mmm, un poco mi spiace. Mi sta simpatico.

GNT: Bah!

LWG: Sei un caso disperato, Fritz.

DTR: Tra sfigati se la intendono no?

Paglia fa un gestaccio verso il Mancino che scoppia a ridere.

FTZ: E poi chi altri è andato avanti?

GNT: Capo di Dummkopfe.

SGF: Già, Kevin Manson...

FTZ: Ah, e chi ha battuto?

GNT: Cane Raymond.

SGF: Facendolo pure ritirare definitivamente dalla federazione.

FTZ: Accipicchia!

GNT: Cane war Dumm.

FTZ: Aspettate, ma questo Raymond non faceva parte della vostra alleanza?

SGF: Ja, ma niente problemi. Abbiamo avuto subito un nuovo acquisto, per cui la Volpe è ancora al sicuro a spassarsela.

FTZ: Ah, un nuovo acquisto.

GNT: Nildy no contenta. Noi vedere come comporta B.

A sentir nominare Brunild, Fritz Paglia si rattrista platealmente, appoggiandosi alla ringhiera.

DTR: Ehi, che hai Fritz?!

FTZ: Chissà che combina Nildy tutta sola in America senza il conforto dei suoi amici...

LWG: Per me sta festeggiando. Niente Mastino e Corvo per due settimane, sai che pace?!

GNT: Eh?! Che detto? Tu vuole botte?

DTR: Dai, Mastino. Sei sempre manesco!

GNT: Gunther no manesco. Gunther ist mann di azione.

SGF: Non ti preoccupare per Nildy, Fritz. Sta vivendo il suo sogno in UFC e se non fossimo stati impelagati in questo tour saremmo andati sicuramente ad assistere al suo incontro. Comunque la dovremmo rivedere in irlanda a fine mese. Le porteremo i tuoi affettuosi saluti.

Lo sguardo di Fritz si illumina e un largo sorriso si disegna sul suo volto.

FTZ: Davvero?!

GNT: Noi Helden. Noi di parola!

Dopo di che il gigante bavarese dà una “amichevole” pacca sulla schiena a Fritz Paglia...

FTZ: Evvaaaaahhhhh...

...Che per il contraccolpo finisce oltre il parapetto cadendo nel fiume! Sigfried resta a bocca aperta per un secondo, poi quattro teste ruotano verso il Mastino, che fa spallucce.

GNT: No colpa di Gunther. Io no controlla forza.

Nel frattempo Fritz Paglia, tornato a galla, grida qualcosa.

FTZ: Ehi! Datemi una mano almeno!

“Piccolo” Ullrich corre a prendere un salvagente e lo getta verso Fritz, colpendolo inavvertitamente in testa.

FTZ: D-danke!...

Oltretutto non è nemmeno legato a una corda, per cui via via aumenta la distanza tra la barca e Fritz Paglia.

ULR: Ops...

Nel frattempo Gunther va ad avvertire i marinai del battello.

GNT: Uomo caduto Donau!... Mann in fiume! Mann in fiume!

Gli altri invece gridano e fanno cenni all’amico che sguazza nel Danubio.

DTR: Resisti Fritz!

LWG: Adesso dirottiamo il battello e veniamo da te!

I due poi corrono verso le scale che portano verso la cabina di comando. Il Monster Hunter scuote il capo e grida un consiglio a Fritz Paglia.

SGF: Ehm... Nuota Fritz, nuota via!

ULR: Finirai sotto il battello se non ti sbrighi!

Fritz Paglia capisce a malapena gli avvertimenti, ma quando vede che il battello inizia bruscamente a tornare indietro puntandolo con le eliche, eccolo mollare il salvagente e nuotare a grandi falcate verso la riva.

FTZ: Scheiße!!!!!!

Sigfried scuote il capo, mentre si sentono grida e trambusto in cabina di comando.

SGF: Che lavori!

ULR: Speriamo che non ci arrestino tutti. Eh eh eh...

Dopo di che i due vanno a recuperare gli altri. E mentre vediamo Fritz Paglia riuscire a raggiungere la riva del Danubio, togliersi la maglietta e strizzarla scuotendo il capo, le immagini sfumano nuovamente.


(In serata – Vienna, Austria)


Le immagini delle avventure della BDK Inc. a Vienna riprendono mostrando una delle tante rinomate birrerie della città danubiana.

Immagine


All’interno, seduti a un tavolo, vediamo Gunther Schmidt, Piccolo Ullrich, il Mancino, il Piagnone e Fritz Paglia, che notiamo essersi ripreso velocemente nonostante il tuffo nel fiume fatto nel pomeriggio.

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine


I cinque chiacchierano allegramente e sorseggiano birre gelate, quando improvvisamente si sentono delle grida di delusione provenire dalla stanza adiacente.

LWG: Ci risiamo.

DTR: Ja.

FTZ: Ha vinto ancora.

ULR: Nessuno ne dubitava.

GNT: Lui Held. Gunther mai dubbio di vittoria di Corvo.

Poco dopo ecco comparire un soddisfatto Sigfried Jaeger con un boccale di birra.

Immagine


Il tedesco si mette a sedere e dà il cinque agli amici.

SGF: Mi piace questo posto!

ULR: Ci credo, stai bevendo gratis da tutta la sera grazie a quei Dummkopfe che continuano a sfidarti a freccette.

SGF: Già. Valli a capire gli austriaci.

LWG: E comunque prima ci stavi raccontando di questo tizio, questo Gaty.

