Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 438 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13 ... 30  Prossimo
  Stampa pagina

Re: TWC - Friday Night Indoor War
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 19/06/2015, 19:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17038
Bentornati a TWC Friday Night Indoor War! E’ arrivato il momento per gustarci la seconda parte di Sigfried Jaeger’s Achtung. Il Corvo e il Mastino sono letteralmente spaparanzati sul divano, mentre Brunild Wagner si trova al centro del ring, intenta a squadrare i fan scatenati col suo tipico sguardo glaciale. Ed ecco una nuova immagine comparire sul titantron e sullo schermo alle spalle dell’Armbreaker!

Immagine


Siamo arrivati infatti a uno dei momenti più attesi e divertenti della serata. Come ci mostra la grafica, è tempo di C’è Posta per Brunild. E il pubblico ammutolisce mettendosi in trepidante attesa. La parola passa alla Vakyria della TWC...

Immagine


BND: Eccoci arrivati a un altro giro di domande. Spero vivamente che dopo l’ondata di sciocchezze ricevute nella seconda puntata di Achtung, la gente a casa abbia messo la testa a posto mandandomi un pò di quesiti seri e un minimo interessanti. Beginnen!

Lo Smiling Crow guarda verso il titantron in attesa della prima domanda.

Vincent ha scritto:
«Ciao a tutti!!!!!!! Mi chiamo Vincent, Vince per gli amici che mi dicono anche che assomiglio ad un russo. Cara Brunild vorrei chiederti cosa ne pensi della più grande federazione di wrestling esistente ovvero la TNA. Cari saluti. PS: Meltzer dice le bugie.»

BND: Subito una domanda inutile, si parte bene... Caro Vincent, innanzitutto ti faccio le più sentite condoglianze per la somiglianza con Gorislav Kowalczyk. Boh, io conosco la TWNA, la TNA non so proprio cosa diavolo sia. Ah, aspetta ma non è mica quella federazione quasi fallita a causa della gestione vergognosa da parte di alcuni vecchiacci, e ormai ridotta a un insieme di wrestler messi a caso e mal gestiti?! Se sì, l’unica opinione che posso darti su quella banda di scappati di casa non può essere altro che una citazione del Mastino: das ist Scheiße!... PS: Non so chi sia questo Meltzer, nè m'interessa. Nächsten!


NeinNeinNein ha scritto:
«Gentile Miss Wagner, volevo chiedere la sua opinione su The Great Gama. Questo wrestler indiano da molti è considerato il più grande di sempre, lei è d’accordo? Grazie.»

BND: E chi è? Caro NeinNeinNein, non sò chi sia questo Great Gama, non mi intendo di wrestling indiano, ma non ho mai sentito dire che sia lui il più grande di sempre, altrimenti me ne ricorderei. L’unica cosa che posso dire è che di sicuro sarà stato più importante del nostro Alì Babà. Nächsten!


The Ultrafan ha scritto:
«Salve signorina Wagner. Trovo un pò esagerate e fuoriluogo le vostre critiche ai colleghi del backstage. Io sto crescendo i miei figli a pane e TWC. Loro apprezzano la natura e quei valori della vita. Vogliono diventare come The Ultraman, che in queste settimane, è stato strepitoso. Un saluto. The Ultrafan.»

BND: Ma dove cazzo è la domanda, che me ne faccio di questa robaccia?! Ultrafan, già dal nome posso dedurre che sei una merdaccia. I tuoi figli vogliono diventare come Ultraman? Sono figli tuoi e crescili come ti pare, se fossero i miei li prenderei a schiaffi quattro volte al giorno. Gli fai vedere Ultraman, un personaggio insulso, dopato, scemo e soprattutto incapace di farne una giusta sul ring? Peggio per loro... Ma roba da pazzi! Ultraman, Ultrafan, i figli di Ultrafan. Questo sta diventando proprio un paese di somari! Nächsten!


NeinNeinNein ha scritto:
«Gentile Miss Wagner, visto che sto facendo la lista dei migliori wrestler, può dirmi tutti i più importanti wrestlers pakistani e indiani da poter inserire? Grazie.»

BND: Ma cosa cavolo ne sò io?! Guarda, NeinNeinNein, per poterti dare una mano dovrei io stessa informarmi sul wrestling praticato in India e Pakistan negli ultimi cento anni. Cosa che attualmente non ho alcuna intenzione di fare. Nächsten!


Frederick The Moron ha scritto:
«Miss Wagner. L’altro giorno, guardando il televideo, ho scoperto che lei ha firmato un contratto pluriennale con la UFC, notissima federazione di arti marziali miste dove i colpi, le ferite e i risultati sono palesemente bookati e decisi a tavolino. Le volevo chiedere: questa sua scelta di vita è stata dettata dal fatto che teme il possibile arrivo in un futuro prossimo in TWC di wrestler fisicamente più dotate come la mitica Lady Invidia, e perciò si è resa conto di come in UFC potrà agevolmente evitare di farsi male, col fisico minuto che si ritrova?»

BND: Vado in UFC per evitare domande idiote come questa. Caro Moron, le sciocchezze sulla UFC scritte da lei mi ricordano un certo imbecille che mi pose una domanda del genere nella scorsa edizione di C’è Posta per Brunild. Quello che mi sento di dirle è che le botte e le ferite nelle MMA sono tutte vere. Solo un minorato mentale o un troll può uscirsene dicendo che è tutto finto. Per quanto riguarda l’arrivo di eventuali wrestler oversize, le dico che io sono qui, combatterò di meno, ma rimarrò comunque legata alla TWC. Ergo ben vengano lottatrici gigantesche, perchè più saranno grosse le mie avversarie, più rumore faranno quando le schianterò per terra a mangiare la polvere. Perchè le Valkyrie non conoscono la paura. Mai... Nächsten!


NeinNeinNein ha scritto:
«Gentile Miss Wagner, al momento ho selezionato questa lista di wrestler indiani: Gulam, Great Gama, Gobar Goho, Dara Singh, Gama Singh e Tiger Jeet Singh. Tra i pakistani invece: Bholu Pahalwan e Nasir Bholu. Crede che ne manchi qualcun’altro da inserire tra i migliori? Grazie.»

BND: Ma se non sò nemmeno chi sia questa gente?! Senti, NeinNeinNein, non sono la persona più indicata per aiutarti. Immagino tu ti sia rivolto a me dato che Alì Babà tra un pò non sa nemmeno chi siano i suoi genitori, tuttavia non posso proprio aiutarti. Nächsten!


Plátōn Papastathopoulos ha scritto:
«Kali̱spéra, Miss Wagner. Dopo il monopolio straniero in TWC da parte di voi tedeschi, finalmente la federazione ha svoltato. The Great Alexandre, il mio wrestler preferito, è stato il pioniere dell’avanzata del popolo greco nella Total Wrestling Corporation. Adesso che altre due punte di diamante come Black Adam e la spartana Elektra Kellis hanno esordito alla grande, il dominio tedesco formato da Christophorus Schmidt, Fred Franke e voi della BDK Inc. volge al termine. Come direbbe il leggendario wrestler-filosofo greco Chip Heavyes: "il massimo segno dell’intelligenza è il dubbio". Voialtri siete pronti a capitolare di fronte ai nuovi dèi provenienti dalla nazione che ha inventato la disciplina della lotta?»

BND: Vai a fare in culo! Caro Platone Pastaqualcosa, se credi l’arrivo di un altro paio di personaggi discutibili e destinati al massacro, come successo al tuo adorato Great “Dumm” Alexandre, possa instillare il benchè minimo timore nella BDK Inc. allora significa che oltre a non capire nulla di wrestling, hai pure bisogno di metterti un paio di fondi di bottiglia agli occhi per riuscire a vedere meglio cosa accade qui a Indoor War. Al momento niente e nessuno può scalfire il dominio della combo Fox’s Army-Bdk Inc., figuriamoci un fastidioso gruppetto di lottatori greci, di cui uno giace morente in ospedale, l’altro è un autentico Dummkopfe, mentre la terza è una donna probabilmente talentuosa, ma abbastanza incosciente da nominarmi non appena arrivata. E ora che ti ho risposto, puoi tornare pure a mettere da parte i soldi da dare al tuo stato in bancarotta. Nächsten!


NeinNeinNein ha scritto:
«Gentile Miss Wagner, e questi invece? Ghulam Mohi-Ud-Din, Biddo Brahmin, Kikkar Singh, Goonga, Kalloo, Imam Baksh. Grazie»

BND: Ma stiamo scherzando?! Non ho la più pallida idea di chi siano queste persone. Lo sai solo te e qualche nerd da forum. Fai come vuoi, ma basta con queste domande assurde. Nächsten!


Trollent ha scritto:
«Signorina Brunild, cosa ne pensa di Kevin Manson? Per me è uno scandalo che uno come lui, con quel fisico da pizzaiolo, sia in una federazione così importante come la TWC.»

BND: Me lo chiedo anch’io. Gentile Trollent. Sono contenta che finalmente qualcuno abbia posto una domanda interessante. Per quanto mi riguarda, il problema di Kevin Manson non è principalmente il fisico da pizzaiolo, quanto i gravi problemi psichici che lo affliggono fin dall’infanzia. Non a caso il suo bipolarismo gli ha creato molti problemi nel crearsi le giuste amicizie nel backstage, oltre a portarlo a perdere malamente match assolutamente alla portata, se non scontati, come quello con Michael Edwards a Indoor War. Penso perciò che prima di tutto il povero Manson debba curare le proprie turbe, e poi il fisico. A quel punto, forse, potrebbe pure avere un futuro serio in TWC. Un’anima forte risiede in un corpo forte e in una mente forte. Se una o entrambe vengono a mancare, non va affatto bene e si va incontro inevitabilmente al disastro. Nächsten!


NeinNeinNein ha scritto:
«Gentile Miss Wagner, e invece Raheem Sultani Wala, King Kong e Mighty Chang sono importanti? Grazie»

BND: Mi sto innervosendo... Boh, e che ne sò io. Non li conosco, ma se secondo te meritano, mettili nella tua lista. Mi fido! Nächsten!


Astroboy ha scritto:
«Carissima Brunild Wagner. Qualche giorno fa, la notissima astronauta italiana Samantha Cristoforetti è tornata dalla sua missione spaziale dopo aver stabilito il record femminile di maggiore permanenza nella Stazione Spaziale Internazionale con quasi 200 giorni. Cosa ne pensa di tutto ciò? Quale sarà il futuro delle missioni aerospaziali?»

BND: Ma cosa vuoi che ne sappia io di queste cose?! Beh, non mi intendo molto di codesti mirabili argomenti scientifici, avresti fatto meglio a mandare questa mail a intenditori di scienza come il famoso EmEm, oppure ad appassionati come l’utente del forum della nostra federazione NotOnlyTWC. Samantha Cristoforetti è una donna? Das ist gut! E’ stata nello spazio? Das ist Wunderbar! Ha stabilito un record storico? Das ist Wunderbar! E’ italiana? Das ist nicht Gut! Insomma prendo il tutto in modo più positivo che negativo. Questo è quello che mi sento di dire a occhio e croce. Per il resto mi astengo da qualunque commento, essendo un’eroina umile. Nächsten!


NeinNeinNein ha scritto:
«Gentile Miss Wagner, e invece loro? Per finire: Guru Hanuman, Karim Bux, Prem Nath, Kikkar Singh, Aslam Pehlawan, Azam Pehalawan, Akram Pehalawan che ha lottato con Inoki, Goga Pehalawan, Hassu, Ambu Goho, Hamida Pahalwan, Nathmal Pehalwan, Hanif Pehalwan, Ramjit Raghav, Panne Lal Yadav, Singh Yadav. Grazie.»

BND: Ti odio, NeinNeinNein! NeinNeinNein, te l’hanno mai detto che sie sind eine Bastard?! Quanto deve ancora durare questa manfrina con gli elenchi di wrestler indo-pakistani sconosciuti? Fai questa cazzo di classifica da solo e non disturbarmi. Nächsten!


Saltroll ha scritto:
«Miss Wagner, dove crede che sia finito Wild Roman? Egli è il mio preferito e già sento la mancanza dei suoi fantastici capelli. Inoltre è credibilissimo. Perché voi eroi della BDK Inc. non vi mettete alla sua ricerca? Dovete farlo, per il bene del wrestling!»

BND: Ma neanche fosse l’unica cosa da fare per salvare il mondo! Gentile appassionato di wrestling, la scomparsa di Wild Roman è stata talmente improvvisa da passare totalmente inosservata, fino alla lettura di questa mail. Noi della BDK Inc. neanche sapevamo che fosse venuto a Chicago a fare lo spettatore di War of Change, visto che dopo le prove “credibilissime” delle prime puntate di Indoor War, nessuno se l’è sentita di sfidarlo a causa della sua “estrema” pericolosità. BDK Inc. sarebbe molto lieta di accontentare la sua richiesta, tuttavia ultimamente siamo pieni di impegni e avventure. Che peccato, come mi dispiace! Senta, perchè non chiede a qualche Wanna Be Hero se può darle una mano, d’altronde tutti coloro che vogliono diventare eroi devono fare gavetta. E poi chissà, potrebbe essere un complotto per impedire a Bellicapelli di vincere il TWC World Heavyweight Championship! Oddio, la trama si infittisce... Si vabbè, vai a quel paese, Saltroll del cavolo. Nächsten!


NeinNeinNein ha scritto:
«Gentile Miss Wagner, prima le avevo chiesto di Raheem Sultani Wala, Mighty Chang e King Kong, li metto? Grazie.»

BND: Scheiße! E’ un incubo, Oden salvami... Fai quello che diavolo ti pare, ma smettila di chiedere il mio parere su queste cose, io non so cosa dirti su questa roba. Finiscila! Nächsten!


bdkbestfan ha scritto:
«O leggendaria Valkyria del Nord. Sono un fan europeo della prima ora di Sigfried Jaeger, Gunther Schmidt e soprattutto vostro. Volevo chiedervi come mai al momento di organizzare e scegliere le tappe del TWC European Tour, i dirigenti della federazione hanno deciso di fare due puntate di Indoor War in paesi miserabili come l’Italia e l’Irlanda, invece che nella vostra patria natia. Ho letto perfino che la TWC farà house show anche in posti dove non sanno nemmeno cosa sia il wrestling come la Francia e l’Austria. L’unica che si salva è l’Inghilterra. Che ne pensate?»

BND: Che è una carognata! Caro amico, purtroppo la scelta scandalosa delle tappe e delle date di questo Tour non ricade sull’ottima gestione di Mr. Fox Olon, quanto sul precedente organigramma presieduto da Philips Bryan e dal suo leccapiedi Alan Taylor. Quello che ti posso solo consigliare è di venire a vederci in una delle tappe ormai fissate a luglio. Per il resto la BDK Inc. può indiscutibilmente prometterti che fatti del genere non si ripeteranno mai più grazie alla lungimiranza di Mr. Olon e alla supervisione costante della Fox’s Army. Perciò l’anno prossimo aspettati un TWC Europan Tour 2.0 fondato in primo luogo sulla Germania e il suo meraviglioso pubblico. Un saluto affettuoso e a presto. Nächsten!


NeinNeinNein ha scritto:
«Gentile Miss Wagner, devo inserire anche Adil Abhra? Grazie»

BND: Ammazzati! No, meglio se inserisci Dhalsim che te lo sei dimenticato. Nächsten!


Ossoloc ha scritto:
«Salve. Sono ancora io, Ossoloc, il fan più competente del panorama del wrestling web italiano. Premetto che non mi è affatto piaciuta la sua risposta al mio umile quesito posto nella seconda puntata del vostro discutibile talk show. Io sono conosciuto e rispettato per la mia educazione e soprattutto per le mie conoscienze enciclopediche sull’argomento wrestling. Perciò mi aspetto da lei delle scuse sincere. Passando alle domande, le volevo chiedere: come mai grandi lottatori del calibro di Ultraman, Adil Abhra e Wild Roman sono stati esclusi ingiustamente dai match di cartello di War of Change? Non era meglio come Main Event un bel Wild Roman vs. Ultraman, invece della sagra della violenza inutile quale lo scontro tra Miller e Jaeger? Infine un avvertimento per il suo amico Sigfried: che non si faccia illusioni, il TWC World Heavyweight Championship andrà ad appannaggio del grande Tyler Nolan, che dopo aver liquidato lo scarso Fred Franke, si occuperà anche degli altri tedeschi sopravvalutati della federazione, fino a battere in una grande finale di torneo Leon Black, wrestler sì grande e grosso, ma diventato poco credibile dopo la sconfitta contro quel nano inutile di Michael Edwards.»

BND: Scusa un cazzo! Guarda guarda chi si rivede, il presunto espertone italiano di wrestling. Vedo che sei ancora intestardito nel tifare armadi e soprammobili inutili come Alì Babà, UltraDumm e Bellachioma. Per quanto riguarda questi tre pagliacci, è stato un bene che non abbiano messo piede sul ring di War of Change. La TWC ha bisogno di credibilità e bei match, non di siparietti tristi in cui dei tizi grandi e grossi rimediano solo figuracce. Sull’eventuale Main Event tra Dummkopfe suggerito da te, posso soltanto dire che una tale eventualità avrebbe probabilmente portato la federazione al fallimento. Infine, è più probabile che io di punto in bianco mi trasformi in un drago gigantesco e me ne vada a Westeros a pormi al servizio del vero re Stannis Baratheon, piuttosto che quel babbeo di Nolan possa anche solo mettere gli occhi sul titolo mondiale. Un cordiale vaffanculo. Brunild Wagner. Nächsten!


NeinNeinNein ha scritto:
«Gentile Miss Wagner, quindi questi sono i migliori wrestlers indiani e pakistani. Indiani: Gulam, Great Gama, Gobar Goho, Dara Singh, Gama Singh, Tiger Jeet Singh, Raheem Sultani Wala, Mighty Chang e King Kong. Pakistani: Bholu Pahalwan, Nasir Bholu. Akram Pehlwani, che ha lottato con Antonio Inoki, può essere inserito secondo lei? Grazie»

BND: Mi sto sentendo male, non ce la faccio più... Ti prego, NeinNeinNein. Lo dico per il tuo bene, non farmi più domande, sennò qui finisce davvero male. Hai fatto questa cazzo di classifica finalmente, lascia perdere i tuoi inutili dubbi finali e dedicati ad altro, tipo fare l'orto che arriva l'estate, per favore. Nächsten!


May Pride ha scritto:
«Carissima Miss Wagner, cosa ne pensa della commovente storia d’amore tra Samantha Hart e Zafira Schneider? Io trovo le due ragazze veramente carucce, nonché un esempio di vero amore disinteressato, che va oltre le solite convenzioni e pregiudizi. Era dai tempi della struggente relazione in TWNA tra Simon Bosiko e Jim Smith che non mi emozionavo tanto. Grazie mille, cara.»

BND: Adesso non fai più il figo, caro il mio Simon B., eh?! Ciao May. Guarda, non mi sono fatta un’idea, nè un giudizio preciso sul rapporto tra Samantha e Zafira. Posso solo dire che quando c’è vero amore, non contano distinzioni di sesso o pregiudizi. L’importante è che due persone si vogliano bene, poi non ha alcun valore se si tratta di due uomini, due donne, oppure un uomo e una donna. Riguardo a Samantha, la BDK Inc. può solo convenire che la sua scelta di aprirsi a nuovi orizzonti non le ha fatto altro che bene, viste le delusioni e umiliazioni patite in passato per opera di un tiranno del calibro di Kid The Wizard, noto per il suo costante disprezzo nei confronti del genere femminile. Quanto a Simon B. e Jim Smith, ti ringrazio molto per aver accennato la cosa. Credo proprio che al più presto mi informerò e recupererò negli archivi video online sulla TWNA i filmati amorosi dei due “piccioncini”. Ti dò anche un’anticipazione se tu non lo avessi ancora saputo. Pare che il tuo caro B. stia sentendo la mancanza di quei tempi memorabili, vista la "strana" dichiarazione d’interesse fatta nei confronti di Jack Keenan, oltre ad alcune scottanti rivelazioni pubblicate su twitter e subito smentite per convenienza. Che dire May, resta aggiornata, Simon B. non ti deluderà! Eh eh eh... Nächsten!


AwesomeThrones ha scritto:
«Miss Wagner, non mi intendo molto di wrestling, per cui preferisco farle una domanda su un argomento più “frivolo”. Immagino che lei, come tutti d’altronde, segua la mitica serie televisiva “Game of thrones”. Ebbene, cosa pensa della disfatta e della morte di Stannis Baratheon?»

BND: Maledetto bastardo, mi hai sparato uno spoiler clamoroso! Si! Io seguo “Spiel der Throne” fin dalla prima puntata, e si dà il caso che questo weekend mi sarei dovuta gustare in santa pace l’ultimo episodio di questa stagione. Cosa che non farò più dopo aver letto questa mail, visto che Stannis era il mio personaggio preferito della serie. Guarda, perchè non mi mandi il tuo indirizzo di casa, magari un giorno passo a “ringraziarti” per la notizia che mi hai simpaticamente riportato. Ma che diavolo... Nächsten!


NeinNeinNein ha scritto:
«Gentile Miss Wagner, in definitiva, chi sono i wrestler indiani e pakistani da inserire? Grazie.»

BND: ... ... ... ... ... Nein... N-Nein... N...

Lo Smiling Crow si appoggia alle corde, come per riprendere fiato. Eccola poi puntare la telecamera con uno sguardo omicida.

BND: ScheißeScheißeScheiße, ti ringrazio. Stasera hai dato un ulteriore scopo alla mia vita, ovvero quello di cercarti, prendere le tue liste e classifiche di merda, fartele ingoiare a forza e poi ucciderti di botte. Nel frattempo credo proprio che mi sfogherò su Alì Babà, che da questo preciso momento è diventato ufficialmente un nemico mortale della BDK. Non vedo l’ora di distruggerlo immaginando la tua faccia coperta di sangue, chiunque cazzo tu sia. E ora vai a farti fottere, te e i wrestler indo-pakistani che veneri tanto!

La Valkyria della TWC, mentalmente stanca e alterata rovescia uno sgabello e sembra intenzionata a strappare e spaccare anche lo schermo posto sul ring. Ma ecco che Gunther e Sigfried intervengono parlandole in tedesco e scortandola fino al divano, dove Brunild si mette a sedere e lentamente sbollisce la rabbia sorseggiando una birra mentre il pubblico fischia o applaude. E dopo la fine dell’ennesima delirante serie di messaggi letti e commentati dalla Valkyria della TWC Brunild Wagner, siamo finalmente arrivati al momento atteso da tutti. Chi sarà l’ospite speciale di questa strabiliante terza puntata di Sigfried Jaeger’s Achtung? La parola va al Corvo, che vediamo portarsi al centro del ring, mic alla mano.

SGF: And now. Ladies and Gentlemen, sono lieto di accogliere l’ospite di questa sera. E’ un mio amico. E’ un vostro amico. E’ colui che assieme a me ha contribuito maggiormente nel trasformare questa federazione da un’accozzaglia di wrestler messi a caso in una piccola arena di Manhattan, a un fenomeno mainstream globale che dopo essersi esteso a Chicago e qui a Phoenix, presto oltrepasserà l’oceano, sbarcando trionfalmente nella nostra cara Europa.

Il tedesco indica lo stage.

SGF: Tonight, i bring to you... The Master of German Suplex, Friedrich Franke!!!

Immagine

...LE LUCI SI SPENGONO!!


Immagine

Immagine

...E FRED FA IL SUO INGRESSO!! Il leader della FOX's Army compare sullo stage indossando un'emblematica t-shirt con su scritto "Ruspe in Azione"; il pubblico di Phoenix accoglie l'assistito di Mr. Fox Olon con fischi e cori di disapprovazione. Una volta sul quadrato, Fred Franke si avvicina minacciosamente a Sigfried. I due si squadrano per qualche secondo, poi improvvisamente sorridono entrambi e si stringono la mano. Dopo aver rivolto un cenno di saluto in direzione dei gelidi Gunther Schmidt e Brunild Wagner, il German Superman prende il suo mic e si siede sul suo sgabello.

Immagine


SGF: Allora Friedrich, innanzitutto benvenuto ad Achtung, il talk show più elettrizzante, divertente, brillante, coinvolgente e soprattutto esclusivo, della Total Wrestling Corporation.

FF: Grazie, Sigfried, ti ringrazio per l'invito, di cose da dire ne ho tante, perciò, cominciamo!

SGF: Dì un pò, non sei emozionato a trovarti ad Achtung, in compagnia della donna più cattiva del mondo, Brunild Wagner, e dell’uomo più forte del mondo, Gunther Schmidt, ma soprattutto avendo il privilegio di conversare con la stella più brillante del firmamento degli eroi. Ovvero me, “Superstar” Sigfried Jaeger. Dicci, dicci...

Fred fa un sorrisetto alle parole del Corvo, poi risponde prontamente.

FF: Innanzitutto, carissimo Sigfried, il tuo è il secondo talk show "più elettrizzante, divertente, brillante, coinvolgente ed esclusivo", fattene una ragione, mio caro. E poi, donna più cattiva? Davvero?!

Brunild Wagner, ancora nervosa per le mail di NeinNeinNein, accenna un sorriso pericoloso nei confronti del German Superman, segno inequivocabile che in questo momento con lei una rissa sanguinosa è dietro l’angolo. Nel frattempo Sigfried guarda prima la Valkyria e poi Fred, indeciso sul da farsi.

FF: Andiamo! Se questa è una donna cattiva, che avresti detto di mia madre, pace all'anima sua? Quella sì che era una figlia di puttana! Invece, l'uomo più forte del mondo ce lo avete davanti, e su questo non si discute!

Sigfried riflette, poi fa spallucce e va a fermare i suoi compagni della BDK Inc. che vediamo già in piedi, molto innervositi dalle parole della mente creatrice della Fox's Army. Una volta che la maretta è venuta meno grazie a qualche parola in tedesco tra i tre wrestler residenti a Ravensburg, il Corvo torna a sedersi e parte subito con una domanda per Fred Franke.

SGF: Sai Friedrich, attorno alla tua figura, dopo mesi e mesi, circola ancora un certo alone di mistero. Tutto quello che sappiamo è che vieni dalla Turingia e che ti sei fatto il mazzo per essere qua. Ok, quella regione non è proprio il posto ideale dove nascere in Germania. Lo sanno tutti che la Turingia non regge minimamente il paragone col Baden-Wuttemberg e la Baviera. Su questo hai la nostra solidarietà. Hai qualcosa di nuovo da dirci sul tuo passato pre-TWC, sia a livello privato, che professionale?

Il German Conquerer sbuffa.

FF: Anche tu?! Ma perché siete tutti fissati sul mio passato? Non passa giorno che qualche stupido giornalista mi faccia domande sulla mia famiglia, sulla mia adolescenza... va bé, evidentemente questo è il prezzo da pagare per la celebrità, dunque, una volta per tutte, porrò fine a queste vostre ossessioni, contenti?

Il Best from the West annuisce facendo spallucce.

FF: Allora, da dove iniziare...ah, sì; odio mio padre, odio mia madre, odio la Turingia, odio la Germania, ok?! Quel fottuto paese nel quale sono nato e cresciuto, Gehlberg, quel fottuto paese mi ha tarpato le ali per anni, anni e anni, quello e i miei genitori che, disgraziati, mi hanno mandato a lavorare fin da bambino: sai quante giornate ho speso raccogliendo ortaggi, guidando trattori o coltivando i campi?! Sotto l'acqua, la grandine, la pioggia, oppure sotto il sole cuocente dell'estate! Fottuta casa, fottutissimi genitori, che possiate marcire all'inferno, per l'eternità!

Sigfried Jaeger a questo punto lo interrompe per un attimo.

SGF: Friedrich, comprendo questo tuo astio verso tutto e tutti. Anche se noi eroi senza macchia e senza paura non concepiamo l’odio assoluto, se non in rarissimi casi ben specifici, non me la sento di condannare questo tuo comportamento, anzi. Chiunque svilupperebbe un alto tasso di negatività se fosse nato e vissuto in un posto primordiale come la Turingia e costretto a fare il servo della gleba per forza. Però... Non credo basti per odiare in toto un paese meraviglioso come il nostro. Non è molto eroico odiare la propria patria, il luogo dove ogni eroe che si rispetti inizia a forgiare la propria leggenda. Dì un po’, sei mai stato nella Foresta Nera, oppure hai mai visitato i villaggi alle pendici delle Alpi Bavaresi? Sono certo che luoghi come questi porterebbero calma e pace interiore anche a una persona particolarmente tormentata come te, amico mio...

FF: Persona tormentata? Io? Cavolo, guardati intorno, guarda i nostri "colleghi", le loro storie, insomma, qui dentro sono uno dei più sani! E comunque delle mie origini non me ne frega niente, non mi importa della Germania, dei miei genitori...mi importa di me stesso e della TWC, del mio futuro e basta!

SGF: Beh, contento te... Chi ha influito allora nella genesi dell’attuale Friedrich Franke?

Fred annuisce convinto mentre risponde.

FF: Quel che sono, lo sono grazie a due persone, la prima è il sottoscritto; io ho imparato il wrestling da autodidatta, in quelle brevissime pause tra una spalata di letame ed un'altra; ho voluto impararlo sai perché, amico?! Perché il mondo attorno a noi è un posto di merda, pieno di fottuti pezzi di merda, stronzi che sono disposti a tutti pur di metterti i bastoni fra le ruote, a cominciare dalle persone a te più care, dai tuoi familiari, dai tuoi amici...è un mondo cattivo, malvagio, perché cattivo e malvagio è l'uomo; violenza, violenza e violenza! L'unica lingua che parla l'uomo è questa, perché, dunque, non devo farne uno anch'io?! Che sono, uno scemo?! Uno stupido?! Oppure uno dei quei pacifisti di sto' cazzo?! No, io conosco la realtà che mi circonda, so quanto schifo fa questo mondo, e mi adeguo! Tutto qui! Soddisfatti?

Il Corvo stringe gli occhi, poi annuisce.

SGF: Bah, direi proprio di si. La tua filosofia è piuttosto strana, ma non la vedo completamente sbagliata, ha un suo perché, diciamo. Dai, Friedrich, parlaci del tuo rapporto con il nostro valente presidente Olon. E già che ci siamo, potresti illustrare meglio al pubblico la genesi e l’attuazione del piano che ha portato la TWC in questa età dell’oro?

FF: Ecco, la seconda persona grazie a cui sono quel che sono, è proprio lui, il nostro presidentissimo, l'artefice dell'eta d'ora e di splendore che sta attraversando il mondo della TWC, il mio amico, Mr. Fox Olon!

Fischi rumorosi da parte del pubblico.

FF: SHUT UP!! Volete le ruspe?!

Sigfried ridacchia guardando la reazione di gran parte del pubblico.

FF: Sì, state zitti, in quest'era d'oro e di splendore, infatti, le vostre chiacchiere, le vostre lamentele, i fischi di voi, stupidi, che siete sempre disposti a tirare fuori i quattrini per comprare un biglietto e seguire i nostri show, non sono più ammessi!

I fischi non cessano, anzi aumentano.

FF: Allora, Fox è il mio migliore amico, il mio unico vero amico, direi; quando sbarcai negli Stati Uniti alla ricerca di un posto in cui venisse valorizzato il mio enorme talento, avevo solo una t-shirt sporca, un paio di jeans stracciati, scarpe rubate, una borsa da ginnastica e alcuni spiccioli in tasca, ovviamente fregati ad un vecchio rincoglionito; molte federazione mi chiusero la porta in faccia, un po' per razzismo (gli Stati Uniti sono un paese razzista, non lo sapevate?), un po' per le mie alte e più che giuste pretese; fatto sta che stavo attraversando un periodo nero e non ne vedo un'uscita, finché...finché, eccolo lì, ecco comparire nella mia vista lui, il mio salvatore, Fox! Mi ospitò, mi accolse in casa sua, quando tutti, compreso il suo presunto migliore amico, lo avevano tradito e lasciato solo, come un cane, esattamente come successo a me; mi fece inserire nel giro che conta, mi fece avere un contratto con l'allora più importante federazione nel panorama nordamericano, la Tutto Wrestling Nonstop Action, e tra lo stupore e l'incredulità generale, la scorsa estate mi rivelai al mondo intero, abbattendo chi allora era ritenuto l'uomo più forte, più grande e cattivo di tutto il mondo, facendolo cedere, umiliandolo a casa sua, nel suo show! Da allora tutto è stato più facile: sono divenuto la stella più promettente nel panorama del pro wrestling, l'uomo di cui tutti discutevano, al pub, dal parrucchiere, in macelleria, negli studi televisivi di mezzo mondo, ovunque! Ero diventato il sogno erotico di ragazze e donne, il modello per ragazzi e uomini, un idolo, un mito, una leggenda!

Il Monster Hunter alza un sopracciglio.

FF: La TWNA chiuse i battenti dopo la quarta edizione della loro WrestleMania, dunque rimasi ancora una volta fuori pista, probabilmente per una decisione ab alto, ma sorvoliamo; Fox, però, risolse tutto, di nuovo, e fece in modo che entrassi nella TWC, una nuova federazione di pro wrestling, ambiziosa e determinata; al primo episodio quel figlio di puttana di Tidus volle immediatamente mettermi i bastoni tra le ruote e mi fece andare contro il suo pupillo, Nolan, io lo sconfissi con facilità, dopodiché, quattro settimane più tardi, mise a tacere per sempre Tidus: io, Fred, sono l'unico sulla faccia di questa terra a poter vantare di aver messo fine alla carriera del leggendario Tidus, fatevene una ragione!

Alcuni cori pro Tidus si innalzano all'interno dell'arena.

FF: Non potrò mai, mai, restituire a Fox quanto ha dato a me, però, ho voluto comunque fargli un regalo e offrirgli il comando di questa compagnia, contribuendo a spodestare quel cialtrone, ipocrita, stronzo, figlio di puttana, Philips Brian! Grazie a me, grazie alla Fox's Army, la TWC può ora vantare un condottiero dal grande prestigio internazionale, il capitano Fox Olon!

Il German Superman annusa l’aria platealmente.

FF: Adoro quest'odore, lo senti? Questo è l'odore della libertà, l'odore della giustizia, e tutto grazie ad un solo uomo, Fox!

Il Best from the West annuisce brevemente.

FF: E noi, membri della Fox's Army, noi privilegiati, dobbiamo difendere tutto questo, con coraggio, onore e rispetto, prima di tutto nei confronti di Fox; su di noi grava la responsabilità di mantenere questo il posto migliore possibile, noi siamo la polizia, siamo le ruspe della giustizia!

A questo punto, Fred mette in mostra la sua particolare t-shirt, attirando su di sé ulteriori fischi da parte del pubblico. Sigfried, particolarmente divertito applaude un attimo, poi si ricompone e passa alla prossima domanda.

SGF: Dunque, Friedrich. Come tu ben sai, in ogni epica avventura che si rispetti, al gruppo di eroi si contrappone spesso un gruppo di antagonisti. Che parere ci puoi dare su tutti quei tangheri che hanno deciso di opporsi al progetto di Mr. Fox Olon? Mi riferisco ovviamente a Leon Black, Andy Moon, Michael Edwards, Kevin Manson, Travis Miller, e perché no, anche quel laureato in sfiga di Nick Carroll?

Fred fa delle smorfie di dolore, mentre il pubblico comincia a fare il tifo per i propri beniamini.

FF: Che ne penso? Beh, caro Sigfried, è facile capire come stanno realmente le cose, basta pensare a quanto successo due settimane fa: due di questi cinque "ribelli" (mi spiace, Carroll è troppo sfigato pure per stare insieme a questi qui), due di questi, Edwards e Black, anziché combattere contro di noi, cosa hanno fatto? Si sono affrontati l'uno contro l'altro...Cosa?! E per di più Black, il "maestro", le ha prese ed è stato sconfitto da Edwards, il "discepolo", robe da matti!

Fred e il Corvo ridacchiano.

FF: Comunque, no, non c'è nessun pericolo: Black, Edwards, Moon, Miller e Manson sono cinque disadattati, cinque "anarchici" che vogliono fare la rivoluzione e vogliono far ripiombare la TWC nel caos, per questo sono così amati dal pubblico...la gente, infatti, è stupida, è ignorante, è autolesionista, vuole il male per sé...noi della Fox's Army, perciò, dobbiamo scegliere al posto loro il meglio per loro, dobbiamo guidarli, dobbiamo assoggettarli e più fischi riceveremo più vorrà dire che stiamo facendo un buon lavoro...THAT'S THE REALITY!

Gran parte del pubblico disapprova, ad esclusione del gruppetto di fan della TDPW, mentre Sigfried annuisce convinto.

FF: Quei cinque demagoghi non mi fanno paura, mi fanno ridere; fino ad oggi, abbiamo trattato con loro con le buone maniere, ma quelli sono come cani selvatici, capiscono le cose solo a suon di bastonate, e così sia! Noi, Fox's Army, applichiamo le regole, garantiamo l'ordine e il progresso, non avremo pietà per nessuno, per nessuno che non oserà rimanere al proprio posto, tacere e obbedire; chiunque alzerà la testa, sarà fustigato, massacrato finché quella fottuta testa non l'abbasserà, per sempre! Noi siamo le ruspe della giustizia e, Black, Edwards, Moon, Miller, Manson, beh, state allerta, drizzate bene quelle fottute orecchie, state ben attenti, perché stiamo per marciare su di voi e vi asfalteremo!

SGF: Ok, cambiamo argomento, dai. Parliamo di qualcosa che ti riguarda proprio stasera...

Il Corvo si gratta la barba e si guarda intorno sorridendo.

SGF: Sai, Friedrich, stasera siamo a Phoenix, la casa della Total Destruction Pro Wrestling. Per quasi due anni questa città è stata la mia casa, e ti posso assicurare che almeno una piccola parte del pubblico presente è di ben altra stoffa rispetto ai fessi che infestano Chicago e New York City. Sono contento del fatto che affronterai quello steroide vivente che risponde al nome di Tyler Nolan in una gabbia d’acciaio. Sarà il tuo degno tributo a dei fan noti ovunque per la loro sete di sangue e violenza. Parlaci del tuo match imminente. Cosa pensi che succederà?

FF: Innanzitutto, parliamo di quanto successo due settimane fa, parliamo del match tra Nolan e il nostro Schmidt...un massacro! Ho letto in giro che senza il mio intervento, Nolan avrebbe sconfitto Christophorus, cazzate!! Ma avete visto cosa gli ha fatto?! Gli ha spaccato il cranio!! Lo ha demolito, lo aveva disintegrato e si stava divertendo come si fa con un giocattolo rotto prima di gettarlo nell'immondizia! Bah, certi pseudo giornalisti non sanno proprio cosa inventarsi pur di far polemica e vendere una copia in più dei loro giornali. Comunque, dopo tutto quello che aveva subito, dopo aver rimediato una commozione cerebrale, Nolan, andando contro il parere del dottor Brooks, noto in tutto il mondo per la sua prudenza, si è presentato stasera, facendo lo sbruffone e pretendendo per sé un posto nell'imminente torneo che decreterà il primo ed indiscusso TWC World Heavyweight Champion...robe da matti, davvero!

Gran parte del pubblico si schiera a favore di Tyler Nolan, a parte la piccola fetta di aficionados TDPW citata prima dal Deadly Crow.

TWC Universe: LET'S GO NOLAN!! LET'S GO NOLAN!! LET'S GO NOLAN!!

Fred e Sigfried si guardano e sospirano quasi in contemporanea.

FF: Vedi, amico?! Al pubblico piace la merda! Sono dei fottuti autolesionisti, dei mangia-merda, spetta a noi guidarli sulla retta via!

Ora i fischi si sollevano numerosi e intensi.

FF: Comunque, Nolan si è presentato sul ring ad inizio puntata, ha chiesto quel che ha chiesto, fregandosene di tutta quella gente che, avendo vinto due settimane fa e avendo dimostrato di valere, merita un ruolo nel torneo; Fox, un po' divertito e al tempo stesso arrabbiato, stava per mandarlo a quel paese e ordinarci di mandarlo fuori dall'arena a calci in culo, ma ho deciso di intervenire e chiedergli di mettermi contro l'ex MMA, perché? Perché voglio chiudere questa faccenda, voglio porre fine, dopo cinque mesi, alla storia tra Fred e Nolan, e lo voglio fare in grande stile...all'interno della gabbia d'acciaio!!

SGF: Wunderbar. La tua rivalità con Tyler Nolan infatti risale fin dalla prima puntata di Indoor War, se non sbaglio. E il penultimo capitolo della vostra storia si è tenuto proprio a War of Change. Perchè non ci racconti qualcosa di più su questa faccenda? Che ne pensi di Tyler Nolan? E che ne pensi di suo fratello? Hai intenzione di seppellire con le ruspe l’intera famigliola?

Fred ridacchia.

FF: Tyler Nolan...Tyler Nolan...insomma, devo aggiungere altro?! Andiamo, stiamo parlando di quel sacco di steroidi che Tidus, Tidus, proprio lui, quello lì che ho messo fuori gioco dopo appena tre episodi di Indoor War, che Tidus aveva annunciato come "il nuovo volto della TWC"...se fossi stato in lui mi sarei toccato i coglioni, tant'è vero che ora, dopo cinque mesi, cosa può vantare? Tre infortuni, una vittoria contro Ultraman, un'altra per squalifica, due sconfitte nette e tre, dico TRE, infortuni...è un record man!

Il German Superman sorride, sarcastico, mentre il pubblico continua a difendere Tyler Nolan.

FF: Nolan, Nolan, questa è la realtà, fatevene una ragione! A War of Change ho voluto dare una lezione a quel sacco di merda, evidentemente ne vuole ancora un po'! Avreste dovuto vedere la faccia di quello lì...come diamine si chiama...quello, il fratello di Tyler, Jack? John? Samuel? Samuel! Il piccolo Sam era lì in mezzo ai fan di Chicago per sostenere a gran voce il caro fratello, purtroppo per lui, non solo ha assistito alla disfatta di Tyler, ma lo ha dovuto vedere anche umiliato al termine dell'incontro, dinnanzi a diecimila persone! Che umiliazione! Contro Samuel non ho nulla, non lo conosco nemmeno, so che ha intrapreso una carriera nel mondo del pro wrestling, beh, auguri! Mi auguro che non segua le orme del fratello, lo spero per lui...

Il Master of German Suplex fa uno sguardo truce in camera, poi però torna a sorridere sarcasticamente.

FF:...comunque, anche contro Tyler non ho nulla, quel che voglio, però, e che farò stanotte, sarà liberare la federazione da questo qui, una superstar delle MMA prestata al mondo del pro wrestling, un'aberrazione della natura, un crimine contro ciò che amo; stanotte, all'interno della gabbia d'acciaio, io, Fred, il superuomo tedesco, asfalterò l'omone di Washington e lo rispedirò a calci in culo da dove è venuto! Sarà uno spettacolo truculento, non adatto certamente ai deboli di cuore, vi avviso già. Una volta sistematomi di quello lì, voglio sperare che suo fratello tenga ben conto di quanto successo e non si faccia vedere mai, dico MAI, in questa compagnia finché ci sarò io, altrimenti, altrimenti, beh, non mi resterà altro che sbarazzarmi anche di lui...stanotte asfalterò un Nolan, non mi sarà difficile spianarne un altro!

Il Corvo fa un breve applauso, poi riprende la parola.

SGF: Mi auguro proprio che tu vinca stasera e ponga fine all'esistenza di quel pagliaccio. Ne abbiamo troppi in TWC di clown, ed è giusto ogni tanto fare un pò di pulizia. A tal proposito, mi volevo complimentare per la lezione che hai dato a quel Dummkopfe ellenico che risponde al nome di Alexandre. Parlaci del tuo rapporto col greco e del match che avete avuto a War of Change...

Adesso però Fred si fa serio.

FF: Allora, ci tengo a mettere ben in chiaro le cose: Alex era ed è stato un mio buon amico, siamo stati entrambi addestrati dal più grande manager che sia mai esistito sulla faccia della terra, c'è chi di noi due che è riuscito ad imparare bene le lezioni, e chi meno, fatto sta che appartenevamo alla stessa scuola, facevamo parte dello stesso team; abbiamo debuttato insieme lo scorso anno, insieme abbiamo rubato la scena nel primo episodio di Indoor War, eravamo una squadra perfetta, io nel ruolo di leader e lui in quello dell'assistente, un dream team! Poi, però, le cose sono cambiate: tutto è iniziato quando ad una delle tante cene avute insieme a Fox, ho preso io al suo posto l'ultimo tozzo di pane...no, scherzavo, diciamo che la situazione è mutata veramente quando, dovendo scegliere cinque uomini per formare "The Flames of Destruction" prima, la Fox's Army poi, il nostro presidente escluse immediatamente Alex da questo progetto, perché? Perché ancora immaturo, perché uno che nella sua carriera ha collezionato una sola vittoria in un anno non merita di stare al fianco dei migliori e del migliore, nossignore! Lui, però, da buon greco, se l'è presa; prima ha cominciato a non partecipare alle cene tra noi allievi di Fox, poi ha iniziato ad evitarci, signori, vi sembra questo un giusto atteggiamento?

Per tutta risposta partono alcuni cori a favore di Alexandre, cosa mai successa nella storia.

TWC Universe: ALE - XANDRE!! ALE - XANDRE!! ALE - XANDRE!!

FF: Ecco, i soliti mangia merda, continuate pure, prima o poi darete di stomaco.

Il wrestler tedesco finge di vomitare, poi riprende a parlare.

FF: Comunque, dopo settimane di tensione eccoci arrivati a War of Change, il primo special event nella storia della TWC. Un po' mi dispiaceva non avere qualcuno da affrontare, però, del resto, non è mica colpa mia se nessuno ha le palle di andare sul ring contro di me. Dunque è andato in scena un episodio del talk show "più elettrizzante, divertente, brillante, coinvolgente ed esclusivo", il Voice of Fred, finito il quale, inaspettatamente, ha fatto il suo ingresso Alexandre e ha cominciato a frignare: «gne, gne, Fox non mi da retta, gne, gne, sei cattivo, gne, gne», qualcosa del genere; poi ha voluto affrontarmi e il resto è storia. Cosa ci ha guadagnato? Beh, innanzitutto ha ottenuto quel che non avrebbe mai potuto guadagnare in tutta la sua carriera, una vittoria (per squalifica) contro il superuomo tedesco; ho, infatti, voluto fargli questo regalo prima di spedirlo all'ospedale dove, mi auguro per lui, ci rimanga il più a lungo possibile...Cosa ci ho guadagnato io? Mah, diciamo che mi è servito per fare dello stretching che male non fa, e poi...

Fred ora è serio e si rivolge direttamente verso il pubblico di Phoenix.

FF: E poi...ho mostrato al mondo intero quanto crudele e spietato sia "The King of Wrestling", massacrando, umiliando, quasi ammazzando quel che poteva essere considerato il mio secondo migliore amico; perché, gente, adesso, ora, dopo aver visto cosa sono in grado di fare ai miei "amici", potete ben immaginare quali atrocità rischiano di subire i miei nemici...Black, Moon, Edwards, Miller, Manson, quanto successo a War of Change è stato un messaggio rivolto al mondo intero, ma soprattutto a voi...siete avvisati!

Il TWC Universe è in disaccordo, mentre Fred si fa meno crucciato.

FF: Per quanto riguarda Alexandre, non penso che lo rivedremo più, né qui, sicuramente, né in nessun'altra federazione di wrestling, nemmeno in quelle pseudo compagnie che ci sono in Grecia; più volte Fox gli aveva offerto un lavoro dietro le quinte, ma lui, nonostante i ripetuti insuccessi, le continue umiliazioni, ha voluto continuare per la sua strada, testardo, e dunque possiamo dire che se l'è andata a cercare.

SGF: E su questo concordo pienamente, già dopo la disfatta che subì dal Mastino qui presente, gli feci notare, mentre passeggiavo sui suoi resti, come ormai non avesse alcuna importanza il ruolo storico dei suoi antenati. Il valore e l’eroismo non sono trasmissibili geneticamente. Eroi si nasce, proprio come noi della Bruderschaft Der Krahe. Quell’uomo si è comportato come un emerito Dummkopfe, gettando via ogni chance soltanto per demeriti suoi. Alexandre screwed Alexandre. That’s all...

A questo punto Jaeger rivolge un’altra domanda a Fred.

SGF: Ok, il nostro tempo sta finendo, perciò è arrivato il momento di levarsi un bel sassolino dalla scarpa. Argomento scottante, amico mio. Forse questa cosa non ti piacerà, ma dato che sono un eroe, devo essere estremamente sincero e leale. Come ben sai, questa sera il presidente Olon ha annunciato l’istituzione di un grande torneo, mettendo in palio finalmente il TWC World Heavyweight Championship. Noi tutti saremo coinvolti nella contesa. Ecco la domanda a bruciapelo: sei così sicuro che sarai te a vincere il torneo? No, perché posto che tutti sanno che la cintura cadrà preda di un wrestler proveniente dalla Germania, forse ti sei dimenticato un piccolo particolare, ovvero che non sei l’unico tedesco coinvolto...

Fred sorride, mentre Sigfried aspetta in silenzio la risposta.

FF: Jaeger, Jaeger, tralasciando che tutti sanno bene cosa accadrà, analizziamo bene la situazione, analizziamo quanto successo due settimane fa, per esempio; quel che ho fatto l'ho già detto, veniamo ora a te, amico; a War of Change te la sei dovuto vedere con Travis Miller, sì, quello lì che sembra uscito da un ricovero per senzatetto, esatto; quello che da tutti è riconosciuto come il punto debole di questo gruppo di "ribelli" o "anarchici", chiamateli come volete, che stanno cercando invano di metterci i bastoni tra le ruote; batterlo, dunque, era un compito semplicissimo, alla portata di tutti, anche alla tua, caro Sigfried...ma...hai fallito!

Jaeger Sigfried guarda ora Fred un po' stizzito. Tra i due inizia a formarsi un po’ di tensione.

FF: Va bé, sarà per la prossima volta, magari, un giorno, potrai ottenere una rivincita e, magari, lo batterai, finalmente, comunque, mi stai dicendo che tu potresti in qualche modo disturbarmi nella mia corsa verso la vetta di questa compagnia?

Franke fa un augurio ironico al Corvo.

FF:...Viel Glück, Freund!

SGF: Mah, Friedrich. Non ti consiglio di trattare in modo così superficiale Travis Miller. E’ un poveraccio, uno che evidentemente non ha una vita normale, ovvio, tuttavia se è riuscito a fare quello che ha fatto, significa che tanto scarso non è. No, rispetto agli altri “fenomeni” che danno addosso a noi, almeno è uno che ha mostrato un pò di sostanza. Ciò non toglie che se dovesse incrociare nuovamente la mia strada, stavolta finisce male, molto male per lui. Perchè gli eroi non falliscono mai una seconda volta. Piuttosto muoiono... E comunque, invece di prendere in giro il Best from the West, che a differenza tua non affronta dei pipponi da una finisher e via, fossi in te stasera mi assicurerei di battere Tyler Nolan, altrimenti potresti subito dire Auf Wiedersehen al torneo e al titolo mondiale...

FF: Tranquillo, lo farò, non voglio mica lasciarti solo al torneo.

SGF: Vedremo. Credo che non ci sia più molto da dirci, Friedrich. Sappi però che il titolo mondiale da adesso diventa l’obiettivo primario della Bruderschaft Der Krahe Inc. Questo è uno dei motivi per cui abbiamo deciso di allearci con Mr. Fox Olon, se non il più importante. Francamente non mi importa affatto che tu ti atteggi a leader della Fox’s Army, perchè come lo so io, come lo sanno loro...

Il Corvo indica il pubblico, poi Fred.

SGF: Anche tu sai bene che gli eroi non sono portati per i ruoli secondari, tantomeno accettano di fare da spalla affinché altri prendano il posto al sole e la gloria che spetta a loro. Noi due siamo alla pari nella Fox's Army. Spero che questo ti sia chiaro, altrimenti il nostro accordo potrebbe svoltare pericolosamente, prendendo strade nuove e poco sicure per tutta la TWC.

Il Best from the West guarda gelidamente Fred Franke. Poi però si rilassa.

SGF: Perciò, Friedrich, l’unico augurio che ti posso fare, oltre a evitare di incrociarmi fino alla finale, è che se scontro fratricida dovesse proprio essere, che vinca il migliore, sia esso un eroe, sia esso un superuomo...

FF: Che vinca il migliore di noi due, il migliore della Fox's Army, il migliore della TWC! Cioè io...

Dopo queste parole, il German Superman molla in terra il microfono. I due wrestler si alzano in piedi contemporaneamente e si fronteggiano fissandosi nuovamente negli occhi. Vediamo Brunild Wagner e Gunther Schmidt alzarsi dal divano e dire loro qualcosa in tedesco, forse per calmare gli animi. Alla fine Fred Franke fa un sorriso sarcastico, si gira e se ne va via, passando oltre la seconda corda e saltando giù dal ring.

Immagine


Mentre il German Superman si allontana con un sorrisetto stampato sul volto, le immagini si spostano sul quadrato, dove un Corvo piuttosto accigliato discute con i suoi compagni della Bruderschaft Der Krahe Inc. nella propria lingua natìa, rivolgendo diverse occhiatacce in direzione di Franke.



E con Fred Franke che arriva sullo stage sulle note della propria theme, termina qui la terza ricchissima edizione di Sigfried Jaeger's Achtung. Ma, amici telespettatori, non cambiate assolutamente canale, perchè il meglio deve ancora avvenire. Tra le molte sorprese che abbiamo ancora in serbo per voi, ricordiamo l'attesissimo match tra Brunild Wagner e la campionessa Lucy Fisher, che vedrà messo in palio l'ambito WFSS Women World Championship. E come dimenticare il Main Event di stasera, nel quale Fred Franke e Tyler Nolan si giocheranno all'interno di una gabbia d'acciaio la chance di partecipare al fondamentale torneo per il TWC World Heavyweight Championship... Pubblicità! Don't. Change. The Channel.





Up Next: Vediamo Kevin Manson dirigersi verso lo stage.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 19/06/2015, 19:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17038
Ladies & Gentlemen, bentornati ad Indoor War! E' giunto il momento dello showdown per determinare chi abbia il diritto di utilizzare il soprannome "The Animal" in questa federazione: Kevin Manson vs The Ultraman!

Immagine Immagine Immagine




Immagine


Il primo a fare il suo ingresso è lui, The Ultraman! Il corpulento wrestler si fa strada lungo la rampa con il suo tipico passo molleggiato, accompagnato da movimenti verticali con le mani mentre intona la sua leggendaria catchphrase: "ONE MORE CHANCE! ONE MORE CHANCE! ONE MORE CHANCE!". Il pubblico lo fischia, i risultati non proprio esaltanti di Ultraman lo portano ad essere considerato un usurpatore del desiderato ed animalesco soprannome che oggi si contenderà con Kevin Manson. E i cori che si alzano sono proprio per il Painmaker, che attende a fare il suo ingresso, il silenzio è rotto dal mormorio dei tifosi e da The Ultraman che prova ancora una volta a trascinarli dalla sua parte: "ONE MORE CHANCE! ONE MORE CHANCE! ONE MORE CH.."



Immagine


Ed eccolo, Kevin Manson! Vincitore contro Street Dog Raymond in un match decisamente duro occorso due settimane fa a War Of Change, il Painmaker tiene il braccio sinistro attaccato al corpo, ancora addolorato per la lunga Kimura Lock a cui è resistito durante quella stessa battaglia. L'altro braccio però si muove continuamente, un po' per gasare i fans e un po' perchè... Perchè sì, insomma. Mette finalmente piede nel quadrato, osserva il rivale che è decisamente concentrato, gli ride in faccia ed esce dal ring. Il perchè di questa scelta al momento ci è sconosciuto, Kev passa in rassegna il pubblico delle prime file e prende una lattina di birra da uno spettatore, dopodichè la alza in alto, sotto gli occhi vigili di Ultraman... L'energumeno sembra aver capito le intenzioni del rivale, cerca di fiondarsi fuori dal ring ma è troppo tardi: Manson ruota il polso e fa cadere la lattina a terra, mandando su tutte le furie il difensore della natura!

KM: The Animal? Io direi piuttosto l'ecologista cagac*zzo...

UM: UUUUUUH-AAAAAAH!

The Ultraman esce dal ring e si getta addosso a Kevin Manson! I due si scambiano dei pugni disordinati, mentre suona la campana!

"The Animal" Nickname on the line: The Ultraman vs Kevin Manson


Lo scambio tra i due è furibondo, nonostante il braccio in meno sembra essere Manson ad avere la meglio ma subisce uno spintone e batte con la schiena contro le transenne! La schiena, un altro punto fortemente sollecitato da Raymond due settimane fa! The Ultraman osserva il rivale a terra, sembra quasi sorpreso di essere riuscito ad ottenere un vantaggio, dopodichè ricomincia con l'intramontabile tormentone!

UM: ONE MORE CHANCE! ONE MORE CHANCE! ONE MORE CHANCE! ONE MORE CHANCE! ONE MO..

Kevin si è rialzato di scatto, squadra con sdegno l'avversario e gli tappa la bocca con un Superkick! Superkick del Painmaker che ora ributta il rivale al centro del ring, poco prima che l'arbitro andasse troppo in là con il conteggio arbitrale. Manson si tocca la schiena, poi si tiene il braccio, dopodichè vede che il rivale è ancora sdraiato a terra e connette con una Running Senton! Tutto il peso di Kevin impatta sulle costole di Ultraman a cui sembra mancare il respiro, ma al contempo questa nuova manovra ha accentuato i già presenti dolori alla schiena del membro del Team TWC! Scelta poco furba dunque quella di un istintivo Manson, che si rimette in piedi, dopodichè attende il nemico che si sta rialzando con l'appoggio delle corde... Secondo Superkick, bloccato dal Difensore della Natura, che poi tenta un caricamento per una Running Powerslam... Kevin gli sguscia alle spalle, poi il caricamento lo fa lui nonostante il braccio malandato, Michinoku Driver!