DTR: Fammi capire, è stato pestato dal tuo nemico ancestrale, il male assoluto, ed è scomparso fino a oggi. Che diavolo è tornato a fare in TWC?!

SGF: E che ne so. Può darsi che abbia un conto in sospeso con Simon B., d’altronde erano nemici in passato. Quello che invece so è che sto perdendo la pazienza con questi ceffi ex-TWNA. Passi pure per B., ma c’era bisogno di avere quel mentecatto di Tidus? E Leon Black?! Ne vogliamo parlare?

GNT: Black è tuo passport per leggenda. Tu distrugge lui, tu diventa mito vivente come merita.

Il Corvo brinda col Mastino.

SGF: Skol! Questo può anche andare bene se lo giudichiamo dal nostro punto di vista. Soltanto che se sommiamo pure allievi, servi, parenti e affini di ex-TWNA, mi sembra di vivere in una specie di copia tarocca della Tutto Wrestling Non-stop Action. E la cosa non mi piace affatto. Ci manca solo che tornino quel falso di Kid The Wizard e il male che non dorme mai, così siamo alla frutta...

Il Best from the West scuote il capo.

SGF: Quattro anni a cazzeggiare per poi tornare a rubare spazio agli eroi. Bah!

GNT: Lui stare posto suo, altrimenti Panzer Schmidt schiaccia pulce Gaty.

SGF: Eh eh eh, non ne dubito, amico mio.

Improvvisamente dall’altra stanza sale un coro.

Coro: Krahe!... Krahe!... Krahe!... Krahe!... Krahe!...

I sei si girano in direzione della stanza rumorosa.

ULR: Mi sa che ti hanno sfidato di nuovo, Corvo.

Sigfried sorride, finisce la sua birra e si alza.

SGF: Bene, vado, vinco e torno con un’altra birra. A dopo!

La combriccola di Ravensburg ridacchia, poi i cinque tornano a chiacchiera mentre il Best from the West se ne torna nell'altra stanza, accolto dai fischi.

DTR: Ehi Mastino, allora nel tour te la vedrai col braccio destro del Behemoth...

GNT: Ja! Thomas Bello alzato cresta. Gunther spezza cresta. Prima firma di contratto in Mailand, poi distruzione totale in Dublin!

FTZ: Eh, ma non hai paura che quel Leviatano del suo padrone poi se la prenda con te?! Io non ci dormirei la notte.

GNT: Mastino senza paura. Mastino no teme giganti, lui è gigante!

FTZ: Ah beh, contento te.

LWG: Si, Mastino ma c’è un problema.

DTR: Un problema piuttosto importante direi.

Gunther si incupisce.

GNT: Cosa?! Problema?

ULR: Mastino, tu non capisci bene l’inglese. Quel tizio ti rimbambirà di parole, è poco ma sicuro.

GNT: No problema, in necessità io strappa subito lingua di lui.

ULR: Si ma se lo pesti appena spiccicherà qualche offesa, che senso ha firmare un contratto e affrontarsi dopo due settimane. Tanto valeva entrargli in casa e pestarlo no?!

FTZ: Non mi parlate di entrare in casa del Leviatano, ho ancora il terrore di quando l’ho vista dal vivo. Si percepiva un senso di morte provenire da quell'edificio. A volte me la sogno.

Il Brutal Crow inizia a riflettere. Gli altri si mettono in attesa. Nell’aria si sentono soltanto i rumori d’esultanza e delusione provenienti dalla stanza accanto. Dopo aver finito la sua birra, Gunther finalmente parla.

GNT: Io capito. Gunther non deve cadere in tranello di Dummkopfe Bell. Se lui fa Plappermaul io calmo. Poi lui firma di contratto e io accartoccia in libertà.

DTR: Mmm... Più o meno il senso è quello. Più o meno, dai.

GNT: Io usa tecnica segreta di zen rivelata a Mastino in Japan.

LWG: Ovvero?

GNT: Conta dieci per calo di rabbia.

ULR: Ah! Una tecnica sconosciuta in occidente. Eh eh eh...

LWG: Comunque sappi che i tuoi amici sono con te.

DTR: Come sempre.

ULR: Indipendentemente da quello che combini.

FTZ: A parte quando te la prendi con me, si capisce.

Il Mastino sorride fa per dare una pacca “amichevole” sulla spalla di Fritz Paglia, ma quest’ultimo sguscia via in tempo, salvando la sua birra. Improvvisamente un’altro coro di delusione mista a frustrazione si alza nella stanza accanto. Dopo alcuni secondi ricompare Sigfried Jaeger con un’altro boccale di birra pieno.

LWG: Come volevasi dimostrare.

DTR: Poveri austriaci.

Il Corvo si rimette a sedere e beve un lungo sorso di birra.

SGF: Eccomi di nuovo qua, in tutto il mio eroico splendore! Sono proprio un figo, non trovate?!

Tutti: Ma levati!

Il Corvo scuote il capo ridendo.

ULR: Dì un pò, Corvo. Ma almeno ti stai preparando al match con Carroll? No perchè se perdi Nildy ti distrugge di botte.

LWG: Già!

DTR: Certificato!

FTZ: Mano sul fuoco!

GNT: Gunther ha di certezza!

Il tedesco scrolla le spalle.

SGF: Ma certo che mi sto preparando. Fisicamente sono a posto, non combatto da War of Change, per cui sono pronto e riposato. Mentalmente idem, ho visionato tutto quello che mi interessava di lui. Sò come batterlo, la strategia è pronta. La mia anima è forte come non mai. A Mailand l’ingegnere tornerà alla dura realtà e imparerà a volare basso quando il Corvo solca i cieli.

ULR: Ottimo, così vi vogliamo. Duri a morire!

Piccolo Ullrich alza il boccale per brindare alla salute degli amici. Gli altri via via lo imitano.

LWG: Duri a morire!

DTR: Duri a morire!

FTZ: Duri a morire!

Il Corvo e il Mastino annuiscono sorridendo.

SGF: Duri a morire!

GNT: Ja, duri di morire!

Dopo di che sei boccali vengono sbatacchiati tra risate e spruzzi di birra.

Tutti: Skol!!!!!

E mentre parte un giro infinito di brindisi sugli argomenti più disparati, dalla Valkyria ad Agnes, a Ravensburg, ecc... le immagini sfumano ancora una volta.


(In tarda nottata – Grand Hotel Wien, Vienna)


Le immagini riprendono mostrando la hall del Grand Hotel Wien, dove alloggiano Sigfried Jaeger, Gunther Schmidt e i loro amici.

Immagine


Ed eccoli i nostri sei tedeschi rientrare dalla serata di bosboccia per andarsene a dormire.

ImmagineImmagineImmagine
ImmagineImmagineImmagine


ULR: Dopo svariati galloni di birra, ci sta proprio bene un lunga dormita.

SGF: Concordo!

Fritz Paglia si stiracchia e sbadiglia.

FTZ: Sono stanchissimo...

Piccolo Ullrich e Dieter Hoss vanno a prendere la chiave delle stanze che condividono con Fritz Paglia e Ludwig Weber. Tutto va per il meglio, ma quando viene il turno di Sigfried e Gunther, scatta un’imprevista ramanzina da parte dell'addetto notturno alla reception.

Receptionist: Herr Jaeger, e soprattutto lei, Herr Schmidt. Ci è giunta oggi una lamentela da parte di alcune signorine che alloggiano al vostro piano. Pare che nel pomeriggio una persona si sia introdotta nella loro camera dalla finestra, violando la loro privacy mentre si cambiavano per uscire e fuggendo a gambe levate dalla porta.

SGF: Eh?! Ma scusi, noi eravamo usciti.

L’uomo guarda Gunther e scuote il capo.

Receptionist: Le suddette signorine hanno fatto l’identikit del vandalo in questione, descrivendolo come tarchiato, dai capelli biondi corti e con una faccia piuttosto da Dummkopfe.

Il Mastino si gira dietro di se, poi indica se stesso.

GNT: Hey, tu dato me di Dummkopfe?!

Receptionist: Ah, allora è stato lei! I miei sospetti erano fondati. Vi prego di non importunare mai più gli altri clienti dell’albergo, altrimenti saremo costretti a chiamare la Polizei e cacciarvi tutti.

Ma Sigfried fa da paciere.

SGF: Aspetti, non succederà più. Parola di Held.

Receptionist: Mah! Spero sia così. Ecco la sua chiave. Gute Nacht, signori!

Dopo la ramanzina Sigfried si rivolge a Gunther.

SGF: Dì un pò, se tu sei stato sempre con noi, chi cavolo...

Un attimo dopo tutti hanno un’intuizione e si girano verso Fritz Paglia. Solo che Fritz non c’è. Gunther aguzza la vista e lo vede in lontananza mentre sta aspettando l’ascensore con trepidazione.

GNT: PAGLIA! STATO TUUUUU!!!!!

Il Mastino parte di corsa verso Fritz, che vista la mala parata lascia perdere l’ascensore e scappa come un razzo su per le scale. Il Piagnone, il Mancino, Piccolo Ullrich e il Corvo si mettono tutti le mani sul volto in un ideale facepalm di gruppo.

SGF: C’era da aspettarselo. Bah!

LWG: Forza, andiamo a fermarli prima che quei due zucconi devastino l’albergo!

DTR: E in fretta direi!

Dopo di che tutti e quattro partono di corsa all’inseguimento dei due amici scalmanati. E le immagini sfumano definitivamente.







Fine delle trasmissioni


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 10/07/2015, 12:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17027
Immagine

This Time Is A Brunette


Vengono inquadrati Chris ed Alisa Drake.

ImmagineImmagine


I due stanno camminando per le vie di Firenze, quando arrivano davanti alla Galleria degli Uffizi.

Immagine


Alisa: Vogliamo entrare?

Chris ha lo sguardo perso nel vuoto.

Alisa: Chris... So che è dura, ma Tracy ha detto che sta bene la contusione le passerà.

Drake: Non si tratta di questo, è il principio Ali.

Alisa: Lo so Chris, anch'io sono arrabbiatissima ma non dobbiamo lasciarci scoraggiare da queste tattiche, è ciò che Samantha vuole.

Drake: La pagherà cara.

Miss Drake annuisce e posa una mano sulla spalla del fratello per rincuorarlo. Intanto vediamo in lontananza, tra la folla di turisti, una donna di spalle che sta osservando i due...

Immagine


???: Da quanto tempo, eh eh eh...

La ragazza estrae il suo telefono per poi effettuare una chiamata...

???: Gran Maestro, i Rinnegati sono davanti la Galleria degli Uffizi.

???: ...

???: Perfetto. Volevo inoltre informarla che la cavalleria Hart ha raggiunto Tokyo ed è pronta ad agire, tra non molto si collegheranno in diretta con i Rinnegati.