Immagine


Schienamento! 1, 2, nulla da fare, è solo un 2. I problemi alla schiena e al braccio sinistro di Kevin però sembrano delibitarlo parecchio, dando qualche maggior spiraglio ad Ultraman per rendersi pericoloso.. Purtroppo per lui al momento è ancora a terra e sta subendo una serie di Stomp di Manson che attacca senza una logica precisa, per il puro gusto di far danni. Ora si ferma, attende nuovamente che l'avversario si metta in piedi... Calcio all'addome, vuole chiudere immediatamente, Package Piledriver! No, The Ultraman non si fa impacchettare ma spinge il rivale contro alle corde, subisce un Big Boot ma rimane in piedi e risponde con un Big Boot a sua volta! Per la seconda volta nello scontro, il Difensore della Natura ottiene un break e ragiona sul da farsi, solleva il rivale che prova ad opporsi senza risultato e connette con una Powerslam! Pinfall: 1, solo 1! Kevin alza la spalla del braccio destro, quello sano, ma viene immediatamente messo in difficoltà da Ultraman che gli sale sopra e lo colpisce con qualche pugno, dopodichè lo rialza nuovamente, riprova la Powerslam.. Ma c'è lo Small Package di Manson! 1, 2, solo 2! I due si rialzano più velocemente che possono, Lariat di Ultraman ma il Painmaker non cade! Risposta, ma nemmeno Ultraman crolla al suolo! Calcio del Difensore della Natura al braccio indebolito del rivale, che si contorce per il dolore girando su sè stesso...

Immagine


E mette a segno il Discus Lariat! Manson coglie di sorpresa l'avversario mandandolo al tappeto, dopodichè si regge per qualche secondo il braccio sinistro, osserva il rivale al suolo... 360 Legdrop! No, Ultraman evita scansandosi appena in tempo! Contraccolpo sulla schiena del Painmaker che continua a lamentare forti dolori, viene sollevato, per una Release Powerbomb! A segno! Pinfall: 1, 2, solo 2. Il Difensore della Natura è contrariato, si guarda intorno cercando qualche supporter nei fans ma trova principalmente fischi e diti medi, dunque decide di chiamare a gran voce i suoi Ultramaniacs...

UM: ONE MORE CHANCE! ONE MORE CHANCE! ONE..

Kevin Manson è strisciato verso di lui e lo ha morso al ginocchio! Urlo di Ultraman, non battagliero come al solito ma di dolore, nel mentre il Painmaker si rialza, ignora l'arbitro che lo redarguisce e tenta il Package Piledriver! Ma no, il dolore alla schiena e soprattutto al braccio sinistro gli impediscono il caricamento! Back Body Drop di Ultraman... No, Kevin la trasforma, in un Sunset Flip! 1, 2, solo 2! Si rialza nuovamente Ultraman, furioso, carica verso l'avversario... Ma viene intercettato da un nuovo Superkick! Ed un altro ancora! Manson guarda con disprezzo l'avversario che barcolla, dopodichè lo stende con un terzo Superkick! E a seguire, 360 Legdrop!

Immagine


Che combo! Schienamento: 1, 2, nulla da fare! Ultraman alza la spalla, ricevendo sguardi rabbiosi da Manson che non è fisicamente in grado di mettere a segno le proprie manovre migliori... Il Difensore della Natura è in ginocchio, il Painmaker lo osserva e ride, dopodichè connette ancora una volta con un Superkick! Quinto Superkick subito da Ultraman, che crolla, mentre Kevin lo scimmiotta ridendo di gusto...

KM: ONE MORE KICK! ONE MORE KICK! ONE MORE KICK! ONE MORE...

Kevin osserva il rivale che si rialza con l'aiuto delle corde, ora sono faccia a faccia, Ultraman fatica a reggersi in piedi e gli fa cenno di farsi sotto...

KM: Pfui!

Manson spinge il rivale contro alle corde, dopodichè connette con un nuovo calcio..

Immagine


IL SUNDOWN! Il Bycicle Kick preferito dal rivale di Kevin Manson, Street Dog Raymond! Il Painmaker mette un piede sullo sterno del rivale caduto, mandando un bacio alla telecamera: 1, 2, 3. E' finita. Kevin Manson assume di diritto il soprannome di The Animal mentre Ultraman dovrà trovarne uno nuovo!

Spoiler:
JR: The winner of this match... "The Animal", Keviiiiin Maaaaansooooon!!


Ora sì, ora sì che Kevin Manson può fregiarsi del soprannome di The Animal, senza più nessuno a contenderglielo! Impegno più difficile del previsto quello odierno, complici il braccio sinistro e la schiena fatti a pezzi da Raymond nel Manhattan Odissey... ma...

Spoiler:
Mentre Rock'n Roll Chainsaw risuona nell'arena e Manson festeggia allegramente il nuovo successo, dal pubblico si leva un boato. Il vero "The Animal" non fa in tempo a girarsi che nota la sagoma del suo rivale, proprio Raymond! Il Portsmouth Boxer lo atterra con un lariat! È da solo stavolta, senza il suo fidato manager, ma vuole ugualmente far del male a Manson, lo vuole probabilmente ri-infortunare! Raymond, ricoperto ancora dai fischi del pubblico, chiama a gran voce Manson, gli comanda di rialzarsi... quest'ultimo lo fa, ma si becca il Sundown originale!

Immagine


Manson cade a terra come un sacco di patate, con il pubblico a rumoreggiare per il gesto vigliacco dell'atleta britannico, che si fa passare un microfono.

SDR: "It's not over yet!"

Poi colpisce ancora con un calcio Manson, steso a terra, e mantiene un piede sopra il suo volto.

SDR: "Avrai vinto una battaglia... ma non hai ancora vinto la guerra. Pensavi davvero ne avessi abbastanza di te? Che ti lasciassi festeggiare in santa pace quest'inutile vittoria? Davvero non ti aspettavi questo scenario? Insomma... se non sbaglio è la terza volta che il mio piede finisce sulla tua testa... ma devo ammettere che la prima volta è stata la migliore."

Infine, Raymond toglie il piede dalla testa di Kevin.

SDR: "Sono arrivato in questa federazione con la voglia di abbattere ad uno ad uno ogni ostacolo mi si parasse davanti. Sì, ho fallito. Ho fallito miseramente nel primo tentativo, ma... guarda un po', sono ancora qui, con qualche graffio in più, ma sono ancora qui. Il mio concetto di vittoria è ben diverso dal tuo. Io, se ho intenzione di vincere, non lascio al mio avversario neanche la forza di risollevarsi... lo anniento. La mia vittoria sta proprio nell'annientare. Tu, Manson, non mi hai affatto annientato, e forse è stato l'errore più grande che hai commesso!"

Lo Street Dog esce dal quadrato, tra i fischi del pubblico, e raggiunge lo stage.

SDR: "Costi quel che costi, avrò quel rematch e il finale... il finale sarà completamente diverso. Never wake up a street dog!"

La sfida è nuovamente lanciata! Con le immagini che pian piano sfumano, si va in pubblicità.


Up Next: Vediamo Nick Carroll dirigersi verso lo stage.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 19/06/2015, 19:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17038


La theme song di Nick Carroll risuona nell'arena di Phoenix, seguita a breve dalla comparsa sullo stage del lottatore di Boston, che si presenta in abiti civili.

Immagine


l pubblico accoglie Carroll con un'ovazione ed egli ricambia allargando le braccia come a voler abbracciare tutti gli spettatori. Nick si avvia verso il ring dando il cinque ad alcuni fan ed entrato sul quadrato sale su un angolo a prendersi gli applausi.

Immagine


Egli scende dal tenditore e va a prendersi un microfono, per poi iniziare a parlare.

NC: Scusate se mi sono leggermente dilungato nel festeggiare, ma come avete visto due settimane fa non ero proprio in forma ed ho perso l'opportunità di farlo sul momento. Però la smetto immediatamente, sia mai che non riceva troppe attenzioni da voi ed un piromane famoso per le matriosche di maschere si innervosisca.

Risatina dell'ingegnere.

NC: Ma ora torniamo seri. Come preannunciato, sono qui per parlare del mio incontro con Cross e delle sue conseguenze. Innanzitutto, vorrei fare i complimenti al mio avversario. Anche se nel corso dei mesi ho dubitato delle sue reali capacità, devo ammettere che questo match ha confermato la mia idea iniziale sul nostro motociclista. È un osso duro e sa il fatto suo su come lottare, che sia su questo ring, in un parcheggio o in qualsiasi altro posto.

Carroll assume l'espressione estatica e sorridente tipica dei discorsi in cui parla dei propri match.

NC: Due settimane fa abbiamo combattuto una vera e propria battaglia in quel parcheggio di Chicago. Avevo promesso che avrei dato tutto me stesso pur di riuscire a vincere e così è stato. Sentivo che se non lo avessi fatto non sarei riuscito a battere Cross, avevo capito che in caso contrario sarebbe stato lui ad uscire vincitore.

Il bostoniano sospira, rilassato.

NC: Nelle varie risse che ho avuto con lui ho commesso degli errori. Nei giorni precedenti a War of Change ho visionato i filmati dei vecchi Indoor War, studiando una strategia per evitare le sue mosse più letali. So bene che subire una di esse non dà molte possibilità di ripresa.

Un sorriso si allarga sul viso di Nick.

NC: Fortunatamente, ha funzionato. Ho sempre cercato di rispondere ai suoi colpi, cercando di non fargli prendere il sopravvento ed ho trovato le contromosse giuste ai suoi attacchi più pericolosi.

L'ingegnere scoppia improvvisamente a ridere.

NC: Come al solito mi sto facendo prendere la mano e vi sto riempiendo la testa di chiacchiere sui dettagli tecnici. A volte la mia passione mi porta ad essere prolisso e logorroico. Ma ora la smetto.

Nick muove la mano come se stesse voltando pagina.

NC: Arrivo subito al punto, a ciò che mi preme dire riguardo a questo incontro. Gli annali riporteranno per sempre che Nick Carroll ha battuto Vincent Cross, ma io non posso fare a meno di considerare anche Cross come vincitore.

Il bostoniano si fa serio.

NC: Infatti, durante il nostro match e soprattutto dopo, egli ha vinto. Ed ha vinto qualcosa non molto facile da ottenere: il mio rispetto. Certo, sarà anche un burbero figlio di puttana, ma quell'uomo si è dimostrato un degno avversario ed anche una persona veramente sportiva. Avrebbe potuto attaccarmi e vendicarsi della sconfitta, ma ha deciso di aiutare i miei soccoritori.

Carroll guarda dritto in telecamera.

NC: Ti ringrazio per questo, Cross. Sei un tipo di poche parole e pensavo che non lo avresti ammesso, ma sono felice di aver conquistato la tua stima e sono orgoglioso che tu non mi reputi più un ragazzino immeritevole delle tue attenzioni. Ho vinto questa battaglia, ma se in futuro volessi provare a pareggiare il conto sai dove trovarmi. Di certo non mi tirerei indietro.

Nick riprende fiato.

NC: Tuttavia, la vita va avanti e la mia carriera continua. Al mio esordio avevo detto che l'arrivo in TWC era il punto di partenza verso l'Olimpo del wrestling ed io ho semplicemente salito il primo gradino. Sono pronto ad affrontare la prossima sfida che mi si presenterà.

Il biondino si gira verso il backstage, facendo segno di uscire.

NC: Ed a proposito, se qualcuno ha qualcosa contro di me lo invito a farsi avanti.

Passa qualche secondo, ma nessuno si fa vedere.

NC: Bene, alla fine sembra che io sia un tipo simpatico... Anche se il nostro amato Chairman non sembrava di questo avviso l'ultima volta che ci ho parlato, vero?

Nick ammicca al pubblico.

NC: Nonostante Fox Olon non sia nei primi 7 miliardi nella classifica delle mie persone preferite, devo ammettere che il suo annuncio mi ha profondamente esaltato.

Carroll ha nuovamente la sua espressione sognante.

NC: Chi non vorrebbe avere l'opportunità di diventare World Champion. Io non so se sono già a quel livello o se dovrò lavorare ancora per anni prima di realizzare questo mio sogno. Fatto sta che questo torneo sarà un'ottima occasione per vedere quanto sono lontano dal mio obiettivo e per testare i miei limiti. Perciò voglio avvisare tutti i miei avversari: posso sembrare solo un piccoletto, ma sono duro a morire e chiunque mi conosca bene sa quanto è difficile prevalere su di me quando cerco di realizzare un sogno. Quindi ragazzi, usate il cervello e non sottovalutatemi. Potreste pentirvene.

L'ingegnere posa il microfono a terra ed esce dal ring salutando il pubblico, che lo ricambia con un caloroso applauso.


Still To Come: Fred Franke vs Tyler Nolan


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 19/06/2015, 20:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17038
Di ritorno dal breve messaggio pubblicitario, le immagini riprendono il General Manager di Indoor War Fox Olon mentre sta guardando Nick Carroll uscire di scena.

Immagine


Il New York Guy arriccia l’angolo sinistro delle labbra e alza le sopracciglia, in un’espressione che è tutta un programma.

FO: Fuck this shit…

Si gira di scatto per andarsene, ma alle sue spalle appare una figura che lo fa sobbalzare!

Immagine


È Big Black Boom! Il perfidy in a mask con la sua classica smorfia affronta faccia a faccia Mister Fox Olon, il quale fatica a riprendere fiato dopo lo spavento preso.

BBB: È proprio vero signor Olon, danno troppa importanza a chi non se lo merita. Questi fenomeni a parole non mi sono mai piaciuti. Comunque mi cercava.

Fox chiude le palpebre e si lascia andare in un lungo respiro.

FO: Certo, certo che ti cercavo! Non sei tanto facile da trovare, eh?

Il GM sorride ma BBB non ha la minima intenzione di ricambiare, rimanendo con lo sguardo fisso sul suo interlocutore, che va un po’ in difficoltà.

FO: Bene comunque, ti sei fatto vivo. Volevo parlare con te, farti i complimenti per il tuo match a War of Change! Non so chi aveva messo sotto contratto quel Mike Harris… O Mike Hill, chissà cosa avrà visto in lui. Ma visto la fine che ha fatto, sono ancora più convinto che ci sia stato bisogno di questo cambio di rotta. Nella TWC di Fox Olon non avrebbe mai fatto strada uno come Hill. Nell’era di Fox Olon quelli che hanno un futuro assicurato sono quelli come te Triple B: non voglio macchiette o paladini della giustizia.

Olon indica col pollice lo schermo tv alle sue spalle mentre sorride alla volta del wrestler mascherato.

BBB: Grazie Fox, lo apprezzo molto. In effetti per me la serata di War of Change è stata molto… Divertente ecco. Mi sono divertito non poco a fare quello che volevo di quell’energumeno da quattro soldi, e penso che sia stato un buon esempio di ciò che farò a chi pensa di incrociare la mia strada. Mi sembra che molti qui fino a due venerdì fa non mi prendessero molto sul serio: chi insinuava qualcosa sui miei gusti sessuali, chi si sentiva in dovere di dire la sua su quante maschere io decidessi di indossare. Ma dopo quel match, ho visto sguardi molto diversi quando mi avvicinavo a loro. C’è chi era schifato, chi sbigottito. Sono sicuro che ora ci penseranno più e più volte prima di parlare di me come di un fenomeno da circo.

Fox Olon annuisce verso Big Black Boom mentre quest’ultimo continua a parlare.

BBB: Quando sono arrivato qui in TWC, nessuno sapeva chi fossi né come lottavo. Erano pochi quelli che si sarebbero aspettati che io fossi ancora imbattuto dal mio esordio, erano pochi a credere che sarei uscito vincitore così nettamente dal mio primo incontro importante. Tutti pensavo che fossi solo uno di quei fenomeni passeggeri, di quelli che dopo un po’ di tempo non si sente più il bisogno di vederli. Pensavano che il guardarmi con sufficienza o il fare di me la barzelletta del giorno mi avrebbe scalfito: tutti loro in realtà erano impauriti. Avevano il timore che io prendessi piede, che io iniziassi a vincere. Tutti sanno che non è finita qui, ma se prima reagivano facendo finta che non gli importasse, adesso abbassano lo sguardo. Questo è l’atteggiamento che mi piace. Sono solo tanti codardi, messi di fronte ad un pericolo come me scapperebbero a gambe levate.

Big Black Boom abbozza un sorriso beffardo.

BBB: Ma non lotto per loro. Non lotto per intimidirli né per dimostrare che si sbagliavano. Io lotto per vincere, lotto per me. E ovviamente, lotto per chi lotta per me, come te e gli altri della Army. Anche se sono rimasto un poco deluso dai risultati degli altri, ma so che se li hai scelti per lottare per la tua causa, avrai avuto i tuoi ottimi motivi. E così quelli di War of Change diventeranno situazioni occasionali.

FO: Certo, certo che lo saranno. Non scelgo persone a caso, io. Io voglio gente con le palle. Gente che sia unita per la mia causa, gente che non deve avere paura di terminare la carriera del proprio avversario pur di vincere. Gente come te Big Black Boom. Per la mia Army War of Change non è stato il miglior momento, devo ammetterlo, ma so che il futuro è radioso per noi e dopo aver visto come hai incenerito Hill, ho trovato la conferma. Ripartiremo da lì, dalla tua vittoria, e da quelle che verranno, per costruire insieme la TWC, per renderla la federazione migliore del panorama mondiale. Che dici, sono troppo ottimista?

Fox prova di nuovo a convincere con un sorriso Big Black Boom, ma riceve sono piccoli movimenti della testa ad annuire da parte del mascherato.

FO: Ovviamente, Boom, non è solo per i complimenti che ti ho chiamato. Questa è la prima puntata di Indoor War fuori dalla mia splendida New York, per la prima volta siamo usciti dal Manhattan Center col nostro show. Qui a Phoenix c’è tanto da vedere, oggi hai la giornata libera da impegni caro Triple B, come premio per aver vinto in quel modo il tuo match contro Mike Hill due venerdì fa nello Special Event. Meriti riposo, meriti una giornata di svago. Però mi sembra troppo poco perciò ho un’altra bella notizia per te.

BBB guarda incuriosito il GM.

FO: Tu hai detto che lotti per te, ed è un concetto totalmente apprezzabile, ma hai anche detto che lo fai per chi combatte al tuo fianco. Io sono tra quelli che lottano per te. Ed è per questo che anche tu sarai parte del tabellone per il torneo che decreterà il primo, storico Total Wrestling Corporation World Heavyweight Champion.

Questa volta è Triple B a sorridere per primo nei confronti del New York Guy che un po’ sorpreso ricambia il gesto.

FO: Io so che puoi farcela, Boom. So che tu, come il resto della Army arrivereete fino in fondo. Non posso predire chi sarà il campione, ma so che sarà un successo. E so che se anche non dovessi vincere tu, sicuram…

BBB: Se non dovessi vincere io?

Il wrestler mascherato scuote la testa sorridendo.

BBB: Lei pensi a fare in modo che non succeda.

Fox prova a rispondere, ma BBB si gira ed esce dalla porta.

FO: Sicuro di sé, il ragazzo…

Su queste immagini ci lasciamo, la linea torna alla pubblicità!


Up Next: Vediamo Andy Moon dirigersi verso lo stage.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 19/06/2015, 20:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17038
Bentornati ad Indoor War! Sentiamo ad una theme ben conosciuta.



Immagine


Andy Moon arriva sullo stage vestito con una maglietta sbracciata verde acido e dei jeans corti. Possiamo notare una fasciatura sulla caviglia di Andy, caviglia che gli è costata il match a War Of Change due settimane fa, match che ricordiamo è finito in double count-out. Il ragazzo cammina sorridente verso il ring. Una volta sul quadrato si fa passare un microfono.

AM : Sapete in queste due settimane c'è stato un gran parlare, un gran casino su..."cosa farà Andy Moon ora". Cosa farò adesso. È effettivamente una domanda legittima.

Moon sospira e sorride.

AM : A War Of Change non ho portato a casa il risultato, ero a pochi centimetri dal ring e dalla vittoria ma non ce l'ho fatta. Ed anche se fossi rientrato prima del conto di dieci, una vittoria per count out...non è una vittoria.

Il Real Hero abbassa il capo.

AM : Sono un ragazzo onesto. Non ci sono cazzate come "vincitore morale", NON HO VINTO. E tanto basta. Cosa distingue un pareggio e una sconfitta? Niente: in nessuna delle due hai vinto. E non vincere significa perdere, punto.

Il ragazzo ora annuisce convinto.

AM : Quindi, purtroppo sia per me che per Simon B, non ritengo la questione conclusa. Affatto. Non crediate che mi diverta più di tanto a giocare con Bosiko...anzi, in realtà credetelo, è fottutamente divertente vederlo incazzarsi, ma in ogni caso: i lavori. Vanno. Finiti.

Sospiro. Il pubblico applaude e apprezza le parole del giovane che sorride.

AM : Quindi, B, mi dispiace, ma andremo avanti finchè uno di noi due non sarà con la schiena a terra per tre secondi, oppure batterà la mano al tappeto. Forse non finirà mai, forse siamo destinati a lottare per sempre, ma non importa. Non si venga a dire che Andy Moon ha mollato una guerra. Mai. Perciò vieni fuori, Bosiko, perchè ho avuto un'idea interessante. Anche per te.

Moon si volta verso lo stage e attende l'arrivo del rivale...



.. che non si fa attendere! Eccolo, sotto le note della Cavalcata delle Valchirie, il Who You Want to B! Il presentatore ed inventore del M.E.H. fa capolino sullo stage come al solito molto elegante, con la mitica camicia costosissima che sponsorizza anche il web show dello stesso Andy Moon. Mentre si aggiusta la giacca lo Youngblood si avvia verso il ring non facendosi mancare vari saluti e soprattutto selfie con fan accaniti delle prime file, ovviamente la maggior parte donne. Una volta arrivato sul ring Simon B squadra l'acerrimo nemico e poi porta il microfono alla bocca.

SB: Meh..

Primo meh della serata!!

SB: Ero già pronto per venire qui sul quadrato a dirti che per me la nostra rivalità e finita, e soprattutto vinta dal sottoscritto. Non ne posso più di te, e due Venerdì fa hai deluso tutti i tuoi tifosi non vincendo! Buuh! Moon merda! Non sono uscito dal backstage per sentire la tua proposta, ma per dirti che tra noi è ufficialmente finita.

Moon si limita a ridere e a scuotere la testa.

AM : In realtà, DumB, no, non è finita per niente. E non lo decido mica io...ma una cosetta chiama TWC World Heavyweight Championship.

Boato del pubblico, Bosiko adesso sembra decisamente più interessato.

AM : Vedi siamo entrambi in questo torneo. E stai sicuro che farò in modo di vincere ogni mio incontro. E mi aspetto lo stesso da te. Sai cosa significa? Che prima o poi dovremo incontrarci ancora, che tu lo voglia o meno. E sono abbastanza sicuro che quando ci sarà quella cintura in palio tu lo vorrai eccome, dico bene?

Andy si passa una mano sui capelli.

AM : Ora, il sorteggio effettivo si terrà nella conferenza stampa di questa settimana. Quindi c'è la possibilità di finire entrambi nello stesso gruppo. Ma io voglio pensare che invece ci smisteranno in due gruppi differenti. E se fosse il caso tu vedi di vincere. Perchè l'11 Settembre 2015, a Los Angeles, Simon, si farà Moon vs Bosiko IV. E si farà con il titolo del mondo in palio. Ci stai?

Moon tende la mano, serio... Ma lo sguardo di Simon è molto più che schifato.

SB: Credi davvero che ciò possa accadere davvero, Andy? Ora non voglio tirartela, nè voglio tirarmela, però credo che tutto sia già scritto. Probabilmente uscirai fuori al primo turno contro il temibilissimo Christophorus Schmidt o contro l'uomo torcia, Big Black Boom. Mi dispiace infrangere i tuoi sogni, Mister Moon, ma credo che questo Simon B vs lo scappato di casa numero quattro non si possa fare.

Simoncino scuote la testa irridendo il rivale.

SB: Al prossimo Special Event solamente uno di noi due riuscirà ad essere nel Main Event, e solo uno di noi sarà ad un passo dal conquistare il tanto ambito TWC World Heavyweight Championship. Non sarà uno coi capelli a caschetto, che si trucca come Joker solamente perchè crede di mettere un minimo di paura all'avversario. Uno bravo solamente a parole ma poco a fatti. Ad arrivare fino in fondo sarà semplicemente ciò che tutti, TU compreso, vorreste essere!

Moon fischia contento e ritrae la mano.

AM : Lo prendo per un sì. Dopotutto, ogni volta che dici di non volermi affrontare magicamente questo succede. Sai cosa è assurdo? Che sei sempre così convinto di avere ragione. O forse non lo sei davvero e fingi. Ma, personalmente, non m'interessa. Non m'interessa che tu riconosca il mio talento perchè, onestamente, potrei anche ucciderti in questo momento e all'Inferno saresti comunque a lamentarti di quanto poco stile io abbia. Quindi tu vedi di vincere i tuoi incontri, io farò il resto. See ya at September!

SB: Già è tanto se a Settembre avrai ancora uno status decente per allacciarmi le scarpe. Vedi, Andy.. te l'ho già detto, e te lo ripeto. I bambini si comportano così, sei irrispettoso. Sono stato il volto della TWNA per quasi tre anni, ho vinto praticamente tutto tranne il titolo mondiale del quale sono stato letteralmente derubato per ben due volte ad un passo dall'ottenerlo. E ben presto sarò anche il volto di questa federazione, conquistando il titolo massimo TWC, sbattendolo in faccia in ogni intervista e in ogni segmento. Per me non sarà un problema arrivare a Settembre da favorito.. Sei tu che devi stare a tento a PERDERE per count-out, o per schienamento... Ma ricordati che una volta che hai perso, non puoi mica fare come hai fatto con me, stando due mesi a lamentarti dicendo "eh, ma quello mi ha schienato con un roll-up non vale". Ci vediamo a Settembre allora.. o meglio, mi vedrai a Settembre.. In televisione.

Risata di Andy

AM : Seh seh. Credici.

YOU SICK FU...nah, solo accennata. Andy ha alzato la gamba per spaventare Bosiko che infatti era subito indietreggiato, scivolando all'indietro. Moon ride e saluta con la mano Simon, per poi uscire dal ring. Arrivato sullo stage, Andy indica B, poi con le mani fa gesto di volere la cintura. Intanto noi andiamo in pubblicità.


Up Next: WWFS Women World Championship - Brunild Wagner vs Lucy Fisher


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 19/06/2015, 20:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17038
Welcome back to TWC Friday Night Indoor War! Dopo la finestra pubblicitaria è finalmente arrivato il momento di tornare in azione con la federazione di wrestling più cool del momento. E che azione direi!

Immagine


La grafica ci mostra infatti che siamo arrivati a uno dei match più attesi della serata, ma che dico, del mese se non dell’anno! Brunild Wagner, la Valkyria di TWC e UFC lancia il proprio assalto al WFSS Women World Championship detenuto da un’autentica leggenda del business, la pluridecorata Lucy Fisher! Ecco il triplice rintocco della campanella, la parola va alla nostra Jessica Rose!

Immagine


JR: Ladies and gentlemen. The following contest, scheduled for one fall, is for the WFSS Women World Championship!

E mentre l’attesa per le lottatrici si fa sempre più spasmodica, ricapitoliamo brevemente il dietro le quinte che ha portato a questo match inedito che vede per la prima volta un titolo ufficiale essere messo in palio nello show principale della giovane federazione di New York. Tutto è cominciato con l’arrivo di Lucy Fisher in TWC tra l’entourage del veterano Leon Black, legato a lei da una pluriennale amicizia. La presenza di un'altra talentuosa lottatrice, passata volutamente inosservata agli occhi della già presente Brunild Wagner, ha spinto la leonessa del wrestling a sfidare la tedesca a un match ufficiale con in palio il suo WFSS Women World Championship. La Valkyria, dopo averci riflettuto, ha accettato la sfida, fissandola a stasera in modo da evitare complicazioni e distrazioni legate ai match di TWC War of Change sostenuti da Sigfried jaeger contro Travis Miller e da Leon Black contro Michael Edwards. Chi vincerà tra le due espertissime lottatrici? E qualunque sia il risultato, prevarrà il fondato rispetto reciproco, oppure la contesa si trasformerà in una lotta all’ultimo sangue sull’onda dell'inesorabile rivalità a distanza tra Leon Black e Sigfried Jaeger che sta infiammando la federazione? Presto avremo la risposta a questi e a tutti gli altri intriganti interrogativi che ruotano attorno al primo match femminile della storia della TWC. Ma ora è tempo di entrate, e che la sfida abbia inizio!



Ed ecco diffondersi nell’aria la theme song dello Smiling Crow di Ravensburg! La prima a entrare sarà dunque Brunild Wagner!

Immagine


Mentre sull'imponente titantron campeggia il logo della BDK Inc., la Valkyria di TWC e UFC si presenta da sola sullo stage. Questa sì che è una buona notizia per gli amanti dei match puliti e privi di interferenze che tendono a rovinare lo spettacolo.

Immagine


Brunild indossa il consueto completo da MMA con tanto di cuffie abbassate al collo, maglietta, felpa e cappuccio stavolta abbassato, il tutto marchiato BDK Inc. Eccola scendere la rampa adocchiando il ring col suo sguardo gelido e allo stesso tempo feroce, mentre il pubblico dello US Airways Center rumoreggia tra fischi misti ad applausi. Una volta arrivata ai piedi del quadrato, lo Smiling Crow fa un breve sorriso, poi sale i gradoni d’acciaio ed entra nel ring. Qui Brunild rivolge la solita occhiataccia all’indirizzo di Jessica Rose, poi si toglie la felpa, le cuffie e la maglietta e inizia a scaldare braccia e gambe con pratici esercizi base in attesa della sua avversaria.



E finalmente parte la theme di Lucy Fisher! La leonessa del wrestling riceve una grossa salva di applausi non appena fa la sua comparsa sullo stage.

Immagine


Come vediamo, il WFSS Women World Championship campeggia fieramente appoggiato sulla spalla della lottatrice di Seattle. Dopo aver squadrato l’intera arena, Lucy scende la rampa con decisione e sale sul ring puntando lo sguardo su Brunild Wagner, che l’aspetta sorridendo. Ma ora è arrivato il momento delle presentazioni ufficiali, la parola torna a Jessica Rose!

JR: Introducing first, the challenger! Standing 5-feet-7-inch tall and weighting 135 pounds. From Ravensburg, Germany. Representing the Bruderschaft Der Krahe Incorporated, she is The Armbreaker... Bruniiiiild Wagneeeeer!!!!!

Immagine


La Valkyria, che vediamo appoggiata a un angolo del ring, non fa neanche una piega, lo sguardo improvvisamente diventato cupo, fisso su Lucy Fisher, che ricambia con la medesima concentrazione.

JR: And her opponent! Standing 6-feet-1-inch tall and weighting 137 pounds. From Seattle, Washington. She is the current and undisputed WFSS Women World Champion... Lucyyyyy Fiiiiisheeeeer!!!!!

Immagine


La leggendaria leonessa del panorama indie femminile alza il suo titolo con orgoglio verso il pubblico festante di Phoenix, dopo di che lo cede al referee Vincent Good, che lo mostra alle telecamere e al pubblico ribadendone la messa in palio in questo match.

Immagine


Ci siamo, l’arbitro va a cedere la cintura a un official della federazione, mentre Jessica Rose timidamente lascia il ring dirigendosi in zona di commento. Sul quadrato restano soltanto Lucy Fisher e Brunild Wagner, oltre ovviamente a Vincent Good. Ecco il referee fare dei cenni a entrambe le lottatrici, che annuiscono, dopo di che lo vediamo richiamare l’intervento del Timekeeper, che perentoriamente dà il via alle ostilità con un altro secco triplice rintocco della campanella. E questo attesissimo match finalmente può cominciare!


**WFSS Women World Championship Match**

Lucy Fisher (c) vs. Brunild Wagner


Le due lottatrici iniziano a girare in tondo, osservandosi. Quando si avvicinano Lucy tende la mano per una stretta, e Brunild ricambia la stretta per qualche istante. Poi le due si allontanano e riprendono a girare in tondo. Clinch. Brunild tenta subito una Armbar, ma Lucy la spinge via. Remember Me!

Immagine


Schienamento. 1…2… Brunild alza una spalla. La Fisher si rialza e permette alla sua avversaria di rialzarsi a sua volta, poi le tende la mano e c’è un’altra stretta rapida. Le due iniziano a girare in tondo di nuovo e partono con un altro Clinch. Vantaggio di Lucy, che blocca l’avversaria in una Side Headlock, ma la Valchiria spinge l’avversaria alle corde, e sul rimbalzo si butta a terra, costringendola a saltare. Secondo rimbalzo di Lucy, che si china per evitare Brunild che salta, e poi terzo rimbalzo. Armdrag di Brunild, no, Lucy la blocca, reversal ed Armdrag. La Leonessa si mette a posto i capelli aspettando che la sua avversaria si rialza, poi si avvicina. Clinch, vinto da Brunild, che la chiude in una Wirst Lock. Lucy si batte la mano destra sulla spalla, fa una capriola e si libera usando la gamba dalla presa. Le due si guardano qualche secondo, poi si stringono la mano di nuovo. Il pubblico inizia a farsi sentire, rumoreggiando per Lucy Fisher, mentre quest’ultima parte all’attacco con un tentativo di Lariat. Brunild si abbassa ed evita il colpo, per poi evitarne un secondo di rimbalzo, ma non riuscendo ad evitare una spallata. Lucy sta sfruttando tutta la sua maggiore altezza per mettersi in vantaggio. La ragazza blocca a terra l’avversaria con una presa alla testa, poi si alza leggermente e la colpisce con una ginocchiata al fianco. Brunild incassa il colpo e prova a rialzarsi, ma Lucy la colpisce con varie gomitate alla testa. L’amica di Black si concentra sulla zona del collo dell’avversaria, cercando probabilmente di aprire la strada alla sua manovra finale, la Mark of Light. Lucy annuisce tranquilla e solle va la sua avversaria, per poi bloccarla in una Neck Strech Hold. La tedesca subisce per qualche secondo, poi afferra il polso dell’avversaria, lo fa ruotare e si libera dalla presa. Le due sono di nuovo in piedi e Lucy tende la mano all’avversaria, che la guarda per qualche secondo, per poi stringerla. Le due sono di nuovo una di fronte all’altra e vanno per un Clinch. Roll Up della Fisher. 1…2… No. Brunild si libera all’ultimo secondo, scatta e afferra Lucy. Tentativo di DDT dello Smiling Crow, ma Lucy si libera e la colpisce con un Low Dropkick, che la spedisce in ginocchio, e poi con una DDT. Schienamento. 1…2… Brunild si libera di nuovo, ma la sua avversaria non le lascia tempo di respirare e connette con una serie di ginocchiate al fianco, per poi sollevarla e connettere un Neckbreaker. Lucy si guarda intorno, osserva la posizione di Brunild, va verso il paletto, sale sulla seconda corda… Second Rope Moonsault! La ragazza copre. 1…2… No Di nuovo Brunild esce al conto di due. Lucy non si scompone e si rialza, aspettando Brunild. La Valchiria si rialza a sua volta, ed osserva Lucy che le tende la mano. Gut Kick! E poi serie di pugni al volto da parte di Brunild, che poi conclude il tutto con un Valkyrie Kick!

Immagine


La ragazza tedesca inizia a riempire di pugni l’avversaria a terra. Poi, calpestandole i capelli, la solleva da terra, ridacchiando. Lucy urla dal dolore, e l’arbitro è costretto a contare per la squalifica. 1…2…3…4… Brunild lascia andare la sua avversaria, per poi lanciarla all’angolo. Serie di gomitate al visto per Brunild, che poi, utilizzando il piede e tenendosi alle corde, inizia a soffocare la sua avversaria. Di nuovo Vincent Good è costretto a iniziare il conteggio. 1…2…3…4… L’arbitro è costretto a spostare fisicamente la ragazza, che lo fulmina con una occhiataccia e riprende il lavoro da dove lo aveva interrotto. Di nuovo un conteggio per la squalifica. 1…2…3…4… La Valchiria lascia andare Lucy, si allontana di qualche passo e poi la stende con una gomitata in corsa. Ora la campionessa è seduta all’angolo e Brunild inizia a colpirla con dei pugni alla testa. Di nuovo conteggio per lei. 1…2…3…4… Brunild si interrompe, dice qualcosa all’arbitro e riprende a colpire Lucy. 1…2…3…4… La Valchiria si allontana, ridacchiando, poi prende la testa di Lucy, le appoggia il collo sulla corda più bassa, e le sale con entrambi i piedi sulla schiena. 1…2…3…4… Nuovamente Vincent Good deve spostare fisicamente Brunild, che lo irride spingendolo via e risale sulle spalle di Lucy. 1…2…3…4… La valchiria scende con un saltino dalla schiena della sua avversaria e fa un inchino al pubblico, che risponde con una bordata di fischi. La tedesca non sembra impensierita e scende dal ring, poi afferra i capelli di Lucy e li strattona, con Lucy che urla di nuovo per il dolore. La Valchiria le rifila uno schiaffo in faccia e poi riprende a soffocarla tirandola dal basso. 1…2…3…4… Brunild lascia la presa e dice qualcosa in tedesco all’arbitro, che risponde a tono, con gran sorpresa della ragazza. La lottatrice quindi sposta La sua avversaria verso il paletto e le fa sbattere ripetutamente la testa contro il metallo. Dopo circa cinque colpi Brunild risale sul ring e ridiscende subito, per poi riprendere a soffocare l’avversaria. 1…2…3…4… Brunild molla la presa per qualche secondo, poi riprende di nuovo. 1…2…3…4… Brunild risale sul ring e prova lo schienamento. 1…2… No! Kick out della Fisher, che rimane nel match. La Valchiria è piccata, quindi solleva la sua avversaria e connette con una delle sue mosse tipiche, la Freya’s Greeting.

Immagine


Brunild copre la sua avversaria. 1…2… No. Ancora una volta Lucy esce dallo schienamento. La tedesca quindi afferra la testa della avversaria e la sbatte ripetutamente al tappeto. Lo Smiling Crow ha una espressione corrucciata, e inizia a colpire con svariati pugni alla testa la sua avversaria. Poi, quando sembra soddisfatta, si rialza, riprendendo fiato. Il pubblico la fischia pesantemente, ma lei ignora completamente la cosa, si mette una mano sul petto ed urla.

BND: We the…

Roll Up della campionessa. 1…2… Brunild esce all’ultimo secondo, ed entrambe sono in piedi. Lucy corre contro alla sua avversaria, ma Brunild risponde con una ginocchiata allo stomaco, seguita da un serie di pugni al volto. Infine la sfidante osserva la sua avversaria a centro ring, stordita e la colpisce con un gancio di destro, poi un colpo di sinistro, poi un diretto di sinistro e poi tre consecutivi di destro. Colpo di sinistro, colpo di destro. Destro, destro, sinistro, destro, sinistro, sinistro. Sinistro, destro. Raffica di pugni di Brunild, che però dopo una cinquantina di colpi si deve fermare, tenendosi le nocche. L’arbitro va a sincerarsi della situazione di Lucy, inserendo una mano all’interno di quella della ragazza, che stringe, dimostrando di stare bene. Brunild spintona l’arbitro e pretende che anche a lei venga riservato questo trattamento, con Good che la osserva per qualche secondo, per poi scuotere la testa e fare la stessa cosa. Una volta completato il rito, Brunild afferra il braccio dell’avversaria e lo sbatte per terra più volte, poi lo blocca e ci cade sopra di ginocchio, strappando un altro urlo a Lucy. La tedesca poi continua a colpire con dei calci il braccio destro di Lucy, fermandosi solo quando l’arbitro minaccia di squalificarla. Altro rapido scambio fra l’arbitro e la Wagner, che fa spallucce e riprende a concentrarsi sul braccio, più precisamente sul gomito, della campionessa. Svariati colpi dati con le ginocchia, poi svariate gomitate in caduta, ed in fine una presa articolare. Lucy urla di dolore e l’arbitro è costretto a chiederle se vuole arrendersi. Lucy fa cenno di no con la testa e prova a rialzarsi, ma Brunild rilascia la presa e colpisce con una gomitata il braccio. Poi glielo sbatte al tappeto, ridacchiando. La tedesca sale con un piede sulla mano di Lucy, poi salta e con tutto il suo peso le ricade sul braccio. Lucy si tiene il braccio ed urla dal dolore, mentre Brunild ridacchia leggermente. Con una serie di pugni alle mani la sfidante riesce ad afferrare l’arto indebolito della campionessa e prova a chiuderlo nella Valkyrie’s Rage. E ci riesce! Brunild urla a Lucy di cedere, ma la sua avversaria, prima che riesca a portarla con le spalle a terra, trasforma il tutto in uno schienamento a culla. 1…2… Brunild in qualche modo riesce a lasciare la presa ed uscire dallo schienamento, mentre Lucy si allontana strisciando e tenendosi il braccio. La tedesca sembra aver perso completamente la pazienza e inizia a colpire la sua avversaria con dei calci, fino a che l’arbitro, di nuovo, non la allontana. La Valchiria, a questo punto, solleva di peso Vincent Good per il bavero e nuovamente gli grida qualcosa in tedesco, per poi riappoggiarlo a terra dietro di se e riprendere a colpire con dei calci la sua avversaria. È una tempesta di calci, che viene interrotta dopo quasi venti secondi dall’ennesimo intervento di Vincent Good, che rischia seriamente di venire colpito da Brunild. Infine la valchiria lascia cadere il proposito, va verso il paletto, si arrampica e connette con una sua manovra tipica, il Valkyrie’s Flight.

Immagine


Schienamento per Brunild. 1…2… No! Ancora una volta Lucy esce dallo schienamento. La tedesca a questo punto sembra aver esaurito le idee, infatti si arrampica di nuovo sul paletto e si getta di nuovo. Ma Lucy si sposta all’ultimo secondo, facendo impattare l’avversaria al tappeto. Entrambe sono a terra, ma la prima a rialzarsi è proprio la campionessa, che si mette ad aspettare Brunild in piedi. Ma quest’ultima rotola fuori dal ring, evitando di dover andare a lottare contro l’avversaria che è in piedi. Pescado Hurricanrana!

Immagine


Lucy colpisce la sua avversaria con questa manovra a sorpresa, poi la afferra per il collo e la rilancia sul ring. Tutto il pubblico è per lei, in questo momento, e la lottatrice risale sul ring, sempre attenta a non portare peso sul braccio destro. Quando rientra sul quadrato la sua avversaria si sta mettendo in piedi, e lei la colpisce con una Clothesline con il braccio sinistro, si butta alle corde e stende di nuovo Brunild con una spallata, rimbalza ancora e subisce un Dropkick da parte della sfidante. Brunild riprende subito il controllo del match e colpisce con parecchi pugni il volto dell’avversaria, impedendole di rialzarsi. La Valchiria poi le appoggia un piede sulla gola e riprende a soffocarla, con Vincent Good che è costretto a redarguirla di nuovo. 1…2…3… Brunild si stufa, spintona Vincent Good, mandandolo a sedere, poi prende la sua avversaria e connette un D.D.F.

Immagine


Schienamento. 1…2… Kick Out. Brunild ora si sta lamentando con l’arbitro, a suo dire reo di aver contato troppo lentamente. Vincent Good però fa segno che era chiaramente un due e poi dice alla ragazza di continuare a lottare. La tedesca non se lo fa ripetere e solleva la sua avversaria, portandola vicino le corde, e inizia a soffocarla. 1…2…3…4… Brunild lascia andare la presa, per poi colpire con un calcio allo stomaco la sua avversaria. Lucy subisce ancora, però prova a colpire la sua avversaria con una gomitata, che va a segno. Brunild indietreggia, ma poi infila le dita negli occhi alla campionessa, per poi seguire il tutto con un Valkyrie Takedown.

Immagine


Il membro della Fratellanza dei Corvi si mette a posto i capelli, che le stavano andando sul volto, e poi colpisce con svariati calci l’avversaria. Infine urla al pubblico qualcosa in tedesco, e rialza Lucy, caricandosela in spalla per il Geheimnisnacht. La Valchiria si posiziona al centro del ring, va per eseguire la sua mossa, ma Lucy è rapida a scenderle dalle spalle e spingerla via. Brunild le corre subito in contro per cercare di riprendere subito il controllo.

Immagine


Soulmate Doppelganger! Lucy si apre uno spazio importante, stendendo, finalmente, la sua avversaria. La ragazza si guarda intorno, rialzandosi, e vede che il la sua avversaria è nella posizione perfetta rispetto al paletto, quindi lo indica e inizia ad arrampicarsi, arrivando sulla terza corda. Poi, guardandosi intorno, scende sulla seconda, si prepara, e si lancia.

Immagine


PHOENIZ SPLASH DALLA SECONDA CORDA! IL PUBBLICO È IN DELIRIO! Lucy nel frattempo va per lo schienamento. 1…2…3! No! Vincent Good indica il fatto che Brunild ha appoggiato un piede sulla corda più bassa proprio all’ultimo secondo! Lucy è disperata, mentre però piovono applausi per lei dal pubblico, ancora stupito per questa grande prova di agilità. Lucy quindi decide che è il momento di andare a chiudere il tutto con la sua Mark of Light, infatti rialza la sua avversaria, che però, di nuovo, le mette le dita negli occhi, per poi scaraventarla fuori dal ring. Brunild sembra fuori di se, completamente spettinata e sudata. La tedesca scende dal ring, furiosa e colpisce Lucy che si sta riprendendo.

…1…

Serie di pugni alla campionessa, che è appoggiata all’apron.

...2…

Lucy improvvisamente reagisce e colpisce l’avversaria con una gomitata, e poi la segue.

…3…

Entrambe sono ora sulla rampa. Pugno di Lucy.

…4…

Pugno di Brunild, e poi gomitata nello stomaco.

…5…

Testata di Lucy, seguita da una gomitata.

…6…

Pugno di Lucy, risposta di Brunild.

…7…

Ancora scambio di pugni.

…8…

Le due continuano a colpirsi.

…9…

Uppercut di Lucy, a cui Brunild risponde con un diretto di sinistro.

…10!

Vincent Good dichiara questo match concluso per Double Count Out!

JR: This match result is a draw. Because of this result, following the WFSS Rule of Champion Advantage, Lucy Fisher is still the WFSS Woman World Champion!

Il combattimento fuori ring però non pare placarsi, con le due che continuano a colpirsi senza sosta. Vincent Good è costretto a mettersi in mezzo, ma la situazione pare non migliorare. Dopo qualche secondo l’intero team degli arbitri corre fuori, andando a cercare di separare le due lottatrici. Le due vengono brevemente separate, ma riescono a collidere di nuovo poco dopo. A questo punto security, road agent e anche lo staff WFSS presente corrono sulla rampa per placare gli animi. Lucy e Brunild vengono afferrate ed allontanate l’una dall’altra, ma Lucy riesce a sfuggire alla presa e si butta sull’avversaria, stendendo anche parte della sicurezza. La battaglia non sembra calmarsi, ed improvvisamente tutto il Locker TWC è costretto ad intervenire. Miller, Edwards, Greasy e Psycho, Scmithd, Simon B., Bell, Raymond, Abhra, The Ultraman, Cross, Carroll, Moon, Murdock, persino Fred, Stones, Black Adam, Manson, BBB, Nolan, Gunther, Keenan e Kodlak, tutti cercano di bloccare quella che ormai è divenuta una situazione insostenibile, mentre le due ragazze stanno combattendo quasi sopra la massa di corpi.

ImmagineImmagine


A questo punto Leon Black e Sigfried Jager corrono sulla rampa, bloccando le rispettive amiche, con il gigante che è fisicamente costretto a portare via Lucy. Ora la Bruderschaft der Krahe si riunisce sullo stage, e tutti e tre guardano male in direzione del ring, dove la Fisher, Black e Bell si sono riuniti, con il cordone di arbitri, security, staff, road agent e wrestler a dividerli. Il gruppo dei tedeschi invita gli altri tre a farsi sotto, cosa che porta Black ad avvicinarsi al cordone di sicurezza. A questo punto anche Sigfried si avvicina, e i due si prendono a male parole, venendo però divisi dai corpi. Dopo qualche secondo il tedesco, abbandonata l’idea della rissa ritorna sullo stage, sorridente, e insieme al resto della Fratellanza si ritira nel backstage, mentre sul ring Black ha portato la cintura WFSS alla ragazza e gliela consegna. E sulle immagini di Lucy Fisher che festeggia, noi andiamo in pubblicità.


Up Next: Vediamo una sorridente Samantha Hart dirigersi verso lo stage


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 19/06/2015, 20:30 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17038
Bentornati live da Phoenix per questa puntata di Indoor War! Adesso preparatevi gente, è arrivato il momento della donna più controversa della TWC, è il momento di Samantha Hart!



La theme di Samantha risuona nell'arena e la ragazza compare sullo stage con un sorrisetto in volto.

Immagine


La ragazza viene accolta dai fischi del pubblico qui presente e da cori per Drake. La ragazza non se ne cura e si avvia verso il ring percorrendo la rampa a testa alta. Una volta ai piedi del quadrato si guarda intorno con sguardo furbo per poi salire sulle scalette ed entrare nel ring. Samantha lancia un'occhiataccia a Jessica Rose che immediatamente le passa un microfono. La theme della ragazza si interrompe ed ora la Hart Princess osserva il pubblico che continua a fischiarla e continua ad intonare cori per Drake. Samantha non pare per nulla disturbata da tutto ciò ed ora prende la parola.

Samantha: Ladies and gentleman my name is Samantha Hart and I'm the most important member of my family!

Fischi per la ragazza ed altri cori per Drake.

Pubblico: DRAKE DUMPED YOU!... DRAKE DUMPED YOU!... DRAKE DUMPED YOU!... DRAKE DUMPED YOU!... DRAKE DUMPED YOU!... DRAKE DUMPED YOU!...

Samantha: Ah ah ah... Ancora a Drake state pensando? Come siete patetici, ma d'altronde cosa aspettarsi da una fogna come Phoenix?!

Fischi assordanti per la Hart Princess che sorride.

Samantha: Drake è il passato, lui ha fatto la sua scelta e ne pagherà le conseguenze, ma adesso sono concentrata sul mio nuovo obiettivo... Il TWC World Heavyweight Championship!

"What?" da parte del pubblico.

Samantha: Per quanto ne possiate sapere voi stupidi ignoranti, potrei già aver convinto qualcuno dei partecipanti a schierarsi dalla mia parte, o forse ho già pronto un altro wrestler che entrerà nel torneo al posto di Drake. Chi può dirlo? L'unica cosa certa è che alla fine il titolo mondiale finirà nelle mie mani, poiché That's What I Deserve!

Altri fischi da parte del pubblico.

Samantha: Bravi bravi, fischiatemi caproni, fischiate colei che voi donne vorreste essere e che voi uomini vorreste farvi! Io vi capisco... Deve essere difficile stare su quei seggiolini a guardare una persona che ottiene gloria e successo mentre voi finito questo show tornerete alle vostre piatte e patetiche vite!

I fischi si fanno assordanti.

Samantha: Analizziamo i fatti: a War Of Change sono stata l'unica a non farsi intimorire da quel coglione di due metri e cazzi che nonostante gli si leggesse in faccia che voleva farsi una scopata come mai ha fatto nella sua vita non è riuscito a trattenersi dal comportarsi da cazzone, come suo solito. Che pena che mi fa l'Unglorified Failure... Credeva di spaventarmi con le sue parolone e con i suoi diktat... Povero coglione crede davvero che una mano su una spalla, allusioni alla mia vagina e parole buttate al vento possano intimorire me... Samantha Hart! Ne hai di strada da fare demente, e ricordati, coglione, quando deciderò che Fox Olon non mi sta più bene lo attaccherò senza pietà, quando mi gireranno i coglioni per qualche motivo con il Team TWC vi attaccherò senza pietà e se una sera mi verrà in mente che Indoor War dovrà essere tutto incentrato su di me, semplicemente occuperò il ring, hackererò ciò che c'è da hackerare e tutti dovranno farsi da parte. Ricordatevi... Io sono stata la General Manager di Violence, so tutto di questo business ed un giorno prenderò il controllo della TWC, potete giurarci!

Altri fischi per la ragazza che con sguardo serio prende nuovamente la parola.

Samantha: Dopo il mio incontro nel backstage con il demente, ho accompagnato quel tizio che era qualcuno solo grazie a me nel ring, e grazie a lui che agiva in mia vece ho vinto il mio match di debutto in PPV battendo Jack Keenan e spezzando la sua imbattibilità e mantenendo intatta la mia. Purtroppo non ho potuto adempiere totalmente alla mia promessa di terminare la carriera di Jacky visto che una stronza del cazzo ha ben pensato di venirmi a rovinare la festa rubando ciò che era mio! Alisa Drake... So che sei qui, esci fuori!

La Hart Princess inizia a fissare lo stage ma nessuno compare.

Samantha: Coraggio nanetta del cazzo, vuoi regolare i conti?! Io sono qui!

La Hartcker di nuovo rivolge la sua attenzione verso lo stage ma di Alisa non c'è alcuna traccia.

Samantha: Lo sapevo... Ah ah ah! Voi Drake siete una massa di codardi! Tuo fratello prima di incontrare me era un semplice wrestler indipendente, uno che aveva paura di misurarsi con le vere competizioni! E tu Alisa sei solo una piccola, subdola ed insignificante puttana che si nasconde dietro ad un ex wrestler fallito e che non vale un cazzo in confronto alla grande, unica Samanth...



Ma attenzione! Radioactive risuona qui nell'arena venendo accolta da una buona reazione da parte del pubblico di Phoenix.

Immagine


Ed eccola, Alisa Drake compare sullo stage con espressione contrariata e microfono in mano. La musica si interrompe ed ora le due ragazze si guardano a distanza con disprezzo. Passa qualche secondo di silenzio ed è Samantha a prendere la parola.

Samantha: Nel caso non lo avessi capito ci devi parlare in quel coso di forma fallica...

La sorella di Chris Drake osserva il microfono per poi prendere la parola.

Alisa: Solo tu potevi fare questa similitudine... Ma d'altronde chissà quanti te ne sei messi nel culo di questi microfoni!

Samantha: Woah! Umorismo alla Leon Black, sono commossa. Beh, che cosa sei venuta a fare nel mio show?

Alisa: Secondo te?

Samantha: Mah... Secondo la mia opinione ti sei stufata di scoparti tuo fratello e sei venuta qui in cerca di altri cazzi.

Alisa: Uh che bella battuta, è così vecchia che l'ultima volta che l'ho sentita sono caduta dal mio dinosauro. Finiamola con le cazzate Samantha, lo sai benissimo perché sono qui!

Miss Drake osserva con rabbia la Hart Princess che si appoggia sulle corde e sorride in maniera beffarda.

Alisa: Tu hai rapito mio fratello, lo ha reso un mostro senza pietà, lo hai utilizzato per i tuoi desideri perversi, lo hai torturato e tutt'ora lui soffre per ciò. Sai Samantha, lui crede di amarti.

Samantha: Ah ah ah! Che coglione!

Alisa: Ingenuo direi, ma non preoccuparti, Chris sta facendo passi da gigante, migliora giorno dopo giorno e tra non molto sarà totalmente libero dalla tua influenza e tornerà a calcare quel ring dove, tutto da solo, vincerà il TWC World Heavyweight Championship! Tu puoi arruolare chi vuoi nella tua scuderia di schiavi, ma alla fine non potrai avere mai più Chris Drake, e questo ti fa star male perché lo sai anche tu che Chris è il miglior prospetto nel panorama del pro-wrestling, ed il fatto che tu l'abbia perso ti fa rosicare. Oh sì Samy, ti fa star male aver perso Chris che tutto da solo ha scelto me e non te!

Sul volto della Hart Princess compare una smorfia contrariata.

Samantha: Ho già pronto un piano B... Ed anche un piano C... E voi Drake non potrete fare niente per fermarmi. Tra due settimane il mio nuovo assistito entrerà nel torneo ed otterrà la prima vittoria nel cammino che lo porterà ad essere il nuovo TWC World Heavyweight Champion!

Alisa: Ok Samantha, ma non hai risposto alle mie parole, e questo mi fa capire che l'aver perso Chris ti far star male.

Samantha: Non me ne fotte un cazzo di Drake! E' tutto tuo.

Miss Drake sorride per poi voltarsi verso la telecamera.

Alisa: Capito Chris? A questa tizia non gli frega nulla di te, la donna che ti ama è seduta affianco a te in questo momento, capisci ora?

La ragazza sorride alla telecamera per poi tornare a guardare Samantha.

Alisa: Voglio mostrarti una cosa Samantha...

La sorella di Chris Drake indica il titantron che si illumina e mostra un video...

Titantron ha scritto:
Le immagini ci portano nei primi mesi del 2014 quando Samantha Hart si stava riabilitando nella sede della Confraternita del Chaos.

Immagine


La ragazza ha appena finito i suoi allenamenti ed ora si avvia verso l'uscita della palestra che la conduce in una stanza molto più grande dove ci sono diversi ring.

Immagine


Qui troviamo Nathan Auditore che sta impartendo lezioni per diventare pro-wrestlers a diversi ragazzi.

Immagine

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine
ImmagineImmagineImmagine


Tra questo gruppo possiamo notare Alisa Drake che rivolge il suo sguardo verso Samantha che sta passando di lì, ma la Hart Princess nemmeno si volta verso gli studenti di Nathan e si dirige direttamente verso gli spogliatoi.


Le immagini tornano nell'arena dove troviamo Alisa che sorride e Samantha che se la guarda con aria scocciata.

Samantha: Embè? Un video di più di un anno fa dove mi fissavi mentre passavo. Che c'è? Volevi scopare?

Miss Drake scuote la testa.

Alisa: No Samantha, volevo informarti che Nathan Auditore mi ha istruita e mi ha reso una wrestler, perciò ti sfido ufficialmente ad un match per la prossima puntata di Indoor War!

Samantha: Ah ah ah ah ah ah! Ma stai scherzando vero?!

Alisa: Sono serissima Samantha. Io e te, Indoor War #11! Accetti?!