???: ...

???: May Truth Guide Us Trough The Darkness.

La ragazza aggancia il telefono per poi continuare a spiare i movimenti dei fratelli Drake che intanto si sono accomodati fuori un bar prendendo un tavolo ed ordinando qualcosa da bere.

Drake: Una Coca-Cola Zero per me.

Alisa: Una normale per me.

Il cameriere si allontana ed Alisa guarda incuriosita il fratello.

Alisa: Come mai la Coca-Cola Zero?

Drake: Lo spot che hanno fatto quelli dello Zoo di 105 mi è piaciuto. Ultimamente sono molto influenzabile dalla pubblicità, non so perché.

Miss Drake sorride ed intanto ai due viene servito da bere. I fratelli Drake sorseggiano le loro bevande e una nuova notifica arriva al telefono di Alisa. La ragazza prende il telefono e dopo aver visto che c'è un nuovo messaggio con link allegato di Samantha guarda il fratello perplessa. La ragazza estrae le sue cuffiette e se ne mette una lei ed una la passa al fratello ed ora i due iniziano a visionare il nuovo video...

Smartphone di Alisa ha scritto:
Immagine

Samy's World Tour - Tokyo


Le immagini inquadrano una strada di Tokyo.

Immagine


E' notte tarda e poca gente circola per questa strada, ma ecco che la nostra attenzione viene attirata da una figura a noi nota...

Immagine


Il giovane Franklin percorre la strada tutto tranquillo ma ecco che davanti a lui si para una donna...

Immagine


Chi altri se non Samantha Hart. La ragazza ha un sorrisetto perfido in volto e Franklin si mette immediatamente sulla difensiva.

Franklin: Che ci fai qui?!

Samantha: Volevo vedere se davvero i giapponesi hanno il cazzo piccolo... Ah ah ah, no scherzo, già lo so, una volta per sbaglio ho visto senza mutande Akuma Fujihara!

Il ragazzo osserva stranito e sospettoso Samantha.

Samantha: Ammazza come siamo seri, sembra come ti avessi pestato la ragazza... Ah già, ti ho davvero pestato la ragazza! Eh eh eh...

Franklin: Mi dici cosa vuoi?!

Samantha: Dopo, prima vorrei rompere il ghiaccio con te. Sai Frank noi ci siamo conosciuti solo superficialmente e secondo me non sei per niente un cattivo ragazzo, anzi sei sprecato con quella cosa che ti scopi. Andiamo Franklin come fai a stare con una donna che si fa scopare dal fratello?!

Franklin: Lo sai anche tu che ciò non è vero.

Samantha: E allora come mi spieghi il loro legame profondo? E' atipico Frank, te lo dico io, quella è una troia incestuosa che sta con te giusto perché punta a farsi scopare contemporaneamente sia da te e sia dal fratello buttandoti dentro la sua spirale di perversione e depravazione. Secondo me ad Alisa piace farsi sbor...

Franklin: STAI ZITTA!

Il ragazzo è parecchio nervoso mentre Samantha accenna una smorfia scocciata.

Samantha: Oh che palle, tutti che volete zittirmi quando vi sbatto la... verità in faccia. Pensavi dicessi figa eh?

Franklin: Penso solo che dovresti sparire dalla mia vista. Non sono tipo da picchiare donne, ma tu stai rischiando di farmi cambiare idea...

Samantha: E perché mai dovresti picchiarmi? Possiamo essere amici Frank. Che ne dici se ora torni con me in America, ti allei con me ed io in un attimo ti procuro un contratto con la TWC?

Franklin: Dico che devi andartene a fare in culo!

Samantha: Che peccato!... Per te dico...

Ed ecco che da un vicolo sbuca fuori un uomo che attacca alle spalle Franklin facendolo sbattere di testa contro un palo!

Immagine


E' The Phoenix! Il wrestler mascherato inizia a colpire con dei pugni al volto un rintronato Franklin Dixon per poi lanciarlo con un Irish Whip contro un cassonetto! Dixon accusa il colpo ed ora The Phoenix lo schianta a terra con uno Spinebuster!

Immagine


Fatto ciò inizia a colpirlo con dei violenti Stomps per poi rialzarlo e lanciarlo dentro un cassonetto! The Phoenix ora guarda verso la telecamera mentre Samantha si mette davanti a lui fissando anche lei l'inquadratura.

Samantha: Siete solo spazzatura e verrete tutti distrutti e smaltiti con la facilità che avete appena visto. Spero solo per te Alisa che il tuo ragazzo riprenda i sensi prima che arrivi il camion della nettezza urbana, sarebbe un brutto colpo per te perdere un'altra persona cara qui in Giappone. Sì troia, ho scoperto cosa ti è successo qui e ci godo! Ah ah ah!

La ragazza mostra un sorriso perfido.

Samantha: E riguardo a te Chris, non osare più trovare similitudini tra me e quella troia di tua sorella, le nostre situazioni sono agli antipodi e se io ho perso un angelo lei ha perso un mostro! Ci vediamo in Italia merde, è quella la prossima tappa del mio tour.

Le immagini staccano.


I fratelli Drake sono sotto choc, Alisa ha gli occhi lucidi per il nervoso ed ecco che inizia a piangere in preda alla disperazione. I passanti notano la situazione e se pur a distanza cercano di capire cosa stia succedendo con Chris che scaccia chiunque si avvicini per poi abbracciare la sorella... Intanto le immagini si spostano tra la folla dove vediamo la donna che da prima li stava spiando sempre di spalle che se la ride.