Samantha: Col cazzo! Non è che arrivi in TWC e subito pretendi di affrontare la Regina! Prima devi affrontare gentaglia minore tipo quella che ogni sera si mette uno strap-on e si scopa Black, oppure la spartana con complesso di Elettra. L'unica che accetterei di affrontare è Brunild Wagner, l'unica che, forse, è al mio livello.

Alisa: Dillo che hai paura...

Samantha: Sei così ingenua Alisa... Questo trucco lo usavo in TWNA per ottenere quello che volevo da wrestler troppo egocentrici. Non esiste che io ti affronterò in questo ring, perciò faresti meglio a tornare a casa da tuo fratello, dirgli di non presentarsi mai più qui e goderti tutti i miei prossimi successi!

La Hart Princess sorride.

Samantha: Words creates lies, Samy can be truste...

FO: Hold on a second...

Ma attenzione! Nell'arena risuona la voce di Mr. Fox Olon, il Chairman della TWC! Samantha osserva lo stage con aria furente dove dopo qualche secondo appare Olon che va ad affiancarsi ad Alisa ed ora osserva la Hart Princess con sguardo furbo.

Immagine


Samantha: Come osi interrompermi maiale del cazzo?!

FO: Sai Samantha, questo tuo atteggiamento inizia a darmi fastidio. Rispetta le regole o ci saranno conseguenze.

Samantha: Io non prendo ordini da te, coglione!

FO: E invece sì visto che sono il tuo datore di lavoro. Ed a tal proposito...

Olon si scambia uno sguardo d'intesa con Alisa.

FO: Puoi scordarti di inserire un altro wrestler nel torneo per il TWC World Heavyweight Championship. Se Drake sarà impossibilitato a combattere allora il suo avversario passerà il turno automaticamente. Se poi hai trovato qualche fesso che è già nel torneo e che è disposto a farti da schiavo... Beh peggio per lui.

Alisa: Mr. Olon, non si preoccupi, cercherò di fare in modo che Chris sia presente, anzi sono sicura che ci sarà, e anche se l'idea non la fa impazzire visto che non è un mistero che preferirebbe uno della FOX's Army campione, Chris tornerà e vincerà quel titolo.

FO: Questo il ring lo deciderà signorina Drake, ma il ring non deciderà solo questo...

Il Chairman guarda con aria furba Samantha che capendo le intenzioni di Olon scuote la testa.

FO: Indoor War #11, Samantha Hart vs Alisa Drake. Da questo momento è ufficiale!

Boato d'approvazione da parte del pubblico ed ora Olon sorridente se ne torna nel backstage mentre Alisa sorride soddisfatta e Samantha, furente, sbraita al microfono.

Samantha: Maledetto bastardo!!! Vieni qui maiale di merda che ti faccio il culo!!!

Il pubblico la fischia mentre Alisa prende la parola.

Alisa: Olon non tornerà, ma se vuoi fare il culo a qualcuno o vuoi che qualcuno ti faccia il culo...

Ed ecco che Alisa getta il microfono a terra e si avvia verso il ring con aria minacciosa mentre il pubblico la incita. La ragazza scivola all'interno del quadrato e Samantha ne esce immediatamente dal lato opposto attirandosi i fischi del pubblico qui presente. La Hart Princess non se ne cura ed ora raggiunta la rampa indietreggia mentre continua a fissare Alisa. La sorella di Drake osserva con sguardo di sfida la Hart Princess a due settimane dal loro match e su queste immagini noi andiamo in pubblicità!


Up Next: Fred Franke vs Tyler Nolan


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 19/06/2015, 20:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17038
Immagine

Immagine

Immagine

"È fatta. Vendetta covavamo, dentro, in profondità, e la stessa, ora, ci tiene in suo possesso, ha preso il sopravvento del nostro animo, del nostro corpo, di noi, noi, divenuti, ora e per sempre, schiavi della vendetta. Nulla potrà cambiare questa nuova nostra natura, nulla o forse quasi. Perché sì, è così, in realtà, c'è un modo per liberarci da questo odio che c'affligge, che ci impedisce di dormire la notte e di respirare di giorno...e la liberazione avverrà prossimamente, quando noi, schiavi della vendetta, ora e non per sempre, sentenzieremo tutte le ingiustizie, le sofferenze, i dolori subiti, le atrocità patite...noi, schiavi della vendetta, ora e non per sempre, finalmente, rivivremo, e trascorreremo il resto dei nostri giorni in pace."

"Pace. Pace. Pace. PACE. Libertà. Libertà. Libertà. LIBERTÀ! Noi, schiavi della vendetta, ora e non per sempre, siamo desiderosi di pace e libertà, un giorno avremo l'una e l'altra, un giorno, un giorno il sole sorgerà, di nuovo, i sui raggi illumineranno la natura che ci circonda, il calore riscalderà le nostre guance, sopra di noi si ergerà il cielo celeste e da ogni parte, dalla cascata, dal ruscello, dagli alberi, da quelle case laggiù in fondo, si eleverà un solo grido, un grido armonioso e limpido, un grido melodioso e dolce, «PACE!! PACE!! MIA DOLCISSIMA PACE!! SII BENEDETTA!!», Pace, solo pace regnerà nei nostri animi, nei nostri corpi, in noi, nella cascata, nel ruscello, negli alberi, in quelle case laggiù in fondo, pace e solamente pace..."

Immagine

" SIGNORE!! MIO SIGNORE!! Rendici giustizia, uccidi lo straniero, afferra la vendetta, impugnala nella mano destra e sferrala contro il nemico, dacci giustizia, donaci la pace, SIGNORE!! SIGNORE MIO!! Donaci giustizia e pace, permettici di vivere insieme il meriggiare della nostra ora pallida vita, dacci la pace, pace...

...PACE, Pace, Pace, Pace, Pace..."

"...CAN YOU HEAR US?!.."

Immagine


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 19/06/2015, 20:50 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17038
Immagine

Dopo un rapido break pubblicitario, eccoci di nuovo LIVE dall'US Airways Center, Phoenix, in Arizona, dove si sta svolgendo questo importantissimo episodio di Friday Night Indoor War, finalmente siamo arrivati all'attesissimo main event, lo steel cage match che vedrà contrapposti "The German Superman" Fred e "The Ultimate Fighter" Tyler Nolan con in palio la partecipazione del tedesco al torneo per il titolo della TWC, torneo che inizierà al prossimo episodio, e la carriera dell'ex lottatore di arti marziali miste nel pro wresting; sotto lo sguardo attonito e al tempo stesso entusiastico del pubblico, cala lentamente e solennemente la gabbia d'acciaio all'interno della quale a breve quei due combattenti si batteranno fino all'ultimo sangue; ora la struttura, portatrice di dolore e sofferenze, è stata fatta adagiare presso i quattro lati del quadrato, pronta ad inghiottire dentro di sé le due coraggiose superstar che metteranno in palio tutto, le loro carriere e il loro futuro all'interno di questa compagnia e di questo fantastico, ma pericolosissimo mondo, il mondo del pro wrestling. Un silenzio assordante e sovrumano domina ora il palazzetto sportivo circondato dal deserto dell'Arizona, il pubblico è ora in trepidante attesa dell'arrivo del proprio eroe e del proprio nemico, due lottatori dagli ideali opposti che si affronteranno e comporranno così un nuovo ed estremo capitolo del gigantesco libro che racchiude l'infinita storia della lotta tra il bene e il male.


Immagine

Tra una coltre di fumo, fa ora il suo ingresso "The Ultimate Fighter" Tyler Nolan, accolto dall'euforia e dal delirio di tutti gli spettatori che lo applaudono, lo chiamano a gran voce, mentre lui apparentemente è insensibile a questa calorosissima reazione, concentrato completamente sul suo incontro, ben consapevole che questo possa essere il suo ultimo incontro nel pro wrestling, un mondo a lui estraneo fino ad un anno fa, ma che in questi mesi, tra mille difficoltà e vari passi falsi, è iniziato a diventargli familiare, ha cominciato ad apprezzarlo, ad affezionarsi, avvicinandosi anche ai fan di wrestling, unici nel loro genere, capaci di odiarlo e al tempo stesso di amarlo; lentamente, con lo sguardo costantemente rivolto verso la struttura d'acciaio, si avvicina ad essa, quasi paralizzato dalla maestosità di essa, ora finalmente, dopo un'interminabile cammino, ha raggiunto il ring e lì decide di fermarsi ad ammirare con un po' di terrore ciò che lo attenderà, quella gabbia la cui crudeltà presto assaporerà di persona; lui che ha vinto tutto all'interno dell'ottagono, non riesce a non trepidare di fronte a questa struttura. Adesso, finalmente, attraverso i gradoni d'acciaio, entra all'interno del ring e giunto lì comincia a girare attorno al quadrato, nervosamente, dopodiché si ferma, invitando ora l'avversario a raggiungerlo immediatamente e quindi cominciare al più presto questa sfida che sicuramente segnerà il suo futuro.

Immagine

...LE LUCI SI SPENGONO!!!


Immagine

...E FA IL SUO INGRESSO FRED!!! "The German Submission Machine" compare sullo stage e sul suo volto notiamo immediatamente un sorriso a trecentosessantacinque gradi!! Quel sorriso del tutto inatteso e inopportuno, mette ancora più in agitazione l'avversario che dal ring lo attende, aggrappato alla gabbia, mentre anche il pubblico è basito dall'atteggiamento del superuomo tedesco che ora con gran passo percorre la rampa d'accesso e raggiunge il ring, qui, giunto al cospetto della struttura d'acciaio, sembra comparire sul suo volto qualche segno di angoscia, che però svanisce immediatamente, appena riprende la marcia; adesso entra all'interno del quadrato e va immediatamente faccia a faccia con Tyler Nolan!! I due si scambiano sguardi carichi d'odio, tensione...FRED COLPISCE CON UN PUGNO NOLAN!!! L'ex campione di Arti Marziali Miste gli lancia una terribile occhiataccia, dunque a sua volta GLI TIRA UN PUGNO IN PIENO VOLTO!!! SCATTA DUNQUE LA RISSA TRA FRED E NOLAN!!! Il direttore di gara non cerca nemmeno per un momento di mettere i due in riga, ma anzi ordina al suo collega presente fuori dal ring di chiudere la gabbia, e da il via alla contesa!!

Immagine

STEEL CAGE MATCH:
Fred vs. Tyler Nolan

If Fred loses, he does not compete in the TWC Championship tournament, if Nolan loses, he must retire


...Tyler Nolan sta avendo la meglio, infliggendo al nemico calci e pugni di inaudita potenza, ma ecco che il superuomo tedesco riesce ora ad interrompere l'offensiva dell'avversario, infilandogli vigliaccamente due dita nell'occhio, dunque è ora Fred ad essere in vantaggio; con dei ripetuti colpi alla testa stordisce l'ex campione di arti marziali miste, dopodiché inizia una raffica di uppercut, dunque afferra per la testa Nolan e tenta di lanciarlo contro la gabbia d'acciaio...ma il combattente di Washington riesce ad evitare l'impatto afferrando le grate della parete con entrambe le mani; Fred va leva, tenta di lanciarlo contro con tutte le sue forze, ma Nolan non cede nemmeno di un millimetro, ma anzi, adesso colpisce l'assistito di Fox con una potentissima gomitata tanto da fargli lasciare la presa; Fred però si riprende immediatamente e si catapulta contro Nolan con un braccio teso, Tyler evita, Fred rischia di andare contro la gabbia, ma si ferma in tempo prima dell'impatto, dunque si volta all'indietro, ed ecco che l'avversario lo afferra, se lo sistema sulle spalle e dopo tanti unitili tentativi da parte del rivale per uscire da questa presa, lo sbatte contro la gabbia!!!

Immagine

Fred si contorce per il dolore, mentre l'avversario, minaccioso, gli gira attorno in attesa che si rialzi; il tedesco, seppur dolorante, si sistema in piedi, dunque Nolan lo va immediatamente ad afferrare, lo solleva in aria e prova a connettere una delle sue mosse finali, "The Ultimate Suplex", ma Fred non si da per vinto, ma anzi comincia a colpire il volto del nemico con dei pugni sempre più potenti tanto da costringere l'ex campione di arti marziali miste ad abbandonare la presa e a lasciare andare l'avversario; questi è ora al centro del ring, ancora un po' scombussolato per la tremenda botta ricevuta poc'anzi, ma alle sue spalle un inferocito Nolan gli si piomba addosso a gran velocità...Fred se ne accorge in tempo...lo afferra...e lo schianta contro una delle quattro pareti della gabbia d'acciaio!!!

Immagine

Il campione di Washington impatta violentissimamente con la testa, parte molto delicata dopo quanto successo durante War of Change; il colpo è talmente violento che Tyler Nolan piomba a terra, rimanendo ora steso al suolo, forse privo di sensi. Il pubblico di Phoenix è scosso, mentre il superuomo tedesco decide di approfittarne immediatamente e, come un avvoltoio su di una carcassa, si getta sul corpo cadaverico dell'avversario, 1....2...NO!! Nolan, appena prima del fatidico conto di tre, da segni di vita e alza la spalla destra, annullando il tentativo di pin fall!! Fred è abbastanza contrariato e intima ora all'avversario di stare giù, ma questi, tra lo stupore generale, lentamente e faticosamente, come un guerriero che non sa arrendersi, comincia a rialzarsi, ora è in ginocchio, pronto a rimettersi in piedi e proseguire lo scontro; il leader della FOX's Army scuote la testa, anch'esso incredulo, dunque, prima che Nolan riesca a rimettersi totalmente in piedi, prende la rincorsa con le corde e lo stende con un devastante Running pushing stomp!!

Immagine

Dopo l'ennesimo colpo inflitto alla testa dell'avversario, Fred decide di non schienarlo, ma anzi rimane fermo, osservandolo, consapevole che il suo avversario non si rialzerà più; effettivamente la macchina da guerra di Washington non sembra dare segnali di vita tanto che il direttore di gara, preoccupato per le condizioni del lottatore, gli si avvicina...ecco però che Nolan, instancabilmente, infaticabilmente, riprende possesso del proprio corpo e inizia a rialzarsi!! Fred gli grida contro, ora bestemmia e inveisce, sputandogli in faccia, ma Tyler è quasi in piedi, allora prende di nuovo la rincorsa e decide di connettere un altro Running pushing stomp, ma questa volta, con un guizzo, Tyler Nolan evita il colpo dell'avversario, gli si posiziona alle spalle, dunque lo volta verso di lui e lo afferra per il collo: lo sguardo di Nolan è ora minaccioso, proprio di chi è assettato di vendetta ed è pronto a distruggere il suo nemico, Fred per la prima volta appare spaventato, preoccupato per la sua sorte, quando ecco che l'ex campione di arti marziali miste lo lancia contro un lato della gabbia, dopodiché, immediatamente, lo riafferra e lo scaglia contro l'altro lato della struttura!!!

Immagine

L'assistito di Mr. Fox Olon è confuso e stordito, però si riposiziona immediatamente in piedi, barcollando al centro del ring; Tyler Nolan lo afferra immediatamente e lo stende con una clothesline!! Il superuomo tedesco con qualche difficoltà si rialza ed ecco che viene nuovamente messo a terra con un altro braccio teso! Fred è in ginocchio, assai dolorante, ma prima che possa rialzarsi, è l'avversario a raggiungerlo e ad afferrarlo, lo porta al centro del quadrato, lo colpisce con un potente calcio in mezzo al costato, dunque connette con successo l'Ultimate Suplex!!! Fred si porta in uno dei quattro angoli del ring, strisciando e rotolando, mentre Tyler Nolan chiede l'appoggio di tutto il pubblico di Phoenix, pubblico che è diviso tra chi applaude l'ex campione di arti marziali miste e chi invece lo fischia sonoramente, Nolan, però, pare rafforzarsi grazie agli uni e agli altri e ora si prepara a connettere la sua mossa finale, "The Ultimate Act"!! Fred, nel frattempo, inizia a rialzarsi, sostenendosi alla gabbia come aiuto e quando finalmente è giunto in piedi, Nolan gli si catapulta addosso...il tedesco, però, abilmente evita il colpo e si butta verso una delle quattro pareti della gabbia che ora inizia affannosamente a scalare per raggiungere la tanto agognata cima, unica via d'uscita; Tyler Nolan, però, lo rincorre, ora i due sono in piedi sopra la terza corda e combattono strenuamente, tenendosi ben saldi alla gabbia; adesso Fred pare avere la meglio coi suoi pugno e calci, ecco però che l'avversario si riprende, lo solleva e connette un back body drop dalla cima della gabbia!!!

Immagine

Mossa devastante!! Entrambe le superstar sono ora distese al centro del tappeto, nessuno si rialza, finché; dopo qualche secondo, ecco che Tyler Nolan comincia, lentamente e faticosamente, a strisciare verso il suo avversario, su cui ora appoggia il braccio destro, 1...2...NO!! Il tedesco solleva la spalla sinistra, uscendo invitto dal tentativo di pin fall! L'ex campione delle arti marziali miste, allora, decide di rimettersi in piedi, osserva ora il suo avversario, steso al centro del ring, lancia uno sguardo verso una delle quattro pareti della gabbia d'acciaio, poi si rivolge nuovamente verso Fred, dunque, zoppicando un po', cammina verso uno dei quattro angoli del quadrato, giunto lì comincia a scalare molto lentamente la struttura, raggiunge ora la terza corda...il tedesco però, ripresosi improvvisamente, gli si piomba addosso, raggiunge anch'esso la terza corda e comincia a scagliarli dei potentissimi calci fino a neutralizzare il nemico che ora rimane in cima al paletto, aggrappato pericolosamente alle grate della gabbia, mentre l'assistito di Mr. Fox gli si trova affianco, questi con un gesto di incredibile bravura atletica connette una spettacolare Sunset Flip Powerbomb!!!

Immagine

Incredibile mossa!! Il leader della FOX's Army va immediatamente lo schienamento, 1...2...NO!! Ancora una volta Fred non riesce a concludere la contesa a proprio favore. Fred colpisce l'avversario a terra con alcuni pugni in pieno volto, dopodiché Double F decide di dirigersi verso una delle quattro pareti della struttura, si avvia verso di essa, ma poi ci ripensa e, dunque, si porta presso la porta della gabbia d'acciaio, presieduta all'esterno da un altro arbitro; attraversa le corde, quindi, chiede al secondo direttore di gara di aprirgli la porta...Nolan, però, lo anticipa, e lo stende con un poderoso big boot!!!

Immagine

Fred impatta violentemente contro le grate della gabbia d'acciaio!!! Il superuomo tedesco si accascia al suolo, Nolan dunque, furioso, inizia a colpirlo ripetutamente con dei calci, poi col piede lo spinge contro la struttura! Dopo questi colpi, claudicante e dolorante, Tyler Nolan anziché uscire dalla porta, forse per sbadataggine o forse per qualche altro motivo, decide di scalare la gabbia e, lentamente, passo dopo passo, raggiunge finalmente la cima; mentre si sta per posizionare sulla base collocata in alto, ecco che viene raggiunto da Fred!!! Il superuomo tedesco, inarrestabile, afferra l'avversario per la gamba e applica un'ankle lock!!! Nolan urla per il dolore, ma persiste e continua la scalata, riesce dunque a svincolarsi e a raggiungere la cima, trascinando con sé l'avversario che solo ora decide di mollare la presa e raggiungerlo con un balzo: ora entrambi sono lì, in cima alla gabbia d'acciaio, dove comincia una battaglia pericolosa e senza esclusione di colpi!

Immagine

Nolan e Fred cominciano infatti a colpirlo reciprocamente con diversi pugni, nessuno sembra avere la meglio, lo scontro pare equilibrato, ecco però che l'ex campione di arti marziali miste riesca ad avere la meglio e con alcune devastanti testate mette KO l'avversario!!! Fatto ciò, "The Destroyer" è pronto per scendere dall'altra parte della gabbia d'acciaio, ma ecco che il suo avversario, incredibilmente ripresosi, lo intercetta e comincia a colpirlo con violentissimi pugni, poi inizia una delle sue classiche raffiche di uppercut!!! La raffica è talmente violenta e rapida da stordire Nolan che ora Fred getta a terra, sul tappeto del quadrato, con un paio di colpi!!! FF è solo, sulla cima della gabbia, guarda giù e vede Nolan che faticosamente sta per rimettersi in piedi, c'è giusto il tempo per scendere dall'altra parte e vincere il match; Fred si posiziona in piedi ED ESEGUE UN MOONSAULT DALLA CIMA DELLA GABBIA!!!! OH MY GOD!!!

Immagine

TWC Universe: HOLY SHIT!! HOLY SHIT!! HOLY SHIT!!

Il pubblico di Phoenix è tutto in piedi, applaudo ed esultano, increduli ed elettrizzanti, mentre sul ring anche l'arbitro è senza parole e ora si precipita immediatamente dai due contendenti per sincerarsi delle loro condizioni; entrambi sono al centro del ring, apparentemente privi di sensi; l'assistito di Mr. Fox Olon finalmente mostra segnali di vita, e con le pochissime energie rimastegli alza al cielo il braccio destro e lo poggia su Tyler Nolan, 1...2...NO!! NO!! "The Perfect Wrestling Machine" non riesce a chiudere la contesa, l'ex campione di arti marziali miste resiste ancora una volta!! Double F comincia a strisciare lentamente verso una delle quattro pareti della gabbia, Nolan verso l'altra; entrambi ora cominciano a rimettersi in piedi, aiutandosi grazie alle corde del ring e alle grate della gabbia d'acciaio, lentamente si alzano completamente: i due si voltano, si osservano, si lanciano sguardi di sfida, uno si catapulta sull'altro e scoppia una violenta rissa al centro del ring, alla quale il pubblico partecipa calorosamente, chi parteggiando per l'uno, chi per l'altro; i due non si risparmiano alcuno colpo: pugni, testate, calci, etc., etc...entrambi vogliono vincere, entrambi vogliono versare tutte le (poche) forse rimastegli per sopraffare l'avversario e vincere quest'importantissima sfida, finché Fred colpisce l'avversario con un low blow!!! Il superuomo tedesco ridacchia tra sé e sé, ma l'avversario gli lancia una terribile e spaventosa occhiataccia, lo afferra per la gola, lo solleva in aria e lo sbatte contro una delle quattro pareti d'acciaio con una devastante gorilla press slam!!!!

Immagine

Tyler Nolan è al centro del ring, ansima e ora prende fiato, molto stanco e dolorante, mentre il suo avversario, dopo il violento impatto, è steso attaccato alla gabbia; lentamente, aggrappandosi alle corde del ring, si rimette in piedi, ma viene immediatamente raggiunto da "The Destroyer" che dopo avergli inflitto una devastante testata, gli afferra entrambe le braccia, le posiziona dietro la terza corda, infine lo catapulta contro la gabbia d'acciaio!!!

Immagine

TWC Universe: YOU CAN'T WRESTLE!! YOU CANT' WRESTLE!!

Improvvisamente il pubblico di Phoenix comincia ad animarsi e ad inveire contro Tyler Nolan, mettendone in dubbio le capacità da lottatore; l'ex campione di arti marziali miste si guarda attorno, un po' sorpreso e un po' deluso, forse un po' frustrato, soprattutto dopo aver sudato e faticato durante questo difficilissimo e cruciale incontro; dopo essersi voltato verso il TWC Universe quasi a voler chiedere ai fan il motivo del loro disappunto, torna concentrato sul match, ma Fred, che ha approfittato del momento di distrazione del rivale per riprendersi, lo sorprende, colpendolo con una violentissima uppercut!! Tyler Nolan, un po' stordito e un po' dolorante, barcolla, finendo al centro del quadrato; FF, allora, fa un balzo sulla terza corda e si getta contro l'avversario con un Springboard Knee!!

Immagine

Dopodiché, va immediatamente per lo schienamento, 1...2...NO!! NO!! Nolan resiste e continua a resistere!! L'ex campione di arti marziali miste si rotola, finendo presso uno dei lati del quadrato; Fred, esausto e assai frustrato, lo raggiunge, dunque, col ginocchio, fa pressione sulla testa dell'avversario, spingendola contro le grate della gabbia d'acciaio!!!

Immagine

Tyler Nolan urla, stramazza per il dolore, ma Double F non molla la presa tanto che persino l'arbitro, preoccupato per le condizioni del lottatore di Washington, reduce da un'importante commozione cerebrale, invita il tedesco a lasciare la presa, ma questi "obbedisce" solamente dopo diverso tempo. Fred lascia dunque andare l'avversario, con fatica lo trascina al centro del ring, e lì ritenta lo schienamento, 1...2...NO! "The Ultimate Fighter" esce nuovamente invitto dal tentativo di pin fall!! Fred è stufo: si mette ora dinnanzi al corpo dell'avversario, fa il segno del taglia-gola e solleva Tyler Nolan per eseguire la sua mossa risolutiva, "The Knockout"! Prima, però, che riesca a connetterla, scaraventando dunque al suolo il nemico, questi inverte la mossa, fa dunque catapultare l'avversario alle sue spalle, contro il tappeto; Fred si rialza immediatamente e, grintoso e arrabbiato, prova a sorprendere l'avversario con "The Knockout Kick", Nolan, però, agilmente, evita la mossa finale del rivale, dunque lo afferra per la testa, lo sbatte contro una delle quattro pareti d'acciaio, poi lo sbatte verso l'altra, lo rimette in piedi, lo riafferra e lo trascina contro la terza parete, infine contro la quarta fino a farlo sanguinare dalla fronte!! Dopodiché, ancora una volta, lo rimette in piedi, lo aggancia alle spalle, e connette un devastante german suplex!!!

Immagine

TWC Universe: YOU CAN'T WRESTLE!! YOU CAN'T WRESTLE!!

Fred è ora incosciente al centro del quadrato, mentre Tyler Nolan, seppur in realtà molto stanco e affaticato, pare fresco come se fosse ad inizio match. Si guarda ora intorno, alla fine decide di scalare per l'ennesima volta la gabbia d'acciaio, dunque inizia la scalata fino a raggiungere la cima, giunto qui si guarda dietro e vede l'avversario ancora giacente al suolo.

TWC Universe: YOU CAN'T WRESTLE!! YOU CAN'T WRESTLE!!

Come già avvenuto nel corso della contesa, gran parte del pubblico fischia e urla contro l'ex MMA, questi, che prima non aveva dato particolare ascolto al pubblico, pare ora contrariato, quasi offeso; si ferma per qualche istante, dopodiché guarda verso il ring dove Fred si sta lentamente "risvegliando", allora Nolan decide di affrettarsi, ma poi si ferma...E SI GETTA SULL'AVVERSARIO CON UNO SPLASH DALLA CIMA DELLA GABBIA!!! OH MY GOD!!!

Immagine

OH MY GOD!!! Il pubblico di Phoenix è tutto in piedi, incredulo, esterrefatto, chi con le mani tra i capelli, chi serrate sulla bocca, tutti fermi e immobili, mentre sul ring ecco che Tyler Nolan, senza indugiare nemmeno un secondo, va per lo schienamento, 1...2...NO! NO! NO! FRED RESISTE!!! Incredibile!!

TWC Universe: LET'S GO NOLAN!! LET'S GO NOLAN!! LET'S GO NOLAN!!

Gran parte del TWC Universe, ora, comincia ad incitare e applaudire l'ex campione di arti marziali miste che ora è lì, steso, al centro del quadrato con al suo fianco il superuomo tedesco; il direttore di gara si sincera delle condizioni di entrambi, ora, però, i due, tra gli applausi di tutto il pubblico, entusiasta ed elettrizzato da questo entusiasmante incontri, cominciano a rialzarsi, l'uno aggrappandosi all'altro, stringendosi a vicenda apparentemente come due amici che si sostengono reciprocamente, apparenza che viene immediatamente demolito dai colpi che iniziano a scambiarsi: pugni, calci, colpi di testa, etc...è una lotta quasi statica, lenta, molto lenta in piena sintonia con la stanchezza dei due atleti, un combattimento però senza esclusione di colpi, violento brutale; dopo quasi sei mesi dal loro primo incontro in quello storico primo episodio di Friday Night Indoor War, ora Nolan e Fred sono pronti a dare tutto ciò che rimane per vincere questa resa dei conti; la rissa continua, seguita spasmodicamente dal pubblico, adesso pare avere la meglio l'ex MMA che riesce a spingere l'avversario davanti a lui, dunque gli infligge una violenta e rapida raffica di pugni al costato, dunque si allontana, poi gli va incontro per connettere un braccio teso...

Immagine

...Pop-up European Uppercut!!! Colpo devastante da parte del superuomo tedesco che ora solleva immediatamente l'avversario e lo sistema nella posa per la sua mossa risolutiva, "The Knockout", Tyler Nolan però non ci sta, comincia a dimenarsi, Fred allora lo colpisce ripetutamente con dei pugni sulla schiena, dunque va per la mossa finale, ma con tutte le energie rimastegli l'avversario lo solleva in aria e lo fa catapultare alle sue spalle; avvia dunque una sequenza di clothesline, l'assistito di Mr. Fox Olon, poi improvvisamente va per "The Ultimate Act"...

Immagine

....Fred evita...SPRINGBOARD STUNNER...