???: Ed è solo l'inizio! Pagherete caro il vostro tradimento specialmente tu Alisa... Ah ah ah!

[To Be Continued...]


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 10/07/2015, 22:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Immagine


TWC EUROPEAN SUMMER TOUR 2015, LIVE FROM THE WIENER STADTHALLE, VIENNA, AUSTRIA


Immagine


Immagine


Jessica Rose da il benvenuto ai fan austriaci dando ufficialmente inizio al Tour Europeo TWC.

Lucy Fisher batte Jill Unterweger con la Mark Of Light mantenendo il WFSS Women World Champion (10:45). Il pubblico tifava maggiormente Jill in quanto lottatrice di casa, a fine match le due si sono strette la mano.

Kevin Manson pareggia con Vincent Cross (6:32) quando entrambi si fanno contare fuori dal ring mentre lottano fra il pubblico. I due scompaiono nel backstage velocemente.

Fred lancia una Handicap Open Challenge, rispondono Tom Wurst e Dennis Olàf. Fred batte il duo austriaco in un 2-on-1 Handicap Match col Knock Out Kick su Wurst. (3:12)

Leon Black & Thomas Bell battono Jack Keenan & Paz e Lance Murdock & Gunther Schimdt per Count-Out (11:21) quando Black rimane da solo sul ring quando Paz se ne va, Murdock lo insegue e viene a sua volta inseguito da Keenan, che viene rincorso da Gunther che a sua volta viene tallonato da Bell. A fine match Black festeggia e se ne va cercando di seguire Bell.

The Gaty, Andy Moon & Nick Carroll battono Simon B, Big Black Boom e Christophorus Schimdt (10:32) quando Gaty colpisce Schimdt col GatyKick, Moon colpisce B con la Heartbeat Overdrive e Carroll stende Boom fuori dal ring con la Last Toughts

Michael Edwards batte Sigfried Jaeger con la Vart-Breaker (23:54), a fine match il Golden Boy gli offre la mano ma Sigfried non gliela stringe e se ne va.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 10/07/2015, 23:31 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Immagine


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 11/07/2015, 9:59 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 30/08/2011, 16:13
Messaggi: 10351
Località: Swagger miglior Wrestler di sempre, e non serve vederli tutti.
Immagine


Immagine


Le immagini ci mostrano un paesaggio costituito da una stradina ed alcune case, direttamente dall'Italia, prossima tappa del tour europeo TWC e di Indoor War #12. Non è molto movimentata, l'illuminazione del sole fa intendere che lì sia passata da poco l'alba e dunque sia appena iniziata la mattina. Qualcuno di mattiniero c'è, poco distante dalla inquadratura: lo vediamo girato di schiena, il cameraman sembra incuriosito dalla sua figura e gli si avvicina senza farsi notare per non disturbarlo.

Immagine


E' Kevin Manson, completamente assorto nei suoi pensieri, che cammina con il capo chino, grattandosi di tanto in tanto la barba. Il suo cammino continua per qualche secondo, finchè il paesaggio cittadino non si riduce in qualche casa isolata e dinnanzi a lui si estende un gradevole prato verde.

Immagine


Kevin Manson sembra soddisfatto del suo vagare, quindi si siede sulla tenera erba, con le mani congiunte dietro la nuca, e comincia a guardare le nuvole in cielo. Dopo qualche secondo, la sua attenzione viene attirata da un rumore di passi piuttosto vicini. Con una smorfia di fastidio, The Animal gira la testa cercando di osservare questo "ospite indesiderato": il suo sguardo si ferma, fisso probabilmente su quell'uomo fuori dall'inquadratura, poi il Painmaker si alza in piedi e gli si avvicina.

Immagine


Leon Black, in maglietta e bermuda di jeans è di fronte al suo alleato. Il gigante si toglie gli occhiali da sole che porta e se li infila nel colletto, per poi togliersi anche l'anello d'argento che porta all'anulare ed infilarselo in tasca. Infine si avvicina a Manson e lo colpisce con un poderoso montante al mento, mandandolo a sdraiarsi per terra. La Unglorified Legend poi si avvicina a Manson e gli sale con un piede, su cui calza All-Stars blu, sulla gola.

LB: Dimmi Kevin, sei comodo?

Kevin, sorpreso, si lamenta parlando come può.

KM: Cosa cazzo stai facendo? Dio Santo, levami le tue All Star di merda dalla gola oppure ti faccio diventare un altro cadavere in questa terra di mafiosi..

LB: Rispondimi. Sei comodo?

Il gigante aumenta la pressione leggermente.

KM: Sono stato in posizioni peggiori, non preoccuparti..

Manson prova a emettere una risata di sfida, ma la pressione gli permette soltanto di tossire.

KM: Posso sapere a cosa sarebbe dovuto questo tuo interessamento guardandoti in faccia o hai capito che con le donne sei negato e sei passato ai rapporti fetish con altri uomini?

Kevin abbozza un sorriso arricciando il lato destro della bocca.

LB: Sei solo un debole.

Black alza il piede.

LB: Solo un debole.

Manson si alza da terra, si rimette in piedi e guarda Black con faccia interrogativa.

KM: Beh, come dire, tutto ciò è molto triste, ma hai presente che della opinione tua o di chiunque altro mi interessa, con buona approssimazione, un cazzo?

Kevin scrolla le spalle.