Immagine

..."THE KNOCKOUT KICK"!!! "THE KNOCKOUT KICK"!!! 1...2...3!!! FRED HA VINTO!!! FRED HA SCONFITTO TYLER NOLAN!!! TYLER NOLAN DEVE LASCIARE IL MONDO DEL PRO WRESTLING, PER SEMPRE!!!

JR: Here's Your Winner...FFFFFFFRRRRRRRRRRRRREEEEEEEEEDDDDDDDDD!!!!!!!!!

Grandissima vittoria da parte del superuomo tedesco, vittoria ottenuto con una fulminea sequenza di mosse devastanti al termine di un match tutt'altro che semplice, bensì duro, logorante e senza esclusione di colpi. Fred, spossato e assai dolorante, è in ginocchio accanto alla sua vittima, ora si alza con un balzo e alza al cielo entrambe le braccia in segno di vittoria! Il pubblico di Phoenix lo fischia rumorosamente, lui sorride col solito atteggiamento strafottente, mentre lentamente la struttura si solleva e torna sul soffitto.

Spoiler:
ImmagineImmagineImmagineImmagine

FOX'S ARMY!!! Gli altri quattro membri del gruppo capitanato da Fred appaiono sullo stage armati di spranghe e lentamente si avviano verso il ring; ora raggiungono il tedesco, gli stringono la mano, subendo il totale dissenso del TWC Universe, dopodiché tutti si voltano verso Tyler Nolan che sta ricevendo cure mediche da parte del dottore Brooks e della sua equipe; Fred scambia sguardi di intesa coi suoi compagnia di team, tutti annuiscono, dopodiché si sbarazzano dei membri dello staff della TWC!!! ORA AGGREDISCONO TYLER NOLAN!!! COLPISCONO RIPETUTAMENTE IL LOTTATORE DI WASHINGTON CON LE LORO ARMI!!!

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

...ATTENZIONE!!! LEON BLACK, KEVIN MANSON, MICHAEL EDWARDS, TRAVIS MILLER, ANDY MOON!!! I cinque ribelli arrivano di gran carriera dallo stage e si piombano verso il ring dove scoppia la rissa tra loro e i membri della FOX's Army!! I due team cominciano a darsele di santa ragione, ora sembrano avere la meglio gli ex Flames of The Destruction, ma ecco che i loro nemici reagiscono e, incitati a gran voce da tutto il pubblico di Phoenix, riescono ora ad avere la meglio, mettendo in fuga la FOX's Army che batte in ritirata!! Adesso sul ring ci sono loro, Black, Manson, Edwards, Miller e Moon!! Acclamati a gran voce, si godono la reazione della folla, dopodiché Leon Black si impossessa di un microfono.

LB: Bene, bene, bene. Fred ha sconfitto Tyler Nolan! Fox Olon domina la TWC e i ribelli non possono fare nulla. Addirittura, noi non siamo più il Team TWC. Travis Miller, Andy Moon, Michael Edwards, Kevin Manson ed io non rappresentiamo la TWC, siamo solo dei criminali fuori legge. E poi guardateci, come possiamo avere una possibilità?

Black si sposta camminando e appoggia una mano sulla spalla di Miller.

LB: Travis Miller,un disadattato addestrato in Russia, con un serio problema con le sedie e con i comici neri.

Black si muove in avanti e appoggia la mano su Andy Moon, dandogli prima un buffetto affettuoso.

LB: Andy Moon, un diciannovenne che ha appena iniziato a combattere.

Leon si sposta ancora e appoggia una mano sulla spalla di Kevin Manson.

LB: Un pazzo che urina in pubblico ed è molto più fumo che arrosto.

La Unglorified Legend infine si posiziona di fianco ad Edwards.

LB: Ed un rookie che non ha nessuna esperienza a grandi livelli.

Black si appoggia una mano sul petto.

LB: Tutti guidati da me, che non ho mai vinto un titolo del mondo, pur essendo il più esperto.

Il gigante annuisce.

LB: Certo, il fatto che tre di loro abbiano vinto il loro match, sconfiggendo due volte uno dei membri della Fox's Army, poco importa, come poco importa che Andy Moon abbia pareggiato il suo di match, contro Simon B., per un colpo di sfortuna. O poco importa che il match della serata lo abbia fatto Michael Edwards combattendo contro di me. Lo ammetto, abbiamo paura.

Black respira.

LB: Quindi abbiamo paura, siamo dei fuori legge... cosa possiamo fare? Quello che fanno tutti coloro che hanno paura. Anarchia. È una parola altisonante, ma spesso mal interpretata. Cosa che andrò a fare anche io.

Leon allontana leggermente il microfono, sorridendo.

LB: Infatti, io, oggi dichiaro che Fox Olon non è più a capo della TWC. Io dichiaro lo State of Anarchy!

Andy Moon si fa passare il microfono dal compagno.

AM : Si dice che tutti gli uomini abbiano pari diritti, ma poi vedi Fred, e poi vedi me, o Leon, o Travis, e capisci che questa affermazione è falsa. Olon aveva questa federazione nelle sue mani da ben prima che fosse nominato anche solo GM. E questa è anche colpa nostra, ma non importa.

Moon fa un passo avanti.

AM : Vedete, siamo stanchi di quel maiale che gestisce la nostra federazione. Perchè sì, è NOSTRA. Non di Olon, non di Fred, non di Sigfried. Nostra.

Andy indica il resto del gruppo.

AM : Quindi abbiamo deciso che da adesso in poi facciamo come vogliamo noi. Non esistono più regole, nessun limite. Anarchia è la parola giusta perchè in questo momento noi stiamo ABOLENDO qualsiasi imposizione venuta dall'alto. Quindi non stupitevi più.

Moon sospira.

AM : Non garantiamo la sicurezza di nessuno. Qualunque cosa succeda da ora in poi, è guerra totale. Perchè non ci importa più un cazzo di niente, siamo pronti a picchiare, distruggere e fare a pezzi qualsiasi persona o cosa se è necessario. Qualunque. E potete contare che uno di noi cinque vincerà quel torneo, costi quel che costi.

Andy passa il microfono a Kevin Manson, che si guarda un po' intorno prima di parlare, ricevendo qualche applauso dai fans presenti nell'arena.

KM: Anarchia, anarchia, anarchia. Quanto cazzo suona bene la parola "anarchia". Fa anche rima con funivia: la metaforica funivia che fino ad oggi ha permesso agli sgherri di Rotoloni Fox di vivere la loro vita tranquilla, facendo strada senza muovere un muscolo, protetti nella loro gabbietta di metallo che lascia all'esterno ogni problema indesiderato... Questo finchè non arriverà qualcuno a tranciare il filo, e tutti cadranno perchè la funivia sarà fuori uso.

Kevin prende una momentanea pausa, riflette per qualche secondo.

KM: Fa anche rima con panetteria, o con Jeremiah. Solo che non posso fare altre metafore con questi nomi, quindi per una volta mi sforzerò di essere chiaro: il qui presente signor Fox Olon soffre di crisi di protagonismo. Avete presente i manager cattivoni che si trovano di solito nelle serie TV? Ok, loro impongono la loro legge e aiutano i raccomandati, esattamente come il pigmeo grasso e pelato che ci costringono a chiamare General Manager, ma almeno hanno il buon senso di cercare di nasconderlo. Olon, davvero, quanto puoi essere stupido da rivelare i tuoi piani durante la tua prima notte al potere? Rischi solo di attirarti addosso più nemici, nemici che non sai ancora come contrastare. Ed infatti eccoci: noi siamo venuti qui a portare le NOSTRE leggi.

The Animal sembra soddisfatto, dopodichè la sua espressione diventa più corrucciata ed esplode in un boato.

KM: LE NOSTRE CAZZO DI LEGGI! SAPETE COSA VUOL DIRE?! VUOL DIRE CHE SE QUALCUNO DI NOI AVRA' VOGLIA DI MENARE LE MANI PRENDERA' CHIUNQUE GLI CAPITI SOTTO TIRO E LO AMMAZZERA' DI BOTTE! VUOL DIRE CHE SE VORRO' CAGARE NELL'UFFICIO DI FOX OLON LO FARO' COL SORRISO SUL VOLTO! VUOL DIRE CHE PRENDEREMO CHIUNQUE IN QUEL BACKSTAGE NON APPOGGI LA NOSTRA CAUSA E LO MANDEREMO ALL'OSPEDALE! TI DECIMEREMO IL ROSTER, TI DISTRUGGEREMO IL GIOCATTOLO, FIGLIO DI PUTTANA! PFUI!

Manson cerca di calmarsi, ha il fiatone e sbracciandosi è riemerso il dolore al braccio ed alla schiena, dopodichè passa in maniera non esattamente gentile il microfono al compagno/rivale Michael Edwards.

ME: Anarchia: "Mancanza di governo, come stato di fatto, sia per assenza di un valido potere a causa di rivoluzioni, sia per inefficienza dell’esercizio del potere da parte di coloro che ne sono investiti". Questa è la descrizione che il vocabolario riporta della parola anarchia ed in questo momento è ciò che più si avvicina alla situazione della TWC.

Edwards fa un passo avanti ed osserva i colleghi al suo fianco e gli uomini della Fox's Army.

ME: Inoltre è quello che serve a questo luogo per tornare ad essere integro. Come può un folle con manie di protagonismo governare affiancato da uno stuolo di pazzi? Come può un uomo solo al comando affrontare cinque uomini? Non penso sia Lebron James quell'uomo, anzi mi sembra più basso e tondo dell'alieno da Akron... Ma senza stare a fare tutte queste similitudini, la realtà è un'altra, che qui le cose ci stanno sfuggendo di mano e solo attraverso la pulizia di certa gente si può superare questo momento.

Micheal guarda i suoi compagni.

ME: Forse non saremo abbastanza, forse non saremo forti abbastanza. Forse... Forse... Forse... Forse... Ci sono troppi forse nella storia di questa federazione nata da poco, nessuno di questi porta il nostro nome però. Per loro non siamo il team TWC, siamo stati cancellati, come un errore nella storia, perché è vero la storia la scrive chi vince e loro hanno vinto...

Il golden boy si volta un'ultima volta verso la Fox's Army.

ME: Ma questa guerra non è ancora finita e con le nostre leggi, la nostra forza, la nostra gloria riporteremo il tutto al posto giusto! La caduta dei "giganti" sta per iniziare!

Il dragon kid torna a posto e lascia il microfono a Travis Miller.

TM: Ammettiamolo, una federazione come la nostra ha già a che fare con fin troppa burocrazia, dover gestire anche un General Manager incapace è più di quanto possiamo sopportare. Fox Olon è una patetica scusa per un dirigente, e finché gli sarà affidato anche il minimo potere decisionale farà di tutto per guidare la federazione al fallimento nel tentativo di creare il suo mondo ideale. Ed ecco il punto principale della questione, a nessuno interessa davvero qualcosa di quello che vuole Fox Olon, la sua mentalità è fin troppo lontana dal nostro mondo per poter gestire efficientemente una federazione di wrestling, non appartiene a questa realtà.

Travis si volta a guardare i propri compagni e poi torna a parlare...

TM: Noi invece...noi basiamo la nostra intera vita su questa disciplina, ed abbiamo realizzato una cosa estremamente importante. Non abbiamo bisogno di un GM, non finché sarà un ruolo ricoperto da inetti come Olon, siamo perfettamente in grado di gestirci da soli, ed è quello che faremo. Noi facciamo le regole in questo posto ora, noi decidiamo a chi spetta cosa e noi decidiamo la direzione di questa federazione. Ovviamente se l'"ex" General Manager ha qualcosa in contrario è liberissimo di sguinzagliarci contro i suoi uomini migliori, ma non si aspetti dei risultati diversi da War of Change, perché noi passeremo sopra qualsiasi ostacolo ci venga posto di fronte senza pensarci due volte. Oggi è una data storica per la TWC, OGGI COMINCIA L'ANARCHIA!

l'Ex Team TWC domina il ring mentre la loro theme song risuona nell'arena!



E su queste immagini si conclude questa splendida puntata di Indoor War, la prima fuori dal Manhattan Center, che ci ha regalato molte parole e pochi, ma significativi, fatti! L'appuntamento è tra due settimane live da Oklahoma City per Indoor War #11 dove assisteremo all'inizio del torneo per decretare il primo TWC World Heavyweight Championship, Alisa Drake vs Samantha Hart e tante altre emozioni che, come sempre, vivremo insieme. Da Phoenix è tutto, a presto amici!


NotOnlyWWE, CM-Cena, Il ragazzo Woo Woo
KTW, Elban Rattlesnake, The Hawk, straight edge savior, SimoAF, Dims, Il capitano, Stevester, Liontamer, Phil Is Wrestling, CaptainCharismaPeep, Christian & ??


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 19/06/2015, 21:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/12/2010, 9:22
Messaggi: 17038
Immagine


La puntata odierna di Indoor War è finita, e le immagini ci portano nel backstage dove vediamo Alisa Drake che munita della sua valigia si dirige verso l'uscita dell'arena.

Immagine


La ragazza sta per andarsene ma ecco che viene fermata dalla splendida Ally Sullivan.

Immagine


AS: Alisa scusami, avrei delle domande da farti.

Alisa: Prego Ally.

AS: Alisa Drake vs Samantha Hart, ora è ufficiale. Dopo Brunild Wagner vs Lucy Fisher ci sarà un nuovo match femminile qui in TWC ed a sole due settimane di distanza. Quali sono le tue impressioni?

Alisa: Non mi interessa nulla della categoria femminile della TWC, il mio unico obiettivo è distruggere quella strega che ha trasformato mio fratello in un mostro. Riconosco che Samantha è un'allieva di Kid The Wizard, ma io non ho paura, io sono un'allieva di Nathan Auditore, io ho combattuto dei match a differenza di Samantha che ha combattuto solo match di allenamento contro sua sorella Michelle, e ad Indoor War #11 le farò capire cosa significa mettersi contro i Drake!

AS: A proposito di tuo fratello: come sta? Quando pensi che possa tornare ad Indoor War?

Alisa: Attualmente non è in buonissime condizioni, di sicuro non può combattere, ma nelle ultime due settimane ha fatto passi da gigante e sono sicura che farà altrettanto nelle prossime due risultando disponibile per la prossima puntata di Indoor War dove inizierà il suo cammino che lo porterà a diventare il primo TWC World Heavyweight Champion!

AS: Come hai potuto vedere nel Sigfried Jaeger's Achtung sei stata accusata di aver "rapito" tuo fratello. Cosa ne pensi?

Alisa: Parole di tedeschi invidiosi. Una volta finito con Samantha potrei anche dedicarmi a Brunild Wagner. Non sottovalutatemi solo perché sono piccoletta ed ho un bel faccino, se mi toccate Chris allora mi arrabbio e se mi arrabbio allora sono cavoli amari!

AS: Da quello che noi e gli spettatori hanno intuito hai un rapporto molto stretto con tuo fratello, cosa vi lega in questa maniera, passami il termine, quasi maniacale?

Alisa: Preferirei non parlarne.

AS: Ultima domanda e poi puoi andare: una volta finito con Samantha Hart cosa faranno i fratelli Drake qui in TWC?

Alisa: Aspettate a vedret...

Ma attenzione! Qualcuno colpisce alle spalle Alisa facendola sbattere contro Ally Sullivan facendo cadere entrambe a terra!...

Immagine


E chi altri se non Samantha Hart... La Hart Princess ha uno sguardo duro ed ora rialza Alisa per i capelli ed inizia a farla sbattere con violenza sui muri del corridoio dove si stava svolgendo l'intervista! Samantha urla improperi verso la nemica per poi colpirla con un Roundhouse Kick che la fa stramazzare a terra!

Samantha: E' questo quello che vuoi eh?!

La Hart Princess tira un calcio allo stomaco ad Alisa.

Samantha: E' questo quello che vuoi?!

Altro calcio di Samantha.

Samantha: Rispondi troia!

Ed ecco che la Hart Princess comincia a colpire con violenti calci un'inerme Alisa stesa a terra mentre continua ad insultarla!

Samantha: Fammi vedere cosa significa mettersi contro i Drake! Fammi vedere i "cavoli amari" quando ti arrabbi! Fammi vedere cosa sai fare nanetta del cazzo!

La Hartcker tira un ulteriore calcio ad Alisa, più forte dei precedenti, per poi inginocchiarsi e parlarle da vicino.

Samantha: Non vali niente Alisa... Tuo fratello non vale niente... Nessuno dei pezzenti in questa compagnia vale nulla paragonati a me, Samantha Hart!

La ragazza si rimette in piedi ed ora torreggiando su Alisa sorride in modo sinistro.

Samantha: This is my Revenge!

Detto ciò Samantha prende per le gambe Alisa e gliele allarga colpendola con uno Stomp sulla vagina per poi far passare la sua gamba tra quelle di Miss Drake ed intrappolarla nella letale Hart Princess' Revenge!

Immagine


La mossa, che altro non è che la Sharpshooter resa leggendaria dalla sua famiglia ed adottata da sua sorella Michelle, viene chiusa alla perfezione intrappolando Alisa in una terribile morsa! Miss Drake urla dal dolore mentre Samantha le urla contro svariate minacce...

Samantha: Batti la mano puttana! BATTI QUELLA CAZZO DI MANO!!!

Alisa: NO!!!

La Hart Princess aumenta l'angolo della morsa...

Samantha: Batti la mano stronza! Mostra al mondo che sei una perdente!

Alisa: NO, NO!!!

La presa di Samantha si fa sempre più forte!

Samantha: CEDI PUTTANA! CEDI!!!

Alisa: MAI!!!

Ed ecco che Samantha intensifica la presa arrivando a contorcersi mettendosi a ponte applicando una pressione incredibile su Alisa!!!

Immagine


La sorella di Chris Drake urla come una matta attirando l'attenzione di vari addetti ai lavori, che nonostante tutto si tengono a distanza visto il pestaggio che si sono presi da Samantha nella scorsa puntata di Indoor War. La Hart Princess continua a fare pressione ma Alisa piuttosto di sottomettersi alla nemica preferisce svenire. Samantha se ne accorge e dopo aver mantenuto la pressione per qualche altro secondo molla Alisa che ora è priva di sensi. La Hart Princess torna a torreggiare su di lei e con sguardo duro la fissa per poi sputarle addosso.

Samantha: That's what you deserve you bitch! Words creates lies, Samy can be trusted!

Detto ciò Samantha si allontana avviandosi verso l'uscita dell'arena, e su queste immagini questo Indoor War Fallout finisce.


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 03/07/2015, 18:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
Immagine


Spoiler:
Immagine


Ad aprire il pre-show ci viene mostrato uno scorcio di Oklahoma City, sede della puntata di oggi di Indoor War, nel particolare un edificio estremamente grande e dall'aria spiccatamente autorevole, davanti a cui è alzata a mezz'asta la bandiera americana. Un orologio lì vicino ci mostra che sono le 16:22 del pomeriggio, quindi il segmento è stato registrato alcune ore prima di questa puntata che sta aprendo.

Immagine


Davanti all'entrata dell'edificio fa ora la sua comparsa Jeffrey Bennett, che, vestito "a modo suo", sembra decisamente fuori luogo rispetto ad altre persone che camminano accanto a lui, in smoking e cravatta. Bennett indugia un attimo davanti alla porta, poi entra e va subito a cercare una segreteria, o qualcosa di simile.

Immagine


Impiegata: Buongiorno, posso aiutarla?

Bennett: Ho un appuntamento...

Jeffrey Bennett porge un biglietto all'impiegata, che lo legge, annuisce e lo restituisce all'ex Pàz.

Impiegata: Secondo piano, prima porta a destra.

Bennett ringrazia con un cenno del capo e sale le scale in fondo al corridoio. Arrivato in cima, si ritrova davanti una serie di porte: confronta allora il cartellino sulla prima porta a destra (che noi non riusciamo a leggere) con il proprio biglietto, annuisce a sua volta, bussa alla porta ed entra. Il collegamento si interrompe già qui, e le immagini ci riportano alla diretta del pre-show di Indoor War.
Le immagini ci mostrano l'esterno del Chesapeake Energy Arena in Oklahoma City, Oklaoma!

---


Ed ecco che parte la diretta dalla Chesapeake Energy Arena.

Immagine


Dopo una panoramica dell'arena le immagini ci portano nel backstage dove troviamo Chris ed Alisa Drake che si stanno preparando per i rispettivi match.

Immagine


Chris se la dovrà vedere con Michael Edwards mentre Alisa con Samantha Hart. La ragazza sta scrivendo qualcosa al cellulare ed una volta finito si rivolge al fratello.

Alisa: Franklin mi ha detto che ha appena finito la sessione mattutina di allenamento e potrà vedere il mio debutto in TWC.

Drake: Come si trova nel dojo NJPW?

Alisa: Dice che è dura, ma ogni fatica che supera lo avvicina sempre di più al suo sogno. E' determinato!

Drake: Deve esserlo. Finalmente debutterà in una promotion ed allo stesso tempo io diverrò campione del mondo. Direi che è un ottimo periodo per i tuoi ragazzoni.

Chris sorride verso la sorella che ricambia.

Alisa: Sono davvero felice di riaverti indietro fratellone.

Drake: Ed io sono felice di essere tornato. Come ti senti per il match di stasera?

Alisa: Un po' nervosa, ma sono determinata a distruggere quell'arpia! Niente potrà fermarmi!

Drake: Sono sicuro che ce la farai Ali, ho piena fiducia in te.

Gli occhi della ragazza si fanno lucidi ed ora abbraccia il fratello che ricambia l'abbraccio, ma ecco che il momento tra i due viene interrotto da una figura a noi nota...

Immagine


Jack Keenan si avvicina ai due che si staccano. Chris e Jack si scambiano uno sguardo di sfida ed Alisa si mette di mezzo tra i due.

Alisa: Calma ragazzi... War Of Change è alle spalle.

Keenan: Sì, sì, so che questo è un nuovo Chris Eddy Drake - e devo dire che ciò non mi dispiace, ora è possibile persino fare una chiacchierata con lui - ma questo non cambia una cosa: io voglio assolutamente vincere il TWC Championship... io e te siamo sul 3-1, Chris, e se dovessimo incontrarci nel torneo non mi farò problemi a portarmi sul 4-1 e a infliggerti un po' di dolore per avanzare al turno successivo, discorso che vale per chiunque dovrò sfidare.

Drake: Lo stesso vale per me... Distruggerò chiunque cercherà di mettersi tra me ed il mio sogno.

Keenan: Comunque, c'è un motivo se ho voluto vedervi: non sono la persona che dispensa favori a destra e a manca, credo lo sappiate, ma c'è una certa ragazza che non va molto a genio a nessuno di noi - e che ora si sta preparando per un match contro Alisa - che da settimane va dicendo di aver trovato un nuovo "protetto"... beh, non ne sono sicuro, ma potrei aver scoperto chi sia.

I fratelli Drake strabuzzano gli occhi.

Alisa: E chi è?

Keenan: Ve lo direi, ma preferisco mostrarvelo...

Drake: Quanto tempo ci vorrà?

Keenan: Non molto, l'albergo dove li ho visti è a pochi chilometri da qui...

Drake: Allora andiamo, cosa stiamo aspettando?

I due wrestler si incamminano mentre Alisa resta ferma attirando l'attenzione dei due.

Keenan: Andiamo, Alisa, mi devi ancora circa 4200 dollari di viaggio, non mi pare che attraversare due isolati sia chiederti troppo...

Alisa: Non è questo Jack, è che il mio match inizierà tra poco e non voglio rischiare di restare imbottigliata nel traffico e perdere per forfait... Andate voi.

Drake: In questo caso io resto qui con te, non voglio rischiare di perdermi il tuo match.

Alisa: No Chris, tu devi andare. Abbiamo un'occasione unica per scoprire chi è il nuovo assistito di Samantha e metterci subito un passo avanti ai nostri nemici in una guerra che sarà inevitabile.

Drake: Sei sicura?

Alisa: Sì! Ora andate, il tempo stringe e so che ce la farai a tornare per il mio match.

La ragazza sorride al fratello che ora torna da lei e l'abbraccia.

Drake: Torno subito, non preoccuparti.

Keenan: Dai Drake, non abbiamo molto tempo.

I due fratelli si staccano ed ora Chris a passo svelto si incammina con Jack Keenan verso il parcheggio dell'arena mentre le immagini tornano su Alisa che con sguardo determinato continua a prepararsi per il suo match. Non andate via, Indoor War sta per iniziare!


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 03/07/2015, 18:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
Immagine

And Now From Chesapeake Energy Arena, Oklahoma City, Oklahoma, TWC presents Friday Night Indoor War!

Immagine


Immagine


TODAY IS A VERY SPECIAL DAY TO BE A TWC FAN!! Stanotte, LIVE dalla Chesapeake Energy Arena, Oklahoma City, Oklahoma, va in onda l'undicesima puntata dello show rivelazione dell'anno, Friday Night Indoor War, puntata durante la quale avrà inizio il torneo che decreterà il primo campione del mondo della TWC!! Stanotte, infatti, assisteremo ai primi quattro degli otto incontri del primo turno di questo importantissimo ed entusiasmante torneo. Il pubblico di Oklahoma City è entusiasta, elettrizzato, non vedo l'ora di assistere a questo importantissimo episodio di Indoor War, episodio da godere dal primo all'ultimo minuto!

Immagine


Ecco quindi che le telecamere inquadrano subito il centro del ring, nel quale è già presente il Chairman of the Board of Directors, nonché Indoor War General Manager, Mr. Fox Olon.

FO: Sedici uomini, otto incontri preliminari, quattro quarti di finale, due semifinali, una finalissima... e il massimo riconoscimento della nostra federazione in palio.

Boato del pubblico di Oklahoma City.

FO: Il già annunciato TWC World Heavyweight Championship Tournament è alle porte ed inizierà proprio questa sera, qui, ad Oklahoma City!

Un secondo boato del pubblico accompagna le parole di Mr. Fox Olon.

FO: Stasera voi, pubblico di Oklahoma, assisterete a quattro degli incontri del torneo. Nei giorni scorsi avete potuto apprezzare i partecipanti e le loro valide motivazioni per dare il massimo e portare a casa la cintura dei pesi massimi... ma questa sera li vedrete finalmente combattere per passare al turno successivo!

Il presidente della TWC si volta verso il titantron, dove compare la grafica del primo match.

ImmagineImmagineImmagine


FO: Andy Moon vs Big Black Boom...

Si levano i primi cori del pubblico.

ImmagineImmagineImmagine


FO: ...Michael Edwards vs. Drake...

Altro boato del pubblico, questa volta per l'incontro fra "Golden Boy" Michael Edwards e "The Dragon" Chris Drake.

ImmagineImmagineImmagine


FO: ...Leon Black vs. Vincent Cross...

Consueto misto di fischi/applausi e Mr. Fox Olon ne approfitta per schiarirsi la voce.

FO: ...and the Main Event...

ImmagineImmagineImmagine


FO: ...Street Dog Raymond vs Kevin Manson!

Crowd: Manson! Manson! Manson!

Fox Olon chiede al pubblico silenzio, ma questi prontamente alzano ancor di più la voce.

Crowd: MANSON! MANSON! MANSON!

Il general manager non riesce più a gestire la situazione...



Cradle to the Grave! La theme song di Raymond! I cori per Manson si trasformano presto in tremendi fischi verso il suo sfidante, che compare ora sullo stage.

Immagine


Lo Street Dog percorre la rampa incurante degli improperi che piovono dalle tribune e dal parterre, mentre il Chairman & GM applaude il membro della sua stable. Raymond è finalmente sul ring e va a dare la mano ad Olon, chiedendogli poi il microfono. Il Portsmouth Boxer è costretto nuovamente ad ascoltare i cori del pubblico che si fanno forti per il suo sfidante, Manson, mentre è pronto a parlare.

SDR: Tutto qui? Oklahoma ha già perso la voce?

La reazione dei fans è naturalmente opposta, con i fischi che aumentano e i cori per Manson che continuano ad essere intonati dalle prime file.

SDR: Manson... proprio lui? L'uomo che mi ha battuto solo grazie ad un errore del mio manager? L'uomo che ho steso per non so quante volte? L'uomo che ha la stampa del mio piede sul volto? QUEL Manson?

Lo Street Dog continua a far aumentare l'odio nei suoi confronti, mentre accenna un mezzo sorriso.

SDR: Ironia della sorte, è avvenuto quello che speravo avvenisse. Kevin Manson vs Street Dog Raymond, atto secondo. Possiamo chiudere con il passato, ma il passato non chiude con noi, è proprio vero. Le nostre strade sono destinate ad incrociarsi ancora una volta. E voi, beh, voi sarete di certo contenti del Main Event di questa serata, sarebbe un peccato tradire i pronostici e passare il turno, non è vero? Poi chi mi toccherebbe affrontare... ah, il mio compagno di stable, Fred! Un derby in famiglia, non fa di certo male.

Raymond strizza l'occhio verso Olon, rimasto nel ring al fianco del wrestler inglese.

SDR: Parlare senza il diretto interessato, però, mi annoia. Manson, so che volevi fare un'entrata improvvisa, ma non ti concedo neppure questo. Esci fuori e vieni a discutere sul nostro Main Event, sull'atto finale della nostra tragedia!

Raymond volge lo sguardo verso lo stage, in attesa dell'avversario.



Immagine


Eccolo qui Kevin Manson, come sempre vestito con una maglietta smanicata ed un paio di pantaloni della tuta, entrambi di colore scuro. The Animal riceve un caloroso pop da parte del pubblico, che saluta con la mano, dopodichè si dirige verso il ring sorridendo beffardo verso il proprio avversario. Finalmente, dopo essersi fatto passare un microfono da degli addetti vicino al tavolo dei telecronisti, entra sul quadrato, appoggiandosi ad un angolo e ghignando.

KM: Ma guarda un po', per una volta che non sono arrivato al palazzetto in ritardo devo proprio presenziare all'inizio del programma! Ciao Ray Ray, buonasera Mister Rotoloni Fox, manca qualcuno? Non vedo quell'eccentrico pappone mentecatto di Harfield, tu ne sai qualcosa Scooby? Non vorrei mai che durante uno dei vostri rapporti sessuali sia caduto dal letto o, peggio, gli si sia scompigliato il parrucchino...

Raymond fa per rispondere, ma Manson lo blocca immediatamente con un cenno della mano.

KM: Era una domanda retorica, genio, puoi anche evitare la figura di merda di ammettere in pubblico la vostra relazione in un insolito scatto di sincerità.

Risate del pubblico che fanno gongolare Kevin.

KM: Oltre che bello sono anche simpatico, non vorrei mai che il buon The Hammer cominciasse a mandarmi lettere d'amore anonime o foto agghiaccianti che lo ritraggono vestito da majorette. In ogni caso, dopo averti dimostrato che Oklahoma ha una voce...

Boato di approvazione.

KM: Una voce tonante, che sarebbe impossibile non sentire...

Boato di approvazione, più grande!

KM: Una voce mastodontica che non vede l'ora di cantare il nome di Kevin Manson...

E puntualmente partono anche dei cori per Kevin Manson.

KM: ...dicevo, dopo averti dimostrato che Oklahoma ha una voce, sono piuttosto curioso di sapere il motivo per cui mi hai fatto scollare il culo dal pavimento del tetto. Sì, il tetto. Appena avrò del merchandising decente organizzerò lì quello che amo chiamare "Lo Stand Abusivo Del Painmaker". Comunque, sono davvero curioso. Hai ragione quando dici che le nostre strade si sono già incrociate una volta sul ring, ed a questo proposito è francamente divertente il fatto che il Cagnolino dia la colpa del proprio fallimento al suo amato Pesce Martello ma ti farò credere quel che preferisci, ed ora è il momento del secondo round. Un'altra cosa interessante è che hai parlato di "ultima battaglia". Ultima battaglia, ultima battaglia... Cos'è, hai capito che dopo il pestaggio di stasera riuscirai a malapena a camminare?

Raymond, invece di essere irritato per le parole del Painmaker, sfoggia un grosso sorriso sul volto.

SDR: Io non lascio nulla al caso, Manson... dovresti averlo imparato.

Stavolta il pubblico risponde con i classici "What?" alle parole del Portsmouth Boxer.

SDR: Ho detto atto finale perché, in ogni caso, per me o per te sarà proprio l'atto conclusivo dell'opera, l'atto che lascerà tutti a bocca aperta. Sono cresciuto per strada, dove non c'è altra regola se non quella di lasciare il tuo avversario sdraiato a terra per vincere. Qui è diverso. Qui viviamo sotto leggi imposte dall'alto, dalla federazione. Mr. Fox Olon, suo malgrado, è costretto a dar retta alla burocrazia e al business che circola intorno a questa disciplina. Guardati intorno: ci sono alcuni fans con le tue magliette, con i tuoi cappelli. Pagano per avere la tua faccia persino su un fottuto poster, magari appendendolo anche in cameretta. Come facciano a spendere soldi per queste cianfrusaglie non lo so, so soltanto che va accettato. Sei finito persino in gattabuia, Kev! So che adori urinare in pubblico e picchiare bimbetti a caso, ma andiamo... stavi per saltare il match che ti avrebbe... spedito definitivamente a casa.

A Manson sfugge l'ultima parte del discorso dello Street Dog.

SDR: Dai, devo farti un disegnino? Atto finale, spedirti a casa... indovina un po' quali saranno le condizioni per il match di stasera?

Raymond fa una pausa, poi indica Manson.

SDR: Tu...

Quindi si indica da solo.

SDR: Io...

Va infine ad indicare il pubblico.

SDR: Nel Main Event di stasera in questo covo di ratti di Oklahoma City...

Dunque finisce viso a viso proprio con The Animal.

SDR: In un 1vs1 match, valevole per il torneo, ma con in palio i nostri contratti!

Il pubblico esplode in un boato! Manson e Raymond si scambiano occhiatacce e quasi si ringhiano contro! Persino Mr. Fox Olon pare stupito da questa novità dell'ultima ora, infatti va a parlare con Raymond, quasi preoccupato, ma questi non fa che ignorarlo e fissa il suo sguardo contro l'acerrimo nemico.

SDR: Hai paura di perdere in un colpo solo l'onore, i tuoi "fans", il posto di lavoro e l'occasione di vincere il TWC World Heavyweight Championship, Kev? La nostra partita a poker termina con un all-in, risponderai... o ti tirerai indietro come un fottuto bastardo? Sono tutto orecchie.

La sfida è lanciata e pian piano dal pubblico parte un coro che inizia a propagarsi per l'intera arena.

Crowd: ALL-IN! ALL-IN! ALL-IN! ALL-IN!

Kevin Manson si guarda intorno, piuttosto serio, piuttosto preoccupato a dirla tutta. Torna poi a fissare la sua nemesi.

KM: Tu vuoi questo match, loro lo vogliono... Dunque, così sia. Ma c'è ancora una persona che vuole qualcosa, e quella persona sono io.

The Animal temporeggia armeggiando con il microfono.

KM: Sai, ho capito il tuo errore. Hai scelto questa stipulazione convinto che il mio braccio sinistro fosse ancora fuori uso, in modo tale da potermi sconfiggere con relativa facilità, ma indovina un po'? Davanti a te hai un uomo al cento per cento della forza, pronto a farti il culo. Hai cercato di approfittare di un vantaggio, ti é andata male, ma ti darò l'opportunità per redimerti e dimostrare non a loro, non a Olon, non a Harfield, ma a te stesso di non essere uno schifoso vigliacco. E questa cosa non piacerà ad Olon o Harfield, perché questa é la mia stipulazione: se qualunque membro della Fox's Army o quell'idiota del tuo manager oseranno anche solo farsi vedere, tu sarai squalificato. Ovviamente, ciò sarà valido anche per lo State Of Anarchy e me. Allora? Hai le palle, cagnolino?

Raymond sembra divertito, scuote la testa, ma Kevin gli va a muso duro.

KM: GUARDAMI NEGLI OCCHI ED ASCOLTAMI, LURIDO FIGLIO DI PUTTANA!

Atmosfera incandescente, ora i due non si staccano gli occhi di dosso.

KM: Io lo so che non ti interessa dei fans, e condivido, lo so che non ti interessa della Olon's Army, e condivido, lo so che non ti interessa di Harfield, e condivido, ma in questo momento ti sto chiedendo di dimostrare qualcosa a te stesso. Sai cosa abbiamo in comune io e te? Che siamo due fottuti egocentrici. Ognuno di noi vuole il meglio per sé e vuole raggiungere i suoi scopi, con ogni mezzo necessario. Non é forse questa la ragione per cui noi due belve solitarie abbiamo deciso di mischiarci ad altre persone che, con buona approssimazione, non ci piacciono? Un branco é più efficiente di una singola belva, per quanto forte o feroce essa sia. Chissà, magari sarai anche riuscito a creare dei legami con qualcuno lì in mezzo, ma il legame più forte per due predatori é la rivalità. L'orgoglio. Il desiderio di rimanere l'unico a potersi permettere di cibare sulle carcasse altrui. Fino a poco tempo fa, noi animali della TWC eravamo tre, ma quell'idiota di Ultraman ha conosciuto l'estinzione. Ora ne rimangono solo due. Ma due sono comunque troppi. Ne dovrà rimanere uno. UNO! Ed ecco perché stasera noi ci affronteremo in una battaglia con in palio le nostre carriere, perché siamo nemici naturali, come il cobra e la mangusta, e le guerre omicide tra due nemici naturali si combattono da soli. Vuoi vivere il resto della tua vita con il dubbio se saresti riuscito a sconfiggere Kevin Manson da solo? Non penso. Dunque, rendilo ufficiale, a meno che tu non preferisca mettere la coda tra le gambe farti aiutare dal padrone.

Il pubblico continua a rumoreggiare, attendendo la risposta del Portsmouth Boxer.

SDR: Io ho imposto una condizione, tu un'altra, mi sembra giusto. Tu hai accettato la mia... ed io accetterò la tua: ACCETTO!

Ennesimo boato del pubblico, con Manson che spalanca le braccia per irritare ancor di più lo Street Dog.

SDR: Al diavolo tutti gli altri, questo è un match uno contro uno. Nemmeno un cane come me avrebbe accettato un'intromissione esterna. Le nostre carriere sono ufficialmente sul filo di un rasoio, Kevin. Stasera uno di noi dirà addio a tutto e non ci saranno colpi bassi.

Olon pare ancor più preoccupato dallo stravolgersi della situazione, ma non riesce ad intromettersi nel dialogo fra i due wrestler.

SDR: Mr. Olon, il dado è tratto. Renda ufficiale questa stipulazione!

I fans cominciano ad intonare degli "YES!" e Olon li guarda incupito. Raymond gli avvicina il microfono, mentre questi continua a sussurrargli qualcosa a bassa voce, con l'inglese che scuote la testa e lo incita a dare l'ufficialità.

FO: È... ufficiale.

Immagine


Crowd: YES! YES! YES! YES! YES!

Immagine


Raymond e Manson ora sono letteralmente face-to-face. Olon, guardando i due, preferisce uscire in silenzio dal quadrato. La situazione è incandescente, da un momento all'altro potrebbero già darsele di santa ragione, prendendosi magari un vantaggio. Si scambiano delle parole, degli insulti probabilmente, come hanno fatto per molte settimane prima d'oggi. Le telecamere non smettono di inquadrarli, attendendo una reazione da parte di uno dei due, ma non ce n'è alcuna. I due si allontanano lentamente dal centro del quadrato, con Manson che esce dal ring da un lato e Raymond dall'altro. Il Main Event di questa serata sarà molto più di un semplice incontro: sarà questione di vita o di morte per i partecipanti. Soltanto stasera scopriremo chi farà ancora parte del roster TWC.



Up Next: Alisa Drake vs Samantha Hart


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 03/07/2015, 19:09 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
Bentornati live da Oklahoma City, è il momento per il secondo match femminile nella storia TWC, Alisa Drake vs Samantha Hart!



La theme di Alisa risuona nell'arena venendo accolta da una buona reazione.

Immagine


La ragazza compare sullo stage con il suo ring gear pronta a regolare i conti con la donna che ha fatto del male al fratello. Miss Drake si incammina sulla rampa diretta verso il ring ma qualcuno arriva di corsa dal backstage attaccandola alle spalle!

Immagine


E chi altri se non Samantha Hart... Fischi assordanti accolgono la Hart Princess che ora torreggia su Alisa per qualche istante prima di iniziare a colpirla con violenti Stomp! Samantha è una furia, ed ora solleva la nemica per poi mandarla ad impattare con un Irish Whip contro un paletto! Fatto ciò la Hart Princess rialza per i capelli Alisa e comincia a farla sbattere violentemente di schiena contro le balaustre che separano il pubblico dal ring per poi emettere un urlo che viene accolto dai fischi del pubblico qui presente. Adesso vediamo Samantha andare nei pressi dell'area del timekeeper raggiungendo Jessica Rose e fronteggiandola a muso duro. L'annunciatrice fa un passo indietro permettendo alla Hart Princess di prendere possesso della sedia d'acciaio sulla quale era seduta Jessica, chiuderla e prepararsi ad assaltare Alisa. Samantha si avvicina minacciosa alla nemica che però accenna una reazione e con un placcaggio la manda a sbattere di schiena contro l'apron ring! Il pubblico esulta a questa offensiva di Alisa che ora, seppur dolorante, si butta con una Thesz Press su Samantha iniziandola a colpire con dei pugni in volto! Fatto ciò Miss Drake rialza la nemica per capelli ed ora è lei a mandarla ad impattare di testa su un paletto... No! Samantha si para con le mani ed ora colpisce con una gomitata allo stomaco Alisa per poi spedirla con un violentissimo Irish Whip contro i gradoni! Alisa accusa il colpo ed ora, in piedi, si tiene la schiena dolorante non avvedendosi di Samantha che la travolge con una devastante Spear!

Immagine


Boato di sgomento del pubblico. La Hart Princess sorride in modo perfido per poi andare a prendere nuovamente possesso della sedia d'acciaio e dopo aver puntato in modo famelico Alisa inizia a colpirla violentemente con delle potenti sediate! Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette, otto, nove, dieci, undici violente sediate, per lo più sulle gambe, si abbattono sulla malcapitata Alisa Drake che urla dal dolore quasi piangendo! Samantha ride in modo folle mentre ora degli arbitri accorrono a fermare questo pestaggio, ma la Hart Princess di risposta stende un arbitro con una sediata in testa! Gli altri arbitri si fermano indicando a Samantha lo stemma della TWC e l'autorità che esso rappresenta e la ragazza di tutta risposta gli sputa sopra! I fischi si fanno assordanti, l'arena è una polveriera ora e la Hart Princess godendo di ciò mostra le dita medie sia agli arbitri e sia al pubblico per poi indirizzarle verso Alisa Drake prima di rialzarla per i capelli e morderla ad un braccio!!! Gli arbitri ora intervengono a separare le due ma Samantha ne colpisce un altro con un Low Blow di tacco, volgarmente noto come calcio dell'asino! L'arbitro accusa il colpo piegandosi dal dolore ed ora Samantha, svincolatasi dalla presa dell'ultimo arbitro rimasto va a prendere in consegna Alisa gettandola nel ring. Fatto ciò sale su un paletto e si mette di spalle al ring per poi...

Immagine


Connettere con uno splendido Moonsault! Samantha si rialza con un sorrisetto in volto per poi allargare le braccia come a dire: "Avete visto cosa so fare?!". Ora la Hart Princess gira Alisa mettendola faccia a terra per poi iniziarla a colpire con altri Stomp alla base della schiena della nemica per poi voltarla nuovamente, allargarle le gambe, colpirla con un calcio alla vagina ed intrappolarla nella Hart Princess' Revenge!

Immagine


Miss Drake urla dal dolore e Samantha possiamo sentirla chiaramente urlarle contro insulti irripetibili. La Hart Princess esegue la chiusura a ponte intrappolando Alisa per un'altra volta nella letale morsa!

Immagine


La sorella di Chris Drake si rifiuta di cedere anche se il match non è neppure iniziato ed ora, come due settimane fa nel Fallout, preferisce lasciarsi svenire pur che arrendersi a Samantha Hart che si accorge di ciò e molla la presa. Adesso Alisa è stesa e terra e Samantha torreggia su di lei per qualche istante per poi farsi passare un microfono da Jessica Rose e prendere la parola.

Samantha: Adess...

I fischi sono talmente assordanti che non permettono alla ragazza di parlare.

Samantha: E' inutil...

Ancora più fischi per Samantha.

Samantha: Mah... 'Sti cazzi...

La Hart Princess continua a parlare non curandosi più dei fischi del pubblico.

Samantha: Stavo dicendo... Referee, fai partire il match...

L'unico arbitro in piedi scuote la testa dicendo categoricamente di no, ed ecco che Samantha, dopo aver sbuffato, estrae da una ginocchiera il suo smHartphone e dopo aver smanettato un po'...

Immagine


Manda in blackout l'arena! Ora è tutto al buio ed oltre ai fischi riusciamo a sentire la voce di Samantha.

Samantha: Nel caso non ve ne foste accorti brutti pezzi di merda io qui controllo tutto!

Un occhio di bue si accende su Samantha e un altro sull'arbitro.

Samantha: E adesso coglione fai partire questo match o la puntata si può considerare conclusa qui!

L'arbitro scuote la testa, ma ecco che vediamo mettere mano alla sua auricolare dove sta ricevendo istruzioni dal backstage. Passa qualche secondo e l'arbitro annuisce verso Samantha che con un sorriso in volto fa tornare l'illuminazione nell'arena. L'arbitro malvolentieri fa suonare la campanella ed il match ha inizio.

Immagine VS Immagine
Alisa Drake vs Samantha Hart
Singles Match


La Hart Princess saltella nel ring per poi andare a schienare Alisa Drake... 1...2...3! No!!! Alisa alza una spalla, Alisa c'è! Boato da parte del pubblico che ora inizia a rumoreggiare ed a fare cori per la sorella di Chris Drake.

Pubblico: ALISA!... ALISA!... ALISA!... ALISA!... ALISA!... ALISA!...

La giovane Samantha assume un'espressione contrariata ed ora va ad allargare le gambe della nemica per poi tentare una Hart Princess' Revenge... No! Alisa la prende per il capelli e le chiude in un Inside Cradle! 1...2...3! No!!! Kick-out di Samantha! La Hart Princess è sbigottita, stava per perdere questo match in maniera totalmente umiliante, ed ecco che lo stupore si trasforma in rabbia ed ora vediamo la ragazza che va a prendere Alisa per i capelli alzandola e sbattendola di schiena contro un Turnbukle! Fatto ciò le tira un potente schiaffo in volto per poi caricarsela sulle spalle e...

Immagine


Divine Revenge!!! Samantha va per il pin... 1...2... l'arbitro tentenna un istante scuotendo la testa e 3! Il match è finito.

Spoiler:
Jessica: The winner of this match... Samantha Hart.


Annuncio non troppo entusiasta di Jessica Rose che comunque viene ignorata da Samantha che vediamo festeggiare questa sua vittoria. La ragazza si fa alzare la mano dall'arbitro mentre una bordata di fischi la investe, ma lei non se ne cura ed ora... continua a pestare Alisa Drake! I fischi si fanno ancora più intensi e la ragazza non sembra intenzionata a fermarsi...



Ma attenzione! Una nuova theme risuona nell'arena...

Immagine


Chris Drake compare sullo stage con espressione furente ed ora corre verso il ring! Samantha sguscia immediatamente fuori dal quadrato mentre Chris entra nel ring mettendosi a protezione della sorella. La Hart Princess intanto se la ride di gusto da fuori il quadrato ed ora vediamo giungere dei medici che vanno a controllare le condizioni di Alisa mentre Chris resta a fissare con odio Samantha Hart che ora raggiunge la rampa e lentamente si avvia verso il backstage non distogliendo lo sguardo dal suo ex Little Monster e ridendo di gusto, e su queste immagini noi andiamo in pubblicità.



Still To Come: Chris Drake vs Michael Edwards, Andy Moon vs Big Black Boom, Leon Black vs Vincent Cross and Kevin Manson vs "Street Dog" Raymond


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 03/07/2015, 19:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
La theme di Big Black Boom rimbomba nell’arena ed ecco arrivare il lottatore mascherato sullo stage!



Immagine


Nulla di nuovo nella sua tenuta con cui si presenta: giacca di pelle, canotta e pantaloncini neri come la maschera. Dal pubblico arrivano un sacco di fischi mentre percorre la sua strada verso il ring, fischi che continuano anche una volta salito sul quadrato.

BBB: Bene bene bene, ormai ovunque vada l’accoglienza è la stessa, vedo. Eppure dovreste essere contenti di vedere finalmente qualcosa di interessante in questa città perduta nel nulla, in uno stato dimenticato da dio!

La risposta del pubblico non si fa attendere: un boato di versi contrari si abbatte contro Triple B, che però non sembra affatto farvi caso.

BBB: Vedo che non è così, giusto? Tanto peggio per voi, perché ho qualcosa da dire. Stasera ci sarà un match: il mio match per il torneo, il match che mi consentirà di avvicinarmi di un altro passo verso la cintura di campione dei pesi massimi TWC. Quando qualche giorno fa hanno sorteggiato il mio nome contro quello di Andy Moon, vedevo il conforto negli occhi degli altri, vedevo come tutti, da Carroll a Manson, da Cross a Black, fossero sollevati all’idea di non doversi confrontare con me, di non trovarsi sulla mia strada.

Il perfidy in a mask mostra un ghigno.

BBB: Mentre il povero Andy, lui ostentava sicurezza. Mi fissava, come i cani randagi fissano l’accalappiacani che gli porge del cibo, ignari di quello che succede dopo. Caro Andy: sarà quello che succederà a te, forse ci credi, pensi che tu abbia una chance.

Una risata percorre il viso di Big Black Boom.

BBB: Ma non hai la minima possibilità di farcela. Non hai la minima possibilità, la tua è solo una speranza. È la speranza del giovane ingenuo, di chi finora non ne ha prese abbastanza per essere ben educato e stare seduto o a terra quando gli si comanda. Ma oggi lo imparerai, oggi imparerai come si fa a stare al proprio posto, invece che giocare a fare la guerra con chi conta. Tu e tuoi amici “anarcoglioni” sparirete uno ad uno dal tabellone, tutti quanti presi a calci in culo dalla Fox’s Army, poi sparirete via dalla TWC e infine chissà, sparirete via anche dalle palle...



Attenzione! La theme song di Nick Carroll interrompe il monologo del wrestler mascherato.

Immagine


Ed ecco che il bostoniano si presenta sullo stage microfono alla mano. Carroll comincia a parlare avvicinandosi verso il ring.

NC: Sai qual è una cosa che mi dà veramente fastidio, Boom? Essere interrotto. E guarda caso, tu l'hai fatto per ben due volte negli ultimi tempi. Dunque mi è sembrato corretto ripagarti con la stessa moneta stasera.

L'ingegnere ha raggiunto il ring e scivola dentro passando tra la seconda e la terza corda.

NC: Inoltre, non potevo restare indifferente a tutte le stronzate che stai sparando.

Nick è ora perplesso e guarda BBB negli occhi con espressione incredula.

NC: Veramente credi di aver visto sollievo negli occhi degli altri lottatori quando sei stato sorteggiato contro Moon? Vedi davvero la paura sui volti di coloro che incroci nel backstage? Sicuro di non aver bisogno di una visita oculistica?

Il biondo accenna una risata.

NC: L'unico motivo per cui qualcuno potrebbe essere sollevato di non doverti affrontare è l'aver evitato di dover toccare un essere immondo come te. Metterti le mani addosso è veramente un atto di coraggio degno di un titolo mondiale! Da questo punto di vista, non invidio per niente Moon!

Il pubblico applaude, d'accordo col Brain Damager.

NC: E, per finire, mi sfugge proprio il perché un ottimo lottatore come Andy non dovrebbe avere speranze contro un viscido, schifoso e vile rifiuto della natura come te. Mi viene quasi da pensare che tu e gli altri simpaticoni della Fox's Army abbiate in mente qualche piano losco a riguardo.

La risposta di BBB non si fa attendere.

BBB: Fammi capire: tu, bambino viziato del cazzo bisognoso di attenzioni, sali sul mio ring ad insultarmi? Che c'è, pochi riflettori puntati addosso, piccola?

Il pubblico reagisce rumorosamente, BBB invece se la ride.

BBB: Pensi di dover dire la tua? Chi ha chiesto il tuo parere, chi ha mai voluto sapere cosa pensi? Questo show, il fatto di andare in onda su una televisione americana, ti ha fatto credere di essere al centro dell'attenzione, ti ha fatto credere di essere importante. Ma tu qui non conti niente. Non conti per me, ma non è difficile, non conti per il GM, non conti neanche per il tuo paparino se non ricordo male. Hai provato a sventolare la bandiera della giustizia, ma l'asta su cui era issata ti è finita su per il culo, visto persino un idiota come Leon Black ha rifiutato il tuo aiuto, dimostrando che anche per quelli della sua specie non conti nulla.

Big Black Boom si avvicina al suo interlocutore guardandolo trucemente negli occhi.

BBB: Nessuno ti vuole qui dentro. A nessuno importa di te, e mai importerà. Guardami negli occhi: quella che vedi è sicurezza, la sicurezza di essere sicuro di sorpassare l'ostacolo, e non deve interessarti come. Nei tuoi vedo solo bisogno di attenzioni, ma io non te ne darò: ho un titolo da conquistare e ho già il mio avversario; a te ci penserà Sigfried.

Triple B sorride mentre il pubblico incita Carroll, il quale ricambia lo sguardo duro del rivale.

NC: Mio Dio, Boom. Pensavo avessi qualche problema di vista, ma non credevo che fossi messo male anche con l'udito. Devi essere sordo per non sentire che al TWC Universe interessa quello che ho da dire. Ed a giudicare dalle loro reazioni, quello che queste persone eviterebbero volentieri di ascoltare sei proprio tu.

Nick si avvicina ancora di più al perfidy in a mask, sempre guardandolo fisso negli occhi.

NC: Nei tuoi occhi non vedo affatto la sicurezza che tanto ostenti. Bensì, vedo cattiveria e boria. Ed ogni volta che apri bocca continui a sparare cazzate ed a commettere errori.

L'ingegnere alza minacciosamente un dito ed indica BBB.

NC: Innanzitutto, non osare mai più parlare di mio padre. I miei problemi di famiglia non ti riguardano e ti assicuro che non ti conviene immischiarti. Chiaro? Non osare mai più!

Carroll tenta di calmarsi e di riprendere a parlare con più calma, ma la sua voce trema ancora di rabbia quando egli continua nella sua risposta.

NC: Ed un altro sbaglio che fai è dire che Leon Black non ha voluto il mio aiuto. Leon mi ha chiesto di guardar loro le spalle e di stare in agguato. Ed è esattamente quello che farò stasera. Nel caso tu decida di giocare sporco per battere Moon, puoi stare sicuro che non te la farò passare liscia. Attento a quello che fai.

Detto questo, Nick si avvicina alle corde del ring ed esce, rimanendo sull'apron.

NC: Bene, ora che abbiamo chiarito questi punti fondamentali, me ne ritornerò nel backstage e smetterò di sottrarti del preziosissimo tempo.

BBB non sembra apprezzare il sarcasmo dell'ingegnere.

NC: Adesso puoi tranquillamente continuare ad annoiare il pubblico di Oklahoma City, ma ricorda: usa il cervello e vedi di non cacciarti nei guai, Boom. Buona serata!

Appena Nick dà le spalle al mascherato, questi si porta il microfono alle labbra.

BBB: No-no-no Nick, non ho bisogno né di un oculista né di una visita dell'udito, al massimo sarai tu ad avere bisogno di un bravo ortopedico se proverai ancora a rompermi le palle ed alzare il tuo ditino da bambina contro di me.

BBB appare divertito, inveisce contro il suo avversario che però continua a camminare dandogli le spalle.

BBB: Sei ancora troppo convinto, sei ancora troppo accecato da queste luci. Il pubblico ti sta sentire perché le tue parole sono come le loro vite: vuote di reale significato. Ma non hanno effetto su di me e su chi riesce a guardare oltre il bel faccino che ti ritrovi.

Il pubblico canta "we want Carroll" e il bostoniano allarga le braccia sullo stage, la telecamera poi lo inquadra mentre sorride.

BBB: Ma non durerà per sempre: loro si stancheranno del tuo bel faccino, oppure te lo spaccherò io stesso. Perché sai, dai tuoi occhi sono riuscito a capire anche altro, ho come un settimo senso per queste cose.

Big Black Boom sorride mentre Nick, arrivato sullo stage, si gira verso di lui.

BBB: Col sesto capisco quando gli altri hanno paura. Con questo, riesco a leggere il futuro e il passato dagli occhi delle persone. Nel tuo futuro prevedo tante ossa rotte se continui a comportarti così con le persone sbagliate. Nel tuo passato invece leggo tanto, tanto dolore e rimorso. Lo leggo da quel tuo sguardo languido, ma anche dalle tue parole di poco fa.

Triple B si appoggia alla corda più alta, guardando fisso verso Carroll, che ora fa il muso duro.

BBB: Sappi che puoi cambiare il tuo futuro. Basta non avvicinarti ancora di più a me. Ma il tuo passato no, e insieme a lui sarò io a farti male se non la smetti di ronzarmi intorno.

BBB lascia cadere a terra il microfono fissando duramente Carroll che ricambia lo sguardo, parte la theme music del mascherato e noi andiamo in pubblicità!



Up Next: Gunther Schmidt & Brunild Wagner vs Adil Abhra


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Re: TWC - Friday Night Indoor War
MessaggioInviato: 03/07/2015, 19:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 26/04/2011, 12:11
Messaggi: 10597
Località: Il topic su che gel usa CM Punk
Dopo la consueta e utile fascia pubblicitaria, welcome back to Friday Night Indoor War, live dalla Chesapeake Energy Arena di Oklahoma City!

Immagine


Cari appassionati che ci seguite fedelmente da casa, è arrivato il momento di gustarci un’altra delle tante attrazioni e sorprese che ci riserva questa grande serata. Adil Abhra, il colossale lottatore indiano della Total Wrestling Corporation, affronterà i corvi della Bruderschaft Der Krahe Incorporated, rappresentati in questo caso da Brunild Wagner e Gunther Schmidt, in un Handicap Match che promette scintille. E ora la palla passa alla nostra Jessica Rose, pronta a centro ring.