KM: Ma, Bud Spencer, ci deve essere un qualche motivo se ti sei preso la briga di venirmi a pedinare per dirmelo. Normalmente, un ipocrita come te avrebbe fatto buon viso a cattivo gioco, però stavolta no. Spiega, sono tutt'orecchi, proprio come te.

Manson, con le mani, accentua questa sua uscita rivolta alle orecchie leggermente a sventola di Leon Black.

LB: Sai perfettamente perché sono qui.

Black lentamente prende l'anello dalla tasca e se lo infila al anulare.

LB: Io non voglio alleati deboli. Dimmi perché hai attaccato Raymond.

Kevin si gratta il mento.

KM: Punto primo: se te lo dicessi ora mi sarei giocato il mio momento di spotlight ad Indoor War. Dire che non ci vuole mica molto, sono motivazioni piuttosto semplici. E qui, qui arriviamo al punto 2: io posso aspettarmi da qualche idiota sugli spalti che vengano a farmi la morale perchè loro pagano per vedere cose e ricevere continue spiegazioni, non sono abituati ad usare il cervello e molti nemmeno ne sono in grado. Ma da te... Leon Black, il leader dello State of Anarchy! In che grandi mani che siamo...

Il Painmaker scuote la testa e sbuffa.

KM: Cos'è, te lo devo dire comunque per mandarti via o hai la decenza di lasciarmi fare i cazzi miei in pace?

LB: Il problema è che penso di sapere il motivo.

KM: Il che rende la conversazione più interessante. Sentiamo!

Black sospira.

LB: Credi di aver lanciato un messaggio, credi di esserti dimostrato forte.

Black scuote la testa.

LB: Credi di aver mandato un messaggio.

Manson scoppia a ridere.

KM: Leon, Leon, Leon! La tua melodrammaticità è semplicemente squisita. Sei la persona più involontariamente comica che io conosca, superi addirittura Tyler Nolan... Mi prendo la licenza di tenermi sul vago: non "credo" di aver mandato un messaggio, SO di aver mandato un messaggio. E no, non riguarda il fatto di dimostrarsi forte o cosa, riguarda i miei principi. E fin qui mi fermo, Sherlock, avrai le tue ultime risposte in diretta TV come tutti gli altri.

Kevin si ferma un attimo, poi alza l'indice, ricordandosi di qualcosa.

KM: Prima che tu torni alla tua triste e grigia - anzi, nera se ragioniamo per antonomasia - vita, permettimi di ricordarti una cosa: venendo qui a farmi la morale ti sei dimenticato la cosa più importante, ossia di ringraziare il sottoscritto Kevin Manson per aver eliminato dai giochi un membro della Fox's Army. Per sempre. Essendo quello che ci ha permesso di non combattere in inferiorità numerica, penso di meritarmi almeno la tua riconoscenza. Penso di meritarmi le tue scuse per quanto hai detto due mesi fa, ossia che io sarei solo un bluff. E allora avanti Leon, metti da parte l'orgoglio e dimostrati uomo.

Questa volta è Black a scoppiare a ridere, pesantemente.

LB: Aspetta. Tu hai mandato un messaggio. Un messaggio semplicissimo. Hai dimostrato di non imparare, di non avere rispetto, di essere un debole. Fingi di non avere paura di niente, ma sei costretto ad attaccare i tuoi nemici con dei trucchetti.

Il gigante sospira.

LB: No Kevin, non meriti la mia riconoscenza. Non meriti nemmeno le mie scuse. Dimostri soltanto, giorno dopo giorno, che sei solo un giochetto. E la mia non è una questione di orgoglio. È che pensavo tu potessi essere un alleato valido.

Black fa una pausa.

LB: Non è così. Uno spreco.

Kevin aggrotta le sopracciglia.

KM: Paura? L'ho massacrato dopo averlo cacciato dalla TWC e tu la chiami paura?

Manson prende una pausa cercando le parole, sembra piuttosto agitato.

KM: Sai cosa ti dico? Mi dà molto fastidio, dopo che colleziono successi su successi, essere redarguito da uno che nella sua precedente federazione di freaks non ha vinto nulla e qui ha perso contro ad un rookie. Esattamente come, senza di me, avete perso la vostra prima battaglia, rendendo General Manager quell'idiota di Fox Olon. Ti riempi la bocca con concetti abusati come il rispetto, ma qui il vero bluff sei tu, fino a prova contraria. La mia promessa rimane valida, Black. Tu un giorno mi chiederai scusa. Per tutto. E ti posso giurare sulla mia stessa esistenza, più tempo passa più renderò la tua vita un inferno.

Kevin Manson, quasi ignorato da Leon nelle sue minacce, sbotta ulteriormente.

KM: SMETTILA DI NON PRENDERMI SUL SERIO! BLACK, TE LO GIURO SU QUELLO CHE VUOI, DOPO LA MIA VENDETTA LA TUA VITA NON SARA' PIU' LA STESSA! E SARAI COSTRETTO A CHIEDERE SCUSA, SARAI COSTRETTO A DARMI ASCOLTO, SARAI COSTRETTO AD AMMETTERE CHE KEVIN MANSON E' UN PERICOLO REALE PER TUTTI!

The Animal si ferma, ha il fiatone.

KM: ...ma con è ancora il momento. Vattene. Ho cose più importanti a cui pensare.

Black lo guarda, poi lentamente si rimette di nuovo gli occhiali da sole.

LB: Sì, hai solo paura.