Immagine


Il pubblico della Chesapeake Energy Arena va in visibilio per l’elegantissima annunciatrice, quasi fosse una persona di casa qui a Oklahoma City.

Pubblico: JR!... JR!... JR!... JR!... JR!... JR!... JR!... JR!... JR!... JR!...

La ragazza sorride guardandosi intorno, poi inizia a parlare col suo consueto stile.

JR: Ladies and gentlemen. The following contest, scheduled for one fall, is a 2-on-1 Handicap Match!!!

Dopo di che la splendida annunciatrice si mette in attesa dell’ingresso del contendenti.



Ed ecco risuonare nell’arena la theme dell’eroe nazionale indiano. E’ il momento di Adil Abhra!

Immagine


Il wrestler più grosso della Total Wrestling Corporation fa il suo ingresso sullo stage. Dopo essersi guardato intorno, lo vediamo scendere molto lentamente la rampa, raccogliendo un misto di applausi e fischi da parte dei fan. Evidentemente molti sono piuttosto delusi dalle sue prestazioni in TWC finora, ma chissà, forse stasera il gigante indiano smentirà tutti i dubbi dei fan con un grande match ai danni della BDK.

JR: Introducing first. Making his way to the ring, weighting 370 punds and standing 7-feet-5-inch tall. From Kolkata, India. He is the World’s Greatest Man... Adiiiiil Aaaaabhraaaaa!!!!!

Una volta giunto ai piedi del ring, Adil si aggrappa alle corde con le lunghe leve e si tira su lentamente, per poi scavalcare con facilità la terza corda. Ragazzi, è impressionante come l’arbitro DeJano e Jessica Rose sembrino dei nani a confronto. Adil Abhra passeggia sul ring, poi grida ad alta voce la sua misteriosa catchphrase.

AA: आप को कुचलने!!!

Infine eccolo sorridere e passeggiare lentamente verso Jessica, con Simo DeJano che cerca di farsi capire dal gigante, invitandolo a lasciar stare l’annunciatrice. In attesa della BDK Inc., ricordiamo brevemente come siamo arrivati a questo match. Due settimane fa, durante Sigfried Jaeger’s Achtung, la Valkyria della TWC si è ritrovata la sua rubrica “C’è posta per Brunild” intasata da una serie di fastidiose domande sul wrestling indo-pakistano rivolte dall’utente sconosciuto NeinNeinNein. Brunild Wagner, innervosita fino a perdere il controllo, ha giurato vendetta contro il suddetto utente, e per dare l’esempio ha minacciato e preso di mira l’eroe nazionale Adil Abhra. Questo incontro, perciò, rappresenta la prima occasione di vendetta da parte dello Smiling Crow nei confronti di NeinNeinNein. Ad affiancarla, vista la massiccia differenza di peso, c’è Gunther Schmidt, intenzionato a mettersi in mostra a un anno esatto dalla sua partecipazione ai Giochi Olimpici di Rio De Janeiro, dove andrà a caccia di medaglie nella categoria del sollevamento pesi.

Immagine


Attenzioni, le luci si abbassano, diventando intermittenti, mentre un fumo bianco inonda lo stage. Come si può vedere dalla grafica sul titantron, è il momento dell’ingresso della Bruderschaft Der Krahe Incorparated!



La theme della stable di eroi tedeschi si diffonde a manetta all’interno dell’arena, soffocando parzialmente i fischi del pubblico di Oklahoma City.

ImmagineImmagineImmagine


Ed ecco il famigerato trio di Ravensburg sbucare tra il fumo! Come vediamo, Brunild Wagner è vestita di tutto punto in completo da MMA, Gunther Schmidt è tutto in tiro e si mette in posa per mettere in mostra il fisico scultoreo, mentre “Superstar” Sigfried Jaeger è in jeans, maglietta BDK e felpa Adidas. Il Best from the West, deputato a custodire le birre, appoggia la cassa e fa la sua taunt di fronte alla telecamera. Dopo di che eccolo riprendere il contenitore e scendere la rampa assieme ai suoi compagni, ignorando il pubblico che rumoreggia.

JR: And his opponents. Making their way to the ring, for a combined weight of 410 pounds. From Ravensburg, Germany, representing the Bruderschaft Der Krahe Incorporated. They are the Smiling Crow and the Brutal Crow... Bruniiiiild Wagneeeeer and Guntheeeeer Schmiiiiidt!!!!!

Una volta arrivati a bordo ring, i tre si dividono, col Corvo che se ne va in area di commento, impadronendosi di una sedia e mettendo mano alle birre. Stavolta né Price, né Campbell hanno il coraggio di chiedere al Monster Hunter di unirsi a loro per commentare l’incontro. Gunther e Brunild, invece, salgono i gradoni d’acciaio e irrompono sul ring, con jessica Rose già allontanatasi onde evitare occhiatacce o minacce. La Valkyria della TWC si avvicina subito allo statuario Abhra, studiandolo a fondo, mentre il Mastino comincia a prenderlo di mira gridandogli una serie interminabile di improperi in tedesco. Adil Abhra non fa una piega, anzi, rivolge un largo sorriso verso Brunild, che fa un passo indietro schifata. Ci siamo, tutto è pronto per l’incontro. Dopo un breve conciliabolo tra i corvi di Ravensburg, sarà l’indomabile Brunild a cominciare il match, con Gunther che si sistema sull’apron ring. Simon DeJano fa spallucce, ottiene l’ok da entrambi i contendenti sul quadrato, dopo di che fa un cenno al Timekeeper, che dà il via alle ostilità col classico triplice rintocco. E questo match inusuale può finalmente cominciare, buon divertimento a tutti!



**Handicap Match**

Gunther Schmidt & Brunild Wagner vs. “The Hero of Indian Republic” Adil Abhra


Vediamo subito la Valkyria avanzare con decisione verso il pachidermico Abhra. Serie di offese in tedesco da parte di Brunild, tutt’altro che intimorita dalla stazza del wrestler indiano. Quest’ultimo abbassa lo sguardo e ridacchia rumorosamente, dopo di che dice un qualcosa di incomprensibile, abbassa la testa in avanti e invita l’avversaria a baciarlo. Per tutta risposta lo Smiling Crow stampa un perfetto Brunild’s Kiss sulla faccia di Adil, che si ritrae tenendosi la mascella. Dopo di che eccola iniziare a girargli intorno sferrando dei calci alle gambe e dei pugni al corpo dell’avversario. Adil Abhra tenta di afferrare Brunild con le sue enormi mani, due volte ci va vicino, due volte però va a vuoto. Brunild continua metodicamente a colpire il gigante col suo Lieblingsspiel, finchè pian piano l’eroe indiano non inizia a barcollare, fino ad arretrare a un angolo. A questo punto l’Armbreaker gli balza letteralmente addosso, salendo sulla seconda corda e iniziando a colpirlo selvaggiamente alla testa. Il referee DeJano inizia a contare Brunild, quando improvvisamente il World’s Greatest Man non getta fuori dal ring la Valkyria!

Immagine


Che volo per Brunild Wagner! Lo Smiling Crow per fortuna non si fa nulla, ma dalle imprecazioni si capisce che è andata vicinissima a cadere veramente male. Eccola camminare fuori dal ring, farsi dare un sorso di birra da Sigfried Jaeger e confabulare col Monster Hunter per qualche secondo. Dopo di che eccola tornare sul quadrato, sfoggiando il suo solito, gelido, sorriso. Adil Abhra farfuglia qualcosa alla donna, che però lo ignora completamente e si sposta verso l’angolo amico per dare il tag al Mastino. Una volta sul ring, Gunther Schmidt va subito faccia a faccia col behemoth di Kolkata. Dopo uno scambio di offese indecifrabili tra i due, ecco il Mastino partire con una serie di pugni violenti al corpo e alla testa di Abhra. L’indiano comincia a sentire i colpi esplosivi di Gunther, finchè quest’ultimo non lo prende per un braccio e tenta di lanciare il mostruoso Adil alle corde. Reverse violenta di Abhra, Schmidt rimbalza alle corde, evita una Clothesline, altro rimbalzo... Ma il World’s Greatest Man riesce a colpirlo in pieno con un Big Boot!

Immagine


Sotto lo sguardo cupo di Sigfried Jaeger e Brunild Wagner, il colosso indiano rialza il Brutal Crow e lo colpisce con un’Headbutt. Gunther sembra accusare il colpo, finendo di schiena addosso a un angolo. A questo punto Adil Abhra grida nuovamente a gran voce la sua catchphrase, poi corre goffamente verso Schmidt... Lo vuole letteralmente schiacciare col suo Corner Back Elbow Strike! Ma all’ultimo istante il Mastino si sposta, facendo sbattere l’indiano all’angolo. Il tedesco prende la rincorsa verso le corde, e non appena Adil si gira appoggiandosi alle corde, finisce sulla traiettoria di una poderosa Clothesline da parte di Gunther, che riesce a rovesciare fuori dal ring il colossale avversario! Adil Abhra precipita a terra in modo scomposto. Il Mastino lo indica, mandandolo platealmente a quel paese, poi scivola sotto le corde e va ad incalzarlo. Serie di calci da parte di Schmidt, che poi rialza il colosso indiano e lo manda a sbattere di testa addosso al paletto d’acciaio! Il World’s Greatest Man barcolla stordito, a questo punto Gunther lo afferra per un braccio e lo trascina di potenza verso i gradoni, mandandovelo a sbattere violentemente!

Immagine


Fischi del pubblico per il Brutal Crow, che fa un paio di gestacci e continua a colpire con calci al corpo Adil Abhra. Simon DeJano nel frattempo ha cominciato da un pezzo a contare fuori i due. A questo punto Brunild attira l’attenzione del Mastino, invitandolo a salire sul ring. Questi annuisce, passa sotto la prima corda e va a litigare col referee, arrivato al conto di otto, che non si accorge che Sigfried Jaeger è in movimento. Il Corvo, tutt’altro che interessato a una vittoria per count out da parte dei suoi amici, raggiunge Adil Abhra, che nel frattempo si sta lentamente tirando su, e gli dà “una mano”, spingendolo con cattiveria sotto la prima corda non lesinando qualche pugno. DeJano si accorge della presenza del tedesco e gli intima di stare alla larga. Jaeger alza le mani professando la propria assoluta innocenza e se ne torna alla sua birra. Mentre l’eroe nazionale indiano cerca lentamente di rialzarsi, Gunther Schmidt dà il tag a Brunild Wagner, che rientra con un buon pop da parte del pubblico. La Valkyria riprende la sua danza attorno ad Abhra, sferrando pugni e calci precisi e dolorosi. Visto che la stazza dell’avversario è notevole, l’Armbreaker ha optato per demolirlo poco a poco. Adil riesce a portarsi in ginocchio. Sta per rialzarsi in piedi... Ma lo Smiling Crow per tutta risposta gli spara in faccia un Valkyrie Kick!

Immagine


Questa volta Abhra l’ha sentito eccome. Eccolo cadere scompostamente al tappeto. Brunild si guarda intorno soddisfatta, dopo di che prova a schienare il colosso... 1... 2... No!!! Adil letteralmente getta via l’Armbreaker! Brunild rotola via e si rialza, profondamente innervosita. Eccola ritornare alla carica, afferrare un braccio dell’avversario e tentare la Valkyrie’s Rage! Ma il leviatano indiano è troppo grosso e difficile da piegare, nonostante i ripetuti colpi ricevuti. Eccolo liberarsi dalla presa e afferrare per il collo la Valkyria, bloccandola finalmente! Adil Abhra si tira su trattenendo uno Smiling Crow che lotta selvaggiamente per liberarsi. Attenzione, l’ha sollevata con noncuranza sopra di se. Ehi, ma la sta strozzando! Sigfried Jaeger getta via una lattina di birra ed è in piedi preoccupato. E’ tempo di Two Handed Chokeslam... Ma all’ultimo momento interviene Gunther Schmidt! Il tedesco rifila un colpo violentissimo a una gamba di Abhra, che perde l’equilibrio e cade mollando Brunild Wagner! Per fortuna la Valkyria ha l’agilità di un gatto e atterra senza problemi. Eccola dare il tag volante dentro il ring a Gunther, con DeJano che lascia fare un po’ perplesso. Il Mastino assetato di sangue, rialza il World’s Greatest Man, dopo di che lo atterra violentemente con una Spinebuster!

Immagine


Dopo averlo sbattuto violentemente a terra, il Braumeister si torreggia sopra Adil. Eccolo alzare platealmente il gomito, mostrando l’enorme bicipite, dopo di che eccolo abbattersi su Abhra con un poderoso Elbow Drop. Infine ecco un altro conteggio... 1... 2... e 3! No! Il behemoth cresciuto nella giungla nera si scuote ed effettua il kickout. Il Mastino allora si allontana e aspetta che l’avversario si rialzi lentamente. Calcione allo stomaco dell’indiano da parte di Gunther Schmidt, ed ecco il Braumeister che lo abbranca, avvolgendolo a fatica con le braccia muscolose... Vuole tentare un impossibile Auf Wiedersehen!... Ma Adil Abhra sfrutta la sua stazza e ribalta via il bavarese con un Back Body Drop! Il Mastino atterra di schiena alle spalle del gigante. Eccolo rialzarsi infuriato, per prendersi in testa una violenta Adil Chop. Gunther sembra in difficoltà, eccolo venire chiuso improvvisamente in una terribile Nerve Hold. Il colosso indiano pare intenzionato a frantumare una spalla dell’avversario. Ma ecco che Brunild Wagner sale sulla terza corda e balza addosso all’indiano colpendolo al volo col Panzefaust! Il colpo non sortisce molti danni ad Abhra, ma almeno contribuisce a distrarlo. E mentre questi si avvicina alla Valkyria che sta sgattaiolando via, viene abbrancato da Schmidt, che lo atterra con una poderosa Backbreaker!

Immagine


Adil rovina a terra tenendosi la schiena ammaccata dalla ginocchiata del Mastino. A questo punto Gunther rompe gli indugi, tira su il gigante e lo scaraventa a terra con un eccezionale Belly to Back Suplex! Altro schienamento da parte del Mastino... 1... 2... e 3! No! Adil Abhra è ancora nel match! A questo punto però il Mastino è stufo e risentito. Lo vediamo alzarsi e portarsi a distanza, iniziando a roteare lentamente un braccio... Ahi, c’è aria di Brutality... L’eroe della Repubblica Indiana si aggrappa alle corde e si tira su con la lentezza che lo contraddistingue, completamente ignaro del pericolo. Ed ecco partire Gunther e mettere a segno la sua terribile Clothesline! Ma Adil riesce miracolosamente a restare in piedi, barcollando come una sequoia gigante che si rifiuta di cadere sotto i colpi micidiali dei boscaioli! Schmidt resta impressionato per un secondo, dopo di che parte verso le corde, prende slancio e si getta addosso ad Abhra con una seconda Brutality, ancora più possente!

Immagine


E stavolta il gigante crolla al tappeto esanime! Un soddisfatto Brutal Crow grida un’offesa all’avversario, poi va a dare il tag a un’eccitata Brunild Wagner. Quest’ultima si arrampica immediatamente sul paletto, ammica un attimo in camera facendo l’occhiolino, infine si tuffa addosso al World’s Greatest Man con una spettacolarissima Spiral Tap!!!

Immagine


A segno!!! Ed ecco lo schienamento decisivo da parte della Valkyria della TWC!... 1... 2... e 3!!! E’ finita! Il match si conclude con la schiacciante vittoria dei membri della Bruderschaft Der Krahe Incorporated!

JR: The winners of this match: Bruniiiiild Wagneeeeer and Guntheeeeer Schmiiiiidt!!!!!

Simon DeJano invita il Mastino e la Valkyria a centro ring, dove alza loro un braccio al cielo, dopo di chef a per andare a controllare le condizioni di Adil Abhra, ma Gunther lo scaccia via con cattiveria, allontanandolo dal ring. Ma ecco che l’attenzione si sposta su Sigfried Jaeger. Dopo aver applaudito i compagni della BDK Inc., il Corvo si alza e mette sull’apron la cassa piena di birre, un microfono e la sedia d’acciaio su cui era seduto. Eccolo poi salire sul quadrato, prendere la rincorsa e schiantare di faccia a terra il povero eroe nazionale indiano con il suo marchio di fabbrica, lo Stay Down!

Immagine


Adil Abhra resta tramortito al tappeto, mentre si alza una salva di fischi nei confronti Jaeger, che sorride e fa spallucce. Il Best from the West prende il mic e mette mano a un foglio, mentre il Mastino si occupa della birra. Sigfried e Brunild torreggiano sul sofferente Abhra. Sentiamo che ha da dire il wrestler tedesco.

SGF: Due settimane fa, un parassita del web ha osato mettere a dura prova la granitica pazienza dell’unica Valkyria della federazione. La qui presente Brunild, però, non solo ha deciso di replicare a quello stolto di NeinNeinNein facendo a pezzi l’unico wrestler indiano della TWC, ma si è pure documentata su queste fantomatiche leggende indo-pakistane, in modo da dare una risposta definitiva a quel mentecatto che passa la vita a fare classifiche inutili, e così da completare idealmente la sua rubrica “C’è Posta per Brunild” a due settimane dal fattaccio. Ora rileggerò le sue domande e la Valkyria darà le risposte. Sei pronta Brunild?

L’Armbreaker annuisce seccamente. Jaeger dà il via alla lettura del foglio.

SGF: Allora Nildy, secondo te, The Great Gama è il wrestler più grande di sempre?

BND: Nein! Non ho mai conosciuto nessuno che consideri Great Gama il più grande wrestler di sempre, anzi è già difficile conoscere qualcuno che sappia chi sia Great Gama!

Una volta risposto, la Valkyria rifila un durissimo calcio nel fianco di Adil Abhra, che fa un ruggito simile a un orso ferito.

SGF: Bene. Se volessi buttare via alcune ore della mia vita e fare una lista inutile, quali sarebbero i più importanti wrestler indiani e pakistani da inserire?

BND: Mah, io inserirei solo Tiger Jeet Singh. Comunque, invece di perdere tempo con l'India mi comincerei a preoccupare di Giappone, America, Messico ed Europa, i più grandi wrestler della storia vengono tutti da una di queste quattro zone.

Altro calcio violento da parte di Brunild, stavolta pericolosamente vicino alla tempia dell’indiano.

SGF: Al momento ho fatto questa lista inutile di wrestler indiani: Gulam, Great Gama, Gobar Goho, Dara Singh, Gama Singh e Tiger Jeet Singh. Tra i pakistani invece: Bholu Pahalwan e Nasir Bholu.Va bene?

BND: Ja. Va bene.

Poi la Valkyria rifila un paio di ginocchiate alla schiena del gigante che resta impotente a terra. Mentre Gunther assiste alla scena bevendo birra divertito, il Corvo sghignazza e continua imperterrito con le domande.

SGF: E questi ceffi dal nome assurdo? Ghulam Mohi-Ud-Din, Biddo Brahmin, Kikkar Singh, Goonga, Kalloo, Imam Baksh. Li mettiamo?

BND: Nein!

La Valkyria si lascia andare a un’altra serie di calci al corpo del colosso caduto.

SGF: E invece Raheem Sultani Wala, King Kong e Mighty Chang sono importanti?

BND: Ja! Anche loro sono importanti.

La feroce lottatrice tedesca pianta un ginocchio sulla schiena di Adil e lo tempesta di pugni alla nuca.

SGF: Per finire con queste scemenze: Guru Hanuman, Karim Bux, Prem Nath, Kikkar Singh, Aslam Pehlawan, Azam Pehalawan, Akram Pehalawan che ha lottato con Inoki, Goga Pehalawan, Hassu, Ambu Goho, Hamida Pahalwan, Nathmal Pehalwan, Hanif Pehalwan, Ramjit Raghav, Panne Lal Yadav, Singh Yadav. Li aggiungiamo?

Il Corvo avvicina il mic alla Valkyria, ancora intenta a brutalizzare la schiena e la testa del wrestler indiano.

BND: Nein! Ora puoi farti la tua inutile classifica da nerd.

Sigfried continua con le domande.

SGF: Aspetta, prima le avevo chiesto di Raheem Sultani Wala, Mighty Chang e King Kong, li metto?

BND: Ja! Come detto prima, metti anche loro.

Brunild si alza e passa a colpire le articolazioni delle braccia di Abhra. Se vuole fare di lui un esempio, ebbene ci sta riuscendo, a vedere dai visi del pubblico.

SGF: Già che ci siamo, in questa lista inutile devo inserire pure il qui presente Adil Abhra?

BND: Nein! Ma neanche per sogno!

L’Armbreaker intensifica i colpi mentre distrugge verbalmente il World’s Greatest Man.

BND: Questo pachiderma è il peggior wrestler che mi sia capitato di affrontare in carriera. Non solo si esprime soltanto con versi incomprensibili e urla belluine, ma è pure lento come una statua di piombo sul ring. L’hanno visto tutti prima che tipo di match riesce a fare. E’ scarsissimo. Mi chiedo se l’ex-presidente Bryan fosse stato ubriaco quando ha deciso di assumere questa ciofeca. A meno che non sia il classico owner innamorato degli omaccioni grandi e grossi, da tutti i punti di vista. Dovrò chiedere che ne pensa Simon B. in merito...

Lo Smiling Crow fa accenna un sorrisetto sarcastico, poi però torna gelida come prima. Sigfried annuisce e riprende.

SGF: Lista inutile completata, quindi questi sono i migliori wrestlers indiani e pakistani. Indiani: Gulam, Great Gama, Gobar Goho, Dara Singh, Gama Singh, Tiger Jeet Singh, Raheem Sultani Wala, Mighty Chang e King Kong. Pakistani: Bholu Pahalwan, Nasir Bholu. Ah, Akram Pehlwani, che ha lottato con Antonio Inoki, può essere inserito?

BND: Akram Pehlwani no. Il fatto che abbia lottato con Inoki non lo rende migliore.

La Valkyria, nuovamente in piedi, sferra ancora dei calci al povero Adil, che cerca di strisciare via tremante. Ma ecco che Sigfried si rivolge a Brunild per l’ultima domanda.

SGF: Si ma, alla fine dei conti chi sono i wrestler indiani e pakistani da inserire?

BND: La lista che hai enunciato nella domanda di prima va bene.

Dopo aver risposto, lo Smiling Crow va a raccogliere la sedia, carica il colpo e abbatte una sediata sulla testa dell’eroe nazionale indiano, seguita da una seconda e da una terza. Eccola poi puntare la videocamera con Sigfried che le regge il mic.

BND: NeinNeinNein, ora che ho risposto seriamente a tutte le tue cazzate, vedi di non farti più sentire, altrimenti sarai direttamente tu il prossimo a essere pestato. E' una promessa...

Poi la Valkyria si gira verso il povero Adil Abhra.

BND: Now you know!

Una volta che ha concluso col massacro, Brunild sospira soddisfatta, apre la sedia a un angolo e si mette seduta aprendosi una birra che Gunther le ha passato prontamente. Sigfried Jaeger invece appallottola il foglio con le domande, dopo di che con cattiveria lo infila in bocca ad Adil Abhra, poi col supporto del Mastino rotola via l’indiano a suon di calci, fino a farlo cadere giù dall’apron ring, sgomberando il quadrato definitivamente. Dopo di che il tedesco fa un sorrisetto e una volta che i fischi del pubblico scemano, ecco che cambia argomento.

Immagine


SGF: Gut! Ora che avete visto tutti quale sia il trattamento che noi eroi riserviamo agli stolti che ci fanno un torto, anche pure indirettamente, o che si trovano nel posto sbagliato al momento sbagliato, passiamo al prossimo personaggio inutile da umiliare. Mi riferisco al minion di Leon Black, ovvero quel servo mentecatto che risponde al nome di Thomas Bell.

Parte del pubblico applaude il nome di Bell. Anche se si fa vedere poco in TWC, il lottatore di Philadelphia è piuttosto conosciuto e ben considerato. Il Corvo accenna un sorriso.

SGF: Mi chiedo quando tutta questa gentaglia inutile la smetterà di mettere il becco nei nostri affari. Qui in TWC sembra di vivere in una realtà alternativa, come fosse un vero e proprio gioco di ruolo. Solo che invece dei cattivi e dei mostri, noi eroi giorno dopo giorno ci troviamo a fare i conti con dei pazzi e dei minorati mentali. Eroismo contro follia. Follia contro eroismo. Ogni santo giorno. E il bello è che una volta eliminato un pazzo, questi viene sostituito da un altro ceffo con patologie differenti. E così via.

Il Monster Hunter annuisce convinto.

SGF: Eccolo il nuovo caso umano. Adesso perfino uno che con la TWC non c’entra nulla osa alzare apertamente la cresta contro di noi. La scorsa settimana Thomas Bell si è messo nelle veci del suo padrone e si è lanciato in discorsi senza senso riguardo la nostra situazione contrattuale, le opportunità lavorative della BDK Inc. e tutto quello che è uscito fuori dalla conferenza stampa con la Volpe. Per caso sei invidioso, Bell? Ti senti sottopagato? La paghetta che ti dà Leon non basta? Hai bisogno che gli eroi ti facciano la carità? Ma poi, per Loki, tu che vieni dal ghetto e che sei abituato a contrattare pistola alla mano, cosa cavolo ne sai di contratti e diritti?! Sei stato in sede a New York City e ti sei documentato? Hai letto personalmente gli accordi tra BDK Inc. e Mr. Fox Olon? Se non l’hai fatto allora non sai niente, per cui piantala di fare il saccente e chiudi il becco!

Il Corvo, accigliato, si calma velocemente.

SGF: Ora, di solito questa faccenda finirebbe con un match tra me e Bell, il quale poi finirebbe col subire la medesima sorte che avete visto fare ad Alì Babà poco fa. Tuttavia, approfittando della distrazione del suo padrone Leon Black, il minion ha commesso un ulteriore passo falso, andando a stuzzicare con alcune offese di pessimo gusto il Großer Hund della federazione, il qui presente Gunther Schmidt, a cui lascio volentieri il compito di annientare Bell, visto che ho già un torneo da vincere e un titolo mondiale da conquistare...

Il Best from the West cede il microfono al furioso Mastino. Questi punta dritto la telecamera e inizia a sbraitare.

Immagine


GNT: Bello! Tu Scheiße! Io avere fidanzata Agnes se decide di tocca, tu invece schifo ad occhio di Gunther. Mastino mette mani addosso Bello solo in incontro di ring. Mastino stritola arti, schiaccia spina, strappa carne, frantuma ossi e getta via in cassonetto di rifiuto Thomas Bello. Tu piace discorso vanvera di contratti Bruderschaft? Wunderbar, tu viene Indoor War in due settimane, tu contratta firma con Mastino e noi fa match di tappa Dublin. Se tu non viene Europa, tu vigliacco e allora io distrugge casa di te con tu dentro. Perchè io bulldozer di Bavaria. Adesso Mastino aspetta risposta, tu due scelte: o accetta o scappa. Tu decide, ma più Gunther aspetta, più Gunther diventa iroso. E quando Gunther è iroso, gente spaventa e fugge lontananza. Mastino parlato!

Il gigante bavarese getta a terra il microfono e mostra gli enormi bicipiti direttamente in camera.

Immagine


Sigfried Jaeger gli si affianca e ridendo prima indica un braccio del Mastino, poi saluta sarcasticamente verso la telecamera, certo che prima o poi Thomas Bell vedrà le immagini di quello che lo aspetta il prossimo mese.



Mentre si diffonde nell’arena l’arcinota theme della stable, i tre membri della Bruderschaft Der Krahe Inc. fanno il solito brindisi sul ring.

BDK: Skol!!!

Dopo di che eccoli lasciare il quadrato mentre finalmente vediamo arrivare il dottor Brooks e alcuni officials per dare una mano a Simon DeJano nell’accertamento delle condizioni di Adil Abhra dopo quanto accaduto pochi minuti fa. Le immagini poi si spostano sulla BDK Inc. che risale la rampa con sguardi nuovamente cupi e decisi. Poco dopo i tedeschi spariscono rientrando nel backstage. Come avete appena visto, la Company of Heroes ha aperto un nuovo fronte di guerra. Con Brunild Wagner pronta all’imminente esordio in UFC, con Sigfried Jaeger che è a due settimane dall’esordio nel prestigioso torneo che assegna il TWC World Heavyweight Championship, e con l’intera BDK coinvolta nello scontro tra Fox’s Army e State of Anarchy, ora è la volta di Gunther Schmidt, il quale ha deciso di rompere gli indugi e iniziare un conflitto contro Thomas Bell, grande amico dell’avversario supremo del Corvo, il veterano di mille battaglie Leon Black... E mentre la videocamera torna a indugiare su un Adil Abhra pesto e sanguinante che a fatica viene aiutato a rialzarsi dai medici della TWC per essere riaccompagnato nel backstage, noi andiamo nuovamente in pubblicità. Non andate via, il torneo continua! Don’t. Change. The Channel!





Up Next: Vediamo Michael Edwards che si dirige verso lo stage


Top
 Profilo  
Rispondi citando  

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 438 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13 ... 30  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
phpBB skin developed by: eXtremepixels
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBB.it