Black si allontana. Kevin Manson, dopo aver osservato la sua figura scomparire all'orizzonte, torna sdraiato sull'erba ad osservare il cielo.

KM: Perchè lo sto facendo...

(The end)


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 11/07/2015, 11:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 21/03/2012, 18:23
Messaggi: 8561
Immagine


Andy Moon diretto in Italia


Dopo lo show di ieri notte a Vienna, Andy Moon è subito partito per l'Italia. Il ragazzo prenderà parte ad uno Stage di Judo tenuto in Umbria da svariati maestri della disciplina. Moon pratica il Judo da quando aveva dieci anni ed è attualmente una cintura marrone e dovrà tenere un esame per l'assegnazione del 1° Dan in Giappone durante il prossimo autunno. Lo Stage di Moon durerà per tutta la settimana che precederà la puntata di Indoor War in diretta da Milano. Durante la settimana il giovane dovrebbe prendere parte ad una competizione, vi terremo aggiornati sui risultati di Moon nella disciplina.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 11/07/2015, 13:16 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 24/12/2010, 18:48
Messaggi: 12065
Località: Baretto Kurabu
Immagine


Immagine


Next week, on Friday Night Indoor War. Una violenta rivalità scoppiata improvvisamente. Uno dei più promettenti astri nascenti delle indies americane e un brutale mastino assetato di sangue, si incontreranno per la prima volta in quello che sarà un attesissimo summit. Thomas Bell, Gunther Schmidt, faccia a faccia per la firma definitiva del contratto che sancirà lo showdown tra i due previsto per la tappa di Dublino dello storico TWC European Tour 2015. Follow us, follow Indoor War. Stay Tuned!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - News from Indoor War
MessaggioInviato: 11/07/2015, 15:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 04/07/2012, 13:48
Messaggi: 933
Immagine


Dolore.
Se non fosse per il dolore stare in quel letto pulito e soffice sarebbe stato confortante nonostante l'aria pregna dell'odore dei medicinali.

Dolore lancinante.
Anche se ormai entrambe le caviglie sono state fasciate ed immobilizzate, quelle tremende fitte che percorrono tutte le gambe non accennano a fermarsi.

Dolore, ma anche paura. Anzi, soprattutto paura.
L'inevitabile sta per succedere e tutti ne sono consapevoli. La tensione è palpabile, il cuore è in gola. Una sensazione di vuoto è sempre più pesante in lui.

Rumore di passi.
Ciò che tutti stavano aspettando. Dalla sua sinistra, Michael lo guarda ansioso.

Immagine


MM: Tranquillo. Andrà tutto bene.

Nemmeno Michael ne sembra convinto. Ma dalla destra, una mano va ad inserirsi nella sua e la stringe con fermezza. Un po' di paura se ne va ed una canzone comincia a risuonare nella sua testa.



La porta si apre.

ImmagineImmagine


Joseph e Sylvia Carroll irrompono nella stanza.
Il primo è rosso in viso, furioso. La seconda ha le lacrime agli occhi, sconvolta. I genitori di Nick rimangono immobili per un attimo che sembra un'eternità e lui li vede osservarlo, sdraiato su quel lettino del Massachusetts General Hospital di Boston. Poi, la rabbia di Joseph esplode.

JC: Cosa hai fatto? COSA CAZZO HAI FATTO?

SC: Joseph, no...

Il flebile gemito di Sylvia si percepisce a malapena, coperto dalle urla del marito, che sembra non volersi fermare tanto in fretta. Nel frattempo, la sua testa sembra scoppiare.

JC: LO SAPEVO! LO SAPEVO, CAZZO! ERO SICURO CHE SAREBBE FINITA COSÌ!

Joseph, riprende fiato per qualche frazione di secondo, per poi ricominciare.

JC: AVEVO DETTO DI LASCIAR PERDERE QUESTA BUFFONATA, MA A QUANTO PARE ERA TROPPO DIFFICILE STARMI A SENTIRE!

Stavolta il silenzio si diffonde nella stanza per un periodo più lungo. Un silenzio relativo, visto il rumore assordante prodotto dal suo cuore, che batte a ritmo forsennato. Suo padre si passa una mano sul viso, cercando di riprendere il controllo e di calmarsi. Passa qualche minuto in cui nessuno osa parlare, poi Joseph riprende la parola.

JC: Bene, alla fine non è successo niente. Quest'esperienza ti servirà da lezione. Guarirai e tornerai come nuovo, ma il dolore che provi adesso sarà un monito per te. Ti ricorderà che non dovrai più ritrovarti in certe situazioni. Devi accettare che quello della lotta non è un ambito che ti compete.

Il capofamiglia sospira, mentre sua moglie accanto a lui ha un'espressione più distesa sul volto.

JC: Ora pensa a rimetterti e stai tranquillo, ti perdono per averti mentito. D'altronde sei ancora un ragazzo, tutti abbiamo commesso delle sciocchezze alla tua età. Quando verrai dimesso potrai ricominciare a dedicare il tuo tempo allo studio, come si addice ad un giovane dotato come te.

Il cuore sta per esplodergli in petto. Sa che quanto sta per dire gli cambierà la vita, ma non esita. La voce non gli trema nemmeno.

NC: Papà, io voglio continuare a lottare. Diventerò un wrestler.

Sylvia rimane a bocca aperta incredula, Joseph ritorna rosso in viso ed una vena si gonfia sulla sua tempia sinistra.

JC: NO, NICK! NO, CAZZO! NON LO FARAI! Tu porterai avanti lo studio di famiglia, sei l'unico che può farlo! Tuo fratello non ha il tuo talento ed io non accetterò mai che tu mandi in malora quello che io ho costruito in questi anni con tanta fatica! Tu smetterai di andare a farti ammazzare su un ring per far divertire quattro deficienti ubriaconi!

Ora la paura sembra essersi volatilizzata. Deve fargli capire cosa prova. Lo deve convincere.

NC: No, papà. Non vado a farmi ammazzare. È un lavoro duro e questi sono i rischi del mestiere. Io sono pronto ad accettarli. Tu puoi non credermi, ma ti assicuro che sono portato per il wrestling tanto quanto lo sono per lo studio.

Joseph prova a riprendere la parola, ma viene anticipato.

NC: E non sono più un ragazzino papà, so cosa voglio dalla vita! So quanti sacrifici hai fatto per garantirci questo tenore di vita e ti stimerò per sempre per questo. Infatti, non ho alcuna intenzione di abbandonare lo studio di famiglia. Posso far convivere le mie passioni, posso diventare un lottatore e portare avanti contemporaneamente la nostra attività!

Ora suo padre risponde, l'espressione sul suo volto è indecifrabile.

JC: Basta cazzate. Tu stai gettando via il mio perdono. Tu stai gettando via la mia eredità. Tu stai mandando all'aria tutto per una farsa, uno spettacolo di marionette, un balletto coreografato! Lascia perdere tutte queste stronzate, essere ingegneri è un lavoro difficile e non lascia tempo per dedicarsi ad un secondo impiego. Soprattutto se questo consiste nel viaggiare a destra e a manca per farsi riempire di botte in uno spettacolo demenzial-

NC: NO! FALLA FINITA!

Altri attimi di silenzio, durante i quali tutti i presenti nella stanza si scambiano sguardi ansiosi. Ma lui continua a guardare intensamente negli occhi suo padre, che lo ricambia con la stessa fermezza. Ora è lui a sbuffare e ad avere il volto infuocato.

NC: Tu non mi capisci! Tu non mi capisci affatto! Non sai niente di tuo figlio e di quali sono le sue passioni! Sei tu che stai cercando di rendermi una marionetta! Ti ho promesso che riuscirò a far convivere i miei interessi ma non ti fidi di me! Per tutta la vita sono stato costretto a fare solo quello che tu volevi per me e mai ti sei interessato a ciò che avrei voluto fare io! Sono solo un mezzo che vuoi usare per mantenere la tua fama, non ti importa veramente di quello che io provo! CHE RAZZA DI PADRE SEI!?

Joseph non dice più nulla. Avanza verso il lettino e gli tira uno schiaffo in viso. Il volto, già rosso per la rabbia, presenta ora una macchia di colore ancora più acceso sulla guancia.

JC: Questo è l'ultimo avvertimento, Nick! Ritira IMMEDIATAMENTE tutto quello che hai detto e prometti di non parlare più di questa cazzata del wrestling sotto il mio tetto! PORTAMI RISPETTO! Non osare mai più rivolgerti in questa maniera a tuo padre!

NC: COL CAZZO! Non lo farò! Non mi farò sottomettere da queste tue idee piene di pregiudizi degne del peggior troglodita! Non rovinerai la mia vita! Proseguirò per la mia strada e ti dimostrerò che ho ragione! Non mi farò frenare dalle tue stupide idee antiquate!

Joseph torreggia su di lui, ancor più minaccioso di prima e si prepara a colpirlo ancora. Ma stavolta Michael interviene e blocca di peso suo padre, portandolo a ridosso della porta della stanza. Egli sgomita tentando di liberarsi dalla stretta, poi allunga un braccio indicandolo, la faccia deformata dalla rabbia.

JC: TU! TUUU! PICCOLO INGRATO! TU NON SEI PIÙ MIO FIGLIO! NON VOGLIO VEDERTI MAI PIÙ IN CASA MIA! SPARISCI DALLA MIA VITA!

Dei dottori e delle infermiere accorrono nella camera, attirati dalle continue urla. Col loro aiuto Michael riesce a spingere Joseph fuori dalla porta ed anche Sylvia, piangendo a singhiozzi e lanciando un'ultima occhiata verso di lui, varca la soglia immediatamente cercando di trattenere il marito, che continua a strepitare.

Nel frattempo la sua rabbia comincia a placarsi e delle lacrime iniziano a scorrere lentamente. Nella sua mano destra, quella stretta che lo aveva sostenuto durante tutta la discussione torna a farsi più forte. Una voce femminile, leggermente tremante ma dolce, lo rassicura.

???: Ci sono io con te. Supereremo tutto. Insieme.

La testa si gira verso destra, per incontrare lo sguardo della ragazza...

Immagine

Immagine


Nick si risveglia di soprassalto nella sua camera dell'albergo di Milano, col fiatone, le immagini dell'incubo ancora vivide davanti ai suoi occhi. Quella canzone, quelle parole continuano a risuonare nella sua mente.

I will not die, I'll wait here for you.
I will not die when you're beside me.
I will not die, I'll wait here for you,
In my time of dying.


Nick reprime un urlo tenendosi il capo, poi comincia a colpire con dei pugni il letto ed il cuscino fino allo sfinimento. Senza fiato e senza conforto, il bostoniano si lascia andare ad un pianto a dirotto.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 856 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16 ... 58  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it